Capitolato Tecnico Servizi di Outsourcing Infrastrutturale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato Tecnico Servizi di Outsourcing Infrastrutturale"

Transcript

1 Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato Tecnico Servizi di Outsourcing Infrastrutturale CIG n A Pagina 1 di 100

2 1 INTRODUZIONE GENERALITÀ DELLA FORNITURA OGGETTO DEFINIZIONI ARPA LOMBARDIA DESCRIZIONE DELL'AZIENDA SINTESI DELLA DOTAZIONE IT MACRO CLASSI DI FORNITURA RINNOVO POSTAZIONI DI LAVORO Definizione di PdL Politiche di rinnovo GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO (PDL) Servizi inclusi nel ciclo di vita di una PdL Gestione servizi IMAC associati a traslochi Sistema software di gestione delle PdL OUTSOURCING INFRASTRUTTURE Caratteristiche del datacenter Servizio di Connettività GESTIONE E MANUTENZIONE DELL INFRASTRUTTURA Ambito della gestione Gestione infrastruttura di Virtualizzazione Gestione Server Gestione Database Gestione storage GESTIONE E MANUTENZIONE APPLICATIVA DEI SERVIZI INFRASTRUTTURALI DI BASE Posta Elettronica Servizio di Office Communication Servizio di FTP Active Directory e Gestione delle utenze File server Gestione servizi di stampa Gestione infrastrutture di Accesso a Internet/INTRANET Gestione Servizio Antivirus Servizi di Gestione del Middleware SERVIZI DI ASSISTENZA LOCALE E REMOTA (SERVICE DESK) Strutture per l erogazione del servizio Servizi richiesti SERVIZI DI CONTINUITÀ OPERATIVA (BUSINESS CONTINUITY) SERVIZI ACCESSORI Servizio di monitoraggio della qualità della fornitura...31 Pagina 2 di 100

3 4.8.2 Documentazione della fornitura Monitoraggio delle Performance Servizio di Backup & Restore Servizio di gestione della schedulazione batch Servizio di sicurezza Logico e Fisica Altri servizi di sicurezza Servizi di Formazione e consulenza RICHIESTE SPECIFICHE PER MACRO CLASSI DI FORNITURA RINNOVO POSTAZIONI DI LAVORO Descrizione della strumentazione informatica Piano di consegna GESTIONE E MANUTENZIONE POSTAZIONE DI LAVORO Approvvigionamento Elenco degli interventi IMAC compresi nella fornitura OUTSOURCING INFRATRUTTURE Infrastruttura oggetto del servizio di housing Infrastruttura installata presso le sedi dipartimentali di AL GESTIONE E MANUTENZIONE DELL INFRASTRUTTURA Infrastruttura SERVER, Database e Storage Competenze presenti NEL Fornitore GESTIONE E MANUTENZIONE APPLICATIVA DEI SERVIZI INFRASTRUTTURALI DI BASE SERVIZI DI ASSISTENZA LOCALE E REMOTO (SERVICE DESK) Dimensionamento del servizio di Help Desk Requisiti relativi al presidio On Site Requisiti Obbligatori degli strumenti a supporto Orario di erogazione del servizio SERVIZI DI CONTINUITÀ SERVIZI ACCESSORI Documentazione da produrre nel corso della fornitura Competenze in termini di gestione della sicurezza Attività formativa obbligatoria Attività formativa Opzionale Servizi di consulenza MODELLO ORGANIZZATIVO ACCOUNT SERVICE MANAGER SERVICE DELIVERY MANAGER COMITATO DI GOVERNO COMITATO DI CONTROLLO DELL EROGAZIONE DEL SERVIZIO PIANO DI PROGETTO E DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA FASE TRANSIZIONE INIZIALE Affiancamento (Gestione transitoria iniziale) Sopralluoghi esecutivi...69 Pagina 3 di 100

4 7.1.3 Erogazione dei servizi base Progettazione esecutiva Realizzazione dei servizi Collaudo e accettazione FASE DI SERVIZIO A REGIME FASE TRANSIZIONE FINALE PROCEDURE RESPONSABILITÀ E LIMITAZIONI GESTIONE DEGLI INCIDENTI ED ANOMALIE MANUTENZIONE CORRETTIVA HARDWARE SERVER MANUTENZIONE EVOLUTIVA STORAGE DEPLOYMENT DI UNA MACCHINA VIRTUALE SUPPORTO AL DEPLOYMENT DI SISTEMI APPLICATIVI O AGGIORNAMENTI NON DI COMPETENZA DEL FORNITORE DEPLOYMENT DI AGGIORNAMENTI SISTEMISTICI O DI SICUREZZA LIVELLI DI SERVIZIO ATTESI LIVELLI DI SERVIZIO GLOSSARIO...92 Pagina 4 di 100

5 1 INTRODUZIONE Il presente documento ha lo scopo di presentare al Fornitore gli elementi per articolare un offerta tecnica richiesta per l aggiudicazione della procedura di gara. Nel capitolo 2 sono specificate le generalità della fornitura, specificando oggetto e durata della fornitura. Nel capitolo 3 viene descritta l organizzazione e la missione di AL Lombardia facendo particolare riferimento ai suoi fabbisogni IT. All interno del capitolo 4 sono descritte le caratteristiche delle attività delle macro classi di fornitura e le loro modalità di esecuzione. Ad ogni macroclasse di fornitura è dedicato un paragrafo specifico. All interno del capitolo 5 sono sottoposte al Fornitore le richieste specifiche per ciascuna macroclasse di fornitura. Sono parti integranti del Capitolato i seguenti allegati: Allegato Tecnico 1 Situazione attuale 2 GENERALITÀ DELLA FORNITURA 2.1 OGGETTO Sono oggetto d appalto le seguenti macroclassi di fornitura: Rinnovo Postazione di Lavoro - il rinnovo del parco delle Postazioni di Lavoro (nel seguito PdL), nel rispetto di un piano pluriennale di durata pari a quella di vigenza contrattuale, impiegando al momento del rinnovo le tecnologie più aggiornate disponibili sul mercato; Gestione e Manutenzione Postazione di Lavoro - l'erogazione dei servizi necessari a garantire continuità di funzionamento delle PdL e delle apparecchiature informatiche di AL, con l'opportuna sicurezza informatica e quanto necessario per rimuovere o superare qualsiasi impedimento operativo si presenti all'utenza, quali la manutenzione hardware, software, il supporto specialistico remoto e/o sul campo. Outsourcing infrastrutturale è richiesta la migrazione di alcuni server attualmente presenti presso il CED di AL e la conseguente loro gestione presso un datacenter esterno del Fornitore per tutta la durata del contratto. Fa parte dell outsourcing infrastrutturale la fornitura e la gestione della connettività tra CED di AL e Server Farm del Fornitore. Gestione e Manutenzione dell Infrastruttura è richiesta la gestione di tutti i server, dei database e dei dispositivi di storage presenti sia presso la server farm del Fornitore, sia dei server presenti presso i dipartimenti e le sedi dislocate, ed il CED AL secondo quanto specificato nel presente capitolato. Pagina 5 di 100

6 Gestione e Manutenzione Applicativa dei Servizi Infrastrutturali di base è richiesta la gestione dei servizi di Posta Elettronica, Server FTP, Active Directory e Gestione delle utenze, File Server, Servizi di Stampa, Accesso a Internet, Antivirus Servizi di Assistenza Locale e Remoto è richiesto un servizio di assistenza a quanto fornito con la garanzia anche di un presidio previsto per tutta la durata della fornitura secondo le modalità specificate nella presente fornitura. Servizi di Continuità - Il Fornitore dovrà predisporre un piano di continuità dei servizi critici specificati nel capitolato in modo che sia garantita la continuità del servizio. Il servizio prevede anche la presenza di un centro di ripristino. Servizi Accessori L insieme dei servizi necessari per garantire il corretto espletamento dei punti descritti in precedenza (es. Monitoraggio di Reti e Sistemi, Back-up & Restore, Schedulazioni, Sicurezza Logica e Fisica, Inventario delle configurazioni, Formazione) 2.2 DEFINIZIONI Nel seguito del documento valgono le seguenti convenzioni: la stazione Appaltante (ARPA Lombardia) sarà indicata di qui in avanti con l acronimo AL; l aggiudicatario sarà indicato come il Fornitore; i partecipanti alla gara saranno indicati come i Concorrenti. 3 ARPA LOMBARDIA 3.1 DESCRIZIONE DELL'AZIENDA L'Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente della Lombardia è un ente di diritto pubblico dotato di autonomia amministrativa, organizzativa e contabile che esegue monitoraggi, controlli, studi e ricerche sui principali elementi ambientali e sui fenomeni che su di essi incidono, fornendo informazioni utili alle istituzioni della Lombardia: Regione, Province, Comuni, Asl ed altri Enti Pubblici. AL ha una struttura geografica dislocata su tutto il territorio lombardo ed è costituita da una sede centrale e da dodici dipartimenti, corrispondenti alle provincie lombarde, con trentuno sedi distribuite su tutto il territorio regionale. Ogni dipartimento ha una struttura operativa suddivisa per settori ambientali che si declina in una o più Unità Operative (UO). In ogni sede sono altresì presenti unità operative con funzioni di staff e amministrazione. I servizi oggetto del capitolato si riferiscono, se non diversamente specificato, a tutta AL senza l esclusione di alcuna sede. AL ha attualmente circa 1200 dipendenti nelle diverse sedi geografiche che fanno uso quotidianamente degli strumenti informatici di base come la posta elettronica, la gestione dei documenti d ufficio e il collegamento alla rete Internet, oltre all'accesso a specifici sistemi applicativi finalizzato alla gestione delle attività ambientale di AL. Per quanto concerne la parte infrastrutturale, AL è dotata di un proprio CED dove risiede sia l'infrastruttura dedicata a fornire i servizi di base che i servizi applicativi specialistici. I servizi di base consistono principalmente nella gestione delle Pagina 6 di 100

7 basi dati, del servizio ftp, della gestione della e del server proxy per la connettività a Internet. I servizi applicativi specialistici, invece, consistono nell'insieme di applicazioni che costituiscono il sistema informativo ambientale finalizzato a supportare le attività specifiche dial. In questo contesto, la strategia di AL è di continuare a governare i servizi ICT delegandone però a parti terze la gestione operativa. In particolare l'outsourcing selettivo della gestione infrastruttura IT descritto nel presente capitolato tecnico coinvolge: la gestione completa di tutte le PdL secondo le modalità descritte in seguito; l approvvigionamento di nuove PdL, server ed altri apparati di informatica di ufficio; i servizi di connettività secondo le modalità descritte in seguito; l'housing dei server infrastrutturali, incluse la parti di gestione e di disaster recovery identificati in seguito. Al fine di garantire la continuità del servizio, inoltre, è richiesto al Fornitore di predisporre un piano di transizione per garantire la continuità del servizio dalla situazione attualmente presente presso AL fino ad arrivare alla soluzione definitiva stabile. Il Fornitore dovrà inoltre predisporre un piano di transizione a fine fornitura finalizzato a facilitare il subentro di un eventuale nuovo Fornitore al termine del presente contratto. Il Fornitore, infine, dovrà garantire e predisporre il modello di gestione ed organizzazione del servizio con cui supporterà AL nella gestione della propria ICT. 3.2 SINTESI DELLA DOTAZIONE IT L Allegato Tecnico A1 - Situazione attuale dotazioni IT al presente capitolato tecnico (all. A del Capitolato Speciale di Appalto) fornisce il dettaglio della situazione attuale presso AL e può essere utilizzato per valutare la complessità dei servizi da gestire. 4 MACRO CLASSI DI FORNITURA 4.1 RINNOVO POSTAZIONI DI LAVORO DEFINIZIONE DI PDL La PdL è intesa come composta da: Personal Computer completo di mouse, tastiera, monitor, scheda audio, cd rom/cd rw, scheda di rete (elenco indicativo ma non esaustivo); Sistema operativo; Software relativo alla produttività individuale (MS Office) (elenco indicativo ma non esaustivo); Software relativo alla sicurezza (Antivirus, indicativo ma non esaustivo); Eventuali dispositivi aggiuntivi a richiesta di AL; Eventuali periferiche (stampanti, fax, multifunzione, scanner, (elenco indicativo ma non esaustivo) ad uso esclusivo oppure condiviso. Pagina 7 di 100

8 Le attrezzature informatiche condivise (stampanti di rete, plotter, elenco indicativo ma non esaustivo) dovranno essere considerate alla stregua delle PdL come definite nei punti precedenti e quindi assoggettate alle stesse modalità di gestione. Il software di base delle PdL non fa parte della presente fornitura. Per ogni PdL tuttavia dovrà essere garantita la corretta installazione e configurazione delle PdL utilizzando software di base fornito direttamente da AL REQUISITI GENERALI MINIMI Nell ambito delle attività di rinnovo delle PdL si fa presente è richiesto al Fornitore di: Garantire il rispetto dei requisiti stabiliti nel D.Lgs. n.81 del 9 aprile 2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro; Garantire il rispetto delle Direttive di Compatibilità Elettromagnetica (89/336 e 92/31 - EMC). Conseguentemente le apparecchiature fornite dovranno essere marchiate e certificate CE Garantire il rispettato della direttiva 2002/95/CE, anche nota come Restriction of Hazardous Substances (RoHS), recepita dalla legislazione italiana con D.Lgs. 151/2005. In particolare le apparecchiature non devono contenere piombo, mercurio, cadmio, cromo esavalente, bifenili polibromurati ed etere di difenile polibromurato, nei limiti eccedenti le concentrazioni previste dalla suddetta normativa Farsi carico in via esclusiva di ogni onere o spesa inerenti la rimozione e il trattamento dei PC usati, anche se in possesso dell Amministrazione medesima prima della stipula del contratto, in conformità a quanto previsto dal Dlgs 151/2005 Di seguito si riportano l insieme dei requisiti generali delle PdL da fornire. I requisiti sono distinti in obbligatori (caratteristiche indispensabili affinché AL possa utilizzare gli apparati) e requisiti premianti. L elenco dei requisiti è distinto per PC Desktop/Portatili e Stampanti/Fotocopiatrici/Apparecchiature Multifunzione PC Desktop/Portatili Rispetto dei requisiti Energy Star Possibilità di accedere, potenziare o aggiornare i principali componenti Garanzia di presenza di batterie compatibili per almeno 36 mesi dalla consegna dell apparato E fornito un manuale di istruzioni, o altra documentazione che accompagna il prodotto, che informi sul corretto uso ambientale delle apparecchiature. Il manuale di istruzioni deve fornire anche le informazioni sulle opzioni attivabili per un minor consumo di energia e le informazioni sul corretto utilizzo dell apparecchiatura. Stampanti/Fotocopiatrici/Apparecchiature Multifunzione Deve essere sempre garantito il funzionamento con carta riciclata Deve essere sempre presente la possibilità di stampare Fronte/Retro. Per tutte gli apparati con funzionalità di stampa con velocità superiore alle 45 pagine/minuto Pagina 8 di 100

9 Presenza del modulo per il fronte/retro automatico Tutti gli apparati devono rispettare i requisiti Energy Star REQUISITI PREMIANTI Costituisce un requisito premiante il rinnovo delle PdL con apparecchiature che posseggano una delle seguenti etichette ambientali: Ecolabel Europeo Nordic Swan Labeling Blauer Engel POLITICHE DI RINNOVO Il Fornitore è tenuto al rinnovo di parte della strumentazione informatica esistente presso AL sulla base di un piano di rinnovo proposto dal Fornitore stesso compatibile con i requisiti presenti nel capitolo 4.1 e con le richieste espresse nel paragrafo 5.1. Con Rinnovo delle PdL si intende che queste siano consegnate nuove di fabbrica ed esenti da difetti. L Hardware deve garantire nel corso di tutta la durata del contratto, attraverso il suo periodico aggiornamento e sostituzione, la funzionalità del software installato e la sua utilizzabilità, senza degrado dei tempi di utilizzo e della qualità e quantità delle funzionalità installate. Il primo rinnovo delle PdL riguarda la strumentazione informatica esistente e di proprietà di AL. Tale servizio deve essere applicato a: PDL desktop/portatili Stampanti, multifunzioni/fax La sostituzione della PdL si intende con sostituzione di tutti gli elementi (inclusi monitor, tastiera e mouse) nonché con la corretta installazione e disponibilità del software di base e software di produttività individuale (Sistema Operativo, Antivirus, Browser, Internet) le cui licenze saranno rese disponibili direttamente da AL. La modalità di sostituzione di PdL che non rientrino nel piano di rinnovo rientra nel servizio descritto in 4.2 Rispetto al rinnovo delle PdL si precisa che: Fa parte del rinnovo anche l operazione di ritiro della PdL, incluse quelle attualmente utilizzate da AL. Il Fornitore deve garantire inoltre lo smaltimento secondo la normativa vigente. Fa parte del rinnovo non solo la consegna della PdL ma anche la sua corretta installazione e messa in opera Pagina 9 di 100

10 Il Fornitore è tenuto a consegnare a AL, senza ulteriore corrispettivo rispetto al prezzo offerto, i manuali hardware e software ed ogni altra documentazione tecnica, redatti in lingua italiana, idonei ad assicurare il funzionamento delle apparecchiature fornite, compresi i manuali e le istruzioni concernenti le procedure per l installazione, l autodiagnostica e l utilizzo. Tutto il materiale fornito nell ambito del rinnovo rimarrà di proprietà, in gestione ed in manutenzione del Fornitore ma in uso presso gli uffici di AL siti sul territorio della Regione Lombardia. All occorrenza AL potrà comunque chiedere al Fornitore di installare altri dispositivi o apparecchiature di proprietà di AL. Allo scadere del contratto, AL potrà decidere se riscattare direttamente o far riscattare da altra società subentrante parzialmente o integralmente le apparecchiature installate ed ancora di proprietà del Fornitore. In caso contrario, il Fornitore dovrà provvedere alla rimozione delle apparecchiature installate senza aggravi aggiuntivi per AL. La sede prescelta dal Fornitore per lo stoccaggio delle apparecchiature dovrà essere al di fuori delle sedi di AL. Le modalità operative per la sostituzione delle PdL o di altra attrezzatura oggetto della fornitura dovranno essere concordate con il Referente di AL ed in particolare dovrà essere concordato il periodo di tempo le due PdL (quella da sostituire ed il suo sostituto) dovranno rimanere entrambi a disposizione di AL per consentire l eventuale trasferimento di dati e programmi. Sono parti integranti dell attività di dismissione: il trasferimento di dati e programmi dalla vecchia alla nuova PdL; rimozione del contenuto dalle unità di memoria di massa; smaltimento del materiale conformemente alle norme delle leggi vigenti e rilascio a AL di idonea documentazione. AL potrà suggerire al Fornitore la devoluzione gratuita delle PdL sostituite ad associazioni ONLUS. 4.2 GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO (PDL) Il Fornitore dovrà gestire in modo completo il ciclo di vita di tutte le PdL presenti in AL (sia quelle di proprietà del Fornitore sia quelle di proprietà di AL). Per ciclo di vita di una PdL si intende l insieme delle operazioni che accompagnano una PdL dalla sua iniziale fornitura alla dismissione. In particolare si identificano le seguenti fasi del ciclo di vita: approvvigionamento: la fornitura fisica delle apparecchiature e del software che compongono la PdL; installazione, movimentazione, aggiunte e cambiamenti; sostituzione e dismissione: la rimozione della PdL per obsolescenza e la sostituzione con una nuova PdL per la quale ricomincia il ciclo di vita; l approvvigionamento, installazione e manutenzione delle apparecchiature è a totale carico del Fornitore che si fa carico anche tutti i rischi derivanti da errata installazione e/o da problemi dovuti a perdita e danni alle apparecchiature causati dal trasporto o dalla sosta nei locali di AL. Pagina 10 di 100

11 Nei seguenti punti sono descritte in dettaglio le operazioni che si richiedono per ciascuna fase del ciclo di vita della PdL SERVIZI INCLUSI NEL CICLO DI VITA DI UNA PDL APPROVVIGIONAMENTO Il Fornitore realizza, nell'ambito del presente appalto, l'intero processo di approvvigionamento, dall'acquisizione nei magazzini del produttore delle apparecchiature sino al loro collaudo per accettazione presso l'utente finale. L approvvigionamento si rende necessario in caso di: Sostituzioni di apparecchiature esistenti non incluse nel piano di rinnovo a causa di guasti/malfunzionamenti Aggiunta di nuove postazioni a causa di incremento del personale. L esecuzione del corretto approvvigionamento verrà validato da un verbale di consegna e collaudo che il Fornitore dovrà obbligatoriamente predisporre e che il personale AL di riferimento dovrà accettare. AL effettuerà controlli e attività di monitoraggio per la verifica dei livelli di servizio e valutazione della qualità del materiale. Tale attività può anche comportare l'analisi completa dell'hardware e del software installato anche da parte di soggetti terzi indicati da AL, senza che a ciò sia opponibile alcunché da parte del Fornitore IMAC Tutte le operazioni di Aggiunte, Cambiamenti e l Installazione dei pacchetti applicativi legati al profilo dell utente, dovranno essere sempre effettuabili tramite lo strumento di cui al paragrafo Tuttavia, operazioni con sostenuti volumi di Aggiunte e di Cambiamenti non attuabili remotamente mediante strumenti di distribuzione SW automatica, dovranno sempre essere concordati nei modi e nei tempi con AL, tramite presentazione di un opportuno piano di progetto e con una idonea valutazione dell impatto sull organizzazione di AL. Le richieste di interventi IMAC, variabili in tipologia e quantità durante l arco temporale della fornitura, saranno inoltrate: tramite l HD dagli utenti mediante procedure definite dal Fornitore; direttamente dal referente informatico dell unità organizzativa di competenza mediante procedure definite dal Fornitore; tutte le richieste IMAC dovranno essere opportunamente registrate. Per quanto concerne la parte di installazione questa comprende almeno le seguenti operazioni a titolo esemplificativo ma non esaustivo: consegna presso l utente; controllo formale dei colli; registrazione degli stessi nel database di gestione; collaudo e posizionamento della PdL negli alloggiamenti previsti dall arredamento d ufficio; Pagina 11 di 100

12 collegamento dei singoli componenti con le prese elettriche e di rete; istruzione del personale circa le principali nozioni per l accensione, lo spegnimento, ecc.; test delle macchine; installazione hardware delle stazioni di lavoro; Capitolato Tecnico All. A configurazione in rete locale utilizzando indirizzi IP e indirizzi di posta elettronica rilasciati dalla AL o da una società da essa indicata; installazione del sistema operativo e di software di produttività individuale (Microsoft Office, Antivirus, browser Internet) relativi ad elaborazione testi, gestione fogli elettronici, gestione base dati o di pacchetti software specificati da AL e loro configurazione o riconfigurazione. La licenza di tale software è a carico di AL che fornirà il kit di installazione. consegna, senza ulteriore corrispettivo rispetto al prezzo offerto, dei manuali hardware e software ed ogni altra documentazione tecnica, redatti in lingua originale ed italiana, idonei ad assicurare il funzionamento delle apparecchiature fornite, compresi i manuali e le istruzioni concernenti le procedure per l installazione, l autodiagnostica e l utilizzo; ripristino tramite passaggio sulle nuove apparecchiature di eventuale software o di archivi specificati dall utente qualora si trattasse di sostituzione di Personal Computer preesistente o di disco rigido; ritiro contestuale delle apparecchiature precedenti e preesistenti; rilascio all utente o a chi indicato da AL di apposita documentazione sia di test delle apparecchiature installate che del software, previo benestare dell avvenuta funzionalità firmata dall utente; registrazione su apposito applicativo dell operazione conclusa entro la medesima giornata. La consultazione dell esito di tali operazioni, mediante applicativo client oppure mediante accesso via web, dovrà essere garantita su numero predefinito di postazioni di AL che sarà precisato all avvio del contratto di fornitura. L attività di avvenuta consegna del corretto funzionamento del Posto di Lavoro sarà comprovata dalla firma dell utente su un Verbale di Consegna che includerà l elenco delle componenti hardware e delle applicazioni software installate. Il verbale documenterà inoltre la chiusura della richiesta d installazione del Posto di Lavoro SOSTITUZIONI Qualora il Fornitore ritenga che una riparazione non possa essere eseguita entro i limiti definiti nei Livelli di Servizio, lo stesso dovrà sostituire, per il periodo di riparazione, l apparecchiatura guasta con un equivalente al fine di mantenere i livelli di servizio concordati. Nel caso in cui la riparazione non possa essere eseguita l apparecchiatura dovrà essere sostituita con una apparato nuovo. In entrambe le circostanze il Fornitore dovrà garantire il caricamento dei dati utente e della configurazione della macchina standard ove possibile. Per i portatili la procedura dovrà essere applicata automaticamente mediante Collaudi di accettazione presso l utente. Qualsiasi intervento, sostituzione di una PdL o semplice modifica e movimentazione, deve essere condotto e concluso in modo da consentire all utente finale di poter riprendere il proprio lavoro senza problemi e senza perdita di alcuna Pagina 12 di 100

13 informazione o programma. Ove ciò non fosse possibile a causa di reali impedimenti di ordine tecnico/pratico il Fornitore agirà per limitare al massimo grado perdite e disallineamenti GESTIONE SERVIZI IMAC ASSOCIATI A TRASLOCHI In tutti i casi non rientranti nella tipologia di Movimentazione descritti nel paragrafo ovvero nei casi di cambio di sede o trasloco di intere unità organizzative, la richiesta per servizi di tipo IMAC verrà normalmente avanzata dal Referente informatico di AL nei confronti del Fornitore con il quale sarà concordato un piano di trasloco opportuno. Il Fornitore dovrà fornire il proprio contributo, anche in fase di pianificazione, per l esecuzione delle operazioni richieste cercando di garantire la massima soddisfazione degli utenti finali e minimizzando i tempi di inattività di questi ultimi. Il Fornitore dovrà attivare il processo di servizio per la movimentazione di apparecchiature fra uffici nella stessa sede o in sedi diverse, sempre su richiesta del Referente informatico di AL. In caso di trasloco il Fornitore assicura: Pianificazione delle attività, concordandole con il Referente designato da AL Disinstallazione delle apparecchiature da movimentare; In caso di richieste, di movimentazione tra sedi geograficamente distanti, preparazione documenti di trasporto; Spostamento fisico in caso di movimentazione all interno della stessa sede Riconfigurazione dei PdL/ Periferiche; Collaudo presso l utente e rilascio in esercizio dell apparecchiatura movimentata; Aggiornamento base dati contenente le informazioni di configurazione e di dislocazione fisica e dell utente Come descritto nel paragrafo 5.2, il Fornitore potrà fare una proposta opzionale per lo spostamento fisico delle PdL in caso di movimentazione fra sedi diverse SISTEMA SOFTWARE DI GESTIONE DELLE PDL È richiesto al vincitore della gara la fornitura di un sistema di controllo remoto e di distribuzione del software, che eroghi le seguenti funzionalità: Inventario automatico dei software installati sulle postazioni Inventario automatico delle periferiche connesse alla postazione Inventario delle componenti hardware della postazione (processore, memoria, disco, ) Attualmente AL utilizza MOM di Microsoft. E facoltà del Fornitore proporre una soluzione alternativa o mantenere l attuale soluzione. Pagina 13 di 100

14 4.3 OUTSOURCING INFRASTRUTTURE Nell ambito della fornitura è richiesto il servizio di housing dell infrastruttura hardware di proprietà di AL descritta nel paragrafo 5.3. Rientra nell ambito di questo servizio la fornitura della connettività tra il CED di AL ed il Data Center del Fornitore CARATTERISTICHE DEL DATACENTER Il Data Center dovrà essere di proprietà del Fornitore (non è ammessa la subfornitura) e dovrà avere le seguenti caratteristiche minime: Pavimento flottante: 100% del totale Raffreddamento ridondato: configurazione 2(n+1) Alimentazione ridondata: configurazione a 2 path attivi Potenza per m2: > 1500 W/m2 Fornitura media tensione: (20kv) Connessione Internet ridondata: 2 path attivi via BGP4 RIPE Autonomous System: il Fornitore deve disporre dello status di Autonomous System assegnato dal RIPE Il datacenter deve essere presidiato da personale specializzato con modalità 24/7 L infrastruttura del Datacenter deve essere progettata per consentire operazioni di manutenzione impiantistica e sull infrastruttura di rete senza obbligare al down dei servizi ospitati Sistema antincendio: gas inerte a norma di legge Porte tagliafuoco Sistema rilevazione fumi Sistema controllo accessi automatico con badge magnetico o a lettura in prossimità Sistema di sorveglianza con telecamere dotate di sensori di movimento e impianto di allarme SERVIZIO DI CONNETTIVITÀ AL riceve i servizi di networking da un operatore di TLC, su contratto CNIPA. Si richiede al Fornitore la connessione MPLS tra il proprio Data Center e il centro stella della rete WAN di AL. Pagina 14 di 100

15 4.4 GESTIONE E MANUTENZIONE DELL INFRASTRUTTURA AMBITO DELLA GESTIONE Le attività di gestione e manutenzione dell infrastruttura si riferiscono a: Tutti i sistemi server e le relative basi dati di AL residenti presso il Data Center del Fornitore. Tutti i sistemi di storage di AL residenti presso il Data Center del Fornitore Sistemi server e relative basi dati residenti presso il CED AL Tutti i sistemi server e relative basi dati residenti presso i Dipartimenti e le sedi distaccate AL La numerosità e la tipologia di server, base dati e sistemi di storage è indicato nel paragrafo Rientrano nell ambito di questo servizio, le attività di consolidamento e virtualizzazione dei server applicativi identificati da AL che dovranno essere migrati dal CED di AL presso il Data Center del Fornitore GESTIONE INFRASTRUTTURA DI VIRTUALIZZAZIONE AL è dotata di una infrastruttura di virtualizzazione basata sul prodotto VMWare vsphere 4. Il Fornitore dovrà prendere in carico la gestione e la manutenzione di tale infrastruttura e, in particolare, erogare i seguenti servizi: Creazione e deployment di una nuova macchina virtuale. Gestione del carico sul cluster e ottimizzazione del posizionamento delle macchine virtuali. Eventuali operazioni di spostamento delle macchine tra nodi del cluster. Snapshotting e clonazione delle macchine per operazioni di creazione di ambienti di test e/o di staging. Altri servizi di gestione delle macchine virtuali che si dovessero rendere necessari nel corso della fornitura. Il Fornitore dovrà altresì provvedere al monitoraggio delle performance del cluster di virtualizzazione ed al capacity planning per consentire ad AL di procedere ad eventuali ampliamenti in caso di superamento del limite delle risorse disponibili. Il Fornitore dovrà inoltre supportare le iniziative di consolidamento attualmente in corso, gestendo le operazioni di avvio delle macchine virtualizzate che di volta in volta AL predisporrà. Si veda l Allegato Tecnico 1 Situazione Attuale per i dettagli tecnici relativi all infrastruttura di virtualizzazione attualmente presente GESTIONE SERVER Pagina 15 di 100

16 Il Servizio di Server Management comprende i servizi di gestione e i servizi di manutenzione dell ambiente tecnologico composto dagli apparati hardware (server per applicazioni trasversali, server di sviluppo, server applicativi) e di manutenzione del software di base ad essi collegato. Il servizio consiste nell insieme delle attività operative e di supporto relative ai server: manutenzione periodica, implementazione di cambiamenti (come parte della manutenzione periodica, evolutiva o di progetti straordinari), supporto specialistico per gestione anomalie e disservizi. Di seguito si fornisce un elenco più specifico delle attività incluse nel servizio ATTIVITÀ DI AMMINISTRAZIONE manutenzione dei sistemi operativi (utenze, dischi e I/O, memoria, parametri, servizi, ) e delle relative utility software (per es. software per la gestione dei failover) selezione delle patch/fix da applicare contributo alla definizione delle policy di backup e restore supporto specialistico per tutti le anomalie e disservizi relativi ai server o ai relativi sistemi operativi, includendo le attività di diagnosi e ripristino; sono incluse le attività di interazione con le terze parti (es. fornitori HW) laddove sia necessario gestione dell inventario delle componenti controllo degli accessi ai sistemi e gestione dei permessi e dei privilegi configurazione e gestione dei server virtuali installazione e configurazione di nuovi server come parte della manutenzione ordinaria o manutenzione evolutiva per la fornitura di nuovi servizi e/o di nuove funzionalità configurazione e gestione dei cluster opportuna reportistica sui dati sistemistici individuazione delle componenti da sostituire analisi e identificazione di guasti a fronte del verificarsi di problemi significativi e ricorrenti Tuning delle configurazioni sistemistici per migliorare le performance e i througput in caso di richiesta formale supporto ad AL in relazione a problematiche applicative Rientrano nelle attività di amministrazione anche la presa in carico di nuovi server, dismissione di server non più utilizzati, consolidamento e virtualizzazione di server esistenti e loro successiva migrazione presso il Data Center del Fornitore. Pagina 16 di 100

17 ATTIVITÀ DI GESTIONE OPERATIVA Il Fornitore effettuerà la gestione operativa dei server sia per le attività programmate che per le attività su richiesta. Nell ambito di questa attività di rientrano i seguenti compiti: Monitoraggio Schedulazione dei processi batch Distribuzione e installazione del software inclusa l applicazione di patch (patch management) Gestione dei rilasci in ambiente di produzione Supporto operativo di secondo livello Gestione delle richieste di cambiamento Back-up & Restore Procedure di startup e shutdown di sistema Documentazione delle procedure tecniche Tracciamento del diario delle attività effettuate SISTEMA SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI SERVER Il Fornitore, per la gestione dei server, dovrà predisporre un infrastruttura tecnologica costituita da server dedicati alla gestione per le attività di: Monitoring dei server Ricezione dei messaggi di errore provenienti dagli agenti installati sui server; Remote Control dei sistemi server; Inventario dei server e delle relative componenti Log e Access Management GESTIONE DATABASE E il servizio avente l obiettivo di assicurare livelli ottimali di performance, sicurezza e funzionalità dei database. Il Fornitore eseguirà attività descritte nei paragrafi successivi ATTIVITÀ DI AMMINISTRAZIONE Pagina 17 di 100

18 Supporto alle attività di Progettazione dei database Supporto alla definizione delle policy per la gestione dei database manutenzione delle basi di dati (utenze, spazio disco, indici, altri parametri,.) e delle relative utility software selezione delle patch/fix da applicare contributo alla definizione delle policy di backup, archiviazione dati e restore supporto specialistico per tutti le anomalie e disservizi relativi alle basi di dati includendo le attività di diagnosi e ripristino; sono incluse le attività di interazione con le terze parti (es. fornitori HW) laddove sia necessario gestione dell inventario delle componenti delle basi dati controllo degli accessi alle base dati e gestione dei permessi e dei privilegi installazione e configurazione di nuove basi dati come parte della manutenzione ordinaria o manutenzione evolutiva per la fornitura di nuovi servizi e/o di nuove funzionalità individuazione delle componenti da sostituire analisi e identificazione di guasti a fronte del verificarsi di problemi significativi e ricorrenti Tuning delle configurazioni sistemistici per migliorare le performance e i througput produzione di log e documentazione per audit o per scopi legali supporto ad AL in relazione alla risoluzione di problematiche applicative Rientrano nelle attività di amministrazione anche la presa in carico di nuovi database ATTIVITÀ DI GESTIONE OPERATIVA Il Fornitore effettuerà la gestione operativa dei server sia per le attività programmate che per le attività su richiesta. Nell ambito di questa attività di rientrano i seguenti compiti: Monitoraggio e controllo dello stato e dell uso del database: volumi delle transazioni, tempi di risposta, livelli di concorrenza, ecc Schedulazione dei processi batch (import, export, load, ) Distribuzione e installazione del software inclusa l applicazione di patch (patch management) Gestione dei rilasci in ambiente di produzione Supporto operativo di secondo livello Pagina 18 di 100

19 Gestione delle richieste di cambiamento Back-up & Restore Procedure di startup e shutdown della base dati Documentazione delle procedure tecniche Tracciamento del diario delle attività effettuate GESTIONE STORAGE Si tratta del servizio avente l obiettivo di assicurare la disponibilità e l integrità dei dispositivi di archiviazione di massa ove sono memorizzati dati e informazioni. Per questo servizio si prevede l utilizzo di una Storage Area Network (SAN) di proprietà di AL. E richiesto al Fornitore la gestione di questa componente infrastrutturale nonché la definizione e manutenzione delle policy che documentano le modalità di conservazione dei dati ATTIVITÀ DI AMMINISTRAZIONE Supporto alla definizione delle policy e delle procedure di conservazione dei dati Supporto nella definizione delle policy di archiviazione Definizione delle naming convention e delle gerarchie di archiviazione Supporto alle decisioni inerenti il dimensionamento, la configurazione e la gestione dell infrastruttura storage Interfaccia con i team applicativi per assicurare la conformità delle policy di conservazione e archiviazione dei dati alle leggi e alle normative, con particolare riferimento alla protezione dei dati ATTIVITÀ DI GESTIONE OPERATIVA Rientrano in questo ambito di attività: manutenzione e supporto di tutte le utility software relative alla gestione dello storage archiviazione dei dati secondo le regole e la schedulazione definite in sede di disegno del servizio produzione di reportistica relativa all efficacia delle regole di archiviazione in uso recupero dei dati archiviati, quando necessario (a scopo di audit, per scopi legali, ) Pagina 19 di 100

20 supporto specialistico per anomalie e disservizi relativi allo storage o ai dispositivi di archiviazione dati. 4.5 GESTIONE E MANUTENZIONE APPLICATIVA DEI SERVIZI INFRASTRUTTURALI DI BASE POSTA ELETTRONICA Il Servizio di Posta Elettronica sarà erogato tramite i Server di Posta di proprietà di AL le cui caratteristiche sono descritte nell Allegato Tecnico 1. Al Fornitore è richiesto la gestione del servizio applicativo di posta elettronica che prevede le seguenti attività Supporto alla definizione delle policy di gestione del servizio (dimensione max. casella postale, politiche di archiviazione dei messaggi ) Creazione distribution list Creazione, cancellazione, disattivazione e configurazione delle caselle di posta Backup e Restore caselle di posta Gestione antivirus/antispam/antimalware sui messaggi di posta in ingresso Gestione problematiche di comunicazione con i mail relay server esterni Gestione del servizio BES (BlackBerry Enterprise Server) Gestione del servizio di Web Mail SERVIZIO DI OFFICE COMMUNICATION Il Servizio di Office Communications è basato sulla piattaforma di Microsoft Communications Server di proprietà di AL le cui caratteristiche sono descritte nell Allegato Tecnico 1. Le funzionalità implementate al momento sulla piattaforma in oggetto constano di: Audio/Video/Web Conferencing Al Fornitore è richiesto la gestione del servizio applicativo di Office Communications che prevede le attività descritte di seguito. Abilitazione degli utenti e applicazione delle policy concordate in fase di startup del servizio Gestione degli archivi con il contenuto delle conversazioni secondo le policy aziendali e le leggi e i regolamenti in vigore Pagina 20 di 100

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

BusinessK s.r.l. Via Ruggero da Parma, 7-43126 Parma Codice fiscale e p.iva: 02595730348 info@businessk.it IL PRODOTTO

BusinessK s.r.l. Via Ruggero da Parma, 7-43126 Parma Codice fiscale e p.iva: 02595730348 info@businessk.it IL PRODOTTO BusinessK s.r.l. Via Ruggero da Parma, 7-43126 Parma Codice fiscale e p.iva: 02595730348 info@businessk.it IL PRODOTTO Puntas è un software sviluppato per la gestione di saloni di parrucchieri, centri

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 597 del 23/01/2012 Proposta: DPG/2012/462 del 13/01/2012 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli