DIRITTI degli animali e DOVERI dei cittadini. SCUOLA SECONDARIA di I GRADO REGIONE POLIZIA DI STATO PIEMONTE. Edizioni Nesos - Torino

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIRITTI degli animali e DOVERI dei cittadini. SCUOLA SECONDARIA di I GRADO REGIONE POLIZIA DI STATO PIEMONTE. Edizioni Nesos - Torino"

Transcript

1 POLIZIA DI STATO QUESTURA DI TORINO CITTA DI TORINO A.S.L. TO1 Azienda Sanitaria Locale Torino REGIONE PIEMONTE SCUOLA SECONDARIA di I GRADO DIRITTI degli animali e DOVERI dei cittadini Edizioni Nesos - Torino

2 IO E IL MIO AMICO CANE Premessa Cari alunni, questo opuscolo, nato dalla collaborazione tra Enti ed Istituzioni impegnati a promuovere la salute, la sicurezza ed il benessere degli animali, vi aiuterà a migliorare il rapporto con i vostri amici a quattro zampe approfondendo la conoscenza delle loro caratteristiche ed esigenze, nel rispetto dell ambiente. Adottando alcune semplici regole di comportamento - oggi previste anche da specifiche leggi - renderemo inoltre più solido, piacevole e sicuro il legame con loro ed eviteremo piccoli e grandi inconvenienti. Vi auguriamo buona lettura, sempre ricordando che un cane diventa anch esso buon cittadino solo se il suo padrone è consapevole dei diritti degli animali e rispettoso della collettività. il Questore della Provincia di Torino Aldo Faraoni l Assessore alle Politiche per l Ambiente e per la casa del Comune di Torino Dr. Roberto Tricarico il Direttore il Responsabile Generale Settore Prevenzione della A.S.L. TO1 Veterinaria della Dr. Ferruccio Massa Regione Piemonte Dr.ssa Giuliana Moda

3 MI HANNO REGALATO UN CUCCIOLO... HO TROVATO UN CAGNOLINO SOTTO L ALBERO DI NATALE!!! PER IL MIO COMPLEANNO HO RICEVUTO IN DONO UN MICIO! MAMMA, MAMMA, ME LO COMPRI QUEL BEL CUCCIOLO? CI HAI PENSATO BENE? Se il tuo vecchio gioco ti ha stufato, puoi riporlo in soffitta. Ma UN CUCCIOLO NON E UN GIOCATTOLO! Prima di chiederlo in dono pensa bene alle responsabilità che devi affrontare... Un cane ha SEMPRE bisogno di ATTENZIONI e di RISPETTO. Per maggiori informazioni rivolgiti ad un VETERI- NARIO. pag. 3

4 FIOCCO ROSA O AZZURRO? L ANAGRAFE CANINA IL MIO CANE E ISCRITTO ALLA ANAGRAFE CANINA, DOVE VENGONO pag. 4 REGISTRATI ED IDENTIFICATI IN MODO INDOLORE MEDIANTE MICROCHIP TUTTI I CANI... COSI SARA PIU FACILE RITROVARLO IN CASO DI SMARRIMENTO... Articolo 3 (Obblighi dei proprietari o detentori) Legge Regionale n 18 del 19/7/ Chiunque intende, a qualsiasi titolo, detenere un cane è tenuto ad accertarsi preliminarmente della registrazione ed identificazione ai sensi dell'articolo Sono vietate la cessione, la vendita ed il passaggio di proprietà di cani non registrati all'anagrafe canina o non identificati ai sensi dell'articolo 1, comma I proprietari ed i detentori, a qualsiasi titolo, di cani provvedono entro sessanta giorni dalla nascita di cucciolate e comunque prima della loro cessione, alla identificazione tramite microchip dei cani, ai fini della registrazione nella banca dati dell'asl. 4. In caso di tatuaggio illeggibile è cura del proprietario provvedere alla nuova identificazione del cane mediante applicazione del microchip. 5. I proprietari di cani, anche per il tramite dell'eventuale detentore, sono tenuti a segnalare al servizio veterinario della ASL di registrazione degli animali, entro quindici giorni, la cessione definitiva o la morte degli stessi, nonché eventuali variazioni della sede di detenzione.

5 ADOTTA UN AMICO NON ALIMENTIAMO IL COMMERCIO CLANDESTINO DI CUCCIOLI, SPESSO VITTIME DI MALTRATTAMENTI E SPECULAZIONI NOI CANI NON FACCIAMO DIFFERENZA NE DI RAZZA NE DI CONDIZIONE SOCIALE DEI NOSTRI PADRONI... VOGLIAMO SOLO CHE RICAMBINO IL NOSTRO AFFETTO! AL CANILE MUNICIPALE SIAMO IN TANTI AD ASPETTARVI! E possibile prendere in adozione un cane. Ecco come fare... COSTI: per adottare un cane al Canile Municipale di Torino non bisogna sostenere alcun costo AFFIDAMENTO: inizialmente avrete il cane per un periodo di affidamento provvisorio di 60 giorni, al termine dei quali verrà formalizzato l affidamento definitivo. Al momento dell adozione vi verrà rilasciata una copia della scheda sanitaria con tutti i trattamenti veterinari effettuati, così da poterla esibire al vostro veterinario di fiducia in occasione della prima visita di controllo. DOCUMENTAZIONE: contestualmente all affidamento vi verrà rilasciato il certificato d iscrizione all Anagrafe Canina Regionale con il numero di microchip applicato. CONTROLLO AFFIDAMENTO: all atto dell affidamento saranno autorizzati eventuali controlli sulle modalità di conduzione del cane da parte vostra e sullo stato di benessere psico-fisico dell animale. RICORDA: l amicizia, l affetto e la fedeltà non dipendono nè dal costo, nè dalla razza. pag. 5

6 MI SENTO RESPONSABILE DELLA SUA SALUTE IL VETERINARIO E UN MIO AMICO... LUI MI DA I CONSIGLI PER CURARE IL MIO CANE QUANDO NON STA BENE E LO VACCINA TUTTI GLI ANNI CONTRO LE PRINCIPALI MALATTIE. E STATO LUI AD AIUTARMI NELLA SCELTA DEL CUCCIOLO IN BASE ALLE SUE CARATTERISTICHE ED ESIGENZE RICORDA: ogni animale ha diritto al rispetto Articolo 544 del Codice Penale: uccisione di animali, maltrattamento di animali, combattimenti tra animali, sono puniti con pene che vanno dai 3 mesi ai 3 anni di carcere e con multe che partono da 3.000,00 fino a ,00 euro. pag. 6

7 IL MIO CANE DEVE ESSERE EDUCATO E NON UMANIZZATO SE TRATTI IL CANE COME UNA PERSONA LUI TRATTERA TE COME UN CANE! HO INSEGNATO AL MIO CANE AD OBBEDIRE AI MIEI ORDINI (POCHI E SEMPRE QUELLI DA PARTE DI TUTTI!) ANCH IO PERO RISPETTO ALCUNE SUE REGOLE: QUANDO MANGIA NON LO DISTURBO QUANDO HA IN BOCCA UN GIOCO NON CERCO DI STRAPPARGLIELO QUANDO DORME NON LO TOCCO SE LITIGA CON UN ALTRO CANE, NON MI METTO IN MEZZO MA CERCO DI CALMARLO E RICHIAMO L ATTENZIONE DELL ALTRO PROPRIETARIO FORZA BELLO, VIENI QUI! I Centri di Addestramento Nei centri di addestramento il cane ed il suo padrone imparano a comportarsi all interno della società civile. Inoltre, il cane impara a convivere e socializzare con i suoi simili mentre al suo padrone viene insegnato cos è un cane, come addestrarlo, come portarlo a spasso e come bisogna comportarsi in caso di... pag. 7

8 IMPARO A COMUNICARE CON LUI E A CAPIRE LA SUA LINGUA SE UN CANE VUOLE GIOCARE LO DICE COSI : CODA FESTOSA UN CANE CHE NON CONOSCO MI CORRE INCONTRO O MI ANNUSA? SE POSSO MI FACCIO NOTARE DAL SUO PROPRIETARIO AFFINCHE LO RICHIAMI, ALTRIMENTI MI FERMO, LO IGNORO, RESTO CON LE MANI LUNGO I FIANCHI E NON LO GUARDO NEGLI OCCHI. SONO CADUTO E UN CANE SCONOSCIUTO SI AVVICINA? MI RAGGOMITOLO, PROTEGGO LA TESTA CON LE BRACCIA, RESTO FERMO ED IN SILENZIO... PRESTO SE NE ANDRA. ZAMPE ANTERIORI ESTESE IN AVANTI ATTENZIONE: UN CANE CHE MUOVE LA CODA NON SEMPRE VUOLE FARE AMICIZIA! SE UN CANE SI STA INNERVOSENDO E PUO DIVENTARE AGGRESSIVO, LO DICE COSI : ORECCHIE INDIETRO RINGHIO CON DENTI COPERTI O, PEGGIO, SCOPERTI PELO DRITTO SULLA SCHIENA CORPO RIGIDO E CODA DIRITTA ORIZZONTALE pag. 8 E IL GATTO? Anche il tuo simpatico micione può essere responsabile di aggressioni. Non cercare di accarezzarlo se si mostra insofferente alle tue attenzioni e non avvicinarlo se è spaventato. Attento a questi segnali: pelo gonfio e schiena arcuata, coda gonfia e alta, orecchie indietro o piatte, ringhio o soffio. Lascialo in pace!

9 MI OCCUPO IO DELLE SUE NECESSITA, IN CASA E FUORI LO NUTRO BENE, SENZA FARLO INGRASSARE, E GLI LASCIO SEMPRE L ACQUA A DISPOSIZIONE. LO PORTO DAL VETERINARIO QUANDO NECESSITA, LO SPAZZOLO, LO CURO, LO TENGO PULITO E FACCIO ATTENZIONE CHE NON ABBIA PARASSITI. SE LO LASCIO PER UN PICCOLO SPAZIO DI TEMPO IN AUTO, MI ASSICURO CHE ENTRI SEMPRE UN PO DI ARIA DAI FINESTRINI E NON LO LASCIO TROPPO AL CALDO O AL SOLE. LO PORTO SOVENTE A SPASSO CON ME E CI TENIAMO COMPAGNIA. E... QUANDO IL MIO CANE FA I SUOI BISOGNI PER STRADA... RACCOLGO TUTTO CON LA PALETTA ED IL SACCHETTO, COSI LE STRADE RIMANGONO PULITE E NESSUNO AVRA ANTIPATIE PER IL MIO CANE E PER ME! Articolo 35 della Legge Regionale sulla gestione rifiuti: condurre il cane in spazi pubblici senza essere muniti di idonea attrezzatura per la raccolta delle deiezioni o omettere la raccolta delle deiezioni, corrisponde ad una sanzione amministrativa da 25,00 a 500,00 euro. pag. 9

10 FUORI CASA RISPETTO GLI ALTRI, ANCHE COLORO CHE NON HANNO CANI O NE HANNO PAURA SPESSO, IL MIO AMICO ED IO, ANDIAMO IN GIRO PER LA CITTA. GLI HO INSEGNATO AD INDOSSARE LA MUSERUOLA ED IL GUINZAGLIO E A CAMMINARE AL MIO FIANCO. SE LO PORTO IN UN LOCALE PUBBLICO O APERTO AL PUBBLICO O SUL TRAM O SULL AUTOBUS, LI DEVE INDOSSARE ENTRAMBI! Regolamento per la tutela ed il benessere degli animali in città Art. 21: condurre il cane in luogo pubblico o aperto al pubblico privo di guinzaglio o con guinzaglio superiore a 2 metri, condurre i cani di media e grossa taglia o mordaci senza museruola, introdurre i cani in zone vietate destinate ai giochi, sanzione amministrativa da 25,00 a 500,00 euro. Art. 28: obbligo di portare con sè il documento di iscrizione all anagrafe del cane. pag. 10

11 IL MIO AMICO PELOSO MI FA SENTIRE PIU SICURA, NON PIU FURBA! IL CANE E UN ANIMALE CHE RIPAGA DEL TEMPO DEDICATOGLI CON ASSOLUTA FEDELTA E AMORE INCONDIZIONATO. SOFFRE LA SOLITUDINE ED HA BISOGNO DI FARE PASSEGGIATE ALL APERTO. MI OCCUPO DI LUI PERCHE MI PIACE, MI FA SENTIRE ADULTA E RESPONSABILE. QUANDO SIAMO INSIEME MI SENTO AL SICURO MA NON PER QUESTO PIU FORTE O PIU FURBA DEGLI ALTRI... Esistono razze pericolose? Le informazioni raccolte ci dicono che il problema delle morsicature non si può attribuire genericamente a razze definite pericolose (semmai si può affermare che alcune razze, per la loro mole e per altre caratteristiche, se mordono possono fare più danno). Se pensiamo poi che molti cani morsicano all interno delle mura domestiche, possiamo intuire quale possa essere la responsabilità del proprietario! E vietato l addestramento di cani che ne esalti l aggressività (ordinanza del Ministero della Salute). pag. 11

12 IN AUTO, IN TRENO, IN AEREO... IL MIO AMICO CON LA CODA VIAGGIA CON ME! E POSSIBILE, ANZI E BELLO VIAGGIARE CON IL NOSTRO CANE! BISOGNA PERO RISPETTARE ALCUNE REGOLE: - ASSICURIAMOCI CHE IL NOSTRO CANE NON CI DIA FASTIDIO NELLE MANOVRE MENTRE GUIDIAMO - INFORMIAMOCI PER TEMPO SUI REGOLAMENTI DELLE NAVI, DEI TRENI, DEGLI AEREI PER IL TRASPORTO DEI NOSTRI ANIMALI, COSI SAREMO SERENI E NON AVREMO SPIACEVOLI SORPRESE - SE ANDIAMO ALL ESTERO, RICORDIAMOCI CHE IL NOSTRO CANE (OPPURE IL GATTO O IL FURETTO) DEVONO ESSERE VACCINATI CONTRO LA RABBIA E... AVERE IL PASSAPORTO! E GIA, PROPRIO COME NOI! INFORMATI PER TEMPO PRESSO IL SERVIZIO VETERINARIO DELLA TUA ASL. Regolamento 998/2003 del Parlamento Europeo Per ottenere il passaporto è necessario che il cane, il gatto o il furetto, abbia già il microchip, sia iscritto all anagrafe veterinaria dell ASL di zona ed abbia effettuato la vaccinazione antirabbica. pag. 12

13 L ABBANDONO E UN REATO ED UN GESTO DI INCIVILTA NOI SAREMMO CONTENTI SE QUALCUNO CI ABBANDONASSE? COSI, SENZA MOTIVO! IL CANE NON LO E DI CERTO!!! L ABBANDONO E UN ATTO DI VIGLIACCHERIA NEI CONFRONTI DI UN ESSERE VIVENTE CHE NON PUO DIFENDERSI! E UN ATTO IRRESPONSABILE PER LE SOFFERENZE CHE QUELL ANIMALE SUBIRA! DENUNCIA LE PERSONE CHE ABBANDONANO GLI ANIMALI! Articolo 727 del Codice Penale: Chiunque abbandona animali domestici è punito con l arresto fino ad un anno e l ammenda da 1.000,00 a ,00 euro (alla stessa ammenda è condannato anche chi detiene l animale in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze). pag. 13

14 IL RANDAGISMO SE AVVISTI UN CANE ABBANDONATO O RANDAGIO CHIAMA IL CANILE MUNICIPALE AL NUMERO / O LA POLIZIA MUNICIPALE AL NUMERO RICORDA: NON PUOI TENERE IL CANE TROVATO MA ESSO VA CONDOTTO AL CANILE PER GLI ACCERTAMENTI SANITARI ED ANAGRAFICI. WR OOM Denuncia chi abbandona gli animali! L abbandono di animali (Articolo 727 del Codice Penale) è punito con l arresto da 5 giorni ad 1 anno o con l ammenda da 1.000,00 a ,00 euro. pag. 14

15 IL CANE POLIZIOTTO HO SUPERATO UN ACCURATA SELEZIONE DA PARTE DEGLI ESPERTI DEL CENTRO DI ADDESTRAMENTO DI NETTUNO PER DIVENTARE UN CANE POLIZIOTTO. SONO STATO ASSEGNATO AD UNA SQUADRA CINOFILA DELLA POLIZIA DI STATO. LE UNITA CINOFILE SONO ORGANIZZATE IN SQUADRE E SONO POSTE ALLE DIRETTE DIPENDENZE DELLE QUESTURE E DEGLI UFFICI DI POLIZIA DI FRONTIERA. SONO SUDDIVISE IN UNITA DI PREVENZIONE GENERALE/ORDINE PUBBLICO E SCOVO, UNITA ANTIDROGA E UNITA ANTIESPLOSIVI. RESTO IN SERVIZIO PER CIRCA 8 ANNI, POI POSSO ESSERE ADOTTATO DAL MIO CONDUTTORE OPPURE DA UN PRIVATO CHE MI MERITI! animali da compagnia diritti e doveri pag. 15

16 INDIRIZZI E NUMERI UTILI SERVIZIO VETERINARIO A.S.L. TO1 Sanità animale AREA A Via Parella, Torino CANILI MUNICIPALI DI TORINO Via Germagnano, 11 Strada Cuorgnè, 137 POLIZIA MUNICIPALE POLIZIA DI STATO CARABINIERI CORPO FORESTALE DELLO STATO tel Fax / Progetto editoriale, grafico e coordinamento didattico: Polizia di Stato Ispettore Capo F. Muccione Servizio Veterinario ASL TO 1 Dr. G. Massimello Edizioni Nesos S. Licciardello Edizioni Nesos Corso Marconi, Torino Tel. e Fax

SCUOLA PRIMARIA. DIRITTI degli animali e DOVERI dei cittadini REGIONE. a cura di BOTOLO, il tuo amico con la coda! POLIZIA DI STATO PIEMONTE

SCUOLA PRIMARIA. DIRITTI degli animali e DOVERI dei cittadini REGIONE. a cura di BOTOLO, il tuo amico con la coda! POLIZIA DI STATO PIEMONTE POLIZIA DI STATO QUESTURA DI TORINO CITTA DI TORINO A.S.L. TO1 Azienda Sanitaria Locale Torino REGIONE PIEMONTE SCUOLA PRIMARIA DIRITTI degli animali e DOVERI dei cittadini a cura di BOTOLO, il tuo amico

Dettagli

I problemi legati agli animali sono tanti, soprattutto in una società che si sta solo ora mettendo al passo con le loro esigenze.

I problemi legati agli animali sono tanti, soprattutto in una società che si sta solo ora mettendo al passo con le loro esigenze. I problemi legati agli animali sono tanti, soprattutto in una società che si sta solo ora mettendo al passo con le loro esigenze. È quindi fondamentale portare le persone che posseggono animali, o vorrebbero

Dettagli

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 29.12.2015 1 INDICE

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N.

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18. Direzione Sanità Pubblica Settore Sanità Animale ed Igiene degli Allevamenti LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18.

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18. LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18. PREMESSA Il randagismo rappresenta una fonte di rischio per la popolazione umana ed animale. La diffusione di malattie infettive,

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE FANO NUCLEO OPERATIVO POLIZIA AMBIENTALE

POLIZIA MUNICIPALE FANO NUCLEO OPERATIVO POLIZIA AMBIENTALE POLIZIA MUNICIPALE FANO NUCLEO OPERATIVO POLIZIA AMBIENTALE NUCLEO OPERATIVO POLIZIA AMBIENTALE PROGRAMMA: «LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE» 2011 ATTIVITA DI CONTROLLO E INTERVENTO NORME Legge Regionale n 10

Dettagli

Corso di formazione per i proprietari di cani: il Patentino

Corso di formazione per i proprietari di cani: il Patentino Corso di formazione per i proprietari di cani: il Patentino Roma, 12 e 14 gennaio 2016 Gli obblighi di legge del buon proprietario: cani e proprietari buoni cittadini Dr.ssa Patrizia Mazzocchini U.O.S.D.

Dettagli

Approvato con deliberazione del CC n. 50 in data 28/11/2003.

Approvato con deliberazione del CC n. 50 in data 28/11/2003. COMUNE DI VILLANOVA MONDOVI Provincia di Cuneo Approvato con deliberazione del CC n. 50 in data 28/11/2003. 1 ART. 1 BENESSERE DEGLI ANIMALI 1. Chiunque detiene un animale da affezione o accetta, a qualunque

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI Allegato alla deliberazione della C.S. n. 74 del 21/06/2011 COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI PROGETTO ADOTTA UN AMICO Progetto adotta un amico 1 Indice Articolo 1 Oggetto...

Dettagli

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate Approvato definitivamente dal Parlamento l

Dettagli

Grazie al contributo della. micro chip. anagrafe canina informatizzata edizione 2007

Grazie al contributo della. micro chip. anagrafe canina informatizzata edizione 2007 Grazie al contributo della micro chip anagrafe canina informatizzata edizione 2007 Hanno realizzato questo opuscolo: micro chip Annalisa Lombardini Azienda USL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI ART. 1 Finalità La finalità del presente regolamento è l incentivazione

Dettagli

I l M in i s t e r o d e l L a v o r o, d e l l a S a l u t e e d e l l e P o li t i c h e S o c i a l i

I l M in i s t e r o d e l L a v o r o, d e l l a S a l u t e e d e l l e P o li t i c h e S o c i a l i I l M in i s t e r o d e l L a v o r o, d e l l a S a l u t e e d e l l e P o li t i c h e S o c i a l i ORDINANZA Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell incolumità pubblica dall

Dettagli

Normativa in materia di affezione e prevenzione del randagismo

Normativa in materia di affezione e prevenzione del randagismo Normativa in materia di affezione e prevenzione del randagismo Dott.ssa Annalisa Lombardini AUSL Modena L EGGE 14 agosto 1991 n. 281 Legge quadro in materia di affezione e prevenzione del randagismo 1

Dettagli

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe canina informatizzata (iscrizione, cancellazione, trasferimenti di residenza, trasferimenti

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DETENZIONE E TUTELA RAZZA CANINA

REGOLAMENTO COMUNALE DETENZIONE E TUTELA RAZZA CANINA COMUNE DI CAMPAGNOLA CREMASCA PROVINCIA DI CREMONA POLIZIA LOCALE Via Ponte Rino n. 9 Tel. 0373/74325 Fax 0373/74036 REGOLAMENTO COMUNALE DETENZIONE E TUTELA RAZZA CANINA Approvato con Delibera del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCELLINO (Provincia di Caserta)

COMUNE DI SAN MARCELLINO (Provincia di Caserta) COMUNE DI SAN MARCELLINO (Provincia di Caserta) 1. Il regolamento è finalizzato a tutelare il benessere della popolazione canina domestica presente nel territorio del comune e a disciplinare la convivenza

Dettagli

VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ;

VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ; VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ; VISTO l art. 32 della Costituzione; VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica n. 320 del 8 Febbraio

Dettagli

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare?

1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Intervista all educatore cinofilo E. Buoncristiani 1. perché per il bambino è un bene avere in casa un cane? Quali sinergie si sviluppano all interno del gruppo famigliare? Gli aspetti positivi di questa

Dettagli

Città di Troia Provincia di Foggia

Città di Troia Provincia di Foggia Città di Troia Provincia di Foggia REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO COMUNALE ART. 1 (OGGETTO E FINALITÀ) Il presente regolamento disciplina l'adozione da parte di privati

Dettagli

1. Dopo il titolo IX del libro II del codice penale è inserito il seguente: «TITOLO IX-BIS - DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI

1. Dopo il titolo IX del libro II del codice penale è inserito il seguente: «TITOLO IX-BIS - DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI L. 20 luglio 2004, n. 189 (1). Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. (1) Pubblicata

Dettagli

ENPA: ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI

ENPA: ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI ENPA: ENTE NAZIONALE PROTEZIONE ANIMALI 1 ) Cosa fa Enpa? La protezione animali da tantissimi anni si impegna garantire il benessere degli animali. a Enpa nasce nel 1871 per volontà di Giuseppe Garibaldi!

Dettagli

I nostri cani in citta' Vivere una serena ed educata relazione a 6 zampe nel contesto urbano. Spinea, 26 marzo 2015

I nostri cani in citta' Vivere una serena ed educata relazione a 6 zampe nel contesto urbano. Spinea, 26 marzo 2015 I nostri cani in citta' Vivere una serena ed educata relazione a 6 zampe nel contesto urbano Spinea, 26 marzo 2015 Cosa dice la legge? ORDINANZA 6 agosto 2013 Il proprietario di un cane e' sempre responsabile

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007. COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C.N. 09 DEL 26.03.2007 COMUNE DI VIGNALE MONFERRATO Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL CANE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il regolamento è finalizzato

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONDUZIONE DEI CANI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BIENNO -TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Principi ed oggetto del regolamento... 3 Art. 2 Definizioni e Normativa

Dettagli

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia PRONTUARIO SANZIONI AMMINISTRATIVE E PENALI SETTORE VETERINARIO

COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Provincia di Pistoia PRONTUARIO SANZIONI AMMINISTRATIVE E PENALI SETTORE VETERINARIO TABELLA A PRONTUARIO SANZIONI AMMINISTRATIVE E PENALI SETTORE VETERINARIO NORMA VIOLATA SANZIONE COMPETENZE REGOLAMENTO COMUNALE TUTELA DEGLI ANIMALI COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE Tenere animali all esterno

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI COMUNE DI TORINO DI SANGRO C.A.P. 66020 PROVINCIA DI CHIETI REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DETENZIONE E CIRCOLAZIONE DEI CANI (Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 12.11.2013) Art. 1 OGGETTO DEL

Dettagli

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe per animali d affezione della Regione Lazio informatizzata (iscrizione, cancellazione,

Dettagli

Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 Norme a tutela del benessere animale

Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 Norme a tutela del benessere animale Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 Norme a tutela del benessere animale Art 4, comma 1 punto b) criteri per la classificazione del rischio da cani di proprietà con aggressività non controllata, parametri

Dettagli

COMUNE DI MONTEFREDANE LOTTA AL RANDAGISMO. Progetto MI FIDO DI TE

COMUNE DI MONTEFREDANE LOTTA AL RANDAGISMO. Progetto MI FIDO DI TE COMUNE DI MONTEFREDANE LOTTA AL RANDAGISMO Progetto MI FIDO DI TE 1 Progetto MI FIDO DI TE 2 Progetto MI FIDO DI TE Il Comune di Montefredane ha approvato il progetto MI FIDO DI TE per l adozione dei cani

Dettagli

QUESTURA DI TORINO UFFICIO PREVENZIONE GENERALE Squadra Cinofili

QUESTURA DI TORINO UFFICIO PREVENZIONE GENERALE Squadra Cinofili QUESTURA DI TORINO UFFICIO PREVENZIONE GENERALE Squadra Cinofili L Organico della Squadra Cinofili della questura di Torino è composto da: 4 UNITA CINOFILE DA ORDINE PUBBLICO/POLIZIA GIUDIZIARIA 4 UNITA

Dettagli

COMUNE di TRIUGGIO. Regolamento Comunale di Polizia Urbana

COMUNE di TRIUGGIO. Regolamento Comunale di Polizia Urbana COMUNE di TRIUGGIO Regolamento Comunale di Polizia Urbana Approvato con Delibera di C.C. n 41 del 29/11/2006 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO V CUSTODIA E CIRCOLAZIONE DEGLI ANIMALI Art. 36 Diritti

Dettagli

Questionario di pre-affido cane

Questionario di pre-affido cane QUESTIONARIO CONOSCITIVO CANE Associazione Amiche di Lù ONLUS Codice fiscale 95139740633 per donazioni IBAN: IT52K0329601601000064269552 La compilazione del seguente modulo è utile a chi si occupa delle

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Oggetto del Regolamento. Art. 3 - Definizioni e principi generali.

Dettagli

Regolamento per l'adozione a privato cittadino di cani randagi ricoverati nei canili

Regolamento per l'adozione a privato cittadino di cani randagi ricoverati nei canili Regolamento per l'adozione a privato cittadino di cani randagi ricoverati nei canili PROGETTO "ADOTTA un AMICO di cui mi FIDO" Indice Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Modalità di adozione progetto "ADOTTA

Dettagli

COMUNE DI MOGORO PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI MOGORO PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI MOGORO PROVINCIA DI ORISTANO CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO REGALA UNA CASA A UN AMICO A 4 ZAMPE Approvato con deliberazione della G.C. n. 32 del 05.04.2016 1/5 Art.1 - Finalità La

Dettagli

Fido, tu e gli altri

Fido, tu e gli altri Fido, tu e gli altri Il Comune di Cremona, in collaborazione con il Dipartimento - Prevenzione Veterinaria ASL, attraverso la pubblicazione di questo opuscolo vuole trasmettere ai possessori di animali,

Dettagli

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI Tel. 0873.913121-913106 Fax 0873.913175 P.I. 00243570694 Piazza Donato Iezzi, 15 66020 Torino di Sangro PEC protocollo@comunetorinodisangro.legalmail.it www.comune.torinodisangro.ch.it

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ORDINANZA 3 marzo 2009 Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumita' pubblica dall'aggressione dei cani. (G.U. Serie

Dettagli

Art.1 - Finalità. Art.2 - Adozioni

Art.1 - Finalità. Art.2 - Adozioni Regolamento Comunale per l adozione ed il sostegno di cani ritrovati sul territorio comunale ricoverati nelle strutture convenzionate con il Comune di Piaggine Adottato con deliberazione Consiglio Comunale

Dettagli

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto.

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. &2081(',0('( 3URYLQFLDGL3DYLD!#"%$ &!' ' $$ 5(*2/$0(172 &$1,/(&2081$/( $577LWRODULWj Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. $57*HVWLRQH Il canile è gestito di norma dal

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE DI FRATTAMINORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Allegato alla delibera di Consiglio comunale n.23 del 29/09/2008 INDICE ART.1 OGGETTO ART.2 MODALITA DI ADESIONE ART.3 INCENTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI ISCHIA.

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI ISCHIA. REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI ISCHIA. ART. 1 - Finalità La finalità del presente regolamento è l incentivazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE INDICE Titolo I. - Adozione...2 Art. 1 Finalità...2 Art. 2 Requisiti per l affidamento dell animale...2 Art. 3 Modalità

Dettagli

buone vacanz e! Viaggio con il mio cane o il mio gatto

buone vacanz e! Viaggio con il mio cane o il mio gatto Così trascorrerà un viaggio piacevole: Mi informo anticipatamente presso il Paese di destinazione o il veterinario: Paese con rabbia urbana? Identificazione? Mi occupo del viaggio di ritorno in Svizzera

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi.

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi. GUIDA AI SERVIZI SERVIZIO DI CATTURA E CUSTODIA DEI CANI VAGANTI La presenza di cani randagi costituisce un problema sia sotto l aspetto sanitario sia per quanto riguarda la sicurezza dell abitato. La

Dettagli

COMUNE DI COGGIOLA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETENZIONE DEI CANI E ALTRI ANIMALI

COMUNE DI COGGIOLA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETENZIONE DEI CANI E ALTRI ANIMALI REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI BIELLA COMUNE DI COGGIOLA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DETENZIONE DEI CANI E ALTRI ANIMALI Approvato con C.C. n. 4 in data 26/03/2007 INDICE Articolo 1 Articolo 2 Articolo

Dettagli

testo in vigore dal: 1-8-2004 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga

testo in vigore dal: 1-8-2004 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga LEGGE 20 luglio 2004, n.189 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonche' di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. (GU n. 178

Dettagli

IN VIAGGIO CON IL CANE E IL GATTO. Illumina la loro vita.

IN VIAGGIO CON IL CANE E IL GATTO. Illumina la loro vita. IN VIAGGIO CON IL CANE E IL GATTO Al giorno d oggi ci capita di viaggiare molto e spesso ci piace che i nostri animali da compagnia vengano con noi. Viaggiare può essere difficile per i nostri amici a

Dettagli

COMUNE DI GHILARZA. Provincia di Oristano

COMUNE DI GHILARZA. Provincia di Oristano COMUNE DI GHILARZA Provincia di Oristano Regolamento Comunale per la tutela del benessere della popolazione canina domestica e la disciplina della convivenza tra l uomo e l animale Approvato con deliberazione

Dettagli

MODULO PREADOZIONE. La persona di riferimento per questo affidamento è KATIA cell. 331 3210840 Email: katia.cereda@bordersangels.

MODULO PREADOZIONE. La persona di riferimento per questo affidamento è KATIA cell. 331 3210840 Email: katia.cereda@bordersangels. MODULO PREADOZIONE Prima di definire ogni adozione è uso conoscere meglio l adottante. Come per voi, anche per noi è importante il benessere animale, seguendo queste prassi entrambe saremo contente di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE DI SAN GIULIANO DEL SANNIO PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Adottato con delibera di Consiglio comunale n. 3 del 07.03.2014 INDICE ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

TUTTO sul mio CANE. Azienda Sanitaria Locale di Milano Dipartimento Veterinario. Norme legali sulla detenzione dei cani nella Città di Milano

TUTTO sul mio CANE. Azienda Sanitaria Locale di Milano Dipartimento Veterinario. Norme legali sulla detenzione dei cani nella Città di Milano Azienda Sanitaria Locale di Milano Dipartimento Veterinario Distretto Veterinario Nord - Via Quarenghi, 40 (zone civiche 7-8) Lun. e Giov. 8.30 12.00, Merc. 13.30-15.30 - Tel. 02/85788921 Fax 02/38102916

Dettagli

Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito

Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI CATTURATI SUL TERRITORIO COMUNALE DI BAGNOLO SAN VITO Art. 1 La

Dettagli

Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani.

Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani. Città di Lecce Regolamento per l'accesso, l'uso e la gestione delle aree di sgambatura per cani. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 88 del 29 ottobre 2012 COMUNE DI LECCE Regolamento

Dettagli

buone vacanz e! Viaggio con il mio cane o il mio gatto

buone vacanz e! Viaggio con il mio cane o il mio gatto Così trascorrerà un viaggio piacevole: Mi informo anticipatamente presso il Paese di destinazione o il veterinario: Paese con rabbia urbana? Identificazione? Mi occupo del viaggio di ritorno in Svizzera

Dettagli

Anagrafare i cani è un dovere

Anagrafare i cani è un dovere Anagrafare i cani è un dovere Proteggili Chiedi al tuo veterinario 2012 Anagrafare i cani è un dovere Per assicurare il controllo del randagismo; Garantire la salute pubblica e l incolumità dei cittadini;

Dettagli

Un maestro a 4 zampe. Progetto di Educazione Assistita dagli Animali. Presso Scuole primarie. Città di Novi Ligure PREMESSA

Un maestro a 4 zampe. Progetto di Educazione Assistita dagli Animali. Presso Scuole primarie. Città di Novi Ligure PREMESSA Un maestro a 4 zampe Progetto di Educazione Assistita dagli Animali Presso Scuole primarie Città di Novi Ligure PREMESSA Pet therapy é un termine anglosassone usato erroneamente in Italia per parlare delle

Dettagli

COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI

COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 45 del 29.09.2009 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 MODALITA DI ADESIONE

Dettagli

IL SINDACO. Visto il Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n.

IL SINDACO. Visto il Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. Reg. Ord. n. 942 del 28/10/2009 Prot. N. del IL SINDACO Visto il Regolamento di Polizia Veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320; Visto l'art. 32 della

Dettagli

Comune di Gissi Provincia di Chieti

Comune di Gissi Provincia di Chieti Comune di Gissi Provincia di Chieti AVVISO PUBBLICO CAMPAGNA PER L ADOZIONE DEI CANI ABBANDONATI ANNO 2014 ADOTTA UN AMICO A QUATTRO ZAMPE! Premesso: che presso il canile Abruzzo Servizi S.r.l. servizio

Dettagli

/////////////////////////////////////////////////////////////////// //////// //////// francesco paolo godono. weekend

/////////////////////////////////////////////////////////////////// //////// //////// francesco paolo godono. weekend un weekend dacani SECONDA EDIZIONE e gatti Una festa per amare i nostri amici a 4 zampe Salerno lungomare Trieste SAB 28 - DOM 29 MAGGIO Evento promosso da in collaborazione con La primavera del 2015 ha

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI TUTELA DEGLI ANIMALI E DI POLIZIA VETERINARIA

REGOLAMENTO COMUNALE DI TUTELA DEGLI ANIMALI E DI POLIZIA VETERINARIA REGOLAMENTO COMUNALE DI TUTELA DEGLI ANIMALI E DI POLIZIA VETERINARIA (Testo approvato dal C.C. del 29 ottobre 2001) CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Principi generali e finalità 1. Il Comune di...,

Dettagli

Comune di Cesano Boscone. provincia di milano REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA

Comune di Cesano Boscone. provincia di milano REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA provincia di milano REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA TITOLO V MANTENIMENTO, PROTEZIONE E TUTELA DEGLI ANIMALI Regolamento di Polizia Urbana 1 Art. 54 Tutela degli animali domestici 1. In ogni luogo e circostanza

Dettagli

4.1 Gli obblighi di legge del buon proprietario: cani e proprietari buoni cittadini

4.1 Gli obblighi di legge del buon proprietario: cani e proprietari buoni cittadini 4.1 Gli obblighi di legge del buon proprietario: cani e proprietari buoni cittadini - Un buon proprietario ricorda sempre che non tutti amano i cani e rispetta le esigenze altrui - Adottare un cane implica

Dettagli

Ministero della Salute. Puppytradeand the italian penalcode. Dr.ssa Gaetana Ferri. Bruxelles - 28 October 2013

Ministero della Salute. Puppytradeand the italian penalcode. Dr.ssa Gaetana Ferri. Bruxelles - 28 October 2013 Ministero della Salute Dipartimento della sanitàpubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute Direzione Generale della Sanitàanimale e dei Farmaci

Dettagli

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani. (2)

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani. (2) O.M. 3 marzo 2009 (1). Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani. (2) (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 23 marzo 2009, n. 68. (2) Emanata

Dettagli

QUESTIONARIO PRE - AFFIDO

QUESTIONARIO PRE - AFFIDO COMUNE DI TERNI Canile Rifugio Monte Argento di Terni ONLUS Via Monte Argento n 40-05100 Terni QUESTIONARIO PRE - AFFIDO Nome dell animale che si vorrebbe adottare o sua breve descrizione Nome e cognome

Dettagli

COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Allegato alla delibera di Consiglio comunale n. 32 del 27/11/2009 INDICE ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI ADESIONE

Dettagli

IL RANDAGISMO CANINO E L ANAGRAFE CANINA

IL RANDAGISMO CANINO E L ANAGRAFE CANINA IL RANDAGISMO CANINO E L ANAGRAFE CANINA Dr. Angelo Seghesio RAFFAELLA TAMAGNONE Medico Veterinario Comportamentalista Cause di ingresso in canile IN USA: il 52.2% sono cani catturati Il 44.2% abbandonati

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

AADS063 DIRETTORE SANITARIO Pagina 1 di 9 Rev. 0

AADS063 DIRETTORE SANITARIO Pagina 1 di 9 Rev. 0 Pagina 1 di 9 Rev. 0 1 Premessa...2 2 Scopo...2 3 Applicabilità :...2 4 Riferimenti...2 5 Modalità operative...3 5.1 Accoglienza di un animale domestico all'interno delle strutture dell Azienda USL8...3

Dettagli

CITTÀ DI CASTELVETRANO

CITTÀ DI CASTELVETRANO CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani ttttt UN FIDO AIUTO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI CANI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 10 del 27 febbraio 2013 INDICE ART. 1 OGGETTO ART.

Dettagli

TUTTO sul mio CANE. Azienda Sanitaria Locale Città di Milano Erogazione al pubblico di prestazioni veterinarie Anno 2008 DISTRETTO VETERINARIO NORD

TUTTO sul mio CANE. Azienda Sanitaria Locale Città di Milano Erogazione al pubblico di prestazioni veterinarie Anno 2008 DISTRETTO VETERINARIO NORD Azienda Sanitaria Locale Città di Milano Erogazione al pubblico di prestazioni veterinarie Anno 2008 DISTRETTO VETERINARIO NORD CENTRI di SANITA' PUBBLICA VETERINARIA Via S.Elembardo, 4 tel. 02.85788920

Dettagli

COMUNE DI CASLANO. ORDINANZA MUNICIPALE sui cani del 19 maggio 2014. Il Municipio di Caslano, richiamate le disposizioni: Ordina:

COMUNE DI CASLANO. ORDINANZA MUNICIPALE sui cani del 19 maggio 2014. Il Municipio di Caslano, richiamate le disposizioni: Ordina: - le COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - CANTON TICINO ORDINANZA MUNICIPALE sui cani del 19 maggio 2014 Il Municipio di Caslano, richiamate le disposizioni: - della Legge sui cani del 19febbraio2008;

Dettagli

Associazione Animalista La Voce del Cane mail-lavocedelcane@yahoo.it www.lavocedelcane.eu www.lavocedelcane.org

Associazione Animalista La Voce del Cane mail-lavocedelcane@yahoo.it www.lavocedelcane.eu www.lavocedelcane.org Associazione Animalista La Voce del Cane mail-lavocedelcane@yahoo.it www.lavocedelcane.eu www.lavocedelcane.org Di (ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELL ANIMALE) : Tel.3474374795 SCHEDA DI AFFIDO DATA Genere (cane,

Dettagli

ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI

ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI Il Municipio di Gravesano, richiamati, la Legge sui cani del 19.02.2008 e relativo Regolamento dell 11.02.2009; l articolo 107, 192 LOC e 23, 24 RALOC; l articolo

Dettagli

LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!.

LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!. Allegato A alla delibera di Giunta n. 179_ del_26/09/2011 LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!. Art. 1 FINALITÀ

Dettagli

Ordinanza municipale concernente i cani (Ris. mun. 167 del 7 aprile 2014)

Ordinanza municipale concernente i cani (Ris. mun. 167 del 7 aprile 2014) COMUNE DI CADEMPINO MUNICIPIO Casella postale 541 6814 Cadempino www.cadempino.ch Ordinanza municipale concernente i cani (Ris. mun. 167 del 7 aprile 2014) Il di Cadempino richiamati: - la Legge sui cani

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI

ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI IL MUNICIPIO Richiamati: - la Legge sui cani del 9.0.008 e il relativo Regolamento dell.0.009; - gli articoli 07, 9 LOC e, 4 RALOC; decide: Art. : Campo do

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione 1

Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione 1 Direzione Didattica 2 Circolo Savigliano ASL CN1 SIAN e Servizio Veterinario Comune di Savigliano Pincopallino club- Fossano a.s. 2008-09 classi 3 A - 3 B Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione 1 IL PROGETTO

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E LA TUTELA DEI CANI

P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E LA TUTELA DEI CANI U NIONE DEI COMUNI L O M B ARDA DELLA VALLETTA P r o v i n c i a d i L e c c o REGOLAMENTO PER LA DETENZIONE E LA TUTELA DEI CANI Approvato con deliberazione dell Assemblea n. 14 del 29/07/2014 INDICE

Dettagli

COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI

COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI Approvato con Deliberazione G.C. n. 34 del 25.03.2015 INDICE - PREMESSA ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI ADESIONE ART. 3 -

Dettagli

COMUNE DI CAPRIASCA Municipio Piazza Motta, CP 165, 6950 Tesserete

COMUNE DI CAPRIASCA Municipio Piazza Motta, CP 165, 6950 Tesserete COMUNE DI CAPRIASCA Municipio Piazza Motta, CP 65, 6950 Tesserete Ordinanza municipale sui cani Il Municipio di Capriasca Richiamati la Legge sui cani del 9.0.008 e relativo Regolamento dell.0.009, l articolo

Dettagli

C O M U N E D I S A L T A R A REGOLAMENTO

C O M U N E D I S A L T A R A REGOLAMENTO C O M U N E D I S A L T A R A PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AFFIDAMENTO DI CANI RANDAGI Approvato con delibera C.C. n. 9/2010 INDICE Art. 1 - Finalità

Dettagli

Detenzione di cani a Egna

Detenzione di cani a Egna Detenzione di cani a Egna Comune di Egna Indirizzi utili: Comune di Egna, Largo Municipio 7, 39044 Egna Testi: Lissi Mair Foto: foto dpi - Manuela Tessaro Cani: Mandy + Arthur Grafica: ma.ma promotion

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 105 DATA 10.12.2013 OGGETTO: Adozione dei cani randagi accalappiati nel Comune

Dettagli

PRONTUARIO SANZIONI Legge regionale 20 luglio 2006, n. 16 "Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione"

PRONTUARIO SANZIONI Legge regionale 20 luglio 2006, n. 16 Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione Provincia di Milano Direzione Centrale Polizia Provinciale e Protezione Civile PRONTUARIO SANZIONI Legge regionale 20 luglio 2006, n. 16 "Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione" Coordinamento

Dettagli

CITTÀ DI CASSANO MAGNAGO (Provincia di Varese) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI MOVIMENTO DEI CANI

CITTÀ DI CASSANO MAGNAGO (Provincia di Varese) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI MOVIMENTO DEI CANI CITTÀ DI CASSANO MAGNAGO (Provincia di Varese) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI MOVIMENTO DEI CANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 27 DEL 23.04.2013 1 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO...3

Dettagli

ordina: occasionalmente della gestione rispettivamente della custodia del cane.

ordina: occasionalmente della gestione rispettivamente della custodia del cane. ORDINANZA MUNICIPALE SULLA CUSTODIA DEI CANI Il Municipio di Melide, richiamati: la Legge sui cani del 19.2.2008 e relativo Regolamento dell 11.2.2009; gli art. 107, 192 LOC e 23, 24 RALOC; l art. 47 e

Dettagli

sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo

sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo Ministero della Salute Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari NORME NAZIONALI sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo Competenze e responsabilità NORME NAZIONALI

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Comune di Giano dell Umbria

Comune di Giano dell Umbria Comune di Giano dell Umbria Provincia di Perugia REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DI CANI RANDAGI (Approvato con deliberazione consiliare n. 13 del 15.03.2011) (Modificato con deliberazione consiliare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI DI PARCO CESARE TOSCHI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI DI PARCO CESARE TOSCHI 2015 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI DI PARCO CESARE TOSCHI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PORTOMAGGIORE N 45 DEL 05.11.2015 SOMMARIO ART. 1 OGGETTO... 2

Dettagli

Commissione Regionale per la lotta agli avvelenamenti degli animali ai sensi della D.G. 520/07

Commissione Regionale per la lotta agli avvelenamenti degli animali ai sensi della D.G. 520/07 Giunta Regionale Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Servizio Veterinario e Igiene degli Alimenti Commissione Regionale per la lotta agli avvelenamenti degli animali ai sensi della D.G. 520/07

Dettagli