CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE"

Transcript

1 CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI INCASSO DELLA CONTRIBUENZA CONSORZIALE PARTE 1^ : SERVIZIO DI TESORERIA ART.1 DISCIPLINA 1. Il Servizio di tesoreria del Consorzio di bonifica Veneto Orientale è affidato, a norma dell art.34 dello Statuto, ad un Istituto bancario secondo le modalità previste in materia di contratti pubblici, dallo Statuto, dal Regolamento disciplinante la gestione patrimoniale e finanziaria dell Ente, nonché dal presente capitolato, nel quale vengono stabilite le condizioni generali per l affidamento e lo svolgimento del servizio stesso. ART.2 OGGETTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1. Al Tesoriere viene affidato il complesso delle operazioni legate alla gestione finanziaria del Consorzio ed in particolare: - la riscossione delle entrate; - il pagamento delle spese; - la custodia e l amministrazione di titoli e valori di proprietà del Consorzio e di terzi, depositati nell interesse del Consorzio; 2. Il Tesoriere esplicherà il servizio sotto la piena osservanza degli obblighi e con i diritti derivanti dal bando, dal presente capitolato e dal contratto, nonchè di quelli previsti dalla legge. 1

2 3. Il Servizio di Tesoreria sarà gestito, salvo dove previsto diversamente, con modalità e criteri informatici. Per la gestione mediante ordinativo informatico saranno pertanto concordati flussi informatici bidirezionali tra Consorzio e Tesoriere ed eventuali soggetti terzi gestori del software per conto del Tesoriere, secondo la tecnologia standard prevista per lo scambio di documenti con firme digitali. Il Tesoriere metterà pertanto a disposizione gratuita del Consorzio un collegamento informatico tipo Remote Banking / Home Banking o equivalenti. Il Consorzio si riserva di specificare il tipo di informazioni e di dati da rendere disponibili telematicamente, senza oneri a carico del Consorzio. ART.3 CRITERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio di Tesoreria è affidato ad una banca autorizzata a svolgere l attività di cui all art.10 del D.Lgsl n Il servizio sarà aggiudicato a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa,secondo le modalità, criteri e punteggi riportati all art 6 del bando di gara. 3. Alla valutazione degli elementi oggetto di offerta ed all attribuzione dei punteggi procederà apposita Commissione giudicatrice. 4. Potranno essere richiesti, in sede di esame delle offerte, elementi integrativi per consentire una migliore valutazione, senza modificare o introdurre cambiamenti alle offerte presentate. ART.4 DIVIETO DI SUBAPPALTO 1. Ai sensi dell art.1656 del Codice Civile è fatto assoluto divieto all Appaltatore di cedere o subappaltare in tutto o in parte il servizio assunto. ART.5 RESPONSABILITA DEL TESORIERE GARANZIE 1. L Istituto di credito, in dipendenza del Servizio di tesoreria, è esonerato dal prestare cauzione, rispondendo con tutte le proprie attività e con il proprio patrimonio, di ogni somma e valore dallo stesso trattenuti in deposito ed in consegna per conto del Consorzio, nonché per tutte le operazioni comunque attinenti al servizio. 2

3 ART.6 ANTICIPAZIONI CONTRATTUALI DI CASSA 1. Il Tesoriere, a richiesta del Consorzio, è tenuto annualmente ad effettuare anticipazioni di cassa fino all ammontare dell importo corrispondente alla misura del 70% o in misura percentuale superiore massimo 90%, secondo quanto formulato in sede di offerta, dei contributi consortili iscritti a ruolo rilevabili dal bilancio di previsione, con riferimento alle voci di Entrata di cui al Titolo 1 - categoria 1 e 2 e al Titolo 3 - categoria 1 capitolo 305. Il rientro delle anticipazioni è di norma previsto al 31 dicembre di ogni esercizio, fatte salve contingenti necessità di cassa dell Ente. L ammontare dei ruoli risulterà da apposita deliberazione che verrà consegnata al Tesoriere unitamente alla richiesta di anticipazione. ART.7 ANTICIPAZIONI FINANZIARIE E/O LINEE DI CREDITO 1. Il Tesoriere potrà concedere se offerto in sede di gara e a richiesta del Consorzio linee di credito e/o anticipazioni finanziarie, a fronte di ulteriori entrate che il Consorzio preveda di incassare a diverso titolo - differenti da quelle poste a base dell anticipazione contrattuale - ed in particolare a fronte di contributi pubblici da parte della Regione o dello Stato per l esecuzione delle opere pubbliche di bonifica ed irrigazione. 2. Tali anticipazioni saranno supportate da apposite deliberazioni, esecutive a norma di legge, nelle quali verranno indicati i crediti, diversi dai contributi iscritti a ruolo, a fronte dei quali è stato chiesto il finanziamento. 3. In tale ipotesi il Tesoriere si impegna ad esaminare celermente la richiesta di concessione di apposita linea di credito avanzata dal Consorzio, che tenga conto delle migliori condizioni di mercato. 4. Il Consorzio potrà altresì ed in alternativa esperire apposita indagine di mercato per individuare l Istituto bancario al quale rivolgersi per la concessione di finanziamenti straordinari e/o linee di credito, comunque nei limiti previsti dal vigente regolamento per la gestione finanziaria dell Ente, impegnandosi a dare la preferenza, a parità di condizioni, al proprio Tesoriere. 3

4 ART.8 ESERCIZIO FINANZARIO 1. L esercizio finanziario coincide con l anno solare. ART.9 SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO 1. Il Servizio di Tesoreria dovrà svolgersi nei locali dell Istituto di credito che risulterà aggiudicatario, preferibilmente presso le proprie sedi o dipendenze di Portogruaro e/o di S.Donà di Piave o comunque ubicati in provincia di Venezia o Treviso, nei giorni e con gli orari in cui gli uffici saranno aperti al pubblico. Per la gestione delle entrate e delle spese del Consorzio verrà attivato apposito conto corrente dedicato. ART.10 DELLE RISCOSSIONI 1. Il Tesoriere deve eseguire gli incassi di ogni specie ordinati dal Consorzio in base a regolari ordinativi di riscossione (reversali) emessi dal Consorzio, tramite ordinativo informatico. 2. Anche in assenza di tali ordinativi, il Tesoriere è tenuto ad accettare i versamenti per conto del Consorzio. In tal caso, rilascerà ricevuta contenente: - cognome e nome o ragione sociale del debitore; - causale del versamento dichiarata dal versante, qualora non risulti da atto del Consorzio; - ammontare del versamento; - clausola espressa senza pregiudizio per i diritti dell Ente. 3. Delle riscossioni senza ordinativo verrà data comunicazione all Ente, per l emissione delle relative reversali. 4. In merito alle riscossioni di somme riversate sui conti correnti postali intestate al Consorzio, il prelevamento dei conti medesimi è disposto dal Consorzio con apposita richiesta. Il Tesoriere esegue l ordine di riscossione entro due giorni lavorativi e accredita l importo corrispondere sul conto di Tesoreria, con valuta indicata in sede di gara. 4

5 ART.11 QUIETANZA DI RISCOSSIONE 1. Per ogni somma riscossa il Tesoriere rilascerà quietanza sui moduli in uso presso il Tesoriere stesso oppure in formato elettronico. 2. In caso di smarrimento o distruzione della quietanza rilasciata dal Tesoriere, non potranno essere rilasciati duplicati. A richiesta dell interessato, il Tesoriere rilascerà una attestazione di eseguito pagamento sulla quale dovranno essere riportati tutti gli estremi della quietanza. ART.12 DEI PAGAMENTI 1. Tutti i pagamenti sono ordinati ed eseguiti per mezzo di mandati, individuali o collettivi, emessi dal Consorzio, tramite ordinativo informatico. 2. I mandati saranno numerati progressivamente e conteranno l indicazione dell esercizio, cognome e nome o ragione sociale ed indirizzo del creditore o dei creditori o di chi per essi sia legalmente autorizzato a rilasciare quietanza, il codice fiscale, l importo da pagare in cifre ed in lettere, la causale, la data di emissione, il capitolo di bilancio cui la spesa è imputata, specificando se riguarda la competenza o i residui, la somma stanziata in bilancio, le imputazioni già fatte su di essa e la rimanenza disponibile ed ogni altra eventuale indicazione ritenuta necessaria per l esecuzione del pagamento, nonché le firme digitali dei funzionari abilitati a norma di Statuto e di regolamento. ART.13 MODALITÀ DI ESECUZIONE DEI MANDATI 1. Il Tesoriere effettuerà i pagamenti anche a mezzo delle proprie dipendenze o banche corrispondenti. 2. Il Consorzio può disporre che il pagamento venga effettuato con una delle seguenti modalità: a) accreditamento in conto corrente bancario o postale, intestato al creditore; b) commutazione in assegno circolare non trasferibile a favore del creditore, da spedire al richiedente; c) altre modalità di pagamento previste dal sistema bancario. 3. Al fine di assicurare il buon fine dei pagamenti da eseguire con bonifico bancario o 5

6 con accreditamento in conto corrente bancario, il Consorzio indicherà sugli ordinativi di pagamento, compresi quelli riguardanti gli stipendi del personale, oltre ai dati identificativi del beneficiario, anche il relativo IBAN. 4. La ricevuta di versamento in conto corrente postale o la dichiarazione di accreditamento in conto corrente bancario o la matrice dell assegno circolare che sostituiscono la quietanza del creditore, o, in alternativa, la relativa documentazione contenente gli estremi delle quietanze che comprovano l avvenuto pagamento a mezzo di una delle modalità di esecuzione sopra indicate, costituiranno titolo valido di scarico per il Tesoriere e prova liberatoria per il Consorzio. 5. Il servizio di tesoreria verrà svolto senza alcun onere bancario a carico del Consorzio. 7. I mandati a favore di Enti, Società o Ditte, conteranno l esplicita designazione del tesoriere o delle persone fisiche legalmente autorizzati a riscuotere ed a rilasciare quietanza. 8. I mandati sono ammessi al pagamento, di norma, il giorno lavorativo successivo a quello di invio al Tesoriere tramite ordinativo informatico. 9. In caso di pagamenti da eseguirsi in termine fisso indicato dal Consorzio, lo stesso provvederà a trasmettere i mandati entro il secondo giorno lavorativo precedente la scadenza. 10. I mandati di pagamento, accreditati o pagati ai sensi del presente articolo, si considerano titoli pagati agli effetti del conto consuntivo. ART.14 PAGAMENTI SENZA ORDINATIVO 1. Alle scadenze prestabilite e comunque preventivamente comunicate, nonché nell ambito delle disponibilità di cassa, il Tesoriere è tenuto ad effettuare, anche senza mandato, i pagamenti derivanti da obblighi tributari o assicurativi previdenziali ed assistenziali, da somme iscritte a ruolo e da delegazioni di pagamento. 2. Il Consorzio trasmetterà i titoli a regolazione il più sollecitamente possibile, restando il Tesoriere autorizzato a procedere all addebito nel conto del Consorzio stesso anche in assenza del relativo ordinativo. 3. Su richiesta scritta dell Ente, il Tesoriere, sempre nei limiti delle disponibilità di cassa, tenuto anche conto delle anticipazioni in essere, effettuerà quei pagamenti 6

7 urgenti e indilazionabili, il cui ritardo può essere di pregiudizio per il Consorzio o comunque può arrecare gravi e certi danni, come ad esempio: premi assicurativi, imposte e tasse di qualsiasi specie, retribuzioni e trattamenti di quiescenza, ecc. ART.15 AVVISO AI BENEFICIARI DEI MANDATI 1. I beneficiari dei pagamenti saranno avvisati direttamente dal Consorzio dopo l avvenuta trasmissione degli ordinativi di pagamento. ART.16 LIMITI PER IL PAGAMENTO DEI MANDATI 1. I pagamenti saranno eseguiti dal Tesoriere fino alla concorrenza delle disponibilità di cassa, incluse le eventuali anticipazioni e nei limiti degli stanziamenti in termini di competenza o di residui, previsti dal bilancio in corso. ART.17 MANDATI CON VINCOLO DI RITENUTA 1. I mandati, il cui pagamento è vincolato a ritenute, indicheranno tale condizione ed il relativo ordinativo di riscossione, che dovrà essere trasmesso contemporaneamente al mandato, dovrà egualmente contenere con evidenza l indicazione di riferimento al mandato. ART.18 DEI DEPOSITI 1. Il Tesoriere è tenuto ad assumere il servizio di deposito a custodia ed amministrazione dei titoli e valori di proprietà del Consorzio, nonché di quelli di terzi per depositi cauzionali fatti nell interesse del Consorzio stesso. 2. I titoli ed i valori, indipendentemente dalle valutazioni d inventario fatte dal Consorzio, sono contabilizzati per il loro valore nominale. ART.19 CONTABILITA GIORNALIERA E OBBLIGHI DEL TESORIERE 1. Il Tesoriere deve tenere una contabilità analitica idonea a rilevare cronologicamente i movimenti attivi e passivi di cassa, nonché le altre registrazioni necessarie 7

8 ad assicurare una chiara rilevazione delle operazioni di tesoreria. 2. In particolare tiene aggiornato: - il giornale di cassa dell entrata e dell uscita; - il bollettario delle riscossioni; - le reversali d incasso ed i mandati di pagamento, cronologicamente ordinati; - il registro di carico e scarico di titoli e valori ricevuti in custodia. Ogni altro documento previsto dalle norme sui servizi di tesoreria. 3. Tutta la documentazione deve essere resa disponibile in formato digitale al fine di consentirne la consultazione tramite il servizio di Home Banking e l estrazione ed elaborazione dei dati. 4. In particolare il Tesoriere si impegna a rendere disponibile giornalmente al Consorzio il giornale di cassa contenente tutte le operazioni eseguite, tramite apposite procedure telematiche di Home-Banking. ART.20 ULTERIORI OBBLIGHI DEL TESORIERE 1. Il Tesoriere si impegna ad attivare, a titolo gratuito, contestualmente alla stipula del contratto per la gestione del servizio di Tesoreria, apposito servizio di Home Banking con funzioni informative e dispositive per l accesso diretto in tempo reale agli archivi del conto corrente e del servizio di ordinativo informatico. 2. Il Tesoriere, sempre contestualmente alla firma del contratto di tesoreria, si impegna ad attivare il servizio di carta di credito, quale strumento di cassa del Consorzio, da fornire alla Presidenza ed alla Direzione Generale, con soglia mensile di spesa fino ad un massimo di 4.000,00 Euro cadauna. 3. Il Tesoriere fornirà al Consorzio il relativo estratto conto mensile, in formato digitale. ART.21 VERIFICHE DI CASSA 1. Il Consorzio ha il diritto di procedere a verifiche di cassa e dei valori dati in custodia ogni qualvolta lo ritenga necessario ed opportuno. Il Tesoriere deve esibire ad ogni richiesta tutta la documentazione relativa alla gestione della Tesoreria, anche in formato digitale. 2. L Organo di revisione ha accesso ai documenti relativi alla gestione del servizio di 8

9 Tesoreria e può effettuare sopralluoghi presso gli uffici ove si svolge il servizio stesso. ART.22 OBBLIGHI DEL CONSORZIO 1. Il Consorzio ha l obbligo di trasmettere al Tesoriere, in tempi idonei e comunque nei termini di legge o di regolamento, i seguenti documenti: a) copia del bilancio di previsione approvato e reso esecutivo; b) la tabella descrittiva dei residui attivi e passivi degli anni precedenti rimasti in consistenza per l esercizio corrente. 2. Il Consorzio è tenuto, altresì, a trasmettere nel corso dell esercizio le copie esecutive delle deliberazioni che apportano variazioni agli stanziamenti di bilancio. ART.23 FIRMA DEI DOCUMENTI CONTABILI 1. Gli ordinativi di pagamento e di riscossione (mandati e reversali) e quelli di carico e scarico dei titoli e valori in deposito, verranno sottoscritti, in formato digitale, da chi, per Statuto, Regolamento o Deliberazioni dell Organo competente, è abilitato. ART.24 CHIUSURA DELL ESERCIZIO 1. Le reversali ed i mandati rimasti inestinti alla fine dell esercizio, saranno restituiti al Consorzio. Alla fine di ogni esercizio il Tesoriere rende il conto della propria gestione annuale. ART.25 CESSAZIONE DEL SERVIZIO 1. Nel caso di cessazione, per qualsiasi motivo, del servizio, le parti concorderanno le modalità per estinguere le eventuali esposizioni debitorie derivanti da anticipazioni. 9

10 PARTE 2^ : INCASSO DELLA CONTRIBUENZA CONSORZIALE ART.26 OGGETTO DEL SERVIZIO In considerazione dell interdipendenza con il servizio di tesoreria, viene svolto apposito servizio finalizzato all incasso della contribuenza consorziale nella fase volontaria. per gli anni di emissione dei contributi. Il servizio dovrà prevedere la possibilità di pagamento da parte dei consorziati a mezzo MAV (o analogo) su conto corrente dedicato presso sportelli bancari e postali, la completa automazione dei flussi di pagamento, monitoraggio e rendicontazione, la produzione di reportistica e dei flussi finali nei tracciati informatici concordati con l Ente. In particolare, come specifiche tecniche del servizio, si prevedono: - attività di impianto del servizio; - gestione di conto corrente dedicato; - modalità di incasso presso propri sportelli, presso sportelli di altre banche e presso Uffici postali; - incasso con modalità di addebito su C/C (SEPA); - incasso con pagamento attraverso bonifico bancario; - modalità di pagamento innovative proposte dall Istituto in aggiunta a quelle di base richieste; - incasso di pagamenti effettuati con modalità home-banking; - gestione del portale di rendicontazione. Al fine della definizione quantitativa del servizio, viene preliminarmente ipotizzato un volume di posizioni contribuenti delle quali con pagamento in rata unica e con pagamento in due rate, per un volume complessivo di pagamenti potenziali annui. Resta inteso che in sede di svolgimento del servizio tali consistenze potranno variare in funzione degli aggiornamenti della base contribuente e di eventuali disposizioni normative su questa incidenti. 10

11 ART.27 ATTIVAZIONE DELLA RISCOSSIONE Al fine di consentire le modalità di pagamento improntate a criteri di comodità per il contribuente, di rapidità di incasso e di efficienza nella gestione e controllo dei flussi finanziari e informativi, il Tesoriere attuerà le attività di competenza per l abilitazione ai pagamenti nei termini che concorderà con il Consorzio all attivazione della fase di riscossione oltre che sulla base dei tempi proposti in sede di offerta. La stampa e spedizione degli avvisi di pagamento corredati dei bollettini MAV è a cura del Consorzio. I bollettini MAV sono elaborati dal Consorzio sulla base di modello preventivamente approvato dall Istituto e della numerazione dei bollettini dallo stesso fornita. In alternativa alla stampa e spedizione con la suddetta modalità, il Consorzio, in sede di affidamento, si riserva di optare per l inclusione nel servizio, a cura dell Istituto, anche delle attività di elaborazione, stampa e spedizione degli avvisi, sulla base delle modalità e costi offerti da quest ultimo come opzione aggiuntiva al servizio base. Tali modalità, una volta approvate, formeranno integrazione al presente capitolato. ART.28 PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI 1. Per il pagamento dei contributi, i contribuenti dovranno poter utilizzare più sistemi di pagamento presso sportelli o corrispondenti servizi home-banking: a. agli sportelli della Banca affidataria del servizio b. agli sportelli postali; c. agli sportelli bancari di altri Istituti d. altre eventuali soluzioni proposte. ART.29 VERSAMENTO E RENDICONTAZIONE DELLE SOMME INCASSATE 1. Quanto riscosso a mezzo degli avvisi di pagamento dovrà essere riversato sul conto dedicato del conto di tesoreria con le modalità e tempistiche illustrate in sede di offerta. I flussi degli incassi, ivi compresi quelli derivanti da eventuali pagamenti 11

12 attraverso bonifico, dovranno essere rendicontati a scadenza prefissata e resi disponibili in qualsiasi momento con download automatico in formato Excel o altro formato concordato con l Ente. 2. L andamento dei flussi di incasso, relativo alle singole posizioni e in forma aggregata, dovrà inoltre essere costantemente consultabile dal Consorzio attraverso portale telematico in modalità web, con possibilità di scarico di flussi di incasso e relativa reportistica, garantendo in ogni caso la conformità agli standard CBI. ART.30 TERMINE DELLA FASE VOLONTARIA E RENDICONTAZIONE DELLE SOMME INCASSATE 1. A seguito di disposizione del Consorzio, l Istituto bancario affidatario del servizio - Tesoriere, provvederà a chiudere le operazioni di incasso della contribuenza per l esercizio in corso e provvederà, entro e non oltre i successivi 10 giorni alla rendicontazione finale delle somme incassate, consegnando al Consorzio, su supporto informatico, i seguenti elaborati: a. il file delle minute dei ruoli aggiornato rimuovendo gli articoli pagati; b. l elenco dei pagamenti ricevuti, indicante a livello di articolo e partita, il carico originale, la somma riscossa ed il residuo; c. il riepilogo dei pagamenti ricevuti, distinto per anno di competenza e codice del tributo oltre all elenco delle posizioni non pagate nei formati necessari all elaborazione della riscossione coattiva; d. la dimostrazione del calcolo dei compensi trattenuti e da addebitare; e. ogni altra informazione su supporto informatico ritenuta necessaria a discrezione del Consorzio al fine del monitoraggio e della rendicontazione dei pagamenti. ART.31 OBBLIGHI INFORMATIVI 1. L Istituto bancario affidatario provvederà a rendere costante il controllo e la conoscenza, da parte del Consorzio, dei dati sull attività svolta nell ambito del servizio di cui trattasi, mediante concessione gratuita del collegamento telematico, in modalità web, per l accesso e la consultazione on line dei propri archivi. 12

13 ART.32 DURATA DEL CONTRATTO 1. Il contratto avrà la durata di anni 5 (cinque), dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2020 e la sua scadenza coincide con quella dell esercizio finanziario. In caso di ruoli con riscossione in corso alla suddetta data di scadenza, i servizi di cui al presente contratto dovranno essere mantenuti in essere sino alla disposizione di chiusura da parte del Consorzio di cui al precedente art. 30 ed al completamento delle attività conseguenti. Qualora intervengano modifiche legislative incidenti sulla materia oggetto della convenzione, le parti si incontreranno per assumere le conseguenti determinazioni. ART.33 CONTROVERSIE FORO COMPETENTE 1. Per qualsiasi controversia sarà esclusivamente competente il Foro di Venezia. ART.34 NORME DI RINVIO 1. Per quanto non espressamente previsto dal presente capitolato, si richiamano le norme statali in materia, le disposizioni regionali sull ordinamento dei Consorzi di Bonifica, lo Statuto e il Regolamento di contabilità. 13

14 CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave C A P I T O L A T O S P E C I A L E P E R L A F F I D A M E N T O D E L S E R V I Z I O D I T E S O R E R I A E D I I N C A S S O D E L L A C O N T R I B U E N Z A C O N S O R Z I A L E Allegato C" al bando di gara per l appalto del servizio 14

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna C A P I T O L A T O S P E C I A L E P E R L A F F I D A M E N T O D E L S E R V I Z I O D I T E S O R E R I A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA ART.1 DISCIPLINA Il Servizio

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DI CASSA DEL COMITATO NAZIONALE ITALIANO PERMANENTE PER IL MICROCREDITO TRA Il Comitato Nazionale Italiano Permanente per il Microcredito

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

ASP Lazzarelli San Severino Marche

ASP Lazzarelli San Severino Marche CAPITOLATO SPECIALE APPALTO SERVIZIO TESORERIA ASP LAZZARELLI PERIODO 2015/2019 1. OGGETTO DELLA CONVENZIONE...2 2. ESERCIZIO FINANZIARIO...2 3. GRATUITÀ DEL SERVIZIO...2 4. INDICAZIONE DEI REGISTRI CHE

Dettagli

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE

AMT AMT AMT AMT AMT AMT FACSIMILE FACSIMILE 1 CONVENZIONE PER IL DISIMPEGNO DEL SERVIZIO DI CASSA A) Servizio di cassa per il triennio 2011, 2012, 2013. ART. 1 L A.M.T. affida il proprio servizio di cassa, all istituto di credito....operante su

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA Tra l AUTORITA GARANTE PER L INFANZIA E L ADOLOSCENZA C.F. 11784021005 con sede in Roma Via di Villa Ruffo, 6 che per brevità sarà in seguito chiamata

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE COMUNE DI CASANDRINO ROVINCIA DI NAPOLI SETTORE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA E SVILUPPO ECONOMICO SERVIZIO RISORSE FINANZIARIE BILANCIO TRIBUTI E CONTROLLO DI GESTIONE SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO QUINQUENNALE

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione L anno.. il giorno. del mese di. in Milano nella sede del

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA ALLEGATO 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI TRA. (denominazione scuola), con sede in.., Via.. n.., C.F. n. più avanti denominata semplicemente

Dettagli

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna

Consorzio di Bonifica del Nord Sardegna B A N D O D I G A R A PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA CIG 4597641D5D 1) ENTE: CONSORZIO DI BONIFICA DEL NORD SARDEGNA Via Vittorio Veneto 16-07014 OZIERI tel. 079 787706 - fax 079 786689 e-mail:

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO. Allegato alla deliberazione consiliare n.39 del 13.11.2014

PROVINCIA DI BERGAMO. Allegato alla deliberazione consiliare n.39 del 13.11.2014 Allegato alla deliberazione consiliare n.39 del 13.11.2014 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO 01/01/2015 31/12/2019 1. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Comune di Paladina,

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa

SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa 1 SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI RAGUSA,

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

secondo quanto definito nel presente schema di convenzione e di seguito indicato col termine di Cassiere.

secondo quanto definito nel presente schema di convenzione e di seguito indicato col termine di Cassiere. Schema di convenzione per il servizio di cassa tra a Consorzio di difesa delle terre golenali del Comune di Brescello con sede legale c/o Comune di Brescello, Piazza Matteotti, 12-42041 Brescello (RE)

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE

CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE CONSORZIO DI BONIFICA VENETO ORIENTALE Portogruaro - San Donà di Piave Prot. N. 9236/G.1 B A N D O D I G A R A PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE DELLA TESORERIA E DI INCASSO DELLA CONTRIBUENZA

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA ALLEGATO ALLA DEL. DI CC N. 200 DEL 13.07.2005 AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI TERNI ********** CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ********** REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila il giorno.

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

ART. 1 - Affidamento del servizio

ART. 1 - Affidamento del servizio ART. 1 - Affidamento del servizio Il servizio tesoreria e di cassa del Comune è affidato in gestione per la durata di anni cinque a far tempo dal 1 gennaio 2016. ART. 2 - Oggetto della Convenzione Il servizio

Dettagli

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI PONTOGLIO. Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI PONTOGLIO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Indice Art. 1 Servizio di Economato Art. 2 Economo Comunale Art. 3 Funzioni del Servizio di Economato Art. 4 Indennità

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA. COMUNE DI SANT ANGELO A SCALA PROVINCIA DI AVELLINO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA. ART. 1 Il servizio di tesoreria del comune è affidato mediante procedura aperta,

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Allegato 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017 Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Premesso che con delibera del Commissario Straordinario,

Dettagli

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca)

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca) COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA (Provincia di Lucca) SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Approvata con deliberazione del consiglio comunale n.. del.. Art. 1 Affidamento del

Dettagli

Il Direttore Emilio Grassi

Il Direttore Emilio Grassi Determinazione n 05/2016 AGENZIA per il TRASPORTO PUBBLICO LOCALE del Bacino di Bergamo Via Sora 4, 24121 Bergamo CF e PIVA 04083130163 PEC: agenziatplbergamo@pec.it Tel. 035/387706 Il Direttore Emilio

Dettagli

COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia

COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DEL COMUNE DI CANNARA PERIODO 01.01.2011-31.12.2015 Art.1 - Affidamento del servizio Il servizio tesoreria

Dettagli

COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI SESTU PROCEDURA APERTA SOPRA SOGLIA PER L'AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PREMESSE ART. 1 - Oggetto dell appalto ART. 2 Modalità di affidamento

Dettagli

Consiglio Regionale della Campania

Consiglio Regionale della Campania Consiglio Regionale della Campania C.F. e P.I. 80051460634 Sede Legale: Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli, Isola F13-80143 Napoli Sede Amministrativa: Via G. Porzio, Centro Direzionale di Napoli,

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA BANDO DI GARA Bando di gara per l appalto del servizio di Tesoreria 1. Ente appaltante: Comune di

Dettagli

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria Allegato B REGOLAMENTO SERVIZIO TESORERIA Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria 1. Il servizio di tesoreria consiste nel complesso delle operazioni riflettenti la gestione finanziaria

Dettagli

Procedura aperta per il servizio di cassa dell Università degli Studi di Perugia - CIG : 5872967DAC

Procedura aperta per il servizio di cassa dell Università degli Studi di Perugia - CIG : 5872967DAC RISCONTRO A CHIARIMENTI 5.9.2014 Procedura aperta per il servizio di cassa dell Università degli Studi di Perugia - CIG : 5872967DAC A seguito di richieste di chiarimenti da parte delle imprese interessate

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE. Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 *****

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE. Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** Capitolato Speciale Per l affidamento del Servizio di Tesoreria e Cassa CIG: 0226589B25 Art. 1 Il Servizio di Tesoreria

Dettagli

CHIARIMENTI. (versione definitiva)

CHIARIMENTI. (versione definitiva) CHIARIMENTI (versione definitiva) Per opportuna conoscenza di tutti gli Istituti interessati, si riportano i chiarimenti forniti alle richieste degli Istituti di credito in relazione al bando di gara:

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO Il presente documento descrive le attività amministrativo-contabili inerenti la gestione dei pagamenti

Dettagli

SOCIALE EUROPEO PREMESSO

SOCIALE EUROPEO PREMESSO REPUBBLICA ITALIANA CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI CASSA RELATIVI AL FONDO DI ROTAZIONE PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E L ACCESSO AL FONDO SOCIALE EUROPEO L anno 2009, il giorno del mese

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA. L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA. L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA L'anno, addì del mese di con la presente scrittura privata, TRA Casa Livorno e Provincia S. p. A. Partita Iva 01461610493 rappresentata da nata a il (C.F.

Dettagli

Allegato 3) MODULO OFFERTA

Allegato 3) MODULO OFFERTA Allegato 3) MODULO OFFERTA APPALTO N 13/2015 PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PERIODO 1\07\2015 31/12/2019 CIG [[6232938F23]] DICHIARAZIONE D OFFERTA con sede in..... con partita

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER IL CONFERIMENTO IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Ente appaltante: Comune di Donori, Piazza Italia n. 11, 09040 DONORI Responsabile

Dettagli

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova)

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) AREA AFFARI GENERALI Ufficio Segreteria Via Canonica, 4 TEL. 049-9374720 Cod.fiscale 00682290283 FAX 049-9374712 Centralino 049-9374711 35010

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE Approvato con deliberazione consiliare n. 48 del 10 maggio 2000 INDICE Art. 1 Attribuzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 62 del 29 dicembre 2011 INDICE CAPO I Principi Generali Art. 1 Oggetto e scopo del Regolamento Art. 2 Organizzazione

Dettagli

CRITERI ECONOMICI: MAX 62%

CRITERI ECONOMICI: MAX 62% Il CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE è quello dell economicamente più vantaggiosa ai sensi dell art.83 del D.Lgs.12.4.2006, n.163 determinato sulla base dei seguenti criteri e fattori di ponderazione indicati

Dettagli

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE A. ASPETTI GENERALI Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

Ufficio Centrale Orientamento Formazione Professionale Lavoratori. relativo alla gara con procedura aperta per l affidamento del servizio di

Ufficio Centrale Orientamento Formazione Professionale Lavoratori. relativo alla gara con procedura aperta per l affidamento del servizio di MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Ufficio Centrale Orientamento Formazione Professionale Lavoratori CAPITOLATO D ONERI relativo alla gara con procedura aperta per l affidamento del servizio

Dettagli

ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA ALLEGATO 1 DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Articolo 1 OGGETTO DEL SERVIZIO L appalto ha per oggetto l affidamento del Servizio di Tesoreria. Il Servizio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE

CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE CONSORZIO DI BONIFICA DELL ORISTANESE Con sede in Oristano (OR) C.F 9002260092 ***** Capitolato Speciale Per l affidamento del Servizio di Tesoreria e Cassa CIG 6395917DAA Art. 1 Servizio di tesoreria

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA Il comune di Cadelbosco di Sopra, di seguito denominato Comune, codice fiscale n.00441540358, rappresentato da, Il quale interviene

Dettagli

COMUNE DI QUINTO VICENTINO

COMUNE DI QUINTO VICENTINO ALLEGATO 1) AL BANDO DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE DAL 01.01.2015 AL 31.12.2019 Art. 1 Modalità di presentazione delle offerte. I concorrenti dovranno

Dettagli

Elementi di Valutazione per l affidamento del servizio di cassa dell Università di Pisa

Elementi di Valutazione per l affidamento del servizio di cassa dell Università di Pisa Allegato 1 alla Convenzione ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELL UNIVERSITÀ DI PISA Il concorrente dovrà presentare un offerta relativamente agli elementi e

Dettagli

Regolamento degli agenti contabili interni (Approvato con delibera C.C. n. 3 del 21.01.2003)

Regolamento degli agenti contabili interni (Approvato con delibera C.C. n. 3 del 21.01.2003) Regolamento degli agenti contabili interni (Approvato con delibera C.C. n. 3 del 21.01.2003) Art. 1 Attribuzione delle funzioni 1) Le funzioni di agente contabile interno con maneggio di denaro o con incarico

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL COMUNE DI BARLETTA PER IL PERIODO 1/1/2006 31/12/2010

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL COMUNE DI BARLETTA PER IL PERIODO 1/1/2006 31/12/2010 ALLEGATO N.01 CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL COMUNE DI BARLETTA PER IL PERIODO 1/1/2006 31/12/2010 Licitazione privata per l affidamento del servizio di tesoreria

Dettagli

IL REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DELLE SEZIONI A.I.A.

IL REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DELLE SEZIONI A.I.A. IL REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DELLE SEZIONI A.I.A. All. D) ART. 1 RESPONSABILITÀ SEZIONALE L amministrazione delle sezioni è demandata al Presidente, il quale vi provvede di concerto con il Consiglio Direttivo

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2016 TRA

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2016 TRA SCHEMA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2012 31.12.2016 TRA Il Comune di Longone al Segrino, con sede in Via Diaz n.27, in seguito denominato Ente rappresentato da... nella

Dettagli

LA GESTIONE DEL BILANCIO

LA GESTIONE DEL BILANCIO LA GESTIONE DEL BILANCIO L equilibrio finanziario La gestione finanziaria Le fasi dell entrata Le fasi della spesa La Tesoreria (cenni) I residui I debiti fuori bilancio dott. Paolo Longoni L EQUILIBRIO

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO I.GE.P.A. - Ufficio XII

DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO I.GE.P.A. - Ufficio XII N. 152284 - DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO I.GE.P.A. - Ufficio XII Visto il regio decreto 18 novembre 1923, n. 2440, riguardante disposizioni sull amministrazione del patrimonio e sulla

Dettagli

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA. Comune di Roio del Sangro, con sede in Roio del Sangro, in n., CF 81003010691 - in

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA. Comune di Roio del Sangro, con sede in Roio del Sangro, in n., CF 81003010691 - in CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA TRA Comune di Roio del Sangro, con sede in Roio del Sangro, in n., CF 81003010691 - in seguito denominato Ente, rappresentato dal Sig. Ramondelli

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato.

APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato. APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato. Affidamento del servizio di tesoreria e di cassa dell Azienda

Dettagli

Comune di Falerone PROVINCIA DI FERMO

Comune di Falerone PROVINCIA DI FERMO Comune di Falerone PROVINCIA DI FERMO SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA (2014 2018) COMUNE DI FALERONE...1 PROVINCIA DI FERMO...1 ART. 1 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO...3 ART.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo

REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo REPUBBLICA ITALIANA Collecchio Provincia di Parma Atto Pubblico Amministrativo CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL AZIENDA CONSORTILE Pedemontana Sociale L anno duemila.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI TRA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI TRA L ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (in seguito chiamata Ente ) con sede in Palazzo Corsini - Via della

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 TRA

Il giorno del mese di dell anno 2011 TRA CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI GROSSETO PER IL QUADRIENNIO 2012-2015 Il giorno del mese di dell anno 2011 TRA La Camera

Dettagli

COMUNE GAGGIANO VIA ROMA, N.36 20083 GAGGIANO (MI)

COMUNE GAGGIANO VIA ROMA, N.36 20083 GAGGIANO (MI) Allegato 2) Marca da 16,00 OGGETTO: Istanza di partecipazione alla gara per l affidamento del servizio di tesoreria comunale per il periodo dal 01.06.2014 al 31.12.2018 e comunque dalla data di sottoscrizione

Dettagli

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I,

Art. 1 Definizioni 1. Ai fini della presente convenzione si intende per: a) modello F24, il modello di pagamento F24, di cui al capo III, sezione I, CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER IL PAGAMENTO MEDIANTE IL MODELLO F24 DEI PREMI E DEI CONTRIBUTI DI SPETTANZA DELL

Dettagli

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso:

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA DEI RELATIVI FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

COMUNE DI ALBIATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA COMUNE DI ALBIATE PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Art.1 - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO 1. Il Comune di Albiate affida il Servizio di Tesoreria a..che accetta

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DEL SEGRETARIATO GENERALE DELLA PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA Tra il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica rappresentata dal

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

per l aggiudicazione dell appalto in oggetto:

per l aggiudicazione dell appalto in oggetto: ALLEGATO 3) OGGETTO: Offerta per il servizio di Tesoreria Comunale per il periodo 01/10/2010 31/12/2013 e comunque a decorrere dalla data di sottoscrizione del contratto. Il sottoscritto in qualità di

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA

CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA Art. 1 Elementi di valutazione delle offerte 1. Il Servizio di Tesoreria del Comune di Sumirago può essere assunto da Istituti di credito di

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Il Regolamento associativo IL REGOLAMENTO AMMINISTRATIVO DEI COMITATI REGIONALI INDICE art. 1 Responsabilita Amministrativa 4 art. 2 Gestione Fondi.. 4 art. 3 Registri e

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 1 GENNAIO 2006 31 DICEMBRE 2008

CAPITOLATO D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 1 GENNAIO 2006 31 DICEMBRE 2008 CAPITOLATO D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 1 GENNAIO 2006 31 DICEMBRE 2008 Art.1 - OGGETTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA 1. Il Servizio di Tesoreria ha per oggetto il complesso

Dettagli

DELL ENTE PARCO REGIONALE DELLA MAREMMA PERIODO 01.01.2010-31.12.2014

DELL ENTE PARCO REGIONALE DELLA MAREMMA PERIODO 01.01.2010-31.12.2014 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER L ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL ENTE PARCO REGIONALE DELLA MAREMMA PERIODO 01.01.2010-31.12.2014 PREMESSO - che l Ente Parco Regionale della Maremma è sottoposto

Dettagli

Il Responsabile del Servizio Finanziario in esecuzione della deliberazione consiliare n... del..., RENDE NOTO

Il Responsabile del Servizio Finanziario in esecuzione della deliberazione consiliare n... del..., RENDE NOTO Amministrazione aggiudicatrice :COMUNE DI GORIANO SICOLI- Goriano Sicoli- Cap 67020 Codice fiscale e P.I. 00218000669 Tel 0864720003 Fax 0864720068 - E-mail gorianosicoli@pec.it : procedura aperta ex art.3,

Dettagli

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34

Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA Legge Regionale 30 dicembre 2010 n.34 Bilancio di Previsione per l Esercizio Finanziario 2011 e Bilancio Pluriennale per il Triennio 2011 2013. * * * * * * * * * *

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE ARTICOLO 1 AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO, SEDE Il Comune di Marina di Gioiosa Jonica affida il proprio servizio di Tesoreria, nonché l esecuzione

Dettagli

Regolamento per il servizio di Cassa Economale

Regolamento per il servizio di Cassa Economale Azienda di Servizi alla Persona Regolamento per il servizio di Cassa Economale Approvato con Delibera di CdA n. 4 del 27/02/2014 Sede Legale: Via Di Mezzo n. 1 47900 RIMINI Sede Amministrativa: Via Massimo

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE COMUNE DI SESTINO PROVINCIA DI AREZZO Rep. n. CONTRATTO DI CONCESSIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.07.2014-30.06.2019 REPUBBLICA ITALIANA L anno (duemila ), il giorno (_)

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI TREVISO * * * CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA Con la presente CONVENZIONE posta in essere tra l Azienda Territoriale per l Edilizia

Dettagli

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2013 31.12.2018 FAQ

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2013 31.12.2018 FAQ PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL PERIODO 01.01.2013 31.12.2018 FAQ Domanda 1: Con riferimento poi alla previsione del bando di gara circa la presentazione

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P. COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.IVA 00340670657 AREA FINANZIARIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE

Dettagli

OFFERTA ECONOMICA TECNICA

OFFERTA ECONOMICA TECNICA Su carta intestata del concorrente Marca da bollo 16,00 Allegato B al bando di gara per l affidamento della concessione del servizio di Tesoreria comunale (da inserire nella Busta offerta - economica)

Dettagli

L aggiudicazione sarà effettuata in base al criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa previsto dall articolo 83 del D.Lgs. 163/2006.

L aggiudicazione sarà effettuata in base al criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa previsto dall articolo 83 del D.Lgs. 163/2006. Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile Provincia di Rieti ================================================================== Via Manzoni n. 10 Tel. 200999 fax 488411 02100 RIETI info@riservalaghi.org

Dettagli

Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD -

Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD - Casa di Soggiorno e Pensionato della Città Murata - I.P.A.B. Montagnana - PD - Via Berga, 21-35044 MONTAGNANA (PD) C.F. 82000370286 Tel. (0429) 800228-800670 Fax (0429) 800671 P.I. 00736180282 Posta certificata:

Dettagli

MODELLO A5 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI MASSAROSA TRA

MODELLO A5 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI MASSAROSA TRA MODELLO A5 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELL AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI MASSAROSA TRA l'azienda Speciale Farmacie Comunali di Massarosa (in seguito chiamata

Dettagli

COMUNE DI MONTEBUONO Provincia di Rieti REPUBBLICA ITALIANA

COMUNE DI MONTEBUONO Provincia di Rieti REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MONTEBUONO Provincia di Rieti REPUBBLICA ITALIANA CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI PER IL PERIODO 11/06/2012/11/06/2017. L anno 2012,

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI Regolamento Cassa Edile Macerata di cui all art 7 dello Statuto del 02.03.2012, approvato dal Comitato di Gestione n 346 del 5 novembre 2014. (In rosso le modifiche apportate) ARTICOLO 1 DENUNCIA NOMINATIVA

Dettagli

CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL'ENTE CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST

CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL'ENTE CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST CAPITOLATO D'ONERI PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DELL'ENTE CONSORZIO BIBLIOTECARIO NORD OVEST Art. 1 Ufficio del Tesoriere Il servizio disciplinato dal presente capitolato verrà espletato

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CASSA DELLA CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO - CCSE - tra La CASSA CONGUAGLIO PER IL SETTORE ELETTRICO (di seguito CCSE o Ente), con sede in Roma, in Via Cesare

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI ISERNIA CIG 337116013D CPV 66600000-6 TRA La Camera di Commercio di Isernia, con sede in Isernia, C.so Risorgimento,

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO AREA SERVIZI FINANZIARI Viale Umbria 36

COMUNE DI FOLIGNO AREA SERVIZI FINANZIARI Viale Umbria 36 COMUNE DI FOLIGNO AREA SERVIZI FINANZIARI Viale Umbria 36 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI A DENARO E A MATERIA APPROVATO CON ATTO C.C. NR. 224

Dettagli

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Bilancio di Previsione 2009 e Pluriennale Triennio 2009 2011 (B. U. Regione Basilicata N. 60 del 29 dicembre 2008) Articolo 1 Stato di Previsione dell Entrata 1.

Dettagli

LEZIONE: TESORERIA 1/2

LEZIONE: TESORERIA 1/2 Corso Responsabile Amministrativo E. Marcelli C. Marcelli LEZIONE: TESORERIA 1/2 Tesoreria 1/2 AGENDA 1. Tenuta cassa 1.1 Prima nota cassa 1.2 Prima nota cassa esempio 1.3 Controllo cassa 2. Banca: Tipologie

Dettagli