Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile"

Transcript

1 Comunicato Stampa 8 dicembre 2010 Sarno (UIL) Incendi in carcere : L Italia come il Cile Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato alla perdita di circa 80 vite umane, il nostro preoccupato pensiero non può non andare alle disastrate condizioni del sistema carcere italian perché per noi è ben chiaro che ciò che è successo in Cile può capitare, in ogni momento ed in ogni dove, anche nel nostro Paese. Con le stesse nefande conseguenze I tragici fatti di cronaca che giungono dalla capitale cilena scuotono il Segretario Generale della UIL PA Penitenziari, Eugenio SARNO, che cogli l occasione per rilanciare l allarme sulla scarsa sicurezza delle strutture penitenziarie italiane Premetto che il nostro è, e vuole essere, un grido di allarme razionale e motivato, non un esercizio di inutile allarmismo. Per noi, che ben conosciamo la realtà penitenziaria italiana, è sin troppo facile pronosticare che simili tragedie possono verificarsi anche nella maggior parte delle carceri italiane. Noi della UIL, che abbiamo anche l abitudine di visitare gli istituti penitenziari, non omettiamo mai di denunciare situazioni di rischio e pericolo derivanti dallo stoccaggio di materiali non ignifughi (vecchi materassi, coperte e lenzuola) in locali non adeguatamente attrezzati con impianti di rilevazione dei fumi o antincendio. Così come non è raro trovare archivi cartacei sistemati in luoghi improbabili senza alcuna strumentazione di controllo e di allarme. Evidentemente nemmeno la notte di fuoco alle Vallette di Torino (3 giugno 1989, 11 morti) è servita all Amministrazione Penitenziaria per un adeguamento degli impianti e degli standard antincendio. Sempre più spesso sottolinea Eugenio SARNO siamo nelle condizioni di verificare negli istituti penitenziari la mancata o ritardata manutenzione degli estintori e l inadeguatezza degli impianti di spegnimento con idranti, che in taluni casi sono fuorigioco per la mancanza di acqua. Questo significa che in caso di incendio, soprattutto in ore notturne, il pericolo di vere e proprie stragi è molto di più che una mera ipotesi di scuola. Tra l altro la carenza di personale in tali ore non lascerebbe alcuna possibilità di salvare vite umane. Come sempre, il personale di fronte a situazioni del genere dovrà fare ricorso, esclusivamente, alle proprie capacità, al proprio intuito e alla propria esperienza, stante la quasi totale mancata redazione e comunicazione dei piani e delle modalità di evacuazione Dall alto della propria esperienza sul campo il Segretario della UIL PA Penitenziari si cimenta nella descrizione di cosa potrebbe capitare in un qualsiasi istituto penitenziario in caso di incendio in ore notturne In quasi tutti gli istituti, a prescindere dalle dimensioni, di notte un solo agente è preposto a due-tre sezioni e, quindi, potrebbe aprire le celle ( con una sola chiave) quando e se il caposervizio rende disponibili e porta sul posto le chiavi. Gli idranti non funzionerebbero per il blocco dei rifornimenti idrici disposti per il ricarico dei serbatoi; gli estintori potrebbero non funzionare per la mancata o ritardata manutenzione. Gli allarmi scatterebbero in ritardo perché i centralini sono chiusi e i mezzi di soccorso potrebbero essere non immediatamente disponibili perché quasi tutte le carceri sono sprovviste di autoambulanza. Il personale medico non sarebbe immediatamente disponibile perché in moltissime strutture penitenziarie il servizio medico non è assicurato in loco ma solo attraverso il servizio di guardia medica. Credo ce ne sia abbastanza chiude il Segretario Generale della UIL PA Penitenziari perché si comprenda bene quali siano i rischi e quante siano le defezioni in tema di sicurezza. Ma c qualcuno, siano essi direttori generali di ASL, prefetti, sindaci, politici cui interessa tutto ciò? Sede Centrale: ROMA Viale Emilio Lepido, 46 Tel Fax Web:

2 Esteri 08 dicembre 2010 Rogo fa strage in carcere cileno Sono almeno 81 i morti. I parenti delle vittime denunciano ritardi nei soccorsi e i vigili del fuoco fanno sapere di essere stati chiamati solo due ore dopo che il rogo era divampato. La tragedia, in un penitenziario sovraffollatissimo, San Miguel, che era stato progettato per ospitare 700 persone. Ce n'erano 1900 Screenshot della Tv cilena sulla tragedia ROMA - "E' un'enorme disgrazia, forse la più importante in una prigione nella storia del nostro Paese". Così il ministro della Sanità cileno, Jaime Manalich, commentando il drammatico rogo che ha ucciso oltre 80 detenuti, la maggior parte di loro per asfissia. I corpi non sono stati ancora neanche identificati. A causare l'incendio, divampato stamattina, quando da noi erano le 10, probabilmente una rissa scoppiata al terzo piano di uno degli edifici del complesso carcerario. Duecento i prigionieri trasferiti nel campo sportivo della struttura, controllati a vista dagli agenti per evitare fughe. Intanto, i parenti delle vittime denunciano ritardi nei soccorsi e i vigili del fuoco fanno sapere di essere stati chiamati solo due ore dopo che il rogo era divampato. La tragedia, in un penitenziario sovraffollatissimo. San Miguel era stato progettato per ospitare 700 persone. Ce n'erano I tragici fatti di cronaca che giungono dalla capitale cilena scuotono il segretario generale della Uil PA Penitenziari, Eugenio Sarno, che coglie l'occasione per rilanciare l'allarme sulla scarsa sicurezza delle strutture penitenziarie italiane. "Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l'incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato alla perdita di oltre 80 vite umane, il nostro preoccupato pensiero non può non andare alle disastrate condizioni del sistema carcere italiano perchè per noi è ben chiaro che ciò che è successo in Cile può capitare, in ogni momento ed in ogni dove, anche nel nostro Paese. Con le stesse nefande conseguenze".

3 CR 08/12/ Titoli Stampa CARCERI: SARNO (UIL), L'ITALIA A RISCHIO COME IL CILE CARCERI: SARNO (UIL), L'ITALIA A RISCHIO COME IL CILE (AGI) - Roma, 8 dic. - "Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l'incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato alla perdita di circa 80 vite umane, il nostro preoccupato pensiero non puo' non andare alle disastrate condizioni del sistema carcere italian perche' per noi e' ben chiaro che cio' che e' successo in Cile puo' capitare, in ogni momento ed in ogni dove, anche nel nostro Paese. Con le stesse nefande conseguenze. I tragici fatti di cronaca che giungono dalla capitale cilena scuotono il Segretario Generale della UIL PA Penitenziari, Eugenio Sarno, che coglie l'occasione per rilanciare l'allarme sulla scarsa sicurezza delle strutture penitenziarie italiane. "Premetto che il nostro e', e vuole essere, un grido di allarme razionale e motivato, non un esercizio di inutile allarmismo - spiega Sarno -. Per noi, che ben conosciamo la realta' penitenziaria italiana, e' sin troppo facile pronosticare che simili tragedie possono verificarsi anche nella maggior parte delle carceri italiane. Noi della UIL, che abbiamo anche l'abitudine di visitare gli istituti penitenziari, non omettiamo mai di denunciare situazioni di rischio e pericolo derivanti dallo stoccaggio di materiali non ignifughi (vecchi materassi, coperte e lenzuola) in locali non adeguatamente attrezzati con impianti di rilevazione dei fumi o antincendio. Cosi' come non e' raro trovare archivi cartacei sistemati in luoghi improbabili senza alcuna strumentazione di controllo e di allarme. Evidentemente nemmeno la notte di fuoco alle Vallette di Torino (3 giugno 1989, 11 morti) e' servita all'amministrazione Penitenziaria per un adeguamento degli impianti e degli standard antincendio. Sempre piu' spesso - sottolinea Eugenio Sarno - siamo nelle condizioni di verificare negli istituti penitenziari la mancata o ritardata manutenzione degli estintori e l'inadeguatezza degli impianti di spegnimento con idranti, che in taluni casi sono fuorigioco per la mancanza di acqua. Questo significa che in caso di incendio, soprattutto in ore notturne, il pericolo di vere e proprie stragi e' molto di piu' che una mera ipotesi di scuola". (AGI) Vim DIC 10 NNNN

4 Dal Uilpa l'allarme per le carceri italiane "Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l'incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato alla perdita di circa 80 vite umane, il nostro preoccupato pensiero non può non andare alle disastrate condizioni del sistema carcere italiano perché per noi è ben chiaro che ciò che è successo in Cile può capitare, in ogni momento ed in ogni dove, anche nel nostro Paese. Con le stesse nefande I tragici fatti di cronaca che giungono dalla capitale cilena scuotono il Segretario Generale della Uilpa penitenziari, Eugenio Sarno, che rilancia l'allarme sulla scarsa sicurezza delle strutture penitenziarie italiane. "Premetto che il nostro è, e vuole essere, un grido di allarme razionale e motivato, non un esercizio di inutile allarmismo. Per noi, che ben conosciamo la realtà penitenziaria italiana, è sin troppo facile pronosticare che simili tragedie possano verificarsi anche nella maggior parte delle carceri italiane. Noi della UIL, che abbiamo anche l'abitudine di visitare gli istituti penitenziari, non omettiamo mai di denunciare situazioni di rischio e pericolo derivanti dallo stoccaggio di materiali non ignifughi (vecchi materassi, coperte e lenzuola) in locali non adeguatamente attrezzati con impianti di rilevazione dei fumi o antincendio. Così come non è raro trovare archivi cartacei sistemati in luoghi improbabili senza alcuna strumentazione di controllo e di allarme. Evidentemente nemmeno la notte di fuoco alle Vallette di Torino (3 giugno 1989, 11 morti) è servita all'amministrazione Penitenziaria per un adeguamento degli impianti e degli standard antincendio. Sempre più spesso -prosegue- siamo nelle condizioni di verificare negli istituti penitenziari la mancata o ritardata manutenzione degli estintori e l'inadeguatezza degli impianti di spegnimento con idranti, che in taluni casi sono fuorigioco per la mancanza di acqua. Questo significa che in caso di incendio, soprattutto in ore notturne, il pericolo di vere e proprie stragi è molto di più che una mera ipotesi di scuola. Tra l'altro la carenza di personale in tali ore non lascerebbe alcuna possibilità di salvare vite umane. Come sempre, il personale di fronte a situazioni del genere dovrà fare ricorso, esclusivamente, alle proprie capacità, al proprio intuito e alla propria esperienza, stante la quasi totale mancata redazione e comunicazione dei piani e delle modalità di evacuazione". E ancora: "In quasi tutti gli istituti, a prescindere dalle dimensioni, di notte un solo agente è preposto a due-tre sezioni e, quindi, potrebbe aprire le celle ( con una sola chiave) quando e se il caposervizio rende disponibili e porta sul posto le chiavi. Gli idranti non funzionerebbero per il blocco dei rifornimenti idrici disposti per il ricarico dei serbatoi; gli estintori potrebbero non funzionare per la mancata o ritardata manutenzione. Gli allarmi scatterebbero in ritardo perché i centralini sono chiusi e i mezzi di soccorso potrebbero essere non immediatamente disponibili perché quasi tutte le carceri sono sprovviste di autoambulanza. Il personale medico non sarebbe immediatamente disponibile perché in moltissime strutture penitenziarie il servizio medico non è assicurato in loco ma solo attraverso il servizio di guardia medica".

5 CARCERI: SARNO (UIL PA), IN ITALIA RISCHIO INCENDI COME IN CILE CARCERI: SARNO (UIL PA), IN ITALIA RISCHIO INCENDI COME IN CILE Roma, 8 dic. (Adnkronos) - '' Mentre commentiamo stupiti ed attoniti l'incendio sviluppatosi nel penitenziario di Santiago del Cile, che ha portato alla perdita di circa 80 vite umane, il nostro preoccupato pensiero non puo' non andare alle disastrate condizioni del sistema carcere italian perche' per noi e' ben chiaro che cio' che e' successo in Cile puo' capitare, in ogni momento ed in ogni dove, anche nel nostro Paese. Con le stesse nefande conseguenze''. Lo afferma il segretario generale della Uil Pa Penitenziari, Eugenio Sarno che coglie l'occasione per rilanciare l'allarme sulla scarsa sicurezza delle strutture penitenziarie italiane ''Premetto che il nostro e', e vuole essere, un grido di allarme razionale e motivato, non un esercizio di inutile allarmismo. Per noi, che ben conosciamo la realta' penitenziaria italiana, e' sin troppo facile pronosticare - avverte Sarno - che simili tragedie possono verificarsi anche nella maggior parte delle carceri italiane". "Noi della Uil, che abbiamo anche l'abitudine di visitare gli istituti penitenziari, non omettiamo mai di denunciare situazioni di rischio e pericolo derivanti dallo stoccaggio di materiali non ignifughi (vecchi materassi, coperte e lenzuola) in locali non adeguatamente attrezzati con impianti di rilevazione dei fumi o antincendio. Cosi' come - prosegue Sarno - non e' raro trovare archivi cartacei sistemati in luoghi improbabili senza alcuna strumentazione di controllo e di allarme. Evidentemente nemmeno la notte di fuoco alle Vallette di Torino (3 giugno 1989, 11 morti) e' servita all'amministrazione Penitenziaria per un adeguamento degli impianti e degli standard antincendio". (segue) (Sin/Gs/Adnkronos) CARCERI: SARNO (UIL PA), IN ITALIA RISCHIO INCENDI COME IN CILE (2) CARCERI: SARNO (UIL PA), IN ITALIA RISCHIO INCENDI COME IN CILE (2) (Adnkronos) - "Sempre piu' spesso - sottolinea Sarno - siamo nelle condizioni di verificare negli istituti penitenziari la mancata o ritardata manutenzione degli estintori e l'inadeguatezza degli impianti di spegnimento con idranti, che in taluni casi sono fuorigioco per la mancanza di acqua. Questo significa che in caso di incendio, soprattutto in ore notturne, il pericolo di vere e proprie stragi e' molto di piu' che una mera ipotesi di scuola. Tra l'altro la carenza di personale in tali ore non lascerebbe alcuna possibilita' di salvare vite umane". "Come sempre, il personale di fronte a situazioni del genere dovra' fare ricorso, esclusivamente, alle proprie capacita', al proprio intuito e alla propria esperienza, stante la quasi totale mancata redazione e comunicazione dei piani e delle modalita' di evacuazione", aggiunge Sarno. "In quasi tutti gli istituti, a prescindere dalle dimensioni, di notte un solo agente e' preposto a due-tre sezioni e, quindi, potrebbe aprire le celle (con una sola chiave) quando e se il caposervizio rende disponibili e porta sul posto le chiavi. Gli idranti - rimarca Sarno - non funzionerebbero per il blocco dei rifornimenti idrici disposti per il ricarico dei serbatoi; gli estintori potrebbero non funzionare per la mancata o ritardata manutenzione". (segue) (Sin/Gs/Adnkronos) 08-DIC-10 17:41 NNNN CARCERI: SARNO (UIL PA), IN ITALIA RISCHIO INCENDI COME IN CILE (3) CARCERI: SARNO (UIL PA), IN ITALIA RISCHIO INCENDI COME IN CILE (3) (Adnkronos) - "Gli allarmi - aggiunge Sarno - scatterebbero in ritardo perche' i centralini sono chiusi e i mezzi di soccorso potrebbero essere non immediatamente disponibili perche' quasi tutte le carceri sono sprovviste di autoambulanza. Il personale medico non sarebbe immediatamente disponibile perche' in moltissime strutture penitenziarie il servizio medico non e' assicurato in loco ma solo attraverso il servizio di guardia medica". "Credo ce ne sia abbastanza - conclude il Segretario Generale della Uil Pa Penitenziari - perche' si comprenda bene quali siano i rischi e quante siano le defezioni in tema di sicurezza. Ma c'e qualcuno, siano essi direttori generali di Asl, prefetti, sindaci, politici cui interessa tutto cio'?''. (Sin/Gs/Adnkronos) 08-DIC-10 17:44 NNNN

Comunicato Stampa. Sgomento per il Poliziotto penitenziario suicida a Rossano

Comunicato Stampa. Sgomento per il Poliziotto penitenziario suicida a Rossano _ Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Ministeri Enti Pubblici Università E.P. Ricerca Vigili del Fuoco Comparto Sicurezza Presidenza del Consiglio Agenzie Fiscali Dirigenza Autorità amministrative

Dettagli

CARCERI, parte la protesta anche in Lombardia

CARCERI, parte la protesta anche in Lombardia COMUNICATO STAMPA 26 Maggio 2009 CARCERI, parte la protesta anche in Lombardia Ieri pomeriggio le Segreterie Regionali Lombardia di CGIL-CISL-UIL-SAPPE e OSAPP, le organizzazioni sindacali che rappresentano

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 1 novembre 2009

COMUNICATO STAMPA 1 novembre 2009 COMUNICATO STAMPA 1 novembre 2009 Sui suicidi in carcere indignazione occasionale, tardiva e ipocrita Dopo l ennesimo suicidio di una persona detenuta siamo costretti registrare la solita sequela di occasionali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 1 ottobre 2009

COMUNICATO STAMPA 1 ottobre 2009 COMUNICATO STAMPA 1 ottobre 2009 Polizia Penitenziaria ennesimo suicidio. Sarno : Ora basta!!!!! L omicidio - suicidio perpetrato, alcune ore fa, da un Assistente Capo di polizia penitenziaria in servizio

Dettagli

CRO 08/02/2011 19.33.01 CARCERI: SAPPE, DETENUTO RUMENO SI UCCIDE CON IL GAS

CRO 08/02/2011 19.33.01 CARCERI: SAPPE, DETENUTO RUMENO SI UCCIDE CON IL GAS CRO 08/02/2011 19.33.01 CARCERI: SAPPE, DETENUTO RUMENO SI UCCIDE CON IL GAS CARCERI: SAPPE, DETENUTO RUMENO SI UCCIDE CON IL GAS (ANSA) - GENOVA, 8 FEB - Nuovo suicidio nel carcere di Marassi: un detenuto

Dettagli

CRO 11/04/2010 14.35.41 CARCERI: ALLARME SUICIDI, IN ITALIA 3 TENTATIVI AL GIORNO

CRO 11/04/2010 14.35.41 CARCERI: ALLARME SUICIDI, IN ITALIA 3 TENTATIVI AL GIORNO CRO 11/04/2010 14.35.41 GIORNO GIORNO DAL PRIMO GENNAIO SONO 19 I DETENUTI CHE SI SONO TOLTI LA VITA Roma, 11 apr. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Emergenza suicidi nelle carceri italiane. Ogni giorno,

Dettagli

PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA

PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA PARIGI: SAPPE, OLTRE 17MILA I DETENUTI STRANIERI IN ITALIA Capece, stop a tagli indiscriminati a comparto sicurezza (ANSA) - ROMA, 14 NOV - «Alzare i livelli di sicurezza in Italia dopo i gravissimi attentati

Dettagli

Comunicato Stampa del 5 marzo 2013 Nel 2012 tradotti 358mila detenuti, per un costo di 40 milioni

Comunicato Stampa del 5 marzo 2013 Nel 2012 tradotti 358mila detenuti, per un costo di 40 milioni Comunicato Stampa del 5 marzo 2013 Nel 2012 tradotti 358mila detenuti, per un costo di 40 milioni Nel 2012 la polizia penitenziaria ha effettuato 176.836 servizi di traduzione per un totale di 358.304

Dettagli

ULTIM ORA 11 marzo 2008

ULTIM ORA 11 marzo 2008 111 ULTIM ORA 11 marzo 2008 Devianza Minorile La UIL: Emergenza sociale La devianza minorile, senza alcun dubbio, costituisce una delle grandi questioni sociali che dovrebbe trovare ospitalità permanente

Dettagli

FDG 19/08/2009 18.53.21 NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (5) NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (5) Roma. "L'allarmante situazione

FDG 19/08/2009 18.53.21 NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (5) NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (5) Roma. L'allarmante situazione FDG 19/08/2009 18.53.21 NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (5) NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (5) Roma. "L'allarmante situazione delle carceri italiane sta determinando in molti istituti

Dettagli

CRO 21/07/2009 17.42.20 CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE'

CRO 21/07/2009 17.42.20 CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE' CRO 21/07/2009 17.42.20 CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE' CARCERI: SOVRAFFOLLAMENTO; SAPPE, 11 REGIONI 'FUORI LEGGE' (ANSA) - ROMA, 21 LUG - ''Sono undici le Regioni 'fuori legge'

Dettagli

CARCERI UIL : Sollicciano infestata dalle zecche dei piccioni

CARCERI UIL : Sollicciano infestata dalle zecche dei piccioni COMUNICATO STAMPA 7 ottobre 2011 CARCERI UIL : Sollicciano infestata dalle zecche dei piccioni Speriamo vivamente che le competenti autorità del Provveditorato e del Dipartimento, nonché le autorità sanitarie

Dettagli

Comunicato Stampa del 25 giugno 2010

Comunicato Stampa del 25 giugno 2010 Comunicato Stampa del 25 giugno 2010 Piano carceri UIL Penitenziari : E ancora un incognita Abbiamo appreso dalle agenzie di stampa, ed esclusivamente tramite esse, il via libera che il comitato interministeriale

Dettagli

Oggetto: Visita ai luoghi di lavoro della Casa Circondariale Trento in data 21.05.2012

Oggetto: Visita ai luoghi di lavoro della Casa Circondariale Trento in data 21.05.2012 Prot. n. 6731 All. Pres. Giovanni TAMBURINO Capo del DAP Roma lì, 23.05.12 Dr. ssa Simonetta MATONE Vice Capo Vicario del DAP Dr. Luigi PAGANO Vice Capo DAP Dr. Riccardo TURRINI VITA Direttore Generale

Dettagli

Cattive pratiche e dolore

Cattive pratiche e dolore Il dolore nelle sue molteplici forme implicazioni assistenziali Cattive pratiche e dolore Livia Bicego giovedì, 4 marzo 2010 Teatro del Parco di San Giovanni Savona, 15 giugno 2009 Ospizio lager: dove

Dettagli

Infiltrazioni, ruggine e, forse, amianto. Uilpa Penitenziari: Il carcere cade a pezzi Scritto il 24 aprile 2015 alle ore 14:35 da Ornella Fulco

Infiltrazioni, ruggine e, forse, amianto. Uilpa Penitenziari: Il carcere cade a pezzi Scritto il 24 aprile 2015 alle ore 14:35 da Ornella Fulco Infiltrazioni, ruggine e, forse, amianto. Uilpa Penitenziari: Il carcere cade a pezzi Scritto il 24 aprile 2015 alle ore 14:35 da Ornella Fulco Calcinacci caduti, muffa e infiltrazioni d acqua piovana

Dettagli

Capece vs Bernardini

Capece vs Bernardini Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A 00136 Roma Tel. 06.3975901 (6 linee r.a) Fax 06.39733669 Email: info@sappe.it Capece vs Bernardini Comunicato stampa in

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA MATTIOLI SIENA

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA MATTIOLI SIENA Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA MATTIOLI SIENA 1 STRUTTURA SEDE RESIDENZA MATTIOLI Via P. A. MATTIOLI, 8 SIENA tel

Dettagli

Visita all Arginone La UIL: struttura adeguata, ma i problemi non mancano

Visita all Arginone La UIL: struttura adeguata, ma i problemi non mancano COMUNICATO STAMPA - 28 marzo 2008 Visita all Arginone La UIL: struttura adeguata, ma i problemi non mancano Il giudizio a caldo sulla struttura e sullo stato dei luoghi è molto più che positivo. Diciamo

Dettagli

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1

29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 29-SET-2015 pagina 1 foglio 1 26-SET-2015 pagina 1 foglio 1 25-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 25-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 1 / 2 27-SET-2015 pagina 1 foglio 2 / 2 27-SET-2015

Dettagli

CR 05/01/2010 15.48.20 ARRESTATO PER DROGA, IN BOCCA GLI SCOPRONO DENTI DI CANNABIS

CR 05/01/2010 15.48.20 ARRESTATO PER DROGA, IN BOCCA GLI SCOPRONO DENTI DI CANNABIS CR 05/01/2010 15.48.20 ARRESTATO PER DROGA, IN BOCCA GLI SCOPRONO DENTI DI CANNABIS ARRESTATO PER DROGA, IN BOCCA GLI SCOPRONO DENTI DI CANNABIS (AGI) - Roma, 5 gen. - Una protesi dentaria fatta interamente

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI CARRARA

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI CARRARA Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI CARRARA 1 STRUTTURA SEDE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI VIA

Dettagli

ADN0122 5 CRO 0 RTD CRO NAZ Adnkronos suicidi 311207 CARCERI: SAPPE, EMERGENZA SUICIDI NELLA POLIZIA PENITENZIARIA = Roma, 31 dic. - (Adnkronos) - Assume aspetti estremamente preoccupanti il fenomeno dei

Dettagli

sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4............

sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4............ sabato 20 luglio 2013 estratto da pag 4-4........................ LA SPEZIA 19 luglio 2013 online A rischio i sommozzatori dei pompieri La Spezia Il corpo dei vigili del Fuoco subisce tagli, e farne le

Dettagli

Piano per la gestione delle emergenze UFFICI E RESIDENZA FASCETTI -

Piano per la gestione delle emergenze UFFICI E RESIDENZA FASCETTI - Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE UFFICI E RESIDENZA FASCETTI 1 STRUTTURA SEDE UFFICI E RESIDENZA FASCETTI Piazza dei Cavalieri,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 22 Aprile 2009

COMUNICATO STAMPA 22 Aprile 2009 COMUNICATO STAMPA 22 Aprile 2009 Carceri : Sarno e Di Giovanni in visita agli istituti della Campania Vogliamo offrire un contributo di verifica e conoscenza al Ministro, all Amministrazione Penitenziaria

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 9 luglio 2009

COMUNICATO STAMPA 9 luglio 2009 COMUNICATO STAMPA 9 luglio 2009 Militari nelle carceri e riapertura C.C. de L Aquila SARNO scrive ad ALFANO Abbiamo appreso, da alcune agenzie di stampa, che il Capo del DAP ha proposto alla Sua attenzione

Dettagli

Sen Renato SCHIFANI Presidente del Senato On. Gianfranco FINI Presidente Camera. Ai Signori Senatori e Deputati

Sen Renato SCHIFANI Presidente del Senato On. Gianfranco FINI Presidente Camera. Ai Signori Senatori e Deputati Il Segretario Generale Roma, lì 17 agosto 2009 Sen Renato SCHIFANI Presidente del Senato On. Gianfranco FINI Presidente Camera Ai Signori Senatori e Deputati Si è conclusa da poche ore l iniziativa promossa

Dettagli

t! ou i ... III C- Pag.2 UGL - stampa nazionale

t! ou i ... III C- Pag.2 UGL - stampa nazionale Quotidiano Data 19-10-2011 Pagina 5 Foglio 1

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE

SICUREZZA: SINDACATI INCONTRANO ALFANO E CESA, DA GOVERNO SILENZIO ASSORDANTE PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA PENSIONI: SINDACATI COMPARTO SICUREZZA VEDONO ALFANO E CESA DOMANI BERSANI, PREOCCUPAZIONE SU SCELTE GOVERNO (ANSA) - ROMA, 18 APR - ''Molto

Dettagli

ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI

ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI ALLEGATO 2 SCHEDE VALUTAZIONE SINGOLI TUNNEL ITALIANI Colle Giardino Valutazione complessiva: Sufficiente Posizione: Italia, nei pressi di Rieti SS 4 tra Roma e Ascoli Anno di apertura: 2003 Lunghezza:

Dettagli

Quotidiano. www.ecostampa.it. Pag. 2. Anie

Quotidiano. www.ecostampa.it. Pag. 2. Anie Quotidiano 046087 www.ecostampa.it Anie Pag. 2 Quotidiano 046087 www.ecostampa.it Anie Pag. 3 Quotidiano 046087 www.ecostampa.it Anie Pag. 4 URL: http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/economia/dettaglio/nrc_131220

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it RASSEGNA STAMPA A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it ! "! # $ % & # Medici e responsabilità professionale. Quasi nove su dieci già assicurati. Ma le polizze non fanno stare comunque

Dettagli

CONAPO SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO

CONAPO SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO CONAPO SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" uuu SS EEGG RREETT EERRI IAA PPRROOVVI INNCCI IAALLEE DDI I AANNCCOONNAA SEGRETARIO PROVINCIALE V.F.Q LUCONI MIRCO

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIALE GRAMSCI FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIALE GRAMSCI FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIALE GRAMSCI FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Sede Amministrativa Viale Gramsci,

Dettagli

RILANCIO ALLARMI SU SWC701

RILANCIO ALLARMI SU SWC701 1 RILANCIO ALLARMI SU SWC701 Il rilancio allarmi è un gruppo di funzioni molto ampio, che consente di trasmettere automaticamente le informazioni riguardanti gli allarmi presi in carico dal computer centrale

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Padiglione 38. San Salvi FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Padiglione 38. San Salvi FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE Residenza Universitaria Padiglione 38 San Salvi FIRENZE 1 STRUTTURA Residenza Universitaria

Dettagli

BLOCCO STIPENDIALE 2015 LE NUMEROSE AGENZIE DI STAMPA ODIERNE SULLA INCESSANTE ATTIVITA DELLA CONSULTA SICUREZZA.

BLOCCO STIPENDIALE 2015 LE NUMEROSE AGENZIE DI STAMPA ODIERNE SULLA INCESSANTE ATTIVITA DELLA CONSULTA SICUREZZA. C O N S U L T A S I C U R E Z Z A BLOCCO STIPENDIALE 2015 LE NUMEROSE AGENZIE DI STAMPA ODIERNE SULLA INCESSANTE ATTIVITA DELLA CONSULTA SICUREZZA. STATALI: CONSULTA SICUREZZA, TRE ORE ASTENSIONE LAVORO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 26 novembre 2009

COMUNICATO STAMPA 26 novembre 2009 COMUNICATO STAMPA 26 novembre 2009 CARCERI 65406 detenuti. SARNO : Siamo allo stoccaggio Tra suicidi, morti sospette, vite salvate, tentate evasioni, evasioni compiute e spazi che mancano nelle nostre

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

Comunicato Stampa del 16 Luglio 2010 CARCERI UIL : Lecce, il Vesuvio penitenziario

Comunicato Stampa del 16 Luglio 2010 CARCERI UIL : Lecce, il Vesuvio penitenziario Comunicato Stampa del 16 Luglio 2010 CARCERI UIL : Lecce, il Vesuvio penitenziario Credo di poter affermare, senza tema di smentita, che nel magmatico mondo penitenziario la Casa Circondariale di Lecce

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Oggetto: Unità Operative e Piano Ferie Replica. Casa Circondariale Verona.

Oggetto: Unità Operative e Piano Ferie Replica. Casa Circondariale Verona. Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione MINISTERI - ENTI PUBBLICI - UNIVERSITA' - AZIENDE AUTONOME - COMPARTO SICUREZZA Segreteria Regionale Triveneto e-mail: leo.angiulli@polpenuil.it tel.334

Dettagli

PESCARA : Suicida agente penitenziario

PESCARA : Suicida agente penitenziario COMUNICATO STAMPA 5 maggio 2010 PESCARA : Suicida agente penitenziario Profondo dolore e vivo sconcerto suscita in noi la funesta notizia del suicidio di un nostro collega in servizio a Pescara. Intendo,

Dettagli

La coda degli autosauri

La coda degli autosauri La coda degli autosauri Leggendo il libro La coda degli autosauri l attenzione di quasi tutti noi ragazzi è stata catturata dalla pagina del libro che parla dell enorme mucchio di candele e fiammiferi

Dettagli

Carceri, il SAPPE: Sant Agostino, mancano i fondi per il riscaldamento (Il Vostro Giornale 26.02.09)

Carceri, il SAPPE: Sant Agostino, mancano i fondi per il riscaldamento (Il Vostro Giornale 26.02.09) Carceri, il SAPPE: Sant Agostino, mancano i fondi per il riscaldamento (Il Vostro Giornale 26.02.09) Savona. Esprime sgomento e sconcerto Michele Lorenzo, segretario regionale del SAPPE, sindacato autonomo

Dettagli

http://www.silpcgil.it/joomla2.5/index.php/news/1372-milano-8-9-luglio-2014-silp-cgil-in-piazzaintervista-a-daniele-tissone

http://www.silpcgil.it/joomla2.5/index.php/news/1372-milano-8-9-luglio-2014-silp-cgil-in-piazzaintervista-a-daniele-tissone http://www.silpcgil.it/joomla2.5/index.php/news/1372-milano-8-9-luglio-2014-silp-cgil-in-piazzaintervista-a-daniele-tissone Sicurezza: Tissone (Silp Cgil), necessari nuovi e piu' efficienti modelli =

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE LOGO DELLA SOCIETA PARTE III ESEMPIO DI PROCEDURA PER PIANO DI ED EVACUAZIONE Ediz.: Rev. : del: Pagina: 1 di 13 N OME SOCIETÀ PIANO DI ED EVACUAZIONE Dispensa a cura del relatore PIANO DI ED EVACUAZIONE

Dettagli

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale)

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) SICUREZZA: MILANO; POLIZIA E ESERCITO CONTRO TAGLI GOVERNO (ANSA) - MILANO, 17 LUG - I tagli del Governo mettono a forte rischio la sicurezza

Dettagli

FERRAGOSTO: ALLARME CONAPO, MANCANO CIRCA 3.900 VIGILI FUOCO, SICUREZZA A RISCHIO =

FERRAGOSTO: ALLARME CONAPO, MANCANO CIRCA 3.900 VIGILI FUOCO, SICUREZZA A RISCHIO = FERRAGOSTO: ALLARME CONAPO, MANCANO CIRCA 3.900 VIGILI FUOCO, SICUREZZA A RISCHIO = Il sindacato, Alfano non faccia proclami dica la reale situazione dei Vvf Roma, 14 ago. (Adnkronos/Labitalia) Sicurezza

Dettagli

CAMPAGNA ANIA 2012/2013 RASSEGNA STAMPA 13 DICEMBRE 2012

CAMPAGNA ANIA 2012/2013 RASSEGNA STAMPA 13 DICEMBRE 2012 CAMPAGNA ANIA 2012/2013 RASSEGNA STAMPA 13 DICEMBRE 2012 SICUREZZA STRADALE: TOSCANI FIRMA CAMPAGNA ANIA = (AGI) - Roma, 13 dic. - Un clown invita con occhi penetranti a riflettere sul significato del

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

LAVORO: IRES-CGIL, IN 5 ANNI SALARI HANNO PERSO 1.900 EURO

LAVORO: IRES-CGIL, IN 5 ANNI SALARI HANNO PERSO 1.900 EURO LAVORO: IRES-CGIL, IN 5 ANNI SALARI HANNO PERSO 1.900 EURO (ANSA) - ROMA, 19 NOV - Le retribuzioni di fatto reali hanno perso tra il 2002 e il 2007, 1.210 euro, ma se a questo aggiungiamo la perdita derivante

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA INCENDIO

PIANO DI EMERGENZA INCENDIO REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE DIREZIONE SANITARIA OSPEDALE DI BELCOLLE PIANO DI EMERGENZA INCENDIO STRALCIO PER U.O. MALATTIE INFETTIVE IN AMBITO PENITENZIARIO

Dettagli

Cittadinanza e Costituzione

Cittadinanza e Costituzione Cittadinanza e Costituzione Anno Scolastico 20010/11 Progetto di Cittadinanza e Costituzione Finalità Essere cittadini di un mondo in continuo cambiamento ha come premessa il conoscere e il porre in atto

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1988 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori ALFONZI, TIBALDI e CASSON COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Istituzione della «Giornata della memoria

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE F. M. GENCO

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE F. M. GENCO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE F. M. GENCO COMPITI DEL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) Ruolo del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (D. Lgs. 81/08) 1. Fatto salvo quanto

Dettagli

PREVENZIONE DEGLI INCENDI

PREVENZIONE DEGLI INCENDI PREVENZIONE DEGLI INCENDI M.Tedesco Premessa: a ciascuno il suo mestiere: non siamo Vigili del Fuoco Non siamo formati per estinguere grandi incendi. tel. 115 Ma tra il personale ci possono essere delle

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Varlungo FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Varlungo FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE Residenza Universitaria Varlungo FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Residenza Universitaria Varlungo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 24 Aprile 2009

COMUNICATO STAMPA 24 Aprile 2009 COMUNICATO STAMPA 24 Aprile 2009 Il dossier carceri inviato al Pres. Berlusconi Sette plichi contenenti un voluminoso, quanto dettagliato, dossier sulle gravi e critiche condizioni in cui versa il sistema

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE EMERGENZE ALL INTERNO DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE EMERGENZE ALL INTERNO DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE EMERGENZE ALL INTERNO DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA (Emanato con D.R. n. 1215 del 28 giugno 2007, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 69) Sommario

Dettagli

SANITÀ. SIFO: I MIGRANTI NON PESANO SULLA SPESA FARMACEUTICA

SANITÀ. SIFO: I MIGRANTI NON PESANO SULLA SPESA FARMACEUTICA Newsletter Sanità http://www.direnews.it/newsletter_sanita/anno/2011/ottobre/20/?news=04 Pagina 1 di 2 20/10/2011 SANITÀ. SIFO: I MIGRANTI NON PESANO SULLA SPESA FARMACEUTICA "IL 50% DEGLI STRANIERI CONSUMA

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Convegno CRITERI DI APPROPRIATEZZA. STRUTTURALE NELL ASSISTENZA ALL ANZIANO 18 Gennaio 2011

RASSEGNA STAMPA Convegno CRITERI DI APPROPRIATEZZA. STRUTTURALE NELL ASSISTENZA ALL ANZIANO 18 Gennaio 2011 RASSEGNA STAMPA Convegno CRITERI DI APPROPRIATEZZA CLINICA, TECNOLOGICA E STRUTTURALE NELL ASSISTENZA ALL ANZIANO 18 Gennaio 2011 Aggiornamento 20 Gennaio 2011 SOMMARIO TESTATA DATA Agenzie ADNKRONOS SALUTE

Dettagli

Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza:

Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza: 1. Probabili cause di pericolo Si citano, a titolo esemplificativo, alcune situazioni di emergenza: incendio all interno dell edificio incendio esterno all edificio o nelle vicinanze crolli dovuti a cedimenti

Dettagli

D.Lgs. 9 aprile 2008, n. n. 81

D.Lgs. 9 aprile 2008, n. n. 81 D.Lgs. 9 aprile 2008, n. n. 81 81 La prevenzione incendi Disposizioni generali Restano inalterate, rispetto al D.Lgs. 626/94, le disposizioni sulla prevenzioni incendi La prevenzione incendi è la funzione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA ATTENZIONE A PELLEGRINI MALATI PER GIUBILEO. A cura di. Agenzia Comunicatio

RASSEGNA STAMPA ATTENZIONE A PELLEGRINI MALATI PER GIUBILEO. A cura di. Agenzia Comunicatio RASSEGNA STAMPA ATTENZIONE A PELLEGRINI MALATI PER GIUBILEO A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA GIUBILEO; UNITALSI ROMA: MASSIMA ATTENZIONE AI PELLEGRINI DISABILI E MALATI, CHIESTO UN TAVOLO

Dettagli

Jobs act: Poletti, lavoro flessibile costa più di stabile

Jobs act: Poletti, lavoro flessibile costa più di stabile Jobs act: Poletti, lavoro flessibile costa più di stabile (ANSA) - ROMA, 19 GIU - Il Governo ha stabilito il principio che il lavoro flessibile deve costare di più di quello stabile. Lo ha ribadito il

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria. Diop Mor Samb Modou FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria. Diop Mor Samb Modou FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE Residenza Universitaria Diop Mor Samb Modou FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Residenza Universitaria

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

LIBERA UNIVERSITA MARIA Ss. ASSUNTA MANUALE PER STUDENTI PROCEDURE DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE SOMMARIO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE - INCENDIO

LIBERA UNIVERSITA MARIA Ss. ASSUNTA MANUALE PER STUDENTI PROCEDURE DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE SOMMARIO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE - INCENDIO PROCEDURE DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE SOMMARIO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE - INCENDIO 2. EMERGENZA SANITARIA 3. ALLAGAMENTO 4. TERREMOTO 1. PROCEDURE DI EVACUAZIONE (per qualsiasi tipo di emergenza, come

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 01 luglio 2009

COMUNICATO STAMPA 01 luglio 2009 COMUNICATO STAMPA 01 luglio 2009 Carceri la UIL visita San Vittore: condizioni indegne! Le condizioni che abbiamo riscontrato nel corso della visita odierna alla Casa Circondariale di Milano S.Vittore

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA concetti di RISCHIO, DANNO, PREVENZIONE E PROTEZIONE protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL Vallecamonica Sebino -Direzione Territoriale del

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI RELATIVI ALLE STRUTTURE. (Allegato al DVR dell Azienda DSU Toscana) RESIDENZA E UFFICI FASCETTI PISA

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI RELATIVI ALLE STRUTTURE. (Allegato al DVR dell Azienda DSU Toscana) RESIDENZA E UFFICI FASCETTI PISA Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI RELATIVI ALLE STRUTTURE (Allegato al DVR dell Azienda DSU Toscana) RESIDENZA E UFFICI FASCETTI

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA LASCHI AREZZO

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA LASCHI AREZZO Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA LASCHI AREZZO 1 STRUTTURA SEDE RESIDENZA LASCHI (AREZZO) Via G. Laschi, 24 AREZZO

Dettagli

Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili.

Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili. Sicurezza prevenzione incendi nei cantieri edili. Il rischio incendio nei cantieri temporanei e mobili, generati dal fuoco sono normalmente poco considerati. Di fatto è possibile affermare che in quest

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA Informativa del 11/09/2012 CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA AMBITO SEGNALAZIONE PAG. Sicurezza Corso Addetti Antincendio 2 Sicurezza Corso Aggiornamento Addetti Antincendio 4 Bucciarelli Engineering S.r.l.

Dettagli

ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015

ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015 ISS BOSELLI ALBERTI CORSO DI FORMAZIONE GENERALE SULLA SICUREZZA A.S. 2014-2015 SALUTE E SICUREZZA NELLA COSTITUZIONE La repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell individuo e della collettività

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Cipressino FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Cipressino FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE Residenza Universitaria Cipressino FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Residenza Universitaria Il Cipressino

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA CRISI: ACLI ROMA, "4% ROMANI VIVE SOTTO SOGLIA DI POVERTÀ, IL 7% MANGIA IN MANIERA ADEGUATA OGNI DUE GIORNI" Progetto

Dettagli

GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO

GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO GUIDA ALLA SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO Il presente opuscolo vuole essere un utile guida per lavoratori, lavoratrici, datori di lavoro e i soggetti collegati al mondo del lavoro. Le informazioni contenute

Dettagli

AUTONOMIA A DOMICILIO

AUTONOMIA A DOMICILIO AUTONOMIA A DOMICILIO Soluzioni per l assistenza, la sicurezza e il comfort. AUTONOMIA A DOMICILIO Una questione sociale ed economica IL 24% della popolazione avrà più di 65 anni nel 2030 L 8% della popolazione

Dettagli

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA CONVOCAZIONE ASSEMBLEA Con la presente si convoca l assemblea generale dei lavoratori per il giorno / / alle ore : presso la sede legale dell azienda sita in Via n a ( ) per discutere e re in merito ai

Dettagli

Ciao bambini! Mi chiamo Riky e vorrei farvi alcune domande per conoscere ciò che pensate sui rischi naturali.

Ciao bambini! Mi chiamo Riky e vorrei farvi alcune domande per conoscere ciò che pensate sui rischi naturali. Progetto P.RI.S.M.A. Percezione del rischio e sostenibilità nella montagna di Alpe Adria Novembre 2010 Ciao bambini! Mi chiamo Riky e vorrei farvi alcune domande per conoscere ciò che pensate sui rischi

Dettagli

Pd, Luca': Attorno a Franceschini si salvaguardi progetto

Pd, Luca': Attorno a Franceschini si salvaguardi progetto Pd, Luca': Attorno a Franceschini si salvaguardi progetto Roma, 19 FEB (Velino) - Di fronte alla grave situazione che si e' creata nel Pd con le dimissioni di Walter Veltroni, il coordinatore nazionale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015

COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Com.stampa coordinamenti 2015 Raggruppamento Coordinamenti Regionali Volontariato Protezione Civile L A Z I O COMUNICATO STAMPA DEL 13.08.2015 Il volontariato di protezione civile è fra le più importanti

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

CONVENO UIL-SGK Bolzano SICUREZZA SUL LAVORO: UNA PRIORITA

CONVENO UIL-SGK Bolzano SICUREZZA SUL LAVORO: UNA PRIORITA CONVENO UIL-SGK Bolzano SICUREZZA SUL LAVORO: UNA PRIORITA Intervento di Maurizio D Aurelio Responsabile Sicurezza sul UIL-SGK Per affrontare un tema delicato ed importante come la sicurezza sul lavoro,

Dettagli

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Convegno LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici 14 dicembre 2011 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente dell ANEA

Dettagli

Abitazioni private ed ambienti domestici

Abitazioni private ed ambienti domestici Abitazioni private ed ambienti domestici Sicurezza in ambienti domestici Fire Antigen rappresenta un importante passo in avanti nella prevenzione degli incendi domestici; i rapporti dell OMS evidenziano

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

della SICUREZZA NELLA SCUOLA

della SICUREZZA NELLA SCUOLA Informazione ai sensi del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, D.M. 382/98, D.M. 363/98 e Circolare Ministero Pubblica Istruzione n. 119 del 29/4/1999 A B C della SICUREZZA NELLA SCUOLA Manuale ad uso dei docenti,

Dettagli