PER LA GESTIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO DELL'ASL TO 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PER LA GESTIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO DELL'ASL TO 3"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATICO DELL'ASL TO 3 GARA N. 68/2009 Durata: 9 ANNI Codice Identificativo Gara (CIG) n B NORMATIVA COMUNITARIA Metodo di scelta del contraente: PROCEDURA APERTA Criterio di aggiudicazione: OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA Pag. 1 di 133

2 SOMMARIO Struttura capitolato tecnico... 5 PARTE A - Introduzione e presentazione progetto... 5 A.1 Introduzione...5 A.2 Obiettivi...7 A.3 Metodologia...9 A.4 Articolazione progetto PARTE B - Stato attuale B.1 Dati descrittivi azienda B.1.1 Dislocazione territoriale...14 B.1.2 Piano di organizzazione...14 B.1.3 Consistenza personale per settori organizzativi...14 B.1.4 Dati attività...17 B Attività area amministrativa...17 B Attività area territoriale...17 B Attività area sanitaria...17 B.2 Componenti e architetture settore sistemi e infrastrutture di base B.2.1 Sistemi centrali...20 B.2.2 Sistemi networking WAN...24 B.2.3 Sistemi networking LAN...25 B.2.4 Sistemi periferici...26 B.2.5 Help desk...27 B.2.6 Sicurezza e disaster recovery...29 B.3 Componenti e architetture settore sistemi applicativi B.3.1 Area amministrativa controllo direzionale...33 B.3.2 Area territoriale...35 B.3.3 Area sanitaria...35 B.3.4 Area servizi...38 B.4 Componenti e architetture settore supporto e gestione B.4.1 Piani generali e strategie...39 B.4.2 Analisi di processo...39 B.4.3 Piani e gestione architetture...40 B.4.4 Project management...40 Pag. 2 di 133

3 B.4.5 Misurazioni e valutazioni...40 B.5 Gestione fornitori terzi B.6 Architettura tecnico organizzativa S.C. sistema informatico...41 B.6.1 Organizzazione S.C. sistema informatico B Processi sotto processi S.C. sistema informatico B a Settore sistemi e infrastrutture di base...44 B a. 1 Area sistemi centrali...44 B a. 2 Area sistemi periferici...45 B a. 3 Area sistemi networking...46 B a. 4 Area help desk...47 B a. 5 Area sicurezza e disaster recovery...49 B b Settore sistemi applicativi...49 B b. 1 Area sanitaria...50 B b. 2 Area territoriale...50 B b. 3 Area amministrativa...51 B b. 4 Area controllo direzionale...51 B b. 5 Area servizi generali...52 B c Settore gestione progetto e supporto...52 B c. 1 Piani generali e strategie...53 B c. 2 Analisi di processo...53 B c. 3 Piani e gestione architetture...54 B c. 4 Project management...54 B c. 5 Misurazioni e valutazioni...55 B Articolazione organizzativa attuale S.C. sistema informatico...56 B Consistenza attuale personale S.C. sistema informatico...57 PARTE C - Servizi e forniture richieste C.1 Gestione ordinaria C.1.2 Settore sistemi e infrastrutture di base C Sistemi centrali...65 C Sistemi networking WAN...66 C Sistemi networking LAN...66 C Sistemi periferici...67 C Help desk...67 C Sicurezza e disaster recovery...67 C.1.3 Settore sistemi applicativi C Area amministrativa e controllo direzionale...69 C Area territoriale...70 C Area sanitaria...71 C Area servizi generale...72 C.1.4 Settore supporto e gestione C Piani generali e strategie...73 C Analisi di processo...73 C Piani e gestione architetture...74 C Project management...75 C Misurazioni e valutazioni...75 C.1.5 Assistenza e manutenzione, gestione fornitori terzi C.1.6 Nuova architettura tecnico organizzativa S.C. sistema informatico C Direzione struttura e gestione risorse...78 Pag. 3 di 133

4 C Gestione ordinaria sistemi centrali e periferici, reti locali e geografiche, networking, software di base, intermedio e applicativo...80 C Sviluppo evolutivo sistemi centrali e periferici, reti locali e geografiche, networking, software di base, intermedio e applicativo...90 C Personale esterno di supporto on site...92 C.2 Sviluppo C.2.1 Settore sistemi e infrastrutture di base C Sistemi centrali e dipartimentali...98 C Sistemi networking WAN...99 C Sistemi networking LAN C Sistemi periferici C Help desk C Sicurezza e disaster recovery C.2.2 Settore sistemi applicativi C Area amministrativa C Area controllo direzionale C Area territoriale C Area clinico sanitaria C Area servizi generali C.2.3 Settore supporto e gestione C Piani generali e strategie C Analisi di processo C Piani e gestione architetture C Project management C Misurazioni e valutazioni C. 2.4 Gestione fornitori terzi C.3 Piano di attività C.4 Elenco documentazione tecnica da produrre C.5 Osservanza norme legislative e prescrizioni Pag. 4 di 133

5 Struttura capitolato tecnico Il capitolato tecnico si sviluppa secondo tre capitoli: A. introduzione e presentazione progetto: descrive le motivazioni e gli obiettivi alla base del capitolato B. stato attuale: fornisce le informazioni a riguardo delle componenti e delle architetture attualmente utilizzate dal sistema informatico dell ASL TO3 C. servizi e forniture richieste: rappresenta le esigenze da soddisfare per la gestione e l evoluzione futura del sistema informatico dell ASL TO3 Completano il documento una serie di disegni e allegati utili per meglio comprendere i contenuti descrittivi. PARTE A - Introduzione e presentazione progetto In questa sezione del capitolato si descrivono le motivazioni e gli obiettivi alla base del capitolato. A.1 Introduzione L unione delle ex ASL 5 e 10, oltre all acquisizione dell area organizzativa di Venaria in origine appartenente all ex ASL 6, ha portato alla creazione dell ASL TO3. La nuova ASL TO3 deve garantire l assistenza sanitaria ad un bacino d utenza di abitanti residenti in 109 comuni tramite 509 medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. Il vasto territorio è suddiviso in 9 distretti presso i quali sono attive oltre 70 strutture a- ziendali per l erogazione dei servizi e 170 farmacie. L assistenza ospedaliera è assicurata tramite 8 presidi ospedalieri che annualmente gestiscono ricoveri ed oltre passaggi di pronto soccorso. Il bilancio dell ASL TO3 è di di Euro ed i dipendenti sono Il territorio di competenza dell ASL TO3 è uno dei più estesi in Piemonte, dalla cintura torinese passando per le vallate alpine fino ai confini con la Francia. La creazione dell ASL TO3 ha richiesto una revisione organizzativa e gestionale che si protrarrà ancora nei prossimi anni e che tocca profondamente il sistema informatico in quanto il passaggio da un semplice adeguamento organizzativo ad una più efficace revisione dei processi Pag. 5 di 133

6 non può prescindere dal coinvolgimento e dalla riprogettazione del sistema informatico aziendale. La disomogeneità risultante dall unione delle preesistenti ASL, dovuta alle diverse impostazioni organizzative date ai rispettivi settori informatici, ha determinato differenti gradi d informatizzazione e difformità nel livello tecnologico a partire dalle infrastrutture di base sino ai servizi applicativi utilizzati quotidianamente dagli operatori. Oltre alle situazioni tecnico organizzative specifiche delle singole realtà locali, le attuali tecnologie disponibili rendono possibile l introduzione di nuove architetture informatiche basate su un più alto livello di cooperazione e d integrazione tra i diversi moduli applicativi. I recenti modelli basati su architetture enterprise service bus (ESB) offrono invece la possibilità di sfruttare tutte le potenzialità della service oriented architecture (SOA): utilizzo di standard aperti e non proprietari, modularità nella realizzazione, creazione e revisione graduale dei processi aziendali in maniera relativamente più semplice rispetto al passato, se si pongono le condizioni di base per l utilizzo di questo tipo di architettura. I benefici derivanti dall utilizzo di tali ambienti sono notevoli dal punto di vista della gestione dei processi e della loro integrazione. Attraverso uno sviluppo graduale e su misura rispetto alle reali esigenze aziendali è possibile fornire quel livello di padronanza e di autonomia indispensabile per garantire uno sviluppo informatico coerente con i cambiamenti in corso per i contesti aziendali interni e del mondo esterno, fondamentali per mantenere alta la competitività dell ASL TO3. Attualmente il processo d informatizzazione delle ASL ha interessato principalmente le aree interne ed i principali processi produttivi trascurando gli attori esterni, MMG PLS (Medici Medicina Generale Pediatri Libera Scelta), farmacie, continuità delle cure, cure palliative ecc. creando un divario informativo che non facilita la creazione dei percorsi socio sanitari tendenti ad assicurare una più ampia e coordinata copertura alle esigenze di assistenza espresse dalla popolazione, soprattutto di quelle fasce residenti in zone geografiche non altamente urbanizzate. L obiettivo che si vuole perseguire è quindi quello di portare nuovi servizi e maggiore facilità di accesso ai contenuti informativi per i professionisti della sanità che operano sul territorio tramite estensione e sviluppo di nuove funzionalità applicative appositamente ideate per questo scopo. Ciò non significa trascurare l informatizzazione interna all ASL TO3 che dovrà essere riprogettata con l introduzione dei componenti necessari a razionalizzare i flussi interni e rendere possibile l apertura verso il mondo esterno: introduzione generalizzata della firma digitale, realizzazione del fascicolo elettronico del paziente, creazione del repository documentale e dei datawarehouse dei dati clinici, delle immagini e di natura amministrativa oltre a tutti i servizi di base quali single sign-on, anagrafiche centralizzate, portale aziendale interno \ esterno ecc. Per cogliere l obiettivo è necessario procedere ad una revisione tecnico organizzativa ed infrastrutturale complessiva dell attuale sistema informatico dell ASL TO3 che consenta di superare la fase di transizione, durante la quale dovrà essere assicurato il funzionamento e la gestione operativa dell esistente, e fornisca le risorse tecnologiche, umane ed una corretta metodologia per la realizzazione del nuovo modello architetturale. Pag. 6 di 133

7 Particolare attenzione dovrà essere posta nell adozione delle direttive contenute nel piano regionale d informatizzazione dei servizi socio sanitari descritti nel documento SIRSE (Sistema Integrato Regionale di Sanità Elettronica). In particolare, per ciò che riguarda l integrazione dei sistemi, il fornitore dovrà attenersi alle specifiche regionali, che saranno pubblicate e mantenute costantemente aggiornate nell ambito dei documenti reperibili all indirizzo sotto riportato. L obiettivo d innovazione, la scala dimensionale dell ASL TO3 e la complessità del contesto organizzativo e tecnologico richiedono un impostazione nuova del rapporto ASL TO3 - fornitori ICT, al fine di ottimizzarne i contributi dei diversi soggetti e stabilire tutte le sinergie possibili per compensare le ridotte dotazioni dell ASL TO3, tecnologiche ed umane, e per ottimizzare le limitate risorse finanziarie a disposizione. A.2 Obiettivi L obiettivo principale è la ricerca, tramite ricorso al mercato secondo il procedimento di gara individuato dall ASL TO3, di una partnership con un qualificato soggetto in possesso di requisiti specifici di affidabilità, responsabilità, capacità innovativa e realizzativa tali da consentire la realizzazione delle linee strategiche sopra accennate e meglio specificate nel resto del capitolato. Il soggetto partner potrà essere un unica società oppure un raggruppamento temporaneo d imprese con cui l ASL TO3 intende condividere la gestione e lo sviluppo del proprio sistema informatico, nella sua globalità, per un periodo di 9 anni dal al All interno di questo rapporto di collaborazione si delineano due finalità specifiche: assicurare la gestione ordinaria delle attuali infrastrutture e degli attuali sistemi prendendo in carico fin dall inizio l intero sistema informatico dell ASL TO3, con tutte le sue componenti al fine di assicurarne la gestione ordinaria e la continuità di funzionamento H/24 per 365 giorni solari, tramite personale residente on site ed i necessari servizi di assistenza e manutenzione, adattiva ed evolutiva. In tale azione rientreranno i fornitori terzi allo scadere dei contratti in essere; realizzare, secondo gli indirizzi e le specifiche tecniche stabilite dall ASL TO3, gli sviluppi necessari per far evolvere l attuale sistema informatico verso una moderna architettura ESB aperta e funzionale alle reali esigenze dell ASL TO3. Tale attività dovrà partire dall analisi dei processi di volta in volta interessati e si attuerà inizialmente secondo le richieste di fornitura contenute nel presente capitolato. Successivamente si dovrà poter fornire nuove soluzioni tramite l analisi di nuovi processi o, in seguito alla riprogettazione di quelli esistenti, attraverso l assemblaggio ed il riutilizzo delle componenti software di base fornite nella fase iniziale. Solo nel caso in cui ciò non sia possibile si dovrà ricorrere alle procedure di gara necessarie per acquisire sul mercato nuove componenti ed in questo caso la società aggiudicataria dovrà fornire le specifiche tecniche necessarie per l espletamento delle procedure di gara. Pag. 7 di 133

8 Il soggetto partner dovrà possedere capacità tecnica ed economica tale da assicurare la fornitura di tutte le risorse tecnologico strumentali e tecnico umane necessarie per soddisfare le esigenze sinteticamente sotto riportate: fornire i supporti alle gestioni operative finalizzate a garantirne la continuità di funzionamento H /24 per 365 giorni all anno dell intero sistema informatico, sia nella fase transitoria, sia nella successiva fase a regime. Standardizzare le attuali risorse strumentali e le metodologie gestionali al fine di consolidare fin dall inizio le diverse specificità in un unico sistema informatico aziendale ottimizzandone così le componenti tecnologiche e tecnico gestionali umane; uniformare le infrastrutture ed i sistemi applicativi in uso presso le diverse aree organizzative, i servizi trasversali ed i sistemi di integrazione/comunicazione interni all ASL TO3 ed esterni, con particolare riguardo alle integrazioni con il sistema regionale SIR- SE. Fornire le componenti tecnologiche realizzando le installazioni necessarie a tali e- sigenze es. porta di dominio locale, anagrafiche uniche, repository e datawarehouse ecc.; realizzare tutte le implementazioni necessarie ai diversi settori utenti e sistemi informatici dell ASL TO3 in regime di gestione ordinaria e rientranti nelle attività di manutenzione correttiva ed adeguativa / evolutiva dei sistemi e dei prodotti applicativi esistenti; individuare una metodologia complessiva per garantire la nascita e lo sviluppo del nuovo sistema informatico dell ASL TO3 che consenta, tramite il riutilizzo delle componenti software di base, il ridisegno dei processi aziendali e la creazione di nuovi percorsi, per soddisfare le nuove esigenze e razionalizzare gli attuali modelli operativi al fine di ottimizzare le risorse disponibili. In sostanza dovranno essere fornite le componenti tecnologiche necessarie per portare a regime un sistema di business process management (BPM) che consenta di ottimizzare le risorse ed i processi al fine di integrare, in nuovi moduli applicativi, funzionalità già esistenti o fornite a livello atomico, in modo semplice rapido ed a costi ridotti. Tale sistema si baserà su di un enterprise service bus (ESB) ed utilizzerà un sistema di messaggistica in tempo reale tale da consentire il controllo ed il monitoraggio centralizzato delle informazioni su tutti i sistemi. Completerà l offerta un sistema di creazione delle interfacce client in grado di rendere rapidamente distribuibili le applicazioni e pienamente utilizzabili dagli utenti grazie alla definizione di un buon livello di ergonomicità. Oltre alle componenti descritte il fornitore potrà proporne altre ritenute utili per garantire piena padronanza ed autonomia gestionale al sistema informatico dell ASL TO3. L attuazione dei punti precedenti richiede la fornitura delle necessarie risorse tecnologiche, strumentali ed umane necessarie ed idonee al pieno raggiungimento degli obiettivi in termini di: risorse strumentali hardware e software di base ed intermedio per il settore sistemi ed infrastrutture di base secondo le seguenti aree: o sistemi centrali Pag. 8 di 133

9 o o o sistemi networking servizi generali e di comunicazione sicurezza e disaster recovery risorse umane per il presidio e la gestione del settore sistemi ed infrastrutture secondo le aree sopra indicate; risorse umane per l assistenza ed il supporto all utente finale tramite help desk H/24 per 365 giorni anno; risorse strumentali software d ambiente per lo sviluppo ed il controllo dell ESB e le componenti applicative di base costituite da funzionalità applicative e servizi per le diverse aree applicative: o clinico sanitaria (multi presidio) o territoriale (multi distretto - multi presidio) o amministrativa o controllo direzionale o servizi generali; risorse umane per la gestione e lo sviluppo del settore sistemi applicativi secondo le seguenti aree: o sanitaria (multi presidio) o territoriale (multi distretto - multi presidio) o amministrativa o controllo direzionale o servizi generali trasversali e assistenza specialistica; risorse umane e tecnologiche a supporto delle fasi di analisi e sviluppo, gestione cambiamento tecnologico ed organizzativo oltre al supporto per il project management ed alla direzione della S.C. sistema informatico dell ASL TO3. Le risorse tecnologiche strumentali ed infrastrutturali utilizzate durante le diverse fasi di sviluppo sono proprietarie dell ASL TO3, analogamente ai disegni delle basi informative, ai codici applicativi ad esse associati, prodotti su specifiche dell ASL TO3. A.3 Metodologia Le finalità che l ASL TO3 intende perseguire sono la padronanza e la governabilità del proprio sistema informatico nel corso del tempo attraverso una precisa definizione del rapporto con il fornitore e dell ambiente tecnologico. I modelli gestionali per il settore informatico nel corso del tempo si sono evoluti passando dalla tradizionale gestione interna a modalità di esternalizzazione totale e più recentemente verso logiche di gestione mista secondo determinati settori. Sebbene quest ultima impostazione sia Pag. 9 di 133

10 quella che ha dato i migliori risultati si è ancora lontani dall aver raggiunto un alto livello di efficacia pur in presenza di un buon grado di efficienza. La mancata condivisione degli obiettivi comuni tra il fornitore ed il cliente, congiuntamente alla complessità di governo dei sistemi informatici del mondo sanitario, diventano i maggiori fattori di criticità, indipendentemente dall impostazione data, e possono generare spinte verso comportamenti opportunistici da parte del cliente o del fornitore, comportamenti da evitare se si vogliono mantenere alti livelli qualitativi nei servizi informatici ed un equilibrato rapporto con il fornitore. Il presidio delle diverse funzioni di gestione e sviluppo del sistema informatico richiede l utilizzo di risorse tecniche e professionali di cui l ASL TO3 non dispone per cui diventa obbligatorio ricorrere al supporto esterno per acquisire le competenze necessarie e skill professionali adeguati. L esperienza ha dimostrato che la modalità di collaborazione mista, realizzata formando team paritetici con personale tecnico interno all ASL TO3 ed esterno, che sono collocati alle dipendenze funzionali della direzione della S.C. sistema informatico è quella che consente di ottenere i maggiori benefici ed un alto livello di condivisione reale dei problemi gestionali e del rapporto con gli utenti finali. Questo passo inoltre è indispensabile per stabilire un comune livello di conoscenze tecniche e favorire la condivisione delle problematiche legate ai nuovi sviluppi ed al miglioramento dell esistente tra l ASL TO3 ed il fornitore. In questo modo si possono definire e verificare i livelli di servizio stabiliti e favorire un clima organizzativo orientato al miglioramento della qualità dei servizi attraverso la ricerca delle cause e l adozione delle necessarie azioni correttive anziché incentivare sterili ribaltamenti di responsabilità tra le parti. Quanto sopra illustrato si adatta bene alle operazioni relative alla gestione ordinaria, al supporto utente, all assistenza e alla manutenzione, mentre per quanto attiene allo sviluppo la situazione è diversa in quanto dipende molto dai contesti tecnologici utilizzati e dal livello di padronanza e governabilità del sistema informatico assicurato localmente. E evidente che in presenza di ambienti proprietari le soluzioni che si sviluppano sono altrettanto esclusive per cui di solito la conoscenza è scarsamente diffusa, in quanto il fornitore è poco incline a condividere le informazioni esternamente al suo ambito aziendale, tutto ciò si traduce in continui conflitti con il cliente che, non avendo alcuna padronanza dei sistemi, è costretto a subire passivamente le decisioni unilaterali del fornitore. Tale situazione è pericolosa perché in alcuni casi può addirittura produrre un disallineamento tra le strategie generali dell azienda cliente e l attuazione a livello informatico di queste, da parte del fornitore. Occorre quindi agire per eliminare l insorgere di tali situazioni intervenendo a livello strutturale di base. La presenza sul mercato di soluzioni open source, tra l altro espressamente previste dalla Regione Piemonte con legge regionale n. 9 del 26 marzo 2009, e le nuove architetture basate su Pag. 10 di 133

11 ESB consentono infatti di costruire moderni sistemi informatici aperti e con un diverso concetto di proprietà. Il fatto che il fornitore non si limiti a procurare prodotti ma si concentri sulla creazione di soluzioni e di servizi, attingendo eventualmente anche a funzionalità applicative non prodotte direttamente, sposta il rapporto dal concetto di fornitura di prodotti a quello di fornitura di servizi. L ASL TO3 non ricerca una soluzione verticale di enterprise resourse planning (ERP) nel senso tradizionale del termine, le esperienze di applicazione di tali sistemi al mondo sanitario si sono dimostrate di difficile attuazione, sono sicuramente molto costose e ben pochi sono i casi di pieno successo; significa piuttosto cambiare il tradizionale punto di vista spostandolo da un contesto strettamente applicativo, moduli e funzioni, ad uno più generale di integrazione informativa. Secondo questo principio l ASL TO3 richiede la dotazione di un insieme di funzionalità di base che consentano, a partire da queste, di costruire una moderna e flessibile struttura informatica in grado di svilupparsi riutilizzando le componenti primitive per creare nuove funzionalità e soddisfare nuove esigenze. Un impostazione dinamica consente ampia possibilità di crescita al sistema informatico senza richiedere a priori quelle precise definizioni tipiche delle soluzioni per prodotto e quindi sicuramente è più flessibile e meglio si adatta al mondo della sanità in cui vi è una rapida evoluzione tecnologica. L utilizzo di metodologie, quali ad es. il risk management, non sono attuabili realizzando un applicazione a sé stante, ma costituiscono piuttosto il risultato dell adattamento dei processi alle norme di sicurezza, identificazione e controllo tipiche della gestione del rischio nelle diverse fasi del processo di cura. Analogo discorso vale per il processo di pubblicazione e consultazione delle informazioni clinico sanitarie da parte di tutti gli attori coinvolti nei percorsi di cura e assistenza, possibili solo con l implementazione di integrazioni informative tra i diversi ambiti applicativi. La costruzione di un sistema informatico basato su ESB richiede un più alto livello di competenze tecnico gestionali e la disponibilità di strumenti di base quali la gestione della documentazione, dei servizi, della messaggistica e del controllo centralizzato di tutti i contesti applicativi. L acquisizione di un insieme di componenti applicative di base da cui partire per estendere i futuri sviluppi del sistema informatico contribuisce a rendere più flessibile il sistema, ma pone il problema della misurazione e della valutazione del fornitore e dei contributi che lo stesso apporta alla costruzione di un sistema informatico realmente confacente alle esigenze dell azienda committente. La misurazione del fornitore dovrà avvenire su più dimensioni superando una logica esclusivamente economica e di settore; parametri quali la capacità di supportare l innovazione attraverso un utilizzo integrato delle tecnologie, la valutazione delle fasi di analisi e ridefinizione dei processi, la dimostrazione da parte del fornitore di condividere realmente le attività di produzione ed erogazione dei servizi da parte dell ASL TO3, soddisfazione dei clienti utilizzatori, piuttosto che le proprie politiche di marketing, dovranno, insieme all efficacia degli investimenti, essere valutati e misurati a livello generale nel corso del rapporto contrattuale. Pag. 11 di 133

12 A.4 Articolazione progetto Definita la linea strategica complessiva, il progetto dovrà svilupparsi assicurando un ottimale bilanciamento tra la componente dedicata alla gestione ordinaria dell intero sistema informatico, che dovrà essere assicurata H24 per 365 giorni per ogni settore infrastrutturale di base e per ogni ambiente del settore applicativo, e quella dedicata allo sviluppo evolutivo complessivo del sistema informatico, da attuare gradualmente secondo precise fasi progettuali riconducibili ad una strategia generale inserita in una visione logica globale. I macrosettori su cui si articolerà l intero progetto sono i seguenti: settore sistemi e infrastrutture di base settore sistemi applicativi, compreso lo sviluppo settore servizi di supporto e gestione progetto per ognuno di essi dovranno essere soddisfatte le esigenze di gestione ordinaria e sviluppo come indicato nella seguente tabella sinottica. Nella tabella seguente è indicata in sintesi l articolazione dei macrosettori precedentemente individuati. L elenco delle componenti e dei fornitori è allegato alla parte B del capitolato dedicata alla descrizione dello stato attuale del sistema informatico Pag. 12 di 133

13 Servizi di supporto e gestione progetto Piani generali strategie Analisi di processo Piani e gestione architetture Project management Misurazioni e valutazioni Settore sistemi applicativi Area clinico sanitaria Area territoriale Area amministrativa Area controllo direzionale Area servizi generali Settore sistemi e infrastrutture di base Area sistemi periferici Area sistemi centrali e dipartimentali Area sistemi networking Help desk Sicurezza e disaster recovery La seguente tabella illustra le modalità di pagamento e valutazione per la gestione ordinaria e per lo sviluppo evolutivo. L ASL TO3 intende acquisire le componenti applicative di base per le diverse aree del settore applicativo da cui partire per gli sviluppi e le evoluzioni future da gestire in collaborazione con il fornitore, ma con un elevato grado di autonomia, per questo richiede il supporto on site di personale tecnico esterno per l analisi di processo e le fasi di implementazione ed il project management. Tali servizi saranno remunerati in relazione alle modalità organizzative concordate per l erogazione nell ambito della gestione ordinaria ed in base ai livelli di servizio stabiliti. Il personale residente on site dedicato alla gestione ordinaria ed allo sviluppo dovrà essere assunto dal fornitore e risultare sul libro paga della singola società aggiudicataria o delle specifiche ditte appartenenti al raggruppamento d imprese; sono vietate forme di subappalto del personale residente on site tramite il ricorso a società esterne. Il fornitore dovrà produrre un piano operativo ed un crono programma per : la presa in carico di tutte le componenti attuali del sistema informatico dell ASL TO3 Pag. 13 di 133

14 la fase di consolidamento del settore sistemi ed infrastrutture di base la fase di fornitura dell infrastruttura di base applicativa ESB la fase di fornitura delle componenti di base del settore applicativo la fase di migrazione dalla vecchia alla nuova infrastruttura informatica l inizio delle implementazioni con la nuova architettura ESB con datawarehouse e repository Il piano operativo dovrà illustrare i contenuti tecnici delle singole attività, mentre il crono programma illustrerà a livello sintetico i periodi temporali delle diverse fasi ed in dettaglio lo sviluppo temporale di ognuna delle attività. PARTE B - Stato attuale In questa sezione del capitolato viene descritto lo stato attuale del sistema informatico dell ASL TO3 fornendo: A. i dati di contesto aziendali ed i volumi di produzione riferiti al 2008 B. la descrizione delle attuali componenti informatiche utilizzate C. il modello organizzativo della S.C. sistema informatico B.1 Dati descrittivi azienda B.1.1 Dislocazione territoriale 109 Comuni Abitanti Km2 9 Distretti Territoriali 170 Farmacie 509 Medici e Pediatri di famiglia B.1.2 Piano di organizzazione Scaricabile dal sito: B.1.3 Consistenza personale per settori organizzativi Pag. 14 di 133

15 4.236 Dipendenti (al ) Settore di appartenenza: PREVENZIONE 252 TERRITORIO OSPEDALI SUPPORTO 293 STAFF 91 Totale Unità di personale per profilo professionale: Medici (SM-SV) 640 Altro personale ruolo sanitario (ST-SP) 243 Odontoiatri ed altro personale laureato (SL) 71 Personale infermieristico (SI) Personale riabilitativo (SR) 172 Ruolo Amministrativo Dirigenti (AD) 20 Ruolo Amministrativo (AF-AI) 700 Ruolo Professionale - Dirigenti (PD) 4 Ruolo Professionale (PR) 1 Ruolo Tecnico - Dirigenti (TD) 7 Ruolo Tecnico (TF-TI) 844 Totale Dipartimenti 95 Strutture Complesse 8 Strutture Ospedaliere 886 Posti letto 73 strutture sanitarie 8 punti di prelievo ospedalieri 25 punti di prelievo territoriali segue distribuzione personale per profilo professionale rispetto a presidi ospedalieri, distretti, dipartimento di prevenzione protezione: Pag. 15 di 133

16 Presidio Sanitario Tecnico Amministrativo Professionale Comp. Dir. Comp. Dir. Comp. Dir. Comp. Dir. Ospedale Pinerolo Ospedale Torre Pellice Ospedale Pomaretto Ospedale Rivoli Ospedale Avigliana Ospedale Giaveno Ospedale Susa Ospedale Venaria Distretto Collegno (+Epidemiologia) Distretto Giaveno Distretto Orbassano Distretto Pinerolo Distretto Rivoli Distretto Susa Distretto Valli Chisone e Germanasca Distretto Val Pellice (+RSA Bibiana) Distretto Venaria Sede centrale Collegno Sede ex Cottolengo Pinerolo Dipartimento di prevenzione Collegno Dipartimento di prevenzione Rivoli Dipartimento di prevenzione Orbassano Dipartimento di prevenzione Giaveno 1 1 Dipartimento di prevenzione Susa Tot. Pag. 16 di 133

17 Dipartimento di prevenzione Venaria Dipartimento di prevenzione Pinerolo TOTALE Nota: Comp. = comparto Dir. = dirigenza B.1.4 Dati attività B Attività area amministrativa [personale] Costo del Personale anno 2008: 200 milioni di euro [provveditorato] Totale acquisti esercizio 2008 (escluso farmaci): 39 milioni di euro [farmaceutica] Acquisto prodotti farmaceutici: 27 milioni di euro [logistica] Servizi tecnici economali appaltati: 20 milioni di euro [patrimoniale] Premi assicurazioni varie: 1,7 milioni di euro [ragioneria] Bilancio esercizio Totale Costi 960 milioni di euro B Attività area territoriale 29 Consultori Familiari 27 Consultori Pediatrici 5 Consultori Adolescenti 11 Centri di Salute Mentale 56 Gruppi Appartamento (Alloggi Supportati per pazienti psichiatrici) 11 Ser.T. 14 Poliambulatori Territoriali 30 punti di Prenotazione territoriali (CUP) posti letto convenzionati per anziani in RAS/RAF vaccinazioni Veterinaria: bovini equivalenti B Attività area sanitaria Passaggi in Pronto Soccorso/Dea anno 2008: Pag. 17 di 133

18 DEA/PRONTO SOCCORSO - ACCESSI ANNO 2008 Codice Priorita' BIAN- VER- CO DE GIAL- LO ROS- SO Totale N.accessi DIE P.O. RIVOLI DEA RIVOLI P.O. GIA- VENO Pronto Soccorso 12 ORE Giaveno P.O. AVI- GLIANA Punto Primo Intervento 12 ORE- Avigliana P.O. SUSA Pronto Soccorso SUSA P.O. VENA- RIA Pronto Soccorso Venaria stima annuale Totale Ospedali Riuniti Rivoli P.O. PINE- ROLO DEA PINEROLO TOTALE COMPLESSIVO ASL TO Ricoveri Ordinari / Day Hospital: Presidio Ricoveri ordinari - ANNO 2008 Giornate Degen- PL Medrgenza Ricovedia deza Me- % occupaz. PL P.O. Pomaretto ,3 94,0% P.O. Torre Pellice ,5 100,1% P.O. Pinerolo ,7 92,9% Ospedali Riuniti di Pinerolo ,41 93,9% P.O. RIVOLI ,53 80,6% P.O. GIAVENO ,99 82,9% P.O. AVIGLIANA ,16 88,9% P.O. SUSA ,40 79,8% P.O. VENARIA ,09 72,5% Ospedali Riuniti di Rivoli ,70 79,7% Pag. 18 di 133

19 ASL TO3 - ricoveri ordinari ,06 86,8% Day Hospital - ANNO 2008 Giornate degenza Degenza Media % occupaz. PL Presidio PL Ricoveri P.O. POMARETTO ,4 164,4% P.O. TORRE PELLICE ,8 227,2% P.O. PINEROLO ,9 173,8% Ospedali Riuniti di Pinerolo ,06 174,9% P.O. RIVOLI ,97 113,7% P.O. GIAVENO ,52 103,6% P.O. AVIGLIANA ,05 70,2% P.O. SUSA ,53 67,1% P.O. VENARIA ,11 127,1% Ospedali Riuniti di Rivoli ,71 94,3% ASL TO3 - DH ,38 134,6% Totale ASL TO esami di laboratorio prestazioni di radiologia diagnostica prestazioni di specialistica ambulatoriale B.2 Componenti e architetture settore sistemi e infrastrutture di base In questa sezione del capitolato sono descritte le attuali componenti e le architetture utilizzate attualmente dal sistema informatico dell ASL TO3. Accanto ad una sintetica descrizione generale per le singole aree si fornirà, nella parte C, l elenco dettagliato delle componenti impiegate che dovranno essere prese in carico dal fornitore. Qualora il quadro fornito non fosse chiaro, di seguito si forniscono i riferimenti del dirigente responsabile della gestione del patrimonio informatico e dei tecnici informatici dell ASL TO3 ai quali è possibile ricorrere per delucidazioni e chiarimenti. S.S. gestione patrimonio informatico: Pag. 19 di 133

20 Dirigente responsabile: dott. Valter Bruno Settore infrastrutture e sistemi di base Area sistemi centrali e help desk : dott. Davide Claudio Gay Area sistemi networking : sig. Fabrizio Grazio Area sistemi periferici : sig. Gualtiero Conti Settore sistemi applicativi Area sanitaria : dott. Franco Stano Area amministrativa e controllo direzionale : sig.ra Daniela Caruana Area territoriale : sig. Mario Grondana B.2.1 Sistemi centrali Non essendo ancora stato possibile portare a termine la concentrazione di tutte le risorse elaborative e di storage presso la sede di Pinerolo vi è la seguente situazione. Presso il data center di Pinerolo in St.le Fenestrelle, 72 sono residenti la maggior parte dei server che sono tutti a due o quattro processori così distribuiti: 2 Server gestione Active Directory per dominio ASLTO3 2 Server gestione Active Directory per dominio ASL10 1 Server per gestione Posta Elettronica ancora su dominio ASL10 1 Proxy Server con Sw Isa_Server 1 Proxy Server con Linux Debian Squid 1 Cluster DB Server Oracle (2 server quadriprocessor) 1 Cluster Application Server 1 Server DB Server MSSQL Pag. 20 di 133

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

Consulenza, progettazione, realizzazione e gestione reti.

Consulenza, progettazione, realizzazione e gestione reti. Consulenza, progettazione, realizzazione e gestione reti. La 3S Telematica offre servizi di consulenza, progettazione, realizzazione e gestione di reti informatiche con particolare risvolto legato alla

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Comunicare per Costruire Salute Roma, 29 maggio 2013. Anna Darchini Resp. Innovazione e Sviluppo ICT - Regione Emilia Romagna

Comunicare per Costruire Salute Roma, 29 maggio 2013. Anna Darchini Resp. Innovazione e Sviluppo ICT - Regione Emilia Romagna La comunicazione nella riorganizzazione del Servizio Sanitario Regionale. Strumenti per l accessibilità e l integrazione dei servizi sociosanitari Regione Emilia Romagna Anna Darchini Resp. Innovazione

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI

SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI SOLUTIVA S.R.L. SOLUZIONI E SERVIZI INFORMATICI 1 di 8 INDICE I Valori di Solutiva pag. 3 La Mission Aziendale pag. 4 La Manutenzione Hardware pag. 5 Le Soluzioni Software pag. 6 Il Networking pag. 7 I

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Gara Medir Pubblicazione del bando: Agosto Settembre

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA

SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA SISS IL SISTEMA AL SERVIZIO DELLA SANITÀ AO DESENZANO DEL GARDA Sommario Introduzione Le finalità del progetto CRS-SISS e il ruolo di Regione Lombardia Aspetti tecnico-organizzativi del Progetto Servizi

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

Pianificazione e gestione delle emergenze informatiche in una Azienda Sanitaria: l esperienza dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Pianificazione e gestione delle emergenze informatiche in una Azienda Sanitaria: l esperienza dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Pianificazione e gestione delle emergenze informatiche in una Azienda Sanitaria: l esperienza dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Achille Rizzo Responsabile Area Informatica Gestionale Direzione Sistemi

Dettagli

Attraverso l esperienza ed il continuo aggiornamento, operiamo con competenza e professionalità.

Attraverso l esperienza ed il continuo aggiornamento, operiamo con competenza e professionalità. Attraverso l esperienza ed il continuo aggiornamento, operiamo con competenza e professionalità. LA SOCIETÀ COMPETENZE SERVIZI CONSULENZA E METODOLOGIA APPLICATA ASSISTENZA TECNICA CONNETTIVITÀ E SICUREZZA

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008)

U.O. Sistema Informativo e Automazione. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) COMUNE DI RAVENNA U.O. Sistema Informativo e Automazione Lett. a. Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La Legge Finanziaria 2008

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

ULSS 20 DI VERONA SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE SOCIO SANITARIO PROGETTUALITA

ULSS 20 DI VERONA SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE SOCIO SANITARIO PROGETTUALITA ULSS 20 DI VERONA SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE SOCIO SANITARIO PROGETTUALITA Verona 01.08.2001 CRITERI ORGANIZZATIVI AZIENDALI L Azienda ULSS, sulla base della normativa nazionale e regionale, ha due

Dettagli

la Soluzione di Cloud Computing di

la Soluzione di Cloud Computing di la Soluzione di Cloud Computing di Cos è Ospit@ Virtuale Virtuale L Offerta di Hosting di Impresa Semplice, capace di ospitare tutte le applicazioni di proprietà dei clienti in grado di adattarsi nel tempo

Dettagli

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio Allegato Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia per l ENTE UCL Asta del Serio Contesto Il percorso condotto da Regione Lombardia (RL) per la razionalizzazione dei CED degli ENTI si inserisce

Dettagli

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con

Net@VirtualCloud. Netcube Italia Srl. Il Cloud Computing. In collaborazione con Il Cloud Computing In collaborazione con Cos è Net@VirtualCloud L Offerta Net@VirtualCloud di Netcube Italia, basata su Server Farm certificate* e con sede in Italia, è capace di ospitare tutte le applicazioni

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 ALLEGATO 1.1 1 Premessa L Azienda ha implementato negli anni una rete di comunicazione tra le proprie

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Oggetto: Gara per la realizzazione, gestione e manutenzione full-risk del sistema informativo dell ASP Palermo. Chiarimenti n 7

Oggetto: Gara per la realizzazione, gestione e manutenzione full-risk del sistema informativo dell ASP Palermo. Chiarimenti n 7 Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 DIPARTIMENTO PROVVEDITORATO E TECNICO Oggetto: Gara per la realizzazione, gestione e manutenzione full-risk del sistema informativo

Dettagli

Implementare la desktop virtualization: l esperienza di Servizi Bancari Associati

Implementare la desktop virtualization: l esperienza di Servizi Bancari Associati Implementare la desktop virtualization: l esperienza di Servizi Bancari Associati Carlo Lattanzio, Direttore Generale Servizi Bancari Associati 27 settembre 2011 Servizi Bancari Associati Spa 1 Agenda

Dettagli

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di

Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di Definizione di scenario Regione FVG a statuto speciale 1.185.000 abitanti il 21% > i 65 anni di età Caratterizzata da una delle più alte incidenza di neoplasia i italia (asr-eu 366,6 escluso ca. cute)

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino

La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino La Rete Multimediale dipartimentale: i dati a casa del cittadino Cosa si intende per rete multimediale E una infrastruttura che consente il contemporaneo trasferimento di: Dati alfanumerici Fonia Immagini

Dettagli

ORIGINALE ... PUBBLICATA a norma di legge. 23/04/2013 dal

ORIGINALE ... PUBBLICATA a norma di legge. 23/04/2013 dal REGIONE VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 21 Via Gianella, 1 37045 LEGNAGO(VR) Servizio: Ufficio Informatico ORIGINALE Deliberazione del Direttore Generale TRASMESSA PER ESECUZIONE A: UFFICIO

Dettagli

Risorsa N 003129. Access (Exp. 2 anni) Oracle (Exp. 1 anno) Sql Server (Exp. 1 anno) MySql (Exp. 1 anno) DB2 (Exp. 1 anno)

Risorsa N 003129. Access (Exp. 2 anni) Oracle (Exp. 1 anno) Sql Server (Exp. 1 anno) MySql (Exp. 1 anno) DB2 (Exp. 1 anno) DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1978 Nato e Residente a : Milano Risorsa N 003129 FORMAZIONE E CORSI: Nel 10/2012: Corso IBM SPSS Clementine Nel 06/2008: Corso Business Objects Dal 01/2003 al 07/2003: Corso

Dettagli

Case History: Potenziare l attuale Data Center Di.Tech

Case History: Potenziare l attuale Data Center Di.Tech Elisabetta Rigobello Case History: Potenziare l attuale Data Center Di.Tech Roma, 5 febbraio 2015 SOMMARIO Chi è Di.Tech Il progetto: Obiettivi Infrastruttura di partenza Motivazioni di una scelta Prossimi

Dettagli

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni

Sistemi informativi a supporto della gestione associata dei Comuni CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DELLE FUNZIONI DI ORGANIZZAZIONE GENERALE DELL AMMINISTRAZIONE, GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE E CONTROLLO TRA I COMUNI DI ARQUA POL., FRASSINELLE POL., COSTA DI

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Convegno Annuale AISIS

Convegno Annuale AISIS Convegno Annuale AISIS Abilitare il Workspace in ambito clinico e l esperienza dell Azienda Ospedaliera Carlo Poma Massimiliano Grassi, Marketing Manager, Citrix Systems Italy & Southeastern Europe Franco

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi.

Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi. Via Emanuela Loi 1, 09010 Villaspeciosa (CA) P.IVA 03071740926 - Tel.+39 380 45 42 015 CF: CSCLSN78R17B354H *** @Mail: info@afnetsistemi.it @Pec: info.afnet@pec.it Web: http://www.afnetsistemi.it E-Commerce:

Dettagli

Allegato G): Sistema Informativo-Informatico

Allegato G): Sistema Informativo-Informatico Allegato G): Sistema Informativo-Informatico Impostazione generale La gestione del centro logistico richiede un sistema informativo e informatico capace di gestire il magazzino con elevata produttività,

Dettagli

Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica

Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica Iniziative in atto: L attività istituzionale dell Assessorato e la partecipazione ai progetti e ai tavoli nazionali Le iniziative in atto con le

Dettagli

! "! " #$% & "! "&% &&

! !  #$% & ! &% && ! "! " #$% & "! "&% && '( " )* '+,-$..$ / 0 1 2 ' 3 4" 5 5 &4&6& 27 &+ PROFILO PROFESSIONALE ESPERTO DATABASE E APPLICATIVI Categoria D Gestisce ed amministra le basi dati occupandosi anche della manutenzione

Dettagli

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS)

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) Dovendo procedere alla realizzazione di un progetto di rete locale risulta indispensabile partire dall analisi della situazione

Dettagli

Profilo della Società per la Piccola e Media Impresa (PMI)

Profilo della Società per la Piccola e Media Impresa (PMI) Profilo della Società per la Piccola e Media Impresa (PMI) Chi siamo Il gruppo nasce a Roma capitalizzando le esperienze maturate dai professionisti che ne fanno parte. Le società del gruppo Il Gruppo

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

ID 1546 *** ERRATA CORRIGE

ID 1546 *** ERRATA CORRIGE Oggetto: Gara Europea a procedura aperta per l affidamento della Fornitura di un Sistema RIS-PACS e la sua integrazione nei processi di INAIL. ID 1546 *** ERRATA CORRIGE Con riferimento all allegato 3

Dettagli

UNA SOLUZIONE COMPLETA

UNA SOLUZIONE COMPLETA P! investimento UNA SOLUZIONE COMPLETA La tua azienda spende soldi per l ICT o li investe sull ICT? Lo scopo dell informatica è farci lavorare meglio, in modo più produttivo e veloce, e questo è l obiettivo

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

Corso Creare una rete locale Lezione n. 1

Corso Creare una rete locale Lezione n. 1 Introduzione al Networking Introduzione Al giorno d oggi il Networking non è più un sistema riservato solo alle aziende di enormi dimensioni, ma interessa anche i piccoli uffici, le scuole e le case. Infatti

Dettagli

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1.1 Introduzione Il sistema informatico gestionale, che dovrà essere fornito insieme ai magazzini automatizzati (d ora in avanti Sistema Informatico o semplicemente Sistema),

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014 Oggetto: POR FESR 2007-2013 Linee di attività 1.2.1.a., b. e c. Rimodulazione e incremento della dotazione finanziaria per l attuazione degli interventi relativi alla dematerializzazione della prescrizione

Dettagli

NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI

NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI NEL BUSINESS, ACCANTO A VOI Una nuova azienda che, grazie all'esperienza ventennale delle sue Persone, è in grado di presentare soluzioni operative, funzionali e semplici, oltre ad un'alta qualità del

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA CULTURALI E DEL TURISMO Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario Via Milano, 76-00184 ROMA CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Virtualizzazione. Orazio Battaglia

Virtualizzazione. Orazio Battaglia Virtualizzazione Orazio Battaglia Definizione di virtualizzazione In informatica il termine virtualizzazione si riferisce alla possibilità di astrarre le componenti hardware, cioè fisiche, degli elaboratori

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 UNITA COMPLESSA PER IL SISTEMA INFORMATIVO 127 SOMMARIO Scheda 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO... 2 Scheda 2 MANUTENZIONE

Dettagli

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT Dalla consulenza alla systems integration, alla completa gestione delle soluzioni IT, LUNACOM guida le performance del vostro business. REGOLA NUMERO UNO: COMPRENDERE

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

Analisi di un capitolato di gara: ASL Roma C. Sergio Tedeschi Corso di Sistemi Informativi Prof. Paolo Atzeni A. A. 2007-2008

Analisi di un capitolato di gara: ASL Roma C. Sergio Tedeschi Corso di Sistemi Informativi Prof. Paolo Atzeni A. A. 2007-2008 Analisi di un capitolato di gara: ASL Roma C Sergio Tedeschi Corso di Sistemi Informativi Prof. Paolo Atzeni A. A. 2007-2008 Indice 1. Glossario 2. Premessa 3. Assetto organizzativo 4. Oggetto della gara

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere.

SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA. Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Allegato A SERVIZIO INFORMATICA E TELEMATICA Nel seguito si descrivono le azioni adottate nel 2011 e per il triennio 2012-2014 si propongono quelli a valere. Gestione Infrastruttura Sistema Informativo

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA. Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE.

Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA. Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE. Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE Pagina 1 di 10 INDICE 1. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL GSE...3

Dettagli

L INFORMATION TECHNOLOGY IN UNA TERAPIA INTENSIVA

L INFORMATION TECHNOLOGY IN UNA TERAPIA INTENSIVA Unità di Terapia Intensiva Cardiovascolare Dir. A. Locatelli L INFORMATION TECHNOLOGY IN UNA TERAPIA INTENSIVA QUALI VANTAGGI E QUALI TRAPPOLE NELL USO Dott. Francesco LEMUT La nostra storia 1^ INFORMATIZZAZIONE

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 28 Giugno 2011 La storia Ø Ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e-government Obiettivo Programma

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO

ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO CONDUZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE TECNOLOGICA DEI SISTEMI E DELLE PIATTAFORME CENTRALI E PERIFERICHE INPDAP L area d intervento comprende le seguenti

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

- SIAU - Specifiche di Interfaccia Applicativi Utente

- SIAU - Specifiche di Interfaccia Applicativi Utente SISS - Sistema Informativo Socio Sanitario - SIAU - Specifiche di Interfaccia Applicativi Utente Configurazione del PdL Operatore Codice documento: CRS-ISAU-SIAU#05 Versione: 09 PVCS: 14 Data di emissione:

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE Elisabetta Borello SISTEMA RIS-PACS Il sistema RIS-PACS costituisce, attraverso la sua integrazione

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

ICT in sanità: il percorso del futuro

ICT in sanità: il percorso del futuro ICT in sanità: il percorso del futuro Saronno, 18 Febbraio 2009 L di Busto Arsizio I Presidi ospedalieri di: Busto Arsizio Saronno Tradate Alcuni dati dimensionali 3 Presidi Ospedalieri: Busto Arsizio,

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento biennale di servizi manutenzione hardware e software mediante help desk.

Procedura aperta per l affidamento biennale di servizi manutenzione hardware e software mediante help desk. Procedura aperta per l affidamento biennale di servizi manutenzione hardware e software mediante help desk. Chiarimenti relativi alla fase di presentazione delle domande di partecipazione e delle offerte

Dettagli

Studio di Fattibilità Tecnica

Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI MONASTIER DI TREVISO Provincia di Treviso Tel. 0422/798525 - Fax 0422/791045 e-mail: ragioneria@comune.monastier.tv.it pec: ragioneria.comune.monastier.tv@pecveneto.it Studio di Fattibilità Tecnica

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in materia di e-government e Società dell Informazione nella Regione Puglia. Rete dei Medici di Medicina Generale

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in materia di e-government e Società dell Informazione nella Regione Puglia. Rete dei Medici di Medicina Generale BANDO ACQUISIZIONI Servizi Informatici ALLEGATO 6 Capitolato Tecnico Allegato 6: Capitolato Tecnico Pag. 1 1 INTRODUZIONE... 5 2 DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO...6 3 OGGETTO DELLA FORNITURA... 7 4 LOTTO

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

Elementi del progetto

Elementi del progetto Elementi del progetto Premessa Il CLOUD degli Enti Locali rende disponibile quanto necessario per migrare le infrastrutture informatiche oggi attive nei CED dei singoli Enti: Server in forma di Virtual

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1753 del 03 ottobre 2013 pag. 1

ALLEGATOA alla Dgr n. 1753 del 03 ottobre 2013 pag. 1 ALLEGATOA alla Dgr n. 1753 del 03 ottobre 2013 pag. 1 IL MODELLO Al fine di implementare quanto previsto dal presente provvedimento, per ogni MMG/PLS si rende necessario agire su i seguenti ambiti: 1.

Dettagli

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 SEZIONE A Sistema informativo comunale, rete e sicurezza Nell ambito del sistema informativo, degli applicativi in uso, della rete e del sistema di sicurezza va mantenuta e migliorata l efficienza intervenendo

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Informatica e Database. Roma, 19 Aprile 2011 Feruglio Ruggero

Informatica e Database. Roma, 19 Aprile 2011 Feruglio Ruggero Informatica e Database Roma, 19 Aprile 2011 Feruglio Ruggero In che fase del progetto è opportuno designare l amministratore di sistema ed iniziare la collaborazione? Sistemi informativi Definizione e

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

UNIONE DEI COMUNI. Misure finalizzate al contenimento della spesa (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Area Servizi Interni Servizio Informatica Piazza dei Martiri 1 48022 Lugo (RA) Tel. 0545 38439 Fax 0545 38416 informatica@unione.labassaromagna.it UNIONE DEI COMUNI Misure finalizzate al contenimento della

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

Dotazioni strumentali

Dotazioni strumentali Premessa Dotazioni strumentali L'unione ha realizzato il proprio sistema informativo centrale per la sede di Belgioioso dotandosi delle apparecchiate hardware necessarie: - Server Windows2008 con alimentatore

Dettagli

Descrizione generale del sistema SGRI

Descrizione generale del sistema SGRI NEATEC S.P.A. Il sistema è un sito WEB intranet realizzato per rappresentare logicamente e fisicamente, in forma grafica e testuale, le informazioni e le infrastrutture attive e passive che compongono

Dettagli

System Integrator Networking & Communication

System Integrator Networking & Communication Servizi Assistenza - Consulenza Informatica La società Centro Multimediale nasce nel 2005 per offrire servizi ed assistenza in materia informatica. L'esperienza maturata negli anni ha permesso al personale

Dettagli

RISPOSTA ALLE RICHIESTE DI CHIARIMENTI RELATIVAMENTE ALLA GARA PER L ACQUISIZIONE DI DUE SISTEMI DI STORAGE, CIG. N. 0728535618

RISPOSTA ALLE RICHIESTE DI CHIARIMENTI RELATIVAMENTE ALLA GARA PER L ACQUISIZIONE DI DUE SISTEMI DI STORAGE, CIG. N. 0728535618 RISPOSTA ALLE RICHIESTE DI CHIARIMENTI RELATIVAMENTE ALLA GARA PER L ACQUISIZIONE DI DUE SISTEMI DI STORAGE, CIG. N. 0728535618 1. DOMANDA: Con riferimento a quanto riportato alla pag. 20 dell ALLEGATO

Dettagli