Regione Autonoma della Sardegna. Azienda Sanitaria Locale di Sassari CAPITOLATO TECNICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Autonoma della Sardegna. Azienda Sanitaria Locale di Sassari CAPITOLATO TECNICO"

Transcript

1 Pag.1 Regione Autonoma della Sardegna Azienda Sanitaria Locale di Sassari CAPITOLATO TECNICO Servizio di manutenzione in outsourcing del sistema informatico, telefonico e di registrazione nell ambito del sistema Urgenza ed Emergenza sanitaria 118 facente capo alla Centrale Operativa di Sassari CIG n A1 ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.1 di 7

2 Pag.2 1 DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI DELLA C.O. 118 DI SASSARI...3 A) SISTEMA TELEFONICO...3 B) SISTEMA INFORMATICO...3 C) SISTEMA DI REGISTRAZIONE...3 D) SISTEMA RADIO SERVIZI DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE Help Desk Assistenza Tecnica on-site Manutenzione del Sistema di Fonia Manutenzione dei Sistemi Informatico e di Registrazione Procedura di Escalation Esclusioni Penali...7 ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.2 di 7

3 Pag.3 1 Descrizione degli impianti della C.O. 118 di Sassari La Centrale Operativa è autonoma e corredata di vari sistemi fra cui quelli indicati ai successivi punti (1, 2, 3, 4) che gli consentono la completa gestione degli eventi di emergenza sul territorio di propria competenza. a) Sistema Telefonico Il sistema telefonico è costituito da un PABX Hipath 4500 Siemens collegato alla rete Pubblica mediante due Accessi Primari ISDN in configurazione Utente Protetto, ciascuno con dodici canali entranti e tre uscenti, e tre accessi base ISDN come linee di ulteriore trabocco/emergenza. Su tali accessi viene veicolato il traffico delle chiamate di assistenza alla numerazione 118 mediante transcodifica eseguita dalla rete di Telecom Italia. Al PABX sono inoltre attestate N 3 linee ISDN inserite nel Circuito CUG che consentono l espletamento delle chiamate da/verso le postazioni di soccorso; I collegamenti diretti fonici verso le sale operative delle istituzioni direttamente interconnesse (112, 113, 115, Prefettura, C.O.118 Cagliari); Alcune linee analogiche di servizio utilizzate a scopi amministrativi. Il sistema telefonico è integrato con il sistema informatico tramite link CTI e ciò consente agli operatori di Centrale la gestione delle chiamate telefoniche direttamente da terminale informatico. Il numero di posti operatore telefonici attestati alla macchina è pari a cinque. Il Sistema Telefonico è alimentato elettricamente in continuità mediante gruppo dedicato. b) Sistema Informatico Il sistema informatico è realizzato mediante piattaforma ADES di Beta 80 e supporta gli operatori di centrale nel governo degli eventi di emergenza rendendo disponibili numerose funzionalità quali schede di intervento con compilazione assistita, disponibilità dei mezzi di soccorso e dei presidi sanitari, sistema cartografico, integrazione con il sistema telefonico, radio e di registrazione, integrazione con i pronto soccorso, etc. Il software di piattaforma è installato su server corredati di adeguate licenze di sistema operativo di base, database, etc. Il DB è ospitato su n 2 server indi pendenti in cui è installato un sistema di allineamento automatico. Il sistema informativo è composto da n 5 postazion i operatore, ciascuna dotata di 3 monitor da 21, n 2 maxischermi da 46 (di cui uno utilizzato per il sistema di videoconferenza), dagli apparati di networking costituiti da n 2 switch Cisco 2960, dai Pc dedica ti all espletamento delle attività amministrative. Del sistema informatico fanno parte: Il server CTI che consente l interfacciamento e la gestione informatizzata del sistema telefonico e degli interni telefonici delle postazioni operatore; I server necessari alla gestione dei messaggi di stato FFSK e di interfacciamento con il sistema radio; Il server di interfacciamento con il sistema di registrazione; Il sistema di videoconferenza; La postazione operatore remotizzata, installata a bordo del mezzo UNIMAX. Il Sistema Informatico è alimentato elettricamente in continuità mediante gruppo dedicato. c) Sistema di Registrazione Il sistema di registrazione appartiene al modello CyberTechPRO del produttore e distributore RES (Recording Enterprise Solutions), configurato in modalità Total Recording. È costituito da un logger chassis dedicato, processori Intel e sistema operativo Windows 2003 Server. Utilizza avanzate tecniche di acquisizione, compressione e cifratura dei dati audio, tali da garantire alte performance di record e replay simultaneo, alta capacità del buffer on-line ed elevata sicurezza dei dati archiviati. Caratteristiche del logger: ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.3 di 7

4 Pag.4 Caratteristica Valore Sistema Operativo MS Windows 2003 Server UK version CPU Processore QuadCore 2.4 GHz RAM 4Gb HDD 140 GB RAID 1 Capacità HDD (compressione GSM) Da un minimo di18.000h/tot. Buffer on line consultabile Archiviazione di lungo termine Su supporti removibili di vario tipo o su storage di rete Connettività telefonica/radio/ip Varie lato AU e lato PSTN, max 144 canali Network Schede 10/100/1000 autosense (1x LAN, 2x SPAN VoIP) Alimentazione 220 Vac, 8, unità hot swap ridondata Controllo Remoto Telediagnosi Installazione Standard rack 19 La configurazione installata è la seguente: n 2 schede Half ISDN per la registrazione dei flu ssi urbani 15 canali a 120 ohm; n 1 scheda da 8 canali per au digitali relativi a i posti operatore; n 1 scheda a 16 canali digitali (8 BRA ISDN) n 1 scheda da 24 canali analogici per utenze vari e (circuiti diretti, sistema radio, telefoni analogici di servizio; n 1 licenza R-API per interagire sugli 8 canali d igitali dedicati ai posti operatore con i comandi di marcatura dati applicativi, ricerca, recupero e riascolto delle registrazioni, dell applicativo 118. d) Sistema Radio La copertura radioelettrica del territorio viene garantita mediante un sistema radio dedicato monocanale in tecnologia isofrequenziale sincrona della famiglia ECOS CST del costruttore Selex Communications. Tale rete è costituita da n 1 centrale operativa, n 1 stazione master principale, n 3 stazioni master se condarie, n 11 stazioni satellite. I mezzi e gli equipaggi operanti sul territorio di competenza della Centrale Operativa 118 di Sassari hanno una dotazione di circa 200 terminali radio veicolari (modello EMC WARD-U450 o EMC Lander DMR U450) e circa 200 terminali radio portatili (modello Prod-EL P7/96 o Motorola DP3601); i terminali sono configurati per l invio di messaggi FFSK contenenti messaggi di stato precodificati e coordinate GPS. In C.O. è presente un unità di centralizzazione fonia e dati (CFD) che consente la gestione del traffico radio (voce/dati) sul canale UHF, gestisce le postazioni operatore fonia radio, rende disponibile la connessione verso il sistema di registrazione e consente lo scambio dei dati, con il sistema informatico, per l invio e la ricezione dei messaggi digitali FFSK. L unità CFD è equipaggiata per gestire 2 ricetrasmettitori (espandibile ad 8), 5 posti operatore (espandibile ad 8), 2 linee verso il registratore (espandibile ad 8). La gestione di tutti i dati di telecontrollo è demandata al terminale informatico che si interfaccia con i moduli di telecontrollo presenti in Centrale Operativa. Il sistema è in grado di controllare i parametri più significativi di ogni singolo ripetitore e rilevare eventuali anomalie presenti, trasmettendo l informazione alla Centrale sia in modo spontaneo che su interrogazione. Sulla consolle di gestione della Centrale viene raffigurato, in chiaro, lo stato completo dei vari ripetitori ed è inoltre possibile inviare dei comandi che modifichino la funzionalità dell apparato. Tutti i comandi effettuati vengono raffigurati sul monitor di Centrale e tramite le informazioni acquisite si possono così richiedere interventi manutentori mirati e tempestivi, garantendo un elevato grado di servizio. Il Sistema Radio in Centrale Operativa è alimentato elettricamente in continuità mediante gruppo dedicato. (la manutenzione del Sistema Radio non fa parte del presente capitolato) ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.4 di 7

5 Pag.5 2 Servizi di assistenza e manutenzione L assistenza tecnica e manutenzione dovrà essere erogata mediante la disponibilità di una struttura di Help Desk, con personale dedicato, che effettuerà l accettazione dei guasti, ove tecnicamente possibile il primo intervento da remoto, il dispacciamento verso le strutture di assistenza tecnica on site. Di seguito viene descritta l organizzazione da adottare per l esperimento del servizio e le caratteristiche richieste. 3 Help Desk Il servizio di help desk deve fornire all amministrazione un unico punto di contatto in grado di risolvere tutte le problematiche relative alla gestione degli elementi oggetto del contratto. Il canale attraverso il quale l amministrazione potrà raggiungere l Help Desk è quello telefonico. Tale presidio di Help Desk dovrà essere operativo nella finestra temporale H giorni all anno e, a fronte delle richieste di intervento, dovrà occuparsi della gestione del guasto, di interessare le competenti strutture di assistenza tecnica e di supporto, di monitorare l andamento del guasto, di verificarne l espletamento. Il personale di Front End dovrà assolvere sia al Servizio di Call Center, sia a quello di Help Desk di 1 livello, in quanto deve possedere gli skill e gli strumenti adeguati per: Ricezione della chiamata telefonica; Apertura ticket di guasto e presa in carico del problema; Supporto telefonico; Accettazione del ticket di guasto e presa in carico del problema, eventuale risoluzione da remoto dell inconveniente; Dispacciamento verso gli specialisti o l assistenza on site; Comunicazione all utente, entro la prima ora dalla segnalazione, dello stato della segnalazione medesima e della stima dei tempi necessari alla risoluzione dell inconveniente; gestione del processo di escalation interno, ove necessario; chiusura del ticket previa accettazione dell utente misurazione dei livelli di servizio e relativa predisposizione della reportistica necessaria alla documentazione della qualità del servizio in base agli SLA contrattualizzati. Supporto di II livello L Help Desk quando necessario si avvarrà di strutture specialistiche di supporto di II livello che si dovranno occupare dell approfondimento della diagnosi e del supporto al personale di I livello nei casi di particolare complessità ed in tutte le situazioni in cui il personale di Front End ne rilevi l esigenza. Qualora se ne verificasse la necessità gli specialisti dovranno fornire supporto al personale on-site o intervenire da remoto sull impianto. 4 Assistenza Tecnica on-site Ruolo dell assistenza on-site è quello di effettuare gli interventi di manutenzione sui diversi sistemi che concorrono alla erogazione del servizio da parte della Centrale Operativa 118, finalizzati alla eliminazione dei malfunzionamenti sia hardware che software ed al ripristino del corretto funzionamento. Ultimato l intervento, che deve prevedere anche il collaudo del sistema in tutte le sue funzionalità per verificare che sia anche eliminata la causa del guasto, il tecnico dovrà completare la compilazione del rapporto d intervento e comunicare al presidio di Help Desk i dati necessari per la proposta di chiusura del ticket di guasto. 5 Manutenzione del Sistema di Fonia Per le apparecchiature costituenti il sistema telefonico della Centrale Operativa 118, i servizi di manutenzione ed assistenza tecnica dovranno includere: Interventi di manutenzione preventiva e programmata, da eseguirsi con cadenza almeno mensile, mirati a verificare lo stato di funzionamento dei sistemi ed a riallineare i parametri funzionali ai valori ottimali. ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.5 di 7

6 Pag.6 interventi di manutenzione correttiva per guasti hardware e software da esperirsi coerentemente ai seguenti livelli di servizio. Guasti bloccanti Guasto non bloccanti Tempo di intervento Entro 2 ore solari Entro le 4 ore solari Tempo di ripristino Entro le 4 ore solari Entro le 12 ore solari Per guasto bloccante si intende un guasto che implica il fuori servizio totale delle comunicazioni in ingresso o in uscita dal centralino o il fuori servizio contemporaneo di più del 50 % dei posti operatore fonia dedicati alla gestione dell emergenza sanitaria. Il tempo di ripristino indicato per i guasti bloccanti è riferito al ristabilimento anche parziale del servizio telefonico ovvero alla gestione del guasto bloccante fino al declassamento in guasto non bloccante. Per guasto non bloccante si intendono quindi tutte le altre tipologie di guasto/malfunzionamento che non inficiano totalmente le funzionalità del sistema o che non interessano più del 50 % dei posti operatore fonia dedicati alla gestione dell emergenza sanitaria. Gli interventi di manutenzione potranno essere eseguiti da remoto o direttamente on site, dipendentemente dalla loro natura. Al proposito potranno essere concordate con il responsabile della Centrale Operativa 118 le modalità per l accesso, il costo di una eventuale infrastruttura di collegamento per gli interventi da remoto dovrà essere inclusa nell offerta di manutenzione. Manutenzione preventiva e verifica componenti soggetti a usura e consumo (es. batterie tampone, cadenza semestrale) e segnalazione all Amministrazione degli interventi correttivi necessari. 6 Manutenzione dei Sistemi Informatico e di Registrazione Per le apparecchiature/applicativi costituenti il sistema informatico della Centrale Operativa 118, i servizi di manutenzione ed assistenza tecnica dovranno includere: Interventi di manutenzione preventiva e programmata, da eseguirsi con cadenza almeno mensile, mirati a verificare lo stato di funzionamento dei sistemi ed a riallineare i parametri funzionali ai valori ottimali; Interventi di manutenzione correttiva per guasti hardware e software da esperirsi coerentemente con i seguenti livelli di servizio: Guasti bloccanti Guasto non bloccanti Tempo di intervento Entro 2 ore solari Entro le 4 ore solari Tempo di ripristino Entro le 6 ore solari Entro le 12 ore solari Aggiornamento periodico della base dati cartografica. Rientrano in tali interventi le variazioni della base dati cartografica esistente (aggiunta di vie, correzioni etc.) orientati al mantenimento della situazione topografica reale. Manutenzione evolutiva del software applicativo aventi lo scopo di implementare evoluzioni del prodotto per adeguarsi alla variazione della legislazione vigente e/o estensioni di funzionalità rilasciate autonomamente dal produttore del software. Gli interventi manutentivi in seguito a guasti potranno essere eseguiti da remoto o direttamente on site a seconda dalla loro natura. Resta comunque inteso che gli interventi di manutenzione preventivaprogrammata dovranno essere eseguiti esclusivamente on site. Deve essere inclusa la verifica sistematica della sincronizzazione dei segnali orari delle singole apparecchiature e gli interventi per la soluzione di eventuali anomalie. ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.6 di 7

7 7 Procedura di Escalation Per la gestione dei guasti di particolare rilevanza, per durata e/o impatto prodotto dovrà essere fornita una procedura di Escalation, contenente i riferimenti diretti dei responsabili dei vari livelli di Assistenza. 8 Esclusioni Pag.7 Il servizio di manutenzione richiesto non include la parte di alimentazione elettrica ed ambientale della Centrale Operativa 118 e specificatamente quadri/prese elettriche, illuminazione, condizionatori, gruppi elettrogeni. Esclusioni specifiche: eventi meteorologici particolari, fulminazioni, allagamenti, terremoti. Dolo, atti vandalici, manomissioni, uso improprio. Interferenze elettromagnetiche (se provenienti da altri impianti) Interventi di trasferimento di installazione delle apparecchiature Modifiche del cablaggio o dell ambiente Mera fornitura di materiale di consumo (batterie, etc.) gli interventi per la eventuale sostituzione di tali materiali si intendono inclusi nel contratto di manutenzione; Ampliamenti o altre modifiche alle installazioni o al sistema; Documentazione diversa dai rapporti di servizio 9 Penali Le penali sono applicabili per mancato rispetto delle condizioni di erogazione dei servizi previste nell allegato capitolato tecnico. Tali condizioni possono riferirsi a ritardo nello svolgimento delle attività e/o al mancato raggiungimento degli obiettivi di qualità. Per mancato rispetto delle condizioni si intende quello non giustificato e non sanato con sospensioni o proroghe accordate dall Amministrazione ed esclusivamente imputabile a cause dovute alla ditta affidataria del servizio o da essa provocate. Le penali applicate saranno scalabili dalle fatture emesse. Le modalità di applicazione delle penali ed i relativi importi sono di seguito riferiti: 1. guasti bloccanti: per ogni ora o frazione di ora di ritardo rispetto ai tempi di intervento e di ripristino di cui al paragrafo 2 c); 2 d) dell allegato Tecnico è stabilita una penale di guasti non bloccanti: per ogni ora o frazione di ora di ritardo rispetto ai tempi di intervento e di ripristino di cui al paragrafo 2 c); 2 d) dell allegato Tecnico è stabilita una penale di il mancato rispetto degli indicatori di cui al paragrafo 2 c); 2 d) sia per i guasti bloccanti che per quelli non bloccanti, su base trimestrale, provocherà l applicazione delle penali secondo la seguente tabella: PARAMETRO SLA TARGET PENALE Tempi di intervento e di ripristino 99,5% 1% di -Importo relativo al servizio- per ogni 0,5% di scostamento in diminuzione I massimali applicabili sono definiti secondo le disposizioni normative vigenti. ASL 1 Sassari - Tutti i diritti riservati pag.7 di 7

Università degli Studi della Basilicata

Università degli Studi della Basilicata Università degli Studi della Basilicata SERVIZIO DI ASSISTENZA MANUTENTIVA E GESTIONE TECNICA E SISTEMISTICA DEI SISTEMI COSTITUENTI LA RETE DI TELEFONIA DELL'UNIVERSITA' CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1. STUDIO CASTAGNO Progettazione e consulenza

12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1. STUDIO CASTAGNO Progettazione e consulenza CRONOPROGRAMMA 12_001_PE_Tav10_Cronoprogramma_Rev01.doc Tavola 10.Rev01 Pagina 1/1 COMUNE DI VALENZA (AL) FORNITURA E POSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA NELLE FRAZIONI MONTE VALENZA E VILLABELLA

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CABLAGGIO STRUTTURATO E ATTIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI L ORIENTALE

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CABLAGGIO STRUTTURATO E ATTIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI L ORIENTALE PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DELLA FORNITURA DI CABLAGGIO STRUTTURATO E ATTIVO PER L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI L ORIENTALE AGGIORNAMENTO QUESITI DI CARATTERE TECNICO D1-. si chiede se sia possibile

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

DIVISIONE COMUNICAZIONI DI TECHBOARD

DIVISIONE COMUNICAZIONI DI TECHBOARD 1 DIVISIONE COMUNICAZIONI DI TECHBOARD, COMUNICAZIONI ALTERNATIVE, la neo nata DIVISIONE TELECOMUNICAZIONI di TECHBOARD opera nel campo delle telecomunicazioni professionali da oltre 30 anni. Il core business

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Sistema Informativo della Città dei Saperi. Piattaforma di gestione dell informazione turistica, informazione interattiva

Dettagli

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A.

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A. Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 pag. 1 di 12 Revisione Data Motivo Revisione Redatto da Approvato da 1.0 03/10/2009 Emissione Andrea

Dettagli

LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI

LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI Allegato 7 alla lettera d invito Allegato E al Contratto Quadro Allegato E al Contratto Esecutivo LIVELLI DI SERVIZIO E PENALI GARA A PROCEDURA RISTRETTA N. 1/2009 PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE

Dettagli

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA. VII Reparto - Ufficio Telematica Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA. VII Reparto - Ufficio Telematica Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA VII Reparto - Ufficio Telematica Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO PER L AMMODERNAMENTO DEL SISTEMA DI COMUNICAZIONE del: - COMANDO GENERALE DELLA

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UNA RETE RADIO ISOFREQUENZIALE SINCRONA IN TECNOLOGIA D.M.R. PER I COLLEGAMENTI OPERATIVI DEL COMANDO PROVINCIALE DI SONDRIO

REALIZZAZIONE DI UNA RETE RADIO ISOFREQUENZIALE SINCRONA IN TECNOLOGIA D.M.R. PER I COLLEGAMENTI OPERATIVI DEL COMANDO PROVINCIALE DI SONDRIO COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA VII Reparto - Ufficio Telematica - Servizio Telecomunicazioni REALIZZAZIONE DI UNA RETE RADIO ISOFREQUENZIALE SINCRONA IN TECNOLOGIA D.M.R. PER I COLLEGAMENTI

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

Sistema integrato di comunicazione

Sistema integrato di comunicazione Sistema integrato di comunicazione INNOVAZIONE E TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL MERCATO 1 CHE COSA E SMART 4 Basic? Il sistema di comunicazione SMART 4 Basic consente di usufruire in maniera distribuita dei

Dettagli

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 ALLEGATO GMR - PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1)

ELABORATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ALLEGATO 1) COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia Via Livorno, 4-30034 Mira (Ve) - Tel. 041/56.28.362 - Fax 041/42.47.77 Indirizzo Internet: www.comune.mira.ve.it - PEC: comune.mira.ve@pecveneto.it Settore Servizi al

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

PROVINCIA DI PESCARA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE.

PROVINCIA DI PESCARA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. CITTA' DI SPOLTORE PROVINCIA DI PESCARA SEGRETERIA GENERALE Registro Generale delle Determinazioni N. 995 del 10/10/2013 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

Project Automation S.p.a.

Project Automation S.p.a. PROJECT AUTOMATION S.P.A. 1. PROFILO DELLA SOCIETÀ è la denominazione assunta nel 1999 da Philips Automation S.p.a., a sua volta costituita nel 1987 rilevando dalla Divisione Industrial & ElectroAcustic

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Consorzio di Polizia Locale Valle Agno Corso Italia n.63/d 36078 Valdagno Vicenza

Consorzio di Polizia Locale Valle Agno Corso Italia n.63/d 36078 Valdagno Vicenza Committente : Consorzio di Polizia Locale Valle Agno Corso Italia n.63/d 36078 Valdagno Vicenza Titolo : Manutenzione e Formazione Descrizione : Implementazione del numero delle postazioni dei sistemi

Dettagli

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA HARDWARE E

Dettagli

Contratto di manutenzione delle infrastrutture radio installate presso sedi di via Patriarcato, via Liruti e via Prefettura

Contratto di manutenzione delle infrastrutture radio installate presso sedi di via Patriarcato, via Liruti e via Prefettura Contratto di manutenzione delle infrastrutture radio installate presso sedi di via Patriarcato, via Liruti e via Prefettura Viale Robert Schumann, 3 33100 UDINE Tel. 0432-522444 Fax 0432-523632 P.I. 00631240306

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO . IntrodDescrizione del Servizio a) Procedura di accreditamento Il Centro Servizi (CS) che richiede l accreditamento per la fornitura dell accesso fisico al Sistema

Dettagli

Servizio di estensione della garanzia rete radiomobile DAPNet.

Servizio di estensione della garanzia rete radiomobile DAPNet. MOD. 401255 DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIO Dzn@one Generale delle Bisorse Materìali, di Beni e dei Sem'@ Ulh 111 - Se@mc 111- Tclcmmunica~oni c Attn~atun di Sirunp Lop LDaga n. 2-00164 Roma- tel 06/66591461-

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Contratto di manutenzione centrali telefoniche Alcatel installate presso i CPI di Cervignano, Latisana e Cividale

Contratto di manutenzione centrali telefoniche Alcatel installate presso i CPI di Cervignano, Latisana e Cividale Contratto di manutenzione centrali telefoniche Alcatel installate presso i CPI di Cervignano, Latisana e Cividale Viale Robert Schumann, 3 33100 UDINE Tel. 0432-522444 Fax 0432-523632 P.I. 00631240306

Dettagli

Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA. Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE.

Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA. Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE. Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE Pagina 1 di 10 INDICE 1. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL GSE...3

Dettagli

Gara a procedura aperta per la fornitura di servizi di gestione e manutenzione dei sistemi IP e PDL per le Pubbliche Amministrazioni ID 1657

Gara a procedura aperta per la fornitura di servizi di gestione e manutenzione dei sistemi IP e PDL per le Pubbliche Amministrazioni ID 1657 Gara a procedura aperta per la fornitura di servizi di gestione e manutenzione dei sistemi IP e PDL per le Pubbliche Amministrazioni ID 1657 I chiarimenti sono visibili sui siti: www.mef.gov.it; www.consip.it;

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale INNOVARE: COSA? L IDEA Ovunque nel mondo si assiste ad un aumento della densità del traffico veicolare. Il fenomeno porta con sé un enorme

Dettagli

Centralino telefonico Samsung Officeserv 7030

Centralino telefonico Samsung Officeserv 7030 Centralino telefonico Samsung Officeserv 7030 Modularità Il design del sistema OfficeServ 7030 è basato su un unico Cabinet espandibile a due. Equipaggiamento OfficeServ 7030 introduce una soluzione All-in-One

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli

La guida completa ai servizi EDSlan

La guida completa ai servizi EDSlan La guida completa ai servizi EDSlan DIETRO AI GRANDI CAMPIONI C È SEMPRE UNA GRANDE SQUADRA Un team di professionisti che continua a registrare il miglior tempo, meccanici del business che insieme forniscono

Dettagli

Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile CENTRO FUNZIONALE PER LA METEOROLOGIA, L IDROLOGIA E LA SISMOLOGIA

Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile CENTRO FUNZIONALE PER LA METEOROLOGIA, L IDROLOGIA E LA SISMOLOGIA REGIONE MARCHE Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile Sistema R.I.T.E. CENTRO FUNZIONALE PER LA METEOROLOGIA, L IDROLOGIA E LA SISMOLOGIA Capitolato d oneri Allegato

Dettagli

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO

ALLEGATO 1B. Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 1B Sistema automatico per la riduzione delle liste d attesa al CUP DISCIPLINARE TECNICO Indice 1.1 Definizioni, Abbreviazioni, Convenzioni...3 1.2 Scopo del Documento...3 2 Requisiti e Richieste...3

Dettagli

64465705DA ART. 990929, 1 - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE.

64465705DA ART. 990929, 1 - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. RDO990929 Specifiche prestazionali e lettera di invito a gara informale per l'affidamento, mediante RDO Numero 990929, della fornitura, installazione e servizi di configurazione software Oracle Database

Dettagli

Sistema integrato di comunicazione broadband

Sistema integrato di comunicazione broadband Sistema integrato di comunicazione broadband INNOVAZIONE E TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL MERCATO 1 CHE COSA E SMART 4 PERFORMANCE? Il sistema di comunicazione broadband SMART 4 PERFORMANCE offre soluzioni

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO PROVINCIA DI VARESE LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA PER FINALITA DI SICUREZZA URBANA Elaborato 4 Redatto da PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO PIANO DI MANUTENZIONE E FORMAZIONE Rev.

Dettagli

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo

1.1 - Crittografia sulla infrastruttura trasmissiva tra le stazioni remote Rilheva il centro di telecontrollo SISTEMA DI TELECONTROLLO RILHEVA GPRS (CARATTERISTICHE DEL VETTORE GPRS E SICUREZZE ADOTTATE) Abstract: Sicurezza del Sistema di Telecontrollo Rilheva Xeo4 ha progettato e sviluppato il sistema di telecontrollo

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Provincia di Padova SISTEMI INFORMATIVI, PROT.CIVILE E PUBBL. ISTRUZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 2245/2015 Determina n. 1860 del 20/11/2015 Oggetto: DETERMINA A CONTRARRE PER L'AFFIDAMENTO

Dettagli

AREA PROFESSIONALE TECNICO DI RETI INFORMATICHE ANALISTA PROGRAMMATORE. pag. 1

AREA PROFESSIONALE TECNICO DI RETI INFORMATICHE ANALISTA PROGRAMMATORE. pag. 1 Regione Siciliana Assessorato regionale al Lavoro Previdenza Sociale, Formazione Professionale ed Emigrazione REPERTORIO REGIONALE DEI PROFILI PROFESSIONALI E FORMATIVI AREA PROFESSIONALE SVILUPPO E GESTIONE

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

Centralino Telefonico Samsung OfficeServ 7030

Centralino Telefonico Samsung OfficeServ 7030 Centralino Telefonico Samsung OfficeServ 7030 Il centralino telefonico OfficeServ 7030 pur provvisto di un ampio insieme di funzionalità vuole coprire principalmente le esigenze delle piccole realtà aziendali.

Dettagli

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER GENERALITA Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER L Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC) per far fronte alle diverse ed aumentate necessità derivanti dal nuovo quadro normativo per

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati

COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati di sequenziamento Premessa Il presente Capitolato definisce

Dettagli

COMPUTERASSIST. GESTIONE MESSAGGI ALLERTAMENTO GESTIONE NOTIFICA REPERIBILI 24h/24h INVIO FAX A LISTE DI DISTRIBUZIONE

COMPUTERASSIST. GESTIONE MESSAGGI ALLERTAMENTO GESTIONE NOTIFICA REPERIBILI 24h/24h INVIO FAX A LISTE DI DISTRIBUZIONE GESTIONE MESSAGGI ALLERTAMENTO GESTIONE NOTIFICA REPERIBILI 24h/24h INVIO FAX A LISTE DI DISTRIBUZIONE PER LE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE L evoluzione e il coinvolgimento sempre più importante delle

Dettagli

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 1.Descrizione della Soluzione La soluzione per la audio/videoconferenza EW2 proposta da Gruppo SIGLA consente di comunicare e collaborare a distanza, senza muoversi

Dettagli

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa Application Monitoring Broadband Report Analysis Le necessità tipiche del servizio di telefonia Maggiore sicurezza

Dettagli

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio

Remote Service Solution. Descrizione del Servizio Remote Service Solution Descrizione del Servizio Redattore: Alberto Redi Luogo e Data Lugano, 25 Novembre 2008 Status: Finale All attenzione di: Protocollo: Security Lab Sagl ViaGreina 2 - CH 6900 Lugano

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Acquisizione di n. 1 Server Proxy SIP Open Voice

CAPITOLATO TECNICO Acquisizione di n. 1 Server Proxy SIP Open Voice CAPITOLATO TECNICO Acquisizione di n. 1 Server Proxy SIP Open Voice 1. OGGETTO DELL APPALTO L Università degli Studi di Firenze ha un Sistema di Fonia costituito da 12 diverse centrali VoIP che utilizzano

Dettagli

Utilizzare 4CBOX come centralino significa avere un sistema all inclusive oltre a

Utilizzare 4CBOX come centralino significa avere un sistema all inclusive oltre a Utilizzare 4CBOX come centralino significa avere un sistema all inclusive oltre a IVR risponditore, VoiceMail e gestione delle code operatore. Utilizzare oltre alle tradizionali linee telefoniche, anche

Dettagli

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA VII Reparto - Ufficio Telematica - Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO

COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA VII Reparto - Ufficio Telematica - Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO COMANDO GENERALE DELLA GUARDIA DI FINANZA VII Reparto - Ufficio Telematica - Servizio Telecomunicazioni CAPITOLATO TECNICO ACQUISIZIONE DI SISTEMI PER IL MONITORAGGIO DELLA RETE CELLULARE IN STANDARD UMTS/GSM

Dettagli

HELP DESK STARTER KIT

HELP DESK STARTER KIT HELP DESK STARTER KIT Centralino VoIP Risponditore automatico (IVR) Gestione servizi Gruppi operatori Barra telefonica Team Leader Statistiche Apertura scheda cliente Gestione ticket Evolvi Livecare Support

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA

SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA s.d.i. automazione industriale ha realizzato i sistemi di telecontrollo e automazione della rete di

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PROGETTO ESECUTIVO PROVINCIA DI AREZZO Piano Regionale Agricolo Forestale (PRAF 2012/2015) - Fondi 2015- Misura A.2.11 azione a Realizzazione di interventi finalizzati alla valorizzazione delle risorse superficiali ed al

Dettagli

FORNITURA SERVIZIO DI TELEFONIA FISSA VOCE

FORNITURA SERVIZIO DI TELEFONIA FISSA VOCE FORNITURA SERVIZIO DI TELEFONIA FISSA VOCE CAPITOLATO TECNICO Il presente Capitolato Tecnico si riferisce a: Premessa fornitura ed installazione delle apparecchiature, dei materiali, dei lavori accessori

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009

PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO PROGRAMMA OPERATIVO PER L ANNO 2009 UNITA COMPLESSA PER IL SISTEMA INFORMATIVO 127 SOMMARIO Scheda 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO... 2 Scheda 2 MANUTENZIONE

Dettagli

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL

CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA TECNICA E MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE PER IL PERIODO 2016-2017 PER L ICRCPAL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA CULTURALI E DEL TURISMO Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario Via Milano, 76-00184 ROMA CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Capitolato per la fornitura in opera di apparati di misura di rete Fluke Networks con relativi servizi di assistenza e supporto tecnico in garanzia

Capitolato per la fornitura in opera di apparati di misura di rete Fluke Networks con relativi servizi di assistenza e supporto tecnico in garanzia AREA ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E SISTEMI INFORMATIVI FUNZIONE TECNOLOGIE INFORMATICHE E TELECOMUNICAZIONI AREA ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E SISTEMI INFORMATIVI Capitolato per la fornitura in opera di

Dettagli

SERVIZI DI COMUNICAZIONE ITC CONTACT

SERVIZI DI COMUNICAZIONE ITC CONTACT ALLEGATI A - B ALLEGATO A SERVIZI DI COMUNICAZIONE ITC CONTACT Enterprise Contact ha intercettato la difficoltà dei Comuni nel comunicare con le grandi realtà territoriali, in specie nei in casi straordinari

Dettagli

PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA

PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA Allegato alla deliberazione del C.d.O n. 69/2014 del 5.8.2014 PROPOSTA TECNICO-ECONOMICA PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI GESTIONE DEI SERVER PER IL COMUN GENERAL DE FASCIA E IL COMUNE DI MOENA 1. Oggetto

Dettagli

Si S curezza a sw w net il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione

Si S curezza a sw w net il c orr r e r tto design del t uo s istema i nform r atico una soluzione Sicurezza asw net il corretto design del tuo sistema informatico una soluzione Sicurezza asw net un programma completo di intervento come si giunge alla definizione di un programma di intervento? l evoluzione

Dettagli

Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali

Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali ROMA CAPITALE Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali Procedura Aperta Lotto n. 1 gestione, manutenzione, supporto e sviluppo tecnologico delle infrastrutture

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

VoiP. oltre la fonia. e la VOCE è in RETE. IP communications system. Asterisk based. SISTEMA NORD srl Capitale Sociale. 98.800,00

VoiP. oltre la fonia. e la VOCE è in RETE. IP communications system. Asterisk based. SISTEMA NORD srl Capitale Sociale. 98.800,00 VoiP e la VOCE è in RETE * IpCS oltre la fonia Asterisk based SISTEMA NORD srl Capitale Sociale. 98.800,00 Via Icaro, 9 / 11 61100 Pesaro Reg.Impr. Pesaro Urbino n 7077 Trib.di Pesaro Tel. 0721/23604 r.a.

Dettagli

COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE PIANO DI MANUTENZIONE

COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE PIANO DI MANUTENZIONE COMUNE di MONTEVECCHIA (Lc) LAVORI DI AMPLIAMENTO DELL IMPIANTO TVCC E REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI RICONOSCIMENTO TARGHE PIANO DI MANUTENZIONE 15 giugno 2015 Pagina 1 di 8 1) OGGETTO DEL PIANO DI MANUTENZIONE

Dettagli

Quesiti del giorno 6 ottobre 2015

Quesiti del giorno 6 ottobre 2015 Quesiti del giorno 6 ottobre 2015 Quesito n.1 DOMANDA:A pagina 3 del Capitolato Tecnico Allegato B al bando di gara. In merito alla sottolineatura relativa al fatto che le ditte concorrenti dovranno proporre

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Comune di Empoli Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Offerta /P/2014 Vers. 1.0 Data: 17 Luglio 2014 INTRODUZIONE... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ICT

CARTA DEI SERVIZI ICT CARTA DEI SERVIZI ICT 1. Oggetto e scopo del documento Oggetto della presente Carta dei Servizi ICT è la descrizione delle modalità di erogazione e della qualità dei servizi nel campo delle tecnologie

Dettagli

RILASSATI... Alla comunicazione pensiamo noi!

RILASSATI... Alla comunicazione pensiamo noi! RILASSATI... Alla comunicazione pensiamo noi! 2 I principi di Integra è la piattaforma XStream dedicata alle Aziende, la soluzione prevede in un unico contratto tutti i servizi dati, voce, infrastruttura

Dettagli

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT I servizi ICT AREA Science Park mette a disposizione dei suoi insediati una rete telematica veloce e affidabile che connette tra loro e a Internet tutti gli edifici e i campus di Padriciano, Basovizza

Dettagli

PROGETTO PER LA MANUTENZIONE DI UNA RETE LOCALE IN CONVENZIONE CONSIP COMUNE DI CARRARA SEDE DI CARRARA - PROGETTO PRELIMINARE -

PROGETTO PER LA MANUTENZIONE DI UNA RETE LOCALE IN CONVENZIONE CONSIP COMUNE DI CARRARA SEDE DI CARRARA - PROGETTO PRELIMINARE - PROGETTO PER LA MANUTENZIONE DI UNA RETE LOCALE IN CONVENZIONE CONSIP COMUNE DI CARRARA SEDE DI CARRARA - PROGETTO PRELIMINARE - Telecom Italia S.p.A. INDICE 1. Registrazione modifiche documento... 3 2.

Dettagli

1 Prerequisiti per i locali

1 Prerequisiti per i locali ALLEGATO 1 AL CAPITOLATO TECNICO PER LA GESTIONE DELLA CENTRALE UNICA DI ASCOLTO PER IL SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE, ATTIVAZIONE DEL PERSONALE MEDICO REPERIBILE DELL AREA DI PREVENZIONE, IGIENE

Dettagli

2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI

2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI Premessa In generale i servizi di un Full Service Provider sono più o meno paragonabili. Qui di seguito viene descritto il servizio di Firewalling specifico di un fornitore ma di contenuto assolutamente

Dettagli

ARI C.R.L. COMITATO REGIONALE LOMBARDIA VIA NATTA, 11 20151 MILANO A.R.I.- RE - ASSOCIAZIONE ITALIANA RADIOAMATORI - RADIO EMERGENZA

ARI C.R.L. COMITATO REGIONALE LOMBARDIA VIA NATTA, 11 20151 MILANO A.R.I.- RE - ASSOCIAZIONE ITALIANA RADIOAMATORI - RADIO EMERGENZA ARI ASSOCIAZIONE RADIOAMATORI ITALIANI ASSOCIAZIONE RADIOTECNICA ITALIANA (1927-1977) SEZIONE ITALIANA DELLA I.A.R.U. Eretta in Ente Morale il 10/1/50 (D.P.R. N. 368) ORGANO UFFICIALE: RADIO RIVISTA C.R.L.

Dettagli

EMC AVAMAR DATA STORE

EMC AVAMAR DATA STORE EMC AVAMAR DATA STORE EMC Avamar Data Store rappresenta il modo più facile e veloce per implementare un Avamar server fisico. Si tratta di una soluzione completamente integrata, scalabile e preconfigurata

Dettagli

Scheda requisiti Hardware e Software

Scheda requisiti Hardware e Software Scheda requisiti Hardware e Software Premessa Recall è un software CRM con architettura Web sviluppato per i sistemi operativi Microsoft. I requisiti del sistema qui sotto riportati sono da considerarsi

Dettagli

Progetto sperimentale di telelavoro

Progetto sperimentale di telelavoro Allegato B) al decreto del direttore n. 80 del 7 luglio 2008 Progetto sperimentale di telelavoro Obiettivi L Agenzia intende sviluppare il ricorso a forme di telelavoro ampliando la sperimentazione anche

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Direzione Generale Servizio affari generali e istituzionali e sistema informativo APPALTO CONCORSO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Elenco delle ULSS integrate DOGE. ULSS 4 Alto Vicentino - Thiene. ULSS 7 Pieve di Soligo (Conegliano) ULSS 8 Asolo CGM DOGE.

GUIDA OPERATIVA. Elenco delle ULSS integrate DOGE. ULSS 4 Alto Vicentino - Thiene. ULSS 7 Pieve di Soligo (Conegliano) ULSS 8 Asolo CGM DOGE. GUIDA OPERATIVA Elenco delle ULSS integrate DOGE ULSS 1 Belluno ULSS 2 Feltre ULSS 3 Bassano Del Grappa ULSS 4 Alto Vicentino - Thiene ULSS 5 Ovest Vicentino ULSS 6 Vicenza ULSS 7 Pieve di Soligo (Conegliano)

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A.

AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A. AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A. CAPITOLATO PER L'AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE FULL-SERVICE DI TUTTE LE APPARECCHIATURE ED I SOFTWARE INSTALLATI PRESSO I PARCHEGGI AZIENDALI E PRESSO LE

Dettagli

C I T T A di S A R Z A N A. AREA 1 SERVIZI INTERNI SETTORE ECONOMATO E GARE Servizio Economato Provveditorato e Gare

C I T T A di S A R Z A N A. AREA 1 SERVIZI INTERNI SETTORE ECONOMATO E GARE Servizio Economato Provveditorato e Gare C I T T A di S A R Z A N A Provincia della Spezia AREA 1 SERVIZI INTERNI SETTORE ECONOMATO E GARE Servizio Economato Provveditorato e Gare DETERMINAZIONE n 0 del 07--24 OGGETTO: Affidamento diretto per

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER LA MANUTENZIONE E L ADEGUAMENTO DELLA INFRASTRUTTURA SOFTWARE DI CONTROLLO ACCESSI (CA SITE MINDER)

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RILEVATORI DI TRAFFICO. Art. 1 Oggetto della fornitura

COMUNE DI GROSSETO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RILEVATORI DI TRAFFICO. Art. 1 Oggetto della fornitura COMUNE DI GROSSETO GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI PANNELLI A MESSAGGIO VARIABILE E RILEVATORI DI TRAFFICO PER IL PROGETTO DI INFOMOBILITA INTEGRATA PER IL COMUNE

Dettagli

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE

1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1. SISTEMA INFORMATICO GESTIONALE 1.1 Introduzione Il sistema informatico gestionale, che dovrà essere fornito insieme ai magazzini automatizzati (d ora in avanti Sistema Informatico o semplicemente Sistema),

Dettagli

Capitolato tecnico. servizi di telefonia fissa, di base e avanzati mediante infrastruttura VoIP esistente per le chiamate uscenti ed entranti;

Capitolato tecnico. servizi di telefonia fissa, di base e avanzati mediante infrastruttura VoIP esistente per le chiamate uscenti ed entranti; Capitolato tecnico Articolo 1.Obiettivi della fornitura e descrizione del contesto operativo...1 Articolo 2.La situazione attuale dell'amministrazione...1 Articolo 3.La situazione finale...2 Articolo 4.Descrizione

Dettagli

FLESSIBILITÀ ACCESSIBILITÀ COLLEGAMENTO INTERNET APPLICAZIONI SPECIFICHE

FLESSIBILITÀ ACCESSIBILITÀ COLLEGAMENTO INTERNET APPLICAZIONI SPECIFICHE RITOP Il sistema di supervisione per la gestione delle risorse idriche e dell energia VERSATILITÀ FLESSIBILITÀ ACCESSIBILITÀ COLLEGAMENTO INTERNET APPLICAZIONI SPECIFICHE Vista d insieme Soluzioni su misura

Dettagli