Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Premessa. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale"

Transcript

1 Settembre 2014

2 Premessa Se prima la difficoltà abitativa era un problema, ora è una vera e propria emergenza. Il perdurare della crisi economica rende le famiglie sempre più povere ed insostenibili i costi dell abitazione. Mutui o affitti assorbono, infatti, una porzione sempre maggiore del reddito familiare mettendo i cittadini in uno stato di precarietà e a rischio di perdita dell alloggio. Secondo un dossier di Legambiente, negli ultimi cinque anni sono tati emessi oltre 311mila sfratti, e milioni di famiglie vivono condizioni di grave disagio nonostante siano 2 milioni e 700mila le case vuote su tutto il territorio italiano (contro le 700mila nel Regno Unito per fare un esempio). Il dato nazionale di Legambiente riflette quello piemontese. Anche nella nostra regione si assiste ad un incremento della richiesta di alloggi di edilizia sociale in emergenza abitativa. Su oltre 20 mila domande di case popolari, l offerta regionale è di solo qualche migliaio. Purtroppo a causa del limitato numero di alloggi sociali disponibili, a maggior domanda non corrisponde maggiore offerta ed ogni anno aumentano le famiglie che rischiano di rimanere senza una casa. La Regione Piemonte deve affrontare il problema in modo serio, duraturo ed immediato, non solo perché il diritto all abitazione è costituzionalmente sancito ma anche perché è chiaramente ribadito nel Regolamento regionale. Purtroppo il centro sinistra sta perdendo la buona occasione per riformare il sistema delle Atc piemontesi in modo serio e concreto, dedicando nuove risorse all edilizia residenziale pubblica (ERP), sostenendo il fondo regionale per la morosità incolpevole e rendendo subito disponibili nuovi alloggi, sia per l edilizia residenziale che tutto il patrimonio privato ancora vuoto. Bisogna infatti uscire dallo strabismo amministrativo che da una parte denuncia il disagio abitativo e dall altro lascia vuoti migliaia di alloggi. Per questo motivo abbiamo proposto in Consiglio Regionale alcune misure concrete e facilmente realizzabili e rispondere ai nuovi bisogni sociali, economici e lavorativi dei piemontesi Oltre ad un censimento immediato di tutto il patrimonio residenziale pubblico esistente, utile per programmare azioni di auto recupero immediatamente, vogliano introdurre anche in Piemonte l autorecupero degli alloggi Atc e privati, contributi a giovani e alle famiglie per l acquisto degli immobili e l introduzione di nuove forme di sostegno e garanzia per i mutui. L obiettivo è di sostenere il diritto alla casa non solo per le famigli più povere ma anche per chi è troppo ricco per accedere all edilizia popolare ma troppo povero per affittare o comprare un alloggio sul libero mercato. Gilberto Pichetto Presidente del gruppo regionale I consiglieri: Massimo Berutti, Franco Graglia, Claudia Porchietto, Daniela Ruffino, Diego Sozzani, Gian Luca Vignale

3 Alcuni dati In Piemonte sono 50mila gli appartamenti gestiti dalle Atc dove vivono oltre 100mila persone con un affitto medio da 90 euro al mese, 20 milioni di euro di spesa l anno per la manutenzione ordinaria degli immobili. Su persone in affitto (circa il 23% della popolazione), vivono nelle case popolari. Nel 2013, su famiglie che hanno presentato domanda per la casa popolare in 400 comuni piemontesi, solo a 3200 sono stati assegnati gli alloggi, mentre ben oltre sono rimaste insoddisfatte. Domande valide per una casa popolare. Dal 2007 al 2012

4 Nel corso degli anni la richiesta di alloggi è andata via via aumentando. Purtroppo all aumento della domanda non corrisponde un aumento dell offerta e sono sempre di più le domande che rimangono insoddisfatte. Domande insoddisfatte dal al Assegnatari di case popolare nel 2021 suddivisi per Aree di reddito

5 Un caso emblematico: TORINO L ultimo censimento ha rilevato che a Torino ci sono molte più case (circa 500 mila) che famiglie (440 mila). Se si ipotizza che il 60% degli over 75 ( 155 mila) sia il solo proprietario del proprio appartamento, si può stimare che nei prossimi anni saranno sul mercato altri 93 mila alloggi. Le case popolari a Torino sono circa 18 mila. Nel 2011 su oltre 16 mila domande di edilizia residenziale pubblica le assegnazioni sono state solo Circa il 7%. Gli sfratti hanno, invece, superato i 4000 provvedimenti. Di questi il 90% era dovuto per morosità, soprattutto incolpevole, a causa della perdita di lavoro o alla cassa integrazione. A Torino esiste inoltre una grande quantità di alloggi invenduti: secondo le rilevazioni di Nomisma sono oltre 12 mila gli alloggi nuovi ed invenduti e su una stima sulle varianti ipotizzate vi saranno altri nuovi 14 mila alloggi. Numero assegnatri di alloggi sociali dal 2011 al 2014 (aggiornato a giugno 2014)

6 - PRIMA CASA: UN DIRITTO IRRINUNCIABILE - Unitamente al problema della mancanza di lavoro, quello del caro casa o l impossibilità di potersi garantire la prima abitazione è uno dei problemi che maggiormente assillano i cittadini piemontesi. Per questo motivo il gruppo regionale di Forza Italia ha proposto alcune misure facilmente attuali che garantiranno alle famiglie più povere di poter contare su nuovi alloggi di edilizia sociale e a quelle più deboli di poter acquistare la prima abitazione in modo più facile e con contributi regionali. Le misure proposte, oltre ad essere uno strumento di grande sostegno per le famiglie, rappresentano una forma indiretta di sostegno all edilizia in grado non solo di rispondere ad un esigenza sociale, è uno strumento utile per la creazione di nuove opportunità lavorative. - VOUCHER ACQUISTO PRIMA CASA - Per garantire il diritto alla prima casa, si propone l istituzione di un contributo una tantum dal valore di 10 mila euro finalizzato a coprire le spese correlate all acquisto di un abitazione, quali quelle notarili, di agenzia, per assicurazioni o perizie bancarie, etc. Chi vuole acquistare casa deve, infatti, far fronte a spese complementari che rischiano di far lievitare il costo finale della compravendita di oltre il 10% rispetto al reale prezzo dell appartamento. Per questo motivo spesso capita che, pur potendo pagare mensilmente la rata del mutuo, famiglie o giovani si trovino costrette a rinunciare al sogno dell acquisto della propria abitazione solo perché non in possesso della liquidità necessaria per affrontare le spese connesse alla compravendita. L integrazione da parte della Regione Piemonte di questi costi, rappresenta quindi un sostegno immediato e concreto per facilitare l acquisto della prima casa. Investendo 2 milioni di euro derivanti dalle misure proposte ogni anno potremmo facilitare l acquisto di una casa per 100 piemontesi ogni anno, pari al numero di assegnazioni annuali del Comune di Torino.

7 - AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER MUTUI - Molti under 35 e giovani coppie, considerato l utilizzo sempre più sistematico dei contratti a tempo determinato, hanno difficoltà spesso l impossibilità - nel contrarre un mutuo non perché non in grado di pagare la rata mensile, bensì per le garanzie che non possono dare agli istituti bancari. Per questo motivo Forza Italia chiede alla Regione di favorire l accesso alla prima abitazione e di garantire fino al 50% della somma complessiva erogata per un importo non superiore a euro. - GARANZIA SUI MUTUI - In tempi in cui le banche sono più riluttanti nella concessione di mutui la Regione si farà garante per la restituzione delle somme richieste per un importo massimo di 50 mila euro. Questo significherà che giovani coppie e famiglie che incontreranno difficoltà per ottenere un prestito per l acquisto della prima casa, o per l erogazione dell importo richiesto, potranno fare ricorso all aiuto della Regione. SECONDO UN INDAGINE ISTAT IL RAPPORTO DELLA SPESA MEDIA MENSILE SUL REDDITO MEDIO MENSILE PER ABITAZIONE È IN PIEMONTE DEL 15%, DATO QUESTO SUPERIORE ALLE MEDIA ITALIANA. PER LE FAMIGLIE, SU UNA SPESA MEDIA MENSILE DI 2500 EURO, PER L ABITAZIONE SI SPENDONO 685 EURO. IN PIEMONTE NEL 2009 IL 20% DELLE FAMIGLIE ABITAVA IN UNA CASA IN AFFITTO E IL 73% DI PROPRIETÀ.

8 - CONTRIBUTI PER L AUTORECUPERO - Sul territorio regionale sono presenti migliaia di alloggi vuoti solo perché necessitano di una manutenzione ordinaria o straordinaria (impianto elettrico o idraulico a norma, etc..). Per risolvere il problema si propone l erogazione di un contributo, non superiore a euro una tantum, come restituzione delle spese di ristrutturazione. Per capire l importanza di questa proposta basti pensare che sul territorio regionale oltre alloggi di proprietà dell Atc sono oggi vuoti e non disponibili solo perché necessitano di ristrutturazione. Grazie al sostegno dell autorecupero sarà quindi possibile recuperare questi appartamenti in tempi brevi (e a costi inferiori di quelli preventivati dall Agenzia territoriale per la casa) evitando la lungaggine burocratica amministrativa (gara, chiusura del bando, etc ). - LE ATC SOGGETTO DI INTERMEDIAZIONE IMMOBILIARE A GARANZIA DI MIGLIAIA DI ALLOGGI SFITTI - Nella nostra regione vi sono decine di migliaia di alloggi sfitti in quanto i proprietari - per timore di non incassare gli affitti, di non essere in grado di tornare in possesso della loro abitazione nei tempi previsti o per timore che le loro abitazioni subiscano danneggiamenti dei quali non saranno mai risarciti- non danno in locazione. Per mettere a disposizione di famiglie l immenso patrimonio sfitto le Agenzia territoriali per la Casa diventano soggetti garanti nei contratti di affitto calmierati tra privati, assicurando il pagamento del rateo d affitto, la restituzione in tempi certi dell abitazione e la riconsegna dell immobile nello stesso stato in cui il privato l ha consegnato. oltre alloggi di proprietà dell Atc sono oggi vuoti e non disponibili solo perché necessitano di ristrutturazione. Grazie al sostegno dell autorecupero sarà quindi possibile recuperare questi appartamenti in tempi brevi (e a costi inferiori di quelli preventivati dall Agenzia territoriale per la casa) evitando la lungaggine burocratica amministrativa (gara, chiusura del bando, etc ).

PROPOSTA PER LA COSTITUZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE DI AMBITO METROPOLITANO

PROPOSTA PER LA COSTITUZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE DI AMBITO METROPOLITANO PROPOSTA PER LA COSTITUZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE DI AMBITO METROPOLITANO LE RAGIONI PER LA CREAZIONE DI UN IMMOBILIARE SOCIALE COMUNALE L ampliarsi del fabbisogno abitativo, che investe ormai vasti

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE Ascolto, attenzione, accompagnamento verso il bisogno primario della casa. Questo è l impegno costante che Regione Lombardia garantisce alle giovani

Dettagli

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015

Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Gli esiti del sondaggio sull Housing Sociale nel territorio bassanese Bassano del Grappa, 17 aprile 2015 Opportunità socioeconomica per rilanciare il settore edile, il mercato immobiliare e quello degli

Dettagli

Co-Tenancy. Titolo progetto. Struttura di AFFITTI per una community collaborativa. Descrizione: Co-affittanza abitativa

Co-Tenancy. Titolo progetto. Struttura di AFFITTI per una community collaborativa. Descrizione: Co-affittanza abitativa Titolo progetto Co-Tenancy Descrizione: Co-affittanza abitativa Struttura di AFFITTI per una community collaborativa Proponente: arch. Cristiana Cardarelli Data: 11 luglio 2015 Problema - Bisogno ESIGENZA

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

CASA: TRA DIRITTO E MERCATO Bergamo, 4 febbraio 2013

CASA: TRA DIRITTO E MERCATO Bergamo, 4 febbraio 2013 Bergamo, 4 febbraio 2013 LA DOMANDA ABITATIVA CHE CAMBIA Secondo i dati dell'annuario statistico Regionale di Regione Lombardia nel 2011 nella nostra Provincia risiedevano 1.087.401 persone e 443.915.

Dettagli

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE

www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE www.regione.lombardia.it LA CASA PER LE FAMIGLIE LOMBARDE AGEVOLAZIONI ALLE GIOVANI COPPIE PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA Regione Lombardia e ABI, in collaborazione con Finlombarda S.p.a., supporta le

Dettagli

Mutui inaccessibili, tassazione alle stelle, mercato dell affitto proibitivo, boom di sfratti e nessun piano di edilizia sociale.

Mutui inaccessibili, tassazione alle stelle, mercato dell affitto proibitivo, boom di sfratti e nessun piano di edilizia sociale. SCHEDA STAMPA DATI Mutui inaccessibili, tassazione alle stelle, mercato dell affitto proibitivo, boom di sfratti e nessun piano di edilizia sociale. È STATO MESSO A DURA PROVA IL BENE PIÙ AMATO DAGLI ITALIANI

Dettagli

Scopri il Rent to Buy, il metodo più moderno per acquistare casa...

Scopri il Rent to Buy, il metodo più moderno per acquistare casa... Hai riscontrato che accendere un mutuo oggi è piuttosto complicato e non sempre conveniente? Scopri il Rent to Buy, il metodo più moderno per acquistare casa... Immagina di poter: entrare subito nella

Dettagli

MISURE ECONOMICO FINANZIARIE

MISURE ECONOMICO FINANZIARIE Valentina Piuma mercoledì, 18 settembre 2013 G i o r n a ta d e l D e c r e to del fare MISURE ECONOMICO FINANZIARIE Art. 1 Rafforzamento del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese La norma è

Dettagli

LA CASA PRIMA DI TUTTO Superare l emergenza Garantire il diritto alla casa

LA CASA PRIMA DI TUTTO Superare l emergenza Garantire il diritto alla casa LA CASA PRIMA DI TUTTO Superare l emergenza Garantire il diritto alla casa Conferenza Stampa 2 LA DOMANDA ABITATIVA A MILANO L emergenza abitativa, compresi gli sfratti, è sempre stata una componente storica

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO. Art. 1 Soggetto attuatore

REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO. Art. 1 Soggetto attuatore REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO Art. 1 Soggetto attuatore Soggetto attuatore del progetto, è Casa e Provincia Spa, che metterà a disposizione le proprie competenze acquisite nello svolgimento

Dettagli

Microcredito alle porte della Lombardia: BCC di Creta Cred. Coop. Piacentino

Microcredito alle porte della Lombardia: BCC di Creta Cred. Coop. Piacentino Microcredito alle porte della Lombardia: BCC di Creta Cred. Coop. Piacentino Bologna, 21 maggio 2010 premessa: la popolazione sotto il livello di povertà L'ISTAT conduce annualmente una analisi delle condizioni

Dettagli

Dossier Casa. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier Casa. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Casa 2 La crisi della nuova edilizia e delle infrastrutture e la crescita della riqualificazione delle abitazioni Investimenti in costruzioni*

Dettagli

Il sostegno di Regione Lombardia alla domanda abitativa delle famiglie lombarde

Il sostegno di Regione Lombardia alla domanda abitativa delle famiglie lombarde Il sostegno di Regione Lombardia alla domanda abitativa delle famiglie lombarde Misure Salva Mutui Agevolazione alle giovani coppie per l acquisto della prima casa Fondo Sostegno al Disagio Acuto Contributo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Imu, Service Tax e fondi per la riqualificazione edilizia ed energetica, in vigore il decreto. Conversano, 3 Settembre 13

COMUNICATO STAMPA. Imu, Service Tax e fondi per la riqualificazione edilizia ed energetica, in vigore il decreto. Conversano, 3 Settembre 13 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master s.r.l. progetta, produce e commercializza accessori

Dettagli

Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi

Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi Roma, 12 marzo 2014 1 miliardo e 741 milioni per Sostegno all affitto a canone concordato

Dettagli

Politiche Abitative - Comune di Empoli -

Politiche Abitative - Comune di Empoli - Politiche Abitative - Comune di Empoli - Con il trasferimento della funzione all Unione, è stato costituito un unico ufficio casa per tutto l Empolese Valdelsa. Fino al 2013 sul territorio erano presenti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4536 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI Disposizioni per ridurre il disagio abitativo mediante la partecipazione delle regioni

Dettagli

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA

Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA Allegato A alla delibera C.C. n. 3 del 12.02.2016 LINEE DI INDIRIZZO PER IL PIANO COMUNALE DI EDILIZIA ABITATIVA SOMMARIO Premesse:... 2 I fattori di contesto... 2 Gli immobili facenti parte del patrimonio

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA

CENTRO DI RESPONSABILITA CENTRO DI RESPONSABILITA Politiche sociali CED - Cultura e giovani Istruzione e lavoro - Sport MODIFICHE AL PEG 2014 E PIANO DELLA PERFORMANCE 2014/2016 PROGRAMMA DELLA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

Dettagli

FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE

FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DI UN FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA SUL TERRITORIO COMUNALE 1 ART. 1 - OGGETTO L

Dettagli

AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA

AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA AAA GIOVANE PRECARIO CERCA CASA RICERCA SULL EMERGENZA ABITATIVA A TORINO TORINO, 10 MARZO 2011 1 Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 27/02/1997. SOMMARIO: TITOLO I: Fondo Sociale Art. 1 - Istituzione fondo sociale...pag.3

Dettagli

Unione Inquilini - Segreteria di Roma e Lazio

Unione Inquilini - Segreteria di Roma e Lazio PROPOSTE UNIONE INQUILINI Per quanto riguarda nello specifico le norme sul canone calmierato proponiamo le seguenti osservazioni all Art. 1 commi 7, 8 e 9 della PdL 075 : Le modifiche proposte dalla Giunta

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE O DISAGIO PER LA PERDITA DEL LAVORO

BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE O DISAGIO PER LA PERDITA DEL LAVORO BANDO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO AL REDDITO PER PERSONE E/O FAMIGLIE IN SITUAZIONE DI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE O DISAGIO PER LA PERDITA DEL LAVORO E indetto il bando di cui alla D.G.C. n. 91 del 07/11/2014

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia IX LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 265 Presentata dai consiglieri Blasoni, Pedicini

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. SOSTEGNO ALL AFFITTO 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGISLATURA

REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGISLATURA REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGISLATURA VIII Al presidente dell Assemblea Legislativa Progetto di legge di iniziativa del Consigliere Leonardo Masella avente ad oggetto: "Norme dirette a favorire l inserimento

Dettagli

Regione Lombardia ti aiuta ad acquistare o a ristrutturare il tuo primo alloggio

Regione Lombardia ti aiuta ad acquistare o a ristrutturare il tuo primo alloggio Hai voglia di casa? Regione Lombardia ti aiuta ad acquistare o a ristrutturare il tuo primo alloggio Regione Lombardia presenta il bando per l erogazione del contributo per agevolare l accesso alla proprietà

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni di euro già stanziati

Dettagli

Progetto Mercurio F O N D A Z I O N E E N A S A R C O. Piano per la riqualificazione del patrimonio immobiliare della Fondazione Enasarco

Progetto Mercurio F O N D A Z I O N E E N A S A R C O. Piano per la riqualificazione del patrimonio immobiliare della Fondazione Enasarco Progetto Mercurio Piano per la riqualificazione del patrimonio immobiliare della Fondazione Enasarco Il Progetto Mercurio Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha approvato il Piano per la dismissione

Dettagli

1.000. alloggi per il ceto medio

1.000. alloggi per il ceto medio 1.000 alloggi per il ceto medio Care lettrici, cari lettori, mille alloggi realizzati su tutto il territorio provinciale sono la risposta concreta della Provincia ai numerosi concittadini che, pur disponendo

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA Ente Pubblico Economico ex L.R. 24/2001 Corso Vittorio Veneto, 7 44121 Ferrara - C.F. - Partita IVA 00051510386 Centralino Tel. 0532 230311 - Servizio Clienti

Dettagli

Regolamento per la concessione del prestito d onore

Regolamento per la concessione del prestito d onore Regolamento per la concessione del prestito d onore Oggetto Il regolamento disciplina l'erogazione, la gestione ed il piano di rimborso del prestito d onore. Il prestito d onore è un un finanziamento a

Dettagli

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...

Informazioni di base...3. Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO... GUIDA SUI MUTUI Sommario Informazioni di base...3 Principali tipologie di mutuo...5 MUTUO A TASSO FISSO...5 MUTUO A TASSO VARIABILE...6 MUTUO A TASSO MISTO...7 MUTUO A DUE TIPI DI TASSO...8 MUTUO A TASSO

Dettagli

Scheda stampa SOCIAL HOUSING I NUMERI DELL EMERGENZA ABITATIVA

Scheda stampa SOCIAL HOUSING I NUMERI DELL EMERGENZA ABITATIVA Scheda stampa SOCIAL HOUSING I NUMERI DELL EMERGENZA ABITATIVA CASA: EMERGENZA SOCIALE PER LE FASCE PIU DEBOLI La casa, il bene più amato dagli italiani, è stato messo a dura prova in questi anni di crisi:

Dettagli

PROGETTO EMERGENZA CASA

PROGETTO EMERGENZA CASA Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo 24 febbraio 2015 PROGETTO EMERGENZA CASA Nelle tre precedenti edizioni del progetto (EmergenzaCasa 1-2-3) sono stati stipulati 1.200 patti di solidarietà all interno

Dettagli

EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO

EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO CGIL-CISL-UIL PIEMONTE SUNIA-SICET-UNIAT PIEMONTE RELAZIONE INTRODUTTIVA EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO In Piemonte come in Italia la pesante crisi economica ha generato

Dettagli

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative 3. SOCIALE 3.3 Politiche abitative INDICE Inquadramento strategico..................... pag. 65 Risorse impiegate........................ pag. 66-67 I progetti innovativi....................... pag. 68-69

Dettagli

Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE

Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate da MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE Milano, 25 MAGGIO 2015 1. L AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE 1.1.

Dettagli

PROT. 362 ROMA, 17 giugno 2011

PROT. 362 ROMA, 17 giugno 2011 (H:\docs\2011\6\17\16743.doc/ 03/01/12) PROT. 362 ROMA, 17 giugno 2011 e-mail Caro Presidente, Ai Presidenti degli Enti Associati LORO SEDI il Consiglio Direttivo di Federcasa, come a tua conoscenza, ha

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 29/10/2014) Art. n. 1 - Generalità degli interventi Il presente Regolamento disciplina l assegnazione

Dettagli

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO

AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO per l innovazione della città CHANGE MILANO è un iniziativa del Partito Democratico: un piano di progetti d innovazione per il governo della Città AGENZIA CIVICA DI AVVIAMENTO AL CREDITO Per aprire la

Dettagli

Bando provinciale assegnazione alloggi E.R.P. 2000 2003 Domande accolte 1.001 1.063 - di cui stranieri 237 253 Fonte: Comune di Prato - Ufficio Casa

Bando provinciale assegnazione alloggi E.R.P. 2000 2003 Domande accolte 1.001 1.063 - di cui stranieri 237 253 Fonte: Comune di Prato - Ufficio Casa Emergenza casa L emergenza abitativa costituisce uno dei principali indicatori di disagio sociale diffuso sul territorio. Per valutare la portata del fabbisogno abitativo nell area, riportiamo di seguito

Dettagli

Famiglie e abitazioni

Famiglie e abitazioni Famiglie e abitazioni A Milano le famiglie in affitto sono più di 380.000 per un totale di quasi quasi 1 milione persone e occupano il 25% delle abitazioni della città circa il 50% delle abitazioni in

Dettagli

PROGETTO SIS.TE.R. OSPITALITÀ TEMPORANEA PER PERSONE IN ATTESA DI ALLOGGIO SOCIALE

PROGETTO SIS.TE.R. OSPITALITÀ TEMPORANEA PER PERSONE IN ATTESA DI ALLOGGIO SOCIALE PROGETTO SIS.TE.R. OSPITALITÀ TEMPORANEA PER PERSONE IN ATTESA DI ALLOGGIO SOCIALE CASA MIA HA UNA SORELLA La situazione I dati sull incremento degli sfratti nella Città di Torino, ma anche nelle aree

Dettagli

IL MUTUO E LE SUE DIVERSE TIPOLOGIE:

IL MUTUO E LE SUE DIVERSE TIPOLOGIE: IL MUTUO E LE SUE DIVERSE TIPOLOGIE: DEFINIZIONE: Il mutuo è quel contratto con cui una parte (mutuante) consegna all'altra (mutuatario) una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili, e

Dettagli

DICHIARAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE GLI INTERVENTI ASSISTENZIALI

DICHIARAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE GLI INTERVENTI ASSISTENZIALI DICHIARAZIONE DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DEL NUCLEO FAMILIARE RICHIEDENTE GLI INTERVENTI ASSISTENZIALI SI DEVONO COMPILARE CON PRECISIONE TUTTE LE PAGINE IN TUTTE LE PARTI - METTERE NO NELLE PARTI CHE

Dettagli

Le case popolari: che cosa sono e come ottenerle.

Le case popolari: che cosa sono e come ottenerle. Unità 4 Le case popolari: che cosa sono e come ottenerle. In questa unità imparerai: ad orientarti nel settore delle case popolari le parole relative al settore delle case popolari le diverse funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 34 del 22/04/2013 REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA Art. 1 AMBITO

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Verso la conferenza nazionale per la casa Torino 19 novembre 2004 1 Intervento del Sottosegretario di Stato Alberto Gagliardi Presidente, autorità,

Dettagli

PROGETTO DI LEGGE N. 277 OGGETTO: Nuove norme per l istituzione di un Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa

PROGETTO DI LEGGE N. 277 OGGETTO: Nuove norme per l istituzione di un Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa PROGETTO DI LEGGE N. 277 OGGETTO: Nuove norme per l istituzione di un Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa Di iniziativa dei Consiglieri: Giosuè Frosio, Stefano Galli, Daniele

Dettagli

CITTÀ DI SAN MARCO IN LAMIS PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI ALLOGGI COMUNALI PER USO ABITATIVO A SOGGETTI SOCIALMENTE DEBOLI

CITTÀ DI SAN MARCO IN LAMIS PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI ALLOGGI COMUNALI PER USO ABITATIVO A SOGGETTI SOCIALMENTE DEBOLI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI ALLOGGI COMUNALI PER USO ABITATIVO A SOGGETTI SOCIALMENTE DEBOLI Approvato con Delibera Consiglio Comunale n 49 del 9 luglio 2012 1 Art. 1 1. Nel rispetto delle norme

Dettagli

CITTA' DI TORINO N. Mecc. 2008/551/104 Divisione Edilizia Residenziale Pubblica Direzione CITTA' DI TORINO

CITTA' DI TORINO N. Mecc. 2008/551/104 Divisione Edilizia Residenziale Pubblica Direzione CITTA' DI TORINO CITTA' DI TORINO N. Mecc. 2008/551/104 Divisione Edilizia Residenziale Pubblica Direzione CITTA' DI TORINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE (Proposta della Giunta al Consiglio) OGGETTO: SALVAGUARDIE

Dettagli

ANALISI E PROSPETTIVE DELLA CRISI ABITATIVA A GENOVA

ANALISI E PROSPETTIVE DELLA CRISI ABITATIVA A GENOVA Convegno ANALISI E PROSPETTIVE DELLA CRISI ABITATIVA A GENOVA Genova 5 Marzo 2013 Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi INDICE DEGLI ARGOMENTI Introduzione al problema della casa pagina 3 Dati edilizia

Dettagli

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa

VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa VII Rapporto UIL Famiglia Reddito Casa Indice A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 212 INDICE Nota introduttiva..pag. 3 La spesa delle famiglie per l abitazione: l acquisto...pag.

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area casa. Aprile 2010

A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano. Focus: area casa. Aprile 2010 A cura di: Giovanni Azzone, Politecnico di Milano Tommaso Palermo, Politecnico di Milano Focus: area casa Aprile 2010 Indice Introduzione pag. 3 Gli indicatori pag. 7 Policy pag. 7 Offerta pag. 14 Utilizzo

Dettagli

Comune di Piacenza assessorato al nuovo welfare e sostegno alle famiglie EMERGENZA ABITATIVA CONTRIBUTI ECONOMICI A SOSTEGNO DEI PIACENTINI

Comune di Piacenza assessorato al nuovo welfare e sostegno alle famiglie EMERGENZA ABITATIVA CONTRIBUTI ECONOMICI A SOSTEGNO DEI PIACENTINI Conferenza Stampa Comune di Piacenza assessorato al nuovo welfare e sostegno alle famiglie EMERGENZA ABITATIVA CONTRIBUTI ECONOMICI A SOSTEGNO DEI PIACENTINI Stefano Cugini - Luigi Squeri - Laura Vlacci

Dettagli

Interventi sul disagio abitativo Comune di Rimini

Interventi sul disagio abitativo Comune di Rimini Interventi sul disagio abitativo Comune di Rimini Realtà territoriale Il Comune di Rimini si distingue per realtà abitative disomogenee che fondano le loro radici nell economia ad indirizzo prevalentemente

Dettagli

INVESTIRE NEGLI STATI UNITI

INVESTIRE NEGLI STATI UNITI INVESTIRE NEGLI STATI UNITI L attuale periodo è caratterizzato da un forte disagio economico. Come sempre se da un lato c è crisi, dall altro esistono opportunità di investimento e di guadagno. Come non

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014

Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO. MILANO 30 Gennaio 2014 Flessibilità e Trasparenza per un Nuovo Mercato degli Affitti DANIELA PERCOCO MILANO 30 Gennaio 2014 Temi trattati Il mercato della locazione in Italia: trend recenti di contratti, domanda, offerta, quotazioni

Dettagli

INVESTIRE NEL CUORE DI BUSTO ARSIZIO

INVESTIRE NEL CUORE DI BUSTO ARSIZIO INVESTIRE NEL CUORE DI BUSTO ARSIZIO Un occasione di investimento nel cuore di Busto Arsizio CARTELLA INFORMATIVA DOCUMENTO RISERVATO Le due palazzine gemelle di via Cadorna 13, realizzate nel 1971, alte

Dettagli

SFRATTI DA CASE PRIVATE

SFRATTI DA CASE PRIVATE Unione Inquilini SFRATTI DA CASE PRIVATE UN EMERGENZA CHE NON SI PUO CONTINUARE AD IGNORARE. SUBITO LA GRADUAZIONE DELLE ESECUZIONI E IL PASSAGGIO DA CASA A CASA PER LE FAMIGLIE SFRATTATE. Conferenza Stampa

Dettagli

COMUNE DI SARONNO Servizi Sociali

COMUNE DI SARONNO Servizi Sociali COMUNE DI SARONNO Servizi Sociali Progetto Lo.ca.re. : Locazione a canone responsabile, concordato e garantito PREMESSA. Il Comune di Saronno è stato da tempo classificato tra quelli ad Alta tensione abitativa

Dettagli

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica)

L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) L.R. n.27 del 28. 12.2006 Legge finanziaria regionale per l esercizio 2007 (estratto degli articoli riguardanti l Edilizia Residenziale Pubblica) CAPO III Edilizia residenziale pubblica Art. 48 (Alienazione

Dettagli

Le politiche abitative Quali politiche per quali contesti? Giulia Cordella Corso politica sociale 2014-2015 giulia.cordella@gmail.com Cosa sono Interventi che si muovono per assicurare agli individui e

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO PER I MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA TRASFORMAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI ( MUTUI CASA ) Questo documento costituisce un

Dettagli

MUTUO FACILE. Banca Popolare di Vicenza

MUTUO FACILE. Banca Popolare di Vicenza Banca Popolare di Vicenza Una soluzione per ogni esigenza pag. 2 Mutuo 97% a Tasso Variabile pag. 4 Mutuo 97% con Opzione sul Tasso pag. 6 Mutuo a Tasso Variabile pag. 8 Mutuo a Tasso Variabile, Rata Fissa

Dettagli

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO Walter Cerioli 18 dicembre 2013 Sala Orlando

Dettagli

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Roma, 26 giugno 2015 Il ciclo immobiliare in corso e previsioni al 2017 2 Evoluzione dei prezzi reali delle abitazioni

Dettagli

C I T TA D I P O T E N Z A UNITA DI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI

C I T TA D I P O T E N Z A UNITA DI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI C I T TA D I P O T E N Z A UNITA DI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI Ufficio Servizi Sociali Oggetto: Progetto CONTRATTI ASSISTITI Premesso che: Relazione istruttoria/illustrativa Quello della casa non è un problema

Dettagli

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena Via Natale Dell Amore 42\a Cesena - tel. 0547\21572 - fax 0547\21907 - e.mail cspcesena@uil.it Nell introdurre i lavori di questa importante iniziativa, mi sia consentito

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI I pensionati vivono meglio e più a lungo. Sono sempre più una parte rilevante della popolazione italiana, un segmento demografico fiorente,

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Torino TORINO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Torino Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

DIRITTI DI CITTADINANZA A CASA NOSTRA. Casa, lavoro. Vicenza, Teatro del Seminario 29 novembre 2014

DIRITTI DI CITTADINANZA A CASA NOSTRA. Casa, lavoro. Vicenza, Teatro del Seminario 29 novembre 2014 DIRITTI DI CITTADINANZA A CASA NOSTRA Casa, lavoro Problematiche lavorative alcuni dati di tendenza Tasso di disoccupazione Provincia di Vicenza 8,0 7,0 6,83 7,36 6,0 5,0 5,02 5,80 4,0 3,28 3,48 3,67 3,42

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE NORME URGENTI A SOSTEGNO DELLE VITTIME DEI FALLIMENTI IMMOBILIARI E MISURE DI PREVENZIONE

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE NORME URGENTI A SOSTEGNO DELLE VITTIME DEI FALLIMENTI IMMOBILIARI E MISURE DI PREVENZIONE PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE NORME URGENTI A SOSTEGNO DELLE VITTIME DEI FALLIMENTI IMMOBILIARI E MISURE DI PREVENZIONE Consigliere Enrico Fontana RELAZIONE Sono numerose (si stima 200.000) le famiglie che

Dettagli

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA OSSERVATORIO SUL MERCATO IMMOBILIARE Comunicato stampa LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2012 Trimestre Bologna Numero di compravendite

Dettagli

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI

VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI VIVERE VICINI IN VIA VOLTRI AVVISO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE SOCIALE NEL COMUNE DI MILANO VIA VOLTRI Ai sensi della Convenzione tra Comune di Milano e Pessina Costruzioni S.P.A.

Dettagli

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE

CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE CASA INTEGRA - BOCCALEONE UN OPPORTUNITÀ ABITATIVA TRA LA CITTÀ E IL QUARTIERE AVVISO PUBBLICO PER LA RACCOLTA DI CANDIDATURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE MODERATO E CON PATTO DI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Roma 18 giugno

Dettagli

SOMMARIO TUTTI INSIEME A VEDERE I MONDIALI

SOMMARIO TUTTI INSIEME A VEDERE I MONDIALI n. 49-18 giugno 2014 IN QUESTO NUMERO PARLIAMO CON VITTORIO FEDERICO, PRESIDENTE AUSER TORINO Estate purtroppo molto spesso vuol dire anche solitudine. La città si svuota, parenti e vicini di casa vanno

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato JANNONE. Disposizioni per l erogazione di incentivi per l acquisto

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato JANNONE. Disposizioni per l erogazione di incentivi per l acquisto Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2825 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato JANNONE Disposizioni per l erogazione di incentivi per l acquisto o la costruzione della

Dettagli

Guida alla detrazione sugli interessi passivi sui mutui delle persone fisiche Tra le spese che danno diritto alla detrazione del 19%, da esporre nel

Guida alla detrazione sugli interessi passivi sui mutui delle persone fisiche Tra le spese che danno diritto alla detrazione del 19%, da esporre nel Guida alla detrazione sugli interessi passivi sui mutui delle persone fisiche Tra le spese che danno diritto alla detrazione del 19%, da esporre nel quadro RP, ci sono anche gli interessi passivi sui mutui

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Affari Generali

SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI DEMOGRAFICI Servizio Affari Generali COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA Piazza Vittorio Emanuele II n.31-48010 Cotignola (RA) Telefono: 0545/908811 - Telefax: 0545/41282 P.IVA 00148580392 e-mail: comunecotignola@racine.ra.it SETTORE

Dettagli

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa Osservazioni e Proposte Assemblea 21 luglio 2010 1 21 luglio 2010 Indice Premessa...3 Introduzione...4

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO FONDO STRAORDINARIO A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PER CONTRASTARE LA CRISI ECONOMICA SUL TERRITORIO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

AGENZIA DI CONSULENZE E SERVIZI

AGENZIA DI CONSULENZE E SERVIZI AGENZIA DI CONSULENZE E SERVIZI Un Team di Professionisti con esperienza pluriennale al Servizio di Aziende, Enti Pubblici, Privati e Famiglie in ambito Assicurativo, Finanziario, Amministrativo Commerciale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE CDR XII SERVIZIO PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE Il settore si occupa della gestione del Patrimonio Comunale, mobiliare e immobiliare, della

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03530/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03530/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03530/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico

Dettagli

Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case. Conferenza stampa - 27 Aprile 2015

Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case. Conferenza stampa - 27 Aprile 2015 Una risposta alla questione abitativa a Roma: l abitare, non solo case Conferenza stampa - 27 Aprile 2015 Famiglie e abitazioni a Roma 1971 2001 2011 Popolazione 2.781.993 2.546.804 2.617.465 Anziani per

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

REGOLAMENTO DEGLI ANTICIPI SULLA POSIZIONE INDIVIDUALE

REGOLAMENTO DEGLI ANTICIPI SULLA POSIZIONE INDIVIDUALE CASSA DI PREVIDENZA DEL PERSONALE DELLA CASSA DI RISPARMIO DI PADOVA E ROVIGO Fondo Pensione Complementare iscritto al n. 1016 dell Albo dei Fondi Pensione - I Sezione Speciale Ente morale riconosciuto

Dettagli