Presentazione PFA Piani Formativi d Area Corso Inghilterra 7, sala stemmi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione PFA 2014. Piani Formativi d Area Corso Inghilterra 7, sala stemmi"

Transcript

1 Presentazione PFA 2014 Piani Formativi d Area Corso Inghilterra 7, sala stemmi

2 1.1 Sede di svolgimento del corso Variazione definitiva: autorizzazione da parte dell Ufficio Programmazione delle Attività Formative Corsi presso le aziende: deve essere a norma la documentazione in materia di sicurezza sul lavoro

3 1.2 locali e attrezzature In caso di attrezzature/strumentazioni temporaneamente non disponibili: documentazione giustificativa da presentare ai funzionari della Provincia di Torino al momento della verifica in loco

4 2.1 avvio-corso in attesa di approvazione Inserimento nella procedura informatizzata + *lettera di manleva + *copia cartacea avvio corso + registro numerato con codice corso e dati dei partecipanti monitoraggio *duplice copia

5 2.2 comunicazione avvio corso calendario completo, dati anagrafici allievi e di almeno un docente. giorno effettivo di inizio e presunta fine Nessuna distinzione tra allievi effettivi e sovrannumerari Le ore corso svolte dopo la data ultima definita dagli uffici provinciali non saranno riconosciute

6 2.3 calendario attività Il calendario non e modificabile per le date precedenti ma solo per quelle successive alla data corrente FAD caricamento a periodo pratica individualizzata dati (ore,luogo e data) delle giornate effettive

7 2.4 variazioni in itinere Non è possibile nessuna variazione degli importi approvati e degli elementi che hanno concorso alla definizione della graduatoria Le variazioni di ragione sociale, partita IVA e codice fiscale richiedono la modifica dell atto di autorizzazione e devono essere tempestivamente comunicate

8 2.5 variazioni calendario lezioni Tutte le variazioni devono essere comunicate tramite la procedura informatizzata: - nel campo variazioni se inserite nella stessa giornata - nel campo note se inserite antecedente

9 2.6 comunicazioni in itinere allievi Ritiro, inserimento e variazioni devono essere inseriti nella procedura - allievi inseriti dopo l inizio del corso: saranno riconosciute solo le ore frequentate dopo la data di inserimento in procedura - Si tratta di ritiro allievo se avviene DOPO l inizio della frequenza al corso - Invece cancellazione allievo se il ritiro avviene PRIMA dell inizio della frequenza al corso

10 SEGUE 2.6 comunicazioni in itinere allievi se la procedura non funziona A - comunicare subito le variazioni tramite e- mail,fax al servizio Monitoraggio (queste comunicazioni prevalgono rispetto alla procedura) B - Help-desk di richiesta d intervento al CSI Se le variazioni non sono correttamente inserite in procedura e quindi non corrispondono al calendario comunicato, verranno decurtate le ore relative.

11 2.7 registro informatico tempi per il caricamento in procedura - sul registro informatizzato ore assenza allievo per lezione: - entro 7 gg dall erogazione dell attività - FAD improrogabilmente entro 15 gg dalla fine del periodo - La procedura segnala discrepanze tra calendario e registro

12 SEGUE 2.7 registro informatico ore max giornaliere: - 8 ore 40 ore settimanali - 30 minuti di pausa die, ogni 6 di lezione - 1 gg alla settimana di riposo unità minime di caricamento: - mezz ora per il calendario - un quarto d ora per il registro assenze allievi

13 2.8 registro cartaceo presenze allievi modello da scaricare e istruzioni per l uso sul sito internet:

14 2.9 F.A.D può essere svolta solo in modalità on-line tramite una piattaforma informatica - non oltre per il 25% delle ore corso - per almeno 12 ore - almeno 3 incontri per un totale di 6 ore devono essere svolti in modalità frontale Non è prevista per il settore formativo standard e per i corsi sulla sicurezza

15 Segue 2.9 F.A.D Per la FAD in loco registrazione allievi sul registro Per la FAD fuori sede schede: monito/occupati Caricamento in procedura Sistema Piemonte: - comunicare il periodo complessivo (inizio e fine) - le variazioni riguarderanno il periodo complessivo

16 2.10 attività pratica individualizzata - deve sempre essere autorizzata dagli Uffici Provinciali: Ufficio Programmazione - non può superare ¼ del monte ore approvato Trovate le schede presenza per questa attività allegatele al registro al termine dell attività

17 3.ALLIEVI (documentazione/requisiti) - cedolini paga o libro unico lavoro - eventuali dichiarazioni dell azienda su esigenze particolari - per i titolari visura camerale o altro - partite IVA - documentazione dell effettiva presenza in servizio dei partecipanti - tutti gli allievi devono essere inseriti in procedura anche i sovrannumerari riconoscimento economico per gli allievi inseriti dopo l inizio del corso riguarderà solo le lezioni effettivamente frequentate dopo tale data

18 4.1 Autocertificazioni - Controllo delle dichiarazioni presentate all atto della domanda durante le verifiche in loco: se risultassero mendaci avranno seguito le conseguenze previste per legge - la documentazione deve essere presente presso la sede di svolgimento del corso

19 4.2 pubblicità dei corsi (loghi) E obbligatorio inserirli in tutti i documenti quali: registri cartacei, schede FAD/pratica, fogli firma, patti formativi, dispense ecc. siti internet per i loghi: monitoraggio Per locandine, manifesti,opuscoli pubblicitari,guide, gadget ecc.:

20 5.1 progetto e pianificazione didattica Deve essere messo a disposizione dei controllori il progetto e l allegato l di autorizzazione (quest ultimo ultimo solo per i corsi già approvati)

21 5.2 progetto e pianificazione didattica Pianificazione didattica completa degli argomenti inseriti a progetto aggiornata dopo ogni variazione e suddivisa in durata min e max e in ore di teoria e di pratica.( responsabile del corso). I materiali didattici, di cui una copia deve restare agli atti, devono essere consegnati agli allievi che, alla consegna, firmano un foglio per ricevuta materiale che dovrà essere allegata agli atti.

22 5.2 responsabile corso Nomina del responsabile del corso: deve essere per iscritto con i compiti, le responsabilità amministrative e didattiche, l orario ecc. La nomina degli eventuali sostituti può riguardare solamente gli adempimenti relativi alla compilazione del registro presenze-allievi Organigramma della sede operativa responsabile del corso

23 5.3 docenti /tutor divieto di delega Curricula formato europeo aggiornati e datati,incarichi,contratti tutto presso la sede operativa del corso Delega limite massimo del 30% ( costo UCS)

24 5.4 recuperi accorpamenti Ore di recupero inserite in procedura Nel registro cartaceo,variazioni,ore, giorni e allievi coinvolti Accorpamenti solo se preventivamente autorizzati

25 6. soddisfazione degli allievi Questionari di gradimento del servizio distribuiti agli allievi durante la verifica in loco. Audizione degli allievi su particolari criticità emerse

26 7. attività di controllo L operatore ha l obbligo l di mettere a disposizione degli organi preposti al controllo la documentazione relativa all attivit attività finanziata Se vengono riscontrate ripetute irregolarità/criticit /criticità la Provincia di Torino può, in ogni momento, provvedere alla revoca, totale o parziale del finanziamento e/o, in base alla gravità,, segnalare alla Regione responsabile dell accreditamento o all Autorit Autorità Giudiziaria

VADEMECUM PER GLI OPERATORI DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE RIVOLTI AI LAVORATORI OCCUPATI AD INIZIATIVA AZIENDALE

VADEMECUM PER GLI OPERATORI DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE RIVOLTI AI LAVORATORI OCCUPATI AD INIZIATIVA AZIENDALE AREA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE VADEMECUM PER GLI OPERATORI DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE RIVOLTI AI LAVORATORI OCCUPATI

Dettagli

IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE CONTINUA A DOMANDA INDIVIDUALE CATALOGO 2014

IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE CONTINUA A DOMANDA INDIVIDUALE CATALOGO 2014 IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE CONTINUA A DOMANDA INDIVIDUALE CATALOGO 2014 DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE ATTIVITA RIFERITE AL BANDO FORMAZIONE

Dettagli

IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI APPRENDISTATO 2012-2014 A UCS

IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI APPRENDISTATO 2012-2014 A UCS IL CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI APPRENDISTATO 2012-2014 A UCS Le attività formative svolte sono riconoscibili e pertanto possono essere oggetto di domanda di rimborso a condizione che: -

Dettagli

piemonte FONDO SOCIALE EUROPEO 2014-2020

piemonte FONDO SOCIALE EUROPEO 2014-2020 Mercato del Lavoro a.f. 2015-2016 NOTA INFORMATIVA SUGLI ASPETTI ATTUATIVI DEGLI INTERVENTI FORMATIVI FINALIZZATI ALLA LOTTA CONTRO LA DISOCCUPAZIONE Allegato A alla D.D. n 1-3062 del 25/01/2016 per la

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE PER L ATTUAZIONE DELL INIZIATIVA EUROPEA PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GARANZIA GIOVANI

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE PER L ATTUAZIONE DELL INIZIATIVA EUROPEA PER L OCCUPAZIONE DEI GIOVANI GARANZIA GIOVANI ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE D i r e z i o n e G e n e

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE CONTINUA INDIVIDUALE DI CUI AL CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA COSTITUITO AI SENSI DEL BANDO APPROVATO CON D.G.P.

Dettagli

AREA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE - NB5. N.B. In rosso le principali novità

AREA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE - NB5. N.B. In rosso le principali novità Direzione Istruzione, Formazione Professionale, Lavoro AREA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE SERVIZIO MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE - NB5 Allegato A alla D.D. n 14-39885

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO CATALOGO SICUREZZA 2013-2016

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO CATALOGO SICUREZZA 2013-2016 DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO per il periodo 2015-2016 PER LA REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE APPROVATE SUL CATALOGO SICUREZZA 2013-2016 COSTITUITO AI SENSI DEL BANDO APPROVATO CON

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE NORME DI FUNZIONAMENTO DEI CORSI. REGIONE LAZIO III annualità

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE NORME DI FUNZIONAMENTO DEI CORSI. REGIONE LAZIO III annualità CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE NORME DI FUNZIONAMENTO DEI CORSI REGIONE LAZIO III annualità - 1 - 1. ACCETTAZIONE DELLE NORME E DELLE PROCEDURE DI GESTIONE L Organismo di formazione (di seguito

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PROVINCIALE 2012-2014

AVVISO PUBBLICO PROVINCIALE 2012-2014 AVVISO PUBBLICO PROVINCIALE 2012-2014 PER LA GESTIONE, L ATTUAZIONE E IL CONTROLLO DELLE ATTIVITA FORMATIVE RIVOLTE AGLI APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 4 APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE O DI

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI

PROVINCIA DI VERCELLI DIREZIONE FORMAZIONE PROFESSIONALE LAVORO PROVINCIA DI VERCELLI Servizio formazione professionale DIISPOSIIZIIONII DII DETTAGLIIO TECNIICHE AGGIIORNATE PER GLII OPERATORII TIITOLARII DII CORSII AUTORIIZZATII

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA. Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087

PROVINCIA DI NOVARA. Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 PROVINCIA DI NOVARA Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 Settore Formazione Professionale Lavoro Politiche Sociali DETERMINA n. 2524/2015 Proposta Formazione e Orientamento professionale/211

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO CATALOGO SICUREZZA 2013-2014

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO CATALOGO SICUREZZA 2013-2014 DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA REALIZZAZIONE E LA GESTIONE DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE APPROVATE SUL CATALOGO SICUREZZA 2013-2014 COSTITUITO AI SENSI DEL BANDO APPROVATO CON D.G.P. n. 1174-51274/2012

Dettagli

contratto in cui devono essere chiaramente indicati contenuti, tempi e costi.

contratto in cui devono essere chiaramente indicati contenuti, tempi e costi. contratto in cui devono essere chiaramente indicati contenuti, tempi e costi. STIPULA DELLA CONVENZIONE/AVVIO ATTIVITA' DI PROGETTO ATTRIBUZIONE CODICE PROGETTO E MATRICOLA ATTIVITA' Implementazione -

Dettagli

U.O.C. Sviluppo Organizzativo e Valorizzazione Risorse Umane Direttore Dott.ssa Filomena Ucci

U.O.C. Sviluppo Organizzativo e Valorizzazione Risorse Umane Direttore Dott.ssa Filomena Ucci U.O.C. Sviluppo Organizzativo e Valorizzazione Risorse Umane Direttore Dott.ssa Filomena Ucci PROCEDURA PER I COMPONENTI LE SEGRETERIE DEI CORSI DI FORMAZIONE tel. e fax 0823/232494 - tel. 0823/232526

Dettagli

REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI

REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI CATALOGO.. Timbro lineare della Sede Operativa responsabile REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI Corsi Sicurezza Codice Id. Corso: xxxxxxxxxxxxxxxxxi Denominazione Corso Sede di svolgimento.. Comune....

Dettagli

REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI

REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI Provincia di Novara Ministero della Pubblica Istruzione Pratica n. ANNO FORMATIVO.. Timbro lineare della Sede Operativa REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI Codice Corso: xxxxxxxxxxxxxxxxxi Denominazione

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IN VIGORE PER LE ATTIVITA AVVIATE A DECORRERE DAL 01/03/2015.

NOTA INFORMATIVA IN VIGORE PER LE ATTIVITA AVVIATE A DECORRERE DAL 01/03/2015. NOTA INFORMATIVA ASPETTI PROCEDURALI, ORGANIZZATIVI E ATTUATIVI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA' FORMATIVE RICONOSCIUTE DALLA CITTA METROPOLITANA DI TORINO ART. 14 DELLA LEGGE REGIONALE N. 63/1995.

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE ATTIVITÀ FINANZIATE DA FONDITALIA

MANUALE DI GESTIONE ATTIVITÀ FINANZIATE DA FONDITALIA MANUALE DI GESTIONE ATTIVITÀ FINANZIATE DA FONDITALIA Approvato nel C.D.A. del 13 marzo 2013 Via Cesare Beccaria,16-00196 Roma T. +39 06 95216933 - F. +39 06 99705521 - C.F. 97516290588 - info@fonditalia.org

Dettagli

Addetti alla conduzione di PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI

Addetti alla conduzione di PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI Addetti alla conduzione di PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI M Q 02.1 rev. 0 del 02/09/2013 Progettazione esecutiva CODICE P-FAL 06/15 PIN DESCRIZIONE L'obbligo all'abilitazione degli operatori per

Dettagli

Prot. n. 29539 Cagliari, 27 Giugno 2011

Prot. n. 29539 Cagliari, 27 Giugno 2011 Prot. n. 29539 Cagliari, 27 Giugno 2011 Alle Imprese con Capacità Formativa Interna Alle Agenzie Formative Accreditate per la Macrotipologia C Oggetto: Circolare n. 3/11 BIS Apprendistato professionalizzante

Dettagli

CONCILIAZIONE ESTATE 2015

CONCILIAZIONE ESTATE 2015 Assessorato dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale Direzione Generale delle Politiche Sociali Servizio Attuazione Politiche Sociali, Comunitarie, Nazionali e Regionali Avviso Pubblico CONCILIAZIONE

Dettagli

REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI

REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI PROVINCIA DI VERCELLI Pratica n. ANNO FORMATIVO.. Timbro lineare della Sede Operativa REGISTRO PRESENZE GIORNALIERE ALLIEVI Codice Corso: xxxxxxxxxxxxxxxxxi Denominazione Corso:. Sede di svolgimento..

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione continua. Manuale per le attività di Vigilanza e Controllo

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione continua. Manuale per le attività di Vigilanza e Controllo Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione continua Manuale per le attività di Vigilanza e Controllo 1 Sommario 1. Vigilanza e Controllo... 3 2. Modalità e procedure di esercizio delle

Dettagli

Cell. 328 5518905 Tel/Fax 0861 242211 Codice fiscale Partita IVA 01778140671

Cell. 328 5518905 Tel/Fax 0861 242211 Codice fiscale Partita IVA 01778140671 FONDAZIONE Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy, Sistema Agroalimentare e Sistema Moda sede principale nella Provincia di Teramo e sede secondaria nella Provincia di Pescara.

Dettagli

Circ. n.225 Palermo, li 24/06/2014 Ai Docenti Sede

Circ. n.225 Palermo, li 24/06/2014 Ai Docenti Sede ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO MARCO POLO Via Ugo La Malfa, 113 90133 P A L E R M O c.f. 80012780823 c.m. PATN01000Q Tel. 091/6886878 Fax. 091/6886792 e-mail:patn01000q@istruzione.it sito internet: www.ittmarcopolo.org

Dettagli

ACCREDITAMENTO DI UN PERCORSO FORMATIVO PER L ESAME AML CERTIFICATE 1 e AML CERTIFICATE 2

ACCREDITAMENTO DI UN PERCORSO FORMATIVO PER L ESAME AML CERTIFICATE 1 e AML CERTIFICATE 2 ACCREDITAMENTO DI UN PERCORSO FORMATIVO PER L ESAME AML CERTIFICATE 1 e AML CERTIFICATE 2 PREMESSA La richiesta di accreditamento di un percorso formativo finalizzato alla preparazione dei partecipanti

Dettagli

La rendicontazione e le misure di accompagnamento. nei percorsi IFTS

La rendicontazione e le misure di accompagnamento. nei percorsi IFTS Università di Padova La rendicontazione e le misure di accompagnamento nei percorsi IFTS 14 Marzo 2006 Università di Padova La rendicontazione negli IFTS Università di Padova Cosa cambia con e-learning

Dettagli

RESPONSABILE SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE R.S.P.P. RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA R.L.S.

RESPONSABILE SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE R.S.P.P. RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA R.L.S. ANN O FORMATIVO 2005-2006 CORSI DI FORMAZIONE PER LE IMPRESE REALIZZATI CON FINANZIAMENTO PUBBLICO AGROFORM, agenzia formativa accreditata dalla Regione Piemonte, propone alle Imprese della Provincia di

Dettagli

I. SCHEDA DATI ENTE FORMATIVO E RAPPRESENTANTE LEGALE

I. SCHEDA DATI ENTE FORMATIVO E RAPPRESENTANTE LEGALE ù Alla Commissione Accreditamento Corsi di Formazione A.I.R.A.C. Viale Libia, 120 00199 Roma E mail: info@airac.it Fax 06.92933362 MODULO DI RICHIESTA DI ACCREDITAMENTO DI UN CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

Guida alla procedura informatica di gestione dei progetti proposti dalle IMPRESE. Legge 236/93

Guida alla procedura informatica di gestione dei progetti proposti dalle IMPRESE. Legge 236/93 Guida alla procedura informatica di gestione dei progetti proposti dalle IMPRESE Legge 236/93 ANNO 2008 INDICE INTRODUZIONE... 4 CAP 1. MODALITA DI ACCESSO... 5 CAP. 2. GESTIONE PROGETTI... 7 CAP.2.1 INTRODUZIONE...

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. L importo presunto a base di gara per la fornitura ammonta ad 195.00,00

CAPITOLATO TECNICO. L importo presunto a base di gara per la fornitura ammonta ad 195.00,00 SO.PRO.MAR. S.p.A. Sede legale: Via dei Mille, 16, 80121, Napoli Registro delle imprese: C.C.I.A.A. 349952 Codice Fiscale: 01123340927 Partita IVA: 04007070636 CAPITOLATO TECNICO Progetti di Ricerca Industriale,

Dettagli

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti Allegato A) DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER L EROGAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA NEI CONTRATTI DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE (All. B DELLA DGR 609 DEL 12.7.2012). Premessa Al fine di regolare

Dettagli

AVVISO PUBBLICO 2015

AVVISO PUBBLICO 2015 AVVISO PUBBLICO 2015 PER LA GESTIONE, L ATTUAZIONE E IL CONTROLLO DELLE ATTIVITA FORMATIVE RIVOLTE AGLI APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 4, D. LGS. 167/2011 S.M.I. APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

Dettagli

BANDO RECLUTAMENTO FIGURE INTERNE

BANDO RECLUTAMENTO FIGURE INTERNE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Programma Operativo Nazionale Competenze per lo sviluppo FSE -2007-IT 05 1 PO 007 ISTITUTO PROFESSIONALE di STATO per i SERVIZI per l Enogastronomia e l Ospitalità

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 Disposizioni di dettaglio per la gestione e il controllo della realizzazione di progetti mirati alla lotta alla dispersione scolastica

Dettagli

BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO

BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO BANDO DI IDEE PER LA PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO 1 PREMESSA Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (di seguito indicato con CSVSN) prosegue le iniziative a sostegno delle Organizzazioni di Volontariato

Dettagli

AVVISO TEMATICO 1/12

AVVISO TEMATICO 1/12 AVVISO TEMATICO 1/12 AVVISO TEMATICO 1/12 FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FOR.TE. Promozione di Progetti formativi per la formazione in materia di

Dettagli

1. Dati relativi ai soggetti proponenti

1. Dati relativi ai soggetti proponenti Modello di domanda Da trasmettere in duplice copia Al Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale - Segreteria tecnica del Comitato Nazionale Parità dei Lavoratori Lavoratrici ROMA - OGGETTO: Progetto

Dettagli

Avviso a sportello 2014- Allegato B. Modalità gestionali e di rendicontazione del Piano Formativo a valere sull Avviso a sportello 2014

Avviso a sportello 2014- Allegato B. Modalità gestionali e di rendicontazione del Piano Formativo a valere sull Avviso a sportello 2014 Modalità gestionali e di rendicontazione del Piano Formativo a valere sull Avviso a sportello 2014 1 1. Glossario... 4 2. Criteri generali... 4 3. Comunicazioni tra Fondo e Soggetto Gestore... 6 3.1. Autocertificazioni...

Dettagli

Gestione del personale (Processo di Supporto)

Gestione del personale (Processo di Supporto) Istituto Tecnico Industriale Statale Galileo Galilei Gestione del personale (Processo di Supporto) Codice PQ 040 Modalità di distribuzione Copia non controllata Copia controllata numero consegnata a in

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE, IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO E DI MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA FORMATIVE PER APPRENDISTI ANNO 2008

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE, IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO E DI MONITORAGGIO DELLE ATTIVITA FORMATIVE PER APPRENDISTI ANNO 2008 UNIONE EUROPEA REGIONE PIEMONTE FONDO SOCIALE EUROPEO Direzione Formazione Professionale - Lavoro Servizio Formazione Professionale Allegato A DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE, IL CONTROLLO AMMINISTRATIVO

Dettagli

REGOLAMENTO DELL'ALBO DEI TUTORS DEI CORSI DI FORMAZIONE ORGANIZZATI DALL'ISTITUTO "A.C. JEMOLO"

REGOLAMENTO DELL'ALBO DEI TUTORS DEI CORSI DI FORMAZIONE ORGANIZZATI DALL'ISTITUTO A.C. JEMOLO ALLEGATO A REGOLAMENTO DELL'ALBO DEI TUTORS DEI CORSI DI FORMAZIONE ORGANIZZATI DALL'ISTITUTO "A.C. JEMOLO" Art. 1 Oggetto, definizione e finalità 1. Il presente regolamento costituisce il disciplinare

Dettagli

In particolare, gli artt. 34 35 36 TITOLO V rimandano all allegato B, che

In particolare, gli artt. 34 35 36 TITOLO V rimandano all allegato B, che Gli adempimenti normativi del d.lgs. 196/03 Le misure minime di sicurezza Edizione 2010 IL CONTESTO Il D. Lgs. 196/03, entrato in vigore il 1 gennaio 2004, aggiorna la disciplina in materia di sicurezza

Dettagli

PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PREDISPOSTO SECONDO IL CICLO DELLE COMPETENZE 1 n. (titolo )

PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PREDISPOSTO SECONDO IL CICLO DELLE COMPETENZE 1 n. (titolo ) PIANO FINANZIARIO RELATIVO AL PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PREDISPOSTO SECONDO IL CICLO DELLE COMPETENZE 1 n. (titolo ) A) PROGETTAZIONE E PREPARAZIONE Progettazione e Preparazione 2 TOTALE A B) FORMAZIONE

Dettagli

Format questionario selezione formatori

Format questionario selezione formatori Allegato B Format questionario selezione formatori Progetto sperimentale Competence Based Approach WP 4 - Costruzione e sperimentazione di un sistema di monitoraggio dei processi formativi a garanzia della

Dettagli

Regolamento per la Gestione e Rendicontazione dei Piani Formativi presentati in risposta dell Avviso 01/2014

Regolamento per la Gestione e Rendicontazione dei Piani Formativi presentati in risposta dell Avviso 01/2014 Regolamento per la Gestione e Rendicontazione dei Piani Formativi presentati in risposta dell Avviso 01/2014 Indice Parte I - Linee Guida per la Gestione dei Piani... 4 1 Soggetto Presentatore: obblighi

Dettagli

Mediastaff education partner IRSAF Divisione EIRSAF Certificazioni Informatiche

Mediastaff education partner IRSAF Divisione EIRSAF Certificazioni Informatiche Mediastaff education partner IRSAF Divisione EIRSAF Certificazioni Informatiche CORSI DI FORMAZIONE PER LA FUNZIONE DOCENTE IN "LE NUOVE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE: Uso didattico

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

P.O.R. F.S.E. 2007 2013 Obiettivo Competitività Regionale ed Occupazione del FSE REGISTRO PRESENZE ATTIVITA FORMATIVE

P.O.R. F.S.E. 2007 2013 Obiettivo Competitività Regionale ed Occupazione del FSE REGISTRO PRESENZE ATTIVITA FORMATIVE P.O.R. F.S.E. 2007 2013 Obiettivo Competitività Regionale ed Occupazione del FSE REGISTRO PRESENZE ATTIVITA FORMATIVE Servizi per l inserimento/reinserimento lavorativo rivolti a persone disoccupate Timbro

Dettagli

All Albo d Istituto SEDE Al sito web d Istituto www.itaschimirri.sitonline.it

All Albo d Istituto SEDE Al sito web d Istituto www.itaschimirri.sitonline.it Prot. 5422/C12 Data 01/07/2014 All Albo d Istituto SEDE Al sito web d Istituto www.itaschimirri.sitonline.it PON FSE AZIONE C1 ALL ESTERO - PROGETTI : ENGLISH 4 REAL KEEP UP YOUR ENGLISH AVVISO PER IL

Dettagli

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (d ora in poi denominato CSVSN) nell ambito delle proprie attività intende completare il proprio piano

Dettagli

1. Titolo del corso SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (livello avanzato) 4. Quota di iscrizione per partecipante (al netto di Iva) 3.

1. Titolo del corso SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (livello avanzato) 4. Quota di iscrizione per partecipante (al netto di Iva) 3. 1. Titolo del corso SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (livello avanzato) 2. Tematica formativa del catalogo Abilità personali Contabilità finanza Gestione aziendale - amministrazione Impatto ambientale Informatica

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE. Ufficio Volontariato, Relazioni Istituzionali e Internazionali SERVIZIO FORMAZIONE

DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE. Ufficio Volontariato, Relazioni Istituzionali e Internazionali SERVIZIO FORMAZIONE DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE Ufficio Volontariato, Relazioni Istituzionali e Internazionali SERVIZIO FORMAZIONE MODELLO DI INTERVENTO FORMATIVO PER ISCRITTI ALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

Dettagli

Le attività del progetto dovranno essere avviate entro 3 mesi dalla stipula della convenzione pena la revoca del finanziamento

Le attività del progetto dovranno essere avviate entro 3 mesi dalla stipula della convenzione pena la revoca del finanziamento PROCEDURE PER LA GESTIONE DEGLI INTERVENTI FINANZIATI TRAMITE AVVISO PUBBLICO - POR Toscana FSE 2007-2013 Normativa di riferimento DGRT n. 1179/19.12.2011 e s.m.i. Dopo l approvazione del progetto l Amministrazione

Dettagli

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI FORMATIVI PER LA PARTECIPAZIONE AL GRAN PRIX DELLA FORMAZIONE EDIZIONE N 5 ANNO 2015 TITOLO DEL PROGETTO: ENTE/IMPRESA PROPONENTE 1 Alla GIURIA DEL GRAN PRIX

Dettagli

Prot. N 3568 Napoli, 19 dicembre 2013

Prot. N 3568 Napoli, 19 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo Grado CARLO POERIO Distretto 41 - Corso Vittorio Emanuele n 124-80121 Napoli tel. Fax 081 / 761 31 22 e mail namm07800v@istruzione.it cod. mecc. NAMM07800V cod. fisc. 80061370633

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE OFFERTE PRESENTI NEL CATALOGO INTERREGIONALE DI ALTA FORMAZIONE

DISCIPLINARE PER IL FUNZIONAMENTO DELLE OFFERTE PRESENTI NEL CATALOGO INTERREGIONALE DI ALTA FORMAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo r ne ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE Direzione Generale Servizio Programmazione e Gestione del sistema della formazione

Dettagli

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE BENI E ATTIVITA' CULTURALI NOTA INFORMATIVA

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE BENI E ATTIVITA' CULTURALI NOTA INFORMATIVA SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE BENI E ATTIVITA' CULTURALI NOTA INFORMATIVA L.R. 49/1991 Corsi triennali di orientamento musicale - Anno 2012/2013 Indicazioni in merito agli adempimenti connessi allo

Dettagli

BANDO PUBBLICO SELEZIONE ESPERTI E TUTOR INTERNI

BANDO PUBBLICO SELEZIONE ESPERTI E TUTOR INTERNI COMPETENZE PER LO SVILUPPO - - Anno scolastico 2013/2014 Autorizzazione attività da parte del MIUR Direzione Generale per gli Affari Internazionali Ufficio IV n. AOODGAI\ 4037- del 14 maggio 2014 ISTITUTO

Dettagli

Istruzioni per la gestione e rendicontazione dei progetti Bandi 2010

Istruzioni per la gestione e rendicontazione dei progetti Bandi 2010 Istruzioni per la gestione e rendicontazione dei progetti Bandi 2010 I riferimenti degli sportelli del CSV per richieste di chiarimento e per la consegna dei documenti sono i seguenti: Luogo Indirizzo

Dettagli

SEZIONE I. Denominazione corso Ore Contenuti Attestato di idoneità Corso per l accesso e l esercizio

SEZIONE I. Denominazione corso Ore Contenuti Attestato di idoneità Corso per l accesso e l esercizio SEZIONE I 1.1 DISPOSIZIONI GENERALI 1.1.1 Competenze COMPETENZE REGIONALI (art.5 L.R. 38/2006 e s.m.i. art. 17 L.R. 28/1999 e s.m.i. - art. 8 L.R. 63/1995 e s.m.i). La Regione Piemonte stabilisce i requisiti

Dettagli

4. Quota di iscrizione per partecipante (al netto di Iva) 3.500,00

4. Quota di iscrizione per partecipante (al netto di Iva) 3.500,00 1. Titolo del corso TECNICHE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E DELLA LOGISTICA (LIVELLO BASE) 2. Tematica formativa del catalogo Abilità personali Contabilità finanza Gestione aziendale - amministrazione

Dettagli

Cod. C-1-FSE -2014 1237; Cod. C-2-FSE -2014 23. Prot. n. 1278/C-38 Brindisi, 16/02/2015

Cod. C-1-FSE -2014 1237; Cod. C-2-FSE -2014 23. Prot. n. 1278/C-38 Brindisi, 16/02/2015 Prot. n. 1278/C-38 Brindisi, 16/02/2015 OGGETTO: Programmazione dei Fondi Strutturali 2007/2013. Programma Operativo Nazionale Competenze per lo sviluppo FSE -2007-IT 05 1 PO 007 Asse II Obiettivo H -

Dettagli

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015)

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015) MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO CREMONA TRE Via San Lorenzo, 4-26100 Cremona Tel. 0372 27786 - Fax 0372 534835 e-mail: CRIC82000X@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

SEZIONE A ENTI FORMATIVI

SEZIONE A ENTI FORMATIVI REGIONE LAZIO Assessorato all Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione Direzione regionale Formazione Professionale, FSE e altri interventi cofinanziati LINEE GUIDA per la gestione delle attività formative

Dettagli

Regolamento didattico Artedata valido per tutti i corsi frontali: Intensivi, MiniMaster e Master

Regolamento didattico Artedata valido per tutti i corsi frontali: Intensivi, MiniMaster e Master REGOLAMENTO DIDATTICO SCUOLA ARTEDATA La scuola Artedata ha creato due regolamenti, uno valido per i corsi frontali: Intensivi, MiniMaster e Master, e uno valido per i corsi FAD Formazione a Distanza (a

Dettagli

CORSO DI AMMINISTRATORE CONDOMINIALE E IMMOBILIARE

CORSO DI AMMINISTRATORE CONDOMINIALE E IMMOBILIARE ORGANISMO DI MEDIAZIONE ISCRIZIONE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N.549 ENTE DI FORMAZIONE ISCRIZIONE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA N.294 CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 9001:2008 Certificato n.1134 Via Copernico 30

Dettagli

Prospetto suddivisione Aree tematiche. N.B. Durata minima del corso = 90 ore

Prospetto suddivisione Aree tematiche. N.B. Durata minima del corso = 90 ore Programma del Corso per la Certificazione Diploma European Financial Services - DEFS per Professionisti del settore bancario e per aspiranti Promotori Finanziari Prospetto suddivisione Aree tematiche N.B.

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 1087 del 12/02/2013 Proposta: DPG/2013/1008 del 01/02/2013 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

Sperimentazioni di integrazione in ambito lavorativo per detenuti Sartoria in carcere

Sperimentazioni di integrazione in ambito lavorativo per detenuti Sartoria in carcere Provincia di Como La Provincia di Como l Assessorato alle Politiche attive del lavoro e formazione professionale pubblica rende nota COMUNICAZIONE AGLI OPERATORI ACCREDITATI L.R. 22/06 AI SERVIZI PER IL

Dettagli

MANUALE PER I CONTROLLI FINANZIARIO, AMMINISTRATIVO E FISICO E TECNICO DELLE OPERAZIONI FSE 2007-2013

MANUALE PER I CONTROLLI FINANZIARIO, AMMINISTRATIVO E FISICO E TECNICO DELLE OPERAZIONI FSE 2007-2013 MANUALE PER I CONTROLLI FINANZIARIO, AMMINISTRATIVO E FISICO E TECNICO DELLE OPERAZIONI FSE 2007-2013 Direzione Istruzione - Formazione Professionale - Lavoro Regione Piemonte - FSE 2007-2013, Obiettivo

Dettagli

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE

INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE INIZIATIVA DI SISTEMA DELLE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE N. 5/2014 SVILUPPARE LE FUNZIONI E ATTUARE GLI ACCORDI DI COOPERAZIONE IN MATERIA DI ALTERNANZA, COMPETENZE E ORIENTAMENTO Regolamento per la selezione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Anno Accademico 2015/2017

BANDO DI CONCORSO. Anno Accademico 2015/2017 BANDO DI CONCORSO Anno Accademico 2015/2017 ARTICOLO 1 Attivazione Master Presso la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 6 dello Statuto, è

Dettagli

Manuale Operativo GESTIONE FISICA GUIDA ALL INSERIMENTO DATI

Manuale Operativo GESTIONE FISICA GUIDA ALL INSERIMENTO DATI Manuale Operativo GESTIONE FISICA GUIDA ALL INSERIMENTO DATI 1 INDICE CAP 1 INTRODUZIONE... 3 CAP 2 FLUSSO CONSIGLIATO DI INSERIMENTO DATI... 4 CAP 3 ELENCO PIANI... 5 CAP 4 ELENCO ATTIVITA... 9 CAP 5

Dettagli

La Piattaforma Siav 2.0

La Piattaforma Siav 2.0 La Piattaforma Siav 2.0 CONFINDUSTRIA VENETO SIAV SPA Via Torino 151/c 30172 Mestre Venezia Tel: 041/25.17.511 - www.siav.net L ESIGENZA L esigenza di standardizzare e velocizzare i processi di gestione

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA).

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Titolo1 NORME GENERALI Art. 1 Principi generali e finalità del servizio

Dettagli

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti,5-21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità UNI EN ISO 9001 : 2008 PIANO ADDESTRAMENTO E FORMAZIONE

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti,5-21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità UNI EN ISO 9001 : 2008 PIANO ADDESTRAMENTO E FORMAZIONE PREMESSA Il modulo viene compilato dopo il CdD di novembre in cui si delibera il piano di aggiornamento dei docenti o i criteri di accettazione dei corsi di aggiornamento esterni e dopo che il DSGA ha

Dettagli

Vademecum sulla gestione e rendicontazione dei. Piani formativi finanziati da For.Agri

Vademecum sulla gestione e rendicontazione dei. Piani formativi finanziati da For.Agri Vademecum sulla gestione e rendicontazione dei Piani formativi finanziati da For.Agri Avviso 1/2015 Sommario 1. Premessa... 4 1.1 Ambito di applicazione... 4 1.2 Eleggibilità destinatari dell intervento...

Dettagli

Art. 1. Descrizione della formazione e delle prestazioni inerenti la figura professionale oggetto della selezione

Art. 1. Descrizione della formazione e delle prestazioni inerenti la figura professionale oggetto della selezione Firenze, 23 Giugno 2009 Decreto n. 133 Selezione pubblica per l individuazione di TUTOR preposti alla formazione del personale docente Pon Matematica corso 1 a. s 2009-2010 Il Direttore Generale Vista

Dettagli

PROVINCIA DI VERCELLI Settore Istruzione, Formazione, Lavoro e Politiche sociali Servizio Formazione Professionale

PROVINCIA DI VERCELLI Settore Istruzione, Formazione, Lavoro e Politiche sociali Servizio Formazione Professionale DIREZIONE ISTRUZIONE FORMAZIONE PROFESSIONALE LAVORO PROVINCIA DI VERCELLI Settore Istruzione, Formazione, Lavoro e Politiche sociali Servizio Formazione Professionale DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA

Dettagli

Art. 1. Descrizione della formazione e delle prestazioni inerenti la figura professionale oggetto della selezione

Art. 1. Descrizione della formazione e delle prestazioni inerenti la figura professionale oggetto della selezione Selezione pubblica per l individuazione di TUTOR preposti alla formazione del personale docente Pon Educazione scientifica a.s. 2009-2010 Firenze, 23 Giugno 2009 Decreto n. 132 Il Direttore Generale Vista

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE DEI TRASPORTI E DELLA LOGISTICA CARNARO INDIRIZZO CONDUZIONE DEL Mezzo NAUTICO E AERONAUTICO

ISTITUTO TECNICO STATALE DEI TRASPORTI E DELLA LOGISTICA CARNARO INDIRIZZO CONDUZIONE DEL Mezzo NAUTICO E AERONAUTICO Prot. N. 1670/C14 Brindisi, 10 marzo 2012 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado della Provincia di BRINDISI All Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA All Ufficio Scolastico Provinciale

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione dei dirigenti del terziario GUIDA per la gestione dei Voucher formativi 2012 Sommario Premessa... 2 1. Soggetto Responsabile del Piano: obblighi

Dettagli

ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD

ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD Domande Risposte I provider che hanno già presentato richiesta di accreditamento degli eventi formativi residenziali devono necessariamente presentare domanda di accreditamento

Dettagli

PORTALE KK 2.0 DESCRIZIONE

PORTALE KK 2.0 DESCRIZIONE PORTALE KK 2.0 DESCRIZIONE Il Portale KK 2.0 nasce dall esperienza decennale di Know K. nei registri elettronici e portali per le scuole, soluzioni completamente web. Il Portale KK 2.0 è un servizio che

Dettagli

Pag. 1. Sanitanova S.r.l./ Istruzioni FAD Obiettivo Sanità Corsi ECM FAD 2012 rev. 2 del 04/09/2012

Pag. 1. Sanitanova S.r.l./ Istruzioni FAD Obiettivo Sanità Corsi ECM FAD 2012 rev. 2 del 04/09/2012 Istruzioni per lo svolgimento dei Corsi ECM FAD La Piattaforma FAD Obiettivo Sanita Il marchio Obiettivo Sanita contraddistingue la piattaforma per la formazione a distanza (FAD) che Sanitanova S.r.l.

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Settore Orientamento, Ricerca, Sperimentazione e Programmazione nella Formazione Professionale Napoli Centro Direzionale, Isola A/6 Tel. 081 7966449 Fax 081 7966454 E-mail: settore.orientamento.professionale@regione.campania.it

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA Livello strategico CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA La politica della qualità: Mission, Obiettivi e Impegni La mission La GL 3000 SERVICES s.r.l. offre servizi destinati al sostegno

Dettagli

Allegato alla delibera del Coa del 02/12/2015

Allegato alla delibera del Coa del 02/12/2015 Allegato alla delibera del Coa del 02/12/2015 Spettabile Commissione Accreditamento Locale presso l Ordine degli Avvocati di Monza Piazza Garibaldi, 10 20900 Monza (MB) Oggetto: Richiesta di Accreditamento

Dettagli

Via M. Altamura 71122 Foggia

Via M. Altamura 71122 Foggia Via M. Altamura 71122 Foggia cod. scuola FGIC86200B C.F. 94090660716 TEL. 0881 746552 e-mail certificata fgic86200b@pec.istruzione.it e-mail fgic86200b @istruzione.it Prot. n 165 del 15/01/2014 Programma

Dettagli

Oggetto: Biennio Formativo 200_/200_ - DGR n. del Avvio corsi Corsi di Terza Area.

Oggetto: Biennio Formativo 200_/200_ - DGR n. del Avvio corsi Corsi di Terza Area. su carta intestata dell Istituto Prot. n Cod. Ente Direzione Istruzione Oggetto: Biennio Formativo 200_/200_ - DGR n. del Avvio corsi Corsi di Terza Area. Corso n Titolo Ore Allievi iscritti Sede Il sottoscritto

Dettagli

Investiamo nel vostro futuro. Guida all utilizzo della Procedura web di Gestione progetti KEY COMPETENCE

Investiamo nel vostro futuro. Guida all utilizzo della Procedura web di Gestione progetti KEY COMPETENCE Investiamo nel vostro futuro Guida all utilizzo della Procedura web di Gestione progetti KEY COMPETENCE Aprile 2014 INDICE 1. INTRODUZIONE... 1 2. MODALITA DI ACCESSO... 2 3. GESTIONE PROGETTI... 3 3.1.

Dettagli

CORSO SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE FORMATORI E RESPONSABILI DI PROGETTI FORMATIVI VALIDO PER AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE RSPP/ASPP

CORSO SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE FORMATORI E RESPONSABILI DI PROGETTI FORMATIVI VALIDO PER AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE RSPP/ASPP CORSO SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE FORMATORI E RESPONSABILI DI PROGETTI FORMATIVI VALIDO PER AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE RSPP/ASPP Obiettivi del corso: Il percorso formativo risponde ai contenuti

Dettagli

La dematerializzazione nella gestione delle risorse umane

La dematerializzazione nella gestione delle risorse umane La dematerializzazione nella gestione delle risorse umane Sommario Premessa La dimensione del fenomeno Gestione informatizzata dei permessi L iter autorizzativo Il dipendente Il responsabile Ulteriori

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi GIUNTA REGIONALE Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 13438 del 26/09/2014 Proposta: DPG/2014/14025 del 26/09/2014 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

1. SEDE E NOMINA DELLE COMMISSIONI ESAMINATRICI

1. SEDE E NOMINA DELLE COMMISSIONI ESAMINATRICI Allegato 1 CIRCOLARE SULLE PROVE DI ACCERTAMENTO FINALE DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DI COMPETENZA PROVINCIALE E DEI CORSI DI CUI ALL ART. 27 DELLA L.R. 95/80 Le prove di accertamento finale dei

Dettagli