REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.L.G. 196/03 PER FINI FORMATIVI IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.L.G. 196/03 PER FINI FORMATIVI IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI"

Transcript

1 REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.L.G. 196/03 PER FINI FORMATIVI IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Utilizzo strumentazione fissa 1. II Personal Computer affidato al dipendente è uno strumento di lavoro di proprietà della Trevi Spa. Ognuno è responsabile dell'utilizzo delle dotazioni informatiche ricevute in assegnazione. Ogni utilizzo non inerente all'attività lavorativa può contribuire ad innescare disservizi, costi di manutenzione e, soprattutto, minacce alla sicurezza. 2. E' fatto divieto installare sulla strumentazione in uso, hardware fisso o removibile (ad esempio modem, masterizzatori esterni, chiavette internet, stampanti, etc ) qualora ciò non risulti espressamente richiesto ed autorizzato dalla Trevi Spa. 3. La Trevi Spa si riserva di eliminare qualsiasi elemento hardware la cui installazione non sia stata appositamente prevista o autorizzata. 4. In caso di allontanamento dalla propria postazione hardware, è fatto obbligo al dipendente di bloccare la propria postazione di lavoro (CTRL+ALT+CANC > Blocca Computer). 5. Sui PC dotati di scheda audio e/o di lettore CD non è consentito l'ascolto di programmi, files audio o musicali, se non a fini prettamente lavorativi e previo autorizzazione. 6. Qualora si rendessero necessarie modifiche alle configurazioni impostate sul PC in uso, occorre darne comunicazione e richiesta all IT Department a mezzo mail indirizzata a 7. Chiavette, modem o qualsiasi altra apparecchiatura adibita a connessioni internet di proprietà della Trevi Spa, dovranno essere utilizzati esclusivamente per svolgere attività aziendali. Utilizzo PC portatili 1. II PC portatile affidato al dipendente è uno strumento di lavoro di proprietà della Trevi Spa. Ognuno è responsabile dell'utilizzo delle dotazioni informatiche ricevute in assegnazione. Ogni utilizzo non inerente all'attività lavorativa può contribuire ad innescare disservizi, costi di manutenzione e, soprattutto, minacce alla sicurezza. 2. L'utente è responsabile del PC portatile assegnatogli da Trevi Spa e deve custodirlo con diligenza sia durante gli spostamenti sia durante l'utilizzo nel luogo di lavoro. 3. Ai PC portatili si applicano le regole di utilizzo previste per i Pc connessi in rete con particolare attenzione alla rimozione di eventuali file elaborati sullo stesso prima della riconsegna. 4. I PC portatili utilizzati all'esterno (convegni, visite in azienda, etc ), in caso di allontanamento, devono essere custoditi in un luogo protetto. 1/10

2 5. II portatile non deve essere mai lasciato incustodito e sul disco devono essere conservati solo i files strettamente necessari. 6. Nel caso di accesso alla rete aziendale tramite RAS (Remote Access Server) / Accesso Remoto: utilizzare l'accesso in forma esclusivamente personale, utilizzare la password in modo rigoroso. 7. Le credenziali di autenticazione alla rete devono essere custodite e preservate dalla diffusione a colleghi o soggetti esterni a Trevi Spa. 8. Disconnettersi dal sistema RAS al termine della sessione di lavoro. 9. Collegarsi periodicamente alla rete interna per consentire il caricamento dell'aggiornamento dell'anti virus. 10. Non utilizzare abbonamenti Internet privati per collegamenti alla rete se non autorizzati da Trevi Spa. 11. Chiavette, modem o qualsiasi altra apparecchiatura adibita a connessioni internet di proprietà della Trevi Spa, dovranno essere utilizzati esclusivamente per svolgere attività aziendali. Accesso ed uso dei sistemi 1. Non è consentita l'attivazione della password d'accensione (BIOS), senza preventiva autorizzazione da parte della Trevi Spa. 2. Il dipendente si connette alla rete tramite autenticazione univoca personale. 3. Le credenziali di autenticazione alla rete devono essere custodite e preservate dalla diffusione a colleghi o soggetti esterni a Trevi Spa. 4. In nessun caso devono essere annotate password in chiaro, sia su supporto cartaceo che informatico, e lasciate incustodite (sopra la scrivania, post-it attaccati ai monitor, etc ) 5. Il titolare della password è tenuto a non rivelare ad alcuno la password dovendosi avere la massima diligenza e preservandone la segretezza anche durante il momento della digitazione. 6. I requisiti minimi di complessità delle password sulla base della vigente normativa privacy sono: redazione con caratteri maiuscoli e/o minuscoli; composizione con inclusione di simboli, numeri, punteggiatura e lettere; caratteri non inferiori ad 8 (ad eccezione dei sistemi operativi che non supportano tali requisiti); password non agevolmente riconducibile all'identità del soggetto che la gestisce. Pertanto, la password non deve essere basata su informazioni personali, riferimenti familiari o comunque dati inerenti direttamente il soggetto titolare della password stessa. 7. Qualora l'intestatario della password ritenga che un soggetto non autorizzato possa essere venuto a conoscenza della propria password, dovrà provvedere

3 immediatamente ad informare l IT Department per l attivazione della procedura di cambio password. 8. Non debbono essere utilizzate nella configurazione delle caselle di posta elettronica le opzioni di "compilazione automatica" o remember password, presenti nei browser o in altre applicazioni. Installazione programmi 1. Sul PC in uso non devono essere installati programmi che non siano ufficialmente forniti o approvati dall azienda. 2. I membri dell IT Department possono, in qualunque momento, procedere alla rimozione di ogni file o applicazione che riterranno essere pericolosi per l Sicurezza sia sui PC degli incaricati sia sulle unità di rete. 3. La Trevi Spa, peraltro, ricorda all'utilizzatore che costituiscono illecito penale le condotte consistenti nella illecita duplicazione o riproduzione di software ai sensi della legge sul diritto d'autore n. 633/41 come novellata. Utilizzo supporti magnetici e dati 1. È fatto obbligo conservare, custodire e controllare i supporti informatici removibili contenenti dati, informazioni, notizie o immagini di attinenza aziendale, affinché nessun soggetto terzo ne prenda visione o possesso. 2. Costituisce buona regola la pulizia periodica degli archivi (sia locali che in condivisioni di rete), con cancellazione dei file obsoleti o inutili. Particolare attenzione deve essere prestata alla duplicazione dei dati. E' infatti assolutamente da evitare un'archiviazione ridondante (doppia). 3. Le gestioni locali dei dati dovranno scomparire per essere sostituite da gestioni centralizzate su server. 4. Qualsiasi file estraneo all'attività lavorativa o non espressamente autorizzato, non può, nemmeno, in via transitoria, essere salvato sul pc in uso del dipendente. 5. Tutti i files di provenienza incerta o esterna, ancorché attinenti all'attività lavorativa, devono essere sottoposti al controllo e relativa autorizzazione all'utilizzo da parte dell IT Department. Utilizzo rete interna 1. La rete interna, istituita appositamente per permettere collegamenti funzionali tra utenti che prestano servizio all'interno della struttura lavorativa, non può esser utilizzata per scopi diversi da quelli ai quali è destinata. 2. Qualora nella rete interna debbano circolare dati, notizie ed informazioni aziendali, deve essere premura di ciascun dipendente preservare gli stessi dalla

4 conoscibilità di terzi soggetti non espressamente autorizzati ad aver notizia di tali dati. 3. E' vietato connettere in rete stazioni di lavoro se non dietro esplicita e formale autorizzazione da parte dell IT Department. 4. E' vietato monitorare ciò che transita in rete. Utilizzo rete esterna Internet 1. II PC abilitato alla navigazione in Internet costituisce uno strumento aziendale necessario allo svolgimento della propria attività lavorativa. 2. E' fatto divieto all'utente lo scarico di software gratuito (freeware) e shareware prelevato da siti Internet, se non espressamente autorizzato da Trevi Spa. 3. E' fatto divieto memorizzare dalla rete documenti, file o dati comunque non attinenti lo svolgimento delle attività aziendali, in particolare: Non è consentito navigare in siti non attinenti allo svolgimento delle mansioni assegnate. Non è consentita l'effettuazione di ogni genere di transazione finanziaria ivi comprese le operazioni di remote banking, acquisti on-line e simili, salvo nei casi direttamente autorizzati dal Responsabile Amministrativo e con il rispetto delle normali procedure di acquisto. E vietata ogni forma di registrazione a siti i cui contenuti non siano legati all'attività lavorativa. Non è permessa la partecipazione, per motivi non professionali, a Forum, l'utilizzo di chat line, di bacheche elettroniche e le registrazioni in guest book, anche utilizzando pseudonimi (o nicknames), potendo esporre a rischi di sicurezza la rete aziendale; 4. Si rende nota l'attivazione di filtri idonei ad evitare navigazioni in siti non correlati all'attività lavorativa e che parimenti sono state create black-list. 5. Si rende noto che la Trevi Spa ha attivato sistemi di monitoraggio della navigazione aziendale secondo le previsioni di cui al Provvedimento del Garante in materia di trattamento dati personali, Provvedimento del 1 marzo 2007, effettuando monitoraggio generalizzato ed anonimo dei log di connessione. 6. Gli archivi di log risultanti da questo monitoraggio contengono traccia di ogni operazione di collegamento effettuata dall'interno della rete societaria verso Internet. 7. Eventuali attivazioni di controlli specifici saranno preventivamente notificate. 8. I log di connessione di cui sopra, saranno conservati per 180gg.

5 Utilizzo del fax 1. Si raccomanda di non lasciare documenti incustoditi presso le postazioni di fax all'atto dell'invio. 2. Qualora il dipendente sia prossimo a ricevere atti contenenti dati o informazioni riservate via fax, avrà cura di monitorare la postazione fax e preservare - limitatamente alle oggettive possibilità - la conoscibilità di tali dati o informazioni, da parte di terzi non autorizzati. Utilizzo posta elettronica 1. L'abilitazione alla posta elettronica deve essere preceduta da regolare richiesta del Responsabile di funzione/unità organizzativa/reparto. 2. Le caselle di posta elettronica date in uso al dipendente sono destinate ad un utilizzo di tipo aziendale. Si rappresenta che: non è consentito inviare o memorizzare messaggi (interni ed esterni) di natura oltraggiosa e/o discriminatoria per sesso, lingua, religione, razza, origine etnica, opinione e appartenenza sindacale e/o politica, o che costituiscano comunque condotta illecita. Non è consentito l'utilizzo dell'indirizzo di posta elettronica aziendale per la partecipazione a dibattiti, Forum, newsletter o mail-list, non attinenti l'attività lavorativa. 3. Nel caso si ricevessero messaggi da mittenti sconosciuti o messaggi insoliti, per non correre il rischio di essere infettati da virus, cancellare tali messaggi senza aprirli. 4. Nel caso si ricevessero messaggi provenienti da mittenti conosciuti ma che contengono allegati sospetti (file con estensione.exe.scr.pif.bat.cmd), questi ultimi non devono essere aperti e deve essere contattato un addetto dell IT Department. 5. Evitare che la diffusione incontrollata di "Catene di Sant'Antonio" (messaggi a diffusione capillare e moltiplicata) limiti l'efficienza del sistema di posta. 6. Utilizzare, nel caso di invio di allegati pesanti, i formati compressi (*.zip *.rar *.jpg) e che, preferibilmente, non devono superare i 5MB. 7. Nel caso in cui si debba inviare un documento all'esterno dell'azienda è preferibile utilizzare un formato protetto da scrittura (ad esempio il formato Acrobat *.pdf). 8. La casella di posta deve essere mantenuta in ordine, cancellando documenti inutili e soprattutto allegati ingombranti. 9. In caso di assenza, al dipendente sono posti a disposizione apposite funzioni di sistema che consentano di inviare automaticamente messaggi di risposta.

6 10. E' fatto divieto di divulgare le notizie, i dati e qualsiasi altra informazione appresa in occasione della ricezione o invio di posta elettronica, in quanto coperte dal segreto professionale cui sono tenuti i dipendenti in ottemperanza agli obblighi di fedeltà e correttezza. 11. Inoltre, la Trevi Spa comunica che in caso di assenza per qualsiasi motivo dell utilizzatore, qualora si renda necessario, un delegato dall Azienda potrà accedere alla posta elettronica dell utente al fine di non interrompere né rallentare le attività o semplicemente al fine di prendere visione dello storico delle comunicazioni di interesse aziendale. Utilizzo dei dispositivi di stampa 1. Limitare il numero di copie. 2. Incrementare la posta elettronica per la diffusione e la condivisione di documenti. 3. Prima di dare l OK per la stampa, visualizzate l anteprima del documento, per eliminare eventuali errori che comporterebbero una ristampa dello stesso. 4. Evitare di stampare documenti che possono essere consultati semplicemente a video. 5. Adottare la modalità di stampa, o copia, fronte/retro ove i dispositivi lo permettano. 6. Riutilizzare le stampe di lavoro già stampate su un lato per appunti, annotazioni e bozze. 7. Acquistare apparecchiature che garantiscano la riproduzione fronte/retro e l uso della carta riciclata. 8. Dove possibile, predisporre cestini per la raccolta differenziata vicino le aree di stampa. 9. Assicurarsi e monitorare che la ditta di pulizie esegua correttamente la raccolta differenziata. Protezione antivirus 1. Ogni utente deve tenere comportamenti tali da ridurre il rischio di attacco al sistema informatico aziendale mediante virus o mediante ogni altro software aggressivo (ad esempio non aprire mail o relativi allegati sospetti, non navigare su siti non professionali ecc..) 2. Ogni utente è tenuto a controllare la presenza e il regolare funzionamento del software antivirus aziendale. 3. Nel caso che il software antivirus rilevi la presenza di un virus che non è riuscito a ripulire, l'utente dovrà immediatamente: sospendere ogni elaborazione in corso senza spegnere il computer e segnalando l'accaduto al personale dell IT Department

7 4. Ogni dispositivo magnetico di provenienza esterna all'azienda dovrà essere verificato mediante il programma antivirus prima del suo utilizzo e, nel caso venga rilevato un virus non eliminabile dal software, non dovrà essere utilizzato. Gestione, conservazione e controllo dei dati informatici 1. È fatto divieto applicare sistemi di crittografia, codificazione e simili ai dati se non espressamente richiesto dalla Trevi Spa secondo la tipologia di dato o documento. Gestione risoluzione problematiche 1. L HelpDesk è di fatto a disposizione di qualsiasi utente per la risoluzione delle problematiche, tecniche sia a carattere globale (server) che a carattere specifico (client), ed è reperibile e disponibile durante gli orari aziendali. 2. Le segnalazioni di eventuali problematiche specifiche, cioè quelle che interessano un singolo utente, dovranno essere inviate via mail all indirizzo e dovranno riportare eventuali codici/messaggi di errore i più specifici possibile. La comunicazione telefonica o verbale con l Help Desk dovrà avvenire esclusivamente in caso di malfunzionamenti che bloccano totalmente l attività o in cui il servizio mail non fosse disponibile. 3. L Help Desk prenderà in carico le varie segnalazioni attribuendo una priorità in base alla problematica segnalata dall utenza. I tempi di evasione e risoluzione della problematica variano in base alla gravità del problema. 4. Nel caso in cui alcune problematiche tecniche coinvolgessero interi reparti o filiali, è buona cosa accentrare la richiesta d assistenza, incaricando una singola persona di contattare l Help Desk secondo le modalità sopradescritte. 5. L IT Department ha l obbligo di comunicare tempestivamente eventuali attività di manutenzione a carattere globale (server) o specifico (client) tramite mail e sempre in accordo con le attività e i tempi dell azienda. 6. Durante i tempi di manutenzione, sia globale che specifica, è severamente vietato all utenza accedere a server e applicazioni fino a comunicazione scritta o verbale da parte del reparto IT Department. Segreto professionale 1. Il dipendente non può divulgare, pubblicare o comunicare in alcun modo a terzi, direttamente o indirettamente, in toto o in parte, le informazioni apprese in occasione dello svolgimento delle mansioni per le quali è stato assunto dalla Trevi Spa, né potrà usarle, sfruttarle o disporne in proprio o tramite terzi. 2. Gli obblighi del dipendente previsti in questo campo non termineranno all'atto di cessazione del rapporto di lavoro, se non in riferimento a quelle specifiche parti

8 delle informazioni che il dipendente possa dimostrare che erano già di pubblico dominio al momento della conclusione del rapporto, o che lo sono diventate in seguito per fatto a lui non imputabile. ** DA VERIFICARE IN FUNZIONE AL TIPO DI CONTRATTO D ASSUNZIONE. Riservatezza dati 1. Premesso che per «Informazioni Riservate» si intendono tutte le informazioni di qualsivoglia natura riferite o apprese in occasione dello svolgimento di mansioni per le quali il soggetto è stato assunto dalla Trevi Spa, il dipendente si impegna a considerare le Informazioni Riservate come strettamente private e riservate e ad adottare tutte le misure necessarie per non pregiudicare la riservatezza di tali informazioni. 2. Il dipendente si impegna ad utilizzare le Informazioni Riservate unicamente allo scopo di effettuare lo svolgimento dell'attività cui è preposto e di conseguenza a non usare tali informazioni in alcun modo che arrechi danno alla Trevi Spa, né per alcun altro scopo di qualsiasi natura. 3. Gli impegni di cui al presente capo non proibiscono di comunicare Informazioni Riservate: ad amministratori e dipendenti, anche di Aziende nostre controllate, avvocati, revisori, banche o altri nostri consulenti ai quali la conoscenza di tali Informazioni è necessaria al fine dell'espletamento di attività funzionali alla società. a soggetti diversi da quelli specificati al punto precedente, qualora ciò sia stato autorizzato dalla Trevi Spa. 4. L'obbligo di riservatezza non opera in caso di Informazioni Riservate: Che al momento in cui vengono rese note siano di pubblico dominio. Che diventino di pubblico dominio dopo essere state rese note per causa non imputabile al dipendente. 5. L'impegno di riservatezza di cui al presente capo si protrarrà anche dopo la cessazione del rapporto di lavoro e sino a quando le informazioni in oggetto non saranno rese di pubblico dominio. Applicazione ed interpretazione del presente regolamento 1. Per qualsiasi dubbio relativo all'applicazione pratica o all'interpretazione del presente regolamento, il dipendente può rivolgersi all IT Department.

9 Disciplina deroghe e modifiche del presente regolamento 1. Qualora al presente regolamento la Trevi Spa intenda apporre modifiche, queste saranno applicate dandone conoscenza immediata al dipendente. 2. Deroghe o modifiche di uno o più punti del presente regolamento, non rendono invalidi gli altri punti, salvo ipotesi di evidente incompatibilità, per cui prevarrà l applicazione della clausola temporalmente più recente. Aggiornamento e Revisione 1. Tutti gli utenti possono proporre, quando ritenuto necessario, integrazioni al presente regolamento tramite comunicazione a 2. Il presente Regolamento è soggetto a revisione periodica. Responsabilità Poiché in caso di violazioni contrattuali e giuridiche, sia la Trevi Spa, sia il singolo utente sono potenzialmente perseguibili con sanzioni, anche di natura penale, la Trevi Spa verificherà, nei limiti consentiti dalle norme legali e contrattuali (tramite controlli di tipo difensivo che derivano, in specie, dal diritto, riconosciuto al datore di lavoro dall art del C.C., di impartire disposizioni per l esecuzione e la disciplina del lavoro), il rispetto delle regole e l integrità del proprio sistema informatico. La non osservanza del presente regolamento può pertanto comportare sanzioni di carattere disciplinare. PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI I provvedimenti disciplinari sono: a) il rimprovero verbale; b) il biasimo scritto; c) la sospensione dal servizio e dallo stipendio fino ad un massimo di giorni 10; d) Il licenziamento; A norma dell art. 7 della Legge 20 maggio 1970, n. 300, il datore di lavoro non può adottare alcun provvedimento disciplinare senza aver preventivamente contestato l addebito al lavoratore, assegnandogli un termine, non inferiore a 5 giorni lavorativi, per presentare le sue controdeduzioni. I provvedimenti disciplinari di cui al punto a) e

10 b) dovranno essere applicati in ordine successivo; il provvedimento disciplinare di cui al punto c) dovrà essere applicato in relazione alla gravità o recidività dell infrazione. Trevi Spa Amministratore Delegato Elisa Gasparato Responsabile IT Department David Pesce Villorba 10 febbraio 2012 Revisioni e aggiornamenti: 03 Aprile 2012 Inserimento paragrafo Utilizzo dei dispositivi di stampa

REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.LG. 196/03

REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.LG. 196/03 REGOLAMENTO INFORMATICO INTERNO VALIDO AI SENSI DEL D.LG. 196/03 Utilizzo strumentazione 1. E fatto divieto installare sulla strumentazione in uso, hardware fisso o removibile (ad esempio modem) qualora

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA. Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale

COMUNE DI PAGLIETA. Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale COMUNE DI PAGLIETA Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 19 del 01/02/2013 Regolamento per la sicurezza

Dettagli

Risorse Sabine S.p.A. - Regolamento Informatico Interno

Risorse Sabine S.p.A. - Regolamento Informatico Interno Regolamento Informatico Interno ai sensi del D.Lgs 196/2003 e delle Linee guida del Garante della privacy per posta elettronica ed internet (Gazzetta Ufficiale n. 58 del 10 Marzo 2007). Pagina 1 di 12

Dettagli

Regolamento informatico

Regolamento informatico Regolamento informatico Premessa La progressiva diffusione delle nuove tecnologie informatiche ed, in particolare, il libero accesso alla rete Internet dai Personal Computer, espone Ismea ai rischi di

Dettagli

Comune di Conegliano

Comune di Conegliano Comune di Conegliano Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell'ente - Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 308 del 21.07.2004; - Data entrata in vigore: 27.07.2004. Indice Contenuto

Dettagli

12. Osservanza delle disposizioni in materia di Privacy

12. Osservanza delle disposizioni in materia di Privacy Regolamento Aziendale per l utilizzo delle STAZIONI DI LAVORO Indice Premessa 1. Utilizzo del Personal Computer 2. Utilizzo della rete 3. Gestione delle Password 4. Utilizzo dei PC portatili 5. Uso della

Dettagli

Disciplina per il Corretto Utilizzo degli Strumenti Informatici e Telematici INDICE

Disciplina per il Corretto Utilizzo degli Strumenti Informatici e Telematici INDICE Disciplina per il Corretto Utilizzo degli Strumenti Informatici e Telematici INDICE Premessa 1) Utilizzo del Personal Computer 2) Utilizzo della rete 3) Gestione delle Password 4) Utilizzo dei supporti

Dettagli

RETE INFORMATICA SEDE IPSIA COMUNICAZIONE

RETE INFORMATICA SEDE IPSIA COMUNICAZIONE 29 settembre 2015 RETE INFORMATICA SEDE IPSIA COMUNICAZIONE ISTRUZIONI: Ad ogni utente abilitato all'utilizzo della rete d'istituto sono state inviate le opportune credenziali di accesso : Login e Password.

Dettagli

LE REGOLE PER L UTILIZZO DEI SISTEMI

LE REGOLE PER L UTILIZZO DEI SISTEMI LE REGOLE PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI Approvato con Deliberazione della Giunta Provinciale n. 107 del 21 maggio 2009 Indice Premessa... 2 1. Entrata in vigore del regolamento e pubblicità...

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE E TELEMATICHE Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le condizioni per il corretto utilizzo degli

Dettagli

Versione aggiornata Giugno 2011

Versione aggiornata Giugno 2011 Versione aggiornata Giugno 2011 REGOLAMENTO DI UTILIZZO DELLA STRUMENTAZIONE INFORMATICA E TELEFONICA IN ADEMPIMENTO DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 196/2003 1 LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA Revisione n. 001 Data emissione 30 gennaio 2009 Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 5 del 30.01.2009 INDICE ART. 1 ART. 2 ART.

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / /

Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. / in data / / INDICE CAPO I FINALITA - AMBITO DI APPLICAZIONE - PRINCIPI GENERALI

Dettagli

CITTÁ DI SPINEA REGOLAMENTO COMUNALE SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Regolamento comunale per l utilizzo degli strumenti informatici

CITTÁ DI SPINEA REGOLAMENTO COMUNALE SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI. Regolamento comunale per l utilizzo degli strumenti informatici CITTÁ DI SPINEA Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Parte seconda Regolamento comunale per l utilizzo degli strumenti informatici 1 Introduzione Le realtà

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo del Sistema Informatico del Comune di Andria

Regolamento per l'utilizzo del Sistema Informatico del Comune di Andria Allegato A) Regolamento per l'utilizzo del Sistema Informatico del Comune di Andria Responsabile del Settore Dott.ssa Loredana PRIMO Responsabile Servizio Sistemi Informativi Dott.ssa Riccardina DI CHIO

Dettagli

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI AMMINISTRAZIONE E SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI

REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI AMMINISTRAZIONE E SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI 84 REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI AMMINISTRAZIONE E SICUREZZA DEI SISTEMI INFORMATIVI ADOTTATO DALLA GIUNTA COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 310/215 PROP.DEL. NELLA SEDUTA

Dettagli

Regolamento per la sicurezza. e l'utilizzo delle postazioni di informatica. sul luogo di lavoro

Regolamento per la sicurezza. e l'utilizzo delle postazioni di informatica. sul luogo di lavoro Regolamento per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica sul luogo di lavoro Rev. 2 06/11/2007 Preparato: Segreteria Generale Verificato: Dirigente Responsabili di Servizio Approvato:

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA REGOLAMENTO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE E TELEMATICHE

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA REGOLAMENTO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE E TELEMATICHE PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA REGOLAMENTO PER IL CORRETTO UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE E TELEMATICHE Assessore: Vincenzo Insalaco Dirigente: Angela Maria Vizzini Dicembre 2008 1 INDICE Art.

Dettagli

PRIVACY E GUIDA SISTEMI INFORMATICI LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI

PRIVACY E GUIDA SISTEMI INFORMATICI LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI PRIVACY E GUIDA SISTEMI INFORMATICI LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI Premessa E possibile per l azienda controllare il corretto uso da parte dei propri dipendenti del personal

Dettagli

Regolamento Comunale per il Corretto Utilizzo degli Strumenti Informatici e Telematici

Regolamento Comunale per il Corretto Utilizzo degli Strumenti Informatici e Telematici Regolamento Comunale per il Corretto Utilizzo degli Strumenti Informatici e Telematici Premessa generale Le realtà aziendali si caratterizzano per l'elevato uso della tecnologia informatica che da un lato

Dettagli

Disciplinare Interno per l utilizzo delle Risorse Informatiche

Disciplinare Interno per l utilizzo delle Risorse Informatiche Disciplinare Interno per l utilizzo delle Risorse Informatiche Indice Premessa 1. Utilizzo del Personal Computer 2. Utilizzo della rete dell ASL 3. Gestione delle Password 4.Gestione Banche Dati Locali

Dettagli

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia

COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia COMUNE DI MARCON Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E DI INTERNET ( Norme di sicurezza conformi alla normativa vigente in tema di trattamento dei dati personali,

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI REGOLAMENTO INTERNO PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E TELEFONICI DELIBERA DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 230 DEL 18.11.2010 Pag.1/13 Indice Premessa Art. 1 Campo di applicazione del regolamento

Dettagli

COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia. Regolamento per l utilizzo degli strumenti informatici e telematici

COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia. Regolamento per l utilizzo degli strumenti informatici e telematici COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia Regolamento per l utilizzo degli strumenti informatici e telematici INDICE ANALITICO PREMESSA...3 Art. 1 - UTILIZZO DEL PERSONAL COMPUTER...3 Art. 2

Dettagli

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti

Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) Regolamento per l utilizzo delle attrezzature informatiche comunali a disposizione dei dipendenti Approvato con deliberazione commissariale n 38 del 11/04/2011

Dettagli

Energy Auditing S.r.l.

Energy Auditing S.r.l. Energy Auditing S.r.l. Regolamento per l utilizzo delle risorse informatiche e telefoniche (redatto dal U.O. Sistemi Informativi di AMG Energia S.p.a.) 1 Indice: Premessa Riferimenti normativi Definizioni

Dettagli

Comune di Cisterna di Latina

Comune di Cisterna di Latina Comune di Cisterna di Latina Regolamento Interno per l utilizzo del sistema informatico ai sensi del D.Lgs 196 del 30 Giugno 2003 e della Delibera N. 13 del 1 Marzo 2007 del Garante per la Protezione dei

Dettagli

COMUNE DI GUSSAGO Via Peracchia, 3 25064 Gussago BS Tel 0302522919 Fax 0302520911 Email uffurp@gussago.com

COMUNE DI GUSSAGO Via Peracchia, 3 25064 Gussago BS Tel 0302522919 Fax 0302520911 Email uffurp@gussago.com COMUNE DI GUSSAGO Via Peracchia, 3 25064 Gussago BS Tel 0302522919 Fax 0302520911 Email uffurp@gussago.com Gussago, Disciplinare tecnico ad uso interno per l utilizzo degli strumenti informatici e in materia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA Oggetto: Informativa e autorizzazione all utilizzo della strumentazione elettronica; informazioni ed istruzioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE E DEI SERVIZI INFORMATICI AZIENDALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE E DEI SERVIZI INFORMATICI AZIENDALI 1 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE E DEI SERVIZI INFORMATICI AZIENDALI PREMESSA La progressiva diffusione delle nuove tecnologie ICT ed in particolare l utilizzo della posta elettronica ed il libero

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E DEGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DEL C.I.S.A.

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E DEGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DEL C.I.S.A. REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E DEGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DEL C.I.S.A. Approvato con deliberazione dell Assemblea Consortile n. 8 del 20.04.2010 PREMESSE La progressiva diffusione

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE rev.1 del 15.10.2014

REGOLAMENTO AZIENDALE rev.1 del 15.10.2014 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 REGOLAMENTO AZIENDALE

Dettagli

REGOLAMENTO SICUREZZA INFORMATICA. Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 10/09/2013 con delibera n.26 Oggetto e ambito di applicazione

REGOLAMENTO SICUREZZA INFORMATICA. Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 10/09/2013 con delibera n.26 Oggetto e ambito di applicazione I S T I T U T O S TATA L E C O M P R E N S I VO G. L a n f r a n c o 6 1 0 11 - G A B I C C E M A R E ( P U ) S c u o l e d e l l i n f a n z i a s t a t a l e / p a r i f i c a t a e p r i ma r i e d

Dettagli

ALL P.E. e Internet. DISCIPLINARE AZIENDALE SULL USO DELLA POSTA ELETTRONICA, DELLA RETE INTERNET E INDICAZIONI SULL UTILIZZO DI Personal Computer

ALL P.E. e Internet. DISCIPLINARE AZIENDALE SULL USO DELLA POSTA ELETTRONICA, DELLA RETE INTERNET E INDICAZIONI SULL UTILIZZO DI Personal Computer ALL P.E. e Internet DISCIPLINARE AZIENDALE SULL USO DELLA POSTA ELETTRONICA, DELLA RETE INTERNET E INDICAZIONI SULL UTILIZZO DI Personal Computer Indice Generalità pag. 2 Regole generali sull uso degli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI AZIENDALI DI INTERNET, DI POSTA ELETTRONICA, DEI FAX, DEI TELEFONI E DELLE STAMPANTI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI AZIENDALI DI INTERNET, DI POSTA ELETTRONICA, DEI FAX, DEI TELEFONI E DELLE STAMPANTI COMUNE DI FAUGLIA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI AZIENDALI DI INTERNET, DI POSTA ELETTRONICA, DEI FAX, DEI TELEFONI E DELLE STAMPANTI (approvato con Deliberazione

Dettagli

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali

SIA Area Sistemi Informativi Aziendali SIA Area Sistemi Informativi Aziendali PROGETTAZIONE E SVILUPPO REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DELL'ESERCIZIO DELLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E DI UTILIZZO DEI DATI Ottobre 2014 (Ver.2.0) 1 Sommario 1.

Dettagli

CODICE ETICO INFORMATICO DI GEWISS S.P.A.

CODICE ETICO INFORMATICO DI GEWISS S.P.A. CODICE ETICO INFORMATICO DI GEWISS S.P.A. Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 25 luglio 2012 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. DEFINIZIONI... 3 2. I SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI NORME GENERALI...

Dettagli

REGOLAMENTO INFORMATICO

REGOLAMENTO INFORMATICO Pag. 1 a 1 REGOLAMENTO INFORMATICO In vigore dal: 31/07/14 Precedenti versioni: Prima emissione Approvazione: Decisione dell Amministratore Unico n 3 del 31/07/14 Pag. 1 di 1 - Pag. 2 a 2 Sommario 1. PREMESSA...3

Dettagli

Approvato con delibera n. 13 Consiglio Comunale del 17/08/2011

Approvato con delibera n. 13 Consiglio Comunale del 17/08/2011 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Approvato con delibera n. 13 Consiglio Comunale del 17/08/2011 Comune di San Pellegrino Terme : Regolamento per l utilizzo degli strumenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI Indice Premessa 1. Entrata in vigore del regolamento e pubblicità 2. Campo di applicazione del regolamento 3. Utilizzo del Personal Computer 4. Gestione ed assegnazione delle credenziali di autenticazione

Dettagli

Regolamento aziendale per l utilizzo dei sistemi informatici (Rev. 1.5) Sommario. Premessa

Regolamento aziendale per l utilizzo dei sistemi informatici (Rev. 1.5) Sommario. Premessa Regolamento aziendale per l utilizzo dei sistemi informatici (Rev. 1.5) Sommario Premessa 1. Utilizzo del Personal Computer 2. Utilizzo della rete 3. Gestione delle Password 4. Utilizzo dei supporti magnetici

Dettagli

Comune di Bracciano. Regolamento per l utilizzo degli strumenti e dei servizi informatici e telematici dell ente

Comune di Bracciano. Regolamento per l utilizzo degli strumenti e dei servizi informatici e telematici dell ente Comune di Bracciano Regolamento per l utilizzo degli strumenti e dei servizi informatici e telematici dell ente Regolamento per l utilizzo degli strumenti e dei servizi informatici e telematici dell ente

Dettagli

REGOLAMENTO INFORMATICO DELL ATER DI LATINA

REGOLAMENTO INFORMATICO DELL ATER DI LATINA REGOLAMENTO INFORMATICO DELL ATER DI LATINA Testo approvato dal Commissario Straordinario con delibera n 27 del 29 luglio 2014 Via Curtatone, 2 04100 LATINA - C.F. e P.I. 00081960593 Pag. 1 10 Sommario

Dettagli

PROCEDURA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI

PROCEDURA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI Pagina 1 di 11 STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI 1 Pagina 2 di 11 INDICE 1. SCOPO...2 1.1 Elementi costitutivi risorse informatiche...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2.1 Definizione utenti interni e esterni...2

Dettagli

Regolamento Aziendale per l utilizzo degli Strumenti Informatici. Sommario

Regolamento Aziendale per l utilizzo degli Strumenti Informatici. Sommario REGOLAMENTO AZIENDALE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI Data di emissione: 4 marzo 2009 Rev. 2.1 Autore: Sistema Informativo Distribuzione: a tutti i dipendenti UTILIZZO PC GESTIONE PASSWORD UTILIZZO

Dettagli

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA REGOLAMENTO AULA INFORMATICA Le strumentazioni informatiche, la rete internet e la posta elettronica devono essere utilizzati dai docenti e dagli studenti unicamente come strumenti di lavoro e studio.

Dettagli

Regolamento. per l utilizzo della rete informatica. delibera del Consiglio di Istituto 29 aprile 2010

Regolamento. per l utilizzo della rete informatica. delibera del Consiglio di Istituto 29 aprile 2010 Regolamento per l utilizzo della rete informatica delibera del Consiglio di Istituto 29 aprile 2010 Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina le modalità di accesso, di

Dettagli

COMUNE DI AGROPOLI. Regolamento di organizzazione dei criteri e modalità operative per l utilizzo delle apparecchiature informatiche

COMUNE DI AGROPOLI. Regolamento di organizzazione dei criteri e modalità operative per l utilizzo delle apparecchiature informatiche COMUNE DI AGROPOLI Regolamento di organizzazione dei criteri e modalità operative per l utilizzo delle apparecchiature informatiche Approvato con deliberazione della Giunta Municipale n. 32 del 27/01/2011

Dettagli

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007 DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DELLA PRIVACY DEL 01/03/2007 Premessa Gentile Signora/Egregio Signor., L utilizzo delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI Approvato con deliberazione di Giunta Comunale numero 55 del 26/04/2012 Sommario REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI... 1 Premessa...

Dettagli

COMUNE TERTENIA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE TERTENIA DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE TERTENIA Allegato G.C. 32/2013 DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSI A DISPOSIZIONE DALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Finalità Il presente disciplinare persegue

Dettagli

COMUNE DI FANO ADRIANO

COMUNE DI FANO ADRIANO COMUNE DI FANO ADRIANO Provincia di Teramo DISCIPLINARE INTERNO PER L UTILIZZO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA DA PARTE DEI DIPENDENTI (Approvato con Delibera di G.C. n 44 del 12.11.2010 1 Art. 1

Dettagli

Regolamento per l utilizzo della rete informatica

Regolamento per l utilizzo della rete informatica Istituto di Istruzione Superiore Piero Martinetti Caluso Regolamento per l utilizzo della rete informatica 1 Sommario Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione... 3 Art. 2 - Principi generali Diritti e

Dettagli

OPERA PIA COIANIZ TARCENTO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA

OPERA PIA COIANIZ TARCENTO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA Azienda pubblica di servizi alla persona OPERA PIA COIANIZ TARCENTO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA determinazione del Direttore Generale n. 79 del 25 giugno 2012 Art. 1 - Oggetto 1.

Dettagli

AI DOCENTI CIRCOLARE N. 26 AL PERSONALE ATA CIRCOLARE N. 79 AI CO.CO.CO. AGLI ALUNNI CIRCOLARE N. 6

AI DOCENTI CIRCOLARE N. 26 AL PERSONALE ATA CIRCOLARE N. 79 AI CO.CO.CO. AGLI ALUNNI CIRCOLARE N. 6 Roma, 30/09/2013 AI DOCENTI CIRCOLARE N. 26 AL PERSONALE ATA CIRCOLARE N. 79 AI CO.CO.CO. AGLI ALUNNI CIRCOLARE N. 6 Oggetto : Utilizzo delle strumentazioni informatiche, della rete internet e della posta

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI LATINA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI LATINA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI LATINA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI AZIENDALI E I COLLEGAMENTI ALLA RETE E SERVIZI CONNESSI Sommario CAPO I... 3 PRINCIPI GENERALI... 3 ART.

Dettagli

Comune di Campagnano di Roma Provincia di Roma

Comune di Campagnano di Roma Provincia di Roma Comune di Campagnano di Roma Provincia di Roma Regolamento per l utilizzo degli strumenti e dei servizi informatici e telematici dell Ente ( Premessa Generale Le Pubbliche Amministrazioni si caratterizzano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARIS Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di I Grado Tel. 0742 651248-301635. Fax. 0742 651375

ISTITUTO COMPRENSIVO G. FERRARIS Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di I Grado Tel. 0742 651248-301635. Fax. 0742 651375 DISCIPLINARE INTERNO PER L UTILIZZO DI INTERNET E POSTA ELETTRONICA DA PARTE DEI DIPENDENTI. 1. OGGETTO Il presente disciplinare, adottato sulla base delle indicazioni contenute nel provvedimento generale

Dettagli

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03.

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03. DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03.2007 Premessa Gentile Signora xxxxxx, l ORDINE AVVOCATI DI MODENA, nella qualità

Dettagli

REGOLAMENTO Revisione. Attività Funzione Responsabile Firma. Pierpaolo SOMMA Andrea NARDI GianLuca GIRANI. Uffico Personale. Riccardo Napolitano

REGOLAMENTO Revisione. Attività Funzione Responsabile Firma. Pierpaolo SOMMA Andrea NARDI GianLuca GIRANI. Uffico Personale. Riccardo Napolitano Attività Funzione Responsabile Firma Redazione Ufficio Sistemi Informatici: Pierpaolo SOMMA Andrea NARDI GianLuca GIRANI Uffico Personale Verifica Anna VALERIANI Coordinamento Sistemi Informativi Riccardo

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle risorse informatiche dell Istituto delibera del Consiglio di Istituto del 14 febbraio 2013 Visto il provvedimento

Regolamento per l utilizzo delle risorse informatiche dell Istituto delibera del Consiglio di Istituto del 14 febbraio 2013 Visto il provvedimento Regolamento per l utilizzo delle risorse informatiche dell Istituto delibera del Consiglio di Istituto del 14 febbraio 2013 Visto il provvedimento del GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Linee

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici della Asl Provinciale di Foggia (ASL FG)

Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici della Asl Provinciale di Foggia (ASL FG) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici della Asl Provinciale di Foggia (ASL FG) Indice Premessa 1. Entrata in vigore del regolamento e pubblicità 2. Campo di applicazione del regolamento 3.

Dettagli

DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI CON RIGUARDO ALLA DISCIPLINA DELLA TUTELA DEI DATI PERSONALI

DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI CON RIGUARDO ALLA DISCIPLINA DELLA TUTELA DEI DATI PERSONALI c.f. e p.i. 00334990546 piazza Grande, 1-06024 GUBBIO PG Affari Generali DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI CON RIGUARDO ALLA DISCIPLINA DELLA TUTELA DEI DATI PERSONALI Linee guida

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO N. 15/2008

ORDINE DI SERVIZIO N. 15/2008 ORDINE DI SERVIZIO N. 15/2008 IL SEGRETARIO GENERALE PREMESSO che le realtà camerali, analogamente a quelle aziendali, si caratterizzano per l'elevato uso della tecnologia informatica che, se da un lato

Dettagli

Regolamento per l utilizzo della rete informatica

Regolamento per l utilizzo della rete informatica IRCCS Centro Neurolesi Bonino-Pulejo ISTITUTO DI RILIEVO NAZIONALE CON PERSONALITA GIURIDICA DI DIRITTO PUBBLICO Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regolamento per l utilizzo della rete

Dettagli

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03.

DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03. Pag. 1/ 5 DISCIPLINARE IN MATERIA DI UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI IN OSSERVANZA DEL PROVVEDIMENTO GENERALE DEL GARANTE DEL 01.03.2007 Gentile Signora/Egregio Signor, Premessa Lo Studio Legale Avv.ti

Dettagli

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 170 del 07.11.2011 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO. Gestione dei dispositivi informatici dell Istituto e degli strumenti multimediali (dispositivi, rete, Internet, mail, ecc.

REGOLAMENTO. Gestione dei dispositivi informatici dell Istituto e degli strumenti multimediali (dispositivi, rete, Internet, mail, ecc. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti

Comune di Nola Provincia di Napoli. Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Comune di Nola Provincia di Napoli Disciplinare interno per l utilizzo di Internet e posta elettronica da parte dei dipendenti Sommario 1. Oggetto... 2 2. Modalità di utilizzo delle postazioni di lavoro...

Dettagli

Relazione. Ciò premesso, si ritiene quindi di approvare il Regolamento in parola; Per quanto sopra; LA GIUNTA COMUNALE

Relazione. Ciò premesso, si ritiene quindi di approvare il Regolamento in parola; Per quanto sopra; LA GIUNTA COMUNALE Relazione Il d.lgs 30.6.2003, n. 196 (Codice in materia di Protezione dei dati personali) pone a carico dei datori di lavoro la responsabilità sui trattamenti di dati personali/sensibili da ciascuno gestiti,

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo dei Sistemi Informativi del Comune di Trani

Regolamento per l'utilizzo dei Sistemi Informativi del Comune di Trani CITTÀ DI TRANI Medaglia d Argento Settore Sistemi Informativi Centro Elaborazione Dati Regolamento per l'utilizzo dei Sistemi Informativi del Comune di Trani Indice 1. Entrata in vigore del regolamento

Dettagli

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA

DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA Carpi Campogalliano - Novi di Modena - Soliera DISCIPLINARE PER L UTILIZZO DELLA RETE INFORMATICA Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.2/9 del 23.12.2011 ASP Azienda dei Servizi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI DEL COMUNE DI PADOVA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI DEL COMUNE DI PADOVA Comune di Padova REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI DEL COMUNE DI PADOVA Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 324 del 29/06/2010 In vigore dal 16/07/2010 INDICE

Dettagli

POLICY INTERNA SULL UTILIZZO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA

POLICY INTERNA SULL UTILIZZO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE N. 518 DEL 7 Ottobre 2010 POLICY INTERNA SULL UTILIZZO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA 1/11 Premessa...3 Art. 1- Oggetto e Finalità -...3 Art. 2- Principi generali...3

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET POSTA ELETTRONICA REGISTRO ELETTRONICO

REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET POSTA ELETTRONICA REGISTRO ELETTRONICO Istituto Comprensivo Statale Don Camagni Via Kennedy, 15 20861 Brugherio (MB) Codice Fiscale 85018350158 REGOLAMENTO UTILIZZO INTERNET POSTA ELETTRONICA REGISTRO ELETTRONICO REDATTO AI SENSI E PER GLI

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo dei Sistemi Informativi del Comune di Trani

Regolamento per l'utilizzo dei Sistemi Informativi del Comune di Trani Approvato con Delibera di Consiglio Comunale nr.24 del 28/05/2009 CITTÀ DI TRANI Medaglia d Argento Settore Sistemi Informativi Centro Elaborazione Dati Regolamento per l'utilizzo dei Sistemi Informativi

Dettagli

LE REGOLE AZIENDALI PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E LE FORME DI CONTROLLO DEI LAVORATORI

LE REGOLE AZIENDALI PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E LE FORME DI CONTROLLO DEI LAVORATORI LE REGOLE AZIENDALI PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E LE FORME DI CONTROLLO DEI LAVORATORI Le realtà aziendali sono andate caratterizzandosi in questi ultimi anni per l elevato uso delle tecnologie

Dettagli

CENTRO EDUCATIVO E SCUOLA SANTA PAOLA ELISABETTA CERIOLI INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA INNOVAZIONE EDUCATIVA, DIDATTICA, RELAZIONALE

CENTRO EDUCATIVO E SCUOLA SANTA PAOLA ELISABETTA CERIOLI INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA INNOVAZIONE EDUCATIVA, DIDATTICA, RELAZIONALE CENTRO EDUCATIVO E SCUOLA SANTA PAOLA ELISABETTA CERIOLI INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA INNOVAZIONE EDUCATIVA, DIDATTICA, RELAZIONALE 1 REGOLAMENTO 1 PER L UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI E DELLA RETE

Dettagli

Regolamento per l utilizzo della rete informatica secondo la Direttiva n.02/09 del Dipartimento della Funzione Pubblica

Regolamento per l utilizzo della rete informatica secondo la Direttiva n.02/09 del Dipartimento della Funzione Pubblica Regolamento per l utilizzo della rete informatica secondo la Direttiva n.02/09 del Dipartimento della Funzione Pubblica 1 Il dirigente scolastico Visto il D.lvo n.165/2001, art. 25 Visto il D.lvo n.196/2009

Dettagli

DISPOSIZIONI SULL ACCESSO AL LABORATORIO E UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE

DISPOSIZIONI SULL ACCESSO AL LABORATORIO E UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO Via Matteotti, 9 12084 MONDOVI (Cn) - Tel. 0174 43144 - Fax n.0174 553935e-mail: cnee03700g@istruzione.it Sito: www.2circolomondovi.it ALLEGATO n 3 DISPOSIZIONI SULL

Dettagli

Disciplinare interno per l utilizzo della posta elettronica ed Internet nel rapporto di lavoro e nel rapporto formativo

Disciplinare interno per l utilizzo della posta elettronica ed Internet nel rapporto di lavoro e nel rapporto formativo Disciplinare interno per l utilizzo della posta elettronica ed Internet nel rapporto di lavoro e nel rapporto formativo per l utilizzo delle apparecchiature informatiche per l amministrazione delle risorse

Dettagli

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro Via Peruzzi, 9 Carpi (MO) Tel. +39 059 695241 Fax + 39 059 643028 Cod. Fisc. 81004250361 itivinci@itivinci.mo.it - motf030004@istruzione.it - motf030004@pec.istruzione.it - www.itivinci.mo.it - MIUR: MOTF030004

Dettagli

2. PRINCIPI GENERALI

2. PRINCIPI GENERALI DISCIPLINARE PER UN CORRETTO UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI, DELLA RETE INFORMATICA E TELEMATICA (INTERNET E POSTA ELETTRONICA) E DEL SISTEMA DI TELEFONIA FISSA E MOBILE PREMESSA Il Comune di Modena

Dettagli

Disciplinare d uso delle apparecchiature informatiche e dell accesso ai servizi di rete

Disciplinare d uso delle apparecchiature informatiche e dell accesso ai servizi di rete Disciplinare d uso delle apparecchiature informatiche e dell accesso ai servizi di rete (Provvedimento del ) SDI/Servizi Informatici SDI/Servizio Gestione Applicativi INDICE ART. 1 - RIFERIMENTI NORMATIVI

Dettagli

PREMESSA FINALITA' Il presente Disciplinare è diretto a:

PREMESSA FINALITA' Il presente Disciplinare è diretto a: DISCIPLINARE PER UN CORRETTO UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI, DELLA RETE INFORMATICA E TELEMATICA (INTERNET E POSTA ELETTRONICA) E DEL SISTEMA DI TELEFONIA FISSA E MOBILE PREMESSA Il Comune di Modena

Dettagli

AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 4 FRIULI CENTRALE Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE Partita IVA e Codice Fiscale 02801610300

AZIENDA PER L ASSISTENZA SANITARIA N. 4 FRIULI CENTRALE Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE Partita IVA e Codice Fiscale 02801610300 ISTRUZIONI SUL CORRETTO TRATTAMENTO DEI DATI A. TRATTAMENTI CARTACEI E COMUNICAZIONI 1. Non comunicare a nessun soggetto terzo i dati personali comuni, sensibili, giudiziari, sanitari e/o altri dati, elementi,

Dettagli

COOPERATIVA UNIVERSIIS. Regolamento interno

COOPERATIVA UNIVERSIIS. Regolamento interno COOPERATIVA UNIVERSIIS Regolamento interno Il contenuto del presente regolamento è parte integrante del manuale Privacy (che dovrà essere consegnato materialmente al dipendente al momento dell assunzione)

Dettagli

Istituto Comprensivo di Fonzaso Provincia di Belluno

Istituto Comprensivo di Fonzaso Provincia di Belluno Prot. N. 4379 Istituto Comprensivo di Fonzaso Provincia di Belluno Regolamento per l utilizzo della rete informatica Fonzaso, 15-12-2009 1 Sommario Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione... 3 Art. 2

Dettagli

PROVINCIA DI AREZZO Decorata di Medaglia d'oro al V.M. per attività partigiana

PROVINCIA DI AREZZO Decorata di Medaglia d'oro al V.M. per attività partigiana 1 Disciplina aziendale per l utilizzo dei sistemi informatici (Rev. 1.0) APPROVATO CON DELIBERAZIONE. GP 26 DEL 17.1.2005 Sommario Premessa Termini utili ed abbreviazioni 1. Finalità della disciplina 2.

Dettagli

Sviluppo Toscana S.p.A.

Sviluppo Toscana S.p.A. Sviluppo Toscana S.p.A. Policy per l'utilizzo dei sistemi informatici e telematici di Sviluppo Toscana Sp.A. 1 Firenze, Dicembre 2012 1 Il regolamento - redatto tenendo conto delle linee guida del Garante

Dettagli

DISCIPLINARE INTERNO PER UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA

DISCIPLINARE INTERNO PER UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA DISCIPLINARE INTERNO PER UTILIZZO INTERNET E POSTA ELETTRONICA 1 INTRODUZIONE Il presente disciplinare interno sostituisce il precedente Regolamento Aziendale Utilizzo Internet e recepisce le indicazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SELVAZZANO DENTRO II - M. Cesarotti Via Cesarotti, 1/A - 35030 Selvazzano Dentro (PADOVA) Telefono 049/638633 Telefax 049/638716 Distretto n. 45 Codice M.P.I. PDIC89800Q Codice

Dettagli

Regolamento Aziendale per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale (Revisione Febbraio/2009)

Regolamento Aziendale per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale (Revisione Febbraio/2009) Regolamento Aziendale per la sicurezza e l'utilizzo delle postazioni di informatica individuale (Revisione Febbraio/2009) Indice Premessa 1. Utilizzo del Personal Computer 2. Utilizzo della rete 3. Gestione

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET, DELLA POSTA ELETTRONICA, DEI TELEFONI E DEI FAX (POLICY DELLA SCUOLA)

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET, DELLA POSTA ELETTRONICA, DEI TELEFONI E DEI FAX (POLICY DELLA SCUOLA) LICEO SCIENTIFICO CLASSICO STATALE ISAAC NEWTON Via Paleologi, 22-10034 CHIVASSO Tel 011/9109663 fax 011/9102732 e-mail: liceo@liceonewton.it REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET, DELLA POSTA ELETTRONICA,

Dettagli

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Rivanazzano Terme Via XX Settembre n. 45-27055 - Rivanazzano Terme - Pavia Tel/fax. 0383-92381 Email pvic81100g@istruzione.it

Dettagli

Istruzioni operative per gli Incaricati del trattamento dei dati personali

Istruzioni operative per gli Incaricati del trattamento dei dati personali Istruzioni operative per gli Incaricati del trattamento dei dati personali Pagina 1 di 5 Introduzione Il presente documento costituisce un manuale con istruzioni operative per il corretto utilizzo dei

Dettagli

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e Linee guida per il TRATTAMENTO E GESTIONE DEI DATI PERSONALI Articolo 1 Oggetto e ambito di applicazione e principi di carattere generale 1. Il presente documento disciplina le modalità di trattamento

Dettagli

Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi:

Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi: 5(*2/$0(1723(5 / 87,/,==2'(,6(59,=,,1)250$7,&,$=,(1'$/, $SSURYDWRFRQGHOLEHUDQGHO $UW±2JJHWWR Questo regolamento ha per finalità di stabilire le norme per l accesso e l utilizzo dei seguenti servizi: 3RVWDHOHWWURQLFD

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Casalserugo

Istituto Comprensivo Statale di Casalserugo Istituto Comprensivo Statale di Casalserugo Scuole primarie e secondarie di primo grado di Casalserugo e Bovolenta Disciplinare interno per l utilizzo della posta elettronica ed Internet nel rapporto di

Dettagli