Architettura e città. dal programma del laboratorio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Architettura e città. dal programma del laboratorio"

Transcript

1

2 Architettura e città «una città è un organismo. Cioè un sistema di parti tra loro legate e necessarie l una all altra, parti che compongono un unità, un tutto. Proprio come avviene per ogni essere vivente. Le parti di una città sono le strade, le piazze, i monumenti, le case: luoghi pubblici e collettivi dove incontrarsi e condividere e luoghi privati dove ci sentiamo accolti e protetti. Forse la definizione più bella di che cosa sia una città la dobbiamo a Leon Battista Alberti, il più grande architetto del Rinascimento italiano, che nel suo Trattato scrive che la città è come una grande casa, e la casa a sua volta come una piccola città: «E se è vero il detto dei filosofi, che la città è come una grande casa, e la casa a sua volta come una piccola città, non si avrà torto sostenendo che le membra di una casa sono esse stesse piccole abitazioni: come ad esempio l atrio, il cortile, la sala da pranzo, il portico etc.». dal programma del laboratorio

3 La città come un architettura Ogni singolo ambiente può trovare definizione solo all interno dell architettura dell intero edificio di cui fa parte e, analogamente, ogni singolo edificio deve essere affrontato come elemento dell architettura della città. «La città oggetto di questo libro, viene qui intesa come un architettura» Aldo Rossi, L architettura della città, Marsilio, Padova, 1966 (1 edizione)

4 La città come un architettura «Il singolo elemento viene sempre concepito come parte di un sistema e questo sistema è la città; è cioè la città che conferisce criteri di necessità e di realtà alle singole architetture.» «Già Voltaire (nel 1827) nell analisi del grand siecle aveva indicato come limite di quelle architetture il loro disinteresse verso la città mentre compito di ogni costruzione era quello di porsi in rapporto diretto con la città stessa» Aldo Rossi, L architettura della città, Marsilio, Padova, 1966 (1 edizione), p.43

5 Qualsiasi oggetto architettonico non esiste se non per i rapporti che esso istituisce con gli altri oggetti e con l insieme della città. «Ogni elemento è strettamente legato al tutto» Marcel Poëte, La città antica, Einaudi editore, Torino, 1958 (ed. italiana), p.25

6 «Quando, nel corso del Novecento, i ceti dominanti si sentiranno svincolati dall appartenenza alla città e all obbligo di legittimarsi attraverso la bellezza civile, si sbriciolerà uno degli argini che teneva insieme il mondo e ne limitava la bruttezza. Pochi però sembrano essersene accorti. A fare velo nel sentire e nel giudizio dei più sono due processi intrecciati: 1) Il dispiegarsi di una tecnica al servizio del consumismo 2) L insorgenza di un altra idea di bellezza, quella riferita al singolo oggetto, che relega in un angolo la bellezza dell insieme. Contro la bellezza d assieme (che è rappresentazione / celebrazione della convivenza civile) si è fatta avanti un esibizione narcisistica in cui si esprime solipsismo e solitudine» Giancarlo Consonni, Urbanità e bellezza, Solfanelli, Chieti, 2016, pp.42-43

7 I singoli elementi costitutivi della città trovano definizione nelle relazioni (formali e funzionali) che istituiscono con il contesto «E il contesto a significare il singolo edificio; la parola fuori dalla frase non possiede alcun poter significativo. Come il linguaggio non può essere creato da chi lo parla, allo stesso modo ogni città produce l architettura che è conforme alla sua storia e alla sua vocazione» Marco Pogacnik, Adolf Loos e Vienna, Quodlibetstudio, Milano, 2011, p.18

8 Ogni città è dotata di una propria individualità «Il carattere architettonico di una città è una questione del tutto particolare. Ogni città possiede un carattere individuale. Ciò che in una città appare bello e amabile può essere brutto e detestabile in un altra» (1910) Adolf Loos, Parole nel vuoto, Adelphi, Milano, 1972 (1 ed italiana), p.234

9 Ogni luogo è dotato di una propria personalità «Ogni luogo ha una sua personalità vera, fatta di elementi unici, una personalità che può essere da troppo tempo dormiente ma che è compito dell urbanista, del pianificatore, in quanto artista, risvegliare.» (1915) Patrick Geddes, Cities in evolution, 1915 trad.it. Città in evoluzione, Il saggiatore, Milano, 1970, p.356

10 La città come opera d arte «La città è un fatto naturale come una grotta, un nido, un formicaio. Ma è pure una cosciente opera d arte e racchiude nella sua struttura collettiva molte forme d arte più semplici e più individuali» Lewis Mumford, La cultura della città, Marsilio, Padova, 1966 (1 edizione)

11 La architettura come arte che si attua nello spazio concreto nell essenza e nella destinazione, quest arte si attua nello spazio vero, in quello dove si muove il nostro cammino, in quello che l attività del nostro corpo occupa. (Henri Focillon, Vita delle forme, Einaudi Editore, Milano, 1990, p.31 prima edizione 1943)

12 Se il luogo del progetto di architettura non è uno spazio astratto ma lo spazio concreto, la conoscenza delle sue logiche spaziali costituisce una condizione necessaria per lo sviluppo della ricerca progettuale. «Chi vorrà mettere le mani sopra Parigi senza essersi reso conto delle condizioni attuali attraverso una minuziosa analisi? D altra parte la conoscenza dello stato attuale è inseparabile da quella del passato» (1929) Marcel Poete, La città antica, Giulio Einaudi Editore, Torino, 1958 (ed italiana), p.127

13 Lo spazio architettonico della città, posto al centro dell analisi, non deve però essere identificato con la semplice realtà materiale. L architettura è cosa mentale, costruzione intellettuale, concezione, appartiene al pensiero oltre che al costruito. «Architetto chiamerò colui che con metodo sicuro e perfetto sappia progettare razionalmente e realizzare praticamente..» (Leon Battista Alberti, De re aedificatoria, prologo)

14 Nella materialità dei fatti architettonici occorre pertanto cogliere il pensiero di cui sono espressione risalendo alla loro concezione. L architettura, la città e il territorio vengono così analizzati come prodotti storico-culturali, come rappresentazione di uno o più progetti che l hanno preceduto. M. Viollet le Duc, Entretiens sur l architecture, Paris, A. Morel et C Éditeurs 1863, Bruxelles, Pierre Mardaga éditeur 1986, dixième entretien, p. 463

15 «En effet, si nous examinons des édifices anciens nous sommes obligés, pour les comprendre dans toutes leurs parties, de faire un travail au rebours de celui auquel le compositeur s est livré. Celui-ci a procédé de la conception première à l apparence définitive, du programme et des moyens disponibles au résultat; nous, il nous faut passer par l apparence pour arriver successivement à la conception et à la connaissance du programme et des moyens; faire, pour ainsi dire, l anatomie de l édifice et constater les rapports plus ou moins parfaits qui existent entre cette apparence qui nous frappe tout d abord et les moyens cachés, les raisons qui en ont déterminé la forme. Cette seconde partie des études, longue, difficile, ardue, est la meilleur exercice auquel on puisse se livrer si l on veut apprendre à composer, à créer. Pour arriver à la synthèse, il faut nécessairement passer par l analyse...»

16 La città e il territorio, visti da Carlo Cattaneo come immenso deposito di fatiche, deve essere descritta e analizzata come immenso deposito di progetti. «Dacchè il destino dell uomo fu quello di vivere coi sudori della fronte, ogni regione si distingue dalle selvagge in questo, ch ella è un immenso deposito di fatiche. Carlo Cattaneo, Agricoltura e morale, in Atti della Società di incoraggiamento d arti e mestieri. 15 maggio 1845 ora in G.Anceschi, G.Armani (a cura di), Carlo Cattaneo, Scritti sulla Lombardia, Casa editrice Ceschina, Milano, 1971, pp

17 Il processo di conoscenza della realtà dovrà pertanto essere affrontato come ricostruzione dell insieme dei progetti formulati per un dato contesto nel corso del tempo. Occorre cogliere, interpretare la sequenza dei successivi interventi elaborati in un dato contesto. «I casi passati di una città possono dare certezze e norme che è inutile andar cercando nei manuali che con le loro regole generiche non servono a nulla» Giuseppe de Finetti, Milano Costruzione di una città, Etas Kompass, Milano, 1969

18 Nel loro insieme, essi costituiscono lo scenario per ragionare su un suo possibile futuro. Il presente si costruisce sul passato così come il passato si è costruito sui tempi che lo hanno preceduto. Adolf Loos, La mia scuola di architettura, 1913, in: Parole nel vuoto, Adelphi Edizioni, Milano 1972, p.262).

19 1550 ca Leon Battista Alberti, L Architettura (De re aedificatoria) Ed. Il Polifilo, Milano, Carlo Cattaneo, Scritti sulla Lombardia Casa editrice Ceschina, Milano, M. Viollet le Duc, Entretiens sur l architecture, Paris, A. Morel et C Éditeurs 1863, Bruxelles, 1913 Adolf Loos, Parole nel vuoto Adelphi Edizioni, Milano 1972, 1915 Patrick Geddes, Città in evoluzione, Il saggiatore, Milano, 1970, 1925 Marcel Poëte La città antica Einaudi editore, Torino, Lewis Mumford, La cultura della città, Marsilio, Padova, 1966 (1 edizione) 1945 Giuseppe de Finetti, Milano Costruzione di una città, Etas Kompass, Milano, Aldo Rossi, L architettura della città Marsilio, Padova, Marco Pogacnik, Adolf Loos e Vienna, Quodlibetstudio, Milano, 2011 Introduzione al rapporto architettura e città 2016 Giancarlo Consonni Urbanità e bellezza Solfanelli, Chieti, 2016

Progetti di città sullo schermo

Progetti di città sullo schermo LEONARDO CIACCI Progetti di città sullo schermo Il cinema degli urbanisti In certi momenti della storia della città, si può intervenire nella trasformazione della realtà e dell'organizzazione dello spazio

Dettagli

Comment construire le récit d un territoire national

Comment construire le récit d un territoire national Comment construire le récit d un territoire national François Walter Come costruire il racconto di un territorio nazionale abstract Il territorio nella sua accezione geo-storica - è l insieme delle risorse

Dettagli

ARCHITETTO, UN MESTIERE DIFFICILE. Da artista a project manager.

ARCHITETTO, UN MESTIERE DIFFICILE. Da artista a project manager. Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 Corso di Project Management, Gestione OO.PP e Cantiere - C prof. Renato G. Laganà ARCHITETTO, UN

Dettagli

LAURENTINO 38 Un progetto di rigenerazione retroattiva nella periferia romana

LAURENTINO 38 Un progetto di rigenerazione retroattiva nella periferia romana C Politecnico di Milano Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni Corso di laurea in Architettura Anno accademico 2015/2016 LAURENTINO 38 Un progetto di rigenerazione retroattiva

Dettagli

MODELLO e RAPPRESENTAZIONE

MODELLO e RAPPRESENTAZIONE MODELLO e RAPPRESENTAZIONE I calcolatori elaborano informazione e restituiscono nuova informazione: questa deve essere rappresentata in forma simbolica Esempio : Per poter gestire una biblioteca dobbiamo

Dettagli

TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA I

TECNOLOGIA DELL ARCHITETTURA I UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA - Facoltà di Architettura di Matera Classe LM/4, conforme alla DIRETTIVA EUROPEA 85/384 e al D.M. 22 ottobre 2004, n.270 a.a. 2011/2012 II ANNO Semestrale TECNOLOGIA

Dettagli

Paolo Jedlowski. (2002) Il mondo in questione. Introduzione alla storia del pensiero sociologico. Carocci. capitolo 4.

Paolo Jedlowski. (2002) Il mondo in questione. Introduzione alla storia del pensiero sociologico. Carocci. capitolo 4. Paolo Jedlowski (2002) Il mondo in questione. Introduzione alla storia del pensiero sociologico Carocci capitolo 4 su Emile Durkheim Emile Durkheim (1858-1917) Quali domande si faceva Durkheim ci sono

Dettagli

ESERCITAZIONE TEORICA

ESERCITAZIONE TEORICA 1 LAB PROG ARCH. I * BRAGHIERI ESERCITAZIONE TEORICA laboratorio di progettazione dell architettura I A N N O 2 0 0 6 / 2 0 0 7-1 2 0 O R E I A N N O N I C O L A B R A G H I E R I c o n M O N I C A B R

Dettagli

BREVET DE TECHNICIEN SUPÉRIEUR TRANSPORT ET PRESTATIONS LOGISTIQUES LANGUE VIVANTE ÉTRANGÈRE ITALIEN

BREVET DE TECHNICIEN SUPÉRIEUR TRANSPORT ET PRESTATIONS LOGISTIQUES LANGUE VIVANTE ÉTRANGÈRE ITALIEN BREVET DE TECHNICIEN SUPÉRIEUR TRANSPORT ET PRESTATIONS LOGISTIQUES LANGUE VIVANTE ÉTRANGÈRE ITALIEN SESSION 2015 Durée : 2 heures Coefficient : 3 Matériel autorisé : dictionnaire unilingue. Tout autre

Dettagli

Università Mediterranea di Reggio Calabria - Corso di Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica & Ambientale

Università Mediterranea di Reggio Calabria - Corso di Laurea in Pianificazione Territoriale Urbanistica & Ambientale LA STORIA DELLA CITTÀ È STORIA DI FORME E DEL LORO MUTARE NEL TEMPO, DEL LORO SOVRAPPORSI, INTERSECARSI E CONTAMINARSI. LENTO IL MOVIMENTO DELLE FORME FISICHE, PIÙ VELOCE QUELLO DELL ORGANIZZAZIONE SOCIALE

Dettagli

Università IUAV di Venezia S.B.D. G 8677 BIBLIOTECA CENTRALE

Università IUAV di Venezia S.B.D. G 8677 BIBLIOTECA CENTRALE Università IUAV di Venezia S.B.D. G 8677 BIBLIOTECA CENTRALE CARLO RAVAGNATI TECNICHE DI RIPETIZIONE RAPPRESENTAZIONE E COMPOSIZIONE NEI PROGETTI PER LA BASILICA DI SAN PIETRO Prefazione di GIANNI FABBRI

Dettagli

a cura di Paola Di Biagi

a cura di Paola Di Biagi I CLASSICI DELL'URBANISTICA MODERNA a cura di Paola Di Biagi Alexander, Astengo, Benevolo, Bernoulli, Cullen, De Carlo, Geddes, Giovannoni, Howard, Le Corbusier, Lynch, Mumford, Poete, Samonà, Sirte '/

Dettagli

Modelli di razionalità

Modelli di razionalità ISTITUTO SUPERIORE SECONDARIO ALBERTI - DA VINCI Modelli di razionalità CANNIZZARO Giulia CECCATO Sara CERRUTI Francesca RUSSO Marcello SPIRITO Enrica Classe 5ª C Anno Scolastico 2005/06 Tanti saperi o

Dettagli

ABILITÀ. COMPETENZE L'alunno: ( B-H ) L'alunno sa:

ABILITÀ. COMPETENZE L'alunno: ( B-H ) L'alunno sa: TRAGUARDI DI COMPETENZA L alunno opera con i numeri naturali nel calcolo scritto e mentale NUMERI L'alunno: ( B-H ) la serie numerica fino a 20 i numeri ordinali il valore posizionale delle cifre fino

Dettagli

Educare all argomentazione

Educare all argomentazione Educare all argomentazione Francesca Morselli Dip. di Matematica Università degli Studi di Genova Perché educare all argomentazione? Traguardi per lo sviluppo di competenze alla fine della scuola primaria

Dettagli

IL RUOLO DELLA TECNOLOGIA NELL ELABORAZIONE DEL PROGETTO

IL RUOLO DELLA TECNOLOGIA NELL ELABORAZIONE DEL PROGETTO Università degli Studi della Basilicata Facoltà di Architettura Laurea Specialistica in Ingegneria Edile-Architettura Tecnologia dell Architettura I prof. arch. Sergio Russo Ermolli a.a. 2009-2010 IL RUOLO

Dettagli

Leon Battista Alberti ( ) [I]

Leon Battista Alberti ( ) [I] Leon Battista Alberti (1404-1472) [I] Il Brunelleschi è l uomo per il quale la razionalità del giudizio è norma di azione, guida della volontà. Il suo ideale è la tecnica; ma quella tecnica non è più manualità,

Dettagli

Le parole incontrano l arte in un ciclo di incontri con architetti e scrittori, giornalisti e registi, collezionisti e scienziati

Le parole incontrano l arte in un ciclo di incontri con architetti e scrittori, giornalisti e registi, collezionisti e scienziati Le parole incontrano l arte in un ciclo di incontri con architetti e scrittori, giornalisti e registi, collezionisti e scienziati Tutti gli incontri si terranno alle ore 17 nella sala Ricerca all interno

Dettagli

SOPRA I PORTI DI MARE

SOPRA I PORTI DI MARE STUDI DI STORIA URBANA E DEL TERRITORIO -------ID------- SOPRA I PORTI DI MARE I IL TRATTATO DI TEOFILO GALLACCINI E LA CONCEZIONE ARCHITETTONICA DEI PORTI DAL RINASCIMENTO ALLA RESTAURAZIONE A cura di

Dettagli

TEORIA-STORIA-PROGETTO Adolf Loos/Parole nel vuoto

TEORIA-STORIA-PROGETTO Adolf Loos/Parole nel vuoto Politecnico di Bari Corso di Laurea in Ingegneria Edile-Architettura a.a. 2013-14 Corso di Storia dell Architettura contemporanea e Laboratorio di ricerca Prof. arch. Francesco Moschini TEORIA-STORIA-PROGETTO

Dettagli

IL RESTAURO STILISTICO

IL RESTAURO STILISTICO IL RESTAURO STILISTICO Laboratorio di Restauro B Prof. Arch. Stella Serranò IL RESTAURO STILISTICO Nel periodo della rivoluzione francese si assiste in Francia alla sistematica distruzione di antichi monumenti

Dettagli

Teorie sociologie: Bourdieu. Giuliana Mandich

Teorie sociologie: Bourdieu. Giuliana Mandich Teorie sociologie: Bourdieu Giuliana Mandich 2014-2015 HABITUS E CAMPO COME CONCETTI MEDIATORI L oggetto specifico della scienza sociale non è l individuo né lo sono i gruppi come insiemi concreti di individui;

Dettagli

Archeologia Medievale / Introduzione al modulo A

Archeologia Medievale / Introduzione al modulo A Archeologia Medievale - 2012/2013 - Introduzione al modulo A Indice della presentazione: L archeologia medievale e le altre discipline I temi delle lezioni Testi e modalità di svolgimento degli esami Orari

Dettagli

SCATOLA DI MONTAGGIO L'ARCHITETTURA, GLI ELEMENTI DELLA COMPOSIZIONE E LE RAGIONI COSTRUTTIVE DELLA FORMA. Marco Trisciuoglio.

SCATOLA DI MONTAGGIO L'ARCHITETTURA, GLI ELEMENTI DELLA COMPOSIZIONE E LE RAGIONI COSTRUTTIVE DELLA FORMA. Marco Trisciuoglio. SCATOLA DI MONTAGGIO L'ARCHITETTURA, GLI ELEMENTI DELLA COMPOSIZIONE E LE RAGIONI COSTRUTTIVE DELLA FORMA Marco Trisciuoglio :arocci Università IUAV di Venezia S.B.D. A 1963 BIBLIOTECA CENTRALE '"')-);

Dettagli

Corso di Analisi del Territorio e degli Insediamenti - AA 2015/2016 Professoressa: Elena Tarsi. Il Genius Loci

Corso di Analisi del Territorio e degli Insediamenti - AA 2015/2016 Professoressa: Elena Tarsi. Il Genius Loci Corso di Analisi del Territorio e degli Insediamenti - AA 2015/2016 Professoressa: Elena Tarsi Il Genius Loci nullus locus sine Genio Servio nel Commento all'eneide, 5, 95 Nella civiltà romana il Genius

Dettagli

Catania: mercato del pesce

Catania: mercato del pesce Catania: mercato del pesce Rilievo e rappresentazione Marché du poisson: relevé perceptif In base alle più avanzate acquisizioni si deve intendere per rilievo architettonico la primigenia forma di conoscenza

Dettagli

L installazione A wall is a screen (2008)

L installazione A wall is a screen (2008) Lo spazio sociale L installazione A wall is a screen (2008) In breve, gli spazi si sono moltiplicati, spezzettati e diversificati. Ce n è oggi di tutte le taglie e di tutti i tipi, per tutti gli usi e

Dettagli

L Enciclopedia delle scienze filosofiche

L Enciclopedia delle scienze filosofiche L Enciclopedia delle scienze filosofiche La logica È la scienza dell Idea pura, cioè dell Idea nell elemento astratto del pensiero. Tesi di fondo: essere = pensiero (identità a partire dall Io puro) Hegel

Dettagli

Anno 1. Teoria degli insiemi: definizioni principali

Anno 1. Teoria degli insiemi: definizioni principali Anno 1 Teoria degli insiemi: definizioni principali 1 Introduzione In questa lezione introdurremo gli elementi base della teoria degli insiemi. I matematici hanno costruito una vera e propria Teoria degli

Dettagli

HEGEL Fenomenologia dello spirito. Stoccarda Berlino 1831

HEGEL Fenomenologia dello spirito. Stoccarda Berlino 1831 HEGEL Fenomenologia dello spirito Stoccarda 1770- Berlino 1831 L assoluto e le parti Le singole cose sono parti o manifestazioni dell assoluto che è inteso come un organismo unitario. Queste parti non

Dettagli

NORMALIZZAZIONE DEL LINGUAGGIO GRAFICO

NORMALIZZAZIONE DEL LINGUAGGIO GRAFICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI DISEGNO DELL ARCHITETTURA - Laboratorio progettuale di Disegno dell Architettura A.A. 2004/2005 Prof. Arch. Enza Tolla 19 aprile 2005

Dettagli

Università degli Studi di Chieti e Pescara - Dipartimento di Architettura Corso di RESTAURO ARCHITETTONICO I Prof.

Università degli Studi di Chieti e Pescara - Dipartimento di Architettura Corso di RESTAURO ARCHITETTONICO I Prof. Università degli Studi di Chieti e Pescara - Dipartimento di Architettura Corso di RESTAURO ARCHITETTONICO I Prof.ssa Clara Verazzo Programma del corso: 1. Questioni terminologiche: le parole del restauro.

Dettagli

Le basi del Moderno: Schopenhauer e Nietzsche.

Le basi del Moderno: Schopenhauer e Nietzsche. Le basi del Moderno: Schopenhauer e Nietzsche. Arthur Schopenhauer (1788-1860). Il mondo come volontà e rappresentazione (1819) L arte è una forma di conoscenza privilegiata, conoscenza di ciò che esiste

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Civile

Corso di Laurea Ingegneria Civile Corso di Laurea Ingegneria Civile Presentazione del corso di Fondamenti di Informatica Dm. 270 6 cfu Carla Limongelli Marzo 2010 1 Benvenuti!!! 2 Docenti del corso Prof. Carla Limongelli limongel@dia.uniroma3.it

Dettagli

Introduzione alla Programmazione Logica ed al linguaggio PROLOG

Introduzione alla Programmazione Logica ed al linguaggio PROLOG Introduzione alla Programmazione Logica ed al linguaggio PROLOG Esercitazioni per il corso di Logica ed Intelligenza Artificiale a.a. 2014/15 Paolo Tomeo http://sisinflab.poliba.it/tomeo Programmazione

Dettagli

Max Weber. Spiegazione, comprensione e i tipi ideali

Max Weber. Spiegazione, comprensione e i tipi ideali Max Weber Spiegazione, comprensione e i tipi ideali Spiegazione e comprensione Non posso comprendere perché il metallo si dilata, lo posso solo spiegare tramite esperimenti. Comprendo immediatamente il

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN LETTERE E BENI CULTURALI Insegnamento di Restauro Docente arch. Enza ZULLO S.S.D. dell insegnamento ICAR 19 Anno di Corso 2012-2013 Crediti

Dettagli

Il viaggio delle Nuvole, da Molveno (Dolomiti di Brenta) a Morimondo.

Il viaggio delle Nuvole, da Molveno (Dolomiti di Brenta) a Morimondo. Il viaggio delle Nuvole, da Molveno (Dolomiti di Brenta) a Morimondo. Una Mostra-Evento organizzata dalla Casa di Riposo San Riccardo Pampuri con il patrocinio del Comune di Morimondo, Piazza del Municipio.

Dettagli

L enciclopedia delle scienze filosofiche V LSPP Marconi

L enciclopedia delle scienze filosofiche V LSPP Marconi Filosofia U. D. IV L enciclopedia delle scienze filosofiche V LSPP Marconi Nell Enciclopedia (1817) è descritto il sistema filosofico di Hegel in possesso del sapere assoluto ovvero di essere già consapevole

Dettagli

Programmazione per competenze III anno lingua francese (section5, section 6, section 7) a.s. 2015/2016

Programmazione per competenze III anno lingua francese (section5, section 6, section 7) a.s. 2015/2016 Programmazione per competenze III anno lingua francese (section5, section 6, section 7) a.s. 2015/2016 Libro di testo Des parole set des mots, Loecher Editore, vol.c Section 5 unité 1: Quel temps fait-il?

Dettagli

ARCHEOLOGIA MEDIEVALE CLAUDIO NEGRELLI. ARCHEOLOGIA URBANA e città tra tarda antichità ed altomedioevo

ARCHEOLOGIA MEDIEVALE CLAUDIO NEGRELLI. ARCHEOLOGIA URBANA e città tra tarda antichità ed altomedioevo ARCHEOLOGIA MEDIEVALE 2014-2015 CLAUDIO NEGRELLI ARCHEOLOGIA URBANA e città tra tarda antichità ed altomedioevo La definizione di città tra tarda antichità e altomedioevo Cosa distingue la città come elemento

Dettagli

LA CLASSIFICAZIONE DEI VIVENTI

LA CLASSIFICAZIONE DEI VIVENTI LA CLASSIFICAZIONE DEI VIVENTI Cinque regni (Robert Whittaker-1959): Ø Regno animale (eucarioti pluricellulari a nutrizione eterotrofa, per ingestione) Ø Regno vegetale (autotrofi pluricellulari a nutrizione

Dettagli

NORMALIZZAZIONE DEL LINGUAGGIO GRAFICO

NORMALIZZAZIONE DEL LINGUAGGIO GRAFICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA PERCORSO ABILITANTE SPECIALE (PAS) TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA (6 CFU) NORMALIZZAZIONE DEL LINGUAGGIO GRAFICO Dott. Arch. Maria Onorina Panza Da C. Formenti,

Dettagli

Percorso su LIM da Kant all idealismo

Percorso su LIM da Kant all idealismo Percorso su LIM da Kant all idealismo CRITICA DELLA RAGION (PURA) PRATICA NON EMPIRICA VOLONTA Massime «SE.. Devi> Imperativi Imperativi ipotetici Imperativo categorico «Tu devi» Formulazioni dell imperativo

Dettagli

Certezza e Verità. Per una introduzione a Cartesio. a cura di Pietro Gavagnin

Certezza e Verità. Per una introduzione a Cartesio. a cura di Pietro Gavagnin Certezza e Verità Per una introduzione a Cartesio a cura di Pietro Gavagnin www.pgava.net Certezza e Verità significato Certezza = ciò che è saputo è uno stato del pensare Verità = ciò che è (determinazione

Dettagli

Le immagini della matematica: esempi a quattro dimensioni

Le immagini della matematica: esempi a quattro dimensioni Le immagini della matematica: esempi a quattro dimensioni Summer School: La matematica incontra le altre Scienze San Pellegrino Terme, 08-09-2014 M. Dedò Da anni il Centro matematita riserva una particolare

Dettagli

formazione & lavoro Sabrina Laura Nart fare l architetto Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione & lavoro Sabrina Laura Nart fare l architetto Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione & lavoro Sabrina Laura Nart fare l architetto Guida alla formazione e all esercizio della professione Dove e come si studia, gli albi, il tirocinio, le norme, la libera professione, le polizze

Dettagli

Fichte Deduzione trascendentale dell Io e immaginazione produttiva

Fichte Deduzione trascendentale dell Io e immaginazione produttiva Fondamenti di Storia della Filosofia - Lezione di giovedì 14 aprile 2016 1 Fichte Deduzione trascendentale dell Io e immaginazione produttiva SCHEMA Stabilito che la cosa in sé di Kant è un falso problema,

Dettagli

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali.

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali. CLASSI PRIME Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Scoprire nell ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre -Conoscere e farsi conoscere per

Dettagli

Karl Marx. L alienazione del lavoro. Il materialismo storico

Karl Marx. L alienazione del lavoro. Il materialismo storico Karl Marx L alienazione del lavoro. Il materialismo storico L alienazione del lavoro All origine dell alienazione religiosa ci sono le contraddizioni della vita materiale, a cominciare dal lavoro. Funzione

Dettagli

Introduzione Religione e senso della vita

Introduzione Religione e senso della vita Introduzione Religione e senso della vita La religione propone le risposte più forti, più antiche e più credute alla questione del senso della vita. A questo titolo essa non può non interessare la filosofia

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: ISTITUTO TECNICO MATERIA: Francese PROF: Boniardi Donatella A. ANNO SCOLASTICO 2011-2012

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA FRANCESE CLASSE IV-SIRIO A.F.M. a/s 2013/ 2014

PROGRAMMA DI LINGUA FRANCESE CLASSE IV-SIRIO A.F.M. a/s 2013/ 2014 PROGRAMMA DI LINGUA FRANCESE CLASSE IV-SIRIO A.F.M. a/s 2013/ 2014 FUNZIONI COMUNICATIVE sapersi presentare saper descrivere persone e luoghi proporre di fare qualcosa, accettare/rifiutare parlare del

Dettagli

INTERIOR TALES CAMPO. Maria S. Giudici,Gianfranco Bombaci Matteo Costanzo, Davide Sacconi. 7 gennaio h book presentation by.

INTERIOR TALES CAMPO. Maria S. Giudici,Gianfranco Bombaci Matteo Costanzo, Davide Sacconi. 7 gennaio h book presentation by. 7 gennaio 2016 - h.18.00 book presentation by Maria S. Giudici,Gianfranco Bombaci Matteo Costanzo, Davide Sacconi Interior Tales è un libro che parla di cinema ed architettura, o meglio del potere della

Dettagli

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione Nota della Redazione 1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione scientifica Revue des questions scientifiques n. XXVII del 1920. Benché le Œuvres edite

Dettagli

LEONARDO ( )

LEONARDO ( ) LEONARDO ( 1452-1519) FORMAZIONE A 17 anni entra nella Bottega del Verrocchio per circa 8 anni. Assimila dapprima le caratteristiche del rinascimento fiorentino opponendosi infine ai suoi schematismi intellettuali,alla

Dettagli

La sordità : handicap < invisibile > oltre le protesi ed oltre gli ostacoli

La sordità : handicap < invisibile > oltre le protesi ed oltre gli ostacoli Lucio MACI Consulente O.R.L. Centri Medico-Legali I.N.A.I.L. di Lecce e Brindisi (Dirigente Medico 2 livello: Dott.ssa Paola Allamprese) La sordità : handicap < invisibile > oltre le protesi ed oltre gli

Dettagli

Marco Barbiani. Larlun. Tracce di una via filosofica tra Oriente e Occidente

Marco Barbiani. Larlun. Tracce di una via filosofica tra Oriente e Occidente Marco Barbiani Larlun Tracce di una via filosofica tra Oriente e Occidente ... proprio in questa perfezione della sapienza ci si deve addestrare ed esercitare Astasāhasrikā Prajñāpāramitā [1]... una vita

Dettagli

19 NOVEMBRE 2010 COME FARE UNA MAPPA?

19 NOVEMBRE 2010 COME FARE UNA MAPPA? 19 NOVEMBRE 2010 COME FARE UNA MAPPA? Quando ci siamo incontrati con tutti gli altri bambini, ci siamo presi l incarico di costruire la mappa del futuro BOSCO DELLA COSTITUZIONE. Ma come si costruisce

Dettagli

Leggere per studiare

Leggere per studiare Leggere per studiare A cura di Silvana Loiero Che cosa vuol dire leggere per studiare? Quando si legge un testo per studiare si devono fare diverse operazioni per capire il testo letto: rielaborare le

Dettagli

DIPLOME NATIONAL DU BREVET

DIPLOME NATIONAL DU BREVET DIPLOME NATIONAL DU BREVET SESSION : 2012 Feuille 1/5 SUJET DIPLOME NATIONAL DU BREVET TOUTES SERIES Epreuve de Langue Vivante Etrangère : ITALIEN SESSION 2012 Durée : 1 h 30 Coefficient : 1 L usage de

Dettagli

P2.4.3 Eventi plenari di disseminazione meeting finale

P2.4.3 Eventi plenari di disseminazione meeting finale PO Italia-Francia Marittimo 2007-2013 PROTERINA-Due Il secondo passo nella protezione dei rischi naturali: gli investimenti sul territorio P2.4.3 Eventi plenari di disseminazione meeting finale Componente

Dettagli

Modulo 1 : IL SISTEMA AZIENDA

Modulo 1 : IL SISTEMA AZIENDA Libro di testo da pag. 11 a pag. 22 Modulo 1 : IL SISTEMA AZIENDA Lezioni 1 di Economia Aziendale classe prima - Prof.ssa Monica Masoch e Deborah Oldoni OBIETTIVI DELL UNITA DIDATTICA: AVVIARE LA COSTRUZIONE

Dettagli

Fasi e variabili Nella costruzione di un progetto. Una pista di lavoro. Emilio Vergani

Fasi e variabili Nella costruzione di un progetto. Una pista di lavoro. Emilio Vergani Fasi e variabili Nella costruzione di un progetto Una pista di lavoro Emilio Vergani 1 1. Visione e comunità di progetto 8. Valutazione ex post e apprendimenti 2. Analisi del contesto 7. Governare la dialettica

Dettagli

George BOOLE ( ) L algebra booleana. (logica proposizionale)

George BOOLE ( ) L algebra booleana. (logica proposizionale) George BOOLE (1815-64) L algebra booleana. (logica proposizionale) La logica e George BOOLE George BOOLE nel 1847 pubblicò il libro Mathematical Analysis of Logic, nel quale presentava ciò che oggi si

Dettagli

Il Metodo. Assi Cartesiani. Mathesis Universalis:

Il Metodo. Assi Cartesiani. Mathesis Universalis: 1596-1650 Indice Il Metodo; Il Dubbio Metodico e Iperbolico; Il Cogito Ergo Sum; Le Idee Contenute Nel Cogito; Dio garante di verità; Il Meccanicismo; Il Dualismo Cartesiano; La Ghiandola Pineale; La Morale

Dettagli

MATERIALE DI SUPPORTO RILEVAZIONE SITUAZIONE IN INGRESSO

MATERIALE DI SUPPORTO RILEVAZIONE SITUAZIONE IN INGRESSO Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Comune di Pontassieve Centro Interculturale Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi MATERIALE DI SUPPORTO RILEVAZIONE SITUAZIONE IN INGRESSO

Dettagli

I.C.S. SAN GIOVANNI BOSCO MOLFETTA

I.C.S. SAN GIOVANNI BOSCO MOLFETTA COMPETENZE DI BASE (traguardi per lo sviluppo della competenza) E RELATIVI RAGGIUNTI CLASSE PRIMA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Disciplina Matematica L alunno si muove con sicurezza nel calcolo con

Dettagli

Italo Gamberini architetto ( )

Italo Gamberini architetto ( ) RECENSIONE Rosa Maria Martellacci Italo Gamberini architetto (1907 1990) Edifir Edizioni Firenze Pagine 366, 200 illustrazioni 28 euro Per avere una copia basta richiederla al proprio libraio Questo architetto

Dettagli

In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente

In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente In I A, di questo percorso, ci vogliamo tenere in mente la bellezza di descrivere l oggetto che ci rappresenta e scoprire cosa significa per l altro il suo oggetto. x che è stato bello! Ho capito più cose

Dettagli

CAP. III GLI STATUTI FONDAMENTALI DELLA CONGREGAZIONE

CAP. III GLI STATUTI FONDAMENTALI DELLA CONGREGAZIONE CAP. III GLI STATUTI FONDAMENTALI DELLA CONGREGAZIONE 1. G. Rousselet su disegno di Ch. Le Brun, Morte del Cardinal de Bérulle, incisione a bulino. Da G. Habert, La vie du Cardinal de Berulle Instituteur

Dettagli

Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento

Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento La carta Audis ed il progetto Eco Quartieri www.gbcitalia.org Obiettivi della proposta Ecoquartieri Riequilibrare i centri urbani restituendogli

Dettagli

IL RINASCIMENTO. Il 400

IL RINASCIMENTO. Il 400 IL RINASCIMENTO Il 400 apr 11 21.02 IL RINASCIMENTO Introduzione: da dove deriva il termine "Rinascimento" A partire dal Quattrocento nasce in Italia, a Firenze, il Rinascimento. Il termine venne coniato

Dettagli

Riprodurre visi e corpi con varie tecniche. Usare creativamente e/o in modo pertinente il colore.

Riprodurre visi e corpi con varie tecniche. Usare creativamente e/o in modo pertinente il colore. ARTE E IMMAGINE Esprimersi e comunicare; osservare e leggere le immagini; comprendere e apprezzare le opere d arte CLASSE PRIMA _Scuola Primaria L alunno si esprime attraverso il linguaggio visivo per

Dettagli

EFREM RAIMONDI EASYREADING NADIA AFRAGOLA

EFREM RAIMONDI EASYREADING NADIA AFRAGOLA EFREM RAIMONDI EASYREADING NADIA AFRAGOLA LEGGERE? NO GRAZIE Era un capitolo per me molto importante, da scrivere intendo. Perché a viverlo avevo iniziato tempo prima. Per caso, quasi. Grazie a una donna:

Dettagli

Le Jardin, monument vivant. Pédagogie du patrimoine des jardins en Europe

Le Jardin, monument vivant. Pédagogie du patrimoine des jardins en Europe Le Jardin, monument vivant. Pédagogie du patrimoine des jardins en Europe Un Comenius interessante e arricchente, bello e colorato FUNCHAL 21-25 FEBBRAIO 2011 Maria Silvia Pigozzi LICEO SCIENTIFICO STATALE

Dettagli

Problema: dati i voti di tutti gli studenti di una classe determinare il voto medio della classe.

Problema: dati i voti di tutti gli studenti di una classe determinare il voto medio della classe. Problema: dati i voti di tutti gli studenti di una classe determinare il voto medio della classe. 1) Comprendere il problema 2) Stabilire quali sono le azioni da eseguire per risolverlo 3) Stabilire la

Dettagli

Hegel. Il sistema hegeliano in sintesi

Hegel. Il sistema hegeliano in sintesi Hegel I capisaldi del pensiero hegeliano 2 Il pensiero di Hegel rappresenta una delle più poderose sintesi filosofiche di tutti i tempi e grande è l influsso che ha esercitato sulla cultura europea dell

Dettagli

Lez. 2 - Architettura "totale Modernità e Avanguardia.

Lez. 2 - Architettura totale Modernità e Avanguardia. Lez. 2 - Architettura "totale Modernità e Avanguardia. , , Modernità come sistema Una grande epoca è cominciata. Esiste uno spirito nuovo. L industria, irrompente come un fiume che scorre verso il proprio

Dettagli

Competenze disciplinari. L alunno: 1) Ascolta, comprende ed esegue la consegna data. 3) Utilizza strumenti e procedure su indicazione

Competenze disciplinari. L alunno: 1) Ascolta, comprende ed esegue la consegna data. 3) Utilizza strumenti e procedure su indicazione SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO D ISTITUTO di SCIENZE FINALITÀ AL TERMINE DEL PERCORSO D ISTRUZIONE OBBLIGATORIO : 1. Favorire il pieno sviluppo della persona nella costruzione del sé COERENZA TRA FINALITÀ OBBLIGO

Dettagli

Eugène Emmanuel Viollet-le-Duc (1814-1874)

Eugène Emmanuel Viollet-le-Duc (1814-1874) Eugène Emmanuel Viollet-le-Duc (1814-1874) QUATREMERE DE QUINCY Voce Restauro dal Dizionario storico di Architettura 1832 Non si capisce quale pericolo potrebbe correre più di un edificio incompleto se

Dettagli

Filosofia del linguaggio (i) (3 cr.)

Filosofia del linguaggio (i) (3 cr.) Filosofia del linguaggio (i) (3 cr.) Docente: Giuseppe Spolaore Orario: Martedì ore 17.20 aula T4, mercoledì ore 17.20 aula 1.4, giovedì ore 14.00 aula 1.4 (per un totale di circa 10 lezioni). Ricevimento:

Dettagli

dal 1920 getti in ghisa lamellare e sferoidale fusion en fonte lamellaire et nodulaire

dal 1920 getti in ghisa lamellare e sferoidale fusion en fonte lamellaire et nodulaire dal 1920 getti in ghisa lamellare e sferoidale fusion en fonte lamellaire et nodulaire FONDERIA MARINI 2 In ogni attività la passione toglie gran parte della difficoltà. Erasmo da Rotterdam Passione e

Dettagli

Osservare l interlingua

Osservare l interlingua Osservare l interlingua Protocollo per osservare strutture linguistiche diagnostiche dai 10 ai 15 anni a cura di Stefania Ferrari www.glottonaute.it Protocollo per osservare strutture linguistiche diagnostiche

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Costruzione

Dettagli

Corso di formazione DI EDUCAZIONE SENSORIALE E ALIMENTARE

Corso di formazione DI EDUCAZIONE SENSORIALE E ALIMENTARE Corso di formazione DI EDUCAZIONE SENSORIALE E ALIMENTARE rivolto agli insegnanti settembre novembre 2014 Il progetto Oltrebampe - oltrebambini e prodotti agroalimentari di eccellenza, è un opportunità

Dettagli

Estratto da: Yona Friedman, L'ordine complicato. Come costruire un'immagine, traduzione di Paolo Tramannoni, con una nota di Manuel Orazi,

Estratto da: Yona Friedman, L'ordine complicato. Come costruire un'immagine, traduzione di Paolo Tramannoni, con una nota di Manuel Orazi, Estratto da: Yona Friedman, L'ordine complicato. Come costruire un'immagine, traduzione di Paolo Tramannoni, con una nota di Manuel Orazi, Quodlibet-Abitare, Macerata 2011. Ulteriori informazioni: http://www.quodlibet.it/schedap.php?id=1963

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Ministero Istruzione Università e Ricerca Inserire fotografia docente Prof. CARLO MAURO Materia di insegnamento: CATTEDRA DI ANATOMIA ARTISTICA (Anatomia Artistica; Anatomia dell Immagine; Elementi di

Dettagli

BREVE CENNO DI LOGICA CLASSICA La logica può essere definita come la scienza che studia le condizioni in base alle quali un ragionamento risulta

BREVE CENNO DI LOGICA CLASSICA La logica può essere definita come la scienza che studia le condizioni in base alle quali un ragionamento risulta BREVE CENNO DI LOGICA CLASSICA La logica può essere definita come la scienza che studia le condizioni in base alle quali un ragionamento risulta corretto e vero. Un ragionamento è corretto se segue uno

Dettagli

civics Una nuova disciplina che studia la città

civics Una nuova disciplina che studia la città Patrick Geddes Un approccio sociologico ai processi di urbanizzazione Il planner tra ambiente e società Biologia Sociologia Economia Filantropia e ricerca sociale L eredità geddesiana nella cultura urbanistica

Dettagli

Corrigé et barème indicatifs - Sujet LV2 «Patrimonio culturale»

Corrigé et barème indicatifs - Sujet LV2 «Patrimonio culturale» BACCALAURÉAT GÉNÉRAL - LANGUE VIVANTE II : ITALIEN - SESSION 2017 Corrigé et barème indicatifs - Sujet LV2 «Patrimonio culturale» I) Partie compréhension (10 points) Barème (sur 40 à diviser par 4): ES/S/L

Dettagli

I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA

I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA I.C. MONTE SAN PIETRO PROGRAMMAZIONI ISTITUTO STORIA DISCIPLINA : STORIA Classe Prima O.F. Riconoscere e utilizzare categorie di durata per la successione di azioni e situazioni Categorie di durata: supporto

Dettagli

L architettura tra Archè e Technè

L architettura tra Archè e Technè L architettura tra Archè e Technè L architettura tra Archè e Technèdi Giuseppe Baiocchi del 08/07/2016 La parola è un involucro che permette ad un contenuto di viaggiare. I nostri contenuti, sono delle

Dettagli

Il fuoco di Sant Antonio Storia, tradizioni e medicina Carlo Gelmetti

Il fuoco di Sant Antonio Storia, tradizioni e medicina Carlo Gelmetti Il fuoco di Sant Antonio Storia, tradizioni e medicina Carlo Gelmetti Carlo Gelmetti Il fuoco di Sant Antonio Storia, tradizioni e medicina 1 3 CARLO GELMETTI Professore Ordinario Istituto di Scienze Dermatologiche

Dettagli

Certificazione. Competenze. Scuola Primaria

Certificazione. Competenze. Scuola Primaria Certificazione Competenze Scuola Primaria 32 Certificazione delle competenze in uscita dalla Scuola Primaria come previsto dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo Il Dirigente Scolastico Visti gli

Dettagli

Stile Leonia. Roma - Milano - Firenze. La tua casa, i tuoi sogni, il nostro stile.

Stile Leonia. Roma - Milano - Firenze. La tua casa, i tuoi sogni, il nostro stile. Stile Leonia Roma - Milano - Firenze La tua casa, i tuoi sogni, il nostro stile. Stile Leonia La classe è una questione di stile, lo stile è contrasto Nello spettacolo della decorazione si mette in scena

Dettagli

2) ATTIVITA DI RESTAURO

2) ATTIVITA DI RESTAURO 2) ATTIVITA DI RESTAURO NOTRE-DAME A PARIGI 11 MARZO 1844 LA COMMISSIONE DEI MONUMENTI SI PRONUNCIA A FAVORE DEL PROGETTO DI LASSUS E VIOLLET-LE-DUC PER IL RESTAURO DI NOTRE-DAME 2 GLI ASPETTI IMPORTANTI

Dettagli

Tipologie di intervento

Tipologie di intervento Tipologie di intervento 1. localizzazione dell unit unità oggetto dell intervento 2. individuazione del tipo di riferimento nelle Schede di Analisi 3. individuazione nelle Schede di Analisi della tipologia

Dettagli

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale

Ministero Istruzione Università e Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale Prof. CARLO MAURO Materia di insegnamento: ANATOMIA ARTISTICA-CATTEDRA; ANATOMIA ARTISTICA: ANATOMIA DELL IMMAGINE Ricevimento: il LUNEDI dalle 12 alle _13,30 Aula Anatomia n 52 e-mail: fantasmagoria@alice.it

Dettagli