L ISMEA I servizi Ismea Il subentro in agricoltura Agevolazioni per l insediamento dei giovani in agricoltura Il fondo di garanzia Informazioni e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ISMEA I servizi Ismea Il subentro in agricoltura Agevolazioni per l insediamento dei giovani in agricoltura Il fondo di garanzia Informazioni e"

Transcript

1 I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli

2 AGENDA L ISMEA I servizi Ismea Il subentro in agricoltura Agevolazioni per l insediamento dei giovani in agricoltura Il fondo di garanzia Informazioni e contatti 2

3 ISMEA Articolo 6, comma 5, decreto legislativo 29 ottobre 1999, n Realizza servizi informativi, assicurativi e finanziari e costituisce forme di garanzie creditizia e finanziaria destinati alle imprese agricole e le loro forme associative OBIETTIVI 3 Favorire la trasparenza del mercato riducendo le asimmetrie informative Ridurre i rischi inerenti le attività produttive di mercato Incrementare il livello di competitività delle imprese Agevolare il rapporto con le banche, le assicurazioni e i mercati

4 I SERVIZI ISMEA Servizi informativi e di mercato Servizi assicurativi Servizi finanziari Servizi creditizi Report finanziari Studi di settore Analisi di mercato Fondo di riassicurazione Polizze innovative Subentro in agricoltura Insediamento giovani in agricoltura Capitale di rischio Garanzia diretta Garanzia sussidiaria Rating aziendale 4

5 IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA A chi si rivolge Cosa finanzia Requisiti Le agevolazioni concedibili Come presentare la domanda 5

6 A CHI SI RIVOLGE La misura agevolativa (D.Lgs. 185/2000 Titolo I Capo III) è rivolta ai giovani imprenditori agricoli, anche organizzati in forma societaria, che intendono subentrare nella conduzione di un azienda agricola OBIETTIVO Favorire la nuova imprenditorialità e il ricambio generazionale in agricoltura 6

7 COSA FINANZIA Progetti di sviluppo o consolidamento di iniziative nei settori della produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli INVESTIMENTO Massimo IVA esclusa I progetti d impresa devono perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi: riduzione dei costi di produzione miglioramento e riconversione della produzione miglioramento della qualità tutela e miglioramento dell ambiente naturale o delle condizioni di igiene e benessere degli animali I beni di investimento devono essere nuovi di fabbrica e acquistati successivamente alla data di delibera di ammissione alle agevolazioni da parte di ISMEA. Sono esclusi investimenti di mera sostituzione. 7

8 REQUISITI CEDENTE Legittimo possesso (conduzione) dell azienda nei 2 anni precedenti la presentazione della domanda (ovvero nei 2 anni precedenti il subentro se già avvenuto) Età maggiore del subentrante Azienda localizzata nel territorio nazionale Azienda agricola attiva ed economicamente e finanziariamente sana 8 SUBENTRANTE Età tra i 18 ed i 39 anni Residenza nel territorio nazionale alla data di subentro Qualifica IAP entro la data di ammissione alle agevolazioni inoltre, nel caso sia una società deve: Avere sede legale, amministrativa ed operativa nei territori agevolati Essere composta in prevalenza (in termini assoluti e di quote di partecipazione) da giovani di età < 40 anni ed essere amministrata da un giovane imprenditore agricolo, socio della società

9 LE AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI (1) Copertura del 90% ca. dell investimento Contributo a fondo perduto (copertura max ca. 40%) Mutuo agevolato di durata max 10 anni, elevabile a 15 anni per investimenti nel settore della Produzione agricola (copertura max ca. 50%) inoltre Premio di 1 insediamento (max ) Contributo a fondo perduto sulle spese di assistenza tecnica (max ) Per gli investimenti in attività di diversificazione agricola le agevolazioni saranno concesse in regime de minimis nel limite massimo di

10 LE AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI (2) GARANZIE Il mutuo agevolato deve essere assistito da garanzie reali per un valore pari al 120% del mutuo concesso, attraverso: Privilegio speciale su tutti i beni oggetto di investimento inoltre Ipoteca di 1 grado sui beni immobili oggetto di investimento oppure Ipoteca di 1 grado su ulteriori beni immobili della società o di terzi oppure Fideiussione bancaria APPORTO FINANZIARIO Il beneficiario deve apportare risorse finanziarie (mezzi propri, CS, finanziamento infruttifero dei soci, prestiti bancari non agevolati a medio/lungo termine, ecc.) fino a concorrenza degli importi necessari alla copertura del fabbisogno finanziario generato dal piano di investimenti (ca. 20%-30% degli investimenti). 10

11 COME PRESENTARE LA DOMANDA (1) 11

12 COME PRESENTARE LA DOMANDA (2) Per ottenere le agevolazioni è necessario presentare domanda tramite raccomandata A.R. indirizzata a: ISMEA - Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare via Nomentana, Roma La modulistica da presentare è disponibile sul sito: 12

13 Agevolazioni per l insediamento dei giovani in agricoltura (Regime XA 259/09) A chi si rivolge Cosa finanzia Requisiti Agevolazioni concedibili 13

14 A CHI SI RIVOLGE La misura agevolativa si rivolge ai giovani agricoltori, anche organizzati in forma societaria, che intendono insediarsi per la prima volta in un azienda agricola in qualità di capo d azienda OBIETTIVI favorire il ricambio generazionale in agricoltura I giovani agricoltori devono presentare un piano aziendale per lo sviluppo dell attività agricola, articolato su un periodo di almeno 5 anni che dimostri la sostenibilità economica e finanziaria dell operazione Sono esclusi dalle agevolazioni i giovani che si insediano in aziende create dal frazionamento di aziende esistenti 14

15 COSA FINANZIA Operazioni di intervento fondiario realizzate attraverso l acquisto di efficienti aziende agricole MASSIMALI DI INTERVENTO In caso di Ditta Individuale o Società Unipersonale ,00 In caso di Società ,00 Al fine di garantire la creazione di efficienti aziende agricole la soglia minima di intervento riguarderà l acquisto di terreni la cui valutazione non sia inferiore a ,00 15

16 REQUISITI Età tra i 18 ed i 39 anni alla presentazione della domanda Residenza ed esercizio dell attività agricola sul territorio nazionale Titolarità di partita IVA ed iscrizione nel registro delle imprese (sezione imprese agricole) della Camera di Commercio alla presentazione della domanda (ovvero posseduta da non più di 6 mesi se l insediamento è già avvenuto) Adeguate conoscenze e competenze professionali Qualifica professionale (IAP/coltivatore diretto) e relativa iscrizione nella gestione previdenziale da non oltre 6 mesi alla data di presentazione della domanda inoltre, nel caso sia una società deve: Essere composta in prevalenza (in termini assoluti e di quote di partecipazione) da giovani di età < 40 anni ed essere amministrata da uno o più giovani imprenditori agricoli con pieno potere decisionale Avere per oggetto sociale l esercizio esclusivo delle attività di cui all art c.c. Indicare società agricola nella ragione sociale o nella denominazione sociale 16

17 AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI Premio di primo insediamento, erogato come abbuono di interessi il cui valore capitalizzato non può essere superiore ad ,00 MODALITA DI INTERVENTO Leasing finanziario di durata variabile dai 15 ai 30 anni, rimborsabile in rate costanti semestrali posticipate tasso di interesse calcolato con riferimento ai tassi fissati dalla Commissione Europea, sulla base del tasso vigente al momento della determinazione di ammissione alle agevolazioni Patto di riservato dominio sui terreni oggetto di acquisto 17

18 IL FONDO DI GARANZIA Decreto Legislativo n.102/2004, le attività in capo all ex Fondo Interbancario di Garanzia (FIG) sono state trasferite a ISMEA DM 14/2/2006, sono stati fissati i criteri ed i limiti di funzionamento del Fondo di Garanzia nel 2008, le attività a sostegno del credito sono state affidate a SGFA. srl, partecipata al 100% dall ISMEA L'ISMEA può concedere garanzie a fronte di finanziamenti concessi da banche e intermediari finanziari Fondo di garanzia sussidiaria Fondo di garanzia primaria (diretta) 18

19 Garanzia sussidiaria La garanzia sussidiaria è di tipo mutualistico e scatta automaticamente per ripianare le perdite subite dalle banche finanziatrici a conclusione delle procedure esecutive nei confronti del mutuatario. Opera in via automatica dal 1961 sui finanziamenti ex articolo 43 del TUB: A breve termine se agevolati A medio/lungo termine 11 miliardi di euro di massa garantita a tutto il 2008 Costo le imprese una tantum pari a 0,25%/0,30% sull importo erogato Parzialmente compatibile con gli standard di Basilea 2 19

20 Garanzia a prima richiesta Le garanzie dirette integrano la capacità dei soggetti beneficiari di offrire garanzie alle banche finanziatrici e proteggono la banca dal rischio di default per la quota del finanziamento garantita. In attività dalla seconda metà del 2008 Autorizzato come regime di non aiuto (Dec. C(2006)643 dell 8/32006) Pienamente compatibile con gli standard di Basilea 2 Alle operazioni garantite dalla SGFA si applica la controgaranzia dello Stato (garante di ultima istanza) le banche sono autorizzate a ponderare a zero il patrimonio di vigilanza per la quota di finanziamento garantita a prima richiesta da ISMEA 20 20

21 I PRODOTTI Fideiussione La fideiussione è rilasciata da Ismea ai soggetti beneficiari, nel caso in cui il soggetto beneficiario richiedente non disponga di garanzie tali da assistere integralmente il finanziamento richiesto. Garanzia dell imprenditore Fideiussione SGFA Finanziamento 21

22 I PRODOTTI Cogaranzia Garanzia dell imprenditore Garanzia Confidi Cogaranzia SGFA Finanziamento 22

23 I PRODOTTI Controgaranzia La controgaranzia è prestata da ISMEA su richiesta di un confidi agricolo a fronte degli impegni per garanzia da questo assunti in favore dei soggetti beneficiari, per le finalità e nei limiti previsti dalla normativa in materia. Controgaranzia SGFA Garanzia dell imprenditore Garanzia Confidi Finanziamento 23

24 Cosa si può garantire Finanziamenti bancari (o leasing di società appartenenti a gruppi bancari) destinati a: Investimento e miglioramento fondiario Acquisto nuove macchine, attrezzature e bestiame Interventi per ricerca, sperimentazione, innovazione tecnologica e valorizzazione commerciale dei prodotti Ristrutturazione del debito 24 24

25 Requisiti soggettivi ed oggettivi Qualifica di imprenditore agricolo ai sensi dell art.2135 del c.c. (persone fisiche e giuridiche) Assenza di elementi pregiudizievoli e sconfinamenti presso la CR a carico dell impresa Sostenibilità finanziaria dell operazione creditizia Operazioni creditizie destinate ad attività: agricole connesse e collaterali 25 25

26 Limiti di intervento del fondo Limite per linea di credito Limite per azienda 70% dell importo erogato 80% in caso di giovani imprenditori agricoli Micro e piccola impresa di Euro Media impresa di euro Categoria Dipendenti Fatturato Totale bilancio Media Impresa Meno di milioni di 43 milioni di Piccola Impresa Meno di milioni di 10 milioni di Microimpresa Meno di 10 2 milioni di 2 milioni di 26

27 Modalità operative al Fondo di Garanzia si accede solo tramite la Banca prescelta dall impresa (ovvero Confidi in caso di Cogaranzia) per l esame della rischiosità dell impresa, il Garante si avvale di un modello di rating specifico per le imprese agricole Il soggetto richiedente (Banca o Confidi) deve acquisire la documentazione a supporto delle informazioni fornite al Garante 27

28 Commissione di garanzia La commissione di garanzia a carico dell impresa è individuata sulla base del piano di ammortamento del finanziamento applicando un aliquota che tiene conto in particolare del rating dell impresa Rating azienda minimo aliquota di garanzia massimo 0,03% 0,45% 0,46% 0,04% 0,46% 0,47% 0,07% 0,49% 0,50% 0,12% 0,54% 0,56% 0,16% 0,58% 0,61% 0,20% 0,62% 0,66% 0,25% 0,67% 0,72% 0,35% 0,77% 0,84% 0,53% 0,95% 1,06% 0,86% 1,28% 1,45% 1,36% 1,78% 2,05% 2,02% 2,44% 2,84% Aziende start up rating base aliquota di garanzia minimo massimo 1,25% 1,67% 1,92%

29 I VANTAGGI La garanzia ISMEA è uno strumento che può favorire: le imprese agricole nell accesso al credito anche in assenza di adeguate garanzie personali o reali ottenendo peraltro una riduzione degli spread applicati dalle banche sui tassi di interesse i confidi agricoli ampliando e migliorando le capacità di garanzia nei confronti delle imprese agricole il sistema bancario mediante: ilmiglioramento della qualità dei crediti (efficienza interna) lariduzione del patrimonio di vigilanza richiesto da di Basilea 2 lamitigazione delle perdite derivanti dalle operazioni di credito

30 Utilizzo del fondo di garanzia a prima richiesta nei PSR I Regolamenti comunitari prevedono interventi nei PSR anche attraverso l utilizzo di strumenti di ingegneria finanziaria (fondi di garanzia) Con atto n. 148/15 del luglio 2007, la Conferenza permanente Stato, Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano ha approvato uno schema di accordo quadro che a fini operativi dovrà essere sottoscritto dalla Regione e dall ISMEA, di intesa con il MIPAAF L attivazione dello strumento attraverso l accordo di programma ai sensi dell art.15 della legge 241/90 è compatibile con le norme comunitarie in materia di affidamento. 14 PSR approvati dalla Commissione europea hanno recepito lo strumento ISMEA: Veneto Liguria Emilia-Romagna Lazio Marche Umbria Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna 30

31 Procedure operative gestione fondi PSR la Regione individua le risorse da versare nel Fondo, e provvede al versamento tramite l Organismo Pagatore. le risorse confluiscono in un patrimonio segregato (destinato esclusivamente al PSR della Regione interessata) e sono utilizzate per il rilascio di garanzie finalizzate a investimenti aziendali che la Regione stessa ha giudicato ammissibili al finanziamento PSR. a fronte di ogni garanzia rilasciata, ISMEA impegna una quota del patrimonio segregato versato dalla Regione. Il beneficiario versa una commissione di garanzia, che confluisce in un fondo rischi nazionale. a chiusura dell intervento, le somme non impegnate e quelle che progressivamente si libereranno quali quote di patrimonio impegnate per garanzie in essere, torneranno nella disponibilità della Regione, con l unico vincolo di destinazione previsto dal regolamento 1974/2006 interventi a favore delle imprese del territorio.) 31

32 La modalità di intervento REGIONE organismo pagatore ISMEA imprenditore agricolo Fondo segregato 32 fondo rischi nazionale Fondo patr. Ismea BANCA

33 Le prospettive Nuovo decreto: Introduzione garanzia a breve termine Transazioni commerciali G-Card Prerilascio di garanzia e stima costo ex-ante Regimi di aiuto collegati Fondo OIGA Integrazione PSR 33

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea

Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Gli strumenti agevolativi e finanziari dell Ismea Dott. Arturo Semerari Presidente Ismea Bisceglie, 23 novembre 2012 ISMEA ISMEA, Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare accompagna gli imprenditori

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA

GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA 13 dicembre 2013 Siena www.ismea.it www.ismeaservizi.it I FONDI DI GARANZIA ISMEA Garanzia di ultima istanza dello Stato ISMEA Fondo di garanzia sussidiaria Fondo di garanzia

Dettagli

L esperienza del nuovo fondo di garanzia ISMEA per l agricoltura. Marzo 2011

L esperienza del nuovo fondo di garanzia ISMEA per l agricoltura. Marzo 2011 L esperienza del nuovo fondo di garanzia ISMEA per l agricoltura Marzo 2011 Agenda ISMEA Garanzie per la protezione dal rischio Flussi operativi 2 ISMEA Articolo 6, comma 5, decreto legislativo 29 ottobre

Dettagli

Attivazione Fondo di Garanzia per le misure di investimento 121 123 311

Attivazione Fondo di Garanzia per le misure di investimento 121 123 311 3 - SERVIZIO INTERVENTI A SUPPORTO DELLE IMPRESE Unità Operativa 32 Credito Alle Imprese Attivazione Fondo di Garanzia per le misure di investimento 121 123 311 Palermo, 15/12/2010 Utilizzo del Fondo di

Dettagli

www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA

www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA 1 GARANZIE PER L ACCESSO AL CREDITO BANCARIO D.LGS 102/2004 ART. 17 www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI GARANZIE MERITO CREDITIZIO

Dettagli

Audizione Commissione agricoltura e produzione agroalimentare Senato della Repubblica

Audizione Commissione agricoltura e produzione agroalimentare Senato della Repubblica Audizione Commissione agricoltura e produzione agroalimentare Senato della Repubblica Disegni di legge nn. 2674, 2710 e 2919 (imprenditoria giovanile in agricoltura) 22 Febbraio 2012 ore 15.30 Gli attuali

Dettagli

LE AZIONI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELLA IMPRENDITORIALITA GIOVANILE IN AGRICOLTURA

LE AZIONI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELLA IMPRENDITORIALITA GIOVANILE IN AGRICOLTURA LE AZIONI PER LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DELLA IMPRENDITORIALITA GIOVANILE IN AGRICOLTURA GIOVANI IMPRENDITORI IN AGRICOLTURA: il panorama delle opportunità AGENDA Acquisto di aziende agricole per giovani

Dettagli

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Ambito di applicazione L obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO

AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO AGEVOLAZIONI PER IL SUBENTRO IN AGRICOLTURA DECRETO LEGISLATIVO N. 185/2000 TITOLI I CAPO III REGOLAMENTO ATTUATIVO 1. OBIETTIVO DELLA MISURA Favorire la nuova imprenditorialità ed il ricambio generazionale

Dettagli

Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016

Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016 Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016 Attività agricole: il subentro ed il rilancio delle attività gode di un finanziamento agevolato Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il decreto

Dettagli

GLI STRUMENTI ISMEA PER L ACCESSO AL CREDITO. www.ismea.it www.ismeaservizi.it

GLI STRUMENTI ISMEA PER L ACCESSO AL CREDITO. www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI ISMEA PER L ACCESSO AL CREDITO www.ismea.it www.ismeaservizi.it ISMEA L ISMEA è un Ente Pubblico Economico vigilato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf)

Dettagli

PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA

PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA PIANO OPERATIVO PER IL SUBENTRO ISMEA Che cos'è: Il Subentro in agricolturaè uno degli incentivi in favore dell autoimprenditorialità previsti dal Titolo I del Decreto 185/2000 con funzioni attribuite

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

ALLEGATO D) PREMESSA. 1.1 Competenze conferite a SGFA

ALLEGATO D) PREMESSA. 1.1 Competenze conferite a SGFA ALLEGATO D) PREMESSA SGFA (Società Gestione Fondi per l'agroalimentare) è una società di scopo a responsabilità limitata al 100% di proprietà dell'ismea. SGFA gestisce ad oggi gli interventi per il rilascio

Dettagli

1.CHI PUO PRESENTARE DOMANDA

1.CHI PUO PRESENTARE DOMANDA Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

AUDIZIONE INFORMALE SU ARTT. 7 E 13 (COMPETITIVITÀ SETTORE AGRICOLO) DEL DDL N. 1328

AUDIZIONE INFORMALE SU ARTT. 7 E 13 (COMPETITIVITÀ SETTORE AGRICOLO) DEL DDL N. 1328 AUDIZIONE INFORMALE SU ARTT. 7 E 13 DEL DDL N. 1328 (COMPETITIVITÀ SETTORE AGRICOLO) Senato della Repubblica Commissione 9a - Agricoltura e produzione agroalimentare www.ismea.it www.ismeaservizi.it L

Dettagli

1. CHI PUO PRESENTARE DOMANDA

1. CHI PUO PRESENTARE DOMANDA Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Le norme nazionali e comunitarie hanno la prevalenza sui contenuti

Dettagli

Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015

Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015 Circolare N. 90 del 17 Giugno 2015 Giovani agricoltori: per l avvio delle attività contributi fino a 70.000 euro per l acquisto dei terreni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

Per favorire l insediamento dei giovani in agricoltura ISMEA ha messo a punto una serie di strumenti finanziari finalizzati:

Per favorire l insediamento dei giovani in agricoltura ISMEA ha messo a punto una serie di strumenti finanziari finalizzati: Audizione Senato della Repubblica Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Testo Unificato per i disegni di legge nn. 2674, 2710, 2919 e 3043 «imprenditoria giovanile in agricoltura» Roma, 26

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

Agevolazioni per l insediamento di giovani in agricoltura (Regolamento UE N. 702/2014 della Commissione del 25 giugno 2014)

Agevolazioni per l insediamento di giovani in agricoltura (Regolamento UE N. 702/2014 della Commissione del 25 giugno 2014) Agevolazioni per l insediamento di giovani in agricoltura (Regolamento UE N. 702/2014 della Commissione del 25 giugno 2014) A chi si rivolge Le agevolazioni sono riservate ai giovani che intendono insediarsi

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE Area Imprese Padova PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2007-2013 Obiettivi, strategie ed interventi 2013 Misura 112 Insediamento di giovani agricoltori e Pacchetto Giovani Il Pacchetto giovani

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY

STUDIO COMMERCIALE ROBERTO MY AGEVOLAZIONI PER LA MICROIMPRESA A CHI SI RIVOLGE Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone. 1 Sono

Dettagli

Allegato alla DGR n. del

Allegato alla DGR n. del Accordo ai sensi dell art. 15 della legge n. 241/90 tra il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, la Regione Puglia e l'istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (ISMEA)

Dettagli

PSR 2007/2013 PUGLIA MISURA 112 INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

PSR 2007/2013 PUGLIA MISURA 112 INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI 10239 ALLEGATO A PSR 2007/2013 PUGLIA MISURA 112 INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI LINEE GUIDA PER L EROGAZIONE DEL PREMIO DI PRIMO INSEDIAMENTO NELLA FORMA COMBINATA (PREMIO UNICO + ABBUONO DI INTERESSI).

Dettagli

5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori

5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori 5.3.1.1.2 Insediamento di giovani agricoltori Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (ii) e 22 del Reg. (CE) N 1698/2005. Art. 13 e punto 5.3.1.1.2. dell allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

COOPERFIDI ITALIA. Strumento di facilitazione nell accesso al credito. c/o AUDITORIMU BCC AGROBRESCIANO

COOPERFIDI ITALIA. Strumento di facilitazione nell accesso al credito. c/o AUDITORIMU BCC AGROBRESCIANO COOPERFIDI ITALIA Strumento di facilitazione nell accesso al credito giovedì 2 ottobre 2014 c/o AUDITORIMU BCC AGROBRESCIANO A cura di Francesco Maccione Resp. Area Mercato Cooperfidi Italia Profilo Aziendale

Dettagli

Produzione di beni e servizi.

Produzione di beni e servizi. Produzione di beni e servizi. Dalla tua idea alla tua impresa. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo I e Capo II Le norme nazionali e comunitarie hanno

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

D. Lgs. 185/00 - MISURE IN FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITA NEI SETTORI DELLA PRODUZIONE E DEI SERVIZI ALLE IMPRESE, E IN AGRICOLTURA

D. Lgs. 185/00 - MISURE IN FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITA NEI SETTORI DELLA PRODUZIONE E DEI SERVIZI ALLE IMPRESE, E IN AGRICOLTURA Sviluppo Italia Autoimp e autoimpr Autoimpr prod e serv imprese D. Lgs. 185/00 - MISURE IN FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITA NEI SETTORI DELLA PRODUZIONE E DEI SERVIZI ALLE IMPRESE, E IN AGRICOLTURA

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE Allegato 20a Modulo conferma garanzia diretta PON - Pagina 1 di 10 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE Data:

Dettagli

2007 2013 E 2014 2020

2007 2013 E 2014 2020 GLI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO RURALE 2007 2013 E 2014 2020 Novembre 2014 Roma www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il fondo di garanzia a prima richiesta La programmazione 2007 2013 La programmazione

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Vers 3/2014 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione

Dettagli

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi 1 Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi Relatore: Cristiano Vincenzi (cristiano.vincenzi@bancopopolare.it) Responsabile Funzione Finanziamenti Agevolati

Dettagli

IL RUOLO DELLE GARANZIE PUBBLICHE NELL ACCESSO AL CREDITO. Maggio 2014 Mestre. www.ismea.it www.ismeaservizi.it

IL RUOLO DELLE GARANZIE PUBBLICHE NELL ACCESSO AL CREDITO. Maggio 2014 Mestre. www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL RUOLO DELLE GARANZIE PUBBLICHE NELL ACCESSO AL CREDITO Maggio 2014 Mestre www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il ruolo delle garanzie personali nella disciplina sul capitale prudenziale Il fondo

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA POI OPERAZIONE DI CONTROGARANZIA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA POI OPERAZIONE DI CONTROGARANZIA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE Allegato 21b Modulo conferma controgaranzia POI - Pagina 1 di 13 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA POI (Barrare una casella) ATTIVITÀ 1.1: INTERVENTI DI ATTIVAZIONE DI FILIERE PRODUTTIVE CHE INTEGRINO

Dettagli

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo e di consulenza Impresa e Lavoro offre un sostegno

Dettagli

5.3.1.1.2 MISURA 112 Insediamento di giovani agricoltori

5.3.1.1.2 MISURA 112 Insediamento di giovani agricoltori 5.3.1.1.2 MISURA 112 Insediamento di giovani agricoltori Riferimenti normativi Articolo 20 lett. A) punto ii e Articolo 22 del Regolamento (CE) n. 1698/05. Articolo 13 del Regolamento (CE) n. 1974/2006

Dettagli

D. Lgs. 185/00 - MISURE IN FAVORE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

D. Lgs. 185/00 - MISURE IN FAVORE DELLE COOPERATIVE SOCIALI Sviluppo Italia Autoimp e autoimpr Autoimpr cooperative D. Lgs. 185/00 - MISURE IN FAVORE DELLE COOPERATIVE SOCIALI [ Presentazione a sportello ] SOGGETTI BENEFICIARI Destinatarie delle agevolazioni sono

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE

DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE INFORMAZIONI SU COOPERFIDI ITALIA DOCUMENTO INFORMATIVO GARANZIA ISMEA - SGFA PER LE IMPRESE AGRICOLE Versione N. 9 aggiornata all 26.03.2015 Cooperfidi Italia soc. coop. Sede legale e direzione generale

Dettagli

MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli

MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli MICROIMPRESA Pensare in grande da piccoli SSOMMARIIO DESTIINATARII... 2 1.1 I destinatari 2 COSA SII PUO FFARE... 3 2.1 Cosa si può fare 3 LLE AGEVOLLAZIIONII PREVIISTE... 4 3.1 Le agevolazioni previste

Dettagli

Cod. Fisc. e Part. IVA, iscritta all albo di cui all articolo 13 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, in persona In qualità di

Cod. Fisc. e Part. IVA, iscritta all albo di cui all articolo 13 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, in persona In qualità di SCHEMA DI CONVENZIONE per la regolamentazione della gestione ed erogazione delle agevolazioni in abbuono interessi in favore degli imprenditori del settore agricolo beneficiari degli aiuti previsti dalla

Dettagli

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA - DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA

Dettagli

La riforma della Legge 488/92

La riforma della Legge 488/92 Ministero delle Attività Produttive IPI Istituto per la Promozione Industriale La riforma della Legge 488/92 Nuovi criteri e modalità per la concessione delle agevolazioni ex lege 488/92 a seguito della

Dettagli

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori

MISURA 112. 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori MISURA 112 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori 2. Articoli di riferimento Titolo IV, Capo I, sezione 1, Articolo 20 lettera a) punto ii e sottosezione 1, Articolo 22 del Regolamento

Dettagli

Il regime d aiuto è applicabile sul territorio nazionale nel rispetto della normativa europea in materia di aiuti di Stato nel settore agricolo.

Il regime d aiuto è applicabile sul territorio nazionale nel rispetto della normativa europea in materia di aiuti di Stato nel settore agricolo. Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

Schema di decreto legislativo recante:

Schema di decreto legislativo recante: Schema di decreto legislativo recante: Incentivi all autoimprenditorialità e all autoimpiego, in attuazione della delega conferita dall articolo 45, comma 1, della legge 17 maggio 1999, n. 144. Visti gli

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999)

FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) FONDO DI ROTAZIONE PER IL POLESINE - Sezione PMI Artigiane - DGR n. 362 del 20 febbraio 2007 (ex Misura 5.2 Obiettivo 2 1997-1999) Disciplina di riferimento DGR 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali COMUNICATO STAMPA CREDITO, CATANIA: NUOVI STRUMENTI PER L AGRICOLTURA ITALIANA Il nostro Paese sta attraversando una congiuntura difficile ed uno

Dettagli

INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II)

INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II) INVITALIA INCENTIVI ALLE IMPRESE LE MISURE DI AUTOIMPIEGO (D.LGS 185/2000 TIT.II) LAVORO AUTONOMO Questa agevolazione è rivolta ai giovani che vogliono avviare un attività di lavoro autonomo in forma di

Dettagli

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Allegato B al D.D.G. n /2009 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Modalità e procedure per il concorso regionale nel pagamento degli interessi sul prestiti

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione di una garanzia

Dettagli

Fondo centrale di garanzia

Fondo centrale di garanzia Fondo centrale di garanzia 1 Riferimento Legge FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGE 662/96 ART. 2 COMMA 100 LETT. A); Tre forme di intervento: Garanzia Diretta, garanzia prestata dal

Dettagli

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I finanziamenti per avviare l impresa il sistema bancario L avvio di un attività imprenditoriale richiede

Dettagli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Invitalia, l Agenzia nazionale per

Dettagli

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE AGEVOLAZIONI ATTIVE INVITALIA Prestito d Onore Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia Microimpresa Regioni: Abruzzo, Basilicata,

Dettagli

DI INFORMATIVO GARANZIA PER LE PMI. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ministero dello Sviluppo Economico

DI INFORMATIVO GARANZIA PER LE PMI. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ministero dello Sviluppo Economico FONDO LIBRETTO DI INFORMATIVO GARANZIA PER SUL FONDO LE PICCOLE E DI MEDIE GARANZIA IMPRESE PER LE PMI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dello Sviluppo Economico IL FONDO

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

INSERTO AL N. 27 DELL 11-17 LUGLIO 2013 GUIDA. al CREDITO. goodluz - Fotolia.com IN COLLABORAZIONE CON

INSERTO AL N. 27 DELL 11-17 LUGLIO 2013 GUIDA. al CREDITO. goodluz - Fotolia.com IN COLLABORAZIONE CON INSERTO AL N. 27 DELL 11-17 LUGLIO 2013 GUIDA al CREDITO 2 goodluz - Fotolia.com IN COLLABORAZIONE CON COME SVILUPPARE L AZIENDA AGRICOLA Gli strumenti di aiuto messi a disposizione da Ismea per ampliare,

Dettagli

Mediterraneo da scoprire

Mediterraneo da scoprire Mediterraneo da scoprire a cura della Divisione Politiche Comunitarie 19 Dicembre 2013 - n. 13/2013 Informativa su bandi e finanziamenti europei e nazionali - BANDI - Invitalia, ripartono i finanziamenti

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità L assistenza alla Sezione Speciale per le Imprese Femminili Silvia Lorenzini

Dettagli

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Legge 662/1996 Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI L intervento pubblico di garanzia sul credito alle piccole e medie imprese LA NORMATIVA IN SINTESI Gestore unico MCC SpA Customer Relations Unit Fondo di

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del 26 dicembre 2008)

Dettagli

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia.

Smart&Start Italia. Dal 16 febbraio 2015 è aperta la piattaforma online attraverso la quale si possono inviare i business plan smartstart.invitalia. Smart&Start Italia Per favorire la diffusione di nuova imprenditorialità legata all economia digitale, per sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione dei risultati del sistema

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

Foglio informativo COPIA CLIENTE

Foglio informativo COPIA CLIENTE Foglio informativo COPIA CLIENTE INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONSORZIO FIDI FINSARDEGNA S.C. Sede legale in Viale Elmas 33,35 09122 Cagliari Telefono 070273094 070253185 070274695 Fax 070255451 email: consorzio@finsardegna.it

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

MISURA 112 - INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

MISURA 112 - INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI MISURA 112 - INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI Riferimento normativo Articolo 22 del regolamento (CE) n. 1698/2005 RAGIONI DELL INTERVENTO La misura punta a incentivare il primo insediamento di giovani

Dettagli

D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO

D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO D.L. 21 aprile 2000 n 185 INCENTIVI per L' AUTOIMPRENDITORIALITA' E L' AUTOIMPIEGO MISURE IN FAVORE DEL LAVORO AUTONOMO. MISURE IN FAVORE Ing. Francesco Di Bella Via Roma c/le K1 Cefalu' Cell 347 40 15

Dettagli

TRA. La Regione Sardegna, in persona del rappresentante legale pro tempore.

TRA. La Regione Sardegna, in persona del rappresentante legale pro tempore. SCHEMA DI CONVENZIONE - TIPO PER FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DEGLI IMPRENDITORI DEL SETTORE AGRICOLO E DELLA PESCA VOLTO AD AGEVOLARE LA REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI PREVISTI DAL PSR REGIONE SARDEGNA

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Sostegno alle start-up innovative" SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA "Psr 2014-2020"

EMILIA ROMAGNA. REGIONE EMILIA ROMAGNA Sostegno alle start-up innovative SCADENZA: 30/09/2016. REGIONE EMILIA ROMAGNA Psr 2014-2020 "Sostegno alle start-up innovative" Il sostegno è finalizzato alla nascita e crescita di start up in grado di generare nuove nicchie di mercato attraverso nuovi prodotti, servizi e sistemi di produzione

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

FINANZIAMENTI AGRARI

FINANZIAMENTI AGRARI FINANZIAMENTI AGRARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino) -

Dettagli

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II

MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II MICROIMPRESA DECRETO LEGISLATIVO 185/00 TITOLO II SOGGETTI BENEFICARI Questa agevolazione è rivolta a persone che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI

FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI Il Fondo di Garanzia è stato istituito dalla Camera di Commercio con apposito Regolamento, approvato con deliberazione del Consiglio camerale

Dettagli

Fare Impresa. Ecco l alternativa. Massimo Calzoni Finanza e Impresa Promozione, Sviluppo e Marketing Roma, 06 marzo 2012

Fare Impresa. Ecco l alternativa. Massimo Calzoni Finanza e Impresa Promozione, Sviluppo e Marketing Roma, 06 marzo 2012 Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Fare Impresa Ecco l alternativa Massimo Calzoni Finanza e Impresa Promozione, Sviluppo e Marketing Roma, 06 marzo 2012

Dettagli

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi

Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi Primi bilanci delle misure di contrasto alla crisi G. Benedetto Responsabile Direzione Attività Produttive Autorità di Gestione del POR Regione Piemonte L azione di Governo in risposta alla crisi: Interventi

Dettagli

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017

PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 PIANO NUOVI INVESTIMENTI FILIERA AGROALIMENTARE 2015-2017 2 MILIARDI PER IL RILANCIO 2 miliardi di euro di investimenti per le imprese agroalimentari italiane. Queste le risorse del Piano 2015-2017 messo

Dettagli

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese Gruppo di Lavoro Fondi Strutturali Torino, 22 Novembre 2013 FOCUS GARANZIA DIRETTA prestata dal Fondo direttamente a favore

Dettagli

Bando ISMEA e nuovi insediamenti agricoli: le domande vanno presentate entro il 10.06.2016

Bando ISMEA e nuovi insediamenti agricoli: le domande vanno presentate entro il 10.06.2016 Ai gentili clienti Loro sedi Bando ISMEA e nuovi insediamenti agricoli: le domande vanno presentate entro il 10.06.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la pubblicazione

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

Gli incentivi sono cumulabili fino a un contributo massimo di Euro 500.000 in quattro anni.

Gli incentivi sono cumulabili fino a un contributo massimo di Euro 500.000 in quattro anni. Palermo, 20 novembre 2013 Oggetto: SMART & START In relazione all ampia disponibilità di fondi ancora non utilizzati e considerato il buon esito dei progetti fin ora presentati si ripropongono di seguito

Dettagli

MISURA 112 Insediamento Giovani. Pacchetto Giovani. Settore Valorizzazione dell imprenditoria agricola

MISURA 112 Insediamento Giovani. Pacchetto Giovani. Settore Valorizzazione dell imprenditoria agricola MISURA 112 Insediamento Giovani Agricoltori Pacchetto Giovani Settore Valorizzazione dell imprenditoria agricola IL CONTESTO Il problema dell invecchiamento, del ricambio generazionale e della qualificazione

Dettagli

AUDIZIONE COMMISSIONE AGRICOLTURA E PRODUZIONE AGROALIMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA 11 LUGLIO 2013. www.ismea.it www.ismeaservizi.

AUDIZIONE COMMISSIONE AGRICOLTURA E PRODUZIONE AGROALIMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA 11 LUGLIO 2013. www.ismea.it www.ismeaservizi. AUDIZIONE COMMISSIONE AGRICOLTURA E PRODUZIONE AGROALIMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA www.ismea.it www.ismeaservizi.it 11 LUGLIO 2013 RIFORMA E COMPITI DELL ENTE R.D. 1167/1928 D.P.R. 632/1963 D.P.R. 278/1987

Dettagli

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO PROGRAMMA ACCEDO PROGETTO FACILITO DINA AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) e successive modificazioni e integrazioni, che prevede che il Ministro

Dettagli

Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico. sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia

Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico. sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia Capitale Sociale Euro 10.000,00 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento La carta dei servizi dedicati La carta dei prodotti Gli interventi

Dettagli

INCENTIVI A FAVORE DELL AUTOIMPRENDITORIALITÀ NEL SETTORE DELLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI

INCENTIVI A FAVORE DELL AUTOIMPRENDITORIALITÀ NEL SETTORE DELLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI INCENTIVI A FAVORE DELL AUTOIMPRENDITORIALITÀ NEL SETTORE DELLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI adeguamento ai sensi di quanto previsto dal Regolamento (CE) N. 1857/2006 del 15 dicembre 2006, relativo

Dettagli

Nome e cognome del Cliente a cui è stato consegnato il presente foglio informativo:

Nome e cognome del Cliente a cui è stato consegnato il presente foglio informativo: Trasparenza delle operazioni e dei servizi finanziari (D.Lgs. n. 385 del 1/9/93 e s.m.i. Delibera CICR del 4/3/2003 Disposizioni Governatore Banca d Italia del 25/7/03) Foglio informativo n. 2 (aggiornato

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA. Microimpresa Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia, l Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa, agisce su mandato del Governo

Dettagli

FINANZIAMENTI AGRARI IPOTECARI

FINANZIAMENTI AGRARI IPOTECARI FINANZIAMENTI AGRARI IPOTECARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

LAZIO. REGIONE LAZIO "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" SCADENZA: fino ad esaurimento risorse

LAZIO. REGIONE LAZIO Finanziamenti agevolati per efficienza energetica SCADENZA: fino ad esaurimento risorse "Finanziamenti agevolati per efficienza energetica" Pubblicato il bando per la concessione di finanziamenti agevolati alle PMI che investono in efficienza energetica e produzione di energia rinnovabile.

Dettagli