REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE"

Transcript

1 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA, MARCHIGIANI NEL MONDO, POLITICHE GIOVANILI E SPORT N. 185/IPC DEL 10/09/2013 Oggetto: D.G.R. n. 438/2012 Accordo i giovani C ENTRANO - Intervento Prestito d onore giovani (cod. PG 03). Approvazione Avviso pubblico e modulistica ,00 - capitolo Bilancio IL DIRIGENTE DELLA P.F. COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA, MARCHIGIANI NEL MONDO, POLITICHE GIOVANILI E SPORT (omissis) - D E C R E T A - di approvare l Avviso pubblico di cui all Allegato A, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, contenente i criteri per la concessione di contributi, nonché le modalità e la modulistica per la presentazione delle domande, in attuazione dell intervento Prestito d onore giovani contenuto nell Accordo i giovani C ENTRANO siglato con il Dipartimento della Gioventù il 30 settembre 2011; di pubblicare un estratto dell Avviso pubblico, con i relativi allegati, sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche; di pubblicare integralmente l Avviso pubblico e tutti gli allegati sui seguenti siti istituzionali: di stabilire che all onere derivante dall esecuzione del presente atto, pari ad ,00, si fa fronte con le disponibilità relative all Accordo i giovani C ENTRANO come confermato anche dalla D.G.R. n.438 del 02/04/2012 che ha approvato i criteri e le modalità per l attuazione degli interventi previsti dall accordo; di stabilire che per la copertura degli oneri derivanti dal presente atto si provvederà come segue: ,00 sul capitolo UPB del Bilancio 2013, mediante trasferimento delle risorse con apposita variazione compensativa a favore del capitolo ; di provvedere con successivi atti del dirigente della P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, alla concessione e alla liquidazione dei contributi; di dare atto, ai sensi dell art. 46 comma 9 della L.R. 31/2010 e successive modificazioni, che la Giunta Regionale provvederà con proprio atto al disimpegno automatico delle risorse di cui ai

2 2 punti precedenti, qualora l impegno assunto non abbia dato luogo al pagamento entro due anni, trattandosi di spese correnti; di pubblicare sul BUR il presente decreto in forma integrale ai sensi dell art. 4 della L.R. 28 Luglio 2003, n. 17. IL DIRIGENTE DELLA P.F. (Dott. Sandro Abelardi) - ALLEGATI - Allegato A REGIONE MARCHE Accordo Regione Marche Dipartimento della Gioventù Progetto i giovani C ENTRANO

3 3 Intervento Prestito d onore giovani (Cod. PG 03) BANDO INDICE Art. 1 PREMESSA: L INIZIATIVA PRESTITO D ONORE REGIONALE Art. 2 FINALITÀ DELL INTERVENTO PRESTITO D ONORE GIOVANI Art. 3 OGGETTO DELL AVVISO PUBBLICO Art. 4 RISORSE FINANZIARIE Art. 5 SOGGETTI BENEFICIARI Art. 6 REQUISITI PER ACCEDERE AL PRESTITO D ONORE GIOVANI Art. 7 CRITERI DI FINANZIAMENTO Art. 8 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

4 4 Art. 9 DECORRENZA DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Art.10 DOCUMENTAZIONE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Art.11 CAUSE DI INAMMISSIBILITA Art.12 ISTRUTTORIA E VALUTAZIONE DELLE DOMANDE Art.13 TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI Art.14 PROVA DELLA SPESA Art.15 MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO Art.16 OBBLIGHI DEI BENEFICIARI Art.17 REVOCHE Art.18 PROCEDURA DI REVOCA E RECUPERO Art.19 TUTELA DELLA PRIVACY Art.20 REFERENTE ALLEGATI MODULISTICA Allegato 1 Domanda di ammissione a contributo Allegato 2 Domanda di liquidazione del contributo Allegato 3 Elenco delle spese da rendicontare Allegato 4 Modello tracciabilità flussi finanziari Art. 1 Premessa: l iniziativa Prestito d onore regionale Il Programma Operativo Regionale OB. Competitività regionale e occupazione della Regione Marche per gli anni , cofinanziato dal FSE (Fondo Sociale Europeo) prevede l Asse II Occupabilità, che ha come obiettivo specifico quello di sostenere la creazione d impresa al fine di migliorare l integrazione e sviluppare l occupabilità secondo quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio Europeo dell 11 luglio Con la Deliberazione n. 53 del 26/07/2012, l Assemblea Legislativa della Regione Marche ha approvato il Piano integrato triennale attività produttive e lavoro 2012/2014, Legge Regionale 15 novembre 2010, n. 16 articolo 35, comma 1 con il quale ha programmato una serie di interventi attinenti le politiche delle attività produttive e del lavoro nel territorio regionale. La citata delibera, nella definizione degli obiettivi specifici del piano stesso, ha previsto quello di favorire lo sviluppo del sistema produttivo e la nascita di nuove imprese (Obiettivo 1) e quello di promuovere strumenti di finanza innovativa e di facilitare l accesso al credito (Obiettivo 3).

5 5 A tale proposito, la Regione Marche ha quindi riproposto, con le necessarie modifiche, il progetto del Prestito d Onore regionale, che ha consentito di realizzare, nel periodo , l avvio di circa 980 nuove imprese, con la prospettiva di renderlo strutturale. L obiettivo è quello di realizzare, nel periodo , l avvio di 400 nuove iniziative di microimprese (microimprese intese come Imprese Individuali, Società Semplici, Società in Nome Collettivo, Società in Accomandita Semplice e piccole Cooperative, quest ultime fino ad un massimo di 8 soci) attraverso la concessione di microcredito a medio termine, che escluda il ricorso a garanzie di qualunque tipo e l erogazione di servizi di assistenza tecnica gratuiti a soggetti disoccupati o in cassa integrazione, residenti nella Regione Marche, al fine di sostenere lo sviluppo socio-economico della Regione ed evitare la dipendenza dai programmi di assistenza pubblica. Il perseguimento di tale obiettivo sarà reso possibile da: una gestione trasparente delle fasi di valutazione delle domande; una procedura rapida di erogazione dei prestiti e dei servizi; un attività di assistenza e di controllo dei singoli beneficiari; un attività di monitoraggio dell intera iniziativa. Per raggiungere i predetti obiettivi, la Regione Marche, con DDPF n. 183/SIM del 21/09/2012, ha autorizzato la procedura negoziata ai sensi dell art. 57, comma 5, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m., per l affidamento dei servizi di raccolta, istruttoria, valutazione, tutoraggio e promozione inerenti il Prestito d Onore regionale. L affidamento è stato aggiudicato al Raggruppamento Temporaneo d Imprese costituito tra Banca delle Marche S.p.A. (Mandataria e Capogruppo del RTI), Sida Group S.r.l. (Mandante), e Camera Work S.r.l. (Mandante). Quindi, con successivo decreto n. 75/SIM del 10/06/2013, si è proceduto alla approvazione dell avviso pubblico per la presentazione di progetti di creazione di nuove imprese da finanziare con il Prestito d onore regionale. Art. 2 Finalità dell intervento Prestito d onore giovani L Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata in data 7 ottobre 2010 (come modificata dall Intesa sancita in data 7 luglio 2011) tra il Governo, le Regioni, le Province Autonome, ha sancito, tra l altro, la quantificazione della quota-parte del Fondo Politiche Giovanili E.F di pertinenza delle Regioni e delle PP.AA. Al riguardo, con riferimento alla quota di competenza regionale, con D.G.R. n del 26/09/2011, è stato approvato lo schema di Accordo con il Dipartimento della Gioventù nonché il progetto in materia di politiche giovanili denominato i giovani C ENTRANO. L accordo, sottoscritto il 30 settembre 2011, prevede l attivazione, fra gli altri, di un intervento denominato Prestito d onore giovani. L intervento in questione è pienamente coerente con quanto previsto dall art. 3, comma 4 dell Intesa raggiunta in Conferenza Unificata il 7 ottobre 2010 e s.m.i., poiché destina risorse per la realizzazione di iniziative in una delle aree di intervento prioritarie indicate dall Intesa in questione: la valorizzazione della creatività e dei talenti dei giovani soprattutto attraverso la promozione di idee imprenditoriali. Per l attuazione di tale intervento, così come stabilito dalla D.G.R. 438 del 2 aprile 2012 che, in relazione a tale accordo ha definito i criteri e le modalità per l attuazione degli interventi previsti dal progetto i giovani C ENTRANO, è stato dato mandato al Dirigente della struttura regionale competente di adottare i successivi atti per l avvio degli interventi previsti. L intervento, di conseguenza, è attuato attraverso il presente Avviso pubblico per il sostegno di progetti destinati ai giovani tra 18 e 35 anni. Il presente Avviso pubblico, alla luce dell accordo sottoscritto con il Dipartimento, si pone i seguenti obiettivi:

6 6 favorire l'avvio di nuove microimprese da parte dei giovani attraverso la concessione di un finanziamento agevolato; indirizzare, in maniera esclusiva, una parte del finanziamento regionale per la valorizzazione della creatività e dei talenti dei giovani; offrire nuove opportunità di lavoro ai giovani; promuovere la creazione di imprese in alcuni esclusivi ambito di sviluppo che si coniugano con la valorizzazione del territorio regionale. Art. 3 Oggetto dell Avviso pubblico Il presente Avviso pubblico, ad integrazione di quello concernente l iniziativa Prestito d Onore regionale (di cui al decreto 75/SIM del 10/06/2013), si prefigge l obiettivo specifico di fornire un ulteriore strumento, esclusivamente a favore dei giovani nella fascia di età anni, per favorire l avvio di nuove imprese. Ciò attraverso la concessione di un contributo, a fondo perduto, aggiuntivo al finanziamento agevolato concesso dalla Banca delle Marche S.p.A con l iniziativa Prestito d Onore regionale. Art. 4 Risorse finanziarie Per la realizzazione del presente intervento è stanziato un importo complessivo pari ad ,00 nell ambito delle risorse finanziarie disponibili per l attuazione dell accordo i giovani C ENTRANO siglato tra la Regione Marche e il Dipartimento della Gioventù. Per la copertura di tale somma si provvederà con la disponibilità esistente sul capitolo UPB del Bilancio mediante trasferimento sul capitolo Art. 5 Soggetti beneficiari I destinatari dei benefici previsti dal intervento Prestito d Onore giovani sono esclusivamente le nuove imprese che, alla data di presentazione della domanda di contributo di cui al presente Avviso pubblico: a) abbiano beneficiato del finanziamento concesso nell ambito dell iniziativa Prestito d onore regionale di cui all Avviso pubblico di cui al decreto n. 75/SIM del 10/06/2013; b) siano composte da giovani nella fascia di età compresa fra i 18 ed i 35 anni, secondo quanto esplicitamente previsto dall art. 6; c) abbiano avviato una nuova attività di impresa in uno degli ambiti ricompresi fra quelli indicati dall art. 6. La Regione Marche si riserva la possibilità di valutare, nel corso della realizzazione dell iniziativa Prestito d Onore giovani, l individuazione di ulteriori tipologie di beneficiari attraverso un ulteriore Avviso pubblico.

7 7 Art. 6 Requisiti per accedere al Prestito d Onore giovani Per accedere ai contributi previsti dall intervento Prestito d Onore giovani le imprese di cui all art. 5 deve possedere, alla data di presentazione della domanda di contributo, i seguenti requisiti: a) aver beneficiato del finanziamento previsto dal Prestito d Onore regionale, con contratto stipulato con la Banca delle Marche S.p.A. con riferimento all avvio della nuova procedura di cui al decreto n. 75/SIM del 10/06/2013; b) essere costituite da giovani nella fascia di età compresa fra i 18 ed i 35 anni (alla data di presentazione della domanda ai sensi del presente Avviso), secondo quanto di seguito indicato: - esclusivamente da giovani di età compresa fra i 18 ed i 35 anni, nel caso di impresa individuale e di società composta da meno di 3 soci; - da almeno 2/3 di giovani di età compresa fra i 18 ed i 35 anni nel caso di società composta da almeno 3 soci; c) essere operanti nei settori economici ricompresi e/o riconducibili nell ambito delle seguenti tipologie (esemplificative): - sviluppo di servizi di natura turistica, commerciale e artigianale; - erogazione di servizi di informazione e comunicazione (audiovisivi, editoria, web e comunicazione); - valorizzazione del territorio. Art. 7 Criteri di finanziamento L intervento Prestito d onore giovani, in aggiunta al finanziamento previsto dall iniziativa Prestito d onore regionale prevede la concessione, a fondo perduto, di un contributo pari a: 5.000,00 nel caso di impresa individuale e di società composta da meno di 3 soci, tutti con età inferiore a 35 anni; 7.500,00 nel caso di società composta da almeno 3 soci di cui 2/3 con età inferiore a 35 anni. Il contributo è soggetto alla ritenuta del 4% di cui all art. 28 del D.P.R. n. 600/1973 e s.m.i. Tali somme aggiuntive, a fondo perduto, devono essere impiegate esclusivamente nell ambito delle attività previste dal progetto d impresa presentato. L intervento di cui al presente Avviso pubblico è compatibile con altre misure pubbliche a condizione che sulla stessa voce di spesa finanziata con il Prestito d Onore giovani non intervengano altri contributi pubblici. Art. 8 Modalità di presentazione della domanda La domanda di ammissione al contributo previsto dall iniziativa Prestito d Onore giovani dovrà obbligatoriamente essere presentata in forma cartacea. La domanda, redatta in carta semplice con marca da bollo ( 16,00), deve essere presentata utilizzando esclusivamente la modulistica allegata al presente Avviso pubblico, disponibile sui siti della Regione Marche: (sezione bandi);

8 8 La domanda, corredata di tutti gli allegati previsti, dovrà essere trasmessa al seguente indirizzo: Regione Marche - P.F. Cooperazione Territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, Via Tiziano n. 44, La domanda dovrà essere trasmessa con una delle seguenti modalità: tramite spedizione postale a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all indirizzo sopra indicato: in tal caso la data di trasmissione è comprovata dal timbro apposto dall ufficio postale accettante; tramite consegna alla struttura regionale P.F. Cooperazione Territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, Via Tiziano n. 44, (dalle ore 9,00 alle ore 13,00): in tal caso verrà rilasciata una ricevuta riportante la data e l ora di ricevimento in funzione dell ordine cronologico di presentazione. La domanda di cui al presente Avviso pubblico potrà essere presentata esclusivamente a seguito della stipula del contratto di finanziamento del Prestito d onore regionale con Banca delle Marche S.p.A.; saranno quindi considerate inammissibili le domande eventualmente presentate a seguito della sola comunicazione, da parte dell Istituto di credito, dell approvazione della domanda. Art. 9 Decorrenza di presentazione delle domande La domanda di ammissione all iniziativa Prestito d Onore giovani potrà essere presentata, dalle imprese in possesso dei requisiti fissati dall art. 6 del presente avviso, dal giorno lavorativo successivo alla data di pubblicazione dello stesso sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche Le domande saranno prese in considerazione entro il limite massimo delle risorse finanziarie previste dal presente intervento pari ad ,00. La Regione Marche si riserva la facoltà di riaprire la raccolta delle domande con apposito decreto adeguatamente pubblicizzato nel caso si rendessero disponibili ulteriori risorse finanziarie. Le eventuali economie derivanti dalla mancata assegnazione delle risorse per il presente intervento, verranno destinate dalla Regione a favore di altri interventi previsti dall accordo i giovani C ENTRANO. È in ogni caso facoltà della Regione Marche di revocare od annullare il presente Avviso pubblico a suo insindacabile giudizio, dandone adeguata motivazione e comunicazione. Art. 10 Documentazione per la presentazione della domanda La domanda di contributo, in formato cartaceo, predisposta ed inviata secondo le indicazioni di cui all art. 8, dovrà pervenire, a pena di inammissibilità della stessa, corredata dalla seguente documentazione: copia del progetto d impresa presentato, al fine dell ammissione all iniziativa Prestito d Onore regionale, alla Banca delle Marche; copia del contratto di finanziamento del Prestito d onore regionale stipulato con la Banca delle Marche;

9 9 copia del documento comprovante l avvenuta iscrizione al Registro delle Imprese; copia fotostatica di documento di identità in corso di validità del legale rappresentante della società. Art. 11 Cause di inammissibilita Saranno considerate inammissibili, ed escluse quindi dalla valutazione, le domande di ammissione a contributo: mancanti di uno dei requisiti di ammissibilità previsti dall articolo 6 del presente bando; inviate prima della sottoscrizione del contratto di finanziamento del Prestito d onore regionale con la Banca delle Marche S.p.A; prive di firma del legale rappresentante dell impresa; inviate con modalità diverse da quelle stabilite dall art. 8; redatte su modulistica diversa da quella allegata al presente Avviso; Art. 12 Istruttoria e valutazione delle domande La struttura regionale P.F. Cooperazione Territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, procederà all istruttoria e alla valutazione delle domande di ammissione all iniziativa secondo l ordine cronologico della presentazione della domanda completa in ogni sua parte. La valutazione terrà conto del possesso dei requisiti previsti dall art. 6. Al termine della procedura, la struttura provvederà a comunicarne l esito agli interessati, ossia: l approvazione della domanda e l importo del finanziamento concesso o la non ammissibilità, indicando la motivazione dell esclusione. Art. 13 Tipologia di spese ammissibili Il contributo concesso con la presente iniziativa deve essere utilizzato per far fronte alle spese relative al progetto di impresa di cui al Prestito d Onore regionale (art.10 dell Avviso Pubblico adottato con decreto dirigenziale n. 75/SIM del 10/06/2013). Sono quindi ammissibili le spese (al lordo dell IVA) o la quota parte delle spese che non siano già state finanziate o che non saranno oggetto di finanziamento con il Prestito d Onore regionale. Ai sensi del citato art. 10 dell Avviso relativo al Prestito d Onore regionale non sono ammissibili le spese per l acquisto di immobili nonché le spese relative ai prodotti e/o servizi di cui all articolo 12 dello stesso Avviso. Il periodo di elegibilità delle spese decorre dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento con la Banca delle Marche S.p.A.

10 10 Art. 14 Prova della spesa Le spese di cui al precedente articolo 13 dovranno essere adeguatamente giustificate attraverso: - copia delle fatture regolarmente quietanzate; - copie dei giustificativi di spesa (ricevute, note per prestazioni occasionali, ecc.). Le fatture e i giustificativi di spesa ammessi a rendicontazione devono fare riferimento a spese sostenute e pagate a partire dalla data della stipula del contratto di finanziamento con la Banca delle Marche S.p.A per l iniziativa Prestito d Onore regionale. Le fatture e i giustificativi di spesa dovranno risultare pagati con le seguenti modalità: - bonifico bancario; - assegno bancario non trasferibile intestato al fornitore del bene/servizio; - assegno circolare non trasferibile intestato al fornitore del bene/servizio; - ricevuta bancaria; - pagamento con bollettino postale; - pagamento con carta di credito. Ai fini della regolare quietanza ciascun giustificativo di spesa deve essere accompagnato dalla copia del documento attestante l avvenuto pagamento. Non sono ammessi pagamenti in contanti. Art. 15 Modalità di erogazione del contributo Il contributo regionale sarà liquidato in un unica soluzione, a titolo di saldo, a seguito di presentazione della documentazione concernente la giustificazione della spesa sostenuta. La domanda di liquidazione del contributo, redatta sulla base del modello allegato al presente Avviso pubblico (allegato n. 2), dovrà essere inoltrata entro 90 giorni dalla data di comunicazione dell ammissione a contributo e comprendere la seguente documentazione: - elenco delle spese da rendicontare nell ambito della presente iniziativa (allegato 3); - copie delle fatture e dei giustificativi di spesa corredati dalla documentazione di quietanza attestante l avvenuto pagamento; - copia fotostatica di un documento di identità del legale rappresentante della società; - dichiarazione di tracciabilità dei flussi finanziari (allegato 4). Art. 16 Obblighi dei beneficiari I soggetti che ottengono il contributo, a pena di revoca dello stesso, dovranno: a) impiegare in via esclusiva il contributo in oggetto per la realizzazione dell attività d impresa avviata con l iniziativa Prestito d Onore regionale;

11 11 b) garantire che le spese dichiarate nella domanda di liquidazione del contributo siano reali e che le forniture, i prodotti e i servizi, siano conformi a quanto previsto in sede di approvazione del progetto d impresa; c) garantire che non sussista un doppio finanziamento delle spese dichiarate nella domanda di liquidazione del saldo attraverso altri programmi nazionali o comunitari o regionali ed impegnarsi a garantire il rispetto della suddetta condizione; d) fornire ulteriore documentazione integrativa, eventualmente richiesta dalla Regione Marche, entro 20 giorni lavorativi dalla data della richiesta. Art. 17 Revoche La P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, disporrà la revoca totale del contributo nei seguenti casi: a) rinuncia del beneficiario; b) risoluzione del contratto di finanziamento quale sanzione prevista dall art. 11 dell Avviso Pubblico relativo al Prestito d onore regionale (decreto n. 75/SIM del 10/06/2013) applicata prima dell erogazione del contributo di cui al presente Avviso fatti salvi i casi in cui, a seguito di verifiche o controlli, si riscontri la perdita dei requisiti o la presenza di irregolarità come stabilito dal punto e); c) mancata presentazione della rendicontazione, comprensiva della documentazione che certifica la spesa, entro i termini previsti dal presente Avviso, salvo proroghe debitamente autorizzate; d) mancato rispetto degli obblighi e degli adempimenti del beneficiario di cui all articolo 16, lettere a), b) e c) e delle disposizioni previste nel presente Avviso pubblico; e) qualora si riscontri, in sede di verifiche e/o accertamenti, la perdita dei requisiti di ammissibilità o la presenza di irregolarità che investono il complesso delle spese rendicontate. Al fine di accertare l effettiva realizzazione del progetto e/o la veridicità delle dichiarazioni rilasciate ai sensi del D.P.R. 445/00, la Regione potrà eseguire visite o controllo ispettivi. Art. 18 Procedura di revoca e recupero Dopo aver acquisito agli atti, fatti o circostanze che potrebbero dar luogo alla revoca, la P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, in attuazione degli artt. 7 ed 8 della legge n.241/90 e s.m.i., comunica agli interessati l avvio del procedimento di revoca e assegna ai destinatari della comunicazione un termine di trenta giorni, decorrente dalla ricezione della comunicazione stessa, per presentare eventuali controdeduzioni. Entro il predetto termine di trenta giorni dalla data della comunicazione dell avvio del procedimento di revoca, gli interessati possono presentare alla P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, scritti difensivi, redatti in carta libera, nonché altra documentazione ritenuta idonea, mediante raccomandata A.R. La P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, esamina gli eventuali scritti difensivi e, se opportuno, acquisisce ulteriori elementi di giudizio, formulando osservazioni conclusive in merito.

12 12 La suddetta struttura, qualora non ritenga fondati i motivi che hanno portato all avvio della procedura di revoca, adotta il provvedimento di archiviazione dandone comunicazione ai soggetti beneficiari. Qualora invece, ritenga fondati i motivi che hanno portato all avvio della suddetta procedura dispone, con provvedimento motivato, la revoca e l eventuale recupero dei contributi erogati, maggiorati delle somme dovute a titolo di interessi e spese postali e comunica il provvedimento stesso al beneficiario mediante lettera raccomandata A/R. Decorsi trenta giorni dalla ricezione della comunicazione del provvedimento, qualora i destinatari non abbiano corrisposto quanto dovuto, la P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport, provvederà ad informare la struttura regionale competente in materia di recupero crediti al fine dell avvio delle procedure di recupero coattivo. Art. 19 Tutela della privacy I dati personali dei quali l Amministrazione regionale entrerà in possesso a seguito del presente Avviso Pubblico verranno trattati nel pieno rispetto del Decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 e comunque per le finalità previste dallo stesso. Art. 20 Referente Responsabile del procedimento è la dott.ssa Patrizia Bonvini. P.F. Cooperazione territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche giovanili e Sport P.O. Sviluppo delle politiche a favore dei giovani Via Tiziano n Tel Fax Allegato 1 [Domanda di ammissione a contributo da redigere su carta intestata del soggetto richiedente] Alla Regione Marche P.F. Cooperazione Territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche Giovanili e Sport Via Tiziano n ANCONA Marca da bollo [ 16,00] RACCOMANDATA A.R./A MANO OGGETTO: Domanda di ammissione a contributo - Intervento PG 03: Prestito d Onore giovani

13 13 Al fine della concessione delle agevolazioni di cui all oggetto, il/la sottoscritto/a: cognome nome nato/a a prov. il residente a prov. via nella qualità di legale rappresentante dell impresa sottoindicata: denominazione natura giuridica sede legale nel comune di prov cap via e n. civico p.iva c.f. tel. fax CHIEDE la concessione del contributo previsto dall iniziativa Prestito d Onore giovani, pari ad, nell ambito della attività di impresa finanziata con il Prestito d Onore regionale. DICHIARA che non sono state ottenute agevolazioni su altre leggi statali, comunitarie o regionali, a fronte delle medesime spese oggetto della presente domanda e che non verranno chieste altre agevolazioni sulle stesse qualora siano ammesse al finanziamento; che i dati e le notizie della presente domanda e dei relativi allegati rispondono a verità ed alle intenzioni del richiedente (D.P.R. 445/2000). SI IMPEGNA a fornire tutte le ulteriori informazioni e dati che verranno richiesti dall Amministrazione regionale in relazione alla presente domanda di contributo; a rispettare tutti gli obblighi previsti all articolo 16 dell Avviso Pubblico. DICHIARA INOLTRE (ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) che il sottoscritto, nella qualità di LEGALE RAPPRESENTANTE dell impresa: non è destinatario di sentenze di condanna passate in giudicato o di decreti penali di condanna divenuti irrevocabili o di sentenze di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell art. 444 del codice di procedura penale per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità europea, per reati che incidono sulla moralità professionale, per reati di partecipazione a un organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio e per reati in danno dell ambiente; non è a conoscenza della pendenza a proprio carico di procedimenti penali per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità europea, per reati che incidono sulla moralità professionale, per reati di

14 14 partecipazione a un organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio e per reati in danno dell ambiente; non ha a proprio carico procedimenti pendenti per l applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all art. 3 della legge , n o di una delle cause ostative previste dall articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n ALLEGA alla presente domanda, i seguenti documenti, che formano parte integrante e sostanziale della domanda, compilati obbligatoriamente in ogni loro parte: a) copia del progetto d impresa presentato, al fine dell ammissione all iniziativa Prestito d Onore regionale, alla Banca delle Marche S.p.A; b) copia del contratto di finanziamento stipulato con la Banca delle Marche S.p.A; c) copia del documento attestante l iscrizione al Registro delle imprese; d) copia fotostatica di documento di identità in corso di validità del legale rappresentante della impresa. Luogo e data (Firma del legale rappresentante)(*) (*) Ai sensi dell art. 38 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall interessato in presenza del funzionario addetto ovvero sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d identità del sottoscrittore in corso di validità. Allegato 2 [Domanda di liquidazione del contributo] Alla Regione Marche P.F. Cooperazione Territoriale europea, Marchigiani nel mondo, Politiche Giovanili e Sport Via Tiziano n ANCONA RACCOMANDATA A.R./A MANO OGGETTO: Domanda di liquidazione del contributo - Intervento PG 03: Prestito d Onore giovani

15 15 Il/la sottoscritto/a: cognome nome nato/a a prov. il Residente a prov. via nella qualità di legale rappresentante dell impresa sottoindicata: denominazione natura giuridica sede legale nel comune di prov cap via e n. civico p.iva c.f. tel. fax CHIEDE la liquidazione del contributo concesso, nell ambito dell iniziativa Prestito d Onore giovani, con decreto dirigenziale n. del. DICHIARA che i dati e le notizie contenute nella documentazione di spesa e dei relativi allegati rispondono a verità ed alle intenzioni del richiedente (DPR 445/2000); che non sono state ottenute agevolazioni su altre leggi statali, comunitarie o regionali, a fronte delle medesime spese oggetto della presente domanda e che non verranno chieste altre agevolazioni ovvero che eventuali altri contributi sono stati rinunciati con nota del (da allegare). DICHIARA INOLTRE di rendere le precedenti dichiarazioni e quelle relative agli allegati ai sensi dell art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e di essere a conoscenza delle sanzioni penali previste dall art. 76 dello stesso D.P.R. in caso di dichiarazioni mendaci. ALLEGA alla presente domanda i seguenti documenti: a) elenco delle spese sostenute nell ambito del progetto d impresa, da rendicontare nell ambito della presente iniziativa, predisposto sulla base dell allegato n.3; b) giustificativi di spesa (copie delle fatture, ricevute, ecc.) corredati dalla documentazione attestante l avvenuto pagamento; c) dichiarazione di tracciabilità dei flussi finanziari come da allegato n. 4.

16 16 Luogo e data (Firma del legale rappresentante)(*) (*) Ai sensi dell art. 38 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall interessato in presenza del funzionario addetto ovvero sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d identità del sottoscrittore in corso di validità.

17 17 Allegato 3 [Elenco delle spese da rendicontare] Denominazione impresa Sede FATTURE/GIUSTIFICATIVI DI SPESA PAGAMENTI Fornitore N. Data Importo totale Quota eventualmente già finanziata*** Oggetto della fornitura (beni/servizi) Modalità di pagamento Data pagamento Totale *** indicare l eventuale quota parte della spesa già finanziata dal Prestito d onore regionale Allegati: copie fatture/giustificativi di spesa quietanzati, corredati dalla documentazione attestate l avvenuto pagamento. Luogo e data Firma del legale rappresentante

18 18 Allegato 4 [Modello tracciabilità flussi finanziari] Il sottoscritto legale rappresentante dell impresa DICHIARA che il conto corrente bancario o postale intestato alla stessa presso CODICE IBAN è conforme al disposto dell art. 3 legge 10 agosto 2010, n. 136 (***) e si assume ogni responsabilità circa l esattezza dei dati forniti. Luogo e data Firma del legale rappresentante (***) La dichiarazione relativa all art. 3 della legge 10 agosto 2010, n. 136, ora richiesta per tutti i pagamenti pubblici, si riferisce alla tracciabilità dei flussi finanziari per contratti e finanziamenti pubblici, stabilendo, tra l altro, l obbligo di disporre i pagamenti su conti correnti dedicati. In sostanza, ogni beneficiario deve avere un conto corrente su cui affluiscono tutti i pagamenti degli enti pubblici. Il conto quindi deve essere dedicato anche se non in via esclusiva: ad esempio possono transitarvi anche pagamenti non di enti pubblici.

Luogo di missione: Ancona DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. EMIGRAZIONE, SPORT E POLITICHE GIOVANILI N. 10/IPC DEL 21/03/2014

Luogo di missione: Ancona DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. EMIGRAZIONE, SPORT E POLITICHE GIOVANILI N. 10/IPC DEL 21/03/2014 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. EMIGRAZIONE, SPORT E POLITICHE GIOVANILI N. 10/IPC DEL 21/03/2014 Oggetto: D.G.R. n. 267 del 10/03/2014 - Accordo i giovani C ENTRANO - Intervento giovanidee (Cod. PG

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008

Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008 Data di ri-pubblicazione bando: 25/01/2008 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DI AUTOVEICOLI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE E PER LA CONVERSIONE DEI SISTEMI DI ALIMENTAZIONE. 1 Oggetto e

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ISTANZA DI PARTECIPAZIONE MODELLO DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI E DELL ATTO DI NOTORIETÀ (AI SENSI DEGLI ARTT.46 E 47 DEL D.P.R. N.445/2000), DA COMPILARE E SOTTOSCRIVERE DA PARTE DELL

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Asset Patrimoniali e Territoriali Servizio SUAP e Polizia Amministrativa INTERVENTI PER ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI LR 37/98 ART. 19 INIZIATIVE PER LO SVILUPPO E L OCCUPAZIONE ANNUALITA 2006 OGGETTO CONCESSIONE CONTRIBUTI, NELLA FORMA DEL DE MINIMIS, PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE IMPRESE.

Dettagli

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi BANDO PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI A CUI CONCEDERE DEI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI E ARTIGIANALI DI CAREGGINE Art. 1 Beneficiari Nell ambito delle iniziative promosse dall Amministrazione

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE 43 ALLEGATO 6 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Da compilare sul sistema informativo Sigfrido ed inviare in formato digitale mediante Posta Elettronica certificata alla casella PEC regione.marche.innovazionericerca@emarche.it

Dettagli

ATTESTAZIONE BANCARIA SULLA SOSTENIBILITÀ FINAZIARIA DELL INVESTIMENTO. Su carta intestata dell istituto bancario

ATTESTAZIONE BANCARIA SULLA SOSTENIBILITÀ FINAZIARIA DELL INVESTIMENTO. Su carta intestata dell istituto bancario Allegato A ATTESTAZIONE BANCARIA SULLA SOSTENIBILITÀ FINAZIARIA DELL INVESTIMENTO Su carta intestata dell istituto bancario OGGETTO : Regione Puglia Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 Bando pubblicato

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo. Europeo per l Integrazione dei cittadini di Paesi terzi.

Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo. Europeo per l Integrazione dei cittadini di Paesi terzi. Avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo Europeo per l Integrazione dei cittadini di Paesi terzi Annualità 2012 FAC SIMILE DOMANDA DI AMMISSIONE AL FINANZIAMENTO ED AUTODICHIARAZIONI

Dettagli

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Spett.le COMUNE DI COLOGNO AL SERIO VIA ROCCA, 1 24055 COLOGNO AL SERIO AREA SERVIZI ALLA PERSONA

Dettagli

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori stranieri non accompagnati e di giovani migranti MODALITA DI ATTUAZIONE Art. 1 NORME REGOLATRICI La partecipazione

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013;

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013; REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Codice DB1810 D.D. 22 aprile 2014, n. 216 L.r. 36/00 "Riconoscimento e valorizzazione delle associazioni turistiche pro loco" art. 6 Approvazione della "scheda di rendicontazione

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

Ministero dell ambiente e della tutela del territori e del mare

Ministero dell ambiente e della tutela del territori e del mare Ministero dell ambiente e della tutela del territori e del mare DIREZIONE GENERALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE, IL CLIMA E L ENERGIA ISTANZA DI ACCESSO AL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PER L ANALISI DELL IMPRONTA

Dettagli

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31.

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012 Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Delibera della G.R. n. 48/38 del 01.12.2011 Misure attuative BANDO Assegnazione

Dettagli

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Il sottoscritto nato il a in qualità di legale rappresentante dello studio associato ovvero di titolare dello studio professionale/ditta

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Regione Siciliana Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania

Regione Siciliana Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania Regione Siciliana Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania Protocollo Settore Provveditorato Magazzino Generale Tel. 095-7436337 fax 095-7435571 Oggetto: Acquisto Reagenti

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Busta A) ALLEGATO 1 P.ZZA IV NOVEMBRE 4 AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE VOLONTARIA E COATTIVA DELL ICI-IMU, TARSU, ICP E DPA, COSAP, SANZIONI AMMINISTRATIVE E VERBALI

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE In bollo da. 14,62 ALLEGATO A Al Conaf Via Oggetto: Affidamento servizio di broker e consulenza assicurative biennio 2012-2013 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE (da rendere, sottoscritta

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 Codice DB1512 D.D. 5 agosto 2014, n. 531 Legge regionale 22 dicembre 2008, n. 34, articolo 42, comma 6. Affidamento a Finpiemonte S.p.A. delle funzioni e delle attivita'

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL Indice ART. 1 (FINALITÀ).......... 2 ART. 2 (INTERVENTI AMMISSIBILI)...... 2 ART. 3 (DESTINATARI)........ 2 ART. 4 (MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE)...... 2 ART. 5 (COSTI AMMISSIBILI).........

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

Regione Marche. Giunta Regionale. Assessorato alla Conoscenza, Istruzione, Formazione e Lavoro

Regione Marche. Giunta Regionale. Assessorato alla Conoscenza, Istruzione, Formazione e Lavoro REGIONE MARCHE Regione Marche Giunta Regionale Assessorato alla Conoscenza, Istruzione, Formazione e Lavoro Obiettivo 3 FSE 2000-2006 Attuazione delle Misure B1, D3, E1, Annualità 2005 AVVISO PUBBLICO

Dettagli

E obbligatorio per i soggetti che intendono partecipare alla gara, rendere la presente dichiarazione.

E obbligatorio per i soggetti che intendono partecipare alla gara, rendere la presente dichiarazione. ALLEGATO A) E obbligatorio per i soggetti che intendono partecipare alla gara, rendere la presente dichiarazione. In bollo 14,62 Al COMUNE DI CAVEZZO Via Cavour, 36 41032 Cavezzo - Modena Oggetto: procedura

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, nato a (prov. ) il e residente a in Via

Dettagli

---------- Il sottoscritto nato il a... in qualità di. dell impresa.. con sede in con codice fiscale n con partita IVA n... con la presente CHIEDE

---------- Il sottoscritto nato il a... in qualità di. dell impresa.. con sede in con codice fiscale n con partita IVA n... con la presente CHIEDE Marca da bollo legale ALLEGATO 1 ( 14,62) DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI CASSA, ALTRI SERVIZI E INTERVENTI DI SPONSORIZZAZIONE A FAVORE DELLA SCUOLA SUPERIORE

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

Oggetto: Gara di appalto inerente l affidamento del servizio SERVIZIO SOCIO EDUCATIVO - Mesi 12

Oggetto: Gara di appalto inerente l affidamento del servizio SERVIZIO SOCIO EDUCATIVO - Mesi 12 Modello 2 (da inserire nella busta 1) www.comune.noto.sr.it - il modello può essere scaricato dal sito web Oggetto: Gara di appalto inerente l affidamento del servizio SERVIZIO SOCIO EDUCATIVO - Mesi 12

Dettagli

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA

ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA ENERGIE ALTERNATIVE PER UN TURISMO ED UNA AGRICOLTURA DI QUALITA Erogazione di contributi in conto capitale alle P.M.I. del settore turistico e del settore agricolo localizzati nel territorio provinciale

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ANNO 2012/2013

COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ANNO 2012/2013 MARCA DA BOLLO 14.62 Per Società/Impresa Singola DOMANDA DI PARTECIPAZIONE COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ANNO 2012/2013 Presentata

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE

DISPOSIZIONI ATTUATIVE ALLEGATO 1 LEGGE 313/2004 DISCIPLINA DELL APICOLTURA Interventi per l ammodernamento delle sale di smielatura e dei locali per la lavorazione di prodotti apistici DISPOSIZIONI ATTUATIVE FINALITA In applicazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare con MCC S.p.A. (di seguito MCC) devono attenersi per la concessione delle agevolazioni previste

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA MODELLO DI ISTANZA DI AMMISSIONE E DI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Spett.le Trasporti Pubblici Monzesi S.P.A. Via Borgazzi, 35 20052 MONZA. OGGETTO : Istanza di ammissione

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres.

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. Regolamento recante i criteri e le modalità per la concessione dei

Dettagli

DICHIARAZIONE DI IMPEGNO A COSTITUIRSI IN A.T.I.

DICHIARAZIONE DI IMPEGNO A COSTITUIRSI IN A.T.I. Allegato 10 DICHIARAZIONE DI IMPEGNO A COSTITUIRSI IN A.T.I. (per le sole imprese che partecipano alla gara d appalto in A.T.I. non ancora formalmente costituita) Il/La sottoscritt nat a, il, Codice Fiscale

Dettagli

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013.

ESEMPIO PRATICO. del Programma Operativo Lazio FSE 2007-2013. Allegato 12 Esempio pratico relativo ad attività di controllo di II livello ESEMPIO PRATICO Al fine di facilitare la comprensione di quanto esposto in precedenza, si riporta di seguito la simulazione di

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

Art.1 SOGGETTI DESTINATARI

Art.1 SOGGETTI DESTINATARI ALL. A AVVISO PUBBLICO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE DI OPERATORI DI TELECOMUNICAZIONI PER L UTILIZZO DI RETI E LA FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA ACCESSIBILI AL PUBBLICO SU INFRASTRUTTURE

Dettagli

Giovani Opportunità per Attività Lavorative

Giovani Opportunità per Attività Lavorative Fondazione per la Promozione della Cultura Professionale e dello Sviluppo Economico REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali Giovani Opportunità

Dettagli

Importo del servizio. 2.343.276,00 IVA esclusa comprensivo di 7.500,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Il/la sottoscritto/a, nato/a

Importo del servizio. 2.343.276,00 IVA esclusa comprensivo di 7.500,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Il/la sottoscritto/a, nato/a Istanza di ammissione alla gara Legalizzare con marca da bollo da 14.62 Pagina 1 di 9 Spett.le Università degli Studi di Parma via Università n. 12 OGGETTO: AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA

Dettagli

TERRA ORTI società cooperativa

TERRA ORTI società cooperativa TERRA ORTI società cooperativa BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA DI N. 1 CONSULENZA SPECIALISTICA PER L ATTIVITA DI SUPPORTO ALL ATTUAZIONE DEL PROGETTO DI RICERCA: La castagna cilentana: una risorsa da valorizzare

Dettagli

Allegato A all offerta preventivo

Allegato A all offerta preventivo Allegato A all offerta preventivo Al Comune di Montecchio Emilia piazza Repubblica, 1 42027 Montecchio Emilia (RE) OGGETTO: ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA APERTA PER L ASSEGNAZIONE DEL SERVIZIO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28/12/2000, N. 445

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28/12/2000, N. 445 Timbro della ditta OGGETTO: indagine di mercato col sistema del cottimo fiduciario per la fornitura TARGHETTE IDENTIFICATIVE di CIG: ZE609F9760 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28/12/2000,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali

REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione, Politiche Sociali ORGANISMO INTERMEDIO R.T.I. Società consortile Ass.For.SEO a.r.l. - KPMG Advisory S.p.A. e Metron S.r.l

Dettagli

Il/I sottoscritto/i nato/i il a in qualità di dell Impresa con sede in codice fiscale n. e partita Iva n. CHIEDE/CHIEDONO

Il/I sottoscritto/i nato/i il a in qualità di dell Impresa con sede in codice fiscale n. e partita Iva n. CHIEDE/CHIEDONO ALLEGATO N. 1 MODELLO DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Spett.le R.F.I. Spa S.O Legale Venezia Via Trento, 38 30171 MESTRE VE - ITALIA OGGETTO DELL APPALTO: Lavori per la soppressione del PL al km 48+343 della

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres.

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

DOMANDA PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DELLE IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I.

DOMANDA PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DELLE IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. ALLEGATO N. 1 DOMANDA PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO DELLE IMPRESE DA INVITARE ALLE PROCEDURE DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. PARTE I All IS.NA.R.T. scpa Istituto Nazionale

Dettagli

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione

Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione SETTORE E FILIERA DELLA NAUTICA (in attuazione della DGR n. 611/2008) Guida operativa per la compilazione dell Atto d Impegno e per la richiesta di erogazione a titolo di anticipazione INDICE PREMESSA...

Dettagli

COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ANNO 2012/2013

COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ANNO 2012/2013 MARCA DA BOLLO 14.62 Per consorzi d Imprese/GEIE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA ANNO 2012/2013 Presentata

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007-

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. In applicazione dell

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI Area V - Gestione del territorio Servizio Politiche Ambientali Via A. Costa n. 12 40062 Molinella (Bo) Tel. 051/690.68.62-77 Fax 051/690.03.46 ambiente@comune.molinella.bo.it Indice ART. 1 (FINALITÀ)..........

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ALLEGATO ALLA DELIBERQZIONE C.C. N. 43 DEL 01.06.2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SUSSIDI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI. Art. 1 Oggetto TITOLO I DISCIPLINA GENERALE.

Dettagli

BANDO DISPONIBILITA. 2.629,00

BANDO DISPONIBILITA. 2.629,00 COMUNE DI GONNOSNÒ PROVINCIA DI ORISTANO Ufficio Servizio Sociale Professionale Via Oristano, 30-09090 GONNOSNÒ P.I. 00069670958 E-mail: protocollo@pec.comune.gonnosno.or.it 0783/931678 0783/931679 L.R.

Dettagli

ENTITA DEL CONTRIBUTO

ENTITA DEL CONTRIBUTO COMUNE DI CITERNA Settore Socio Assistenziale AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ABBATTIMENTO DEI COSTI DI SERVIZI ANNO 2010 A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE NUMEROSE CON UN NUMERO DI FIGLI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

PUNTO I) DEL BANDO DI GARA

PUNTO I) DEL BANDO DI GARA Istruzioni per la compilazione: 1.La dichiarazione va compilata correttamente in ogni sua parte, barrando, se necessario, le parti che non interessano. 2.Segnalare il caso di coincidenza fra legale rappresentante

Dettagli

2 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZI ALI E PARI OPPORTUNI TA SCHEMA DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE/DICHIARAZIONE

2 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI, ASSISTENZI ALI E PARI OPPORTUNI TA SCHEMA DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE/DICHIARAZIONE 1 SCHEMA DI DOMANDA DI PARTECIPAZIONE/DICHIARAZIONE ALLEGATO (a) Oggetto della gara: PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI Durata un anno dall'aggiudicazione definitiva della gara.. CIG:

Dettagli

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ;

vista la legge regionale 13 ottobre 2004, n. 23 avente ad oggetto: Interventi per lo sviluppo e la promozione della cooperazione ; REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 20 giugno 2013, n. 6-5984 Contratto di Prestito - Regione Piemonte Loan for SMEs tra Finpiemonte e Banca Europea degli investimenti.

Dettagli

Il sottoscritto... nato/a a..il.. e residente a... in qualità di legale rappresentante, con la qualifica di dell impresa... CHIEDE

Il sottoscritto... nato/a a..il.. e residente a... in qualità di legale rappresentante, con la qualifica di dell impresa... CHIEDE DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Timbro della Ditta ZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 D.P.R. 28.12.2000 N. 445) (n.b. in caso di raggruppamento temporaneo o consorzio la

Dettagli

Regione Marche. Giunta Regionale. Assessorato al lavoro, istruzione, diritto allo studio, formazione professionale ed orientamento

Regione Marche. Giunta Regionale. Assessorato al lavoro, istruzione, diritto allo studio, formazione professionale ed orientamento Regione Marche Giunta Regionale Assessorato al lavoro, istruzione, diritto allo studio, formazione professionale ed orientamento POR FSE 2007/2013 ASSE II AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

Guida alla compilazione dell Atto d Impegno

Guida alla compilazione dell Atto d Impegno P O R F E S R L A Z I O 2 0 0 7-2013 A V V I S O P U B B L I C O I N S I E M E X V I N C E R E Guida alla compilazione dell Atto d Impegno (Art. 15, co. 1 dell Avviso Pubblico Insieme per Vincere approvato

Dettagli

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Da inviare (su carta intestata dell ente) a: Dichiarazione di Spesa FINALE numero del / / Oggetto: La concessione del contributo/finanziamento è avvenuto

Dettagli

volume d affari capitale sociale

volume d affari capitale sociale Modello A Stazione appaltante: Comune di Isernia Piazza Marconi 86170 Isernia (IS) OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER LA REALIZZAZIONE DELL AMPLIAMENTO ED ADEGUAMENTO FUNZIONALE EX SCUOLA COMUNALE IN LOCALITA

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO: L

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L APPALTO DEI LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA VIABILITA P.I.P.

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L APPALTO DEI LAVORI DI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA VIABILITA P.I.P. BOLLO DA. 16,00 SCHEDA A La documentazione non in regola con l imposta di bollo dovrà essere regolarizzata ai sensi del D.P.R. 642/72 e pertanto sarà sottoposta alle segnalazioni previste dalla legge.

Dettagli

Allegato A PIANO AGRICOLO REGIONALE DGRT 976 del 14 novembre 2011 Bando per l attuazione della scheda di misura 6.3.11: Agricoltura sociale

Allegato A PIANO AGRICOLO REGIONALE DGRT 976 del 14 novembre 2011 Bando per l attuazione della scheda di misura 6.3.11: Agricoltura sociale Allegato A PIANO AGRICOLO REGIONALE DGRT 976 del 14 novembre 2011 Bando per l attuazione della scheda di misura 6.3.11: Agricoltura sociale Beneficiari: 1) Imprenditori agricoli ai sensi dell art. 2135

Dettagli

_l_ sottoscritt nat_ a il, residente a, in Via n, in qualità di, dell azienda con sede a in Via n, C.F. P.IVA Tel. fax e mail ; CHIEDE

_l_ sottoscritt nat_ a il, residente a, in Via n, in qualità di, dell azienda con sede a in Via n, C.F. P.IVA Tel. fax e mail ; CHIEDE Modello A M a r c a da bo l l o da 14,6 2 Al Comune di Cabras P.zza Eleonora, 1 09072 CABRAS OR OGGETTO: Procedura aperta per l affidamento in concessione della gestione in via sperimentale del Mercato

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

e-mail indirizzo di posta certificata (PEC) chiede

e-mail indirizzo di posta certificata (PEC) chiede Allegato A1 Spett.le Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di Tienanmen, 1 20095 CUSANO MILANINO (MI) OGGETTO: Domanda di partecipazione alla gara a procedura aperta indetta per l affidamento in concessione

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) Il sottoscritto nato a il residente a Codice Fiscale

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) Il sottoscritto nato a il residente a Codice Fiscale APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PER CATALOGAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) ALLEGATO 4 Il sottoscritto nato a il residente a Codice Fiscale VISTO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) Il sottoscritto nato a il residente a Codice Fiscale

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) Il sottoscritto nato a il residente a Codice Fiscale APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PER CATALOGAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONI (Art. 46 D.P.R. 28.12.2000 n. 445) ALLEGATO 4 Il sottoscritto nato a il residente a Codice Fiscale VISTO

Dettagli

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P. COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.IVA 00340670657 AREA FINANZIARIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE

Dettagli

d. ogni altra attività che promuova le finalità di cui all art. 2 comma 2 dello Statuto dell ANG.

d. ogni altra attività che promuova le finalità di cui all art. 2 comma 2 dello Statuto dell ANG. ANG/ 384 /INT REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI BENEFICI SOTTO FORMA DI CONTRIBUTI, VANTAGGI ECONOMICI E PATROCINI AD ENTI PUBBLICI, ASSOCIAZIONI ED ALTRI ORGANISMI ANCHE DI NATURA PRIVATA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VINCENZO GALILEI PISA Via di Padule n.35-56124 Pisa - Tel. 050-575533 Fax 050-3138132

ISTITUTO COMPRENSIVO VINCENZO GALILEI PISA Via di Padule n.35-56124 Pisa - Tel. 050-575533 Fax 050-3138132 ISTITUTO COMPRENSIVO VINCENZO GALILEI PISA Via di Padule n.35-56124 Pisa - Tel. 050-575533 Fax 050-3138132 Email: igalilei@tiscalinet.it - Codice Fiscale: 93047370502 Ai Dirigenti Scolastici della Provincia

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P.F. INNOVAZIONE, RICERCA E COMPETITIVITA DEI SETTORI PRODUTTIVI N. 79/IRE DEL 17/06/2014 Oggetto: POR MARCHE FESR 2007-2013 Intervento 1.2.1.05.01 (L. 598/94 art. 11) Promozione

Dettagli

BANDO CONFIDI 2010 per il sostegno ai costi d esercizio dei Confidi aderenti alla Federazione Unionfidi Italiana

BANDO CONFIDI 2010 per il sostegno ai costi d esercizio dei Confidi aderenti alla Federazione Unionfidi Italiana Confederazione Autonoma Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e delle Piccole e Medie Imprese BANDO CONFIDI 2010 per il sostegno ai costi d esercizio dei Confidi aderenti

Dettagli

FAC-SIMILE DI DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

FAC-SIMILE DI DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 FAC-SIMILE DI DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 PRECISAZIONI SULLE MODALITÁ DI PRESENTAZIONE DELLA : a) In caso di raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari

Dettagli

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione

art. 1 prova d esame d idoneità art. 2 requisiti per l ammissione Bando per la partecipazione alla prova d esame di idoneità per il conseguimento dell abilitazione all esercizio dell attività professionale di Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo - anno 2012.

Dettagli

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO

CITTA DI CASTELFRANCO VENETO Allegato alla deliberazione della G.C. n. 327 del 12/12/2013 BANDO DIRETTO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI FINALIZZATI AL RISPARMIO ENERGETICO E ALLA TUTELA DELL ATMOSFERA

Dettagli

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA.

BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. BANDO PER L EROGAZIONE DI VOUCHER RIVOLTI A FAMIGLIE CON FIGLI 0 36 MESI CHE FREQUENTANO SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA. Premessa Sul territorio del Distretto n.5 Sebino sono più di 180 i bambini che frequentano

Dettagli