A"esa o Sorpresa? Franco Fiordelisi a,b*, Ornella Ricci b, Francesco Saverio Stentella Lopes c

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A"esa o Sorpresa? Franco Fiordelisi a,b*, Ornella Ricci b, Francesco Saverio Stentella Lopes c"

Transcript

1 al inves4tori Franco Fiordelisi a,b*, Ornella Ricci b, Francesco Saverio Stentella Lopes c a Durham Business School, United Kingdom b University of Rome III, Italy c Bangor Business School, United Kingdom

2 Agenda Broad Research Ques4on (RQ): il Comprehensive i suoi obiekvi? inves4tori Il Comprehensive l obie=vo della European Comprehensive inves4tori 2

3 1. Il (CA): il primo passo del Single Supervisory Mechanism La crisi finanziaria è stata facilitata da una non corresa regolamentazione e supervisione Autunno 2012: la Commissione Europea decide di intraprendere un cambio epocale creando un sistema di Single Supervisory Mechanism (SSM) guidato by the European Central Bank (ECB) 4 Novembre 2014: le banche significa4ve (130 banche in 19 paesi, con un totale a=vo di 22 trilioni, i.e. 82% del totale a=vo nell Eurozona) sono soso la supervisione diresa di ECB In preparazione del SSM, ECB e Banche Centrali Nazionali avviano il (CA) providing the necessary clarity on the banks that will be subject to the ECB s direct supervision (ECB, 2013, p. 1). inves4tori 3

4 1. Il (CA): il primo passo del Single Supervisory Mechanism Sebbene le autorità di supervisioni nazionali avessero già intrapreso numerose azioni per far fronte alla crisi finanziaria, ECB scrive: weaknesses remain, compounded by the percepkon that banks balance sheets are not transparent and concerns about their overall risk situakon (ECB 2013,p.2). ECB (2013, p. 2): The exercise has three main goals: transparency, that is, enhancing the quality of informakon available concerning the condikon of banks; repair, by idenkfying and implemenkng necessary correckve ackons, if and where needed; and confidence building, namely assuring all stakeholders that banks are fundamentally sound and trustworthy. inves4tori 4

5 1. Il (CA): il primo passo del Single Supervisory Mechanism Il nostro lavoro è quello di verificare se gli scopi del CA (ecce"o il repair) siano sta4 raggiun4 Il focus è se il CA abbia migliorato: la trasparenza (il CA ha prodoso nuova informazione u4le al mercato) e La fiducia (es. Aumentando le quotazioni delle azioni delle banche) La nostra analisi si basa sull effeso sui rendimen4 azionari in corrispondenza dell annuncio dei vari step del CA OggeSo di studio: 159 banche, di cui: 50 banche comprese nel CA, di cui: 15 (denominate gap banks ) hanno registrato un capital shorqall al termine del CA inves4tori 5

6 1. Il (CA): il primo passo del Single Supervisory Mechanism inves4tori 6

7 1. Il (CA): il primo passo del Single Supervisory Mechanism inves4tori 7

8 inves4tori al Comprehensive 1,00%& 0,50%&!0,50%&!1,00%&!1,50%&!2,00%&!2,50%&!3,00%& 1,60%& 1,40%& 1,20%& 1,00%& 0,80%& 0,60%& 0,40%& 0,20%& 6,00%& A)&Banks&involved& in&the&ca& A)&Banks&involved& in&the&ca& CAR(- 1,+1) 23/10/13& B)&Banks&not& involved&in&the&ca& 03/02/14& B)&Banks&not& involved&in&the&ca& 11/03/14& A1)&Banks&with&a& A2)&Banks&without& shor<all& a&shor<all& A1)&Banks&with&a& shor<all& A2)&Banks&without& a&shor<all& Percentuale di banche con un CAR posi4vo 23/10/13& A)&Banks&involved& B)&Banks&not& in&the&ca& involved&in&the&ca& 03/02/14& A1)&Banks&with&a& A2)&Banks&without& shor<all& a&shor<all& A)&Banks&involved& B)&Banks&not& A1)&Banks&with&a& A2)&Banks&without& in&the&ca& involved&in&the&ca& shor<all& a&shor<all& 11/03/14& inves4tori 8

9 1,40%& 1,20%& Come hanno reagito 8 gli inves4tori al 7 1,00%& 6 0,80%& 5 0,60%& Comprehensive 3 4 0,40%& 0,20%& 6,00%& A)&Banks&involved& in&the&ca& CAR(- 1,+1) B)&Banks&not& A1)&Banks&with&a& involved&in&the&ca& shor<all& 11/03/14& A2)&Banks&without& a&shor<all& Percentuale di banche con un CAR posi4vo A)&Banks&involved& B)&Banks&not& A1)&Banks&with&a& A2)&Banks&without& in&the&ca& involved&in&the&ca& shor<all& a&shor<all& 11/03/14& 5,00%& 10 4,00%& 3,00%& 8 6 inves4tori 2,00%& 4 1,00%&!1,00%& 5,00%& A)&Banks&involved& in&the&ca& B)&Banks&not& involved&in&the&ca& A1)&Banks&with&a& A2)&Banks&without& shor<all& a&shor<all& 2 9 A)&Banks&involved& B)&Banks&not& A1)&Banks&with&a& A2)&Banks&without& in&the&ca& involved&in&the&ca& shor<all& a&shor<all& 4,00%& 3,00%& 2,00%& 1,00%&!1,00%&!2,00%&!3,00%&!4,00%& A)&Banks& involved&in& the&ca& B)&Banks&not& involved&in& the&ca& A1)&Banks& with&a& shor<all& A2)&Banks& without&a& shor<all& 10/10/14& 22/10/14& 27/10/14& A)&Banks& B)&Banks&not& involved&in&the& involved&in&the& CA& CA& A1)&Banks& with&a& shor<all& A2)&Banks& without&a& shor<all& 10/10/14& 22/10/14& 27/10/14& 9

10 Il Comprehensive l obiekvo della European Sebbene gli effe= del passaggio al SSM saranno visibili nel medio- lungo termine, la nostra analisi si focalizza sul cambiamento generato nel comportamento degli inves4tori alla data di annuncio. L idea sosostante è che gli operatori bancari (inves4tori e banchieri) possano ritenere/sospesare che il nuovo SSM possa implicare una qualche sorta di incoerenza di vigilanza (Supervisory bias: Agarwal et al., 2014 negli Sta4 Uni4): In questo caso, gli inves4tori potrebbero aver reagito al lancio del CA discriminando tra le banche significa4ve e le altre banche In sintesi, si ipo4zza che: H 1 : Alla data di annuncio del CA, gli inves4tori non erano in grado di s4mare corresamente l ampiezza del capital shorqall rivelato coni risulta4 del CA: questo supporta l ipotesi che il CA abbia generato una nuova informazione u4le per il mercato e abbia quindi raggiunto lo scopo di aumentare la bancario. inves4tori 10

11 Il Comprehensive l obiekvo della European L analisi condosa nella RQ1 fornisce sintomi che gli inves4tori siano sta4 in grado di individuare le banche sosocapitalizzate già ad osobre 2013, ma non siano sta4 in grado di s4mare corresamente la grandezza del deficit patrimoniale. Nel secondo step: Focus sulle banche significa4ve soggese al CA L idea sosostante è che gli inves4tori, alla divulgazione dei risulta4, non abbiano reagito al semplice deficit di capitale comunicate per ogni banca, piusosto alla differenza tra il deficit di capitale e le loro aspesa4ve su di esso. Maggiore è questa differenza, più nega4va è la reazione del mercato. Per misurare le aspesa4ve degli inves4tori, usiamo la reazione del mercato registrata quando il CA è stato annunciato (la reazione del mercato al 23 OSobre 2013 si assume fortemente e nega4vamente associata al divario previsto) inves4tori 11

12 Il Comprehensive l obiekvo della European I risulta4 mostrano che: al 23 osobre 2013, gli inves4tori erano già in grado di prevedere che le banche potrebbero registrare un deficit di capitale durante il CA. I risulta4 supportano l ipotesi 1 (H1), a conferma che gli inves4tori erano già in grado di rilevare le banche deboli alla data di annuncio, ma la CA prodose nuove preziose informazioni per chiarire l'en4tà del deficit patrimoniale. Infine, vale la pena di ricordare che alcune banche hanno aumentato il capitale tra dicembre 2013 e sesembre 2014, prima della divulgazione dei risulta4 di CA. Se controlliamo per ques4 interven4 ricapitalizzazione nel nostro secondo modello, si s4ma un coefficiente posi4vo (come previsto), ma non è sta4s4camente significa4vo, probabilmente dovuto al faso che il capitale raccolto è generalmente in grado di coprire l'intera carenza. inves4tori 12

13 Comprehensive Nel terzo step, l analisi analizza se gli inves4tori sono preoccupa4 da CA o da un eventuale supervisory bias implicito nel SSM. Focus sulla data di lancio del SSM, il 4 Novembre 2014 (quando il mercato ha incorporato le informazioni sui risulta4 del CA), Qui dis4nguiamo tra banche significa4ve (cioè, le banche soggese a supervisione diresa) e le altre banche (soso la supervisione diresa della Banche centrali nazionali). In primo luogo, i risulta4 della reazione di mercato il 4 novembre 2014 rivelano che sia le banche significa4ve sia le altre banche hanno una reazione media nega4va, ma l'en4tà di questa è maggiore per le banche significa4va. Ciò, unitamente alla reazione nega4va alla divulgazione dei risulta4 anche per le banche coinvolte nella CA, ma senza un deficit di capitale, evidenzia che gli inves4tori non fossero preoccupa4 solo del CA, bensì del SSM Il peggior trasamento per le banche significa4ve è più nega4vo: laddove le banche abbiano ricevuto aiu4 di stato Per le banche più profisevoli (alias più rischiose?) Le banche non significa4ve avrebbero registrato una reazione nega4va qualora fossero state ricomprese tra le significa4ve inves4tori 13

14 5. Takeaway inves4tori Le banche significa4ve sono state penalizzate rispeso a quelle meno significa4ve Il Comprehensive l obiekvo della European La reazione del mercato all annuncio è stata una proxy ragionevole del capital shorqall, ma l ampiezza dello shorqall non è stata an4cipata Questo sos4ene l ipotesi che il CA abbia generato una nuova informazione u4le per il mercato e abbia quindi raggiunto lo scopo di aumentare la bancario. inves4tori e dal Single Supervisory La reazione di mercato il 4 novembre 2014 rivelano che sia le banche significa4ve sia le altre banche hanno una reazione media nega4va, ma l'en4tà di questa è maggiore per le banche significa4va. Gli inves4tori non erano preoccupa4 unicamente del CA, bensì del SSM 14

15 Maggiori informazioni Surprised or Not Surprised? The investors reaction to the Comprehensive preceding the launch of the Banking Union Franco Fiordelisi a*, Ornella Ricci b, Francesco Saverio Stentella Lopes c a Durham Business School, United Kingdom b University of Rome III, Italy c Bangor Business School, United Kingdom Abstract inves4tori This paper analyzes the stock market reaction to all announcements released by the European Central Bank about the Comprehensive (CA) preceding the launch of the Single Supervisory Mechanism (SSM). We show that the assessment produced new valuable information for the market, reaching the goal of increasing transparency. Specifically, investors were able to detect weak banks at the announcement of the procedure (23 October 2013), but gained full information on the amount of the capital shortfall only at the disclosure of results (26 October 2014). Furthermore, at the official launch of the SSM (4 November 2014), banks under direct ECB supervision registered a more negative market reaction with respect to banks maintaining their national supervisors. Using a control function regression model, including possible confounders and allowing for treatment effect heterogeneity, this negative reaction is confirmed. These findings suggest that, at least in the short run, investors penalized banks subject to direct ECB supervision, probably because of the fear of regulatory inconsistencies. JEL classification: G21, G28 Keywords: Banking, Supervision; Regulation, Lending, Risk-taking. Acknowledgments We would like to thank Thorsten Beck, Emilia Bonaccorsi di Patti, Santiago Carbo, Federico Cecconi, Giovanni Cerulli, Roy Cerqueti, Vincenzo Chiorazzo, Giorgio Di Giorgio, Olivier de Jonghe, Mauro Grande, Iftekhar Hasan, Roman Matousek, Marco Pagano, Bianca Potì, Klaus Schaeck, Enrico Sette, Gaetano Spartà, Amine Tarazi, Anjan Thakor, and conference and seminar participants at the seminars of the Financial Intermediation Network of European Studies, Banca d Italia, CNR-GRAPE, Durham Business School, for helpful comments. * Corresponding author: Department of Economics and Finance, Durham Business School, Millhill Lane, Durham DH1 3LB, tel.:

16 inves4tori 16

Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015

Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015 Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015 Data/Ora Ricezione 29 Settembre 2015 18:31:54 MTA Societa' : FINECOBANK Identificativo Informazione Regolamentata : 63637 Nome utilizzatore : FINECOBANKN05 -

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n.244 Risultati della valutazione approfondita (Comprehensive Assessment) della BCE e della prova di stress UE 2014 Risultati complessivi

Dettagli

Risposta ABI al Consultation Paper del CESR sulla trasparenza dei mercati non azionari

Risposta ABI al Consultation Paper del CESR sulla trasparenza dei mercati non azionari Risposta ABI al Consultation Paper del CESR sulla trasparenza dei mercati non azionari POSITION PAPER 8 giugno 2007 1. Premessa L Associazione Bancaria Italiana (di seguito ABI), che con oltre 800 banche

Dettagli

Quality Certificates

Quality Certificates Quality Certificates Le più importanti certificazioni aziendali, di processo e di prodotto, a testimonianza del nostro costante impegno ed elevato livello di competenze. Qualità * certificata * Certified

Dettagli

ASSICURA CONVEGNO SOLVENCY II L esperienza di una media impresa

ASSICURA CONVEGNO SOLVENCY II L esperienza di una media impresa ASSICURA CONVEGNO SOLVENCY II L esperienza di una media impresa Laura Blasiol Servizio Risk Management Milano, 30 giugno 2010 1 Agenda Solvency II: A challenge and an opportunity 2 Milestones 22/04/2009:

Dettagli

Presentazione del laboratorio: Linguaggio e media per la finanza

Presentazione del laboratorio: Linguaggio e media per la finanza Università degli studi di Roma Tor vergata Dottorato di ricerca in Economia Aziendale Presentazione del laboratorio: Linguaggio e media per la finanza Roma, 21 Gennaio 2014 Obiettivi Il Laboratorio si

Dettagli

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly linked to the oral comments which were made at its presentation,

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

This document was created with Win2PDF available at http://www.win2pdf.com. The unregistered version of Win2PDF is for evaluation or non-commercial use only. This page will not be added after purchasing

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

L ESITO DELLA VALUTAZIONE APPROFONDITA SUI BILANCI BANCARI. Carlo Milani

L ESITO DELLA VALUTAZIONE APPROFONDITA SUI BILANCI BANCARI. Carlo Milani L ESITO DELLA VALUTAZIONE APPROFONDITA SUI BILANCI BANCARI Carlo Milani Presentazione Associazione Nazionale fra le Banche Popolari Roma, 15 Dicembre 2014 AGENDA 2 1. Caratteristiche dell analisi 2. Shortfall

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 Data: 10/02/2012 Ora: 15:05 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Risultati definitivi dell aumento di capitale in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio / Final results

Dettagli

Études et Dossiers No. 310. Solvency II: Strategic Stakes for the Insurance Industry Brussels, 14 November 2005 &

Études et Dossiers No. 310. Solvency II: Strategic Stakes for the Insurance Industry Brussels, 14 November 2005 & International Association for the Study of Insurance Economics Études et Dossiers Études et Dossiers No. 310 Solvency II: Strategic Stakes for the Insurance Industry Brussels, 14 November 2005 & Solvency

Dettagli

La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza. Responsabilità e compiti dell AIFA. Laura Sottosanti. Roma, 13 settembre 2012

La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza. Responsabilità e compiti dell AIFA. Laura Sottosanti. Roma, 13 settembre 2012 La nuova legislazione sulla Farmacovigilanza Responsabilità e compiti dell AIFA Laura Sottosanti Roma, 13 settembre 2012 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015

Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015 Informazione Regolamentata n. 20079-2-2015 Data/Ora Ricezione 13 Novembre 2015 19:10:18 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Societa' : H-FARM S.p.A. Identificativo Informazione Regolamentata :

Dettagli

BANKING UNION: una nuova Maginot?

BANKING UNION: una nuova Maginot? BANKING UNION: una nuova Maginot? SIENA, NOVEMBRE 2014 M.ESPOSITO L origine dell idea di banking union La crisi finanziaria iniziata nel 2007 ed esplosa nel 2008 con il fallimento di Lehman ha messo in

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

Crediti in sofferenza e crisi bancarie

Crediti in sofferenza e crisi bancarie Crediti in sofferenza e crisi bancarie ISTITUTO PER L ALTA FORMAZIONE E LE ATTIVITA EDUCATIVE (I.P.E.) Napoli, 11 dicembre 2015 Giuseppe Boccuzzi Agenda 1. Crisi bancarie e business model delle banche

Dettagli

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy CAMBIO DATI PERSONALI - Italy Istruzioni Per La Compilazione Del Modulo / Instructions: : Questo modulo è utilizzato per modificare i dati personali. ATTENZIONE! Si prega di compilare esclusivamente la

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate

Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate PMI e Rating: un nuovo standard di comunicazione Milano, 11 Giugno 2014 CRIF Credit Rating Definizioni Rating Emittente: l opinione

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Il credito bancario alle imprese e la crisi: un analisi dei divari territoriali

Il credito bancario alle imprese e la crisi: un analisi dei divari territoriali Il credito bancario alle imprese e la crisi: un analisi dei divari territoriali Alessio D Ignazio Banca d Italia, Dipartimento di Economia e Statistica Regioni e sistema creditizio, ISSiRFA - CNR Roma,

Dettagli

Le ricerche del Laboratorio del 2010 e quelle in corso

Le ricerche del Laboratorio del 2010 e quelle in corso Le ricerche del Laboratorio del 2010 e quelle in corso Convegno di presentazione delle attività di ricerca e incontro con gli operatori Claudio Giannotti Direttore del Laboratorio Università LUM giannotti@lum.it

Dettagli

M/S AMARU' GIOVANNI VIA S. ERASMO snc 02010 VASCHE DI CASTEL S. ANGELO (RI) ITALY

M/S AMARU' GIOVANNI VIA S. ERASMO snc 02010 VASCHE DI CASTEL S. ANGELO (RI) ITALY M/S 02010 VASCHE DI CASTEL S. ANGELO (RI) ITALY RAPPORTO DI PROVA del LABORATORIO TECNOLOGICO N 49/2012 in accordo con la norma UNI EN 14688 TECHNOLOGIAL LABORATORY TEST REPORT N 49/2012 In compliance

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

G R A Z I A D I C U O N Z O

G R A Z I A D I C U O N Z O G R A Z I A D I C U O N Z O ISTRUZIONE E FORMAZIONE 2 Dicembre 2013 ad oggi Titolare di assegno di ricerca (s.s.d. SECS-P/07) dal titolo I marchi di impresa: un analisi empirica dei divari tra valori e

Dettagli

Programma Rating e Credit Risk Management

Programma Rating e Credit Risk Management Programma Rating e Credit Risk Management 20-24 maggio 2013 PROGRAMMA Copyright 2012 SDA Bocconi, Milano Lunedì, 20 maggio 2013 Il quadro regolamentare e le metodologie di rating 09.30 10.45 Andrea Sironi

Dettagli

Interactive Brokers presents

Interactive Brokers presents Interactive Brokers presents Il programma Stock Yield Enhancement Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch Il webinar inizia alle 18:00 CET webinars@interactivebrokers.com

Dettagli

Generali Investments Europe S.p.A.

Generali Investments Europe S.p.A. Mercoledì, 19 Giugno 2013 alle 11.30, San Giobbe, Aula 3A Tages Capital SGR Sebastiano Di Pasquale Executive Director Hedge Funds e Investimenti Alternativi: la possibile risposta al problema dei Risk

Dettagli

Verso il summit di Parigi: L aspettativa di una conclusione virtuosa

Verso il summit di Parigi: L aspettativa di una conclusione virtuosa Verso il summit di Parigi: L aspettativa di una conclusione virtuosa Carlo Carraro Università Ca Foscari Venezia Vice Presidente IPCC Gruppo III FEEM and CMCC Parigi Clima 2015: Tre proposte innovative

Dettagli

Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane

Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane IX Convention ABI 29 e 30 novembre 2005 Lo stato dell arte dei progetti di ORM nelle banche italiane Giampaolo Gabbi Università degli Studi di Siena SDA Bocconi 1 Le fasi dell ORM nei progetti in essere

Dettagli

Diritto dell'economia e dei consumatori Specifiche economiche

Diritto dell'economia e dei consumatori Specifiche economiche Diritto dell'economia e dei consumatori Specifiche economiche Specifiche economiche deliberate per il dottorato Ateneo Dip. Esterne Giovani Riserva Tassa Sovran. 4 3 0 1 0 3 3 Assegnazione per il curriculum

Dettagli

CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it

CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA. di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it CURRICULUM ATTIVITÀ DIDATTICA E SCIENTIFICA di FRANCO TUTINO (Siderno, 13 dicembre 1947) franco.tutino@uniroma1.it ATTUALE POSIZIONE ACCADEMICA Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari

Dettagli

Test collettivo pre Sanremo 2013 Pre-Sanremo 2013 collective test

Test collettivo pre Sanremo 2013 Pre-Sanremo 2013 collective test B.M.P.&Program&Service&& Via*Valli*36* 55035,*Piazza*al*Serchio*(Lucca)* Italy*** p.i.v.a.*e*c.f.*02200570469* Contacts:* Merlo*Gabriele*+39.348.7773658** fax*+39.0183.8031131** mail:*info@bmp9programservice.com*

Dettagli

Études et Dossiers No. 310. Solvency II: Strategic Stakes for the Insurance Industry Brussels, 14 November 2005 &

Études et Dossiers No. 310. Solvency II: Strategic Stakes for the Insurance Industry Brussels, 14 November 2005 & International Association for the Study of Insurance Economics Études et Dossiers Études et Dossiers No. 310 Solvency II: Strategic Stakes for the Insurance Industry Brussels, 14 November 2005 & Solvency

Dettagli

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni: Codice di Autodisciplina/Amendemnts to the Instructions: Code

Dettagli

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Roma, 19 settembre 2014 Massimo Persotti Ufficio stampa e comunicazione Dipartimento Politiche Europee m.persotti@palazzochigi.it Cosa fa

Dettagli

*** Principali misure di rafforzamento patrimoniale* Min eccedenza/ Max carenza

*** Principali misure di rafforzamento patrimoniale* Min eccedenza/ Max carenza IL GRUPPO VENETO BANCA SUPERA GLI ESAMI EUROPEI CON LE MISURE DI MITIGAZIONE GIA REALIZZATE NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2014 AMPIA SODDISFAZIONE DEI VERTICI Il Gruppo Veneto Banca, prendendo atto dei comunicati

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 17/2014

INFORMATIVA EMITTENTI N. 17/2014 INFORMATIVA EMITTENTI N. 17/2014 Data: 13/05/2014 Ora: 18:00 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: FinecoBank: verifica dei requisiti di indipendenza degli Amministratori e dei sindaci. Nomina dei componenti

Dettagli

SPA SOCIETÀ ITALIANA TRASMISSIONI INDUSTRIALI CATALOGO TECNICO - COMMERCIALE TECHNICAL & COMMERCIAL CATALOGUE 03.2004

SPA SOCIETÀ ITALIANA TRASMISSIONI INDUSTRIALI CATALOGO TECNICO - COMMERCIALE TECHNICAL & COMMERCIAL CATALOGUE 03.2004 SPA SOCIETÀ ITALIANA TRASMISSIONI INDUSTRIALI RP CATALOGO TECNICO - COMMERCIALE TECHNICAL & COMMERCIAL CATALOGUE 03.2004 SITI S.p.A. La ringrazia per la fiducia accordata e Le ricorda che il Suo riduttore

Dettagli

Unione bancaria: istituti, poteri e impatti economici. Introduzione Stefano Micossi. LUISS School of European Political Economy Roma, 26 febbraio 2014

Unione bancaria: istituti, poteri e impatti economici. Introduzione Stefano Micossi. LUISS School of European Political Economy Roma, 26 febbraio 2014 Unione bancaria: istituti, poteri e impatti economici Introduzione Stefano Micossi LUISS School of European Political Economy Roma, 26 febbraio 2014 Nascita e obiettivi dell unione bancaria Giugno 2012:

Dettagli

Rischio operativo e rischio reputazionale: le lezioni impartite dai mercati. Simona Cosma Università del Salento

Rischio operativo e rischio reputazionale: le lezioni impartite dai mercati. Simona Cosma Università del Salento Rischio operativo e rischio reputazionale: le lezioni impartite dai mercati Simona Cosma Università del Salento 1 Contenuti Punti deboli di Basilea II e rischio operativo: quale Le responsabilità del rischio

Dettagli

Trasparenza ed efficacia della comunicazione durante eventi di emergenze radiologiche e nucleari

Trasparenza ed efficacia della comunicazione durante eventi di emergenze radiologiche e nucleari 48 Corso della Scuola Superiore di Radioprotezione Carlo Polvani La gestione delle emergenze radiologiche e nucleari : aspetti di radiobiologia 5-7 novembre 2012 ENEA, Centro Ricerche Casaccia, Roma Trasparenza

Dettagli

Tabagismo - Modelli e guida alla conduzione di gruppi

Tabagismo - Modelli e guida alla conduzione di gruppi Brochure More information from http://www.researchandmarkets.com/reports/3108321/ Tabagismo - Modelli e guida alla conduzione di gruppi Description: Le capacità curative del gruppo erano già presenti nella

Dettagli

EC11 ANNO ACCADEMICO 2013/2014 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA, COMMERCIO INTERNAZIONALE e MERCATI FINANZIARI

EC11 ANNO ACCADEMICO 2013/2014 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA, COMMERCIO INTERNAZIONALE e MERCATI FINANZIARI EC11 ANNO ACCADEMICO 2013/2014 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA, COMMERCIO INTERNAZIONALE e MERCATI FINANZIARI CON ORDINAMENTO SECONDO DM 270/04 Coordinatore: Prof. Gaetano CARMECI Referente per le pratiche

Dettagli

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger

Monte Titoli. L evoluzione dei protocolli di comunicazione. Milano, 24 Settembre 2012. Andrea Zenesini IT Manger Monte Titoli L evoluzione dei protocolli di comunicazione Milano, 24 Settembre 2012 Andrea Zenesini IT Manger Evoluzione della connettività Perché l abbandono del protocollo LU6.2? Standard obsoleto Compatibilità

Dettagli

Dinamica negoziazioni su prodotti stranieri

Dinamica negoziazioni su prodotti stranieri Interactive Brokers presenta Dinamica negoziazioni su prodotti stranieri Alessandro Bartoli, Interactive Brokers Il webinar inizia alle 18:00 CET webinars@interactivebrokers.com www.ibkr.com/webinars Member

Dettagli

Ucits IV, evoluzione dei fondi ed evidenza sul mercato italiano

Ucits IV, evoluzione dei fondi ed evidenza sul mercato italiano Le nuove frontiere nella gestione dell'asset Allocation Ucits IV, evoluzione dei fondi ed evidenza sul mercato italiano Relatore: Dario Por8oli, CFA Fund Analyst Morningstar Italy UCITS IV, alcuni aspea

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015

Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015 Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015 Data/Ora Ricezione 26 Novembre 2015 20:30:38 MTA - Star Societa' : FIERA MILANO Identificativo Informazione Regolamentata : 66325 Nome utilizzatore : FIERAMILANON01

Dettagli

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO IN UK

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO IN UK TRASFERIMENTO TECNOLOGICO IN UK L ESEMPIO DI E-SYNERGY 2 Contenuto Parlerò: dei rischi legati all investimento in aziende start-up delle iniziative del governo britannico per diminuire questi rischi e

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU:

Testi del Syllabus. Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615. Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA. Anno regolamento: 2011 CFU: Testi del Syllabus Docente INNOCENTI ALESSANDRO Matricola: 004615 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 101507 - ECONOMIA APPLICATA Corso di studio: PE002 - SCIENZE POLITICHE Anno regolamento: 2011 CFU:

Dettagli

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 13 La diffusione del contagio (cap 3) Le cause della crisi (cap.3) La diffusione del contagio - 1 Un fallimento di 250 miliardi di dollari (i mutui

Dettagli

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 E UR OPEAN GLU PO TE N FREE EX BRESCIA 15-18 BRIXIA EXPO NOVEMBRE 2013 FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 th th IL PRIMO EXPO EUROPEO INTERAMENTE DEDICATO AI PRODOTTI E ALL ALIMENTAZIONE SENZA GLUTINE

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

È la nuova arma dell UE per combattere il digital divide.

È la nuova arma dell UE per combattere il digital divide. È la nuova arma dell UE per combattere il digital divide. ma quanti sono, ancora oggi, i cittadini italiani che non hanno accesso alla banda larga? Nella Granda? Tra un report e l altro l Agenda Digitale

Dettagli

Italian Journal Of Legal Medicine

Italian Journal Of Legal Medicine Versione On Line: ISSN 2281-8987 Italian Journal Of Legal Medicine Volume 1, Number 1. December 2012 Editore: Centro Medico Legale SRL - Sede Legale: Viale Brigata Bisagno 14/21 sc D 16121 GENOVA C.F./P.IVA/n.

Dettagli

Bilancio 2012 Financial Statements 2012

Bilancio 2012 Financial Statements 2012 Bilancio Financial Statements IT La struttura di Medici con l Africa CUAMM è giuridicamente integrata all interno della Fondazione Opera San Francesco Saverio. Il bilancio, pur essendo unico, si compone

Dettagli

Marie Claire Cantone Università degli Studi di Milano Associazione Italiana Radioprotezione

Marie Claire Cantone Università degli Studi di Milano Associazione Italiana Radioprotezione La comunicazione dei rischi da radiazioni naturali Marie Claire Cantone Università degli Studi di Milano Associazione Italiana Radioprotezione Comunicazione del rischio Comunicazione del rischio processo

Dettagli

Workshop sulla revisione della MiFID: Novità e impatti. Norton Rose Fulbright. Gianluigi Gugliotta

Workshop sulla revisione della MiFID: Novità e impatti. Norton Rose Fulbright. Gianluigi Gugliotta Workshop sulla revisione della MiFID: Novità e impatti Norton Rose Fulbright Gianluigi Gugliotta Milano, 11 giugno 2014 MiFID (2004/39/CE) PRINCIPALI OBIETTIVI Favorire ulteriormente l integrazione, la

Dettagli

Spett.le M/S CERAMICA SCARABEO Località Pian del Trullo Fabrica di Roma (VT)

Spett.le M/S CERAMICA SCARABEO Località Pian del Trullo Fabrica di Roma (VT) Spett.le M/S RAPPORTO DI PROVA del LABORATORIO TECNOLOGICO N 52a/08 in accordo con la norma UNI EN 14688 TECHNOLOGIAL LABORATORY TEST REPORT N 52a/08 In compliance with the norm UNI EN 14688 RICHIESTO

Dettagli

FLASH REPORT. Banking Union: come si devono preparare le banche italiane all Asset Quality Review? Quadro normativo. Ambito di applicazione

FLASH REPORT. Banking Union: come si devono preparare le banche italiane all Asset Quality Review? Quadro normativo. Ambito di applicazione FLASH REPORT Banking Union: come si devono preparare le banche italiane all Asset Quality Review? Novembre 2013 Quadro normativo Il Parlamento Europeo e il Consiglio Europeo hanno approvato il nuovo meccanismo

Dettagli

DA BASILEA 2 A BASILEA 3:

DA BASILEA 2 A BASILEA 3: DA BASILEA 2 A BASILEA 3: GLI EFFETTI SULLE BANCHE E SUL CREDITO MARCO GIORGINO ORDINARIO DI FINANZA, POLITECNICO DI MILANO MARCO.GIORGINO@POLIMI.IT Milano, 8 ottobre 2010 AGENDA Da Basilea 2 a Basilea

Dettagli

Unione bancaria: a che punto siamo?

Unione bancaria: a che punto siamo? Unione bancaria: a che punto siamo? Angelo Baglioni Intervento alla tavola rotonda: Crisi in Europa: la risposta dell Unione Europea e degli Stati membri SSEF - Milano, 9 dicembre 2013 UBE: building blocks

Dettagli

Il rapporto banca-impresa: l evoluzione dell interpretazione teorica

Il rapporto banca-impresa: l evoluzione dell interpretazione teorica Workshop di presentazione dell attività dei Laboratori di ricerca Università degli studi di Parma, 9 Marzo 2012 Il rapporto banca-impresa: l evoluzione dell interpretazione teorica Giuseppe Torluccio,

Dettagli

Corso di Politica economica L-Z (prof. G. Ferri): Lezione 23 TRASMISSIONE POLITICA MONETARIA IN DIVERSI SISTEMI FINANZIARI

Corso di Politica economica L-Z (prof. G. Ferri): Lezione 23 TRASMISSIONE POLITICA MONETARIA IN DIVERSI SISTEMI FINANZIARI Corso di Politica economica L-Z (prof. G. Ferri): Lezione 23 TRASMISSIONE POLITICA MONETARIA IN DIVERSI SISTEMI FINANZIARI Riprendendo il discorso del credit channel, un discorso a parte viene fatto con

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

FabLab Pisa. www.fablabpisa.org un hub per l innovazione e la pretotipazione. Gualtiero Fantoni

FabLab Pisa. www.fablabpisa.org un hub per l innovazione e la pretotipazione. Gualtiero Fantoni FabLab Pisa www.fablabpisa.org un hub per l innovazione e la pretotipazione Gualtiero Fantoni FabLab Pisa Il FabLab Pisa è un hub di persone e aziende animate dalla volontà di far funzionare le cose. La

Dettagli

Interactive Brokers. Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch.

Interactive Brokers. Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch. Interactive Brokers presenta: Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch webinars@interactivebrokers.com www.ibkr.com/webinars Member SIPC

Dettagli

Basilea 3, CRD4 e Banking Union

Basilea 3, CRD4 e Banking Union Basilea 3, CRD4 e Banking Union Dove siamo oggi, dove saremo domani? Rischio di Mercato: quali novità sul Trading Book I cambiamenti per le banche a Modello Interno Roma 4 Dicembre 2012 Rita Gnutti Head

Dettagli

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal Portale Materiali Grafiche Tamburini Documentazione utente italiano pag. 2 Grafiche Tamburini Materials Portal English user guide page 6 pag. 1 Introduzione Il Portale Materiali è il Sistema Web di Grafiche

Dettagli

L Unione Bancaria Europea vista da Londra

L Unione Bancaria Europea vista da Londra L Unione Bancaria Europea vista da Londra 3 luglio 2013 Andrea Enria, Chairperson of the European Banking Authority 2013 EBA European Banking Authority 1. La necessità di riparare l architettura istituzionale

Dettagli

Responsabilità Sociale d Impresa e Scelte dei Mercati Finanziari

Responsabilità Sociale d Impresa e Scelte dei Mercati Finanziari Responsabilità Sociale d Impresa e Scelte dei Mercati Finanziari Dipartimento di Economia e Finanza - DEF Università degli Studi di Roma Tor Vergata Finanza sostenibile, fondi etici e attività di engagement

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

Guida all immatricolazione online

Guida all immatricolazione online Dottorati di Ricerca Guida all immatricolazione online (English version at the end) 1. Effettuare il login inserendo nome utente e password, quindi fare click a sinistra sulla voce Immatricolazione. A

Dettagli

Milano, 23 dicembre 2011 Si comunica che il Consiglio di Amministrazione di Fondiaria - SAI

Milano, 23 dicembre 2011 Si comunica che il Consiglio di Amministrazione di Fondiaria - SAI COMUNICATO STAMPA FONDIARIA - SAI S.P.A.: AUMENTO DI CAPITALE Milano, 23 dicembre 2011 Si comunica che il Consiglio di Amministrazione di Fondiaria - SAI S.p.A. (la Società ), riunitosi in data odierna,

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

RISULTATI COMPREHENSIVE ASSESSMENT

RISULTATI COMPREHENSIVE ASSESSMENT PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA RISULTATI COMPREHENSIVE ASSESSMENT Positivo risultato dell AQR considerando le misure di patrimonializzazione già realizzate, pari a complessivi 1.021,2 milioni (aumento

Dettagli

Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma

Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma Www.ebitda.it Facebook:Ebitda Twitter: Ebitda Discussion Paper Italian Derivatives Raffaele Mazzeo & Antonio Digiamma Numero 10 Marzo 2014 Analysis methodology The fair value recognition of derivative

Dettagli

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY Il presente documento viene diffuso attraverso il sito del

Dettagli

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION A P R E AGENZIA P E R L A PROMOZIONE D E L L A RICERCA EUROPEA DESTINAZIONE EUROPA BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION Di Angelo D Agostino con la collaborazione

Dettagli

Tribunale civile e penale di Busto Arsizio Sezione fallimentare Largo Gaetano Giardino, 4 21052 Busto Arsizio (VA)

Tribunale civile e penale di Busto Arsizio Sezione fallimentare Largo Gaetano Giardino, 4 21052 Busto Arsizio (VA) Tribunale civile e penale di Busto Arsizio Sezione fallimentare Largo Gaetano Giardino, 4 21052 Busto Arsizio (VA) Riservato al Tribunale Procedura di amministrazione straordinaria Volare Group S.p.A.

Dettagli

Finlabo Market Update (17/12/2014)

Finlabo Market Update (17/12/2014) Finlabo Market Update (17/12/2014) 1 STOXX600 Europe Lo STOXX600 si è portato su un importante livello rappresentato dalla trend-line dinamica. Crediamo che da questi livelli possa partire un rimbalzo

Dettagli

Relazioni triennali attività scientifica ricercatori universitari - art. 33 DPR 382/80. Dott.ssa Sara Biagini. Dott.

Relazioni triennali attività scientifica ricercatori universitari - art. 33 DPR 382/80. Dott.ssa Sara Biagini. Dott. Relazioni triennali attività scientifica ricercatori universitari - art. 33 DPR 382/80 Dott.ssa Sara Biagini Dott.ssa Elena Bruno Relazione triennale, ottobre 2011 - ottobre 2014 dott.ssa Sara Biagini

Dettagli

1. Gruppo Santander 2. Santander Consumer Finance 3. Santander Consumer Bank Italia 4. Entrare nel Gruppo Santander

1. Gruppo Santander 2. Santander Consumer Finance 3. Santander Consumer Bank Italia 4. Entrare nel Gruppo Santander 1. Gruppo Santander 2. Santander Consumer Finance 3. Santander Consumer Bank Italia 4. Entrare nel Gruppo Santander GRUPPO SANTANDER Il Gruppo é tra i 10 maggiori gruppi bancari al mondo, ed il 1 in quanto

Dettagli

RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA

RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA PRICEWATERHOUSECOOPERS S.P.A. [QUESTA PAGINA È STATA LASCIATA INTENZIONALMENTE

Dettagli

NEWS LETTER INFORMATIVA DEI KIT MODULBOX XTS EMBEDDED

NEWS LETTER INFORMATIVA DEI KIT MODULBOX XTS EMBEDDED NEWS LETTER INFORMATIVA DEI KIT MODULBOX XTS EMBEDDED Elenco delle revisioni per kit/list of changes for kits: KIT 4M XTS RASPBERRY PI Prima versione scarichi realizzati da CNC con due torrette First version

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

Amministrazione Digitale La rete nazionale dei pagamenti elettronici come opportunità di cambiamento per le P.A.

Amministrazione Digitale La rete nazionale dei pagamenti elettronici come opportunità di cambiamento per le P.A. Amministrazione Digitale La rete nazionale dei pagamenti elettronici come opportunità di cambiamento per le P.A. Salerno, 18 giugno 2014 Palazzo di Città, Salone dei Marmi Domenico Gammaldi Banca d Italia

Dettagli

SEGATO ANGELA. Progettazione, costruzioni stampi per lamiera Stampaggio metalli a freddo conto terzi

SEGATO ANGELA. Progettazione, costruzioni stampi per lamiera Stampaggio metalli a freddo conto terzi SEGATO ANGELA Progettazione, costruzioni stampi per lamiera Stampaggio metalli a freddo conto terzi Designing and manufacturing dies for sheet metal and metal forming for third parties. Segato Angela,

Dettagli

WORKSHOP INTERASSOCIATIVO. EFOMP Malaga Declaration: quale possibile applicazione in Italia? Danilo Aragno daragno@scamilloforlanini.rm.

WORKSHOP INTERASSOCIATIVO. EFOMP Malaga Declaration: quale possibile applicazione in Italia? Danilo Aragno daragno@scamilloforlanini.rm. WORKSHOP INTERASSOCIATIVO La dimensione etica della professione nella radioprotezione e nella fisica medica 19 Giugno 2015 Università degli Studi Sapienza Roma EFOMP Malaga Declaration: quale possibile

Dettagli

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.18306 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : IVS GROUP Oggetto : CHIUSURA ANTICIPATA PERIODO DI DISTRIBUZIONE DEL PRESTITO "IVS

Dettagli

Il cloud computing, inquadramenti giuridici e differenze di approccio contrattuale

Il cloud computing, inquadramenti giuridici e differenze di approccio contrattuale Il Cloud Computing - I diversi approcci contrattuali e nuove definizioni in ambito privacy 17 gennaio 2012 Milano Avv. Alessandro Mantelero Ricercatore Politecnico di Torino IV Facoltà Cloud computing:

Dettagli

Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa

Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa Il Progetto ECCE Un esperienza locale ed europea tra Università e Impresa Giornata Erasmus 2011 Monitoraggio del rapporto Università e Impresa Roma, 17 febbraio 2011 This project has been funded with support

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli