Istruzioni per l uso e la manutenzione di motori per atmosfere potenzialmente esplosive Serie PE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istruzioni per l uso e la manutenzione di motori per atmosfere potenzialmente esplosive Serie PE"

Transcript

1 ELECTRO ADDA S.p.A COSTRUZIONI ELETTROMECCANICHE BEVERATE di BRIVIO (LECCO) ITALY Via Nazionale, 8 Tel. 039 / Fax 039 / Istruzioni per l uso e la manutenzione di motori per atmosfere potenzialmente esplosive Serie PE Rev. 02 Beverate,

2 1. Informazioni generali Nota Le presenti istruzioni garantiscono la sicurezza e la correttezza dell installazione, del funzionamento e della manutenzione dei motori antideflagranti serie PE. Tutto il personale addetto al funzionamento ed alla manutenzione del motore deve essere a conoscenza di tali istruzioni. La loro inosservanza fa decadere la relativa garanzia. Avvertenza I motori per aree pericolose sono progettati per soddisfare i requisiti delle normative relative agli ambienti con pericolo di esplosione. Se tali motori vengono usati in modo improprio, la loro sicurezza ed affidabilità può essere compromessa. Attenersi alle norme relative ai collegamenti ed all uso di apparecchiature elettriche in aree pericolose EN Solamente personale esperto e con conoscenza di tali normative è autorizzato ad operare su tali apparecchiature. Conformità Tutti i motori ELECTRO ADDA sono conformi alla Direttiva ATEX 94/9/CE. I motori sono conformi alle seguenti normative europee per motori utilizzati in aree pericolose: EN 50014: Costruzioni elettriche per atmosfere potenzialmente esplosive-regole generali. EN 50018: Costruzioni elettriche per atmosfere potenzialmente esplosive-custodie a prova di esplosione d I motori ELECTRO ADDA serie PE hanno modo di protezione EEx d, categoria 2G gruppo IIB classe di temperatura (temperatura massima superficiale) T3, T4, T5 grado di protezione IP55. Definizioni Atmosfera potenzialmente esplosiva E un atmosfera suscettibile di trasformarsi in atmosfera esplosiva a causa delle condizioni locali e/o operative. La direttiva ATEX si applica ai prodotti destinati a questi ambienti. Modo di protezione EEx d La costruzione elettrica è dotata di custodia tale da: Resistere alla pressione originata da un esplosione interna di una miscela esplosiva. Impedire la trasmissione dell esplosione all atmosfera esterna alla custodia. Mantenere la temperatura massima superficiale esterna entro i limiti imposti dalla classe di temperatura prevista. Gruppo II Categoria 2G I Motori appartenenti al Gruppo II Categoria 2G sono idonei per impianti di superficie con presenza di gas, vapori e nebbie, nonché per installazioni per la Zona 1 e con ridondanza per la Zona 2. 2

3 Temperatura massima superficiale E la max temperatura raggiunta in servizio nelle condizioni funzionali più sfavorevoli sulle superfici della costruzione elettrica. Per le costruzioni appartenenti alla categoria 2G si ha la seguente classificazione in base a prefissate classi di temperatura: Classe di temperatura T1 T2 T3 T4 T5 T6 Massima temperatura superficiale [ C] Per i motori con modo di protezione EEx d deve risultare che la più bassa delle temperature di innesco dei gas presenti nell ambiente circostante, deve essere più elevata della max temperatura superficiale raggiungibile dall apparecchiatura stessa. 3

4 2. Installazione Controllo al ricevimento Il motore esce dalla fabbrica dopo controlli di qualità eseguiti durante il ciclo di produzione, ed un collaudo finale per accertarne la corrispondenza alle specifiche di progetto, già pronto per l installazione. Al momento della ricezione si raccomanda di esaminare il motore per verificare che non abbia subito danni durante il trasporto. Se si dovessero riscontrare danni, contestarli subito allo spedizioniere. Se il motore non viene posto immediatamente in servizio, dovrà essere immagazzinato in un luogo coperto, pulito, privo di umidità e vibrazioni. Far girare a mano l albero per verificare che ruoti liberamente dopo un lungo stoccaggio. Non superare i valori di carico ammessi per i cuscinetti e riportati sui cataloghi dei prodotti. Messa in servizio Installare il motore in un locale ben ventilato, evitando che le vicinanze di pareti o di altre macchine impedisca la ventilazione. Prevedere la possibilità di ispezioni e manutenzioni durante il funzionamento. La fondazione del motore deve essere piana, robusta in modo da assorbire le vibrazioni, sufficientemente rigida da mantenere l allineamento. Allineamento Il motore deve essere sempre ben allineato, soprattutto se accoppiato direttamente alla macchina condotta. In caso di vibrazioni o guasto ai cuscinetti, controllare immediatamente l allineamento che potrebbe essere disassato. Accoppiamenti La trasmissione di potenza alla macchina operatrice può avvenire con accoppiamento diretto o con cinghie di trasmissione. Nel caso di accoppiamento diretto si deve usare un giunto elastico od un giunto flessibile, che eviti la trasmissione di eventuali spinte assiali ai cuscinetti. Nel caso di accoppiamento con cinghie di trasmissione installare il motore con l albero parallelo a quello della macchina condotta e su tendi-cinghia, per poter regolare la tensione delle cinghie stesse. Tenere ben presente che una tensione eccessiva riduce la durata prevista dei cuscinetti e nei casi più gravi può provocare la rottura dell albero. Equilibratura e montaggio di semi-giunti e pulegge Salvo diverse indicazioni, il rotore è equilibrato dinamicamente con mezza chiavetta nell estremo libero dell albero secondo la norma EN con grado di vibrazione normale (N) in esecuzione standard. Altezza d asse Valori efficaci massimi della velocità di vibrazione [mm/s] a giri/min A richiesta possono essere forniti motori con vibrazioni di grado ridotto (R) e speciale (S). 4

5 Bilanciare accuratamente l organo di trasmissione con mezza chiavetta prima del montaggio. Il montaggio degli accoppiamenti e delle pulegge deve essere fatto con particolari precauzioni al fine di evitare urti che possano danneggiare i cuscinetti. Collegamento a terra: su carcassa ed interno alla scatola morsetti Il morsetto di terra posto sulla carcassa e quello interno alla scatola morsetti, deve essere collegato al sistema di terra con cavo in accordo alla tabella 3 della Normativa EN Per il particolare del morsetto di terra e per le filettature adottate, fare riferimento alla figura ed alla tabella seguente: M5 M6 M Senso di rotazione I motori serie PE possono funzionare indifferentemente nei due sensi di rotazione. Se si collega la rete ai morsetti U1 V1 W1 e se la sequenza di fase della rete è 1, 2,3 il motore girerà in senso orario guardando dal lato accoppiamento. Si può invertire il senso di rotazione scambiando tra loro due qualsiasi dei tre conduttori di fase collegati al motore. I cavi di collegamento tra il motore e la rete devono soddisfare i requisiti indicati dalle normative locali per l installazione od essere in accordo alle EN , in base al valore di corrente nominale indicato sulla targhetta del motore. I motori sono destinati solo ad installazioni fisse. Assicurarsi che vengano utilizzati solo pressacavi omologati per motori a prova di esplosione. Il modo di protezione dei pressacavi deve essere la stessa dei motori, cioè EEx d. 5

6 Collegamento degli ausiliari Accessori Gli accessori utilizzati per l'ingresso dei cavi nella scatola morsettiera devono essere certificati secondo la direttiva ATEX 94/9/CE in accordo alle norme EN e EN si possono utilizzare sia giunti di bloccaggio che pressacavi direttamente connessi alla custodia o tramite niplo accoppiati con filettatura conica UNI conformemente alla norma impianti EN60079/14, da cui far eventualmente passare i cavi multipolari per l utilizzo degli ausiliari, sempre rispettando la prescrizione sulla temperatura riportata in targa. Protezioni termiche I motori possono essere equipaggiati con le seguenti protezioni termiche: Protettori bimetallici Termistori PTC Termoresistenze PT100 Prima di effettuare il collegamento del motore controllare il tipo di protezione. La temperatura di intervento delle protezioni è definita in base alla classe di temperatura superficiale ammessa dal motore. Scaldiglie anticondensa Per motori funzionanti in ambienti ad alta umidità e con forti escursioni termiche, è possibile l applicazione di scaldiglie anticondensa. Viene prevista la loro alimentazione all interruzione dell alimentazione del motore, generando un riscaldamento che previene la formazione di condensa interna. Le resistenze anticondensa, se esistenti, devono essere preferibilmente alimentate. Nella tabella seguente sono indicate le potenze delle resistenze anticondensa in funzione delle taglie dei motori della serie PE, alla tensione di alimentazione di 230 V monofase. Altezza d asse Potenza (W)

7 Motori azionati da convertitori di frequenza I motori della serie PE azionati da convertitore di frequenza devono essere provvisti di protezioni termiche passive (termistori PTC o PT100) il cui segnale deve poter essere elaborato dal convertitore o dal sistema di supervisione. Il manutentore è tenuto a verificare i limiti di temperatura per i quali è necessario impostare, all atto dell installazione, le apparecchiature di intervento per il blocco dell alimentazione in caso di necessità; tali limiti sono riportati nella nota tecnica integrativa relativa al funzionamento dei motori della serie PE azionati da convertitore di frequenza. In caso di blocco, Il ripristino dell alimentazione da parte del manutentore, non deve essere automatico, ma va effettuato dopo aver riscontrato l eventuale origine dell anomalia (elettrica o meccanica) di tale evento ed aver accertato che non ci siano controindicazioni al riavvio del motore stesso. 7

8 Avviamento I motori asincroni trifase con rotore a gabbia possono, nella maggioranza dei casi, essere messi in esercizio con avviamento diretto (DOL), verificando l impianto in relazione alla corrente assorbita allo spunto. L avviamento stella-triangolo si deve impiegare quando si richiedono coppie e correnti di spunto molto basse, dell ordine del 25% - 30% dei valori che si hanno con l inserzione diretta. La coppia resistente durante l avviamento deve essere sufficientemente minore della coppia motrice. La commutazione da stella a triangolo deve avvenire in prossimità della velocità nominale. Non verificandosi queste condizioni l avviamento può essere effettuato riducendo la tensione ai morsetti del motore mediante trasformatore, resistenze o reattanze statoriche. In questo modo si può avere una riduzione della curva di corrente linearmente con la tensione. In caso di avviamento tramite Soft-Starter consultare ELECTRO ADDA. E responsabilità dell impiantista stabilire l idoneità del motore ad essere utilizzato in un determinato impianto, dopo avere analizzato le caratteristiche di pericolo esistenti nell area di installazione, nel rispetto delle vigenti disposizioni legislative e di quelle emesse ai fini della sicurezza. Prima di alimentare il motore è indispensabile verificare le seguenti caratteristiche: 1. Tensione e frequenza di linea corrispondenti a quelle di targa 2. Potenza del motore adeguata a quella richiesta dalla macchina accoppiata 3. Protezioni elettriche contro gli effetti dei corto circuiti e dei sovraccarichi opportunamente dimensionate per la corrente di corto circuito e di targa 4. Per il collegamento elettrico rispettare le norme di sicurezza vigenti e gli schemi di collegamento forniti con il motore (vedi schema allegato N 1) 5. I cavi elettrici di collegamento devono rispettare l indicazione riportata in targa relativamente alla temperatura max di esercizio, che in ogni caso non dovrà superare i 90 C. 6. La resistenza di isolamento dell avvolgimento dovrà essere superiore a 10 Mohm a 25 C, valore misurato con un Megger da 500 Vcc. Se non si riscontra tale valore significa che l avvolgimento è umido ed occorrerà pertanto farlo essiccare da una Ditta specializzata. AVVERTENZA Prima di intervenire sul motore o sulla macchina accoppiata, scollegarli e seguire le procedure per impedire l accesso a terzi. Assicurarsi che non ci sia presenza di gas esplosivi durante il controllo della resistenza d isolamento. AVVERTENZA Gli avvolgimenti devono essere scaricati immediatamente dopo la misurazione per evitare rischi di shock elettrici. Si noti che i motori sono certificati e classificati secondo il loro gruppo di appartenenza, determinato dal gas presente nell ambiente circostante e dall indicazione della temperatura calcolata come funzione di una temperatura ambiente di 40 C. Se il motore deve essere installato in una ambiente con temperatura superiore a 40 C, consultare ELECTRO ADDA per informazioni sui dati nominali e le prestazioni tecniche del motore in tale ambiente. 8

9 La temperatura ambiente non deve essere inferiore a -20 C. Se si prevedono temperature inferiori, consultare ELECTRO ADDA. 3. Manutenzione AVVERTENZA La manutenzione dei motori della serie PE deve essere eseguita da personale qualificato ed espressamente autorizzato da ELECTRO ADDA S.p.A.. Devono essere prese in considerazione tutte le normative relative al collegamento e all uso di apparecchiature elettriche in aree pericolose. Solo personale qualificato e perfettamente a conoscenza di tali normative è autorizzato ad operare su questo tipo di apparecchiature. In base al tipo di intervento, scollegare ed operare con la massima cautela sul motore e sulla macchina accoppiata. Assicurarsi che durante tali operazioni non siano presenti né gas né polveri esplosive. Ispezione generale 1. Ispezionare il motore ad intervalli regolari. La regolarità dei controlli dipende dal livello di umidità presente nell ambiente e dalle specifiche condizioni climatiche e, determinata inizialmente in modo sperimentale, deve essere poi rispettata con estrema precisione. 2. Mantenere il motore pulito ed assicurare una buona ventilazione. Se il motore è utilizzato in un ambiente polveroso, il sistema di ventilazione deve essere regolarmente pulito e controllato. 3. Controllare le condizioni delle tenute d albero (es. anello V o tenuta radiale) e se necessario sostituirle. 4.Controllare le condizioni dei collegamenti e dei bulloni di fissaggio e fondazione. 5.Controllare le condizioni dei cuscinetti prestando attenzione ai rumori anomali, alle vibrazioni, alla temperatura. Quando si rilevano segni di usura, smontare il motore, controllarne le parti ed effettuare le necessarie sostituzioni. Sui motori dovranno essere montati solo cuscinetti identici a quelli forniti originariamente. Contemporaneamente alla sostituzione del cuscinetto dovranno essere sostituite le tenute d albero che dovranno avere la stessa qualità e le stesse caratteristiche di quelle originali. Lubrificazione Cuscinetti lubrificati a vita I motori della serie PE hanno cuscinetti stagni tipo 2RS lubrificati a vita, e quindi se utilizzati correttamente non richiedono interventi di lubrificazione. Per i tipi di cuscinetti installati e per la loro durata si rimanda alla tabella allegata N 2. In caso di sostituzione, i cuscinetti devono essere rimossi con l uso di estrattori e montati a caldo o con l utilizzo di strumenti adatti. 9

10 AVVERTENZA La temperatura massima di esercizio del grasso e dei cuscinetti non deve essere superata. 4. Smontaggio e rimontaggio del motore Tutte le operazioni vanno eseguite adottando le norme antinfortunistiche e rispettando scrupolosamente le avvertenze sulla sicurezza. Prima di procedere allo smontaggio il motore deve essere sezionato dalla rete di alimentazione, staccando i cavi di alimentazione e eventualmente quelli degli ausiliari. Togliere la calotta copriventola e la ventola di raffreddamento, smontare gli scudi avendo cura di non danneggiare gli avvolgimenti statorici. Prestare particolare attenzione al fine di non rovinare i giunti di laminazione. La revisione e la riparazione deve essere affidata a personale esperto che garantisca il ripristino delle condizioni originali del motore. Qualsiasi operazione deve essere eseguita dal costruttore o da una officina espressamente qualificata ed autorizzata da ELECTRO ADDA S.p.A. ad operare su motori marchiati Ex. Seguire le istruzioni indicate nella normativa IEC inerenti allo smontaggio e rimontaggio dei motori elettrici. Ricambi Per le parti di ricambio vedi schema allegato N 3. 10

11 Schemi allegati N 1: collegamento Triangolo/Stella motori ad una velocità Schemi allegati N 1: collegamento unico avvolgimento motori a doppia velocità Schemi allegati N 1: collegamento unico avvolgimento motori a doppia velocità 11

12 Schemi allegati N 1: collegamento doppio avvolgimento motori a due velocità 12

13 Tabella allegata N 2: cuscinetti tipo 2RS 13

14 Tabella allegata N 3: parti di ricambio per motori della serie PE dal tipo 71 al

MOTORI ELETTRICI ASINCRONI TRIFASE E MONOFASE LIBRETTO DI USO E MANUTENZIONE

MOTORI ELETTRICI ASINCRONI TRIFASE E MONOFASE LIBRETTO DI USO E MANUTENZIONE MORATTO S.R.L. Electrical Machinery I 31030 PERO DI BREDA (Treviso) Italy Via A Volta, 2 Tel. +390422904032 fax +39042290363 www. moratto.it - moratto@moratto.it MOTORI ELETTRICI ASINCRONI TRIFASE E MONOFASE

Dettagli

PRESCRIZIONI SULLA SICUREZZA USO E MANUTENZIONE DEL PRODOTTO

PRESCRIZIONI SULLA SICUREZZA USO E MANUTENZIONE DEL PRODOTTO ISTRUZIONI DI SERVIZIO PRESCRIZIONI SULLA SICUREZZA USO E MANUTENZIONE DEL PRODOTTO 12/2001-1 - Indicazioni sulle misure di sicurezza ed istruzioni speciali per i motori trifase, motori autofrenanti, motori

Dettagli

ISTRUZIONI DI SICUREZZA. euromotori. Manuale istruzioni di sicurezza per motori serie LEN

ISTRUZIONI DI SICUREZZA. euromotori. Manuale istruzioni di sicurezza per motori serie LEN Pag. 1/6 Motori asincroni SERIE LEN 80, 90, 100, 112, 132, 160, 180, 200, 225, 250, 280, 315, 355 In esecuzione adatta al funzionamento in presenza di polveri combustibili anche elettricamente conduttrici.

Dettagli

ISTRUZIONI DI SICUREZZA. euromotori. Manuale istruzioni di sicurezza per motori serie LEX

ISTRUZIONI DI SICUREZZA. euromotori. Manuale istruzioni di sicurezza per motori serie LEX Pag. 1/7 Motori asincroni SERIE LEX 80, 90, 100, 112, 132, 160, 180, 200, 225, 250, 280, 315, 355 In esecuzione adatta al funzionamento in presenza di: gas, vapori, nebbie infiammabili (II 3G) polveri

Dettagli

MT MOTORI ELETTRICI. Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione e sicurezza per motori destinati a operare in aree pericolose

MT MOTORI ELETTRICI. Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione e sicurezza per motori destinati a operare in aree pericolose MT MOTORI ELETTRICI Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione e sicurezza per motori destinati a operare in aree pericolose 1-II-2G 21-II-2D INDICE 1. Introduzione 2. Ambito di applicazione

Dettagli

Istruzioni d uso e di montaggio

Istruzioni d uso e di montaggio Edizione 04.06 Istruzioni d uso e di montaggio Freno a molla FDW Classe di protezione IP 65 - modello protetto contro la polvere zona 22, categoria 3D, T 125 C (polvere non conduttiva) Leggere attentamente

Dettagli

Servomotore Brushless Serie-Y

Servomotore Brushless Serie-Y Istruzioni per l installazione Servomotore Brushless Serie-Y (Numero Catalogo Y-1002-1, Y-1002-2, Y-1003-1, Y-1003-2, Y-2006-1, Y-2006-2, Y-2012-1, Y-2012-2, e Y-3023-2) Queste istruzioni d installazione

Dettagli

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 AVVERTENZE TECNICHE DI SICUREZZA SULL' ASSISTENZA MANUTENTIVA Questo Manuale d'uso

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

MANUALE D USO PER TRASFORMATORI DI TENSIONE PER MISURA IN MEDIA TENSIONE

MANUALE D USO PER TRASFORMATORI DI TENSIONE PER MISURA IN MEDIA TENSIONE MANUALE D USO PER TRASFORMATORI DI PER MISURA IN MEDIA F.T.M. S.r.l. Fabbrica trasformatori di misura Via Po, 3 20090 Opera MI - Italia Tel : +39 (0)2 576814 Fax : +39 (0)2 57605296 E-mail: info@ftmsrl.it

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT

Ventilatori a canale. Istruzioni di installazione. per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase I212/06/02/1 IT Ventilatori a canale Gruppo articoli 1.60 Istruzioni di installazione per ventilatori a canale nelle esecuzioni con motore monofase e trifase Conservare con cura per l utilizzo futuro! I212/06/02/1 IT

Dettagli

Motori in bassa tensione per atmosfere esplosive Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione e sicurezza

Motori in bassa tensione per atmosfere esplosive Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione e sicurezza Motori in bassa tensione per atmosfere esplosive Manuale di installazione, funzionamento, manutenzione e sicurezza Altre lingue consultare il sito Web www.abb.com/motors&generators > Motors > Document

Dettagli

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza.

OM3 - EPI 2 Modulo Interfaccia Locale Manuale di istruzione e manutenzione. Importante. Importante. Avvertenza. Avvertenza. Avvertenza. KEYSTONE Il presente manuale è parte integrante del Manuale di istruzioni e funzionamento dell attuatore EPI 2 base (riferimento documento EBPRM-0091-IT). Indice 1 Modulo Opzionale OM3: Modulo Interfaccia

Dettagli

Low Voltage Motors for Hazardous Areas

Low Voltage Motors for Hazardous Areas Low Voltage Motors for Hazardous Areas Manual Installation, operation, maintenance and safety manual... EN 3 Montage-, Betriebs-, Wartungs- und Sicherheitsanleitung... DE 21 Manuel d installation, d exploitation,

Dettagli

Installazione Sistema Ibrido Beta Marine

Installazione Sistema Ibrido Beta Marine Installazione Sistema Ibrido Beta Marine Foto 1 L installazione di un sistema ibrido è ragionevolmente semplice. Seguendo le indicazioni date in questo manuale non si dovrebbero incontrare particolari

Dettagli

RU - STEEL I T A L I A

RU - STEEL I T A L I A GIUNTI LAMELLARI FLESSIBILI RU-STEEL Allegato ATEX 95 Indice: 1 Scelta del Giunto 2 Montaggio e allineamento 3 Controllo allineamento simultaneo 4 Protezione del Giunto 5 Intervalli di controllo 6 Disfunzioni

Dettagli

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE PRODOTTI

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE PRODOTTI Rev. 00 del 04/10/2013 LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE PRODOTTI La LGB s.r.l. Vi ringrazia per l acquisto dei propri prodotti. Per un uso sicuro, efficace, efficiente e corretto del Vostro prodotto LGB s.r.l.,

Dettagli

Pedaliera. Automazione industriale

Pedaliera. Automazione industriale 6200 Pedaliera La pedaliera 6200 è un apparecchio economico utilizzato per il comando di qualsiasi macchina operatrice industriale. Essendo un comando ausiliario, interviene sul motore della macchina attraverso

Dettagli

2.3.1 Condizioni ambientali

2.3.1 Condizioni ambientali 2.3 impianti elettrici delle macchine CEI EN 60204-1 /06 L impianto elettrico delle macchine riveste, ai fini della sicurezza, un importanza rilevante. Al momento dell acquisto della macchina o in caso

Dettagli

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando

Potenziometro per montaggio nel quadro di comando Potenziometro per montaggio nel 8455 Istruzioni per l uso Additional languages www.stahl-ex.com Dati generali Indice 1 Dati generali...2 1.1 Costruttore...2 1.2 Informazioni relative alle istruzioni per

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14

Istruzioni per l'uso. Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14 Istruzioni per l'uso Presa da muro / presa volante > 8575/13 > 8575/14 Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 3 Avvertenze per la sicurezza...3 4 Conformità alle norme...3 5 Funzione...4 6 Dati

Dettagli

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/5 MANUALE ISTRUZIONI sensori MAGNETICI per strumenti serie 2000

OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/5 MANUALE ISTRUZIONI sensori MAGNETICI per strumenti serie 2000 OFFICINE OROBICHE S.p.A. 1/5 MANUALE ISTRUZIONI sensori MAGNETICI per strumenti serie 2000 1. DESCRIZIONE STRUMENTO Gli interruttori magnetici sono utilizzati per essere montati sui lati esterni degli

Dettagli

DATI TECNICI (vedi anche Figura 1 e Figura 2)

DATI TECNICI (vedi anche Figura 1 e Figura 2) Applicazione: Riscaldamento dellêaria e dei Gas Figura 1: Schema tipico di una batteria riscaldante a canale CARATTERISTICHE GENERALI Le batterie elettriche riscaldanti sono state concepite per soddisfare

Dettagli

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!

Ventilatori a tetto. Istruzioni di installazione. per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante! Ventilatori a tetto Gruppo articoli 1.60 I161/04/04/0.2 IT Istruzioni di installazione per ventilatori aria a nelle esecuzioni monofase e trifase (non per l esecuzione antideflagrante!) Conservare con

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

catalogo generale italiano

catalogo generale italiano catalogo generale italiano motori elettrici magazzino mq 5120 1 magazzino 2 mq 730 IL PIU GRANDE magazzino just in time in europa UN GRANDE GRUPPO INDUSTRIALE CHE CREA VALORE 3 IL PIU GRANDE MAGAZZINO

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

SENSORE DI TEMPERATURA Tipo ETEX

SENSORE DI TEMPERATURA Tipo ETEX SENSORE DI TEMPERATURA Tipo ETEX Manuale delle istruzioni di sicurezza La riproduzione parziale o totale di questo documento è proibita. Per ottenere copia di tale documento si prega di contattare ETEA

Dettagli

REQUISITI ESSENZIALI DI SICUREZZA DEL MOTORE ELETTRICO

REQUISITI ESSENZIALI DI SICUREZZA DEL MOTORE ELETTRICO REQUISITI ESSENZIALI DI SICUREZZA DEL MOTORE ELETTRICO PRINCIPI GENERALI VALUTAZIONE DEI RISCHI La OME srl dichiara che è stata effettuata una valutazione dei rischi per stabilire i requisiti di sicurezza

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Procedura di Analisi del Guasto

Procedura di Analisi del Guasto Procedura di Analisi del Guasto Circolatori Elettronici (ETC, EFC, EFCG) 1) Applicazioni del circolatore Circolazione d'acqua in impianti di riscaldamento, condizionamento e refrigerazione Movimentazione

Dettagli

L avviamento dei motori asincroni

L avviamento dei motori asincroni L avviamento dei motori asincroni Un problema rilevante è quello dell avviamento dei motori. Nei motori asincroni infatti, durante l avviamento, circolano nel motore correnti notevoli sia perché la resistenza

Dettagli

Installation, operation and maintenance manual

Installation, operation and maintenance manual Inveruno (Mi) - Italy - +39 02 97288320 Installation, operation and maintenance manual (Leggere accuratamente questo manuale prima dell uso) FELM srl Motors Contenuto 1.Note per la sicurezza 2.Precauzioni

Dettagli

Motori asincroni monofase

Motori asincroni monofase Motori asincroni monofase Pubblicato il: 30/07/2003 Aggiornato al: 30/07/2003 di Massimo Barezzi I motori asincroni monofase possono essere utilizzati nelle più svariate applicazioni, in particolare nell'ambito

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

MT MOTORI ELETTRICI. Manuale di installazione, funzionamento e manutenzione per motori elettrici a bassa tensione

MT MOTORI ELETTRICI. Manuale di installazione, funzionamento e manutenzione per motori elettrici a bassa tensione MT MOTORI ELETTRICI Manuale di installazione, funzionamento e manutenzione per motori elettrici a bassa tensione INDICE I. Introduzione: ambito d uso; avvertenze per la sicurezza; ricezione e immagazzinamento;

Dettagli

DVG-H / DVG-V. F200, F300, F400 EN 12101-3 (400 c, 120 min) MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE

DVG-H / DVG-V. F200, F300, F400 EN 12101-3 (400 c, 120 min) MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE DVG-H / DVG-V F200, F300, F400 EN 12101-3 (400 c, 120 min) DVG-H/F400 DVG-V/F400 MANUALE DI INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE Indice 1 Applicazioni... 3 2 Descrizione tecnica... 3 3 Trasporto e immagazzinamento...

Dettagli

WiCOS L-6. WiCOS Charger. Istruzioni brevi. Am Labor 1, 30900 Wedemark, Germany Publ. 10/09 www.sennheiser.com 535385/A01

WiCOS L-6. WiCOS Charger. Istruzioni brevi. Am Labor 1, 30900 Wedemark, Germany Publ. 10/09 www.sennheiser.com 535385/A01 Istruzioni brevi WiCOS Charger WiCOS L-6 Le istruzioni per l uso dettagliate del sistema per conferenze WiCOS completo sono disponibili: in Internet all indirizzo www.sennheiser.com oppure sul CD-ROM in

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE 1) CARATTERISTICHE GENERALI pag. 1 2) ATTENZIONE pag. 1 3) DATI TECNICI pag. 1 4) INSTALLAZIONE pag. 2 5) COLLEGAMENTI

Dettagli

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso

VAREOSOFT SAG-6 VAREOSOFT SAG-6S. Soft Starter per ascensori idraulici. Istruzioni d uso S Soft Starter per ascensori idraulici REO ITALIA S.R.L. ANL_IT Via Treponti, 9 01/00 I-508 Rezzato (BS) Tel. (030) 793883 Fax (030) 9000 http://www.reoitalia.it email: info@reoitalia.it Istruzioni tecniche

Dettagli

Monitor automatico Spiratec R16C per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore

Monitor automatico Spiratec R16C per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore ...0 IM-P0- MI Ed. IT - 00 Monitor automatico Spiratec RC per scaricatore di condensa Istruzioni per l'operatore RC 0. Introduzione. Descrizione. Descrizione della tastiera. Funzionamento normale. Modo

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

MOTORI ELETTRICI MOTORI ASINCRONI TRIFASE

MOTORI ELETTRICI MOTORI ASINCRONI TRIFASE MOTORI ELETTRICI MOTORI ASINCRONI TRIFASE I motori elettrici più utilizzati sono quelli asincroni trifasi a gabbia di scoiattolo. Possono avere forme e dimensioni differenti a seconda della potenza, della

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 1. Gruppi utente Mansione Operatore Personale specializzato ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 Uso, controllo visivo Montaggio, smontaggio, riparazione, manutenzione

Dettagli

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic Pag. 1 di 6 Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic CEE 0426 DIRETTICTIVA 93/42 DISPOSITIVI MEDICI Pag. 2 di 6 INDICE Numero Titolo Pagina 1 Avvertenze 3 2 Introduzione 3 2.1 Riferimenti Normativi 3

Dettagli

19 Ispezione e Manutenzione del MOVI-SWITCH

19 Ispezione e Manutenzione del MOVI-SWITCH Intervalli di ispezione e di manutenzione Ispezione e Manutenzione del MOVISWITCH Utilizzare solo parti di ricambio originali secondo la lista delle parti di ricambio valida. Attenzione pericolo di ustioni:

Dettagli

SERIE T Grandezza 56 132 Carcassa in alluminio

SERIE T Grandezza 56 132 Carcassa in alluminio MOTORI ASINCRONI TRIFASI SERIE T Grandezza 56 132 Carcassa in alluminio MANUALE ISTRUZIONI MM-T-rev 00-IT AVVERTENZE GENERALI SULLA SICUREZZA...3 DESCRIZIONE DEI MOTORI...4 GENERALITA'...4 CARATTERISTICHE

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMNN Completamento E1 vvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 Indice Pagina: Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 1. Parti componenti della fornitura.................... 3 2. Montaggio................................. 4 2.1 Trasporto..................................

Dettagli

Da sempre MITA sviluppa i propri prodotti ponendo particolare attenzione ai consumi energetici e ai costi di gestione.

Da sempre MITA sviluppa i propri prodotti ponendo particolare attenzione ai consumi energetici e ai costi di gestione. Da sempre MITA sviluppa i propri prodotti ponendo particolare attenzione ai consumi energetici e ai costi di gestione. La scelta di utilizzare per tutta la gamma motori direttamente accoppiati a ventole

Dettagli

Procedura di Analisi del Guasto. Circolatori Commerciali (TC, FC, FCG) Lowara. 1) Applicazioni del circolatore

Procedura di Analisi del Guasto. Circolatori Commerciali (TC, FC, FCG) Lowara. 1) Applicazioni del circolatore Procedura di Analisi del Guasto Circolatori Commerciali (TC, FC, FCG) 1) Applicazioni del circolatore Circolazione d'acqua in impianti di riscaldamento, condizionamento e refrigerazione Movimentazione

Dettagli

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2

Istruzioni per l uso. Interruttore salvamotore > 8527/2 Istruzioni per l uso Interruttore salvamotore > Indice 1 Indice 1 Indice...2 2 Dati generali...2 2.1 Costruttore...2 2.2 Dati relativi alle istruzioni per l uso...2 2.3 Conformità a norme e disposizioni...3

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

PER L'USO E LA MANUTENZIONE

PER L'USO E LA MANUTENZIONE MANUALE PER L'USO E LA MANUTENZIONE DI QUADRI ELETTRICI SECONDARI DI DISTRIBUZIONE INDICE: 1) AVVERTENZE 2) CARATTERISTICHE TECNICHE 3) INSTALLAZIONE 4) ACCESSO AL QUADRO 5) MESSA IN SERVIZIO 6) OPERAZIONI

Dettagli

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati.

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati. Atmosfere potenzialmente esplosive sono presenti in diverse aree industriali: dalle miniere all industria chimica e farmacautica, all industria petrolifera, agli impianti di stoccaggio di cereali, alla

Dettagli

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I)

Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) Compressori serie 134-XS e 134-S Dispositivi Elettrici (EA_05_09_I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 5.1 GENERALITÀ 2 5.2 DISPOSITIVI DI PROTEZIONE 5 5.2.1 Termistori motore 5 5.2.2 INT 69 VS 5 5.2.3 INT 69 RCY 6

Dettagli

L90 L250. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology

L90 L250. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology L90 L250 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio Intelligent Air Technology L90 L250 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio La nuovissima gamma CompAir di compressori rotativi a vite a iniezione

Dettagli

Protezione del motore Caratteristiche per l applicazione pratica

Protezione del motore Caratteristiche per l applicazione pratica Caratteristiche per l applicazione pratica Necessità per la protezione motore Requisiti per la protezione motore Misure protettive Motor Management TM Premessa Il presente manuale tecnico «Protezione

Dettagli

Manuale di istruzioni Sega a muro EX

Manuale di istruzioni Sega a muro EX Manuale di istruzioni Sega a muro EX Indice 005 10989048 it / 10.05.2010 Congratulazioni! Con TYROLIT Hydrostress avete scelto un apparecchio di sperimentata efficacia costruito secondo standard tecnologici

Dettagli

ECO-TOP POWER. CATALOGO GENERALE italiano. electric motors. rev. 16

ECO-TOP POWER. CATALOGO GENERALE italiano. electric motors. rev. 16 ECO-TOP POWER electric motors CATALOGO GENERALE italiano rev. 16 motori elettrici magazzino mq 5120 1 3 magazzino mq 4720 magazzino mq 730 2 IL PIÙ GRANDE MAGAZZINO JUST IN TIME IN EUROPA UN GRANDE GRUPPO

Dettagli

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri www.atos.com Tabella /I Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri Questo manuale di uso e manutenzione è valido solo per cilindri idraulici Atos e si propone di fornire utili informazioni

Dettagli

7.2 Controlli e prove

7.2 Controlli e prove 7.2 Controlli e prove Lo scopo dei controlli e delle verifiche è quello di: assicurare che l ascensore sia stato installato in modo corretto e che il suo utilizzo avvenga in modo sicuro; tenere sotto controllo

Dettagli

Alcune nozioni sui motori sincroni

Alcune nozioni sui motori sincroni Alcune nozioni sui motori sincroni Perché scegliere un motore sincrono? Per ottenere un certo numero di movimenti in un lasso di tempo ben definito. In questo caso ci si serve del prodotto come base di

Dettagli

QUADRI DI BASSA TENSIONE MANUALE PER LA MESSA IN OPERA, L ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE

QUADRI DI BASSA TENSIONE MANUALE PER LA MESSA IN OPERA, L ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE 1 Febbraio 2005 Rev. 2 QUADRI DI BASSA TENSIONE MANUALE PER LA MESSA IN OPERA, L ESERCIZIO E LA MANUTENZIONE 1 INDICE 1- Istruzione per la messa in opera 1.1 Ispezione al ricevimento.3 1.2 Immagazzinamento

Dettagli

Catalogo prodotto. Pompe sommergibili M 3000, 50 Hz

Catalogo prodotto. Pompe sommergibili M 3000, 50 Hz Catalogo prodotto Pompe sommergibili M 3000, 50 Hz Indice Introduzione...3 Caratteristiche costruttive...4 Identificazione prodotto...5 M 3068...6 M 3085...9 M 3102...12 M 3127...16 Selezione del modello

Dettagli

ATTUATORI ELETTRICI SERIE MV istruzioni di installazione, uso e manutenzione

ATTUATORI ELETTRICI SERIE MV istruzioni di installazione, uso e manutenzione Prima dell installazione verificare la compatibilità dell attuatore con le caratteristiche ambientali. Leggere attentamente le istruzioni prima di effettuare qualsiasi operazione. L installazione e la

Dettagli

Alcune nozioni sui motori in corrente continua

Alcune nozioni sui motori in corrente continua Alcune nozioni sui motori in corrente continua Perché scegliere un motore in corrente continua Molte applicazioni necessitano di una coppia di spunto elevata. Il motore in corrente continua, per natura,

Dettagli

AUTOMAZIONE PER BARRIERE STRADALI

AUTOMAZIONE PER BARRIERE STRADALI AUTOMAZIONE PER BARRIERE STRADALI ATTENZIONE!! Prima di effettuare l'installazione, leggere attentamente questo manuale che è parte integrante di questa confezione. I nostri prodotti se installati da personale

Dettagli

AXESS CIRCOLATORI AUTOMATICI Riscaldamento e Condizionamento Individuale 50 Hz

AXESS CIRCOLATORI AUTOMATICI Riscaldamento e Condizionamento Individuale 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO Portata fino a : 4 m 3 /h Prevalenza fino a : 5 mc.a. Pressione d esercizio : 10 bar Temperatura d esercizio: da + 2 C a + 95 C Temperatura ambiente max + 40 C AXESS CIRCOLATORI AUTOMATICI

Dettagli

CUCINE ELETTRICHE / FORNO ELETTRICO SERIE "7" Mod. PCEM 70 CFEM 70. Cod. 252.117.00

CUCINE ELETTRICHE / FORNO ELETTRICO SERIE 7 Mod. PCEM 70 CFEM 70. Cod. 252.117.00 ~ ~ CUCINE ELETTRICHE / FORNO ELETTRICO SERIE "7" Mod. PCEM 70 CFEM 70 Cod. 252.117.00 INDICE Paragrafo ISTRUZIONI PER L'ISTALLATORE 1 Rispondenza alle direttive CEE 1.1 Schemi di installazione 1.2 Schemi

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Unità di azionamento. Avvertenze sulla sicurezza. al personale specializzato. per Vitoligno 300-C

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Unità di azionamento. Avvertenze sulla sicurezza. al personale specializzato. per Vitoligno 300-C Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Unità di azionamento per Vitoligno 300-C Avvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza

Dettagli

CEMB S.p.A. - 23826 MANDELLO DEL LARIO (LC) - Via Risorgimento 9

CEMB S.p.A. - 23826 MANDELLO DEL LARIO (LC) - Via Risorgimento 9 CEMB S.p.A. - 23826 MANDELLO DEL LARIO (LC) - Via Risorgimento 9 Tel. (+39)0341/706.111 - Fax (+39)0341/706.299 www.cemb.com e-mail: stm@cemb.com Trasduttore Non Contatto T-NC/API Certificato secondo direttiva

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

NEWS 61. Moltiplicatore di pressione Serie

NEWS 61. Moltiplicatore di pressione Serie NEWS 61 Componenti per l'automazione pneumatica Moltiplicatore di pressione www.pneumaxspa.com Generalità In alcune applicazioni, la spinta generata da un attuatore pneumatico è insufficiente a compiere

Dettagli

L argomento trattato nella presente dispensa riguarda la macchina elettrica piú diffusa in

L argomento trattato nella presente dispensa riguarda la macchina elettrica piú diffusa in "!#%$& '( )* +-,./10 243#,5768)9;: / Nella presente trattazione verranno analizzate alcuni aspetti dell avviamento del motore asincrono trifase ed alcuni problemi relativi. L argomento trattato nella presente

Dettagli

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico.

R35/8G R60/8G R120/3G. Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua. Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. R35/8G R60/8G R120/3G IT Istruzioni per l uso Operatori tubolari a corrente continua Informazioni importanti per l allacciamento elettrico. Istruzioni per l uso Indice Introduzione... 4 Garanzia... 4 Istruzioni

Dettagli

MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI

MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI Cat Kenta ITAOK 9-03-00 :39 Pagina MOTORIDUTTORE K 911 CARATTERISTICHE GENERALI Nell ampia gamma dei motoriduttori K 911 sono presenti versioni con motori in corrente alternata (AC) a poli spezzati e in

Dettagli

706292 / 00 11 / 2012

706292 / 00 11 / 2012 Istruzioni per l uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per sensori di temperatura ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) gruppo II, categoria di apparecchi 3D/3G

Dettagli

Cod. 252.270.00 FRY TOP ELETTRICO SERIE 900A. Mod. 92 FTE-L 92 FTE-R 92 FTE-LC 92 FTE-RC 94 FTE-L 94 FTE-LR 94 FTE-R 94 FTE-LC 94 FTE-LRC 94 FTE-RC

Cod. 252.270.00 FRY TOP ELETTRICO SERIE 900A. Mod. 92 FTE-L 92 FTE-R 92 FTE-LC 92 FTE-RC 94 FTE-L 94 FTE-LR 94 FTE-R 94 FTE-LC 94 FTE-LRC 94 FTE-RC Cod. 252.270.00 FRY TOP ELETTRICO SERIE 900A Mod. 92 FTE-L 92 FTE-R 92 FTE-LC 92 FTE-RC 94 FTE-L 94 FTE-LR 94 FTE-R 94 FTE-LC 94 FTE-LRC 94 FTE-RC INDICE Paragrafo Istruzioni per l'installazione 1 Rispondenza

Dettagli

Tavolo circolare ruotante

Tavolo circolare ruotante ISTRUZIONI DI USO E MANUTENZIONE DEI TAVOLI CIRCOLARI RUOTANTI MOTORIZZATI Tavolo circolare ruotante Dichiarazione di conformità alle norme vigenti Codice del modello :.. Matricola nr :. Anno di produzione

Dettagli

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA Funzionamento Trasporto Manutenzione

INDICAZIONI PER LA SICUREZZA Funzionamento Trasporto Manutenzione INDICE 1.0 Indicazioni per la sicurezza 1.1 Obblighi fondamentali 1.2 Tutela ambientale 1.3 Pericoli particolari ed equipaggiamenti di protezione personale 2.0 Trasporto 2.1 Volume della fornitura 2.2

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1. Introduzione 1.1. Revisione 1.2. Validità 1.3. A chi si rivolgono le seguenti istruzioni? 2. Linee guida sulla sicurezza 2.1. Norme di sicurezza 2.2. Qualifica del personale

Dettagli

PAD-267. Pinza amperometrica digitale. Manuale d uso

PAD-267. Pinza amperometrica digitale. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

CARATTERISTICHE MOTORE CORRENTE ALTERNATA TRIFASE

CARATTERISTICHE MOTORE CORRENTE ALTERNATA TRIFASE 11.1 ATL 10 BSA 10 CARATTERISTICHE MOTORI CARATTERISTICHE MOTORE CORRENTE ALTERNATA TRIFASE Motori asincroni trifase in esecuzione non ventilata, con rotore equilibrato dinamicamente. Per l attuatore ATL

Dettagli

G RUPPI ELETTROGENI N ORME GENERALI PER LA ISTALLAZIONE. LEM Laboratori Elettrotecnici Meridionali srl INSTALLAZIONE ALL INTERNO.

G RUPPI ELETTROGENI N ORME GENERALI PER LA ISTALLAZIONE. LEM Laboratori Elettrotecnici Meridionali srl INSTALLAZIONE ALL INTERNO. G RUPPI ELETTROGENI N ORME GENERALI PER LA ISTALLAZIONE INSTALLAZIONE ALL INTERNO. Per la corretta installazione dei gruppi l ambiente chiuso è considerato che i locali devono essere di sufficiente dimensioni

Dettagli

OPENLAB APPLICAZIONI

OPENLAB APPLICAZIONI IL SISTEMA DL 10280 È COSTITUITO DA UN KIT DI COMPONENTI ADATTO PER ASSEMBLARE LE MACCHINE ELETTRICHE ROTANTI, SIA PER CORRENTE CONTINUA CHE PER CORRENTE ALTERNATA. CONSENTE ALLO STUDENTE UNA REALIZZAZIONE

Dettagli

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm Dimensioni M12x1 4 17 32 35 0102 LED Codifica PEPPERL+FUCHS NCB2-12GM35-N0 Caratteristiche Linea comfort 2 mm allineato Applicabile fino a SIL 2 secondo IEC 61508 Allacciamento Schema elettrico N / N0

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI IT 10-11

MANUALE DI ISTRUZIONI IT 10-11 F111.HT.01 Sensore a Turbina per installazioni in carico MANUALE DI ISTRUZIONI IT 10-11 INDICE 1. Introduzione 2 1.1 Istruzioni per la sicurezza 2 2. Descrizzione 2 Caratteristiche principali... 3 Dati

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO (BS)

COMUNE DI GAVARDO (BS) COMUNE DI GAVARDO (BS) Progetto Definitivo IMPIANTO DI COGENERAZIONE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA BIOMASSE LEGNOSE doc. N 006_2014 H02 00 DESCRIZIONE FUNZIONALE SETTEMBRE 2014 IL

Dettagli

La caratteristica meccanica rappresenta l'andamento della coppia motrice C in

La caratteristica meccanica rappresenta l'andamento della coppia motrice C in MOTORI CORRENTE ALTERNATA: CARATTERISTICA MECCANICA La caratteristica meccanica rappresenta l'andamento della coppia motrice C in funzione della velocità di rotazione del rotore n r Alla partenza la C

Dettagli

2. PRECAUZIONI DI SICUREZZA

2. PRECAUZIONI DI SICUREZZA INDICE 1. Prefazione 2 2. Precauzioni di sicurezza 3 3. Struttura.. 4 4. Modo d uso. 5 a) Controllo ausiliario e display LED... 5 b) Telecomando.. 6 c) Modo d uso 7 5. Manuale operativo.. 11 6. Manutenzione.

Dettagli

Motori elettrici by COMPONENTI PRINCIPALI & CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE. A gabbia in alluminio pressofuso

Motori elettrici by COMPONENTI PRINCIPALI & CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE. A gabbia in alluminio pressofuso COMPONENTI PRINCIPALI & CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE CARCASSA Le carcasse dei motori sono costruite in lega di alluminio pressofuso. Al fine di ottenere una buona finitura superficiale, tutte le carcasse

Dettagli

Riscaldatori ad immersione

Riscaldatori ad immersione ... Soluzioni infinite... Riscaldatori ad immersione MODEO Z.71 Modello Z.71 riscaldatori ad immersione su tappo Dati tecnici Caratteristiche generali I riscaldatori elettrici ad immersione sono progettati

Dettagli

NEAR MISS. Condizione sbagliata Comportamento sbagliato Near miss

NEAR MISS. Condizione sbagliata Comportamento sbagliato Near miss NEAR MISS Si definisce near miss o quasi infortunio qualsiasi evento, correlato al lavoro, che avrebbe potuto causare un infortunio o danno alla salute (malattia) o morte ma, solo per puro caso, non lo

Dettagli

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica

A. Maggiore Appunti dalle lezioni di Meccanica Tecnica Il giunto idraulico Fra i dispositivi che consentono di trasmettere potenza nel moto rotatorio, con la possibilità di variare la velocità relativa fra movente e cedente, grande importanza ha il giunto

Dettagli

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA

CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA CONVERTITORI DC/DC NON ISOLATI ASSEMBLATI IN CUSTODIA MANUALE OPERATIVO PREMESSA Con l acquisto del convertitore DC/DC il cliente si impegna a prendere visione del presente manuale e a rispettare e far

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403

Manuale d Istruzioni. Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403 Manuale d Istruzioni Tester di Successione delle Fasi e Rotazione Motore Modello 480403 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Rilevatore Rotazione Motore e Fasi della Extech Modello 480403.

Dettagli