Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi."

Transcript

1 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 REGOLAMENTO PER IIL RECUPERO DEII CREDIITII ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi. ART. 2 PRESCRIZIONE DEL DIRITTO DI CREDITO I diritti di credito si estinguono per prescrizione ai sensi degli artt e segg.ti del Codice Civile, secondo le disposizioni ivi contenute nonché di quelle previste da varie leggi speciali, se l Azienda stessa non li esige ai soggetti debitori nelle forme e nei tempi previsti dalle vigenti disposizioni di legge. Forma: al fine di interrompere il termine di prescrizione è necessario costituire in mora il debitore, richiedendo il credito al soggetto tenuto al pagamento con raccomandata con avviso di ricevimento che dovrà indicare l importo, la tipologia di prestazione / documento contabile, il termine di pagamento e indicando le modalità per effettuare il versamento dovuto. Termini di prescrizione: il termine di prescrizione è il tempo previsto dalla legge entro il quale è necessario esercitare il diritto di credito. Il termine viene interrotto dal ricevimento della richiesta di pagamento del credito e ricomincia a decorrere nuovamente e interamente dal momento della sua interruzione. Salvi i casi in cui la legge dispone diversamente, i diritti di credito si estinguono per prescrizione con il decorso di 10 anni. ART. 3 TIPOLOGIA DI CREDITI Di seguito si riporta un elencazione delle varie tipologie di credito più ricorrenti in Azienda: ticket per prestazioni sanitarie rese, (L.8/90 e s.m.i.); ticket per visite, esami diagnostici e di laboratorio i cui referti non sono stati ritirati nel termine di giorni 30 (L.412/91 art.4, comma 18; DGRV n. 600/2007); ticket per mancata disdetta della prestazione sanitaria prenotata (DGRV n. 600/2007); ticket per prestazioni relative ad esami pre-operatori effettuate in caso di rinuncia al ricovero programmato (Circolare Reg. Veneto n / del ); vendita di prestazioni sanitarie erogate a favore di altri enti pubblici e/o privati; corrispettivi per prestazioni sanitarie erogate in regime di attività libero professionale intramuraria (D.P.C.M. 27/3/00 e s.m.i.), consulenze e prestazioni medico legali; corrispettivi per prestazioni sanitarie a favore di stranieri, non cittadini U.E. secondo i limiti ed i presupposti previsti dalle disposizioni di legge; costi per rilascio di certificazioni, di copie di atti e di documentazione sanitaria; (L. 241/1990); sanzioni amministrative previste dalla L. 689/81 e s.m.i., nonché da altre leggi speciali (L. Regione Veneto 6 aprile 2012, n. 6); recupero di oneri stipendiali; recupero delle somme dovute dal personale dipendente per attività extraistituzionale non autorizzata ; recupero di oneri derivanti da violazione di accordi contrattuali

2 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 ART. 4 RECUPERO TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha stabilito che il ticket debba essere pagato prima dell effettuazione della prestazione, salvo i casi in cui non si possa procedere ad una preventiva quantificazione della tariffa complessiva o si renda necessaria l esecuzione di ulteriori accertamenti e/o prestazioni. Nel caso in cui, in via del tutto eccezionale, l utente ha comunque usufruito della prestazione senza aver preventivamente pagato il ticket, l ambulatorio deve assicurarsi che l utente saldi quanto dovuto nei 30 giorni successivi alla visita. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero ticket prestazioni ambulatoriali (mod. allegato 1) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed i relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 2). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso - 2 -

3 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 5 RECUPERO TICKET PER ESAMI PREOPERATORI Nel caso in cui l utente abbia usufruito di prestazioni sanitarie in previsione di un ricovero programmato e successivamente abbia volontariamente deciso di non effettuare il ricovero stesso, l utente è tenuto al pagamento dei ticket relativamente alle prestazioni ambulatoriali usufruite (circolare regionale del ). Il reparto, in questo caso, è tenuto a consegnare all utente il foglio ticket barcode, ed assicurarsi che saldi quanto dovuto nei successivi 30 giorni. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero ticket esami preoperatori (mod. allegato 3) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 4). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973) Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro - 3 -

4 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate ai reparti competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dai reparti interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART.6 RECUPERO TICKET PRESTAZIONI PRONTO SOCCORSO La estrae dalla procedura SSI (in formato elettronico excel), l elenco degli utenti che hanno usufruito di prestazioni di Pronto Soccorso (onere SSN e onere paganti) senza aver eseguito il pagamento dovuto; contestualmente si procederà alla stampa di tutti i relativi fogli barcode che saranno poi allegati alla lettera di sollecito Gli importi identificati come errati addebiti per i quali non è possibile la modifica nel gestionale informatico, al fine della correzione della mobilità sanitaria, la procederà, su indicazione da parte del Direttore del Pronto Soccorso, a giustificarli in procedura SCI PTK al fine di evitare ulteriori solleciti non dovuti. La, sulla base delle stampe così prodotte di cui al paragrafo 1, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 5). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973) Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro - 4 -

5 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate al pronto soccorso competente che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dal pronto soccorso interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 7 RECUPERO TICKET MANCATO RITIRO REFERTI Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha previsto l obbligo da parte dell utente di ritirare il referto entro 30 giorni dall effettuazione della prestazione specialistica o dalla data prevista dall Azienda per la consegna dello stesso; in caso di mancato ritiro, l utente è tenuto, anche se esente, al pagamento per intero della prestazione usufruita. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero importo referto non ritirato (mod. allegato 6) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. Le richieste di pagamento per mancato ritiro referti, riguardano: utenti fuori ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura dell Ulss 16: si recupera il solo valore del ticket (qualora non pagato); utenti ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura di altra azienda sanitaria del Veneto: si recupera l importo maggiore al ticket dovuto; utenti ulss 16, che hanno usufruito di una prestazioni presso l Azienda Ospedaliera di Padova con importo maggiore o uguale al ticket di 36,15: l ulss 16 recupera l intero importo della prestazione ed accredita all Azienda Ospedaliera il valore del ticket (qualora non pagato); utenti ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura dell Ulss 16: si recupera il costo intero della prestazione (fatto salvo il ticket già pagato); utenti privati paganti: si recupera l intero costo della prestazione - 5 -

6 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 utenti ulss 16 esenti che hanno usufruito di una prestazione presso una qualsiasi struttura sanitaria: si recupera l intero costo della prestazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 7). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 8 RECUPERO TICKET MANCATA DISDETTA Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha previsto l obbligo da parte dell utente di dare, entro congruo tempo (3 giorni lavorativi per le visite ambulatoriali e 5 giorni lavorativi per gli esami diagnostici), la - 6 -

7 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 disdetta della prenotazione, nel caso contrario sarà tenuto al pagamento comunque del ticket, anche se esente. La estrae dalla procedura SSI, le stampe di tutti gli utenti che non hanno preventivamente disdettato una prestazione ambulatoriale a cui non si sono presentati; contestualmente si procederà alla stampa di tutti i relativi fogli barcode che verranno allegati alla lettera di sollecito La, sulla base delle stampe così prodotte, provvede ad inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 8 ). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 9 RECUPERO CREDITI DA FATTURA - 7 -

8 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 In Azienda Ulss 16 i punti emissione fattura degli operatori di cassa sono abilitati ad emettere fattura solo al momento contestuale del pagamento. Esistono però altri punti emissione fattura che sono abilitati all emissione delle fatture non contestuali al pagamento, che sono: CON Fatture Convenzionati PDC Fatture vendita farmaci FA01 Sezione clienti FA04 Sperimentazione Farmaci FA05 Dipartimento di Prevenzione FA06 Residenze Sanitarie Assistenziali FA07 Servizio Farmaceutico FA09 Sezione Finanziamenti FAB Fatturazione Breda FAF2 Sezione Finanziamenti Saltpu FAF3 Sezione Finanziamenti Sregve FAF4 Sezione Finanziamenti Sconpr FLP Fatturazione Libera Professione SDZ Fatturazione Dozzinanti VET3 Fatturazione Servizio Veterinario VET4 Fatturazione Servizio Veterinario Per queste tipologie di crediti (derivanti da fattura), fatto salvo quanto previsto dagli art. 10 e art. 12, il sollecito verrà inviato dalla, con raccomandata AR mediante l utilizzo della procedura informatica gestione solleciti di cui all art.17, fissando un termine di pagamento di 30 giorni, maggiorando l importo di 4,30 (fatto salvo eventuali aumenti derivanti dalle tariffe postali) a copertura delle spese postali. Prima di effettuare qualsiasi tipo di sollecito, sarà cura del (Ufficio Recupero Crediti) verificare che il soggetto creditore non sia anche contemporaneamente fornitore dell Azienda Ulss 16. Nel qual caso, prima di procedere alla richiesta di pagamento, si proporrà al cliente/fornitore la compensazione finanziaria del debito per la parte corrispondente al credito aperto. Nel caso in cui il cliente/fornitore abbia ceduto il credito, e quindi non sia possibile procedere a compensazione, il credito verrà sollecitato secondo la normale procedura. Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci

9 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 Decorsi inutilmente i 30 giorni, la verifica i pagamenti ricevuti e, per i crediti derivanti da attività commerciale, invia l elenco degli utenti morosi (mod. allegato 9,) allegando la seguente documentazione cartacea: fotocopia della fattura copia delle lettere dei solleciti già inviati copia delle ricevute AR, eventuale corrispondenza intercorsa con l utente conteggio degli interessi di cui all art. 14 alla S.S. Servizio Legale per l invio delle ingiunzioni fiscali così come previsto dal T.U. del 14 aprile 1910, n La S.S. Servizio Legale, una volta notificate le ingiunzioni fiscali di cui sopra, provvederà a richiedere gli avvenuti pagamenti alla e, sulla scorta dei dati ricevuti, inoltrare alla stessa le pratiche dei crediti ancora insoluti per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia Per i crediti aventi natura istituzionale, invece, la procederà direttamente all iscrizione del credito a ruolo attraverso Equitalia: ruolo coattivo per i crediti il cui sollecito è stato legalmente notificato; ruolo non coattivo per i crediti il cui sollecito non è stato possibile notificarlo (compiuta giacenza, sconosciuti all indirizzo, ecc). ART. 10 SOLLECITO PER RECUPERO CREDITI RICOVERI A PAGAMENTO Per questa tipologia di crediti, derivante da fatture emesse e non pagate relative a ricoveri effettuati in regime libero professionale (punto emissione SDZ: Fatturazione Dozzinanti) la gestione dei solleciti spetta alla S.S. Libera Professione e Marketing che provvederà al sollecito secondo quanto stabilito dalla presente procedura. Sarà cura della S.S. Libera Professione e Marketing verificare gli avvenuti pagamenti ed inoltrare le pratiche insolute alla S.S. Servizio Legale secondo quanto previsto dall art. 9, aggiornando contestualmente la procedura informatica di cui all art. 17. La S.S. Servizio Legale, una volta notificata l ingiunzione fiscale, provvederà a richiedere gli avvenuti pagamenti alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci e, sulla scorta dei dati ricevuti, inoltrare alla stessa le pratiche dei crediti ancora insoluti per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia ART. 11 SOLLECITO PER RECUPERO ONERI PERSONALE COMANDATO Sono crediti aventi come presupposto la corresponsione degli oneri del personale dipendente comandato ad altri enti pubblici. Per i crediti sorti fino al 31/12/2013 (data in cui le registrazioni contabili sono avvenute attraverso la prima nota GSA) la gestione del credito è di competenza della S.C. Amministrazione e Gestione del Personale che comunicherà alla le eventuali azioni successive per il recupero coattivo del credito. Per i crediti sorti dal 01/01/2014 (registrazioni contabili attraverso la fatturazione di cui art. 9 la gestione del credito seguirà le modalità ordinarie qui rappresentate. ART. 12 SOLLECITO PER RECUPERO CREDITI RIGUARDANTE ATTIVITÀ BILANCIO SOCIALE Sono crediti aventi come presupposto la corresponsione degli oneri da parte di utenti/enti pubblici relative a prestazioni effettuate dall Azienda Ulss 16 in ambito sociale. La gestione dei solleciti spetta alla Direzione Amministrativa dei Servizi Sociali che provvederà ad inviare i solleciti secondo quanto stabilito dalla presente procedura. Sarà cura della Direzione Amministrativa dei Servizi Sociali verificare gli - 9 -

10 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 avvenuti pagamenti ed inoltrare le pratiche ancora insolute alla per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia ART. 13 SOLLECITI AD UTENTI MINORENNI Nel caso il sollecito debba essere inviato a soggetti minorenni le comunicazioni dovranno essere inviate, con l indicazione nella lettera ai genitori di o al tutore di.. Nel caso di emissione a ruolo relativa a somme dovute da soggetti minori, il ruolo dovrà essere intestato ad uno dei genitori o, in mancanza, al tutore; in questo caso, sarà oggetto di apposita valutazione da parte della S.S. Servizio Legale che fornirà parere legale in merito all individuazione del soggetto passivo da escutere. ART. 14 PAGAMENTI RATEALI Per crediti il cui importo è superiore a 500,00, potranno essere accolte le richieste di rateizzazioni nel limite massimo di 6 rate mensili e, con l approvazione del Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, fino a 12 rate mensili. Nel caso di situazioni documentate di grave disagio sociale/economico, potranno essere accolte rateizzazioni anche per importi minori e rate superiori, previa autorizzazione della Direzione Amministrativa. La domanda di rateizzazione, debitamente motivata, (mod. allegato 10) dovrà essere compilata dall utente unitamente alla carta d identità (se utente straniero, dovrà allegare il documento di riconoscimento del paese di origine da cui sia chiaramente desumibile l indirizzo estero). La, verificata la presenza delle motivazioni e dei documenti richiesti, provvede ad inviare all utente il prospetto riepilogativo (n. rate, scadenze, importi comp rensivi di interessi), che dovrà essere sottoscritto per accettazione. (mod. allegato 11) La, riscontrata la presenza della motivazione,verificherà la regolarità dei pagamenti ricevuti e, nel caso di mancato pagamento di 3 rate consecutive, decadendo il beneficio della rateizzazione, procederà al recupero del credito con le modalità ordinarie. Nel calcolo degli interessi dovranno essere applicate le seguenti modalità: crediti derivanti da fatture per attività commerciale: tasso commerciale, ai sensi d.lgs 192/2012, interessi a decorrere 7 giorni scadenza fattura; crediti derivanti da fatture per attività istituzionale: tasso legale, interessi a decorrere 7 giorni scadenza fattura; ticket: tasso legale, interessi a decorrere dalla data di erogazione prestazione; mancata disdetta: tasso legale, interessi a decorrere dalla data della prestazione non erogata; referti non ritirati: tasso legale, interessi a decorrere 30 gg. dalla data di erogazione prestazione. Se la richiesta di rateizzazione è riferita ad una iscrizione del credito a ruolo, la gestione del credito è comunque di competenza del che applicherà le medesime regole di cui al paragrafo 3 del presente articolo e provvederà ad aggiornare la situazione del soggetto passivo nel portale informatico di Equitalia. Se la richiesta di rateizzazione è riferita ad una ingiunzione di pagamento, la gestione del credito è di competenza della S.S. Servizio Legale che applicherà le medesime regole di cui al paragrafo 3 del presente articolo

11 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 ART. 15 CREDITI RELATIVI A PROCEDURE LIQUIDATORE E FALLIMENTARI È di competenza dalla S.S. Servizio Legale le gestione dei crediti riferiti a soggetti giuridici in cui è iniziato una procedura di fallimento (insinuazione al passivo, ecc); mentre per i crediti riferiti a soggetti giuridici in cui è iniziata la procedura di concordato preventivi e/o liquidazione volontaria, la gestione del credito è di competenza del (che produrrà tutta la documentazione necessaria richiesta di volta in volta dal liquidatore). Sara cura della aggiornare comunque la procedura informatica della gestione solleciti di cui all art. 17 e provvedere inoltre a inserire a fondo svalutazione l importo del credito. Per queste tipologie di crediti è sempre possibile l iscrizione a ruolo coattivo attraverso Equitalia fatto salvo per i soggetti che, da visura camerale, risultino cessati. ART. 16 CREDITI RELATIVI A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO Per questa tipologia di crediti, si procederà secondo le modalità previste agli art. 9, inviando le lettere raccomandate AR all indirizzo estero conosciuto. Nel caso in cui, a seguito di questo primo sollecito, l utente non adempia al pagamento o l invio della raccomandata non vada a buon fine, si procederà successivamente alla trasmissione dei dati ad una società di recupero crediti estero, qualora il servizio venga appaltato. Sara cura della aggiornare comunque la procedura informatica della gestione solleciti (art. 17) e provvedere inoltre a inserire a fondo svalutazione l importo del crediti non riscossi secondo le modalità previste all art. 20. ART. 17 PROCEDURA INFORMATICA SOLLECITI CREDITI DA FATTURA La procedura informatica per la gestione dei solleciti dei crediti derivanti da fattura è composta da due archivi: - gestione pre-solleciti: riguarda tutte le fatture emesse e non ancora sollecitate; - gestione archivio solleciti: riguarda tutte le fatture sollecitate; Una volta stampata la lettera di sollecito, le fatture vengono automaticamente inserite nella seconda sezione gestione archivio solleciti. Nel caso in cui le fatture da sollecitare in stato pre-solleciti sono riferitite a soggetti giuridici che sono al tempo stesso anche fornitori, si provvederà a trasferire manualmente le fattura dallo stato pre-sollecito ala gestione archivio solleciti con codice 80 (DA COMPENSARE). Al fine di rappresentare in maniera esaustiva e dettagliata la situazione dei crediti, la gestione archivio solleciti, prevede la possibilità di assegnare a ciascuna fattura un particolare codice che ne rappresenti lo stato, ovvero: 01 IN ATTESA VERIFICA 05 DA SOLLECITARE 06 SCONOSCIUTI DA VERIFICARE INDIRIZZO 10 PRECONTESTAZIONE FATTURA 100 PAGATA 15 SOLLECITO MANUALE 20 CONTESTAZIONE SOLLECITO 25 PAGAMENTO RATEALE 30 FALLIMENTO

12 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ PROCEDURA CONCORDATO PREVENTIVO 40 TRASMESSA AL LEGALE 45 ASSICURAZIONE DOZZINANTI 50 AVVISO EQUITALIA 55 INGIUNZIONE DI PAGAMENTO 60 RUOLO EQUITALIA 65 DA INVIARE PER RECUPERO ESTERO 70 RECUPERO CREDITI ESTERI 80 DA COMPENSARE Gli operatori della e della S.C. Libera professione Marketing sono gli unici abilitati alla procedura della gestione archivio solleciti, e devono aggiornare costantemente lo stato delle fatture in base alle informazioni in loro possesso. Le lettere di sollecito elaborate con tale procedura (mod. allegato 12) verranno inviate con cadenza semestrale. ART. 18 NATURA GIURIDICA DEL CREDITO I crediti oggetto di recupero coattivo devono aver origine da: a) ricavi derivanti dall attività di servizio pubblico sanitario e da attività amministrative connesse ex art. 17 D. Lgs. 46/99 (es. prestazioni mediche, ospedaliere, certificazioni ecc..); b) ricavi aventi causa in rapporti di diritto privato ex art. 21 D. Lgs. 46/99 (es. rapporti di debito e credito conseguenti a contratti di fornitura di beni o servizi, a contratti di locazione, di compravendita ecc.) quando risultano da titolo avente efficacia esecutiva ai sensi dell art. 474 c.p.c. (es. sentenza provvisoriamente esecutiva, sentenza passata in giudicato, decreto esecutivo non opposto, ordinanza di ingiunzione ecc.). I crediti di cui al punto a) devono avere le seguenti caratteristiche: - certi: di ammontare certo e determinato, con esatta e sicura individuazione del soggetto debitore a cui addebitare e richiedere il credito; - liquidi: predeterminati in modo certo nel loro ammontare; - esigibili: suscettibili di riscossione in quanto ne sussistono i presupposti e non sottoposti a termine e condizione. I crediti di cui al punto b) devono avere le seguenti caratteristiche: - liquidi, esigibili e certi in quanto comprovati da titolo esecutivo ex art. 474 c.p.c.. ART. 19 PROCEDURA EQUITALIA Per l emissione delle cartelle esattoriali attraverso Equitalia, la procede direttamente ad inserire i dati richiesti nel portale informatico Equitalia. A seguito di ciò, la società Equitalia invia la relativa documentazione cartacea, che dovrà essere firmata dal Responsabile del Procedimento (visto di esecutorietà) ovvero dal Dirigente responsabile della struttura interessata al procedimento; successivamente Equitalia provvede quindi a stampare ed inviare le cartelle esattoriali agli utenti in precedenza inseriti

13 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 Sempre nel portale informatico di Equitalia è possibile oltre che individuare i soggetti che hanno pagato, inserire eventuali provvedimenti di sospensione cartella, discarico, rateizzazione. Sara cura della Direzione generale, valutati i costi del servizio di Equitalia, comunicare alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci l importo minimo oltre il quale procedere al recupero coattivo con le modalità sopradescritte. ART. 20 SVALUTAZIONE E PERDITA SU CREDITI Vengono inseriti direttamente a fondo svalutazione crediti: crediti relativi a fallimenti dichiarati o relativi a procedure concorsuali. crediti relativi a pazienti deceduti per i quali è in essere la procedure di identificazione degli eredi crediti relativi a pazienti esteri in attesa di essere recuperati dalla società di recupero crediti estero, qualora il servizio venga appaltato. crediti per i quali, malgrado sono stati posti in essere tutte le procedure di recupero indicate nella presente procedura, rimangono ancora aperti per la durata di 5 anni. Vengono invece stralciati: crediti di soggetti irreperibili: su dichiarazione dell ultimo comune di residenza e mancanza agli atti, di qualsiasi altro utile recapito e/o riferimento. crediti irrecuperabili: es: fallimenti chiusi senza riparto, crediti prescritti, soggetti deceduti i cui eredi non hanno accettato l eredità, ecc. ART. 21 RIFIUTO DI PRESTAZIONI A DEBITORI INADEMPIENTI Colui che non abbia pagato il corrispettivo relativo a ricovero in regime libero-professionale (o solo il canone relativo al servizi alberghiero) può fruire di successivo ricovero in regime libero-professionale a fronte del pagamento dell intero debito. Colui che non è iscritto al Servizio Sanitario Nazionale e sia debitore moroso dell Azienda sanitaria non può fruire di prestazioni sanitarie non urgenti (sia in regime di ricovero che ambulatoriale) salvo che prima proceda al pagamento di quanto dovuto

14 - mod. allegato 1 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA

15 - mod. allegato 9 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via E. degli Scrovegni n Padova Prot. n. Tit. /Clas. /Fasc. /Anno Allegati: Padova Al Dirigente Responsabile S.S. Servizio Legale SEDE Oggetto: invio elenco utenti morosi per emissione ingiunzione fiscale Con la presente, si inoltrano le pratiche relative a n utenti morosi (COGNOME NOME COGNOME NOME COGNOME NOME) per la notifica delle ingiunzioni fiscali. Per ciascun nominativo, si allega: fotocopia della fattura copia delle lettere dei solleciti già inviati copia delle ricevute AR, eventuale corrispondenza intercorsa con l utente prospetto con conteggio degli interessi Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, l occasione è gradita per porgere Cordiali Saluti. Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr. Luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

16 - mod. allegato 2 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket Da un controllo contabile effettuato dalla scrivente Azienda, risulta un mancato pagamento del ticket riferito alla prestazione da Lei eseguita in data presso. La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

17 - mod. allegato 3 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA

18 - mod. allegato 4 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket esami preoperatori In riferimento agli esami preoperatori a cui si è sottoposto/a in data 01/01/2013 presso gli ambulatori dell Ospedale S. Antonio, avendo volontariamente rifiutato di sottoporsi all intervento programmato, con la presente si comunica che la S.V. è tenuta al pagamento del ticket corrispondete, così come previsto dalla Circolare della Regione Veneto n del La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Potrà quindi ritirare il referto presso la Direzione Amministrativa di Presidio Ospedaliero dell Ospedale S. Antonio, esibendo la ricevuta di pagamento e un documento di riconoscimento, o potrà delegare una persona, previa esibizione di una delega compilata, firmata ed accompagnata dal proprio documento di riconoscimento e da copia del documento del delegante. Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

19 - mod. allegato 5 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket pronto soccorso Da un controllo contabile effettuato dalla scrivente Azienda, risulta un mancato pagamento del ticket riferito alla prestazione di pronto soccorso da Lei usufruita in data presso. La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

20 - mod. allegato 6 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA 1 SI NO 2 SI NO 3 SI NO 4 SI NO 5 SI NO 6 SI NO 7 SI NO 8 SI NO 9 SI NO 10 SI NO 11 SI NO

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

REGOLAMENTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA

REGOLAMENTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA REGOLAMENTO SUL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI CREMONA CAPO I OGGETTO DEL DIRITTO D ACCESSO 1. OGGETTO DEL REGOLAMENTO E DEFINIZIONI 1. Al fine di favorire

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

MODULO DICHIARAZIONE PER VALUTAZIONE CAPACITA FINANZIARIA EX ART. 6 COMMA2, D.LGS 395/2000.

MODULO DICHIARAZIONE PER VALUTAZIONE CAPACITA FINANZIARIA EX ART. 6 COMMA2, D.LGS 395/2000. MODULO DICHIARAZIONE PER VALUTAZIONE CAPACITA FINANZIARIA EX ART. 6 COMMA2, D.LGS 395/2000. Domanda per l esercizio del servizio passeggeri effettuato mediante NCC-bus nella provincia di Bologna. Alla

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Al Dirigente Scolastico DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Il/La sottoscritto/a Cognome: Nome: -C.F. Luogo di nascita: (Prov. )- data di nascita: Luogo di residenza -Prov. - C.A.P. Indirizzo:

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

IL FUNZIONARIO RESPONSABILE IL FUNZIONARIO RESPONSABILE Vista la vigente normativa in materia, applicabile all'imposta Comunale sugli Immobili e richiamata nel presente atto, AVVISA il contribuente, Coce Fiscale, residente in - (

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

RECAPITO a mezzo raccomandata/telegramma (se diverso dalla residenza, indicare qui sotto):

RECAPITO a mezzo raccomandata/telegramma (se diverso dalla residenza, indicare qui sotto): Prot. n. di data Riservato all Ufficio Al Direttore Generale dell'università degli Studi di Trieste Ripartizione Reclutamento e Formazione Piazzale Europa, 1-34127 Trieste Il/la sottoscritto/a chiede di

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA

DIREZIONE REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA DIREZIONE REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA La riscossione coattiva DOSSIER TEMATICO A cura di Sandra Amovilli - Responsabile Relazioni esterne Alessandro Zambonelli Responsabile Ufficio Audit Esterno Aggiornamento

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli