Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi."

Transcript

1 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 REGOLAMENTO PER IIL RECUPERO DEII CREDIITII ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi. ART. 2 PRESCRIZIONE DEL DIRITTO DI CREDITO I diritti di credito si estinguono per prescrizione ai sensi degli artt e segg.ti del Codice Civile, secondo le disposizioni ivi contenute nonché di quelle previste da varie leggi speciali, se l Azienda stessa non li esige ai soggetti debitori nelle forme e nei tempi previsti dalle vigenti disposizioni di legge. Forma: al fine di interrompere il termine di prescrizione è necessario costituire in mora il debitore, richiedendo il credito al soggetto tenuto al pagamento con raccomandata con avviso di ricevimento che dovrà indicare l importo, la tipologia di prestazione / documento contabile, il termine di pagamento e indicando le modalità per effettuare il versamento dovuto. Termini di prescrizione: il termine di prescrizione è il tempo previsto dalla legge entro il quale è necessario esercitare il diritto di credito. Il termine viene interrotto dal ricevimento della richiesta di pagamento del credito e ricomincia a decorrere nuovamente e interamente dal momento della sua interruzione. Salvi i casi in cui la legge dispone diversamente, i diritti di credito si estinguono per prescrizione con il decorso di 10 anni. ART. 3 TIPOLOGIA DI CREDITI Di seguito si riporta un elencazione delle varie tipologie di credito più ricorrenti in Azienda: ticket per prestazioni sanitarie rese, (L.8/90 e s.m.i.); ticket per visite, esami diagnostici e di laboratorio i cui referti non sono stati ritirati nel termine di giorni 30 (L.412/91 art.4, comma 18; DGRV n. 600/2007); ticket per mancata disdetta della prestazione sanitaria prenotata (DGRV n. 600/2007); ticket per prestazioni relative ad esami pre-operatori effettuate in caso di rinuncia al ricovero programmato (Circolare Reg. Veneto n / del ); vendita di prestazioni sanitarie erogate a favore di altri enti pubblici e/o privati; corrispettivi per prestazioni sanitarie erogate in regime di attività libero professionale intramuraria (D.P.C.M. 27/3/00 e s.m.i.), consulenze e prestazioni medico legali; corrispettivi per prestazioni sanitarie a favore di stranieri, non cittadini U.E. secondo i limiti ed i presupposti previsti dalle disposizioni di legge; costi per rilascio di certificazioni, di copie di atti e di documentazione sanitaria; (L. 241/1990); sanzioni amministrative previste dalla L. 689/81 e s.m.i., nonché da altre leggi speciali (L. Regione Veneto 6 aprile 2012, n. 6); recupero di oneri stipendiali; recupero delle somme dovute dal personale dipendente per attività extraistituzionale non autorizzata ; recupero di oneri derivanti da violazione di accordi contrattuali

2 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 ART. 4 RECUPERO TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha stabilito che il ticket debba essere pagato prima dell effettuazione della prestazione, salvo i casi in cui non si possa procedere ad una preventiva quantificazione della tariffa complessiva o si renda necessaria l esecuzione di ulteriori accertamenti e/o prestazioni. Nel caso in cui, in via del tutto eccezionale, l utente ha comunque usufruito della prestazione senza aver preventivamente pagato il ticket, l ambulatorio deve assicurarsi che l utente saldi quanto dovuto nei 30 giorni successivi alla visita. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero ticket prestazioni ambulatoriali (mod. allegato 1) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed i relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 2). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso - 2 -

3 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 5 RECUPERO TICKET PER ESAMI PREOPERATORI Nel caso in cui l utente abbia usufruito di prestazioni sanitarie in previsione di un ricovero programmato e successivamente abbia volontariamente deciso di non effettuare il ricovero stesso, l utente è tenuto al pagamento dei ticket relativamente alle prestazioni ambulatoriali usufruite (circolare regionale del ). Il reparto, in questo caso, è tenuto a consegnare all utente il foglio ticket barcode, ed assicurarsi che saldi quanto dovuto nei successivi 30 giorni. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero ticket esami preoperatori (mod. allegato 3) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 4). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973) Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro - 3 -

4 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate ai reparti competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dai reparti interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART.6 RECUPERO TICKET PRESTAZIONI PRONTO SOCCORSO La estrae dalla procedura SSI (in formato elettronico excel), l elenco degli utenti che hanno usufruito di prestazioni di Pronto Soccorso (onere SSN e onere paganti) senza aver eseguito il pagamento dovuto; contestualmente si procederà alla stampa di tutti i relativi fogli barcode che saranno poi allegati alla lettera di sollecito Gli importi identificati come errati addebiti per i quali non è possibile la modifica nel gestionale informatico, al fine della correzione della mobilità sanitaria, la procederà, su indicazione da parte del Direttore del Pronto Soccorso, a giustificarli in procedura SCI PTK al fine di evitare ulteriori solleciti non dovuti. La, sulla base delle stampe così prodotte di cui al paragrafo 1, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 5). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973) Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro - 4 -

5 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate al pronto soccorso competente che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dal pronto soccorso interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 7 RECUPERO TICKET MANCATO RITIRO REFERTI Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha previsto l obbligo da parte dell utente di ritirare il referto entro 30 giorni dall effettuazione della prestazione specialistica o dalla data prevista dall Azienda per la consegna dello stesso; in caso di mancato ritiro, l utente è tenuto, anche se esente, al pagamento per intero della prestazione usufruita. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero importo referto non ritirato (mod. allegato 6) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. Le richieste di pagamento per mancato ritiro referti, riguardano: utenti fuori ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura dell Ulss 16: si recupera il solo valore del ticket (qualora non pagato); utenti ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura di altra azienda sanitaria del Veneto: si recupera l importo maggiore al ticket dovuto; utenti ulss 16, che hanno usufruito di una prestazioni presso l Azienda Ospedaliera di Padova con importo maggiore o uguale al ticket di 36,15: l ulss 16 recupera l intero importo della prestazione ed accredita all Azienda Ospedaliera il valore del ticket (qualora non pagato); utenti ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura dell Ulss 16: si recupera il costo intero della prestazione (fatto salvo il ticket già pagato); utenti privati paganti: si recupera l intero costo della prestazione - 5 -

6 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 utenti ulss 16 esenti che hanno usufruito di una prestazione presso una qualsiasi struttura sanitaria: si recupera l intero costo della prestazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 7). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 8 RECUPERO TICKET MANCATA DISDETTA Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha previsto l obbligo da parte dell utente di dare, entro congruo tempo (3 giorni lavorativi per le visite ambulatoriali e 5 giorni lavorativi per gli esami diagnostici), la - 6 -

7 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 disdetta della prenotazione, nel caso contrario sarà tenuto al pagamento comunque del ticket, anche se esente. La estrae dalla procedura SSI, le stampe di tutti gli utenti che non hanno preventivamente disdettato una prestazione ambulatoriale a cui non si sono presentati; contestualmente si procederà alla stampa di tutti i relativi fogli barcode che verranno allegati alla lettera di sollecito La, sulla base delle stampe così prodotte, provvede ad inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 8 ). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 9 RECUPERO CREDITI DA FATTURA - 7 -

8 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 In Azienda Ulss 16 i punti emissione fattura degli operatori di cassa sono abilitati ad emettere fattura solo al momento contestuale del pagamento. Esistono però altri punti emissione fattura che sono abilitati all emissione delle fatture non contestuali al pagamento, che sono: CON Fatture Convenzionati PDC Fatture vendita farmaci FA01 Sezione clienti FA04 Sperimentazione Farmaci FA05 Dipartimento di Prevenzione FA06 Residenze Sanitarie Assistenziali FA07 Servizio Farmaceutico FA09 Sezione Finanziamenti FAB Fatturazione Breda FAF2 Sezione Finanziamenti Saltpu FAF3 Sezione Finanziamenti Sregve FAF4 Sezione Finanziamenti Sconpr FLP Fatturazione Libera Professione SDZ Fatturazione Dozzinanti VET3 Fatturazione Servizio Veterinario VET4 Fatturazione Servizio Veterinario Per queste tipologie di crediti (derivanti da fattura), fatto salvo quanto previsto dagli art. 10 e art. 12, il sollecito verrà inviato dalla, con raccomandata AR mediante l utilizzo della procedura informatica gestione solleciti di cui all art.17, fissando un termine di pagamento di 30 giorni, maggiorando l importo di 4,30 (fatto salvo eventuali aumenti derivanti dalle tariffe postali) a copertura delle spese postali. Prima di effettuare qualsiasi tipo di sollecito, sarà cura del (Ufficio Recupero Crediti) verificare che il soggetto creditore non sia anche contemporaneamente fornitore dell Azienda Ulss 16. Nel qual caso, prima di procedere alla richiesta di pagamento, si proporrà al cliente/fornitore la compensazione finanziaria del debito per la parte corrispondente al credito aperto. Nel caso in cui il cliente/fornitore abbia ceduto il credito, e quindi non sia possibile procedere a compensazione, il credito verrà sollecitato secondo la normale procedura. Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci

9 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 Decorsi inutilmente i 30 giorni, la verifica i pagamenti ricevuti e, per i crediti derivanti da attività commerciale, invia l elenco degli utenti morosi (mod. allegato 9,) allegando la seguente documentazione cartacea: fotocopia della fattura copia delle lettere dei solleciti già inviati copia delle ricevute AR, eventuale corrispondenza intercorsa con l utente conteggio degli interessi di cui all art. 14 alla S.S. Servizio Legale per l invio delle ingiunzioni fiscali così come previsto dal T.U. del 14 aprile 1910, n La S.S. Servizio Legale, una volta notificate le ingiunzioni fiscali di cui sopra, provvederà a richiedere gli avvenuti pagamenti alla e, sulla scorta dei dati ricevuti, inoltrare alla stessa le pratiche dei crediti ancora insoluti per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia Per i crediti aventi natura istituzionale, invece, la procederà direttamente all iscrizione del credito a ruolo attraverso Equitalia: ruolo coattivo per i crediti il cui sollecito è stato legalmente notificato; ruolo non coattivo per i crediti il cui sollecito non è stato possibile notificarlo (compiuta giacenza, sconosciuti all indirizzo, ecc). ART. 10 SOLLECITO PER RECUPERO CREDITI RICOVERI A PAGAMENTO Per questa tipologia di crediti, derivante da fatture emesse e non pagate relative a ricoveri effettuati in regime libero professionale (punto emissione SDZ: Fatturazione Dozzinanti) la gestione dei solleciti spetta alla S.S. Libera Professione e Marketing che provvederà al sollecito secondo quanto stabilito dalla presente procedura. Sarà cura della S.S. Libera Professione e Marketing verificare gli avvenuti pagamenti ed inoltrare le pratiche insolute alla S.S. Servizio Legale secondo quanto previsto dall art. 9, aggiornando contestualmente la procedura informatica di cui all art. 17. La S.S. Servizio Legale, una volta notificata l ingiunzione fiscale, provvederà a richiedere gli avvenuti pagamenti alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci e, sulla scorta dei dati ricevuti, inoltrare alla stessa le pratiche dei crediti ancora insoluti per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia ART. 11 SOLLECITO PER RECUPERO ONERI PERSONALE COMANDATO Sono crediti aventi come presupposto la corresponsione degli oneri del personale dipendente comandato ad altri enti pubblici. Per i crediti sorti fino al 31/12/2013 (data in cui le registrazioni contabili sono avvenute attraverso la prima nota GSA) la gestione del credito è di competenza della S.C. Amministrazione e Gestione del Personale che comunicherà alla le eventuali azioni successive per il recupero coattivo del credito. Per i crediti sorti dal 01/01/2014 (registrazioni contabili attraverso la fatturazione di cui art. 9 la gestione del credito seguirà le modalità ordinarie qui rappresentate. ART. 12 SOLLECITO PER RECUPERO CREDITI RIGUARDANTE ATTIVITÀ BILANCIO SOCIALE Sono crediti aventi come presupposto la corresponsione degli oneri da parte di utenti/enti pubblici relative a prestazioni effettuate dall Azienda Ulss 16 in ambito sociale. La gestione dei solleciti spetta alla Direzione Amministrativa dei Servizi Sociali che provvederà ad inviare i solleciti secondo quanto stabilito dalla presente procedura. Sarà cura della Direzione Amministrativa dei Servizi Sociali verificare gli - 9 -

10 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 avvenuti pagamenti ed inoltrare le pratiche ancora insolute alla per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia ART. 13 SOLLECITI AD UTENTI MINORENNI Nel caso il sollecito debba essere inviato a soggetti minorenni le comunicazioni dovranno essere inviate, con l indicazione nella lettera ai genitori di o al tutore di.. Nel caso di emissione a ruolo relativa a somme dovute da soggetti minori, il ruolo dovrà essere intestato ad uno dei genitori o, in mancanza, al tutore; in questo caso, sarà oggetto di apposita valutazione da parte della S.S. Servizio Legale che fornirà parere legale in merito all individuazione del soggetto passivo da escutere. ART. 14 PAGAMENTI RATEALI Per crediti il cui importo è superiore a 500,00, potranno essere accolte le richieste di rateizzazioni nel limite massimo di 6 rate mensili e, con l approvazione del Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, fino a 12 rate mensili. Nel caso di situazioni documentate di grave disagio sociale/economico, potranno essere accolte rateizzazioni anche per importi minori e rate superiori, previa autorizzazione della Direzione Amministrativa. La domanda di rateizzazione, debitamente motivata, (mod. allegato 10) dovrà essere compilata dall utente unitamente alla carta d identità (se utente straniero, dovrà allegare il documento di riconoscimento del paese di origine da cui sia chiaramente desumibile l indirizzo estero). La, verificata la presenza delle motivazioni e dei documenti richiesti, provvede ad inviare all utente il prospetto riepilogativo (n. rate, scadenze, importi comp rensivi di interessi), che dovrà essere sottoscritto per accettazione. (mod. allegato 11) La, riscontrata la presenza della motivazione,verificherà la regolarità dei pagamenti ricevuti e, nel caso di mancato pagamento di 3 rate consecutive, decadendo il beneficio della rateizzazione, procederà al recupero del credito con le modalità ordinarie. Nel calcolo degli interessi dovranno essere applicate le seguenti modalità: crediti derivanti da fatture per attività commerciale: tasso commerciale, ai sensi d.lgs 192/2012, interessi a decorrere 7 giorni scadenza fattura; crediti derivanti da fatture per attività istituzionale: tasso legale, interessi a decorrere 7 giorni scadenza fattura; ticket: tasso legale, interessi a decorrere dalla data di erogazione prestazione; mancata disdetta: tasso legale, interessi a decorrere dalla data della prestazione non erogata; referti non ritirati: tasso legale, interessi a decorrere 30 gg. dalla data di erogazione prestazione. Se la richiesta di rateizzazione è riferita ad una iscrizione del credito a ruolo, la gestione del credito è comunque di competenza del che applicherà le medesime regole di cui al paragrafo 3 del presente articolo e provvederà ad aggiornare la situazione del soggetto passivo nel portale informatico di Equitalia. Se la richiesta di rateizzazione è riferita ad una ingiunzione di pagamento, la gestione del credito è di competenza della S.S. Servizio Legale che applicherà le medesime regole di cui al paragrafo 3 del presente articolo

11 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 ART. 15 CREDITI RELATIVI A PROCEDURE LIQUIDATORE E FALLIMENTARI È di competenza dalla S.S. Servizio Legale le gestione dei crediti riferiti a soggetti giuridici in cui è iniziato una procedura di fallimento (insinuazione al passivo, ecc); mentre per i crediti riferiti a soggetti giuridici in cui è iniziata la procedura di concordato preventivi e/o liquidazione volontaria, la gestione del credito è di competenza del (che produrrà tutta la documentazione necessaria richiesta di volta in volta dal liquidatore). Sara cura della aggiornare comunque la procedura informatica della gestione solleciti di cui all art. 17 e provvedere inoltre a inserire a fondo svalutazione l importo del credito. Per queste tipologie di crediti è sempre possibile l iscrizione a ruolo coattivo attraverso Equitalia fatto salvo per i soggetti che, da visura camerale, risultino cessati. ART. 16 CREDITI RELATIVI A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO Per questa tipologia di crediti, si procederà secondo le modalità previste agli art. 9, inviando le lettere raccomandate AR all indirizzo estero conosciuto. Nel caso in cui, a seguito di questo primo sollecito, l utente non adempia al pagamento o l invio della raccomandata non vada a buon fine, si procederà successivamente alla trasmissione dei dati ad una società di recupero crediti estero, qualora il servizio venga appaltato. Sara cura della aggiornare comunque la procedura informatica della gestione solleciti (art. 17) e provvedere inoltre a inserire a fondo svalutazione l importo del crediti non riscossi secondo le modalità previste all art. 20. ART. 17 PROCEDURA INFORMATICA SOLLECITI CREDITI DA FATTURA La procedura informatica per la gestione dei solleciti dei crediti derivanti da fattura è composta da due archivi: - gestione pre-solleciti: riguarda tutte le fatture emesse e non ancora sollecitate; - gestione archivio solleciti: riguarda tutte le fatture sollecitate; Una volta stampata la lettera di sollecito, le fatture vengono automaticamente inserite nella seconda sezione gestione archivio solleciti. Nel caso in cui le fatture da sollecitare in stato pre-solleciti sono riferitite a soggetti giuridici che sono al tempo stesso anche fornitori, si provvederà a trasferire manualmente le fattura dallo stato pre-sollecito ala gestione archivio solleciti con codice 80 (DA COMPENSARE). Al fine di rappresentare in maniera esaustiva e dettagliata la situazione dei crediti, la gestione archivio solleciti, prevede la possibilità di assegnare a ciascuna fattura un particolare codice che ne rappresenti lo stato, ovvero: 01 IN ATTESA VERIFICA 05 DA SOLLECITARE 06 SCONOSCIUTI DA VERIFICARE INDIRIZZO 10 PRECONTESTAZIONE FATTURA 100 PAGATA 15 SOLLECITO MANUALE 20 CONTESTAZIONE SOLLECITO 25 PAGAMENTO RATEALE 30 FALLIMENTO

12 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ PROCEDURA CONCORDATO PREVENTIVO 40 TRASMESSA AL LEGALE 45 ASSICURAZIONE DOZZINANTI 50 AVVISO EQUITALIA 55 INGIUNZIONE DI PAGAMENTO 60 RUOLO EQUITALIA 65 DA INVIARE PER RECUPERO ESTERO 70 RECUPERO CREDITI ESTERI 80 DA COMPENSARE Gli operatori della e della S.C. Libera professione Marketing sono gli unici abilitati alla procedura della gestione archivio solleciti, e devono aggiornare costantemente lo stato delle fatture in base alle informazioni in loro possesso. Le lettere di sollecito elaborate con tale procedura (mod. allegato 12) verranno inviate con cadenza semestrale. ART. 18 NATURA GIURIDICA DEL CREDITO I crediti oggetto di recupero coattivo devono aver origine da: a) ricavi derivanti dall attività di servizio pubblico sanitario e da attività amministrative connesse ex art. 17 D. Lgs. 46/99 (es. prestazioni mediche, ospedaliere, certificazioni ecc..); b) ricavi aventi causa in rapporti di diritto privato ex art. 21 D. Lgs. 46/99 (es. rapporti di debito e credito conseguenti a contratti di fornitura di beni o servizi, a contratti di locazione, di compravendita ecc.) quando risultano da titolo avente efficacia esecutiva ai sensi dell art. 474 c.p.c. (es. sentenza provvisoriamente esecutiva, sentenza passata in giudicato, decreto esecutivo non opposto, ordinanza di ingiunzione ecc.). I crediti di cui al punto a) devono avere le seguenti caratteristiche: - certi: di ammontare certo e determinato, con esatta e sicura individuazione del soggetto debitore a cui addebitare e richiedere il credito; - liquidi: predeterminati in modo certo nel loro ammontare; - esigibili: suscettibili di riscossione in quanto ne sussistono i presupposti e non sottoposti a termine e condizione. I crediti di cui al punto b) devono avere le seguenti caratteristiche: - liquidi, esigibili e certi in quanto comprovati da titolo esecutivo ex art. 474 c.p.c.. ART. 19 PROCEDURA EQUITALIA Per l emissione delle cartelle esattoriali attraverso Equitalia, la procede direttamente ad inserire i dati richiesti nel portale informatico Equitalia. A seguito di ciò, la società Equitalia invia la relativa documentazione cartacea, che dovrà essere firmata dal Responsabile del Procedimento (visto di esecutorietà) ovvero dal Dirigente responsabile della struttura interessata al procedimento; successivamente Equitalia provvede quindi a stampare ed inviare le cartelle esattoriali agli utenti in precedenza inseriti

13 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 Sempre nel portale informatico di Equitalia è possibile oltre che individuare i soggetti che hanno pagato, inserire eventuali provvedimenti di sospensione cartella, discarico, rateizzazione. Sara cura della Direzione generale, valutati i costi del servizio di Equitalia, comunicare alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci l importo minimo oltre il quale procedere al recupero coattivo con le modalità sopradescritte. ART. 20 SVALUTAZIONE E PERDITA SU CREDITI Vengono inseriti direttamente a fondo svalutazione crediti: crediti relativi a fallimenti dichiarati o relativi a procedure concorsuali. crediti relativi a pazienti deceduti per i quali è in essere la procedure di identificazione degli eredi crediti relativi a pazienti esteri in attesa di essere recuperati dalla società di recupero crediti estero, qualora il servizio venga appaltato. crediti per i quali, malgrado sono stati posti in essere tutte le procedure di recupero indicate nella presente procedura, rimangono ancora aperti per la durata di 5 anni. Vengono invece stralciati: crediti di soggetti irreperibili: su dichiarazione dell ultimo comune di residenza e mancanza agli atti, di qualsiasi altro utile recapito e/o riferimento. crediti irrecuperabili: es: fallimenti chiusi senza riparto, crediti prescritti, soggetti deceduti i cui eredi non hanno accettato l eredità, ecc. ART. 21 RIFIUTO DI PRESTAZIONI A DEBITORI INADEMPIENTI Colui che non abbia pagato il corrispettivo relativo a ricovero in regime libero-professionale (o solo il canone relativo al servizi alberghiero) può fruire di successivo ricovero in regime libero-professionale a fronte del pagamento dell intero debito. Colui che non è iscritto al Servizio Sanitario Nazionale e sia debitore moroso dell Azienda sanitaria non può fruire di prestazioni sanitarie non urgenti (sia in regime di ricovero che ambulatoriale) salvo che prima proceda al pagamento di quanto dovuto

14 - mod. allegato 1 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA

15 - mod. allegato 9 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via E. degli Scrovegni n Padova Prot. n. Tit. /Clas. /Fasc. /Anno Allegati: Padova Al Dirigente Responsabile S.S. Servizio Legale SEDE Oggetto: invio elenco utenti morosi per emissione ingiunzione fiscale Con la presente, si inoltrano le pratiche relative a n utenti morosi (COGNOME NOME COGNOME NOME COGNOME NOME) per la notifica delle ingiunzioni fiscali. Per ciascun nominativo, si allega: fotocopia della fattura copia delle lettere dei solleciti già inviati copia delle ricevute AR, eventuale corrispondenza intercorsa con l utente prospetto con conteggio degli interessi Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, l occasione è gradita per porgere Cordiali Saluti. Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr. Luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

16 - mod. allegato 2 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket Da un controllo contabile effettuato dalla scrivente Azienda, risulta un mancato pagamento del ticket riferito alla prestazione da Lei eseguita in data presso. La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

17 - mod. allegato 3 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA

18 - mod. allegato 4 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket esami preoperatori In riferimento agli esami preoperatori a cui si è sottoposto/a in data 01/01/2013 presso gli ambulatori dell Ospedale S. Antonio, avendo volontariamente rifiutato di sottoporsi all intervento programmato, con la presente si comunica che la S.V. è tenuta al pagamento del ticket corrispondete, così come previsto dalla Circolare della Regione Veneto n del La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Potrà quindi ritirare il referto presso la Direzione Amministrativa di Presidio Ospedaliero dell Ospedale S. Antonio, esibendo la ricevuta di pagamento e un documento di riconoscimento, o potrà delegare una persona, previa esibizione di una delega compilata, firmata ed accompagnata dal proprio documento di riconoscimento e da copia del documento del delegante. Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

19 - mod. allegato 5 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket pronto soccorso Da un controllo contabile effettuato dalla scrivente Azienda, risulta un mancato pagamento del ticket riferito alla prestazione di pronto soccorso da Lei usufruita in data presso. La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

20 - mod. allegato 6 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA 1 SI NO 2 SI NO 3 SI NO 4 SI NO 5 SI NO 6 SI NO 7 SI NO 8 SI NO 9 SI NO 10 SI NO 11 SI NO

PROTOCOLLO RECUPERO CREDITI DERIVANTI DALL EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE

PROTOCOLLO RECUPERO CREDITI DERIVANTI DALL EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE Pagina 1 di 9 Copia Controllata Copia Non Controllata INDICE 1. SCOPO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. ELENCO ACRONIMI...2 4. DIAGRAMMA DI FLUSSO...3 5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA' E RESPONSABILITA'...4

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI INSOLUTI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI INSOLUTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI INSOLUTI ART. 1 FINALITA Il presente regolamento disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di insolvenza degli stessi.

Dettagli

PROCEDURA RIMBORSI PAGAMENTI EFFETTUATI DA UTENTI

PROCEDURA RIMBORSI PAGAMENTI EFFETTUATI DA UTENTI Regione del Veneto Azienda U.l.s.s. n. 16 Padova Sede Legale: Via Scrovegni 14-35131 Padova / c.f./p.iva 00349050286 PROCEDURA RIMBORSI PAGAMENTI EFFETTUATI DA UTENTI La presente procedura definisce le

Dettagli

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio.

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio. ANNESSO TECNICO Art. 1 Oggetto del servizio. L appalto ha per oggetto il servizio di recupero stragiudiziale dei crediti di Acam Acque Spa riferiti a morosità del servizio idrico integrato di importo superiore

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 Premessa Le seguenti disposizioni procedurali riguardano la certificazione dei crediti prevista

Dettagli

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI Regolamento Cassa Edile Macerata di cui all art 7 dello Statuto del 02.03.2012, approvato dal Comitato di Gestione n 346 del 5 novembre 2014. (In rosso le modifiche apportate) ARTICOLO 1 DENUNCIA NOMINATIVA

Dettagli

SERVIZIO CARTELLE CLINICHE

SERVIZIO CARTELLE CLINICHE REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA SERVIZIO CARTELLE CLINICHE Guida informativa per l utente 1 Modalità di richiesta di copia della cartella clinica o altra documentazione Requisito essenziale:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI 1. Le norme del presente regolamento costituiscono la disciplina generale dell accertamento e della riscossione di tutte le entrate comunali non aventi

Dettagli

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

In qualità di rappresentante legale della. codice fiscale/p.iva con sede legale in. (Prov. ) indirizzo C.A.P., telefono.

In qualità di rappresentante legale della. codice fiscale/p.iva con sede legale in. (Prov. ) indirizzo C.A.P., telefono. ALLEGATO 3 A RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE SEDE PROVNICIALE DI SPORTELLO DI ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973, SUCCESSIVA AD UNA PRECEDENTE ISTANZA DI

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E CENTRI ESTIVI - PROCEDURA RECUPERO CREDITI - Approvata dal C.d.A con deliberazione n 54 del 30/12/2014 e in vigore dal 05/01/2015 INDICE Premessa 1. Il recupero dei

Dettagli

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 56 del 01 agosto 2012 TITOLO I DISPOSIZIONE GENERALI Art.1

Dettagli

Procedura. Amministrativo-Contabile. Servizio di Cassa Interno. Gestione Servizio di Cassa Interno

Procedura. Amministrativo-Contabile. Servizio di Cassa Interno. Gestione Servizio di Cassa Interno Procedura Amministrativo-Contabile Servizio di Cassa Interno Gestione Servizio di Cassa Interno (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 27/06/2012) Art. 1. OBIETTIVO La presente procedura contiene

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2014 1 Sommario Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

Allegato n. 2 Delibera n. 556 del 09/10/2014

Allegato n. 2 Delibera n. 556 del 09/10/2014 ACCORDO PER L ESERCIZIO DI ATTIVITA PROFESSIONALI ex art. 58 comma 9 C.C.N.L. 8.6.2000 Area Dirigenza Medica e Veterinaria PREMESSO che il con sede in via/piazza, ha chiesto la stipula di un accordo per

Dettagli

Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15

Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15 Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15 Quota di nuova iscrizione una tantum/a fondo perduto Deposito cauzionale una tantum/rimborsabile con interessi Quota di conferma

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI Approvato con delibera n. 04 del 14.04.2015 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento disciplina le modalità di riscossione del contributo annuale di cui

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI DAGLI ISCRITTI ALL ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI DAGLI ISCRITTI ALL ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI LAVORO REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI DAGLI ISCRITTI ALL ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO Approvato con delibera n. 314 del 25 settembre 2014 Indice

Dettagli

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo.

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo. Gentile Cliente, con il presente documento, Lei ha la possibilità di diventare cliente Sorgenia, subentrando al contratto di fornitura in essere di un Nostro cliente, secondo le modalità previste dall

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973

ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973 ALLEGATO 3 A RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE SEDE PROVNICIALE DI SPORTELLO DI ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973 SOCIETA DI CAPITALI / SOCIETA COOPERATIVE

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE

COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNE DELLA SPEZIA DIPARTIMENTO 1 REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 24 del 19.7.2004 e Modificato con Deliberazione C.C. n. 10 del 29/03/2007 Modificato

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI RELATIVE AI SERVIZI ALLA PERSONA DELL UNIONE RENO GALLIERA

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI RELATIVE AI SERVIZI ALLA PERSONA DELL UNIONE RENO GALLIERA REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI RELATIVE AI SERVIZI ALLA PERSONA DELL UNIONE RENO GALLIERA Approvato con Delibera del Consiglio dell Unione n. 41 del 23/10/2014 Modificato con Delibera del Consiglio

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. 8 luglio 2015, n. 20, ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari

Dettagli

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010 Aprile 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano ha avviato l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati in

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE Art. 1) OGGETTO L attività consiste nello svolgimento del recupero crediti extragiudiziale dei corrispettivi derivanti

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO Il presente documento descrive le attività amministrativo-contabili inerenti la gestione dei pagamenti

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE VIA A. DE CURTIS, 2 88900 CROTONE Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con sede in via/piazza

Dettagli

Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM e dei Servizi PosteMobile S.p.A. (PosteMobile)

Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM e dei Servizi PosteMobile S.p.A. (PosteMobile) Copia per PosteMobile Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM e dei Servizi PosteMobile S.p.A. (PosteMobile) Dati del Richiedente Nome Cognome Sesso Nato il Comune di nascita Prov.

Dettagli

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso:

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA DEI RELATIVI FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 1. Definizioni Nell ambito delle presenti Condizioni di Finanziamento, ciascuno dei seguenti termini, quando viene scritto con l iniziale maiuscola, sia al singolare che al

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P I E MO NTE Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano

Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Convenzione/Capitolato per il Servizio di Cassa del GAL Ternano Il GAL Ternano in esecuzione della deliberazione adottata dal Consiglio di Amministrazione n. 12/2014 all ordine del giorno in data 29/01/2014

Dettagli

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio TITOLO II Gestione, costo, tariffe TITOLO II Gestione, costo, tariffe ART. 3 Gestione e costo del servizio 3. Il soggetto gestore è tenuto a comunicare alla Giunta Comunale, entro il mese di settembre

Dettagli

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo)

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) SANZIONI AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) Settembre 2009 IL PAGAMENTO DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PER

Dettagli

Comunicazione di debito e provvedimento di recupero di somme erogate indebitamente.

Comunicazione di debito e provvedimento di recupero di somme erogate indebitamente. Inpdap: la procedura per il recupero degli indebiti (Inpdap, Nota Operativa 20.6.2006 n. 39) Sono in arrivo le comunicazioni Inpdap relative alle somme indebitamente percepite dai pensionati. L istituto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE CAMPEGGI E CENTRI ARCA

CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE CAMPEGGI E CENTRI ARCA CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE CAMPEGGI E CENTRI ARCA FUNZIONE DELLA STRUTTURA ARCA Le vacanze in campeggio e nei Centri ARCA sono iniziative organizzate in forma diretta dall ARCA. OBBLIGHI DEL

Dettagli

CHIEDE 2. per un importo complessivo di euro... secondo un piano di rateizzazione straordinario in.rate di importo costante.

CHIEDE 2. per un importo complessivo di euro... secondo un piano di rateizzazione straordinario in.rate di importo costante. R5 RICHIESTA DI RATEIZZAZIONE O PROROGA SECONDO UN PIANO STRAORDINARIO RICHIESTA DI ESTENSIONE DELLA RATEIZZAZIONE DEBITI DI QUALSIASI IMPORTO - MAX 120 RATE art. 19 DPR n. 602/1973) PER TUTTE LE PERSONE

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 10 del 22 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMPENSAZIONE E CESSIONE DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Procedura di certificazione degli stessi 1.

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale TRA L Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, con sede

Dettagli

Tutti gli interessati Agli Assessorati all Agricoltura delle Regioni e Province Autonome Loro Sedi

Tutti gli interessati Agli Assessorati all Agricoltura delle Regioni e Province Autonome Loro Sedi UFFICIO MONOCRATICO Via Palestro 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.4453940 Prot. N.AGEA.UMU.2011.186 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma, li 11 FEBBRAIO 2011 Circolare n. 7 A Tutti gli interessati Agli Assessorati

Dettagli

Istanza di Mediazione ai sensi del D. Lgs. 28/2010. (cognome nome) nato a Prov. il. residente a in. n. civ cap. prov. codice fiscale. tel.

Istanza di Mediazione ai sensi del D. Lgs. 28/2010. (cognome nome) nato a Prov. il. residente a in. n. civ cap. prov. codice fiscale. tel. Istanza di Mediazione ai sensi del D. Lgs. 28/2010 Sede Legale ACCORDIAMOCI S.r.l. Via del Rondone, 1 40122 Bologna Sede di riferimento: Modalità presentazione istanza: A - Parte Istante (cognome nome)

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I.

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I. COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI: I.C.I. E TARSU Approvato con Del CC n. 5 del 29.4.2011 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a... (Prov..) il... codice fiscale.. residente in. (Prov..) indirizzo... C.A.P.. telefono fax e-mail...

Il/La sottoscritto/a nato/a... (Prov..) il... codice fiscale.. residente in. (Prov..) indirizzo... C.A.P.. telefono fax e-mail... Ad Equitalia Sportello di. ISTANZA DI RATEAZIONE IN PROROGA AI SENSI DELL ART. 10, COMMI 13-BIS, DEL DECRETO LEGGE N. 201/2011 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 214 DEL 28.12.2011 SOCIETÀ DI

Dettagli

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA PREMESSO CHE: 1. Nell ambito della propria attività di impresa, SKY Italia S.r.l. e la sua controllata Telecare S.r.l.

Dettagli

Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di residenza: Provincia: ( )

Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di residenza: Provincia: ( ) FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE N. 102 Albo Fondi Pensione Via C. B. Piazza 8 00161 ROMA 0644254842 FAX 0644118106 Mail previcooper@previcooper.it NON PUÒ ESSERE INVIATO VIA FAX 1. DATI DELL ISCRITTO Cognome:

Dettagli

REGOLAMENTO ASTE TELEMATICHE BENI DI VARIA NATURA VENDITE PRIVATE

REGOLAMENTO ASTE TELEMATICHE BENI DI VARIA NATURA VENDITE PRIVATE REGOLAMENTO ASTE TELEMATICHE BENI DI VARIA NATURA VENDITE PRIVATE Il presente regolamento si applica alle vendite telematiche mobiliari relative a vendite private sulla piattaforma www.astetelematiche.it.

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATA STRATEGICO PMS 49/08/P5 Integrazione fra Sistemi di Gestione sul tema

Dettagli

Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC)

Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC) Vademecum per i fornitori del Sistema Sanitario della Regione Campania (SSRC) Questo documento ha lo scopo di fornire il necessario supporto al creditore per l esecuzione degli adempimenti ai sensi del

Dettagli

CONSORZIO di BONIFICA dell EMILIA CENTRALE Corso Garibaldi n. 42 42121 Reggio Emilia - Tel. 0522443211- Fax 0522443254- c.f.

CONSORZIO di BONIFICA dell EMILIA CENTRALE Corso Garibaldi n. 42 42121 Reggio Emilia - Tel. 0522443211- Fax 0522443254- c.f. CONSORZIO di BONIFICA dell EMILIA CENTRALE Corso Garibaldi n. 42 42121 Reggio Emilia - Tel. 0522443211- Fax 0522443254- c.f. 91149320359 CONSORZIO DI BONIFICA DELL EMILIA CENTRALE REGOLAMENTO SULLA RISCOSSIONE

Dettagli

con sede in via Città Cap Prov Partita IVA Codice fiscale Cognome Nome Nato/a il codice fiscale Recapiti telefono Fax Cell e-mail @

con sede in via Città Cap Prov Partita IVA Codice fiscale Cognome Nome Nato/a il codice fiscale Recapiti telefono Fax Cell e-mail @ RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO (da compilare, sottoscrivere e inviare in originale a mezzo posta al CAF in Via Ontani 48, 36100 Vicenza, o a mezzo telefax al n. 0444-349 501 o via mail a vistoiva@cafinterregionale.it)

Dettagli

Oggetto: Riemissione pagamenti di aiuti e premi comunitari non andati a buon fine.

Oggetto: Riemissione pagamenti di aiuti e premi comunitari non andati a buon fine. ORGANISMO PAGATORE Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.646 Fax 06.49499.757 Prot. N. UMU.2013.1147 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 19 giugno 2013 A Tutti gli interessati Agli

Dettagli

TICKET ONLINE MANUALE D USO

TICKET ONLINE MANUALE D USO TICKET ONLINE MANUALE D USO - - Pagamento online dei ticket sanitari Attraverso questo servizio è possibile pagare i ticket relativi a prestazioni del Sevizio Sanitario Nazionale e prestazioni di Libera

Dettagli

Spett.le I.N.P.G.I. "Giovanni Amendola" Via Nizza n. 35 00198 - ROMA

Spett.le I.N.P.G.I. Giovanni Amendola Via Nizza n. 35 00198 - ROMA INPGI - DOMANDA DI PRESTITO (Pensionato INPGI) - PRESTIT.DOC Spett.le I.N.P.G.I. "Giovanni Amendola" Via Nizza n. 35 00198 - ROMA Il/la sottoscritto/a...., nato a. Prov, il, giornalista pensionato/a iscritto/a

Dettagli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli CIRCOLARE A.F. N. 39 del 14 Marzo 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che la proroga del pagamento

Dettagli

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Spett.le COMUNE DI COLOGNO AL SERIO VIA ROCCA, 1 24055 COLOGNO AL SERIO AREA SERVIZI ALLA PERSONA

Dettagli

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità (es. CasaClima, Leed e simili) superiori

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO. Anno 2009

REGIONE BASILICATA. Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO. Anno 2009 REGIONE BASILICATA Dipartimento Attività Produttive, Politiche dell Impresa, Innovazione Tecnologica AVVISO PUBBLICO Anno 2009 CONTRIBUTO REGIONALE PER LA RIDUZIONE DEL COSTO DELL ENERGIA PER LE FAMIGLIE

Dettagli

REGIONE LAZIO ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA

REGIONE LAZIO ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA ALLEGATO N. 1 UNIONE EUROPEA FEASR REGIONE LAZIO REGIONE LAZIO ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E VALORIZZAZIONE PRODOTTI LOCALI DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA P.S.R. LAZIO 2007/2013 ASSE IV LEADER (DGR

Dettagli

Fra: CONSIDERATO RILEVATA

Fra: CONSIDERATO RILEVATA Convenzione con la Società Edenred Italia Srl per la fornitura di titoli di legittimazione per l acquisto di prodotti alimentari e generi di prima necessità (denominati Ticket Service) da erogare a persone

Dettagli

ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI. Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO

ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI. Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO ASSET CAMERA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEI FORNITORI Art. 1 ISTITUZIONE E FINALITÀ DELL ELENCO Ai sensi dell art. 125 comma 12 del D. Lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i., avente ad oggetto il Codice

Dettagli

Si evidenzia che il contributo di maternità 2014 è stato fissato in 23,50 e deve essere pagato, a norma di regolamento, entro la scadenza del saldo.

Si evidenzia che il contributo di maternità 2014 è stato fissato in 23,50 e deve essere pagato, a norma di regolamento, entro la scadenza del saldo. FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA Divisione Attività di Istituto Gestione Separata Agrotecnici Circolare 2/2015 Roma, 22 giugno 2015

Dettagli

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Allegato A) R E L A Z I O N E

Allegato A) R E L A Z I O N E Allegato A) MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DI QUANTO PREVISTO DALL ART. 9 D.L. 01/07/2009, N. 78 CONVERTITO IN LEGGE 03/08/2009, N. 109 DECRETO ANTICRISI R E L A Z I O N E Si richiama innanzitutto,

Dettagli

PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI

PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI MCC REGIONE PUGLIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI AREA SERVIZI PER LO SVILUPPO Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare

Dettagli

Indice. 1. Carta dei servizi La Post@ Nazionale. 2. Il contesto normativo. 2.1 La liberalizzazione del mercato postale.

Indice. 1. Carta dei servizi La Post@ Nazionale. 2. Il contesto normativo. 2.1 La liberalizzazione del mercato postale. Carta dei servizi Indice 1. Carta dei servizi La Post@ Nazionale 2. Il contesto normativo 2.1 La liberalizzazione del mercato postale. 2.2 I servizi affidati in via esclusiva a Poste Italiane (Fornitore

Dettagli

REGOLAMENTO per l utilizzo delle carte di credito della Camera di Commercio di Livorno

REGOLAMENTO per l utilizzo delle carte di credito della Camera di Commercio di Livorno REGOLAMENTO per l utilizzo delle carte di credito della Camera di Commercio di Livorno Allegato alla delibera camerale n. 145 del 1 ottobre 2013 Regolamento per l utilizzo delle carte di credito Articolo

Dettagli

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova)

Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) Comune di San Giorgio delle Pertiche (Provincia di Padova) AREA AFFARI GENERALI Ufficio Segreteria Via Canonica, 4 TEL. 049-9374720 Cod.fiscale 00682290283 FAX 049-9374712 Centralino 049-9374711 35010

Dettagli

Gentile Cliente, Il modulo allegato si divide in 4 parti:

Gentile Cliente, Il modulo allegato si divide in 4 parti: Gentile Cliente, compilando il presente documento diventerà cliente Sorgenia, subentrando al contratto di fornitura in essere di un nostro cliente, secondo le modalità previste dall Autorità per l energia

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009 Notizie Flash Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno è scaduta la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso sia pervenuto dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE PER LA RICEZIONE DELLE ISTANZE DI ESENZIONE TICKET PER CONDIZIONE ECONOMICA E RELATIVO RILASCIO DI CERTIFICATO PROVVISORIO. L anno 2013, addì 26 del mese

Dettagli

COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona e Servizi Culturali Servizi Scolastici

COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona e Servizi Culturali Servizi Scolastici COMUNE DI CENTO Servizi alla Persona e Servizi Culturali Servizi Scolastici Gentile utente - - 1) I PROPRI DATI ANAGRAFICI E FISCALI (validi per l invio di ogni comunicazione, compreso i bollettini di

Dettagli

REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI CALENZANO

REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI CALENZANO REGOLAMENTO SULL IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL COMUNE DI CALENZANO Approvazione: Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 30/1/2012. Modifiche e integrazioni: Deliberazioni Consiglio Comunale n. 49 del

Dettagli

NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013 Data scadenza: 31-12-2013

NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013 Data scadenza: 31-12-2013 PAG. 1 Contributi a favore delle associazioni di volontariato ed onlus per l'acquisto di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013

Dettagli

RATEIZZAZIONI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. www.comune.torino.it/vigiliurbani/rateizzazioni

RATEIZZAZIONI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. www.comune.torino.it/vigiliurbani/rateizzazioni DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI www.comune.torino.it/vigiliurbani/rateizzazioni MAGGIO 2015 www.comune.torino.it/cartaqualita CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE Settore II RESPONSABILE DEL SETTORE I. D. Angelo Buonincontri Registro Generale n. 157 del 24/02/2015 Registro Settore n 41 del_23/02/2015 OGGETTO:

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A.

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A. Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Sito web Intermediario

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO MOROSITÀ GAS (TIMG)

Allegato A TESTO INTEGRATO MOROSITÀ GAS (TIMG) TESTO INTEGRATO MOROSITÀ GAS (TIMG) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 4 Articolo 1 Definizioni... 4 Articolo 2 Ambito oggettivo... 6 TITOLO II REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA E DISTRIBUZIONE NEI CASI

Dettagli

Allegato alla deliberazione di Consiglio Camerale n. 12 del 29.04.2016 PROPOSTA DI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO

Allegato alla deliberazione di Consiglio Camerale n. 12 del 29.04.2016 PROPOSTA DI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Allegato alla deliberazione di Consiglio Camerale n. 12 del 29.04.2016 PROPOSTA DI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE CARTE DI CREDITO Approvato con deliberazione di Consiglio Camerale n. 12 del 29.04.2016

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2014-2015 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2014-2015 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2014-2015 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A.S. 2014-2015 Un posto a tavola Servizio refezione scolastica

Dettagli

ANNULLAMENTO AUTOMATICO DI CARTELLE E ACCERTAMENTI SECONDO LE NUOVE REGOLE INTRODOTTE DALLA C.D. LEGGE DI STABILITA LEGGE 24 DICEMBRE 2012, N.

ANNULLAMENTO AUTOMATICO DI CARTELLE E ACCERTAMENTI SECONDO LE NUOVE REGOLE INTRODOTTE DALLA C.D. LEGGE DI STABILITA LEGGE 24 DICEMBRE 2012, N. ANNULLAMENTO AUTOMATICO DI CARTELLE E ACCERTAMENTI SECONDO LE NUOVE REGOLE INTRODOTTE DALLA C.D. LEGGE DI STABILITA LEGGE 24 DICEMBRE 2012, N. 228 a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) 1. Premessa

Dettagli

Condizioni Generali del Servizio conto di credito ordinario per la Pubblica Amministrazione.

Condizioni Generali del Servizio conto di credito ordinario per la Pubblica Amministrazione. Condizioni Generali del Servizio conto di credito ordinario per la Pubblica Amministrazione. Art. 1 Oggetto del contratto e descrizione del servizio Art. 1.1 Oggetto del contratto Le presenti Condizioni

Dettagli

Spettabile. c.a. Sig. RingraziandoVi per la Vs. gentile richiesta, vi formuliamo la nostra migliore offerta.

Spettabile. c.a. Sig. RingraziandoVi per la Vs. gentile richiesta, vi formuliamo la nostra migliore offerta. Milano (MI) -07-2012 OFFERTA N MR01202 PROT: Spettabile c.a. Sig. RingraziandoVi per la Vs. gentile richiesta, vi formuliamo la nostra migliore offerta. Oggetto: CONTRATTO DI ASSISTENZA SISTEMISTICA Condizioni

Dettagli

Allegato A 1/3 Spett.le FONDO PENSIONE GRUPPO CARIPARMA CREDIT AGRICOLE Centro Servizi Cavagnari Via La Spezia 138/A 43126 PARMA

Allegato A 1/3 Spett.le FONDO PENSIONE GRUPPO CARIPARMA CREDIT AGRICOLE Centro Servizi Cavagnari Via La Spezia 138/A 43126 PARMA Allegato A 1/3 Spett.le FONDO PENSIONE GRUPPO CARIPARMA CREDIT AGRICOLE Centro Servizi Cavagnari Via La Spezia 138/A 43126 PARMA RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE Il/La sottoscritto/a _matr. Società _ Codice

Dettagli

SSM S.p.A. REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

SSM S.p.A. REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI SSM S.p.A. REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI ARTICOLO 1: NATURA DEL PRESENTE REGOLAMENTO Il presente Regolamento costituisce provvedimento generale organizzativo

Dettagli