Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi."

Transcript

1 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 REGOLAMENTO PER IIL RECUPERO DEII CREDIITII ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento individua e disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di mancato pagamento degli stessi. ART. 2 PRESCRIZIONE DEL DIRITTO DI CREDITO I diritti di credito si estinguono per prescrizione ai sensi degli artt e segg.ti del Codice Civile, secondo le disposizioni ivi contenute nonché di quelle previste da varie leggi speciali, se l Azienda stessa non li esige ai soggetti debitori nelle forme e nei tempi previsti dalle vigenti disposizioni di legge. Forma: al fine di interrompere il termine di prescrizione è necessario costituire in mora il debitore, richiedendo il credito al soggetto tenuto al pagamento con raccomandata con avviso di ricevimento che dovrà indicare l importo, la tipologia di prestazione / documento contabile, il termine di pagamento e indicando le modalità per effettuare il versamento dovuto. Termini di prescrizione: il termine di prescrizione è il tempo previsto dalla legge entro il quale è necessario esercitare il diritto di credito. Il termine viene interrotto dal ricevimento della richiesta di pagamento del credito e ricomincia a decorrere nuovamente e interamente dal momento della sua interruzione. Salvi i casi in cui la legge dispone diversamente, i diritti di credito si estinguono per prescrizione con il decorso di 10 anni. ART. 3 TIPOLOGIA DI CREDITI Di seguito si riporta un elencazione delle varie tipologie di credito più ricorrenti in Azienda: ticket per prestazioni sanitarie rese, (L.8/90 e s.m.i.); ticket per visite, esami diagnostici e di laboratorio i cui referti non sono stati ritirati nel termine di giorni 30 (L.412/91 art.4, comma 18; DGRV n. 600/2007); ticket per mancata disdetta della prestazione sanitaria prenotata (DGRV n. 600/2007); ticket per prestazioni relative ad esami pre-operatori effettuate in caso di rinuncia al ricovero programmato (Circolare Reg. Veneto n / del ); vendita di prestazioni sanitarie erogate a favore di altri enti pubblici e/o privati; corrispettivi per prestazioni sanitarie erogate in regime di attività libero professionale intramuraria (D.P.C.M. 27/3/00 e s.m.i.), consulenze e prestazioni medico legali; corrispettivi per prestazioni sanitarie a favore di stranieri, non cittadini U.E. secondo i limiti ed i presupposti previsti dalle disposizioni di legge; costi per rilascio di certificazioni, di copie di atti e di documentazione sanitaria; (L. 241/1990); sanzioni amministrative previste dalla L. 689/81 e s.m.i., nonché da altre leggi speciali (L. Regione Veneto 6 aprile 2012, n. 6); recupero di oneri stipendiali; recupero delle somme dovute dal personale dipendente per attività extraistituzionale non autorizzata ; recupero di oneri derivanti da violazione di accordi contrattuali

2 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 ART. 4 RECUPERO TICKET PRESTAZIONI AMBULATORIALI Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha stabilito che il ticket debba essere pagato prima dell effettuazione della prestazione, salvo i casi in cui non si possa procedere ad una preventiva quantificazione della tariffa complessiva o si renda necessaria l esecuzione di ulteriori accertamenti e/o prestazioni. Nel caso in cui, in via del tutto eccezionale, l utente ha comunque usufruito della prestazione senza aver preventivamente pagato il ticket, l ambulatorio deve assicurarsi che l utente saldi quanto dovuto nei 30 giorni successivi alla visita. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero ticket prestazioni ambulatoriali (mod. allegato 1) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed i relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 2). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso - 2 -

3 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 5 RECUPERO TICKET PER ESAMI PREOPERATORI Nel caso in cui l utente abbia usufruito di prestazioni sanitarie in previsione di un ricovero programmato e successivamente abbia volontariamente deciso di non effettuare il ricovero stesso, l utente è tenuto al pagamento dei ticket relativamente alle prestazioni ambulatoriali usufruite (circolare regionale del ). Il reparto, in questo caso, è tenuto a consegnare all utente il foglio ticket barcode, ed assicurarsi che saldi quanto dovuto nei successivi 30 giorni. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero ticket esami preoperatori (mod. allegato 3) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 4). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973) Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro - 3 -

4 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate ai reparti competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dai reparti interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART.6 RECUPERO TICKET PRESTAZIONI PRONTO SOCCORSO La estrae dalla procedura SSI (in formato elettronico excel), l elenco degli utenti che hanno usufruito di prestazioni di Pronto Soccorso (onere SSN e onere paganti) senza aver eseguito il pagamento dovuto; contestualmente si procederà alla stampa di tutti i relativi fogli barcode che saranno poi allegati alla lettera di sollecito Gli importi identificati come errati addebiti per i quali non è possibile la modifica nel gestionale informatico, al fine della correzione della mobilità sanitaria, la procederà, su indicazione da parte del Direttore del Pronto Soccorso, a giustificarli in procedura SCI PTK al fine di evitare ulteriori solleciti non dovuti. La, sulla base delle stampe così prodotte di cui al paragrafo 1, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 5). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973) Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro - 4 -

5 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate al pronto soccorso competente che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dal pronto soccorso interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 7 RECUPERO TICKET MANCATO RITIRO REFERTI Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha previsto l obbligo da parte dell utente di ritirare il referto entro 30 giorni dall effettuazione della prestazione specialistica o dalla data prevista dall Azienda per la consegna dello stesso; in caso di mancato ritiro, l utente è tenuto, anche se esente, al pagamento per intero della prestazione usufruita. Mensilmente, gli ambulatori inviano alla mail della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, la richiesta di recupero importo referto non ritirato (mod. allegato 6) contenente l elenco di tutti gli utenti che non hanno provveduto al pagamento del ticket nei termini stabiliti di cui sopra. Contestualmente, a mezzo posta interna, gli ambulatori inviano alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci (ufficio recupero crediti) l elenco cartaceo sottoscritto dal responsabile dell ambulatorio ed relativi fogli di accettazione/prenotazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. Le richieste di pagamento per mancato ritiro referti, riguardano: utenti fuori ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura dell Ulss 16: si recupera il solo valore del ticket (qualora non pagato); utenti ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura di altra azienda sanitaria del Veneto: si recupera l importo maggiore al ticket dovuto; utenti ulss 16, che hanno usufruito di una prestazioni presso l Azienda Ospedaliera di Padova con importo maggiore o uguale al ticket di 36,15: l ulss 16 recupera l intero importo della prestazione ed accredita all Azienda Ospedaliera il valore del ticket (qualora non pagato); utenti ulss 16 che hanno usufruito di una prestazione in una struttura dell Ulss 16: si recupera il costo intero della prestazione (fatto salvo il ticket già pagato); utenti privati paganti: si recupera l intero costo della prestazione - 5 -

6 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 utenti ulss 16 esenti che hanno usufruito di una prestazione presso una qualsiasi struttura sanitaria: si recupera l intero costo della prestazione. Se nel frattempo l ambulatorio ha necessità di effettuare delle modifiche relative a fogli di lavoro per i quali ha già inviato la richiesta di recupero ticket, deve prontamente segnalare il tutto all ufficio Recupero Crediti, anche a mezzo mail, che provvederà a modificare la richiesta ticket da inviare all utente. La, sulla base di quanto pervenuto, provvede a inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 7). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 8 RECUPERO TICKET MANCATA DISDETTA Con DGR n. 600/2007 la Regione Veneto ha previsto l obbligo da parte dell utente di dare, entro congruo tempo (3 giorni lavorativi per le visite ambulatoriali e 5 giorni lavorativi per gli esami diagnostici), la - 6 -

7 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 disdetta della prenotazione, nel caso contrario sarà tenuto al pagamento comunque del ticket, anche se esente. La estrae dalla procedura SSI, le stampe di tutti gli utenti che non hanno preventivamente disdettato una prestazione ambulatoriale a cui non si sono presentati; contestualmente si procederà alla stampa di tutti i relativi fogli barcode che verranno allegati alla lettera di sollecito La, sulla base delle stampe così prodotte, provvede ad inoltrare i solleciti di pagamento con lettera ordinaria, fissando un termine di pagamento in 15 giorni, ammonendo che, in caso di mancato pagamento, si procederà al recupero tramite iscrizione del credito a ruolo non coattivo, con aggravio di spese amministrative e interessi (mod. allegato 8 ). La, non procederà comunque ad inviare i solleciti il cui importo sia inferiore ad 10,33 (art. 12 bis del D.P.R. 602 del 29/09/1973). Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci. Decorsi inutilmente i 15 giorni di cui al paragrafo 5, la provvederà, sulla base di disposizioni interne della Direzione Generale, ad emettere ruolo coattivo (previa comunicazione formale di messa in mora con raccomandata A/R) a carico degli utenti che non hanno provveduto al pagamento e di cui si ha la certezza dell indirizzo di residenza (nel qual caso l importo richiesto sarà maggiorato di 15,00 a copertura delle spese postali e amministrative sostenute) o, diversamente procederà allo stralcio del credito. Le contestazioni giunte alla a seguito dei solleciti inviati, verranno inoltrate agli ambulatori competenti che forniranno le indicazioni in merito su come procedere. Le controdeduzioni verranno comunicate dalla agli utenti sulla base delle sopraccitate indicazioni fornite dagli ambulatori interessati, nella medesima forma delle contestazioni ricevute. A fronte delle controdeduzioni inviate, gli utenti potranno comunque rivolgersi in seconda istanza, agli uffici URP. ART. 9 RECUPERO CREDITI DA FATTURA - 7 -

8 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 In Azienda Ulss 16 i punti emissione fattura degli operatori di cassa sono abilitati ad emettere fattura solo al momento contestuale del pagamento. Esistono però altri punti emissione fattura che sono abilitati all emissione delle fatture non contestuali al pagamento, che sono: CON Fatture Convenzionati PDC Fatture vendita farmaci FA01 Sezione clienti FA04 Sperimentazione Farmaci FA05 Dipartimento di Prevenzione FA06 Residenze Sanitarie Assistenziali FA07 Servizio Farmaceutico FA09 Sezione Finanziamenti FAB Fatturazione Breda FAF2 Sezione Finanziamenti Saltpu FAF3 Sezione Finanziamenti Sregve FAF4 Sezione Finanziamenti Sconpr FLP Fatturazione Libera Professione SDZ Fatturazione Dozzinanti VET3 Fatturazione Servizio Veterinario VET4 Fatturazione Servizio Veterinario Per queste tipologie di crediti (derivanti da fattura), fatto salvo quanto previsto dagli art. 10 e art. 12, il sollecito verrà inviato dalla, con raccomandata AR mediante l utilizzo della procedura informatica gestione solleciti di cui all art.17, fissando un termine di pagamento di 30 giorni, maggiorando l importo di 4,30 (fatto salvo eventuali aumenti derivanti dalle tariffe postali) a copertura delle spese postali. Prima di effettuare qualsiasi tipo di sollecito, sarà cura del (Ufficio Recupero Crediti) verificare che il soggetto creditore non sia anche contemporaneamente fornitore dell Azienda Ulss 16. Nel qual caso, prima di procedere alla richiesta di pagamento, si proporrà al cliente/fornitore la compensazione finanziaria del debito per la parte corrispondente al credito aperto. Nel caso in cui il cliente/fornitore abbia ceduto il credito, e quindi non sia possibile procedere a compensazione, il credito verrà sollecitato secondo la normale procedura. Qualora il sollecito sia restituito all'azienda con le seguenti indicazioni: sconosciuto, trasferito, partito, irreperibile, indirizzo inesatto, indirizzo insufficiente e similari, si provvederà a richiedere l indicazione della residenza al Comune competente o, quando possibile, si provvederà a consultare l anagrafe sanitaria regionale del Veneto. Nel caso in cui l utente risulti irreperibile da dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale, si procederà a stralciare il credito. Nel caso in cui l utente in base alla dichiarazione dell ufficio anagrafe comunale risulti invece deceduto, si procederà ad inoltrare il sollecito di pagamento agli eredi legittimi individuati in base al titolo 2 del libro 2 del codice civile; qualora venga prodotta la copia autenticata dell atto pubblico di rinuncia all eredità, si procederà allo stralcio del credito. Evidenti situazioni oggettive in cui l onere della ricerca è maggiore dell importo richiesto, saranno valutate di volta in volta dal Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci

9 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 Decorsi inutilmente i 30 giorni, la verifica i pagamenti ricevuti e, per i crediti derivanti da attività commerciale, invia l elenco degli utenti morosi (mod. allegato 9,) allegando la seguente documentazione cartacea: fotocopia della fattura copia delle lettere dei solleciti già inviati copia delle ricevute AR, eventuale corrispondenza intercorsa con l utente conteggio degli interessi di cui all art. 14 alla S.S. Servizio Legale per l invio delle ingiunzioni fiscali così come previsto dal T.U. del 14 aprile 1910, n La S.S. Servizio Legale, una volta notificate le ingiunzioni fiscali di cui sopra, provvederà a richiedere gli avvenuti pagamenti alla e, sulla scorta dei dati ricevuti, inoltrare alla stessa le pratiche dei crediti ancora insoluti per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia Per i crediti aventi natura istituzionale, invece, la procederà direttamente all iscrizione del credito a ruolo attraverso Equitalia: ruolo coattivo per i crediti il cui sollecito è stato legalmente notificato; ruolo non coattivo per i crediti il cui sollecito non è stato possibile notificarlo (compiuta giacenza, sconosciuti all indirizzo, ecc). ART. 10 SOLLECITO PER RECUPERO CREDITI RICOVERI A PAGAMENTO Per questa tipologia di crediti, derivante da fatture emesse e non pagate relative a ricoveri effettuati in regime libero professionale (punto emissione SDZ: Fatturazione Dozzinanti) la gestione dei solleciti spetta alla S.S. Libera Professione e Marketing che provvederà al sollecito secondo quanto stabilito dalla presente procedura. Sarà cura della S.S. Libera Professione e Marketing verificare gli avvenuti pagamenti ed inoltrare le pratiche insolute alla S.S. Servizio Legale secondo quanto previsto dall art. 9, aggiornando contestualmente la procedura informatica di cui all art. 17. La S.S. Servizio Legale, una volta notificata l ingiunzione fiscale, provvederà a richiedere gli avvenuti pagamenti alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci e, sulla scorta dei dati ricevuti, inoltrare alla stessa le pratiche dei crediti ancora insoluti per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia ART. 11 SOLLECITO PER RECUPERO ONERI PERSONALE COMANDATO Sono crediti aventi come presupposto la corresponsione degli oneri del personale dipendente comandato ad altri enti pubblici. Per i crediti sorti fino al 31/12/2013 (data in cui le registrazioni contabili sono avvenute attraverso la prima nota GSA) la gestione del credito è di competenza della S.C. Amministrazione e Gestione del Personale che comunicherà alla le eventuali azioni successive per il recupero coattivo del credito. Per i crediti sorti dal 01/01/2014 (registrazioni contabili attraverso la fatturazione di cui art. 9 la gestione del credito seguirà le modalità ordinarie qui rappresentate. ART. 12 SOLLECITO PER RECUPERO CREDITI RIGUARDANTE ATTIVITÀ BILANCIO SOCIALE Sono crediti aventi come presupposto la corresponsione degli oneri da parte di utenti/enti pubblici relative a prestazioni effettuate dall Azienda Ulss 16 in ambito sociale. La gestione dei solleciti spetta alla Direzione Amministrativa dei Servizi Sociali che provvederà ad inviare i solleciti secondo quanto stabilito dalla presente procedura. Sarà cura della Direzione Amministrativa dei Servizi Sociali verificare gli - 9 -

10 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 avvenuti pagamenti ed inoltrare le pratiche ancora insolute alla per la successiva emissione del ruolo coattivo attraverso Equitalia ART. 13 SOLLECITI AD UTENTI MINORENNI Nel caso il sollecito debba essere inviato a soggetti minorenni le comunicazioni dovranno essere inviate, con l indicazione nella lettera ai genitori di o al tutore di.. Nel caso di emissione a ruolo relativa a somme dovute da soggetti minori, il ruolo dovrà essere intestato ad uno dei genitori o, in mancanza, al tutore; in questo caso, sarà oggetto di apposita valutazione da parte della S.S. Servizio Legale che fornirà parere legale in merito all individuazione del soggetto passivo da escutere. ART. 14 PAGAMENTI RATEALI Per crediti il cui importo è superiore a 500,00, potranno essere accolte le richieste di rateizzazioni nel limite massimo di 6 rate mensili e, con l approvazione del Direttore della S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci, fino a 12 rate mensili. Nel caso di situazioni documentate di grave disagio sociale/economico, potranno essere accolte rateizzazioni anche per importi minori e rate superiori, previa autorizzazione della Direzione Amministrativa. La domanda di rateizzazione, debitamente motivata, (mod. allegato 10) dovrà essere compilata dall utente unitamente alla carta d identità (se utente straniero, dovrà allegare il documento di riconoscimento del paese di origine da cui sia chiaramente desumibile l indirizzo estero). La, verificata la presenza delle motivazioni e dei documenti richiesti, provvede ad inviare all utente il prospetto riepilogativo (n. rate, scadenze, importi comp rensivi di interessi), che dovrà essere sottoscritto per accettazione. (mod. allegato 11) La, riscontrata la presenza della motivazione,verificherà la regolarità dei pagamenti ricevuti e, nel caso di mancato pagamento di 3 rate consecutive, decadendo il beneficio della rateizzazione, procederà al recupero del credito con le modalità ordinarie. Nel calcolo degli interessi dovranno essere applicate le seguenti modalità: crediti derivanti da fatture per attività commerciale: tasso commerciale, ai sensi d.lgs 192/2012, interessi a decorrere 7 giorni scadenza fattura; crediti derivanti da fatture per attività istituzionale: tasso legale, interessi a decorrere 7 giorni scadenza fattura; ticket: tasso legale, interessi a decorrere dalla data di erogazione prestazione; mancata disdetta: tasso legale, interessi a decorrere dalla data della prestazione non erogata; referti non ritirati: tasso legale, interessi a decorrere 30 gg. dalla data di erogazione prestazione. Se la richiesta di rateizzazione è riferita ad una iscrizione del credito a ruolo, la gestione del credito è comunque di competenza del che applicherà le medesime regole di cui al paragrafo 3 del presente articolo e provvederà ad aggiornare la situazione del soggetto passivo nel portale informatico di Equitalia. Se la richiesta di rateizzazione è riferita ad una ingiunzione di pagamento, la gestione del credito è di competenza della S.S. Servizio Legale che applicherà le medesime regole di cui al paragrafo 3 del presente articolo

11 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 ART. 15 CREDITI RELATIVI A PROCEDURE LIQUIDATORE E FALLIMENTARI È di competenza dalla S.S. Servizio Legale le gestione dei crediti riferiti a soggetti giuridici in cui è iniziato una procedura di fallimento (insinuazione al passivo, ecc); mentre per i crediti riferiti a soggetti giuridici in cui è iniziata la procedura di concordato preventivi e/o liquidazione volontaria, la gestione del credito è di competenza del (che produrrà tutta la documentazione necessaria richiesta di volta in volta dal liquidatore). Sara cura della aggiornare comunque la procedura informatica della gestione solleciti di cui all art. 17 e provvedere inoltre a inserire a fondo svalutazione l importo del credito. Per queste tipologie di crediti è sempre possibile l iscrizione a ruolo coattivo attraverso Equitalia fatto salvo per i soggetti che, da visura camerale, risultino cessati. ART. 16 CREDITI RELATIVI A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO Per questa tipologia di crediti, si procederà secondo le modalità previste agli art. 9, inviando le lettere raccomandate AR all indirizzo estero conosciuto. Nel caso in cui, a seguito di questo primo sollecito, l utente non adempia al pagamento o l invio della raccomandata non vada a buon fine, si procederà successivamente alla trasmissione dei dati ad una società di recupero crediti estero, qualora il servizio venga appaltato. Sara cura della aggiornare comunque la procedura informatica della gestione solleciti (art. 17) e provvedere inoltre a inserire a fondo svalutazione l importo del crediti non riscossi secondo le modalità previste all art. 20. ART. 17 PROCEDURA INFORMATICA SOLLECITI CREDITI DA FATTURA La procedura informatica per la gestione dei solleciti dei crediti derivanti da fattura è composta da due archivi: - gestione pre-solleciti: riguarda tutte le fatture emesse e non ancora sollecitate; - gestione archivio solleciti: riguarda tutte le fatture sollecitate; Una volta stampata la lettera di sollecito, le fatture vengono automaticamente inserite nella seconda sezione gestione archivio solleciti. Nel caso in cui le fatture da sollecitare in stato pre-solleciti sono riferitite a soggetti giuridici che sono al tempo stesso anche fornitori, si provvederà a trasferire manualmente le fattura dallo stato pre-sollecito ala gestione archivio solleciti con codice 80 (DA COMPENSARE). Al fine di rappresentare in maniera esaustiva e dettagliata la situazione dei crediti, la gestione archivio solleciti, prevede la possibilità di assegnare a ciascuna fattura un particolare codice che ne rappresenti lo stato, ovvero: 01 IN ATTESA VERIFICA 05 DA SOLLECITARE 06 SCONOSCIUTI DA VERIFICARE INDIRIZZO 10 PRECONTESTAZIONE FATTURA 100 PAGATA 15 SOLLECITO MANUALE 20 CONTESTAZIONE SOLLECITO 25 PAGAMENTO RATEALE 30 FALLIMENTO

12 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/ PROCEDURA CONCORDATO PREVENTIVO 40 TRASMESSA AL LEGALE 45 ASSICURAZIONE DOZZINANTI 50 AVVISO EQUITALIA 55 INGIUNZIONE DI PAGAMENTO 60 RUOLO EQUITALIA 65 DA INVIARE PER RECUPERO ESTERO 70 RECUPERO CREDITI ESTERI 80 DA COMPENSARE Gli operatori della e della S.C. Libera professione Marketing sono gli unici abilitati alla procedura della gestione archivio solleciti, e devono aggiornare costantemente lo stato delle fatture in base alle informazioni in loro possesso. Le lettere di sollecito elaborate con tale procedura (mod. allegato 12) verranno inviate con cadenza semestrale. ART. 18 NATURA GIURIDICA DEL CREDITO I crediti oggetto di recupero coattivo devono aver origine da: a) ricavi derivanti dall attività di servizio pubblico sanitario e da attività amministrative connesse ex art. 17 D. Lgs. 46/99 (es. prestazioni mediche, ospedaliere, certificazioni ecc..); b) ricavi aventi causa in rapporti di diritto privato ex art. 21 D. Lgs. 46/99 (es. rapporti di debito e credito conseguenti a contratti di fornitura di beni o servizi, a contratti di locazione, di compravendita ecc.) quando risultano da titolo avente efficacia esecutiva ai sensi dell art. 474 c.p.c. (es. sentenza provvisoriamente esecutiva, sentenza passata in giudicato, decreto esecutivo non opposto, ordinanza di ingiunzione ecc.). I crediti di cui al punto a) devono avere le seguenti caratteristiche: - certi: di ammontare certo e determinato, con esatta e sicura individuazione del soggetto debitore a cui addebitare e richiedere il credito; - liquidi: predeterminati in modo certo nel loro ammontare; - esigibili: suscettibili di riscossione in quanto ne sussistono i presupposti e non sottoposti a termine e condizione. I crediti di cui al punto b) devono avere le seguenti caratteristiche: - liquidi, esigibili e certi in quanto comprovati da titolo esecutivo ex art. 474 c.p.c.. ART. 19 PROCEDURA EQUITALIA Per l emissione delle cartelle esattoriali attraverso Equitalia, la procede direttamente ad inserire i dati richiesti nel portale informatico Equitalia. A seguito di ciò, la società Equitalia invia la relativa documentazione cartacea, che dovrà essere firmata dal Responsabile del Procedimento (visto di esecutorietà) ovvero dal Dirigente responsabile della struttura interessata al procedimento; successivamente Equitalia provvede quindi a stampare ed inviare le cartelle esattoriali agli utenti in precedenza inseriti

13 REGOLAMENTO RECUPERO CREDITIVers. 00 del 14/03/2014 Sempre nel portale informatico di Equitalia è possibile oltre che individuare i soggetti che hanno pagato, inserire eventuali provvedimenti di sospensione cartella, discarico, rateizzazione. Sara cura della Direzione generale, valutati i costi del servizio di Equitalia, comunicare alla S.C. Economico Patrimoniale e Bilanci l importo minimo oltre il quale procedere al recupero coattivo con le modalità sopradescritte. ART. 20 SVALUTAZIONE E PERDITA SU CREDITI Vengono inseriti direttamente a fondo svalutazione crediti: crediti relativi a fallimenti dichiarati o relativi a procedure concorsuali. crediti relativi a pazienti deceduti per i quali è in essere la procedure di identificazione degli eredi crediti relativi a pazienti esteri in attesa di essere recuperati dalla società di recupero crediti estero, qualora il servizio venga appaltato. crediti per i quali, malgrado sono stati posti in essere tutte le procedure di recupero indicate nella presente procedura, rimangono ancora aperti per la durata di 5 anni. Vengono invece stralciati: crediti di soggetti irreperibili: su dichiarazione dell ultimo comune di residenza e mancanza agli atti, di qualsiasi altro utile recapito e/o riferimento. crediti irrecuperabili: es: fallimenti chiusi senza riparto, crediti prescritti, soggetti deceduti i cui eredi non hanno accettato l eredità, ecc. ART. 21 RIFIUTO DI PRESTAZIONI A DEBITORI INADEMPIENTI Colui che non abbia pagato il corrispettivo relativo a ricovero in regime libero-professionale (o solo il canone relativo al servizi alberghiero) può fruire di successivo ricovero in regime libero-professionale a fronte del pagamento dell intero debito. Colui che non è iscritto al Servizio Sanitario Nazionale e sia debitore moroso dell Azienda sanitaria non può fruire di prestazioni sanitarie non urgenti (sia in regime di ricovero che ambulatoriale) salvo che prima proceda al pagamento di quanto dovuto

14 - mod. allegato 1 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA

15 - mod. allegato 9 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via E. degli Scrovegni n Padova Prot. n. Tit. /Clas. /Fasc. /Anno Allegati: Padova Al Dirigente Responsabile S.S. Servizio Legale SEDE Oggetto: invio elenco utenti morosi per emissione ingiunzione fiscale Con la presente, si inoltrano le pratiche relative a n utenti morosi (COGNOME NOME COGNOME NOME COGNOME NOME) per la notifica delle ingiunzioni fiscali. Per ciascun nominativo, si allega: fotocopia della fattura copia delle lettere dei solleciti già inviati copia delle ricevute AR, eventuale corrispondenza intercorsa con l utente prospetto con conteggio degli interessi Rimanendo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, l occasione è gradita per porgere Cordiali Saluti. Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr. Luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

16 - mod. allegato 2 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket Da un controllo contabile effettuato dalla scrivente Azienda, risulta un mancato pagamento del ticket riferito alla prestazione da Lei eseguita in data presso. La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

17 - mod. allegato 3 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA

18 - mod. allegato 4 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket esami preoperatori In riferimento agli esami preoperatori a cui si è sottoposto/a in data 01/01/2013 presso gli ambulatori dell Ospedale S. Antonio, avendo volontariamente rifiutato di sottoporsi all intervento programmato, con la presente si comunica che la S.V. è tenuta al pagamento del ticket corrispondete, così come previsto dalla Circolare della Regione Veneto n del La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Potrà quindi ritirare il referto presso la Direzione Amministrativa di Presidio Ospedaliero dell Ospedale S. Antonio, esibendo la ricevuta di pagamento e un documento di riconoscimento, o potrà delegare una persona, previa esibizione di una delega compilata, firmata ed accompagnata dal proprio documento di riconoscimento e da copia del documento del delegante. Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

19 - mod. allegato 5 - Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA P.E.C.: Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Cod.Fisc. / P. IVA Via Enrico degli Scrovegni n PADOVA Prot. n. Padova --/--/---- Tit. V/Clas.1/Fasc. 24 /Anno 2013 Oggetto: richiesta pagamento ticket pronto soccorso Da un controllo contabile effettuato dalla scrivente Azienda, risulta un mancato pagamento del ticket riferito alla prestazione di pronto soccorso da Lei usufruita in data presso. La invitiamo pertanto, entro 15 gg. dal ricevimento della presente, al pagamento di, utilizzando esclusivamente il foglio con codice a barre qui allegato, presso: le riscuotitrici automatiche dislocate nei vari Distretti Sanitari e Strutture Ospedaliere; gli sportelli della Banca Monte dei Paschi di Siena; i seguenti punti cassa: o Ospedale S. Antonio Via Facciolati 71 PD - dal lunedì al venerdì dalle ore 7,40 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 o Complesso Socio Sanitario dei Colli via dei Colli 4 PD dal lunedì al giovedì dalle ore 8,15 alle 13,00 e dalle 14,00 alle 17,30 e il venerdì dalle 8,15 alle 13,00 o Azienda Ospedaliera di Padova piano rialzato Monoblocco dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle 13,15 e dalle 14,15 alle 19,00 o Ospedale Piove di Sacco via S. Rocco 8 - dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 17,00 Per qualsiasi chiarimento i nostri uffici sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 al numero telefonico: 049/ Si informa inoltre, che in caso di mancato pagamento di quanto dovuto, si procederà con il recupero coattivo del credito con ulteriore aggravio di spese e d interessi. Distinti saluti. f.to Il Dirigente Responsabile Dr. Luca Del Ninno Responsabile del procedimento: dr.luca Del Ninno Tel. 049/ Fax 049/

20 - mod. allegato 6 - AZIENDA U.L.S.S. N PADOVA 1 SI NO 2 SI NO 3 SI NO 4 SI NO 5 SI NO 6 SI NO 7 SI NO 8 SI NO 9 SI NO 10 SI NO 11 SI NO

PROTOCOLLO RECUPERO CREDITI DERIVANTI DALL EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE

PROTOCOLLO RECUPERO CREDITI DERIVANTI DALL EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SANITARIE Pagina 1 di 9 Copia Controllata Copia Non Controllata INDICE 1. SCOPO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. ELENCO ACRONIMI...2 4. DIAGRAMMA DI FLUSSO...3 5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA' E RESPONSABILITA'...4

Dettagli

PROCEDURA RIMBORSI PAGAMENTI EFFETTUATI DA UTENTI

PROCEDURA RIMBORSI PAGAMENTI EFFETTUATI DA UTENTI Regione del Veneto Azienda U.l.s.s. n. 16 Padova Sede Legale: Via Scrovegni 14-35131 Padova / c.f./p.iva 00349050286 PROCEDURA RIMBORSI PAGAMENTI EFFETTUATI DA UTENTI La presente procedura definisce le

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI INSOLUTI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI INSOLUTI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL RECUPERO CREDITI INSOLUTI ART. 1 FINALITA Il presente regolamento disciplina la gestione dei crediti e le azioni da porre in essere nel caso di insolvenza degli stessi.

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 Premessa Le seguenti disposizioni procedurali riguardano la certificazione dei crediti prevista

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI RELATIVE AI SERVIZI ALLA PERSONA DELL UNIONE RENO GALLIERA

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI RELATIVE AI SERVIZI ALLA PERSONA DELL UNIONE RENO GALLIERA REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI RELATIVE AI SERVIZI ALLA PERSONA DELL UNIONE RENO GALLIERA Approvato con Delibera del Consiglio dell Unione n. 41 del 23/10/2014 Modificato con Delibera del Consiglio

Dettagli

SERVIZIO CARTELLE CLINICHE

SERVIZIO CARTELLE CLINICHE REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA SERVIZIO CARTELLE CLINICHE Guida informativa per l utente 1 Modalità di richiesta di copia della cartella clinica o altra documentazione Requisito essenziale:

Dettagli

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio.

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio. ANNESSO TECNICO Art. 1 Oggetto del servizio. L appalto ha per oggetto il servizio di recupero stragiudiziale dei crediti di Acam Acque Spa riferiti a morosità del servizio idrico integrato di importo superiore

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale TRA L Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, con sede

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI

REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DELLE ENTRATE PATRIMONIALI 1. Le norme del presente regolamento costituiscono la disciplina generale dell accertamento e della riscossione di tutte le entrate comunali non aventi

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELL ATTIVITÀ DI RECUPERO DI ENTRATE PATRIMONIALI PER L AZIENDA U.S.L. DI FERRARA. DELIBERA N.

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELL ATTIVITÀ DI RECUPERO DI ENTRATE PATRIMONIALI PER L AZIENDA U.S.L. DI FERRARA. DELIBERA N. REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DELL ATTIVITÀ DI RECUPERO DI ENTRATE PATRIMONIALI PER L AZIENDA U.S.L. DI FERRARA. DELIBERA N. 15 DEL 24/1/2007 ART. 1 Ambito di applicazione Il presente regolamento individua,

Dettagli

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI

SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA CENTRI ESTIVI SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E CENTRI ESTIVI - PROCEDURA RECUPERO CREDITI - Approvata dal C.d.A con deliberazione n 54 del 30/12/2014 e in vigore dal 05/01/2015 INDICE Premessa 1. Il recupero dei

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

Il Direttore Emilio Grassi

Il Direttore Emilio Grassi Determinazione n 05/2016 AGENZIA per il TRASPORTO PUBBLICO LOCALE del Bacino di Bergamo Via Sora 4, 24121 Bergamo CF e PIVA 04083130163 PEC: agenziatplbergamo@pec.it Tel. 035/387706 Il Direttore Emilio

Dettagli

Allegato n. 2 Delibera n. 556 del 09/10/2014

Allegato n. 2 Delibera n. 556 del 09/10/2014 ACCORDO PER L ESERCIZIO DI ATTIVITA PROFESSIONALI ex art. 58 comma 9 C.C.N.L. 8.6.2000 Area Dirigenza Medica e Veterinaria PREMESSO che il con sede in via/piazza, ha chiesto la stipula di un accordo per

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA DEL VASTO Provincia di Chieti

MUNICIPIO DELLA CITTA DEL VASTO Provincia di Chieti MUNICIPIO DELLA CITTA DEL VASTO Provincia di Chieti DISCIPLINARE TECNICO PER LA GESTIONE IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE DELLE ENTRATE DELL ENTE COMUNE DI VASTO Approvato con Delibera di G.C.

Dettagli

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE

REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE REGOLAMENTO per LA RISCOSSIONE COATTIVA delle ENTRATE COMUNALI TRIBUTARIE ED EXTRA-TRIBUTARIE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 78 del 28.11.2014 1 Sommario Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

L ESECUZIONE ESATTORIALE

L ESECUZIONE ESATTORIALE L ESECUZIONE ESATTORIALE CONVEGNO DEL 22 OTTOBRE 2010 PORDENONE Fabio Gallio - Avvocato e Dottore Commercialista in Padova e-mail: fgallio@terrineassociati.com Federico Terrin - Avvocato Tributarista in

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1328 del 15/10/2015 OGGETTO: Permessi retribuiti per motivi di studio anno scolastico / accademico 2015/2016.

Dettagli

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo)

SANZIONI. AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) SANZIONI AMMINISTRATIVE (Multe) per violazioni a norme del Codice della Strada. Come pagarle o come contestarle (Piccolo manuale operativo) Settembre 2009 IL PAGAMENTO DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PER

Dettagli

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI Approvato con delibera n. 04 del 14.04.2015 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento disciplina le modalità di riscossione del contributo annuale di cui

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto.

LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014. Equitalia Nord SpA. Per un Paese più giusto. LA NUOVA DISCIPLINA DELLE RATEAZIONI Confindustria Vicenza 29 gennaio 2014 Equitalia Nord SpA Facilitazioni intervenute Dall entrata in vigore della nuova normativa (1/3/2008) - che ha attribuito agli

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

3. crediti per i quali le Banche chiedono il discarico per difficile esazione.

3. crediti per i quali le Banche chiedono il discarico per difficile esazione. Allegato 2 alla Delib.G.R. n. 38/11 del 30.9.2014 Gestione del recupero e della riscossione dei crediti regionali per il tramite di istituti di credito convenzionati. Direttive per la rinegoziazione delle

Dettagli

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI VIBO VALENTIA Piazza San Leoluca 89900 VIBO VALENTIA Il/la sottoscritto/a (cognome e nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con

Dettagli

Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative

Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative Tempestività dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Relazione tecnica sulle misure organizzative 1) Premessa Decreto legge n. 78/2009 L articolo 9 del decreto legge n. 78/2009 obbliga tutte le

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di residenza: Provincia: ( )

Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di residenza: Provincia: ( ) FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE N. 102 Albo Fondi Pensione Via C. B. Piazza 8 00161 ROMA 0644254842 FAX 0644118106 Mail previcooper@previcooper.it NON PUÒ ESSERE INVIATO VIA FAX 1. DATI DELL ISCRITTO Cognome:

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario. Dati Richiedente. Dati Accordo Pagamento

PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario. Dati Richiedente. Dati Accordo Pagamento PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario Dati Richiedente ESTAV/AZIENDA SANITARIA DEBITORE DENOMINAZIONE AZIENDA FORNITRICE INDIRIZZO CAP LOCALITA PROVINCIA P.IVA/CF REFERENTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007 REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI INCASSO E PAGAMENTO E PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI BANCARI Deliberazione n. 120 del 01.03.2007 Articolo 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

SOMMARIO. 1. OGGETTO pag. 2. 2. SCOPO pag. 2. 3. CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 2. 4. RESPONSABILITA pag. 2. 5. NORMATIVA DI RIFERIMENTO pag.

SOMMARIO. 1. OGGETTO pag. 2. 2. SCOPO pag. 2. 3. CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 2. 4. RESPONSABILITA pag. 2. 5. NORMATIVA DI RIFERIMENTO pag. Data: 12.10.2012 Pag. 1/43 SOMMARIO 1. OGGETTO pag. 2 2. SCOPO pag. 2 3. CAMPO DI APPLICAZIONE pag. 2 4. RESPONSABILITA pag. 2 5. NORMATIVA DI RIFERIMENTO pag. 3 6. PARAMETRI DI CONTROLLO pag. 4 7. DISTRIBUZIONE

Dettagli

Articolo 1 Oggetto del Regolamento

Articolo 1 Oggetto del Regolamento CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI ASTI Allegato 2 alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 13 del 31.10.2013 Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

Si sottopone, per l accettazione, l unita proposta contrattuale sottoscritta dal rappresentante negoziale di Poste Italiane.

Si sottopone, per l accettazione, l unita proposta contrattuale sottoscritta dal rappresentante negoziale di Poste Italiane. Spett. le Soc. Via (CAP ) Luogo, / / Oggetto: Proposta di Accordo per il servizio Posta Reply Si sottopone, per l accettazione, l unita proposta contrattuale sottoscritta dal rappresentante negoziale di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI GORLA MAGGIORE Provincia di Varese SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione C.C. n. 56 del 30/11/1998 Modificato con

Dettagli

Accordo Pagamenti 2014/2015. Roma, 10 Dicembre 2013

Accordo Pagamenti 2014/2015. Roma, 10 Dicembre 2013 Accordo Pagamenti 2014/2015 Roma, 10 Dicembre 2013 Accordo Pagamenti Ad oggi sono in atto le modalità di certificazione e pagamento disposte ai sensi dell Accordo Pagamenti per le seguenti tipologie di

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P I E MO NTE Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio

Allegato A. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. TITOLO II Gestione, costo, tariffe. ART. 3 Gestione e costo del servizio TITOLO II Gestione, costo, tariffe TITOLO II Gestione, costo, tariffe ART. 3 Gestione e costo del servizio 3. Il soggetto gestore è tenuto a comunicare alla Giunta Comunale, entro il mese di settembre

Dettagli

IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI

IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI IL NUOVO ACCERTAMENTO FISCALE: RISCHI E RIMEDI Dott.ssa Giovanna Castelli 1 PRINCIPALI NOVITÀ E MODIFICHE 1. AVVISI DI ACCERTAMENTO ESECUTIVI 2. INDAGINI BANCARIE 3. POTERI ATTRIBUITI AI COMUNI 4. MODIFICHE

Dettagli

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria

Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Allegato 1) Avviso per l accreditamento per la fornitura di libri di testo agli alunni della scuola primaria Spett.le COMUNE DI COLOGNO AL SERIO VIA ROCCA, 1 24055 COLOGNO AL SERIO AREA SERVIZI ALLA PERSONA

Dettagli

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010 Aprile 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano ha avviato l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati in

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate

Allegato A. COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Allegato A COMUNE DI SANT AGOSTINO (Provincia di Ferrara) Regolamento per la riscossione coattiva delle entrate Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 5 del 9.4.2014 INDICE Titolo I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Assicurazioni secondo la LAMal

Assicurazioni secondo la LAMal Assicurazioni secondo la LAMal Regolamento Edizione 01. 2015 Indice I Disposizioni comuni 1 Validità 2 Adesione / ammissione 3 Sospensione della copertura del rischio d infortunio 4 Effetti giuridici della

Dettagli

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI

DENUNCIA NOMINATIVA DEI LAVORATORI OCCUPATI Regolamento Cassa Edile Macerata di cui all art 7 dello Statuto del 02.03.2012, approvato dal Comitato di Gestione n 346 del 5 novembre 2014. (In rosso le modifiche apportate) ARTICOLO 1 DENUNCIA NOMINATIVA

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net I PROCEDIMENTI DERIVANTI DALL ISCRIZIONE A RUOLO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE AMBIENTALI Un contributo a cura di Marco Rubegni Parco Regionale della Maremma E vietato il plagio e la copiatura integrale

Dettagli

Da consegnare al cliente FOGLIO INFORMATIVO DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI

Da consegnare al cliente FOGLIO INFORMATIVO DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI Da consegnare al cliente FOGLIO INFORMATIVO DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI FINANZIARI OPERAZIONE DI FACTORING DIRETTO CON CESSIONE PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO Foglio informativo valido per le seguenti linee

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO Il presente documento descrive le attività amministrativo-contabili inerenti la gestione dei pagamenti

Dettagli

Notizie Flash giugno 2011

Notizie Flash giugno 2011 Notizie Flash giugno 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA Provincia di Pesaro e Urbino REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con delibera del C.C. n. 14 del 30/03/2007 INDICE FINALITA Articolo 1 DISCIPLINA

Dettagli

SCADENZA: 06 luglio 2015

SCADENZA: 06 luglio 2015 SCADENZA: 06 luglio 2015 REGIONE DEL VENETO A Z I E N D A U. L. S. S. N. 16 DI P A D O V A BANDO DI SELEZIONI INTERNE PER ATTRIBUZIONE FUNZIONI DI COORDINAMENTO Profili interessati: COLLABORATORE PROFESSIONALE

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso. Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Circolare n. 15 del 24 ottobre 2014 Crediti commerciali certificati

Dettagli

Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15

Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15 Quota associativa della Scuola Germanica Roma per l anno scolastico 2014/15 Quota di nuova iscrizione una tantum/a fondo perduto Deposito cauzionale una tantum/rimborsabile con interessi Quota di conferma

Dettagli

4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione:

4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione: AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) ADERENTI ALL INIZIATIVA TESA AD AGEVOLARE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI FORNITORI DEL COMUNE

Dettagli

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia)

DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) C I T T A DI M A N F R E D O N I A (Provincia di Foggia) REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI DEL COMUNE DI MANFREDONIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale N. 10

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET PAG. 1 1 trimestre 2012 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET Il presente bando è adottato con determinazione del Segretario Generale n. 355 del

Dettagli

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo.

Le confermeremo l avvenuta gestione tramite un contatto ai recapiti che ci indicherà nel modulo. Gentile Cliente, con il presente documento, Lei ha la possibilità di diventare cliente Sorgenia, subentrando al contratto di fornitura in essere di un Nostro cliente, secondo le modalità previste dall

Dettagli

In qualità di rappresentante legale della. codice fiscale/p.iva con sede legale in. (Prov. ) indirizzo C.A.P., telefono.

In qualità di rappresentante legale della. codice fiscale/p.iva con sede legale in. (Prov. ) indirizzo C.A.P., telefono. ALLEGATO 3 A RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE SEDE PROVNICIALE DI SPORTELLO DI ISTANZA DI RATEAZIONE AI SENSI DELL ART. 19 D.P.R. N. 602/1973, SUCCESSIVA AD UNA PRECEDENTE ISTANZA DI

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCOROSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE

MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCOROSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCOROSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE Div.Pers.II Sez.II Roma, 20 dicembre 2002 Prot.n. 65719 Allegati : 1 Al Sig, Ispettore Generale Capo

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE

AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 8 Cagliari CONVENZIONE PER LA RICEZIONE DELLE ISTANZE DI ESENZIONE TICKET PER CONDIZIONE ECONOMICA E RELATIVO RILASCIO DI CERTIFICATO PROVVISORIO. L anno 2013, addì 26 del mese

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RECUPERO CREDITI EXTRAGIUDIZIALE Art. 1) OGGETTO L attività consiste nello svolgimento del recupero crediti extragiudiziale dei corrispettivi derivanti

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A.

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO ALLA CENTRALE DEL LATTE DI SALERNO S.P.A. Premesso che - in data sono state inviate le lettere di invito per l affidamento

Dettagli

Notizie Flash Luglio 2011

Notizie Flash Luglio 2011 Notizie Flash Luglio 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI COMUNE DI FAETO (Prov. di Foggia) REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI 1 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 (Oggetto e finalità del regolamento) 1. Il presente Regolamento ha per

Dettagli

TURISMO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO (L.R. N.33/2002) Il/La sottoscritto/a.

TURISMO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO (L.R. N.33/2002) Il/La sottoscritto/a. Città metropolitana di Venezia TURISMO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALL APERTURA DI AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO (L.R. N.33/2002) mod. TU021 ver. 02-11.15 MARCA DA BOLLO DA 16,00 SPAZIO PROTOCOLLO Alla Città

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO E RECUPERO CREDITI INTERNAZIONALE

Dettagli

A Z I E N D A U. L. S. S. N. 16 P A D O V A

A Z I E N D A U. L. S. S. N. 16 P A D O V A REGIONE DEL VENETO SCADENZA del BANDO: 24/07/2015 A Z I E N D A U. L. S. S. N. 16 P A D O V A AVVISO DI MOBILITA E indetto avviso di mobilità per l assunzione a tempo indeterminato di: n. 1 posto di Dirigente

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso:

il Comune di, con sede in Via - C.F., legalmente rappresentato dal dott., nella sua qualità di, giusta delibera n. del premesso: ICI S/L (SC) 1 CONVENZIONE TRA L AGENZIA DELLE ENTRATE E IL COMUNE DI PER IL PAGAMENTO DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI, DELLE SANZIONI E DEGLI INTERESSI E LA FORNITURA DEI RELATIVI FLUSSI INFORMATIVI

Dettagli

ASPES. S.p.A. Gestione Riscossione Entrate e Tributi

ASPES. S.p.A. Gestione Riscossione Entrate e Tributi ASPES. S.p.A. Gestione Riscossione Entrate e Tributi GUIDA PRATICA ALL INGIUNZIONE FISCALE E ALLE PROCEDURE DI RISCOSSIONE VADEMECUM PER IL CITTADINO UN VADEMECUM Aspes S.p.A. PER APPROFONDIRE LA RISCOSSIONE

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO Istituto di Ricovero e Cura a carattere Scientifico

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO Istituto di Ricovero e Cura a carattere Scientifico 5 SCADENZA: 09 giugno 2014 REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO Istituto di Ricovero e Cura a carattere Scientifico BANDO DI SELEZIONE INTERNA PER ATTRIBUZIONE FUNZIONI DI COORDINAMENTO Si rende

Dettagli

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2015-2016 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2015-2016 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Un posto a tavola Servizio refezione scolastica Anno scolastico 2015-2016 1 UN POSTO A TAVOLA ISCRIZIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA A.S. 2015-2016 Un posto a tavola Servizio refezione scolastica

Dettagli

OGGETTO: RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE N

OGGETTO: RISPOSTA ALL INTERROGAZIONE N Comune di Cinisello Balsamo Settore Gestione Risorse Servizio Entrate Cinisello Balsamo, 04 novembre 2014 Seg. Gen. n. 233/2014 Alla SEGRETERIA GENERALE Supporto Organi Collegiali SEDE OGGETTO: RISPOSTA

Dettagli

COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI

COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI COMUNE DI T O R G I A N O U f f i c i o T r i b u t i REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI DI TRIBUTI COMUNALI ARRETRATI Approvato con delibera del Consiglio Comunale...2016 n... -----------------------------------------------------------------

Dettagli

I termini in maiuscolo non definiti nella presente scheda di adesione hanno il significato loro attribuito nel Prospetto Informativo.

I termini in maiuscolo non definiti nella presente scheda di adesione hanno il significato loro attribuito nel Prospetto Informativo. Sede Legale: via N. Tommaseo, 7-35131 Padova tel. 0498771111 (generale) Ufficio soci: tel. 0498771188, fax 0498771199 e-mail: ufficio.soci@bancaetica.com - http:// www.bancaetica.it P. IVA 01029710280

Dettagli

Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207

Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 Contratto per la Verifica Triennale di mantenimento dei Requisiti di Qualificazione ai sensi del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 Regolamento di esecuzione del Decreto Legislativo 12 Aprile 2006, n. 163.

Dettagli

DISCIPLINA FISCALE DEI CREDITI IN SOFFERENZA. il primo reddituale

DISCIPLINA FISCALE DEI CREDITI IN SOFFERENZA. il primo reddituale Risposte a quesiti DISCIPLINA FISCALE DEI CREDITI IN SOFFERENZA In occasione della chiusura dell esercizio, è sempre opportuno, procedere alla valutazione dei crediti verso clienti che presentano difficoltà

Dettagli

CENTRO PROVINCIALE ISTRUZIONE ADULTI

CENTRO PROVINCIALE ISTRUZIONE ADULTI CENTRO PROVINCIALE ISTRUZIONE ADULTI C..P..I..A.. 1 FOGGIA VIA L. SBANO, 5 - PAL. C - 71122 FOGGIA COD. MECC.: FGMM15400A COD. FIS.: 94097430717 email: fgmm15400a@istruzione.it fgmm15400a@pec.istruzione.it

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 05 gennaio 2011 Spett.le Ditta Prot. n.: 473 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto: Invito

Dettagli

FINANZIAMENTI BREVE TERMINE DEL CICLO PRODUTTIVO E ACQUISTO SCORTE RISERVATO ALLE AZIENDE SMALL BUSINESS E PICCOLE IMPRESE a Tasso Variabile

FINANZIAMENTI BREVE TERMINE DEL CICLO PRODUTTIVO E ACQUISTO SCORTE RISERVATO ALLE AZIENDE SMALL BUSINESS E PICCOLE IMPRESE a Tasso Variabile FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI FINANZIAMENTI BREVE TERMINE DEL CICLO PRODUTTIVO E ACQUISTO SCORTE RISERVATO ALLE AZIENDE SMALL BUSINESS

Dettagli

CONFERIMENTO INCARICO LAVORO AUTONOMO PRESTAZIONE OCCASIONALE AVVISO PUBBLICO Rif. DMCC/OCCASIONALE/12/2015

CONFERIMENTO INCARICO LAVORO AUTONOMO PRESTAZIONE OCCASIONALE AVVISO PUBBLICO Rif. DMCC/OCCASIONALE/12/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Scuola di Medicina e Chirurgia Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia Direttore Prof. Giovanni Di Minno CONFERIMENTO INCARICO LAVORO AUTONOMO PRESTAZIONE

Dettagli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli

Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli CIRCOLARE A.F. N. 39 del 14 Marzo 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Prorogata al 31.03.2014 la rottamazione dei ruoli Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che la proroga del pagamento

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO A TURISMO TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO A TURISMO TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA A MEZZO BUONI PASTO A TURISMO TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data sono state inviate le lettere di invito per l affidamento di un incarico

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 10 del 22 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMPENSAZIONE E CESSIONE DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Procedura di certificazione degli stessi 1.

Dettagli

RICHIESTA ANTICIPAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA DI ABITAZIONE NON PUÒ ESSERE INVIATO VIA FAX. Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / /

RICHIESTA ANTICIPAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA DI ABITAZIONE NON PUÒ ESSERE INVIATO VIA FAX. Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE N. 102 Albo Fondi Pensione Via C. B. Piazza 8 00161 ROMA Tel 0644254842 Fax 0644118106 Mail previcooper@previcooper.it 1. DATI DELL ISCRITTO RICHIESTA ANTICIPAZIONE ACQUISTO

Dettagli

FINANZIAMENTI BREVE TERMINE DEL CICLO PRODUTTIVO E ACQUISTO SCORTE RISERVATO ALLE MEDIE IMPRESE a Tasso Variabile

FINANZIAMENTI BREVE TERMINE DEL CICLO PRODUTTIVO E ACQUISTO SCORTE RISERVATO ALLE MEDIE IMPRESE a Tasso Variabile FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI FINANZIAMENTI BREVE TERMINE DEL CICLO PRODUTTIVO E ACQUISTO SCORTE RISERVATO ALLE MEDIE IMPRESE a Tasso Variabile

Dettagli

La Sogesid S.p.A. intende affidare il servizio in oggetto, meglio descritto nell allegato Capitolato Tecnico (All. A).

La Sogesid S.p.A. intende affidare il servizio in oggetto, meglio descritto nell allegato Capitolato Tecnico (All. A). Roma, Prot. n. Cod. Comm. A03 Via email certificata all indirizzo: Anticipata via fax al n... Spett.le. Prot. n.../dcagl/uls/cdr Oggetto: Procedura per l affidamento ai sensi dell art. 125, comma 11, ultimo

Dettagli

ALLEGATO B DGR nr. 1110 del 18 agosto 2015

ALLEGATO B DGR nr. 1110 del 18 agosto 2015 pag. 1 di 6 AVVISO PER L ALIENAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA DESTINATI ALLA LOCAZIONE PERMANENTE LA GIUNTA REGIONALE RENDE NOTO CHE Con deliberazione n. 118 del 19 settembre 2012,

Dettagli

ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI

ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI ALLEGATO N. 3 MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLE FUNZIONI DI CUI ALL ART. 2BIS AFFIDATE A TRENTINO RISCOSSIONI 1. TIPOLOGIA PROCEDURE Il servizio, che può riguardare, anche disgiuntamente, sia le fasi pre-coattive

Dettagli

e.p.c. Ad Equitalia Gerit S.p.A.

e.p.c. Ad Equitalia Gerit S.p.A. Ai Dirigenti del Dipartimento II Ing. Fabio Gardusi Dott.ssa Valeria Napoli Dott. Pasquale Libero Pelusi Dott.ssa Anna Maria Rossi Dott.ssa Paola Sbriccoli Ai Ai A Direttori dei Dipartimenti Direttori

Dettagli

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE

BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE BOZZA DEL REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA CONTABILE- AMMINISTRATIVA TRA L AZIENDA U.S.L. 10 DI FIRENZE E LA SOCIETA DELLA SALUTE DI FIRENZE A. ASPETTI GENERALI Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

Roma, Prot. n. Ing... Raccomandata A/R Anticipata via fax al n.

Roma, Prot. n. Ing... Raccomandata A/R Anticipata via fax al n. Roma, Prot. n. Codici Commesse: COM 207-212-244-252 Ing... Raccomandata A/R Anticipata via fax al n. Oggetto: Affidamento ai sensi del combinato disposto degli artt. 252, 267, comma 10, del D.P.R. n. 207/2010

Dettagli

Vademecum della cartella di pagamento

Vademecum della cartella di pagamento in collaborazione con Direzione Regionale Veneto Vademecum della cartella di pagamento Guida pratica per il cittadino contribuente La cartella di pagamento 3 La notifica 3 Dove e come pagare 4 Dove chiedere

Dettagli