L INFORMATORE dell APA PAD ASSOCIAZIONE PATAVINA APICOLTORI IN PADOVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INFORMATORE dell APA PAD ASSOCIAZIONE PATAVINA APICOLTORI IN PADOVA"

Transcript

1 L INFORMATORE dell APA PAD ASSOCIAZIONE PATAVINA APICOLTORI IN PADOVA ANNO NUMERO 1 Sede: via Cave n Padova tel e fax 049/ EDITORIALE Cari amici apicoltori, L anno passato si è concluso con l Assemblea Straordinaria del 18 dicembre alla quale hanno partecipato un numero elevato di soci ( n. 192 ). E stato un incontro intenso e vivace sia per il riepilogo delle iniziative promosse nel corso dell anno dalla nostra Associazione sia per la qualità della relazione Aspetti fiscali in a- picoltura tenuta dal Sig. Giovanni Sella socio dell Associazione Regionale Apicoltori del Veneto con la quale abbiamo ottimi rapporti di collaborazione. Anche la tradizionale Lotteria ha avuto un ampio riscontro di partecipazione e di risultati. Toccante è stata poi la consegna degli Attestati ai Soci anziani, che si sono dedicati con passione per molti anni all apicoltura. Infine sono stati premiati i vincitori dei migliori mieli dell annata apistica 2011 e consegnati gli attestati di partecipazione ai numerosi iscritti ai corsi di formazione organizzati dall APA PAD. Anche per il 2012 l Associazione investe le sue potenzialità nella formazione dei nuovi soci apicoltori. I 4 corsi inizialmente programmati nelle varie aree della Provincia di Padova per la formazione in apicoltura sono stati ampliati a 6 visto le numerose i- scrizioni, ben 165. Queste richieste di iscrizione ci gratificano visto che vengono anche da altre province e ci danno anche la consapevolezza che il nostro lavoro è apprezzato. Queste finalità ci stimolano a proseguire su questa strada intrapresa per continuare a dare sempre nuove energie alla nostra associazione. Concludo con un ringraziamento particolare e sincero a tutti i soci che collaborano senza alcun fine di lucro a tutte le nostre attività. Nostra unica gratificazione personale sta nello svolgere un lavoro utile alla società e all ambiente. Il Presidente Geremia Dott. Attilio DISCIPLINA DELL APICOLTURA LEGGE 24 DICEMBRE 2004 N. 313 : Ammodernamento delle sale di smielatura e dei locali per la lavorazione dei prodotti apistica. Come già anticipato nell assemblea del 18/12 u.s. Vi comunichiamo che il data 16/12/2011 è stata pubblicata la DGR relativa al suddetto finanziamento rivolto al miglioramento dei locali di smielatura e dei locali per la lavorazione dei prodotti apistici. Le domande vanno presentate ad AVEPA su apposita modulistica scaricabile direttamente dal sito di AVEPA o dal ns. sito: Il termine di presentazione della domanda è il 14/03/2012. FLORA APISTICA: SALICARIA o SALCERELLA Parliamo oggi di una specie erbacea che fiorisce in estate, importante dunque per l alimentazione estiva delle api in un periodo dove, come è noto, c è carenza di fioriture. Si tratta di una specie : Lythrum salicaria L., diffusa nei boschi e nelle zone umide, che ha la caratteristica di avere fiori eterostili, cioè di fiori di due forme diverse, con stami e pistilli di lunghezza diverse e che fioriscono in tempi diversi e con pollini di due forme diverse di colore bruno violaceo. E ricercata dalle api sia per polline che per nettare anche se questi entrano al massimo per il 10% nel miele. Questa specie può essere coltivata anche mediante semina, ovviamente in terreni umidi o mediante abbondanti annaffiature. Alla stessa famiglia della Salcerella appartiene anche la Lagerstroemia indica, un alberello ornamentale a fioritura estiva, anche questo, facilmente reperibile nei vivai. Il polline è di un colore rossastro e può entrare nei raccolti fino al 20-30%. I semi di Salcerella e di altre specie a fioritura estiva ( Anchusa officinalis L. Leonurus Cariaca Agastache Foenicolum Scrophularia nodosa L. Solidago virga aurea L. Borragine Vitex agnus castus Symphoricarpos Albus Frangola Echinops sphaerocephalus Origanum vulgare) possono essere prenotati in segreteria. Infatti in collaborazione con l Associazione Regionale Apicoltori del Veneto, in particolare con il sig. Giuseppe Morosin, che ringraziamo, possiamo avere gratuitamente i semi di queste specie fornite dal Servizio Forestale Regionale di Treviso - Vivaio Forestale Astego di Crespano del Grappa. 1

2 . PIACENZA 04 MARZO 2012 La 29 edizione di APIMELL Mostra Mercato Nazionale di Apicoltura, dei Prodotti e delle Attrezzature Apistiche si svolgerà nei giorni 2, 3 e 4 marzo Per visitare questa mostra e conoscere le novità del settore, anche quest anno abbiamo organizzato il viaggio in pullman. Si accetteranno prenotazioni fino ad esaurimento dei 52 posti disponibili presso la segreteria o presso i responsabili di zona. I punti di raccolta sono: Ore 6.30 San Giorgio delle Pertiche Piazza Ore 7.00 Padova via Cave 172 Ore 7.30 Monselice davanti chiesa Redentore Costo del trasporto preventivato a persona La visita d istruzione verrà organizzata per il prossimo mese di giugno. Stiamo elaborando il programma che sarà divulgato nel prossimo notiziario. Anche quest anno abbiamo provveduto alla pubblicazione di questo importante strumento che ci accompagnerà durante l anno apistico e non solo. Ringraziamo quanti hanno collaborato per la buona riuscita di questa iniziativa parzialmente finanziata dal Reg. CE 1234/07. L Almanacco 2012, distribuito durante l Assemblea dei Soci del 18/12/11 è disponibile in segreteria per quanti ne fossero ancora sprovvisti. MONTICHIARI BRESCIA 2 EDIZIONE FIERA DI VITA IN CAMPAGNA Durante tutto il periodo di questa Mostra Mercato che si svolgerà nei giorni marzo e 01 Aprile 2012 orario 9.30/18.00, tra gli esperti presenti ci sarà anche il Prof. Alessandro Pistoia che con i propri corsi indicherà come porre le api nelle migliori condizioni perché la famiglia possa crescere e produrre. Inoltre per la giornata di Domenica 1 Aprile l Unaapi, l Apilombardia e l Apab organizzano un Convegno dal titolo: APICOLTURA E VAR- ROASI: una convivenza sempre più difficile? In segreteria disponiamo dei biglietti per una riduzione del prezzo del 50%. 2 FINANZIAMENTI COMUNITARI Reg. CE 1234/07 P.O. 2011/2012 Anche quest anno la Comunità Europea finanzia l acquisto di arnie con fondo a rete antivarroa semprechè queste siano considerate bene di investimento dell Associazione con il vincolo di destinazione d uso o proprietà per 5 anni. In allegato trovate la scheda per richiederne l assegnazione. All atto della prenotazione si chiede il versamento a titolo di caparra di La differenza a saldo si verserà al ritiro del materiale assegnato. Sempre lo stesso regolamento finanzia l acquisto di nuclei d api ed api regine con il vincolo di destinazione d uso o proprietà per 3 anni. Anche questi sono da prenotare tramite la stessa scheda. Faremo del ns. meglio per soddisfare in modo equo tutte le richieste che ci perverranno entro MERCOLEDI 04 APRILE 2012 esclusivamente tramite la scheda di prenotazione. Facciamo notare che il prezzo di vendita senza finanziamento - è il seguente: Arnia da 10 favi 81,00 Nucleo d api su 5 telaini da 95,00 a 105,00 circa Ape regina 13,00 circa Con il finanziamento si applica una riduzione del 40% circa. Il prezzo dei nuclei e delle api regine non è ancora definitivo in quanto variano molto da produttore a produttore, inoltre è difficile reperirli considerata la forte moria registrata nella scorsa stagione. Pertanto essendo le disponibilità limitate, i nuclei verranno assegnati a quei Soci che hanno presentato regolare denuncia di apicoltura per il 2011 entro i termini. Il Socio beneficiario dei fondi europei, in caso di perdita delle arnie o in caso di moria dei nuclei è obbligato a dare tempestiva notizia all APA PAD che provvederà ad informare AVEPA - RESTAURO E MANUTENZIONE NS. LOCALE MAGAZZINO Grazie al prodigarsi dell Assessore Agricoltura e Ambiente, Ing. Domenico Riolfatto, la Provincia di Padova ha deliberato la spesa di ,00 per la manutenzione e restauro del ns. magazzino. I lavori sono stati affidati all Impresa Gusella Stefano ns. Socio e cominceranno quanto prima, una volta espletato le pratiche burocratiche. Finalmente la ns. Associazione potrà operare in un ambiente decoroso.

3 LOTTERIA 2011 Con la vendita dei biglietti della lotteria, in occasione dell Assemblea Generale del 18 Dicembre 2011 sono stati raccolti 875,00. L iniziativa simpatica e divertente di arricchire la lotteria anche con premi donati dai Soci sarà riproposta anche nel Vogliamo intanto ringraziare quanti hanno voluto donare qualcosa. INDAGINE CONOSCITIVA SULLA SALUBRITA DELLA PROPOLI E DEL POLLINE PRODOTTI NEL VENETO Avvisiamo i Soci che ci hanno consegnato nel 2011 questi campioni da analizzare presso l Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Venezie, che l indagine non è stata portata a termine per il taglio dei finanziamenti per quest azione, pertanto non avremo alcun riscontro di tali campioni. ANALISI MIELE Reg. CE 1234/07 Informiamo che le analisi richieste con la partecipazione al Concorso 2011, ci sono pervenute dal laboratorio dell I.Z.S.V. e sono disponibili in segreteria, come pure tutte le schede di valutazione organolettica di tutti i 70 campioni che hanno partecipato al 6 Concorso APA PAD. CONVEGNO REGIONALE DI APICOLTURA Il Dr. Franco Mutinelli ci ha avvisato che la data dell ormai consueto ed importante Convegno a Legnaro è stata fissata per domenica 1 Aprile L invito ed il programma dettagliato Vi sarà spedito direttamente dal CRA. 6a Edizione CONCORSO MIELE APA PAD In occasione dell Assemblea Straordinaria dei Soci, c è stata la premiazione dei mieli che si sono classificati ai primi tre posti nelle varie categorie e che hanno ricevuto dal ns. Presidente Dott. Attilio Geremia la goccia d ora e la goccia d argento. Anche questa volta avete confermato il Vs. interesse a partecipare presentando n. 70 campioni di ottima qualità. Ringraziamo sentitamente la Commissione esaminatrice coordinata da Alberto Manfrin- ns. esperto in analisi sensoriale- iscritto all Albo del CRA di Bologna che ha analizzato i campioni pervenutici. I vincitori delle varie categorie sono: Categoria Miele Acacia: 1 Pedron Valerio. 2 Ferrante Alessio 3 Sinigaglia Lucia. Categoria Miele Millefiori: 1 Giarin Daniela - 2 Buson Ferruccio 3 Luisetto Paolo. Categoria Miele di Tiglio: 1 Buson Ferruccio 2 Pedron Valerio 3 Scacco Lucia. Categoria Miele di Melata: 1 Giarin Daniela-2 Gaffo Valter 3 Pedron Valerio. Ai vincitori le nostre congratulazioni. ARNIA A DEPRESSIONE PER RECUPERO SCIAMI Da alcuni anni la ns. Associazione è dotata di arnia a depressione per il recupero degli sciami selvatici Quest attrezzatura è in custodia presso il sig. Giovanni Talami a Padova e può essere richiesta allo stesso al seguente n. 349/ Inoltre da quest anno la ns. Associazione dispone di un altra arnia a depressione che è in custodia presso il sig. Livio Cavallarin a Este - tel. n / Il Consiglio Direttivo ha deliberato che il costo per ciascun intervento è di 6.00 a giornata. Dopo l uso l arnia dovrà essere restituita in perfette condizioni. Abbiamo inoltre organizzato il servizio di recupero sciami. Chi è interessato a partecipare è invitato di dare la propria adesione al ns. Vice Presidente Bassani Alioscia tel n. 333/ ARMADIETTO FONDIMIELE Con i finanziamenti della L.R. 23/94, scaduti il 31/12/2011, il Consiglio Direttivo ha deliberato l acquisto di questo armadietto per fondere il miele cristallizzato in modo corretto, sia in latta che già invasettato, al fine di evitare metodi che surriscaldano il prodotto provocandone il deterioramento. Il servizio con questa attrezzatura che viene trattenuta in sede, per evidenti motivi, è da prenotare in segreteria. Il costo per ogni ciclo di fusione è stato fissato a quale rimborso spese organizzative e di energia. La capienza è di due latte da kg 25 per volta o n. 72 vasi da 1 kg. Ulteriori informazioni possono essere richieste in segreteria. SALA DI SMIELATURA COLLETTIVA Il Museo degli Insetti Viventi ESAPOLIS con sede a Padova in via dei Colli n. 28, ns. Socio, ha realizzato ed ottenuto l autorizzazione del proprio laboratorio di smielatura, confezionamento e stoccaggio del miele, anche per terzi. I costi non sono ancora stati definiti, però se qualcuno è interessato a questo importante servizio, è pregato di comunicare il proprio nominativo in segreteria. Attualmente la Provincia di Padova ha finanziato la realizzazione di un laboratorio di smielatura e confezionamento a Monselice presso l Istituto J. F. Kennedy. Chi ha intenzione di avvalersi in futuro di questi locali è invitato di comunicarcelo. PROVA PRATICA 24/03/2012 presso AGRITURI- SMO IL BOSCHETTO di Bello Lorenzo via Ca Megliadino n. 146 Montagnana Alla fine della prova pratica programmata a chiusura del corso di formazione svoltosi a Megliadino San Fidenzio, il ns. Consigliere Buson Ferruccio ha organizzato nella stessa sede anche il pranzo al quale sono invitati tutti i Soci della zona per condividere con i nuovi iscritti le proprie esperienze in apicoltura. Il pranzo, che costa 10.00, va prenoto al sig. Buson tel. 0429/88714, con qualche giorno di anticipo. 3

4 . TESSERA ASSOCIATIVA 2012 Ricordiamo che il ns. Statuto fissa come temine ultimo per il rinnovo della quota associativa il 31/03/12. Gli importi sono invariati da qualche anno e sono i seguenti: Da 1 a 20 alveari Da 21 a 60 alveari Oltre 61 alveari Assicurazione R.C. per apiario 3.00 Abbonamento alle varie riviste di settore come da scheda d iscrizione, che deve essere compilata ogni anno da tutti gli iscritti, in quanto contenente la DICHIARAZIONE di non essere iscritto ad altra Associazione di Apicoltori che opera nella Regione Veneto. Anche per il 2012 il Consiglio Direttivo ha confermato la delibera che prevede la riduzione a 10,00 per coloro che si iscrivono per la PRIMA VOLTA all APA Pad. Inoltre nella seduta del 27 gennaio u.s. il Consiglio Direttivo ha deliberato come previsto anche dal ns. Statuto di aprire l Associazione anche a quanti interessati alle ns. attività a fini culturali. La quota per queste adesioni è fissata a da diritto di acquisire tutte le informazioni associazionistiche e di partecipare a corsi, convegni ed assemblee. Non è consentito però l accesso al magazzino per acquisti di materiale. PROGETTO DI RICERCA SUL MIELE CON L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Dipartimento di Scienze Chimiche Abbiamo avuto la richiesta, da parte della prof.ssa Elisabetta Schievano, di alcuni campioni di miele prodotto nell area del Parco Colli Euganei per portare avanti questo progetto, con la ns. collaborazione, iniziato qualche anno fa. Il Dipartimento sta mettendo a punto un metodo alternativo all analisi pollinica per la caratterizzazione botanica del miele utilizzando la spettroscopia di Risonanza Magnetica Nucleare (NMR). Nel corso di queste analisi si è notato che tutti i campioni derivanti dai Colli Euganei, pur rientrando nella tipologia dichiarata si differenziano dagli altri mieli della stessa origine botanica ma di provenienza italiana diversa. Pertanto con questa ricerca e con i 19 campioni che abbiamo consegnato, nei giorni scorsi si intende capire se le differenze finora riscontrate dipendono dall annata in cui sono stati dati questi campioni o da una caratteristica peculiare dei mieli dei colli Euganei. La richiesta è pertanto motivata dalla necessità di trovare nuovi marcatori e di caratterizzare e valorizzare i mieli dei nostri Colli. Sarà ns. cura pubblicare in seguito i risultati ottenuti da questa interessante ricerca. AVVISI ai SOCI: Magazzino: Il servizio riprenderà SABATO 03 MARZO 2012 con il seguente orario primaverile: Mercoledì ore 16.00/19.00 Sabato ore 9.00/12.00 Per evitare spiacevoli incomprensioni ci preme ribadire che i Soci potranno accedere al prezzo corrente di listino esclusivamente se acquisteranno PERSO- NALMENTE il materiale e se in regola con l iscrizione dell anno in corso e con la denuncia di apicoltura anno Segreteria per ricevimento Soci : Mercoledì ore 16.00/19.00 Lunedì ore 10.30/12.30 oppure in altri momenti ma esclusivamente su appuntamento. Invitiamo i soci a rispettare i suddetti orari. Ci scusiamo fin d ora con gli Associati per eventuali chiusure eccezionali causate dal fatto che siamo costretti ad osservare il calendario scolastico dell Istituto che ci ospita. RIVISTA CONSIGLIATA Oltre alle riviste riportate nella scheda iscrizione Vi proponiamo, come in passato, VITA IN CAMPAGNA, mensile rivolto a piccoli allevatori, agli appassionati di giardinaggio, dell orto e del frutteto. Gli articoli spesso ci svelano interessanti aspetti della natura e nei supplementi bimestrali possiamo trovare una rubrica dedicata all apiario. Per chi vorrà abbonarsi o rinnovare l abbonamento alleghiamo il bollettino della casa editrice che vi permetterà di risparmiare. Infatti 11 numeri + 11 supplementi costano anziché Copie omaggio ed ulteriori informazioni sono disponibili presso la ns. segreteria. SOCI SCOMPARSI Abbiamo appreso con profondo dolore della scomparsa dei ns. affezionatissimi Soci : TEMPORIN LORENZO di San Pietro Viminario MISTRELLO BERNARDO di Ponso Ambedue premiati con la targa al merito per i loro meriti associativi e per aver saputo diffondere la passione per l apicoltura. Alle loro famiglie porgiamo le più sentite condoglianze. In redazione: Geremia Attilio Barbato Daniela Il presente notiziario è finanziato ai sensi del Reg. CE 1234/07 P.O. 2011/2012 Ministero Politiche Agricole Agroalimentari e Forestali, Regione del Veneto Finito di stampare il 15/02/2012 4

5 ASSEMBLEE DI ZONA Il Consiglio Direttivo ha convocato le seguenti assemblee di zona nelle seguenti sedi e date: ASL 13/14 ASL 15 ASL 16/6 ASL 17 ASL 17/18/21 Sabato 17/03/2012 ore Sala Patronato Duomo di Piove di Sacco PD Consiglieri: Bucchia Bruno e Molena Giovanni Sabato 24/03/2012 ore Santa Giustina in Colle Bar Patronato Consigliere: Niero Celestino Venerdì 30/03/2012 ore Padova Aula Magna Ist. San Benedetto Consiglieri: Bassani Alioscia e Zanforlin Silvano Giovedì 29/03/2012 ore Arquà Petrarca Centro Parrocchiale Consiglieri: Magarotto Luciano e Manfrin Alberto Domenica 25/03/2012 ore 9.00 Megliadino San Fidenzio Sala Riunioni Consiglieri: Buson Ferruccio e Cavallarin Livio O. d. G.: 1. Svernamento Tecniche di formazione nuovi nuclei d api. 2. Raccolta schede di prenotazione per arnie, nuclei, api regine. 3. Adesione visita istruzione giugno Iscrizioni Varie ed eventuali. ELENCO TECNICI APISTICI 2012 BUCCHIA BRUNO tel 340/ Collaboratori: UREKE VALERIO ZANCA FRANCESCA ASL 13 e ASL 14 compresi i comuni dell ASL 16 di Brugine,Legnaro, Piove di Sacco, Sant Angelo di Piove di Sacco e Polverara. GALLATO SERGIO tel 338/ Collaboratori BARBATO DANIELA FAVERO OTELLO ASL 15 compresi i comuni dell ASL 16 di Cadoneghe, Limena e Noventa Padovana. ZANFORLIN SILVANO tel 340/ ASL 16 per i comuni di Albignasego, Casalserugo, Maserà, Ponte San Nicolò, Saonara. ASL 17 per i comuni di Cartura, Bovolenta, Due Carrare, Agna, Anguillara Veneta, Arre, Bagnoli, Candiana, Conselve, Terrassa Padovana, Tribano. SIMIONATO STEFANO tel Collaboratori.: ZANON PAOLO CORDELLINA GIANLU- CA LORIGIOLA ANDREA ASL 16 per i comuni di Padova, Mestrino, Rubano, Saccolongo, Selvazzano, Veggiano, Abano Terme, Cervarese Santa Croce, Montegrotto Terme, Rovolon, Teolo, Torreglia. ASL 5 per i comuni di Sossano, Ponte di Barbarano, Villaga, Camisano Vicentino MAGAROTTO LUCA tel 338/ Collaboratore BASSANI ALIOSCIA ASL 17 per i comuni di Baone, Cinto Euganeo, Lozzo Atestino, Ospedaletto Euganeo,Vò. MAGAROTTO LUCIANO tel 0429/ Collaboratore MANFRIN ALBERTO ASL 17 per i comuni di Arquà Petrarca, Battaglia Terme, Galzignano Terme, Monselice, Pozzonovo, San Pietro Viminario, Solesino, Stanghella e Pernumia. CAVALLARIN LIVIO tel 0429/55717 ASL 17 per i comuni di Este, Barbona, Carceri, Granze, Ponso, Sant Elena, Sant Urbano, Vescovana, Vighizzolo D Este, Villa Estense. ASL 5 per i comuni di Lonigo e Sarego ASL 6 per Noventa Vicentina- ASL 18 per Rovigo. BUSON FERRUCCIO tel 0429/88714 Collaboratore CREMA AURELIO ASL 17 per i comuni di Casale di Scodosia, Castelbaldo, Megliadino San Vitale, Megliadino San Fidenzio, Merlara, Masi, Montagnana, Saletto, Santa Margherita d Adige, Urbana, Piacenza d Adige. ASL 18 per i comuni di Badia Polesine, Boara Pisani, Gavello, Albaredo d Adige, Porto Tolle. Il servizio di consulenza ed assistenza tecnica è gratuito per i ns. associati. 5

6 Su gentile concessione del Direttore Responsabile di VITA IN CAMPAGNA Giorgio Vincenti Edizioni L Informatore Agrario Articolo tratto dal supplemento dei Lavori di Gennaio - Febbraio 2012 a cura del Prof. Alessandro Pistoia In questo inizio d anno l entità dei voli delle api davanti a ogni alveare e la qualità delle loro feci possono fornire utili indicazioni sullo stato di salute delle famiglie. In particolare le deiezioni, sotto forma di macchiette circolari visibili sui coperchi degli alveari, se giallastre sono indice di buona salute della colonia; se sono filiformi e di colore arancione scuro evidenziano, al contrario, diarrea o malattie in corso. Con la fioritura del nocciolo, che in alcune zone può avvenire già in gennaio, le bottinatrici iniziano a importare polline. La loro presenza, tra l altro, è segno che in quella colonia la regina è efficiente e ha ripreso la deposizione delle uova. In vista di questa prima fioritura, effettuate subito eventuali spostamenti degli alveari per non disorientare e perdere le bottinatrici che escono in volo. Trasportando le arnie evitate gli scossoni violenti, in quanto le api che cadono dal glomere sul fondo dell arnia sono destinate a morire di freddo. Un volo anomalo davanti l arnia, con api che sbattono fortemente le ali sollevando la parte terminaledell addome è segno di orfanità: in questo periodo l unica soluzione è riunire la colonia orfana con un altra dotata di regina. Per verificare lo stato dei telaini occupati dalle api e per capire l entità delle scorte alimentari senza aprire le arnie, esaminate i residui caduti nei vassoi del fondo antivarroa, in corrispondenza dello spazio tra un telaino e l altro: Residui di colore scuro, che derivano dagli opercoli delle cellette contenenti covata, segnalano che vi è stato lo farfallamento di api, cioè ne sono nate di nuove, pronte a portare avanti le attività della colonia. Residui di colore chiaro, che derivano dal lavoro di disporcolazione delle cellette contenenti scorte di miele, segnalano che le api si stanno nutrendo regolarmente; striscie di residui chiari ai lati esterni del vassoio possono essere segno di saccheggio latente. Poche striscie di residui densi, presenti prevalentemente nella zona centrale ed vassoio, segnalano che la famiglia è in ottime condizioni. Striscie di residui densi anche nelle parti laterali del vassoio segnalano invece che si stanno esaurendo le scorte, in quanto la colonia sta consumando il miele immagazzinato nei favi più esterni. La presenza di qualche granello di polline indica che è iniziata la fioritura del nocciolo e che la regina ha cominciato a deporre. Potete anche soppesare gli alveari per valutare, in base all esperienza acquisita negli anni precedenti, la quantità di scorte presenti. Ricordate che, in caso di bisogno, l alimentazione artificiale deve essere fornita sotto forma solida mediante candito, oppure introducendo favi di miele proveniente da famiglie di api sane. Per capire lo stato di salute della colonia senza aprire l arnia potete ascoltare il brusio prodotto dalle api all interno dell alveare. A questo scopo appoggiate l orecchio a una parete dell arnia e battete quella parte con le nocche della mano: il brusio di risposta deve essere forte e deciso, ronzii isolati intermittenti oppure collettivi e continui sono invece segnali anomali, dovuti a insufficienza di scorte di cibo e/o mancanza dell ape regina. Altri interventi di inizio stagione Verificate l efficienza delle protezioni dal freddo ed il corretto posizionamento delle porticine o griglie davanti all ingresso di ogni colonia. Se presenti, eliminate eventuali api morte dal predellino di volo, così come dal fondo dell arnia. Dopo un lungo periodo di freddo, e, quindi di vita obbligata nell alveare, in una giornata con temperatura mite può verificarsi il volo di purificazione, durante il quale le api escono per svuotare l ampolla rettale dai residui accumulati. Se durante questo volo notate api che cadono a terra e si rialzano a fatica potrebbe essere conseguenza di una diarrea dovuta al consumo di scorte di miele o di polline alterati. Ricordiamo che sono ancora diffusi casi di spopolamento totale degli alveari dovuti a diverse concause tra cui la varroa e le virosi. Prima visita interna degli alveari Se in qualche colonia non notate volo di api, oppure se il volo è scarso, accertatevi delle condizioni della famiglia aprendo l alveare nelle ore più calde della giornata. Colonie poco numerose, che occupano meno di quattro telaini, sicuramente hanno poche scorte di cibo, in quanto il consumo di miele è stato più elevato per poter mantenere costante la temperatura di un glomere con poche api. In questo caso intervenite con l alimentazione integrativa, fornendo alla famiglia favi con miele parzialmente disopercolato. Per agevolare le osservazioni spostate con delicatezza i favi laterali, in modo di poter esaminare bene quelli centrali presidiati dalle api, e verificare la presenza di covata, indice della presenza di una regina sana ed attiva. Come scritto poco sopra, l eventuale integrazione delle scorte può avvenire mediante candito o con l introduzione di un favo con le cellette leggermente disopercolate per favorire il pronto consumo di alimento.

15 Meeting Regionale di Protezione Civile

15 Meeting Regionale di Protezione Civile Provincia di Padova 15 Meeting Regionale di Protezione Civile NUOVE FRONTIERE PER LA PROTEZIONE CIVILE Ing. Roberto Lago Provincia e Protezione Civile Le principali competenze della Provincia di Padova

Dettagli

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto. La zonizzazione del territorio in Provincia di Padova

Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto. La zonizzazione del territorio in Provincia di Padova Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto La zonizzazione del territorio in Provincia di Padova PM10 un problema localizzato oppure una situazione diffusa? Una rappresentazione

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Salute 14/B Este (PD)

DELIBERAZIONE. Via Salute 14/B Este (PD) DELIBERAZIONE Via Salute 14/B Este (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale di Scodosia,

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Salute 14/B Este (PD)

DELIBERAZIONE. Via Salute 14/B Este (PD) DELIBERAZIONE Via Salute 14/B Este (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale di Scodosia,

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via Albere, 35043 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale di

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Albere, n. 30-35043 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via Albere, n. 30-35043 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via Albere, n. 30-35043 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli

REGIONE VENETO - AZIENDA ULSS N.17 - TURNI FARMACIE dal 13/03/2015 al 01/04/2016

REGIONE VENETO - AZIENDA ULSS N.17 - TURNI FARMACIE dal 13/03/2015 al 01/04/2016 serale serale CONSELVE MERLO VIA VITTORIO EMANUELE II 21 049 5384165 24 su 24 di venerdì di venerdì MERLARA CODIFAVA VIA ROMA 9 0429 85063 fino alle 21.00 13 marzo 2015 20 marzo 2015 VESCOVANA RIZZATI

Dettagli

SERVER NOTEBOOK CANCELLERIA

SERVER NOTEBOOK CANCELLERIA Spett.le Istituto Comprensivo Statale 5 Donatello 35100 Padova Sandrigo, 07.05.12 OGGETTO: piano consegne Provvisorio Progetto Lavagne Interattive Multimediali Lunedì 07.05.12 - n. 1 kit Ist. Comprensivo

Dettagli

COSECON S.p.A. COMPAGINE SOCIETARIA

COSECON S.p.A. COMPAGINE SOCIETARIA COSECON S.p.A. COMPAGINE SOCIETARIA COMPOSIZIONE PUBBLICO - PRIVATO PARTECIPAZIONE PRIVATA 9.366.042,00 43% PARTECIPAZIONE PUBBLICA 12.214.146,00 57% COMPAGINE SOCIETARIA COSECON S.p.A. AL 31/07/2008 PAG.

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI) Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Daniele Ronzoni, Direttore del Consorzio Adottato in data 27/01/2015 con Deliberazione

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Programma triennale per la trasparenza e l integrità Programma triennale per la trasparenza e l integrità (PTTI) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Fausto Rosa, Direttore del Consorzio Adottato in data con Deliberazione n. dell Assemblea

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Provincia di Padova CULTURA IDENTITA VENETA SPORT DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 89/ Determina n. 686 del 7/6/ Oggetto: PROGETTO "SPORT E BENESSERE NELLA TERZA ETA'". PROVVEDIMENTI. IL DIRIGENTE

Dettagli

LA QUALITA' AMBIENTALE A LIVELLO COMUNALE questionario

LA QUALITA' AMBIENTALE A LIVELLO COMUNALE questionario capitolo 14 LA QUALITA' AMBIENTALE A LIVELLO COMUNALE questionario Il Rapporto sullo Stato dell Ambiente della Provincia di Padova nei suoi primi tredici capitoli si è basato sull analisi e sulle elaborazioni

Dettagli

INFORMASALUTE. I Servizi Sanitari di PADOVA. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i Cittadini stranieri

INFORMASALUTE. I Servizi Sanitari di PADOVA. e Provincia. Accesso al Servizio Sanitario Nazionale per i Cittadini stranieri Progetto co-finanziato dall Unione Europea Istituto Nazionale Salute, Migrazioni e Povertà Ministero della Salute Dipartimento della Prevenzione e Comunicazione Ministero dell Interno Dipartimento per

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via Albere, 35043 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via Albere, 35043 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale di

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DOCENTI CESSATI 1/9/2011

SCUOLA DELL INFANZIA DOCENTI CESSATI 1/9/2011 Ministero dell'istruzione dell'università e della Ricerca Padova, 28 febbraio 2011 Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova servizio per la comunicazione SCUOLA

Dettagli

http://www.esurveyspro.com/survey.aspx?id=75272710-9c8d-4d1e-9822-d3a69a782...

http://www.esurveyspro.com/survey.aspx?id=75272710-9c8d-4d1e-9822-d3a69a782... Page 1 of 1 La Provincia di Padova. Una Provincia al Lavoro. IMPORTANTE: per poter procedere con la compilazione, è necessario rispondere alle domande segnate con l'asterisco (*). Grazie. Adesso, occupiamoci

Dettagli

Progetto di ricerca La Provincia di Padova: una Provincia al lavoro

Progetto di ricerca La Provincia di Padova: una Provincia al lavoro Progetto di ricerca La Provincia di Padova: una Provincia al lavoro Ricerca sull opinione dei cittadini della Provincia di Padova -Rapporto di ricerca - Luglio 2012 Indice Obiettivi Pag. 3 Metodologia

Dettagli

28/A - EDUCAZIONE ARTISTICA

28/A - EDUCAZIONE ARTISTICA 28/A - EDUCAZIONE ARTISTICA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : PADOVA PAG. 001 * PDMM82801E * * * * PIAZZOLA SUL BRENTA-"L.BELLUDI" * 1 EST.F.* PDMM840015 * * * * S. GIORGIO D/PERTICHE -"M.POLO" * * PDMM838015

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A GESTIONE DIRETTA GAL Bassa Padovana con delibera n. del 09.. PROGRAMMA

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli

TUTTI I CANALI DELLA CRESCITA

TUTTI I CANALI DELLA CRESCITA TURISMO RURALE PRODOTTI TIPICI PAESAGGIO TUTTI I CANALI DELLA CRESCITA BELLEZZE ARTISTICHE ENERGIE RINNOVABILI VIE D ACQUA FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa

Dettagli

BUDGET 2016 19/12/2015

BUDGET 2016 19/12/2015 BUDGET 2016 19/12/2015 UN 2016 DI INVESTIMENTI: A BUDGET OLTRE 16 MILIONI DI EURO In arrivo anche importanti novità per gli utenti, per semplificare le pratiche e il pagamento della bolletta Non si ferma

Dettagli

NOTIZIARIO N 1. (gennaio-marzo 2013)

NOTIZIARIO N 1. (gennaio-marzo 2013) Le Nostre Api Associazione Apicoltori Felsinei Sede Legale Via IV Novembre n 83 40056 Crespellano Bologna Cell 377 1802294-346 5790104 NOTIZIARIO N 1 (gennaio-marzo 2013) Gentilissime socie e gentilissimi

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Bassa Padovana con delibera n.14 del 10/06/013 PROGRAMMA

Dettagli

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Obiettivi: - evitare o ridurre il fenomeno della sciamatura - conservare le api nell alveare o nell apiario (sciamatura temporanea) I metodi sono diversi

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Patavino con delibera n. 7 del 0/06/03 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

L INSERIMENTO ABITATIVO DEGLI IMMIGRATI NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI PADOVA

L INSERIMENTO ABITATIVO DEGLI IMMIGRATI NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI PADOVA L INSERIMENTO ABITATIVO DEGLI IMMIGRATI NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI PADOVA INDICE INTRODUZIONE...2 La questione abitativa...3 Definire il disagio abitativo...3 Quali politiche abitative?...5 Fattori

Dettagli

BALIN & ASSOCIATI. A tutti i Clienti. Circolare n. 23/2014 GLI ACCONTI D IMPOSTA PER IL 2014. I metodi per il calcolo degli acconti.

BALIN & ASSOCIATI. A tutti i Clienti. Circolare n. 23/2014 GLI ACCONTI D IMPOSTA PER IL 2014. I metodi per il calcolo degli acconti. BALIN & ASSOCIATI Umberto Balin Margherita Cabianca Francesca Gardellin Viviana Pigal Raffaella Martellani Dott. Alberto Gori Circolare n. 23/2014 Padova, 11 Novembre 2014 A tutti i Clienti LORO SEDI Dott.

Dettagli

L invernamento degli alveari (aggiornamento ottobre 2012) Belletti PierAntonio Giorgio Della Vedova Tecnici apistici Regione FVG

L invernamento degli alveari (aggiornamento ottobre 2012) Belletti PierAntonio Giorgio Della Vedova Tecnici apistici Regione FVG L invernamento degli alveari (aggiornamento ottobre 2012) Belletti PierAntonio Giorgio Della Vedova Tecnici apistici Regione FVG È una delle operazioni di tecnica apistica più importanti. Un buon invernamento

Dettagli

Tecniche di gestione dell alveare

Tecniche di gestione dell alveare Tecniche di gestione dell alveare Problematiche periodo postproduzione 2014 in FVG Scarsa o nulla produzione (trattamenti in ritardo) Pessimo andamento meteo 1. Poca efficacia evaporanti (timoli, formico)

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 2010-2019

PIANO PROVINCIALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 2010-2019 PROVINCIA DI PADOVA Ecollogiia Tuttella Ambiienttalle e Parchii PIA PROVINCIALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI 2010 2019 Coordinamento: Progettista: Dr.ssa Miledi DALLA POZZA P.I. Paolo ZARPELLON Dr.

Dettagli

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Patavino con delibera n. 6 Del 0/06/03 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

ALLEGATO C DGR n.1626 del 31/07/2012 pag. 1/12

ALLEGATO C DGR n.1626 del 31/07/2012 pag. 1/12 ALLEGATO C DGR n.1626 del 31/07/2012 pag. 1/12 SCHEDA PROGETTUALE TITOLO DEL PROGETTO Famiglia allargata Comunità diffusa: soluzioni alternative per una residenzialità sostenibile AREA DI RIFERIMENTO AREA

Dettagli

Dinamica dei prezzi dei servizi di raccolta e trasporto in realtà estese

Dinamica dei prezzi dei servizi di raccolta e trasporto in realtà estese Dinamica dei prezzi dei servizi di raccolta e trasporto in realtà estese 21 Comuni 125.333 abitanti 37 Comuni 143.197 abitanti Il Territorio I NUMERI DELLA GESTIONE ANNO 2013 TOTALE COMUNI BACINI PADOVA

Dettagli

CONFRONTO TRA GLI EFFETTI DI

CONFRONTO TRA GLI EFFETTI DI Notiziario ERSA 3/2009 Apicoltura Franco Frilli Università degli Studi di Udine Dipartimento di Biologia e Protezione delle Piante Moreno Greatti, Giorgio Della Vedova Laboratorio Apistico Regionale Pier

Dettagli

Provincia di Padova Settore Ambiente Servizio Ecologia. LA PRODUZIONE E LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NELLA PROVINCIA DI PADOVA dal 2000 al 2011

Provincia di Padova Settore Ambiente Servizio Ecologia. LA PRODUZIONE E LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NELLA PROVINCIA DI PADOVA dal 2000 al 2011 Provincia di Padova Settore Ambiente Servizio Ecologia LA PRODUZIONE E LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NELLA PROVINCIA DI PADOVA dal 2000 al 2011 1 1. I princìpi e le norme 2. I fattori che influenzano

Dettagli

VERBALE DI CAMPIONAMENTO N..

VERBALE DI CAMPIONAMENTO N.. VERBALE DI CAMPIONAMENTO N.. Data... Servizio Veterinario dell USSL o ASL di. All IZS di Prelievo effettuato da Azienda apistica...in qualità di... codice aziendale sub codice Telefono Luogo del campionamento:

Dettagli

INVESTIMENTI PER 16 MILIONI DI EURO NEL 2015

INVESTIMENTI PER 16 MILIONI DI EURO NEL 2015 BUDGET 2015 23/12/2014 INVESTIMENTI PER 16 MILIONI DI EURO NEL 2015 Segnali di serenità dal Budget 2015 di CVS: ridotta la tensione finanziaria per effetto degli Hydrobond e nuova spinta sugli investimenti

Dettagli

QUESTIONARIO (Da compilare in caso di mortalità anomali o spopolamento di alveari) Cognome... Nome... Via...Cap... Località... Tel...

QUESTIONARIO (Da compilare in caso di mortalità anomali o spopolamento di alveari) Cognome... Nome... Via...Cap... Località... Tel... Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali (DiSTA) (Area di Entomologia) Università degli Studi di Bologna Viale Giuseppe Fanin, 42 40127 BOLOGNA Istituto Nazionale di Apicoltura Via di Saliceto,

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2012 Settore residenziale

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre 2012 Settore residenziale NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel II semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Provinciale di Giovanna Marcato (referente OMI) data di pubblicazione: 21 giugno 2013 periodo

Dettagli

SERVIZIO DOMICILIARE PARAMETRI MINIMO E MASSIMO PER LA COMPARTECIPAZIONE DA PARTE DELL UTENZA AL COSTO DEL SERVIZIO

SERVIZIO DOMICILIARE PARAMETRI MINIMO E MASSIMO PER LA COMPARTECIPAZIONE DA PARTE DELL UTENZA AL COSTO DEL SERVIZIO ALL. DELIBERA C.C. N.8 DEL 13.2.2008 ALL. A SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Regolamento e criteri di partecipazione al costo del servizio da parte dei cittadini utenti Approvato dalla Conferenza dei

Dettagli

Agenda digitale del Veneto #adveneto

Agenda digitale del Veneto #adveneto Agenda digitale del Veneto #adveneto Padova, 8 luglio 2013 Elvio Tasso Regione del Veneto Direzione Sistemi Informativi 1 Indice della presentazione Perchè l Agenda Digitale Veneta: il contesto europeo

Dettagli

Corso F.A.D. 2012-2013

Corso F.A.D. 2012-2013 Corso F.A.D. 2012-2013 La gestione sostenibile dell'impresa agricola. Durata 25 ore PIU CULTURA E QUALITA DI VITA CON LE F.A.D. Linee Tematiche del Progetto di Valorizzazione Delle Fattorie Apistiche Didattiche

Dettagli

ESORDIENTI AUTUNNALI 1 ANNO 2002 9>9 (PX) GIRONE - B -

ESORDIENTI AUTUNNALI 1 ANNO 2002 9>9 (PX) GIRONE - B - ESORDIENTI AUTUNNALI 1 ANNO 2002 9>9 (PX) GIRONE - A - CAMPETRA SAVIO UNIONE CADONEGHE 1957 CAMPODARSEGO CURTAROLESE 97 CAVINESE AIRONE PADOVA SPA RONDINELLE CITTADELLA S.R.L. UNION CAMPOSANMARTINO VIRTUS

Dettagli

SERVIZI DI TRASPORTO

SERVIZI DI TRASPORTO SERVIZI DI TRASPORTO I pacchi piatti sono facili da trasportare. Se la tua auto non è abbastanza grande puoi usufruire delle diverse modalità di servizio a domicilio a pagamento. Per ulteriori informazioni

Dettagli

ALBO BENEFICIARI DI PROVVIDENZE DI NATURA ECONOMICA ANNO 2011 - DPR 7 APRILE 2000, N. 118 -

ALBO BENEFICIARI DI PROVVIDENZE DI NATURA ECONOMICA ANNO 2011 - DPR 7 APRILE 2000, N. 118 - DISP.DI LEGGE TipoAtto NAtto DataAtto Ben Descrizione Importo Euro CE 58 03/03/2010 A.N.A. GRUPPO ALPINI DI TEOLO CONTRIBUTO GESTIONE AREA 7. C.F. 92222660281 PARCO FIORINE ANNO 2010 CE 191 13/07/2009

Dettagli

MA COME VIVE UN APE E QUALI SONO I SUOI COMPITI?

MA COME VIVE UN APE E QUALI SONO I SUOI COMPITI? MA COME VIVE UN APE E QUALI SONO I SUOI COMPITI? LE API VOLANDO DA UN FIORE ALL ALTRO RACCOLGONO IL NETTARE PRODOTTO DAI FIORI E LO UTILIZZANO PER FARE IL MIELE CHE SARA UNA PREZIOSA SCORTA DI CIBO PER

Dettagli

Gestione dell apiario: aspetti tecnici e sanitari. Montepulciano, 25/11/ 2011 Luciano Ricchiuti

Gestione dell apiario: aspetti tecnici e sanitari. Montepulciano, 25/11/ 2011 Luciano Ricchiuti Gestione dell apiario: aspetti tecnici e sanitari Montepulciano, 25/11/ 2011 Luciano Ricchiuti Introduzione Anche per gli apiari, come per tutte le aziende zootecniche, la corretta gestione dell allevamento

Dettagli

Assistenza tecnica in apicoltura nel Lazio

Assistenza tecnica in apicoltura nel Lazio gli speciali di apitalia gli speciali di apitalia gli speciali di apitalia gli spec Assistenza tecnica in apicoltura nel Lazio (I Parte) Nella Regione Lazio, per l anno 2010, l Assistenza tecnica in apicoltura

Dettagli

ELENCO DEI BENEFICIARI AMMESSI A CONTRIBUTO

ELENCO DEI BENEFICIARI AMMESSI A CONTRIBUTO ELENCO DEI BENEFICIARI AMMESSI A CONTRIBUTO ACQUISTO DI BENI Provincia di Padova Richiedente Beneficiario Località Importo deliberato PARROCCHIA S. MARIA ASSUNTA MONTEORTONE SCUOLA DELL'INFANZIA MARIA

Dettagli

Incidenza della profilassi e controllo della varroasi sul costo di produzione del miele

Incidenza della profilassi e controllo della varroasi sul costo di produzione del miele Incidenza della profilassi e controllo della varroasi sul costo di produzione del miele Belletti PierAntonio, Università degli Studi di Udine Franco Rosa, Università Studi di Udine Andrea Chicco, Tecnico

Dettagli

SCHEDA DI DETTAGLIO N. 2 TITOLO DEL CORSO: ACQUSIZIONE DI COMPETENZA PER ADDETTI DEL COMPARTO APISTICO DELLA SARDEGNA.

SCHEDA DI DETTAGLIO N. 2 TITOLO DEL CORSO: ACQUSIZIONE DI COMPETENZA PER ADDETTI DEL COMPARTO APISTICO DELLA SARDEGNA. SCHEDA DI DETTAGLIO N. 2 TITOLO DEL CORSO: ACQUSIZIONE DI COMPETENZA PER ADDETTI DEL COMPARTO APISTICO DELLA SARDEGNA. OBIETTIVI DEL CORSO: Intervento di formazione per la certificazione di competenza

Dettagli

Allevamento apistico sostenibile

Allevamento apistico sostenibile Api e territorio di Giuseppe Morosin Allevamento apistico sostenibile Il futuro dell Apicoltura è legato alla professionalità dell apicoltore e alla sperimentazione tecnica dell Allevamento Apistico Sostenibile,

Dettagli

LAVORI DI STAGIONE VISTI ATTRAVERSO L ASSISTENZA TECNICA (parte seconda)

LAVORI DI STAGIONE VISTI ATTRAVERSO L ASSISTENZA TECNICA (parte seconda) LAVORI DI STAGIONE VISTI ATTRAVERSO L ASSISTENZA TECNICA (parte seconda) I casi della seconda metà di aprile Caso 1B: La fucaiola Riferimenti teorici: Pillole di genetica Un giovane apicoltore mi aveva

Dettagli

Piemonte. Il sito web di Aspromiele

Piemonte. Il sito web di Aspromiele w w w. a s p r o m i e l e. i t Piemonte SUPPLEMENTO AL N. 7/2005 a cura della ASSOCIAZIONE PRODUTTORI ORI MIELE PIEMONTE Direttore responsabile: Massimo Carpinteri Redazione ed Amministrazione: C.so Crimea

Dettagli

PRODOTTI IN VENDITA NEGLI AGRITURISMI DEL PADOVANO

PRODOTTI IN VENDITA NEGLI AGRITURISMI DEL PADOVANO PRODOTTI IN VENDITA NEGLI AGRITURISMI DEL PADOVANO VINO aggiornamento Giugno 2010 Cavinato Lorenzo e Silvano, Curtarolo 049-9620137 333-7568629 Gallo Nero, Mestrino 333-2181381 Scacchiera, Padova-San Gregorio

Dettagli

(cod. 03) GAL PATAVINO SCARL

(cod. 03) GAL PATAVINO SCARL FEASR Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale - L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI Approvato dal CDA del Gal BANDO PUBBLICO GAL Patavino con delibera n. 5 del 0 novembre 01 PROGRAMMA DI SVILUPPO

Dettagli

CORSO TEORICO E PRATICO DI INTRODUZIONE ALL APICOLTURA

CORSO TEORICO E PRATICO DI INTRODUZIONE ALL APICOLTURA CORSO TEORICO E PRATICO DI INTRODUZIONE ALL APICOLTURA (Aprile-Giugno 2015) L Associazione Regionale Apicoltori Pugliesi (A.R.A.P.) organizza un Corso teorico e pratico di introduzione all Apicoltura della

Dettagli

1 LA STRATEGIA ACQUEDOTTISTICA TERRITORIALE... 4 1.1 STRATEGIE PER IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA NELL ATO

1 LA STRATEGIA ACQUEDOTTISTICA TERRITORIALE... 4 1.1 STRATEGIE PER IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA NELL ATO INDICE 1 LA STRATEGIA ACQUEDOTTISTICA TERRITORIALE... 4 1.1 STRATEGIE PER IL CICLO INTEGRATO DELL ACQUA NELL ATO BACCHIGLIONE... 6 2 ANALISI DELLA DOMANDA DI ACQUA NEL SETTORE IDROPOTABILE ED INDIVIDUAZIONE

Dettagli

ALLEGATO _A_ Dgr n. 1476 del 05 agosto 2014 pag. 1/26

ALLEGATO _A_ Dgr n. 1476 del 05 agosto 2014 pag. 1/26 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _A_ Dgr n. 1476 del 05 agosto 2014 pag. 1/26 REGOLAMENTO (CE) 22 OTTOBRE 2007, N. 1234/2007 RECANTE ORGANIZZAZIONE COMUNE DEI MERCATI AGRICOLI E DISPOSIZIONI SPECIFICHE

Dettagli

Progetto Api per la Biodiversità Bees for Biodiversity

Progetto Api per la Biodiversità Bees for Biodiversity Progetto Api per la Biodiversità Bees for Biodiversity Premessa L ape mellifera (Apis mellifera) è un insetto autoctono, suddiviso originariamente in numerose sottospecie, in Africa, gran parte dell Europa

Dettagli

MOSAICO PREZIOSO. Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali REGIONE DEL VENETO FEASR

MOSAICO PREZIOSO. Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali REGIONE DEL VENETO FEASR MOSAICO PREZIOSO FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali Scultura: Umberto Del Negro Ph: F. Danesin GAL PATAVINO: DA UNA VISIONE PIU GRANDE

Dettagli

Risultati del primo semestre di attività dell indagine sul fenomeno della moria delle api all interno delle aree naturali protette

Risultati del primo semestre di attività dell indagine sul fenomeno della moria delle api all interno delle aree naturali protette Risultati del primo semestre di attività dell indagine sul fenomeno della moria delle api all interno delle aree naturali protette Valter Bellucci 1, Stefano Lucci 1, Francesco Campanelli 1, Roberto Sannino

Dettagli

L apicoltura in Trentino

L apicoltura in Trentino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari L apicoltura in Trentino Caldonazzo 9 febbraio 2010 l apicoltura in Trentino I numeri L organizzazione I supporti normativi Le problematiche sanitarie Azienda

Dettagli

5. Guida al Distretto Socio-Sanitario Unico

5. Guida al Distretto Socio-Sanitario Unico Carta dei Servizi La Carta dei Servizi è composta da 1. Presentazione dell Azienda e principi fondamentali 2. Guida all assistenza specialistica ambulatoriale 3. Guida all assistenza farmaceutica 4. Guida

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Lorenzetto Zeno 173/C2, Via Calà Forca, 45021, Badia Polesine, Italia Telefono 320 8308871 Fax

Dettagli

MIELI E PRODOTTI APISTICI DELLA TUSCIA VITERBESE MODALITA DI OTTENIMENTO DELLA LICENZA D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE

MIELI E PRODOTTI APISTICI DELLA TUSCIA VITERBESE MODALITA DI OTTENIMENTO DELLA LICENZA D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI VITERBO MIELI E PRODOTTI APISTICI DELLA TUSCIA VITERBESE MODALITA DI OTTENIMENTO DELLA LICENZA D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE DISPOSIZIONI

Dettagli

LA NUTRIZIONE LA NUTRIZIONE è differente da alveare ad alveare a seconda delle caratteristiche genetiche della regina, della zona e del modo di

LA NUTRIZIONE LA NUTRIZIONE è differente da alveare ad alveare a seconda delle caratteristiche genetiche della regina, della zona e del modo di LA NUTRIZIONE LA NUTRIZIONE è differente da alveare ad alveare a seconda delle caratteristiche genetiche della regina, della zona e del modo di conduzione dell apiario. Dopo il confinamento delle regina,

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli

COME VALUTARE IL GRADO DI INFESTAZIONE DA VARROA NEGLI ALVEARI

COME VALUTARE IL GRADO DI INFESTAZIONE DA VARROA NEGLI ALVEARI IASMA Notizie Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige Stampato su carta certificata Ecolabel prodotta dalla cartiera

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA - ELENCO FABBRICATI DI PROPRIETA'

PROVINCIA DI PADOVA - ELENCO FABBRICATI DI PROPRIETA' Denominazione del bene Comune Indirizzo Numero civico Catasto Fabbricati Sezione Foglio Numero particella Note 1 EDIFICIO Abano Terme (PD) Via Guglielmo Marconi 8 18 1748 2 EDIFICIO "KURSAAL" Abano Terme

Dettagli

PADOVA. Uffici di informazione turistica. IAT Stazione Ferroviaria chiuso chiuso chiuso chiuso IAT Pedrocchi. Monumenti Padova

PADOVA. Uffici di informazione turistica. IAT Stazione Ferroviaria chiuso chiuso chiuso chiuso IAT Pedrocchi. Monumenti Padova PASQUA 2014 ORARI DI APERTURA DEI MONUMENTI DI PADOVA E PROVINCIA OPENING TIMES OF THE MAIN MONUMENTS IN PADOVA AND ITS SURROUNDINGS Lista aggiornata il 17/04/2014 PADOVA Uffici di informazione turistica

Dettagli

COMUNE DI CASALE DI SCODOSIA

COMUNE DI CASALE DI SCODOSIA COMUNE DI CASALE DI SCODOSIA 35040 - PROVINCIA DI PADOVA Cod. Fisc. 00766480289 2^ AREA SERVIZI FINANZIARI DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) 2016/2017/2018 INDICE DELLE SEZIONI Introduzione SEZIONE

Dettagli

C.2 - ACQUISTO ATTREZZATURE PER IL NOMADISMO

C.2 - ACQUISTO ATTREZZATURE PER IL NOMADISMO Sintesi della delibera n. 3357 del 09.03.2015 - Approvazione dei criteri generali e delle modalità per la concessione di finanziamenti per il miglioramento della produzione e commercializzazione dei prodotti

Dettagli

Federazione Italiana Gioco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PADOVA

Federazione Italiana Gioco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PADOVA Federazione Italiana Gioco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PADOVA Sede: Via Savelli, 86/10 35129 PADOVA Corrispondenza: Casella Postale n. 851-35122 PADOVA Orario apertura al

Dettagli

Protocollo d Intesa tra i Comuni di Battaglia Terme, Borgoricco, Carmignano. di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo,

Protocollo d Intesa tra i Comuni di Battaglia Terme, Borgoricco, Carmignano. di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo, Protocollo d Intesa tra i Comuni di Battaglia Terme, Borgoricco, Carmignano di Brenta, Casalserugo, Cervarese Santa Croce, Cittadella, Codevigo, Fontaniva, Galliera Veneta, Gazzo Padovano, Maserà, Massanzago,

Dettagli

PIANO-PROGRAMMA DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2015

PIANO-PROGRAMMA DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Consorzio Biblioteche Padovane Associate Via Matteotti 71-35031 Abano Terme (Pd) - c.f. 80024440283 - partita iva 00153690284 049.8602506; fax 049.8600967; www.bpa.pd.it mail: info@bpa.pd.it PIANO-PROGRAMMA

Dettagli

LABORATORIO DI SMIELATURA CONSORTILE DI SIENA

LABORATORIO DI SMIELATURA CONSORTILE DI SIENA L Apicoltura Moderna in Pillole Venerdì 11 marzo 2011- Roma LABORATORIO DI SMIELATURA CONSORTILE DI SIENA UNA REALTA TOSCANA Serena Rocchi, veterinario libero professionista esperto apistico email: serena.rocchi@gmail.com

Dettagli

Tecnologie Alimentari. FTC15 Linea Lavorazione Miele

Tecnologie Alimentari. FTC15 Linea Lavorazione Miele Didacta Italia Tecnologie Alimentari FTC15 Linea Lavorazione Miele ISO9001:2000 Didacta Italia Srl - Strada del Cascinotto, 139/30-10156 Torino Tel. (011) 273.17.08 273.18.23 - Fax (011) 273.30.88 e-mail:

Dettagli

Il campo delle api - Progetto di educazione ambientale

Il campo delle api - Progetto di educazione ambientale Il campo delle api - Progetto di educazione ambientale MESE DI AVVIO DEL PROGETTO: OTTOBRE 2009 MESE DI CONCLUSIONE: GIUGNO 2010 DENOMINAZIONE DEL PROGETTO PROGETTO APICOLTURA IL CAMPO DELLE API TIPOLOGIA

Dettagli

1) Acquisto di arnie antivarroa con fondo a rete ( Bb3)

1) Acquisto di arnie antivarroa con fondo a rete ( Bb3) ALLEGATO 1 BANDO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO DIARNIE, PRESIDI SANITARI SCIAMI E API REGINE AI SENSI DEL REG. CE 1234/07 EX 797/04. PROGRAMMA APISTICO 2012-2013 NORME GENERALI Nell ambito

Dettagli

Sperimentando 2015 Energia e Vita

Sperimentando 2015 Energia e Vita Sperimentando 2015 Energia e Vita Dal 18 aprile al 24 maggio 2015 è aperta a Padova Sperimentando, la quattordicesima edizione della mostra interattiva di fisica, chimica e scienze, promossa da Comune

Dettagli

Noitiziario n. 8 maggio 2015

Noitiziario n. 8 maggio 2015 Federazione Associazioni Apicoltori del Trentino Associazione Apicoltori Fiemme e Fassa Associazione Apicoltori val di Sole Peio e Rabbi Associazione Apicoltori Valsugana Lagorai Apicoltori in Vallagarina

Dettagli

Comunicato n. 0 - Settembre 2015

Comunicato n. 0 - Settembre 2015 Comunicato n. 0 - Settembre 2015 Commissione Tecnica Provinciale: Cavalletto, Berti, Maretto e Rapisarda Giudice Unico: Trevisan Assistente G.U: Meneghetti Categoria Open Campionato Nazionale fase provinciale

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI Formato europeo P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo POLATO CARLO Telefono 0429/656108 VIA VITTORIO 33/A 35040 PONSO PD Fax 0429/95014 E-mail edilizia pubblica@comune.ponso.pd.it

Dettagli

Antonio Buggin Urbanista e Pianificatore Ambientale

Antonio Buggin Urbanista e Pianificatore Ambientale Antonio Buggin Urbanista e Pianificatore Ambientale Presentazione sintetica Luogo e data di nascita Padova, 26.02.1959 Nazionalità Italiana Laurea Laurea in Urbanistica conseguita presso l Università di

Dettagli

Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I)

Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I) Produzione Certificata: il Manuale di Corretta Prassi Operativa (Parte I) Dr. Giovanni Formato Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana Il nuovo approccio per garantire la salubrità

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. per le migliori tesi di laurea e di dottorato nei settori della tutela ambientale e inerenti al territorio gestito da Etra

BANDO DI CONCORSO. per le migliori tesi di laurea e di dottorato nei settori della tutela ambientale e inerenti al territorio gestito da Etra Domanda di partecipazione 2014 Candidato (in stampatello) BANDO DI CONCORSO 2014 per le migliori tesi di laurea e di dottorato nei settori della tutela ambientale e inerenti al territorio gestito da Etra

Dettagli

ELENCO DEI BENEFICIARI AMMESSI A CONTRIBUTO

ELENCO DEI BENEFICIARI AMMESSI A CONTRIBUTO ELENCO DEI BENEFICIARI AMMESSI A CONTRIBUTO Provincia di Denominazione Città Oggetto Importo Deliberato Parrocchia S. Lorenzo M. Abano Terme Sostituzione parziale dell'arredamento e di alcuni giochi del

Dettagli

Nuovo incontro 24 ottobre 2014

Nuovo incontro 24 ottobre 2014 Dott. Ignazio Loi B.O.P.T. E PRAMA 25 ottobre SOLD OUT! un nuovo approccio in protesi fissa e implantoprotesi Nuovo incontro 24 ottobre 2014 Centro Congressi Pietro d, Abano, Abano Terme (PD) Giganti di

Dettagli

Denominazione CAF. Regione Provincia Città Indirizzo Telefono

Denominazione CAF. Regione Provincia Città Indirizzo Telefono CAF CGN STUDIO ASS. TIENE & ZAMBORLIN VENETO PADOVA ABANO TERME VIA A. PREVITALI 27/2 049667926 CAF CISL VENETO PADOVA ABANO TERME VIA PETRARCA 13/15 0498666485 CAF UIL VENETO PADOVA ABANO TERME VIA CONFIGLIACHI

Dettagli

Informazioni Personali

Informazioni Personali Informazioni Personali Nome CORRADIN ALBINO Data di nascita 18 luglio 1960 Qualifica Comandante Polizia Locale Amministrazione COMUNE DI GALZIGNANO TERME - TORREGLIA Incarico attuale -Comandante Associazione

Dettagli

BOLZANO VICENTINO (VI) 800.904.422 BONDENO (FE) 800.481.999

BOLZANO VICENTINO (VI) 800.904.422 BONDENO (FE) 800.481.999 GAS Comune Tel pronto intervento ABANO TERME (PD) 800.900.999 ABANO TERME (PD) 800.031.142 Abano, Arquà Petrarca, Legnaro, Limena, Maserà, 800.904.660 AFFI 800.900.999 AGNA (PD) 840.901.016 AGUGLIARO (VI)

Dettagli

NORME DIRETTIVE APICOLTURA E PRODOTTI APISTICI

NORME DIRETTIVE APICOLTURA E PRODOTTI APISTICI NORME DIRETTIVE APICOLTURA E PRODOTTI APISTICI Giugno 2007 - da applicarsi in ogni stato membro entro il 31.12. 2007-1 I N D I C E 1. Limiti di validità e principi di base 2. Collocazione delle famiglie

Dettagli

Considerazioni sugli aspetti sanitari sulla nuova legge regionale in apicoltura DR. GIUSEPPE BUCCIARELLI

Considerazioni sugli aspetti sanitari sulla nuova legge regionale in apicoltura DR. GIUSEPPE BUCCIARELLI REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche della Salute Servizio Sanità Veterinaria e Sicurezza Alimentare Considerazioni sugli aspetti sanitari sulla nuova legge regionale in apicoltura DR. GIUSEPPE BUCCIARELLI

Dettagli

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD)

DELIBERAZIONE. Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) DELIBERAZIONE Via G. Marconi n.19 Monselice (PD) Comuni: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Arre, Bagnoli di Sopra, Baone, Barbona, Battaglia Terme, Bovolenta, Candiana, Carceri, Cartura, Casale

Dettagli