Oleodinamica e Pneumatica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oleodinamica e Pneumatica"

Transcript

1 Facoltà di ingegneria Università di Bologna Ingegneria Meccanica (454) A-A Corso: 45! " #! : prof. Ing. Giovanni NALDI DIEM viale del Risorgimento, 4036 BOLOGNA BO Tel , Fax Sito web: http//www.diem.ing.unibo.it/personale/naldi Oleodinamica e Pneumatica 0b_richiami Princio di Pascal $&%%' ( )*+ (,-( Azione della pressione in un liquido Trascurando le variazioni idrostatiche la pressione. agisce uniformemente su tutte le pareti Torchio idraulico Moltiplicatore di pressione

2 S U 5 T 0 Z / Y X W Richiami di meccanica dei fluidi Equazione continuità = cost. ρ = ρ / Fluido incomprimibile ρ ρ = ρ = 6 = = = 3 Richiami di meccanica dei fluidi Equazione energetica forma meccanica L N + L M ρ In assenza di dissipazioni energetiche e di lavoro scambiato si ottiene il principio di Bernouilli : ; < = A 9 : <B < C C?D; 9 EE?FB < C G? = A G 9IH A 9 ED< J = A G 9D<B A :? EDA G 9 K R L R P L Q L O = 0 atm [ -3 = + VW 4

3 g h ^ ] ^ _ ` Regimi di moto Re < 300 moto laminare Re > 300 moto turbolento ρ \ ] \ Re = = µ ν d e Numero di Reynolds acb 4 = diametro idraulico f velocità media ν viscosità cinematica Area sezione di passaggio controrno bagnato 5 Legge di Newton Viscosità ik τ = µ ij Viscosità dinamica µ = lon τ lm N/m = Pa s = m/s m kg m/s /m m/s m = kg m s Viscosità cinematica ν = µ ρ 6 3

4 p Scale viscosità (dinamica) c.g.s. P = poise g/(cm s) S.I. Pa s P = 0. Pa s S.T. k p s/m cp µ µ H O,0 C = q r s t u v w x yz {Ds yr } w y z r x y~ ~r u ƒ 7 Scale viscosità (cinematica) (c.g.s.) stokes St St = cm /s cst = 0.0 cm /s E ŒŽ Ž Ž ŽŒŽ S.S.U. š œž ŽŸŽŽ Ž o Ž Ž RJ ª «ž Ž Ž Ž ªž Ž±² Ž Ž ν ˆ ˆ Š (S.I.) = m /s = 0 4 St = 0 6 cst 8 4

5 Scale di viscosità ³ µ ˆ¹ˆô»»ˆ ¼ ½ ¾ À Á  à à À 9 Scale di viscosità Ä Å ÆÇ È ÆÉÊÇ ËÌ Í ÎÏ Ð Ñ Ï Ò Ó Ð Ô Õ 0 5

6 ν Ö ( = τ τ ) M Punta livello efflusso efflusso H O (0 C) Ø ÙÚ Ø Û Ü Ý Þ Û Üß à Ú Û á â Ü ã ä å æ çè é éiê ë ì&í î î ï ð ñ ò ó ô õö&ò ó ò ø ù î î ú õû Viscosimetro Resistenza Bagno esterno 3 Termometro 4 Coppa inf. 5 Coppa sup. 6 Asta legno 7 Termometro 8 Agitatore 9 Foro efflusso ν τ efflusso ( ) = τ efflusso H O (0 C) Viscosità ü ý þ ÿ ý þ cst = mm /s = 0-6 m /s Belladonna p. 6 (B) Speich p. 88 (S) η Faisandier p. 8 (F) η ν ν ν ( (cst) = 7.5 ( ) = ) 3 γ ν (kp s/m ) (kp /dm ) ( ) 0 ν ( ) ν (cst) 0.746ν ( (kp s/m ) = ν = 3 (cst) ) 0 γ 3 / ν (kp /dm ) (m /s ) ( ) = 7.3ν ( ) 6.3 ν ( ) 6

7 I H G Viscosità!#"%$&' ( )!%"#) Conversione viscosità cinematica da E a cst 0 4 ν cst B 0 S, F ni ν E = log ( log ) Viscosità *%+,.-/#*%-/%0 *# t Oli per trasmissioni potenza temperature medie Oli per basse temperature Oli minerali : ;<8 : = > ; :?CB<: ; D ; :#6 8 CE = log ( F ) K 4 7

8 Oli minerali JK L#M M N OCN JL#P N Q#R#S AFNOR HH oli non inibiti HL oli con additivi anti-corrosione anti-ossidanti HM olio HL con additivi antiusura (di-alchil-tio-fosfato di zinco) HV olio HM con additivi per aumentare l indice di viscosità Oli minerali 5 cd e d st u v TVU WXUXY#Z\[#] Z\^Z _#`a b#] Z olio molto fluido per aeronautica (NATO) ( P. congelamento < -60 C) f g h h i<j i kl i m g j n m i Francia: FHS ( fluido idraulico standard AIR 350) NATO OM 5, o p p q r o H 55 USA MIL-H-5606 GB DTD 585 A olio per impieghi marini (Marine TH) ( P. congelamento < -0 C) w x y{z }~\x y\ # ƒ ~ ˆ x Olio per impianti fissi (Esso) ( P. congelamento < -40 C) Š {Œ Ž \Š \ # Ž \. š œ ž Ÿ per aeronautica < ª «ª «(MONSANTO) (Airbus da 60 a 35 C) { ± ² ³#.µ olio aeronautico per alte temperature a base di esteri silicati Concorde fino a 00 C (California Chemical (U.S.A.) 6 8

9 Ý Ü á à Ú Ú ß Û Â Ã<Ä<Å Æ ÇÄ<ÅCÈ.Å É Æ ÊÉ Å Ë ÌXÂ Í È.Í Viscosità: %¹# º»¼¹# \½ ¾ º #¾ À Á Influenza della temperatura sulla viscosità cinematica.. = Ù 00.. = Þ 00 I.V. = 0 Fluido naftenico puro a 00 F (37.8 C) Î{Ï<Ð ÎAÑ ÏÒ I.V. = 00 Fluido paraffinico puro a 0 F (98.9 C) Ó{Ô<Õ ÓAÖ Ø 7 Viscosità SAE Oli minerali Per uso motoristico â ãäå æ äçèå é ê ë 8 9

10 Viscosità: ì íî<ï ð ì ï ð ñ òì ò t Influenza della temperatura sulla viscosità cinematica (Speich) 9 Viscosità: ó#ô õ öø#ó#öø#ù úó#ú p Influenza della pressione sulla viscosità cinematica û ü ý<þ ÿ 0 0

11 ! Viscosità: µ = µ p Comprimibilità = β β = β β β H O = 000 bar =.e9 Pa olio_isotermo olio_adiabatico = 5000 bar = 7000 bar cm /dan = /bar β = modulo comprimibilità (rigidezza) /β = Coefficiente comprimibilità

12 Ñ Ó È Ñ Ñ Ñ Ê Fluidi: "$#&% #' ' ( % ) * ' ) +,(.-/( 0( % # ) Filtrabilità Potere antischiuma Demulsività Resistenza a invecchiamento : ; Proprietà anti-ruggine CBDB C> EFHGIE JJB K Solubilità aria (LMN O O&PQR ST NS ) UVW XYHZ[ \ ] ^ _`a bchdfe g h i g j k/l 0 C, 760 mm Hg 3 Fluidi: m.n&o np p q o r s p r t uqdv/q wq o nx r Punto di anilina y z{ ~} ƒ z{ ˆ { Š y ˆ {zˆ ˆ Œ Œ z D Ž ƒ & z Š Œ ~}?Œˆ ˆ { ˆ HŒ { y ƒ elevato: š œ ž Ÿ œiš šš basso: & ª «H D±ª²±± ³ Untuosità µ? µ? ¹º»¼ ½ ¾ & ÀÁº ¹ à Punto di infiammabilità ÄÅÆ ÇÈ É ÊÆ Ç Ë~Ì?ÍÎÎÏ Ê Ð Ñ Ó ÍË~Ì?ÍÒ Ç Ò ÇÔÊËHÕ Ï ÊÖÍIÍ Ï ËHËHÍØÏ Ç Ê È Ì?ÍÎÖÏ ËHÍÖ Punto di combustione Ù ÚÛ~Ü?ÚÝ ÞÙ ß Ý ÞÞààÚáâ ã äáú.ü ÚÝ â ã â Ù Úá Ù Ú.Ü?ÚÝ?Þå ÛHÚá ä 5 æ Carbone residuo ç èé êë ì 4

13 Fluidi: í$î&ï îð ð ñ ï ò ó ð ò ô õñ.ö/ñ ñ ï îø ò Punto di congelamento: ù úû ü ý þÿ üý þ ý ÿ ý ÿ ÿ ý þü ÿ ü ù ú þ þü ý ÿ ý ÿ?þ ý þÿ ÿ üý þ ù ú þÿ ÿ üý þ ü ý?ú Dÿ þÿ ÿ üý þ ù ú þÿ ÿ üý þ ý þ ý ÿ ý ÿ ÿ ü þ ý þ 5 Fluidi:!" " #! $ % " $ & '#(% " #! $ ) *+ Esteri fosforici,.- / /98:- ; / ;< Idrocarburi clorurati Resistenza alla combustione Buon potere lubrificante = AB? CD? E E? F G H Buone caratteristiche anti-ruggine Limitato indice di viscosità I J K K L M L NL O Elevata densità Incompatibilità con gomme e vernici 6 3

14 Fluidi: P7QR QS S T R U V S U W XT7Y.Z[ \ ] U Z^UQW _.\Q` ab[ U W Z[ T Soluzioni acqua-glicole (40 50%) Resistenza alla combustione Discreto potere lubrificante c d e f gh e ije k k e l mgn f ge l ok k ep Buone caratteristiche anti-ruggine Elevato indice di viscosità (q r s r tvu w x ) Elevata densità Buona compatibilità con gomme Potere distaccante per vernici Necessità di rabbocco per evaporazione acqua 7 Fluidi y.z { } z { ~ z ~ } ƒ z b } ~ z } - 8 4

15 Fluidi. ˆ Š ˆ Š Œ Ž b Š Œ Š - 9 Fluidi b š œ œ žbÿ œ

16 Fluidi b ª «b Sistema idraulico Leva idraulica Circuito idraulico elementare. Pompa. Serbatoio 3. Valvola di massima pressione 4. Cilindro idraulico 5. Cassetto didtributore 3 6

17 Sistema idraulico Valvola di massima pressione In caso di mancato assorbimento da parte del circuito idraulico, della portata elaborata dalla pompa volumetrica, la valvola di sicurezza limita il valore massimo della pressione del circuito. 33 Sistema idraulico 3 Lo stelo 6 del cassetto distributore è spostato a sinistra. Il fluido operatore entra nella camera di sinistra del cilindro attuatore e consente il rientro dello stelo. 34 7

18 Sistema idraulico 4 La velocità di rientro del pistone può essere controllata inserendo uno strozzamento sulla tubazione di ritorno (7) 35 Sistema idraulico 5 Rappresentazione di un circuito idraulico mediante simboli unificati 36 8

19 Bibliografia AA. VV., Scienzati e Tecnologi, ± ² ³ ³µ ³ 875, Mondadori,975 Belladonna Ulisse, Elementi di Oleodinamica. ¹ º» ¼.º ½ ¾» ½ ¹ ¹ À Á ¾»  ¹ À à HoepliÄ Torino, 00, 005 R, Thoma J., Introduzione all oleodinamica e ai sistemi oleodinamici, Tecniche Nuove, Milano, 983, Speich Hanno, Bucciarelli Aurelio, Oleodinamica (l ), Principi-componenti-circuiti, Tecniche Nuove Milano, 97, ÅÆ Ç ÈÉ ÈÊ Ë Æ Ì Í Î Î Æ Ì Ì ÈÏ ÐÑ Í Î Î ÈÐ Ò Æ Ó Ó ÈÔ Õ Ö Æ ÈÎ Ø Ù Ù Ú Û Faisandier Jacques, Meccanismi oleodinamici, Tecniche Nuove, Milano, 98, Mannesmann-Rexroth, Manuale di oleodinamica (il) volume : fondamenti e componenti oleodinamici Ü ÝÞ ß à á â à.ã ä ä å æ Mannesmann-Rexroth GmbH, 990, Mannesmann-Rexroth, 99, Manuale di oleodinamica (il) ç è éê ëì : fondamenti e componenti oleodinamici RI 00 9/0.0í RI 0090/04.93, Mannesmann-Rexroth GmbH, Rexroth Bosch Group, 004, Hydraulic Trainer î ï ðñ òó : Hydraulics. Basic Principles and Componenents, RI 00 90/004ô Boschõ Rexroth AG,

Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia

Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia ! " # $ Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia Produzione di energia elettrica mediante turbine eoliche Giugno 5 (BOZZA) Sommario Cenni storici

Dettagli

La scuola insegna a diventare imprenditori

La scuola insegna a diventare imprenditori - : > D ' 8 6 +, @ > C + ' * 5 8 6 8 G? 8. 9 ' 9 8 * 6 +,, : ; 9 2 B 3 9 < 2, F ; * 2, +, 1 * 9 1 : ; + ' 9 0.?. = / =. g 201 * 1 @ = E / 9 >, 8 A 9 9 '. B A > * + 8 8,, c g d d J J S W ] ` ` ] W W W W

Dettagli

Dinamica dei Fluidi. Moto stazionario

Dinamica dei Fluidi. Moto stazionario FLUIDODINAMICA 1 Dinamica dei Fluidi Studia il moto delle particelle di fluido* sotto l azione di tre tipi di forze: Forze di superficie: forze esercitate attraverso una superficie (pressione) Forze di

Dettagli

PRODUZIONE INDUSTRIALE

PRODUZIONE INDUSTRIALE Z Y X V W 10 ottobre 2017 PRODUZIONE INDUSTRIALE! " # $ % & & % "! " ' ( " ) * +, &! - '.! % ' & ) / ) 0 ' 1 ' 2 ' & % 1 & ' # " 2 2 & 1 ' & / & " 3 4 5 /, 0 6 " ' 7 7 ' ) ) 1 % & " 8 9 : ; &! - '.! %

Dettagli

Corso di misure meccaniche, termiche e collaudi

Corso di misure meccaniche, termiche e collaudi Corso di misure meccaniche, termiche e collaudi Misura della viscosità di un olio lubrificante Misura del Flash point e del Fire point di un olio lubrificante Bozza 2016 Prof. Rodolfo Taccani Dipartimento

Dettagli

OLEODINAMICA, OLEOIDRAULICA, IDRAULICA. Tecnologia affine alla pneumatica caratterizzata dai seguenti elementi:

OLEODINAMICA, OLEOIDRAULICA, IDRAULICA. Tecnologia affine alla pneumatica caratterizzata dai seguenti elementi: OLEODINAMICA, OLEOIDRAULICA, IDRAULICA Tecnologia affine alla pneumatica caratterizzata dai seguenti elementi: CARATTERISTICHE CIRCUITALI Gruppo di generazione di energia idraulica Gruppo di distribuzione

Dettagli

Azionamenti oleoidraulici

Azionamenti oleoidraulici Azionamenti oleoidraulici p. 1/40 Azionamenti oleoidraulici LE IMMAGINI CONTENUTE IN QUESTA SERIE DI SLIDES SONO TRATTE DA: Il nuovo manuale di oleodinamica, vol.1 - Oleodinamica: fondamenti e componenti

Dettagli

Rom CITY TRIP. Nicht verpassen!

Rom CITY TRIP. Nicht verpassen! y K w ß K ü: x è Ü y y! 1 42 147 60 4 59 3 5 1 144 6 7 9 63 Ö ä 10 - x x y Z q q ä K, W k ( 61) ük y : kk 114 42 ö w: k 119 Kk 94 ä: y- w x Zö : xx, ü K 40 k W : 73 k : W J k: H 16 ä ü W, öß ök: 0 w :

Dettagli

SETTORE TUTELA DELL AMBIENTE E DEL TERRITORIO

SETTORE TUTELA DELL AMBIENTE E DEL TERRITORIO COMUNE DI CESENA! " #!$# %&&'&& $(! " " ( )& +,-.,!"#$%&!"#&$$&!"#'((!"##& file: C:\Documents and Settings\bonavita_e\Deskto\Catasto aree ercorse dal fuoco AGG 31-12-08\2012\2012\Catasto_aree_ercorse_fuoco_agg2011.doc

Dettagli

Scale pressioni IN O.48

Scale pressioni IN O.48 Scale pressioni IN O.48 Viscosità dinamica F = µ A v h µ = F h A v N 2 m m m s N m [ µ ] = s = Pa s = 2 IN O.49 Viscosità cinematica ν = µ ρ [ ν ] = N s 2 m Kg 3 m = m s 2 1St = 10 4 m s 2 2 6 m 1 cst

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 febbraio 2012, n. 64

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 febbraio 2012, n. 64 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 febbraio 2012, n. 64! " # $ % % & ' ( ) * +, - & & ). ) / / - * * ) $ 0 0 ' ( ' ) & -, 1 2 2 3 4 - & 5 5 1 6 7 1 5 6 2 5 * 8 9 : ; < = >

Dettagli

Pillole di Fluidodinamica e breve introduzione alla CFD

Pillole di Fluidodinamica e breve introduzione alla CFD Pillole di Fluidodinamica e breve introduzione alla CFD ConoscereLinux - Modena Linux User Group Dr. D. Angeli diego.angeli@unimore.it Sommario 1 Introduzione 2 Equazioni di conservazione 3 CFD e griglie

Dettagli

Caratteristiche di un linguaggio ad alto livello

Caratteristiche di un linguaggio ad alto livello Caratteristiche di un linguaggio ad alto livello Un linguaggio ad alto livello deve offrire degli strumenti per: rappresentare le informazioni di interesse dell algoritmo definire le istruzioni che costituiscono

Dettagli

I D R O S T A T I C A

I D R O S T A T I C A I D R O S T A T I C A Caratteristiche stato liquido (descr.) FLUIDI Massa volumica (def. + formula) Volume massico (def. + formula) Peso volumico (def. + formula) Legame massa volumica - peso volumico

Dettagli

Interruttori differenziali 5SV

Interruttori differenziali 5SV s Siemens S.p.A. 2015 SENTRON La sicurezza di sempre in un nuovo design. 5SV tecnologia ed affidabilità "Made in Germany" Sicurezza al primo posto Gli interruttori differenziali sono destinati alla protezione

Dettagli

IDRAULICA STUDIA I FLUIDI, IL LORO EQUILIBRIO E IL LORO MOVIMENTO

IDRAULICA STUDIA I FLUIDI, IL LORO EQUILIBRIO E IL LORO MOVIMENTO A - IDRAULICA IDRAULICA STUDIA I FLUIDI, IL LORO EQUILIBRIO E IL LORO MOVIMENTO FLUIDO CORPO MATERIALE CHE, A CAUSA DELLA ELEVATA MOBILITA' DELLE PARTICELLE CHE LO COMPONGONO, PUO' SUBIRE RILEVANTI VARIAZIONI

Dettagli

SYNECO PRESS 1400 S FLUIDO IDRAULICO AD ALTE PRESTAZIONI MICROFILTRABILE A 3μ

SYNECO PRESS 1400 S FLUIDO IDRAULICO AD ALTE PRESTAZIONI MICROFILTRABILE A 3μ DESCRIZIONE Lubrificante completamente sintetico formulato con basi (PAO) atossiche, additivazione a basse ceneri priva di Zinco a livello ISO-L-HIV DIN 51524 parte 3 con elevato intervallo d impiego,

Dettagli

Densita. FLUIDI : liquidi o gas. macroscop.:

Densita. FLUIDI : liquidi o gas. macroscop.: 6-SBAC Fisica 1/10 FLUIDI : liquidi o gas macroscop.: microscop.: sostanza che prende la forma del contenitore che la occupa insieme di molecole tenute insieme da deboli forze di coesione (primi vicini)

Dettagli

La lezione di oggi. I fluidi reali La viscosità Flussi laminare e turbolento. La resistenza idrodinamica

La lezione di oggi. I fluidi reali La viscosità Flussi laminare e turbolento. La resistenza idrodinamica 1 La lezione di oggi I fluidi reali La viscosità Flussi laminare e turbolento La resistenza idrodinamica 2 La lezione di oggi Forze di trascinamento nei fluidi La legge di Stokes La centrifuga 3 ! Viscosità!

Dettagli

Petrone Oleodinamica

Petrone Oleodinamica Petrone Oleodinamica CARATTERISTICHE PRINCIPALI SERIE PNP 2 Versione 1.4 novembre 2007 Cilindrate disponibili: 4 6 8 11 14 16 20 22.5 26 cm 3 / giro. Campo di velocità 400 4000 giri / min. Rendimenti:

Dettagli

ß² Ò»ª± ÍÔ 8 «² ±»²»»»½±³ ²¼± «² ª»» ½» ±ºº»ô ² ³ ²»»»³ ³»²» ² «ª ô «² ½±² ± ± ½±³» ±¼» ³»¼ «¼ ±óª ¼»±» ¼ ¹ ¼ «² ½ ½ ¾ Œò Ò»ª± ÍÔ 8»»½±³ ²¼± ' ª ² ± ³

ß² Ò»ª± ÍÔ 8 «² ±»²»»»½±³ ²¼± «² ª»» ½» ±ºº»ô ² ³ ²»»»³ ³»²» ² «ª ô «² ½±² ± ± ½±³» ±¼» ³»¼ «¼ ±óª ¼»±» ¼ ¹ ¼ «² ½ ½ ¾ Œò Ò»ª± ÍÔ 8»»½±³ ²¼± ' ª ² ± ³ ' ª ² ±»»½±³ ²¼± ±«½ ½»»²»»²» ˲ ª» Û»½ ±² ½ Ô Ë² ª» Û»½ ±² ½ øëû ô ½±²»¼» ½»²» ² Ý º± ²» º»»«±» ² Ñ ²¼ ô «. ¼»º ²» ³ ³±»½ ³±²¼» ¼»»»½±³ ²¼±Œò Í ¼ «² ±½» @ «¾¾ ½ «± Ò ¼ ½±² ³¾± ± ËÛ Ýò ݱ «½»»»½±³ ²¼ ½±²

Dettagli

Oleodinamica e Pneumatica. Obiettivi del Corso

Oleodinamica e Pneumatica. Obiettivi del Corso Obiettivi del Corso Fornire gli strumenti di base necessari per una corretta progettazione e per un uso razionale dei sistemi a fluido. Acquisire i principi di funzionamento dei principali componenti utilizzati

Dettagli

Fluidodinamica. Q=V/Δt=costante

Fluidodinamica. Q=V/Δt=costante Liquido perfetto o ideale: Fluidodinamica Incomprimibile (densità costante sia nel tempo che nello spazio) Assenza di attrito interno (in un liquido reale si conserva la caratteristica dell incompressibilità

Dettagli

Con lettera e sigillo

Con lettera e sigillo Con lettera e sigillo ݱ² ±¼±»½ ½ ²±² ± ± «²»½² ½ ³ «² ±» «²»½± ±ô ³ ²½» «² «½±²º» ³ ¼» «± ô ¼»¹¹»» ¼» ¼ «ò ±¼±»½ ±²± ½±²º± ³» ¼» ª»ô» ²± ³»»»»¹¹ ² ±²»«±»»ò ݱ²»½ ½ º««±ò M ±¼± ¼» ½ ² ± ³ ² ¼ «±²» ±²±

Dettagli

Progetti mirati. Decespugliatrici

Progetti mirati. Decespugliatrici Progetti mirati Decespugliatrici Pompa e motore a pistoni assiali a piatto inclinato a cilindrata fissa per circuito aperto Progetti mirati per migliorare le prestazioni della macchina; questo è uno degli

Dettagli

1 S t u d i o l e g a l e T e d i o l i v i a F r a t t i n i, M a n t o v a s t u d i o t e d i o l l i b e r o.

1 S t u d i o l e g a l e T e d i o l i v i a F r a t t i n i, M a n t o v a s t u d i o t e d i o l l i b e r o. D. L g s. 2 7-0 5-1 9 9 9, n. 1 6 5 S o p p r e s s i o n e d e l l ' A I M A e i s t i t u z i o n e d e l l ' A g e n z i a p e r l e e r o g a z i o n i i n a g r i c o l t u r a ( A G E A ), a n o

Dettagli

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 15 novembre 2011

Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 15 novembre 2011 Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 15 novembre 2011 CIRCOLARE 90/2011 Società affiliate Comitati e Delegazioni Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Regolamento 3D Fitarco

Dettagli

C O M U N E D I P O L I C O R O S T A T U T O D E L I B E R A N. 2 3 D E L 2 8 / 0 6 /

C O M U N E D I P O L I C O R O S T A T U T O D E L I B E R A N. 2 3 D E L 2 8 / 0 6 / C O M U N E D I P O L I C O R O S T A T U T O D E L I B E R A N. 2 3 D E L 2 8 / 0 6 / 2 0 0 2 A r t. 1 L a C o m u n i t à 1. L o r d i n a m e n t o g i u r i d i c o d e l C o m u n e è l e s p r e

Dettagli

T R I B U N A L E D I T R E V I S O B A N D O P E R L A C E S S I O N E C O M P E T I T I V A D E L C O M P E N D I O A Z I E N D A L E D E L L E

T R I B U N A L E D I T R E V I S O B A N D O P E R L A C E S S I O N E C O M P E T I T I V A D E L C O M P E N D I O A Z I E N D A L E D E L L E 1 T R I B U N A L E D I T R E V I S O B A N D O P E R L A C E S S I O N E C O M P E T I T I V A D E L C O M P E N D I O A Z I E N D A L E D E L L E O F F I C I N E M E C C A N I C H E D I P O N Z A N O

Dettagli

Dove nasce l'olio Lab. Meccanica e Macchine I.T.T I.T.S.T. Montani Prof. Silenzi Andrea

Dove nasce l'olio Lab. Meccanica e Macchine I.T.T I.T.S.T. Montani Prof. Silenzi Andrea VISCOSITA' Dove nasce l'olio Un olio lubrificante è costituito da una BASE e di un 10 30% di additivi. La base può essere MINERALE ricavata dalla distillazione del petrolio greggio; SINTETICA, prodotta

Dettagli

Alcuni utili principi di conservazione

Alcuni utili principi di conservazione Alcuni utili principi di conservazione Portata massica e volumetrica A ds Portata massica: massa di fluido che attraversa la sezione A di una tubazione nell unità di tempo [kg/s] ρ = densità (massa/volume)

Dettagli

GRANDEZZA POMPA Portata (a 1500 giri/min con p = 3.5 bar ) l/min 10 16, ,3. Velocità di rotazione giri/min min max 1800

GRANDEZZA POMPA Portata (a 1500 giri/min con p = 3.5 bar ) l/min 10 16, ,3. Velocità di rotazione giri/min min max 1800 14 110/211 ID PVE POMPE A PALETTE A CILINDRATA VARIABILE CON REGOLATORE DI PRESSIONE DIRETTO PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Le pompe PVE sono pompe a palette a cilindrata variabile con regolatore di pressione

Dettagli

IL MOTO DEI FLUIDI. con applicazione al sistema circolatorio

IL MOTO DEI FLUIDI. con applicazione al sistema circolatorio IL MOTO DEI FLUIDI con applicazione al sistema circolatorio Portata Pressione Moto stazionario: equazione di continuità Applicazione al sistema circolatorio: pressione e velocità del sangue Moto laminare

Dettagli

L impianto di lubrificazione. Semplificazioni e dettagli base sull'argomento. Versione per il Formatore

L impianto di lubrificazione. Semplificazioni e dettagli base sull'argomento. Versione per il Formatore Regione Peimonte IMPIANTISTICA IDRAULICA E PNEUMATICA DELL'AUTOVEICOLO Venere Fabrizio DATA EMISSIONE Dicembre 2014 DATA REVISIONE L impianto di lubrificazione Semplificazioni e dettagli base sull'argomento

Dettagli

Curva Equazione Eq. parametrica. Circonferenza. Ellisse )* L = 7MNOL )* = 7MNOL *+ L = 7MNOL *+ = 7MNOL. *+0 *+Q = 7 [cos0 Q cos0 + Q]

Curva Equazione Eq. parametrica. Circonferenza. Ellisse )* L = 7MNOL )* = 7MNOL *+ L = 7MNOL *+ = 7MNOL. *+0 *+Q = 7 [cos0 Q cos0 + Q] Frazioni particolari Potenze particolari Fazione Valore Potenza Valore Operazioni tra potenze Operazione Valore Equazioni parametriche curve fondamentali Curva Equazione Eq. parametrica Circonferenza Ellisse

Dettagli

METODI DI RAPPRESENTAZIONE DI UN SISTEMA

METODI DI RAPPRESENTAZIONE DI UN SISTEMA METODI DI RAPPRESENTAZIONE DI UN SISTEMA PROPRIETA ELEMENTARI Proprietà elementari dei componenti idraulici Proprietà elementari dei componenti termici Proprietà elementari dei componenti meccanici Proprietà

Dettagli

DINAMICA DEI FLUIDI G. ROBERTI

DINAMICA DEI FLUIDI G. ROBERTI DINAMICA DEI FLUIDI G. ROBERTI Dinamica dei Fluidi Studia il moto delle particelle di fluido* sotto l azione di tre tipi di forze: Forze di superficie: forze esercitate attraverso una superficie (pressione)

Dettagli

Bilanci macroscopici. Esercizi dal libro Fenomeni di Trsporto, Bird, Stewart, Lightfoot

Bilanci macroscopici. Esercizi dal libro Fenomeni di Trsporto, Bird, Stewart, Lightfoot Bilanci macroscopici Esercizi dal libro Fenomeni di Trsporto, Bird, Stewart, Lightfoot 7A 7B 7C 7D 7E 7F Esercizio 1 Due recipienti, le cui basi si trovano su uno stesso piano, sono messi in comunicazione

Dettagli

AVVERTENZA Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

AVVERTENZA Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Unives Saute Fascic Inativ Mde : FI--227-D12-1212212 Cntatt di assicuazine RIMBRS SPESE MEDICHE I pesente Fascic Inativ, cntenente: 1) Nta Inativa a Cntaente cpensiva de Gssai; 2) Cndizini di Assicuazine;

Dettagli

I fluidi. 2 La densità di un olio è 0,08 g/cm 3. L altezza h della colonna di olio nella figura è: A 2 cm. B 4,6 cm. C 8 cm. D 10 cm. E 11,8.

I fluidi. 2 La densità di un olio è 0,08 g/cm 3. L altezza h della colonna di olio nella figura è: A 2 cm. B 4,6 cm. C 8 cm. D 10 cm. E 11,8. I fluidi 1 Per misurare pressioni relativamente basse, in un barometro anziché mercurio è utilizzato olio di densità 8,5 10 2 kg/m 3. Un cambiamento di pressione di 1,0 Pa produce una variazione nell altezza

Dettagli

Nuovo sistema di misura assoluto lineare HEIDENHAIN LIC 2100 con ampie tolleranze di montaggio

Nuovo sistema di misura assoluto lineare HEIDENHAIN LIC 2100 con ampie tolleranze di montaggio Nuovo sistema di misura assoluto lineare HEIDENHAIN LIC 2100 con ampie tolleranze di montaggio Il successo riportato da LIC 4000 http://www.heidenhain.it/de_en/documentationinformation/documentation/brochures/popup/media/media/show/view/file-0436/

Dettagli

Protezione Civile - Regione Friuli Venezia Giulia. Protezione Civile - Regione Friuli Venezia Giulia

Protezione Civile - Regione Friuli Venezia Giulia. Protezione Civile - Regione Friuli Venezia Giulia 1 Principi di idraulica Definizioni MECCANICA DEI FLUIDI È il ramo della fisica che studia le proprietà dei fluidi, cioè liquidi, vapori e gas. Idrostatica Studia i fluidi in quiete Idrodinamica Studia

Dettagli

PERICOLO ATTENZIONE: indica i pericoli che possono provocare gravi lesioni; è necessario prestare attenzione.

PERICOLO ATTENZIONE: indica i pericoli che possono provocare gravi lesioni; è necessario prestare attenzione. ÓÈîë ó ÓÈìð ó ÚÈìð Ó ÈÛÎ ÒÜ ÝÛ ï ÒÚÑÎÓßÆ ÑÒ ÙÛÒÛÎßÔ Í½± ± ¼» ³ ² ò ¼»² º ½ ±²» ݱ «±»» ³ ½½ ² òòò Ü» ½ ±²» ¼» ³ ½½ ² òòòòòò Ý» ½»»½² ½» ò Ü ³»² ±² ¼Ž ²¹±³¾ ± ò Ü ± ª ¼ ½ òòò ²º± ³ ±² «½ ò ò Î ½» ¼«òòò

Dettagli

STATICA E DINAMICA DEI FLUIDI

STATICA E DINAMICA DEI FLUIDI STATICA E DINAMICA DEI FLUIDI Pressione Principio di Pascal Legge di Stevino Spinta di Archimede Conservazione della portata Teorema di Bernoulli Legge di Hagen-Poiseuille Moto laminare e turbolento Stati

Dettagli

IL MOTO DEI FLUIDI. con applicazione al sistema circolatorio

IL MOTO DEI FLUIDI. con applicazione al sistema circolatorio IL MOTO DEI FLUIDI con applicazione al sistema circolatorio Portata Pressione Moto stazionario: equazione di continuità Applicazione al sistema circolatorio: pressione e velocità del sangue Moto laminare

Dettagli

è completamente immerso in acqua. La sua

è completamente immerso in acqua. La sua In un tubo scorre in regime stazionario un liquido ideale con densità 1.00 10 3 kg/m 3 ; in un punto A il tubo ha raggio R A = 2.00 cm, la velocità di scorrimento è v A = 5.00 m/se la pressione è P A =

Dettagli

ESAME DI AERODINAMICA 12/12/2006

ESAME DI AERODINAMICA 12/12/2006 ESAME DI AERODINAMICA 12/12/2006 La velocità indotta nel piano y-z passante per l origine da un filamento vorticoso rettilineo semi-infinito disposto lungo l asse x e con origine in x=0, rispetto a quella

Dettagli

( 4 ) I l C o n s i g l i o e u r o p e o r i u n i t o s i a T a m p e r e i l 1 5 e 1 6 o t t o b r e h a i n v i t a t o i l C o n s i g l

( 4 ) I l C o n s i g l i o e u r o p e o r i u n i t o s i a T a m p e r e i l 1 5 e 1 6 o t t o b r e h a i n v i t a t o i l C o n s i g l R e g o l a m e n t o ( C E ) n. 4 / 2 0 0 9 d e l C o n s i g l i o, d e l 1 8 d i c e m b r e 2 0 0 8, r e l a t i v o a l l a c o m p e t e n z a, a l l a l e g g e a p p l i c a b i l e, a l r i c

Dettagli

Interruttori differenziali per ambienti aggressivi

Interruttori differenziali per ambienti aggressivi w 5 per ambienti aggressivi Grazie all'innovativo sistema anticondensa garantiscono il massimo della sicurezza e dell' anche nelle situazione più difficili! ˲ ²«±ª± ½±²½» ± ¼ ½ Ô» ½±²¼ ±² ²¼ ¼» º«² ±²

Dettagli

Caratteristiche energetiche di un onda

Caratteristiche energetiche di un onda Caratteristiche energetiche di un onda Potenza P di una sorgente [W] È l energia emessa da una sorgente nell unità di tempo. Intensità di un onda I [W/m 2 ] Rappresenta l'energia trasportata dall onda

Dettagli

I fluidi Approfondimento I

I fluidi Approfondimento I I fluidi Approfondimento I statica dei fluidi Legge di Stevino, Principio di Pascal, Principio di Archimede e applicazioni dinamica dei fluidi ideali Flusso di un fluido e continuità Equazione di Bernoulli

Dettagli

W I L L I A M S H A K E S P E A R E G I U L I O C E S A R E. T r a g e d i a i n 5 a t t i

W I L L I A M S H A K E S P E A R E G I U L I O C E S A R E. T r a g e d i a i n 5 a t t i W I L L I A M S H A K E S P E A R E G I U L I O C E S A R E T r a g e d i a i n 5 a t t i T r a d u z i o n e e n o t e d i G o f f r e d o R a p o n i T i t o l o o r i g i n a l e : J U L I U S C A E

Dettagli

FISICA DEL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO

FISICA DEL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO FISICA DEL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Conferenza organizzata dalla Fondazione Livia Tonolini e dalla Sezione Mathesis di Bergamo, a cura di F. Tonolini il 22 aprile 2005 A. Fondamenti di reologia B. Il

Dettagli

Introduzione alla Fluidodinamica Computazionale (CFD)

Introduzione alla Fluidodinamica Computazionale (CFD) Introduzione alla Fluidodinamica Computazionale (CFD) Gianni Orsi g.orsi@centropiaggio.unipi.it Fluidodinamica Computazionale (CFD) CFD è l analisi dei sistemi che involvono movimento di fluidi, scambio

Dettagli

TABELLA CODICI ALT CARATTERI SIMBOLI NUMERI SEGNI FORME OMBRE DECORATIVI

TABELLA CODICI ALT CARATTERI SIMBOLI NUMERI SEGNI FORME OMBRE DECORATIVI TABELLA CODICI ALT CARATTERI SIMBOLI NUMERI SEGNI FORME OMBRE DECORATIVI (Non figuranti nella tastiera ma digitabili con la combinazione con il tasto ALT) A cura della Segreteria di: CARATTERE A À A maiuscola

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA. 6. Sistemi Motori a Gas. Roberto Lensi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA. 6. Sistemi Motori a Gas. Roberto Lensi Roberto Lensi 6. Sistemi Motori a Gas Pag. 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA 6. Sistemi Motori a Gas Roberto Lensi DIPARTIMENTO DI ENERGETICA Anno Accademico 2007-08 Roberto Lensi

Dettagli

Meccanica dei fluidi. ! definizioni; ! statica dei fluidi (principio di Archimede); ! dinamica dei fluidi (teorema di Bernoulli).

Meccanica dei fluidi. ! definizioni; ! statica dei fluidi (principio di Archimede); ! dinamica dei fluidi (teorema di Bernoulli). Meccanica dei fluidi! definizioni;! statica dei fluidi (principio di Archimede);! dinamica dei fluidi (teorema di Bernoulli). [importanti applicazioni in biologia / farmacia : ex. circolazione del sangue]

Dettagli

N. Nervegna - 6/6/2000 INDICE

N. Nervegna - 6/6/2000 INDICE INDICE INDICE...1 EQUILIBRAMENTO ASSIALE DI CASSETTI E OTTURATORI DI VALVOLE OLEODINAMICHE...12 1. Riflessioni sulle forze di flusso...12 1.1 Applicazioni...13 1.2 Analisi della dipendenza delle forze

Dettagli

ATTRITO VISCOSO NEI FLUIDI

ATTRITO VISCOSO NEI FLUIDI ATTRITO VISCOSO NEI FLUIDI DOWNLOAD Il pdf di questa lezione (0319a.pdf) è scaricabile dal sito http://www.ge.infn.it/ calvini/scamb/ 19/03/2012 VISCOSITÀ La viscosità è un fenomeno che si manifesta in

Dettagli

1 S t u d i o l e g a l e T e d i o l i v i a F r a t t i n i, M a n t o v a m a i t e d i o l i. c o m

1 S t u d i o l e g a l e T e d i o l i v i a F r a t t i n i, M a n t o v a m a i t e d i o l i. c o m C o n v e n z i o n e d e l l A j a 2 5-1 0-1 9 8 0 C o n v e n z i o n e s u g l i a s p e t t i c i v i l i d e l l a s o t t r a z i o n e i n t e r n a z i o n a l e d i m i n o r i P r e a m b o l

Dettagli

Corso di Idraulica ed Idrologia Forestale

Corso di Idraulica ed Idrologia Forestale Corso di Idraulica ed Idrologia Forestale Docente: Prof. Santo Marcello Zimbone Collaboratori: Dott. Giuseppe Bombino - Ing. Demetrio Zema Lezione n. 3: Idrostatica (parte II pressione e sua misura) proprietà

Dettagli

1 S t u d i o l e g a l e T e d i o l i v i a F r a t t i n i, M a n t o v a m a i t e d i o l i. c o m

1 S t u d i o l e g a l e T e d i o l i v i a F r a t t i n i, M a n t o v a m a i t e d i o l i. c o m C o n v e n z i o n e E u r o p e a d e l L u s s e m b u r g o, 2 0-0 5-1 9 8 0. C o n v e n z i o n e e u r o p e a s u l r i c o n o s c i m e n t o e l ' e s e c u z i o n e d e l l e d e c i s i o

Dettagli

Problemi di Fisica per l ammissione alla Scuola Galileiana Problema 1

Problemi di Fisica per l ammissione alla Scuola Galileiana Problema 1 Problemi di Fisica per l ammissione alla Scuola Galileiana 2015-2016 Problema 1 Un secchio cilindrico di raggio R contiene un fluido di densità uniforme ρ, entrambi ruotanti intorno al loro comune asse

Dettagli

DSB* /115 ID VALVOLA AD INVERSIONE AUTOMATICA SERIE 10 ATTACCHI A PARETE DSB3 ISO (CETOP 03) DSB5 ISO (CETOP 05)

DSB* /115 ID VALVOLA AD INVERSIONE AUTOMATICA SERIE 10 ATTACCHI A PARETE DSB3 ISO (CETOP 03) DSB5 ISO (CETOP 05) 41 640/115 ID DSB* VALVOLA AD INVERSIONE AUTOMATICA ATTACCHI A PARETE DSB3 ISO 4401-03 (CETOP 03) DSB5 ISO 4401-05 (CETOP 05) p max (vedi tabella prestazioni) Q nom (vedi tabella prestazioni) PRINCIPIO

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Enzo Ferrari. Appunti dalle lezioni del Corso di OLEODINAMICA

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Enzo Ferrari. Appunti dalle lezioni del Corso di OLEODINAMICA Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Enzo Ferrari Appunti dalle lezioni del Corso di OLEODINAMICA Prof. Massimo Borghi A cura di Andrea Gazzini Programma: 1) Introduzione

Dettagli

CENNI DI PNEUMATICA. È il rapporto tra una forza e la superficie su cui essa agisce.

CENNI DI PNEUMATICA. È il rapporto tra una forza e la superficie su cui essa agisce. P N E U M A T I C CENNI DI PNEUMATICA Pressione: Pressione atmosferica: Pressione assoluta: Pressione relativa: È il rapporto tra una forza e la superficie su cui essa agisce. F (N) P= = Pa S (m ) Equivale

Dettagli

COMPITO DI MECCANICA DEI FLUIDI del 29 gennaio olio. acqua. γ o = 8.0 kn/m 3. γ = 9.8 kn/m3. Cognome. Nome Matricola Docente TEMA 1

COMPITO DI MECCANICA DEI FLUIDI del 29 gennaio olio. acqua. γ o = 8.0 kn/m 3. γ = 9.8 kn/m3. Cognome. Nome Matricola Docente TEMA 1 ognome OMPITO DI MENI DEI FLUIDI del 29 gennaio 2009 TEM 1 ESERIZIO 1. Il serbatoio di figura presenta, sulla parete verticale di destra, un apertura rettangolare alta 1m e larga 2m, chiusa da una paratoia

Dettagli

Esperienza 1/3: viscosità. della glicerina. Laboratorio di Fisica 1 A. Baraldi, M. Riccò. Università di Parma. a.a. 2012/2013

Esperienza 1/3: viscosità. della glicerina. Laboratorio di Fisica 1 A. Baraldi, M. Riccò. Università di Parma. a.a. 2012/2013 Esperienza 1/3: viscosità Università di Parma della glicerina a.a. 2012/2013 Laboratorio di Fisica 1 A. Baraldi, M. Riccò Coefficiente di viscosità La viscosità è quella grandezza fisica che ci permette

Dettagli

IDROSTATICA leggi dell'equilibrio. IDRODINAMICA leggi del movimento

IDROSTATICA leggi dell'equilibrio. IDRODINAMICA leggi del movimento IDROSTATICA leggi dell'equilibrio IDRODINAMICA leggi del movimento La materia esite in tre stati: SOLIDO volume e forma propri LIQUIDO volume proprio ma non una forma propria (forma del contenitore) AERIFORME

Dettagli

Esercitazione di Meccanica dei fluidi con Fondamenti di Ingegneria Chimica. Scambio di materia (II)

Esercitazione di Meccanica dei fluidi con Fondamenti di Ingegneria Chimica. Scambio di materia (II) Esercitazione di Meccanica dei fluidi con Fondamenti di Ingegneria himica Esercitazione 6 (FI) - 1 Gennaio 016 Scambio di materia (II) Esercizio 1 Evaporazione di acqua da una piscina Stimare la perdita

Dettagli

Corso di Componenti e Impianti Termotecnici RETI DI DISTRIBUZIONE PERDITE DI CARICO CONTINUE

Corso di Componenti e Impianti Termotecnici RETI DI DISTRIBUZIONE PERDITE DI CARICO CONTINUE RETI DI DISTRIBUZIONE PERDITE DI CARICO CONTINUE 1 PERDITE DI CARICO CONTINUE Sono le perdite di carico (o di pressione) che un fluido, in moto attraverso un condotto, subisce a causa delle resistenze

Dettagli

FISICA TECNICA AMBIENTALE

FISICA TECNICA AMBIENTALE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL ARCHITETTURA FISICA TECNICA AMBIENTALE Trasmissione del calore: La convezione Prof. Gianfranco Caruso A.A. 2013/2014 Convezione (convehere = trasportare) Il meccanismo di

Dettagli

Posizione di montaggio. Fluido idraulico. Temperatura di esercizio. Filtraggio livello di contaminazione consigliato =< 18/13 secondo DIN ISO 4406

Posizione di montaggio. Fluido idraulico. Temperatura di esercizio. Filtraggio livello di contaminazione consigliato =< 18/13 secondo DIN ISO 4406 POMPA A PISTONI ASSIALE A PORTATA VARIABILE CODICE FAMIGLIA 108-050/051 Codice fascicolo:997-400-10850 Posizione di montaggio Fluido idraulico Temperatura di esercizio di preferenza orizzontale (altra

Dettagli

COSTRUZIONI IDRAULICHE

COSTRUZIONI IDRAULICHE COSTRUZIONI IDRAULICHE Canali e gallerie a pelo libero Prof. L. Butera 1 CANALI E GALLERIE A PELO LIBERO I parte Bibliografia consigliata D. Citrini, G. Noseda Idraulica Ed. Ambrosiana, Milano, 1975 Bibliografia

Dettagli

C assazione civile, sezione. III, 11 ottobre 2005, n

C assazione civile, sezione. III, 11 ottobre 2005, n C assazione civile, sezione. III, 11 ottobre 2005, n. 19757 P r e s. V i t t o r i a P - R e l. P e r c o n t e L i c a t e s e R - P. M. S c a r d a c c i o n e E V ( C o n f. ) C. c. R. e d a l t r i

Dettagli

Valvola doppia di strozzamento

Valvola doppia di strozzamento Valvola doppia di strozzamento RI 7506/05. Sostituisce: 0.03 / ipo ZFS Grandezza nominale 6 Serie 4X Pressione d'esercizio massima 35 bar Portata massima 0 l/min H5556 Contenuti Indice Pagina Caratteristiche

Dettagli

BRA 1116 BRA 8001-N BRA 8001-NR BRA 8001

BRA 1116 BRA 8001-N BRA 8001-NR BRA 8001 2 BRA 1116 Temperatura d impiego - su vapore 450 C (in presenza di agenti ossidanti) - su vapore 650 C (in assenza di agenti ossidanti) - valvola 345 bar Baderna ad alta tecnologia per steli di valvola

Dettagli

Allegato 2: lista per la trasposizione dei caratteri speciali (Stato al )

Allegato 2: lista per la trasposizione dei caratteri speciali (Stato al ) Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Allegato 2: lista per la trasposizione dei caratteri speciali (Stato al 17.11.2014) Nella tabella, impostata secondo le regole di traslitterazione del

Dettagli

MEMBRANE MEMBRANE. elio giroletti. Elio GIROLETTI - Università degli Studi di Pavia, Dip. Fisica nucleare e teorica

MEMBRANE MEMBRANE. elio giroletti. Elio GIROLETTI - Università degli Studi di Pavia, Dip. Fisica nucleare e teorica 1 elio giroletti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA dip. Fisica nucleare e teorica via Bassi 6, 7100 Pavia, Italy tel. 038/98.7905 - girolett@unipv.it - www.unipv.it/webgiro MEMBRANE diffusione e filtrazione

Dettagli

PVE POMPE A PALETTE A CILINDRATA VARIABILE CON REGOLATORE DI PRESSIONE DIRETTO SERIE 10

PVE POMPE A PALETTE A CILINDRATA VARIABILE CON REGOLATORE DI PRESSIONE DIRETTO SERIE 10 14 110/104 ID PVE POMPE A PALETTE A CILINDRATA VARIABILE CON REGOLATORE DI PRESSIONE DIRETTO PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Le pompe PVE sono pompe a palette a cilindrata variabile con regolatore di pressione

Dettagli

Perdite di carico in tubi cilindrici (i.e. correnti in pressione)

Perdite di carico in tubi cilindrici (i.e. correnti in pressione) Perdite di carico in tubi cilindrici (i.e. correnti in pressione) Le perdite di carico in tubi cilindrici sono classificabili in due grosse categorie: - Perdite di carico distribuite: traggono origine

Dettagli

Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola SERVIZIO DI ACCERTAMENTO DELLE CARATTERISTICHE FUNZIONALI E DELLA SICUREZZA DELLE MACCHINE AGRICOLE

Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola SERVIZIO DI ACCERTAMENTO DELLE CARATTERISTICHE FUNZIONALI E DELLA SICUREZZA DELLE MACCHINE AGRICOLE Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola SERVIZIO DI ACCERTAMENTO DELLE CARATTERISTICHE FUNZIONALI E DELLA SICUREZZA DELLE MACCHINE AGRICOLE CERTIFICATO n 44a - 001a POMPA VOLUMETRICA ALTERNATIVA: BHS 200

Dettagli

Dinamica dei fluidi. Marina Cobal - Dipt.di Fisica - Universita' di Udine 1

Dinamica dei fluidi. Marina Cobal - Dipt.di Fisica - Universita' di Udine 1 Dinamica dei fluidi Universita' di Udine 1 Caratteristiche di un fluido In generale: FLUIDO sostanza senza forma propria (assume la forma del recipiente che la contiene) liquido volume limitato dalla superficie

Dettagli

Fluidi I. Stati della materia Densità e pressione Idrostatica Idrodinamica

Fluidi I. Stati della materia Densità e pressione Idrostatica Idrodinamica Fluidi I Stati della materia Densità e pressione Idrostatica Idrodinamica Stati della materia 1. Solido: indeformabile e incomprimibile 2. Liquido: deformabile e incomprimibile 3. Gassoso: deformabile

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA MODULO DIDATTICO N 5

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA MODULO DIDATTICO N 5 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Esercitazioni di Fisica Tecnica Ambientale 1 CORSO DI LAUREA INGEGNERIA CIVILE EDILE E AMBIENTE E TERRITORIO (Dott. Ing. Paolo Cavalletti) MODULO

Dettagli

IDRAULICA&TRASMISSIONE INDUSTRIA

IDRAULICA&TRASMISSIONE INDUSTRIA IDRAULICA&TRASMISSIONE INDUSTRIA OLI IDRAULICI OLI IDRAULICI MINERALI LUKOIL GEYSER ST 10 Prod.-Nr.: 572510 LUKOIL GEYSER ST 22 Prod.-Nr.: 572520 LUKOIL GEYSER ST 32 Prod.-Nr.: 572530 LUKOIL GEYSER ST

Dettagli

Progettazione Funzionale di Sistemi Meccanici e Meccatronici Camme - Pressioni di Contatto

Progettazione Funzionale di Sistemi Meccanici e Meccatronici Camme - Pressioni di Contatto Camme - Pressioni di Contatto prof. Paolo Righettini paolo.righettini@unibg.it Università degli Studi di Bergamo Mechatronics And Mechanical Dynamics Labs November 3, 2014 Pressioni di contatto Teoria

Dettagli

IDRODINAMICA. Si chiama portata, il volume di fluido che defluisce attraverso una sezione nell unità di tempo; si indica con il simbolo Q [L 3 /T].

IDRODINAMICA. Si chiama portata, il volume di fluido che defluisce attraverso una sezione nell unità di tempo; si indica con il simbolo Q [L 3 /T]. IDRODINAMICA Portata e velocità media Si chiama portata, il volume di fluido che defluisce attraverso una sezione nell unità di tempo; si indica con il simbolo Q [L 3 /T]. In una corrente d acqua la velocità

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA. 4. Sistemi Termici Motori Sistemi Motori a Gas. Roberto Lensi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA. 4. Sistemi Termici Motori Sistemi Motori a Gas. Roberto Lensi Roberto Lensi 4. Sistemi Termici Motori 4.2. Sistemi Motori a Gas Pag. 1 di 21 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA 4. Sistemi Termici Motori 4.2. Sistemi Motori a Gas Roberto Lensi DIPARTIMENTO

Dettagli

Esempi di esercizi per la preparazione al primo compito di esonero

Esempi di esercizi per la preparazione al primo compito di esonero Esempi di esercizi per la preparazione al primo compito di esonero 1. Quanto sangue è approssimativamente presente in un essere umano? Esprimere il risultato in ml. 2. La densità dell etanolo e pare a

Dettagli

Calcolo idraulico dell impianto INDICE

Calcolo idraulico dell impianto INDICE INDICE 1. PREMESSA... 2 2. SCHEMA DI FUNZIONAMENTO E SCHEMA IDRAULICO... 3 3. CALCOLO DELL IMPIANTO... 5 3.1. CALCOLO DELLA PREVALENZA TOTALE... 5 3.2. SCELTA DELLA POMPA... 7 3.3. PROBLEMI CONNESSI...

Dettagli

UNIVERSITÀ DI BERGAMO FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Pneumatica. Roberto Strada

UNIVERSITÀ DI BERGAMO FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Pneumatica. Roberto Strada Pneumatica Roberto Strada Calendario lezioni UNIVERSITÀ DI BERGAMO Programma UNIVERSITÀ DI BERGAMO Programma UNIVERSITÀ DI BERGAMO Programma http://mech.unibg.it/~strada/pne/pn.html L automazione pneumatica

Dettagli

Impianto idraulico (2 parte)

Impianto idraulico (2 parte) Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI (2 parte) POMPE 2 Cilindrata costante 1 senso di flusso 2 sensi di flusso Cilindrata variabile Compressore MARTINETTI 3 Semplice effetto Semplice

Dettagli

Prova scritta di Fisica Tecnica 1 Fila A 22 dicembre 2006

Prova scritta di Fisica Tecnica 1 Fila A 22 dicembre 2006 Prova scritta di Fisica Tecnica Fila A dicembre 006 Esercizio n. Un impianto a vapore per la produzione di energia elettrica opera secondo un ciclo Rankine con le seguenti caratteristice: portata di vapore

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Civile e Ambientale

Corso di Laurea Ingegneria Civile e Ambientale Corso di Laurea Ingegneria Civile e Ambientale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ENNA KORE FACOLTÀ DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA Complementi di Idraulica Ambientale Prof. Mauro De Marchis 10/03/2014 Programma del

Dettagli

COMPITO DI MECCANICA DEI FLUIDI del 12 gennaio 2007

COMPITO DI MECCANICA DEI FLUIDI del 12 gennaio 2007 OMPITO DI MENI DEI FLUIDI del 12 gennaio 2007 Docente TEM 1 0.5 m 1.0 m Δh ESERIZIO 1. Il serbatoio di figura, di profondità unitaria, contiene. La paratoia, incernierata in, è composta da due superfici

Dettagli

DSH* VALVOLA DIREZIONALE CON COMANDO A LEVA

DSH* VALVOLA DIREZIONALE CON COMANDO A LEVA 41 600/113 ID DSH* VALVOLA DIREZIONALE CON COMANDO A LEVA ATTACCHI A PARETE DSH3 ISO 4401-03 (CETOP 03) DSH5 ISO 4401-05 (CETOP 05) p max (vedi tabella prestazioni) Q nom (vedi tabella prestazioni) PRINCIPIO

Dettagli

SCHEDA 1 PORTATA DI UNA CONDOTTA

SCHEDA 1 PORTATA DI UNA CONDOTTA SCHEDA 1 PORTATA DI UNA CONDOTTA Q = V / t [m 3 /s] oppure [litri/s] 1 litro = 1 dm 3 = 1 / 1000 m 3 1 m 3 = 1000 dm 3 = 1000 litri Definizione: La portata è la quantità di liquido che attraversa una sezione

Dettagli