AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione"

Transcript

1 AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione scheda 2/_1 SCHEDA DI RILEVAZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI (allegata alla scheda 1) Dipartimento di Prevenzione - UOC SERVIZIO IGIENE E MEDICINA DEL LAVORO Nome processo della scheda 1 Attività di vigilanza nei luoghi di lavoro Nome del procedimento attività di vigilanza mediante ispezioni, redazioni di verbali di disposizione e/o prescrizione con eventuale successiva notifica all Autorità Giudiziaria, verifica adempimenti, irrogazioni sanzioni Descrizione: 1. «ispezione»: sopralluogo per la verifica del rispetto delle normative vigenti in materia di salute e sicurezza dei lavoratori; 2. «redazione verbale»: descrizione del luogo ispezionato, esame documentale, eventuale evidenza di violazioni, emanazione di disposizioni o prescrizioni per l eliminazione della violazione, comunicazione all A.G. 3. «adempimento»: verifica dell eliminazione della violazione accertata; 4. «sanzione»: pagamento dell ammenda prevista con comunicazione all A.G. per l archiviazione Riferimenti normativi D. Lgs n 81 (T.U. sicurezza sul lavoro) D. Lgs n 758 (disciplina sanzionatoria in materia di lavoro) Unità operativa responsabile dell istruttoria: STRUTTURA DENOMINAZIONE RESPONSABILE SEDE Via Comunale Principe 13/A Napoli D.ssa L. Marino Tel: Mail: D.ssa M. Galloro Dr. R. Graziano D.ssa E. De Luise 3 Via del Chiostro Napoli Tel: Mail: Via Canonico Scherillo Napoli Tel: Via Don Bosco 4/F Napoli Tel:

2 ASL NAPOLI 1 CENTRO. PIANO TRIENNALE DELLA PREVEMZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA 28 D.ssa G. Testa Via. O. Zuccarini Tel: Dr. S. Loria Dr. F. Ricigliano D.ssa M.R. D Anna Via Valente 31 Napoli Tel: Mail: Via P. Amendola Napoli Tel: Mail: Via Chieti Napoli Tel: Mail: Unità Operativa responsabile di altri adempimenti riguardanti il procedimento: UOC SERVIZIO IGIENE E MEDICINA DEL LAVORO (svolge attività di direzione, programmazione, coordinamento e supervisione del processo attuato nelle unità operative territoriali). Nome del responsabile: Dott.ssa Lucia Marino Tel pec: indirizzi e sede: Via Don Bosco 4/F Napoli Unità Organizzativa responsabile dell adempimento finale: sopraindicate in relazione agli ambiti territoriali di competenza Le stesse unità operative Nome del responsabile del provvedimento finale: Il responsabile dell competente per territorio come da schema innanzi indicato Per i procedimenti a istanza di parte: ricezione delle richieste (denunce/esposti, deleghe autorità giudiziaria) valutazione attivazione delle procedure di vigilanza Tempo massimo di conclusione/standard: 30 gg. per l avvio del processo; la conclusione avviene secondo i tempi previsti dal D.Lgs. 758/94. Strumenti di tutela: tutti gli atti conclusivi tipici del ufficiale, forniscono le informazioni previste dalle norme vigenti il diritto di difesa; in particolare: I modelli dei verbali indicano tempi e modalità per l eliminazione della violazione e la richiesta di eventuali proroghe, nonché la facoltà di avvalersi di un legale di parte. Modalità di pagamento: le sanzioni vengono oblate tramite conto corrente postale o IBAN alla tesoreria regionale 4

3 Modalità con il quale gli interessati possono ottenere le informazioni relative ai procedimenti che li riguardano e a cui presentare le istanze: 1. Le stesse unità operative mediche sopraindicate () per ambito territoriale di competenza forniscono informazioni attraverso contatto diretto o a mezzo 2. Altre istanze relative al procedimento vanno avanzate direttamente all Autorità Giudiziaria (scritti difensivi, relazioni di parte ) Per questo procedimento: Non è attivo un Link di accesso al servizio on line Il provvedimento della ASL non può essere sostituito da una dichiarazione dell interessato Il procedimento non può concludersi con il silenzio assenso dell ASL Strumenti di tutela in favore dell interessato Nel corso del procedimento: di esclusiva competenza dell Autorità Giudiziaria Nei confronti del provvedimento finale: di esclusiva competenza dell Autorità Giudiziaria Dirigente a cui è attribuito il potere sostitutivo per la conclusione del procedimento in caso di inerzia: se l attività di vigilanza è già stata notificata all autorità giudiziaria: non ricorre se il processo non è ancora iniziato: il Responsabile dell Responsabile della pubblicazione in Amministrazione Trasparente: Dr.ssa Giuseppina Amispergh Nome Cognome Telefono 5

4 AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione AREE DI PROCESSI DESCRIZIONE Elencare le procedure POSSIBILI RISCHI DI CORRUZIONE VALUTAZIONE INDICATORI DI Potenziale ALTO - BASSO o Vigilanza nei luoghi di lavoro Controllo ufficiale mediante ispezioni e verifiche sul rispetto della normativa vigente in materia di igiene e sicurezza dei lavoratori o Autorizzazioni in deroga Autorizzazioni in deroga per locali interrati/seminterrati o di altezza insufficiente: esame della documentazione, sopralluogo ispettivo e rilascio della deroga 6

5 o con effetto o ASL NAPOLI 1 CENTRO. PIANO TRIENNALE DELLA PREVEMZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA Bonifiche materiali contenenti amianto Ricorso avverso Valutazione rilascio nulla-osta per i piani di bonifica dei materiali contenenti amianto; vigilanza in corso di bonifica e rilascio certificazione di restituibilità Ricorso avverso il giudizio di idoneità, non idoneità, parziale idoneità espresso dal medico competente nel corso della sorveglianza sanitaria: istruttoria della pratica di ricorso, visita del Collegio Medico e dezione del giudizio 7

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione scheda 2/_6_ SCHEDA DI RILEVAZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Programma triennale della trasparenza 2014/2016 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione scheda 2/_2_ SCHEDA DI RILEVAZIONE PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

Dettagli

DIPARTIMENTO PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE

DIPARTIMENTO PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE E SANITA' PUBBLICA DIPARTIMENTO PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE SERVIZIO EPIDEMIOLOGIA E PREVENZIONE UNITA' OPERATIVA PREVENZIONE

Dettagli

Elenco regionale operatori agrituirstici autorizzati

Elenco regionale operatori agrituirstici autorizzati PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 2 - SERVIZIO

Dettagli

INFORMAZIONI SULLE TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Art. 35, comma 1- D. Lgs 33/2013 e DGM 190 del Descrizione Unità organizzativa Giorni

INFORMAZIONI SULLE TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Art. 35, comma 1- D. Lgs 33/2013 e DGM 190 del Descrizione Unità organizzativa Giorni Tipologia di Procedimento: INFORMAZIONI SULLE TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Art. 35, comma 1- D. Lgs 33/2013 e DGM 190 del 13.05.2013 AUTORIZZAZIONI ARREDO URBANO (INSEGNE) : NUOVE INSTALLAZIONI a)descrizione

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. pagamento comitati, commissioni,collegi.

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. pagamento comitati, commissioni,collegi. PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali Procedimento:

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Gestione capitolo di spesa 183307 L.R.71/82

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Gestione capitolo di spesa 183307 L.R.71/82 PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali - Servizio

Dettagli

Altro. c1) Recapiti telefonici del responsabile del procedimento. 0917071455

Altro. c1) Recapiti telefonici del responsabile del procedimento. 0917071455 PRESIDENZA / Assessorato regionale dei beni culturali e ASSESSORATO: dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana-servizio Soprintendenza beni

Dettagli

ISTANZA DI RILASCIO O RINNOVO DEL CONTRASSEGNO EUROPEO PER Oggetto del Procedimento. Responsabile del Servizio (dr.

ISTANZA DI RILASCIO O RINNOVO DEL CONTRASSEGNO EUROPEO PER Oggetto del Procedimento. Responsabile del Servizio (dr. ISTANZA DI ACCESSO AGLI ATTI (art. 25 della Legge 7 agosto 1990, n. 241) 30 giorni (art. 25, L. 241/1990) Silenzio diniego (art. 25 c. 4, L. 241/1990) Entro 30 giorni ricorso al T.A.R. (art. 25 c. 5, L.

Dettagli

TABELLA TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AGGIORNATA AL.

TABELLA TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AGGIORNATA AL. TABELLA TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AGGIORNATA AL. Breve descrizione del Procedimento e riferimenti normativi Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria Nome del Responsabile del Procedimento unitamente

Dettagli

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica. Erogazione riserve Fondo delle Autonomie locali. Vigilanza spiagge libere

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica. Erogazione riserve Fondo delle Autonomie locali. Vigilanza spiagge libere PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Servizio 4 Finanza Locale. Procedimento: Erogazione riserve Fondo

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO:

Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea PRESIDENZA / ASSESSORATO: PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell'agricoltura/ Servizio II Procedimento:

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. spese per liti, arbitraggi, risarcimenti ed accessori, assistenza legale

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. spese per liti, arbitraggi, risarcimenti ed accessori, assistenza legale PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della Famiglia e delle Politiche Sociali Procedimento:

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE ATTIVITA'

SCHEDA RILEVAZIONE ATTIVITA' SCHEDA NAZIONALE Versione 5.0 del 14/08/2012 SCHEDA RILEVAZIONE ATTIVITA' Le caselle in rosso sono quelle da compilare; dopo la compilazione il colore di fondo della cella diventa giallo. In verde i totalizzatori

Dettagli

L ATTIVITA DELL ORGANO DI VIGILANZA NELLA PREVENZIONE DEL RISCHIO DA AGENTI CHIMICI, CANCEROGENI E MUTAGENI

L ATTIVITA DELL ORGANO DI VIGILANZA NELLA PREVENZIONE DEL RISCHIO DA AGENTI CHIMICI, CANCEROGENI E MUTAGENI L ATTIVITA DELL ORGANO DI VIGILANZA NELLA PREVENZIONE DEL RISCHIO DA AGENTI CHIMICI, CANCEROGENI E MUTAGENI DOTT. GIANCARLO RICCIARDELLI RESPONSABILE SIML ASL CASERTA Le funzioni di prevenzione e vigilanza

Dettagli

D.L. n. 33/ art OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE DEI DATI RELATIVI AI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DELL'AREA/SERVIZIO

D.L. n. 33/ art OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE DEI DATI RELATIVI AI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DELL'AREA/SERVIZIO D.L. n. 33/2013 - art. 35 - OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE DEI DATI RELATIVI AI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DELL'AREA/SERVIZIO RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Denominazione Normativa di riferimento

Dettagli

liquidazione gettoni presenza e rimborso spese componenti c.r.f.v

liquidazione gettoni presenza e rimborso spese componenti c.r.f.v PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 7 - SERVIZIO

Dettagli

Emissione passaporto di sostituzione

Emissione passaporto di sostituzione PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

Contributi alle televisioni locali

Contributi alle televisioni locali PROCEDIMENTO DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROCEDIMENTO E RIFERIMENTI NORMATIVI UTILI Contributi alle televisioni locali L art. 45, comma 3 della legge 448/98 (finanziaria 1999) ha previsto nell ambito delle

Dettagli

Assessorato regionale dell'energia e dei servizi di pubblica utilità

Assessorato regionale dell'energia e dei servizi di pubblica utilità PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'energia e dei servizi di pubblica utilità DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO REGIONALE ENERGIA /SERVIZIO 8^ " UFFICIO REGIONALE IDROCARBURI

Dettagli

ACCERTAMENTO STATI DI INVALIDITA CIVILE, HANDICAP, CECITA, SORDITA, DIAGNOSI FUNZIONALE

ACCERTAMENTO STATI DI INVALIDITA CIVILE, HANDICAP, CECITA, SORDITA, DIAGNOSI FUNZIONALE SCHEDA DI RILEVAZIONE DEI PROCEDIMENTI AD ISTANZA DI PARTE DESTINATI ALLA PUBBLICAZIONE SUL SITO ISTITUZIONALE DELL AZIENDA NELLA SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ALLA SOTTO-SEZIONE DI I LIVELLO ATTIVITÀ

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali Servizio

Dettagli

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica. Erogazione riserve Fondo Autonomie locali. Contributo asili nido comunali

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica. Erogazione riserve Fondo Autonomie locali. Contributo asili nido comunali PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Servizio 4 Finanza Locale. Procedimento: Erogazione riserve Fondo

Dettagli

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica. Contributo ai consorzi di Comuni per gestione beni confiscati alla mafia

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica. Contributo ai consorzi di Comuni per gestione beni confiscati alla mafia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Servizio 4 Finanza Locale. Procedimento: Contributo ai consorzi di

Dettagli

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA

DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI IN MATERIA VIVAISTICA E DI DIFESA FITOSANITARIA PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dell Agricoltura SERVIZIO 5 - INTERVENTI

Dettagli

SETTORE EDILIZIA CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO

SETTORE EDILIZIA CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO SETTORE EDILIZIA SERVIZI: EDILIZIA PRIVATA SUAPE E AMBIENTE INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT) AMMINISTRATIVO CENTRO DI RESPONSABILITA : COD. 06 FUNZIONI DEI SERVIZI SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA - Attività di

Dettagli

ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI

ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione del procedimento Nulla osta di agibilità per allestimenti temporanei (art. 80 TULPS) - Attività di spettacolo viaggiante (giostre, luna park, circhi, attrazioni

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della Famiglia e delle Politiche sociali Servizio

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Progetti di prevenzione sull' alcool, fumo e dipendenze patologiche

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Progetti di prevenzione sull' alcool, fumo e dipendenze patologiche PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Famiglia e Politiche sociali Procedimento: Progetti

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax

AZIENDA USL ROMA H. Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax PROCEDURE OPERATIVE CONTROLLI UFFICIALI SIAN GESTIONE DELLE NON CONFORMITA ALLA NORMATIVA PRESCRIZIONI SOSPENSIONE DELL ATTIVITA Riferimenti normativi: Regolamento CE 882/2004 art. 54: azioni in caso di

Dettagli

L ISPEZIONE DEL LAVORO

L ISPEZIONE DEL LAVORO SOMMARIO Presentazione... Nota sull autore... V VI Parte Prima L ISPEZIONE DEL LAVORO Capitolo 1 - Organizzazione e funzioni 1.1. La (contro) riforma della vigilanza... 3 1.2. Il personale ispettivo delle

Dettagli

Piattaforma Certificazione dei Crediti (PCC)

Piattaforma Certificazione dei Crediti (PCC) PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana Procedimento:

Dettagli

Tabelle per la pubblicazione dei dati nell Area Amministrazione trasparente del sito internet del Comune di Latina

Tabelle per la pubblicazione dei dati nell Area Amministrazione trasparente del sito internet del Comune di Latina Denominazione Amministrativo Breve descrizione del Riferimenti normativi Responsabile del Recapiti telefonici Casella di posta elettronica istituzionale Termine per la conclusione del procedimento Pagamento

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DIREZIONE SERVIZI SOCIALI AREA POLITICHE SOCIALI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO DEI PRESIDI SOCIOASSISTENZIALI E SOCIOSANITARI, RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI Settembre

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA PROV.SOSPENSIONE ESPONENTI BANCHE A CARAT. REG.LE

ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA PROV.SOSPENSIONE ESPONENTI BANCHE A CARAT. REG.LE PRESIDENZA / ASSESSORATO: ASSESSORATO REGIONALE DELL'ECONOMIA DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO DELLE FINANZE E DEL CREDITO Procedimento: Materia: Altro PROV.SOSPENSIONE ESPONENTI BANCHE

Dettagli

TABELLA TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AGGIORNATA AL

TABELLA TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AGGIORNATA AL TABELLA TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTI AGGIORNATA AL 31.01.2016. Breve descrizione del Procedimento e riferimenti normativi Unità organizzativa responsabile dell'istruttori a Nome del Responsabile del Procedimento

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI AREA SERVIZI SOCIALI CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI AUTORIZZAZIONE AL FUNZIONAMENTO DEI PRESIDI SOCIOASSISTENZIALI E SOCIOSANITARI, RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI Gennaio 2016 www.comune.torino.it/cartaqualita

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Procedimento:

Dettagli

Ordine degli Assistenti Sociali Regione Trentino Alto Adige Kammer der Sozialassistenten der Region Trentino Südtirol

Ordine degli Assistenti Sociali Regione Trentino Alto Adige Kammer der Sozialassistenten der Region Trentino Südtirol SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE - PIANIFICAZIONE Macrofamiglie Tipologie di dati Riferimento normativo Denominazione del singolo obbligo Contenuti dell obbligo

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO

AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO AZIENDA SANITARIA LOCALE NAPOLI 1 CENTRO Responsabile della Prevenzione della Corruzione Responsabile della Trasparenza Tel. 081 2544535 cell. AZ - 3346564283 annamaria.rotondaroaveta@aslnapoli1centro.it

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari A r e a E c o n o m i c o F i n a n z i a r i a ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento IMU - ravvedimento

Dettagli

Procedimenti amministrativi di competenza dell Ufficio dirigenziale per la gestione delle risorse umane Dirigente Anastasia Giuffrida

Procedimenti amministrativi di competenza dell Ufficio dirigenziale per la gestione delle risorse umane Dirigente Anastasia Giuffrida Procedimenti amministrativi di competenza dell Ufficio dirigenziale per la gestione delle risorse umane Dirigente Anastasia Giuffrida Periodo di riferimento 2013 Aggiornato il 16.04.2013 Tipologia procedimenti

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Privatizzazione di istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro. Privatizzazione di istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali - Servizio

Dettagli

Assessorato Regionale della Salute

Assessorato Regionale della Salute PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato Regionale della Salute DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO ATTIVITA' SANITARIE E OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO/SERVIZIO 4 SICUREZZA ALIMENTARE Procedimento:

Dettagli

Assessorato regionale dell'economia

Assessorato regionale dell'economia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'economia DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento Finanze e Credito Procedimento: Materia: Finanze Nomina rappresentante Regionale in seno

Dettagli

INIZIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di parte. 30 gg. dalla richiesta di. svincolo. Istanza di parte. Istanza dell'ente interessato.

INIZIO DEL PROCEDIMENTO. Istanza di parte. 30 gg. dalla richiesta di. svincolo. Istanza di parte. Istanza dell'ente interessato. SETTORE URBANISTICA - EDILIZIA PRIVATA SERVIZIO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA (ufficio a cui rivolgersi per informazioni) Responsabile: ROSSETTO arch. DANILO tel. 049/9697931 e.mail danilo.rossetto@comune.piazzola.pd.it

Dettagli

Tabelle per la pubblicazione dei dati nell Area Amministrazione trasparente del sito internet del Comune di Latina

Tabelle per la pubblicazione dei dati nell Area Amministrazione trasparente del sito internet del Comune di Latina DATI OGGETTO DI PUBBLICAZIONE RELATIVI ALLA TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI ENTRO IL 30.11.2013 (art. 35, c. 1 lettere c), d), f) e m) del D. Lgs. n. 33/2013) Denominazione Amministrativo Breve descrizione del

Dettagli

VERBALE Controllo Ufficiale Imprese Alimentari N.

VERBALE Controllo Ufficiale Imprese Alimentari N. VERBALE Controllo Ufficiale Imprese Alimentari N. ANNO MESE GIORNO ORE MINUTI SIGLA OPERATORI Reg. CE 178/2002 - Reg. CE 852/2004 - Reg. CE 853/2004 - Reg. CE 882/2004 - D.Lgvo 190/2006 - D.Lgvo 193/2007

Dettagli

TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO

TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Divisione I Rilascio della Licenza di Giardino zoologico ai sensi del Decreto Legislativo n. 73/2005 e s.m.i., recante attuazione della direttiva 1999/22/CE. Rilascio della Licenza di Giardino zoologico

Dettagli

Vigilanza art. 19 D.Lgs. n 139 del 08/03/ art. 14 D.Lgs. n 81 del 9 aprile 2008

Vigilanza art. 19 D.Lgs. n 139 del 08/03/ art. 14 D.Lgs. n 81 del 9 aprile 2008 Vigilanza art. 19 D.Lgs. n 139 del 08/03/2006 - art. 14 D.Lgs. n 81 del 9 aprile 2008 Il Corpo nazionale esercita, con i poteri di polizia amministrativa e giudiziaria, la vigilanza sull'applicazione della

Dettagli

SETTORE POLIZIA LOCALE INDICE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

SETTORE POLIZIA LOCALE INDICE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE POLIZIA LOCALE INDICE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI 1. Autorizzazione all'esercizio del passo carraio; 2. Autorizzazione all'esercizio della pubblica fonica su veicoli; 3. Nulla Osta Gare Sportive;

Dettagli

Le funzioni sanzionatorie della Camera di commercio di Torino

Le funzioni sanzionatorie della Camera di commercio di Torino Le funzioni sanzionatorie della Camera di commercio di Torino Carla Russo Normativa di riferimento Legge 689/81 D.P.R. 571/82 D. lgs. 109/92 Legge Regione Piemonte 24/2009 Legge Regione Piemonte 9/2011

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana/museo Archeologico Regionale

Dettagli

C O M U N E D I V A L L E D O R I A

C O M U N E D I V A L L E D O R I A C O M U N E D I V A L L E D O R I A Provincia di Sassari A r e a E d i l i z i a P r i v a t a e d U r b a n i s t i c a ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI 1) Impianti produttivi autorizzazione unica: normale e in

Dettagli

ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI

ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione del procedimento Nuova apertura attività di agriturismo Riferimenti normativi 2013 Disciplina regionale dell'agriturismo, ittiturismo e pesca turismo. Disposizioni

Dettagli

Regolamento sul Procedimento Sanzionatorio della Consob

Regolamento sul Procedimento Sanzionatorio della Consob Regolamento sul Procedimento Sanzionatorio della Consob Adottato con delibera n. 18750 del 19 dicembre 2013 Aggiornato con le modifiche apportate dalla delibera n. 19158 del 29 maggio 2015 Applicabile

Dettagli

FASE 1 FASE 2 FASE 3 FASE 4 FASE 5 FASE 6 FASE 7

FASE 1 FASE 2 FASE 3 FASE 4 FASE 5 FASE 6 FASE 7 DESCRIZIONE PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO SEZIONE COLLOCAMENTO RESPONSABILE DI SEZIONE: Maria Rosanna Salucci mail: mariarosanna.salucci@pa.sm tel: 0549 882064 fax: 0549882190 CAPO SEZIONE: Paola Troni mail:

Dettagli

IL ricorso al giudizio di idoneità dal punto di vista di un medico competente

IL ricorso al giudizio di idoneità dal punto di vista di un medico competente IL ricorso al giudizio di idoneità dal punto di vista di un medico competente Giovanni Guglielmi Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana U.O Medicina Preventiva del Lavoro (Dir.: Prof. Alfonso Cristaudo)

Dettagli

d) Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale - ove diverso da ufficio spec

d) Ufficio competente all'adozione del provvedimento finale - ove diverso da ufficio spec PRESIDENZA / ASSESSORATO: Foglio1 Assessorato regionale dell'economia DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Ragioneria Generale della Regione Dipartimento regionale Bilancio e Tesoro Procedimento: Reiscrizione

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento dei Beni culturali e dell'identità siciliana, Soprintendenza

Dettagli

Termini previsti dal D.Lgs. 285/1992

Termini previsti dal D.Lgs. 285/1992 UO Verbali e procedure sanzionatorie PROCEDIMENTO Normativa di riferimento Inizio del (d ufficio o su istanza di parte) (cognome e nome) espresso (per es ; Decreto Sindacale; Deliberazione CC ecc) CIL

Dettagli

CITTA DI CORLEONE Provincia di Palermo Ufficio Tecnico - V Settore - Servizio LL.PP.

CITTA DI CORLEONE Provincia di Palermo Ufficio Tecnico - V Settore - Servizio LL.PP. CITTA DI CORLEONE Provincia di Palermo Ufficio Tecnico - V Settore - Servizio LL.PP. TRASPARENZA VALUTAZIONE E MERITO Art. 35 del 33 del 14/03/13 PERIODO DI RIFERIMENTO ANNO 13 N PROCEDIMENTO UNITA ORGANIZZATIVA

Dettagli

ESTRATTO DELLA PROCEDURA SULLA GESTIONE SISTEMA SANZIONATORIO

ESTRATTO DELLA PROCEDURA SULLA GESTIONE SISTEMA SANZIONATORIO Rev. N.2 Del 26 aprile 2016 Codice procedura 05-DAP-PR-GSS Redatto da Staff Dipartimentale Delibera n 3199 del 5 dicembre 2013 Verificato ed approvato da Direttore del Dipartimento di Prevenzione Condiviso

Dettagli

DELIBERA N. 118/13/CSP

DELIBERA N. 118/13/CSP DELIBERA N. ORDINANZA INGIUNZIONE ALLA SOCIETA 6 C SRL (AUTORIZZATA ALLA DIFFUSIONE DEL PROGRAMMA TELEVISIVO SATELLITARE SUPERFLUO ) - VIOLAZIONE DELL ARTICOLO 10, COMMA 2, DELLA DELIBERA N. 127/00/CONS

Dettagli

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 156 del 03/12/2015

Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 156 del 03/12/2015 Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 156 del 03/12/2015 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE ECOLOGIA 24 novembre 2015, n. 405 Atto organizzativo interno e delega delle funzioni dirigenziali in

Dettagli

Assessorato regionale dell'economia

Assessorato regionale dell'economia PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dell'economia DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Dipartimento delle Finanze e del Credito-Servizio Riscossione-Via Notarbartolo, 17-90141 Palermo Procedimento:

Dettagli

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro

Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale della famiglia delle politiche sociali e del lavoro DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: DIPARTIMENTO REGIONALE DELLA FAMIGLIA E DELLE POLITICHE SOCIALI

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari Area Servizi Generali ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento Acquisto della cittadinanza italiana Descrizione

Dettagli

Attività Produttive. Attività di intrattenimento Locali di pubblico spettacolo (discoteche, sale da ballo) Descrizione

Attività Produttive. Attività di intrattenimento Locali di pubblico spettacolo (discoteche, sale da ballo) Descrizione Attività Produttive Attività di intrattenimento Locali di pubblico spettacolo (discoteche, sale da ballo) Descrizione Per locali di pubblico spettacolo si intendono: discoteche, sale da ballo e locali

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 febbraio SPISAL Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza negli ambienti di Lavoro

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 febbraio SPISAL Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza negli ambienti di Lavoro Carta dei Servizi rev. 2 del 20 febbraio 2012 SPISAL negli ambienti di Lavoro Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento di Prevenzione negli Ambienti di Lavoro Sede centrale: Valeggio sul Mincio, via

Dettagli

PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DELL UNITA POLITICHE PER LA CASA

PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DELL UNITA POLITICHE PER LA CASA PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DI COMPETENZA DELL UNITA POLITICHE PER LA CASA PROCEDIMENTO Assegnazione alloggi di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.) dell A.T.E.R. Normativa di riferimento Inizio del

Dettagli

AREA III SERVIZI AL CITTADINO SETTORE POLIZIA LOCALE ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E DELLE ATTIVITA'

AREA III SERVIZI AL CITTADINO SETTORE POLIZIA LOCALE ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E DELLE ATTIVITA' AREA III SERVIZI AL CITTADINO SETTORE POLIZIA LOCALE ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E DELLE ATTIVITA' Descrizione del Procedimento PREDISPOSIZIONE PROPOSTE DI DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Organo competente: Senato Accademico

Organo competente: Senato Accademico ART. 35, D.LGS. N. 33/2013 (OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE RELATIVI AI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI E AI CONTROLLI SULLE DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE E L'ACQUISIZIONE D'UFFICIO DEI DATI) BREVE DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 27/16 recante l individuazione dei termini e delle unità organizzative responsabili dei

Dettagli

Tempi MIUR per iscrizione. Ufficio didattica alunni

Tempi MIUR per iscrizione. Ufficio didattica alunni Elenco da pubblicare (sezione Amministrazione trasparente>attività e procedimenti> per la Prevenzione della Corruzione (PTPC) dell USR Sardegna con la specifica del termine secondo specifiche disposizioni

Dettagli

Attività Produttive. Attività di vendita Distributori automatici. Descrizione

Attività Produttive. Attività di vendita Distributori automatici. Descrizione Attività Produttive Attività di vendita Distributori automatici Descrizione Il distributore automatico è un apparecchio che eroga prodotti scelti dall'utente previo pagamento del prezzo corrispondente

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari A r e a E c o n o m i c o F i n a n z i a r i a ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento IMU - versamenti

Dettagli

DETERMINAZIONE N. DEL IL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE N. DEL IL DIRIGENTE CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI AREA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, URBANISTICA, SVILUPPO -VALORIZZAZIONE E TUTELA AMBIENTALE DIREZIONE AMBIENTE, SVILUPPO DEL TERRITORIO, SANZIONI

Dettagli

COMUNE DI (Provincia di )

COMUNE DI (Provincia di ) COMUNE DI (Provincia di ) ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRIVI GENERALI UFFICIO PERSONALE Legenda: CIL Inizio Lavori SCIA Segnalazione Certificato Inizio Attività DIA Dichiarazione Inizio Attività (edilizia)

Dettagli

SERVIZIO VIGILANZA E CUSTODIA

SERVIZIO VIGILANZA E CUSTODIA SERVIZIO VIGILANZA E CUSTODIA UFFICIO AL QUALE RIVOLGERSI PER INFORMAZIONI E PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE: UFFICIO VIGILANZA E CUSTODIA INDIRIZZO: VIA BONINO N 1 Telefono: 0119087140 0119086439 Fax:

Dettagli

Indicazioni operative per l irrogazione delle sanzioni amministrative disposte in materia di sostanze chimiche

Indicazioni operative per l irrogazione delle sanzioni amministrative disposte in materia di sostanze chimiche Allegato A Indicazioni operative per l irrogazione delle sanzioni amministrative disposte in materia di sostanze chimiche 1. Premessa Con l adozione del Piano Nazionale dei controlli previsti dai Regolamenti

Dettagli

AUTORIZZAZIONE SANITARIA ALL AMPLIAMENTO DEI LOCALI DELLA FARMACIA NELL AMBITO DELLA SEDE DI PERTINENZA CAMPO DI APPLICAZIONE

AUTORIZZAZIONE SANITARIA ALL AMPLIAMENTO DEI LOCALI DELLA FARMACIA NELL AMBITO DELLA SEDE DI PERTINENZA CAMPO DI APPLICAZIONE AUTORIZZAZIONE SANITARIA ALL AMPLIAMENTO DEI LOCALI DELLA FARMACIA NELL AMBITO DELLA SEDE DI PERTINENZA CAMPO DI APPLICAZIONE Questa procedura si applica alla gestione dell ampliamento dei locali della

Dettagli

STRUTTURA PROCEDIMENTO DESCRIZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO S.C. ASSISTENZA FARMACEUTICA CONVENZIONATA

STRUTTURA PROCEDIMENTO DESCRIZIONE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO S.C. ASSISTENZA FARMACEUTICA CONVENZIONATA PRCEDIMENT DESCRIZINE E NRMATIVA DI RIFERIMENT RESPNSABILE DELL'ISTRUTTRIA Istruttoria liquidazione spesa farmaceutica mensile Digitazione Distinta Contabile Riepilogativa, elaborazione tabulati contabili

Dettagli

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale. Risultati delle indagini di customer satisfaction

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale. Risultati delle indagini di customer satisfaction COMUNE DI ROVIGO Servizio Trasporti e Mobilità PROCEDIMENTO Normativa di riferimento Rilascio Noleggio auto con conducente Rilascio licenze Taxi Rilascio Noleggio autobus con conducente CE n.1071/2009

Dettagli

N. Scheda Denominazione Procedimento

N. Scheda Denominazione Procedimento Denominazione ufficio: MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DIP. TRASP. TERRESTRI, NAVIGAZIONE, AA.GG. E PERSONALE - DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE DEL SUD - USTIF CAMPANIA, MOLISE E SICILIA

Dettagli

COMUNE DI TORRIGLIA PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E PECUNIARIE PER LE VIOLAZIONI DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE

COMUNE DI TORRIGLIA PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E PECUNIARIE PER LE VIOLAZIONI DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE COMUNE DI TORRIGLIA PROVINCIA DI GENOVA REGOLAMENTO SULLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E PECUNIARIE PER LE VIOLAZIONI DEI REGOLAMENTI E DELLE ORDINANZE Approvato con deliberazione di C.C. n. del 14 Maggio 2011

Dettagli

Tutela della sicurezza del lavoro

Tutela della sicurezza del lavoro Azienda USL della Valle d Aosta Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Tutela della sicurezza del lavoro Attività di prevenzione e di promozione della sicurezza e della salute dei lavoratori,

Dettagli

Gli ORGANISMI DI CONTROLLO E LE ISPEZIONI EX 758/94. La valenza e l efficacia ai fini della prevenzione degli infortuni

Gli ORGANISMI DI CONTROLLO E LE ISPEZIONI EX 758/94. La valenza e l efficacia ai fini della prevenzione degli infortuni Gli ORGANISMI DI CONTROLLO E LE ISPEZIONI EX 758/94. La valenza e l efficacia ai fini della prevenzione degli infortuni PROCEDURA OPERATIVA DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE: VIGILANZA NEGLI AMBIENTI DI

Dettagli

DPR 151/11; DPR 160/10; DPR 159/10;

DPR 151/11; DPR 160/10; DPR 159/10; Il nuovo regolamento di prevenzione incendi e la disciplina SUAP. Giampietro BOSCAINO Vigili del Fuoco Taranto Il quadro normativo DPR 151/11; DPR 160/10; DPR 159/10; «La prevenzione incendi, paradigma

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gian Paolo Testa Indirizzo VIA INDIPENDENZA, 3 Telefono 0382-431382 Fax E-mail Paolo_testa@ats-pavia.it Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA L APPLICAZIONE DELLE NORME RELATIVE AL DIVIETO DI FUMO

PROCEDURA OPERATIVA L APPLICAZIONE DELLE NORME RELATIVE AL DIVIETO DI FUMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA PROCEDURA OPERATIVA L APPLICAZIONE DELLE NORME RELATIVE AL DIVIETO DI FUMO A cura di: Servizio Prevenzione e Protezione Data: 14/09/2015 rev. 1 Pagina 2 di 7 1. Oggetto

Dettagli

I. MODULO ORGANIZZATIVO GESTIONE DEL CONTENZIOSO MEDICO LEGALE

I. MODULO ORGANIZZATIVO GESTIONE DEL CONTENZIOSO MEDICO LEGALE L Unità operativa di Medicina legale dell Azienda USL di Ferrara svolge le seguenti attività: accertamenti collegiali di Invalidità/handicap; accertamenti collegiali per patenti di guida speciali e a validità

Dettagli

COMUNE DI CUPRA MARITTIMA Provincia di Ascoli Piceno O ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

COMUNE DI CUPRA MARITTIMA Provincia di Ascoli Piceno O ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMUNE DI CUPRA MARITTIMA Provincia di Ascoli Piceno O ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SCHEDE di Area Servizi Tecnico Urbanistico e Commercio AREA SERVIZI UFFICIO TECNICA TECNICO-MANUTENTIVO URBANISTICA

Dettagli

VIGILANZA TERRITORIALE

VIGILANZA TERRITORIALE Settore di Competenza : Polizia Municipale Servizi nel settore: Vigilanza Polizia e Traffico Competenza finale degli atti: Titolare di Posizione Organizzativa - Ten. Luigi Cassandra VIGILANZA TERRITORIALE

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari Area Servizi Generali ATTIVITÀ E PROCEDIMENTI TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Denominazione e descrizione del procedimento Per residenza si intende il luogo in cui la

Dettagli

Controlli e sanzioni in materia di Prevenzione Incendi

Controlli e sanzioni in materia di Prevenzione Incendi CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO CASERTA Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Controlli e sanzioni in materia di Prevenzione

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Procedimento: Fondi regionali

Dettagli

L esperienza della Camera di commercio di Torino nell attività sanzionatoria

L esperienza della Camera di commercio di Torino nell attività sanzionatoria L esperienza della Camera di commercio di Torino nell attività sanzionatoria Carla Russo Ruolo della CCIAA Funzioni di regolazione del mercato Le Camere di commercio svolgono funzioni di regolazione del

Dettagli

RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2015 SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2015 SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA C O M U N E D I S C A L E T T A Z A N C L E A PROVINCIA DI MESSINA Telefono : 090-9596711 - Fax : 090 951239 - P. I. 00393920830 Sito WEB: www.comunescalettazanclea.it RELAZIONE AL 31 DICEMBRE 2015 SULLO

Dettagli

Città di Castiglione Olona Provincia di Varese Ufficio Polizia Locale

Città di Castiglione Olona Provincia di Varese Ufficio Polizia Locale ACCESSO AGLI ATTI RELATIVI A PROCEDIMENTI PER VIOLAZIONI ALLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA artt. 22 L. 241/1990 e successive modifiche 30 21 Documento di identità o delega; richiesta in forma scritta

Dettagli