Il Veneto tra Risorgimento e unificazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Veneto tra Risorgimento e unificazione"

Transcript

1 Il Veneto tra risorgimento e unificazione consiglio regionale del veneto Il Veneto tra Risorgimento e unificazione Partecipazione volontaria (848866) e rappresentanza parlamentare: deputati e senatori veneti (8669) cierre edizioni

2

3 CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO Palazzo FerroFini, San Marco 4 Venezia Tel SEGRETERIA REGIONALE PER GLI AFFARI GENERALI, GIURIDICI E LEGISLATIVI Dirigente: Stefano Amadi UNITÀ COMPLESSA STUDI, DOCUMENTAZIONE E BIBLIOTECA Dirigente: Claudio Giulio Rizzato Collaborazione di Paolo Pozzo Copyright Cierre edizioni Consiglio Regionale del Veneto

4 consiglio regionale del veneto Il Veneto tra Risorgimento e unificazione Partecipazione volontaria (848866) e rappresentanza parlamentare: deputati e senatori veneti (8669) a cura di Paolo De Marchi cierre edizioni

5

6 Indice Presentazione pag. 9 Introduzione pag. Parte prima Il movimento di massa del Risorgimento in Italia e nel Veneto Capitolo primo Giovani d Italia pag. 7. I fattori motivazionali della nuova idea di nazione pag. 5. Il carattere volontario della partecipazione pag. 9. I veicoli di diffusione culturale del discorso nazionale pag. 9 Capitolo secondo : insurrezioni e protagonismo dei ceti popolari pag. 45. Milano: insurrezione urbana e popolazione rurale pag. 46. Padova: studenti e popolani pag. 5. Venezia: nazione, repubblica e rivendicazioni sociali pag : la breve stagione delle idee federaliste pag. 6 Capito terzo La nazione volontaria pag. 67. La spinta volontaria pag. 69. Volontari nell esercito: provenienza, professione, età pag. 7. Volontari con Garibaldi: provenienza, professione, età pag Volontariato militare e partecipazione collettiva pag. 79 Capitolo quarto La difficile unificazione veneta: emigrazione politica, moti mazziniani, plebiscito pag. 8. Nuovi fermenti patriottici e il mito di Garibaldi nel Veneto pag. 88. Compravendita o liberazione militare del Veneto? pag. 9. L emigrazione politica veneta pag I moti insurrezionali in Veneto del 864 pag La preparazione in Veneto della guerra del 866 pag.

7 6 il veneto tra risorgimento e unificazione Capitolo quinto L unificazione davanti a grandi sfide pag. 5. I conti dello Stato, la sfida del pareggio di bilancio e i suoi costi sociali pag. 7. La costruzione del nuovo esercito unitario pag. 6. Analfabetismo e istruzione scolastica pubblica pag Una lingua comune pag Questione romana e alienazione dei beni ecclesiastici pag Il fenomeno migratorio pag Il brigantaggio nelle province meridionali pag. 56 Parte seconda Deputati e Senatori del Regno (8669): storia dei collegi elettorali nelle province venete Capitolo primo Le province venete dopo l unificazione pag. 6. Una società statica pag. 66. Il peso sociale della possidenza terriera pag. 7. La terza via radicale e socialista pag Garibaldini veneti in Parlamento pag L egemonia della Destra e dei Ministeriali pag. Capitolo secondo Il primo ventennio elettorale dopo l unificazione pag.. Le elezioni politiche per la I legislatura pag. 9. Le elezioni politiche per la legislatura pag.. Le elezioni politiche per l I legislatura pag. 4. Le elezioni politiche per la II legislatura pag. 5. Le elezioni politiche per la III legislatura pag Le elezioni politiche per la IV legislatura pag. 6 Capitolo terzo Il Veneto alle urne nel primo ventennio elettorale unitario pag.. I senatori nominati durante le legislazioni dal 866 al 88 pag. 4. Il voto nei collegi veneti per la I legislatura pag. 4. Il voto nei collegi veneti per la legislatura pag Il voto nei collegi veneti per l I legislatura pag Il voto nei collegi veneti per la II legislatura pag Il voto nei collegi veneti per la III legislatura pag Il voto nei collegi veneti per la IV legislatura pag. 64 Capitolo quarto La riforma elettorale del 88 e le elezioni politiche pag. 7. La nuova legge elettorale pag. 7

8 indice 7. La riforma elettorale alla prova delle elezioni del 88 pag. 8. Le elezioni politiche per la VI legislatura pag Le elezioni politiche per la VII legislatura pag Il peso elettorale degli elettori per censo e per titoli dopo la riforma del 88 pag. 84 Capitolo quinto Le province venete al voto dopo la riforma del 88 pag. 89. I senatori nominati durante le legislazioni dal 88 al 89 pag.. Il voto nei collegi veneti per la V legislatura pag.. Il voto nei collegi veneti per la VI legislatura pag Il voto nei collegi veneti per la VII legislatura pag. Capitolo sesto Il ritorno dei collegi uninominali nelle elezioni di fine secolo pag. 9. Le elezioni politiche del 89 pag.. Le elezioni politiche per la I legislatura pag. 4. Le elezioni politiche per la legislatura pag Le elezioni di nuovo secolo: 9 pag. 9 Capitolo settimo Le elezioni nelle province venete con il nuovo sistema uninominale pag. 4. I senatori nominati durante le legislature 899 pag. 48. Il voto nei collegi veneti per la VIII legislatura pag. 49. Il voto nei collegi veneti per la I legislatura pag Il voto nei collegi veneti per la legislatura pag Il voto nei collegi veneti per la I legislatura pag. 65 Capitolo ottavo Il ricambio elettorale, la continuità di mandato dal 866 al 9 e la concentrazione degli incarichi pag. 7 Capitolo nono L andamento elettorale nei collegi pag. 8. I collegi bellunesi pag. 8. I collegi padovani pag. 85. I collegi polesani pag I collegi trevigiani pag I collegi veneziani pag I collegi veronesi pag I collegi vicentini pag I collegi friulani delle province venete pag. 48 Conclusioni Il Veneto postunitario: una transizione senza strappi pag. 4

9

10 Presentazione Il Risorgimento, culla fondativa della nostra nazione fu un momento storico di grande partecipazione. Vi parteciparono in tanti, per lo più giovani, uomini e donne, alcuni divenuti famosi per le loro imprese e per le idee espresse, alcuni per l alto profilo di statista; altri, i più, per l entusiasmo, l idealismo, il sangue e il sudore versato. Dal periodo della gestazione della nuova idea di patria e nazione alla grande prova delle insurrezioni del 848 e 849; dalla sconfitta della prima guerra d indipendenza alla grande spinta volontaria nelle vittorie del 859 e 866; dall impresa dei Mille alle presa di Porta Pia, un lungo percorso volto all unificazione della Penisola ha visto protagonista una generazione attiva di donne e uomini provenienti da tutti i ceti sociali e da tutte le regioni d Italia. Di questo grande momento collettivo della nostra storia fa parte anche il Veneto che ha portato originalità di idee e di esperienze basta pensare alla Repubblica di Venezia del 848 e 849 e l adesione volontaria di tanti giovani, esuli, cospiratori in comitati e bande patriottiche, garibaldini, volontari nell esercito italiano nelle imprese e nelle campagne militari che hanno scandito le tappe dell unificazione. Ci piace ricordare, in particolare, l apporto volontario degli studenti, il lavoro cospirativo dell emigrazione politica e di quanti furono attivi nei comitati segreti nelle città venete, nelle bande patriottiche e i loro, a volte infruttuosi, tentativi di insurrezione, i tanti patrioti processati e quanti, aderendo alla proposta di resistenza passiva indicata dagli esuli politici, vi aderirono mossi sinceramente dalla speranza unitaria. Insieme al Risorgimento anche il primo periodo unitario la stagione della creazione e del consolidamento dello Stato e delle istituzioni italiane rappresenta un momento altrettanto importante e fondativo della nostra storia. Un momento fatto di uomini che s impegnarono nelle istituzioni per costruire la nuova architettura statale; che misero a disposizione il proprio ingegno, le proprie competenze e il proprio studio per contribuire a questa grande sfida; che si adoperarono nelle associazioni politiche dando vita alle forme partito che, via via, si andarono costituendo sino alle attuali. Anche questa parte di storia unitaria ha visto il contributo del Veneto, con esperienze originali nelle manifatture come quelle legate alla storia di Alessandro Rossi e Gaetano Marzotto, con studi sull agricoltura volti a indicarne i limiti dei caratteri originari e le

11 il veneto tra risorgimento e unificazione possibili modernizzazioni, come quelli di Emilio Morpurgo per la grande inchiesta nazionale Jacini; con elaborazioni di riforma del dogma del libero mercato a favore di politiche pubbliche ed iniziative finanziarie ed economiche di sua regolazione come il contributo di Fedele Lampertico e dei socialisti della cattedra ; con esperienze in nuove istituzioni culturali, associazioni economiche e istituti di credito ed, infine, con contributi puntuali alla stesura di leggi e al dibattito nazionale sui più importanti temi di carattere sociale, politico, culturale ed economico dell epoca. L occasione delle Celebrazioni per i 5 anni dell Unità d Italia ci ha visto impegnati in molte iniziative, alcune promosse direttamente da questa Istituzione, altre sviluppate con il nostro sostegno e il nostro contributo. Fra queste iniziative ci piace annoverare anche questa pubblicazione, promossa dalla nostra Unità complessa studi, documentazione e biblioteca, frutto di un lavoro di ricerca e di recupero di dati, di rielaborazione d informazioni e studi sull argomento, che intende fornire un approfondimento su due momenti storici fondativi della nostra storia: il Risorgimento e il periodo postunitario ottocentesco. Scopo della pubblicazione è soprattutto di rinfrescare, lasciatemi passare il termine, la memoria di tutti noi sull apporto del Veneto alle tappe del Risorgimento italiano e di ricordare, attraverso la raccolta degli andamenti elettorali nei collegi veneti dal 866 al 9, i deputati che lo rappresentarono nel nuovo Parlamento italiano, il contesto sociale in cui le elezioni avvennero, le questioni politiche e sociali del momento, i ceti sociali di cui costoro erano espressione. È nostra modesta speranza, con questa pubblicazione, di contribuire a stimolare ulteriori approfondimenti. Il Presidente del Consiglio Regionale del Veneto Clodovaldo Ruffato

12 Introduzione L interesse e lo spontaneo coinvolgimento di molti cittadini italiani in occasione delle Celebrazioni per i 5 anni dell Unità d Italia hanno stupito la gran parte degli osservatori. Nonostante l autorevole e appassionato impegno profuso nella promozione di esse direttamente da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, la loro concretizzazione aveva dovuto subire ostacoli, accenti polemici e tutta una lunga serie di titubanze. Nonostante ciò e, forse, anche a causa di ciò e del dibattito polemico che le aveva anticipate e ne aveva accompagnato l apertura, tutto avvitato attorno all opportunità o meno di promuovere questi eventi come patrimonio identitario comune della nostra nazione, la risposta data dai cittadini e dalle cittadine italiane è stata chiarissima. Le manifestazioni del tricolore ai davanzali e alle finestre di moltissime abitazioni in tutte le città d Italia e la partecipazione spontanea a molte delle ricorrenze proposte, sia nazionali che di carattere locale, sono state il termometro più visibile della sentita esigenza, proprio in questo tempo, di riannodare la memoria sull evento fondativo della nostra nazione al nostro presente e la migliore testimonianza della bontà di questa scelta. Inoltre queste inconfutabili manifestazione di consenso alle Celebrazioni hanno, di fatto, marginalizzato la polemica revisionista che tendeva a rivalutare e mitizzare le differenze regionali quale profondo e fondativo patrimonio identitario dei popoli italici, alternativo e altro da quello nazionale: un Risorgimento, insomma, che aveva sconfitto le libertà e aspirazioni regionali e locali con la repressione unitaria e non una grande stagione ideale rivoluzionaria che modificò la percezione di patria e nazione fra le genti di questa Penisola. La rinnovata attenzione verso il Risorgimento è stata anche l occasione, per i più, di rinverdire la propria memoria storica; per i più giovani, di affacciarsi, grazie a nuovi approcci e interpretazioni, ad una parte importante della nostra storia e per la comunità degli storici di rinnovare l interesse per quel periodo, di riprendere ricerche o rivitalizzarne altre, per sviluppare tesi e saggi di approfondimento sul complesso e contraddittorio processo unitario italiano. Complessità e contraddizioni profonde che proprio l esercizio della memoria riattivato dalle Celebrazioni non deve affatto negare, bensì evidenziare e analizzare. Il Risorgimento non è stato un unico lungo racconto che, dalle repubbliche Cisalpina

13 il veneto tra risorgimento e unificazione e Cispadana si è sviluppato sino agli anni 7 dell Ottocento. Nel Risorgimento hanno convissuto e conflitto diversi racconti, spesso molto diversi tra loro. Non si è trattato di un processo semplice e condiviso nei suoi tratti principali dalla gran parte dei suoi protagonisti. Anzi, molti di loro, coloro che più profusero impegno e passione, sacrifici e dolori, furono gli sconfitti del dopo Risorgimento e con loro, le idee e le più innovative elaborazioni repubblicane e federaliste, a favore della vincente opzione monarchica. Basti pensare a come ebbe termine l esistenza di due dei suoi maggiori protagonisti: Giuseppe Garibaldi e Giuseppe Mazzini. La salma di Garibaldi, dopo la sua morte, avvenuta il giugno 88, a seguito di un breve e agitato dibattito parlamentare, fu lasciata in esilio nell isola di Caprera, così come in esilio sull isola rimase più volte egli stesso da vivo. Mazzini morì il marzo 87 sotto le mentite spoglie di Mr. Brown, in latitanza come lo era sempre stato da vivo, soggetto alle attenzioni di spie e polizia regia e la sua sepoltura fu oggetto di grandi discussioni politiche sull opportunità o meno di dare corso alla partecipazione popolare al viaggio funerario della sua salma sino a Genova. Senza dimenticare l oblio in cui per un cinquantennio circa cadde la rappresentazione della sua figura come, per altro, quella di altri Carlo Pisacane ad esempio nelle rappresentazioni del ricordo ufficiale. Nel racconto del Risorgimento, quindi, vi fu quello della monarchia sabauda e quello delle aspirazioni, spesso contrapposte, dei repubblicani, delle loro vicende cospirative e insurrezionali, spesso conclusesi tragicamente, del loro impegno culturale di promozione di una nuova idea di patria e di nazione. Vi fu il racconto del 848, della difesa della Repubblica Romana e della Repubblica di Venezia, delle cinque giornate di Milano, delle idee federaliste di Cattaneo, Ferrari, Tommaseo e tanti altri. Vi fu il racconto della generosa spinta volontaria che vide dagli anni 5 migliaia di giovani di tutti i ceti sociali rompere convenzioni e legami sociali e sentimentali, mettendo in gioco la propria vita per l unificazione e, all interno di questo racconto, quello specifico dell epopea garibaldina, con la spedizione dei Mille e le tante altre imprese, non tutte fortunate e vincenti, come quelle di Aspromonte e Mentana. All interno di questi momenti vi furono molteplici vicende personali: ci piace citare su tutte in questa introduzione quella di Antonia Masanello, giovane donna di Montemerlo (Cervarese Santa Croce) nel padovano che abbandonò i propri affetti e dopo aver falsificato i propri connotati anagrafici in Antonio, di sesso maschile, si aggregò al contingente di Gaetano Sacchi per raggiungere Garibaldi e i Mille in Sicilia. Vi fu, non va dimenticato, anche il racconto della delusione dell unificazione, dei problemi irrisolti, delle speranze tradite, di una classe dirigente dimostratasi spesso inadeguata ai compiti, dell imposizione militare del nuovo ordine statale nel meridione d Italia, della repressione delle rivolte e degli scioperi contadini e operai. Insomma una vicenda, quella del Risorgimento italiano, originale nel contesto europeo dell epoca Basti pensare alle elaborazioni federaliste maturate nel vivo dell insurrezione di Milano, all esperienza della Repubblica Veneziana e alla elaborazione della Carta costituzionale della Repubblica Romana, ripresa come spunto dagli stessi Costituzionalisti repubblicani per la scrittura della attuale nostra Costituzione.

14 introduzione e rivoluzionaria per i cambiamenti culturali e politici che determinò. Nell intreccio di tutti questi racconti in un unica e complessa narrazione c è stata anche la vicenda veneta e il contributo dei veneti a questo momento storico. Basti pensare alle città liberate dalle cittadinanze nel 848, le migliaia di adesioni volontarie alla difesa di Padova e Vicenza e l eroica resistenza veneziana. La comunanza tra ceti sociali diversi studenti e popolani a Padova, arsenalotti, nuovi ceti operai e artigiani e borghesia a Venezia, braccianti e cittadini in alcune parti della campagna veneta e, su tutto, l originale esperienza repubblicana e federalista veneziana. I tanti volontari veneti del 859 e del 866, i giovani che sfuggirono alla sorveglianza delle guardie di frontiera per raggiungere Garibaldi, quelli che si organizzavano in bande nel Veneto e quelli che tentarono i moti insurrezionali del 864 nel bellunese e in Friuli. Un racconto ricco anche quello regionale che si va ad aggiungere agli altri nella grande narrazione del Risorgimento italiano. Abbiamo ritenuto opportuno con la pubblicazione che proponiamo, alla luce delle riflessioni appena fatte, fornire un contributo per ricollocare la storia veneta di quel periodo nel contesto del Risorgimento e del difficile primo percorso unitario. Tutto ciò anche al fine di non cadere in una certa vulgata che afferma essere stato il Veneto avulso dalla storia risorgimentale e, per molti aspetti, contrario all unificazione. La pubblicazione risponde a questa interpretazione riaffermando che anche i veneti furono protagonisti come numero di volontari furono secondi solo ai lombardi di quel movimento di massa che dette vita al Risorgimento, un movimento minoritario se ci si limita a leggere solo i dati numerici sulla totalità della popolazione dell epoca ma maggioritario, se lo contestualizziamo nella società dell Ottocento. Una regione basata su un agricoltura arretrata e a volte arcaica, con una popolazione contadina povera e analfabeta, seppe fornire alle vicende che portarono all unificazione migliaia di patrioti, provenienti da tutti i ceti sociali. La scarsa affluenza al voto nel plebiscito del 866 non solo non spiega questo tipo di adesione e, ad esempio, la vasta popolarità di Garibaldi nel Veneto, ma rischia di dare una lettura errata delle dinamiche politiche e sociali di quella società. È altresì vero che la passione della lotta risorgimentale cozzò, subito dopo, con le ombre del passato, dei ceti dirigenti veneti passati dal governo austriaco a quello italiano, con una società arretrata e una classe dirigente poco incline alle innovazioni e alle modernizzazioni. Il lavoro che proponiamo si sviluppa in due parti relative a due distinti momenti della nostra storia: la prima riguarda la narrazione del Risorgimento, con un occhio particolare al Veneto e alla sua partecipazione al processo di unificazione nazionale; la seconda, avvalendosi della raccolta dei dati elettorali nei collegi veneti dal 866 al 9, riguarda la formazione dei gruppi politici e dei gruppi dirigenti regionali, con un occhio al contesto sociale in cui questo avvenne. Pensiamo con questo lavoro di avere modestamente contribuito alle Celebrazioni per i 5 anni dell Unità d Italia e di poter stimolare ulteriori approfondimenti. Claudio Giulio Rizzato Paolo De Marchi

15

16 parte prima Il movimento di massa del Risorgimento in Italia e nel Veneto

17

18 Capitolo primo Giovani d Italia Nei confronti del Risorgimento e dei suoi tanti protagonisti si è scontato per lungo tempo un deficit di memoria collettiva. Oggi, grazie anche al rinnovato interesse impresso dalle Celebrazioni per i 5 anni dell Unità d Italia, si manifesta un nuovo interesse per quel periodo storico fondativo della nostra nazione. Le ragioni di questa sorta di oblio della memoria collettiva nei confronti del Risorgimento e dei suoi protagonisti, della riduttiva e spesso inesatta percezione di cosa effettivamente fu e rappresentò quel periodo sono imputabili a molti fattori: l inesorabile scorrere del tempo, il contemporaneo spostamento dell interesse storico verso altri periodi, più recenti, della vita del nostro Paese e la progressiva cristallizzazione retorica della narrazione del Risorgimento che ha finito per emarginare o cancellare addirittura la complessità della vicenda, la ricchezza delle passioni, dei sentimenti e delle idee che ne hanno rappresentato il contenuto storico e sociale e che costituirono le fondamenta su cui nacque e oggi poggia la nostra nazione. Sembrano, quindi, rimanere di quel periodo solo tracce antiche, ricondotte quasi esclusivamente alla testimonianza monumentalistica e toponomastica; qualcosa anche nelle illustrazioni, non tanto in quelle dell arte pittorica che ne sono importante raffigurazione, lasciata all attenzione più colta o più attenta, ma soprattutto della manualistica scolastica e, ancor meno nella rappresentazione data del Risorgimento italiano dalla fiction televisiva e cinematografica, spesso vetusta e proposta con sempre maggiore sporadicità nel corso del tempo, salvo il recente meritevole lavoro cinematografico di Mario Martone Noi credevamo. In queste testimonianze ed immagini, i più importanti e rappresentativi personaggi dell epopea risorgimentale ci appaiono rappresentati quasi sempre come personaggi avanti negli anni, cioè persone mature quando non dei vecchi, Mario Martone Noi credevamo, sceneggiatura di Giancarlo De Cataldo e lo stesso Martone, Distribution,. Interessante anche il libro di Giancarlo De Cataldo I traditori, Torino, che può essere letto come compendio utile alla visione del film che qualche perplessità lascia soprattutto per quanto riguarda la comprensione dei contesti storici, delle opinioni e delle azioni dei personaggi lungo un tempo storico molto lungo rappresentato dal film. Per stare sempre alla citazione del pregevole film di Mario Martone Noi credevamo, tentativo interessante di far emergere la complessità del conflitto di idee e ideali nel movimento risorgimentale italiano e

19 8 il veneto tra risorgimento e unificazione per lo più dal piglio serio e spesso verboso. Tutte le vicende che li riguardano sembrano ingessate, lontane e in fondo prive di autentica passionalità. Non si tratta di una questione marginale, estetica, ma di una rappresentazione che falsa anche senza volerlo la realtà di quei momenti e non consente di cogliere la vitalità dell azione e del pensiero di quel rivoluzionario periodo della vita del Paese. Attraverso questo filtro di rappresentazioni e immagini non si riesce a coglie la portata del Risorgimento in quanto profondo processo rivoluzionario nazionale in un contesto di conflitti europei ricco di reazione legittimista e istanze rivoluzionarie nazionali e sociali; non si coglie come quel periodo sia stato ricco di grandi cambiamenti politici, economici e sociali determinati dall impegno di menti fresche, illuminate, generose e giovani. Se si perde la memoria e la percezione che di questo si è trattato, non si riesce neppure a raffigurarci com erano i suoi protagonisti, immersi nel vortice dell elaborazione delle idee, nelle avventure cospirative, nel vivo del fuoco delle insurrezioni urbane, delle spedizioni e delle battaglie militari: dei giovani disposti a lottare per una radicale trasformazione della condizione in cui vivevano. Il Risorgimento fu opera soprattutto di giovani uomini e giovani donne, così come lo fu il grande evento rivoluzionario europeo della Rivoluzione francese, che lo anticipò e che fece da detonatore all intera età delle rivoluzioni nazionali dell Ottocento. I protagonisti dell intera epopea di moti, rivolte, insurrezioni e rivoluzioni dell Ottocento, all interno della quale s inscrive a pieno titolo la nostra vicenda nazionale risorgimentale, furono soprattutto giovani, così come avvenne in tutti i grandi cambiamenti rivoluzionari. Giuseppe Mazzini aveva solo 6 anni quando, a passeggio per Genova con la madre, non ancora spentesi in Piemonte le repressioni seguite al fallimento dei moti del 8 4, di dare voce ai protagonisti che dalla vittoria unitaria usciranno, comunque, sconfitti, anche qui si cade in questo tipo di rappresentazione distorta dei personaggi dell epoca quando, ad esempio, nei giorni della fondazione della Giovane Italia, il ventiseienne Giuseppe Mazzini, nell interpretazione di Toni Servillo, appare ancora una volta come un signore nel pieno della maturità fisica. Si veda a questo proposito Eva Cecchinato Stagioni della Giovane Italia in P. Doglioni (a cura di) Giovani e generazioni nel mondo contemporaneo, Bologna, 9; Franco Della Peruta I giovani del Risorgimento in A. Varni (a cura di) Il mondo giovanile in Italia tra Ottocento e Novecento, Bologna, 998; Sergio Luzzatto Giovani ribelli e rivoluzionari (78994) in G. Levi e J. C. Schmitt (a cura di) Storia dei giovani, vol. II, Roma, ; Roberto Balzani I giovani del 48: profilo di una generazione in Contemporanea n./. 4 I moti del 88 iniziarono in Spagna diffondendosi poi in tutta Europa. La scintilla della rivolta in Spagna si accese a Cadice a seguito del rifiuto del contingente militare di partire per le colonie americane allo scopo di stroncare militarmente i governi indipendentisti che vi stavano nascendo. Sotto la guida di una parte degli ufficiali dell esercito l insurrezione mirò ad imporre al Re una Costituzione che rendesse possibile l avvio, appunto, di una monarchia costituzionale. Dopo un primo periodo in cui questo passaggio venne accettato, su spinta della Santa Alleanza, l esperienza costituzionale venne stroncata con la forza delle armi, abolita la nuova costituzione e immediatamente ripristinata la monarchia assoluta vigente in Spagna prima dei moti. Nel 8 si verificarono moti insurrezionali anche a Napoli, in Sicilia e nel marzo del 8 in Piemonte, anche qui con la richiesta di una nuova carta costituzionale. Questi moti rimasero tutti all interno di una visione che riconosceva come legittimi i governi monarchici ma tentava di riformarli in senso più democratico. Tutti i moti del 88 ebbero esito negativo: nel napoletano furono le truppe austriache a venire in aiuto di Re Ferdinando; in Piemonte la repressione venne svolta dalla stesse truppe sabaude: vi

20 giovani d italia 9 viveva una delle sue prime forti e formative emozione politiche. È lui stesso a parlarne nelle Cronache autobiografiche : Una domenica dell aprile 8, io passeggiavo, giovanetto, con mia madre e un vecchio amico della famiglia, Andrea Gambini, in Genova, nella Strada Nuova. L insurrezione piemontese era in quei giorni stata soffocata dal tradimento, dalla fiacchezza dei Capi e dall Austria. Gli insorti s affollavano, cercando salute al mare, in Genova, poveri di mezzi, erranti in cerca d aiuto per recarsi nella Spagna dove la Rivoluzione era tuttora trionfante. I più erano confinati in Sanpierdarena aspettandovi la possibilità dell imbarco; ma molti s erano introdotti ad uno ad uno nella città, ed io li spiava fra i nostri, indovinandoli ai lineamenti, alle fogge degli abiti, al piglio guerresco e più al dolore muto, cupo che avevano sul volto [...]. Un uomo di sembianze severe ed energiche, bruno, barbuto e con un sguardo scintillante che non ho mai dimenticato, s accostò a un tratto fermandoci; aveva tra le mani un fazzoletto bianco spiegato, e proferì solamente le parole: pei proscritti d Italia. Mia madre e l amico versarono nel fazzoletto alcune monete; ed egli s allontanò per ricominciare con altri. Seppi più tardo il suo nome. Era un Rini, capitano nella Guardia Nazionale che s era, sul cominciar di quel moto, istituita. Partì anch egli cogli uomini pei quali s era fatto collettore a quel modo; e credo morizze combattendo, come tanti altri dei nostri, per la libertà della Spagna. Quel giorno fu il primo in cui s affacciasse confusamente nell anima mia, non dirò un pensiero di Patria e di Libertà, ma un pensiero che si poteva e quindi si doveva lottare per la libertà della Patria. 5 Mazzini era appena ventenne quando, nel pieno della formazione culturale e politica, scriveva un saggio sul pensiero di Dante, cogliendone l ansia per un amore di patria da porre al di sopra di ogni interesse e visione particolaristica, rielaborando e attualizzando tale pensiero al servizio dello sforzo intellettuale per la costruzione di uno spirito unitario nell Italia frammentata in tanti stati regionali: [...] amore, che non nudivasi di pregiudizietti, o di rancori municipali, ma di pensieri luminosi d unione e di pace; che non restringevasi ad un cerchio di mura, ma sebbene a furono condanne a morte e la fuga per molti altri. Fra questi, una parte si trasferì in Spagna a sostenere l insurrezione che, per un triennio ancora, ebbe esiti positivi. Nel LombardoVeneto durante questo periodo vennero represse alcune società segrete, con arresti e conseguenti pesanti condanne contro gli oppositori del governo austriaco (i cospiratori più conosciuti furono Pietro Maroncelli e Silvio Pellico che vennero incarcerati nella fortezzaprigione dello Spillberg). I moti ebbero una coda nel 85 anche in Russia con l insurrezione decembrista (dal nome del mese) che venne anch essa brutalmente repressa. I fuggiaschi e/o gli esuli di cui parla Mazzini nelle sue memorie sono, appunto, i partecipanti ai moti piemontesi, di cui una parte scelse la via dell esilio in Spagna per contribuire, in quel Paese, alla realizzazione del processo rivoluzionario di riforma monarchica, coerenti nei comportamenti con lo spirito dei rivoluzionari dell epoca, fra i quali, le spinte nazionalistiche si sposavano perfettamente con una forte idealità internazionale. 5 Si tratta di un ricordo raccontato da Giuseppe Mazzini nelle Note autobiografiche, Milano, la cui citazione è da me ripresa dal libro di Lucio Villari Bella e perduta. L Italia del Risorgimento, Bari,.

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione Il Quarantotto 1. Cause di una rivoluzione Una crisi di tipo nuovo Intorno alla metà del 1800 una serie di ondate rivoluzionarie in Europa fece crollare l ordine della Restaurazione. Occorre comprendere

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Giuseppe Massari ONORE AL CARABINIERE ANTONIO BONAVITA Medaglia d Argento al Valor Militare www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia

Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia ANNIVERSARI STORICI Dal Morgarten a Vienna, tra mito e storiografia Di Andrea Tognina Altre lingue: 5 15 MARZO 2015-11:00 Un memoriale di Marignano: l'ossario dei caduti della battaglia conservato a Santa

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale.

Rileggere oggi Lettera a una professoressa. Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. Rileggere oggi Lettera a una professoressa Una lente attraverso cui esaminare la nostra scuola e capire se è cambiata e quanto vale. 1. Lettera a una professoressa Lettera a una professoressa è un libro

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Decorati al Valor Militare

Decorati al Valor Militare Cantalice ai suoi figli Caduti per la Patria nella Grande Guerra 1915 1918 Decorati al Valor Militare Caporale BOCCHINI Felice di Luigi - del 146 Reggimento fanteria, nato a Cantalice il 15 ottobre 1895,

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

RETE REP BBUCA A. ASPETTIDELL10lTOCENTO NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO. Paola Magnarelli. Nella rete repubblicana

RETE REP BBUCA A. ASPETTIDELL10lTOCENTO NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO. Paola Magnarelli. Nella rete repubblicana Collana di studi storici sammarinesl NE RETE REP BBUCA A ASPETTIDELL10lTOCENTO NELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO Paola Magnarelli Nella rete repubblicana Aspetti dell'ottocento nella Repubblica di Sal) Marino

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 1. La Commedia è un testo poligenere perché: 1) utilizza termini provenienti da lingue diverse 2) ha aspetti del poema,

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia celebrativa del 70 Anniversario della Liberazione Milano, 25 aprile 2015

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia celebrativa del 70 Anniversario della Liberazione Milano, 25 aprile 2015 Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia celebrativa del 70 Anniversario della Liberazione Milano, 25 aprile 2015 Come è bella Milano, imbandierata a festa, che si unisce

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro

Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro Da Berlinguer alla Gelmini gli ultimi 15 anni di politica scolastica nel nostro Paese. di Walter Moro Lo sfondo: tra continuità, discontinuità interventi parziali, assenza di un disegno complessivo di

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

La Guardia Imperiale in Star Quest

La Guardia Imperiale in Star Quest La Guardia Imperiale in Star Quest Gli squadroni della Guardia Imperiale sono composti da 10 soldati ed hanno questa composizione: 1 Sergente armato di pistola laser e spada catena: Combattimento a distanza

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Prot. n. DGPM/VI/19.000/A/45-109.000/I/15 Roma, 5 marzo 2002 OGGETTO:Erogazione del trattamento privilegiato provvisorio nella misura

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli