Le Sezioni A), B), C), D) e F) sono tra loro indipendenti. La Sezione E) RC Prodotti è subordinata alla Sezione B) RCT/O.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le Sezioni A), B), C), D) e F) sono tra loro indipendenti. La Sezione E) RC Prodotti è subordinata alla Sezione B) RCT/O."

Transcript

1 Contenuti È un prodotto Multiramo costituito da 5 Sezioni: Sezione A) Incendio; Sezione B) Responsabilità Civile verso Terzi e Prestatori di Lavoro; Sezione C) Furto; Sezione D) Tutela Giudiziaria; Sezione E) RC Prodotti; Sezione F) Assistenza. Le Sezioni A), B), C), D) e F) sono tra loro indipendenti. La Sezione E) RC Prodotti è subordinata alla Sezione B) RCT/O. A chi si rivolge Il prodotto è destinato alle aziende di piccole e medie dimensioni che svolgano attività industriale o artigianale individuate tra quelle elencate in polizza. Stampati Fascicolo informativo Modello 991 Fascicolo informativo Modello 991 per polizze vincolate Per le Sezioni B) RCT/O ed E) RC Prodotti: Proposta-Questionario Mod Frazionamenti È possibile frazionare i premi in rate applicando i seguenti aumenti: semestrale 3%; quadrimestrale 4%; trimestrale 4,5%. In caso di pagamento tramite RID centralizzato non è prevista l applicazione degli interessi di frazionamento. Forme di pagamento Il pagamento del premio di polizza può essere effettuato: direttamente dal Contraente; mediante sistema R.I.D. (Rimessa interbancaria diretta) Durata La polizza non può avere durata inferiore all anno o superiore a 10 anni. È ammessa la tacita proroga annuale. Coassicurazione Indicizzazione È ammessa la coassicurazione. La polizza è sempre indicizzata per le sole sezioni Incendio e Furto; la condizione può essere eliminata richiamando la clausola di abrogazione I303. Per le sezioni RCT/O, RC Prodotti, Tutela Giudiziaria e Assistenza non è prevista indicizzazione. Modello Ed. 3/2012

2 Sezione A) Incendio Avvertenze Somme assicurabili e limiti assuntivi Nel caso in cui operi esclusivamente la presente Sezione Incendio, è ammesso il pagamento unico anticipato del premio in presenza di clausola di vincolo su polizza non indicizzata. In tal caso può essere superato il limite di durata di 10 anni, con durata massima di 30 anni. È obbligatorio assicurare almeno una tra le partite Fabbricato, Macchinario- Attrezzatura-Arredamento, Merci. Fabbricato e Rischio locativo somma complessiva assicurabile massima: Euro In autonomia dell agenzia valgono i seguenti limiti: categoria tariffaria 1-4: Euro ; categoria tariffaria 5-8: Euro ; categoria tariffaria 9-11: Euro ; categoria tariffaria 12-13: Euro Le categorie tariffarie 14 e 15 sono riservate all Ispettore tecnico. I settori Cartotecnica ( , , , , ) e Cascami ( ) sono riservati alla Direzione Generale. Macchinario-attrezzatura-arredamento e Merci somma complessiva assicurabile massima: Euro In autonomia dell Agenzia valgono i seguenti limiti: categoria tariffaria 1-4: Euro ; categoria tariffaria 5-8: Euro ; categoria tariffaria 9-11: Euro ; categoria tariffaria 12-13: Euro Le categorie tariffarie 14 e 15 sono riservate all Ispettore tecnico. I settori Cartotecnica ( , , , , ) e Cascami ( ) sono riservati alla Direzione Generale. Ricorso terzi: massimale assicurabile in autonomia dell agenzia fino ad Euro ,00. La garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Fabbricato e/o Macchinario-Attrezzature-Arredamento e/o Merci. Maggiori costi: massimale assicurabile in autonomia dell agenzia fino ad Euro ,00. La garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Fabbricato e/o Macchinario-Attrezzature-Arredamento e/o Merci. Modello Ed. 3/2012

3 Sezione A) Incendio Eventi atmosferici: la garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Fabbricato e/o Macchinario-Attrezzature-Arredamento e/o Merci. Eventi sociopolitici: la garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Eventi atmosferici. Grandine: la garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Eventi atmosferici. Sovraccarico neve: la garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Eventi atmosferici. Fenomeno elettrico: la garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Fabbricato e/o Macchinario-Attrezzature- Arredamento. Clausole speciali Merci in refrigerazione: la garanzia può essere acquistata solo se presente in polizza la garanzia Merci. I043 Colpa Grave I304 Indennità aggiuntiva a percentuale nella misura fissa del 15% I501 Aumento limite per Modelli e stampi I502 Aumento limite per Infiammabili I503 Aumento Merci Speciali I603 Speciale Rapina e scippo I018 Fabbricato ad uso civile abitazione I019 Effetti domestici I184 Banchi e armadi frigoriferi I183 Celle frigorifere Modello Ed. 3/2012

4 Sezione A) Incendio Tariffa La tariffa varia in funzione della categoria tariffaria incendio relativa all attività assicurata ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. Categoria tariffaria Fabbricato Macchinario- Attrezzatura- Arredamento Merci Rischio locativo Ricorso terzi Maggiori costi 1 0,52 0,87 1,16 0,40 0,40 1,50 2 0,58 0,98 1,21 0,46 0,46 1,50 3 0,64 1,04 1,27 0,52 0,52 1,50 4 0,69 1,10 1,33 0,58 0,58 1,50 5 0,98 1,39 1,50 0,75 0,75 1,50 6 1,04 1,44 1,62 0,81 0,81 1,50 7 1,10 1,50 1,67 0,87 0,87 1,50 8 1,16 1,62 1,73 0,92 0,92 1,50 9 1,67 2,14 2,66 1,33 1,33 1, ,79 2,31 2,77 1,44 1,44 1, ,91 2,43 2,95 1,50 1,50 1, ,54 3,18 3,93 2,02 2,02 1, ,89 3,47 4,16 2,31 2,31 1, ,79 5,54 6,29 3,81 3,81 1, ,45 8,49 9,59 5,95 5,95 1,50 Tariffa Merci in refrigerazione La tariffa varia in funzione della classe merci ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. Classe merci Merci in celle frigorifere 01 Gelati, Surgelati, Uova 02 Burro, Pesci, Carni, Latte, Formaggi freschi 03 Ortofrutta, Dolci, Insaccati, Formaggi duri 04 Pellicce e tappeti Merci in refrigerazione in banchi o armadi frigoriferi Celle con sistema di Classe merci controllo temperatura SI 8,32 6,93 4,16 2,31 NO 12,47 10,40 6,12 3,47 Clausola Cod. I184 Tasso finito per mille 36,75 da applicarsi alla somma assicurata della partita Merci in refrigerazione Modello Ed. 3/2012

5 Sezione A) Incendio Tariffa Fenomeno elettrico La tariffa varia in funzione della categoria tariffaria fenomeno elettrico relativa all attività da assicurare ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. I tassi si applicano alla somma dei capitali assicurati alle partite Fabbricato e Macchinario-Attrezzatura-Arredamento. Categoria tariffaria Tasso Fenomeno elettrico 1 5 0,18 Categoria Aumento/Sconto per franchigia tariffaria 500, , , , ,00 nessuna non non 1-15% -30% variazione ammessa ammessa nessuna non 2 +20% -20% -30% variazione ammessa 3 +50% +30% 4 5 non ammessa non ammessa nessuna variazione +60% +30% non ammessa -20% -30% nessuna variazione +40% +30% Limite di indennizzo Aumento tariffario ,00 nessun aumento ,00 +30% ,00 +60% , % -20% nessuna variazione Tariffa Eventi atmosferici e Grandine La tariffa varia in funzione della classe territoriale Eventi atmosferici relativa all ubicazione del rischio assicurato ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. I tassi si applicano alla somma dei capitali assicurati alle partite Fabbricato, Macchinario-Attrezzatura-Arredamento e Merci. La garanzia Grandine, se selezionata, determina un incremento del premio della garanzia Eventi atmosferici. Modello Ed. 3/2012

6 Sezione A) Incendio I II III IV V Classe territoriale eventi atmosferici e grandine Agrigento, Caltanisetta, Catania, Catanzaro, Crotone, Enna, Nuoro, Palermo, Ragusa, Reggio Calabria, Siracusa Brindisi, Bolzano, Cagliari, Carbonia-Iglesias, Cosenza, Foggia, Frosinone, Lecce, Matera, Medio Campidano, Ogliastra, Olbia- Tempio, Oristano, Rieti, Roma, Sassari, Stato Città del Vaticano, Taranto, Trapani, Vibo Valentia, Viterbo Aosta, Arezzo, Ascoli Piceno, Bari, Barletta-Andria-Trani, Belluno, Benevento, Biella, Bologna, Campobasso, Chieti, Como, Cuneo, Fermo, Forlì-Cesena, Imperia, Isernia, L Aquila, Latina, Lucca, Macerata, Messina, Modena, Perugia, Pesaro Urbino, Pescara, Pistoia, Reggio Emilia, Siena, Sondrio, Teramo, Terni, Torino, Trento, Trieste, Verbano Cusio Ossola, Vercelli Ancona, Bergamo, Brescia, Caserta, Ferrara, Firenze, Genova, Grosseto, La Spezia, Lecco, Lodi, Milano, Monza-Brianza, Parma, Potenza, Prato, Ravenna, Repubblica di San Marino, Rimini, Varese, Verona, Vicenza Alessandria, Asti, Avellino, Cremona, Gorizia, Livorno, Mantova, Massa Carrara, Napoli, Novara, Padova, Pavia, Piacenza, Pisa, Pordenone, Rovigo, Salerno, Savona, Treviso, Udine, Venezia Classe territoriale Tasso eventi atmosferici Grandine I 0,18 +15% II 0,21 +20% III 0,23 +25% IV 0,31 +30% V 0,39 +35% Tariffa Sovraccarico di neve La tariffa varia in funzione della classe territoriale sovraccarico di neve relativa all ubicazione del rischio assicurato ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. I tassi si applicano alla somma dei capitali assicurati alle partite Fabbricato, Macchinario-Attrezzatura-Arredamento e Merci. Modello Ed. 3/2012

7 Sezione A) Incendio I II III IV V Classe territoriale sovraccarico di neve Agrigento, Brindisi, Brindisi, Cagliari, Caltanisetta, Carbonia- Iglesias, Caserta, Catania, Crotone, Enna, Grosseto, Imperia, Latina, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Medio Campidano, Messina, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Palermo, Pisa, Ragusa, Reggio Calabria, Repubblica di San Marino, Roma, Salerno, Sassari, Siracusa, Stato Città del Vaticano, Trapani Bari, Barletta-Andria-Trani, Catanzaro, Firenze, Foggia, Genova, Gorizia, La Spezia, Lecce, Napoli, Nuoro, Pescara, Pordenone, Ravenna, Rovigo, Savona, Taranto, Terni, Treviso, Trieste, Venezia, Verona, Vibo Valentia Ancona, Benevento, Cosenza, Ferrara, Frosinone, Padova, Perugia, Pistoia, Prato, Rimini, Siena, Udine, Vicenza, Viterbo Alessandria, Arezzo, Ascoli Piceno, Avellino, Belluno, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia, Chieti, Como, Cremona, Forlì- Cesena, Isernia, L Aquila, Lecco, Lodi, Mantova, Matera, Milano, Monza-Brianza, Novara, Parma, Pavia, Piacenza, Potenza, Rieti, Sondrio, Teramo, Torino, Varese, Verbano-Cusio-Ossola Aosta, Asti, Campobasso, Cuneo, Fermo, Macerata, Modena, Pesaro Urbino, Reggio Emilia, Trento, Vercelli Classe territoriale Tasso sovraccarico di neve I 0,05 II 0,06 III 0,07 IV 0,08 V 0,10 Tariffa Eventi sociopolitici La tariffa varia in funzione della categoria tariffaria incendio relativa all attività da assicurare ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. I tassi si applicano alla somma dei capitali assicurati alle partite Fabbricato, Macchinario-Attrezzatura-Arredamento e Merci. Categoria tariffaria Tasso eventi sociopolitici 1-4 0, , , ,57 Modello Ed. 3/2012

8 Sezione A) Incendio Sovrappremi per Clausole speciali Codice Titolo Sovrappremi I043 Colpa grave +15% su Fabbricato, Macchinario- Attrezzature-arredamento, Merci, Maggiori costi I304 Indennità Aggiuntiva a Percentuale +15% del tasso (comprensivo di eventuali sovrappremi) delle partite Fabbricato, Macchinario Attrezzature Arredamento e Merci. È incompatibile con l assicurazione della partita Maggiori costi I501 I502 I503 Aumento Limite per Modelli e Stampi Aumento Limite per Infiammabili Aumento Limite per Merci Speciali + 0,50 sulla sola partita Macchinario Attrezzature Arredamento + 0,20 sulle partite Fabbricato, Macchinario Attrezzature Arredamento, Merci, Rischio locativo, Ricorso Terzi +0,50 sulle partite Fabbricato, Macchinario Attrezzature Arredamento, Merci, Rischio locativo, Ricorso Terzi Modello Ed. 3/2012

9 Sezione B) RCT/O Campo di applicazione Garanzie prestate Imprese fino a 15 addetti (compresi i titolari) e fatturato non superiore a Euro ,00. Garanzia R.C.T. (morte, lesioni personali e danneggiamenti a cose): assicurazione operante per la responsabilità civile dell Assicurato per danni provocati a terzi nello svolgimento della attività assicurata. Garanzia R.C.O. (morte e lesioni personali): assicurazione operante per le lesioni subite dai collaboratori dell Assicurato. L assicurazione è prestata per una serie di eventi, tra cui: danni alle condutture e impianti sotterranei; proprietà e conduzione dei fabbricati; danni da interruzioni o sospensioni di attività; danni da mancata osservanza del Decreto Legislativo 81/08. Per le attività di installazione (rientranti nel settore 800 Servizi vari ) l assicurazione opera automaticamente anche per lavori eseguiti presso terzi. Per le altre attività l assicurazione può essere estesa ai lavori effettuati presso terzi richiamando l apposita clausola speciale. L assicurazione può inoltre essere completata inserendo in polizza il pacchetto Copertura Plus, che comprende a blocco una serie di garanzie. Operatività territoriale Clausole speciali Tutti i Paesi Europei, compresi i territori asiatici dei paesi già facenti parte dell'ex-urss. R284 Copertura Plus, che comprende le seguenti garanzie: - Prestatori d opera utilizzati nell ambito dell impresa - R.C. committenza lavori edili ai sensi del d.lgs. 81/08 - R.C. Inquinamento accidentale - Dipendenti non INAIL - RC Postuma R283 RC Postuma estesa R267 Lavori presso terzi R250 Clausola non cumulo dei massimali R.C.T./R.C.O. R251 Estensione garanzia R.C.O. alle malattie professionali R248 Spese di rimpiazzo (subordinata al richiamo della clausola R283) R415 Appalto/Subappalto (infortuni dipendenti di subappaltatori) Modello Ed. 3/2012

10 Sezione B) RCT/O Massimali assicurati in autonomia dell agenzia Tariffa Massimale RCT unico Massimale RCO per sinistro/per addetto Combinazione I / Combinazione II / Combinazione III / Combinazione IV / Combinazione V / La tariffa varia in funzione della categoria tariffaria RCG, della combinazione di massimali scelta e del numero degli addetti (compresi il titolare, i soci, i familiari coadiuvanti, gli apprendisti e i dipendenti iscritti a libro paga e i lavoratori parasubordinati) ed è espressa con premi annui finiti, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. Massimali in migliaia di Euro Combinazione I RCT 500 unico RCO 500/250 Combinazione I RCT 500 unico RCO 500 unico Combinazione II RCT 750 unico RCO 750/350 Categoria tariffaria Per il primo addetto Per ogni addetto/ titolare oltre il primo Premio minimo 1 196,00 52,00 239, ,00 61,00 274, ,00 75,00 360, ,00 82,00 432, ,00 94,00 435, ,00 126,00 604, ,00 57,00 263, ,00 67,00 301, ,00 83,00 396, ,00 90,00 475, ,00 103,00 479, ,00 138,00 664, ,00 61,00 275, ,00 69,00 315, ,00 87,00 418, ,00 98,00 504, ,00 109,00 507, ,00 143,00 693,00 Modello Ed. 3/2012

11 Sezione B) RCT/O Massimali in migliaia di Euro Combinazione III RCT unico RCO 1.000/500 Combinazione IV RCT unico RCO 1.500/750 Combinazione V RCT unico RCO 2.000/1.000 Combinazione VI RCT unico RCO 2.500/1.250 Combinazione VII RCT unico RCO 3.000/1.500 Categoria tariffaria Per il primo addetto Per ogni addetto/ titolare oltre il primo Premio minimo 1 251,00 68,00 303, ,00 79,00 348, ,00 98,00 461, ,00 105,00 546, ,00 120,00 571, ,00 162,00 777, ,00 83,00 360, ,00 96,00 415, ,00 105,00 546, ,00 112,00 648, ,00 144,00 653, ,00 191,00 871, ,00 97,00 423, ,00 110,00 492, ,00 122,00 640, ,00 131,00 736, ,00 167,00 785, ,00 222, , ,00 110,00 462, ,00 126,00 538, ,00 140,00 700, ,00 149,00 804, ,00 191,00 858, ,00 252, , ,00 122,00 506, ,00 140,00 590, ,00 154,00 767, ,00 165,00 881, ,00 211,00 941, ,00 280, ,00 Tariffa di Responsabilità Civile verso Terzi (RCT) - Imprese Individuali L assicurazione viene prestata per l attività esercitata ed espressa in polizza tramite il codice attività e impone la presenza di un solo titolare e numero addetti pari a 0. La tariffa è espressa con premi annui finiti, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. Modello Ed. 3/2012

12 Sezione B) RCT/O Massimali in migliaia di Euro RCT 500 unico RCT 750 unico R.C.T unico RC unico RCT unico RCT unico Categoria tariffaria Premio per il titolare 1 157,00 191, ,00 218, ,00 289, ,00 345, ,00 348,00 Premio minimo annuo 6 364,00 484, ,00 219, ,00 252, ,00 334, ,00 403, ,00 405, ,00 554, ,00 243, ,00 278, ,00 368, ,00 438, ,00 456, ,00 623, ,00 289, ,00 331, ,00 438, ,00 519, ,00 522, ,00 696, ,00 338, ,00 394, ,00 512, ,00 588, ,00 628, ,00 828, ,00 370, ,00 431, ,00 560, ,00 643, ,00 687, ,00 904,00 Modello Ed. 3/2012

13 Sezione B) RCT/O Massimali in migliaia di Euro RCT unico Categoria tariffaria Premio per il titolare 1 327,00 405, ,00 472, ,00 613, ,00 705, ,00 753,00 Premio minimo annuo 6 754,00 992,00 Tariffa Postuma estesa Tariffa Clausole Speciali Clausola speciale R283 selezionabile esclusivamente se l attività assicurata è Massimale risarcimento Sovrappremio o RCT ,00 +30% ,00 +40% ,00 +50% Codice Descrizione aumento/sconto R248 Spese di rimpiazzo +20% R250 No cumulo massimali -10% R251 Malattie professionali +15% R267 Lavori presso terzi +10% R283 Postuma estesa vedi tariffa R284 Copertura plus RCG +25% R415 Appalto/subappalto +10% sul premio o RCT Modello Ed. 3/2012

14 Sezione C) Furto Campo di applicazione Forma di assicurazione Somme assicurabili Clausole speciali Tariffa Assicurazione di: - merce macchinario attrezzatura arredamento; - archivi e supporti dati (fino al 10% della somma assicurata), se non oggetto di polizza elettronica; - valori (fino al 20% della somma assicurata, con massimo di Euro 5.000) - guasti cagionati da ladri (fino al limite annuo di Euro 1.500). L assunzione deve essere preventivamente autorizzata dalla Direzione Generale o dagli Ispettori Tecnici in caso di: rischio sinistrato negli ultimi 3 anni (assicurato o no in precedenza); rischio già assicurato con polizze di altre Compagnie. L assicurazione è prestata a Primo Rischio Assoluto, senza applicazione della regola proporzionale. Somme assicurabili: minima Euro 5.000,00; massima Euro ,00. F533 Copertura Plus, che comprende le seguenti garanzie: - Assicurazione integrativa Valori; - Reintegro; - Eventi sociopolitici; - Spese per impianti di prevenzione e mezzi di chiusura (indennità aggiuntiva). Le seguenti clausole speciali, se richiamate, vengono stampate in fase di emissione: F515 Mezzi di chiusura speciali F516 Impianto di allarme generico F517 Impianto di allarme collegato F520 Esclusione Merci Le clausole F516 e F517 sono tra loro incompatibili. La tariffa varia in funzione della classe territoriale furto relativa all ubicazione del rischio assicurato ed alla categoria tariffaria furto relativa all attività da assicurare ed è espressa con tassi finiti per mille, comprensivi dell imposta del 22,25%. Modello Ed. 3/2012

15 Sezione C) Furto I II III IV Classe territoriale Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Caserta, Foggia, Napoli, Roma, Taranto Catania, Milano, Monza-Brianza, Padova, Palermo, Repubblica di San Marino, Salerno, Stato Città del Vaticano, Torino Avellino, Benevento, Bergamo, Bologna, Brescia, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Cosenza, Crotone, Ferrara, Firenze, Forlì-Cesena, Frosinone, Genova, Isernia, Latina, Lecce, Livorno, Lodi, Massa Carrara, Matera, Messina, Pescara, Pisa, Pistoia, Prato, Ravenna, Reggio Calabria, Rimini, Siena, Trapani, Treviso, Varese, Venezia, Verona, Vibo Valentia, Vicenza, Viterbo Agrigento, Alessandria, Ancona, Aosta, Arezzo, Ascoli Piceno, Asti, Belluno, Biella, Bolzano, Cagliari, Caltanisetta, Carbonia-Iglesias, Como, Cremona, Cuneo, Enna, Fermo, Gorizia, Grosseto, Imperia, L Aquila, La Spezia, Lecco, Lucca, Macerata, Mantova, Medio Campidano, Modena, Novara, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Parma, Pavia, Perugia, Pesaro Urbino, Piacenza, Pordenone, Potenza, Ragusa, Reggio Emilia, Rieti, Rovigo, Sassari, Savona, Siracusa, Sondrio, Teramo, Terni, Trento, Trieste, Udine, Verbano Cusio Ossola, Vercelli Classe Categoria tariffaria territoriale I 39,56 51,43 67,26 79,12 II 29,67 38,57 50,44 59,34 III 25,71 33,43 43,72 51,43 IV 19,78 25,71 33,63 39,56 Tariffa Clausole speciali Codice Titolo Aumento/sconto F515 Mezzi di chiusura speciali -20% F516 Impianto di allarme generico -5% F517 F520 Impianto di allarme collegato Esclusione Merci -10% si app1icano i tassi della categoria tariffaria 1 per le rispettive classi territoriali F533 Copertura plus Furto +20% Modello Ed. 3/2012

16 Sezione D) Tutela Giudiziaria Campo di applicazione Imprese con fatturato fino Euro ,00 Garanzie prestate Assicurazione per la copertura delle spese sostenute dall Assicurato in sede giudiziale e stragiudiziale. La garanzia riguarda le spese: per l intervento di un legale; per l intervento di un perito; arbitrali; attinenti i primi due tentativi di esecuzione forzata; di giustizia nel processo penale; del legale di controparte, in caso di transazione autorizzata dalla Società, o quelle di soccombenza in caso di condanna dell'assicurato. Operatività territoriale Italia, Stato Città del Vaticano e Repubblica di San Marino e limitatamente alle controversie concernenti la responsabilità di natura extracontrattuale o penale anche paesi dell Unione Europea. Massimali assicurati in Combinazioni massimali sinistro/anno autonomia dell agenzia Euro ,00; Euro ,00. Tariffa La tariffa è espressa con premi e tassi finiti pro-mille comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 21,25%. I tassi si applicano per fasce di fatturato e non per applicazione diretta. Massimali in Euro per sinistro/annualità , , , ,00 Premio minimo 160,00 209,00 259,00 330,00 Fatturato Fino a ,25 0,33 0,41 0,55 Da a ,20 0,25 0,32 0,44 Da a ,18 0,23 0,28 0,40 Clausole speciali Codice Titolo Aumento T105 Procedimenti Amministrativi D.lgs 81/08 e 196/ % Modello Ed. 3/2012

17 Sezione E) RC Prodotti Campo di applicazione Garanzie prestate Operatività territoriale Massimali assicurati Tariffa Imprese fino a 15 addetti (compresi i titolari) e fatturato non superiore a Euro ,00. Garanzia operante per la responsabilità civile dell Assicurato per danni involontariamente cagionati a terzi da difetto dei prodotti descritti in polizza - per i quali l'assicurato rivesta in Italia la qualifica di produttore - dopo la loro messa in circolazione, per morte, per lesioni personali e per distruzione o deterioramento materiale di cose diverse dal prodotto descritto in polizza difettoso. L'assicurazione vale per i prodotti per i quali l'assicurato rivesta in Italia la qualifica di produttore consegnati nei territori di qualsiasi Paese (esclusi USA, Canada e Messico) e per i danni ovunque verificatisi. Sono previste due combinazioni di massimali per sinistro e anno assicurativo: Euro ,00 e Euro ,00. La tariffa varia in funzione della categoria tariffaria RC Prodotti, del fatturato e del massimale scelto ed è espressa con premi annui finiti, comprensivi degli accessori al 10% e dell imposta del 22,25%. Fatturato fino a Euro ,00 Categoria tariffaria Massimale unico sinistro/anno , , ,00 435, ,00 782, , , , , , , , ,00 Fatturato fino a Euro ,00 Categoria tariffaria Massimale unico sinistro/anno , , ,00 565, , , , , , , , , , ,00 Modello Ed. 3/2012

18 Sezione F) Assistenza Garanzie prestate Limiti in autonomia dell agenzia Prestazioni ai locali assicurati La Sezione Assistenza è composta da due garanzie: prestazioni ai locali assicurati; prestazioni di soccorso stradale e traino ai veicoli commerciali di peso complessivo a pieno carico superiore a 35 quintali (individuale o flotta). Le prestazioni possono essere erogate fino ad un massimo di tre interventi per annualità assicurativa. La copertura Veicoli individuale è concedibile fino a 2 veicoli. La copertura Veicoli flotta è concedibile in autonomia fino a 200 veicoli. Prestazioni Massimali Recupero dati da computer - Invio di un artigiano per interventi ordinari - Interventi d emergenza impianto idrico 3 ore di intervento Interventi d emergenza per danni d acqua Euro 300,00 per sinistro Interventi d emergenza impianto elettrico 3 ore di intervento Fornitura temporanea di energia Euro 300,00 per sinistro Interventi d emergenza serrature e 3 ore di intervento strumenti similari Invio di una guardia giurata 12 ore di intervento Rientro anticipato A carico della Società Trasloco Euro 5.000,00 per sinistro Informazioni immobiliari - Informazioni su fiere nazionali e - internazionali Informazioni sugli autonoleggi in Italia - Prestazioni di soccorso Prestazioni Massimali stradale e traino Soccorso stradale e traino Euro 2.500,00 per sinistro Tariffa Assistenza locali assicurati Il premio annuo finito per polizza è di Euro 30,50 comprensivo di imposte del 10%. Modello Ed. 3/2012

19 Sezione F) Assistenza Assistenza veicoli (individuale e flotta) Il premi imponibili a cui devono essere aggiunte le imposte del 10%. Assistenza veicoli Numero veicoli Per veicolo assicurato individuale Fino a 2 220,00 Fino a ,00 Fino a ,00 Assistenza veicoli flotta Fino a ,00 Fino a ,00 Oltre ,00 Modello Ed. 3/2012

20 Relativamente ai codici di attività previsti dalla lista che segue, operano le seguenti regole: Attività appartenenti ai settori da 100 a 700 (esclusi servizi vari) L assicurazione è prestata in base all esplicita dichiarazione dell Assicurato che il genere di attività esercitata nell industria (o laboratorio) si identifica con quella individuata nell elenco che segue attraverso il codice attività, che compare nell apposita casella esistente in polizza. Per le attività classificate nei settori da 100 a 700, la categoria tariffaria è rappresentata, per ogni codice attività, dal numero riportato nella relativa colonna. Ove nell elenco non siano descritte attività ma prodotti si intende produzione, lavorazione, riparazione di. Sono ammesse e pertanto assicurate in ciascuna polizza anche attività appartenenti a codici diversi da quella dichiarata in polizza purché ascrivibili a categorie tariffarie uguali o inferiori. È, altresì, ammesso ed assicurato (se non esplicitamente escluso), sia il deposito di merci che non sono prodotte dall industria (o laboratorio) assicurata o che comunque non sono destinate ad entrare nel ciclo produttivo, sia l esercizio di attività commerciali di vendita anche al minuto, a condizione che tutto ciò abbia carattere secondario e coerente rispetto alla attività produttiva esercitata nell azienda assicurata. Relativamente alla Sezione INCENDIO, sono ammesse ed assicurate, sempre che non siano esplicitamente escluse, le seguenti operazioni di: confezionamento ed imballaggio verniciatura macinazione di sostanze combustibili asciugamento, essiccazione, affumicatura, arrostimento lavorazione del legno autolavaggio officina meccanica che siano complementari ed accessorie dell attività principale ed utilizzate per le esclusive attività dell impresa (anche se dette operazioni, considerate isolatamente, sono inquadrabili in una categoria tariffaria superiore a quella del codice attività indicato in polizza) e purché la superficie complessivamente coperta da ciascuna di queste attività non superi 1/5 della superficie complessiva dei piani dei fabbricati assicurati o contenente le cose assicurate. Relativamente alla Sezione FURTO, sono ammesse ed assicurate merci appartenenti a categorie tariffarie superiori a quella indicata in polizza, fino a un massimo del 20% della somma assicurata. Relativamente alla Sezione Tutela Giudiziaria, il codice attività ha solo valore ai fini statistici. Attività appartenenti al settore 800 (Servizi Vari) L assicurazione è prestata in base all esplicita dichiarazione dell Assicurato che il genere di attività esercitata si identifica con quella individuata nell elenco che segue attraverso il codice attività, che compare nell apposita casella esistente in polizza. Modello Ed. 3/2012

21 Codice Attività Settore Incendio Fenomeno elettrico Modello Ed. 3/2012 Furto Rc prodotti 100 ABBIGLIAMENTO ED ACCESSORI TESSILI ABBIGLIAMENTO Abiti e confezioni in genere anche con parziale imbottitura (esclusi quindi i piumoni, le giacche a vento e le confezioni imbottite in genere, anche se in solo deposito), senza impiego di tessuti gommati o cerati; maglierie (escluse elastiche), biancheria per abbigliamento. Escluse le pellicce Abiti e confezioni in genere con impiego di tessuti gommati o cerati o imbottiti: anche con impiego di materia plastica espansa od alveolare e/o di gomma spugna Biancheria da casa. Coperte, copriletto. Foderami Capi d abbigliamento in montone Confezioni in tessuto elastico Guanti (esclusi quelli in pelle), cravatte, calze Pellicce anche con tessuti APPARECCHIATURA DI FILATI Apparecchiatura di filati (orditura, ritorcitura, ecc.): inclusa incollatura Apparecchiatura di filati (orditura, ritorcitura, ecc.): esclusa incollatura APPARECCHIATURA DI TESSUTI Apparecchiatura di tessuti (garzatura, cimatura, calandratura, sanforizzazione, decatissaggio, bruciapelo, ecc.). Le fibre rigenerate e/o gli stracci eventualmente presenti sono ammessi senza alcuna limitazione Apparecchiatura di tessuti (garzatura, cimatura, calandratura, sanforizzazione, decatissaggio, ecc. ): senza impiego di infiammabili nel ciclo produttivo né spalmatura od impregnazione FILATURA Canapa, lino, iuta: filatura con qualsiasi operazione. Le fibre rigenerate e/o gli stracci eventualmente presenti sono ammessi senza alcuna limitazione

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

> MANGIARE E BERE IN ITALIA

> MANGIARE E BERE IN ITALIA Percorso 3 > MANGIARE E BERE IN ITALIA Guarda questi piatti della cucina italiana. Secondo te, di quali parti d Italia sono tipici? Ogni regione d Italia ha i suoi piatti tipici. Spesso quando pensiamo

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

L ITALIA NELL ERA CREATIVA

L ITALIA NELL ERA CREATIVA CREATIVITYGROUPEUROPE presenta L ITALIA NELL ERA CREATIVA Irene Tinagli Richard Florida Luglio 00 Copyright 00 Creativity Group Europe L Italia nell Era Creativa fa parte del Progetto CITTÀ CREATIVE Promosso

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012...

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012... Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4 La fonte solare L irraggiamento solare in Italia nel 2012... 6 Mappa della radiazione solare nel 2011 e nel 2012...

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06. (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128)

Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06. (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128) Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06 (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128) Impianti e attività in deroga. Parte I Impianti ed attività di cui all'articolo

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

L ITALIA DA BERE (E DA MANGIARE) FIPE RACCONTA I CONSUMI ALIMENTARI FUORI CASA DELLO STIVALE

L ITALIA DA BERE (E DA MANGIARE) FIPE RACCONTA I CONSUMI ALIMENTARI FUORI CASA DELLO STIVALE Approfondimenti Milano, 15 ottobre 2013 L ITALIA DA BERE (E DA MANGIARE) FIPE RACCONTA I CONSUMI ALIMENTARI FUORI CASA DELLO STIVALE Abstract della ricerca P.E. 24h/La Cas@fuoricasa a cura dell Ufficio

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 25/06/2014

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 25/06/2014 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 25/06/2014 Circolare n. 80 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989

Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989 Giugno 2014 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE CENTRALE ENTRATE Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Ottobre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM43U

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Settembre 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM43U Numero % sugli invii Invii

Dettagli

Premessa. Riferimenti normativi

Premessa. Riferimenti normativi Circolare esplicativa relativa alle attività con emissioni in atmosfera scarsamente rilevanti art. 272 c. 1 del d.lgs 152/06 come modificato dal d.lgs 128/2010. Premessa L entrata in vigore del d.lgs 128/2010

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013)

Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013) TABELLA 1 CODICI E DESCRIZIONI ATECO 2007 Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013) Codice ATECO A 01.11.10 A 01.11.20 A 01.11.30 A 01.11.40 A 01.12.00 A 01.13.10

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Potere calorifico al kg: materiali

Potere calorifico al kg: materiali Potere calorifico al kg: materiali INDICE MATERIALI PESO POTERE CALORIFICO kg/mc kcal/kg MJ/kg A Abiti 800 4998 21 A Abiti appesi (al metro lineare) - 121380 510 A Acetaldeide (gas) 1519 6197,52 26,04

Dettagli

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi 1 LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione R.C.T. pag. 3 Oggetto

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA L Istituto dell Addolorata di Foggia ha istituito un albo

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1 agosto 2011, n. 151. Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi,

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

TABELLA DI RACCORDO TRA ATECOFIN 2004 E ATECO 2007 a sei cifre, decorrenza 1 gennaio 2009

TABELLA DI RACCORDO TRA ATECOFIN 2004 E ATECO 2007 a sei cifre, decorrenza 1 gennaio 2009 01.11.1p 01.11.10 Coltivazione di cereali (escluso il riso) 01.11.1p 01.12.00 Coltivazione di riso 01.11.2 01.11.20 Coltivazione di semi oleosi 01.11.3 01.13.30 Coltivazione di barbabietola da zucchero

Dettagli

Polizza BNL Formula Continua

Polizza BNL Formula Continua CARGEAS Assicurazioni S.p.A. Polizza BNL Formula Continua Contratto di Assicurazione per la copertura dei Danni Indiretti Data ultimo aggiornamento: 0 Aprile 015 Il presente Fascicolo Informativo contenente:

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI

ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI Per individuare correttamente il tipo di corso a cui iscrivere i propri lavoratori occorre applicare quanto stabilito dall Accordo Stato

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER L'IMPRESA ARTIGIANALE O INDUSTRIALE DIFESA PIU' IMPRESA $c1$ 20161 Milano Via Senigallia n.18/2 C:\SAGNEW \FORM\LOGO\ 1 JMINESCOMPESTMPA.png Jmilano2.png Milano Assicurazioni S.p.A. www.milass.it firma_milano.png JMARCH.bmp C:\SAGNEW \FORM\LOGO\MINESCOMPESTMPA.JPG

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

CODICI CER NON PERICOLOSI

CODICI CER NON PERICOLOSI CODICI CER NON PERICOLOSI 01 RIFIUTI DERIVANTI DA PROSPEZIONE, ESTRAZIONE DA MINIERA O CAVA, NONCHÉ DAL TRATTAMENTO FISICO O CHIMICO DI MINERALI 01 01 rifiuti prodotti dall'estrazione di minerali 01 01

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI DANNI PRODOTTO IMPRESA CONFORT Il presente fascicolo informativo contenente a) Nota Informativa, comprensiva del glossario b) Condizioni di Assicurazione deve essere

Dettagli

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE DI CONFORMITÀ DEI PRODOTTI DOP, IGP E STG

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE DI CONFORMITÀ DEI PRODOTTI DOP, IGP E STG Regolamento per l attestazione di conformità REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE DI CONFORMITÀ DEI PRODOTTI DOP, IGP E STG REV. DATA PREPARATO Responsabile qualità 0 31/8/99 1 10/11/99 2 17/9/01 3 20/01/03

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AVISA Gruppo inchiostri da stampa e serigrafici L impatto ambientale degli inchiostri da stampa Marzo 2013 Questa nota informativa è stata preparata da EuPIA basandosi su di

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

CLASSI MERCEOLOGICHE

CLASSI MERCEOLOGICHE ALLEGATO A CLASSI MERCEOLOGICHE 01 - FORNITURE 02 - SERVIZI Versione aggiornata il 25/07/2014 1 S O M M A R I O 01 FORNITURA BENI 01.01 - RICAMBI PER AUTOBUS 3 01.02 - RICAMBI PER MEZZI DI SERVIZIO 4 01.03

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela patrimonio Per la famiglia Abitare oggi plus Assicurazione modulare per l abitazione Il presente Fascicolo informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni Generali di Assicurazione

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011 9234 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 47 del 31-03-2011 mod. Com 6 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio - SPACCI INTERNI SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto

VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE. Ai sensi della L.R. 11/03 e Regolamento Regionale n.3/2011 il sottoscritto mod. Com 8 REGIONE PUGLIA Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA' COMPILARE A STAMPATELLO

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

LA LEGGE SUL PESO NETTO

LA LEGGE SUL PESO NETTO La Legge sul Peso Netto 1 LA LEGGE SUL PESO NETTO Comando Polizia Municipale Via Bologna 74 - salone Ufficio Verbali Relatori: Pietro Corcione, Igor Gallo D.Lgs. 6 settembre 2005 n 206 (Codice del Consumo)

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO

MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Arca Assicurazioni S.p.A. Contratto di assicurazione multirischi MULTIRISCHI IMPRESA E ARTIGIANO Fascicolo Informativo edizione 1 Luglio 2011 Il presente Fascicolo Informativo contiene i seguenti documenti:

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli