RUMORE. Cinzia Delucis LSP USL2 Lucca. Delucis LSP Lucca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RUMORE. Cinzia Delucis LSP USL2 Lucca. Delucis LSP Lucca"

Transcript

1 RUMORE Cinzia Delucis LSP USL2 Lucca

2 Cos è il suono Si consideri un qualunque mezzo fisico.. Si supponga che, per un qualunque processo, una particella del mezzo cominci ad oscillare attorno alla sua posizione di riposo. Questo movimento viene trasmesso alle particelle adiacenti e, conseguentemente, all'intero mezzo. Il suono,, o vibrazione acustica,, è dato dal movimento delle particelle di un mezzo elastico attorno alla loro posizione di equilibrio.

3 Un suono può essere generato da: Una forza fluttuante (es. urti, rumore elettromagnetico..) Un volume fluttuante (es. altoparlante, corde vocali, ecc..) Un suono può provenire anche da una eccitazione di tipo più complesso come, ad es. il rumore da rotolamento generato dalla scabrosità dell interfaccia ruota-rotaia o pneumatico - asfalto

4 Lunghezza d onda e frequenza λ = c f λ λ Lunghezza d onda, λ [m] k 2 k 5 k 10 k Frequenza, f [Hz]

5 Forme d onda e frequenze p L p Tempo p L p Frequenza Tempo p L p Frequenza Tempo Frequenza

6 Segnali di rumore tipici p L p Tempo p L p Frequenza Tempo p L p Frequenza Tempo Frequenza

7 Frequenze sonore Infra Audio Ultra K Hz Frequenza

8 Gamma di frequenze di differenti sorgenti sonore Frequenza [Hz]

9 La gamma di udibilità 140 db 120 Soglia del Dolore Livello di Pressione Sonora Musica Soglia dell udibile Limite di rischio di danno Parlato k 2k 5k 10k 20 k Frequenza [Hz]

10

11 Finalità delle curve di pesatura I filtri di ponderazione si sono resi necessari per adattare la risposta lineare, in ampiezza ed in frequenza, della strumentazione di misura alla risposta non lineare del sistema uditivo umano per ottenere una misura fisica confrontabile con la sensazione sonora evocata dal fenomeno acustico.

12 Misurazione del rumore Si utilizza il FONOMETRO Esso viene appositamente corretto mediante filtro di compensazione A per tenere conto delle frequenze alle quali l uomo è più sensibile

13 Pressione sonora Pressio ne [Pa] Pascal Tempo

14 Definizione di livello equivalente

15 Il livello equivalente, L eq ( t) 1 T p Leq 10log10 T 0 p = 0 2 dt L p L eq Tempo T

16 Misurazione del rumore Si rileva un valore medio: LIVELLO SONORO EQUIVALENTE (Leq) livello di un ipotetico rumore costante che, se sostituito al rumore reale, sottopone il nostro orecchio ad una esposizione alla stessa quantità di energia sonora

17 Livello in decibel Rapporto logaritmico tra 2 quantità Esiste sempre un livello di riferimento E una quantità adimensionale Livello di pressione sonora L=20log (p/prif prif) db pressione 0 prif=20upa 20 prif*10 40 prif* prif* prif* prif* prif*

18 Due sorgenti sonore L p1 = X db L p2 = X db Lp1 + Lp2 = X + 3 db

19 Intensità Accostamento di 2 martelli pneumatici 105 db db = 108 db!

20 20 db Leggero stormire di fronde 30 db Livello sonoro sala lettura 40 db Colloquio con tono sommesso 50 db Musica soffusa 60 db Conversazione normale a 1 m. Strada città veicoli/ora alla distanza 35m. 70 db Rumore di fondo ufficio con macchine stampanti. Autostrada o strada città a traffico intenso, distanza circa 50 m. 80 db Traffico particolarmente intenso distanza inferiore 50m. 100 db Clacson a 7 m. 120 db Soglia dolore. Discoteca, martello pneumatico. 140 db Reattore al decollo distanza 25m.

21 Mascheramento e intelligibilità Mascheramento Quando si ascoltano due suoni di livello sonoro differente, il più intenso nasconde l'altro. Intelligibilità L'intelligibilità della parola potrebbe essere drasticamente ridotta in presenza di un rumore estraneo e alcune parole pronunciate non potrebbero più essere comprese. Una tale perdita di intelligibilità è causata dal mascheramento.

22 Valutazione esposizione Il decreto Legislativo n. 277 è stato sostituito dal decreto legislativo n. 195 del 10/4/2006 che costituisce il recepimento della direttiva 2003/10/ CE che è stato sostituito dal capo 2 del Titolo VIII del Decreto Legislativo n. 81 del 9/4/2008 INDICATORI ( art. 188 ) ppeakpeak = valore max pressione acustica istantanea ponderata C LEX,8h(A) = livello di esposizione giornaliera al rumore; ; valore medio, ponderato in funzione del tempo, dei valori di esposizione al rumore per una giornata lavorativa nominale di 8 ore LEX,8h(A) = livello di esposizione settimanale al rumore; valore medio, ponderato in funzione del tempo, dei livelli di esposizione giornaliera al rumore per una settimana nominale di 5 giornate lavorative di 8 ore L esposizione è riferita a 8 h lavorative giornaliere, e 5 giorni settimanali, nel caso di tempi di esposizione inferiori o superiori, viene corretta per un fattore che riporta l esposizione ad un tempo standard

23 Valori limite di esposizione e valori di azione Valori limite di esposizione LEX,8h=87dB(A) e ppeak=140 db(c) Valori superiori di azione LEX,8h=85 db(a) e ppeak=137 db(c) Valori inferiori di azione LEX,8h=80 db(a) e ppeak=135 db(c)

24 RISCHIO RUMORE La riduzione dell esposizione al rumore può essere attuata mediante differenti strategie di intervento; devono essere privilegiati gli interventi alla fonte. I provvedimenti attuabili sono: 1. scelta di macchine e attrezzature meno rumorose; 2. insonorizzazione delle seghe circolari, dei gruppi elettrogeni, dei compressori, ecc.; 3. riduzione dei tempi di esposizione al rumore; 1. informazione e formazione sull uso corretto delle attrezzature di lavoro;

25 RISCHIO RUMORE Uso dei dispositivi di protezione individuali Il datore di lavoro, se i rischi derivanti dal rumore non possono essere evitati con le misure di prevenzione e protezione, fornisce i dispositivi di protezione individuali per l udito: 1.se l esposizione al rumore supera i valori inferiori di azione; 2.se l esposizione al rumore è maggiore od uguale a valori superiori di azione esige che vengano indossati; 3.verifica l efficacia dei DPI-u; Inoltre...

26 RISCHIO RUMORE Uso dei dispositivi di protezione individuali... Importantissimo!!! 1. Inoltre l attenuazione dei DPI deve essere tenuta di conto per valutare il rispetto dei valori limite di esposizione.

27 I valori limite di esposizione non devono mai essere superati. Se superati: adottare misure immediate per riportare l esposizione al di sotto dei valori limite di esposizione; - individuare le cause dell esposizione eccessiva; - modificare le misure di protezione e di prevenzione per evitare che la situazione si ripeta.

28 Livelli equivalenti personali e tempi di esposizione con identica sorgente Leq db(a) Tempi (ore) min min

29 Influenza dei tempi di esposizione (es: 1h incertezza) 4 h 89 db(a) Lep,d 87 db(a) 4 h 83 db(a) 5 h 89 db(a) Lep,d 87,5 db(a) 3 h 83 db(a) 3 h 89 db(a) Lep,d 86,5 db(a) 5 h 83 db(a)

30 Vari tipi di otoprotettori Cuffie Attenuazione 20 db 45 db Caschi: fino a 60 db Inserti preformati multiuso, sagomabili monouso, multiuso, archetti: db

31 Esempio di non corretto utilizzo dei DPI Consideriamo 8 ore di esposizione a 106 db(a) con 15 minuti senza DPI (ipoteticamente capace di abbattere 30 db) Il lavoratore che si credeva esposto a 76 db(a),risulterà per questa sua negligenza apparentemente trascurabile, esposto di fatto a 91 db(a) (su 8 h)

32 Officina meccanica Leq(dB(A)) Trapano 116,2 Pistola avvitatrice 111,3 Mola da banco 81,6 Trapano a colonna 68,7

33 Motosega 103,0 Agricoltura Leq (db(a)) Potatore 92,8 Decespugliatore 94 Soffiatore 95,3

34 Linea imbottigliamento vino Riempitrice 84,7 Tappatrice 84,7 Capsulatrice 87,1 Etichettatrice 79,8 Scatolatrice 80,1

35 RISCHIO RUMORE

36 RISCHIO RUMORE

37 Valori limite di esposizione e valori di azione (art. 189 comma 2) Laddove a causa delle caratteristiche intrinseche dell attività lavorativa l esposizione giornaliera al rumore varia significativamente, da una giornata di lavoro all altra, è possibile sostituire, ai fini dell applicazione dei valori limite di esposizione e dei valori di azione, il livello di esposizione settimanale, a condizione che: a) il livello di esposizione settimanale al rumore, come dimostrato da un controllo idoneo, non ecceda il valore limite di esposizione di 87 db(a) b) siano adottate le adeguate misure per ridurre al minimo i rischi associati a tali attività

38 Art. 190 comma 2,3 Se, a seguito della valutazione, può fondatamente ritenersi che i valori inferiori di azione possono essere superati, il datore di lavoro misura i livelli di rumore cui i lavoratori sono esposti, i cui risultati sono riportati nel documento di valutazione. I metodi utilizzati possono includere la campionatura, purché sia rappresentativa dell'esposizione del lavoratore.

39 Art. 193 comma 2 Il datore di lavoro tiene conto dell'attenuazione prodotta dai dispositivi di protezione individuale dell'udito indossati dal lavoratore solo ai fini di valutare l efficienza dei DPI uditivi e il rispetto del valore limite di esposizione.

40 Art. 193 comma 2 I mezzi individuali di protezione dell udito sono considerati adeguati ai fini delle presenti norme se, correttamente usati, mantengono un livello di rischio uguale od inferiore ai livelli inferiori di azione

41 RISCHIO RUMORE Modalità di esecuzione delle misure Il decreto non fornisce alcuna indicazione sulla modalità di esecuzione delle misure e sulla caratteristiche della strumentazioni. I I metodi e le strumentazioni utilizzati devono essere adeguati alle caratteristiche del rumore da misurare, alla durata dell esposizione e ai fattori ambientali secondo le indicazioni delle norme tecniche. Quindi ad oggi l unica norma di riferimento per eseguire le misurazioni è la UNI 9432:2008

Rumore: nozioni generali

Rumore: nozioni generali Rumore: nozioni generali Pietro Nataletti INAIL (Dipartimento Igiene del Lavoro ex ISPESL) p.nataletti@inail.it Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 Capo II Protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione

Dettagli

RISCHIO FISICO - RUMORE Prevenzione

RISCHIO FISICO - RUMORE Prevenzione RISCHIO FISICO - RUMORE Definizioni Il RUMORE è un suono indesiderato generato dalla vibrazione di un corpo che provoca una variazione di pressione nell aria percepibile da un organo di ricezione. Lo strumento

Dettagli

Corso di laurea in Ingegneria Edile A.A. 2011-12. Agenti fisici. 1 Sicurezza in edilizia

Corso di laurea in Ingegneria Edile A.A. 2011-12. Agenti fisici. 1 Sicurezza in edilizia Agenti fisici 1 Titolo VIII (art. 180) Definizioni e Campo di applicazione Per agenti fisici si intendono il rumore, gli ultrasuoni, gli infrasuoni, le vibrazioni meccaniche, i campi elettromagnetici,

Dettagli

Rischi di esposizione al rumore

Rischi di esposizione al rumore Rischi di esposizione al rumore Dott. Sergio Biagini Tecnico della Prevenzione Cosa è il rumore? Il rumore è soltanto un fenomeno acustico, dovuto alla sovrapposizione di onde sonore sinusoidali, indipendentemente

Dettagli

Elaborato da Areco sas

Elaborato da Areco sas Elaborato da Areco sas INTRODUZIONE Nella vita quotidiana siamo costantemente esposti a rumori e suoni differenti: a casa, al lavoro, mentre viaggiamo o semplicemente durante i nostri svaghi. Il posto

Dettagli

Esempi valutazione rischi rumore

Esempi valutazione rischi rumore Esempi valutazione rischi rumore Nicola Stacchini Tecnico della Prevenzione A.U.S.L. 7 di Siena Lab. Sanità Pubblica Lab. Agenti Fisici - Centro SIT n. 164 Acustica n.stacchini@usl7.toscana.it Decreto

Dettagli

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DEL MUGELLO

UNIONE MONTANA DEI COMUNI DEL MUGELLO UNIONE MONTANA DEI COMUNI DEL MUGELLO INTRODUZIONE Nella vita quotidiana siamo costantemente esposti a rumori e suoni differenti: a casa, al lavoro, mentre viaggiamo o semplicemente durante i nostri svaghi.

Dettagli

Corso di Acustica prof. ing. Gino Iannace

Corso di Acustica prof. ing. Gino Iannace Corso di Acustica prof. ing. Gino Iannace e-mail: gino.iannace@unina2.it prof. ing. Gino IANNACE 1 Il suono è un "rumore sgradevole", "un suono fastidioso, non desiderato". Dal punto di vista fisico, il

Dettagli

ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE

ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE ACUSTICA E INQUINAMENTO DA RUMORE IL SUONO Propagarsi di onde meccaniche in un mezzo. Le onde fanno vibrare la membrana del timpano dando la sensazione sonora. La frequenza del suono è data dal numero

Dettagli

CERTIFICATO DI MISURA DI RUMORE IN AMBIENTE DI LAVORO

CERTIFICATO DI MISURA DI RUMORE IN AMBIENTE DI LAVORO Certificato di misura CERTIFICATO DI MISURA DI RUMORE IN AMBIENTE DI LAVORO Misura eseguita con fonometro integratore di classe 1 secondo le modalità delle norme UNI e ISO, e del D.Lgs. 81/2008 Titolo

Dettagli

Anteprima UNI 9432: 2008 Esposizione al rumore nell ambiente di lavoro

Anteprima UNI 9432: 2008 Esposizione al rumore nell ambiente di lavoro Anteprima UNI 9432: 2008 Esposizione al rumore nell ambiente di lavoro Firenze - 22 gennaio 2008 Dr Ing. Marco Vigone Presidente Commissione "Sicurezza" - UNI Milano Rapporteur Settore "Sicurezza e Salute

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 81/08 Titolo VIII, Capo II

DECRETO LEGISLATIVO 81/08 Titolo VIII, Capo II DECRETO LEGISLATIVO 81/08 Titolo VIII, Capo II ESPOSIZIONE DEI LAVORATORI AI RISCHI DERIVANTI DAGLI AGENTI FISICI (RUMORE) DITTA: Fratelli Cancian snc LUOGO DELLE MISURE: Via C. Esterle 23, Milano Relazione

Dettagli

Collana MultiCompact. Sicurezza, qualità e privacy RUMORE

Collana MultiCompact. Sicurezza, qualità e privacy RUMORE SOFTWARE Collana MultiCompact Sicurezza, qualità e privacy RUMORE Redazione e calcolo dell esposizione dei lavoratori alle fonti di rumore con il software Blumatica RUMORE Lt Seconda edizione Aggiornata

Dettagli

SUONO E RUMORE SUONO. www.ambientediritto.it

SUONO E RUMORE SUONO. www.ambientediritto.it SUONO E RUMORE SUONO E una perturbazione meccanica che si propaga in un corpo elastico (gas, liquido, solido). Il corpo elastico (cioè la sorgente di suono), messo in vibrazione, crea una serie di compressioni

Dettagli

Gli aspetti legislativi relativi al rischio rumore Titolo VIII Capo II D.Lgs. 81/2008. Settore Prevenzione e Protezione Università

Gli aspetti legislativi relativi al rischio rumore Titolo VIII Capo II D.Lgs. 81/2008. Settore Prevenzione e Protezione Università Gli aspetti legislativi relativi al rischio rumore Titolo VIII Capo II D.Lgs. 81/2008 Settore Prevenzione e Protezione Università Introduzione D.Lgs. 15/08/1991 n. 277 Capo IV - Protezione dei lavoratori

Dettagli

RAPPORTO DI VALUTAZIONE ESPOSIZIONE DEI LAVORATORI AL RUMORE TITOLO VIII, CAPO II, ARTT. 187-198, D. Lgs. 81/2008

RAPPORTO DI VALUTAZIONE ESPOSIZIONE DEI LAVORATORI AL RUMORE TITOLO VIII, CAPO II, ARTT. 187-198, D. Lgs. 81/2008 Studio Tecnico Quality Life Via Andrea Doria n. 3 19032 LERICI (SP) 0187622198-0187627172 RAPPORTO DI VALUTAZIONE ESPOSIZIONE DEI LAVORATORI AL RUMORE TITOLO VIII, CAPO II, ARTT. 187-198, D. Lgs. 81/2008

Dettagli

IL RUMORE. ing. Guido Saule

IL RUMORE. ing. Guido Saule IL RUMORE ing. Guido Saule RUMORE: definizione Il rumore è un suono indesiderato dovuto alle vibrazioni di un corpo che generano una variazione di pressione nell aria. Se un qualsiasi oggetto (sorgente),

Dettagli

IL RUMORE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO

IL RUMORE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO IL RUMORE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Il rumore negli ambienti di lavoro è ormai diventato uno dei problemi più importanti tra quelli compresi nell igiene del lavoro. La continua meccanizzazione della produzione

Dettagli

IL SUONO. Grandezze Fisiche. Y = Spostamento della particella. t = Tempo

IL SUONO. Grandezze Fisiche. Y = Spostamento della particella. t = Tempo IL SUONO Caratteristiche Generali Il suono é un onda elastica (ha bisogno di un mezzo per propagarsi),longitudinale (la perturbazione avviene parallelamente alla direzione di propagazione); per la sua

Dettagli

IL RUMORE malattia professionale Che cos è il RUMORE Incidenza delle principali malattie professionali in Italia, anni 1995-1999 Asbestosi [8%]

IL RUMORE malattia professionale Che cos è il RUMORE Incidenza delle principali malattie professionali in Italia, anni 1995-1999 Asbestosi [8%] Decreto Legislativo 81/2008 Titolo VIII Agenti fisici Capo 2 Protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al rumore durante il lavoro IL RUMORE Il rumore è causa di danno (ipoacusia, sordità)

Dettagli

D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Testo coordinato con il D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 AGENTI FISICI E CHIMICI NEL CANTIERE EDILE

D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Testo coordinato con il D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 AGENTI FISICI E CHIMICI NEL CANTIERE EDILE D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Testo coordinato con il D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106 AGENTI FISICI E CHIMICI NEL CANTIERE EDILE Via Cassala 88 Brescia Tel. 030.47488 info@cbf.191.it 25 ottobre 2014 1 Titolo

Dettagli

USO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI

USO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI ESPOSIZIONE A RUMORE ARTICOLO 49 septies USO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI USO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI QUALORA I RISCHI NON POSSONO ESSERE EVITATI CON LE MISURE DI PREVENZIONE

Dettagli

Come ha detto? Esercizi di approfondimento 60 minuti medi 2009-0303

Come ha detto? Esercizi di approfondimento 60 minuti medi 2009-0303 =1 Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive Esercizi di approfondimento 60 minuti medi Obiettivo Gli studenti sono in grado di approfondire in maniera corretta informazioni

Dettagli

FENOMENI ONDULATORI acustica. FENOMENI ONDULATORI acustica

FENOMENI ONDULATORI acustica. FENOMENI ONDULATORI acustica classe lauree di INFERMIERISTICA e OSTETRICIA dip. fisica nucleare e teorica università di pavia corso integrato FISICA, STATISTICA e INFORMATICA disciplina: FISICA MEDICA e RADIOPROTEZIONE - onde sonore

Dettagli

ACUSTICA AMBIENTALE. Considerazioni introduttive

ACUSTICA AMBIENTALE. Considerazioni introduttive ACUSTICA AMBIENTALE 1 ACUSTICA AMBIENTALE Considerazioni introduttive Sorgente sonora può essere rappresentata da un corpo vibrante posto in un messo elastico che produce una successione di compressioni

Dettagli

IL RISCHIO DA AGENTI FISICI. A cura di: Massimo Cecchini e Danilo Monarca

IL RISCHIO DA AGENTI FISICI. A cura di: Massimo Cecchini e Danilo Monarca ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI VITERBO CORSO DI AGGIORNAMENTO 40 h per C.S.P. e C.S.E. AI SENSI DELL ALLEGATO XIV del D.LGS. 81/08 e smi in collaborazione con CEFAS VITERBO IL RISCHIO DA AGENTI

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... XI Nota sugli autori... XIII

SOMMARIO. Presentazione... XI Nota sugli autori... XIII Sommario SOMMARIO Presentazione... XI Nota sugli autori... XIII Capitolo I Aspetti normativi della valutazione del rumore 1. Il decreto di riforma 81/2008... 1 2. Campo di applicazione della nuova disciplina...

Dettagli

Modulo Protezione Lavoratori

Modulo Protezione Lavoratori Modulo Protezione Lavoratori Il modulo Protezione Lavoratori viene utilizzato per raccogliere ed elaborare i rilievi di rumore e di vibrazioni effettuati negli ambienti di lavoro. Verifica dell esposizione

Dettagli

FONDAMENTI DI ACUSTICA IN EDILIZIA

FONDAMENTI DI ACUSTICA IN EDILIZIA FONDAMENTI DI ACUSTICA IN EDILIZIA Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale Università degli Studi di Brescia Ing. Edoardo Piana Sorgente Mezzo Ricevitore Meccanismo di eccitazione Elemento oscillante

Dettagli

GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA

GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA GRANDEZZE E UNITÀ DI MISURA Il suono si propaga attraverso onde elastiche longitudinali, per la cui descrizione fisica le grandezze di base sono, come per tutti i fenomeni ondulatori, frequenza, ampiezza

Dettagli

SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI

SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI 1 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI... 1 ANAGRAFICA AZIENDA... 3 DATI GENERALI DELL AZIENDA... 3 RELAZIONE INTRODUTTIVA... 4 OBIETTIVI E SCOPI... 4 GENERALITA E CONTENUTI... 4 DEFINIZIONI

Dettagli

Corso di. http://www.uniroma2.it/didattica/ta_2009 ing. Antonio Comi novembre 2009. ing. A. Comi - Corso di Trasporti e Ambiente

Corso di. http://www.uniroma2.it/didattica/ta_2009 ing. Antonio Comi novembre 2009. ing. A. Comi - Corso di Trasporti e Ambiente Corso di Trasporti e Ambiente http://www.uniroma2.it/didattica/ta_2009 ing. Antonio Comi novembre 2009 Inquinamento acustico da traffico 1 Introduzione Il funzionamento di un sistema di trasporto produce

Dettagli

P.S.C. Allegato 8 VALUTAZIONE PREVENTIVA RISCHIO RUMORE

P.S.C. Allegato 8 VALUTAZIONE PREVENTIVA RISCHIO RUMORE ELABORATO P.S.C. Allegato 8 VALUTAZIONE PREVENTIVA RISCHIO RUMORE Pagina 1 di 10 1. BIBLIOGRAFIA... 3 2. VALUTAZIONE PREVENTIVA DEL RISCHIO DI ESPOSIZIONE AL RUMORE. 4 2.1 PREMESSA... 4 2.2 FASCE DI ESPOSIZIONE...

Dettagli

Corso di TEORIA DEI SISTEMI DI TRASPORTO 2. Prof. Ing. Umberto Crisalli

Corso di TEORIA DEI SISTEMI DI TRASPORTO 2. Prof. Ing. Umberto Crisalli Corso di TEORIA DEI SISTEMI DI TRASPORTO 2 Prof. Ing. Umberto Crisalli Modelli per la simulazione dell inquinamento acustico da traffico Introduzione Il funzionamento di un sistema di trasporto produce

Dettagli

Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive. Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici 2009-0303

Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive. Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici 2009-0303 Come ha detto? Pacchetto didattico sul rumore e sulle lesioni uditive Esercizi di approfondimento 60 minuti semplici Obiettivo Gli studenti sono in grado di approfondire in maniera corretta informazioni

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI AD ESPOSIZIONE A RUMORE, INFRASUONI E ULTRASUONI

VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI AD ESPOSIZIONE A RUMORE, INFRASUONI E ULTRASUONI VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI AD ESPOSIZIONE A RUMORE, INFRASUONI E ULTRASUONI Committente: Sede legale: Sede produttiva: DSU TOSCANA MENSA MARTIRI Viale Gramsci n.36 50132 Firenze Via Martiri n.7 56126

Dettagli

I RISCHI FISICI Rumori Vibrazioni Microclima - Illuminazione

I RISCHI FISICI Rumori Vibrazioni Microclima - Illuminazione I RISCHI FISICI Rumori Vibrazioni Microclima - Illuminazione Nei cantieri edili, si possono individuare alcune tipologie di rischio nel campo dell igiene del lavoro legati all uso di macchine e attrezzature.

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO: SICUREZZA SUL L COME METTERSI IN REGOLA I RISCHI FISICI ED ERGONOMICI IN AGRICOLTURA

SICUREZZA SUL LAVORO: SICUREZZA SUL L COME METTERSI IN REGOLA I RISCHI FISICI ED ERGONOMICI IN AGRICOLTURA SICUREZZA SUL LAVORO: COME METTERSI IN REGOLA I RISCHI FISICI ED ERGONOMICI IN AGRICOLTURA Dott. Roberto BEDINI Ai fini del DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 per agenti fisici si intendono: il RUMORE,

Dettagli

Inquadramento legislativo e normativo: dal D.Lgs.81/2008 alla UNI/TR 11450:2012 Modena 12 ottobre 2012

Inquadramento legislativo e normativo: dal D.Lgs.81/2008 alla UNI/TR 11450:2012 Modena 12 ottobre 2012 Inquadramento legislativo e normativo: dal D.Lgs.81/2008 alla UNI/TR 11450:2012 Modena 12 ottobre 2012 Titolo VIII del D.Lgs. 81/2008 Capo II Protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al

Dettagli

Inquinamento acustico 1.2. Carello Valerio - Governatori Christian IV B

Inquinamento acustico 1.2. Carello Valerio - Governatori Christian IV B Inquinamento acustico 1.2 Carello Valerio - Governatori Christian IV B 2 Inquinamento acustico 2.2 Cos è L'inquinamento acustico è causato da un'eccessiva esposizione a suoni e rumori di elevata intensità.

Dettagli

Rischio rumore. Introduzione. Rischi specifici per il lavoratore. scheda 04 1/8

Rischio rumore. Introduzione. Rischi specifici per il lavoratore. scheda 04 1/8 04 Rischio rumore Introduzione Le disposizioni di legge prevedono l obbligo di informare e formare i lavoratori esposti a rumore in via continuativa durante la svolgimento della loro attività. In particolare

Dettagli

Legge di massa e scostamenti per pareti reali (rappresentazione grafica qualitativa) Il coefficiente di trasmissione acustica è:

Legge di massa e scostamenti per pareti reali (rappresentazione grafica qualitativa) Il coefficiente di trasmissione acustica è: ACUSTICA Coefficiente di trasmissione e definizione di potere fonoisolante Potere fonoisolante: l attitudine a ridurre la trasmissione del suono. in cui t è il coefficiente di trasmissioneacustica della

Dettagli

VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA E DELL EFFICACIA DEI DPI UDITIVI AI FINI DELLA SCELTA DEI DPI OTTIMALI E DEL RISPETTO DEI VALORI LIMITE Giuseppe Elia

VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA E DELL EFFICACIA DEI DPI UDITIVI AI FINI DELLA SCELTA DEI DPI OTTIMALI E DEL RISPETTO DEI VALORI LIMITE Giuseppe Elia VALUTAZIONE DELL EFFICIENZA EFFICIENZA E DELL EFFICACIA EFFICACIA DEI DPI UDITIVI AI FINI DELLA SCELTA DEI DPI OTTIMALI E DEL RISPETTO DEI VALORI LIMITE Giuseppe Elia Secondo il D.Lgs 195/2006: I DPI NEL

Dettagli

DVR Rumore: Legislazione Tecnica - Ed. 1 - Rev. 1. DVR Rischio Rumore

DVR Rumore: Legislazione Tecnica - Ed. 1 - Rev. 1. DVR Rischio Rumore DVR Rischio Rumore Valutazione del rischio per la salute e la sicurezza derivanti dall esposizione al rumore durante il lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/2008 ed s.m.i. - Titolo VIII - Capo II Impresa: Legislazione

Dettagli

Lo sviluppo tecnologico, con il relativo aumento esponenziale del rischio da esposizione, non e stato seguito da adeguate misure preventive.

Lo sviluppo tecnologico, con il relativo aumento esponenziale del rischio da esposizione, non e stato seguito da adeguate misure preventive. AGENTI FISICI IL RUMORE INTRODUZIONE Il rumore negli ambienti di lavoro è ormai diventato uno dei problemi più importanti tra quelli compresi nell igiene del lavoro. La continua meccanizzazione della produzione

Dettagli

Suono: aspetti fisici. Tutorial a cura di Aldo Torrebruno

Suono: aspetti fisici. Tutorial a cura di Aldo Torrebruno Suono: aspetti fisici Tutorial a cura di Aldo Torrebruno 1. Cos è il suono Il suono è generalmente prodotto dalla vibrazione di corpi elastici sottoposti ad urti o sollecitazioni (corde vocali, corde di

Dettagli

Il rischio vibrazioni

Il rischio vibrazioni Il rischio vibrazioni Il D. Lgs. 187/05 e la sua integrazione nel processo di valutazione dei rischi Dr. Franco Zanin SPISAL - Az. ULSS 6 Vicenza Definizione Le vibrazioni sono oscillazioni meccaniche

Dettagli

Principali malattie professionali nel quinquennio 1995-1999

Principali malattie professionali nel quinquennio 1995-1999 Rischio rumore Il rischio rumore è, da molti anni, all origine della malattia professionale prevalente; dai dati INAIL si evince che l ipoacusia rappresenta,attualmente, circa la metà dei casi di tutte

Dettagli

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO E PROVINCIA la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili MODELLI PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA E

Dettagli

Rumore. Rumore. Caratteristiche fisiche. Corso di Medicina del Lavoro. Malattie muscoloscheletriche e da agenti fisici. Patologia da rumore

Rumore. Rumore. Caratteristiche fisiche. Corso di Medicina del Lavoro. Malattie muscoloscheletriche e da agenti fisici. Patologia da rumore Corso di Medicina del Lavoro Malattie muscoloscheletriche e da agenti fisici Patologia da rumore Rumore Il rumore è un suono non desiderato o comunque fastidioso Da un punto di vista fisico è una successione

Dettagli

SCELTA DEI DPI UDITIVI

SCELTA DEI DPI UDITIVI SCELTA DEI DPI UDITIVI SEZIONE 1 Criteri di selezione dell otoprotettore 1.1 Marcatura di certificazione Occorre scegliere solo DPI dotati di marcatura di certificazione di conformità (marcatura CE). 1.2

Dettagli

RISCHIO RUMORE IL QUADRO LEGISLATIVO E NORMATIVO. Omar Nicolini - Az.USL di Modena (o.nicolini@ausl.mo.it)

RISCHIO RUMORE IL QUADRO LEGISLATIVO E NORMATIVO. Omar Nicolini - Az.USL di Modena (o.nicolini@ausl.mo.it) RISCHIO RUMORE IL QUADRO LEGISLATIVO E NORMATIVO Omar Nicolini - Az.USL di Modena (o.nicolini@ausl.mo.it) 1 Testo Unico-DLgs.81/08* * integrato e corretto dal DLgs.106/2009 pubblicato sul supplemento ordinario

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA Organizzato da Ordine degli Architetti della Provincia di Salerno in collaborazione con Sonora srl MODULO 1 - FONDAMENTI DI ACUSTICA Lezione di teoria

Dettagli

RUMORE PRINCIPALI RIF.TI LEGISLATIVI CENNI GENERALI SUI FENOMENI ACUSTICI

RUMORE PRINCIPALI RIF.TI LEGISLATIVI CENNI GENERALI SUI FENOMENI ACUSTICI RUMORE PRINCIPLI RIF.TI LEGISLTIVI DPR 303/56 D.Lgs 277/91 Norme generali per l igiene del lavoro ttuazione delle direttive 82/605/CEE, 83/477/CEE, 86/188/CEE, 88/642/CEE in materia di protezione dei lavoratori

Dettagli

L A P I A N I F I C A Z I O N E E C O - A M B I E N T A L E a c u r a d i A r c h. M a r g h e r i t a R o c c o

L A P I A N I F I C A Z I O N E E C O - A M B I E N T A L E a c u r a d i A r c h. M a r g h e r i t a R o c c o Le aree tematiche : l inquinamento acustico Quando si parla di inquinamento acustico ci si riferisce alle alterazioni dei fenomeni connessi con la produzione, la ricezione e propagazione dei suoni, che

Dettagli

Matematica e teoria musicale 1

Matematica e teoria musicale 1 Matematica e teoria musicale 1 Stefano Isola Università di Camerino stefano.isola@unicam.it Il suono Il fine della musica è dilettare e muovere in noi diversi sentimenti, il mezzo per raggiungere tale

Dettagli

Definizione di Suono

Definizione di Suono Definizione di Suono Il suono è una variazione di pressione che si propaga in un mezzo fisico quale aria, acqua o materiali solidi che l orecchio umano riesce a rilevare. I fenomeni acustici Il suono si

Dettagli

IL RISCHIO RUMORE. Dr. Ferdinando Masala Medico Competente Specialista in Medicina del Lavoro

IL RISCHIO RUMORE. Dr. Ferdinando Masala Medico Competente Specialista in Medicina del Lavoro IL RISCHIO RUMORE Dr. Ferdinando Masala Medico Competente Specialista in Medicina del Lavoro COS E IL RUMORE? Un corpo che vibra, provoca alterazioni della pressione dell aria che giungono all orecchio

Dettagli

Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. I suoni parametri fisici (cenni)

Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. I suoni parametri fisici (cenni) Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Anno Accademico 2008/2009 Docente: ing. Salvatore

Dettagli

Il vetro e l isolamento acustico

Il vetro e l isolamento acustico Proprietà e funzioni del vetro 31 Principi generali Intensità, pressioni e livelli sonori La "potenza" di un rumore può essere data dalla sua intensità I o dalla sua pressione P (misurate rispettivamente

Dettagli

Onde armoniche o sinusoidali

Onde armoniche o sinusoidali Onde armoniche o sinusoidali v = ν = T 1 A T ν = v y x 2π y = Asen ± ( x vt ) 2π = Asen x ± 2πνt Il suono Il suono è un onda longitudinale di compressione e rarefazione del mezzo in cui l onda si propaga.

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI UFFICIO ENERGIA E RUMORE QUADERNI DI ACUSTICA AMBIENTALE

PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI UFFICIO ENERGIA E RUMORE QUADERNI DI ACUSTICA AMBIENTALE PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI UFFICIO ENERGIA E RUMORE QUADERNI DI ACUSTICA AMBIENTALE N. 1 Nozioni di base su rumore e inquinamento acustico AUTORI DEL TESTO Dott.

Dettagli

BLUMATICA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE. D.Lgs. 9 aprile 2008 n 81 mod. D.Lgs. 106/09. Città Battipaglia. Indirizzo: Via Rosa Jemma, 2.

BLUMATICA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE. D.Lgs. 9 aprile 2008 n 81 mod. D.Lgs. 106/09. Città Battipaglia. Indirizzo: Via Rosa Jemma, 2. BLUMATICA Città Battipaglia Indirizzo: Via Rosa Jemma, 2 Datore di Lavoro Riccardo Ciciriello Responsabile del Servizio di Prevenzione. e Protezione (RSPP) Giulio Botta Medico Competente Francesca De Santis

Dettagli

NOTA INFORMATIVA SUL RUMORE

NOTA INFORMATIVA SUL RUMORE NOTA INFORMATIVA SUL RUMORE VACCARI Via Alboino, 7 27100 Pavia Pagina 1 NOZIONI FONDAMENTALI Si ritiene opportuno riportare alcune nozioni fondamentali di acustica, onde permettere una più agevole interpretazione

Dettagli

Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 -

Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 - Corso di Formazione per TEC ICO COMPETE TE I ACUSTICA AMBIE TALE - Anno 2011 - Modulo 1 Ore 8 Elementi di fisica acustica - 25 e 26 marzo 2011 - Suono: formazione, propagazione lunghezza d onda e frequenze

Dettagli

OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA

OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA STRUTTURA COMPLESSA - Dipartimento Provinciale di Cuneo - OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA

Dettagli

INDICE Il rischio da rumore... 3 Il rischio da agenti fisici: vibrazioni.... 19 Il rischio da agenti fisici: le radiazioni... 34

INDICE Il rischio da rumore... 3 Il rischio da agenti fisici: vibrazioni.... 19 Il rischio da agenti fisici: le radiazioni... 34 PERCORSO FORMATIVO DESTINATO A RESPONSABILI E ADDETTI DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MODULO B Macrosettore 3 Unità didattica B3.6 MAATT EERRI IAALLEE DDI IDDAATTTTI ICCOO AADD UUSSOO DDEEI I PAARRTTEECCI

Dettagli

Protezione dell udito

Protezione dell udito Protezione dell udito Direttiva Europea 2003/10/EC Lo sviluppo dell industria manifatturiera, edile e di altre tipologie industriali in Europa comporta un aumento del numero di persone esposte a livelli

Dettagli

S.S. 4 SALARIA ADEGUAMENTO DEL TRATTO TRISUNGO-ACQUASANTA TERME 1 LOTTO 2 STRALCIO DAL KM 151+000 AL KM 153+780 PROGETTO DEFINITIVO

S.S. 4 SALARIA ADEGUAMENTO DEL TRATTO TRISUNGO-ACQUASANTA TERME 1 LOTTO 2 STRALCIO DAL KM 151+000 AL KM 153+780 PROGETTO DEFINITIVO S.S. 4 SALARIA ADEGUAMENTO DEL TRATTO TRISUNGO-ACQUASANTA TERME 1 LOTTO 2 STRALCIO DAL KM 151+000 AL KM 153+780 PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE IMPATTO ACUSTICO 1 INDICE 1. PREMESSA...3 2. ANALISI DELLA

Dettagli

DNC - Dynamic Noise Control

DNC - Dynamic Noise Control DNC - Dynamic Noise Control La risposta Altesys alla nuova normativa sulla sicurezza acustica (2003/10/EC) Premessa La nuova direttiva Europea propone un occasione di riflessione per un settore d importanza

Dettagli

Indagine circa la qualità sonora dei locali mensa. Scuola Elementare Daneo

Indagine circa la qualità sonora dei locali mensa. Scuola Elementare Daneo Indagine circa la qualità sonora dei locali mensa. Scuola Elementare Daneo Paolo Monte 1, Corrado Conti 2 1 Polizia Municipale Genova, e-mail: pmonte@comune.genova.it 2 Comune di Genova, Staff Progettazione-Area

Dettagli

Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici

Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici Misura dei requisiti passvi acustici degli edifici I parametri acustici per la Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici. Il decreto : DPCM 05-12-1997 si prefigge di: migliorare la qualità

Dettagli

VIBRAZIONI MECCANICHE. Cinzia Delucis LSP USL2 Lucca

VIBRAZIONI MECCANICHE. Cinzia Delucis LSP USL2 Lucca VIBRAZIONI MECCANICHE Cinzia Delucis LSP USL2 Lucca Visto il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 187(N), recante attuazione della Direttiva 2002/44/CE(N) sulle prescrizioni minime di sicurezza e di

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO Ai sensi del D.Lgs. 81/2008 - UNI 9432:2011 - UNI EN ISO 9612:2011 Pag. 1 di 30 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA ESPOSIZIONE A RUMORE D.Lgs. 81/2008 - UNI 9432:2011 - UNI EN ISO 9612:2011 Ministero

Dettagli

Cap 12 12 -- Misure di vi braz di vi ioni

Cap 12 12 -- Misure di vi braz di vi ioni Cap 12 - Misure di vibrazioni Le vibrazioni sono poi da sempre uno strumento di diagnostica di macchine e sistemi meccanici 1 Le direttive CEE 89/392/CEE, 91/368/CEE, 93/44/CEE e 93/68/CEE, obbliga tutti

Dettagli

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni Valori limite di Rumore e Vibrazioni Le Norme UE Protezione sul Lavoro entrano nel diritto tedesco Crescita del livello di Sicurezza e di tutela della Salute sul luogo di lavoro Le Norme relative alla

Dettagli

PRESTAZIONI DI ISOLAMENTO ACUSTICO DEI SISTEMI IN CARTONGESSO

PRESTAZIONI DI ISOLAMENTO ACUSTICO DEI SISTEMI IN CARTONGESSO PRESTAZIONI DI ISOLAMENTO ACUSTICO DEI SISTEMI IN CARTONGESSO Dott. Vincenzo De Astis Responsabile Tecnico Sistema Cartongesso Torino, 27 Novembre 2010 FASSA Un esperienza che nasce da lontano 1910 Produzione

Dettagli

Proteggi il tuo Udito

Proteggi il tuo Udito Proteggi il tuo Udito 3 Il tuo udito è prezioso Nell arco della nostra vita siamo bombardati da un flusso costante di suoni nelle scuole, a casa, al lavoro, ovunque. Talvolta questi suoni sono così forti

Dettagli

La psicologia dell udito. onde sonore percezione uditiva cognizione

La psicologia dell udito. onde sonore percezione uditiva cognizione La psicologia dell udito onde sonore percezione uditiva cognizione Fisica-percezione-cognizione Aria Orecchio Mente Suono Sensazione Musica/Parole Ampiezza Intensità Dinamica Frequenza Altezza Classe di

Dettagli

D. Lgs 81/08 titolo VIII AGENTI FISICI. A cura di Norberto Canciani

D. Lgs 81/08 titolo VIII AGENTI FISICI. A cura di Norberto Canciani D. Lgs 81/08 titolo VIII AGENTI FISICI A cura di Norberto Canciani Capo I: DISPOSIZIONI GENERALI - definizioni e campo di applicazione - Agenti fisici: rumore, ultrasuoni, infrasuoni, vibrazioni meccaniche,

Dettagli

IL SUONO E LA SUA MISURA EFFETTI DEL RUMORE SULLA SALUTE. Ing. Paolo Petracchi Corso di Acustica Protezione acustica delle costruzioni SUONO

IL SUONO E LA SUA MISURA EFFETTI DEL RUMORE SULLA SALUTE. Ing. Paolo Petracchi Corso di Acustica Protezione acustica delle costruzioni SUONO IL SUONO E LA SUA MISURA EFFETTI DEL RUMORE SULLA SALUTE Ing. Paolo Petracchi Corso di Acustica Protezione acustica delle costruzioni 1 SUONO Energia meccanica trasmessa per onde Variazione della pressione

Dettagli

Fattori di rischio fisico le novità

Fattori di rischio fisico le novità Fattori di rischio fisico le novità Decreto Legislativo 09 aprile 2008 n 81n Attuazione dell articolo 1 della legge 03 agosto 2007, n 123 n in materia di tutela della salute della sicurezza nei luoghi

Dettagli

OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI MONITORAGGIO DELL INQUINAMENTO

OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI MONITORAGGIO DELL INQUINAMENTO STRUTTURA COMPLESSA - Dipartimento Provinciale di Cuneo - OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI MONITORAGGIO DELL INQUINAMENTO ACUSTICO n 5102/CN Funzione: Collaboratore Tecnico Professionale (tecnico competente

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale G. Marconi

Istituto Tecnico Industriale G. Marconi Viale della Libertà, n 14-47100 Forlì TITOLO VIII AGENTI FISICI Capo II Protezione dei lavoratori contro i rischi di esposizione al rumore. Decreto Legislativo 9 APRILE 2008 n. 81 Relazione Tecnica REDATTO

Dettagli

Nota Tecnica n.19 del C.R.A.

Nota Tecnica n.19 del C.R.A. X Dipartimento del COMUNE DI ROMA via Cola di Rienzo 23 00192 ROMA Roma 7 maggio 2002 Protocollo n.9543 del X Dipartimento Nota Tecnica n.19 del C.R.A. da Fabrizio Calabrese Consigliere Tecnico del C.R.A.

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 1991.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 1991. DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 1991. Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto

Dettagli

Acustica. Caratteristiche distintive del suono. Altezza. Intensità W S

Acustica. Caratteristiche distintive del suono. Altezza. Intensità W S Acustica L acustica studia le caratteristiche del suono e della sua propagazione. l suono è generato da un corpo vibrante, come una corda, una membrana elastica, le corde vocali. La sorgente del suono

Dettagli

Il decibel. Massimiliano Salfi. salfi@dmi.unict.it

Il decibel. Massimiliano Salfi. salfi@dmi.unict.it Il decibel Massimiliano Salfi salfi@dmi.unict.it Il concetto di decibel Il concetto di decibel entra in gioco ogni volta che ci troviamo a misurare una grandezza legata alla teoria del suono. L'orecchio

Dettagli

Il rischio da rumore Informazione e formazione dei lavoratori

Il rischio da rumore Informazione e formazione dei lavoratori ISPESL Il rischio da rumore Informazione e formazione dei lavoratori DIPARTIMENTO DOCUMENTAZIONE INFORMAZIONE E FORMAZIONE L ISPESL favorisce la riproduzione di questa dispensa per la distribuzione a lavoratori

Dettagli

Rischi fisici. valutazione, prevenzione e protezione. D. Lgs. n. 81, 9 aprile 2008, art. 37 e 184 Accordo Stato-Regioni 21/12/2011

Rischi fisici. valutazione, prevenzione e protezione. D. Lgs. n. 81, 9 aprile 2008, art. 37 e 184 Accordo Stato-Regioni 21/12/2011 Rischi fisici valutazione, prevenzione e protezione D. Lgs. n. 81, 9 aprile 2008, art. 37 e 184 Accordo Stato-Regioni 21/12/2011 2015 AiFOS Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione, la distribuzione

Dettagli

Le principali sorgenti di rumore

Le principali sorgenti di rumore Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Le principali sorgenti di rumore Indagini e analisi sugli impianti tecnologici fonti di inquinamento acustico DEFINIZIONE DI SORGENTE SONORA Qualsiasi fenomeno

Dettagli

Rischi e Patologia da RUMORE

Rischi e Patologia da RUMORE Rischi e Patologia da RUMORE Pressione sonora Intensità sonora LIVELLI SONORI E DECIBEL Livello sonoro (db) 30 bisbiglio 90 voce gridata 120 martello pneumatico Decibel (db): è il logaritmo in base 10

Dettagli

Rischio rumore - N. MAROTTA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE TECNICA E SICUREZZA DEI CANTIERI RISCHIO RUMORE IN EDILIZIA.

Rischio rumore - N. MAROTTA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE TECNICA E SICUREZZA DEI CANTIERI RISCHIO RUMORE IN EDILIZIA. CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA EDILE TECNICA E SICUREZZA DEI CANTIERI RISCHIO RUMORE IN EDILIZIA Nicola Marotta Il rumore Il rumore può essere definito genericamente come un suono percepibile sgradevole

Dettagli

IL RUMORE DA TRAFFICO STRADALE

IL RUMORE DA TRAFFICO STRADALE INDICE ARGOMENTI 1) Sorgenti di rumore di un veicolo a motore 2) Misura dell emissione sonora di un veicolo 3) Livelli di emissione sonora e velocità 4) Livelli di emissione sonora e categorie di veicoli

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL D. Lgs. 81/08 N. 09

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL D. Lgs. 81/08 N. 09 Dipartimento di Sanità Pubblica U.O. Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL D. Lgs. 81/08 N. 09 MISURAZIONE DELL ESPOSIZIONE E VALUTAZIONE DEL RISCHIO RUMORE Titolo

Dettagli

IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A.

IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A. IUAV - MASTER IN PROGETTAZIONE ACUSTICA A.A. 004/005 Lezione del 8 ottobre 004 Titolo: Previsione di clima acustico mediante composizione di livelli sonori Docente: Arch. Antonio Carbonari. L Il livello

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 16 del 23 / 04 / 2009

Bollettino Ufficiale n. 16 del 23 / 04 / 2009 B.U. n. 16 http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2009/16/siste/00000211.h... Pagina 1 di 2 19/05/2009 Torna al Sommario Indice Sistematico Bollettino Ufficiale n. 16 del 23 / 04 /

Dettagli

Inquinamento acustico

Inquinamento acustico Programma Regionale I.N.F.E.A. Informazione Formazione ed Educazione Ambientale PROGETTO GEO Sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale Inquinamento acustico Dott.ssa Barbara Bracci Controllo Agenti

Dettagli

Un caso di bonifica acustica in ambiente industriale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it

Un caso di bonifica acustica in ambiente industriale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it Un caso di bonifica acustica in ambiente industriale Andrea Cerniglia hilbert@venus.it (Estratto da Antinquinamento, anno V N. 3, settembre 1998, Tecniche Nuove) Una traccia che mostra come sia possibile

Dettagli

CORSO DIAGGIORNAMENTO PER RSPP 40 ore

CORSO DIAGGIORNAMENTO PER RSPP 40 ore 21/03/2012 ing. Stefano Casini CORSO DIAGGIORNAMENTO PER RSPP 40 ore Rischi fisici: rumore e vibrazioni RUMORE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER RSPP 40 ore Rischi fisici: rumore e vibrazioni 21/0372012 ing.

Dettagli