ISTRUZIONI DI MONTAGGIO per controtelai SP

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTRUZIONI DI MONTAGGIO per controtelai SP"

Transcript

1 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotli SP Controtli vrsion rtonsso INCASTRO NOMENCLATURA: ontrotlio, inrio rrmnt Controtli pr port somprs i m l SET i ALLARGAMENTO pr SP 125 Montnti vrtili ntriori (ià ssmlti) on rontlino spssor 100 i l Squrtt i norio pvimnto (4 pz) Stol rrmnt (pr il montio l pnnllo port) Trvrsin orizzontli i rinorzo (12 pz) Montnt vrtil postrior Soprport m Stto viti (9 pz 4,2 9,5 mm pr l ssmlio l tlio) (55 pz 3,9 19 mm pr il issio ll lstr i rtonsso) Trvrs omplt i inrio Montnt i ttut Distnzitori (2 pz) Polistirolo (6 pzzi prtliti) SET DI ALLARGAMENTO PER SP 125 Squrtt i llrmnto montnt post. (12 pz) Squrtt i llrmnto soprport (2 pz) on viti (5 pz 4,2 9,5 mm) Utnsili nssri Trpno prussion Mtro Insrti PZ 2 PH 2 S Gunti Civ n 13 Avvittor ivit Livllo oll Filo piomo Mrtllo 1

2 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP Pvimnto inito i l Pvimnto inito PREVISTO PER LA POSA A QUOTA PAVIMENTO FINITO 2

3 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 100 FASE 1 Aprir l imllo ontrollr ll intrno vi sino tutti li lmnti (v. nomnltur p. 1). FASE 2 Pror ll ssmlio ll prt sson prtno l sso posizionno l prim trvrsin instro () sui montnti () (). FASE 3 Assmlr il soprport () ll prt sson i montnti () () vvitnolo utilizzno l viti 4,2 9,5 mm l stto (m). FASE 4 Instrr l trvrsin () ll prt sson i montnti () () ompltrn il issio ni u lti. 3

4 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 100 FASE 5 Insrir li spssori i polistirolo () (provvisori) r l trvrsin. FASE 6 Insrir l trvrs omplt i inrio () nl soprport () spinrl ono ino l lik i nio. FASE 7 Avvitr l trvrs omplt i inrio () sopr usno l viti 4,2 9,5 mm l stto (m). FASE 8 Assmlr il montnt i ttut mtllio () l inrio insrno l linutt ll trvrs (). 4

5 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 100 FASE 9 Fissr il montnt i ttut mtllio () l inrio pino, on l iuto i un mrtllo, l linutt ll trvrs (). FASE 10 Pir l strmità i istnzitori (provvisori) () ssmlr i msimi i montnti () (). i FASE 11 Fissr il ontrotlio pvimnto utilizzno l st i issio (i) o il proilo (U) ll trmzztur. FASE 12 Al in i ottnr un unzionmnto orrtto ll port, il ontrotlio posto ovrà ssr prttmnt vrtil piomo. 5

6 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 100 proilo U FASE 13 Assmlr li lmnti mtllii ll struttur i supporto (l trmzz) l ontrotlio vvitnoli. Not: l struttur i supporto (proilo U) post sopr il ontrotlio (non ornit) srà vvitt l sso vrso l lto ttrvrso i ui lsiti ppositmnt nl inrio i lluminio l in i onsrvr l possiilità i smontio uturo l inrio stsso, s nssrio. FASE 14 Assmlr i montnti () () ll intlitur ll trmzz vvitnol (viti non ornit). (in ino: il ontrotlio ssmlto) Not: L pos ll lstr i rtonsso si rà slusivmnt on l utilizzo i viti 3,5 19 (ornit). In so ontrrio Eliss lin oni rsponsilità in so i nni ll port usti ll utilizzo i un ltro tipo i vit. COME FISSARE LE LASTRE DI CARTONGESSO FASE 1 Prorr l lstr i rtonsso l trvrsin, utilizzno un trpno on punt 2 mm Spssori provvisori in polistirolo FASE 2 Avvitr utilizzno l viti ornit (3,5 19) sluno l ltr tipoloi i viti 6

7 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP Pvimnto inito 22 i l Pvimnto inito PREVISTO PER LA POSA A QUOTA PAVIMENTO FINITO 7

8 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 125 FASE 1 Aprir l imllo ontrollr ll intrno vi sino tutti li lmnti (v. nomnltur p. 1). z z FASE 2 Svitr il rontlino (z) ià ssmlto i montnti () ruotrlo i 90 ri pr ottnr uno spssor prt init 125 mm vvitrlo nuovmnt i montnti () FASE 3 Avvitr i proili l st i llrmnto () l soprport () utilizzno l viti 4,2 9,5 mm l stto (m). FASE 4 Divir i proili l st i llrmnto () prtliti. 8

9 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 125 FASE 5 Insrir instro i proili l st i llrmnto () nll pposit ts prispost sul montnt postrior () on l iuto i un mrtllo ompltrn l insrimnto. FASE 6 Pror ll ssmlio ll prt sson prtno l sso posizionno l prim trvrsin instro () sui montnti () (). FASE 7 Insrir i montnti () ni proili l st i llrmnto () vvitr on l viti 4,2 9,5 mm l stto (m). FASE 8 Fissr il soprport () l montnt postrior () utilizzno l viti 4,2 9,5 mm l stto (m). 9

10 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 125 FASE 9 Insrir l trvrsin () nl montnt () ni proili i llrmnto () ià insriti prntmnt nl montnt postrior () ompltrn poi il issio ni u lti. FASE 10 Insrir li spssori i polistirolo (provvisori) () tr l trvrsin (). FASE 11 Insrir l trvrs omplt i inrio () nl soprport () spinrl ono ino l lik i nio. FASE 12 Avvitr l trvrs omplt i inrio () sopr usno l viti 4,2 9,5 mm l stto (m). 10

11 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 125 FASE 13 Fissr il montnt i ttut mtllio () l inrio pino, on l iuto i un mrtllo, l linutt ll trvrs (). FASE 14 Pir l strmità i istnzitori (provvisori) () ssmlr i msimi i montnti () (). i FASE 15 Fissr il ontrotlio pvimnto utilizzno l st i issio (i) o il proilo (U) ll trmzztur. FASE 16 Al in i ottnr un unzionmnto orrtto ll port, il ontrotlio posto ovrà ssr prttmnt vrtil piomo. 11

12 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontrotlio instro SP 125 proilo U COME FISSARE LE LASTRE DI CARTONGESSO Spssori provvisori in polistirolo FASE 17 Assmlr li lmnti mtllii ll struttur i supporto (l trmzz) l ontrotlio vvitnoli. Not: l struttur i supporto (proilo U) post sopr il ontrotlio (non ornit) srà vvitt l sso vrso l lto ttrvrso i ui lsiti ppositmnt nl inrio i lluminio l in i onsrvr l possiilità i smontio uturo l inrio stsso, s nssrio. FASE 18 Assmlr i montnti () () ll intlitur ll trmzz vvitnol (viti non ornit). (in ino: il ontrotlio ssmlto) Not: L pos ll lstr i rtonsso si rà slusivmnt on l utilizzo i viti 3,5 19 (ornit). In so ontrrio Eliss lin oni rsponsilità in so i nni ll port usti ll utilizzo i un ltro tipo i vit. FASE 1 Prorr l lstr i rtonsso l trvrsin, utilizzno un trpno on punt 2 mm FASE 2 Avvitr utilizzno l viti ornit (3,5 19) sluno l ltr tipoloi i viti 02/2009 ECLISSE, tutti i iritti risrvti. Sono vitti l uso, L immzzinmnto l riprouzion n przil, on qulsisi mzzo i tsti immini ontnuti in qusto stmpto

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO per controtelai SP

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO per controtelai SP ISTRUZIONI DI MONTAGGIO pr ontroto nstro SP 125 proo U COME FISSARE LE LASTRE DI CARTONGESSO Spssor provvsor n postroo 7 Assmr mnt mt struttur supporto ( trmzz) ontroto vvtno. Not: struttur supporto (proo

Dettagli

Aquauno Video 2 Plus

Aquauno Video 2 Plus Collgr il progrmmtor l ruintto. Aquuno Vio 2 Plus Pg. 1 Gui ll utilizzo 3 START STOP RESET CANCEL 3 4 5 6 3 4 5 6 3 4 5 6 lik! Pr Aquuno Vio 2 (o.): 8454-8428 Pr Aquuno Vio 2 Plus (o.): 8412 Aprir il moulo

Dettagli

Manuale per installazione serrature su sistemi R50TT, R60TT, R62TT, R72TT

Manuale per installazione serrature su sistemi R50TT, R60TT, R62TT, R72TT Manuale per installazione serrature su sistemi R50TT, R60TT, R62TT, R72TT Serrature di sicurezza per montante ad ingranaggi R 50 TT arra continua ONTR. RGOLIL IN MTLLO - 06463-31 06463-31 06465-41 06465-41

Dettagli

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone Mhin non ompltmnt spifit Sintsi Squnzil Sinron Sintsi Comportmntl i Rti Squnzili Sinron Riuzion l numro gli stti pr Mhin Non Compltmnt Spifit Comptiilità Vrsion l 5/12/02 Sono mhin in ui pr lun onfigurzioni

Dettagli

Manuale per installazione serrature su sistemi Planet TT, Elite 70 TT AL SYSTEM

Manuale per installazione serrature su sistemi Planet TT, Elite 70 TT AL SYSTEM Manuale per installazione serrature su sistemi Planet 45-50 TT, lite 70 TT L SYSTM Serrature di sicurezza per montante ad ingranaggi Planet 45 Sormonto ONTR. RGOLIL IN MTLLO - VITORI 06463-32 06463-32

Dettagli

Minimizzazione degli Stati in una macchina a stati finiti

Minimizzazione degli Stati in una macchina a stati finiti Rti Loih Sintsi i rti squnzili sinron Minimizzzion li Stti in un mhin stti initi Proimnto: Spiih Dirmm li stti Tll li stti Minimizzzion li stti Coii li stti Tll ll trnsizioni Slt lmnti i mmori Tll ll itzioni

Dettagli

a b }. L insieme Q è pertanto l insieme delle frazioni.

a b }. L insieme Q è pertanto l insieme delle frazioni. I1. Insimisti I1.1 Insimi Il ontto i insim è un ontto primitivo, prtnto non n vin t un finizion rigoros. Si può ir, intuitivmnt, h un insim è un ollzion i oggtti pr ui vlgono lun proprità: Un lmnto i un

Dettagli

la8 2B box docce con cristallo 8 mm Listino Prezzi

la8 2B box docce con cristallo 8 mm Listino Prezzi 2 box docce con cristallo 8 mm Listino Prezzi hiave di codice per Ordinare. S 0 = PRTUR X = PRTUR = PRTUR RVRSIIL Z = ROMO = IIO SPZZOLTO L8 0 1 5 = STNR = MISUR SP. LTZZ LRGZZ (prezzo speciale) = MISUR

Dettagli

Costruiamo un aquilone SLED

Costruiamo un aquilone SLED Costruimo un quon SLED Sgnr sul sgmnto cod du rifrimnti 3 cm dgli spigoli (vrso l'trno) poi sul bordo ntrior dll du li 11 cm dgli spigoli (vrso l'strno); qusto punto si dvono pplicr l du mnich sul bordo

Dettagli

RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI

RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI RACCORDI PER APPLICAZIONI SPECIALI GIUNTI ECCENTRICI E CONICI 2 L soluzion dimnsionl ottiml pr signz prtiolri Rordi on snz ihir Innsti on snz ihir Clssi sondo nssità Dimtro di usit vriil Collgmnto l fondo

Dettagli

INTEGRALI. 1. Integrali indefiniti

INTEGRALI. 1. Integrali indefiniti INTEGRALI. Intgrli indiniti Si un unzion ontinu in [, ]. Un unzion F dinit ontinu in [, ], drivil in ], [, disi primitiv di in [, ] s F, ], [. Tormi. S F è un primitiv di in [, ] llor nh G F, on R, è un

Dettagli

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate

Circuiti Sequenziali Macchine Non Completamente Specificate CEFRIEL Consorzio pr l Formzion l Rir in Inggnri ll Informzion Politnio i Milno Ciruiti Squnzili Mhin Non Compltmnt Spifit Introuzion Comptiilità Riuzion l numro gli stti Mtoo gnrl FSM non ompltmnt spifit

Dettagli

EDIL BLOCK MONOBLOCCO A SCOMPARSA

EDIL BLOCK MONOBLOCCO A SCOMPARSA S.p.. LOK MONOLOO SOMPRS LOK STRUTTUR Intonaco I cassonetti dil lock, sono composti da polistirene espanso auto-estinguente a cellula chiusa, armatura elettrosaldata in ferro zincato ø 4 mm con passo 250

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ LE FRAZIONI Tst Tst i utolutzion 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 00 n Il mio puntggio, in ntsimi, è n Risponi ogni qusito sgnno un sol ll ltrnti. n Conront l tu rispost on l soluzioni. n Color, prtno sinistr,

Dettagli

MACCHINE TRACCIALINEE ED ACCESSORI

MACCHINE TRACCIALINEE ED ACCESSORI MHIN TRILIN D SSORI D M PR SGNLTI ORIZZONTL G G N H I L F F ON MISURTOR STRDL INORPORTO FIGUR QT'. 2400MTRMT000 MHIN TRILIN 2400MTRMT0002 MHIN TRILIN 2400MTRMT0003 MHIN TRILIN D 2400MTRPM0005 PISTOL MNUL

Dettagli

Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona

Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona Minimizzzion gli Stti in un Rt Squnzil Sinron Murizio Plsi Murizio Plsi 1 Sintsi i Rti Squnzili Sinron Il proimnto gnrl i sintsi si svolg ni sgunti pssi: 1. Rlizzzion l igrmm gli stti prtir ll spifih l

Dettagli

GRIGLIE DI AERAZIONE GRIGLIE ALLUMINIO GRIGLIE IN RAME GRIGLIE IN PLASTICA BIANCA "ABS" VALVOLE DI VENTILAZIONE GRIGLIE ACCIAIO

GRIGLIE DI AERAZIONE GRIGLIE ALLUMINIO GRIGLIE IN RAME GRIGLIE IN PLASTICA BIANCA ABS VALVOLE DI VENTILAZIONE GRIGLIE ACCIAIO GRIGLI I RZION GRIGLI LLUMINIO GRIGLI IN RM GRIGLI IN PLSTI IN "S" VLVOL I VNTILZION IN IIO INOX GRIGLI IIO INOX VLVOL I VNTILZION INOX 80 GRIGLI TON IN LLUMINIO ON MOLL RT OI IM. STRN Ø IMOO FORO Ø MIN/MX

Dettagli

SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK R 290 31 R 290 31

SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK R 290 31 R 290 31 SICUREZZA SUL LAVORO SAFETY AT WORK R 290 31 R 290 31 Sgnli i siurzz pr fontnll o i mrgnz pr l ontminzion UNI 7546/3. Symols for sfty signs-ys wshing - mrgny showr. 332 Normtiv in mtri i tutl ll slut siurzz

Dettagli

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h?

6) Nel 1991 Carl Lewis ha stabilito il record del mondo dei 100 m percorrendoli in 9,86 s. Qual è la velocità media in km/h? 1) L unità l SI pr l tmprtur l mss sono, rispttivmnt gri grmmi klvin kilogrmmi Clsius milligrmmi Clsius kilogrmmi klvin grmmi 2) Qul mtril ffon nll olio ( = 0,94 g/m 3 )? ghiio ( = 0,92 g/m 3 ) sughro

Dettagli

Preparare l area scelta per il montaggio proteggendo sia il pavimento che i colli.

Preparare l area scelta per il montaggio proteggendo sia il pavimento che i colli. ISTRUZIONI I MONTGGIO NOT Le seguenti istruzioni di montaggio si riferiscono ad una libreria di tipo componibile. Le fasi illustrate fanno quindi riferimento ad uno schema generico e non ad una specifica

Dettagli

DOSSI ARTIFICIALI OMOLOGATI - FIG. 474

DOSSI ARTIFICIALI OMOLOGATI - FIG. 474 OSSI RTIFIILI OMOLOGTI - FIG. 474 OSSO H M - SU STR ON LIMIT I VLOITÀ 50 KMH QT'. MIN. 10ORV0018 RLLNTTOR I VLOIT' (48x60 M - H M) OMPLTO I N 4 TSSLLI PR L POS IN OPR 0 OSSO H 5 M - SU STR ON LIMIT I VLOITÀ

Dettagli

Manuale d'installazione

Manuale d'installazione Mnul 'instllzion Atttor LAN Dikin Althrm BRP069A6 BRP069A6 Mnul 'instllzion Atttor LAN Dikin Althrm Itlino Sommrio Sommrio Not rltiv ll oumntzion. Informzioni su qusto oumnto... Not rltiv l prootto Informzioni

Dettagli

CHI PROVA ECLISSE NON CAMBIA PIÙ IDEA SCOPRI I DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA

CHI PROVA ECLISSE NON CAMBIA PIÙ IDEA SCOPRI I DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA CHI PROVA ECLISSE NON CAMBIA PIÙ IDEA SCOPRI I DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA I DETTAGLI ECLISSE PER UN INSTALLAZIONE PERFETTA I controtelai Eclisse si distinguono per le loro caratteristiche esclusive,

Dettagli

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone

Macchine non completamente specificate. Sintesi Sequenziale Sincrona Sintesi Comportamentale di Reti Sequenziali Sincrone Sintsi Squnzil Sinron Sintsi Comportmntl i Rti Squnzili Sinron Riuzion l numro gli stti pr Mhin Non Compltmnt Spiit Comptiilità Vrsion l 13/01/05 (Frrni( Antol) Mhin non ompltmnt spiit Sono mhin in ui

Dettagli

ATTREZZATURA: -taglierino -metro -squadra -matita -trapano (punta da 6mm e 4mm)

ATTREZZATURA: -taglierino -metro -squadra -matita -trapano (punta da 6mm e 4mm) Ecco com costruir una bttira fai da t riutilizzando un normal acquario. Nl mio caso ho utilizzato un acquario mnsioni 42x25xH28 con filtro strno. OCCORRENTE: -foglio polionda (consiglio color blu spssor

Dettagli

ELENCO PREZZI AREE VERDI

ELENCO PREZZI AREE VERDI ALLEGATO B) AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ELENCO PREZZI AREE VERDI MANO D OPERA I przzi ll no opr pplir sono qulli i sguito lnti sunti l Przzirio ll Assoizion Itlin Costruttori l Vr (www.ssovr.it) Dsrizion

Dettagli

Elettronica dei Sistemi Digitali Sintesi di porte logiche combinatorie fully CMOS

Elettronica dei Sistemi Digitali Sintesi di porte logiche combinatorie fully CMOS Elttroni di Sistmi Digitli Sintsi di port logih omintori full CMOS Vlntino Lirli Diprtimnto di Tnologi dll Informzion Univrsità di Milno, 26013 Crm -mil: lirli@dti.unimi.it http://www.dti.unimi.it/ lirli

Dettagli

Grandezze, funzioni empiriche e matematiche. 1 Stabilisci se le seguenti affermazioni sono vere o false.

Grandezze, funzioni empiriche e matematiche. 1 Stabilisci se le seguenti affermazioni sono vere o false. Grnzz unzioni Grnzz, unzioni mpirih mtmtih Grnzz irttmnt invrsmnt proporzionli Applizioni ll proporzionlità Grnzz, unzioni mpirih mtmtih Stilisi s l sunti rmzioni so vr o ls. SZ. I Un rnzz è vriil s ssum

Dettagli

8. INSTALLAZIONE/GUIDA AL COLLEGAMENTO DEI FILI Prima di cominciare

8. INSTALLAZIONE/GUIDA AL COLLEGAMENTO DEI FILI Prima di cominciare 8. INSTALLAZIONE/GUIDA AL COLLEGAMENTO DEI FILI Prima i cominciar 1. Qust unità è stata isgnata sclusivamnt pr automobili con un alimntazion a 12 V, massa ngativa. 2. Lggt qust istruzioni attntamnt. 3.

Dettagli

Manuale d'installazione

Manuale d'installazione Mnul 'instllzion Atttor LAN ROTEX RBRP09A Mnul 'instllzion Atttor LAN ROTEX Itlino Sommrio Sommrio Not rltiv ll oumntzion L'tttor LAN ROTEX onsnt il ontrollo smrtphon i sistmi ROTEX, son l mollo, può ssr

Dettagli

SISTEMI PER FUNE (CAVO) SISTEMA Pressing SISTEMA Atelier SISTEMA Nautica ACCORGIMENTI DA SEGUIRE:

SISTEMI PER FUNE (CAVO) SISTEMA Pressing SISTEMA Atelier SISTEMA Nautica ACCORGIMENTI DA SEGUIRE: SISTEMI PER FUNE (CAVO) 4 INOX SISTEMA Pressing SISTEMA Atelier SISTEMA Nuti Questi essori permettono di tirre un Fune INOX (mm - mm) on o senz l usilio di ttrezzi speili (Press oleodinmi per funi inox)

Dettagli

QUANTITA': 14. DINO GAVINA lampi di design MAMBO / BOLOGNA 23 SETTEMBRE /12 DICEMBRE 2010 PIANTA VISTA FRONTALE TELAIO ESPOSITIVO A

QUANTITA': 14. DINO GAVINA lampi di design MAMBO / BOLOGNA 23 SETTEMBRE /12 DICEMBRE 2010 PIANTA VISTA FRONTALE TELAIO ESPOSITIVO A QUNTT': 1 TRTTTO CON VRNC NUT NC SZ. 5X3,5 CM 00 PNT TRTTTO CON VRNC NUT NC TRTTTO CON VRNC NUT NC 93 6 00 VST RONTL LSTLL VRTCL SRNNO SPOST N MOO RROLR, SCONO NCZON LL.L. VR LMNT L TLO SRNNO SST TR LORO

Dettagli

PIETRA DA MURO E PAVIMENTAZIONI. e e

PIETRA DA MURO E PAVIMENTAZIONI. e e PIETRA DA MURO E PAVIMENTAZIONI l l 81 Sri i facili Elmnti pr rivstimnto prmontati su rt smiflssibil, pr rivstir muri, in pitra natural, ricrano l asptto di muri a scco sguiti a mano, oggi con la facilità

Dettagli

CILINDRO SENZA STELO Ø 16, 25, 32, 40, 63 CON GUIDE A RICIRCOLO SFERE

CILINDRO SENZA STELO Ø 16, 25, 32, 40, 63 CON GUIDE A RICIRCOLO SFERE ILINRO SNZ STLO,,,, ON UI RIIROLO SFR La gamma di cilindri senza stelo con guide a ricircolo di sfere, è disponibile in cinque differenti alesaggi, e cioè ø,,, e. L alesaggio è fornibile in due versioni:

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO SERVIZIO LOGISTICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO

PROVINCIA DI TORINO SERVIZIO LOGISTICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO ALLEGATO: N. 1 PROVINCIA DI TORINO SERVIZIO LOGISTICA PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO MANUTENZIONE ORDINARIA E RIPARATIVA DEGLI EDIFICI PATRIMONIALI DESTINATI AD UFFICI DELLA PROVINCIA. IMPIANTI ELETTRICI

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

CALCOLO DEL PESO LIMITE RACCOMANDATO ( D.Lgs. 81/2008) Fase mansione: erogazione del carburante nella misura di capacità Operatore: sesso maschile

CALCOLO DEL PESO LIMITE RACCOMANDATO ( D.Lgs. 81/2008) Fase mansione: erogazione del carburante nella misura di capacità Operatore: sesso maschile llegato alla Valutazione del rischio attività ispettiva metrica - Movimentazione manuale dei carichi erog M LOLO L PSO LIMIT ROMNTO (.Lgs. 8/2008) ase mansione: erogazione del carburante nella misura di

Dettagli

CONTRATTO TRA PARTNER DI CANALE INDIRETTO - v. EM EA. 2 5. 0 4. 0 7 Pe r r e g i s t r a r s i c o m e Pa r t n e r d i Ca n a l e In d i r e t t o ( In d i r e c t Ch a n n e l Pa r t n e r ) d i Ci s

Dettagli

Modelli equivalenti del BJT

Modelli equivalenti del BJT Modll ulnt dl JT Pr lo studo dll pplczon crcutl dl JT, s è rso opportuno formulr d modll ulnt dl dsposto ch srssro rpprsntr n modo connnt l suo comportmnto ll ntrno d crcut. A scond dl tpo d pplczon (mplfczon

Dettagli

ELEMENTI SPECIALI DI FINIZIONE PER PAVIMENTAZIONI STRADALI. e e. e e

ELEMENTI SPECIALI DI FINIZIONE PER PAVIMENTAZIONI STRADALI. e e. e e ELEMENTI SPECIALI DI FINIZIONE PER PAVIMENTAZIONI STRADALI l l Elmnti spciali Curvi a scivolo pr rotond rotatori. pavimntaz zioni lastr cordoli stradali roto ond cubtti ciottoli rivstimnti fontan scal

Dettagli

WOW! QUELLO CHE CONTA IN UNA PORTA SCORREVOLE A SCOMPARSA È PROPRIO QUELLO CHE NON SI VEDE! LAVORARE BENE CONVIENE

WOW! QUELLO CHE CONTA IN UNA PORTA SCORREVOLE A SCOMPARSA È PROPRIO QUELLO CHE NON SI VEDE! LAVORARE BENE CONVIENE WOW! QUELLO CHE CONTA IN UNA PORTA SCORREVOLE A SCOMPARSA È PROPRIO QUELLO CHE NON SI VEDE! LAVORARE BENE CONVIENE I VANTAGGI ECLISSE PER UN INSTALLAZIONE PERFETTA I controtelai Eclisse si distinguono

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO Silver Line/Green Line 6 x10 315x193x203cm / 124 x76 x80 Itlin - 67868 Customer help nd support line: 00-39-0535-26090 IMPORTANTE Si invit leggere ttentmente le seguenti istruzioni

Dettagli

Informatica 3. Informatica 3. LEZIONE 25: Algoritmi sui grafi. Lezione 25 - Modulo 1. Problema. Notazioni per il percorso più breve

Informatica 3. Informatica 3. LEZIONE 25: Algoritmi sui grafi. Lezione 25 - Modulo 1. Problema. Notazioni per il percorso più breve Informti Informti LZION : lgoritmi sui grfi Lzion - Moulo Moulo : Prolm l prorso più rv Moulo : Spnning tr osto minimo Prolm l prorso più rv Politnio i Milno - Prof. Sr omi Politnio i Milno - Prof. Sr

Dettagli

Lettera 32. Lettera 32. Sistema Ufficio. Sistema Ufficio

Lettera 32. Lettera 32. Sistema Ufficio. Sistema Ufficio Lttra 32 Sistma Ufficio INDUSTRIE VALENTINI SPA via Rigoltto 27-47900 Rimini Tl. +39 0541 368888 - Fax +39 0541 774233 www.valntini.com Lttra 32 Sistma Ufficio L 2 3 a r t t inif, l nzia nano s s bi gn

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

e una funzione g ε S f tali che = sup g : g S f tale che h ε f < ε/2; analogamente, per

e una funzione g ε S f tali che = sup g : g S f tale che h ε f < ε/2; analogamente, per C.13 ntgrl di Rimnn Prmttimo il sgunt risultto. Lmm C.13.1 Si f un funzion limitt su = [, b]. Allor f è intgrbil s solo s pr ogni ε > 0 sistono un funzion h ε S + f un funzion g ε S f tli h h ε g ε < ε.

Dettagli

parabola curva coniche cono piano parallelo generatrice

parabola curva coniche cono piano parallelo generatrice LA ARABOLA L rol è un urv molto imortnte e lle moltelii rorietà. Ess er onosiut i Grei (Aollonio e Arhimee II e III seolo.c.). Aollonio er rimo, in un fmoso trttto, sorì he l rol f rte i un lsse iù generle

Dettagli

test Di chimica per l accesso alle Facoltà UNiVersitarie

test Di chimica per l accesso alle Facoltà UNiVersitarie tst i himia pr l asso all Faoltà UNiVrsitari il sistma priodio dgli lmnti il sistma priodio dgli lmnti 1. indiar qual di sgunti lmnti NoN è di transizion: a F zn as Cu Cr (Mdiina Chirurgia 2005) 2. indiar

Dettagli

47 BUSBAR SISTEMI DI DISTRIBUZIONE PER QUADRI

47 BUSBAR SISTEMI DI DISTRIBUZIONE PER QUADRI GWFIX 100 - RIPARTITORE RAPIDO PER APPARECCHI MODULARI DATI TECNICI Tnsion nominl impigo (U): (V) 400.c. Tnsion nominl isolmnto (Ui): (V) 500.c. Tnsion nominl impulso (Uimp): (kv) 6-1,2/50 µs Frqunz nominl:

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

Compact-1401. Compact-1401. Listino prezzi F6 Marzo 2013 MICRON

Compact-1401. Compact-1401. Listino prezzi F6 Marzo 2013 MICRON Listino przzi F6 Marzo 013 UNI EN 1401 act-1401 UNI EN 1401 Carbonato di calcio,5 MICRON Tubi di PVC-U pr condott fognari civili d industriali costruiti scondo UNI EN 1401 GRESINTEX DALMINE RESINE Tubi

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

Totti, 37 anni da leggenda. Un monumento vivente. Scritto da Redazione Venerdì 27 Settembre 2013 08:39 - VALERIA META

Totti, 37 anni da leggenda. Un monumento vivente. Scritto da Redazione Venerdì 27 Settembre 2013 08:39 - VALERIA META 37 nni d lggnd Un monumnto vivnt Scritto d Rdzion VALERIA META Scrivrlo sull fccit Sn Pitro potv ffttivmnt smbrr irrivrnt pr qunto l omonimo inquino dl Vticno si si mostrto prson ll mno Così gli uguri

Dettagli

MOBILE CONCERTO MONOBLOCCO CON LAVABO INTEGRATO, MATERIALE CRISTALPLANT WASHBASIN STAND FURNITURE, MATERIAL CRISTALPLANT. 18cm

MOBILE CONCERTO MONOBLOCCO CON LAVABO INTEGRATO, MATERIALE CRISTALPLANT WASHBASIN STAND FURNITURE, MATERIAL CRISTALPLANT. 18cm Tutt l dimnsioni sono d considrrsi purmnt indictiv All dimnsions shll b considrd s indictiv MOBILE CONCERTO MONOBLOCCO CON LAVABO INTEGRATO, MATERIALE CRISTALPLANT WASHBASIN STAND FURNITURE, MATERIAL CRISTALPLANT

Dettagli

Qualità italiana al miglior prezzo

Qualità italiana al miglior prezzo Qualità italiana al miglior prezzo MD IN ITLY TLOGO 2017 www.forgiafer.com D 25 NNI FORGIFR H INSTLLTO IN UROP 35.000 NLLI 700 KM DI RINZIONI TRDIZION SIURZZ Qui ritratto nel 1991 seguito dal Maestro ldo

Dettagli

Heating Modulis Ramp RTS

Heating Modulis Ramp RTS www.somfy.om Rf. 5066A PT ES EN DE NL FR Hting Moulis Rmp RTS 5066X00_HMR_Rmp_RTS.in 9/04/09 8::9 Gui ll instllzion Hting Moulis Rmp RTS. Introuzion 7. Avvrtnz 7. Siurzz rsponsilità 7. Instllzion 8. Contnuto

Dettagli

ALLEGATO A CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI

ALLEGATO A CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI FORNITURA, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DELLA SEGNALETICA INTERNA ED ESTERNA PER LE AZIENDE AUSL DI BOLOGNA E IMOLA, L AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI BOLOGNA E L ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI ALLEGATO

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

Informatica II. Capitolo 5. Alberi. E' una generalizzazione della struttura sequenza

Informatica II. Capitolo 5. Alberi. E' una generalizzazione della struttura sequenza Alri Informtic II Cpitolo 5 Alri E' un gnrlizzzion dll struttur squnz Si rilss il rquisito di linrità: ogni lmnto (nodo) h un solo prdcssor m può vr più succssori. Il numro di succssori (figli) può ssr

Dettagli

Bar Pasticceria Gelateria

Bar Pasticceria Gelateria Br Pstiri Gltri BRETELLE FASHION STREET Un st lgnt, prtio trny. Lo stil inononiil ll rtll ll ultim mo in tssuto nim rsistnt ll lt prstzioni pr un shion strt inimitil. Un look qullo ll rtll inroit sull

Dettagli

1. UNA PARTE DI DENTE MANCANTE IN CUI E' ANCORA PRESENTE LA RADICE DEL DENTE. IN TAL CASO LA PROTESI PRENDE IL NOME DI CORONA.

1. UNA PARTE DI DENTE MANCANTE IN CUI E' ANCORA PRESENTE LA RADICE DEL DENTE. IN TAL CASO LA PROTESI PRENDE IL NOME DI CORONA. PROTESI - www.stuopaololonar.it LA PROTESI SI PREFIGGE DI SOSTITUIRE: 1. UNA PARTE DI DENTE MANCANTE IN CUIE' ANCORA PRESENTE LA RADICE DEL DENTE. IN TAL CASO LA PROTESI PRENDE IL NOME DICORONA. 2. SOSTITUIRE

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno...

VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria Superiore Classe Prima. Scuola... Classe... Alunno... VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE E DELLE ABILITÀ DI BASE PROVA DI MATEMATICA Suol Seonri Superiore Clsse Prim Suol..........................................................................................................................................

Dettagli

dal1994 www.tecnoinfissisrl.com

dal1994 www.tecnoinfissisrl.com dal1994 www.tecnoinfissisrl.com PERSIN STRUTTUR Intonaco I cassonetti Persianlock, sono composti da polistirene espanso auto-estinguente a cellula chiusa, armatura elettrosaldata in ferro zincato ø 4 mm

Dettagli

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti

l apparecchio dalla confezione e controllare i componenti Gui i instllzion rpi Inizio MFC-J6510DW MFC-J6710DW Lggr nzitutto l Opusolo su Siurzz rstrizioni lgli prim i onfigurr l pprhio. Quini, lggr l prsnt Gui i instllzion rpi pr onfigurr instllr orrttmnt il

Dettagli

Veneziane e tende tecniche

Veneziane e tende tecniche DECORAZIONE 04 Montre Venezine e tende tenihe 1 Gli ttrezzi LIVELLA A BOLLA RIGHELLO METRO TRAPANO VITI E TASSELLI MATITA CACCIAVITE SEGA PER METALLO TAGLIALAMELLE PER VENEZIANE FORBICI PER TENDE A RULLO

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

Chiavi grezze Serrature per fasce Elettroserrature per fasce Serrature di sicurezza per fasce Elettroserrature di sicurezza per fasce Serrature a

Chiavi grezze Serrature per fasce Elettroserrature per fasce Serrature di sicurezza per fasce Elettroserrature di sicurezza per fasce Serrature a Chiavi grezze Serrature per fasce lettroserrature per fasce Serrature di sicurezza per fasce lettroserrature di sicurezza per fasce Serrature a doppia mappa per fasce lettroserrature a doppia mappa per

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

ELABORAZIONE di DATI SPERIMENTALI

ELABORAZIONE di DATI SPERIMENTALI ELABORAZIONE DATI SPERIMENTALI Prof. Giovnn CATANIA Prof. Rit DONATI Dr. Tibrio T DI CORCIA L stribuzion norml o gusn com modlità borzion dti sprimntli qtittivmnt numro I N T R O D U Z I O N E Un Un dll

Dettagli

j Verso la scuola superiore Geometria euclidea e analitica

j Verso la scuola superiore Geometria euclidea e analitica j rso l suol suprior Gomtri uli nliti Ossrv l spzzt stilisi quli ll sgunti rmzioni sono vr quli ls. B D G E B è onsutivo B. DE è onsutivo G. B è onsutivo D. B è int D. B è onsutivo D. E è onsutivo G. Il

Dettagli

Trasformazioni geometriche +sometrie Omotetia e similitudine Teoremi di Euclide e teorema di Talete

Trasformazioni geometriche +sometrie Omotetia e similitudine Teoremi di Euclide e teorema di Talete Trsormzioni gomtrih +somtri Omotti similituin Tormi i Euli torm i Tlt +somtri Stilisi s l sgunti rmzioni sono vr o ls. SEZ. N g h i l pplino un isomtri un igur, ss si orm. L simmtri ntrl è un prtiolr rotzion.

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LETTO ARMADIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LETTO ARMADIO STRUZON MONTGGO LTTO RMO WWW.MNLX.T STRUZON MONTGGO MTRL ONTNUTO STOL RRMNT UTNSL PR L MONTGGO (non presenti nella confezione) Nr. 1 RUGOL RT TSTT GROLTTO RRMNT Nr. 24 Nr. 36 Nr. 12 Nr. 12 TL TG R 6 X15

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Complementi al fabbricato

Complementi al fabbricato omplementi al fabbricato nta singola per laterizio Legenda = larghezza luce netta = altezza luce netta = larghezza telaio = altezza telaio = larghezza cassonetto F= spessore del cassonetto G= spazio sede

Dettagli

CHIARA ZUCCHELLI. Florenzi, arriva il premio: contratto fino al 2016 e stipendio aumentato. Scritto da Redazione Giovedì 04 Ottobre 2012 07:31 -

CHIARA ZUCCHELLI. Florenzi, arriva il premio: contratto fino al 2016 e stipendio aumentato. Scritto da Redazione Giovedì 04 Ottobre 2012 07:31 - Flornzi rriv il prmio: contrtto fino l 2016 stipno umntto CHIARA ZUCCHELLI Il prmio più mritto rrivto Com nnuncito si d Sbtini si dl suo gnt Alssndro Lucci rrivto il rinnovo dl contrtto Alssndro Flornzi

Dettagli

Blocchi cilindro ad alte prestazioni

Blocchi cilindro ad alte prestazioni Blohi ilinro lt prstzioni BLOCCHI CILINDRO AD ALTE PRETAZIONI Attrzztur AGINT.r.l. 20099 sto. Giovnni (MI) - Vi Crui, 221/50 tl. 02.22472442 - x: 02.22472834 http://www.int.om - E-mil: ino@int.om Ci risrvimo

Dettagli

SPOSTAMENTO E RETTIFICA DI CONFINE

SPOSTAMENTO E RETTIFICA DI CONFINE SPOSEO E REIFI I OFIE Lo SPOSEO si qundo un confin ià rttilino vin sostituito con un ltro smpr rttilino L REIFI si qundo un confin polionl o curvilino vin sostituito con un ltro rttilino. SPOSEO REIFI

Dettagli

170 FOSSE BIOLOGICHE E SETTICHE

170 FOSSE BIOLOGICHE E SETTICHE 170 FOSS BIOLOGICH STTICH Schede tecniche illustrative e di montaggio disponibili sul sito internet www.emic.it LGNDA TCNICO DSCRITTIVA RIF. dal 170.010 al 170.055 dal 170.060 al 170.100 dal 170.110 al

Dettagli

Vettori - Definizione

Vettori - Definizione Vettori - Definizione z Verso Origine Modulo Direzione V y Form geometri x Form nliti Un vettore è un ente geometrio definito d: - Direzione: rett sull qule gie il vettore, he ne indi l orientmento nello

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

252,5 2 MANICOTTI 1/2" 4 RIVETTI M5 2 RIVETTI M ,5 12,5 2,5 Ø 250 F 1:1 402,5 4 RIVETTI M8 2,5 G 1:1 4 FORI M20 PER GOLFARI 481.

252,5 2 MANICOTTI 1/2 4 RIVETTI M5 2 RIVETTI M ,5 12,5 2,5 Ø 250 F 1:1 402,5 4 RIVETTI M8 2,5 G 1:1 4 FORI M20 PER GOLFARI 481. 0, 0 9, 8, 7, 0 8 Ø 0 8 80, Ø 0 80 8 9 0, 8, 0 8,, 8 Ø 70 8, 7 m /h 9 9.7 L ISPOSIZION LL LMIR TRN ' L STSS PR TUTT L VRSIONI LL MH TUTT L MISUR LRI SONO mm L MISUR NOLRI SONO 0 7.9,.79 0 L ISPOSIZION

Dettagli

ANALISI STRUTTURALE sistema STRUTTURA STRUTTURA. I modelli meccanici possono suddividersi in: MODELLI CONTINUI. STRUTTURA = modello meccanico

ANALISI STRUTTURALE sistema STRUTTURA STRUTTURA. I modelli meccanici possono suddividersi in: MODELLI CONTINUI. STRUTTURA = modello meccanico AZIONI ANALISI STRUTTURALE sistma STRUTTURA STATO I modlli mccanici possono suddividrsi in: MODELLI CONTINUI Forz Coazioni STRUTTURA = modllo mccanico IDEALIZZAZIONE DELLA STRUTTURA Posizion Vlocità Acclrazion

Dettagli

Climatizzazione. Dati tecnici. Selettore di diramazione EEDIT15-200_1 BPMKS967A

Climatizzazione. Dati tecnici. Selettore di diramazione EEDIT15-200_1 BPMKS967A Climatizzazion Dati tcnici Slttor di diramazion EEDIT15-200_1 BPMKS967A INDICE BPMKS967A 1 Carattristich...................................................... 2 2 Spcifich...........................................................

Dettagli

Esercizi per il corso di Calcolatori Elettronici. svolti da Mauro IACOVIELLO & Fabio LAUDANI

Esercizi per il corso di Calcolatori Elettronici. svolti da Mauro IACOVIELLO & Fabio LAUDANI Eserizi per il orso i loltori Elettronii svolti Muro OVELLO & Fio LUDN Prte seon : Mhine stti finiti ESERZO : Mhin i Mely Si t l seguente mhin i Mely, sintetizzre un iruito he l implementi, utilizzno un

Dettagli

PER MURATURA. collezione LEGGERA ISTRUZIONI POSA NUCLEO LEGENDA COLORI : LASTRA IN CARTONGESSO INTONACO FINITURA- STUCCO DI RASATURA VETRO

PER MURATURA. collezione LEGGERA ISTRUZIONI POSA NUCLEO LEGENDA COLORI : LASTRA IN CARTONGESSO INTONACO FINITURA- STUCCO DI RASATURA VETRO ISTRUZIONI POSA NUCLEO PER MURATURA LEGENDA COLORI : SCHIUMA-SILICONE FALSOTELAIO COMPENSO COPRIFILO ANTA-STIPITE-COPRIFILO E ACCESSORI MURO RIVESTIMENTI IN MARMO O CERAMICA LASTRA IN CARTONGESSO INTONACO

Dettagli

Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona

Minimizzazione degli Stati in una Rete Sequenziale Sincrona Minimizzzion gli Stti in un Rt Squnzil Sinron Murizio Plsi Murizio Plsi 1 Sintsi i Rti Squnzili Sinron Il proimnto gnrl i sintsi si svolg ni sgunti pssi: 1. Rlizzzion l igrmm gli stti prtir ll spifih l

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

IL TELAIO IN ALLUMINIO BATTENTE

IL TELAIO IN ALLUMINIO BATTENTE IL TELAIO IN ALLUMINIO BATTENTE 1 4 1. Durevole nel tempo e pitturabile. Il telaio in alluminio è prima sottoposto ad un trattamento di fosfatazione contro l ossidazione, poi viene rivestito con primer

Dettagli

Manuale d'installazione

Manuale d'installazione Mnul 'instllzion Atttor LAN Dikin Althrm BRP069A6 BRP069A6 Mnul 'instllzion Atttor LAN Dikin Althrm Itlino Sommrio Sommrio Not rltiv ll oumntzion. Informzioni su qusto oumnto... Not rltiv l prootto Informzioni

Dettagli

Accessori dei GENERATORI di VAPORE. Valvola di sicurezza a molla 3

Accessori dei GENERATORI di VAPORE. Valvola di sicurezza a molla 3 Corso di IMPIEGO INDUSTRIALE dll ENERGIA L nrgi, fonti, trsforzioni i d si finli Ipinti por I gnrtori di por Ipinti trbogs Cicli cobinti cognrzion Il rcto dll nrgi 1 Corso di IMPIEGO INDUSTRIALE dll ENERGIA

Dettagli

a è detta PARTE LETTERALE

a è detta PARTE LETTERALE I MONOMI Si die MONOMIO un espressione letterle in ui le unihe operzioni presenti sino il prodotto e l divisione. Esempio è detto COEFFICIENTE del monomio e è dett PARTE LETTERALE Un monomio si die ridotto

Dettagli

Capitolo 4. Le scelte del consumatore. Figura 4.2b Le curve di indifferenza impossibili. Figura 4.2a Le curve di indifferenza impossibili

Capitolo 4. Le scelte del consumatore. Figura 4.2b Le curve di indifferenza impossibili. Figura 4.2a Le curve di indifferenza impossibili Figur. L ominzioni i trni i pizz h Lis potr utilizzr () Cpitolo L slt l onsumtor Z, trni i pizz Figur. L ominzioni i trni i pizz h Lis potr utilizzr () Figur. L ominzioni i trni i pizz h Lis potr utilizzr

Dettagli

AluHydro botola d ispezione

AluHydro botola d ispezione otole d ispezione OTOL D ISPZION IN RTONGSSO luhydro botola d ispezione on inserto in cartongesso adatto anche ad ambienti umidi Da montare a controsoffitto, parete e controparete con chiusure a scatto

Dettagli

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI Dal libro di tsto Zinkiwicz Taylor, Capitolo 14 pag. 398 Il mtodo dgli lmnti finiti fornisc una soluzion approssimata dl problma lastico; tal approssimazion driva non dall avr discrtizzato il dominio in

Dettagli