2iT S.R.L. insurancestag BROKER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2iT S.R.L. insurancestag BROKER"

Transcript

1 2iT S.R.L. insurancestag BROKER BIZ PLAN SINTETICO pag 1 di 23

2 ATTENZIONE: tutti i diritti sul presente documento sono riservati ed ogni copia o ritrasmissione, anche parziale, è severamente vietata. pag 2 di 23

3 INDICE DEI CONTENUTI a. PREMESSA b. L IDEA DI BUSINESS c. L'ANALISI DEL MERCATO IN PILLOLE d. LA 2iT S.R.L. insurancestag BROKER 1. il metodo 2iT S.R.L. 2. lo schema operativo 3. la mission aziendale 4. i valori guida 5. il mercato di riferimento 6. l area geografica di attività 7. i servizi di start up 8. le sedi 9. la struttura societaria di 2iT S.R.L. e la compagine sociale e. IL COMPANY PROFILE f. I SERVIZI g. LE PERSONE 2iT pag 3 di 23

4 ATTENZIONE: tutti i diritti sul presente documento sono riservati ed ogni copia o ritrasmissione, anche parziale, è severamente vietata. pag 4 di 23

5 a. PREMESSA Con la definizione God s view (visuale di Dio) si intende normalmente definire la capacità di valutare un idea sia nella sua proiezione spaziale che in quella temporale. La God s view è quella che il presente documento cerca di evocare nell intento di inquadrare il piano industriale e di definire l insieme di attività che la società 2iT S.R.L. intende porre in atto. La società 2iT S.R.L. è un Broker assicurativo e si pone quale partner operativo per gli Intermediari Wholesale, le Agenzie di medie dimensioni, gli altri Broker e le Imprese Assicuratrici che vogliono aumentare il loro potenziale di penetrazione nel Nord Est, cioè in una delle aree a maggior valore aggiunto del nostro Paese. 2iT S.R.L. raggiunge la clientela direttamente nella sua area produttiva e nella sua abitazione, agli orari e nei giorni che il Cliente comunica, e per mezzo di sistemi basati sul web interagisce in tempo reale con le esigenze raccolte, potendo scegliere, comparare, preventivare e presentare i contenuti delle varie tipologie di copertura del rischio ricercate dal Cliente. La clientela del data base aziendale viene sempre ricontattata in tempi successivi per essere continuamente aggiornata ed informata sulle sue coperture in modo da consolidare il rapporto fiduciario instaurato con il Consulente Account della società. 2iT S.R.L. si è dotata di un Codice Etico che prevede specifici comportamenti propri e dei suoi Account non solo in chiave interna, ma sopratutto, anche nei confronti dei terzi sia Clienti che fornitori. Il nostro Codie Etico sicuramente offre una ulteriore garanzia di trasparenza operativa. Le tecniche di cross sell di portafoglio mirate ad una rivalorizzazione di breve termine (una prassi assicurativa molto praticata), senza un vero miglioramento delle garanzie e dei costi per il Cliente, che in ultima analisi abbassano l'indice di affidabilità dell'intermediario senza qualificarlo, non vengono pertanto utilizzate dalla nostra società. 2iT S.R.L. instaura e consolida i rapporti in una logica di costruzione del valore condivisa e proiettata nel tempo. pag 5 di 23

6 b. L IDEA DI BUSINESS L idea di business è semplice ed essenziale, incentrata non solo su considerazioni di costo beneficio, ma anche: 1. sulla ricerca di un'alta qualità del servizio fornito ai Clienti contraenti le coperture dei rischi collocate dalla società, 2. sulla capacità di intervento effettivo in spazi del mercato assicurativo sia B2B (BUSINESS to BUSINESS) che B2C (BUSINESS to CONSUMER) attualmente presidiati in modo troppo convenzionale dai player presenti. 2iT S.R.L. è uno dei primi Broker nel nostro Paese a fornire prestazioni per la clientela Persona Fisica oltre che societaria, e, in qualità di Broker Retail crede che in questo spazio di mercato siano presenti molte aree di possibile intervento. Si registra infatti una crescente richiesta di consulenza anche ai livelli mass market e si crede che, con le dovute capacità, questa esigenza possa venire intercettata e trasformata in valore aggiunto per il posizionamento della società. La consulenza assicurativa fornita in chiave retail aumenta i margini reddituali del Broker e si presta a fornire la clientela di migliori coperture e di tutele crescenti quando si dovessero verificare i sinistri. L'area di intervento nella quale la società si concentra quindi, è quella distributivo commerciale sia per i servizi di natura assicurativa, che per i servizi avanzati di intermediazione di prodotti strutturati che necessitano di essere interpretati per i loro contenuti sofisticati, e veicolati poi in modo corretto, e non solo commercialmente, sul mercato aziendale e retail. Strumentale a questa operatività è la capacità di creare e gestire una rete di Consulenti assicurativi basata su criteri formativi e relazionali mirati a produrre un basso turn over della rete stessa, e tali da determinare un differenziale positivo rispetto allo standard medio presente sul mercato. La capacità di fare rete in qualità e peculiarità è quindi oggetto di core business e crea valore aggiunto tramite la fornitura di prestazioni B2B ad altri Intermediari assicurativi e alle Compagnie. pag 6 di 23

7 c. L'ANALISI DEL MERCATO IN PILLOLE Il mercato assicurativo italiano è caratterizzato da una serie storica di crescita con derivata a bassa inclinazione, caratterizzata da un flesso a cavallo dei primi anni duemila. L'analisi sistemica dello stato del mercato assicurativo degli ultimi 25 anni evidenzia una serie importante di fattori di cui tener conto che sono sia di natura legislativa e strutturale, sia di natura prettamente commerciale. Da un punto di vista legislativo si sta transitando verso una regolamentazione di principio improntata su quella europea, e quindi intrinsecamente più favorevole al cliente consumatore, e mirata ad abbassare lo squilibrio normativo in essere a favore dei soggetti giuridici conformati come compagnie di assicurazione. Questo sta impattando, ed impatterà sempre più, sulle modalità di commercializzazione e veicolazione delle polizze assicurative nel prossimo futuro. Ci si attende una riduzione dei margini operativi lordi e si ritiene plausibile la costruzione di prodotti flessibili e strutturalmente semplificati che abbassino la lavorazione delle pratiche nel back office e che contengano margini compensativi intrinsechi, in analogia a quanto è accaduto negli ultimi anni per l'offerta dei prodotti bancari. Dal punto di vista commerciale, si imporranno nuove strategie di pricing, di servizio correlato ed accessorio, di commercializzazione del prodotto. Assumeranno importanza crescente le capacità green, cioè di dispensare prodotti a basso contenuto cartaceo, e le capacità on spot, cioè la possibilità di fare pricing e proiezioni immediate al cliente tramite tecnologia wireless e a casa sua. Nel mercato italiano la caratterizzazione dei player è piuttosto concentrata su alcune tipicizzazioni: i player italiani con forte radicamento territoriale e dimensionalmente significativi, con marchi importanti e riconoscibili, caratterizzati da eventi di fusione ed incorporazione societaria; i player originanti da primarie compagnie straniere caratterizzati da una forte dinamicità derivante da portafogli costruiti su tecniche commerciali originariamente multilevel, sviluppate a partire dagli anni novanta e utilizzate fino a pochi anni fa; i player di dimensioni più contenute a forte vocazione di crescita e germinati da compagnie straniere, con prodotti e una distribuzione commerciale ancora in via di sviluppo. Si registra nell'ultimo ventennio, parimenti, la scomparsa di molte piccole compagnie italiane che, sia per eccessiva specializzazione di prodotto, che per distrazioni importanti nel modello di business, sono state via via assorbite da altre società. La caratterizzazione a blocchi dei player è riscontrabile anche in alcune caratteristiche recessive dei portafogli e da comuni debolezze originanti dai modelli di business estremamente classici e conservatori, poco adatti ad aggredire il mercato attuale che richiede servizi più che prodotti. Il risultato finale ad oggi, è una saturazione del potenziale di mercato domestico ancora bassa, che indica chiaramente che nuovi modelli di crescita sarebbero richiesti e potrebbero produrre risultati apprezzabili. La percezione della clientela negativa e distorta che si manifesta in ogni studio e sondaggio relativamente alle compagnie assicurative, risente sia dei fattori di discrasia diciamo agenziali che delle irregolarità passate presenti nella vendita multilevel del recente passato e ancora presenti, seppur in forma camuffata, in molte strutture commerciali. Per molte compagnie, l'efficienza procedurale scarsa degli uffici centrali e territoriali che processano gli eventi di sinistro e che determinano la tempistica media di lavoro sulle pratiche fanno poi il resto, abbassando fortemente la qualità del servizio percepita dal cliente. pag 7 di 23

8 d. LA 2iT S.R.L. insurancestag BROKER 1. IL METODO 2iT S.R.L. La società, valutato questo scenario complessivo, si propone quindi quale partner operativo sul fronte dell'operatività territoriale diretta a supporto di una forma evoluta dell'intermediario tradizionale e del Broker Wholesale, identificando negli spazi di inefficienza esistenti nei soggetti principali della catena della produzione assicurativa, la propria area d'intervento. Si ritiene infatti che questo specifico spot del mercato stia la chiave di volta per intraprendere quelle azioni graduali di risanamento dei portafogli che partendo dalle realtà locali, potrebbe poi assumere una rilevanza di contesto. La struttura di Consulenti assicurativi iscritti come Intermediari alla sezione E del R.U.I. facenti capo alla società 2iT.S.R.L. e già esperti e formati, viene orientata specificamente sui coperture di rischio mirate con l'obiettivo di lavorare sui portafogli in scadenza e può essere anche rivolta allo sviluppo di unità operative locali. Il Consulente Account itinerante è infatti il soggetto relazionale determinante per la percezione di un miglior servizio da parte della clientela, si muove nei tempi, con gli orari e nei luoghi che la clientela desidera, instaura rapporti interpersonali ottimi e basati sulla fiduciarietà, seguendo l'impronta ormai desueta della figura professionale del vecchio agente come era prima dell'introduzione dell'obbligo della RC auto per legge. 2iT S.R.L. ritiene che con questo approccio rispettoso della tradizione assicurativa migliore, evoluta e attualizzata con le richieste del mercato, renda possibile riavvicinare la clientela dormiente e ora identificata solo da dati anagrafici privi di contorno specifico, sia a livello aziendale, soprattutto le PMI, che privato. 2iT S.R.L. riporta il valore del servizio nella fase commerciale per estendere le prestazioni del Broker anche a quei soggetti che storicamente non hanno beneficiato di queste capacità. Si ritiene anche che tale approccio consenta di proporre alla clientela prodotti strutturati complessi o più costosi, essendo più capillare la capacità di intercettare tipologie differenziate di clientela, quale quella dotata dei livelli più alti di maturità finanziario-assicurativa. Questa clientela premium è fortemente presente nel Nord Italia e la capacità di intercettarla è maggiore per le strutture come quella di 2iT S.R.L., che pongono l'obiettivo qualità al di sopra della semplice vendita spot. Parlando di insurance allocation per una clientela retail, il ramo vita/previdenza da sempre non facente parte delle prestazioni fornite dai Broker, è considerata un target primario, in particolare se correlato al pianeta famiglia, e quindi indirizzato alle coperture di rischio dei rami danni alla casa e ai beni, che, per effetto di trascinamento comportano una serie di possibilità commerciali su tutti i rami elementari ed i relativi spazi di revenues. E' quindi evidente che si vanno a focalizzare ed aggregare le intenzioni di salvaguardia sia affettiva che economica dell'imprenditore, del cittadino e del nucleo familiare medio italiano. Si ritiene che il capire queste intenzioni sia la chiave d accesso per la realizzazione di un potenziale commerciale importante. Si mira quindi a mettere a disposizione del cliente finale una serie di strumenti che traducono le sue intenzioni in sicurezze, rendendo ad esempio l'azienda e l abitazione (intesa nella sua accezione più ampia): accessibile e sicura, disponibile e completa, realizzante e non fonte di preoccupazioni o di dubbi per il futuro. pag 8 di 23

9 Si vuole cioè rendere il cliente libero dai problemi di responsabilità verso terzi, verso i dipendenti ed i familiari con coperture su tutta la sfera della sua vita, professionale e privata, in poche parole: si mira a renderlo soggetto di differenziati strumenti assicurativi presentati in una chiave di servizio. La fase operativa commerciale adotta una visione centrata sul Cliente, gestito in modo professionale e nel tempo, in definitiva molto più remunerativo di un Cliente semplicemente fornito, o servito una tantum. La formazione dei consulenti Account è quindi mirata non sui prodotti specifici, ma sulle modalità di costruzione di un rapporto fiduciario da sviluppare e consolidare nel tempo fra Cliente e Consulente assicurativo. Semplificando in modo comparato il metodo client driven con un esempio basato su di un capofamiglia che desidera assicurare l'immobile di residenza del suo nucleo familiare: A. AGENZA ASSICURATIVA TRADIZIONALE CHI SI MUOVE: il Cliente TGT VENDITA: medio basso QUALITA' PERCEPITA: dipendente dall'agente, in media BASSA POSSIBILITÀ POST SELLING: BASSA Il Cliente esprime un livello di soddisfazione medio basso, più dipendente dalla sua conoscenza pregressa con l'agente che con la soddisfazione della sua esigenze. B. 2iT S.R.L. CON I SUOI ACCOUNT CHI SI MUOVE: TARGET VENDITA: QUALITA' del SERVIZIO POSSIBILITÀ POST SELLING RIFERIMENTO PER IL CLIENTE: il Consulente Account molto alto ed incrociato su più prodotti mediamente ALTA MOLTO ALTA il BROKER Il Cliente esprime un livello di soddisfazione buono - ottimo, correlato alla sensazione di aver coperto adeguatamente le sue esigenze. E' presente la consapevolezza che qualcuno conosce le sua specifica situazione e tornerà, se necessario, da lui pronto a fornire assistenza ulteriore. La percezione del costo assicurativo è diluita nel servizio e tende a rendere il Cliente più recettivo delle ulteriori possibilità di copertura per la sua situazione globale. In questo modello di intervento la fase di post vendita non è quindi più accessoria al business, ma ne è parte integrante e funzionale. pag 9 di 23

10 Dal punto di vista dei confini operativi, la società sviluppa competenze e una capacità basate su 2 livelli distinti di business: I. livello B2C si raggiunge direttamente l utente attraverso una capacità commerciale propria ed un marchio immagine coordinata. Questo piano esploita le dinamiche di rete vendita e di marketing associato cosi come concepite in-house. Esso prevede inoltre l acquisizione di tutte le strumentalità e le capacità operativo funzionali idonee a realizzarlo nel quadro programmatico delineato. La società 2iT S.R.L. operando con iscrizione alla seziona B del R.U.I. e tramite collaboratori iscritti alla sezione E, presidia in modo professionale il mercato retail mai prima presidiato da un BROKER e quello aziendale tipico del profilo operativo di questa tipologia di intermediario. II. livello B2B nel quale si producono servizi destinati a migliorare l offerta al Cliente finale effettuata dagli Intermediari assicurativi tradizionali presenti sul mercato con uffici sparsi sul territorio. In questa area si prevede una operatività di enanching del portafoglio e la rivisitazione del portafoglio Clienti attivo al fine di aumentare la redditività pro capite media dello stesso ed aumentare il volume d'affari tramite una ottimizzazione del portafoglio e uno sviluppo capillare dell'area. La capacità/qualità di prodotto fornita dagli Intermediari Broker Wholesale e dagli Assicuratori viene espressa ad un potenziale più alto che remunera meglio gli investimenti pubblicitari e di rete effettuati. La società 2iT S.R.L. è espressamente mirata ad occupare questo spazio di mercato in un'ottica B2B che aumenta il valore dei contratti in portafoglio, prevede un intervento selettivo e a scadenza. I Consulenti Account formati in house e dotati di esperienza pluriennale nel settore, nonché di clientela propria, divengono il mezzo attraverso cui le strategie operative B2B e B2C si integrano. pag 10 di 23

11 2. LO SCHEMA OPERATIVO Il progetto operativo si può delineare come un rombo nel quale la società rappresenta la capacità di unire la domanda con l offerta in modo non tradizionale e mirato sul cliente finale, con la sua capacità di analisi dei rischi e di collocamento degli stessi presso le fabbriche prodotto. Nel rombo sono raffigurate tutte le aree in cui 2iT S.R.L. può intervenire fornendo garanzie per il trasferimento dei rischi e nelle quali sono possibili le sue prestazione di preparazione delle coperture in forma di pacchetti mirati per la Clientela. 2iT S.R.L. CASA LAVORO TEMPO LIBERO TITOLARI AZIENDA DIPENDENTI rami danni rami vita e previdenza CLIENTE AZIENDA - PMI - ATTIVITA' COMMERCIALE - RETAIL La società 2iT S.R.L. si pone come obiettivo la capacità di mediare fra le esigenze e le aspettative del Cliente e pianifica le esigenze future in modo da realizzare il massimo match fra prestazione e qualità del servizio / redditività della posizione. Si mira a connettere le esigenze e ad essere sviluppatori di offerta, in modo non solo di reagire alle richieste, ma di essere generatori di esigenze attraverso la capacità di proporre la rete commerciale quale interlocutore proattivo al Cliente. In questa direzione si sviluppa la collaborazione con società prodotto e altri Intermediari Wholesale in modo da poter gestire anche gli inevitabili cambiamenti che si presentino durante la vita produttiva della Persona e dell'azienda, che sono e debbono rimanere Clienti acquisiti e soddisfatti. pag 11 di 23

12 3. I VALORI GUIDA Miglioramento progressivo e costante delle prestazioni e delle relazioni a seguito di processi di analisi applicativa dei principi di quality control. Principio di aderenza al criterio di responsabilità verso tutte le controparti. Coinvolgimento della struttura dei Consulenti attraverso strumenti partecipativi nella società e vettoramento dei valori guida attraverso gli obiettivi della mission aziendale implementati dal Codice Etico. Ricerca e verifica continua delle esigenze espresse dal mercato al fine di rispondere ad esigenze reali e non solo commerciali. Affidabilità ed efficienza nelle relazioni con le Compagnie assicurative e la clientela. Crescita della rete commerciale con continua formazione e qualifica del personale al fine di fornire una identità condivisa e peculiare. 4. LA MISSION AZIENDALE Essere una organizzazione in grado di adattarsi alle rapide e sofisticate richieste del mercato in fatto di capacità di commercializzare servizi sia attraverso l impiego di prodotti finanziarioassicurativi classici che evoluti. Collocare la crescita della società nell alveo di un modello aziendale strutturato sulla qualità. L efficienza e l efficacia perseguite su tutto il fronte relazionale sia interno che esterno alla società. Essere un incubatore di idee che definisce e stabilisce nuovi standard operativi e di prodotto, individuando e sviluppando tutti gli spazi offerti dai disallineamenti del mercato e non occupati adeguatamente dalle organizzazioni presenti nella società. 5. IL MERCATO DI RIFERIMENTO Sia per il piano B2B che per quello B2C, è quello assicurativo nelle sue asimmetrie operative e reddituali per gli operatori. 6. L AREA GEOGRAFICA DI ATTIVITA E il territorio nazionale, con una start up localizzata per tipologia della rete di consulenti nel Nord Est dell'italia (Veneto Friuli). 7. SERVIZI DI START UP Sono principalmente basati su:. rami elementari e servizi collaterali per l'azienda. polizze strutturate a copertura integrata assemblate da 2iT S.R.L.. ramo vita e previdenza per le Persone e le Aziende pag 12 di 23

13 8. LE SEDI La società ha sede legale e amministrativa in Treviso ed 1 sede logistica in Treviso centro ove conserva anche l'archivio cartaceo, ma utilizza prevalentemente quali sedi operative gli spazi dedicati negli uffici dei propri partner commerciali, sia Agenti che altri Broker. La 2iT S.R.L. è atipica in questo aspetto, non coniuga la usuale tradizione degli alti costi fissi con la rappresentatività formale di fronte al Cliente e ai terzi in genere, ritenendo tale modalità non più adeguata al mercato attuale e fortemente depressiva dei margini operativi da core business. La società investe nei suoi Consulenti Account, considera il muoversi verso il Cliente (in tutti i sensi) come la sua reale vocazione da tradurre in modalità operativa e tecnica. 9. LA STRUTTURA SOCIETARIA DI 2IT S.R.L. e LA COMPAGINE SOCIALE Si presuppone che: a. le quote societarie conferiscono diritti di voto ai sensi di legge. b. la fase di start up prevede un Amministratore Unico per ottimizzare le facoltà e le tempistiche decisionali. Il consiglio di amministrazione e lo steering comittee della società potranno essere adottati a partire dal terzo anno. I soci della società sono 2 persone fisiche: soci quote % 1. socio A 51 % 2. socio B 49 % Il socio B di minoranza, è l'amministratore Unico, in una logica di bilanciamento dei poteri tra organo amministrativo ed Assemblea dei soci. Sintesi delle caratteristiche attuali della società SOCI FONDATORI: 2 TIPO DI SOCIETA : TIPO DI DIRITTO: di Capitale, a Responsabilità Limitata Italiano CAPITALE NOMINALE: COLLEGIO SINDACALE: DELIBERE ASSEMBLEA SOCI: CLAUSOLA DI GRADIMENTO: CLAUSOLA DI PRELAZIONE: NO 75% minimo del capitale SI SI pag 13 di 23

14 e. IL COMPANY PROFILE La 2iT s.r.l. Broker è un operatore in ambito assicurativo che agisce c o m e v e i c o l o strutturato nel fornire prestazioni a tutela dei rischi e a protezione del patrimonio. Opera per le esigenze della Famiglia e della Persona, delle Aziende e dei loro titolari, dirigenti e collaboratori. L attività di core business è quella di Broker assicurativo per il trasferimento dei rischi tramite una struttura di Consulenti selezionati, formati e gestiti direttamente dalla società e regolarmente iscritti al Registro Unico degli Intermediari assicurativi alla sezione E. L attività di Arranger e Consulente assicurativo viene svolta a favore di altri Intermediari ed imprese operanti nel settore, quali le Compagnie assicurative, gli Agenti ed i Brokers, i distributori di prodotto. 2iT S.R.L. insurancestag ƀroker pag 14 di 23

15 La formazione in house per i propri Consulenti Account, può essere efettuata anche per conto terzi. In questo ambito, si forniscono moduli di marketing e tecnici con percorsi mirati alla formazione del personale di front line e delle strutture commerciali delle società operanti in ambito assicurativo. L attività si estende anche nell'arranging per operazioni di network enhancing and optimization, condotte a favore di fornitori di prodotto nei confronti dei loro distributori territoriali e per lo sviluppo commerciale di nuovi prodotti strutturati a contenuto assicurativo, previdenziale o di casse sanitarie. Nei confronti delle Compagnie Assicurative, la 2iT Broker agisce quale interlocutore B2B per le campagne prodotto e per il lancio di iniziative di marketing commerciale sui distributori d'area, risolvendo le situazioni di criticità emergenti nei rapporti agenzia/broker - Compagnia. La società fornisce anche servizi di consulenza strategica nel settore assicurativo, analisi di processo e di prodotto. 2iT S.R.L. insurancestag ƀroker pag 15 di 23

16 f. I SERVIZI La 2iT insurances Tag è iscritta al Registro Unico degli Intermediari Assicurativi e riassicurativi (R.U.I.) al numero B della sezione B BROKER. La società fornisce le seguenti principali prestazioni in ambito B2B: Analisi degli indici di rischio dell'azienda, dei dirigenti e del personale chiave, dei macchinari e delle strutture, dei rischi ambientali e da contaminazione e propagazione Analisi degli indici di rischio dell'intermediario assicurativo Assistenza per le soluzioni assicurative dell azienda Gestione delle relazioni assicurative e interposizione di garanzia Finanza gestionale per l'intermediario assicurativo Consulenza ed Arranging per operazioni assicurative Due diligence e valutazioni societarie dell'intermediario assicurativo Riformulazione mirata di prodotti assicurativi multimarca Selezione, gestione e strutturazione delle reti commerciali Formazione degli Intermediari assicurativi e delle strutture commerciali iscritte alla sezione E del R.U.I. 2iT S.R.L. insurancestag ƀroker pag 16 di 23

17 g. LE PERSONE 2iT La società è composta da managers e consulenti assicurativi, sono le nostre Persone. E... fanno tutta la differenza. pag 17 di 23

18 pag 18 di 23

19 la partenza... Venezia, Giugno 2013 pag 19 di 23

20 I nostri convegni... Castelbrando, Follina - Settembre 2013 pag 20 di 23

21 incontro con gli avvocati dell'a.i.g.a. (Associazione Italiana dei Giovani Avvocati) pag 21 di 23

22 pag 22 di 23

23 ,...e così via... pag 23 di 23

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO IN PUBBLICA CONSULTAZIONE

OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO IN PUBBLICA CONSULTAZIONE OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO IN PUBBLICA CONSULTAZIONE Quest Associazione apprezza la decisione dell ISVAP di avviare la procedura per la revisione del regolamento n.5/2006, sull attività degli intermediari

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013

FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013 FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013 RECUPERO CREDITI L agente in attività finanziaria può svolgere l attività di ristrutturazione e recupero dei crediti? Si. L art. 128-quaterdecies del TUB

Dettagli

La valutazione della formula imprenditoriale

La valutazione della formula imprenditoriale La valutazione della formula imprenditoriale Come si apprezza e si analizza il grado di successo di un impresa A cura di : Ddr Fabio Forlani Premessa Nel governo strategico delle imprese la valutazione

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09

Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Le Formule Gestionali delle Imprese Alberghiere a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli Relazioni tra proprietà, gestione

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli