ELENCO TOTALE DELLE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELENCO TOTALE DELLE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI"

Transcript

1 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI IRRICEVIBILITA' F05 01 DATA DI RICEZIONE DELLA DOMANDE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 02 DATA RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO INTERVENTO I01 01 INTERVENTO "GRANO DURO" IN RITARDO ( art 15 I02 01 INTERVENTO "GRANO TENERO" IN RITARDO ( art 15 I03 01 INTERVENTO "MAIS" IN RITARDO ( art 15 I04 01 INTERVENTO "AVVICENDAMENTO" IN RITARDO ( art 15 I05 01 INTERVENTO "GRANO DURO DI QUALITA'" IN RITARDO ( art 15 I06 01 INTERVENTO "PIANTE PROTEICHE'" IN RITARDO ( art 15 I07 01 INTERVENTO "RISONE'" IN RITARDO ( art 15 I08 01 INTERVENTO "FRUTTA A GUSCIO NOCCIOLA" IN RITARDO ( art 15 I09 01 INTERVENTO "FRUTTA A GUSCIO MANDORLE" IN RITARDO ( art 15 I10 01 INTERVENTO "FRUTTA A GUSCIO NOCI COMUNI" IN RITARDO ( art 15 I11 01 INTERVENTO "FRUTTA A GUSCIO PISTACCHI" IN RITARDO ( art 15 I12 01 INTERVENTO "FRUTTA A GUSCIO CARRUBE" IN RITARDO ( art 15 I13 01 INTERVENTO "COLTURE ENERGETICHE" IN RITARDO ( art 15 I14 01 INTERVENTO "COLTURE ENERGETICHE- BIOGAS" IN RITARDO ( art 15 I15 01 INTERVENTO "SEMENTI CERTIFICATE" IN RITARDO ( art 15 I20 01 INTERVENTO "DESTINAZIONI PRODUTTIVE AMMISSIBILI AL REGIME DI PAGAMENTO UNICO" IN RITARDO ( art 15 I22 01 CONTRATTO COLTURE ENERGETICHE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 02 CONTRATTO COLTURE ENERGETICHE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO I23 01 CONTRATTO TABACCO: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 02 CONTRATTO TABACCO: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO I24 01 CONTRATTO BARBABIETOLA DA ZUCCHERO: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 02 CONTRATTO BARBABIETOLA DA ZUCCHERO: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO I25 01 CONTRATTO SEMENTI CERTIFICATE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 02 CONTRATTO SEMENTI CERTIFICATE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO I26 01 INTERVENTO "BARBABIETOLA IN AVVICENDAMENTO" IN RITARDO ( art 15 I27 01 INTERVENTO "TABACCO" IN RITARDO ( art 15 I28 01 INTERVENTO "BARBABIETOLA DA ZUCCHERO" IN RITARDO ( art 15 I29 01 INTERVENTO "AVVICENDAMENTO PAGABILE" IN RITARDO ( art 15 I31 1 DICHIARAZIONE DI TRASFORMAZIONE IN BIOGAS COLTURE ENERGETICHE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 2 DICHIARAZIONE DI TRASFORMAZIONE IN BIOGAS COLTURE ENERGETICHE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO Pag. 1/11

2 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI DOPPIA RICHIESTA DI AIUTO CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA' ALL'AIUTO SODDISFATTE: ELEMENTI DOMANDE CONGRUENTI INAMMISSIBILITA' DEI TITOLI I32 01 DICHIARAZIONE DI IMPEGNO COLTURE ENERGETICHE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI 02 DICHIARAZIONE DI IMPEGNO COLTURE ENERGETICHE: DATA DI RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO I34 01 INTERVENTO "POMODORO DA TRASFORMAZIONE" IN RITARDO ( art 15 I35 01 INTERVENTO "PERE DA TRASFORMAZIONE" IN RITARDO ( art 15 I36 01 INTERVENTO "PRUGNE DA TRASFORMAZIONE" IN RITARDO ( art 15 I37 01 INTERVENTO "POMODORINO " IN RITARDO ( art 15 I38 01 INTERVENTO "COLT. BIOL. DIVERSE DA POMODORINO" IN RITARDO ( art 15 I39 01 INTERVENTO "PESCHE DA TRASFORMAZIONE" IN RITARDO ( art 15 C10 01 MULTIPLA SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento della domanda F10 01 MULTIPLA SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento della domanda SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento della domanda F03 01 (INIZIALE O MODIFICA) FIRMATA F09 01 DI MODIFICA SENZA INDICAZIONE DELLA MODIFICATA M01 04 ASSENZA CONTO CORRENTE BANCARIO/BANCOPOSTA 05 CONTO CORRENTE BANCARIO/BANCOPOSTA CHIUSO 06 CONTO CORRENTE VALIDO PER IL PAGAMENTO B1 CONTO CORRENTE RESPINTO DAL SISTEMA INTERBANCARIO F49 03 ATTO AMMINISTRATIVO RICONOSCIUTO DA PARTE DEL CAA NAZIONALE INTERVENTO P63 01 PASCOLI MAGRI - RISCONTRATI IN BDN 02 PASCOLI MAGRI - MANCATO RISCONTRO DI EFFETTIVO PASCOLAMENTO 03 PASCOLI MAGRI - MANCATA DICHIARAZIONE RELATIVA AL PASCOLO MAGRO 04 PASCOLI MAGRI - UBICAZIONE DEL PASCOLO IN COMUNE LIMITROFO ALL'ALLEVAMENTO DEL SOGGETTO DICHIARATO T05 01 UBA PRESENTI IN AZIENDA < 50% UBA DEL PERIODO DI RIFERIMENTO SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento della domanda SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento della domanda SI SI SI La superficie dichiarata della particella non riscontrata SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici SI SI SI La superficie dichiarata della particella non riscontrata SI SI SI Non è possibile dare corso al pagamento dei titoli speciali, considerati non utilizzati T11 01 PRESENZA DI IMPEGNI AGROAMBIENTALI MANCATA FASCICOLO APPEZZAMENTO PX1 01 PARTICELLA IN CORSO DI INDIVIDUAZIONE SI NO SI La superficie dichiarata della particella non riscontrata IDENTIFICAZIONE PARCELLE AGRICOLE AL GIS (IN LAVORAZIONE) IN ECCESSO PER LE MEDESIME SUPERFICI 02 PARTICELLA ESISTENTE AL GIS (DOPO LA LAVORAZIONE) 03 PARTICELLA INDIVIDUABILE PER INDISPONIBILITA' DOCUMENTAZIONE CATASTALE 04 PARTICELLA INDIVIDUABILE PER MANCANZA DOCUMENTAZIONE APPEZZAMENTO C23 02 PARTICELLA CON SUPERFICIE COMPLESSIVAMENTE DICHIARATA MAGGIORE DELLA SUPERFICIE ACCERTATA, ALL'INTERNO DELLA STESSA (SUPERO INTERNO) 03 PARTICELLA CON SUPERFICIE COMPLESSIVAMENTE DICHIARATA MAGGIORE DELLA SUPERFICIE ACCERTATA, TRA PIU' DOMANDE (SUPERO ESTERNO) C55 02 PARTICELLA IN "SUPERO" TRA PIU' DOMANDE E, PRESENTATE PRESSO OP DIVERSI 03 PARTICELLA IN "SUPERO" TRA PIU' DOMANDE SI NO SI La superficie irregolare concorre alla determinazione dell'esito negativo (gruppo coltura) SI NO SI La superficie dichiarata della particella non riscontrata SI NO SI La superficie dichiarata della particella non riscontrata SI NO SI la superficie ammissibile e' l'accertata SI NO NO La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla SI SI SI La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla NO SI SI La superficie irregolare concorre alla determinazione dell'esito negativo (gruppo coltura) Pag. 2/11

3 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI C70 05 PARTICELLA IN 'SUPERO' DI CONDUZIONE TRA DU E PSR (COORDINAMENTO), PRESENTATE PRESSO OP DIVERSI SI SI SI La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla INAMMISSIBILITA' SUPERFICI: RICHIESTE AIUTI INCOMPATIBILI CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA' ALL'AIUTO SODDISFATTE: SUPERFICI C72 01 PARTICELLA IN 'SUPERO' DI AMMISSIBILITA' SI SI SI La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla TRA DU E PSR (COORDINAMENTO) DI PRODUTTORI DIVERSI, PRESENTATE PRESSO OP DIVERSI P54 02 PARTICELLA IN "SUPERO" NELLA STESSA P55 02 PARTICELLA IN "SUPERO" TRA PIU' DOMANDE E, PRESENTATE PRESSO L'OP 03 PARTICELLA IN "SUPERO" TRA PIU' DOMANDE P70 01 PARTICELLA IN 'SUPERO' DI CONDUZIONE TRA DU E PSR, PRESENTATE PRESSO L'OP NO SI SI si paga la superficie richiesta riproporzionata in base alla superficie CATASTALE VALIDATA SI SI SI La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla NO SI SI La superficie irregolare concorre alla determinazione dell'esito negativo (gruppo coltura) SI SI SI La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla P72 01 PARTICELLA IN 'SUPERO' DI AMMISSIBILITA' SI SI SI La superficie dichiarata e rinunciata concorre alla TRA DU E PSR DI PRODUTTORI DIVERSI, PRESENTATE PRESSO L'OP PARCELLA C36 01 PARTICELLA, NELL'AMBITO DI PIU' DOMANDE CON SUPERFICIE RICHIESTA ECCEDENTE LA SUPERFICIE RILEVATA COME AMMISSIBILE PER GLI INTERVENTI DICHIARATI PRESENTATE PRESSO OP DIVERSI P36 01 PARTICELLA, NELL'AMBITO DI PIU' DOMANDE CON SUPERFICIE RICHIESTA ECCEDENTE LA SUPERFICIE AMMISSIBILE PER GLI INTERVENTI DICHIARATI PRESENTATE PRESSO L'OP 02 PARTICELLA, NELL'AMBITO DI UNA, CON SUPERFICIE RICHIESTA ECCEDENTE LA SUPERFICIE AMMISSIBILE PER GLI INTERVENTI DICHIARATI PRESENTATE PRESSO L'OP R36 01 REGIME DI INTERVENTO NELL'AMBITO DI UNA CON SUPERFICIE RICHIESTA ECCEDENTE LA SUPERFICIE AMMISSIBILE USR 01 INCONGRUENZA DICHIARATIVA TRA SUPERFICIE A SEMINATIVO IN UNICA E SOTTOPOSTA A RITIRO VENTENNALE NEL PSR APPEZZAMENTO P09 01 PRODOTTO/VARIETA' INCONGRUENTE O ASSENTE SI SI SI Concorre al pagamento la superficie richiesta riproporzionata in base alla superficie AMMISSIBILE disponibile SI SI SI Concorre al pagamento la superficie richiesta riproporzionata in base alla superficie AMMISSIBILE disponibile NO SI SI Concorre al pagamento la superficie richiesta riproporzionata in base alla superficie AMMISSIBILE disponibile NO SI SI Concorre al pagamento la superficie richiesta riproporzionata in base alla superficie AMMISSIBILE disponibile SI SI SI La superficie irregolare concorre alla determinazione dell'esito negativo (gruppo coltura) NO SI NO escude la particella dal computo delle superfici ammissibili 02 PRODOTTO/VARIETA' SPECIFICATO NO SI NO escude la particella dal computo delle superfici ammissibili PARCELLA US2 01 SUPERO TRA I PREMI 'SUPPLEMENTARI' RICHIESTI SU UN APPEZZAMENTO SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici associabili ai premi supplementari US3 01 SUPERO TRA I PREMI 'TITOLO IV' RICHIESTI SU UN APPEZZAMENTO SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici associabili agli interventi 'Titolo IV' tra loro non compatibili US4 01 SUPERO TRA I PREMI SUPPLEMENTARI E ALTRI REGIMI SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici associabili ai premi supplementari e agli interventi con essi incompatibili US5 01 SUPERO TRA I PREMI 'TITOLO IV' E ALTRI REGIMI SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici associabili agli interventi 'Titolo IV' e a quelli non compatibili, diversi dai supplementari US6 01 INTERVENTO / PRODOTTO INCONGRUENTE SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici ammissibili O ASSENTE INTERVENTO F56 01 QUANTITA' DI SEMENTE GRANO DURO DI QUALITA' < RICHIESTA (180 KG/HA) H1 01 QUANTITA' DI SEMENTE GRANO DURO (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA (180 kg/ha) H10 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - GRANO SARACENO H11 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - MIGLIO H12 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - SCAGLIOLA H13 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - FARRO H14 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - MAIS DOLCE H15 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - SOIA H16 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - COLZA E RAVIZZONE H17 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - GIRASOLE H18 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - PISELLI Pag. 3/11

4 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI H19 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - FAVE E FAVETTE H2 01 QUANTITA' DI SEMENTE GRANO TENERO (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA H20 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - LUPINI DOLCI H21 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - SEMI DI LINO H22 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - LINO DA FIBRA H23 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - CANAPA H24 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - GRANO DURO (AVV.) H25 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - GRANO TENERO (AVV.) H26 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - MAIS (AVV. H3 01 QUANTITA' DI SEMENTE MAIS (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA H30 01 QUANTITA' DI SEMENTE GRANO DURO NO SI NO riproporzionamento del premio ai kg accertati INFERIORE ALL'ACCERTATO H31 01 QUANTITA' DI SEMENTE GRANO TENERO NO SI NO riproporzionamento del premio ai kg accertati INFERIORE ALL'ACCERTATO H32 01 QUANTITA' DI SEMENTE MAIS INFERIORE NO SI NO riproporzionamento del premio ai kg accertati ALL'ACCERTATO H4 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - TRITICALE H5 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - SEGALE H6 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - SPELTA H7 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - ORZO H8 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - AVENA H9 01 QUANTITA' DI SEMENTE (DM 2026/04) INFERIORE ALLA RICHIESTA - SORGO USQ 01 GRANO DURO DI QUALITA' COLTIVATO IN ZONE TRADIZIONALI SI SI SI La superficie irregolare concorre alla determinazione dell'esito negativo (gruppo coltura) US9 04 MANCATA DISPONIBILITA' AL 15 MAGGIO SI SI SI SI SI SI Non è possibile dare corso al pagamento dell'importo richiesto nella campagna in corso, nei limiti della superficie non avvicendata rispetto all'anno precedente PARCELLA C65 01 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO IN CORSO) TRA OP DIVERSI 02 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO (AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) TRA OP DIVERSI 03 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO: ASSENZA DOCUMENTAZIONE (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO IN CORSO) TRA OP DIVERSI 04 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO: ASSENZA DOCUMENTAZIONE (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) TRA OP DIVERSI 06 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO PAGABILE (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO IN CORSO) TRA OP DIVERSI C66 02 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO PAGABILE (SENZA RICHIESTA DI AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) TRA OP DIVERSI 04 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO PAGABILE (PARTICELLA DICHIARATA ANNO SUCCESSIVO) TRA OP DIVERSI P32 01 SUPERFICIE APPEZZAMENTO INFERIORE A 1000 METRI (FRUTTA IN GUSCIO) P62 01 SUPERFICIE RICHIESTA PER GLI AIUTI DISACCOPPIATI INFERIORE A 500 METRI QUADRATI o 1000 PER TITOLI DI RITIRO SI SI NO Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI SI Non è possibile dare corso al pagamento dell'importo richiesto nella campagna in corso, nei limiti della superficie non avvicendata rispetto all'anno precedente SI SI NO Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI NO segnalazione SI SI NO Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI NO Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dei premi richiesti corrispondenti 02 SUPERFICIE RICHIESTA PER GLI AIUTI ACCOPPIATI INFERIORE A 30 ARE (ESCLUSA FAG) P65 01 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO IN CORSO) IN UN OP SI SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dei premi richiesti corrispondenti SI SI SI Non è possibile dare corso al pagamento dell'importo richiesto nella campagna in corso, nei limiti della superficie non avvicendata rispetto all'anno precedente Pag. 4/11

5 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI 02 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO (AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) IN UN OP 03 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO: ASSENZA DOCUMENTAZIONE (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO IN CORSO) IN UN OP 04 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO: ASSENZA DOCUMENTAZIONE (CON AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) IN UN OP 06 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO PAGABILE (AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) IN UN OP P66 02 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO PAGABILE (SENZA RICHIESTA DI AVVICENDAMENTO PAGABILE ANNO SUCCESSIVO) IN UN OP SI SI SI Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI SI Non è possibile dare corso al pagamento dell'importo richiesto nella campagna in corso, nei limiti della superficie non avvicendata rispetto all'anno precedente SI SI SI Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI NO segnalazione SI SI SI Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non IN ECCESSO PER I MEDESIMI /CA PI CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA' ALL'AIUTO SODDISFATTE: 04 MANCATO RISPETTO DELL'AVVICENDAMENTO PAGABILE (PARTICELLA DICHIARATA ANNO SUCCESSIVO) IN UN OP US7 01 SUPERFICIE SU STATO ESTERO ABBINATA AD INTERVENTO DIVERSO DALLE FORAGGERE A FINI UBA (029) SI SI SI Recupero dell'importo erogato, nei limiti della superficie non SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici ammissibili US8 01 PARTICELLA USO CIVICO CON RIF. CATASTALI INCOMPLETI ABBINATA A INTERVENTO FORAGGERE A FINI UBA (029) NE' DESTINAZIONI AMMESSE A REGIME UNICO (026) SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici ammissibili NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto INTERVENTO Z09 01 DUPLICAZIONE DELLA RICHIESTA PREMIO TRA PRODUTTORI DIVERSI (A PARITA" DI ASL, SPECIE E CATEGORIA RICHIESTA) ALLEVAMENTO Z01 01 ASL DICHIARATO VALIDO PER NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto LA CATEGORIA DI PREMIO RICHIESTA Z03 01 MANCATA ADESIONE AD ORGANISMI O NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto MANCATO RISPETTO DEI REQUISITI Z07 01 LOCALITA' DEL PASCOLO INCOMPLETA NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA' ALL'AIUTO SODDISFATTE: CON METODI ESTENSIVI Z08 01 PERIODO DI PASCOLAMENTO NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto INCONGRUENTE Z17 01 IRREGOLARITA' RISCONTRATE DAL SI SI NO Segnalazione di abbattimento dell'aiuto SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE INTERVENTO Z06 01 NUMERO CAPI OVINI E CAPRINI NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto SUPERIORE A 50 Z11 01 CONSISTENZA MEDIA ANNUA INFERIORE A NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto 5 UBA ALLEVAMENTO Z12 01 COEFFICIENTE DI DENSITA' SUPERIORE A NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto 1,4 UBA/HA 04 PASCOLO PERMANENTE INFERIORE AL NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto 50% DELLA SUPERFICIE FORAGGERA SULL'ALLEVAMENTO INTERVENTO F60 01 SUPERFICI FORAGGERE ALL'ESTERO richiesto DICHIARATE IN AZIENDA CON 50 % DELLA SUP. AZIENDALE COMPLESSIVA RICADENTE NEI CONFINI DEL TERRITORIO NAZIONALE Z12 02 CONSISTENZA MEDIA ANNUA PARI A 0 NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto UBA 03 SUPERFICIE FORAGGIERA PARI A 0 HA NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto ASSENZA DOCUMENTAZIO NE OBBLIGATORIA Z13 01 PASCOLO PERMANENTE INFERIORE AL 50% DELLA SUPERFICIE FORAGGERA (A LIVELLO AZIENDALE) APPEZZAMENTO P10 01 PARTICELLA CON DOCUMENTAZ. ASSENTE/INCONGRUENTE IN FASCICOLO AZIENDALE F01 01 CERTIFICATO ANTIMAFIA CON ESITO NEGATIVO 02 CERT. PREFETTIZIO ASSENTE PER IMPORTI > E. CON CAMERALE VALIDO 05 CERT. PREFET. VALIDO > E. CON DATA VAL. E CAMERALE VAL. 06 ASS. CERT. CAMER. E CERT. PREFET. ASS./ VAL. PER IMP. > E. 07 CERT. CAMER. VAL.> E. DATA VAL. E CERT. PREF. ASS/ VAL. NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento richiesto NO SI SI La superficie dichiarata della particella non riscontrata SI SI SI La domanda non può essere ammessa al pagamento SI SI SI La domanda non può essere ammessa al pagamento SI SI SI La domanda non può essere ammessa al pagamento SI SI SI La domanda non può essere ammessa al pagamento Pag. 5/11

6 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI ASSENZA/INCON GRUENZA ALLEGATI OBBLIGATORI F04 01 DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO IN CORSO DI VALIDITA' ASSENTE INTERVENTO F11 03 ASSENZA FATTURE GRANO DURO F30 01 ASSENZA DI CARTELLINI VARIETALI PER LA SI SI SI escude la particella dal computo delle superfici ammissibili CANAPA F68 01 PRESENZA DELLA DICHIARAZIONE DI PRODUZIONE PER LA FRUTTA IN GUSCIO J1 01 ASSENZA FATTURE GRANO DURO J10 01 ASSENZA FATTURE - GRANO SARACENO J11 01 ASSENZA FATTURE - MIGLIO J12 01 ASSENZA FATTURE - SCAGLIOLA J13 01 ASSENZA FATTURE - FARRO J14 01 ASSENZA FATTURE - MAIS DOLCE J15 01 ASSENZA FATTURE - SOIA J16 01 ASSENZA FATTURE - COLZA E RAVIZZONE J17 01 ASSENZA FATTURE - GIRASOLE J18 01 ASSENZA FATTURE - PISELLI J19 01 ASSENZA FATTURE - FAVE E FAVETTE J2 01 ASSENZA FATTURE GRANO TENERO J20 01 ASSENZA FATTURE - LUPINI DOLCI J21 01 ASSENZA FATTURE - SEMI DI LINO J22 01 ASSENZA FATTURE - LINO DA FIBRA J23 01 ASSENZA FATTURE - CANAPA J24 01 ASSENZA FATTURE - GRANO DURO (AVV.) J25 01 ASSENZA FATTURE - GRANO TENERO (AVV.) J26 01 ASSENZA FATTURE - MAIS (AVV.) J27 01 ASSENZA FATTURE - ALTRI CEREALI NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento J3 01 ASSENZA FATTURE MAIS J4 01 ASSENZA FATTURE - TRITICALE J5 01 ASSENZA FATTURE - SEGALE J6 01 ASSENZA FATTURE - SPELTA J7 01 ASSENZA FATTURE - ORZO J8 01 ASSENZA FATTURE - AVENA J9 01 ASSENZA FATTURE - SORGO K1 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - GRANO DURO K10 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - GRANO SARACENO K11 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - MIGLIO K12 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - SCAGLIOLA K13 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - FARRO K14 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - MAIS DOLCE K15 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - SOIA K16 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - COLZA E RAVIZZONE K17 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - GIRASOLE K18 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - PISELLI K19 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - FAVE E FAVETTE K2 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - GRANO TENERO K20 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - LUPINI DOLCI K21 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - SEMI DI LINO K22 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - LINO DA FIBRA K23 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - CANAPA K24 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - GRANO DURO (AVV.) K25 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - GRANO TENERO (AVV.) K26 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - MAIS (AVV.) K27 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - ALTRI CEREALI K3 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - MAIS K4 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - TRITICALE K5 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - SEGALE K6 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - SPELTA K7 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - ORZO K8 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - AVENA K9 01 ASSENZA DICHIARAZIONE OGM - SORGO Pag. 6/11

7 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI ASSENZA/INCON GRUENZA CONTRATTO/DIC HIARAZIONE SANZIONI DA ANNUALITA' PRECEDENTI PROVVEDIMENTI DELL'OP MANCATO RISPETTO DEGLI OBBLIGHI DI CONDIZIONALITA' INTERVENTO F52 01 ASSENZA DI CONTRATTO DI TRASFORMAZIONE colture energetiche 02 CONTRATTO PRESENTE IN ATTESA DI VERIFICA ADEMPIMENTO colture energetiche 03 CONTRATTO RISPETTATO NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento colture energetiche e dei titoli ordinari eventualmente associati alle colture permanenti 04 CONTRATTO RISPETTATO PARZIALMENTE SI SI SI la superficie ammissibile e' la minore tra quella calcolata da contratto e quella ammissibile secondo i controlli amministrativi e/o oggettivi 11 ASSENZA DI DICHIARAZIONE BIOGAS DI DIRETTA TRASFORMAZIONE NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento colture energetiche 12 DICHIARAZIONE BIOGAS PRESENTE IN ATTESA DI VERIFICA ADEMPIMENTO NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento colture energetiche 13 DICHIARAZIONE BIOGAS RISPETTATA NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento colture energetiche e dei titoli ordinari eventualmente associati alle colture permanenti 14 DICHIARAZIONE BIOGAS RISPETTATA PARZIALMENTE 21 ASSENZA DI EVENTUALE DICHIARAZIONE D'IMPEGNO DI DIRETTA TRASFORMAZIONE NO SI NO la superficie ammissibile e' la minore tra quella calcolata da contratto e quella ammissibile secondo i controlli amministrativi e/o oggettivi NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento colture energetiche 22 DICHIARAZIONE D'IMPEGNO PRESENTE IN NO SI NO segnalazione ATTESA DI VERIFICA ADEMPIMENTO 23 DICHIARAZIONE D'IMPEGNO RISPETTATA NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento dell'intervento colture energetiche e dei titoli ordinari eventualmente associati, anche per gli anni precedenti 24 DICHIARAZIONE D'IMPEGNO RISPETTATA PARZIALMENTE NO SI NO la superficie ammissibile e' la minore tra quella calcolata da contratto e quella ammissibile secondo i controlli amministrativi e/o oggettivi, anche per gli anni precedenti F79 01 ASSENZA DI CONTRATTO TABACCO TABACCO F80 01 ASSENZA DI CONTRATTO ZUCCHERO BARBABIETOLA DA ZUCCHERO 02 CONTRATTO ZUCCHERO PRESENTE IN ATTESA DI VERIFICA DELL'ADEMPIMENTO SI SI NO segnalazione 03 CONTRATTO ZUCCHERO RISPETTATO PARZIALMENTE OT1 01 ASSENZA DI CONTRATTO DI TRASFORMAZIONE 02 CONTRATTO PRESENTE IN ATTESA DI VERIFICA ADEMPIMENTO 03 CONTRATTO RISPETTATO: consegne assenti 04 CONTRATTO RISPETTATO PARZIALMENTE: resa non rispettata S44 02 PENALIZZATA AI SENSI DELL'ART. 51 DEL REG. CE 796/04 03 PENALIZZATA AI SENSI DELL'ART. 53 DEL REG. CE 796/04 D12 01 PRODUTTORE SOSPESO SU DISPOSIZIONE OP PAGAMENTI DIRETTI O01 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO A1: CONSERVAZIONE DEGLI UCCELLI SELVATICI 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO A1: CONSERVAZIONE DEGLI UCCELLI SELVATICI 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO A1: CONSERVAZIONE DEGLI UCCELLI SELVATICI 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO A1: CONSERVAZIONE DEGLI UCCELLI SELVATICI O02 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO A2: PROTEZIONE ACQUE SOTTERRANEE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DA CERTE SOSTANZE PERICOLO 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO A2: PROTEZIONE ACQUE SOTTERRANEE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DA CERTE SOSTANZE PER 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO A2: PROTEZIONE ACQUE SOTTERRANEE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DA CERTE SOSTANZE PER 05 CGO - - ATTO A2: PROTEZIONE ACQUE SOTTERRANEE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DA CERTE SOSTANZE PERICOLOSE SI SI SI la superficie ammissibile e' la minore tra quella calcolata da contratto e quella ammissibile secondo i controlli amministrativi e/o oggettivi per l'ortofrutta trasformata per l'ortofrutta trasformata per l'ortofrutta trasformata SI SI NO lla superficie ammissibile e' la minore tra quella calcolata da contratto e quella ammissibile secondo i controlli amministrativi e/o oggettivi fino a concorrenza dell' importo pari a quello pari non concesso nella campagna in cui e' stata oggetto del controllo negativo. fino a concorrenza dell' importo pari a quello pari a quello non concesso nella campagna in cui e' stata oggetto della verifica dell'inadempienza intenzionale. SI SI SI L' OP segnala le domande interessate da provvedimenti di sospensione amministrativi al registro centralizzato delle sospensioni. Il settore provvede alla preventiva esclusione dai decreti di pagamento dei beneficiari interessati da tali provvedimenti Pag. 7/11

8 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI O03 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO A3: PROTEZIONE DELL'AMBIENTE, IN PARTICOLARE DEL SUOLO, NELL'UTILIZZAZIONE DEI FANGHI DI DEP 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO A3: PROTEZIONE DELL'AMBIENTE, IN PARTICOLARE DEL SUOLO, NELL'UTILIZZAZIONE DEI FANGHI D 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO A3: PROTEZIONE DELL'AMBIENTE, IN PARTICOLARE DEL SUOLO, NELL'UTILIZZAZIONE DEI FANGHI D 05 CGO - - ATTO A3: PROTEZIONE DELL'AMBIENTE, IN PARTICOLARE DEL SUOLO, NELL'UTILIZZAZIONE DEI FANGHI DI DEPUR O04 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO A4: PROTEZIONE ACQUE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DAI NITRATI PROVENIENTI DA FONTI AGRI 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO A4: PROTEZIONE ACQUE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DAI NITRATI PROVENIENTI DA FONTI 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO A4: PROTEZIONE ACQUE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DAI NITRATI PROVENIENTI DA FONTI 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO A4: PROTEZIONE ACQUE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DAI NITRATI PROVENIENTI DA FONTI AGRICO O05 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO A5: CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI E DELLA FLORA E DELLA FAUNA SELVATIC 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO A5: CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI E DELLA FLORA E DELLA FAUNA SEL 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO A5: CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI E DELLA FLORA E DELLA FAUNA SEL 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO A5: CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI E DELLA FLORA E DELLA FAUNA SELVATICHE O06 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTI A6/7/8: SANITA'PUBBLICA, SALUTE E IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTI A6/7/8: SANITA'PUBBLICA, SALUTE E IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTI A6/7/8: SANITA'PUBBLICA, SALUTE E IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTI A6/7/8: SANITA'PUBBLICA, SALUTE E IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI O11 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 1.1: INTERVENTI REGIMAZIONE ACQUE 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 1.1: INTERVENTI REGIMAZIONE ACQUE 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 1.1: INTERVENTI REGIMAZIONE ACQUE 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 1.1: INTERVENTI REGIMAZIONE ACQUE O21 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 2.1: GESTIONE STOPPIE E DEI RESIDUI VEGETALI 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 2.1: GESTIONE STOPPIE E DEI RESIDUI VEGETALI 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 2.1: GESTIONE STOPPIE E DEI RESIDUI VEGETALI 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 2.1: GESTIONE STOPPIE E DEI RESIDUI VEGETALI O31 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 3.1: DIFESA DELLA STRUTTURA DEL SUOLO ATTRAVERSO IL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA DELLA RETE Pag. 8/11

9 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 3.1: DIFESA DELLA STRUTTURA DEL SUOLO ATTRAVERSO IL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA DELLA 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 3.1: DIFESA DELLA STRUTTURA DEL SUOLO ATTRAVERSO IL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA DELLA 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 3.1: DIFESA DELLA STRUTTURA DEL SUOLO ATTRAVERSO IL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA DELLA RETE D O41 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 4.1: PROTEZIONE DEL PASCOLO PERMANENTE 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 4.1: PROTEZIONE DEL PASCOLO PERMANENTE 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 4.1: PROTEZIONE DEL PASCOLO PERMANENTE 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 4.1: PROTEZIONE DEL PASCOLO PERMANENTE O42 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 4.2: GESTIONE SUPERFICI RITIRATE DALLA PRODUZIONE 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 4.2: GESTIONE SUPERFICI RITIRATE DALLA PRODUZIONE 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 4.2: GESTIONE SUPERFICI RITIRATE DALLA PRODUZIONE 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 4.2: GESTIONE SUPERFICI RITIRATE DALLA PRODUZIONE O43 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 4.3: MANUTENZIONE DEGLI OLIVETI 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 4.3: MANUTENZIONE DEGLI OLIVETI 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 4.3: MANUTENZIONE DEGLI OLIVETI 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 4.3: MANUTENZIONE DEGLI OLIVETI O44 02 BCAA - NEGLIGENZA - NORMA 4.4: MANTENIMENTO DEGLI ELEMENTI CARATTERISTICI DEL PAESAGGIO 03 BCAA - 1^ REITERAZIONE - NORMA 4.4: MANTENIMENTO DEGLI ELEMENTI CARATTERISTICI DEL PAESAGGIO 04 BCAA - 2^ REITERAZIONE - NORMA 4.4: MANTENIMENTO DEGLI ELEMENTI CARATTERISTICI DEL PAESAGGIO 05 BCAA - VIOLAZIONE INTENZIONALE - NORMA 4.4: MANTENIMENTO DEGLI ELEMENTI CARATTERISTICI DEL PAESAGGIO O45 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B9: IMMISSIONE IN COMMERCIO DEI PRODOTTI FITOSANITARI (ARTICOLO 3) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B9: IMMISSIONE IN COMMERCIO DEI PRODOTTI FITOSANITARI (ARTICOLO 3) 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B9: IMMISSIONE IN COMMERCIO DEI PRODOTTI FITOSANITARI (ARTICOLO 3) 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B9: IMMISSIONE IN COMMERCIO DEI PRODOTTI FITOSANITARI (ARTICOLO 3) O46 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B10: DIVIETO DELL'UTILIZZAZIONE DI TALUNE SOSTANZE AD AZIONE ORMONICA, TIREOSTATICA E SOSTANZE BETA 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B10: DIVIETO DELL'UTILIZZAZIONE DI TALUNE SOSTANZE AD AZIONE ORMONICA, TIREOSTATICA E SOSTANZE BETA 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B10: DIVIETO DELL'UTILIZZAZIONE DI TALUNE SOSTANZE AD AZIONE ORMONICA, TIREOSTATICA E SOSTANZE BETA 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B10: DIVIETO DELL'UTILIZZAZIONE DI TALUNE SOSTANZE AD AZIONE ORMONICA, TIREOSTATICA E SOSTANZE BETA Pag. 9/11

10 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI O47 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B11: PRINCIPI, REQUISITI GENERALI E PROCEDURE NEL CAMPO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE (ARTT. 14,15,17, PAR. 1,18,19,20) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B11: PRINCIPI, REQUISITI GENERALI E PROCEDURE NEL CAMPO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE (ARTT. 14,15,17, PAR. 1,18,19,20) 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B11: PRINCIPI, REQUISITI GENERALI E PROCEDURE NEL CAMPO DELLA SICUREZZA ALIMENTARE (ARTT. 14,15,17, PAR. 1,18,19,20) 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B11:PRINCIPI, REQUISITI GENERALI, PROCEDURE NEL CAMPO DELLA SICUREZZA ALIMENT. (ARTT. 14,15,17, PAR. 1,18,19,20) O48 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B12: PREVENZIONE, E ERADICAZIONE DI ALCUNE ENCEFALOPATIE SPONGIFORMI TRASMISSIBILI (ARTICOLI 7, 11, 12, 13, 15) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B12: PREVENZIONE, E ERADICAZIONE DI ALCUNE ENCEFALOPATIE SPONGIFORMI TRASMISSIBILI (ARTT. 7, 11, 12, 13, 15) 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B12: PREVENZIONE, E ERADICAZIONE DI ALCUNE ENCEFALOPATIE SPONGIFORMI TRASMISSIBILI (ARTT. 7, 11, 12, 13, 15) 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B12: PREVENZIONE, E ERADICAZ. DI ALCUNE ENCEFALOPATIE SPONGIFORMI TRASMISSIBILI (ART. 7,11,12,13,15) O49 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B13: 85/511/CEE, CHE STABILISCE MISURE COMUNITARIE DI LOTTA CONTRO L'AFTA EPIZOOTICA (ARTICOLO 3) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B13: 85/511/CEE, CHE STABILISCE MISURE COMUNITARIE DI LOTTA CONTRO L'AFTA EPIZOOTICA (ARTICOLO 3) 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B13: 85/511/CEE, CHE STABILISCE MISURE COMUNITARIE DI LOTTA CONTRO L'AFTA EPIZOOTICA (ARTICOLO 3) 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B13: 85/511/CEE, CHE STABILISCE MISURE COMUNITARIE DI LOTTA CONTRO L'AFTA EPIZOOTICA (ARTICOLO 3) O50 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B14: MISURE GENERALI DI LOTTA CONTRO ALCUNE MALATTIE DEGLI ANIMALI TRA CUI LA MALATTIA VESCICOLARE DEI SUINI (ARTICOLO 3) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B14: MISURE GENERALI DI LOTTA CONTRO ALCUNE MALATTIE DEGLI ANIMALI TRA CUI LA MALATTIA VESCICOLARE DEI SUINI (ART. 3) 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B14: MISURE GENERALI DI LOTTA CONTRO ALCUNE MALATTIE DEGLI ANIMALI TRA CUI LA MALATTIA VESCICOLARE DEI SUINI (ART. 3) 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B14: MISURE GENERALI DI LOTTA CONTRO ALCUNE MALATTIE DEGLI ANIMALI - MALATTIA VESCICOLARE DEI SUINI (ART. 3) O51 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO B15: MISURE DI LOTTA E DI ERADICAZIONE DELLA FEBBRE CATARRALE DEGLI OVINI (ARTICOLO 3) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO B15: MISURE DI LOTTA E DI ERADICAZIONE DELLA FEBBRE CATARRALE DEGLI OVINI (ARTICOLO 3) 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO B15: MISURE DI LOTTA E DI ERADICAZIONE DELLA FEBBRE CATARRALE DEGLI OVINI (ARTICOLO 3) 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO B15: MISURE DI LOTTA E DI ERADICAZIONE DELLA FEBBRE CATARRALE DEGLI OVINI (ARTICOLO 3) Pag. 10/11

11 ELENCO TOTALE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI O52 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO C16: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI VITELLI PAGAMENTI MINIMI BASE DI CALCOLO PER GLI AIUTI, LE RIDUZIONI E LE ESCLUSIONI INTENZIONALITA' DELL'INADEMPIE NZA IN LOCO EFFETTUATO PER CAUSE IMPUTABILI ALL'AGRICOLTOR E (ART. 23 COMMA 2 REG. CE 796/04) 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO C16: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI VITELLI 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO C16: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI VITELLI 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO C16: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI VITELLI O53 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO C17: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI SUINI 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO C17: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI SUINI 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO C17: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI SUINI 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO C17: NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI SUINI O54 02 CGO - NEGLIGENZA - ATTO C18: PROTEZIONE DEGLI ANIMALI NEGLI 03 CGO - 1^ REITERAZIONE - ATTO C18: PROTEZIONE DEGLI ANIMALI NEGLI 04 CGO - 2^ REITERAZIONE - ATTO C18: PROTEZIONE DEGLI ANIMALI NEGLI 05 CGO - VIOLAZIONE INTENZIONALE - ATTO C18: PROTEZIONE DEGLI ANIMALI NEGLI INTERVENTO F81 01 IMPORTO INFERIORE AL VALORE MINIMO PREVISTO DA DM DEL 22/03/2007 DUP INTERVENTO I57 01 REGIME DI AIUTO CON SCOST. > 20 E FINO AL 50% CAPI RISCONTRATI, PENALIZZATO EX ARTT. 59, 60, 62 REG. 796/04 02 REGIME DI AIUTO CON SCOST. > 50 % CAPI RISCONTRATI, PENALIZZATO EX ARTT. 59, 60, 62 REG. 796/04 I58 01 SUP. DETERMINATA CON SCOSTAMENTO >20% E FINO AL 50% RISPETTO ALLA SUP.DICH. 02 SUP. DETERMINATA CON SCOSTAMENTO OLTRE IL 50% RISPETTO ALLA SUP.DICH. INTERVENTO I56 01 G.C. CON SCOSTAMENTO > 20% (PRESENZA INADEMPIENZE INTEN.LI REG. 796/04 ART. 53(2)) (SUP. ELEGGIBILI) 03 CON ACCERTATO G.C. PARI A ZERO (PRESENZA INADEMPIENZE INTEN.LI REG. 796/04 ART. 53(2) ) 04 G.C. CON SCOST. FINO A 20 %, PENALIZZATO EX ART. 53(1) REG. 796/04 (SUP. ELEGGIBILI) 05 PEN. AI SENSI ART. 53(1) REG. 796/04 CON SCOST. ENTRO 20 % (REITERAZIONE) 06 PEN. AI SENSI ART. 53(2) REG. 796/04 CON SCOST. OLTRE 20 % (REITERAZIONE) F82 01 IN LOCO EFFETTUATO PER CAUSE IMPUTABILI ALL'AGRICOLTORE (ART. 23 COMMA 2 REG. CE 796/04) NO SI NO Non è possibile dare corso al pagamento della domanda Non è possibile dare corso al pagamento dell'aiuto richiesto Esclusione dell'aiuto per un importo corrispondente alla differenza tra n. di animali dichiarati e n. di animali. Il saldo restante viene annullato dopo i tre anni successivi a quello di accertamento Non è possibile dare corso al pagamento del gruppo di colture Esclusione dell'aiuto per un importo corrispondente alla differenza tra la superficie dichiarata e la superficie determinata. Il saldo restante viene annullato dopo i tre anni successivi a quello di accertamento Esclusione dell'aiuto per un importo corrispondente alla differenza tra la superficie dichiarata e la superficie determinata. Il saldo restante viene annullato dopo i tre anni successivi a quello di accertamento Esclusione dell'aiuto per un importo corrispondente alla differenza tra la superficie dichiarata e la superficie determinata. Il saldo restante viene annullato dopo i tre anni successivi a quello di accertamento Non è possibile dare corso al pagamento del gruppo di colture Non è possibile dare corso al pagamento del gruppo di colture Esclusione dell'aiuto per un importo corrispondente alla differenza tra la superficie dichiarata e la superficie determinata. Il saldo restante viene annullato dopo i tre anni successivi a quello di accertamento. SI NO SI Non è possibile dare corso al pagamento della domanda Pag. 11/11

CIRCOLARE N. 44. Ai Titolari di Domanda Unica 2010. Centri di Assistenza Agricola

CIRCOLARE N. 44. Ai Titolari di Domanda Unica 2010. Centri di Assistenza Agricola Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499537/542 Fax 06.49499399 Prot. AGEA.2011.000954 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 11 agosto 2011 CIRCOLARE N. 44 Ai Titolari di Domanda Unica

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CONSULENZA

RELAZIONE TECNICA DI CONSULENZA RELAZIONE TECNICA DI CONSULENZA PSR TOSCANA 2007/2013 Regolamento CE 1698/05 MISURA 114 Utilizzo servizi di consulenza Provincia di... Organismo prestatore del servizio:. Beneficiario :..... Tipologia

Dettagli

ELENCO TOTALE DELLE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI

ELENCO TOTALE DELLE ANOMALIE RILEVABILI E COMUNICABILI IRRICEVIBILITA' DELLE DOMANDE F05 01 DATA DI RICEZIONE DELLA SUCCESSIVA AL TERMINE DI F05 02 DATA RICEZIONE SUCCESSIVA AL TERMINE DI TOLLERANZA CONSENTITO NON DELLE SI SI SI Blocco della domanda ai fini

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CONSULENZA

RELAZIONE TECNICA DI CONSULENZA RELAZIONE TECNICA DI CONSULENZA PSR TOSCANA 2007/2013 Regolamento CE 1698/05 MISURA 114 Utilizzo servizi di consulenza Provincia di.. Organismo prestatore del servizio:. Azienda :.... Tipologia di servizio

Dettagli

CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI (CGO) e BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE ED AMBIENTALI (BCAA)

CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI (CGO) e BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE ED AMBIENTALI (BCAA) CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI (CGO) e BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE ED AMBIENTALI (BCAA) Indice Introduzione 1 CGO Criteri di Gestione Obbligatori 2 BCAA Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali.. 5

Dettagli

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE - MOLISE 2014-2020 BANDO

Dettagli

Documento di lavoro. ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. (Versione 1.0)

Documento di lavoro. ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. (Versione 1.0) ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura R Documento di lavoro T Sintesi Gestione dei terreni ritirati dalla produzione (Versione 1.0) Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

Dettagli

REGIONE VALLE D AOSTA

REGIONE VALLE D AOSTA REGIONE VALLE D AOSTA 1. Riferimenti normativi regionali Deliberazione regionale n. 2191 del 23/09/2011 di recepimento del DM 30125/09, come modificato dal DM n. 10346/11, relativa alla Disciplina del

Dettagli

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si.

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si. FAQ Le risposte di seguito riportate hanno carattere indicativo e non vincolante. Eventuali approfondimenti specifici potranno essere richiesti agli uffici referenti delle singole misure. INFORMAZIONI

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 CHIARIMENTI SULLE

Dettagli

Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti.

Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. POLITICA AGRICOLA COMUNE DOMANDA UNICA 2007 Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. Da quest anno, per effetto delle norme contenute nella Finanziaria 2007, i premi PAC non verranno più pagati

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6 Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.494991 Fax 06.4453940 Prot. N. UMU.2013.0375 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 5 MAR 2013 ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6 Ai Titolari di Domanda Unica 2012

Dettagli

Procedura per la correttiva delle anomalie della domanda unica 2007

Procedura per la correttiva delle anomalie della domanda unica 2007 AREA TECNICA E DI AUTORIZZAZIONE Settore pagamento unico DOMANDA UNICA Reg. (CE) n. 1782/03, n. 795/04, n. 796/04 Procedura per la correttiva delle anomalie della domanda unica 2007 Versione 1.0 Anno 2007

Dettagli

"La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione

La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione "La condizionalità in agricoltura: principi, norme e applicazione Laboratorio di consulenza partecipata Regione Puglia Assessorato alle Risorse Agroalimentari Regione Puglia Servizi di Sviluppo Agricolo

Dettagli

Produttori interessati. Al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Via XX Settembre, 20 00187 ROMA

Produttori interessati. Al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Via XX Settembre, 20 00187 ROMA ORGANISMO PAGATORE Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499/1 Fax 06.4453940 Prot. N. UMU.2011.1569 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li, 6 DIC 2011 CIRCOLARE N. 56 Ai Produttori interessati

Dettagli

CONDIZIONALITÀ. Dal 1 gennaio 2005 i pagamenti degli aiuti diretti sono subordinati al rispetto di norme vigenti:

CONDIZIONALITÀ. Dal 1 gennaio 2005 i pagamenti degli aiuti diretti sono subordinati al rispetto di norme vigenti: LA CONDIZIONALITA rappresenta l insieme delle norme e delle regole che le aziende agricole devono rispettare per poter accedere al regime del pagamento unico CONDIZIONALITÀ Dal 1 gennaio 2005 i pagamenti

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 20 del 5 febbraio 2014 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

ANOMALIE ANAGRAFICHE

ANOMALIE ANAGRAFICHE AMALIE ANAGRAFICHE / Partita IVA non indicata Certificato di attribuzione della Partita IVA o copia del certificato di attribuzione della Partita IVA con fotocopia documento di identità in corso di validità

Dettagli

AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area autorizzazione Pagamenti. All. Organismo Pagatore della Regione

AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area autorizzazione Pagamenti. All. Organismo Pagatore della Regione Via Torino, 45 00184 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 All All All All All All All AGEA - Ufficio Monocratico - Area Controlli - Area autorizzazione Pagamenti Organismo pagatore della Regione Veneto

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2013

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2013 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2013 Per la compilazione della domanda unica 2013 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

Pag. 1 di 10. sostituita. Ragione sociale ---- Cod. Fiscale / / Accredito C/C Ente ABI CAB

Pag. 1 di 10. sostituita. Ragione sociale ---- Cod. Fiscale / / Accredito C/C Ente ABI CAB Pag. 1 di 10 sostituita Ragione sociale ---- Cod. Fiscale / / Accredito C/C Ente ABI CAB Quadro B - Superfici e piano colturale Dati catastali Comune Sezione Foglio Particella Sub Codici particolari Sup.

Dettagli

Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI

Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI Bologna, 11/04/2012 LA RIFORMA PAC: IL NUOVO FASCICOLO AZIENDALE E I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COLLEGATI DECRETO MINISTERIALE 162 del 12/01/2015 Decreto relativo alla SEMPLIFICAZIONE della gestione della

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA UNICA DI PAGAMENTO RACCOLTO 2014 Per la compilazione della domanda unica 2014 è necessario conoscere la normativa comunitaria e nazionale di riferimento ed in particolare

Dettagli

Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) P.O. Controlli aziendali integrati e verifiche impegni

Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) P.O. Controlli aziendali integrati e verifiche impegni Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIENDALI INTEGRATI P.O. Controlli aziendali integrati e verifiche

Dettagli

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità?

FAQ: Condizionalità. Cosa si intende per condizionalità? FAQ: Condizionalità Cosa si intende per condizionalità? La condizionalità è una delle maggiori novità introdotte dalla Politica Agricola Comune (PAC) approvata nel 2003. Rappresenta l insieme delle norme

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica 2009

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica 2009 Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 58 del 4 febbraio 2009 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 1. Denominazione della Misura: Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

Dettagli

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.255 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 21 maggio 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli

Foglio Informativo CROSS COMPLIANCE

Foglio Informativo CROSS COMPLIANCE Foglio Informativo CROSS COMPLIANCE Ambiente Marcatura e registrazione dei capi Igiene e sicurezza alimentare Salute e benessere degli animali Mantenimento dei suoli e Tutela delle acque 2014 AUTONOME

Dettagli

1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica

1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica 1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica La misura è finalizzata a promuovere uno sviluppo sostenibile delle aree rurali, incoraggiando degli agricoltori

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO PER LA SANITÀ PUBBLICA VETERINARIA, LA NUTRIZIONE E LA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI DIREZIONE GENERALE DELLA SICUREZZA DEGLI ALIMENTI E DELLA NUTRIZIONE DECRETO Prodotti

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Struttura Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali PSR 2007/2013 Istruzioni per la compilazione Istanze

Dettagli

Titolo: Professionalità e competenze nell Audit aziendale. Dr. ssa Agr. Berna Enrica

Titolo: Professionalità e competenze nell Audit aziendale. Dr. ssa Agr. Berna Enrica Titolo: Professionalità e competenze nell Audit aziendale Dr. ssa Agr. Berna Enrica e-mail: enricaberna@libero.it Cosa è la Condizionalità Allegato III e IV del Reg. UE 1782/03 La Condizionalità è l insieme

Dettagli

All. All. All. All. All. All. All. All. All

All. All. All. All. All. All. All. All. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.262 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 25 maggio 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli

Descrizione dell Azione

Descrizione dell Azione (ALLEGATO A ) REGIONE ABRUZZO GIUNTA REGIONALE Direzione Agricoltura, Foreste e Sviluppo Rurale Alimentazione Caccia e Pesca Servizio Gestione del Territorio Reg (CE) N 1698/05 - Piano di Sviluppo Rurale

Dettagli

Produzione agricola della canapa da fibra

Produzione agricola della canapa da fibra Produzione agricola della canapa da fibra aspetti economici e scenari produttivi Studio Paroli e Associati Tecnica ed Economia Agraria Via Fiorentina, 84 PONTEDERA (PI) Tel 0587-59016 La coltivazione della

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-02-2007 (punto N. 13 ) Delibera N.135 del 26-02-2007

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-02-2007 (punto N. 13 ) Delibera N.135 del 26-02-2007 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 26-02-2007 (punto N. 13 ) Delibera N.135 del 26-02-2007 Proponente SUSANNA CENNI DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA BANDO PUBBLICO

REPUBBLICA ITALIANA BANDO PUBBLICO REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato regionale dell agricoltura dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento regionale per l Agricoltura Servizio I Agricoltura ed Ambiente

Dettagli

Allegato 2 al Decreto n. del composto di n. 8 pagine

Allegato 2 al Decreto n. del composto di n. 8 pagine Spett. Amministrazione Provinciale di Istituto erogante OGGETTO: PRESENTAZIONE DI ISTANZA DI ADESIONE AL PROGRAMMA D AZIONE REGIONALE DI INVESTIMENTO PER PRODUZIONI AGROENERGETICHE E PER IL CONTENIMENTO

Dettagli

VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98; VISTI gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01;

VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98; VISTI gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98; VISTI gli artt. 4 e 16 del D. Lgs. 165/01; VISTO l art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69, che prevede l obbligo di sostituire la pubblicazione tradizionale

Dettagli

QUADRO B - Dichiarazioni

QUADRO B - Dichiarazioni Pagina 2 di 6 26189/95871 QUADRO B - Dichiarazioni INFORMATIVA Il SIAP fornisce l'elenco dei Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) e delle norme per il mantenimento del terreno in Buone Condizioni Agronomiche

Dettagli

Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali

Buone Condizioni Agronomiche ed Ambientali Obiettivo 1 EROSIONE DEL SUOLO Obiettivo 2 SOSTANZA ORGANICA DEL SUOLO Obiettivo 3 STRUTTURA DEL SUOLO Obiettivo 4 LIVELLO MINIMO DI MANTENIMENTO Regione Campania - Assessorato Agricoltura e alle Attività

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI AZIENDALI

DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI AZIENDALI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Allegato 1 alla Determinazione n. 15737/706 DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI AZIENDALI del 04.08.2009 Si ricorda che

Dettagli

5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza

5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza 5.3.1.1.4 MISURA 114 - Utilizzo di servizi di consulenza Riferimenti normativi Articolo 20 lettera a) punto iv) ed articolo 24 Regolamento (CE) n. 1698/05. Articolo 15 del Regolamento (CE) n. 1974/2006

Dettagli

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Il Regime di Pagamento Unico Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Riforma Fischler (2003) Motivazioni della riforma Allargamento dell UE del 2004 (15 25 Stati Membri): Nuovi SM: rapporto abitanti/agricoltori;

Dettagli

1. Riferimenti normativi regionali

1. Riferimenti normativi regionali REGIONE CAMPANIA 1. Riferimenti normativi regionali Deliberazione regionale della Giunta Regionale n.169 del 03/06/2014 di recepimento del DM 30125/09, come modificato dal DM n. 10346/11 e dal DM 15414/13,

Dettagli

Provincia di Arezzo Piano Provinciale dei Servizi di Sviluppo Agricolo e Rurale

Provincia di Arezzo Piano Provinciale dei Servizi di Sviluppo Agricolo e Rurale Provincia di Arezzo Piano Provinciale dei Servizi di Sviluppo Agricolo e Rurale BANDO Per l accesso ai Servizi di Assistenza Tecnico Gestionale, di Consulenza alla qualificazione e commercializzazione

Dettagli

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio

CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA. Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio CO.PRO.VI. Società Cooperativa CONDIFESA di PAVIA Piazza Vittorio Veneto 1-27045 Casteggio tel. 0383.82392/804067 fax 0383.805509 coprovi@maxidata.it condifesa.pavia@asnacodi.it www.coprovi.it Campagna

Dettagli

ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015

ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015 ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015 In attesa che la Commissione Europea approvi il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Dettagli

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011)

Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) Testo Consolidato del Decreto n 30125 del 22 dicembre 2009 (come modificato dal DM 10346 del 13 maggio 2011) L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Documento prodotto nell ambito della Rete Rurale Nazionale

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 608 del 21 aprile 2015 pag. 1/18

ALLEGATOB alla Dgr n. 608 del 21 aprile 2015 pag. 1/18 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 608 del 21 aprile 2015 pag. 1/18 PROPOSTE DI MODIFICA AL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 5.3.2.1.3 Misura 214/a - Pagamenti agroambientali Sottomisura

Dettagli

Rev. del 19/12/2013 ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60 e successive m. e i.)

Rev. del 19/12/2013 ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60 e successive m. e i.) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60 e successive m. e i.) Settore Aiuti Diretti ed Interventi di Mercato Istruzioni per la compilazione Misura 214.a Domande

Dettagli

ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74

ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74 ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74 REGIONE DEL VENETO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2014-2020 BANDO PUBBLICO REG UE 1305/2013, Art. 29 Priorità dello sviluppo rurale Focus area

Dettagli

CAPITOLO 12 LA CONDIZIONALITÀ DEGLI AIUTI DIRETTI E LA CONSULENZA AZIENDALE

CAPITOLO 12 LA CONDIZIONALITÀ DEGLI AIUTI DIRETTI E LA CONSULENZA AZIENDALE CAPITOLO 12 LA CONDIZIONALITÀ DEGLI AIUTI DIRETTI E LA CONSULENZA AZIENDALE 12.1 La condizionalità degli aiuti diretti La riforma della PAC del 2003 ha introdotto significative novità in materia di condizionalità

Dettagli

Gli incentivi della Pac 2014-2020

Gli incentivi della Pac 2014-2020 Università di Bologna Agrofarma IBMA Milano Marittima, 13 marzo 2012 Giornate Fitopatologiche 2012 Gli incentivi della Pac 2014-2020 per la gestione sostenibile nella produzione agricola Angelo Frascarelli

Dettagli

Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole

Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole Quale futuro per i servizi di consulenza a supporto delle aziende agricole Consiglio dell'ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali Alberto Giuliani Coordinatore dipartimento Sviluppo Rurale

Dettagli

FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-201 MISURA 114 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Anno 2011

Dettagli

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 MISURA 211 - INDENNITÀ COMPENSATIVE DEGLI SVANTAGGI NATURALI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI DELLE ZONE MONTANE 1) OBIETTIVI

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali IL MINISTRO Prot. 0008809 VISTO il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive modifiche, concernente interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole; VISTI i Capi I, III e IV del medesimo

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 45 del 05 aprile 2016

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 45 del 05 aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 45 del 05 aprile 2016 Oggetto: Domanda Unica campagna 2016: avvio del procedimento di cui al Reg.

Dettagli

UNIONE EUROPEA. REG. CE n. 814/2000 - Azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune

UNIONE EUROPEA. REG. CE n. 814/2000 - Azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune UNIONE EUROPEA REG. CE n. 814/2000 - Azioni di informazione riguardanti la politica agricola comune AZIONE La condizionalità: la nuova frontiera tra PAC, Sviluppo Rurale e cittadini consumatori AGRI 2008-202

Dettagli

Scheda di notifica della proposta di modifica del PSR Sicilia 2007/2013 Aprile 2010. Ordine del giorno n. 5 Proposte di modifica del Programma

Scheda di notifica della proposta di modifica del PSR Sicilia 2007/2013 Aprile 2010. Ordine del giorno n. 5 Proposte di modifica del Programma Scheda di notifica della proposta di modifica del PSR Sicilia 2007/2013 Aprile 2010 Ordine del giorno n. 5 Proposte di modifica del Programma Modifica n.1 Scheda di proposta di modifica approvata nel corso

Dettagli

LA CONDIZIONALITA IN AGRICOLTURA Principi, norme e applicazioni

LA CONDIZIONALITA IN AGRICOLTURA Principi, norme e applicazioni LA CONDIZIONALITA IN AGRICOLTURA Principi, norme e applicazioni La condizionalità rappresenta una serie di norme in materia ambientale, di sicurezza alimentare, di benessere e salute degli animali, di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Allegato 1 al decreto n FEASR Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 MISURA 114 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali INDICE 1. OBIETTIVI DELLA MISURA... 2 2.

Dettagli

UFFICIO CONTROLLI PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIESAME CON SOPRALLUOGO IN CAMPO. 1 di 9

UFFICIO CONTROLLI PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIESAME CON SOPRALLUOGO IN CAMPO. 1 di 9 UFFICIO CONTROLLI PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIESAME CON SOPRALLUOGO IN CAMPO 1 di 9 Sommario 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 3. FASI IN CUI PUÒ ESSERE PRESENTATA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 Sottomisura 6.1 Aiuto all avviamento di imprese per giovani

Dettagli

IL DIRETTORE DEL SERVIZIO. lo statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

IL DIRETTORE DEL SERVIZIO. lo statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; 06.01.08 DETERMINAZIONE PROT. N. 7281 REP. N. 677 Oggetto: Reg. (CE) n. 1698/2005. PSR 2007/2013. Misura 214 Pagamenti Agroambientali - Azioni 214/1 Agricoltura Biologica, 214/2 Difesa del suolo, 214/4

Dettagli

Fac-simile domanda All Organismo di garanzia

Fac-simile domanda All Organismo di garanzia Fac-simile domanda All Organismo di garanzia Alla Banca Domanda di contributo in regime de minimis ai sensi del Regolamento (CE) n. 1535/2007 della Commissione del 20 dicembre 2007, relativo all applicazione

Dettagli

L 368/74 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 23.12.2006

L 368/74 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 23.12.2006 L 368/74 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 23.12.2006 REGOLAMENTO (CE) N. 1975/2006 DELLA COMMISSIONE del 7 dicembre 2006 che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1698/2005

Dettagli

Allegato B: MODELLO DI DOMANDA PER L USO DEL MARCHIO REGIONALE

Allegato B: MODELLO DI DOMANDA PER L USO DEL MARCHIO REGIONALE Allegato B: MODELLO DI DOMANDA PER L USO DEL MARCHIO REGIONALE BOLLO Spazio a cura dell ufficio ricevente Protocollo... Del... N di iscrizione... REGIONE LAZIO ASSESSORATO AGRICOLTURA DIPARTIMENTO ECONOMICO

Dettagli

Ufficio tecnico di consulenza e

Ufficio tecnico di consulenza e Ufficio tecnico di consulenza e progettazione: competenza e professionalità a servizio dei soci Per non cercare lontano quello che abbiamo in casa Consulenti/progettisti: Giuseppe Campanaro, Francesco

Dettagli

Informazioni sull'invio dei campioni e delle domande

Informazioni sull'invio dei campioni e delle domande Informazioni sull'invio dei e delle domande Luogo dove inviare i Frumento duro 12 kg I e II anno, 200 spighe/pannocchie (solo il Frumento tenero 10 kg I e II anno, 200 spighe/pannocchie (solo il Orzo primaverile

Dettagli

P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 1 4 2020

P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 1 4 2020 P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 1 4 2020 D I S P O S I Z I O N I AT T U AT I VE P E R I L T R AT TA M E N TO D E L L E D O M A N D E D I S

Dettagli

Calcolo dell esito Superficie misurata Superficie accertata Superficie determinata Superficie ammissibile «Superficie sanzionata

Calcolo dell esito Superficie misurata Superficie accertata Superficie determinata Superficie ammissibile «Superficie sanzionata Calcolo dell esito Nei capitoli seguenti sono descritte le regole per il calcolo della superficie determinata per ciascun Regime di aiuto e per la determinazione dell esito per gruppo coltura. A tale proposito

Dettagli

Rese medie per Piano assicurativo nazionale 2013

Rese medie per Piano assicurativo nazionale 2013 Rese medie per Piano assicurativo nazionale 2013 Fascia altimetrica Colture vegetali MEDIA REGIONALE ettaro/coltura Pianura ACTINIDIA 300,00 Collina ACTINIDIA 275,00 Pianura ACTINIDIA SOTTO RETE ANTIGRANDINE

Dettagli

GIOVANI - operazione 6.1.01

GIOVANI - operazione 6.1.01 GIOVANI - operazione 6.1.01 Aiuto all avviamento di imprese per i giovani agricoltori Premio di 50.000 in zona svantaggiata e di 30.000 nelle altre zone per i giovani che: Hanno età < 40 anni al momento

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n. ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Modalità e condizioni per la presentazione della domanda di contributo per le assicurazioni nel settore OCM Vitivinicolo Campagna 2010 1 Sommario

Dettagli

Sub - intervento 1: Prati e pascoli aziendali Sub - intervento 2: Arativo Sub - intervento 3: Coltivazioni arboree/pluriennali

Sub - intervento 1: Prati e pascoli aziendali Sub - intervento 2: Arativo Sub - intervento 3: Coltivazioni arboree/pluriennali Titolo della Produzione biologica Codice della Provvisoriamente: # Base legale della Articolo 30 del Regolamento (CE) n. xxxx / 2013 Giustificazione della Obiettivi della Tutela qualitativa e quantitativa

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER INTERVENTI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI ANNO 2015

BANDO PUBBLICO PER INTERVENTI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI ANNO 2015 COMITATO DI GESTIONE A.T.C. PERUGIA 1 BANDO PUBBLICO PER INTERVENTI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI ANNO 2015 Via del Nestore 1 bis - 06135 Ponte San Giovanni (PG) Tel. 075 5997383 - Fax 075 5996363 atcpg1@libero.it

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia Tel: 075.7971056, 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 32 31 marzo 2015 Oggetto : Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale

Dettagli

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 Luigi Servadei Ministero Luogo e delle datapolitiche Agricole, D.G. Sviluppo Rurale Rete

Dettagli

Osservatorio Economia e Sviluppo Rurale. Sintesi presentazione slides: Osservatorio Economia e Sviluppo Rurale

Osservatorio Economia e Sviluppo Rurale. Sintesi presentazione slides: Osservatorio Economia e Sviluppo Rurale Regione Siciliana Assessorato Agricoltura e Foreste Dipartimento Interventi Infrastrutturali Presentazioni in power point elaborate da: U.O.T. 62 di Petralia Sottana Distretto Madonie Area 2^ Studi e Programmazione-Agroservizi

Dettagli

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015

PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Speciale n.4 PAC 2014-2020 LA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTURA, TUTTE LE NOVITÀ PER IL 2015 Per la gestione del rischio in agricoltura il 2015 lo possiamo considerare l anno zero viste le tante novità.

Dettagli

PRODUZIONE BIOLOGICA Regolamento (CE) n. 834/2007

PRODUZIONE BIOLOGICA Regolamento (CE) n. 834/2007 Allegato A al decreto n. 2 del 13.01.2015 AVEPA - Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura PRODUZIONE BIOLOGICA Regolamento (CE) n. 834/2007 MANUALE PER IL RILASCIO DELL AUTORIZZAZIONE DEL RICONOSCIMENTO

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 39 del 16 aprile 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013 ASSESSORADU DE S AGRICULTURA E REFORMA AGROPASTORALE PROGRAMMA DI SILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 MISURA 214 - PAGAMENTI AGROAMBIENTALI AZIONE 3 - TUTELA DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2794 del 29 dicembre 2014 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 2794 del 29 dicembre 2014 pag. 1/7 284 Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 21 del 3 marzo 2015 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2794 del 29 dicembre 2014 pag. 1/7 PROGRAMMA REGIONALE DI INTERVENTO PER IL

Dettagli

CEREALI (autunno-vernini) (frumento duro, frumento tenero, orzo, avena, farro e triticale)

CEREALI (autunno-vernini) (frumento duro, frumento tenero, orzo, avena, farro e triticale) CEREALI (autunno-vernini) (frumento duro, frumento tenero, orzo, avena, farro e triticale) Le indicazioni contenute nelle Norme Generali devono essere considerate preliminarmente alla lettura delle presenti

Dettagli

Mauro De Osti Sezione Parchi, Biodiversità, Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori Regione del Veneto

Mauro De Osti Sezione Parchi, Biodiversità, Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori Regione del Veneto Aree Natura 2000 nella Regione del Veneto Mauro De Osti Sezione Parchi, Biodiversità, Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori Regione del Veneto Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

Specifiche Tecniche Controlli Oggettivi Superfici

Specifiche Tecniche Controlli Oggettivi Superfici DOMANDA DI PAGAMENTO UNICA REGG. CE n. 1782/2003, 795/2004 e 796/2004 e successive modifiche e integrazioni Specifiche Tecniche Controlli Oggettivi Superfici campagna 2007 AGEA Servizio Tecnico Parrtte

Dettagli

CAMPO DI CONDIZIONALITÀ: BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI. OBIETTIVO 1: EROSIONE DEL SUOLO: Proteggere il suolo mediante misure idonee

CAMPO DI CONDIZIONALITÀ: BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI. OBIETTIVO 1: EROSIONE DEL SUOLO: Proteggere il suolo mediante misure idonee ALLEGATO 2 ELENCO DELLE NORME E DEGLI STANDARD PER IL MANTENIMENTO DEI TER- RENI IN BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI DI CUI ALL AR- TICOLO 6 E ALL ALLEGATO III DEL REGOLAMENTO (CE) N. 73/09 CAMPO

Dettagli

1. Riferimenti normativi regionali. 2. Riferimenti normativi regionali relativi al singolo atto presenti nell allegato 1 della delibera sopraindicata.

1. Riferimenti normativi regionali. 2. Riferimenti normativi regionali relativi al singolo atto presenti nell allegato 1 della delibera sopraindicata. REGIONE PUGLIA 1. Riferimenti normativi regionali Deliberazione di Giunta regionale n. 1783 del 6/08/2014 di Attuazione del Decreto Mi.P.A.A.F. n. 15414/2013 Modifica al Decreto Ministeriale n. 30125 del

Dettagli

LISTINO 2012 Toscana-Umbria-Campania-Basilicata-Emilia Romagna- Lombardia-Liguria-Marche-Sardegna-Veneto-Friuli Venezia Giulia-Trentino A/A

LISTINO 2012 Toscana-Umbria-Campania-Basilicata-Emilia Romagna- Lombardia-Liguria-Marche-Sardegna-Veneto-Friuli Venezia Giulia-Trentino A/A LISTINO 2012 Toscana-Umbria-Campania-Basilicata-Emilia Romagna- Lombardia-Liguria-Marche-Sardegna-Veneto-Friuli Venezia Giulia-Trentino A/A TOSCANA E UMBRIA 1. Gestione avvio Per le aziende di produzione

Dettagli

L evoluzione della produzione integrata in Piemonte

L evoluzione della produzione integrata in Piemonte L evoluzione della produzione integrata in Piemonte Giancarlo Bourlot Regione Piemonte, Settore Fitosanitario Laboratorio Agrochimico Regionale La produzione La situazione integrata europea in Piemonte

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO PASTORALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 ALLEGATO 6 DESCRIZIONE DELLA METODICA E DELLE IPOTESI AGRONOMICHE PRESE COME RIFERIMENTO

Dettagli

Reg. (CE) n. 1251/99 e Reg. (CE) n. 1782/2003

Reg. (CE) n. 1251/99 e Reg. (CE) n. 1782/2003 Allegato I TESTO COORDINATO con le disposizioni di modifica dei decreti di ARTEA n. 96 del 29/04/2004, n. 113 del 15/5/2004, n. 121 del 14/6/2004 e n. 151 del 13/9/2004 Reg. (CE) n. 1251/99 e Reg. (CE)

Dettagli

LA CONDIZIONALITA' in Toscana. Una guida per le Imprese Agricole

LA CONDIZIONALITA' in Toscana. Una guida per le Imprese Agricole LA CONDIZIONALITA' in Toscana Una guida per le Imprese Agricole 1 INDICE PRESENTAZIONE 4 INTRODUZIONE 5 BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE E AMBIENTALI 7 NORMA 1 - GESTIONE DEL SUOLO Standard 1.1 - Gestione

Dettagli