Esistono i presuppostiper

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esistono i presuppostiper"

Transcript

1 T1 T2 PR CV Rassegna stampa Marzo 2012 Comune di Poirino 60 Cronaca di Torino LA STAMPA GIOVEDÌ 1 MARZO 2012 Retroscena MASSIMILIANO PEGGIO Esistono i presuppostiper lo scioglimentodeiconsigli comunali di Leini e Rivarolo».Sonole conclusioniacuisonopervenutelecommissionid indagine incaricate di valutare le infiltrazioni della criminalità organizzatanelledueamministrazioni comunali, finite nella bufera con l operazione Minotauro, inchiesta monumentale contro le ramificazioni della ndrangheta in Torino e provincia.lerelazionisono state depositate nei giorni scorsi in Prefettura. Ora il prefetto di Torino, Alberto Di Pace,dovràfirmareleproposte e inoltrarle al ministro dell Interno. Ndrangheta e politica: connubiod affari.unterremotoinvistaperlacinturadi Torino, dopo il vecchio caso di Bardonecchia. In base all articolo143deltestounicodegli enti locali, lo scioglimento dovràessere«dispostocondecreto del Presidente della Repubblica,supropostadelministro dell Interno, previa deliberazionedelconsigliodei Ministri». Leini e Rivarolo. La primacommissioneerapresieduta dal prefetto Enrico Ricci.Lasecondadalvicario delprefetto,raffaeleruberto.lerelazionihannoanalizzatoinparticolareleattività amministrative collegate a Nevio Coral, ex sindaco di Leini,edelsegretariocomunale dirivarolo,antoninobattaglia, da circa vent anni al servizio del Comune, a prescindere dal colore politico dei sindaci.l estatescorsatutt edue erastatiarrestaticonl accusa di favorire gli affari la ndrangheta. MalavicendachefapiùrumoreèquelladiNevioCoral, L ITER BUROCRATICO LafirmadelPresidente della Repubblica dopo ilconsigliodeiministri Dopo gli arresti, in piazza contro le cosche Dopo gli arresti dell operazione Minotauro, che portarono in carcere l ex sindaco Nevio Coral, a Leini i cittadini scesero in strada contro infiltrazioni mafiose e illegalità. Ora le inchieste confermano legami tra ndrangheta e politici locali Mafia,LeinieRivarolo versoilcommissariamento l imprenditore innamorato dellapolitica,che hatrasmessola passioneanche al figlio Ivano. Famigliadisindaci.Coralèstatonominato primocittadinodileininel 1994.Il figlioivanoèstato elettonel2005erielettonel 2010.Loscorsodicembresiè dimesso,inseguitodallepolemicheedaisospetti.lafamigliacoral,difatto,hamantenutounacontinuitàdipotere perquasiunventennioaleini.dipiù.l influenzadellafamigliasièspintaoltre.l altro figlio,claudio,èilmaritodicaterina Ferrero, ex assessore regionaleallasanitàtravoltada un altra inchiesta giudiziaria, dipocoprecedentel operazione Minotauro, su turbative d astaecorruzioneinambito sanitario.carrierapoliticain ForzaItalia:elettanel1995in Consiglioregionale,dalmarzo Ci sono i presupposti per lo scioglimento dei consigli L EX SINDACO Coral in carcere da giugno Appalti, voti e amici pericolosi INonsipuòparlaredi eventuale scioglimento del consigliocomunaledileini senza ricordare i guai giudiziaridelsuodominuspassato e presente(per interposto figlio): Nevio Coral. E in carceredagiugnoconl accusa di concorso esterno in associazionemafiosaelesuccessiveindaginideipmsulradicamento della ndrangheta neltorinesesembranorafforzare gli elementi di prova neisuoiconfronti.almeno unaltroimprenditoredello stessogirohamessoaverbalechel exsindacodileini eradiventatosuosociooccultoepartecipavaallaspo- gliazionediaziendedecotte per ricavarne pure lui utilità in denaro. Pure Coral aveva incontrato la ndrangheta nel suo territorio quando gli venneimpostala«guardiania»asedidiimpreseecantieri.mainseguitohacominciatoadospitaresocietàdi imprenditori ndranghetisti neisuoicapannonieaproporrelorounrapportodidare (appalti) e avere (voti) che,duranteunbrindisiintercettatonelcorsodiuna cena elettorale per uno dei figli candidato alla presidenza dellaprovincianel2009,si tradusseinunasortadipatto di potere. 1998èstatanominatavicepresidente della commissione consiliareurbanistica e Trasporti. Luci e ombre. La commissione d indagine ha interrogato decinedipersone,acquisendo delibereeatticomunali.masi è dedicata soprattutto a studiare l intreccio di legami tra esponentidell ndranghetaelaprovanaspa,il«gioiellino»dicoral,lasocietàdiserviziacapitalepubblicoideatanel1998. EntestrumentaleperComuni. «LaProvanaèilmiocapolavoro»sostieneCoral.Capolavoro cheavrebbepermessodigestiregliappaltiriducendoilcontrollodirettodell amministrazionecomunale.inquestomodolaprovana,chenelcorsodegliannihaampliatoilsuoraggio d azione, è diventata una società«privata»sottolaguida dicoral.questotipodigestione, stando alla relazione, avrebbefavoritogliaffariconleimprese controllate da soggetti affiliatialla ndrangheta.elacriminalità organizzata avrebbe condizionato a sua volta le decisionidegliamministratori,garantendosiappaltiecommesse milionarie. Uncapolavoro.InfondolafilosofiadiCoralèdiventatanota, grazie alle intercettazioni di Minotauro:«Prendiamounolo mettiamoincomune,l altrolo mettiamonelconsiglio,l altro lomettiamoinunaproloco,l altrolomettiamointuttaaltra cosa...ediventiamoungruppo forte». Un cartello d affari. In breve Bilancio La Fondazione Agnelli apre al sociale ILa Fondazione Agnelli allargaalsocialeilsuoruolotradizionaledicentrodistudiediricerche. Nel primo bilancio sociale relativo al 2010, presentatoieri,cisonooltre euro indirizzati a iniziative di solidarietà sociale e beneficenza a sostegno di enti nazionali o localiesottoformadiaiutidirettia persone in difficoltà, dipendenti o ex dipendentidel gruppo Fiat. Poirino Morto in mensa stroncato da embolia IÈ stata un embolia polmonare a uccidere Emilio Fierro, l'operaio di 44 anni morto nella sala mensa dello stabilimento Denso di Poirino. Adesso, dopo le polemiche legate all'assenza degli infermieri durante il secondo turno di lavoro, i delegati sindacali Fim e Uilm prendono le distanze:«ogni allusione o attribuzione di responsabilità appare a nostro avviso fuori luogo e inappropriata» spiega Rocco Cutrì della Fim Cisl. Lavoratori, sindacati e i responsabili dello stabilimento stanno raccogliendo fondi per la famiglia dell operaio. Golden Palace Lavoratori scrivono alle istituzioni II dipendenti del Golden Palace-ierihannosaputoche non tutti i 50 conserveranno il posto- scrivono agli enti locali perchiederedinonesserelasciati soli.«siamo preoccupati per il nostro futuro; vi chiediamo di aiutarci a essere ricollocati difendendo le nostre professionalità». Galleria Subalpina Carceri, i radicali manifestano IStasera dalle 20 i militanti di Radicali Italiani e dell Associazione Radicale Adelaide Aglietta terranno un sit-in davantialcinemaromano,inoccasione dell anteprima del film «Cesare deve morire» dei fratelli Taviani. SENTENZA CONDANNATI DUE BROKER E IL DIRETTORE DEL «COSMAN» Gara pilotata per aggiudicarsi l assicurazione del consorzio In piena «mucca pazza» Era il periodo dei grandi clamori peril diffondersidella Bse, la cosiddetta«mucca pazza». Il consorziocosman ottenne un«programmaassicurativo completo» dalla Willis Inchiesta del 2006 della Finanza sullo smaltimento di carcasse animali Eranoaccusatiditurbativa d astaaggravataperunavicendadiassicurazionilegata alconsorzioregionaleperlo smaltimento delle carcasse animali(cosman)costituito perfronteggiarel epidemia di Bse, la famosa «Mucca pazza».treimputati.laterza sezionedel tribunale di Torino ieri ha condannato tutt etreallapenadianni1e mesi2direclusioneedquattrocentoeurodimulta. Condannati sono: Lorenzo Becotto,60anni,direttoredel consorzio,giàesponentedella Coldiretti e consigliere di amministrazione della Cassa di risparmiodifossano;massimo Mantegazza, 57 anni, responsabile della«divisione enti pubblici»diwillisitaliaspa,multinazionale del settore brokeraggio assicurativo per l agricoltura; FabioCampoli,51anni,collaboratore della sede Torinese della Willis Italia. Ilprocessonascedaun inchiestadellaguardiadifinanza coordinata dal pm Cesare Parodi. Secondo l accusa i tre avrebbero agito in modo collusivoalterandolaregolaritàdella garad appaltoperl assegnazione del servizio di consulenza di brokeraggioassicurativoabeneficio del consorzio. Compensi d oro.materiacomplessa,legata ai criteri di aggiudicazione. Il processoèduratoalungo.ilegalihannodatobattagliaricorrendoaconsulenzeeperizie. Unabattagliaperdimostrare cheitreavevanoviolatoi«principiditrasparenzaediconcorrenza», predisponendo un capitolatod appaltomanipolatoad hoc per condizionare la vittoria. Difattoivincitori,standoalle accusesollevateinaula,avreb- 1 berocontribuitoallasuapredi- sposizione. La società Willis nel 2006vinselagaraesiassicurò così la fornitura di «un programmaassicurativocompleto epersonalizzatoperilconsorzio»elasuasuccessivagestione. Tutti gli altri concorrenti sarebbero stati penalizzati. Iltribunalehacondannato gliimputatiarisarcireleparti civili, G.e.a. Gestioni e Assicurazioni,rappresentatidall avvocatofrancescomigheli,concedendounaprovvisionaleimmediatamenteesecutivadi30mi- laeuro.tuttonascedallenuo- ve norme sullo smaltimento. Annifagliagricoltoripagavanoleimpresadismaltimento perlecarcassedeilorocapi mortielaregione,attraverso ilconsorzio,rimborsavadal40 al 60 per cento. Successivamente i nuovi orientamenti sugli aiutipubblicihannoesclusogliindennizzidiretti.perquestomotivolaregionepiemonteaveva predisposto in alternativa un sistema di polizza assicurativa sulpatrimoniozootecnico,facendo affidamento sulla propriareteinformativaingrado di stimare i casi mortalità aziendali,equindiprevedereicosti assicurativiordinari. [M. PEG.]

2 34 NEI DINTORNI Venerdì 2 marzo 2012 POIRINO Si poteva fare qualcosa per salvare Emilio Fierro? E la domanda che si pongono i colleghi dell operaio della Denso morto lunedì mentre era in fabbrica. Sembra che ad ucciderlo sia stata un embolia polmonare, ma tra sindacati e vertici dell azienda si discute su eventuali responsabilità: al momento del malore la sala medica era chiusa e gli infermieri erano usciti. TRAGEDIA - Emilio Fierro aveva 44 anni. Aveva già accusato dolori poco prima Muore per un malore alla Denso di Poirino L infermeria era chiusa: si sarebbe salvato? «L assenza era motivata e le chiavi della stanza erano disponibili. E, probabilmente, ci fosse stato qualcuno non sarebbe stato comunque possibile salvarlo», fanno sapere dalla multinazionale, che POIRINO Bilancio comunale salvato dall aumento dell aliquota I- mu, la nuova Ici. Per fare quadrare i conti delle esauste casse comunali questa pare sia l unica soluzione. E il grosso del gettito arriverà dalle nuove imposte sugli e- difici non residenziali rurali e i terreni agricoli, prima esenti. Così ha spiegato il sindaco Sergio Tamagnone lunedì sera nell incontro quadrimestrale con gli abitanti della frazione Favari. «I tagli dei trasferimenti dallo Stato causerebbero per quest anno un buco fra i 200 ed i euro lancia l allarme il primo cittadino scrivendo cifre positive e negative su una lavagna di fronte a una ventina di persone Con un aumento dello 0,5 delle aliquote minime, al 4 ed al 7,6 per mille, si riesce a coprire il deficit che si aprirebbe se applicassimo il minimo». Sulla prima casa, quella di residenza, graverà un imposta del 4,5 per mille. Gettito previsto euro. Questi soldi entreranno totalmente nelle casse comunali. Per tutti gli altri immobili, fabbricati e terreni, l aliquota-base è del 7,6 per mille. Salirà all 8,1. Ma qui lo Stato si fa avanti e porterà via la metà del gettito. «La legge prevede che noi possiamo decidere se aumentare o diminuire quest aliquota fino al 3 per mille spiega ancora Tamagnone Se però diminuiamo, lo Stato pretende lo stesso la sua fetta, che in quel caso dobbiamo tirare fuori dalle nostre casse. Ma non abbiamo alcun margine di manovra, perché già ora a- vremmo un deficit». Ma da cosa è causato? Previsioni sbagliate? Spese eccessive? No, nega il sindaco: aumenti che arrivano dall esterno. «Se la Regione, come ha annunciato un paio di settimane fa, ridurrà il suo contributo al Consorzio socio-assistenziale, dovranno integrarlo i Comuni. Per noi significa più di euro». Ma non basta. La legge consentiva solo l anno scorso di aumentare l addizionale sull energia e- lettrica, cosa che tutti i paesi si sono affrettati a fare. Quest anno non si può più applicare. Risultato: euro in meno. «In più ci sono una gran quantità di aumenti per noi del costo dei servizi e delle forniture che, una sull altra, portano ad una cifra attorno ad altri euro». Il calcolo attuale del gettito dal settore agricolo è una stima basata su dati non del tutto certi. La conferma si potrà avere solo quando l imposta verrà versata. Allora si potrà tarare meglio e apportare modifiche, cerca di confortare il pubblico composto in gran parte da agricoltori: «Eventuali variazioni in meno si potranno decidere anno per anno. Ciò che impedisce previsioni precise sul gettito Imu sono gli incassi dalla prima casa, sia perché i dati su di esse risalgono al sia perché ci sono alcune variabili, come le detrazioni per i figli sotto i 26 anni, tuttora non del tutto note al Comune». Ma quel che più conta per i contribuenti della frazione è l imposizione sul settore agricolo. Su di esso gravano nuove imposte. Da quest anno sono tassati anche i cosiddetti fabbricati strumentali delle aziende, cioè stalle, magazzini e capannoni, finora indenni dalla scure del fisco. Da questi immobili arriveranno euro. Ben più corposo l incasso dai terreni agricoli prime esenti, su cui grava ora un imposta del 2 per mille. Questa non verrà aumentata. Arriveranno in Municipio euro. «Ma i contribuenti non rilascia altre dichiarazioni. Fierro, carmagnolese di 44 anni, si è sentito male per la prima volta intorno alle 17 di lunedì. Ha subito chiesto un antidolorifico nell infermeria della fabbrica. Poi pagheranno il doppio, , perché l altra metà se la prende lo Stato», spiega il capo della giunta. In totale dall Imu di tutto il paese verranno incassati, secondo calcoli possibili ora, euro. Cifra, nonostante gli aumenti, è tornato alla catena di montaggio, nonostante gli avessero consigliato di fermarsi. Due ore dopo, in mensa, il dolore è tornato a farsi sentire più forte. Inutile l intervento della Cri di Chieri. Mezzo punto più della tariffa base Poirino chiuderà i buchi con l Imu Colpiti gli agricoltori. «Solo spese di pura sopravvivenza» Una tavolata senza portate, il sindaco da una parte e i contribuenti dall altra: una situazione emblematica quella dell incontro della Giunta con gli abitanti dei Favari inferiore a quella dell anno passato, attestata a euro mettendo insieme quanto versato dai contribuenti ( ) ed il rimborso da Roma ( ) per il mancato gettito dell Ici prima casa, cancellata cinque anni fa. I ragazzi del 94 insieme ai due interpreti delle maschere tradizionali pralormesi PRALORMO La Costituzione con la Vigiota per i diciottenni PRALORMO La Costituzione italiana, gli statuti della Regione, della Provincia e del Comune in regalo ai 16 maggiorenni della leva Venerdì si è infatti tenuto Benvenuto coscritto nella sala del Consiglio comunale, una vera accoglienza nel mondo degli adulti con il sindaco Lorenzo Fogliato, i rappresentanti delle associazioni del paese, insieme ai referenti quelli dell asilo Carlo Morbelli e della casa di riposo Residenza Pralormo. Con loro anche Pierin e Vigiota2, le due maschere del paese che rappresentano il mondo rurale, quest anno interpretati da Gianpiero e Cristina Lisa, coppia anche nella realtà: «Siamo sposati e abbiamo tre figli: Alessia, Silvia e Matteo, rispettivamente di 10, 9 e 2 CENTRO STORICO Come stanno le piante a Poirino? Agronomo in azione POIRINO Come stanno gli alberi del centro storico? Sarà l azienda agricola di Pierluigi Sibona a valutare lo stato di salute di tigli, platani e ippocastani che ornano alcune vie del paese. Il municipio ha affidato l incarico all agronomo carignanese che già in passato ha svolto consulenze sul verde comunale. La spesa è di euro e riguarda u- na quarantina di piante che si trovano in piazza Italia nella zona dell edicola, al castello in fondo via Cesare Rossi, in piazza Morioni e sul primo tratto di via Carmagnola. «Non è un intervento straordinario, non abbiamo riscontrato alcun pericolo o problema particolare tranquillizza Vittorio Casetta, tecnico comunale - È un intervento preventivo che ogni tanto è giusto fare su alberi che hanno un età elevata. Un monitoraggio periodico che abbiamo già fatto in passato e che, se ci sarà disponibilità economica, estenderemo ad altri alberi nel prossimo futuro». Il monitoraggio dovrebbe avvenire entro poco tempo, comunque entro la fine della primavera. «È un intervento che deve essere fatto da un esperto del settore. Se dalla relazione che ci presenterà si riscontreranno delle problematiche, potremmo intervenire curando le piante o valutando altre soluzioni». Risultato: con meno soldi il Comune potrà fare ben poco. «Faremo spese di pura sopravvivenza conclude Tamagnone - Per la frazione restano sono il nuovo impianto d illuminazione di via del Vaschetto ( ) e la ristrutturazione della scuola elementare ( , metà dei quali di contributo regionale) solo perché sono opere già finanziate nel bilancio dell anno scorso». Di fronte alla prospettiva degli aumenti e delle poche migliorìe per la borgata il pubblico resta quasi ammutolito e chiede soltanto alcuni chiarimenti sul profluvio di cifre elencato dal sindaco. Il quale, ad incontro terminato, tira un respiro di sollievo: aveva previsto una levata di scudi da parte degli agricoltori tartassati. Mario Grieco 3 anni». Una vita divisa tra famiglia e lavoro: Cristina è infermiera al pronto soccorso dell ospedale Molinette a Torino, mentre Gianpiero è impiegato in una ditta di Villanova: «Tra lavoro e bambini da seguire, il tempo scarseggia confida A parte un gruppo che frequentiamo in oratorio, non abbiamo la possibilità di coltivare altri interessi. Anche per questo ringraziamo gli amici che ci hanno aiutato a partecipare a quest iniziativa». Ma tocca alla Provincia Strada pericolosa I Favari chiedono velox e banchina POIRINO L autovelox o una banchina protetta: questa la richiesta degli abitanti dei Favari per limitare i pericoli lungo la strada provinciale per Villastellone, avanzata durante la riunione con la popolazione di lunedì scorso. «Quando devo accompagnare i miei figli a scuola, devo camminare sul ciglio della strada fiancheggiato da un fossato, per giunta pieno di porcherie - attacca una madre Attraversarla per andare a NOTIZIE IN BREVE MY WINE BORSE AGLI STUDENTI DI POIRINO E PRALORMO L enologia premia gli studenti meritevoli: l associazione My Wine, con sede a Cellarengo, ha bandito un concorso per assegnare sei borse di studio di 500 euro a studenti dalla terza alla quinta superiore residenti a Poirino, Pralormo, Cellarengo, Valfenera, Montà e Isolabella. Nessun vincolo per l indirizzo di studio. Le borse verranno assegnate in base al merito scolastico e la classifica verrà stilata da una commissione presieduta da Silvio Greco (professore emerito al Politecnico di Torino) e da altri due docenti dell università torinese. Si può presentare domanda scritta con i propri dati anagrafici, i dati della scuola frequentata, certificato di residenza, certificato di promozione dell anno 2011/2012 e fototessera. A questo, e al consenso per il trattamento dei dati personali, dovrà essere affiancata una breve lettera di autopresentazione con riportati interessi personali, preferenze, progetti di vita. Il tutto dovrà essere inviato entro il 31 luglio a My Wine, via Aldo Moro 16, Cellarengo. Gli studenti selezionati dovranno sostenere un colloquio orale e i vincitori delle borse di studio verranno resi noti il 16 settembre. Informazioni e moduli all indirizzo e- mail POIRINO COPPIA DI SCRITTORI IN BIBLIOTECA Doppietta di autori per la biblioteca comunale. Questa sera, venerdì, i locali di via Cesare Rossi 12 ospiteranno dalle 21 (ingresso libero) Bruno Gambarotta e Alessandro Berard che presenteranno i loro ultimi libri. Gambarotta parlerà de Le ricette di Nefertiti (Grazanti editore, 228 pagine), un racconto che lega le vicende di un egittologo e del museo egizio di Torino con il ritrovamento di un antico papiro che riporta le ricette della regina Nefertiti. Accanto a lui un altro scrittore torinese, Alessandro Berard, con il suo volume Ultimi giorni in città (Robin editore, 138 pagine). Una serie di istantanee tra incontri, paesaggi urbani, ambienti che trascinano il lettore dalla realtà all immaginazione accompagnando in una meditazione sul nostro tempo. COLANGELO NUOVA DIRETTRICE ALLA POSTA A POIRINO Da ieri, giovedì, l ufficio postale ha una nuova direttrice: è la santenese Anna Maria Colangelo, 52 anni, originaria di Matera. Da trent anni in Poste Italiane, ha maturato esperienze in diversi settori dell attività aziendale. L ultimo incarico era stato quello di direttore dell ufficio postale di Testona. Colangelo sostituisce Enrico Portas, che va in pensione. trovare i miei parenti che vivono dall altra parte è un impresa, con i veicoli che sfrecciano ad alta velocità». Bisognerebbe piazzare un autovelox o costruire una banchina protetta, la richiesta. Scuote la testa il sindaco Sergio Tamagnone. «Non possiamo intervenire: è una strada provinciale. Ciò che può fare il Comune è associarsi a u- na vostra richiesta scritta indirizzata alla Provincia». Tamagnone è comunque scettico: «L opera sarebbe costosa in tempi normali, figuriamoci ora che il Governo vuole cancellare le Province...».

3 40 RUBRICHE Venerdì 2 marzo 2012 La vignetta di Danilo Paparelli Ce la concediamo, una incursione nel gossip? Allora: la miliardaria statunitense Ivana Trump, 63 anni, ha trascorso il giorno di San Valentino sulla Nikki Beach dell isola di St. Barth. A tenerle compagnia Antonio Zequila, 52 anni, meglio noto come er Mutanda. Non è certo la differenza d età a colpirmi. Né il fatto che sia probabilmente lei a pagare il conto dell albergo, e non viceversa. Però mi chiedo come Zequila sia riuscito a entrare entrare nell orbita di I- vana Trump. Che cosa lei ci trovi in lui, e lui in lei. Di che cosa parlino. E in che lingua. Un altra cosa che mi colpisce, in questi giorni, è L isola dei famosi. Di cui colgo o- gni tanto qualche fotogramma, saltabeccando tra le reti televisive all ora di cena. Ci sono donne incredibili! ALMANACCO Se la tv ci prende in giro almeno cambiamo canale Con la faccia sformata: sembra indossino maschere per la notte di Halloween. E dire che, in teoria, si tratterebbe di belle donne. Ma in pratica, esposte al sole dell Honduras, stanno gonfiando irregolarmente, soprattutto in faccia. Diventando quasi dei mostri. Non che ci sia molto da spiegare. Fatti, rifatti e misfatti dei chirurghi plastici sono meglio gestibili all ombra, e in piena civiltà. Dove, se occorre, truccatori esperti possono mantenere un ricordo della bellezza passata. Ma sotto il sole impietoso, DI ENRICO BASSIGNANA costretti alla fame (ben diversa da qualsiasi e ben più celebrata dieta), le magagne emergono senza che nulla possa fermarle. E ciò che ieri era bello oggi sembra grottesco, e domani sarà patetico. Anche perché, sulle isole, nelle fattorie, nei grandi fratelli, ci finiscono quelli che famosi non sono mai stati, oppure quelli che rischiano di non esserlo più. E allora trovatemi un motivo, anche solo uno, che giustifichi la spesa di tempo di fronte al teleschermo, per ammirare pietose gesta di smutandati (condizione indispensabile in ogni stagione e latitudine), che trascorrono la maggior parte delle loro giornate a discutere di minuzie. A ciò si aggiunga la totalità della finzione. I naufraghi che cercano riparo dalla pioggia sotto un telo mal teso, hanno di fronte a sé una troupe ben equipaggiata che li riprende. E non c è momento in cui siano realmente soli, affidati a se stessi, o addirittura in pericolo. E una bella pagliacciata, insomma. Talvolta fatta a spese nostre, di noi che paghiamo il canone. Girare canale, a questo punto è l unica arma democratica in nostro possesso. Per far capire a chi redige i palinsesti che svago e presa in giro sono due cose differenti. E che molto spesso (starei per dire quasi sempre...) la gente è migliore dei programmi che le vengono propinati... Lettere e opinioni I lettori possono inviare le loro lettere e opinioni per posta a Lettere - Corriere, via Andezeno 62 o per fax allo o per a - Il materiale inviato non sarà restituito. Lettere, fax ed devono contenere nome, cognome, indirizzo e numero di telefono del mittente. La redazione potrà sintetizzare e adattare testi troppo lunghi, rispettandone il senso. POIRINO «Sui rumori molesti del night club è un anno che scriviamo al sindaco» ENRICO ARMELLINO Sig. direttore, scrivo la presente in qualità di amministratore del Condominio Orchidea, sito a Porino, fraz. Marocchi, Via del Lobetto 20/22, oggetto del Vostro articolo del 17 febbraio scorso, per chiedere di far conoscere tutte le richieste di intervento fatte dal Condominio nella mia persona (o dai singoli Condòmini) da quando è stato riavviato il locale La dolce notte al piano terra dello stabile. Leggo infatti che la situazione sarebbe stata poco nota ed in particolare il sindaco asserisce che non avevamo mai riscontrato attività illecite prima. Adesso è venuta fuori questa vicenda Credo che avesse solo la licenza di bar e non di night club. Credo che le dichiarazioni del sindaco siano state decisamente approssimative, viste le comunicazioni inviate a tutti gli enti preposti (e dunque anche al Sindaco e all ufficio del Commercio del Comune di Poirino, al Comandante della Polizia Municipale, al Comandante della Compagnia dei Carabinieri). Nelle mie lettere, scrivo te- stualmente, è in atto da diverse settimane (lettera del 31/05/11) un continuo disturbo della quiete pubblica a causa dei rumori prodotti dal circolo privato notturno sito in Via del Lobetto 20 denominato La dolce notte Il nome stesso del locale (lettera del 6/5/11) indica che l attività che si svolge all interno non è quella di un circolo sportivo ma, con tutta probabilità quella di un night club Vi prego di indicarmi (lettera del 19/01/2011) quali autorizzazioni siano state concesse e a vigilare sul corretto utilizzo dello stesso. Alle numerose lettere sono poi succedute infinite richieste verbali di intervento. Per quanto esposto risultano pertanto incomprensibili le parole del Sindaco che credo debba giustificarle a tutti i residenti in quanto, a chi ha subito e segnalato enormi disagi per più di un anno, suonano semplicemente come una presa in giro. Tengo inoltre a segnalare a nome di tutti i Condomini che le forze dell ordine ed in particolare i Carabinieri hanno svolto numerosissimi interventi nel corso dell ultimo anno. FRANCO BERTO PRIORITÀ «Il palazzetto dello sport è più urgente dell assistenza?» Egregio direttore, di nuovo si parla del palasport che dovrebbe essere costruito a San Silvestro per la pallavolo chierese: costo 6 milioni e trecentomila euro (!!!), forse finanziati da esterni. Però si parla anche del consorzio socio-assistenziale, che cerca disperatamente 1 milione di euro, solo per rimanere in vita. Si parla anche delle palestre e delle scuole del chierese, che avrebbero bisogno d importanti interventi. Da sempre ci si lamenta che Chieri non ha un teatro comunale e che la vita culturale chierese deve chiedere spazi a terzi, non sempre disponibili e adeguati. Allora non capisco la gerarchia di valori che anima la nostra Amministrazione: forse la disponibilità di un palasport per assistere alle partite di pallavolo (non chiamatelo volley, visto che esiste da sempre il termine equivalente in italiano!) di serie A finché ci sarà è più urgente e importante dell assistenza ai malati, ai disabili (dire diversamente abile mi sembra un i- nutile eufemismo), agli anziani, ai poveri e ai deboli in generale? Forse è più importante della funzionalità delle nostre scuole? Oso anche domandarmi: più importante della cultura? Non credo che tutte queste persone citate (bisognosi di aiuto, studenti spero con le loro famiglie e insegnanti, persone attente alla cultura) preferirebbero un seggiolino in un palasport moderno, ampio e accogliente al soddisfacimento dei loro bisogni vitali (e ne ho elencati solo alcuni, ma sarebbero tanti...). Vista la rilevanza della somma in questione, sarebbe bello che il Comune rivedesse le sue priorità. Se invece fosse effettivamente un regalo (ma nessuno regala per niente) come sperano i promotori, perché non indirizzarlo a qualcosa di più utile? Mi si permetta, in breve spazio, di esprimere anche il mio sconcerto per l indignazione di quelle persone che definiscono un offesa (alla coscienza e alla libertà della donna) e un ricatto la proposta di 250 euro mensili per non abortire; forse euro in due anni sono pochi e non bastano per far cambiare idea, ma se anche solo una donna accettasse a- vremmo salvato una vita che, chiaramente, vale molto più di euro. FONDAZIONE «E mia intenzione rimettere il mandato dall associazione Amici» NERIO NESI Egregio Direttore, il Suo giornale ha pubblicato - il 17 febbraio un articolo intitolato "Nesi pigliatutto Adesso presiede anche la Fondazione". Leggo soltanto oggi questo articolo (sono regolarmente abbonato) e mi affretto a inviarle di seguito copia della lettera con la quale ho messo a disposizione dei Soci il mio incarico di Presidente della Associazione "Amici", rimanendo in carica soltanto per il periodo necessario alla scelta del nuovo Presidente. Il giorno 13 febbraio 2012, l Assemblea dei Soci Fondatori della Fondazione Camillo Cavour mi ha nominato, per acclamazione, nuovo Presidente della Fondazione, al posto del dott. Mario Garavelli che rimane nel Consiglio di Amministrazione. L Assemblea stessa ha nominato il nuovo Ufficio di Presidenza, così formato: Nerio Nesi, Fiorenzo Alfieri, già Assessore alla Cultura della Città di Torino, e Michele Coppola, attuale Assessore alla Cultura della Regione Piemonte. Non esiste una incompatibilità legale tra Presidente della Fondazione Cavour e Presidente della Associazione Amici. Esiste, però, un senso dell opportunità che supera le ragioni giuridiche. Conseguentemente, sento il dovere di mettere a disposizione della Assemblea dei Soci la mia carica di Presidente della Associazione Amici della Fondazione Cavour, mentre riterrei non solo compatibile, ma anche utile, rimanere nel Comitato Direttivo della Associazione stessa. E mia intenzione riunire al più presto il Comitato Direttivo della Associazione, per valutare la situazione che si è venuta a creare. Naturalmente, espleterò il mio incarico di Presidente della Associazione, fino alla nomina del nuovo Presidente. PREMIO Il Sigillo della Regione ai volontari piemontesi della Protezione civile VALERIO CATTANEO Gentile Direttore, sabato a Palazzo Lascaris si è vissuta la significativa cerimonia del conferimento ai volontari della Protezione Civile piemontese del Sigillo della Regione. E un riconoscimento che viene concesso di rado, a persone o istituzioni che abbiano contribuito al bene della comunità regionale, con abnegazione e spirito di servizio. Sono orgoglioso che il Consiglio regionale, che ho l onore di presiedere, abbia assunto questa decisione all unanimità, confermando l attenzione che l Istituzione ha nei confronti di questo specifico settore del volontariato, che ha operato con coraggio e grande professionalità in Piemonte e fuori, in Abruzzo e ad Haiti per il terremoto, in Liguria per l alluvione, nuovamente in centro-italia per le recenti, forti nevicate. E una componente del Piemonte solidale che, come tante altre realtà del Terzo Settore, offre un contribuito positivo determinante per assicurare la coesione sociale e supportare le iniziative delle pubbliche istituzioni. Con il Sigillo abbiamo voluto ribadirlo in modo formale, ma a mio avviso il ruolo più importante della Protezione Civile è stato far maturare in Piemonte una forte consapevolezza dei rischi che derivano dai fenomeni naturali o ambientali. Questa coscienza dei pericoli che si corrono aiuta a prevenirli, a limitarne gli effetti, come abbiamo riscontrato lo scorso novembre quando le forti piogge hanno sì provocato danni, ma nessuna vittima. Ritengo quindi che il Sigillo alla Protezione Civile sia un riconoscimento che abbiamo dato, non solo alle migliaia di volontari, ma a tutta la società piemontese per il suo comportamento sobrio, determinato e serio nelle situazioni di difficoltà che abbiamo vissuto in questi anni. Presidente del Consiglio regionale COMUNITÀ CRISTIANA DI BASE DI CHIERI La notizia della morte di padre Claudio Guidotti ci addolora moltissimo. Claudio approdò alla nostra Comunità Cristiana di base circa vent anni fa, dopo un incontro pubblico che avevamo organizzato presso la biblioteca di Chieri, quando ancora era rettore della chiesa dei Salvatoriani. Per strade diverse avevamo maturato opinioni, scelte e giudizi simili su molti temi teologici ed ecclesiali. Iniziammo a confrontarci con la lettura del libro di I- saia, cui Claudio era legato e sul quale cui la comunità in quel momento stava riflettendo; fin dall inizio il confronto è avvenuto su un piano paritario, con lo sforzo da parte di ognuna/ognuno di a- scoltare, accogliere e rispettare le idee ed i contributi di tutti. Si rivelò subito un uomo profondamente libero e per niente clericale, cosa che lo rendeva immediatamente simpatico alla FEDE, POLITICA E VITA QUOTIDIANA Padre Guidotti, il prete scomodo gente che si trovava ai margini della chiesa istituzione. Apprezzammo la sua capacità critica di leggere esperienze e travagli della sua vita personale e di religioso, di mettere al vaglio comportamenti e modelli residui del passato e di un istituzione sclerotizzata. La sua sete di conoscere, la voglia di capire, di ricercare, di mettere in discussione anche certezze appartenenti alla sfera del sacro lo hanno mosso allora e lo hanno sempre mantenuto in cammino. I suoi studi sul ministero gli a- vevano chiarito che anche un prete dovrebbe guadagnarsi da vivere con il lavoro, questo l aveva portato ad imparare il mestiere di corniciaio che svolgeva con abilità e che aveva incrementato andando a vivere in collina. Questa attività, così come il contatto con il quotidiano (farsi da mangiare, badare alla casa e all orto ) gli avevano fatto vivere direttamente sulla propria pelle un pezzo dello slogan che ha caratterizzato le Comunità di base: fede, politica e vita quotidiana. Il TRA LA GENTE problema più grande lo aveva verso la politica, dove lamentava di non possedere strumenti di a- nalisi sufficienti, nonostante la sua notevole cultura e volentieri attingeva alle e- sperienze dirette degli altri amici/amiche del gruppo (operai, sindacalisti, operatori sanitari, insegnanti, ecc ). Claudio aveva una profonda Solidale con le lotte operaie del Chierese 3 sensibilità sociale, era stato solidale con le lotte operaie tessili del chierese: in una memorabile predica aveva ripreso duramente un industriale tessile locale, sempre in prima fila in chiesa ma poco cristiano con i suoi operai. Per alcuni anni prestò servizio a Moncucco in u- na comunità per malati mentali dai quali, come diceva spesso, s impara più che dai sani. A Chieri è stata senz altro una figura nota e nello stesso tempo scomoda, al di fuori dei tradizionali cliché di prete presenti in città. Spesso prendeva posizioni progressiste sui temi teologici ed etici e questo gli è costato senz altro una certa solitudine, un isolamento, paradossalmente anche in momenti di necessità rispetto alle celebrazioni domenicali, per le quali ha sempre offerto la propria disponibilità, come ha fatto per anni alle Orfanelle di Chieri. Nonostante tutto ciò il suo amore per la Chiesa, a cui preferiva il concetto biblico più pregnante di popolo di Dio, è sempre stato cristallino. Per darsi nuove risposte Claudio aveva ampliato la sua cultura biblica e l aveva nutrita di letture e di autori della moderna ricerca storico-critica che, come ci raccontava, trasmetteva nelle sue omelie, con le attualizzazioni che ne conseguivano. Non si è mai sottratto ai commenti, alle richieste di chiarimenti, di discussione, an- che alle contestazioni che gli arrivavano in sacrestia alla fine delle celebrazioni, anzi le considerava occasioni per parlare, approfondire, confrontarsi con le persone, senza opporre atteggiamenti di dogmatica superiorità. Ancora negli ultimi anni, nella sua sete di capire, di andare alla fonte della Scrittura, si era messo a studiare l ebraico. Sul tema del celibato dei preti poi aveva raccolto una serie di materiali, carezzando l idea di farne una pubblicazione seria e documentata. Oltre ad aver percorso con noi un pezzo di strada, Claudio ha dato vita e animato altri gruppi biblici, cosciente che il rinnovamento del cristianesimo passa attraverso le lettura della Parola e la riscoperta del Gesù storico. Siamo cresciuti assieme in questi tumultuosi anni, contaminandoci a vicenda sia nei nostri settimanali incontri biblici che nelle eucarestie, convinti che le differenze sono una ricchezza.

4 PR 56 Provincia LA STAMPA SABATO 3 MARZO 2012 Rassegna stampa Marzo 2012 Comune di Poirino P Lanzo AddioalMauriziano L ospedalediventeràrsa Sindacati e sindaci in rivolta contro le scelte del Piano sanitario regionale Giaveno Ripartono i lavori alla circonvallazione Dopodueanniripartonoilavoriperil secondo lotto della circonvallazione di Giaveno. Il ritardo è stato causato da problemi con la ditta appaltatrice, Omnia Costruzioni srl, tanto che la Provincia ha deciso di risolvere il contratto. A breve partirà l assegnazione alla nuova ditta che dovrà completare la strada che collegherà la provinciale per Trana, con il palazzetto dello sport. L'opera dovrebbe essere completata nell arco diseimesi.ilsecondolottoavràun costo globale di 800mila euro."ora attendiamoilterzolotto-diceil sindaco Daniela Ruffino- collegherà il palazzetto dello sport con l area industriale». Poirino Strada chiusa per tamponamento Traffico paralizzato ieri mattina tra Poirino e Chieri, lungo la strada che attraversa frazione Masio. A causare lecodeèstatoiltamponamentotra due auto all altezza della tessitura Aunde.Pocoprimadelle8unaGolf, condotta da Vincenzo Tammaro, 54 annidiriva,hatamponatounaopel Meriva, che è andata a sbattere contro la recinzione posta all'ingresso dell azienda. Al volante c'era Luciana Autiero, trentasettenne di Poirino. La donna trasportata al Santa Croce di Moncalieri se l è cavata con qualche contusione. Spetta adesso ai vigili urbani accertare le ragioni e le responsabilità di questo schianto. il caso GIANNI GIACOMINO LANZO Contrordine: l ospedale ex MaurizianodiLanzodovrà essere riconvertito. Forse in una residenza socio assistenziale peranziani.lohamessonero su bianco l assessore regionale alla Sanità Paolo Monferino, in un emendamento al nuovo piano sanitario. Con Lanzo avranno un futuro diverso anche corsie e reparti dei centri di Castellamonte, Venaria, Avigliana, Giaveno, Pomaretto e Torre Pellice. Unasceltachehagiàmandato in fibrillazione i sindacati, i circa 320 operatori che lavorano nella struttura e i politici.ieriilsindacodilanzo,ernestina Assalto, e la presidente della Comunità Montana VallidiLanzo,CerondaeCasternone, Celestina Olivetti hanno scritto a Monferino, al governatore Roberto Cota e al commissario straordinario Aress, Claudio Zanon.«Gli accordi non erano questi, vogliamo incontrare, al più presto, i vertici della sanità piemontese avvertel Assalto chiederemo perché il polo sanitariodilanzo,nonpuòessere inserito negli ospedali di territoriocomecierastatopromesso». Stessa cosa chiesta dai consiglieri regionali Eleonora Artesio e Stefano Lepri. In pratica Lanzo avrebbe dovuto funzionare in sinergia conlastrutturadiciriè,per garantire i servizi medico-ambulatoriali su un territorio vastissimo. «Chiederemo alla presidente della IV commissione Carla Spagnuolo di intervenire per garantire all ex Mauriziano che non vengano smantellati reparti ed ambulatori» dice Sergio Geninatti Togli, assessore alla Sanità di Lanzo.Inquestomodosipo- Addio sinergia con Ciriè Affonda l ipotesi di far lavorare in sinergia l ospedale di Lanzo con quello della capitale delle valli, Ciriè; gli amministratori: «Ci sentiamo traditi» 320 Tra medici e infermieri Sono quelli che lavorano nella struttura del Mauriziano garantendo anche le emergenze trebbero mantenere l hospice, la riabilitazione cardio-polmonare, la radiologia, la medicina e l attività di day surgery.«così da decongestionare i reparti di Ciriè incalza Enrica Valfrè, segretaria generale della funzionepubblicacgilditorino i politici regionali venuti in visita a Lanzo avevano assicurato delle cose, poi ne fanno altre». Il commissario straordinario dell Asl To4, Renzo Secreto, invita alla prudenza.«la parola riconvertire può significare moltecose.permelanzodovrebbe lavorare in simbiosi conciriè». Per evitare la riconversione dell ex Mauriziano è nato anche un Comitato, che ha raccoltopiùdi20milafirmeegliamministratori hanno chiesto l'aiuto di monsignor Cesare Nosiglia, l arcivescovo di Torino. «Le proposte di Monferino non vanno nella direzione da noi sperata» taglia corto Emiliana Roscioli, portavoce del Comitato.Chepoisirivolgeaipolitici della Lega eletti nelle Valli: «Sonodelpartitoacuiappartiene il presidente Cota. Ci facciano capire che appoggiano la nostra mozione e sono contrari agli emendamenti di Monferino:nonc'èpiùtempoperildoppiogioco». IL PROGETTO Cambiano pelle sette presidi della provincia I Nel Torinese sono sette gli ospedali, più o meno grandi, da«riconvertire»: Lanzo, Castellamonte, Venaria, Avigliana, Giaveno, Pomaretto e Torre Pellice. Secondo il piano sanitario potrebbero diventare«strutture di cure intermedie», destinate ai pazienti reduci da un trattamento in fase acuta con necessità di terapie riabilitative;«centri di assistenza primaria» dove lavorano medici di base e infermieri, assistenti sociali e personale ausiliario per malati non gravi. Oppure potrebbero trasformarsi in residenze sanitarie assistenzialiperpersonenonautosufficienti. Tutte queste soluzioni prevedono, comunque, la presenzadiunpuntodiprimo intervento. Gli ospedali di Carmagnola, Susa, Cuorgné diventano «territoriali». I poli sanitari «cardine» (con rianimazione, terapia intensiva,edeadiprimo livello) restano quindi Chieri, Moncalieri, Ivrea, Ciriè, Chivasso, Rivoli e Pinerolo. Balangero Il sindaco uscente di nuovo candidato Il sindaco uscente Pierdomenico Bonino ha annuncitao che si ricandiderà alle prossime amministrative con il gruppo«uniti per Balangero». Bonino potrà contare sull appoggio di Piero Brachet Cota, Armando Calvetti, Pino Terenzio Cardone, Andrea Francesetti, Giovanni Moschini, Marco Santiano e Giovanni Sapetti. Tra questi, oltre al assessore dimissionario Elide Grilo,mancaancheilnomedelvice sindaco uscente Franco Fenocchi che, nella corsa per la conquista di Palazzo Civico, è quasi certo sosterrà il farmacista Stefano Rossi. Il terzo nome in lizza dovrebbe essere invece quello del medico ed ex sindaco Bruno Fornengo con una parte del gruppo «Il nuovo giorno». Chivasso Furto da Ciaoviaggi I Volevano rubare la cassaforte ad armadio all interno dell agenzia Ciaoviaggi, in via Roma angolo piazza del Popolo, in pieno centro, ma sono stati disturbati dall antifurto. Per non fuggire a mani vuote, i malfattori hanno rubato 3 computer ancora imballati ed hanno fatto perdere le tracce. Chivasso Alpini a raccolta IDomani il gruppo alpini di Chivasso, guidato da Piero Facciano, ricorda le penne nere defunte. Alle9,45,SantaMessainDuomoe al termine sfilata fino al monumentoall alpinoneigiardinidiviapoe posa corona. Caluso Rapinata parafarmacia I Pistole in pugno, l altra sera in corso Torino 65, alla periferia di Caluso, due rapinatori hanno assaltato la parafarmacia di Marco Toeschi, 38 anni, di Castellamonte. I malviventi hanno preso 500 eurodallacassaeilcomputerportatile di Toeschi. Poi si sono allontanati a piedi. Gli impianti fotovoltaici sui tetti Bussoleno Impianti fotovoltaici I Entro poche settimane tutti i pannelli solari installati sui tetti di proprietà del Comune di Bussoleno entreranno in produzione, comegiàavvenutoperlapalestrae l'edificio che ospita la sede dei vigili urbani. Così l'amministrazione del sindaco Anna Maria Allasio conta di risparmiare oltre 40 mila euro l'anno sulla bolletta energetica comunale. Montaldo Torinese Punto acqua I Ancora poche settimane in piazza Superga la Smat installerà una casetta dell acqua. In cambio dell erogatore di naturale e frizzante, l amministrazione dovrà pagare duemila euro per sei anni. in breve Susa Cori riuniti in San Giusto I Stasera, la cattedrale di San Giusto, nel cuore di Susa, ospiterà la prima esibizione congiunta del CoroAlpiCozieedelCoroalpino Valsusa: il ricavato sarà devoluto alla struttura di accoglienza segusina per madri in difficoltà. Cambiano Caro mensa IIlComuneriprogrammaletariffe della mensa scolastica, che passanoda6a13fascedireddito. Diminuiscono le spese per le famigliechedichiaranomenodi5mila euro l'anno, mentre salgono quelle perchisuperaquota8mila.al rialzoancheleretteperiservizidi pre e dopo scuola, che costeranno 30euroalmese. 4

5 Martedì 6 marzo 2012 CHIERI E DINTORNI 5 ALIMENTAZIONE - Laboratorio sulla qualità del cibo Scolari diventano panettieri e si portano a casa un premio Ritirava la pensione al posto di un defunto CHIERI Premiati mercoledì al centro commerciale Le Porte di Moncalieri i panettieri in erba della materna di Borgo Venezia e della primaria di N. S. della Scala. I bambini dell ultimo anno della scuola dell infanzia e quelli di 3ª A e B dell elementare a ottobre avevano partecipato al progetto Che Gusto! Per una sana e corretta alimentazione proposto dal centro commerciale moncalierese. Accompagnati dagli insegnanti Pia Annunziata, Enrica Cassetta, Giuseppina Ghioni, Vittorina Gilardi, Stefania Accomazzo, Roberto Ferrari, Laura Calandra e Franca Giovanetti, la settimana scorsa si sono recati nuovamente a Moncalieri per ricevere un premio-ricordo dell esperienza e un ricettario sulla sana alimentazione. A ottobre avevano trascorso mezza giornata al laboratorio di panificazione allestito alle Porte. Trenta i bambini di Borgo Venezia coinvolti nel progetto, 44 quelli del secondo circolo. CHIERI Riscuotevano la pensione per parenti o amici. Deceduti, in alcuni casi, da decenni. I finanzieri del Comando provinciale di Torino, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno sventato una truffa da sei milioni di euro, che coinvolgeva 123 furbetti sparsi in tutta la provincia. Tra i denunciati, che rischiano fino a cinque anni di reclusione, c è sicuramente una persona residente a Chieri. In tutto la Gdf ha sospeso il pagamento di 336 pensioni, ma per la maggioranza di esse non è stato ancora possibile risalire al beneficiario. Al momento sono 123 gli accusati nel Torinese nell ambito dell operazione Pantalone, com è stata chiamata dai finanzieri, in onore della maschera veneziana che rappresenta l anziano avaro e disonesto. Le Fiamme gialle, nel corso delle indagini, hanno analizzato migliaia di posizioni, in collaborazione con i funzionari della direzione provinciale dell Inps: i militari hanno incrociato le banche dati dell istituto con quelle degli istituti bancari e postali e delle anagrafi dei Comuni. Due i sistemi IL CASO Chierese rischia fino a cinque anni per la truffa all Inps I bimbi della materna di Borgo Venezia di frode utilizzati: c era chi ritirava in contanti la pensione, presentandosi alle Poste con la delega del titolare, affermando falsamente che era ancora in vita. Altri, invece, avevano il conto corrente cointestato. Quindi dimenticavano semplicemente di comunicare il decesso del pensionato, continuando così a ricevere mensilmente l accredito del vitalizio. Una truffa che ammonta, sommando i 123 illeciti, a 6 milioni. Grazie all intervento delle Fiamme Gialle lo Stato risparmierà d ora in poi 1 milione e 800 mila euro annui. Tra le situazioni scoperte dalla Guardia di Finanza ce ne sono circa venti che continuavano da anni e anni. E il caso di una signora che, per più di trent anni, ha continuato a riscuotere la pensione del genitore, dichiarandolo ancora in vita. Una volta scoperta, ha restituito il maltolto, in tutto 150 mila euro. Non è l unico caso di truffa di questo genere: altri denunciati hanno continuato a ritirare il vitalizio per quindici o diciotto anni. Ancora più singolare l episodio di un nipote che ha risvegliato il nonno, a quasi sei anni dalla morte: ha firmato al posto suo il modulo per spostare il conto corrente da Torino al paese dove, nel frattempo, il giovane si è trasferito. Una parte delle persone indagate ha già restituito il maltolto: l operazione Pantalone ha già permesso di recuperare 1 milione e 700 mila euro. Federico Gottardo SANTENA - «L ampliamento è allo studio» Tutto esaurito al Forchino ma i dieci posti in più per ora segnano il passo SANTENA La casa di riposo Forchino registra il tutto esaurito ma rinvia l ampliamento per creare dieci nuovi posti per anziani non autosufficienti. «Non è stato cancellato, resta allo studio» assicura Francesco Cima, presidente del consiglio di amministrazione. A inizio 2011 la previsione era di iniziare i lavori nello scorso autunno. Così non è stato. «Dobbiamo fare i conti con attenzione, ma soprattutto verificare quali problemi logistici ci imporrà l avvio del cantiere. Ci sarebbero infatti da spostare ospiti autosufficienti. Se si lavora, non possono restare lì dove sono ora. E ci sono norme di sicurezza molto precise». I posti attuali per non autosufficienti sono 20 e si trovano nel cosiddetto repartino, la manica destra dell edificio. L idea di aumentarli è di un paio d anni fa. L Asl aveva dato il suo benestare già nel La richiesta per anziani bisognosi di costante assistenza è da tempo in aumento: per questo l ipotesi iniziale era di fare ben una trentina di posti in più. Il costo superava i euro e per coprirlo era stato richiesto un contributo regionale di , mai concesso. Così l ampliamento è stato ridotto a soli dieci posti e circa euro di spesa. Il progetto prevede l utilizzo di stanze già esistenti, ora occupate da ospiti autosufficienti. Le modifiche necessarie riguardano i bagni. «La legge prevede ci sia un bagno clinico per la pulizia personale settimanale ogni due posti letto ricorda Cima Ce ne vorranno dunque cinque. Ciascuno di questi servizi costa oltre euro, ma sommando ad essi gli altri lavori di adeguamento, si potranno superare facilmente i euro». Sono ormai molti gli anziani a- bili preferiscono restare a casa propria assistiti da una badante. Sono invece i non autosufficienti ad aver bisogno della casa di riposo. Perché allora rinviare il progetto? «Preferiamo andare coi piedi di piombo è cauto Cima Non vogliamo creare disagi visto che dovremmo spostare alcuni ospiti e da tempo abbiamo tutti i posti occupati. In più abbiamo sempre nuove richieste. Finché saremo al gran completo preferiamo rimandare». Rinviate anche per motivi economici? «No, il periodo è florido assicura il presidente Lo dimostrerà il bilancio preventivo di quest anno, che sarà pubblicato entro breve». La casa di riposo da anni riesce sempre a chiudere il bilancio perlomeno in pareggio. Anzi, nel 2010 aveva chiuso i conti con un avanzo di quasi euro. Oltre alle entrate dalle rette e ai contributi del Comune, Il Forchino può infatti contare sugli affitti di alcune case, cascine e terreni a- gricoli: ogni anno più di euro. Inoltre, se proprio fosse necessario, potrebbe vendere queste proprietà. Una buona mano a rimpinguare le casse la danno anche i lasciti di santenesi che nella casa di riposo hanno trascorso i loro ultimi anni. Per ricordare solo le eredità più cospicue, ci sono quella di Margherita Guelfo nel 2003 (quasi euro), e quella più recente di Giuseppe Bergoglio, che a febbraio del 2010 ha lasciato oltre euro in contanti più alcuni terreni. Infine c è la casetta di via Cuneo 5 (valore fra gli e i euro) che un non meglio precisato B.M., molto anziano, lascerà in cambio della sua o- spitalità finché sarà in vita. Mario Grieco Massacri e vittime nel mondo Cambiano, due documentari di Guido Chiesa CAMBIANO Due documentari per affrontare la paura, l angoscia e la mercificazione del corpo nella società odierna. Dopodomani, giovedì, alle 21 nella sala conferenze della biblioteca comunale (via Lagrange 1) andrà in scena il sesto appuntamento della rassegna Il cinema di Guido Chiesa, da Cambiano e ritorno, organizzata dal Comune e curata da Roberta Marocco e Alessandro Puglisi. Saranno proiettati i documentari Provini per un massacro e Sono stati loro, girati dal regista cambianese rispettivamente nel 2000 e Ingresso libero. Sono stati loro (durata 55 minuti) racconta le 48 ore successive al massacro di Novi Ligure: il 21 febbraio 2001 Susy Cassini e il figlio Gianluca di 12 anni vennero uccisi nella loro villetta dalla figlia sedicenne Erika e dal fidanzato O- I TITOLI Sono stati loro, storia di Erika e Omar, e Provini per un massacro, ispirato a Pasolini mar. Inizialmente i due depistarono le indagini indicando agli inquirenti la pista dei ladri, probabilmente di origine slava. Per due giorni su giornali, radio e televisioni si moltiplicarono i dettagli macabri sul duplice omicidio e sulla delinquenza che assediava Novi e la provincia. Nel calderone finì tutto: la questione degli immigrati, l inefficacia delle pene carcerarie, la carenza di organico delle forze dell ordine, le piaghe della prostituzione e della droga, fino alla pena di morte. Per 48 ore in Italia non si parlò d altro e si avvertì un ondata di panico. Due giorni dopo arrivò l annuncio che gli assassini erano invece Erika e Omar. Il racconto è costruito con materiale documentario, spezzoni di servizi giornalistici e dialoghi di un immaginario gruppo di amici interpretato da attori. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Guido Chiesa e Piersandro Pallavicini, da un idea di Valerio Binasco; fotografia Gherardo Gossi; montaggio Luca Gasparini; musica Teho Teardo; produzione Fandango e Telepiù. «Gli eventi di Novi riguardano la sfera dell ansia e della paura presenta Chiesa - Nella nostra società, la paura è sempre più diffusa, come dimostrano l aumento delle vendite di psicofarmaci e sistemi di allarme e la crescente dipendenza da sostanze, computer, tivù e videogiochi». Paura e angoscia che per il regista sono, in parte, costruite dai media, «che riescono a farle diventare reali». Il documentario Provini per un massacro (durata 15 minuti) parte dall ultimo film di Pasolini Salò o le 120 giornate di Sodoma del 1975 per affrontare il tema dell omologazione e della mercificazione della vita e del corpo che lo scrittore aveva messo in scena nella sua pellicola. Soggetto e sceneggiatura di Guido Chiesa; fotografia di Francesco Cavazza; montaggio Luca Gasparini e Marco Spoletini; suono Maricetta Lombardo; voce Franco Bifo Berardi; musica Giuseppe Napoli; produzione Fandango e Telepiù. «Pasolini non è mai stato un punto di riferimento, ma il suo ultimo lavoro è l unico titolo che mi viene in mente quando mi chiedono il mio film preferito. Partendo da quell opera, ne è venuto fuori u- no dei lavori a cui sono più legato: sfugge l ideologia e lascia parlare con pietà le vittime del nostro mondo libero». BREVI DAL CHIERESE MONCUCCO ARNESI DA SCASSO ZINGARI DENUNCIATI Giravano per il paese con grimaldelli e altri strumenti da scasso, fibché sono stati fermati dai carabinieri. In piazza Vittorio Emanuele II, mercoledì intorno alle 23, i militari della stazione di Castelnuovo hanno fermato due pregiudicati, provenienti da un campo nomadi di Torino. A bordo del furgone su cui viaggiavano sono stati trovati alcuni strumenti da scasso che i due zingari non hanno saputo giustificare. I carabinieri li hanno denunciati a piede libero. POIRINO MOZART OSPITE DEL SALONE ITALIA Mozart torna sul palco del Salone Italia nel fine settimana. L associazione culturale Vissi d Arte mette in scena Così fan tutte, opera lirica di fine 700. Una storia sulla fedeltà delle donne, ricca di inganni e sotterfugi guidati da don Alfonso (Lorenzo Battagion) e Despina (Michela Nardò) che spingono le sorelle Fiordiligi (Valentina Oddenino) e Dorabella (Susy Dardo) a tradire gli amanti Guglielmo (Simone Tansini) e Ferrando (Gianfrnaco Cerreto). Regia di Stefano Fiorillo, accompagnamento musicale di Paolo Grosa. Orari: sabato alle 20,45 e domenica alle 15,30 nel teatro di passeggiata Marconi 12. Biglietto intero 12 euro, ridotto 10. Prenotazioni alla biblioteca civica di via Rossi 12, tel , o mail 5 Con noi sei in famiglia MESSAGGI POLITICI ELETTORALI PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNALI fissate per i giorni 6 e 7 maggio 2012 (ed eventuali ballottaggi del 20 e 21 maggio 2012) Publichieri s.r.l., editrice del Corriere di Chieri e Dintorni con sede in via Chieri 62, Andezeno, Tel , ai sensi delle disposizioni emanate dall Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni relative alla campagna per le elezioni di cui sopra, e della normativa vigente, che intende diffondere messaggi politici elettorali a pagamento con le seguenti modalità: La pubblicazione degli avvisi è consentita da venerdì 23 marzo fino a venerdì 4 maggio 2012 compreso e per gli eventuali secondi turni dal 9 maggio al 18 maggio compreso tutti gli aventi diritto (liste, candidati e movimenti politici) avranno garantita la parità di accesso agli spazi per messaggi politici elettorali. Qualora le richieste di inserzioni, provenienti da soggetti politici diversi che sostengono lo stesso candidato, fossero superiori alla disponibilità, la selezione viene operata secondo indicazioni del candidato stesso. Nel caso di richieste concorrenti, relative alla pubblicazione nella stessa collocazione, si terrà conto dell ordine cronologico della prenotazione. è stato predisposto un codice di autoregolamentazione disponibile presso le nostre sedi di via Chieri 62 Andezeno, tel e di via Vittorio Emanuele II, 54 Chieri, tel Sono ammesse soltanto le seguenti forme di messaggio politico elettorale: a) annunci di dibattiti, tavole rotonde, conferenze, discorsi; b) pubblicazioni destinate alla presentazione dei programmi delle liste, dei gruppi di candidati e dei candidati; c) pubblicazioni di confronto tra più candidati comunica Tutte le inserzioni devono recare la dicitura Messaggio politico elettorale ed indicare il soggetto committente. La tariffa per l accesso agli spazi pubblicitari di propaganda elettorale è la seguente: e21,70 a modulo + I.V.A edizione del venerdì e14,50 a modulo + I.V.A edizione del martedì. Banner sul portale internet: e30,00 + I.V.A giornalieri (periodo minimo 7 gg.) Non sono previsti sconti di quantità né provvigioni di Agenzia. Per la posizione di rigore si applica la maggiorazione prevista dal listino. Il pagamento dovrà essere effettuato contestualmente all accettazione dell ordine di pubblicazione. La prenotazione degli spazi pubblicitari deve essere completa di data di pubblicazione, del nome dei richiedenti e deve pervenire con i materiali di stampa almeno 3 giorni prima della data di pubblicazione presso gli uffici citati. Publichieri s.r.l., si riserva a suo insindacabile giudizio di valutare il contenuto dei messaggi, accertando la conformità alla Legge e al Provvedimento dell Autorità per le Garanzie e, conseguentemente, di procedere o meno alla pubblicazione. Publichieri s.r.l. si riserva di integrare e/o modificare il presente comunicato preventivo ove necessario a seguito della pubblicazione delle delibere dell Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni di attuazione della legge 22 febbraio 2000, n. 28, come modificata ed integrata dalla legge 6 novembre 2003, n. 313 in materia di disciplina dell accesso ai mezzi di informazione durante la campagna elettorale.

6 6 CHIERI E DINTORNI Martedì 6 marzo 2012 Passamontagna e pistola Andezenese arrestata L accusa: tentata rapina alla Lidl ANDEZENO Stava per entrare in azione: una rapina, con due complici, nel supermercato Lidl di corso Brunelleschi a Torino. Per questo è finita in manette Flavia Girardi, 51 anni, nata in provincia di Padova e residente in strada Cesole 33 ad Andezeno, ufficialmente coniugata e nullafacente. L ha fermata mercoledì il Nucleo investigativo torinese: l accusa è di tentata rapina aggravata, detenzione di armi clandestine con relative munizioni e ricettazione. Con lei sono finiti in carcere i fratelli Luciano e Roberto Procacciante, 47 e 41 anni, originari di Bovalino (Reggio Calabria) e residenti rispettivamente a Sangano e Torino. I carabinieri sono entrati in azione poco prima delle 20, all angolo tra corso Brunelleschi e via Chambery. I tre erano a bordo di una Fiat Stilo rubata lo scorso 21 dicembre in via Genova a Torino. Indossavano abiti scuri e avevano il volto nascosto da passamontagna, pronti a fare irruzione nel supermercato. Avevano due pistole: u- na semi-automatica Tecnema calibro 45 e un revolver Franchi modello Rf 83. Quando hanno visto i carabinieri hanno cercato di fuggire, rischiando anche di investire un maresciallo. I carabinieri mostrano le armi sequestrate. A sinistra: Flavia Girardi di Andezeno Le forze dell ordine seguivano la banda da mesi, avevano studiato le loro mosse ed erano appostati in attesa del colpo. L andezenese e i suoi complici, al momento, non sono accusati di altre rapine, ma le indagini sono ancora in corso: in base alle descrizioni ricevute dalle vittime di alcuni colpi avvenuti tra 2011 e 2012, gli investigatori ritengono che possano essere responsabili di colpi in supermercati, sale bingo e centri scommesse tra Moncalieri, Grugliasco e Orbassano. In tutti i casi i testimoni raccontavano di una banda composta da una donna e due uomini. Un gruppo organizzato, che studiava con cura orario e vie di fuga. La descrizione sembra combaciare: nel colpo progettato al Lidl, infatti, hanno analizzato ogni particolare prima di agire: prima hanno effettuato un sopralluogo a bordo di una Golf pulita ; poi sono tornati con la Stilo rubata, armati e pronti a colpire. Dopo l arresto, i carabinieri del Nucleo operativo sono riusciti a risalire al covo della banda, in frazione Pasta di Rivalta. Dentro un garage condominiale hanno ritrovato un arsenale: proiettili, un fucile a pompa Maverick calibro 12, un altro revolver calibro 6, un puntatore laser da posizionare sulle armi, cartucce, un giubbotto antiproiettile e fascette di plastica da elettricisti. I carabinieri, coordinati dal pubblico ministero Alessandro Sutera Sardo, effettueranno perizie balistiche sulle armi recuperate: in alcuni dei colpi attribuibili al trio, i rapinatori hanno sparato dei colpi in aria. Un confronto tra i proiettili ritrovati e le armi potrebbe aprire un ulteriore spiraglio nelle indagini. Il problema è che fucili e pistole sequestrate hanno tutte la matricola illeggibile: gli arrestati l hanno alterato con punzonature nel metallo, probabilmente utilizzando un trapano di precisione. Federico Gottardo TECNOLOGIA - Sedute in diretta internet Grande fratello in Comune Schermi e telecamere nella sala del Consiglio CHIERI Sala del Consiglio, sono pronti schermi, microfoni e telecamere. Nel Consiglio comunale di domani, mercoledì, farà il suo esordio il nuovo sistema di registrazione audio, riprese video e pubblicazione in diretta sul Web. Un investimento da 140 mila euro che ha scatenato le polemiche dell opposizione: «Ma alla fine, con i ribassi d asta, abbiamo speso molto meno» puntualizza l assessore Antonio Zullo, delegato a comunicazione e partecipazione. Che aggiunge: «Erano gli stessi consiglieri di minoranza a sottolineare la necessità di nuovi microfoni e registrazioni audio-video. Ed è corretto visto che le tecnologie della sala consiliare risalgono a quindici anni fa». Una tesi cui Riccardo Civera, consigliere del Pd, aveva già ribattuto duramente in Consiglio: «C è una bella differenza tra i microfoni che fischiano nelle orecchie e un sistema da decine di migliaia di euro. Si poteva spendere di meno invece che acquistare le migliori apparecchiature possibili». Nel dettaglio, cosa verrà installato nella sala consiliare? Si legge nel capitolato d appalto: «Sistema di conferenza e votazione; impianto di diffusione sonora; sistema di registrazione audio; sistema diffusione audio/video per attico ; sistema di ripresa automatica registrazione audio/video e streaming in tempo reale via web su rete internet; sistema di registrazione e riproduzione audio/video». Verranno realizzate una postazione per il presidente del Consiglio e trentotto per i consiglieri, ognuna dotata di microfono e collegata senza fili alle altre e al sistema (wireless). Il privato dovrà poi installare un maxischermo e tre telecamere motorizzate: dovranno essere visualizzati il volto e i dati del consigliere che sta parlando (nome, cognome e gruppo politico di appartenenza), il quale sarà inquadrato dalle telecamere motorizzate. Sullo schermo dovranno vedersi il tempo massimo di parola (con segnalazione del tempo rimanente) e i successivi consiglieri prenotati. Anche la votazione sarà gestita elettronicamente, sia essa palese o segreta: per esempio, ci sarà il risultato delle votazioni dovrà essere visibile sullo schermo, «almeno con la visualizzazione sulla mappa della sala (per votazioni palesi), con diagrammi a torta e con diagrammi a barre». Oltre a tutti i sistemi digitali per la votazione e la discussioni in aula, il Comune chiede l installazione di tutti i supporti informatici necessari per seguire il Consiglio da casa. Ma non viene tralasciata neppure la cosiddetta piccionaia, l area che, da un piano rialzato, permette di assistere ai lavori: saranno installati un amplificatore audio, due diffusori acustici e un monitor a cristalli liquidi da 42 pollici. Il dubbio delle minoranze è: era necessario tutto ciò? Soprattutto in un periodo di profonde difficoltà economiche e in una città dove le sedute del Consiglio comunale sono seguite al massimo da u- na decina di persone. TAMPONAMENTO E CAOS A POIRINO Si tamponano sulla provinciale e il traffico tra Poirino e Chieri viene bloccato per un ora. Venerdì, intorno alle 8, si è verificato un incidente nei pressi del cavalcavia sull autostrada, in Borgata Masio. All altezza dello stabilimento Aunde, al confine con Chieri, una Golf guidata dal rivese Vincenzo Tammaro, 54 anni, ha tamponato l Opel Meriva di Luciana Autiero, poirinese di 37 anni. L auto della donna è andata a sbattere contro le recinzioni dell Aunde. Sono intervenuti gli agenti della polizia municipale, la Croce Rossa di Poirino e Nichelino e i Vigili del fuoco di Chieri. I conducenti, che procedevano entrambi verso Poirino, hanno riportato lievi contusioni: Tammaro è stato trasportato al S. Croce di Moncalieri dalla Cri di Nichelino; Autiero al Maggiore di Chieri, condotta dalla Cri poirinese. PAURA PER IL GAS IN VIA CAMPANELLA Odore di gas nella tromba delle scale. E la chiamata a carabinieri e vigili del fuoco. E stata una domenica di paura quella trascorsa da due famiglie residenti al civico 6 di via Campanella. Intorno alle 15 si sono accorti di una perdita di gas all interno del palazzo. Sono subito intervenuti i pompieri della squadra 101, i vigili urbani e i carabinieri della Compagnia di Chieri. Poi i tecnici di Enel e Italgas, che hanno riscontrato che il gas fuoriusciva da alcuni tubi. Hanno lavorato fino alla sera per individuare l origine della perdita. Le due famiglie, evacuate per sicurezza, sono state ospitate per la notte dai parenti. Nella giornata di ieri, lunedì, i tecnici sono tornati al lavoro per risolvere il problema e far ritornare a casa le persone allontanate. TROFARELLO - Restituzione dei compensi regionali Compostiere alle scuole: regalo ecologico dei grillini TROFARELLO Dai grillini cinque compostiere in regalo alle scuole del paese. La proposta trofarellese è stata la più votata all R-day, giornata della restituzione dei compensi accantonati dai due consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, e finanziata con un contributo di euro. I contenitori, del tipo auto rivoltante e in grado di raccogliere fino a 650 litri di frazione organica dei rifiuti solidi urbani, saranno affidati all Istituto comprensivo e sistemati nelle aree verdi dei cinque plessi scolastici. «Mi è venuta questa idea pensando che in qualsiasi posto dove c è una mensa o comunque si consumano pasti collettivi, gli scarti e gli avanzi sono sempre abbondanti ed è un vero peccato buttare via tutto» spiega Anna Friscia, ideatrice del progetto e candidata alle passate amministrative per il Movimento 5 Stelle di Trofarello. «In un piccolo centro come il nostro, molti hanno un piccolo orto o piante e vasi sui balconi e quindi tutti abbiamo bisogno di compost - aggiunge Friscia - L idea è di venderlo a offerta libera in qualche occasione, magari promossa dal Comitato Genitori, per finanziare i progetti scolastici che la preside vorrà suggerirci». CHIERI Precisazioni sulle indennità In merito all articolo sulle indennità percepite dalla Giunta e dai consiglieri comunali, pubblichiamo due precisazioni. La prima: l assessore ai lavori pubblici Domenico Motta incassa ogni mese 483,17 euro netti. La seconda: il presidente del Consiglio comunale Nicola Mercurio è in forza al Popolo delle Libertà. POLITICA - Udc, Cumino replica a Progettazione «Attacco pretestuoso contro l assessore Vigliani» «L attacco ad Antonio Vigliani? Un gesto pretestuoso da parte di due personaggi che, a turno, per scopi personali e non politici attaccano gli assessori della Giunta Lancione». In attesa dell arringa di difesa che terrà il sindaco in Consiglio comunale, è il segretario Udc Pierangelo Cumino a scendere in campo a favore dell assessore alle finanze, nel mirino dei consiglieri di Progettazione Chierese Giuseppe Iannò e Roberto Foglio. 6 I due fuorusciti dalla maggioranza imputano a Vigliani l attività professionale in ambito edilizio, che sarebbe in conflitto col ruolo in Giunta e, in particolare, con la partecipazione alla cabina di regia del Progetto Città. «Sfidiamo Iannò e Foglio a portare una sola prova di operato incompatibile da parte del nostro assessore: se riusciranno a farlo riconsidereremo la posizione del nostro assessore, fino a oggi apprezzato come uno dei Pierangelo Cumino migliori della Giunta replica Cumino Il nostro obiettivo è di avere persone competenti nei ruoli di responsabilità. Chi critica Vigliani chi vorrebbe al suo posto: un pensionato? Un disoccupato, un incapace?». Il segretario Udc passa poi all attacco: «Chiediamoci perché un consigliere che abita in corso Belgio (Iannò, ndr) sia così interessato alla vita chierese. Oppure che idea abbiano della coerenza due consiglieri che oggi si trovano su una linea assai distante dal mandato loro assegnato dagli elettori che li hanno votati». Perché i due consiglieri si trovano oggi su una posizione critica, dal momento che fino a ieri erano alleati politici dell assessore oggi contestato? Cumino ha una sua tesi: «Di volta in volta cercano di creare un nemico, in modo da avere un po di visibilità sui mass media».

7 Martedì 6 marzo 2012 CHIERI E DINTORNI 7 Villanova, entro aprile Liscia e frizzante Presto la casetta che spilla acqua VILLANOVA La casetta dell acqua inizierà a spillare naturale e frizzante nel parco della Rimembranza in primavera. L impianto doveva essere installato a fine «La Giesse Rappresentanze di Moncalieri ci ha detto che monterà un nuovo modello di erogatore, che si alimenta con l energia solare, senza costi aggiuntivi per il Comune giustifica il ritardo l assessore alla cultura Christian Giordano La casetta dovrebbe en- trare in funzione per marzo o a- prile al massimo». Intanto il Comune si è accordato con Enel Energia per la creazione di una nuova utenza di e- nergia elettrica per la casetta. Costo: 360 euro più altri 300 per predisporre il basamento su cui poggiare Proacqua city. L acqua a- vrà un costo di 5 centesimi al litro e sarà garantita da un sistema di filtrazione e da una lampada a ultravioletti battericidi sul beccuccio di erogazione. L azienda moncalierese ha u- na concessione di 20 anni e dovrà occuparsi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Il Comune potrà scegliere 4 o 5 giorni l anno in cui l erogazione sarà gratuita. Prenotazioni aperte Anziani santenesi in vacanza sui lidi di Cattolica SANTENA Due settimane al mare: il Centro Anziani ha organizzato una vacanza a Cattolica dal 2 al 16 giugno. I partecipanti saranno ospitati all hotel Niagara in camere doppie o singole, pagando un supplemento. La quota di partecipazione è di 585 euro e comprende pensione completa, il costo della spiaggia ed il viaggio andata e ritorno in pullman da Santena; supplemento per la stanza singola 150 euro. Il Comune ha stanziato euro per coprire interamente o integrare le quote di chi percepisce bassi redditi. Il calcolo è basato sulla denuncia annuale o sul cud ; in caso di presenza di due redditi famigliari, essi vengono sommati e poi divisi per due; se solo uno percepisce un reddito, viene ugualmente diviso. Soggiorno gratuito per chi ha reddito fino a 5.164,57 euro; per i successivi scaglioni si paga in percentuale: chi ha fino a euro paga il 40 % (cioè 234 euro), fino a il 60 % (351 euro), fino a l 80 % (468 euro); resta intero il supplemento per la singola. Iscrizioni entro il 31 marzo al Centro Anziani (via Principe Amedeo 47); tel In mostra a Cuneo Boschi surreali nella pittura di Ilio Burruni CHIERI Tra luce e mistero : Ilio Burruni presenta la sua mostra a Cuneo. L artista, nato in provincia di Oristano nel 1917, si trasferisce a Chieri a otto anni e qui vive e cresce, sotto l aura di Felice Casorati. Dopo anni vissuti tra Sud A- merica, Francia e Italia, Burruni torna in Piemonte per esporre una trentina di opere dedicate agli alberi, uno dei temi a lui più cari. «Il bosco in primo piano come luogo del passato, dell oggi Ilio Burruni e del domani dell umanità...» descrive lo stesso pittore. La mostra sarà inaugurata venerdì 16 marzo (ore 17) nella Sala Mostre della Provincia di Cuneo, in corso Nizza 21. La mostra sarà visitabile, fino al 30 marzo, tutti i giorni dalle 16 alle 19. Bric del Papa diventa spezzatino Poirino, progetto edilizio bloccato dalla crisi. Forse si farà a lotti POIRINO La crisi dell edilizia blocca Bric del Papa, il contestato quartiere di metri quadrati sui prati appena oltre strada Savona, fra le vie degli Alteni e Gorizia. Un progetto urbanistico di grosso impatto nel paese: abitanti. La versione preliminare ottenne il via libera dal Consiglio comunale nel dicembre 2010, ma restano tuttora gli altri passi importanti da compiere. L ingegnere Eraldo Pellegrino, progettista e incaricato di condurre in porto l operazione, per aggirare l ostacolo del ristagno delle vendite d alloggi i- potizza di realizzarlo a lotti: «E un area molto grande ed in questo periodo non si può proprio pensare di riuscire a farla tutta quanta. Penso si debba prendere in considerazione di procedere per stralci, facendo solo le urbanizzazioni a servizio delle case che vengono via via costruite». Ma l idea fa storcere il naso al sindaco Sergio Tamagnone: «Si corre il rischio di avere un cantiere aperto per molti anni, come è successo col centro polifunzionale di via Isolabella e con l area industriale di Valle Masio». Le infrastrutture sono proprio uno dei punti fondamentali dell accordo stipulato quattro anni fa dal Comune e dai proprietari dei terreni: c è l obbligo di realizzare strade, fognature e tutte le altre urbanizzazioni prima delle case. Una spesa valutata attorno al milione di euro. Ma in una condizione di crisi come quella attuale, chi corre il rischio di spendere un milione in infrastrutture per poi vendere magari solo un pugno di case? Tamagnone tiene fermo il punto: «Devono essere fatte tutte insieme. Si può eventualmente fare a meno di avere tutta insieme l illuminazione: è i- nutile in zone non edificate o dove non ci siano strade. Quel che si può fare poco per volta sono Bric del Papa: a sinistra, lo stato attuale e, a destra, la simulazione del progetto concluso invece le case». Tutta l area di Poirino 2 potrebbe ospitare 21 palazzine: 11 a tre piani (piccoli condomini come quelli sorti di recente in via Isolabella) e 10 a due piani, cioè villette pluri-famigliari o a schiera. Un numero di abitazioni che potrebbero ospitare, secondo i parametri urbanistici consueti, oltre 700 persone. Previsione che lo scorso anno aveva fatto salire sulle barricate tutte le opposizioni consiliari e lasciato perlessi anche gli alleati del Carroccio. «Un arrivo così massiccio farà collassare i servizi comunali già al limite ora», temono le opposizioni Pellegrino ridimensiona il dato, ma il numeo è comunque Urologia, meglio prevenire Asl, sabato convegno al Castello di Moncalieri Urologia e patologie. Proseguono all Asl To 5 gli incontri dedicati al tema della prevenzione. Questa volta i medici dell azienda sanitaria spiegheranno alla cittadinanza come trattare i problemi alle vie urinarie. Si terrà sabato, dalle 9 al Castello di Moncalieri, in piazza Baden Baden, il convegno Prevenzione prima di tutto : una panoramica sulle nuove tecnologie per la cura delle malattie urogenitali e i consigli per cautelarsi dall insorgere di patologie. Ad aprire gli interventi saranno l assessore alla Sanità piemontese Paolo Monferino e la commissaria dell Asl To 5 Giovanna Briccarello. Alle 9,30 Gaetano Marino, direttore della struttura complessa di urologia dell Asl To 5 che comprende i presidi di Chieri, Moncalieri, Carmagnola e l ambulatorio di Nichelino, introdurrà la mattinata parlando di Urologia presente e futuro : «Le nuove strumentazioni, come il laser, permettono un trattamento meno invasivo di queste patologie - premette Marino - Nella nostra Asl curiamo ogni anno circa 150 pazienti. I tre presidi sono un ospedale unico: o- gnuno assolve una funzione specifica nel trattamento. Certo, Carmagnola è il punto di riferimento grazie anche al nuovo Centro laser inaugurato pochi mesi fa. Gli altri due ospedali, invece, servono soprattutto in funzione agli interventi che necessitano della rianimazione». Alle 10 Eugenio Cagnazzi spiegherà l utilizzo del Laser nel trattamento integrato della calcolosi urinaria. Un metodo già in uso nell Asl To 5, grazie a un macchinario donato a dicembre da alpini e Lions all ospedale di Carmagnola: «La calcolosi urinaria è una patologia di frequente - spiega Marino - Circa il 5-8% di tutta la popolazione è portatrice di un calcolo delle vie urinarie. Un metodo di intervento è proprio il laser, una procedura endoscopica eseguita in anestesia generale. Prevede l introduzione di apparecchi sottili che, attraverso la via urinaria, risalgono sino alla sede del calcolo e polverizzano i sassolini». Alle 10,30 Riccardo Vella, dell equipe di Marino al San Lorenzo di Carmagnola, spiegherà le Patologie dell apparato urogenitale. Quale prevenzione e a quali costi?. Alle 11 Franco Napoletano, presidente dell Associazione i- taliana cistectomizzatti e prostatectomizzati spiegherà Il ruolo delle associazioni nel rapporto tra paziente e servizio sanitario. Chiuderà gli interventi Dorino Piras parlando di Prevenzione in andrologia: come, quando e perchè. «Le categorie a rischio sono soprattutto gli uomini che lavorano a contatto con solventi - sottolinea Marino - Artigiani, operai, ma anche tipografi. La tossicità ambientale è spesso la causa di tumori della prostata. Dopo i 45 anni gli uomini dovrebbero sempre fare almeno una visita di controllo all anno e delle analisi del sangue specifiche. Da evitare assolutamente è il fumo. Sembra un consiglio ovvio, ma tanti ancora non lo seguono». eccezionale per Poirino: «In base a parametri urbanistici più restrittivi in questo comune, il numero degli abitanti effettivamente insediabili è attorno a 500. Poi bisogna tenere conto che, mentre una volta in alloggi di 60 metri quadri ci si stava anche in cinque o sei, ora le famiglie medie sono di tre-quattro persone. E la richiesta è di alloggi più ampi». La Lega, in realtà, più della quantità di nuovi abitanti teme che non vengano rispettati gli impegni sul risparmio energetico. Secondo la convenzione tra Comune e privati, bisognerà costruire in modo che venga garantito il maggior risparmio energetico possibile, ma la sezione locale del Carroccio ritiene insufficiente l obbligo applicare metodi costruttivi (isolamenti, autoproduzione di energie elettrica ed acqua calda, per citarne solo alcuni) che classifichino le case in classe B e non in A, dai parametri più restrittivi. «La classe B è più che sufficiente ribatte il sindaco Salire ad una superiore significa far aumentare notevolmente il prezzo delle case con minore possibilità di venderle». Il progettista insiste sulle difficoltà del mercato immobiliare: «Per andare avanti ci vogliono le condizioni adatte ragiona Prima l avvio del progetto era un problema di tipo urbanistico, ora è diventato tecnico ed economico. Fintantoché le condizioni del mercato non miglioreranno, la gente non ha nessuna fretta». Un impegno troppo incerto, per adesso. Tant è vero che non è ancora nato il consorzio a cui toccherebbe pagare e far eseguire le urbanizzazioni. Questo è il passaggio fondamentale, secondo cui tutto il resto rimarrà bloccato. Del consorzio dovrebbe far parte la quindicina di proprietari dei terreni «Ma non è facile mettere d accordo tante teste. Si deve mediare, cercare la soluzione che non privilegi uno a discapito di altri. Prima vogliono vedere cosa succederà. Qui non si tratta di costruire una palazzina o delle villette a schiera: è un intervento di grosso impegno economico». Mario Grieco BASILICA - Sabato si apre la stagione culturale Danze, visite, libri e cena Così Superga celebra la donna Maria Adelaide di Savoia SUPERGA La basilica colora di rosa l apertura della stagione culturale Sabato 10 marzo infatti, in occasione della festa della donna, è in programma un evento tutto al femminile intitolato: Donne di Casa Savoia: amori, famiglia, doveri verso lo Stato e la Dinastia. L evento verrà articolato in quattro momenti: comincerà alle 16 con un ballo in costume curato dal gruppo storico Historia Subalpina. «Un vero e proprio saggio di danza ottocentesca in uno dei saloni della basilica - introduce Raffaella Campagna - a cui seguirà alle 17 una visita alle cripte, dedicata alla scoperta delle donne di casa Savoia». La discesa nelle cripte della basilica sarà accompagnata da aneddoti e curiosità sulla vita delle regine Maria Teresa d Asburgo (moglie di Carlo Alberto) e Maria A- delaide (moglie di Vittorio Emanuele II), nonché della pia e infelice principessa Maria Clotilde. Al ritorno dalla visita guidata è prevista una conferenza in cui verranno presentati due libri: Raffaella Campagna introdurrà a Margherita di Savoia, regina di cuori nell Italia unita, scritto da Nino Del Bianco; a presentare l altro volume, Elena di Savoia nell arte e per l arte, sarà invece l autrice Cristina Siccardi. L evento si chiuderà con una cena, che avrà inizio alle 20 nel ristorante all interno del complesso. «Il menu prevede i piatti preferiti dai regnanti di casa Savoia: ne abbiamo trovato traccia grazie a ricerche d archivio». L ingresso alla conferenza è libero, la visita tematica costa 4 euro (ridotto 3 euro) e la cena 25 euro (23 con la tessera Musei). Prenotazione obbligatoria per la cena, vivamente consigliata per gli altri eventi. Info: Domenica viene lanciata la nuova stagione di eventi e visite guidate alla basilica e alle tombe reali. Il calendario prevede un appuntamento al mese, ma la basilica dal 1 marzo è aperta al pubblico sette giorni su sette, dalle 9,30 alle 19,30. Francesco Panié 7 Dati demografici Abitanti in crescita da Sciolze a Pino Dove va il Chierese Il Corriere continua a pubblicare i dati demografici dei Comuni del Chierese. Un dato: i residenti sono aumentati a Sciolze, Moriondo, Pavarolo, Pecetto e Pino Torinese. SCIOLZE Residenti Famiglie Matrimoni 6 3 Nati 9 4 Morti 16 9 Differenza -7-5 Immigrati Emigrati Differenza MORIONDO Residenti Famiglie Matrimoni 4 3 Nati 5 7 Morti Differenza Immigrati Emigrati Differenza PECETTO Residenti Famiglie Matrimoni Nati Morti Differenza -6-8 Immigrati Emigrati Differenza PAVAROLO Residenti Famiglie Matrimoni 9 6 Nati 8 8 Morti 11 7 Differenza Immigrati Emigrati Differenza PINO T.SE Residenti Famiglie Matrimoni Nati Morti Differenza Immigrati Emigrati Differenza

8 PR Rassegna stampa Marzo 2012 LA STAMPA MARTEDÌ Comune 6 MARZO 2012 di Provincia Poirino 61 Giaveno In breve Incentinaia alfunerale diwilliam L ultimo saluto al ragazzo ucciso a martellate dal padre suicida GIUSEPPE MARITANO Sono arrivati dalla Val SangoneedallaValSusaperl ultimo saluto a William Maero, 17 anni, ucciso a martellate dal padre. Ad accogliere sul sagrato della chiesa la salma del giovane studente c erano tuttiicompagnidiclassee numerosi ragazzi del Pascal, con la dirigente scolastica Carmelina Venuti. I negozi hanno abbassato le serrande insegnodilutto. Il parroco della chiesa di San Lorenzo, don Gianni Mondino, ha accolto così i familiari elecentinaiadipersonechea stento sono riuscite ad entrare nella Collegiata:«Che il Signore lo accolga in cielo. Purtroppo le parole umane sono inadeguateesololaparoladi Diocipuòaiutareesalvare». Nell'omelia don Mondino ha ricordato quel ragazzo unico, dal volto sorridente e Pinerolo Stop alle strisce blu Piove I Stop alle strisce blu. Colpa (o merito) della pioggia battente cheierihabloccatoilavori di tracciatura delle nuove strisce blu, perfardiventareapagamento una parte di piazza Vittorio Veneto,viaBrignoneevia Marro. «Le strisce - spiega il comandante dei vigili urbani, Ermenegilda Aloi- verranno dipinte non appena l'asfalto sarà completamente asciutto». Tutti icartellididivietodi sostaperilavorisono stati collocati da sabato.noncambiailprezzoperlasosta:uneuro all ora. D ora in poi nel centro di Pinerolo saranno a pagamento circa mille posti auto. Circondato dagli amici Ad accogliere il feretro di William Maero, 17 anni, c erano tutti i compagni di scuola e gli altri allievi del liceo Pascal amico di tutti.«in questi giorni abbiamo riflettuto con i ragazzi sul valore della vita. William è stato racchiuso nel progettodiamoredidio.allarghiamo il cuore a tanti ragazzi come lui, violentati e lasciati a se stessi. Preghiamo il Signore che dia conforto alla famiglia distrutta dal dolore». Al termine della messa i compagni di scuola hanno voluto ricordarlo con parole semplici:«ciao William, eri un amico sincero e generoso, avresti dato lavitapernoi.eriprontoadare consigli e affetto smisurato per glialtri.oraseivolatoincielo, ma un giorno ci rivedremo». Sul piazzale della chiesa gli amici gli hanno dedicato la canzone«my Immortal» del gruppo statunitense Evanescence. Il corteo funebre ha poi raggiunto ilcimitero,elabaraèstatatumulata accanto alla tomba di fratel Carlo Quartero, che durantelasuavitahalavoratoper il bene dei giovani della città. La dirigente dell'istituto Pascal per rendere omaggio«al suo ragazzo», nella giornata di ieri, ha oscurato il sito della scuolaemessoinprimapagina lafotodiwilliammaero.lelezioni sono state sospese in anticipo e l'istituto ha chiuso alle 12,45, per permettere a tutti di dare l'ultimo saluto a un ragazzo che aveva saputo distinguersiperlostudioeperladisponibilità verso tutti. La scuola intende ricordare William e presto la preside con le insegnanti e il consiglio di istituto, deciderà sulle azioni da intraprendere per mantenere vivalasuamemoria. Brandizzo Ladri videopoker ILabandadeivideopoker, la scorsa notte, ha colpitoabrandizzo.sonoperòarrivati i carabinieri, un ladro èstatoarrestato,glialtri2 sono fuggiti facendo perdereletracce.lemanettesonoscattateaipolsidiserghei Cojucari, 28 anni, moldavo. Nel centro scommesse «Vinci Tu» avevano rubato 2 videopoker, nella tabaccheria«mamma che tabacchi» pacchetti di sigarette e moltigrattaevinci. San Secondo Trasporto per malati IGlianziani,imalatiole persone in difficoltà da questo mese possono usufruire del servizio Avass per recarsiinospedaleafareesami.il trasporto è gratuito entro 50 chilometri, i pazienti saranno accompagnati da personale volontario. Piscina Unione fra Comuni I È iniziata la collaborazioneconilcomunedivolvera. La convenzione, approvata nell'ultimo Consiglio comunale, prevede la gestione associata degli uffici tributi e ragioneria. Poirino Anfibi sotto controllo I Sciolta la neve, riprendono i lavori nell'oasi naturaledicascinabellezza.ivolontari annunciano già i primi avvistamenti del Pelobatefosco,unranocchioarischio estinzione. Chi volesse prendere parte al monitoraggioealleattivitàdelcentro può chiamare il numero Andezeno Un altro vigile urbano IDopoilsalutodiSettimio Ambrosio, trasferito a Gioiosa Ionica, la città torna ad avere un vigile urbano. Da Castelnuovo è arrivata Valeria Bargetto, 50 anni, già conosciuta in paese per il servizio prestato nel programma di prevenzione dell'unione collinare. Chivasso Morosità Atc I Presso l'assessorato alle Politiche Sociali del Comune è possibile presentare la domandaperl'accessoalfondosociale Regionale destinato alla parziale copertura delle morosità incolpevoli per l'anno 2011, dovuta a disoccupazione o a grave malattia. Vinovo Ex ippodromo ICominciatiilavoridipulizia dell area dell ex ippodromodelgaloppo,chesiprepara ad ospitare il centro commerciale Mondo-Juve. Il grande centro commerciale, però, non è ancora in dirittura d arrivo. Si discute ancora sulle opere di viabilità. Scalenghe Animatori estivi IIgiovanifrai15ei25anni possono fare domanda in Comune per diventare animatori per la prossima estate ragazzi. Lunedì si svolgerà il primo incontro alle 21 in municipio. Materiale pubblicitario diffuso con finalità promozionali. Conto corrente vincolato a 12 mesi, offerto, fino al 16 marzo 2012, con diffusione limitata ad alcune dipendenze della Banca presenti in specifiche aree geografiche e riservata alle nuove somme depositate non rivenienti dalla raccolta complessiva già detenuta presso la Banca. Tasso di interesse lordo annuo del 4% riconosciuto alla scadenza del vincolo. In caso di estinzione anticipata, è prevista l applicazione di una penale del 2% calcolata sull importo prelevato, che non sarà comunque mai superiore all importo degli interessi creditori maturati. Per le condizioni economiche e contrattuali, si rimanda la consultazione ai Fogli Informativi e ai contratti disponibili presso le Filiali della Banca e su Bnl.it. La vendita dei prodotti e dei servizi presentati è soggetta all approvazione della Banca. CONTO BNL 4% Solidità e convenienza per un offerta che lascia il segno: 4% sulle nuove somme depositate per 12 mesi. VERI, COME I TUOI PROGETTI. Nasce il nuovo conto vincolato a zero spese, dedicato a chi vuole la certezza di guadagnare il 4% sulle somme depositate per 12 mesi e la solidità di una grande banca. 8

9 GAZZETTA D ALBA MARTEDÌ 6 MARZO 2012 ROERO E CARMAGNOLA 67 Gli adolescenti che gravitano intorno alla parrocchia, dopo le riflessioni sui sogni, preparano uno spettacolo UNA 50 ragazzi per un progetto MONTÀ RDR Più attenzione sulle strade SICUREZZA Forze dell ordine, sindaci e rappresentanti di associazioni hanno fatto il punto su sicurezza e legalità nel Roero, durante il convegno promosso a Montà, sabato 3 marzo, dall Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero. A toccare i molti liceali presenti, le testimonianze di Carlo Mariano Sartoris e Bruna Manissero (foto) costretti sulla sedia a rotelle in seguito a gravi incidenti automobilistici. Da loro è giunto un richiamo alle istituzioni e ai media a non spegnere l attenzione sulla prevenzione di incidenti. La presidente della Provincia Gianna Gancia ha concluso: «Nell ultimo decennio le vittime della strada nella Granda si sono dimezzate, ma nel 2011 sono state 51, un numero comunque enorme, perché dietro ogni morte c è la tragedia di una famiglia». m.p. Tra parrocchia e giovani, a Montà, ci sono sempre stati rapporti amichevoli, costruttivi, rispettosi, attenti, in una parola: ottimi. Da settembre, sono una cinquantina i ragazzi dai 15 ai 18 anni che frequentano regolarmente gli incontri settimanali organizzati dal parroco don Domenico, che ci ha spiegato il lavoro svolto finora: «I ragazzi sono divisi in annate. Per ognuna di esse abbiamo degli animatori che gestiscono gli incontri e le attività. I più piccoli sono i giovanissimi del 1997, seguiti da Viviana Arduino e Marcello Casetta; poi abbiamo la classe 1996, accompagnata da Federico Almondo, Alessandro Casetta e Miriam Morone, e infine i 1995, con Fabrizio Ambrosio, Matteo Calorio, Marco Cauda e Paola Osella». Con ogni gruppo le attività sono molteplici. Contina don Domenico: «Il programma dei ragazzi del 97 (una quindicina), che si ritrovano il mercoledì sera, consiste in un cammino di conoscenza che li induce, attraverso temi semplici e momenti di discussione, a riflettere sulla vita e su se stessi. Quelli del 95 e del 96 (una trentina) si ritrovano, insieme, la domenica sera. Con loro abbiamo impostato un duplice cammino. Fino alla fine del 2011 abbiamo lavorato su una tematica lanciata durante i campi scuola estivi: i sogni per il proprio futuro. A settembre abbiamo iniziato a leggere insieme il libro di Alessandro D Avenia Bianca come il latte, rossa come il sangue, traendone diversi spunti di riflessione. A gennaio, invece, siamo partiti per creare un nuovo recital parrocchiale. Il tema e la data della prima sono ancora top secret, ma i lavori sono già partiti e la qualità è garantita dalla compagnia teatrale montatese L angelo azzurro, che accompagna e istruisce i ragazzi. Alcuni ragazzi del 1995 hanno frequentato una serie di incontri dal titolo Essere animatori oggi, mentre altri organizzeranno, a maggio sui campetti parrocchiali, un torneo di calcio e uno di pallavolo». Intorno alla parrocchia gravitano anche alcuni ragazzi più grandi, del 1994 e del 1993, che partecipano attivamente come organizzatori o animatori, ogni volta che la Parrocchia prepara un iniziativa per i bambini piccoli. A testimoniare l interesse con cui i giovani hanno accolto le proposte parrocchiali è Giulia, classe 1995, assidua frequentatrice degli incontri: «A mio parere la tematica di quest anno è stata La corsa per i 50 anni dell Aisc si svolgerà tra Castagnito e Magliano su strade di campagna Disabili in piscina, ricordando Alessia SOLIDARIETÀ molto interessante e coinvolgente. Parlare dei propri sogni e analizzarli, parlare con gli amici del futuro che ci aspetta, è stata un esperienza nuova e accattivante. Anche i ragazzi sono stati presi dai dibattiti. Ho trovato belli anche i momenti di discussione sulle frasi che più ci hanno colpiti del libro di D Avenia che abbiamo letto. Sono venuti fuori spunti intensi, a volte simpatici e, credo, educativi. Ora ci toccherà provare a fare gli attori, speriamo di fare bene e soprattutto di divertirci come, finora, è accaduto». Andrea Audisio Corritalia anche sui sentieri del Roero MARCATO Il gruppo degli adolescenti impegnati nell elaborazione dello spettacolo per la Parrocchia. Se il dolore per la perdita di un figlio è incancellabile, altrettanto intenso è il desiderio di mantenerne viva la memoria. È questa l esperienza di Tiziana e Mario Brezzo, di Monteu Roero, che, in omaggio ad Alessia, scomparsa in un incidente stradale il 14 novembre 2010, hanno dato vita a varie iniziative. L ultima delle quali ispirata a una grande passione della loro unica figlia: il nuoto. Alessia, brillante studentessa all ultimo anno del Liceo classico di Alba, era una ragazza estroversa, intelligente, studiosa, con molti interessi. Spiega il papà Mario: «Alessia amava tantissimo nuotare e dedicava i ritagli di tempo libero al suo hobby preferito. Per questo motivo abbiamo pensato di indire, nelle scuole del circondario albese, un concorso aperto alle famiglie di ragazzi disabili per dare loro la possibilità di frequentare gratuitamente lezioni rieducative di nuoto». In seguito a una convenzione stipulata con il Centro sportivo del Roero (che la giovane frequentava), dal 10 febbraio al 31 luglio una quindicina di ragazzi avrà la possibilità di seguire nelle piscina di Alba o Sommariva Perno, in base alle esigenze delle famiglie, dodici lezioni con istruttori specializzati in vasca e con una supervisione medica costante e individualizzata. Questa è solo una delle tante encomiabili iniziative promosse dai genitori di Alessia, che hanno già donato un mezzo di trasporto a La Carovana e borse di studio alle scuole albesi e, come ha annunciato Mario Brezzo, per il prossimo anno stanno pensando a un altra iniziativa rivolta al liceo Govone. e.c. 9 Il Roero avrà la sua Corritalia, giornata sportiva nazionale per i beni culturali, per un invecchiamento attivo e per la solidarietà tra le generazioni promossa dall Associazione italiana sport cultura, in occasione del 50 anniversario di attività. Nel nostro territorio la organizza l area sportiva dei Ragazzi del Roero per il 18 marzo. Si chiamerà Corritalia tra i sentieri del Roero e avrà luogo a Castagnito. Il ritrovo è previsto presso l azienda agricola Massucco, di via Serra, nella frazione di San Giuseppe. La manifestazione podistica si snoderà tra i Comuni di Castagnito e Magliano Alfieri, quasi interamente su strade di campagna prive di traffico. I percorsi sono due, entrambi non competitivi: uno breve, della durata di un ora circa, e uno medio, di due ore per i più sportivi. Sono comunque itinerari con dislivelli affrontabili da tutti. Lungo il percorso ci saranno alcuni punti ristoro. Il ritrovo è per le 13.45, dalle il via, alle 17 premiazione del più giovane, del più anziano, del gruppo simpatia e della famiglia più numerosa. Entro il 10 marzo, le iscrizioni costano 5 euro (quota rimborsata con un buono sconto offerto da E.Leclerc), dopo, 7 euro. I primi 80 iscritti riceveranno la maglietta ufficiale della Corritalia 2012 e tutti i bambini un gadget RdR. Per altre informazioni visitare il sito Roberta Bertero MARCATO FINESTRA SU CARMAGNOLA SI APRE LA 548 a FIERA DI PRIMAVERA Sabato 10 e domenica 11 si svolgerà la tradizionale Fiera di primavera, che la storia locale dice sia alla 548 a edizione. Dal pomeriggio di sabato sotto le arcate del mercato di piazza Italia saranno in mostra i bovini di razza piemontese e frisona italiana iscritti al libro genealogico dell Associazione provinciale allevatori. Sempre nel pomeriggio di sabato escursione cicloturistica ad anello Carmagnola- Racconigi-Carmagnola ed escursione di nordic walking Carignano-Carmagnola, organizzate nell ambito del progetto Strade di colori e sapori dall associazione sportiva dilettantistica Nordic walking Andrate, con arrivo nel mercato del bestiame. Nel pomeriggio di sabato e nella mattinata di domenica saranno valutate le varie categorie di capi esposti; seguirà la premiazione. Domenica saranno anche in mostra bovini di altre razze, animali da cortile e macchine agricole con oltre 200 espositori. In occasione dell edizione 2012 della Fiera primaverile si svolgeranno altre iniziative a supporto dei vari settori produttivi e commerciali carmagnolesi: A come agriturismo: gli agriturismi di Carmagnola si presentano nella chiesa di San Filippo, in piazza Manzoni, con proposte degustative, sabato dalle alle e domenica dalle 8.30 alle Dodici tra ristoranti, pizzerie, trattorie e osterie carmagnolesi proporranno menù fiera o degustazioni. Nella giornata di domenica oltre 250 banchi di abbigliamento, calzature, suppellettili, artigianato, alimentari e dolciumi esporranno le loro merci lungo le strade del centro storico cittadino, insieme ai 300 banchi del Mercantico, il tradizionale mercato del piccolo antiquariato che si svolge a Carmagnola la seconda domenica di ogni mese. m.b. 60 MANIFESTI GIALLI PER ACCUSARE IL COMUNE Sessanta manifesti gialli con un titolo Io accuso, sparsi in vari punti della città. Con questa singolare modalità Tonino Buono ha pesantemente accusato l Amministrazione comunale che, a suo dire, mette fuori casa una ragazza sola e malata. Lucia ha 24 anni e dai 20 anni vive fuori città: perde un rene e le precarie condizioni di salute le fanno perdere il lavoro. Nei mesi scorsi torna a vivere con la madre, già gravemente malata, che abita in un alloggio del Comune in via Santa Rosa. A fine anno la mamma muore e a metà gennaio il Comune comunica a Lucia che dovrà lasciare l alloggio. Questa ingiunzione ha provocato il manifesto di Buono, che accusa il Comune di insensibilità di fronte a un caso umano per favorire, sempre a suo dire, specifici interessi. Diverso il parere dell assessore alle politiche della persona, Graziana Ferretto, che precisa: «Ci sono delle regole da rispettare: innanzi tutto la persona è maggiorenne, per cui non esistono obblighi di legge nei suoi confronti, ed è residente in quell alloggio da meno di un anno, limite previsto dai regolamenti in vigore per avere titolo a subentrare nel contratto. Visto il caso, siamo andati oltre, abbiamo cercato una soluzione idonea proponendole l inserimento in un gruppo appartamento con l accompagnamento di un operatore per offrirle un aiuto nella ricerca di un lavoro adatto alle sue condizioni e le abbiamo anche offerto un piccolo aiuto economico, proposte che però Lucia ha rifiutato». Il problema della casa a Carmagnola è diventato pesante per molte famiglie: nell anno appena concluso sono stati oltre 30 gli sfratti e in questi primi mesi altre 6 famiglie si sono rivolte al Comune per avere una casa; stando ai regolamenti, l appartamento di via Santa Rosa può essere destinato a una di queste. m.b. DIPENDENTE DELLA DENSO MUORE IN MENSA È morto a 44 anni, davanti ai colleghi di lavoro, mentre era nella mensa della Denso di Poirino, la fabbrica dove lavorava da tempo. Emilio Fierro nel pomeriggio di lunedì scorso aveva accusato un malore al petto e il personale dell infermeria gli aveva somministrato un antidolorifico invitandolo a lasciare il lavoro se il dolore fosse continuato. Fierro aveva però deciso di non lasciare la fabbrica, ma nel corso della pausa mensa si è accasciato davanti ai colleghi, e ai volontari del 118 non è rimasto che constatarne la morte. Per i rappresentanti della Rsu aziendale ci sono punti da chiarire: quando si è sentito male in mensa l infermeria era chiusa e i due infermieri addetti avevano già lasciato il lavoro rendendo perciò sguarnito il resto del turno. Da parte dei vertici della Denso, multinazionale giapponese specializzata in condizionatori, non sono state rilasciate dichiarazioni. Resta il dubbio se siano state sottovalutate le prime avvisaglie del pomeriggio: l infermeria chiusa nell ora della mensa sarebbe comunque ininfluente. A Tatiana, la compagna di Emilio, anche lei dipendente Denso, hanno parlato di un embolia; per lei non ci sono responsabilità da parte dell azienda: poteva capitare ovunque. m.b. PER LE DONNE, CON LE DONNE Il nutrito calendario di iniziative per la festa della donna a Carmagnola proseguirà fino a maggio. Si inizia mercoledì 7 marzo, alle 20.30, al cinema Elios, con la proiezione di Le donne del 6 piano, prima della rassegna Cinecittà. Giovedì 8 marzo, alle 11.30, in piazza Manzoni, inaugurazione dei parcheggi rosa. Dalle 16, nella sala del Consiglio comunale il sindaco e gli assessori incontreranno le cittadine carmagnolesi per uno scambio di proposte a favore delle donne. Martedì 13 marzo, alle 20.30, nella Biblioteca civica, incontro sul tema Le donne nei media e nella pubblicità. Giovedì 15 marzo, dalle 17.30, agli Antichi Bastioni, sostegno a un progetto di inserimento lavorativo per donne, cocktail di musiche per banda, canto polifonico, solisti e intermezzo teatrale, a cura della Società filarmonica, il coro e i solisti dell Uni3, la compagnia Gli (in)stabili. Seguirà una degustazione solidale, allietata dal complesso vocale TuKano.

10 2 > CRONACA 7 marzo > Territorio Nichelino, sequestrata dal tribunale, restituita in Appello Villa salvata dal divorzio Per un cavillo legale. La Procura ricorrerà Un operaio carmagnolese di 44 anni a Poirino Un malore improvviso lo stronca sul lavoro NICHELINO - Una vita coniugale che va a rotoli può anche avere i suoi lati positivi, come ad esempio salvare una bella casa dai sigilli imposti dalla giustizia. Un caso in cui rientra perfettamente una villa di via Marco Polo, a Nichelino, dotata di giardino, garage interrato e dipanata su tre livelli, sequestrata da parte della Procura alla proprietaria, M.T., nomade di etnia sinti, in merito ad un procedimento avviato nei confronti del suo consorte Giovanni C, 45enne finito sotto inchiesta per delle truffe ai danni di anziani. Ma l uomo ormai è solo più il suo ex marito, essendo ormai stato formalizzato il divorzio e così, attraverso un ricordo in Corte d Appello regolarmente vinto dalla donna, gli inquirenti hanno dovuto restituire la casa. Tuttavia per la procura torinese l unità immobiliare resta comunque un bene acquistato con proventi illeciti, per questo ha intenzione di ricorrere a sua volta in Cassazione. E nel frattempo la proprietaria, tramite il versamento di 89mila euro, ha ottenuto la sanatoria che le permette di utilizzare con tutta tranquillità la casa senza dover giustificare la provenienza del denaro utilizzato dapprima per costruirla e poi condonarla. Sembra incredibile ma di fatto è quello che le sfaccettature Settimanale di Informazione Locale Direttore Responsabile Melchiorre Menzio Editrice il Mercoledì Società Cooperativa Giornalistica a r.l. Direzione, redazione, amministrazione: Via Cavour, Moncalieri (To) Tel Fax In Redazione Luca Carisio, Gianluca Beccaria, Roberta Zava, Lu ca Mazzar dis Collaboratori Luciana Aime, Manuela Aime, Giulia Avataneo, Oreste Barruero, Giacomo Bottaro, Enrico Cairo, Oscar Camporeale, Paola Canavero, Enrico Capello, Marcello Ferrara, Alice Furlan, Sergio Gentile, Marilena Limoncelli, Mar co Mincotti, Cristina Nebbia, Silvana Nota, Fabrizio Scarpa, Massimiliano Sina, Vittoria Sincero, Igor Stasi, Lara Stasi, Filippo Tesio, Ferruccio Zanetti Progetto e controllo graico: Enrico Bonigli Stampa: I.T.S. SpA - Cavaglià (Biella) Tarife Pubblicitarie Modulo mm. 37,5 x 33,3 I prezzi indicati sono IVA esclusa Occasionali 16,00 1 modulo Commerciali 14,00 1 modulo Necrologie 30,00 annuncio Economici 5,00 annuncio normale Economici 10,00 annuncio riquadrato Elettorali 14,00 1 modulo Finanziari e Legali 16,00 1 modulo Abbonamento annuo 40,00 - c.c.p intestato a Editrice il Mercoledì, causale Abbonamento il Mercoledì Copie Arretrate 2,00 Ai sensi dell art. 10 della legge 675/96 si comunica agli abbonati che i dati forniti alla sottoscrizione dell abbonamento sono con te nuti in un archivio in for matizzato atto a garantire sicurezza e riservatezza Reg. Trib. di Torino n del Impresa beneiciaria, per questa testata, dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modiiche ed integrazioni Aderente alla della legge permettono soprattutto se vengono interpretate nella maniera migliore. In pratica nel corso del procedimento in secondo grado il legale della nomade ha dimostrato che l unione fra Giovanni C. e la donna era finita già nel Una tesi avvalorata dalla testimonianza della nuova compagna dell uomo, la quale ha dichiarato di vivere con lui dal Ma per la procura si tratterebbe di una storia creata «ad arte», tuttavia in assenza di prove che possano dimostrare quest ipotesi i giudici d Appello hanno dato ragione alla proprietaria della villa. Non è la prima volta che la Corte d Appello annulla delle confische attuate dalla Procura torinese nel nostro territorio. Negli ultimi mesi del 2011 infatti il tesoro di un altra famiglia di sinti venne privato dei sigilli e F.I.P.E.G. Federazione Italiana Piccoli Editori Giornali La villa di via Marco Polo a Nichelino restituita dopo il ricorso della proprietaria VILLASTELLONE - L imminente carnevale di Villastellone, fissato per la domenica in arrivo e che vede fra le sue tradizioni la possibilità di mangiare rane fritte con patatine, specialità villastellonese da sempre, è entrato nel mirino degli animalisti, che hanno tacciato come «barbara» la manifestazione proprio a causa delle rane che finiscono in padella. Una protesta per nulla isolata, ma forte di ben una quarantina di lettere pervenute non solo presso il locale palazzo civico, ma anche alla sede della pro loco di Villastellone, sodalizio che organizza il carnevale nonché l appuntamento gastronomico oggetto della polemica. Anche la nostra stessa redazione, come quella di altre testate, ha ricevuto diverse missive tutte incentrate sul medesimo argomento. Estrapolando dei passi dalle comunicazioni inviate dagli autori della protesta si leggono frasi del tipo il carnevale delle rane sembra una festa dedicata a questi animali, ma non ci risulta che, in una manifestazione carnevalesca, l ospite d onore venga fritto con le patate anziché divertirsi. Oppure la cosa ci sembra di pessimo gusto e, nell ambito di un iniziativa del genere, gli animali fritti potrebbero essere sostituiti con verdure pastellate. E poi ancora si potrebbe fare a meno di mangiare rane, sostituendole con un piatto più «etico», sarebbe festa ugualmente. Le rane hanno un ruolo importante nell ecosistema, soprattutto d e- restituito. In quella particolare occasione il ricorso venne accettato in base ad una sentenza del gip di Ivrea datata 2008 e che stabiliva l archiviazione delle accuse mosse nei confronti di due componenti del clan, i quali dovevano rispondere di «associazione a delinquere finalizzata al compimento di truffe ad anziani e al reimpiego di denaro di provenienza illecita». Ma l archiviazione disposta dal giudice eporediese privò gli inquirenti del «pretesto» per mantenere le misure di prevenzione patrimoniale. E ecco così una montagna di beni, del valore di oltre 2 milioni di euro, composta da case e terreni dislocati fra Nichelino, Vinovo, Carmagnola e Montalenghe, è tornata nelle mani dei proprietari. E pensare che, grazie alle modifiche legislative, gli inquirenti pensavano di aver trovato il modo di colpire anche chi si era arricchito in modo disonesto in passato e pensava di averla fatta franca.. Ma alla luce di queste recenti sentenze è fattibile pensare che arrivino nuovi ricorsi da parte di personaggi che si sono visti blindare dall inflessibile maglio della giustizia case, appezzamenti di terreno, fondi assicurativi e conti correnti dal saldo cospicuo. CARMAGNOLA - Un operaio 44enne di Carmagnola, Emilio Fierro, è morto a causa di un malore improvviso mentre svolgeva il proprio lavoro presso lo stabilimento Denso di Poirino. Il fatto è avvenuto la scorsa settimana, nel pomeriggio di lunedì, e ha gettato nello sgomento i suoi colleghi, che inizialmente hanno anche polemizzato il fatto che, al momento in cui l uomo Candiolo: Banca del Piemonte Assalto esplosivo contro il bancomat CANDIOLO - La scorsa settimana era toccato ad un banca di Pecetto. Questa volta invece a farne le spese è stata la filiale della Banca del Piemonte di Candiolo. Ma non stiamo parlando di rapine «tradizionali», bensì degli assalti esplosivi allo sportello bancomat, fatto letteralmente saltare in aria allo scopo di appropriarsi del denaro contenuto al suo interno. Ed esattamente come accaduto nel paese delle ciliegie i malviventi, forse gli stessi, hanno utilizzato una miscela a base di acetilene che, con la deflagrazione provocata, oltre a distruggere il distributore automatico ha parzialmente devastato la filiale. E anche facile pensare che, questa volta, di gas ne sia stato usato anche troppo, riducendo così in cenere anche buona parte delle banconote. Difficile infatti stimare l ammontare del bottino (che comunque ammonta migliaia di euro). finito nelle tasche degli assalitori di Candiolo, che hanno agito nella notte fra domenica e lunedì. L istituto bancario preso di mira è in via Pinerolo. Gli uffici e gli strumenti di lavoro sono stati gravemente danneggiati dall esplosione. Polemica. Ma il sindaco difende la tradizione Animalisti: no alle rane fritte al carnevale di Villastellone state, poiché si nutrono della uova delle zanzare. Magari su quest ultima cosa avrebbero da ridire le zanzare, ma si tratta di posizioni personali che, in quanto tali, vanno rispettate. Tuttavia il primo cittadino di Villastellone Davide Nicco ha voluto rispondere attraverso una lettera aperta, nella quale difende a spada tratta la tradizione che prevede la frittura delle rane.. Nel nostro carnevale - ha spiegato - viene riproposta un usanza antica di secoli, quando le rane rappresentavano spesso l unico cibo per i nostri avi, che vivevano in una zona storicamente Nichelino Colti sul fatto a rubare carburante NICHELINO - Il sempre maggiore costo dei carburanti oltre a generare la disperazione di automobilisti e autotrasportatori favorisce il dilagare di un particolare tipo di reato: il furto di benzina e gasolio direttamente dai serbatoi dei veicoli. E i carabinieri di Nichelino hanno colti sul fatto due ladri di carburante che, convinti di non essere visti da nessuno, stavano svuotando il serbatoio di un tir Volvo in sosta con un semplice tubo di gomma. E così Daniel Petricu, 40 anni, camionista e il 27enne operaio Costantin Cuvuliuc, entrambi romeni, sono finiti in manette. 10 paludosa. E tramandare le tradizioni culturali, anche culinarie, è un operazione assolutamente meritevole. Villastellone non è abitata da «cannibali» o da «cavernicoli» come qualcuno ci sta descrivendo, ma da persone rispettabili e civili che hanno diritto di trasmettere la proprie tradizioni senza essere offesi. E conclude Quindi il Comune di Villastellone non ha nessuna intenzione di dissociarsi da questa bella iniziativa, esprimendo anzi piena solidarietà agli organizzatori e a tutte le persone che vorranno prendervi parte raggiungendo il nostro paese. Moncalieri Dormiva in boccioila, denunciato MONCALIERI - L ennesimo disperato che trova casa all interno di una struttura in rovina è stato scoperto dagli agenti della polizia municipale di Moncalieri. Questa volta si trattava di un romeno 61enne, P.A., poi denunciato per invasione di edificio pubblico, il quale era riuscito a ricavare un piccolo appartamento abusivo dentro la vecchia bocciofila comunale di strada Cigala, che attualmente si trova in totale stato di abbandono. L uomo molto probabilmente utilizzava i locali già da tempo e i vigili lo hanno sorpreso durante un blitz nel fabbricato. Santena Autocarro si rovescia a bordo strada SANTENA - Spettacolare incidente a Santena lungo la provinciale per Villastellone. Un tir si è rovesciato rendendo necessario l intervento dei vigili del fuoco del distaccamento del Lingotto per rimuoverlo. Il fatto domenica pomeriggio, alle 15.30, quando il veicolo, condotto da un autista di nazionalità romena, che trasportava dei quarti di bue da Moretta al Friuli, ha probabilmente messo le ruote del camion sull erba umida che costeggia la carreggiata, forse per accostare. dapprima facendolo sprofondando e poi adagiandosi sul fianco. si è sentito male, l infermeria interna all azienda fosse chiusa. Ma la stessa società ha precisato che l assenza degli infermieri era motivata e le chiavi del locale erano a disposizione. Il carmagnolese comunque sarebbe stato stroncato da un improvvisa embolia polmonare. Secondo quanto riferito dai testimoni Fierro si era sentito male una prima volta intorno alle 17. E in quell occasione si era rivolto all infermeria aziendale chiedendo un antidolorifico. E una volta preso il medicinale, probabilmente convinto di sentirsi meglio, era tornato alla propria postazione di lavoro alla catena di montaggio. Due ore dopo, durante una pausa in mensa, quel dolore si era nuovamente presentato, ma in maniera molto più intensa. L operaio infatti si era accasciato a terra e a nulla è servito il tempestivo intervento dell equipe della Croce Rossa giunta sul posto, la quale non ha potuto fare altro che constatare il decesso del carmagnolese. Emilio Fierro viveva nel centro di Carmagnola con la sua compagna Tatiana. Ai funerali, celebrati venerdì nella parrocchia della Collegiata, ha partecipato una folla commossa, composta dai famigliari, dai tanti amici e ovviamente dai colleghi della Denso. Anche un immobile a Nichelino Coniscato il tesoro della Ndrangheta Moncalieri Scarcerati i sedicenti carabinieri MONCALIERI - La loro abilità consisteva nel fingersi carabinieri, con tanto di tesserini di riconoscimento e mandati di perquisizione. Peccato che si trattava solamente di una colossale finzione, grazie alla quale una banda specializzata avrebbe compiuto decine di colpi i tutto il Piemonte. Le manette erano finite ai polsi di 16 persone ma ora il Tribunale del Riesame di Asti, pur confermando le accuse a loro carico, ha stabilito la permanenza in carcere solo per due soggetti. Liberi tutti gli altri, fra cui il moncalierese O.P., titolare di un locale notturno a Poirino. NICHELINO - E un vero e proprio tesoro quello confiscato nei giorni scorsi dalla direzione investigativa antimafia ad un presunto clan della ndrangheta. Un tesoro dipanato fra diverse località del Piemonte, Nichelino compresa, ma anche della Lombardia e della Calabria, composto da ville, alloggi e terreni, valutato circa dieci milioni di euro. Una maxi confisca quindi, avviata in coda all operazione «Pioneer» che aveva preso il via nell aprile 2008 con l intenzione di colpire una particolare cosca. E l elenco dei beni sigillati è davvero lungo. Solo nell area di Torino comprende un locale commerciale situato a Nichelino, in largo delle Alpi, ma anche terreni a Piossasco e Orbassano, alloggi e box a Torino e tanto altro ancora. Gli inquirenti inoltre hanno individuato e sequestrato anche 156mila euro che sarebbero stati il provento della vendita di alcuni garage e di un abitazione a Oulx. Sequestri simili sono poi stati messi in atti anche al altre provincie piemontesi e in Lombardia e Calabria. Del resto l obbiettivo - ha spiegato il procuratore aggiunto Sandro Ausiello durante la presentazione dell operazione - era quello di colpire la criminalità organizzata in tutti gli aspetti sintomatici, compreso il patrimonio per sottrarle la linfa vitale. L operazione che ha poi portato alla confisca dell ingente patrimonio giunse alla fase cruciale quando, nell ottobre del 2009, vennero arrestati diversi personaggi fra cui un commercialista, poi risultato essere l intestatario fittizio di una società rivelatasi la cassaforte immobiliare della gang, che utilizzava questo paravento per riciclare il denaro ottenuto con il traffico degli stupefacenti. Nel marzo del 2010 le indagini portarono la Dia a chiedere l applicazione della misura di prevenzione personale per tutti i beni riconducibili agli indagati. E il sequestro arrivò, esattamente un mese dopo. Ma ora il tribunale di Torino ha emesso il decreto di confisca

11 24 > SANTENA TROFARELLO le Città 7 Marzo 2012 Nel primo giorno di apertura del complesso 213 visitatori Seduzione a casa Cavour In mostra gli amori di Virginia di Castiglione Appuntamento a partire dalle ore 14,30 Sabato è carnevale, tra carri e maschere SANTENA - Nel primo giorno di riapertura nel 2012 il complesso Cavouriano ha visto arrivare 213 persone. Dopo la pausa invernale, la residenza dei Benso ha accolto il pubblico con un nuovo percorso di visita e importanti novità negli allestimenti. Hanno riaperto le stanze dell ala sud del Castello, in cui è conservata parte delle collezioni d arte raccolte dai Benso nel corso dei decenni. Si sono potute nuovamente ammirare le dodici Vedute del Piemonte e del Nizzardo di Giuseppe Pietro Bagetti, le opere dei paesaggisti europei acquistate dalla famiglia e il piccolo quadro di Carlo Bossoli che, per la prima volta, è stato esposto e valorizzato. Il Castello ha visto inoltre un inedita presenza femminile, con una nuova sala dedicata al fascino di colei che è stata definita la più bella d Europa: la contessa Virginia di Castiglione. I visitatori, grazie alle guide dell Associazione Amici di Cavour, hanno potuto scoprire i segreti di questa regina della seduzione, che è stata l amante dell imperatore Napoleone III, attraverso un suggestivo allestimento che si avvale degli arredi messi a disposizione dalla contessa Consolata Beraudo di Pralormo. Si tratta di materiale realizzato per la mostra Cavour. Genio, seduttore e gourmet, tenutasi nella primavera del 2011 a Palazzo Cavour a Torino. Consolata Berardo di Pralormo, in qualità di ideatrice e curatrice della mostra, ha donato parte dell allestimento all Associazione A Trofarello Un forum per gli enti pubblici TROFARELLO - Un efficace strumento di aggiornamento professionale, ma anche un canale che permette alle pubbliche amministrazioni del territorio di individuare modalità comuni nello svolgimento dei propri compiti istituzionali. Riprendono gli appuntamenti legati al progetto Comunità di mestiere. Avviata dalla Provincia di Torino nel 2002, l iniziativa prevede attività di aggiornamento professionale rivolte al personale dei Comuni e delle Comunità montane organizzata dalla Provincia di Torino, nel cui ambito si svolgono diversi forum di approfondimento. Il prossimo appuntamento in calendario si terràproprio a Trofarello: giovedì 8 marzo, dalle 14,30 alle 17,30, presso il centro culturale Marzanati di via Cesare Battisti 2, e sarà condotto da Giacomo Cuniberti, comandante del corpo di polizia locale, responsabile dello sportello unico delle attività produttive del Comune di Busca. Destinatari, i dipendenti degli Uffici Commercio, polizia municipale e amministrativa. L incontro sarà intitolato: Le liberalizzazioni in materia di commercio - Approfondimenti alla luce delle recenti modifiche normative e disposizioni regionali. SANTENA - Guide Juniores 2012: questo il progetto che l Associazione Amici della Fondazione Camillo Cavour propone ai ragazzi della scuola media. Obiettivo dell iniziativa formare guide per presentare al pubblico il parco monumentale del complesso cavouriano, monumento simbolo della nostra città. «Anche quest anno l Associazione Amici della Fondazione Cavour propone un progetto rivolto agli allievi delle classi seconde e terze della scuola media Falcone Disagio per un trofarellese Il posto disabili non è personale TROFARELLO - E riuscito ad ottenere il posteggio per disabili, ma non può utilizzarlo. Il trofarellese Sergio d Antonio, che abita in via Togliatti, aveva chiesto tempo fa uno spazio giallo segnalato dall apposita palina, rivolgendosi ai vigili e seguendo l iter previsto. Una volta ottenutolo, però, ha scoperto che in diverse occasioni il posto è stato occupato da un altra vettura. Per carità - spiega D Antonio - si trattava comunque di auto con il contrassegno speciale dei disabili, ma quel posto mi è necessario per accompagnare in casa mia sorella, che da sola non può né scendere dalla macchina né spostarsi. Ha bisogno della carrozzella. Tra l altro - prosegue - l ottimo sarebbe stato averlo più vicino al cancello d ingresso, anziché nell interno. Ma tanto, non essendo personalizzato, cioè legato all autorizzazione, può giustamente utilizzarlo chiunque. E a me non restano nemmeno i posti bianchi, quelli per tutti, che vengono facilmente occupati dai residenti o da chi lascia l auto per recarsi alla stazione dei treni. Pensare che un posto numerato a Trofarello c è, e a poca distanza: si trova in via della Conceria. Ho fatto presente la cosa ai vigili e amici della Fondazione Cavour. Dalla collezione della Fondazione Cavour provengono gli oggetti originali di Virginia: il magnifico portagioie in argento, un ventaglio con dipinti i versi di Edmond de Goncourt e la riproduzione in marmo della mano della Il posto per disabili in via Togliatti, a Trofarello, vicino al complesso delle Caravelle in Comune, ma sembra che le difficoltà per ottenere un posto numerato siano elevate. Come posso fare?. Da piazza Europa spiega il comandante della polizia municipale Luigino Semenzato: Non ci risulta una domanda per un posto numerato in quel sito. Abbiamo assolto alla richiesta del posteggio disabili, così com era stata presentata. Ma non ci sono preclusioni: una volta compilato l apposito modulo, in presenza delle condizioni richieste potrà essere concesso il parcheggio ad personam. l.m. Contessa. Oltre a Virginia di Castiglione, hanno trovato spazio anche le donne amate da Cavour stesso, le cui vicende hanno offerto al visitatore uno sguardo più intimo sulla vita dello statista tessitore dell Unità d Italia. Dopo la visita guidata alla villa settecentesca e alla tomba di famiglia dichiarata monumento nazionale nel 1911 e dove è sepolto Camillo Benso molti dei 213 visitatori hanno effettuato il percorso guidato nel parco monumentale. Inoltre, per tutta la giornata, il parco ha visto arrivare decine e decine di santenesi e di persone dei comuni vicini che hanno approfittato della riapertura del parco per compiere una passeggiata tra gli alberi centenari. Coinvolti gli studenti delle scuole medie Associazione Amici di Cavour e il progetto Guide juniores di Santena spiega Irma Genova, vice presidente dell Associazione Amici per favorire la partecipazione dei ragazzi alla vita culturale della città, attraverso la conoscenza del patrimonio storico e naturalistico del complesso cavouriano. Poiché i lavori di restauro degli edifici, previsti per il 2012 e 2013, non ci consentiranno l accesso continuativo al castello, il progetto di quest anno riguarda il parco ed è rivolto a un gruppo di ragazzi, interessati a svolgere il ruolo di guide del Parco Cavour». Irma Genova aggiunge: «Come momento formativo abbiamo ideato un breve corso preparatorio, in orario extrascolastico, dedicato alla storia del complesso cavouriano e, in particolare, alle principali caratteristiche del parco e delle sue specie arboree. Alla fine del corso gli alunni saranno in grado di accompagnare in modo autonomo i visitatori in un interessante tour del parco, valorizzando gli aspetti di carattere storico o botanico. Sono previsti tre incontri: uno, introduttivo, presso la scuola media e due basati su esercitazioni pratiche all interno del parco. A maggio i ragazzi avranno l occasione di verificare la loro preparazione accompagnando, in orario scolastico, altri allievi in visita». «L attività dei partecipanti al progetto - fa ancora presente Irma Genova si concluderà con una giornata a loro dedicata, in cui avranno occasione di accompagnare in visita amici e familiari e riceveranno il riconoscimento ufficiale della loro nuova carica». I ragazzi della media Falcone hanno risposto all invito con entusiasmo: «Gli iscritti sono 86 spiega Irma Genova. Martedì 14 febbraio si è svolto il primo incontro. I presenti hanno dimostrato vivo interesse per gli argomenti trattati: questo ci lascia sperare d aver fatto la scelta giusta nel proporre il tema del Parco. Ci auguriamo, soprattutto, di poter diffondere, attraverso le giovani guide, il rispetto per il parco Cavour, che è un vero e proprio museo a cielo aperto e, in quanto tale, merita di essere tutelato e conservato». «Devo ancora sottolineare che la disponibilità della Scuola a collaborare con la nostra associazione aumenta di stagione in stagione puntualizza Irma Genova. Oltre al dirigente scolastico Giuliana Testori, che anche quest anno ci ha dato il suo appoggio, abbiamo avuto la collaborazione di molte professoresse che, nel loro tempo libero, faranno da tutor ai ragazzi, affiancando i nostri volontari». 11 SANTENA - Sabato dovrebbe essdere la volta buona. Dopo i rinvii a causa del maltempo il 10 marzo andrà infatti in scena la trentaquattresima edizione del canrevale santenese, organizzato da Comune, oratorio San Luigi e Pro Loco. La sfilata con i carri allegorici si svolgerà nel pomeriggio. Si chiude così una kermesse condizionata dalle forti nevicate del mese scorso, che aveva visto lo scorso 18 febbraio andare in scena la festa in maschera nella palestra dell oratorio. Quello santenese è un carnevale dedicato principalmente ai bambini: da sempre i genitori seguito i carri lungo tutto il tragitto. Sabato 10 marzo il ritrovo dei carri, della banda musicale e dei gruppi mascherati è fissato per le ore 14, a partire dal cortile della casa di riposo Forchino. Alle 14,30 parte la sfilata, con il seguente percorso: via Milite Ignoto, via Vittorio Veneto, piazza Martiri della Libertà, via Cavour, via Trinità, piazza Carducci, via Trinità, via Cavour, via Sambuy, via Amateis, via Cavour, via Tana, con arrivo in piazza Forchino. La conclusione della manifestazione è prevista alle ore 17. In piazza Forchino, come da tradizione, il gruppo Alpini distribuirà le ormai mitiche panzanelle. Chiaramente il carnevale si trascina dietro anche alcune modifiche alla viabilità, con la chiusura al traffico dalle 14 delle strade interessate dala sfilata allegorica. Il capolinea delle linee 45 e 45/ dalle 13 alle 17 verrà spostato in via Sambuy/via Genova. Già censiti 34 pelobati A Cascina Bellezza anibi monitorati SANTENA - I volontari dell associazione Cascina Bellezza onlus hanno avviato il monitoraggio degli anfibi. I primi risultati sono incoraggianti. Sabato 3 marzo, i volontari dell associazione hanno completato la sistemazione delle barriere necessarie al monitoraggio degli anfibi nel sito di Cascina Bellezza, ai Favari. Appena sciolta la neve l area circostante gli stagni è stata fresata per rendere più agevole le operazioni di posa delle barriere e delle trappole. «I primi risultati del monitoraggio 2012 degli anfibi sono sorprendenti spiega Ruben Bertolusso, uno dei collaboratori del progetto cascina Bellezza. Nei primi due turni di controllo delle barriere, il primo sabato sera e il secondo domenica mattina 4 marzo, abbiamo già avuto occasione di censire 34 pelobati. Grazie alle temperature miti e al clima umido i pelobati hanno avviato la migrazione negli stagni per depositare le uova. Il monitoraggio degli anfibi proseguirà fino al 29 aprile. L avvio è davvero incoraggiante e ci fa ben sperare. Segnali positivi arrivano anche da Tetti Elia dove abbiamo censito un pelobate». x lettere al giornale Fermiano le auto che passano a folle velocità in via Trento Sono una cittadina di Santena e volevo segnalare un problema che a mio avviso è anche pericoloso: abito in via Trento Trieste e spesso mi è capitato di veder passare a folle velocità le automobili nella mia via. E purtroppo capitato anche di esser tristemente testimone di investimenti di animali, quali gatti e cani,soprattutto quelli di mia proprietà, l ultimo proprio qalche giorno fa. Non perdono in alcun modo coloro che vigliaccamente investono,uccidono e scappano. La mia paura è quella,che visto il passaggio di bimbi e genitori,specialmente negli orari di apertura e di chiusura delle scuole,vengano investiti proprio i bambini. Come cittadina di questa città mi sento in dovere di segnalare questa brutta situazione che è andata via via peggiorando,e chiedo pertanto che vengano presi dei provvedimenti. Non sarebbe possibile mettere dei dossi o delle telecamere segnalate, che potessero in qualche modo far desistere i potenziali Schumaker dal mietere altre vittime? Nella speranza di veder attuato presto qualche provvedimento in merito a quanto sopra, ringrazio e saluto cordialmente. Rossana Renoldi x in breve Soggiorni marini a Cattolica SANTENA - La città ha approvato il programma del soggiorno marino 2012 che si terrà dal 2 al 16 giugno, a Cattolica. Il costo del soggiorno, comprensivo del viaggio, è di euro 585; per coloro che sono sistemati in camera singola è previsto un supplemento di euro 150. I posti disponibili sono 65. Il commissario prefettizio ricorda: «la disponibilità a favorire la partecipazione al soggiorno di soggetti disagiati, portatori di handicap anche esterni al gruppo» e spiega che è stata accolta «l istanza di contributo comunale presentata dagli organizzatori dell iniziativa. In particolare il Centro anziani e pensionati ha richiesto che l amministrazione comunale, come negli scorsi anni, si faccia carico e partecipi alla spesa di quei cittadini che vivono particolari situazioni di bisogno; come sempre sono previste agevolazioni in base al reddito posseduto». Le iscrizioni sono effettuate, al Centro Anziani, dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore 18 e si chiuderanno il giorno il 31 marzo. In oratorio corso «Pillole di teatro» SANTENA - L oratorio San Luigi, da marzo a maggio, propone un corso di avvicinamento all arte teatrale. Pillole di teatro : questa l iniziativa che propone l oratorio San Luigi. Si tratta di corso di avvicinamento all arte teatrale in programma dal 17 marzo al 27 maggio Le lezioni, tenute dall insegnante Marina Biello che vanta un esperienza più che ventennale in campo teatrale, musicale e televisivo, si terranno il sabato pomeriggio, dalle ore 15,30 alle 17. Il corso si chiude con un saggio che sarà presentato al teatro Elios. Il contributo spese per materiale didattico e logistica è fissato in euro 15. Info: Faro nell albo delle associazioni SANTENA - La Fondazione Faro onlus è stata iscritta all albo cittadino degli organismi associativi. Nelle determina, firmata da Guglielmo lo Presti, responsabile dei Servizi al cittadino e alle imprese, si spiega che in Comune è pervenuta la richiesta di iscrizione all albo da parte dell associazione Fondazione Faro onlus, con sede in Torino, via Oddino Morgari, 12. L operatore e referente di zona è la signora Carla Rossi. La Fondazione Faro Onlus Fondazione assistenza ricerca oncologica, opera, tramite i suoi volontari, con una assistenza domiciliare, gratuita, libera o in convenzione con alcune Asl, verso i malati oncologici e neurologici nella fase terminale della malattia, stando con discrezione e comprensione a fianco degli ammalati e dei pazienti nei momenti più difficili, sono disponibili all ascolto, ma sono anche ideatori e realizzatori di momenti di incontro e di svago come cene e feste di compleanno.

12 18 caramagna mercoledì 7 marzo 2012 ALPINI Mezzo secolo per la sezione: intervista a Bertoldo Nuova sede per i 50 anni Ecco lo striscione: Sfilano davanti a noi i nostri Caduti CRONACA Era imputato un caramagnese Tentata rapina: assolto Assoluzione per non aver commesso il fatto. Ovvero la tentata rapina all agenzia di scommesse Merkur Win di Poirino il 28 dicembre Così ha disposto il Tribunale di Alba nei confronti del caramagnese Maurizio Barone. Quella sera, verso le ore 22, all entrata dell agenzia di scommesse, un uomo, dopo aver suonato il campanello, con il volto coperto da un passamontagna ed impugnando una pistola, urlava per farsi aprire la porta. Nonostante queste minacce, però, i dipendenti non aprirono, la porta rimase chiusa, e l uomo fuggì a mani vuote. Scattarono subito le indagini e gli inquirenti arrivarono a Barone che venne rinviato a giudizio per il tentato colpo. Per l accusa, Barone voleva entrare in agenzia e poi impossessarsi del denaro custodito in cassa, condotta questa fallì proprio per la reazione dell impiegata presente che non volle AVIS Domenica si terrà la donazione in sede Sono 11 i nuovi donatori Martedì 28 febbraio, alle ore 21, si è tenuta l assemblea dell Avis, presso la nuova Sala Consiliare nel cortile del municipio di piazza Castello. Si è ratificata l ammissione dei nuovi soci: lo scorso anno 11 nuovi donatori sono entrati a far parte della sezione, che è così composta da 129 donatori attivi di questi ben 30 sono le donne e 117 i donatori con meno di 50 anni e 19 donatori emeriti; sono state effettuate 286 donazioni totali (247 di sangue e 39 di plasmaferesi). È stato presentato all assemblea anche il bilancio consuntivo 2011 dando lettura della Relazione dei componenti il Collegio dei Revisori dei Conti che si era riunito lo scorso lunedì 13 febbraio. Si sono poi aprire la posta d accesso al centro scommesse. Nel corso del dibattimento i giudici albesi hanno interrogato, in qualità di testimoni, molte delle persone che quella sera di dicembre erano nell agenzia Merkur Win. Ma a carico di Barone, che è stato difeso dall avvocato Giuseppe del Sorbo, sono emersi solo indizi, così come riportato nelle motivazioni della sentenza letta dal presidente del Collegio giudicante Giacomo Marson. Anche il raffronto tra le immagini della telecamera della video sorveglianza e la figura dell imputato non è stato possibile perchè, come ha detto il consulente tecnico, nelle riprese l autore della tentata rapina non era in posizione perfettamente eretta, e inoltre era mascherato. Il pubblico ministero aveva chiesto per Maurizio Barone una pena pari a un anno e tre mesi di reclusione. dibattuti alcuni concetti importanti alla base della donazione del sangue come gesto di solidarietà: donazione sicura, volontaria, periodica, gratuita, anonima e responsabile di sangue intero o plasmaferesi. Sarà domenica 18 novembre la data dell annuale e tradizionale pranzo sociale con gli associati, le loro famiglie e i simpatizzanti. La prossima donazione in sede (via San Biagio 36, accantom alla materna) a Caramagna è prevista domenica 11 marzo dalle ore 8 alle ore 11; sarà presente l equipe medica dell Avis provinciale di Torino. Infine, Claudio Bono e Piero Demichelis saranno all assemblea provinciale del 24 marzo a Centallo. APPUNTAMENTI Danze per festeggiare le donne Cena degli agricoltori Giovedì 15 marzo, le coltivatrici e i coltivatori di Caramagna si ritroveranno per la cena degli agricoltori, un appuntamento che si ripete per il terzo anno consecutivo per volere dell Amministrazione comunale che desidera sottolineare la collaborazione intrapresa con il mondo dell agricoltura locale. La cena prevede un ricco menu curato dalla Pro Loco per un costo di euro 15 (chi desidera il vino può portarlo da casa) e si terrà nel locale attiguo alla cucina, nel cortile del municipio. Prenotazioni in Comune entro lunedì 13 marzo. Giovedì 8 marzo la Pro Loco organizza una serata danzante per festeggiare tutte le donne. Sul palco dell Palasport si esibirà l orchestra Cerri Band. Sarà sicuramente l anno degli Alpini: il Gruppo di Caramagna si è messo in marcia per festeggiare il cinquantesimo di costituzione. A tappe forzate, grazie all impegno di tanti volontari, si sta rimettendo a nuovo la sede messa a disposizione dal Comune, l ex casa del peso in piazza IV Novembre. E domenica 4 marzo, si è tenuta la festa del tesseramento, con una grande partecipazione di veci e bocia attorno al presidente Giancarlo Bertoldo e al direttivo. «La giornata di ieri è andata molto bene ci racconta Bertoldo. Molti gli Alpini presenti in chiesa così come pure al pranzo sociale. Nutrita, poi, anche la delegazione degli Alpini di Racconigi». Quando vi siete costituiti come Gruppo? «Nel 1962 è avvenuta la consegna del nostro gagliardetto da parte della sezione Ana di Saluzzo. Sempre nello stesso anno per la prima volta come gruppo di Caramagna abbiamo partecipato e sfilato all Adunata Nazionale di Genova. L anno successivo, in aprile, si è svolta la cerimonia d inaugurazione del Gruppo, la benedizione del Gagliardetto e la nomina del primo Direttivo». Uno spettacolo dedicato «a tre figure di donne che hanno dato molto alla società, pur in tempi e con modi diversi». Nelle parole della regista Milly Emanuel, c è il fulcro centrale di Una luce negli occhi, spettacolo che il laboratorio teatrale dell Unitre metterà in scena, in occasione della festa della donna, sabato 10 marzo alle ore 21 al Teatro Comunale di piazza Boetti. «È il secondo anno che il laboratorio teatrale dedica alle donne uno spettacolo continua ancora Milly e il 2012 vede protagoniste tre donne d eccezione che nella vita si sono distinte per l impegno e la diffusione della loro cultura ed etica: Elisa Springer, Suor Elvira e Marianella Garcia Villas». Dopo aver sepolto in cuore per cinquant anni l orribile esperienza vissuta dal 1943 al 45, Elisa Springer, viennese di nascita ma trapiantata in Puglia per matrimonio, nel 1997 ha finalmente riversato in un libro, dal titolo Il silenzio dei vivi, la mortifera furia dei ricordi che la imprigionavano in un tunnel di depressione. Il successo del libro ha dato il via a un ininterrotta sequela di incontri, soprattutto Nuova sede in vista? «Proprio quest anno ricorre il cinquantesimo della nostra fondazione. E per maggio ci regaleremo la nostra nuova sede. Nell aprile dell 83, in occasione del ventennale, è stata inaugurata la sede ex-asilo Ruatti. Per la prima volta, inoltre, abbiamo marciato con lo striscione tricolore Davanti a noi sfilano i Nostri Caduti che gli alpini del gruppo portano con orgoglio alle Adunate Nazionali e ai Raduni Sezionali. Ci siamo poi trasferiti in corso Vittorio Emanuele 5 e per maggio, appunto, saremo nella nuova sede». Qualche anticipazione? «Avremo quattro locali nell ex casa del peso. Riusciremo a ricavarci un ufficio, una cucina, una sala per incontri, un magazzino e uno spazio per allestire un piccolo, ma significativo, museo che conterrà alcuni reperti storici dal primo conflitto mondiale ai giorni nostri. La stiamo ristrutturando noi stessi ogni fine settimana e nelle sere libere, mentre, per quanto riguarda il materiale, abbiamo un contributo da parte dell Amministrazione comunale. Proprio per questo voglio ringraziare i miei Alpini per l aiuto e il lavoro che stanno Il gruppo degli alpini davanti al Monumento ai Caduti in cui si è battuta per far conoscere a tutti l orribile periodo vissuto nel campo di concentramento di Auschwitz. Suor Elvira Petrozzi ha fondato nel 1982, la Comunità Cenacolo per l aiuto ai tossicodipendenti. Oltre alla sede principale di Saluzzo, la Comunità ha una ventina di case con gli stessi fini in Europa e in America. Una di queste si trova a Medjugorje. Suor Elvira, la cui comunità vive solo grazie all aiuto dei benefattori, ha dedicato la propria vita ai giovani e ad infondere in loro i valori della vita cristiana. Membro dell Associazione Cattolica Universitaria Salvadoregna, Marianella Garcia Villas fondò la Commissione per i diritti Umani del Salvador, partecipò attivamente alla Democrazia cristiana salvadoregna e fu collaboratrice di Monsignor Oscar Romero. Catturata il 13 marzo 1983 in un area di conflitto dove si era recata per documentare l uso di armi chimiche da parte dell esercito, fu assassinata dopo essere stata torturata. «Lo spettacolo sarà una rappresentazione di letture ed interviste, alternati a canti e filmati sulla vita di queste tre donne. In scena ci saranno 12 donne che partecipano al Laboratorio teatrale dell Unitre, più tre ragazze che cantano. Tra queste, Sara Pagano di Sanfront: è lei l autrice delle musiche del musical Per amore, soltanto per amore dedicato a Marianella Garcia Villas che il laboratorio teatrale sta preparando, in collaborazione con l associazione sommarivese che porta il nome della martire salvadoregna, e che speriamo di portare in scena in autunno». Gli alpini storici di Caramagna dando per la realizzazione della nuova sede». Quanti sono gli Alpini del Gruppo e da chi è formato il direttivo attuale? «Ad oggi sono iscritti 67 soci e 27 simpatizzanti. Quanto al direttivo, oltre a me che sono il capogruppo, vice presidente è Sergio Colombano, segretario è Pier Mario Demaria, il maestro Enrico Lusso è capogruppo onorario; consiglieri sono Renato Colombano, Walter Bono, Pier Giorgio Carena, Filippo Bellonio, Giuseppe Luino, Tommasino Giacchino. Saremo in carica fino a giugno». Tra le iniziative che avete fatto negli anni passati? «Due su tutte. Nel 1994 abbiamo partecipato al pellegrinaggio sulle rive del Don in ricordo dei caduti in terra Russa dove la Divisione Cuneense fu decimata (ed erano tutti ragazzi dei nostri paesi). Nel 1999 abbiamo iniziato i lavori di restauro si è pensato di recuperarla come memoria storica in collaborazione con la popolazione ed il Comune, alla cappella della Madonna dei Sette Dolori, dedicata dalle mamme ai figli caduti durante la prima guerra mondiale, che è stata inaugurata nel 2000». Quali gli appuntamenti per i 50 anni? «I festeggiamenti si svolgeranno da venerdì 18 a domenica 20 maggio. Venerdì sera si terrà un concerto della corale alpina La Reis di San Damiano Macra sul sagrato della parrocchia (in caso di maltempo presso il salone polivalente). Sabato musica e spettacolo con l esibizione della fanfara alpina di Scanzorosciate, in provincia di Bergamo, che già ci aveva allietato lo scorso anno. Domenica, infine, ammassamento, sfilata dei gruppo partecipanti, Santa Messa e l inaugurazione della nuova sede. Saranno presenti anche i comandanti del I Reggimento Artiglieria da Montagna di stanza a Fossano e il II Reggimento Alpini a Cuneo». Paolo Biancardi TEATRO Spettacolo con il Laboratorio Unitre dedicato a tre figure femminili d eccezione Elisa Springer, Suor Elvira e Marianella Garcia Villas Il cast dello spettacolo durante una pausa delle prove La serata di sabato è organizzata dall associazione La Torre, con il contributo del Csv Società Solidale, il patrocinio del Comune e la collaborazione della Pro Loco, dell associazione Albero Grande, della Compagnia Punto e virgola e dell associazione di Sommariva del Bosco Marianella Garcia Villas. Ingresso libero, al termine un rinfresco offerto dai laboratori di cucina e pasticceria dell Unitre; ed un omaggio a tutte le donne. Paolo Biancardi 12

13 32 NEI DINTORNI Venerdì 9 marzo 2012 POIRINO Anche le vie del centro saranno controllate con l autovelox. Il macchinario in dotazione ai vigili di Poirino è tornato dalla revisione e nelle prossime settimane comincerà il controllo della velocità dei veicoli. «Non posso dire con esattezza quando inizieremo rimane sul vago il comandante Giuseppe Cavagliato Dipende dalle condizioni atmosferiche, ma anche dalla POIRINO IN BREVE CASA DASSANO ASPIRANTI PIEMONTESI INSCENANO LA VIJÀ Torna l appuntamento con la veglia contadina. Questa sera, venerdì, alle 21 presso la sala consigliare di Casa Dassano (accesso da via Cesare Rossi 12, ingresso libero) l Unitre organizza la vijà piemonteisa : momento dedicato alla cultura locale in lingua piemontese. Gli allievi del corso di lingua e letteratura piemontese, tenuto da Rino Serra e Carlo Ellena, si alterneranno letture di poesie, testi, scenette e macchiette appartenenti alla tradizione piemontese. E come vuole la tradizione contadina, alle parole lette e recitate seguirà un rinfresco. RISPARMIO TELEFONINI IN COMUNE MA SPENDENDO MENO Telefonini più economici per i dipendenti. Qualche settimana fa il Comune aveva deciso di acquistare 16 nuovi apparecchi con due schede (una per le chiamate di servizio pagate dal municipio, l altra per quelle personali che ciascuno paga da sé) prevedendo di spendere euro. Ora ne spenderà circa 910, un terzo in meno. Nei giorni scorsi l ufficio tecnico ha deciso di comperare seguendo le indicazioni della Consip Spa, società che individua i prezzi migliori per gli acquisti degli enti pubblici. L ordine verrà fatto alla Bardi Srl di Caserta che fornirà sedici cellulari della Samsung, con le caratteristiche richieste, al prezzo di 47 euro ciascuno più Iva. POIRINO - Controlli dal centro ai rettilinei di periferia Autovelox pronto a educare ma solo coi vigili al completo POIRINO Va verso l archiviazione la querela del sindaco Sergio Tamagnone contro l ex collega santenese Benedetto Nicotra. La Procura torinese l ha proposta e Tamagnone pare intenzionato a non opporsi. La vicenda inizia la sera del 20 maggio dell anno scorso. Nicotra è stato appena trombato, scacciato a causa delle dimissioni di undici consiglieri comunali fra cui Edoardo Tamagnone, figlio del primo cittadino poirinese. Edoardo Tamagnone era entrato come assessore nella Giunta Nicotra, entrambi uomini del Pdl, nella primavera del Ma nell estate 2008 aveva svelato il tentativo del sindaco di farsi una pensione d oro a spese dei santenesi: euro al mese perché aveva lavorato appena 11 giorni come dirigente in una ditta di Fossano. Nicotra era stato costretto alla retromarcia a settembre, al termine di due mesi convulsi, di riunioni di partito, liti in municipio e veleni in città. Il sindaco aveva lasciato passare mesi di sei mesi e poi a- veva fatto fuori Edoardo Tamagnone da assessore. E da quel momento il rampante poirinese era passato all opposizione, fianco a fianco coi nemici peggiori di Nicotra. Fino alla firma per lo scioglimento del Consiglio il 9 maggio scorso. L ex onorevole berlusconiano ha perso il suo feudo. Colmo di livore, organizza un comizio in piazza Martiri e spara a zero contro chi l ha fatto cadere. Ma va anche oltre: spinto dalle colpe del figlio, Nicotra attacca il disponibilità di organico». La legge prevede la presenza di quattro agenti contemporaneamente: uno sull auto accanto al velox e tre a valle, pronti a contestare immediatamente la contravvenzione. Per Poirino, impegnare quattro persone per il controllo della velocità significa occupare più della metà dell organico: per questo non sarà sempre facile organizzare questi servizi. DOMENICA DI CARNEVALE padre. In sintesi dice che, se Santena viene minacciata e talvolta allagata dalle piene del torrente Banna, è anche colpa delle tante case e capannoni costruiti a Poirino: Edoardo Tamagnone «faceva il cattivo perchè mi sono messo di traverso a suo padre Sergio che voleva edificare tantissimo Poirino accusa Nicotra al microfono quel venerdì pomeriggio - Ha edificato e adesso a Santena il Banna porta tanta acqua quando piove pure per questo». Il primo cittadino poirinese (uomo del Pdl pure lui) non ci sta. Il 4 agosto deposita alla Procura di Torino una querela contro Nicotra. «Lo faccio per difendere il buon nome delle giunte poirinesi che hanno condiviso le scelte urbanistiche, peraltro mai Calciatori, veline, Diabolik e frittelle Otto carri alla sfilata di Pralormo «Quando potremo, è mia intenzione monitorare a rotazione le strade del paese: non solo quelle su cui ci si aspetta che ci sia un autovelox (strada Savona, via Carmagnola, via Colombo, la strada per Villastellone e quella dei Marocchi, ndr), ma anche quelle più piccole del centro abitato. Basta anche una sola persona che non rispetta i limiti di velocità per causare un incidente». PRALORMO Puffi, veline, calciatori e gli acchiappafantasm saranno tra le maschere alla sfilata di Carnevale. L appuntamento è per domenica alle 15 in piazza Risorgimento, da dove partirà il corteo per dirigersi poi in via Morbelli e piazza Vittorio Emanuele II. Organizza la Pro Pralormo, in collaborazione col Comune. A seguire si accenderà il falò per bruciare simbolicamente il Carnevale e si potranno mangiare frittelle di mele, crepès alla nutella e panini allo stand della pro loco, in Risorgimento. Sfileranno otto carri allegorici: i ragazzi della leva 1994 nei panni di calciatori e veline; poi Diabolik con la sua Fiat 126 da Castelnuovo arriverà Castel Terrore ; il gruppo San Giovanni di Riva porterà invece La macchina dell allegria ; da Racconigi Dick Dastardly e il fido cane Muttley per rappresentare il cartone animato La corsa più pazza del mondo ; il gruppo di Candiolo parteciperà con gli acchiappafantasmi del film Ghostbuster ; infine, da Pocapaglia gli animali del cartone animato Madagascar. A piedi saranno i piccoli pagliacci della scuola materna Carlo Morbelli. A guidare il corteo saranno anche Gianpiero e Cristina Lisa, nel ruolo di Pierin e Vigiota 2012, le due maschere tradizionali del paese che rappresentano il mondo rurale. Federico Costamagna La promessa è quella di non fare imboscate e trappole per gli automobilisti. Sono infatti stati realizzati due nuovi cartelli mobili che avvisano la presenza della pattuglia e del macchinario. La scelta di tornare all autovelox è nata dalle richieste fatte da cittadini preoccupati per la velocità di alcuni automobilisti. A pesare, anche i tre mortali del Moreno Strazza Sindaco contro sindaco Nicotra non va a processo Tamagnone di Poirino aveva denunciato il collega di Santena per il discorso del trombato. Il giudice dice che le opinioni dei politici non si censurano impugnate da nessuno ed approvate dagli enti superiori», sostiene. Come prova, allega alla querela la registrazione delle accuse pubbliche lanciate in piazza da Nicotra. Nei giorni scorsi il pubblico ministero Giancarlo Avenati Bassi, a cui è affidata la denuncia, ha proposto l archiviazione della querela. Motivo: l accusa contro Tamagnone, sia pure pesante, può essere considerata u- na critica politica. In più d una sentenza la Corte di Cassazione, ha stabilito che dichiarazioni molto aspre (fra le altre anche parole come mafioso o fascista ) possano essere considerate appunto critiche politiche. «Ora stiamo valutando se opporci o meno alla richiesta di archiviazione non si sbilancia l avvocato Stefano Vaccino, legale di Tamagnone Avendo già avuto una certa soddisfazione per il fatto che la querela sia andata avanti, il sindaco pare o- rientato a fermarsi». Tamagnone conferma: «Credo che accetterò l archiviazione, visto che il pubblico ministero ritiene che le parole di Nicotra possano rientrare nella critica politica. Ma non gli ha dato ragione, tant vero che potrei andare avanti». D altra parte il sindaco poirinese aveva tenuto subito un atteggiamento piuttosto morbido: «Non chiederò un risarcimento in denaro: mi accontenterò che Nicotra ammetta di aver detto u- na grossa castroneria in un momento di particolare difficoltà e amarezza». Mario Grieco NATI PER LEGGERE Poirino dona un libro a tutti i bebè dell anno coinvolgendo le scuole POIRINO Un libro in regalo per tutti i piccoli poirinesi. I nati nel 2011 riceveranno in dono dal Municipio Cagnolino dispettoso, un libro gioco di 10 pagine con finestrelle a comparsa. Un iniziativa realizzata grazie al Consiglio di biblioteca e all adesione al progetto Nati per leggere promosso dalla biblioteca di Chieri. La consegna ufficiale avverrà sabato 21 aprile, al mattino, nel Salone Italia, dove andrà in scena uno spettacolo teatrale dedicato ai bambini. «Inviteremo le famiglie dei 117 bambini nati nel 2011 conferma Alessandra Sferra, responsabile dell ufficio servizi alla popolazione Chi non potrà essere presente avrà la possibilità di ritirarlo in biblioteca durante gli orari di apertura». Questo è il primo anno in cui Poirino aderisce a Nati per leggere. Ma già dallo scorso autunno diversi libri per bambini sono stati messi a disposizione dalla biblioteca di Chieri nei luoghi pubblici dedicati ai piccoli: asilo nido comunale, scuola materna, biblioteca e sale d aspetto delle pediatre. In questa seconda fase del progetto il Municipio di fa carico di promuovere la lettura fin dalla giovanissima età regalando un libro a tutte le famiglie. «Per lanciare l iniziativa abbiamo deciso di coinvolgere anche i bambini dell istituto comprensivo, con cui da tempo esistono collaborazioni proficue entra nel dettaglio Alessandra Sferra I libri da regalare saranno posti dentro bustine di carta decorate dai bambini della scuola primaria. E, oltre al libro, ci sarà un segnalibro disegnato dai piccoli della scuola dell infanzia. A questo aggiungeremo la presentazione del progetto, gli orari di apertura delle biblioteca e l elenco dei servizi che fornisce». L idea di coinvolgere anche i bambini più grandi nasce dalla volontà di trasmettere l amore per i libri a una fascia più ampia di persone. La spesa per ogni kit, che comprende libro, segnalibro e borsina in carta, è di circa 3 euro, per un totale di circa 550 euro. «Abbiamo acquistato 180 libri in modo da coprire, almeno in parte, anche i nati 2012». Moreno Strazza La porcilaia fa strage di querce e ciliegi Pralormo: abbattuti 300 alberi. Denuncia della Guardia Forestale PRALORMO Spianano un bosco da metri quadrati per fare spazio alla costruzione di u- na porcilaia. E successo in regione Gariassa. E quando la Forestale è intervenuta, era troppo tardi: «A metà febbraio abbiamo ricevuto una segnalazione e abbiamo fatto un sopralluogo- spiega Alessandra Stefani, comandante provinciale della Forestale - Sul posto abbiamo trovato solo più i ceppi e la ramaglia. Il legname era già stato asportato, altrimenti l avremmo sequestrato, e il terreno era stato in parte spianato». Le indagini hanno poi richiesto parecchi giorni, e comportato l uso di foto aeree per mettere a confronto l area prima e dopo il taglio. Il bosco era adiacente a un area su cui sorgerà una porcilaia di medie dimensioni, per ospitare qualche centinaio di capi. Si trova a quasi tre chilometri in linea d aria da Pralormo e due da Madonna della Spina. I suoi odori non entreranno in conflitto con la popolazione? «Il progetto è stato autorizzato dal Comune», prosegue il comandante. Ciò che non era previsto dai progetti era l abbattimento delle piante, a lato del futuro impianto. Tagliati dalle motoseghe, sono caduti circa 300 tra 13 querce, ciliegi e robinie d alto fusto. «Alcuni alberi erano di dimensioni considerevoli: al di là del fatto che l abbattimento è un illecito, spiace sia scomparso un bosco di quel tipo, piuttosto raro in pianura». In quel caso la tutela sarebbe stata totale? C erano alberi monumentali? «Non nel caso di Pralormo: né per il divieto assoluto di abbattimento (che peraltro è abbastanza raro), né per la presenza di alberi di età e dimensioni tali da farli definire monumentali - chiarisce A- lessandra Stefani - L autorizzazione all abbattimento, perciò, probabilmente l avremmo concessa, nel rispetto però della legge». Con quali obblighi? «A fronte di ogni abbattimento, un rimboschimento su pari superficie, in modo che la superficie boscata totale non diminuisca». Ora il proprietario del bosco abbattuto che cosa rischia? «L abbiamo denunciato alla Procura di competenza, che è quella del Tribunale di Alba. E probabile sia condannato a u- na pena pecuniaria, anche se è difficile quantificarla prima del dibattimento». Il giudice dovrà infatti tenere conto di numerose variabili: chi abbatte alberi per creare Ciò che resta del bosco tagliato abusivamente in regione Gariassa per fare posto ad una porcilaia spazio nei pressi di un capannone agricolo non viene posto sullo stesso piano di speculatore edilizio che rimuove le piante nella speranza di costruire delle case. «Inoltre si valuterà la qualità del bosco e la sua ampiezza». Anche il Comune è implicato nella vicenda? «Il Comune non è stato informato dell abbattimento, né l aveva autorizzato. Su questo fronte non vedo perciò responsabilità: anzi, dall ufficio tecnico comunale abbiamo ricevuto collaborazione per individuare la superficie su cui è avvenuto l illecito». Enrico Bassignana

14 40 RUBRICHE Venerdì 9 marzo 2012 La vignetta di Danilo Paparelli ALMANACCO Il campo da calcio è un arena mai dire la verità all arbitro bitro sbadato se si danneggia la propria squadra. Né per farsi annullare un gol assegnato per errore, né per farsene infliggere uno non considerato valido. E possibile che abbia ragione Luca. Che sa dirti quanti anni Longobucco giocò nella Ternana, o ti spiega che il capitano della Fiorentina Hamrin (detto Uccellino ) è il terzo calciatore straniero con più partite disputate nel nostro campionato. Però... Immaginiamo l impossibile. Consideriamo, per pura ipotesi, che cosa sarebbe successo se Buffon avesse solleva- Lettere e opinioni I lettori possono inviare le loro lettere e opinioni per posta a Lettere - Corriere, via Andezeno 62 o per fax allo o per a - Il materiale inviato non sarà restituito. Lettere, fax ed devono contenere nome, cognome, indirizzo e numero di telefono del mittente. La redazione potrà sintetizzare e adattare testi troppo lunghi, rispettandone il senso. CAMBIANO «Servizi sempre più cari il Comune preferisce i privati» CHIERI FARMA «A che serve un bando pubblico se poi si scelgono i soliti politici?» ACHILLE DE STASIO Gentile Direttore, tempo addietro ho letto che il Comune di Chieri, tramite bando apparso sul Corriere, cercava un candidato consigliere per la società Chieri Farma. Poichè ho lavorato per più di quarant anni nella sanità regionale, per la maggior parte con qualifica dirigenziale, ho pensato che avrei potuto mettere la mia variegata esperienza a disposizione del comune presso il quale risiedo. Ho pertanto presentato la documentazione richiesta (curriculum formativo e professionale) e sono rimasto in attesa di una risposta. Risposta che non è ancora arrivata, ma che mi viene anticipata dal vostro giornale del 24 febbraio. Infatti prendo atto che il Sindaco dott.lancione ha scelto il solito politico, non eletto (28 preferenze) alle ultime amministrative, "in base alle caratteristiche tecniche ed alle garanzie che poteva dare". A questo punto mi chiedo a che serva fare un bando pubblico ed a pagamento prendendo per i fondelli quelli che rispondono senza che vi siano dei trasparenti criteri di valutazione stabiliti a priori. SCUOLA «Insegnanti vecchi e il Governo allunga l età della pensione» DANIELE ORLA Egregio Direttore, l Europa ci bacchetta perché il corpo insegnante comprende troppi ultracinquantenni, fra i quali ci sono anch io, quasi 53enne insegnante di tedesco. E il nuovo governo come risponde? Elevando ulteriormente l età pensionabile. Come se non bastasse, uno sciagurato politico del PdL vorrebbe che si licenziassero dipendenti pubblici. Dove andranno a mangiare costoro? A casa di questo Signore? Come la mettiamo? Le lettere devono essere firmate. Possono essere inviate per fax al n o via VALERIA BLANC Sig. direttore, la situazione socioeconomica è chiaramente difficile, molto difficile, anche se non per tutti. C è chi con redditi elevatissimi decide per i tagli non sapendo assolutamente che cosa significheranno per chi tutti i giorni cerca di sbarcare il lunario tra cassa integrazione, mobilità, figli disoccupati o sottoccupati, carenza di servizi. Il Sindaco di Cambiano invia una lettera strappalacrime e ci dice di essere obbligato ad aumentare i costi dei servizi a domanda individuale e collettiva. E la misura viene attuata con un semplice avviso ai genitori degli allievi che usufruiscono della refezione, dopo una vaga e scorretta intervista ai bambini, da parte di un impiegata comunale, circa gli usi e le abitudini alimentari delle loro famiglie. Nella lettera si parla anche di non ben identificati gruppi di lavoro volontari che cercano finanziamenti pubblici e privati (testuale!!!!). Oggi, nella mia funzione di nonna, nella scuola materna statale, mi è stato consegnato un questionario anonimo, rivolto ai genitori. Siamo un gruppo di giovani qualificati, con la volontà di offrire un servizio alle famiglie cambianesi. Questi giovani anonimi offrirebbero un servizio di baby parking e di ludoteca. Non si parla di costi, ma si fanno domande circa la gestione dei figli. Come nonna, come cittadina e come ex insegnante e consigliera comunale sono indignata, ma non meravigliata. A Cambiano, dove sono stata a lungo consigliera comunale, anche durante una giunta Michellone, già in tempi di vacche grasse i servizi erano sconosciuti e rifiutati dalla giunta. Sono stata pesantemente sbeffeggiata per le mie richieste come la riduzione delle tariffe della mensa, lo scuolabus, il prestito d uso dei testi scolastici, l abbattimento delle barriere architettoniche etc. Alla richiesta di prolungamento della scuola estiva, mi era stato risposto: Ma lo sa che a luglio i cambianesi vanno al mare? Tralascio altri fiorellini riguardanti i portatori di handicap, affissi sui muri e gravemente offensivi anche per me. Finalmente il trionfo dei tecnici e del privato è bello apre la porta ad iniziative comunque scorrette e deprecabili. Allora io mi permetto di non credere al grido d angoscia del Sindaco che, come Maria Antonietta, propone di distribuire brioches al popolo affamato, in mancanza di pane. DI ENRICO BASSIGNANA LEGA «Emergenza neve Pino e Chieri non sono la stessa cosa» PATRIZIA BORGARELLO Sig. direttore, leggendo la lettera inviata al Corriere dal titolo Leghisti pinesi dovrebbero farsi un giretto a Chieri, i leghisti pinesi rispondono quanto segue. Perché criticare o avvalorare l operato di un amministrazione pubblica se non si conoscono i fatti? Dalla lettera si evince infatti che il lettore non abbia idea del grado di emergenza-neve che si sia riscontrato a Pino. Pertanto vorremmo chiedergli come fa a paragonare una situazione conosciuta (Chieri) ad una che semplicemente ipotizza (Pino). Se costui non ha idea dei problemi riscontrati a Pino riteniamo tragicomico che giudichi la posizione della Lega Nord in merito a come l amministrazione pinese abbia affrontato l emergenza neve. In secondo luogo, quando il lettore sottolinea che Pino sia un comune collinare, non capiamo perché la stessa giustificazione sulla quantità di neve caduta non la si possa traslare anche su Chieri. L eccezionalità delle precipitazioni nevose ha messo in difficoltà chi più chi meno tutti i comuni della provincia, ma crediamo ci debbano essere delle oggettività su chi si è prodigato in maniera repentina per limitare i disagi e chi invece ha lasciato la cittadinanza a se stessa. Riteniamo pertanto fuori luogo paragonare Chieri a Pino. Soprattutto per la diversità e la maggiore complessità dei disagi che una cittadina può avere rispetto a un comune grande meno della metà; e se le difficoltà di Chieri sono state le stesse di un comune assai più piccolo può solo significare che l impegno dell amministrazione chierese è stato tre-quattro volte più intenso di chi invece governa il comune di Pino. Consigliere provinciale Lega Nord Ufficio stampa Lega Nord Pino Il mio amico Luca, redattore sportivo, è una enciclopedia ambulante. Gli dici il nome di un calciatore e lui te ne sciorina vita, morte e miracoli. Sono proprio i miracoli che ogni tanto ci fanno discutere. Per esempio la miracolosa parata con la quale il portiere juventino Buffon ha tolto dal sacco della sua rete un gol regolare per tutti tranne che per arbitro e guardalinee, in occasione della super-sfida di campionato contro il Milan. Buffon, posto di fronte al filmato della sua prodezza, ha commentato: «Sono onesto nel dire che se me ne fossi reso conto non avrei dato una mano all arbitro». Luca concorda: la sua tesi è che, a partire dai campetti della parrocchia fino alla serie A, non esista nel calcio chi è disposto a correggere un arto la sua manona guantata e avesse detto: «Signor arbitro, guardi che quel gol è buono...». Che cosa sarebbe capitato se l arbitro Tagliavento gli avesse dato ragione, ammettendo il suo errore e assegnando ai rossoneri un gol regolare? C è chi pensa che il buon Gigi, in quel caso, non sarebbe tornato a casa vivo. Lapidato dai tifosi fuori dallo stadio, nel caso in cui fosse riuscito a scampare l ira dei suoi compagni nello spogliatoio. Ma c è anche chi crede (io, per esempio) che il suo avrebbe potuto essere un segnale di rottura potentissimo. Per ricordare una volta tanto il valore delle regole, il senso dello sport, lo stile Juventus e via elencando. Purtroppo so che il mio amico Luca ha ragione e io ho torto. Nel calcio (ma non solo lì), le cose vanno ben diversamente. L arbitro è in campo soprattutto per essere ingannato, a favore proprio e in danno dell altra squadra. Il campo è un arena, i calciatori sono gladiatori, i tifosi hanno su di loro diritto di vita o di morte. Date per vere queste ragioni, si spiega perché ho smesso di interessarmi al calcio da quando non gioco più con le figurine. Perché, più passa il tempo, più mi piace condividere il tempo con donne e uomini autentici. Persone tanto significative. Allegre, anche: ma non necessariamente Buffon... POIRINO «A La dolce notte non siamo intervenuti per le indagini in corso» ING. SERGIO TAMAGNONE Gent.le Direttore, come sindaco di Poirino sono chiamato a giustificarmi per una mia presunta condotta approssimativa con relativa accusa di prendere in giro i cittadini disturbati dalla attività del locale La dolce notte in Via del Lobetto n. 20/22 in Frazione Marocchi, Poirino. Ora, non è mio costume prendere in giro nessuno, meno che mai i cittadini che si rivolgono al Comune per ottenere appoggio e aiuto, e così è stato anche nella vicenda del Condominio Orchidea amministrato dall Arch. Armellino. A seguito delle segnalazioni, il Comando dei Vigili Urbani era intenzionato ad intervenire e come consueto in queste situazioni informò la locale Stazione dei Carabinieri per coordinare l eventuale intervento. Il Comandante di Stazione, M.llo Leonardo Renzo, mi chiese personalmente di evitare l intervento dei Vigili Urbani in quanto l Autorità giudiziaria già aveva in corso una sua indagine che il nostro intervento poteva vanificare, indagine naturalmente non limitata al disturbo della quiete pubblica, ma di più ampio rilievo come ora sappiamo. Al momento dell intervista, sono stato volutamente lacunoso in quanto non sapevo se potevo rendere nota la richiesta ricevuta dai carabinieri, ora avuto il necessario consenso riporto la realtà dei fatti. Proseguono gli incontri con le scuole del Chierese, dalle elementari alle superiori Corriere a scuola : gli studenti puntano al sodo «Scusa, ma un giornalista quanto guadagna?» La classe 3 elementare del S. Anna «Ma un giornalista quanto guadagna?»: vanno anche al sodo le domande dei ragazzi coinvolti nell iniziativa gratuita Il Corriere a scuola. Destinata alle scuole del Chierese, dalle elementari alle superiori, prevede l incontro con un giornalista che affronta insieme ai ragazzi vari aspetti della professione: dell impostazione di un giornale (magari in vista della redazione di un giornalino scolastico), della struttura di un articolo o dei meccanismi della comunicazione. Nella fotografia, le classi che per ultime hanno partecipato all iniziativa: 3ª e 4ª elementare di Sant Anna, e la 3ª A della media Levi. Per informazioni e per aderire gratuitamente al Corriere in classe, telefonare alla redazione La 3 A della media Oscar Levi. Sotto: la 4 elementare dell Istituto S. Anna

15 Leini Mammacoraggio faarrestare ilfigliospacciatore Aveva capito che ilragazzosiera messoneiguaicon brutte compagnie Daunpo'ditempolamadresieraaccortacheilfiglio si comportava in modo strano. Troppo strano. Sempre più spesso fuori casa, sempre più taciturno, sempre al telefonino con gente diversa. E poi, nel portafoglio, quei soldi che non poteva permettersi, visto che aveva mollato gli studi e non lavorava. Lamammahafattodue piùdueehacapitocheil suo ragazzo, appena diciannovenne,dileini,sierainfilatoinunbruttogiro.così ha chiamato i carabinieri:«sono disperata, ho paurachemiofigliosiauno spacciatore». Non si sbagliava. Quando i militari del nucleo radiomobile di Venaria hanno fermato R.R. gli hanno trovato nelle tasche del giubbotto e dei pantaloni circa 180 grammidihasciscdivisoin31 «Pronto, carabinieri!» Preoccupata per il brutto giro in cui si era cacciato il figlio di 19 anni, la madre di Leini ha telefonato ai militari LA STAMPA SABATO 10 MARZO 2012 Provincia 65 Rassegna stampa Marzo 2012 Comune di Poirino pezzi che dovevano essere venduti a qualcuno. Il ragazzo avrebbe tirato su qualche centinaio di euro. Invece, lui chenonavevamaiavutouna noiaconlagiustizia,sièguadagnato un week-end nel carcere delle Vallette, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La storia è semplice. Qualche settimana fa, una casalingadi45anni,iniziaasospettare che suo figlio frequenti gente poco raccomandabile. Persone più grandi di lui che, prima, non aveva mai avvicinato. La donna sta aguardare.notacheilragazzoentraedescedacasa più volte durante il giorno. Anche di sera. Torna tardi. Il ragazzo è stato trovato con 180 grammi di hashish diviso in trentun pezzi Lei cerca anche di capire quellocheilsuoragazzodice quando parla al telefonino. Spesso sono chiamate brevi: «Okay,civediamolì,c'ètutto,tranquo...». Un giorno, il convivente della casalinga trova un pacchetto che contiene lo stupefacente.leichiamail112,ma il figlio riesce a prendere l'involucroeascappare.gliinvestigatori, comandati dal maresciallo Ignazio Vargiu, arrivano a Leini. Trovano il ragazzo che passeggia in strada e lo perquisiscono. Anche se è incensurato per lui scattano le manette. Adesso, però, i carabinieri vogliono capire chi riforniva di hascisc il giovane pusher che aveva clienti affezionati a Leini, Borgaro e Torino. [G. GIA.] Piemonte Artistico Culturale Piazza Solferino, 7 - Torino 9 marzo - 14 aprile 2012 Orario: lunedi - sabato 15,30-19,30 Domenica chiuso - Ingresso libero CONSIGLIO REGIONALE DEL PIEMONTE DIREZIONE COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE info: Progetto grafico Il Pennino / Enigma Design Disegno di Bruno Bozzetto PR Sestriere Le tentazioni dolcissime di Piffer Carlo Piffer Tanti golosi in piazza Fraiteve a Sestriere, per assistere alla perfomance di Carlo Piffer impegnato a scolpire un blocco di cioccolato delle dimensioni di circa 40x50cm peroltre15kginoccasione dell evento «Dolce scultura inquota». Dopo aver stupito tutti la scorsa estate, con il primo concorso di scultura su toma (tipico formaggio di alpeggio piemontese), nel corso del pomeriggio l artista sestriereseharealizzatolasuaopera Dolce Tentazione, la mela del peccato. In pochissimo tempo sottoilgazebodellaprolocodi Sestriere è iniziato un via vai di persone per degustare i trucioli di cioccolato, prelibato scarto dell opera.insoledueorepifferha realizzato gran parte dell opera che sarà completata nei prossimi giorni. Una volta terminata sarà donata alla Streglio di None, storico marchio torinese produttoredicioccolato,chehafornito la materia prima. Pinerolo Giornata famiglie I Incontro alle 20,45 nel santuario della Madonna dellegrazieasanmauriziosu Il lavoro come risorsa delle famiglie, a cura del Centro diocesano. Si stanno intanto cercando volontari per partecipare alla giornata mondiale della famiglia che si svolgeràdal30maggioamilano. Pinerolo Raccolta firme IDalle10èpresenteun banchetto sotto i portici di corso Torino per la raccolta difirmeafavoredellaproposta sulla trasparenza amministrativa. Si tratta della delibera che propone di rendere pubblici i redditi degli amministratori comunali. Cumiana Apicoltura I Incontro alle 15 presso l'istituto salesiano Don Boscoperilcorsodiapicoltura.Siparleràdi Inemici dell'alveare, relatore Luca Allais. Torre Pellice Primule di solidarietà IOggiedomanidalle9 alle 18 sarà allestito davanti al municipio il banchetto dell'associazione Diapsi che si occupa delle persone con disturbi mentali e delle loro famiglie. Si acquisteranno le primule della solidarietà. Perosa Argentina Impianti sportivi I Saranno rinnovati e ampliati gli spogliatoi presso gli impianti sportivi con una spesadicirca70milaeuro.loha deciso la giunta comunale, il progetto prevede anche la realizzazione di bagni per disabili. Poirino Controllo velocità IIvigilisonorientratiin possesso dell'autovelox, che tornerà in funzione già nei prossimi giorni.«non ci sarà alcuna imboscata» assicura il comandante della municipale, Giuseppe Cavagliato. L'impianto sarà utilizzato sulle direttissime per Pralormo, Santena e Villastellone, teatro di numerosi incidenti. Giaveno Lavori fognature IDalunedìprossimoal27 aprile, chiude via Ollasio di in breve Giaveno, nel tratto compreso tra la provinciale 189 e l'intersezioneconviaaostaperpermettere la realizzazione delle fognature. Coazze Lega Nord IÈnataaCoazzelasezione della Lega Nord. Segretario è stato eletto Sergio Nicol. Almese Festa delle donne I L'associazione Merope organizza questa sera alle 20,30, presso il centro sociale di Milanere, una serata dedicata alle donne, con la partecipazione della scuola Country Dance di Sangano. Coazze Carnevale ILaProlocoorganizzaper domani la sfilata dei carri allegorici. La partenza è fissata alle 14,30, con partenza da piazza della Vittoria. Carmagnola Pista ciclabile ISaràlungapocomenodi duecento metri e correrà accanto a via Sommariva fino alla rotatoria dei Cavalleri. L'amministrazione ha dato il via libera ai lavori per proteggereiciclistilungounodei tratti più trafficati. L'intervento, che dovrebbe iniziare nei prossimi mesi, costerà 40 mila euro. da Via Lanino al Cortile del Maglio DOMENICA 11 MARZO ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI BALÔN Via Andreis 18/ Torino Tel./Fax CITTÀ DI TORINO 15

16 Martedì 13 marzo 2012 CHIERI E DINTORNI 5 Opere di Vito Navolio Pensiline d arte mettono in mostra la bella Moriondo MORIONDO Tre grandi pannelli dipinti per illustrare le bellezze di Moriondo, il paese dove i bambini nascono ancora sotto i cavoli. Li ha realizzati su incarico del Comune il pittore Vito Navolio, che ha già illustrato le panchine artistiche di piazza Italia ad Andezeno. I pannelli completano le altrettante pensiline per le linee intercomunali, in centro e alla periferia del paese dal lato di Andezeno. Le panchine artistiche di piazza Italia a Moriondo Sul pannello in centro, due bebè occhieggiano sotto le larghe foglie dell ortaggio tipico del paese, mentre in cielo vola una coppia di cicogne. Punta sulla magia il pannello intitolato Moriondo, basta girare l angolo... : «La scena è divisa a metà - spiega il sindaco Beppe Grande - Da un lato c è il nostro castello, dall altro una costruzione dalle forme fiabesche: invita a guardare al mondo con gli occhi della fantasia». Il terzo pannello è dedicato alle tre anime moriondesi: il capoluogo e le frazioni di Lovencito e Bausone, rappresentate all orizzonte di colline ammantate da vigneti. «I pannelli illustrati sono costati poco più dei pannelli normali: ogni pensilina, completa, è costata 3500 euro - annota il sindaco - Rientrano in un piano di abbellimento del paese inaugurato con la ristrutturazione della fontana che, riparata e ridimensionata, ora per metà è anche aiuola». Falciato da un tir, vivo per miracolo Morti sul colpo i suoi due colleghi Villanovese lavorava in autostrada: femore e polso fratturati VILLASTELLONE Economia e riforme Due appuntamenti in programma all Unitre VILLANOVA «E un miracolato». I colleghi descrivono così il villanovese Michele Lettieri, 47 anni: giovedì è stato falciato da un tir mentre lavorava sull autostrada Torino-Aosta, all altezza di Ivrea. Gli altri due operai travolti sono morti sul colpo. Lui è sopravvissuto ma ha riportato un trauma commotivo, la frattura di un femore e di un polso. E stato trasportato con l elisoccorso al Cto di Torino, dov è ancora ricoverato al reparto Grandi traumi. Nella giornata di venerdì è stato sottoposto venerdì a un operazione chirurgica che ne stabilizzasse le condizioni. La definizione di miracolato viene utilizzata anche dai medici, che rimarcano la fortuna di Lettieri rispetto ai suoi colleghi. Il villanovese, residente in piazza del Mercato 11, è dipendente dell Ativa, la società che gestisce il tratto dell autostrada nella zona di Ivrea. Giovedì era al lavoro poco prima dello svincolo per un operazione di carotaggio del manto stradale; Potabile a Cambiano L acqua non si paga per due settimane alla capanna Smat CAMBIANO Acqua gratis per due settimane dalla capannina Smat nei giardinetti di via Camporelle, da giovedì al 30 marzo. Tra due giorni il servizio verrà inaugurato con i bambini delle materne Gribaudi e Rodari, alle 10,30 insieme alla Giunta comunale. La cerimonia sarà accompagnata dall esposizione di alcune opere realizzate dai bambini sul tema dell acqua. E il distributore erogherà gratuitamente sia l acqua naturale (a temperatura ambiente o fresca) che quella gasata. Da sabato 31 marzo, invece, l acqua liscia continuerà ad essere gratuita, mentre la frizzante avrà un costo di 5 centesimi al litro. Il punto Smat sarà aperto tutti i giorni 24 ore su 24. Per spillare l acqua gasata sarà necessario munirsi di una scheda ricaricabile, che da giovedì verrà distribuita nell atrio del municipio con un apparecchio automatico: bisogna introdurre 5 euro in carta o moneta nella macchinetta (che non dà resto). La scheda è di proprietà della Smat e ha una cauzione di 4 euro, che verrà scalata dai primi 5 euro versati, poi restituiti all utente quando deciderà di non utilizzarla più. L installazione del chiosco è frutto di una convenzione fra Comune e Smat per sei anni. Il Comune ha speso euro per il posizionamento del distributore, a cui ne aggiunge all anno. L obiettivo è ridurre i consumi i- drici e garantire un servizio aggiuntivo a costi contenuti e qualità certificata. Smat si occuperà del rifornimento di anidride carbonica per la gassatura dell acqua e dell ispezione, pulizia e disinfezione periodica delle pulsantiere e dei rubinetti. Al Comune spetteranno la pulizia giornaliera dell area attorno al distributore e la sorveglianza. VILLASTELLONE Riforme ed e- conomia, Costituzione e libertà personale sono le tematiche di due conferenze che l Unitre villastellonese ha aggiunto al programma per il mese di marzo. Gli incontri si terranno all auditorium di viale Gentileschi 1 con ingresso libero. La serata di giovedì 15 marzo, che inizierà alle 21, sarà intitolata L Italia all ultimo appello: come ce la stiamo cavando? Una riflessione sulle riforme fatte e da fare nelle istituzioni, nell economia e nel lavoro : a relazionare ci sarà l avvocato Riccardo De Caria, ricercatore all Università di Torino. Il 22 marzo alle 21 si parlerà dell articolo 13 della Costituzione sulla libertà personale inviolabile. Che cosa rimane di questo principio fondamentale? Riflessioni su politiche di sicurezza e immigrazione, nel quadro della cooperazione giudiziaria internazionale ; l argomento sarà illustrato dall avvocato Fabio Aprea. Moriondo, Polisportiva Raduno di Fiat 500 ma si pensa anche a una camminata MORIONDO Cento Fiat 500 cercansi, per il Meeting di primavera della Polisportiva Moriondo. «Del nostro gruppo fanno parte alcuni appassionati - segnala Roberto Mastrocola, presidente del sodalizio - Di qui l idea di organizzare un raduno per auto degli anni ». Ci si potrà iscrivere fino al 15 marzo: costo 10 euro e 20 per il pranzo in ristorante a Berzano. Per informazioni e adesioni: o scrivere all La manifestazione sarà coordinata da Beppe Drigo, Ezio Bettin e Paolo Celotto: si aprirà con l accoglienza dei partecipanti, a partire dalle 8,30 in piazza Vittorio Veneto. «Il grosso delle auto sosterà sul parcheggio dal lato opposto della l intervento, iniziato la stessa mattina, doveva durare poche ore. L incidente è avvenuto intorno alle 11,30: il tir, proveniente da Aosta, ha tirato dritto e ha investito i tre lavoratori. Il conducente, Denis Salvadori, 38enne di Legnago, ha raccontato di non avere visto il cantiere, forse a causa di un colpo di sonno. Nell impatto sono morti i torinesi Salvatore Parco, 37 anni, geologo, e Alfredo Cionfoli, 43 anni, operaio. Subito dopo di loro è stato travolto Michele Lettieri, salvo per miracolo secondo i colleghi che hanno assistito all incidente. Non ha mai perso conoscenza e in ospedale ha anche potuto parlare con la moglie Franca Silvestri, corsa al C- to appena ha saputo dell incidente. Sull accaduto indagano la Polizia Stradale di Torino e la Procura di Ivrea. Il conducente del tir è stato arrestato con l accusa di omicidio colposo plurimo. L uomo è stato sottoposto a esami tossicologici. provinciale - anticipa Mastrocola - Solo qualche 500 sarà parcheggiata sul sagrato della chiesa, per non disturbare chi partecipa alla messa delle 10,30». Dopo la funzione cui interverranno anche i partecipanti al raduno, il parroco don Silvio Gignone benedirà gli equipaggi che, in colonna, raggiungeranno la cantina sociale Terre dei Santi per un rinfresco e poi, lungo la strada del Papa, si sposteranno a Berzano per il pranzo. «A questo primo evento ne seguiranno altri - annuncia il presidente - Per ora le date sono però solo indicative». In programma la corsa-camminata campestre di Madonna della Neve (25 aprile), la passeggiata Di chiesa in chiesa (20 maggio), un torneo di tennis (10-17 giugno), un torneo di calcio a cinque (27 giugno-1 luglio), una camminata fino alla cava del gesso di Moncucco (16 settembre) e giochi in occasione della sagra del cavolo liscio (19-21 ottobre). POIRINO - Verso il progetto preliminare I pannelli fotovoltaici sul tetto della media non sono più un sogno POIRINO Inizia a prendere corpo l ipotesi di piazzare pannelli fotovoltaici sul tetto della scuola media di corso Fiume 77: dallo studio di fattibilità del novembre scorso si passa ora al progetto preliminare. L impianto servirà a fornire energia elettrica alla scuola stessa e farà entrare nelle casse comunali qualche soldo degli incentivi statali. Il Comune darà in concessione il tetto dell edificio per un certo numero di anni, ancora da quantificare, a un azienda privata che costruirà l impianto e venderà l elettricità prodotta all Enel. Una parte dell impianto sarà lasciato in uso al Municipio che utilizzerà la corrente per la scuola e incasserà gli incentivi. L incarico è stato affidato all ingegnere Fabrizio Rostagno della società di progettazioni Faro GB di Torino. E lo stesso professionista che ha progettato l impianto di pannelli sul tetto della palestra dell Istituto Galilei poco distante e sul nido di strada Antica delle Poste. Spesa prevista: poco più di euro. La progettazione preliminare dirà quanta potrà essere la produzione effettiva, quanta elettricità potrà tenere il Comune per le proprie esigenze e quanti soldi entreranno dagli incentivi statali. Sono diminuiti dal 2010, Fotovoltaico nel futuro della scuola media L OPERA Tetto in concessione a un azienda privata ma vale ancora la pena realizzare gli impianti. In questo caso il vantaggio è duplice: «Non solo potremo incassare incentivi ancora abbastanza convenienti, ma li avremo con un 30 per cento in più spiega il geometra Piero Becchio, dirigente dell ufficio tecnico comunale - Questo impianto, infatti, migliora l efficienza energetica dell edificio su cui già stiamo completando il nuovo isolamento termico. E questo sarà un fattore premiante per gli incentivi». L intervento di isolamento, chiamato anche cappottatura, è consistito nel piazzare pannelli isolanti sulla pareti esterne fra le finestre e sostituire i vecchi infissi ed i vetri. Costo: euro ma solo in minima parte pagati dal Comune che ha già ottenuto due anni fa tre contributi regionali per euro, ed uno provinciale di Con i pannelli solari sul tetto, il risparmio e- nergetico sarà completato. La stesura del progetto preliminare non dovrebbe richiedere più di qualche settimana. Poi ci sarà la ricerca della società a cui affidare in concessione l uso del tetto. Sarà la società stessa a dover sostenere la progettazione definitiva, la costruzione e la gestione dell impianto con un investimento valutato intorno a euro. Mario Grieco RASSEGNA - A maggio i primi due appuntamenti Lotta alla mafie e diritti civili Cinelegalità a Cambiano Nicholas Leuci CAMBIANO Giovani di Sicilia, Calabria, Puglia e Campania a confronto con i coetanei di Cambiano per discutere di mafie. È la proposta presentata alla Giunta dal 24enne cambianese Nicholas Leuci, studente in giurisprudenza e volontario del Movimento delle Agende Rosse di Salvatore Borsellino, che si occupa di legalità e lotta alla criminalità organizzata. Un idea accolta dal Comune e che prenderà forma a maggio. L iniziativa si chiamerà Cinelegalità : in programma film su temi legati alle mafie e dibattiti con testimonianze di giovani del Sud, magistrati, parenti di vittime di agguati, imprenditori che si sono ribellati al pizzo. Si parlerà inoltre di beni confiscati alle mafie, gestione rifiuti e discariche delle organizzazioni criminali, libertà di espressione in Sicilia, Calabria, Puglia e Campania, infiltrazioni mafiose al Nord e normativa penale in tema di mafie. Le prime due date della rassegna sono già state stabilite, le altre sono in via di definizione e Leuci è a caccia di sponsor per realizzarle. Primo appuntamento venerdì 25 maggio, alle 20,30, al Teatro Comunale di via Lame 4 con la proiezione del documentario 19 luglio 1992 Una strage di Stato. Ospiti saranno Antonio Ingroia, coordinatore della direzione distrettuale anti-mafia di Palermo, Pino Masciari, imprenditore calabrese che si è ribellato al pizzo e vive sotto scorta a Torino, e Gianluca Manca, fratello di un medico ucciso perché si rifiutò di curare Bernardo Provenzano. Il ricavato della serata verrà dato alla biblioteca per l acquisto di alcuni libri sulle mafie e la creazione di una sezione sul tema. Il secondo appuntamento sarà invece sabato 26 maggio, nel pomeriggio, alla biblioteca Jacomuzzi. Gli altri cinque si dovrebbero tenere a cadenza settimanale, sempre al pomeriggio nei fine settimana e in biblioteca, per tutto il mese di giugno e parte di luglio. È prevista la proiezione dei film I cento passi, Il giudice ragazzino, Segreti di Stato, Gomorra, Fortapàsc e Il Divo. 16 SANTENA - Pulizia strade: spesi quasi euro Quel mezzo metro di neve pesa sulle casse comunali SANTENA Il gelo e la nevicata record di 50 centimetri tra gennaio e febbraio sono già un ricordo. Ma il rigido inverno lascia pesanti strascichi finanziari: per pulire le strade il Comune ha infatti speso quasi euro. E I CONTI Danni anche agli edifici pubblici presto ci saranno da fare i conti anche per i danni a- gli edifici pubblici: nelle scuole, in particolare, ci sono state diverse infiltrazioni d acqua a causa dello scioglimento del ghiaccio. A fare il bilancio economico della neve è il commissario Giuseppe Zarcone con una delibera del 24 febbraio. Per pulire le strade dalla coltre bianca, il 28 gennaio la Moncalieri Servizi (ditta a cui è stato appaltato l intervento) ha messo in funzione 8 mezzi attrezzati con lame e spargitori di sale: «Le operazioni di sgombero sono continuate domenica 29 gennaio, a fronte della consistente e ininterrotta nevicata è la relazione del responsabile dell ufficio tecnico Nicola Falabella Le attività si sono protratte fino a sera, per rendere percorribili innanzitutto le strade principali poi le secondarie». Ma l emergenza non era finita. Così il 30 gennaio sono stati messi in campo alcuni cantonieri che, fin dalle 4,30, hanno lavorato per pulire i punti strategici vicino alle scuole, in modo da garantire un passaggio sicuro ad allievi e insegnanti. In loro aiuto sono inoltre intervenuti gli operatori della cooperativa poirenese La Cometa, che armati di pale hanno cercato di pulire i marciapiedi aprendo un sentiero nella neve. Il 31 gennaio e il 1 febbraio altra neve si è depositata sul paese. E il piccolo esercito di spalatori si è di nuovo messo in moto. Il giorno seguente il Comune ha addirittura formato una squadra con propri uomini, supportati dall impresa santenese Edil Vast e muniti di trattore con lama, terna, bobcat e 2 camion. A loro il compito di ripulire i marciapiedi su un lato delle strade principali: via Cavour, via Torino, via Sambuy e via Trinità.

17 PR LA STAMPA MERCOLEDÌ 14 MARZO 2012 Provincia 61 Frossasco Arrivadallevignesalvate ilvinoquotidianoinbox Progetto di Comune e Museo del Gusto per recuperare i vecchi filari LUISA GIAIMO Recuperareivignetiabbandonati del territorio, salvaguardarli e rivalorizzarli. Sono questi gli obiettivi del nuovoprogettolanciatodalcomune di Frossasco in collaborazioneconilmuseodelgusto.frossascodasempreè uno dei principali comuni produttori di vino del Pinerolese. Unatradizionechesiètramandata di generazione in generazione,macheorasembra risentire della crisi. «Lavorarelevignenonè semplice- spiega il sindaco di Frossasco,FrancoCuccolo le spese sono tante, l impegno è molto elevato rispetto al guadagno.ecosìcapitache, puravendounbelvigneto, moltiagricoltoridecidonodi abbandonarequestomestiere e utilizzare diversamente il terreno, estirpando le viti. Ecco, noi vogliamo lavorare questeterreemantenerelanostra tradizione di viticoltori». Edèquellocheèsuccesso neimesiscorsiaunodeivignetimeglioespostidifrossasco.«abbiamo saputo che i proprietari stavano per estirpareleviti continuailsindaco liabbiamocontattatiper presentareloroilnostroprogetto.ecosì,conl aiutodi Valgioie Botte al vicino Condannato adueanni Dueanniemezzodicarcere èlapenainflitta,ierimattina, dal giudice del Tribunale disusaarobertoballarò,49 anni, residente a Valgioie, in seguitoaldiverbionatocon unexvicinodicasanellontano2008,conclusosiconuna seriedilesioniaidannidell' uomo, di nazionalità romena, che aveva accusato il figlio di Ballaròdelbanalefurtodialcunipezzidilegnadaardere dallacatasta,custoditanel cortile comune delle abitazioni, in borgata Modoprato. Secondo la difesa, supportata in aula dalla testimonianzadiunaltrovicino,dopoilprimopugnoalvolto sferrato dall'imputato, l'altercosisarebbeconclusolì: «conleggerelesionidovute allo stato d'ira motivato dalle accuse ingiuste mosse nei confrontidelfiglio».ditutt' altroavvisol'accusa,cheha ricordato al giudice le parole dei verbali dei carabinieri di RivolieGiavenointervenuti sul posto, nonché le dichiarazioni fatte dalla vittima ai militari:«dopo il pugno al naso, l'uomosanguinavaelamentava dolori anche all'addome,dovutiaicalciricevuti primadirifugiarsiincasa». E ancora«l'imputato ha cercatodientrarenell'abitazionedellapartelesa,rompendounvetro,esonoseguitealtreminacce».elementiche hannopesatosullasentenza di condanna di Ballarò. [F. FAL.] 150 ettolitri Dal vigneto recuperato con l'aiuto di amici, pensionati e volontari, sono stati ricavati circa 150 ettolitri di vino che verrà venduto in «box» al prezzo di 11,90 euro per 5 litri amici,pensionatievolontari, abbiamodecisodisistemaree far rinascere questa vigna». Mesiemesidilavoro,poila vendemmiaeorailvinoèpronto per essere venduto al prezzo Bardonecchia Dopo14anni riapre la sede del Club alpino Dopo 14 anni di silenzio, rinascelasezionedelcaidella «Perla delle Alpi». La decisionediriaprirelasedesociale edareilviaalleattivitàdel gruppoèarrivatadopol'appellodelpresidenteregionale Gino Geninatti. Insiemealconsiglierenazionale Umberto Pallavicino,circaunmesefa,haconvocatoun'assembleastraordinariaperfardecidereai circa90socicaicheabardonecchia pagavano regolarmentel'iscrizionesenza aver mai più indetto, dal 1998aoggi,alcunaassembleadisezione,nonavendo piùunasedeeundirettivo secontinuareonol'attività. Risultato:conl'aiutodel medicoortopedicokrjstian Zoccola,chehamessoadisposizioneunlocaleannesso alcentromedicodiviagaribaldi1qualesedeprovvisoriadellasezione,sièdeciso di rimettere in attività il gruppo.lunedìscorsosono statielettiottonuoviconsiglieri.abreveilnuovodirettivocheèattualmenteformatoda:enzoburigo,carmen Antonicelli, Alberto Cappellino,GabrieledeGara,PieroScaglia,CarloRossetti,LucicaVarlaneKrjstianZoccola,(GiulianoFansiniePaoloMassararevisorideiconti)eleggeràilpresidenteedaràilviaalnuovo pianodiattivitàdiquesta storicasezione. [A. MAC.] di11,90europer5litri. «Sitrattadiunvinogenuino,dalsapored altritempi spiegaildirettoredelmuseo delgusto,eziogiaj èstatovinificato nella cantina del paese, 17 DoraRenato,concriterisemplicienaturali.Haunabassa gradazione alcolica. Anche per questoèstatobattezzato Ilvino quotidiano, lo spirito è quellodiriportareunbicchieredi Il sindaco Franco Cuccolo buonvinosulletavoleditutti, nonsoloperfesteggiare,ma per pasteggiare come era tradizione di queste zone». Anchelaconfezionevuole distinguersi dalla classica bottiglia, precisa Ezio Giaj:«È stato creatoun baginbox,sitratta diunaconfezioneintetrapak provvista di uno spillatore, che impedisce all aria di entrare in contatto con il vino per manteneretuttele sueproprietà». Ora si cercano altri terreni da recuperare con l obiettivo anche di creare posti di lavoro L ottima vendemmia di quest anno ha permesso di produrre150ettolitridivino,aggiungefrancocuccolo:«orastiamopensandogiàall annoprossimo.cistiamoguardandointornopercercarealtrevigne abbandonate. Inoltre, se la vendita del vino dovesse andare bene, possiamo pensare anche di dar lavoro ai disoccupati. Il lorocompitosarebbequellodi prendersi cura delle vigne, pulirle e poi vendemmiare».«il vinoquotidiano»sipotràdegustaresabatoalle15durantela presentazioneufficialepresso il Museo del Gusto. in breve Inverso Pinasca Prelevati i cani ISonostatitrasferitiieri mattinaneicanilidipineroloedibibianai22cani,di piccola taglia, sequestrati adunadonnadiinversopinascaperpresuntimaltrattamenti. Pinerolo Dissuasori acustici II vigili urbani stanno effettuando controlli per il correttoutilizzodeicannoncini antistorno, gli strumenti che emettono forti rumori per salvaguardare le coltivazioni dalla presenza di volatili. Chivasso Prenotazioni Asl To4 I«Recall» è il nuovo servizioautomaticodell AslTo4 (Chivasso, Ivrea e Ciriè) per confermareodisdireleprenotazioni. Si tratta di un iniziativaavviatainviasperimentalenelcorsodel2011, chehacomefinalitàquelladi migliorare i tempi di attesa. Prali Impianti di risalita ISonotuttiapertigliimpianti di risalita per un totale di25kmdipiste.chiusoinvece l anello di fondo. Pinerolo In aiuto dei genitori ISichiama cantieregenitorialità il progetto del Comune e dell associazione Nexuscheverràrealizzato perilterritoriodelpinerolese.obiettivodareunsostegnoaigenitorinellefasievolutivedeilorofigli,conparticolareattenzioneallenuove famiglieseparateericomposte.l iniziativasaràpresentata venerdì 23 in Comune. Cambiano Acqua gratuita ISaràinauguratadomanialle10,30lacasettaSmat installatainviacamporelle. Buone notizie per i residenti: sialanaturalechelafrizzantesarannogratuitefinoavenerdì30marzo.daquiin avantilebollicinecosteranno5centesimiallitro. Poirino Solare a scuola IDopolapiantagionedi pannelliallestitaalleporte dellacittà,l'amministrazionepensadiinstallarenuovi impiantifotovoltaicisuitettidegliistitutiscolastici.si inizieràdallemediedicorso Fiume,conl'investimentodi 400milaeuro.Ilprogetto prevededipotercopriretutto il fabbisogno elettrico dell'edificio. Leini Ladri denunciati ISitrattadidueromeni sorpresi dai carabinieri all'interno dell'ex ditta Revelli. Dovranno rispondere di concorso in tentato furto aggravato.

18 Venerdì 16 marzo 2012 CRONACA CITTADINA 9 CONSORZIO SOCIALE Il Consorzio socioassistenziale chiede alla Regione l importo preciso dei suoi contributi: «Vogliamo certezza sulle risorse a disposizione come già fatto con Torino». I sindaci dei Comuni aderenti al Consorzio hanno sottoscritto una mozione che la direttrice Raffaela Guercini invierà all assessore regionale alla sanità, Paolo Monferrino, al presidente Roberto Cota e ai consiglieri. «Dai documenti ufficiali e dalle dichiarazioni provengono indicazioni vaghe e contraddittorie sull ammontare delle risorse che la Regione assegnerà nel 2012 alle politiche sociali si legge «Chiediamo almeno che ci venga riconosciuta parità di trattamento con Torino» Più risorse dai Comuni al socioassistenziale ma la Regione non si sbilancia sul contributo nella mozione Non è precisato quanto verrà destinato agli enti gestori. Al momento sembra certo solo che l ammontare complessivo delle risorse sarà fortemente inferiore al 2011». Poi i sindaci fanno l elenco della attività che il Consorzio del Chierese svolge con quei fondi: servizi domiciliari e inserimento in strutture per persone anziane; servizi residenziali e diurni per i disabili; interventi per minori e famiglie in difficoltà; sostegni necessari alla sussistenza degli indigenti; interventi a favore dei cittadini colpiti dal fenomeno delle nuove povertà. «E le persone che si rivolgono a noi aumentano sempre di più puntualizzano i Comuni Considerando queste attività come prioritarie, abbiamo aumentato progressivamente la quota di contribuzione, giunta nel 2011 a una media di 31 euro pro capite. Le risorse totali trasferite sono state quasi 3,2 milioni, pari al 41,82 % delle entrate correnti, maggiori dei trasferimenti regionali, arrivati solo a 2,8 milioni, il 36,8 %». Un ulteriore contrazione dei contributi significa dover ridurre sensibilmente i servizi, come hanno appena deciso i sindaci del Chierese con l approvazione del bilancio 2012 del Consorzio. Addirittura si è ipotizzato che la Regione non desse niente. O al massimo 500 mila euro: «Tuttavia il presidente Cota, in un incontro con il sindaco di Torino Piero Fassino, ha assicurato l erogazione al capoluogo di 25 milioni di euro per il socioassistenziale, con una riduzione del 17% rispetto al 2011». Secondo l Assemblea, anche il Consorzio di via Campo Archero merita lo stesso trattamento: «I problemi sono uguali per tutti la regione. Per questo chiediamo parità trattamento, con certezza sulle risorse e sui criteri di ripartizione tra gli enti, tra cui chiediamo che venga valorizzato l impegno sostenuto dai Comuni per il finanziamento dei servizi». LA SCURE SULL ASSISTENZA Bilancio approvato, Ghio presidente CONSORZIO Gianni Ghio, 65 anni nominato dai sindaci presidente del Cda Il Consorzio socioassistenziale sceglie l esperienza: Gianni Ghio, 65 anni, è il nuovo presidente del consiglio d amministrazione, nominato dall assemblea dei sindaci. Consigliere comunale a Santena nel 1990, vice sindaco dal 94 al 2002 e poi sindaco fino al 2007, prima con la Democrazia Cristiana e poi con Forza Italia. Diploma di liceo scientifico, è amministratore di un istituto di riabilitazione, il Clinic studio, a Torino. Eletto vice presidente del Consorzio nel 2009, negli ultimi mesi ha sostituito Roberto Foglio a capo del cda: Foglio si era dimesso a dicembre in polemica con la maggioranza al Comune di Chieri, abbandonata anche in Consiglio con il suo passaggio al gruppo Progettazione chierese. Ghio è stato preferito alla u- nica altra candidata, la 34enne Alessandra Facciolongo, laureata in scienze dell educazione, ma senza nessuna esperienza amministrativa, che si era messa in lista alle elezioni comunali del 2009 a Chieri, con il Pdl, ottenendo 27 preferenze. «Propongo Ghio per trascorsi, curriculum e l ottima attività svolta in questi mesi di presidenza ad interim» introduce Carlo Corinto, sindaco di Baldissero e presidente dell Assemblea. Concorda anche il chierese Francesco Lancione: «Ora che lo conosco meglio di un tempo, sono convinto anch io che sia la persona giusta». L unica a sostenere, almeno in parte, la candidata è l assessore cambianese Rita Ciuchi: «Ha un curriculum interessante ed è donna. Però in questo momento è giusto confermare Ghio». Sostengono l ex sindaco di Santena anche il pecettese Adriano Pizzo e il rivese Lodovico Gillio. Giorgio Musso, primo cittadino di Castelnuovo, chiede la nomina per acclamazione e i membri dell Assemblea si schierano all unanimità: «E adesso tanti auguri» commenta lo stesso Musso. Risponde il neo presidente: «Ringrazio tutti. E un onore essere al vostro servizio, obbediente a quello che i sindaci diranno di fare a me e al resto del Consorzio. Sono sicuro che lavoreremo bene insieme, partendo dal rapporto umano già consolidatosi in questo periodo di interim». Assistenza economica quasi dimezzata, riduzioni su tutti i servizi e contestuale elezione di Gianni Ghio come nuovo presidente: l Assemblea dei sindaci salva il salvabile e approva all unanimità il bilancio di previsione del Consorzio socioassistenziale. I Comuni, con la revisione delle quote di finanziamento, hanno infatti aumentato con lungimiranza il loro budget complessivo di 600 mila euro, pur se i tagli della Regione costringono a un pareggio di bilancio a 6,4 milioni, 1,2 in meno del «Spero che i cittadini capiscano che non potevamo fare di più» commenta il presidente dell Assemblea, Carlo Corinto. Necessari, quindi, grossi sacrifici sui servizi. Qualche esempio: l affidamento minori passa da 353 mila a 250 mila euro: gli affidatari diurni riceveranno un rimborso spese minore; l assistenza economica per le famiglie in difficoltà passa da 700 mila a 400 mila euro; l integrazione rette viene ridotta da 1,3 a 1 milione. Poi diminuzioni in tutte le voci, dagli automezzi agli assegni di cura, dai Punti rete alla spesa per i disabili sensoriali. Non è bastata l approvazione della proposta di Chieri di aumentare le quote e intanto ridurre il distacco tra i grandi azionisti (la stessa Chieri) e i piccoli investitori, cioè i paesini: l ultima ripartizione prevede una spesa di 41 euro pro capite per il Comune capofila, 36 per i Comuni medi, 32 per Andezeno e Pralormo, 25 per i paesi più piccoli. Un salto in avanti soprattutto per chi ora paga 23 euro pro capite, cioè i Comuni medi. Che, infatti, hanno storto il naso nelle riunioni precedenti, fino all approvazione del bilancio, pur con qualche divergenza. Introduce il neo presidente del cda del Consorzio, Gianni Ghio: «Approviamo un bilancio di minima che ha comunque quote maggiorate e quindi un esborso importante e doloroso per i Comuni. Nonostante ciò ci saranno tagli ai servizi. Sarà dura: mi capita di vedere le richieste respinte dagli uffici e spesso mi chiedo come certe famiglie possano tirare avanti. Viene quasi da piangere». Corinto, primo cittadino di Baldissero, riflette sui contibuti: «Sappiamo che la Regione dà 500 mila euro. Ma se arrivasse di più? Dobbiamo decidere se restituire i soldi ai Comuni o ripristinare i servizi ridotti. O demandare a una riunione successiva». Interviene il sindaco di Poirino, Sergio Tamagnone: «Eventuali surplus dovrebbero essere utilizzati per reintegrare il fondo per l assistenza economica, settore che abbiamo penalizzato di più». Il pecettese Adriano Pizzo non è d accordo: «Dipende anche da quando arrivano i contributi: se fosse novembre, converrebbe restituirli ai Comuni con l impegno di utilizzarli per il Consorzio nel 2013». Favorevole il collega di Pino, Andrea Biglia, che aggiunge: «Chiedo agli uffici di avere contatti più stretti con i Comuni: bisognerà dire molti no e sarà meglio parlarsi. Parliamo sempre di sacrifici ma a farli non saremo noi, bensì i cittadini». Corinto e Ghio assicurano che i dipendenti consortili sono stati istruiti sul tema: «Sanno della situazione economica difficile e si comporteranno di conseguenza». Considera il presidente dell assemblea: «Sappiamo tutti quali sacrifici chiederemo ai cittadini. I sindaci hanno fatto il possibile, spero che gli utenti se ne rendano 18 conto. Saranno danneggiati ma non potevamo fare di più. Ora speriamo che la Regione aumenti il finanziamento». Intanto il Consorzio socioassistenziale è costretto a prendere atto dei minori fondi a disposizione: «Ho mandato lettere ai cittadini che ricevono contributi dal Consorzio, spiegando loro perché d ora in po riceveranno di meno» conclude amara la direttrice Raffaela Guercini. Federico Gottardo Gianni Ghio. In alto: Carlo Corinto

19 40 NEI DINTORNI Venerdì 16 marzo 2012 Pralormese morta dopo l iniezione Ritratta l infermiere della clinica PRALORMO «Si è autoaccusato, ma sembra che la vicenda sia andata diversamente. Noi ce lo auguriamo». Lunedì tornerà al lavoro Raffaele Ferrise, l infermiere indagato per la morte di Enrichetta Savio, 68enne residente in via Valle San Lorenzo 22 a Pralormo. Dall 8 febbraio, giorno della tragedia, l infermiere è rimasto sospeso da Villa Serena: avrebbe iniettato alla donna un farmaco sbagliato, cui era allergica. L errore avrebbe causato la crisi respiratoria e il decesso. Ma Antonio Picco Botta, amministratore della casa di cura, spera che non sia andata proprio così. E lo stesso Ferrise, attraverso l avvocato Vincenzo Enrichens, adesso si dichiara innocente: «Riteniamo di non avere responsabilità», sostiene il legale. L autopsia è stata effettuata due giorni dopo il decesso. I risultati dovrebbe essere pubblicati entro un mese. Ma l esame potrebbe comunque non essere sufficiente per stabilire se la causa della morte sia stata la reazione allergica. Secondo l avvocato dell indagato no: «La signora ha avuto la crisi a causa della patologia pregressa, un insufficienza respiratoria che aveva portato al ricovero». Enrichetta Savio era entrata il 24 gennaio a Piossasco, centro di riabilitazione specializzato in ambito respiratorio. «Era già stata nostra paziente, passava dei periodi di riabilitazione nel reparto di Pneumologia», puntualizza l amministratore di Villa Serena. Il decesso risale alle 20,30. Un ora prima Ferrise era entrato nella sua stanza per somministrarle dei medicinali. Secondo le prime ricostruzioni - poi smentite dall avvocato - le avrebbe iniettato una flebo destinata a un altro paziente. Un errore fatale: il farmaco somministrato è un antibiotico cui la pralormese era allergica. L infermiere se ne accorge quasi subito, torna indietro e toglie l ago dal braccio della donna. Ma è troppo tardi, il farmaco è già entrato in circolo. Viene lanciato l allarme. Il medico di guardia è la chierese Federica Quaglino. Cerca di Enrichetta Savio rianimarla con iniezioni, massaggi cardiaci e defibrillatore. Niente da fare, Enrichetta Savio non si riprende. Il giorno dopo la morte, la procura della Repubblica di Pinerolo apre un fascicolo. Il sostituto procuratore Ciro Santoriello i- scrive nel registro degli indagati l infermiere, accusato di omicidio colposo. I carabinieri di Piossasco sequestrano alcuni farmaci, tra cui l antibiotico che avrebbe causato la morte della 68enne. Si tratterebbe del Rocefin: la cartella clinica della donna indicava che era allergica. Conclude Picco Botta: «I fatti sono quelli raccontati dal medico. Ora attendiamo notizie dalle indagini. Siamo tranquilli, anche se rammaricati per il decesso della signora». Scandalo Miletto: altre indagini sui capitali bruciati tra i poirinesi La Procura nel groviglio di fallimenti e società finanziarie Giorgio Miletto (a sinistra) e il segretario leghista Carmelo Bruno sono stati colleghi assessori nella Giunta Tamagnone POIRINO Altri sei mesi di indagini: la Procura di Alba ha chiesto più tempo per districarsi nello scandalo dei soldi bruciati ai risparmiatori da Giorgio Miletto, ex broker ed ex assessore comunale. Un capitale di centinaia di migliaia di euro. La magistratura albese aveva aperto l inchiesta lo scorsa estate, dopo le denunce di almeno cinque poirinesi. I primi a rompere gli indugi, a luglio, e- rano stati due commercianti. Il giorno dopo l avevano fatto altri tre risparmiatori, entrando nella stazione dei Carabinieri e nello studio legale dell avvocato chierese Piergiorgio Chiara. Secondo il loro racconto, l ex promotore finanziario avrebbe perso i loro soldi e per mesi a- vrebbe ritardato il resoconto dell investimento, usando delle scuse. Al contrario, «lui è più una vittima che un carnefice», sostiene l avvocato Franco Gambino, ex sindaco a Poirino e legale di Miletto. A sentire Miletto e Gambino, la colpa di tutto sarebbe della società della Rothschild European Assurance di Dublino: la sua bancarotta, nel 2007, avrebbe provocato il naufragio dei soldi investiti dai risparmiatori di Poirino e dallo stesso Miletto. La tesi dell avvocato Chiara, invece, è che Miletto non se la può cavare così: «I riscontri bancari degli assegni mostrano con certezza che i soldi non sono andati in Irlanda, bensì nelle tasche sue e di una finanziaria di Torino, con la quale aveva un rapporto che non conosciamo». Una storia molto ingarbugliata, che i magistrati non hanno ancora districato. Per esempio, rimane ancora da chiarire anche come Miletto abbia potuto tenere a bada i clienti per quasi quattro anni dal fallimento Rotschild. Anche perché non era neppure più promotore finanziario già da due anni prima delle denunce: nel 2009 si era cancellato dall albo, smettendo di pagare la quota d iscrizione e riciclandosi come consulente assicurativo e mediatore creditizio. Tutta la storia professionale di Miletto è fatta di operazioni finanziarie. Prima di mettersi in proprio lavorava in banca, arrivando anche a incarichi importanti in Unicredit a Moncalieri e Santena. Lasciò gli sportelli nel 2001 per tentare la fortuna come broker: «Si guadagnava bene ricordava lui stesso la scorsa estate, nei giorni in cui scoppiò lo scandalo - Poi la tragedia dell 11 settembre ha cambiato tutto. Ho dovuto smettere perché non era più redditizio». Anzi: gli euro bruciati non sarebbero solo quelli dei clienti, ma pure i suoi. I clienti, però, vogliono vederci chiaro. Si fidavano di lui: «Era anche assessore». In municipio, infatti, era stato assessore dal 2004 e la scorsa estete lo scandalo non ha risparmiato il palazzo; Miletto, oltretutto, è cognato del sindaco Sergio Tamagnone. Gli strascichi politici sono accesi tuttora: la Lega Nord è entrata in rotta di collisione con Tamagnone (uomo del Pdl) proprio perché politica e scandalo si sono mescolati. Al punto che Tamagnone accusa il segretario leghista Bruno di essere stato lui a spingere i risparmiatori a denunciare il cognato-assessore: «E stato lui a insistere perché si arrivasse alla denuncia. Se mio cognato a- veva qualche probabilità di rattoppare la situazione, così l ha persa del tutto». Federico Gottardo E ora la scuola si allea con il territorio Poirino: bicicletta, volley, orto e ippica grazie alle associazioni Luisella Crotta POIRINO Privata dei finanziamenti istituzionali, la scuola poirinese intensifica i contatti con le realtà locali per far crescere la propria offerta formativa. I progetti spaziano dalla sicurezza stradale all orticoltura, dal volley all ippica. Dalla collaborazione con le associazioni Team poirinese e Pedale porinese è nato il progetto di una manifestazione che coinvolgerà i bambini delle 5 elementari. In un pomeriggio di maggio, i ragazzi partiranno dalla Paolo Gaidano in bicicletta e raggiungeranno il campo sportivo dove li attenderà un percorso appositamente preparato per una gimkana. Il tutto nella massima sicurezza, con tanto di caschetto e accompagnamento degli adulti delle associazioni sportive: un progetto che mira alla sicurezza stradale e all incentivo dell uso della bicicletta come mezzo di trasporto. La sicurezza stradale è il tema anche del progetto Ti muovi a cui aderiscono le classi della materna e della scuola elementare. In base alla fascia di età, i bambini, guidati dalle proprie insegnanti, affronteranno le problematiche legate all uso della strada: come si devono comportare i pedoni, come si sta seduti in auto, come si usa la bicicletta e come ci si comporta sullo scuolabus. Sport protagonista grazie all intesa stretta con il gruppo sportivo Osl Volley che gestisce il palasport di via Dalla Chiesa. Gli istruttori sportivi vanno gratuitamente negli o- rari scolastici a far provare il minivolley e il minibasket ai bambini delle elementari. In questo modo la scuola può integrare la propria offerta di attività motoria e l associazione promuove i suoi corsi pomeridiani. I bambini degli Avatanei si danno invece all ippica, grazie al progetto Un animale per amico organizzato con il centro ippico La siepe. Gli istruttori di equitazione andranno in aula per 5 lezioni di teoria; successivamente i bambini potranno visitare il maneggio e montare a cavallo (il progetto è pagato dalle famiglie degli alunni). Gratuiti invece i progetti Orto a scuola e Olimpiade del libro a cui si sono iscritte alcune classi delle scuole e- lementari. «L orto a scuola è un progetto organizzato dall istituto Vittone: come l anno NOTIZIE IN BREVE RIVA LUNEDI DI PRELIEVI PER I DONATORI DSR Prelievi di sangue per i donatori del gruppo Dsr lunedì mattina. Saranno possibili nella sede di piazza Terzo Millennio dalle 8 alle 11. POIRINO IL SINDACATO UIL TRIONFA IN MUNICIPIO Prima la Uil seconda la Cgil e, staccata di poco, la Cisl. Questo il risultato delle elezioni dei rappresentanti sindacali del Municipio. Su 37 votanti solo una scheda bianca: 19 voti sono andati ai candidati Uil-Fpl Anna Chiesa e Michelangelo Lisa, 9 a Simone Comollo per la Cgil, 8 a Stefania Maggio della Cisl. scorso, abbiamo fatto richiesta di ricevere i materiali specifica la maestra Gabriella Alberto - Siamo in attesa di sapere se verrà accettata la nostra richiesta. Per quanto riguarda l olimpiade del libro invece abbiamo passato le prime qualificazioni: in passato ci siamo sempre comportati bene, speriamo di ripeterci anche quest anno». Anche il municipio è riuscito a trovare una fetta di budget da girare alla scuola. «A Natale l assessore Di Fiore ci ha comunicato la disponibilità di euro, denaro con cui abbiamo potuto pagare l intervento della psicologia», conferma la dirigente Luisella Crotta. Un progetto che si è potuto così rinnovare e che consente di avere lo sportello psicologico a disposizione dei bambini delle elementari e un corso di educazione all affettività per quelli di terza media. Moreno Strazza Duemila maiali tutti insieme senza odore A Pralormo i fratelli Ronco costruiscono un grande allevamento NEL FONDOVALLE Campi d orzo e mais per alimentarli PRALORMO «Ci siamo limitati a ripulire un gerbido!». Rivendicano la loro buona fede Piergiuseppe e Renato Ronco, imprenditori e fratelli rivesi che la scorsa settimana sono finiti nei guai, accusati dalla Forestale di aver abbattuto un bosco di latifoglie di metri quadrati. La denuncia ha fatto venire a galla che in regione Gariassa sta sorgendo un grande allevamento di maiali, fino duemila capi. I Ronco, infatti, sono i maggiori imprenditori in questo settore nel Chierese: nelle loro tre stalle a Riva allevano capi. «L iter edilizio è iniziato nel maggio 2010, con la richiesta del permesso di costruire - ricostruiscono dall ufficio tecnico di Pralormo - L area su cui sarebbe dovuta sorgere la stalla si trova però al confine con Santo Stefano Roero: è stato necessario verificare che rispettasse alle norme dei piani regolatori di entrambi i Comuni». Il procedimento è stato laborioso, ma nell ottobre 2011 è stato rilasciato il permesso di costruire: «Si tratta di due bassi fabbricati lunghi una novantina di metri e larghi 14,5, paralleli e leggermente sfalsati tra loro, affiancati da due vasche per la raccolta dei liquami - proseguono dall ufficio tecnico - La struttura portante è in prefabbricato d acciaio, i muri in blocchi di cemento. Su parte del tetto saranno collocati pannelli solari». Le vasche saranno collegate a un sistema di distribuzione che consentirà l interramento del liquame. Ciò comporterà la quasi totale assenza di odore e un miglior uso del fertilizzante che verrà distribuito due volte l anno, in autunno prima della semina di grano e orzo e in primavera prima della semina del mais. Le stalle avranno una capacità totale massima di capi e rispettano le distanze minime imposte dal piano regolatore: 25 metri dalla residenza dell allevatore, 300 metri 19 dalla casa più vicina e dal concentrico più vicino (la frazione Cavallo). «In zona abbiamo in corso un accorpamento fondiario, su una superficie di 80 ettari - spiega Piergiuseppe Ronco - Metà li abbiamo comperati in un colpo solo, il resto l abbiamo acquistato poco per volta, nell arco di tre-quattro anni, da decine di proprietari». L obiettivo dei fratelli Ronco è di sistemare le zone a fondovalle per coltivare mais, orzo e grano da usare per la preparazione dei mangimi, lasciando a bosco le zone collinari. «Proprio l estremo frazionamento, con appezzamenti al disotto della giornata, ha portato a intersezioni tra terreni liberi e altri su cui è cresciuto il bosco». Tra essi anche i metri quadrati di querce, ciliegi e robinie finiti nel mirino della Forestale, che è a 200 metri dalle stalle: «Le querce, in particolare, si trovavano sui margini di una strada oggi scomparsa, mentre il resto è boscaglia - specifica Ronco - Nostra intenzione era di ripulire, destinando poi una parte alla Piergiuseppe Ronco insieme al fratello Renato allevano già diecimila maiali nella campagne di Riva coltivazione e lasciando tornare il bosco sulla parte restante». Diverso è però il parere della Forestale, chiamata in causa a novembre da una segnalazione della Coldiretti di Pralormo ripresa a dicembre dalla Pro Natura Piemonte. «Occorreva richiedere l autorizzazione per l abbattimento, che con ogni probabilità sarebbe stata concessa», puntualizza A- lessandra Stefani, comandante provinciale della Forestale. In difetto di autorizzazione, i forestali hanno denunciato i fratelli Ronco alla Procura del Tribunale di Alba. «Ora vedremo come andrà a finire la vicenda - conclude Piergiuseppe Ronco - Nel frattempo abbiamo bloccato lavori di pulizia su altri terreni della proprietà».

20 Venerdì 16 marzo 2012 NEI DINTORNI 41 POIRINO Wi-fi libero nel centro e cinque nuove telecamere di sorveglianza. Il Comune manda a- vanti il progetto che entrerà in funzione nel giro d un paio di mesi. Nei giorni scorsi i tecnici della società milanese Made in Lab hanno verificato che la possibilità c è. L antenna per consentire i collegamenti internet verrà collocata sul campanile, che con i suoi 60 metri di altezza può consentire di superare ostacoli per un raggio di circa 300 metri. «Chi si trova nelle vie centrali attorno alle piazze Italia e Europa potrà collegarsi col suo pc gratuitamente spiega il sindaco Sergio Tamagnone che ha seguito il progetto E CINQUE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA L Internet di Poirino passa dal campanile Wi-fi libero in centro con un ripetitore in prima persona - All aperto, nei locali pubblici ed anche nella nostra palazzina di via Indipendenza 48 dove ci sono la Croce Rossa e le sedi di alcune associazioni». Un servizio utilizzabile non solo dai privati ma anche dal personale in Municipio. E ancora da approfondire, sul piano tecnico e sulla convenienza economica, che al sistema wifi possano essere collegati anche i telefoni municipali, come era i- potizzato a inizio anno. Lo stesso vale per l estensione del collegamento ai Marocchi e ai Favari con un ponte di antenne minori. Non solo. La stessa società piazzerà cinque telecamere di sorveglianza: tre in centro e due nelle frazioni maggiori. «Potremo controllare l ingresso del cimitero, l area attorno alla scuola media di corso Fiume, piazza Italia, la zona della scuola elementare dei Marocchi e del vicino palasport e piazza don Fassino ai Favari dettaglia Tamagnone Saranno collocate sui lampioni dove arriva la corrente e verranno collegate con un computer-server in municipio». Le immagini non verranno guardate in diretta ma resteranno registrate, conservate per alcuni giorni e visionate, dal capo dei vigili urbani o dallo stesso sindaco, nel caso sia successo qualche fatto che lo richieda. All occorrenza fornite ai carabinieri. «Se tutto funziona a dovere, la Un ripetitore salirà sul campanile videosorveglianza può essere ampliata aggiungendo altre sette o otto telecamere. Per esempio potrà esserne piazzata una per controllare altre zone del cimitero oltre all ingresso». Precauzione utile visti i ripetuti furti del rame dei tetti delle tombe di famiglia verificatisi nei mesi scorsi. Quanto costerà? «Tutto quanto, compreso l eventuale collegamento per i telefoni, si dovrebbe aggirare sui euro per i primi tre anni per poi scendere a conclude Tamagnone La cifra comprende anche le videocamere. Ma per ora abbiamo verificato solo la possibilità tecnica con la società. Quando arriverà la proposta formale con il prezzo verrà portata in giunta e decideremo». Mario Grieco RIVA - Manco un interrogazione in due anni e mezzo dalla minoranza in Comune «Torna pure in aula, cara Beltramo ma non pensare di poterci cambiare» CIPRIANI DONA L AUTUNNO AL MUNICIPIO DI RIVA L autunno fiorisce in municipio. Il consigliere di minoranza Gianfranco Cipriani ha donato il suo quadro La fioritura dell autunno al Comune. Da venerdì scorso è appeso nell ufficio della segreteria. Il dipinto, olio su tela del 1974, 70 per 80 centimetri di grandezza e incastonato in una cornice di legno dorato, «si ispira alla corrente impressionista e ritrae un panorama che ho visto nelle Langhe approfondisce Cipriani, originario di Barolo Al centro c è una strada, a sinistra dei vigneti e a destra un albero. I colori sono quelli dell autunno, con un alternanza di ocre». A completare il panorama, un cielo azzurro attraversato dalle nuvole che è il pezzo forte del pittore rivese: «almeno molti mi dicono così». Cipriani, 73 anni il primo aprile, disegna e dipinge sin da piccolo. Ha dato alla luce oltre 500 quadri e fatto più esposizioni come quella al Club dei collezionisti di Milano. Perché donare una sua opera al Comune? «Lo scorso anno la Giunta mi ha permesso di organizzare una mostra dal titolo Inno alla Natura, dal 2 al 9 aprile, nel salone delle Feste di Palazzo Grosso. Mi sentivo in debito ed ho pensato di esprimere la mia gratitudine attraverso questo dono». Partner forti e guide professioniste svolta al Museo Sonoro di Riva RIVA Svolta nella gestione del Museo del Paesaggio sonoro: nasce un comitato, di cui fanno parte Regione ed Embraco, ed entrano in servizio le guide professioniste della cooperativa Theatrum Sabaudiae di Torino, che collaboreranno con l associazione rivese La Froja. L obiettivo è di far conoscere il museo al di fuori del Chierese e farne un punto NEL COMITATO Embraco e Regione per fare sviluppo di attrazione turistica, che abbia effetti positivi sul territorio circostante. Il Museo, che si trova a Palazzo Grosso, in piazza della Parrocchia, è stato i- naugurato il 19 giugno Nelle sue cinque sale si possono osservare campane, richiami e strumenti della tradizione contadina. Oltre mille pezzi raccolti dal rivese Domenico Torta negli ultimi trent anni. L esposizione è alternata a schermi e proiezioni. Il visitatore si trova immerso in un fascio di suoni e immagini, come nella sale dei balli, con le musiche tradizionali suonate dai Musicanti di Riva. Il nuovo assetto della sua gestione è stato sancito lo scorso giovedì con una delibera della Giunta rivese. La Froja continuerà a gestirlo fino al dicembre Al suo fianco lavorerà però da subito Theatrum Sabaudiae, che si occupa, tra l altro, delle visite di Palazzo Madama a Torino. «Ci appoggeremo a loro per le visite: metteranno a disposizione delle guide professioniste. In futuro speriamo tuttavia di formare anche guide del posto, per coinvolgere la gente nella vita del museo anticipa Alessandro Villani, presidente del La Froja - Confrontandoci potremmo organizzare iniziative per attrarre categorie nuove di visitatori. A breve, per esempio, proporremo un iniziativa per le famiglie, con laboratori dedicati ai bambini». Quanto costerà la collaborazione? «La cooperativa prenderà u- na percentuale sul biglietto d ingresso. Quale sarà lo definiremo in futuro, sulla base dei dati d afflusso dei visitatori» precisa Villani. Da capire anche la funzione del Comitato di gestione. Non pesterà i piedi a La Froja? «E una struttura permanente con funzioni di coordinamento, chiamata a definire obiettivi e strategie di sviluppo del museo entra nel merito il sindaco Lodovico Gillio. Programmerà delle attività e cercherà i fondi per realizzarle. Uno dei primi obiettivi, per esempio, è la predisposizione di un aula didattica». Il Comitato è composto da un 20 Antonio Ciminiera e Alessandra Beltramo, compagni di gruppo RIVA «Se lei ci convoca, siamo felici partecipare alla riunione, ma non cambieremo il nostro modo di fare opposizione con coscienza: non siamo per il no per partito preso». I consiglieri del gruppo di minoranza mettono le carte in tavola con la loro ex leader Alessandra Beltramo, assente da mesi sulla scena della politica locale. Lei ha promesso di tornare in aula. Loro le dicono: d accordo, ma la linea è tracciata. Ed è una linea che in due anni e mezzo ha lasciato vivere tranquillo il sindaco Gillio in Consiglio comunale: niente mozioni, niente interrogazioni né interpellenze, voti spesso all unanimità. Come dire: in municipio a Riva sembra dominare un pensiero u- nico e nessuno ha voglia che qualcuno lo turbi. Potrebbe farlo la figlia dell ex sindaco? Alessandra Beltramo ha già collezionato 5 assenze consecutive. Un mese fa ha annunciato di aver superato alcuni problemi di salute e di essere probta al rientro; però non ha ancora incontrato i consiglieri che l hanno sostenuta nella campagna elettorale del giugno 2009: Antonio Ciminiera, Gianfranco Cipriani, Sergio Vezzaro e Giuseppe Ferrantelli. Un mese senza parlarsi li ha resi inquieti. Anche perché con loro l intesa non è mai stata perfetta: due mesi dopo le elezioni avevano già cominciato a votare diversamente in Consiglio comunale. Lei si asteneva mentre i quattro uomini votavano compatti insieme agli avversari di maggioranza Lei bollò come «controproducente per il paese andare in Consiglio per alzare semplicemente la mano senza discutere». Loro si sentirono offesi e minacciarono di mollarla, costituendo un gruppo a parte. Minaccia che non si è poi concretizzata. Da allora i rapporti tra Beltramo e i quattro sono rimasti precari. Ora che si avvicina il suo rientro, cambierà qualcosa? Vezzaro, Ciminiera e Cipriani si dicono a- perti al confronto, ma «agiremo secondo coscienza». Il che vuol dire che, come fatto sinora, non ci sarà una linea comune nella minoranza anche su delibere che muovono un sacco di interessi e soldi come il bilancio o il piano regolatore. POIRINO - Intervento per sanare la scuola materna Una scossa ai piccioni sopra le teste dei bambini POIRINO I piccioni invadono il porticato della scuola materna di strada Antica delle Poste e il Comune corre ai ripari. Monterà un impianto a impulsi e- lettrici a basso voltaggio per allontanare i colombi dalle travi. Il lavoro è stato affidato alla ditta Lucisano Antonio, che ha già effettuato diversi interventi per il municipio. La spesa è di euro. L asilo è stato aperto nell autunno scorso e il problema dell igiene sotto il porticato si è fatta presto sentire. La rappresentante dell associazione La Froja, e altrettanti delegati di Regione, Embraco e guide che o- perano nel Museo, oltre a Torta e l assessore alla cultura Anna Pennazio. «La Regione e l Embraco sono state invitate a partecipare alla gestione perché hanno sostenuto la sua creazione con due grossi finanziamenti» motiva Gillio. Pennazio, invece, illustra la struttura è composta da blocchi a forma quadrata, che misurano una decina di metri quadrati ciascuno e sono attugui alle sezioni. Una soluzione architettonica pensata per consentire di giocare all aria aperta anche in caso di maltempo. L arrivo dei piccioni sulle travi in legno (e delle loro deiezioni al di sotto)ha però limitato lo spazio gioco dei piccoli. L impianto a basso voltaggio sembra essere l unica soluzione. Il Museo del Paesaggio Sonoro è stato riallestito un anno fa Come spiegare questo comportamento agli elettori rivesi? «Noi siamo un gruppo aperto: vogliamo stare assieme con vedute diverse ci prova Ciminiera Io per esempio, quando si trattava di votare il campo solare al confine con Poirino, mi sono astenuto, perché la maggioranza non mi aveva saputo fornire dei dati sulla superficie che veniva coperta con i pannelli solari. Invece Vezzaro e Cipriani hanno ritenuto di dare il loro voto favorevole». Non è un anomalia questa? «Sì, ma possiamo rappresentare l inizio di un gruppo di minoranza a- nomala che vota con coscienza e per spirito di collaborazione nel bene del paese - ribatte sempre Ciminiera - A differenza delle altre minoranze dei dintorni». Se le urne avessero premiato Beltramo come sindaco, cosa sarebbe successo? «Se fossimo stati in maggioranza, il discorso sarebbe stato diverso: avremmo trovato una linea - ammette Vezzaro - In minoranza è più facile che emergano le differenze». rivesi, però, hanno votato Beltramo e i suoi perché credevano in un alternativa alla maggioranza di Gillio. L eccessiva collaborazione con la maggioranza, non è un tradimento dell elettorato? «Noi votiamo qualcosa, dopo averlo esaminato a fondo rimarca Ciminiera.Non alziamo solo la manina tanto per fare: votiamo provvedimenti che avremmo preso anche noi. Non possiamo dire no solo per fare chiasso». Questo comportamento, di fatto, però, rende indistinguibile maggioranza e opposizione. Non e- merge mai se svolgete il vostro compito istituzionale di contrallare la maggioranza oppure se ne siete complici. Non vengono mai alla luce idee, discussioni, interrogazioni e proposte alternative. Cosa vi distingue dalla maggioranza? «Le discussioni ci sono in commissione, non in Consiglio si difendono Vezzaro e Ciminiera Fare delle proposte irrealizzabili solo per farsi pubblicità, battendo i pugni sul tavolo, vorrebbe dire prendere in giro i rivesi». Marco Bertello strategia espansionistica del Museo, che da quest anno è stato inserito nel circuito dei musei piemontesi, che si possono visitare con la Carta musei: «Vogliamo farlo conoscere fuori dai confini del Chierese e creare reti di collaborazione con le realtà locali e con altri musei tratteggia Per esempio, dal museo delle tradizioni della Valle D Aosta ci hanno già detto che verranno a visitarci». L obiettivo è ambizioso: far diventare l esposizione rivese un punto di attrazione che richiami turisti nel Chierese. Per farlo, Pennazio sottolinea la necessità di insistere sul comcetto di ricerca e sviluppo, che era stato affidato al Comitato scientifico composto da Torta, dai professori Febo Guizzi, Guido Raschieri e Dino Tron, etnomusicologi dell Università di Torino, e da Cristina Ghirardini, organologa del centro di documentazione musicale della Fondazione di Casa Oriani a Ravenna. «Ieri ci siamo incontrati con Guizzi comunica Gillio Per questioni burocratiche dobbiamo sottoscrivere una nuova convenzione con l Università che ci ha confermato di voler collaborare con noi: sarà un occasione per rilanciare il progetto». Il museo rivese sarà aperto tutte le domeniche dalle 15 alle 19, fino ad ottobre. Biglietto d ingresso a 5 euro, ridotto 4, 3 per le comitive. Per i gruppi di oltre 10 persone sono possibili visite fuori orario, contattando il

21 PR Rassegna stampa Marzo 2012 LA STAMPA VENERDÌ Comune 16 MARZO 2012di Provincia Poirino 61 Santena AffondailsognoBelconn Incentorischianoilposto FEDERICO GENTA I cento operai della «Belconn» di Santena sono in sciopero. Resteranno davantiaicancellidiviatrinitàfino a quando qualcuno saprà spiegargli quale futuro li attende. Hanno volti scuri e braccia incrociate, di chi non hadavveropiùnulladaperdere.lorosonoireducidell Ages, la fabbrica commissariatacon77milionididebiti e salvata da Claudio Gabriele Belforte. Unsognoduratopocopiù diunannoefinitoconl arresto dell'imprenditore romanoperungirodivenditeimmobiliari gonfiate. Era lo scorso novembre. Da allora nonèsuccessopiùnulla.le banche hanno chiuso i rubinetti dei finanziamenti. I dipendenti non ricevono lo stipendio da agosto. Anche gli ultimiseimesidicassaintegrazione, confermati da Roma, si fanno attendere. «Ma saranno gli ultimi ammortizzatori, se l aziendanoninizieràadattuareil piano di risanamento presentato nel 2010» ricorda Ilario Coniglio, Rsu. Aggiunge:«Laveritàèchequinessuno ha intenzione di investire. E dobbiamo presidiare la fabbrica perché non vengano portati via i macchinari». Solo due settima- Un altra stagione di blocchi I lavoratori Belconn non hanno alcuna intenzione di arrendersi, e dalla fabbrica non intendono far uscire i macchinari. Ora minacciano blocchi stradali Ilario Coniglio «Se l azienda nonparte conil risanamento presentato nel 2010 addio ammortizzatori sociali» Enrico De Paolo «Chicisia realmente dietrola proprietàè un autentico mistero» nefaglioperaisonodovutiin- tervenire per fermare tre bilicigiàprontiapartire.erano diretti in Polonia. I capannoni alle porte della città dovevano abbandonare il settoreautoeiniziareaprodurre cavi e connettori elettrici. Si parlava persino di realizzare un nuovo centro ricerche. Oggi l'amministratore unico della Belconn, Mario Da Re, non sa nemmeno spiegare aisuoioperaiachiappartenga realmente l azienda. «Sembra non lo sappia nessuno» conferma Enrico De Paolo della Filctem Cgil. E spiega:«nel2011lasocietàèstata cedutaal95percentoallalondinese Huddlerson& Co. Chi ci sia realmente dietro questo nome è un autentico mistero, ma non si possono lasciare tante famiglie nell incertezza, incastrate in un gioco di scatolecinesi». Le proteste proseguiranno adoltranza,ec'ègiàchipaventa una nuova stagione di sfilate e blocchi del traffico.«non dobbiamo nemmeno più organizzarci: ormai siamo degli esperti» ammettono gli operai. Loro lungo quelle strade tra Santena e Torino, armati di striscioni e fischietti, sfilano oramaidapiùdicinqueanni. Leini Cade dal tetto I E precipitato da un altezza di tre metri, mentre stava effettuando lavori di manutenzione sul tetto della sua casa. L incidente, ieri pomeriggiopocodopole17aleini inunavillettadiviapratonuovo.l uomo65anni,siè probabilmente sbilanciato e la vecchia scala che stava utilizzando è scivolata facendogli perdere l equilibrio. Subito soccorso dai familiari è stato trasportato al pronto soccorso dell ospedale di Chiassodoveèricoveratoinprognosi riservata per politraumaallatestaealvolto.nonè comunque in pericolo di vita. Doping Austriaci alla sbarra ISiconcluderànelmese di maggio, con tre udienze giàfissatetral'11eil26del mese, il processo per doping nei confronti dell'allenatore ValterMayeredialcuniatleti della nazionale austriaca. I reati risalgono ai tempi delle Olimpiadi invernali del Avigliana Programma di Sada I In merito all'articolo «La Tav monopolizza il voto di Avigliana» il programma della lista«grande Avigliana»diAristideSadanonprevede lo sviluppo edilizio della città per 5mila abitanti. Caprie Incendio boschivo I Grazie alla tempestiva azione dei volontari Aib e della Forestale, giunti sul posto in breve dopo la segnalazione dell'incendioaivigilidelfuocodisusa, il rogo boschivo scoppiato nella tarda mattinata di ieri è stato domato prima che potesse allargarsi sulla montagna. Avigliana La notte dei rospi IIlParcodelleAlpiCozie organizza questa sera la notte dei rospi, per aiutare gli animali ad attraversare la strada, e raggiungere la palude per riprodursi. L'incontro dei volontari è fissato alle 20,30 nel piazzale Nino Costa, in borgata Grignetto. Via Monginevro rimarrà chiusa dalle 20 alle 24. Poirino Strade gruviera IPrimalaneve,poiilgelo hanno lasciato il segno sulle strade del paese, dove sono comparse crepe e buche profonde. I consiglieri del gruppo La Svolta hanno raccolto le lamentele dei residenti e chiedonoalcomunediprovvederea riparare i tratti danneggiati. Carmagnola Lotta alla vivisezione ILaLavscendeinpiazza Sant'Agostino e raccoglie firme per bloccare l'utilizzo di animali per i test farmacologici. Gazebo sabato e domenica dalle9finoalle17,30. Torre Pellice In difesa del treno I Assemblea pubblica alle 21 presso la Società operaia in via Roma. Si discuterà dell'ipotesi di chiusura della linea Pinerolo-Torre Pellice. 21

22 PR Rassegna stampa Marzo 2012 LA STAMPA DOMENICA Comune 18 MARZO 2012di Provincia Poirino 65 Valsusa Smarino, Montanaro sullebarricate Imedicidibase si mobilitano: ecco i rischi del materiale degliscaviperlatav MAURO SAROGLIA ImedicidibasediMontanaro scendono in campo contro l'ipotesi che lo smarino, il materiale di risulta degli scavi della Valsusa, venga stoccatonellecavedilocalitàronchi.elofannoconundocumento, dal significativo titolo«salute pubblica e smarino», presentato alla popolazione. L'iniziativa è partita dal comitato ambientalista locale Restiamo Sani, che ha contattato i medici proponendo loro dati e documentazione su cui lavorare: cosa che hanno fatto, in autonomia, giungendo alla redazionediuntestodasottoporre alla popolazione. «Vorrei tenere separata lamiaattivitàdimedicodi base da quella di amministratore comunale: ma in questo caso mi risulta davvero difficile»: parola di Antonino Careri, assessore all'ambiente del Comune, che ha coordinatoillavorodeisuoicolleghi dottori. Nel documento si esprime forte preoccupazione per le possibili ricadute che avrebbe, sulla salute pubblica, l'eventuale arrivo in paese dei materialidiscavoperlatav. «Questo lavoro- spiegano i rappresentanti del comitatoaffondalesueradiciindocumenti già redatti dai medici della Valsusa, quello dello scorso anno e il precedente del Lo smarino conterrà amianto, uranio, radon: la stessa società Ltf lo ammette, manonèingradodifornire dati sulla pericolosità. Viene detto che saranno quantità minime, ma in letteratura medicanonèindicata,perquesti elementi, una quantità minima tollerata dall'organismo. Inoltrenonsisaancoracome lo smarino sarà stoccato nelle cave, nè quali accorgimenti saranno presi per il trasporto. Gli ultimi progetti parlavano di trasferimenti notturni in treno,14convoglianottetra le2ele6delmattino:come pensano di gestire un simile traffico, oltretutto su una trattache,nellapartefinale,èa binariounico?». Mobilitazione Gli abitanti di Montanaro sono decisi a bloccare l arrivo del carico di smarino proveniente dalla Valsusa 14 convogli anotte Gli ultimi progetti parlavano di trasferimenti notturni in treno, tra le 2 e le 6 del mattino: «Come pensano di gestire un simile traffico, oltretutto su una tratta che, nella parte finale, è a binario unico?» si chiedono preoccupati gli ambientalisti del Basso Canavese Itimorideimedici,sievince dal testo, riguardano un possibile incremento delle malattie tumorali e cardiovascolari, viste le diverse forme di inquinamento che andranno a sommarsi. «A un recente incontro in Prefettura- aggiunge Careriabbiamo visto i rappresentantidiitalferreltf,leduesocietà coinvolte, contraddirsi a vicenda, non sapendo alla fine chiarire quanti dovrebbero essere i convogli ferroviari impegnati,ecomearrivaredachivasso alle cave e ritornare... Miparechetuttalaquestione sia gestita in modo perlomeno approssimativo». Pinerolo Sostegno allo studio I Anche quest'anno sarà possibile accedere a borse o assegni di studio e fornitura gratuita di libri scolastici. Le famiglie degli alunni con difficoltà economiche possono richiedere il modulo in Comune all'ufficio istruzione. Le domande dovranno essere presentate dall'11 aprile al 31 maggio. Poirino Internet gratis IIlComuneregalaaresidenti e turisti una connessionewebsenzafilinelcentro del paese. Il ripetitore sarà collocato in cima al campanile che sovrasta piazza Italia. L'impianto dovrebbe essere inaugurato entro la fine del mese di maggio. Cambiano Ascom in crisi IPerlasecondavoltal'associazione dei negozianti locali è costretta a sventolare bandiera bianca. Dopo il primo fallimento, nel 2009, adesso tocca a Grande Danadiogettarelaspugnaedimettersi dalla carica di presidente.sisfoga:«e'mancatala voglia di collaborare per vincere insieme la crisi». Pinerolo Divorziati e separati IIncontroalle10pressoil seminario in via Trieste 42 per divorziati e separati a cura del gruppo Maranatha. Alle 12,30 il vescovo monsignor Pier Giorgio Debernardi celebrerà la Messa. in breve Monsignor Debernardi Villar Pellice Lingue minoritarie I Appuntamento domani alle 18 nell'ecomuseo Crumière in piazza Jervis 1 per l'inaugurazione della Settimana del francese. Partecipano l'assessore alla cultura della ComunitàmontanaBrunaFracheeil sindaco Lilia Garnier. Massello Borgate alpine I Sarà riqualificata la borgatarobersograzieadunprogetto europeo che prevede la realizzazione di un centro polifunzionale con un'area per la vendita dei prodotti locali, una zonadestinataaigiochiealdivertimento, un parcheggio. Costo totale dell'opera circa 700 mila euro. Roletto Vacanza in inglese I Sarà organizzato dal Comuneuncampoestivoiningleseperiragazzida11a13anni. Gli animatori, inviati dall'associazione Lingue senza frontiere, saranno di madrelingua. L'iniziativa si presenta martedì alle 20,30 nella sala consiliare. 22

23 Rassegna stampa Marzo Comune di Poirino

24 24

25 25

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Gent.ma/o Cittadina/o, Un ringraziamento particolare va a tutti voi over 65 che, con il proprio parere,

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro Intervista a Gabriella Sberviglieri, socia fondatrice di EOS onlus, Centro Ascolto e accompagnamento

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 10/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Rifiuti, leggi scoordinate» 1 10/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 «Siamo

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

STATUTO Della FONDAZIONE CAMILLO CAVOUR. Articolo 1 Costituzione e sede

STATUTO Della FONDAZIONE CAMILLO CAVOUR. Articolo 1 Costituzione e sede STATUTO Della FONDAZIONE CAMILLO CAVOUR Articolo 1 Costituzione e sede 1. La Fondazione Camillo Cavour, derivante dal lascito disposto dal marchese Giovanni Visconti Venosta con disposizione testamentaria

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA SEDUTA DELL 11.11.2015 In data 11 novembre 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016

PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 PARROCCHIA SAN BERNARDO CALENDARIO settimana dal 10 al 17 gennaio 2016 DOMENICA 10 Gennaio Battesimo di GESU' ore 9,00-11,00 S.MESSA Battesimo : FISCHIETTI Rebecca LUNEDI' 11 Gennaio Non c'è la messa ore

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

I CONSIGLI ANTITRUFFA

I CONSIGLI ANTITRUFFA Città di Polizia di Stato Cologno Monzese Questura di Milano I CONSIGLI ANTITRUFFA a tutela dei nostri ANZIANI Presentazione Cologno Monzese ha da sempre a cuore e ben presenti le esigenze della Terza

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

VERBALE N. 7 SEDUTA DEL 14-07-2010

VERBALE N. 7 SEDUTA DEL 14-07-2010 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito internet: http://www.comunepersiceto.it

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA CODICE COMUNE N. 11137 Pag.n. 1 Comune di Zibido S. Giacomo Provincia di Milano SIGLA C.C. N 28 DATA 22/07/2014 Oggetto: TASSA SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) ANNO 2014. DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE

Dettagli

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole.

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole. Forza Democratica Foglio 1/5 Oggetto: Bozza per uscire dall attuale crisi Prevenzione. Prevenzione. Prevenzione Staremo bene se anche gli altri stanno bene. Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA

RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI CONCORDIA SAGITTARIA Il Consiglio Pastorale Parrocchiale, come organismo di comunione e di corresponsabilità, a servizio della comunità parrocchiale, per

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI

COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI COMUNE DI S AN G I O V AN N I I N P E R S I C E T O CONSULTA DI FRAZIONE BUDRIE-CASTAGNOLO-TIVOLI Segreteria della Consulta tel 051/6812708 - fax 051/6812759 - e mail: rmanganelli@comunepersiceto.it sito

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA. La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi

Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA. La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi Cristina Volpi BANDITI IN AZIENDA La nobile arte di sabotare gli altri rovinando se stessi INCENDI FRA CENTRO E PERIFERIA 6 «Visto i giornali di oggi?» esordì Marco Cantelli con i suoi due assistenti.

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG)

ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) ASSOCIAZIONE dei GENITORI degli STUDENTI dell ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. SOLARI Via Crespi, 4 24021 Albino (BG) info.associazione@genitorialbino.it Tel 349/3398333 dal lunedì al venerdì dalle 20 alle

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS STATUTO DELL ASSOCIAZIONE MUSICA VIVA CALAMANDREI ONLUS 1 Art. 1 Costituzione, denominazione, sede, durata 1.1 E costituita in data 15 aprile 2011 l Associazione di Volontariato ONLUS sotto la denominazione

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese

Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese Sopaf, chiusa indagine. Contestata anche la corruzione al presidente Inpgi, il giornalista Andrea Camporese A quella di truffa è arrivata anche quella per corruzione a carico del presidente dell INPGI,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE. Seduta del 27 GENNAIO 2009 PROVINCIA DI PISTOIA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE Atto N. 28 Seduta del 27 GENNAIO 2009 OGGETTO: INTERROGAZIONE ORALE DEL CONSIGLIERE CARDELLI SU SPAZI PUBBLICITARI SULLE

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti:

VERBALE DI RIUNIONE. Presenti: Giovedì 03 settembre 2015 ore 21:00 VERBALE DI RIUNIONE Presenti: - Carlo Di Marco - Giovanni Mazzoni - Marzia Sperandii - Rossana Puel - Stefania Segreti - Francesca Di Giacomo - Gabriella Vercelli -

Dettagli

A.M.A. Associazione Malati di Alzheimer

A.M.A. Associazione Malati di Alzheimer A.M.A. Associazione Malati di Alzheimer BILANCIO SOCIALE 2008 LETTERA DEL PRESIDENTE Il 2008 è stato un anno molto importante per la nostra Associazione perché sono stati raggiunti obiettivi molto importanti,

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

PINETA. VERBALE RIUNIONE giovedì, 5 marzo 2015. Consulta cittadina. Ordine del Giorno: SICUREZZA - Furti e rapine nelle abitazioni.

PINETA. VERBALE RIUNIONE giovedì, 5 marzo 2015. Consulta cittadina. Ordine del Giorno: SICUREZZA - Furti e rapine nelle abitazioni. Comune di Tradate Consulta cittadina PINETA VERBALE RIUNIONE giovedì, 5 marzo 2015 Presso Casetta Rione Pineta ore 21,00 Presenti: - i membri del Coordinamento (Giancarlo Cannata, Salvatore Caligiuri,

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI MONTEPULCIANO PROVINCIA DI SIENA ALLEGATI N. COPIA COMUNE DI MONTEPULCIANO PROVINCIA DI SIENA Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale N. 26 Riunione del 29-04-2015 sessione. OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ( IMU ) - ALIQUOTE

Dettagli

Trentennale de gli Amici

Trentennale de gli Amici Trentennale de gli Amici 1986-2016 Conoscere qualcosa di più di me stesso Conoscere qualcosa di più di chi mi è vicino Per comprendere prima di giudicare Cara Amica, caro Amico, Ti invio questo secondo

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

Verbale n 10 del Consiglio di Istituto

Verbale n 10 del Consiglio di Istituto Verbale n 10 del Consiglio di Istituto Il giorno 27 novembre 2012 alle ore 21.00 presso la sede di Ronco Briantino si riunisce il Consiglio d Istituto. Assenti giustificati: Toto Franco, Borghi Sabrina,

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

PRIMI IN SICUREZZA La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi,

PRIMI IN SICUREZZA La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi, PRIMI IN SICUREZZA La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi, XIV EDIZIONE Promossa da ANMIL Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro OKAY! Attività

Dettagli

Donna, una parola, mille ruoli Questionario

Donna, una parola, mille ruoli Questionario Donna, una parola, mille ruoli Questionario sul ruolo femminile a Cavour, nella società, nella famiglia, nel lavoro Gent.ma cittadina, Fino agli anni sessanta, la donna ha avuto un ruolo subalterno nella

Dettagli

Parrocchia di San Paolo

Parrocchia di San Paolo Parrocchia di San Paolo Consiglio pastorale 27 Novembre 2011 Questa speciale edizione del Consiglio Pastorale prende vita in una soleggiata domenica novembrina: presenti 45 persone che, dopo aver celebrato

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA Sintesi delle attività della CRI in occasione del terremoto del Molise del 31 ottobre 2002 A cura del Capitano Roberto Baldessarelli Funzionario Delegato C.R.I. per l emergenza terremoto

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.30

1 di 5 11/01/2012 0.30 1 di 5 11/01/2012 0.30 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati

BILANCIO 2015 CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015. Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati BILANCIO 2015 Comune di Scanzorosciate CONSIGLIO COMUNALE 26 MARZO 2015 Relazione del Sindaco con delega al Bilancio dott. Davide Casati IL TERRITORIO Superficie complessiva Kmq 11 Strade Km 70 Numero

Dettagli

COMUNE DI PELLIO INTELVI PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI PELLIO INTELVI PROVINCIA DI COMO COMUNE DI PELLIO INTELVI PROVINCIA DI COMO DELIBERAZIONE N. 11 in data: 26-06-2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA ORDINARIA DI PRIMA CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA OGGETTO: IMPOSTA

Dettagli

COMUNE DI SERRALUNGA DI CREA ( Provincia di Alessandria)

COMUNE DI SERRALUNGA DI CREA ( Provincia di Alessandria) COMUNE DI SERRALUNGA DI CREA ( Provincia di Alessandria) DELIBERA n. 11 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2015 L'anno DUEMILAQUINDICI, addì VENTIDUE

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

SCENARIO DI RISCHIO SISMICO

SCENARIO DI RISCHIO SISMICO Tipo di rischio SISMA SCENARIO DI RISCHIO SISMICO Località Territorio comunale Evento sismico di media entità (magnitudo Richter Descrizione compresa tra 4,0 e 5,5) Grado di rischio Alto SCENARIO 3.29

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35.

SERVIZIO RESOCONTI. MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 12.35. 1/7 MISSIONE IN CASERTA 13 maggio 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 12.35. PRESIDENTE. Buongiorno, avvocato. Lei è stato Presidente del Consorzio CE/3. FRANCESCO CUNDARI,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

NIENTE PAURA. CON LE ACLI ATTRAVERSIAMO IL CAMBIAMENTO

NIENTE PAURA. CON LE ACLI ATTRAVERSIAMO IL CAMBIAMENTO SINTESI ORIENTAMENTI CONGRESSUALI 2016 NIENTE PAURA. CON LE ACLI ATTRAVERSIAMO IL CAMBIAMENTO È la 25 volta che gli Aclisti si riuniscono in congresso: un occasione per ascoltarci e parlare tra noi, percorrere

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli