Che fatica respirare!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Che fatica respirare!"

Transcript

1 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA Che fatica respirare! L asma: una malatttia cronica che colpisce un bambino su 10. Facciamogli l identikit Silvia Placidi Pediatra, Roma asma è una malattia antichissima, conosciuta da almeno tremi- L la anni. Il suo nome deriva dal greco antico asthma che significa respiro corto, affanno. Gli antichi, dai seguaci di Ippocrate e Galeno fino ai medici medievali e rinascimentali, proposero diverse e curiosissime teorie per spiegarne l origine e non risparmiarono altrettanto curiosi consigli e medicamenti per curarla: salassi, impacchi caldi e umidi, ma anche pepe, artemisia amara e inalazioni di vapori di arsenico. Oggi sappiamo che l asma, che pure non è difficile da diagnosticare, è una malattia complessa, soprattutto quella dei bambini, perché la sua evoluzione è influenzata da fattori ereditari, ambientali, infettivi e alimentari; i meccanismi fisici e biochimici che scatenano gli attacchi di asma sono ben noti, così come sappiamo bene che le abitudini, i comportamenti e i farmaci ci possono aiutare molto. È inoltre una malattia con un forte impatto sociale, umano ed economico, basti pensare che il costo medio per un paziente asmatico è di circa 750 euro all anno ed è principalmente imputabile all uso improprio delle risorse sanitarie e ad un mancato controllo di base della malattia. MA COS È L ASMA? L asma è una malattia cronica, cioè una malattia che ha un decorso prolungato, a volte di anni e perfino per tutta una vita, che dipende da un infiammazione delle vie respiratorie, a sua volta causata dell azione irritativa di molti fattori che agiscono da soli o associati tra loro (è una malattia multifattoriale ). Questa infiammazione delle vie respiratorie provoca un restringimento dei bronchi ( broncospasmo ) e un gonfiore delle loro pareti; i sintomi sono la tosse, il fischio dell aria che esce a fatica dai polmoni ( sibilo espiratorio ), l affanno, il respiro corto e frequente. Nonostante questi sintomi siano molto disturbanti, oggi sappiamo che un asmatico ben curato può svolgere quasi sempre una vita del tutto normale. Fino a pochi anni fa nella comunità scientifica, dove si sente sempre la necessità di classificare e organizzare le nozioni con la speranza di capirci qualche cosa in più, l asma bronchiale veniva classificato come allergico e non allergico. Con la nascita del programma internazionale chiamato GINA siamo passati invece a definire l asma in base al livello di controllo della malattia, e perciò distinguiamo l asma controllato, parzialmente controllato e non controllato, sulla base di quattro criteri: la frequenza dei sintomi, la limitazione dell attività fisica a cui l asmatico è costretto, la presenza dei sintomi notturni e la frequenza con cui usa farmaci broncodilatatore. 19

2 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA ASMA E FISCHIETTO Si può parlare di asma nei bambini piccoli che hanno il fischietto ai polmoni? No, perché molti dei bambini che manifestano sintomi simili a quelli dell asma prima dei 3-5 anni guariranno spontaneamente entro l età scolare. Si tratta di bambini che soffrono di broncospasmo solo durante le piccole malattie virali respiratorie (raffreddore, tosse e febbre), molto frequenti a questa età. In realtà si può definire veramente asmatico solo un bambino più grande, anche se la terapia dei bambini con il fischietto è uguale a quella dell asma. E sono tanti i piccoli fischiatori: entro i 3 anni almeno il 30% dei bambini soffre di almeno un episodio di broncospasmo, bronchite asmatica o asmatiforme durante un episodio di raffreddore con o senza febbre. Sopra i 5-6 anni i bambini asmatici sono il 10 %, quasi tutti (85%) allergici e quasi tutti (80-90%) hanno avuto i primi sintomi entro i 4-5 anni. I giovani adulti asmatici scendono al 4% della popolazione. Questi pochi numeri ci servono per capire che, se da una parte sono tanti i bambini piccoli che ricevono diagnosi di bronchite asmatica o asmatiforme, dall altra solo quelli che hanno una predisposizione genetica e soffrono di allergia a una sostanza che si mescola con l aria nei polmoni (pollini, polvere di casa per esempio) sono destinati a diventare veramente asmatici. Di questi il 70-80% migliorerà sensibilmente entro la pubertà, avrà sempre meno attacchi e dovrà ricorrere sempre meno ai farmaci. Come, quando e perché Tutto comincia con i geni, ma poi è l'ambiente che conta Silvia Placidi Pediatra, Roma è un termine che i medici usano per definire malattie come C l asma: multifattoriale, cioè dipendente da una predisposizione di tipo genetico, ma scatenata da fattori ambientali. Perciò un bambino figlio di due genitori asmatici avrà una probabilità di sviluppare la malattia molto maggiore di chi ha un solo genitore affetto o nessuno, ma perché si ammali davvero deve esserci sempre e comunque uno stimolo ambientale, che rappresenta il fattore scatenante, la miccia che fa esplodere l attacco di asma. Nei bambini i più comuni fattori scatenanti sono l esposizione ad allergeni perenni (l acaro, il pelo di gatto, le muffe) o stagionali (come i pollini), l inquinamento atmosferico, il fumo di sigaretta, gli stress fisici ed emozionali e, soprattutto nei più piccoli, le infezioni respiratorie virali. Queste ultime sono la causa più comune delle 20

3 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA bronchiti asmatiche o asmatiformi dei bambini sotto i 5 anni, una condizione destinata a risolversi spontaneamente nella maggior parte dei casi. Va da sé che il principale intervento a favore dei bambini con asma bronchiale, o a rischio di malattia, è l eliminazione o il controllo di questi fattori esterni. Le infezioni respiratorie se ne vanno da sole ; la presenza di acari (i responsabili principali dell asma da polvere di casa può essere ridotta o eliminata; l esposizione al fumo di sigaretta, anche da parte dei familiari (fumo passivo) aumenta notevolmente il rischio di soffrire di asma e nel caso di bambino allergico la sua eliminazione migliora il controllo della malattia e riduce il bisogno di farmaci. COSA SUCCEDE QUANDO SI COMINCIA A FISCHIARE? Possiamo immaginare il nostro apparato respiratorio (naso, vie aeree superiori, bronchi principali, bronchioli e alveoli polmonari) come i rami di un albero che partono dal tronco e si ramificano verso la chioma sempre più piccoli fino ad arrivare alle foglie, che nei polmoni si chiamano alveoli polmonari, dove avviene lo scambio tra l ossigeno, che viene captato e portato in circolo e l anidride carbonica, prodotto di scarto di cui ci liberiamo nell espirazione. Questo meccanismo perfetto e delicato si inceppa durante una crisi asmatica. A causa di uno stato di infiammazione cronica, i bronchi di un asmatico hanno una reattività aumentata, cioè cominciano a contrarsi in modo esagerato quando sono esposti ai fattori ambientali scatenanti detti sopra (fumo, allergeni, ecc.), intrappolando l aria nei polmoni e provocando la tosse ed il caratteristico fischio espiratorio. L infiammazione peggiora, la parete dei bronchi diventa ancora più gonfia, si forma del muco denso e così si crea un circolo vizioso che si interrompe quando l organismo reagisce con le sue difese, ma che noi possiamo bloccare efficacemente con la terapia. Ma lo stato infiammatorio, che è alla base di questa malattia, persiste anche fra un attacco e l altro. L obiettivo della terapia quindi, non è soltanto la risoluzione dell attacco acuto, ma anche e soprattutto il controllo della malattia di base. Anche se l asma può esprimere segni e sintomi variabili da soggetto a soggetto, due sono gli aspetti da considerare: quanto numerosi e quanto forti sono gli attacchi acuti e se sono presenti sintomi respiratori (fondamentalmente la tosse) tra un attacco e l altro. Nel bambino asmatico, infatti, i sintomi tendono ad essere presenti anche fra una crisi e l altra, mantenendo un infiammazione bronchiale di fondo, che la terapia farmacologica e i provvedimenti per migliorare la situazione ambientale possono eliminare. Per esempio se c è un allergia ai cosiddetti allergeni perenni (per esempio gli acari della polvere), la presenza costante dello stimolo nell ambiente tenderà a mantenere un infiammazione cronica delle vie aeree e gli stimoli irritativi di altro tipo, come l esercizio fisico o una forte emozione, potranno scatenare un nuovo attacco. In questi casi possiamo fare molto: una terapia di base, quando è necessaria, insieme alle corrette abitudini di vita, la collaborazione fra il medico, il bambino e la famiglia permetteranno a questi bambini di condurre una vita normale, come quella dei loro compagni di classe. I GENITORI SE NE ACCORGONO QUANDO Molto spesso l attacco d asma inizia con una tosse secca e stizzosa, segue il fischio e il senso di soffocamento: naturalmente l intensità di questi sintomi dipende dal livello di ostruzione bronchiale e dal grado di percezione da parte del bambino e dei suoi genitori. Un discorso a parte meritano i bambini piccoli (sotto i 3 anni): non tutti sono dei veri asmatici, anzi, più il bambino è piccolo e maggiore è la possibilità che si tratti soltanto di una reattività dei bronchi esagerata, ma transitoria: esposto alle infezioni virali stagionali, il bambino comincerà con il naso che cola, la tosse secca e insistente, poi il fischietto ai polmoni (broncospasmo). Questi bambini vanno curati ad ogni episodio come asmatici, cioè con il broncodilatatore, ma non sono dei veri asmatici; fra un episodio e l altro stanno benissimo e crescendo queste crisi, definite spesso come bronchiti asmatiformi, andranno piano piano a scomparire. 21

4 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA Asma o non asma? Questo è il dilemma Una diagnosi facile anche senza esami clinici Federico Marolla Pediatra di famiglia, Roma Non abbiamo la pretesa di sostituirci al vostro medico, ma poiché il bambino che soffre di asma, bronchite asmatica, asma bronchiale, broncospasmo, bronchite asmatiforme (chiamiamola come ci pare) quando ha la tosse e il fischietto va a finire o dal proprio medico, o al pronto soccorso, o dal broncopneumologo, o dall allergologo, o dall otorino, o dalla zia (che sa tutto dell asma perché ha cresciuto tre figli, tutti asmatici), proviamo a chiarire alcuni punti. Il primo è che non esistono esami specifici per fare diagnosi di asma, come avviene, ad esempio, per la tonsillite dove basta fare (bene) il tampone faringeo e cercare lo streptococco. Il secondo punto è che serve il medico: il sospetto di asma, infatti, viene formulato in base alla visita medica, cioè quando il vostro pediatra o il medico che visita vostro figlio, sentendo al torace i sibili espiratori e altri segni caratteristici, vi comunica che c è un broncospasmo. Il terzo punto è che conoscere la storia clinica del bambino aiuta il medi- IL PRICK E I SUOI FRATELLI Il prick test si fa mettendo a contatto della pelle che è stata in precedenza punta (l inglese to prick si traduce con pungere) alcune sostanze che si sospetta siano responsabili di una reazione allergica (allergeni). Le più comuni sono gli acari della polvere, i pollini delle graminacee, dell olivo, della parietaria, il pelo del gatto, del cane e le muffe. Insieme agli allergeni devono sempre essere testati il controllo negativo (praticamente acqua) e il controllo positivo (istamina) per permettere una lettura corretta delle reazioni cutanee che possono essere lievemente diverse da soggetto a soggetto. Il metodo è semplicissimo: si applica una goccia di ciascuna delle sostanze che si vogliono testare sulla superficie interna dell avambraccio e con una piccola punta si solleva delicatamente la pelle (nessuna paura, il fastidio è sopportabilissimo) per far penetrare la sostanza negli spazi sottostanti. Se c è allergia, entro minuti la pelle si arrossa e si gonfia, proprio come un pizzico di zanzara (pomfo). Ogni pomfo viene confrontato con quello provocato dall istamina (che per convenzione è riportato + + +) e con quello del controllo negativo (che non deve avere reazione significativa). Se il pomfo è inferiore alla metà del pomfo dell istamina il risultato del test sarà +, se è compreso tra la metà e la stessa dimensione di quello dell istamina è indicato con + +, se è da una a due volte la dimensione dell istamina è indicato con + + +, se supera il doppio del pomfo dell istamina è indicato con Si considera positivo il prick che raggiunge almeno + +. Nei Servizi di bronco-pneumologia sono disponibili anche altri esami (test da sforzo, test alla meta colina, test all ossido nitrico, studio dei volumi e delle resistenze polmonari); non sono test per tutti, ma solo per i bambini che hanno una forma asmatica grave in cui è necessario un monitoraggio attento e uno studio dell evoluzione dell infiammazione bronchiale. Perciò qui non ne parliamo. 22

5 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA co nel fare la diagnosi. Questo significa che è necessario rispondere a domande del tipo: c è qualcuno in famiglia che soffre o ha sofferto di asma o di malattie allergiche? Quanti episodi di fischietto o sibilo ai polmoni ha avuto nell ultimo anno? È andato mai all ospedale? Quali medicine sono state efficaci? Tra un episodio e l altro è presente la tosse? Cos è che fa scatenare la tosse (la corsa, le emozioni, andare a casa di nonna, saltare sul letto, l aria fredda o umida)? Quanti giorni di scuola ha perso per la tosse o per il fischietto? E via dicendo. Ultimo punto è sapere che i sintomi classici dell asma (tosse secca e stizzosa, respiro sibilante) sono scatenati quasi sempre dai seguenti fattori, presenti da soli o variamente associati: - i numerosissimi virus respiratori (cioè quelli dei raffreddori, dell influenza, ecc.); - l allergia a qualcosa che viene respirato (allergeni inalanti); solo in rarissimi casi a qualcosa che viene ingerito per bocca (allergeni alimentari); - lo stress emotivo (come le arrabbiature o la risata); - il fumo di sigaretta e l inquinamento dell aria. L esercizio fisico (e l emozione, benché meno tipicamente e frequentemente in causa) meritano un discorso a parte: non sono, evidentemente, uno di quei fattori che, oltre che scatenarla sostengono l asma (anzi, l esercizio fisico può esserne considerato quasi una cura), sono piuttosto un segnale d ipersensibilità cronica del bronco, che restringe il suo lume anche soltanto per il passaggio rapido dell aria nelle sue vie: è la cosiddetta asma da sforzo, che richiede sempre un trattamento sistematico, inalatorio, quotidiano. E ALLORA NIENTE ESAMI? Se il medico è sicuro della diagnosi, non serve fare accertamenti; sarà proprio la risposta al trattamento (il controllo dell asma) che lo guiderà. Solo in singoli casi può essere utile effettuare una spirometria. Si tratta di un test per i bambini più grandi e collaborativi (oltre i 5-6 anni) che serve a valutare di quanto sono ostruite le vie respiratorie. Il bambino soffia in un tubo e un piccolo computer rileva il flusso d aria corrispondente ai diversi tratti dell albero bronchiale. Più i bronchi sono chiusi, più i flussi sono bassi. Se i bronchi sono ostruiti, si fa un altro test a minuti dopo l inalazione di salbutamolo (farmaco broncodilatatore) per verificare che i bronchi si siano effettivamente dilatati. E LE PROVE ALLERGICHE? L allergia è un fattore scatenante l asma; indagare un eventuale allergia nei familiari (genitori, fratelli, parenti) e nella storia personale è utile per avere più chiaro il quadro. Ad esempio, se Giorgio comincia a tossire e ad avere l affanno quando va a casa della zia (sempre la solita zia, quella dei tre figli asmatici) che vive con il gatto sul divano e questo succede solamente in queste occasioni, le prove allergiche sono inutili: Giorgio è sicuramente allergico al pelo del gatto (ma si dovrebbe dire ai derivati epidermici del gatto). In situazioni meno chiare si effettuano i test cutanei, meglio detti prick test. Sono facili, economici, non sono dolorosi e risultano positivi nell 80-90% dei bambini asmatici. Sono disponibili anche test allergici sul sangue (RAST e l ImmunoCap) che non sono migliori del prick test per ciò che riguarda la capacità di individuare se un soggetto è o non è allergico e per giunta sono molto più costosi. I test sul prelievo di sangue sono utili solamente quando non è possibile effettuare quelli cutanei e cioè: se il bambino è in trattamento con antistaminici e non è possibile sospenderli; se soffre di una dermatite così grave da non permettere l esecuzione del test sulla cute. Bisogna ricordare che nessun test diagnostico può sostituire il ragionamento e l esame clinico, il risultato di un test richiede sempre l interpretazione da parte del medico, un test positivo significa essere allergici, ma non malati, cioè non è detto che l allergia sia clinicamente manifesta. 27

6 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA Il giusto rimedio Come muoversi nella scelta dei farmaci Ormai da molti anni non ci sono problemi nella cura dei bambini (e degli adulti) asmatici: abbiamo molti farmaci efficaci e sicuri e moltissima esperienza. Si agisce su due fronti: trattamento degli attacchi asmatici acuti e, quando è necessario,dell infiammazione bronchiale (trattamento di fondo dell asma). L obiettivo è semplice: assicurare al bambino asmatico una qualità di vita come quella dei suoi coetanei. Poiché il controllo dell asma dipende da quanto sono infiammati i bronchi, più i sintomi sono presenti o sono gravi, maggiore è l infiammazione e maggiore deve essere l uso di farmaci per il controllo dell infiammazione (terapia di fondo dell asma). Facciamo un esempio: il bambino non solo ha degli attacchi di asma, ma fischia anche quando corre, ride o si arrabbia, questo significa che la sua asma non è ben controllata: è la cosiddetta asma da sforzo, di cui abbiamo già fatto cenno: ci sarà bisogno di un trattamento protratto, quotidiano. Meno sintomi sono presenti, minore è l infiammazione e minore sarà l uso 28 Federico Marolla Pediatra di famiglia, Roma di farmaci antinfiammatori. Ma andiamo per ordine. COME SI CURA E COME SI PREVIENE L ASMA Quando il bambino fischia ed è affannato si interviene subito con un farmaco broncodilatatore, cioè capace di allargare il diametro dei bronchi che nel corso dell attacco si è troppo ristretto. Sono questi i farmaci che si somministrano con l apparecchio dell aerosol o, meglio ancora, con la bomboletta spray accoppiata al distanziatore. Il più utilizzato si chiama salbutamolo ed è un farmaco ad azione breve, agisce subito, ma il suo effetto dura poco tempo; raramente è necessario aggiungere un altro farmaco (sempre per aerosol o con lo spray) che si chiama ipratropio bromuro. In qualche caso, se i bronchi non si dilatano a sufficienza e il bambino continua a fischiare nonostante i broncodilatatori, si può usare il cortisone per bocca. Se gli attacchi sono molto frequenti e il bambino non sta bene nel tempo che intercorre fra un attacco e l altro, è necessario un trattamento di fondo che si basa su derivati del cortisone, somministrati sempre con l aerosol o con lo spray o

7 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA su un farmaco più recente, il montelukast che si prende per bocca. Quest ultimo farmaco è comodo da usare e perciò è molto usato, anche se è piuttosto costoso e dovrebbe essere considerato solo in seconda battuta. QUALI SONO I FATTORI SCATENANTI Le infezioni virali respiratorie, soprattutto nei bambini piccoli sono spesso responsabili delle bronchiti asmatiformi che hanno sintomi molto simili a quelli dell asma e si curano allo stesso modo: purtroppo non sempre è possibile evitarle e, soprattutto nei bambini che vanno al nido e alla materna, sono praticamente inevitabili. Se invece la causa scatenante è l inalazione di una sostanza alla quale il bambino è allergico, in alcuni casi è possibile ridurne la presenza nell ambiente in cui il bambino vive: un esempio sono le misure antiacaro, cioè tutti quei sistemi per ridurre al massimo la polvere e gli acari. Il fumo di sigaretta è fortemente irritante per i bambini, quindi deve assolutamente essere proibito esporli al fumo passivo. Anche l inquinamento dell aria (all esterno e soprattutto in casa) è dannoso; è utile arieggiare le camere, evitare le strade molto trafficate, evitare di rimanere alungo in luoghi ad alto tasso di inquinanti (abitacolo della macchina, stanze prive di ventilazione). SCRIPTA MANENT L attacco d asma comincia generalmente con una tosse secca e stizzosa, fastidiosa, che i genitori (e spesso anche i bambini) sanno riconoscere, perciò non è difficile iniziare la cura, soprattutto se il pediatra ha fornito alla famiglia delle istruzioni scritte per la corretta somministrazione del farmaco broncodilatore. Abbiamo visto che quando i sintomi sono persistenti e interferiscono con la qualità di vita del bambino (assenza da scuola, episodi ravvicinati, tosse quando corre, risvegli notturni per l asma, ecc.), è necessario il trattamento di fondo dell asma. Anche in questo caso un piano scritto dal medico sarà di aiuto: si inizia sempre con un cortisonico in forma spray da usare con il distanziatore, eseguito tutti i giorni per un periodo anche di qualche mese. Se nonostante questo trattamento si verificano comunque attacchi acuti, si ricorre al piano scritto per gli episodi acuti, senza interrompere trattamento di fondo. Questi spray derivati dal cortisone sono utilizzati a dosi molto basse e perciò non fanno male, anche se è necessario usarli per lunghi periodi. È importante saper riconoscere quando l asma non è ben controllato: è molto importante infatti che il bambino svolga una vita normale, giocando, correndo, sudando, dormendo bene la notte, socializzando, andando a scuola. Quando così non è i genitori devono rivedere con il medico il trattamento per aggiustarlo. MOLTO MEGLIO LO SPRAY Nonostante l aerosol sia molto amato dalle mamme, sarebbe meglio somministrare i farmaci per l asma con una semplice bomboletta spray, a patto però di saperla usare come si deve. Intanto, oltre alla bomboletta, serve il distanziatore, cioè quel cilindro vuoto con due aperture: una piccola per inserire la bomboletta spray e l altra, dotata di un boccaglio o di una mascherina attraverso la quale il bambino deve respirare per assumere il farmaco. Si fa così. Si agita la bomboletta per qualche secondo e poi la si inserisce nel distanziatore; se il distanziatore non è stato usato per oltre una settimana, è meglio effettuare uno spruzzo a vuoto. Si introduce nella bocca del bambino il boccaglio o si appoggia la mascherina al suo viso, dopo di che si fa uno spruzzo; nel distanziatore trasparente si vedrà per un attimo una nuvoletta: è il farmaco che si mescola con l aria. È quello il momento di invitare il bambino a inspirare lentamente e a trattenere il fiato per almeno 10 secondi. Dopo un minuto si ripetere l operazione. A volte può essere necessario chiudere le narici con le dita durante le inspirazioni.

8 SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA FAQ Un bambino asmatico deve rivolgersi ad un centro specialistico? Molto raramente per curare l asma c è bisogno di uno specialista bronco-pneumologo; la maggior parte dei bambini asmatici infatti soffre di asma lieve o moderato. Il pediatra di famiglia ha competenze ed esperienza sufficienti e soprattutto è molto più accessibile e vicino alla famiglia. Sarà lui che, in caso di necessità, chiederà una consulenza. In caso di attacco d asma è meglio correre al pronto soccorso? Un primo attacco di asma può spaventare i genitori, ma comunque è sempre meglio cercare il proprio pediatra curante; è molto raro infatti che un attacco di asma sia effettivamente pericoloso. Servono per la cura dell asma i farmaci mucolitici, fluidificanti o calmanti della tosse? No, non servono, anzi possono addirittura essere dannosi. È vero che un bambino asmatico non deve correre altrimenti suda e si raffredda? Assolutamente no. I bambini asmatici devono fare le cose che fanno tutti i bambini. È vero che l omeopatia o le medicine alternative funzionano meglio? Ai nostri giorni non si può più andare a naso o seguire un opinione : 30 siamo abituati alla medicina basata sull evidenza, o meglio sulle prove. Orbene, non c è nessuna prova, e semmai prove contro, che l agopuntura, l omeopatia o altri trattamenti alternativi abbiano efficacia nel trattamento dell asma. E la rinite allergica c entra qualcosa con l asma? Sì, perché le due malattie sono associate; infatti 8 soggetti asmatici su 10 hanno o avranno anche la rinite allergica, mentre da 1 a 4 con la rinite allergica soffrono o soffriranno anche di asma. È vero che dalla dermatite atopica si può passare all asma? Sì, la presenza di dermatite atopica nei primi 2 anni di vita si associa ad un maggiore rischio di sviluppare l asma, soprattutto tra i bambini maschi. Sono utili i vaccini desensibilizzanti? È un trattamento lungo e costoso, che può essere preso in considerazione solo quando siamo sicuri che la causa dell asma sia un allergene; la terapia con questi vaccini può far sì che si riduca la risposata a quell allergene.

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato PROGETTO ARIA ITALIA GESTIONE DELLA RINITE ALLERGICA E DEL SUO IMPATTO SULL ASMA ALLERGIC RHINITIS IMPACT ON AND ITS AST H MA TM Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato in collaborazione con

Dettagli

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie ASMA BRONCHIALE Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie 2 aeree. Il restringimento è intermittente

Dettagli

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica

Desensibilizzazione. o Immunoterapia Allergene specifica La Desensibilizzazione o Immunoterapia Allergene specifica Le allergie interessano il 25% della popolazione italiana e raggiungeranno 1 persona su 2 entro il 2010 La ragione di questo aumento è in parte

Dettagli

Mio figlio ha l eczema?

Mio figlio ha l eczema? FONDATION Mio figlio ha l eczema? Informazioni fornite ai genitori e utili per gli insegnanti Dott. Jacques ROBERT Pediatra - Allergologo A cura della FONDAZIONE PER LA DERMATITE ATOPICA Capire l eczema

Dettagli

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN Diagnosi clinica di Asma nell adulto Dott.ssa Andreina Boschi - specialista in pneumologia. medico di medicina generale Asma:

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. A Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. Allergia - Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine

Dettagli

PROGETTO INDOOR SCHOOL

PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria degli scolari e degli adolescenti

Dettagli

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria

Dettagli

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 Versione 2016 1.CHE COS È LA FEBBRE RICORRENTE ASSOCIATA A NLRP12 1.1 Che cos è? La febbre ricorrente associata a NLRP12

Dettagli

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici La polmonite è la malattia dei polmoni e del sistema respiratorio in cui gli alveoli polmonari si infiammano e si riempiono di liquido, ostacolando la funzione respiratoria. Frequentemente anche i bronchi

Dettagli

L asma non va in vacanza

L asma non va in vacanza L asma non va in vacanza Non dimenticare di controllare ASMA e RINITE allergica anche d estate A cura della Merck Sharp & Dohme (Italia) S.p.A.Via G. Fabbroni, 6-00191 Roma www.msd-italia.it www.univadis.it

Dettagli

LA SALUTE DEL BAMBINO E L AMBIENTE

LA SALUTE DEL BAMBINO E L AMBIENTE LA SALUTE DEL BAMBINO E L AMBIENTE CODICE / (da compilarsi a cura del centro di coordinamento) 1 1 Il codice deve essere formato da una lettera che identifica la zona/comune di rilevazione e da cifre che

Dettagli

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati?

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? Domande e risposte 30 novembre 2010 Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? In sintesi: La tosse è un sintomo comune nei bambini

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica Asma : cos è L'asma è una malattia infiammatoria cronica del polmone. Nei soggetti predisposti l Asma provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica

Dettagli

"2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5

2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 "2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 VIDEOANIMAZIONE E DISCUSSIONE SU CASI SIMULATI SUL TEMA: I SINTOMI E LA GESTIONE DELLE ALLERGIE RESPIRATORIE E SINDROMI CORRELATE (RUOLO DEL PAZIENTE, DEL FARMACISTA

Dettagli

FIMP Rete allergologica

FIMP Rete allergologica Linee Guida ASMA Il presente questionario è ANONIMO FIMP Medico compilatore ANONIMO Regione e località N bambini in convenzione Anno di entrata in convenzione Specializzazioni (oltre a quella in Pediatria)

Dettagli

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN PRIMO SOCCORSO PATOLOGIE RESPIRATORIE ANATOMIA E FISIOLOGIA LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL APPARATO RESPIRATORIO È DI FORNIRE AI TESSUTI UN SUFFICIENTE APPORTO DI OSSIGENO PER SODDISFARNE LE RICHIESTE ENERGETICHE

Dettagli

AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I

AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I CARTA DEI SERVIZI BRONCOPNEUMOPATIE CRONICHE E ASMA GRAVE 2015-2016 Con la Sponsorizzazione di BCPO La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia delle vie

Dettagli

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO APPARATO RESPIRATORIO TURBE del RESPIRO SINDROME da ANNEGAMENTO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APPARATO RESPIRATORIO Le TURBE DEL RESPIRO: INSUFFICIENZA

Dettagli

INDAGINE COMPARTO PANIFICATORI PASTICCERI

INDAGINE COMPARTO PANIFICATORI PASTICCERI INDAGINE COMPARTO PANIFICATORI PASTICCERI Collaborazione ASL Como- UOOML Desio - Centro di allergologia Ospedale S.Raffaele Milano Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro ASL Como Direttore M.Rita

Dettagli

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili.

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. MED Utile nella protezione delle mucose nasali in caso di congestioni rino-faringee. Think Green. Live Green. Cos è l allergia. L allergia è un disturbo del sistema

Dettagli

raffreddore TOSSE e CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI

raffreddore TOSSE e CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI INTERNO-tosse.qxd 3-06-2004 12:23 Pagina 1 TOSSE e raffreddore CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI Cari genitori, il modo migliore per aiutarvi nella non facile impresa della crescita dei figli è accompagnarvi

Dettagli

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini IN QUESTA GUIDA Indice GUIDA PER I GENITORI 5 Introduzione Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini Fisiopatologia 8 Cos è l occlusione

Dettagli

NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico.

NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico. Le nostre Schede Pratiche IL BAMBINO ASMATICO NB. Le informazioni riportate di seguito non possono in alcun modo sostituirsi alla diagnosi, alla cura e al trattamento da parte del tuo medico. CHE COS'E'

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

con il patrocinio della Educare divertendo Opuscolo informativo sui rischi per la salute dei bambini causati dall'esposizione al fumo passivo

con il patrocinio della Educare divertendo Opuscolo informativo sui rischi per la salute dei bambini causati dall'esposizione al fumo passivo con il patrocinio della Educare divertendo Opuscolo informativo sui rischi per la salute dei bambini causati dall'esposizione al fumo passivo Ciao amici, sono Delfi, il vostro amico delfino. Oggi voglio

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA

SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA SUHMS SWISS UNDERWATER AND HYPERBARIC MEDICAL SOCIETY ASMA RACCOMANDAZIONI 2012-2015 DELLA SOCIETÀ SVIZZERA DI MEDICINA SUBACQUEA E IPERBARICA "SUHMS" Società svizzera di medicina subacquea e iperbarica

Dettagli

Istituto Giannina Gaslini Istituto Pediatrico di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Gerolamo Gaslini 5 16147 Genova Quarto

Istituto Giannina Gaslini Istituto Pediatrico di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Gerolamo Gaslini 5 16147 Genova Quarto Dermatite Atopica : verità e luoghi comuni Quante volte e sempre più frequentemente nell ambulatorio di dermatologia pediatrica ci sentiamo dire da genitori preoccupati: nostro figlio ha una dermatite

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA)

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) Novembre 2010 MUCOLITICI PER USO ORALE E RETTALE: CONTROINDICAZIONE NEI BAMBINI AL DI SOTTO DEI 2 ANNI Gentile Dottoressa, Gentile Dottore,

Dettagli

Cosa è la tubercolosi? Come si diffonde? Come si diagnostica? Come si cura? Cosa è la reazione alla tubercolina? E il vaccino?

Cosa è la tubercolosi? Come si diffonde? Come si diagnostica? Come si cura? Cosa è la reazione alla tubercolina? E il vaccino? Cosa è la tubercolosi? Come si diffonde? Come si diagnostica? Come si cura? Cosa è la reazione alla tubercolina? E il vaccino? 1 L opuscolo raccoglie le più frequenti domande rivolte agli operatori del

Dettagli

Il fenomeno condensa

Il fenomeno condensa Il fenomeno condensa La condensa è un fenomeno naturale molto frequente e presente in vari tipi di abitazioni; è un fenomeno piuttosto fastidioso ed insidioso, anche perché comporta effetti negativi dannosi

Dettagli

Informarsi, conoscere e partecipare per migliorare la qualità della vita. Il caso asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno

Informarsi, conoscere e partecipare per migliorare la qualità della vita. Il caso asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno Informarsi, conoscere e partecipare per migliorare la qualità della vita. Il caso asma, diabete di tipo 2 e cancro al seno Progetto a cura di: Paola Mosconi, Maria Grazia Buratti, Claudia Braun 24 novembre

Dettagli

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dipartimento di Area Medica per Intensità di Cure Resp. Dott. Livio Simioni La primavera è la stagione della rinascita ma anche delle allergie ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dott. Pietro Tartaro

Dettagli

ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI

ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI 1. Conducete vostro figlio alle visite di controllo programmate dal medico, anche quando il bambino apparentemente sta bene. 2. Accertatevi che i

Dettagli

diventare asma? Può una rinite Versione italiana Dallo starnuto al respiro sibilante?

diventare asma? Può una rinite Versione italiana Dallo starnuto al respiro sibilante? Può una rinite diventare asma? Versione italiana Dallo starnuto al respiro sibilante? Quello che i pazienti allergici dovrebbero sapere sul legame tra rinite allergica e asma Per una migliore gestione

Dettagli

Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di dolore, non il piacere

Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di dolore, non il piacere Focus su... Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di, non il piacere Aristotele 2 Il può essere definito come un campanello d allarme che ci avverte quando qualcosa nel nostro organismo non funziona

Dettagli

Organizzazione ed erogazione delle cure e audit

Organizzazione ed erogazione delle cure e audit Organizzazione ed erogazione delle cure e audit LG SIGN 9 M.Mercuri 21/11/2010 IL CONTROLLO MEDICO E L EDUCAZIONE DEL PAZIENTE Gestione dell Asma in primary care: raccomandazioni della Linea Guida SIGN

Dettagli

Che cos è l asma? LA VARIABILITÀ DELL ASMA COME PUÒ ESSERE DEFINITA L ASMA?

Che cos è l asma? LA VARIABILITÀ DELL ASMA COME PUÒ ESSERE DEFINITA L ASMA? Che cos è l asma? LA VARIABILITÀ DELL ASMA Molte persone riconoscono l asma nel respiro affannoso e fi schiante di un bambino o di un adulto sotto sforzo, oppure a riposo, con attacchi ora leggeri ora

Dettagli

Consigli ai genitori. La dermatite atopica Come curarla

Consigli ai genitori. La dermatite atopica Come curarla Consigli ai genitori La dermatite atopica Come curarla I consigli Quando? Al momento di una diagnosi certa o nelle ricadute Come? Con spiegazioni orali, con scheda Perché Serve a rendere autonomo il genitore,

Dettagli

Il termine connettiviti indica un gruppo di malattie reumatiche, caratterizzate dall infiammazione cronica del tessuto connettivo, ossia di quel

Il termine connettiviti indica un gruppo di malattie reumatiche, caratterizzate dall infiammazione cronica del tessuto connettivo, ossia di quel Il termine connettiviti indica un gruppo di malattie reumatiche, caratterizzate dall infiammazione cronica del tessuto connettivo, ossia di quel complesso tessuto con funzione di riempimento, sostegno

Dettagli

ASMA BRONCHIALE. L eziologia è ignota ma se ne conosco alcuni fattori scatenanti quali:

ASMA BRONCHIALE. L eziologia è ignota ma se ne conosco alcuni fattori scatenanti quali: ASMA BRONCHIALE Definizione:Malattia infiammatoria cronica delle vie aeree a eziologia ignota,caratterizzata da ricorrenti episodi di ostruzione bronchiale reversibili e da iperreattività bronchiale ovvero

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie LE CURE TERMALI Le cure inalatorie LE ACQUE TERMALI DI COMANO Curano la pelle, migliorano la vita L acqua di Comano è un acqua oligominerale caratterizzata dalla presenza di sali di bicarbonato, calcio,

Dettagli

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche

Allergia da alimenti. Cause. Manifestazioni cliniche Allergia da alimenti Il problema delle reazioni avverse agli alimenti era noto fin dai tempi degli antichi greci e particolari manifestazioni erano già state associate all ingestione di cibi. Tutti gli

Dettagli

Allergeni inalanti. Cosa significa allergia? Quali sono gli allergeni responsabili delle malattie respiratorie allergiche? Malattie allergiche

Allergeni inalanti. Cosa significa allergia? Quali sono gli allergeni responsabili delle malattie respiratorie allergiche? Malattie allergiche Cosa significa allergia? Con il termine allergia o atopia si intende una reazione abnorme del sistema immunitario verso sostanze comunemente innocue per l'organismo. Ogni contatto successivo con quella

Dettagli

l Allergia agli Acari

l Allergia agli Acari l Allergia agli Acari SINTOMI DELL ALLERGIA AGLI ACARI I sintomi dell allergia agli acari sono soprattutto respiratori, durano tutto l anno ma possono intensificarsi durante due periodi chiave: il mese

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE

ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE ACARI DELLA POLVERE DOMESTICA E DELLE DERRATE Informazioni e consigli per i pazienti allergici Your Partner in Anaphylaxis + Immunotherapy Cara paziente allergica, Caro paziente allergico, Gli acari della

Dettagli

Meglio informati sul raffreddore

Meglio informati sul raffreddore Informazioni per i pazienti Meglio informati sul raffreddore Quelli con l arcobaleno Informazioni sul raffreddore Il naso sano La mucosa nasale sana produce muco 1, che trattiene le particelle di polvere

Dettagli

Una piccola guida per i genitori Tosse, tosse, tosse

Una piccola guida per i genitori Tosse, tosse, tosse Una piccola guida per i genitori Tosse, tosse, tosse Malattie delle vie respiratorie dei lattanti e dei bambini di età inferiore ai tre anni Indice 5 6 7 8 12 13 16 17 19 20 31 32 35 36 Prefazione Qual

Dettagli

Allergia e asma in gravidanza

Allergia e asma in gravidanza Allergia e asma in gravidanza In collaborazione con la Commissione di specialità della Società Svizzera di Allergologia e Immunologia (SSAI) Autore Prof. dott. med. Arthur Helbling, specialista FMH in

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

IL SELF HELP PER UN AMBULATORIO DI QUALITÀ L ATTENDIBILITÀ DEI TEST RAPIDI

IL SELF HELP PER UN AMBULATORIO DI QUALITÀ L ATTENDIBILITÀ DEI TEST RAPIDI IL SELF HELP PER UN AMBULATORIO DI QUALITÀ L ATTENDIBILITÀ DEI TEST RAPIDI V corso di approfondimento professionale per il Pediatra 19-22 Novembre 2007 Dott. Anna Maria Montano Pdf Rm E Self help Il Self

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Gli unici test rapidi a domicilio per allergie Test allergico generico (IgE) Test allergico alle uova Test intolleranza al glutine Test allergico

Dettagli

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl

Mi informo... 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl 12.2013 - STG089 - Gi&Gi Srl Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 1 Mi informo... Opuscolo_Allergia_Resp_10x21.qxd:- 19/12/13 17:07 Page 2 Cos è l allergia? Definizione L allergia è una

Dettagli

Comune di Viadana Azienda Sanitaria Locale di Mantova

Comune di Viadana Azienda Sanitaria Locale di Mantova Comune di Viadana Azienda Sanitaria Locale di Mantova QUESTIONARIO PER I GENITORI Gentili Genitori, il presente questionario è simile a quello che già avete compilato nel 2006, anche se semplificato e

Dettagli

TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO ALL INTERNO!

TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO ALL INTERNO! PRIMAVERA tempo di allergie all interno Le cause I farmaci 3 5 TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO ALL INTERNO! sommario MARZO 2007 - N. 3 - Anno 2 Il Mensile d informazione per la salute ed il benessere Rinite

Dettagli

I ritmi di vita imposti dalla società moderna talvolta non permettono di dedicare alle persone che si amano tutto il tempo e le attenzioni dovute.

I ritmi di vita imposti dalla società moderna talvolta non permettono di dedicare alle persone che si amano tutto il tempo e le attenzioni dovute. I ritmi di vita imposti dalla società moderna talvolta non permettono di dedicare alle persone che si amano tutto il tempo e le attenzioni dovute. Frequentemente siamo costretti ad affidare i nostri cari

Dettagli

Che cos è la fibrosi cistica

Che cos è la fibrosi cistica La scoperta del gene responsabile della fibrosi cistica ha permesso la messa a punto di un test genetico per identificare il portatore sano del gene della malattia. Si è aperto quindi un importante dibattito

Dettagli

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 REFLUSSO GASTROESOFAGEO Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 MRGE: sintomi extraesofagei MRGE: molto diffusa e frequente nella pratica clinica. Manifestazioni

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

Arresto Cardio Circolatorio = evento letale se non trattato

Arresto Cardio Circolatorio = evento letale se non trattato ARRESTO CARDIACO - MORTE IMPROVVISA CATENA DELLA SOPRAVVIVENZA DEFIBRILLATORE. Ogni anno in Italia circa 50.000 persone muoiono improvvisamente. La Morte improvvisa (intesa come morte non preceduta da

Dettagli

Allergia. Cosa sono e come si presentano. Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico

Allergia. Cosa sono e come si presentano. Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico Allergia Cosa sono e come si presentano - Prevenzione - Sintomi - Esami - Terapia - Prognosi - Shock anafilattico Cosa sono e come si presentano Le allergie sono una eccessiva reazione a sostanze che in

Dettagli

Programma di Scienze Anno scolastico Tempo di lezione stimato

Programma di Scienze Anno scolastico Tempo di lezione stimato Programma di Scienze Nozioni di base di primo soccorso. Mantenersi in salute Anno scolastico Scuola primaria: quarta e quinta. L argomento può essere trattato fin dal primo anno Tempo di lezione stimato

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. RELENZA 5 mg/dose polvere per inalazione in contenitore monodose zanamivir

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. RELENZA 5 mg/dose polvere per inalazione in contenitore monodose zanamivir FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE RELENZA 5 mg/dose polvere per inalazione in contenitore monodose zanamivir Legga attentamente tutto questo foglio prima di iniziare ad usare questo

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore FOSTER 100/6 microgrammi per erogazione soluzione pressurizzata per inalazione Beclometasone dipropionato - formoterolo fumarato diidrato. La terapia

Dettagli

E la vostra salute Siate coinvolti

E la vostra salute Siate coinvolti E la vostra salute Siate coinvolti Il finanziamento per questo progetto e stato fornito dal Ministero della Sanita e dell Assistenza a Lungo Termine dell Ontario www.oha.com 1. Siate coinvolti nella cura

Dettagli

Le allergie respiratorie. Cosa sono, quali sono i sintomi e come possiamo curarle. Collana piùinforma

Le allergie respiratorie. Cosa sono, quali sono i sintomi e come possiamo curarle. Collana piùinforma Le allergie respiratorie. Cosa sono, quali sono i sintomi e come possiamo curarle. Collana piùinforma Prof. GIORGIO CIPRANDI Medico Chirurgo Nato a Milano il 24/10/1957. Laurea in Medicina e Chirurgia

Dettagli

IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO:

IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO: IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO: note divulgative per aiutare a smettere di fumare 2 Devo veramente smettere di fumare? Il fumo è la causa principale della broncopneumopatia cronica

Dettagli

Malattie. Asma. Sintomi Diagnosi Trattamento

Malattie. Asma. Sintomi Diagnosi Trattamento Malattie Asma Sintomi Diagnosi Trattamento Ai fini di una migliore leggibilità, nel testo è stata utilizzata soltanto la forma maschile. La forma femminile è ovviamente inclusa. Editoriale Editrice: Lega

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

PROJECT SRL DISTRIBUZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI E TEST RAPIDI IN VITRO

PROJECT SRL DISTRIBUZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI E TEST RAPIDI IN VITRO FAQ lattosio PAZIENTE 1) Quali sono i sintomi dell'intolleranza al lattosio? Generalmente i sintomi sono di tipo intestinale e compaiono da pochi minuti a 1 2 ore dopo l'ingestione di cibi contenenti lattosio.

Dettagli

CASO CLINICO FIMPAGGIORNA 2008 IL PEDIATRA TRA ANTICHI PROBLEMI E NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI.. Caserta 8 Maggio 2008. Lorenzo Mariniello

CASO CLINICO FIMPAGGIORNA 2008 IL PEDIATRA TRA ANTICHI PROBLEMI E NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI.. Caserta 8 Maggio 2008. Lorenzo Mariniello CASO CLINICO FIMPAGGIORNA 2008 IL PEDIATRA TRA ANTICHI PROBLEMI E NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI.. Caserta 8 Maggio 2008 Lorenzo Mariniello A.F., maschio 12 anni, è giunto per la prima volta alla mia osservazione

Dettagli

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia (jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia L asma é un disturbo infiammatorio cronico nel quale l infiammazione delle vie aeree porta ad iperreattivita bronchiale verso una miriade di fattori

Dettagli

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 I.T.I. OMAR GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 Procedure igienico sanitarie OTTOBRE 2009 REVISIONE 01 SOMMARIO La sindrome influenzale da virus A/H1N1 3 Misure di prevenzione 3 Come lavare

Dettagli

Automedicarsi vuol dire curare da sé lievi disturbi o sintomi passeggeri,

Automedicarsi vuol dire curare da sé lievi disturbi o sintomi passeggeri, 1. RESPONSABILE 1. CHE COSA È L AUTOMEDICAZIONE RESPONSABILE Automedicarsi vuol dire curare da sé lievi disturbi o sintomi passeggeri, come tosse, raffreddore, stitichezza: disturbi che conosciamo bene,

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di

Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di Introduzione - Le modificazioni ambientali e le alterazioni degli stili di vita verificatesi negli ultimi decenni hanno favorito il moltiplicarsi di reazioni allergiche nella popolazione mondiale. Nell

Dettagli

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia scuola morbillo vaccino parotite rosolia Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2004 Il morbillo è

Dettagli

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012 Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione Ricerca quantitativa settembre 2012 Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DA LILT NEL SETTEMBRE 2012 REALIZZATA TRA L'11 E

Dettagli

Governo clinico delle patologie respiratorie croniche in medicina generale. Dr. Franco Macchia

Governo clinico delle patologie respiratorie croniche in medicina generale. Dr. Franco Macchia Governo clinico delle patologie respiratorie croniche in medicina generale. Dr. Franco Macchia Le malattie respiratorie e, in particolare la BPCO e l'asma, stanno diventando un problema di salute sempre

Dettagli

01 - Il trattamento per le allergie: le cose da sapere

01 - Il trattamento per le allergie: le cose da sapere 01 - Il trattamento per le allergie: le cose da sapere Indice dei contenuti Che cos'è effettivamente un'allergia? Che cos'è effettivamente un'allergia?... 1 Perchè è assolutamente necessario ricorrere

Dettagli

La Febbre: Info per i genitori. Calvani Mauro e Laura Reali

La Febbre: Info per i genitori. Calvani Mauro e Laura Reali La Febbre: Info per i genitori Calvani Mauro e Laura Reali 1. A cosa serve la febbre? La febbre èun importante e benefico meccanismo di difesa con cui il tuo bambino si difende dai germi che entrano nel

Dettagli

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme 1 Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme cliniche Descrivere le possibili complicanze che possono

Dettagli

Epistassi : il sangue dal naso

Epistassi : il sangue dal naso Epistassi : il sangue dal naso L'epistassi (sangue dal naso) è un fenomeno molto comune durante l'infanzia, tanto che vostro/a figlio Si verifica di solito per la secchezza della mucosa nasale, cui si

Dettagli

L allergia L allergia è una reazione eccessiva del sistema immunitario verso una sostanza, detta allergene, che solitamente non dà alcun problema nella maggior parte della popolazione. L allergia può essere

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir

VECTAVIR LABIALE 1% crema penciclovir FOGLIO ILLUSTRATIVO PRIMA DELL USO LEGGETE CON ATTENZIONE TUTTE LE INFORMAZIONI CONTENUTE NEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO Questo è un medicinale di AUTOMEDICAZIONE che potete usare per curare disturbi lievi

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

Problemi respiratori nella Malattia di Pompe

Problemi respiratori nella Malattia di Pompe Problemi respiratori nella Malattia di Pompe Molti neonati, bambini e adulti affetti dalla Malattia di Pompe presentano sintomi precoci di difficoltà respiratoria, che può aggravarsi con il progressivo

Dettagli

PELI DI ANIMALI E SQUAME DI ANIMALI

PELI DI ANIMALI E SQUAME DI ANIMALI PELI DI ANIMALI E SQUAME DI ANIMALI Informazioni e consigli per i pazienti allergici Your Partner in Anaphylaxis + Immunotherapy Cara paziente allergica, Caro paziente allergico, Soffrite di un allergia

Dettagli