Progetto Guida Sicura per Neopatentati

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto Guida Sicura per Neopatentati"

Transcript

1

2 Giovani e sicurezza stradale. Lo scenario. Oggi il tema della sicurezza stradale sta a cuore a tutti, sappiamo benissimo quali sono le tragiche cifre degli incidenti stradali che regolarmente vengono diffuse dai media. Un problema di assoluta priorità: per l alto numero di decessi e di invalidi, per gli elevati costi sociali ed economici che il Paese deve sostenere. L entità del fenomeno viene ulteriormente aggravato dall incidenza sul numero totale delle vittime costituita dai giovani fra i 15 e i 29 anni. I dati parlano chiaro: in un anno in Italia sono morti circa 1490 giovani, feriti circa , pari al 31,1% dei feriti complessivi, numerosi i casi di invalidità. Fra le principali cause, oltre all inesperienza e all incapacità nel saper dominare la vettura in situazioni di pericolo si aggiungono i comportamenti a rischio : la velocità e la guida in stato di ebbrezza o sotto l effetto di stupefacenti. 1

3 L elemento umano come anello fondamentale nella catena della sicurezza stradale Dal 2003 Volkswagen, particolarmente sensibile ai temi sociali e consapevole che il problema della sicurezza stradale sia, il più delle volte, legato alle dinamiche di guida, ha creato un programma di sensibilizzazione dei giovani neopatentati alla cultura della sicurezza stradale. Il progetto si sviluppa in collaborazione con il Corpo di Polizia Municipale, con gli Istituti Superiori e le Università dei Comuni che aderiscono all iniziativa. Il programma dei Corsi di è finalizzato a: migliorare la qualità e la tecnica di guida, a prevenire gli errori che possono mettere in pericolo la propria incolumità e quella degli altri, ad assumere il comportamento più appropriato in situazioni rischiose. Il progetto è stato realizzato negli anni con i ragazzi degli Istituti Superiori di Torino e di Asti,nel 2007 con la Città di Trieste, nel 2008 con i ragazzi della città di Bologna, Milano e Forlì/Cesena. Nel 2009 sono stati organizzati corsi per neopatentati e Forze dell ordine a: Forlì/Cesena, Genova, Alessandria e Brescia. 2

4 Il progetto Il riscontro positivo delle attività realizzate dal 2003 ad oggi, da parte delle Amministrazioni Comunali, Forze dell Ordine e tutte quelle realtà che dell'automobile fanno un indispensabile mezzo operativo, ci portano a sostenere che la preziosa collaborazione delle istituzioni rende più efficace la sensibilizzazione tra i giovani a salvaguardare la propria vita e quella degli altri. Nella garanzia di serietà e professionalità, mettiamo a disposizione la nostra massima versatilità progettuale al proseguimento dell iniziativa denominata per neopatentati. Nelle pagine che seguono presentiamo il progetto che prevede un implementazione su tutto il territorio nazionale. 3

5 Il Concept I nostri corsi di guida sicura sono programmati in modo da garantire ai partecipanti un esperienza utile e coinvolgente: Non incoraggiano gli allievi alla guida veloce. Stimolano il partecipante ad acquisire uno stile di guida responsabile. Gli allievi migliorano le proprie capacità di concetrazione in situazioni rischiose. Pianificazione Fase teorico formativa Fase dinamica formativa Il progetto prevede anche la partecipazione di persone diversamente abili che svolgeranno la propria attività con il costante supporto di Istruttori specializzati e con auto dotate di allestimenti in grado di supportare il 90% delle patologie. OBIETTIVI Accrescere i fattori di protezione ed eliminare o ridurre i fattori di rischio. Trasmettere ai giovani conducenti le giuste tecniche e impostazioni di guida. Diffondere e promuovere la cultura della sicurezza stradale tra i giovani Rendere i giovani automobilisti più consapevoli dei limiti dell'auto e dell' illusoria sensazione di "forza" che si può provare al volante. Educare i giovani conducenti a guidare nel rispetto della sicurezza e dell ambiente (eco-drive) Acquisire comportamenti corretti e responsabili durante la guida 4 5

6 Partecipanti Studenti e giovani in possesso di patente B Svolgimento PROGRAMMA 2010 ABRUZZO: Pescara PIEMONTE: Novara VENETO: Verona Sviluppo del progetto, nelle città che aderiscono all iniziativa 4/6 giornate di corsi suddivisi in 8/12 sessioni 5

7 Staff 6 Piloti istruttori professionisti 1 Responsabile logistico 1 Coordinatore istruttori 3 Tecnici/meccanici con 2 furgoni officina mobile Vetture 6 auto a disposizione più scorte. Le auto utilizzate per le prove saranno messe a disposizione da Volkswagen. Per l attività dinamica, i partecipanti di ciascuna sessione saranno suddivisi in 3 gruppi. Ogni gruppo avrà a disposizione 2 vetture e 2 istruttori. Durata 4/6 giornate 8/12 sessioni di corso ½ giornata ciascuna 6

8 2 - Fase teorico formativa Lezione teorica: Questa fase, della durata di 30 min, viene realizzata in una tensostruttara o sala briefing presso l area dedicata. Concetti fondamentali della guida e nozioni generali sulla sicurezza in auto con il supporto di proiezione multimediale di slides. Spiegazione dei concetti principali della guida eco-drive per sensibilizzare i giovani ad una guida economica ed ecologica che consente di migliorare la sicurezza sulle strade, risparmiare carburante e preservare l'ambiente. TEMI TRATTATI Analisi e spiegazione dei seguenti parametri: Posizione di guida Tecniche di sterzata Tecniche e spazi di frenata Direzionalità e deriva Distribuzione dinamica dei pesi Rollio e beccheggio Concetti di aderenza Aquaplaning Traiettorie e punti di corda Nozioni di eco drive 7

9 2 - Fase dinamica Attività dinamica per sessione: Gli allievi verranno suddivisi in 3 gruppi. Ogni gruppo avrà 2 auto a disposizione con 2 istruttori e a rotazione effettuerà le attività stabilite. La prima fase consisterà nella spiegazione e dimostrazione degli esercizi da parte degli istruttori. La seconda fase consisterà nella realizzazione dell'esercizio da parte degli allievi che guideranno affiancati da un pilota/istruttore. ESERCIZI Esercizi pratici (su fondo asciutto e bagnato) : Posizione di guida e tecniche di sterzata Sovrasterzo: perdita di controllo del posteriore mediante frenata su fondo stradale con aderenza differente e relativa correzione con e senza ABS Frenata con evitamento dell'ostacolo con ABS Slalom veloce: trasferimento dinamico dei carichi 8

10 Fase teorico dinamica Svolgimento dei corsi pratici (giornata tipo) Mattino Ore 8.15 Arrivo e accredito partecipanti Ore 9.00 Lezione teorica Ore 9.30 Inizio attività dinamica Ore Fine attività e consegna attestati Pomeriggio Ore Arrivo e accredito partecipanti Ore Lezione teorica Ore Inizio attività dinamica Ore Fine attività e consegna attestati Alla fine del corso saranno distribuiti ai ragazzi gli attestati di partecipazione, riportanti il logo di chi ha contribuito alla realizzazione del Progetto. 9

11 2 - Fase teorico dinamica 1. POSIZIONE DI GUIDA E TECNICHE DI STERZATA: per un corretto controllo della vettura su qualsiasi fondo stradale e in ogni situazione di traffico o di emergenza è basilare assumere una corretta posizione di guida: in questa prima fase del corso verranno insegnate oltre alla corretta posizione di guida anche la giusta posizione delle mani sul volante per ogni tipo di sterzata. 2. FRENATA DIFFERENZIATA (SOVRASTERZO): Spesso nei mesi invernali si possono trovare fondi stradali con diverso coefficiente di aderenza, soprattutto sul ciglio della strada (ghiaccio, breccia), che possono provocare in caso di frenata la sbandata improvvisa dell auto. Anche in questo caso si insegnerà la corretta gestione dello sterzo e freno per controllare la vettura (con e senza ABS) evitando il probabile testa-coda. 3. FRENATA + SCHIVATA: consiste nell'imparare le tecniche per evitare un ostacolo improvviso quando lo spazio per arrestarsi è insufficiente; una frenata di emergenza da realizzare con dispositivo ABS per apprendere la corretta gestione di sterzo e freno. 4. SLALOM : esercizio determinante per la guida sicura, in quanto con esso si verifica l'importanza del trasferimento dinamico dei carichi sugli assi longitudinale e trasversale dell'auto con importante variazione della direzionalità della vettura. 10

12 Le nostre esperienze Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Corsi NEOPATENTATI e FORZE DELL ORDINE Torino (TO) Asti (AT) Torino (TO) Asti (AT) Torino (TO) Trieste (TS) Bologna (BO) Milano (MI) Forlì (FC) Forlì (FC) Genova (GE) Alessandria (AL) Brescia (BS) 11

13 Preventivo per progetto presentato Servizi forniti (Il valore economico dell iniziativa è comprensivo delle seguenti voci): 1. Allestimento aree attrezzate: Tensostruttura attrezzata con: Plasma, lettore DVD per teoria Computer Tavoli/Sedie Servizi accessori: Impianto pioggia artificiale Birilli n. 3 gazebo (mt 4x4) per postazione esercizi Radio ricetrasmittente 2. Personale: n. 6 Piloti/istruttori n. 1 Responsabile n. 1 Coordinatore istruttori n. 3 tecnici/meccanici 3. Sistemazione alberghiera Staff: Pernottamenti e vitto personale addetto 4. Assicurazione: Estensione di polizza per vetture ufficiali destinate ai corsi Polizza infortuni conducente Polizza organizzatore 5. Materiale di consumo: Pneumatici Carburante Manutenzione e lavaggi Ripristini auto (sostituzione pneumatici, pastiglie e dischi) 6. Varie: Utilizzo 6 auto VW più auto di scorta Trasporto auto con bisarca Trasferimenti personale addetto Trasporto materiale con furgone Furgone officina mobile per assistenza vetture 7. Attestati di partecipazione 8. Progettazione, organizzazione, gestione e sopralluoghi: 12

14 Contatti Ciriotti s.r.l. Sede legale e amministrativa Fraz. Sessant, 213/A Asti Ph Fax Web: 14

CORSI/EVENTI INCENTIVE

CORSI/EVENTI INCENTIVE I corsi di guida aziendali sono realizzati allo scopo di conferire un maggior controllo dell autovettura in casi di pericolo. L obiettivo è migliorare la qualità di guida ed il controllo della vettura,

Dettagli

CORSI DI GUIDA SICURA

CORSI DI GUIDA SICURA Presenta CORSI DI GUIDA SICURA INTRODUZIONE Gli istruttori della Scuola Guida Sicura Pintarally & Go Free Vi faranno provare un emozionante Corso di Guida Sicura con l ausilio di alcune vetture attrezzate

Dettagli

EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE

EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE EDUCAZIONE STRADALE IL TRIANGOLO DELLA SICUREZZA GUIDA CONSAPEVOLE GUIDA SICURA GUIDA ECOLOGICA PER LE CLASSI MEDIE SUPERIORI 3^ 4^ E 5^ CON 2 e 4 RUOTE OBIETTIVI Il progetto ha l obiettivo di valorizzare

Dettagli

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE

PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA CORSI DI GUIDA SICURA AZIENDE PROGRAMMA DEL CORSO Il Corso ha la durata di un giorno e può essere svolto su Circuiti o Mini Impianti. Gli allevi,dopo essere stati accolti dal nostro staff,tornano

Dettagli

Assessorato Politiche Giovanili. CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva

Assessorato Politiche Giovanili. CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva Assessorato Politiche Giovanili CORSO DI GUIDA SICURA 2010 Relazione conclusiva IL PROGETTO NON GUIDARE COME LUI Corsi di guida sicura DESTINATARI 25 giovani (patentati) residenti a Sesto di età compresa

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: CHI SIAMO HRX è specializzata nella promozione sportiva ed organizzazione di eventi legati al mondo dello sport automotoristico a livello nazionale ed internazionale. La professionalità

Dettagli

Guida Sicura Bosch. TEC Driving System. TEC Driving System. La miglior garanzia di sicurezza siete voi

Guida Sicura Bosch. TEC Driving System. TEC Driving System. La miglior garanzia di sicurezza siete voi TEC Driving System Guida Sicura Bosch La miglior garanzia di sicurezza siete voi 1 TEC Driving System è la Scuola di Formazione del Gruppo Bosch in Italia nata per rispondere alle esigenze di formazione

Dettagli

A TUTTI GLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA

A TUTTI GLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA A TUTTI GLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA L Università degli Studi di Brescia, in collaborazione con l Autodromo di Franciacorta, propone ai suoi studenti la partecipazione a prezzo agevolato

Dettagli

GRUPPO CMB. Formazione sulla sicurezza stradale

GRUPPO CMB. Formazione sulla sicurezza stradale GRUPPO CMB Formazione sulla sicurezza stradale Gli incidenti stradali in Italia sono una delle principali causa di morte per i lavoratori, in un contesto in cui la strada rappresenta il luogo di lavoro

Dettagli

LOCATION il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più

LOCATION il complesso si sviluppa su un area totale di 74.000 m 2, di cui 23.000 m 2 coperti, con 2.000 m 2 di galleria storica (una delle più CHI SIAMO Happy Racer Driving School: l esperienza di un gruppo che ha vinto e gareggiato in tutto il mondo al servizio di tutti gli appassionati e neopatenti per apprendere sia la sicurezza della guida

Dettagli

ANIA CAMPUS TOUR ICARO

ANIA CAMPUS TOUR ICARO ANIA CAMPUS TOUR ICARO 2009 ANIA CAMPUS al TOUR ICARO 2009 In occasione del Tour Icaro 2009, la Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, Federazione Motociclistica Italiana (FMI) e Scuola Motociclistica

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria Settore Polizia Municipale Educazione stradale Introduzione L Educazione stradale o l educazione al rischio stradale ed alla mobilità sostenibile è disposta dall

Dettagli

Centro di Guida Sicura 2015

Centro di Guida Sicura 2015 FRANCIACORTA INTERNATIONAL CIRCUIT Centro di Guida Sicura 2015 Il Franciacorta International Circuit Daniel Bonara, è nato nel 2005, situato nella meravigliosa cornice della Franciacorta, oggi si colloca

Dettagli

Associazione non-profit. con il Patrocinio di: presenta

Associazione non-profit. con il Patrocinio di: presenta Associazione non-profit con il Patrocinio di: presenta progetto di avvicinamento alla mobilità eco-sostenibile, alla sicurezza stradale e alla guida sicura di biciclette per gli alunni della Scuola Secondaria

Dettagli

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO

AGGREGAZIONE COMUNI PROVINCIA DI AVELLINO CAPOFILA COMUNE DI FRIGENTO Stradale. Procedura concorsuale per l'assegnazione di contributi finanziari ai Regione Campania Decreto Dirigenziale 54 del 25/03/2013 COMUNI AZIONI PER LA SICUREZZA STRADALE PREMESSA...3 SETTORE A...3

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE AVANZATA DEI CONDUCENTI TRA IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

PROTOCOLLO D'INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE AVANZATA DEI CONDUCENTI TRA IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROTOCOLLO D'INTESA IN MATERIA DI FORMAZIONE AVANZATA DEI CONDUCENTI TRA IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI E PREMESSO 1. che l'art. 1, comma 1, del Codice della Strada prevede che "la sicurezza

Dettagli

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo.

Programma. GuidarePilotare si riserva di apportare modifiche al programma senza preavviso, garantendo parità di contenuto formativo. Guida Sicura Base Moto e MaxiScooter. La guida della moto non è così intuitiva come sembra: inoltre abbiamo a che fare con sole due ruote, problemi di equilibrio che si manifestano soprattutto da fermo

Dettagli

Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG)

Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG) Mod. A2 PGZ Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG) 1. Codice Progetto CEM_10_ 2015 2. Titolo del progetto Guida Sicura 3. Riferimenti del compilatore Nome Roberta Cognome Gottardi

Dettagli

SA.MO (Sanità Moderna) Centro di Formazione Professionale Emergency Safe driving

SA.MO (Sanità Moderna) Centro di Formazione Professionale Emergency Safe driving SA.MO (Sanità Moderna) Emergency Safe driving Corsi di Guida Sicura in Emergenza per conducenti di AMBULANZE PRESENTAZIONE progetto e finalità SAMO Emergency Safe Driving (Guida Sicura in Emergenza) è

Dettagli

GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO

GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO GO! CORSO DI GUIDA SICURA ½ GIORNATA - POMERIGGIO IL CORSO DI GUIDA SICURA - POMERIGGIO Il programma ore 13.30 ore 13.45 ore 14.15 ore 15.00 ore 18.00 ore 18.15 Arrivo ospiti in Autodromo accredito partecipanti

Dettagli

GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI

GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI GO! CORSO DI GUIDA AVANZATA 2 GIORNI IL CORSO DI GUIDA AVANZATA Il programma 1 GIORNO 2 GIORNO Dalle ore 9.30 Arrivo ospiti in Autodromo Accredito partecipanti ore 09.00 Teoria Guida Avanzata ore 10.00

Dettagli

Progetto DAVID Insieme per la sicurezza

Progetto DAVID Insieme per la sicurezza Incontri di sensibilizzazione alla sicurezza stradale rivolti agli studenti delle scuole superiori Il progetto è un programma di incontri nelle scuole superiori, organizzati dalla Polizia Municipale in

Dettagli

Motor Village Roma. Corsi di Guida Sicura per il Liceo Plinio Seniore di Roma. Roma, Italia. Novembre, 2014

Motor Village Roma. Corsi di Guida Sicura per il Liceo Plinio Seniore di Roma. Roma, Italia. Novembre, 2014 Corsi di Guida Sicura per il Liceo Plinio Seniore di Roma Roma, Italia Novembre, 2014 Sicurezza stradale Motor Village Roma è la Concessionaria di proprietà di Fiat Chrysler Automobiles a Roma per la vendita

Dettagli

LA SALUTE PRIMA DI TUTTO!

LA SALUTE PRIMA DI TUTTO! LA SALUTE PRIMA DI TUTTO! FINALITA E MOTIVAZIONI L'educazione alla salute rappresenta il processo educativo attraverso il quale gli individui imparano ad assumere consapevolmente decisioni utili al mantenimento

Dettagli

2 UNITI PER LA SICUREZZA STRADALE sapere è meglio che improvvisare 08-12 ottobre 2014

2 UNITI PER LA SICUREZZA STRADALE sapere è meglio che improvvisare 08-12 ottobre 2014 Prove gratuite di Guida Sicura Introduttiva REPORT: dati e statistiche Evento: Iniziativa dedicata alla sensibilizzazione alla sicurezza stradale tramite prove gratuite di guida sicura introduttiva, organizzata

Dettagli

La Sicurezza nell Autotrasporto Le responsabilità, le cause ed i possibili rimedi

La Sicurezza nell Autotrasporto Le responsabilità, le cause ed i possibili rimedi TITOLO La Sicurezza nell Autotrasporto Le responsabilità, le cause ed i possibili rimedi Bologna, 12 giugno 2009 Paolo Moggi LA SICUREZZA NEL TRASPORTO MIGLIORAMENTO CONTINUO SVILUPPO SISTEMA QUALITA CERTIFICAZIONE

Dettagli

LE PIAZZE DELLA SICUREZZA

LE PIAZZE DELLA SICUREZZA via Gramsci,5-21050 Cairate (VA) tel. 0331.361004 fax 1786080042 - cell. 335.5485297 LE PIAZZE DELLA SICUREZZA L Associazione NOI CAMIONISTI ha organizzato per il 2012 una serie di cinque Piazze della

Dettagli

- Regolamentazione e Requisiti richiestiper la partecipazione alle Sessioni Teoriche e Pratiche del progetto Automobilista Sicuro, Pilota Sicuro

- Regolamentazione e Requisiti richiestiper la partecipazione alle Sessioni Teoriche e Pratiche del progetto Automobilista Sicuro, Pilota Sicuro - Regolamentazione e Requisiti richiestiper la partecipazione alle Sessioni Teoriche e Pratiche del progetto Automobilista Sicuro, Pilota Sicuro La Scuola guida! - Corso di Guida Sicura e di Educazione

Dettagli

Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana -

Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana - Progetto MO.S.T. - MObilità Sostenibile a Tirana - SICUREZZA STRADALE Politiche ed esperienze europee a confronto Bari, 11 luglio 2008 www.progettomost.org SINTESI DEL PROGETTO MO.S.T. www.progettomost.org

Dettagli

L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE MASTER MASERATI INCENTIVE

L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE MASTER MASERATI INCENTIVE L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE 1 Guidare auto esclusive, dalle elevate prestazioni, e farlo divertendosi, in relax e con una competenza

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Dipartimento per l Istruzione ALL.N.1 PROGETTO A SCUOLA DI A.S.

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Dipartimento per l Istruzione ALL.N.1 PROGETTO A SCUOLA DI A.S. ALL.N.1 PROGETTO A SCUOLA DI A.S. 2010-11 In attuazione del Protocollo d intesa MIUR-SIC (Società Italiana di Cardiologia) stipulato il 19-12-2007 PROGETTO A SCUOLA DI CUORE Premessa. Il Ministero dell

Dettagli

L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE MASTER MASERATI INCENTIVE

L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE MASTER MASERATI INCENTIVE L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE 1 Guidare auto esclusive, dalle elevate prestazioni, e farlo divertendosi, in relax e con una competenza

Dettagli

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI

ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI Roma, 31 ottobre 2012 ACI ISTAT 2011: MENO INCIDENTI (-2,7%), MORTI (-5,6%) E FERITI (-3,5%) Obiettivo UE 2010 (-50% morti sulle strade): Italia non raggiunge target nemmeno nel 2011 ma fa meglio della

Dettagli

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR COMUNICATO STAMPA 26/2003 Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra e MIUR (TORINO, 17 MARZO 2003) Valentino Castellani, presidente del e la senatrice Maria Grazia Siliquini, sottosegretario

Dettagli

Verifica finale corso di Guida sicura

Verifica finale corso di Guida sicura Verifica finale corso di Guida sicura NOTA BENE: le soluzioni si trovano in fondo al documento 1. Quali sono gli scopi di una buona posizione di guida? (barrare tutte le risposte corrette) A) evitare che

Dettagli

CENTRO DI GUIDA SICURA

CENTRO DI GUIDA SICURA CENTRO DI GUIDA SICURA. Il Centro Guida Sicura dell Autodromo di Franciacorta, realizzato in sinergia con ACI Guida Sicura e accreditato presso la Regione Lombardia, è composto da cinque aree di lavoro

Dettagli

the extraordinary driving experience

the extraordinary driving experience the extraordinary driving experience MASTER MASERATI INCENTIVE L EMOZIONE DELLE PRESTAZIONI MASERATI SU PISTA E LA SICUREZZA DEL CONTROLLO IN QUALSIASI CONDIZIONE Master MASERATI INCENTIVE Master Maserati

Dettagli

La Fondazione ANIA collabora con la Polizia Stradale al progetto ICARO dal 2005

La Fondazione ANIA collabora con la Polizia Stradale al progetto ICARO dal 2005 La Fondazione Ania per la sicurezza stradale La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale nasce nel 2004 per volontà delle Compagnie di assicurazione, al fine di contribuire all impegno assunto da tutti

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA. Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte

LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA. Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NELLA SCUOLA Alessandro PALESE Direzione Sanità Regione Piemonte Il Decreto legislativo 81/2008 Il TU sulla sicurezza prevede l inserimento in ogni attività scolastica di

Dettagli

Programmi e Preventivo.

Programmi e Preventivo. Profilo GuidarePilotare S.r.l. Fondata nel 1982 da Siegfried Stohr, pilota di F1 e psicologo. 1 struttura didattica nel settore della Guida Sicura e Sportiva in Italia dal 1982. Oltre 150.000 clienti assistiti

Dettagli

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi Primo Anno SCIENZE MOTORIE a) Rielaborazione degli schemi motori propri di varie discipline a carattere sportivo e/o espressivo; b) Sviluppo della consapevolezza di sé; c) Sviluppo delle capacità coordinative

Dettagli

Regione Emilia-Romagna Servizio Tutela e Risanamento Risorsa Acqua

Regione Emilia-Romagna Servizio Tutela e Risanamento Risorsa Acqua VIS Volontariato Internazionale per lo Sviluppo Breve presentazione del soggetto concorrente Concorrente Il VIS, VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO, è un Organismo Non Governativo (ONG), senza

Dettagli

La scatola rosa a Milano. trasformazioni sociali e nuovi modelli

La scatola rosa a Milano. trasformazioni sociali e nuovi modelli La scatola rosa a Milano Le donne al volante tra trasformazioni sociali e nuovi modelli 24 novembre 2008 Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale: chi siamo La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale

Dettagli

Istituto comprensivo di Finale Ligure. Cittadinanza e Costituzione

Istituto comprensivo di Finale Ligure. Cittadinanza e Costituzione Istituto comprensivo di Finale Ligure Cittadinanza e Costituzione In riferimento al regolamento recante le Indicazioni Nazionali per il curricolo della Scuola dell'infanzia e del Primo ciclo d'istruzione,

Dettagli

Spett.le Azienda, Corsi di Guida Sicura Corsi di guida Sportiva Corsi di guida su Ghiaccio Incentive Aziendali Team Building

Spett.le Azienda, Corsi di Guida Sicura Corsi di guida Sportiva Corsi di guida su Ghiaccio Incentive Aziendali Team Building Spett.le Azienda, nel seguito troverete una beve presentazione dei nostri servizi riservati al mondo corporate Offriamo: Corsi di Guida Sicura Corsi di guida Sportiva Corsi di guida su Ghiaccio Incentive

Dettagli

la Legge 15 marzo 1997, n. 59 e in particolare l'art. 21, che consente alla scuola

la Legge 15 marzo 1997, n. 59 e in particolare l'art. 21, che consente alla scuola Prefettura di Forlì Cesena Amministrazione Provinciale Ministero dell Istruzione, Ufficio Territoriale del Governo di Forlì - Cesena dell Università e della Ricerca Centro Servizi Amm.vi di Forlì - Cesena

Dettagli

In particolare, il progetto riesce toccare diverse classi di età, affrontando in modo diretto le problematiche più evidenti per ogni tipologia:

In particolare, il progetto riesce toccare diverse classi di età, affrontando in modo diretto le problematiche più evidenti per ogni tipologia: Il progetto Caschiamoci e tutte le iniziative ad esso connesse, coinvolgono vari soggetti della realtà locale: Provincia di Arezzo, Comune di Arezzo, Comuni della Provincia di Arezzo (n. 38), Prefettura,

Dettagli

ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012

ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012 ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE Allegato 2. PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 2010-2012 Regione: Regione Autonoma della Sardegna 2) Titolo del progetto o del programma:

Dettagli

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta)

STERZATA SENZA SPOSTAMENTO MANI MANI IN POSIZIONE BASE. POSIZIONE SUL SEDILE: TROPPO LONTANA (prospetto) POSIZIONE DI GUIDA: LONTANA (pianta) MANI IN POSIZIONE BASE Posizione base, fondamentale per guidare con qualità e sicurezza: mani sul volante come sul quadrante di un orologio, per indicare le ore 9:15, con i pollici bene ancorati alle razze.

Dettagli

RESPONSABILE DEL PROGETTO

RESPONSABILE DEL PROGETTO A.S.L. VITERBO Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Pubblica INAIL Civita Castellana RESPONSABILE DEL PROGETTO Istituto Comprensivo Statale S. G. Bosco Fabrica di Roma dr. Domenico SPERA Direttore

Dettagli

Formazione Obbligatoria SICUREZZA: LA GUIDA SICURA COME EFFICACE STRUMENTO PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI

Formazione Obbligatoria SICUREZZA: LA GUIDA SICURA COME EFFICACE STRUMENTO PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI Formazione Obbligatoria SICUREZZA: LA GUIDA SICURA COME EFFICACE STRUMENTO PER LA RIDUZIONE DEI RISCHI PERCHÈ UN CORSO GUIDA SICURA BENEFICI E VALORE AGGIUNTO OBBLIGO SICUREZZA & RESPONSABILITÀ SOCIALE

Dettagli

La Promozione della Sicurezza nelle Scuole Alessandro PALESE Regione Piemonte Direzione Sanità

La Promozione della Sicurezza nelle Scuole Alessandro PALESE Regione Piemonte Direzione Sanità La Promozione della Sicurezza nelle Scuole Alessandro PALESE Regione Piemonte Direzione Sanità 11 dicembre 2013 IC Beinasco-Gramsci Sala Azzurra Via Mirafiori 27 Beinasco (To) La promozione della sicurezza

Dettagli

SULLA STRADA PER LA SICUREZZA PROGETTO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. N. 9/2008

SULLA STRADA PER LA SICUREZZA PROGETTO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. N. 9/2008 Allegato Atto G.P. N.184 del 25/09/2008 SULLA STRADA PER LA SICUREZZA PROGETTO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. N. 9/2008 Il Programma d azione europeo per la sicurezza stradale mette

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 MACRO OBIETTIVO 7 Codici indicatori: 7.6.1 PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 Programma: Mantenimento e Implementazione del Sistema per supportare le istituzioni scolastiche nella promozione della

Dettagli

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI 2 INTRODUZIONE... 3 STRUTTURA SINTETICA DEL PERCORSO... 6 DIVULGAZIONE DELL INIZIATIVA ED ISCRIZIONE... 8 IL PERCORSO TEORICO... 9 IL SIMULATORE DI GUIDA... 12 GLI ESERCIZI

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO Scuola e comunicazione nell era di internet

PROGETTO FORMATIVO Scuola e comunicazione nell era di internet PROGETTO FORMATIVO Scuola e comunicazione nell era di internet La rivoluzione tecnologica innescata dal web e dai social network, ha accentuato l uso quotidiano di nuovi strumenti informatici entrati prepotentemente

Dettagli

Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER)

Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER) Gli incidenti stradali in Emilia-Romagna: 2011 (dati provvisori progetto MIStER) Nel corso del 2011 sul territorio della regione Emilia-Romagna si sono verificati 20.415 incidenti (268 in più rispetto

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE SICUREZZA E RISPETTO DELLE REGOLE FINALITA e OBIETTIVI DEL PROGETTO Le direttive comunitarie in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro sottolineano la necessità

Dettagli

Il Comune di Napoli, con sede legale in Napoli, Piazza Municipio, 64, qui rappresentato dal Sindaco

Il Comune di Napoli, con sede legale in Napoli, Piazza Municipio, 64, qui rappresentato dal Sindaco PROTOCOLLO D INTENTI TRA IL COMUNE DI NAPOLI E LA FONDAZIONE ANIA PER LA SICUREZZA STRADALE FINALIZZATO ALLO SVILUPPO DI ATTIVITA CONDIVISE IN MATERIA DI PREVENZIONE DELL INCIDENTALITA E DI PROMOZIONE

Dettagli

NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA

NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA NUOVA CULTURA DELLA SICUREZZA, DUE GRANDI VERITA Non si è raggiunto l obiettivo! E necessario inaugurare un grande cantiere fatto di: Cultura della sicurezza Tecnologia della sicurezza Prevenzione Controlli

Dettagli

[BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015]

[BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015] 2015 ROBBIO NEL CUORE Via Mortara 5 Robbio [BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015] Il presente documento è stato approvato dal consiglio direttivo di Robbio Nel Cuore riunitosi il 03/04/2015.

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario

Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario Piano Giovani di Zona di Baselga di Piné Bedollo Civezzano Fornace piano operativo giovani anno 2012 Sommario CORSO DI GUIDA SICURA AUTO E MOTO (BBCF_4_2012)... 1 29-10-2012 SCHEDA di presentazione progetti

Dettagli

Allievi: 24 a corso, suddivisi in 3-4 gruppi di 6-8 allievi ciascuno. Istruttori: uno staff composto da 11 piloti-istruttori professionisti,

Allievi: 24 a corso, suddivisi in 3-4 gruppi di 6-8 allievi ciascuno. Istruttori: uno staff composto da 11 piloti-istruttori professionisti, MASTER MASERATI MASTER MASERATI DRIVING COURSES 5 Guidare auto esclusive, dalle elevate prestazioni, e farlo divertendosi, in serenità e con una competenza simile a quella di un pilota professionista.

Dettagli

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI

IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI IL PROGRAMMA FORMATIVO NEOPATENTATI 2 INTRODUZIONE...3 STRUTTURA SINTETICA DEL PERCORSO...6 DIVULGAZIONE DELL INIZIATIVA ED ISCRIZIONE...7 IL PERCORSO TEORICO...8 IL SIMULATORE DI GUIDA...10 GLI ESERCIZI

Dettagli

CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA. presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA. Varano de Melegari: 12/12/2007

CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA. presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA. Varano de Melegari: 12/12/2007 Varano de Melegari: 12/12/2007 CORSO DI GUIDA SICURA EVOLUTA 1 presso CENTRO INTERNAZIONALE GUIDA SICURA Documento elaborato da: Gordon de Adamich - Dorado C.I.G.S. S.p.A. Tutte le informazioni, le procedure,

Dettagli

SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI IN REGIONE LOMBARDIA

SORVEGLIANZA E PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI IN REGIONE LOMBARDIA Iniziative D.G. Sanità U.O. Prevenzione Regione Lombardia Con il Piano Socio Sanitario della Regione Lombardia, all'interno delle "Linee Prioritarie d'intervento", ed in particolare all'interno dell'area

Dettagli

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1

SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 SEZIONE PRIMA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE PER L INSEGNAMENTO SECONDARIO DELL UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE ART. 1 Per conseguire le finalità di cui all art. 4, secondo comma, della legge 19 novembre

Dettagli

Scuola Multimediale di Protezione Civile A.S. 2014-2015. Perugia, 23 ottobre 2014

Scuola Multimediale di Protezione Civile A.S. 2014-2015. Perugia, 23 ottobre 2014 Scuola Multimediale di Protezione Civile A.S. 2014-2015 Perugia, 23 ottobre 2014 Cultura di Protezione Civile Cultura di protezione civile è cultura della sicurezza, della solidarietà, del rispetto, della

Dettagli

Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale

Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale Strumenti avanzati per lo studio della sicurezza stradale Francesco Frendo, Riccardo Bartolozzi, Francesco Bucchi Dipartimento di ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione (DIMNP) - Università

Dettagli

a scuola di Proposte formative di educazione alla cittadinanza europea

a scuola di Proposte formative di educazione alla cittadinanza europea a scuola di Proposte formative di educazione alla cittadinanza europea LA FORMAZIONE PER STUDENTI LEZIONI PRESSO IL PUNTO EUROPA VIAGGI DI ISTRUZIONE EVENTI PARTICOLARI EUROPEAN DAYS LA FORMAZIONE PER

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA

EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA U.O. IGIENE E SANITÁ PUBBLICA ASP- Potenza EDUCAZIONE ALLA SALUTE A SCUOLA Percorsi per guadagnare salute 2015-2016 1 PREMESSA Il concetto della salute è un concetto che necessita di molteplici azioni

Dettagli

Guida la vita. Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale

Guida la vita. Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale Guida la vita Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale Progetto di Educazione alla Sicurezza Stradale riservato agli studenti delle classi quarte delle Scuole Secondarie di secondo grado del Comune

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: voce 4 Oltre il disagio SETTORE e Area di Intervento: voce 5 Settore: Protezione Civile Area di intervento: Ricerca e monitoraggio zone a rischio (04)

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO D. ARFELLI CESENATICO. Progetto Patentino

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO D. ARFELLI CESENATICO. Progetto Patentino Progetto Patentino Nel 2000, nell Unione Europea, gli incidenti stradali hanno provocato la morte di oltre 40000 persone, per non parlare di feriti. La fascia di eta piu colpita è quella dei giovani tra

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUILIANO VIA VALLEGGIA SUPERIORE 17047 QUILIANO (SV) TEL. 019/880169 FAX 019/2165283 E-MAIL SVIC809005@PEC.ISTRUZIONE.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUILIANO VIA VALLEGGIA SUPERIORE 17047 QUILIANO (SV) TEL. 019/880169 FAX 019/2165283 E-MAIL SVIC809005@PEC.ISTRUZIONE. ARTI IN.. MOVIMENTO Il progetto Ragnatele sonore viene attivato all interno della Scuola materna dell Istituto comprensivo e interesserà tutti gli allievi del plesso e punterà a facilitare uno sviluppo

Dettagli

Premessa. Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri

Premessa. Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri Premessa Dott. Giovanni Serpelloni Capo Dipartimento Politiche Antidroga Presidenza del Consiglio dei Ministri Il presente opuscolo riporta i dati emersi dal primo anno di sperimentazione del Progetto

Dettagli

OBIETTIVI DEFINIRE :

OBIETTIVI DEFINIRE : TRASPORTO SANITARIO OBIETTIVI DEFINIRE : il Trasporto Sanitario Semplice; nozioni giuridiche relative al Trasporto Sanitario Semplice; nozioni utili ad instaurare una corretta relazione con tutti gli interlocutori.

Dettagli

R. Rovaris Istituto Comprensivo di Verzellino Scuola Primaria "Fratelli Cervi", Zingonia. rita.rovaris@scuoleverdellino.it

R. Rovaris Istituto Comprensivo di Verzellino Scuola Primaria Fratelli Cervi, Zingonia. rita.rovaris@scuoleverdellino.it L'esperienza del Centro per l'intervento Didattico sugli Alunni Dislessici (C.I.D.A.D.) come esempio di buona prassi di intervento coordinato sul territorio R. Rovaris Istituto Comprensivo di Verzellino

Dettagli

Edizione 1 2011/2012

Edizione 1 2011/2012 Edizione 1 2011/2012 Toccafondi Multimedia INDICE: 1 - Introduzione al simulatore...pag. 3 2 - Inizia la guida...pag. 5 3 - Scenari e veicoli...pag. 6 4 - Lezioni di guida...pag. 7 5 - Guida pratica...pag.

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

TEMATICA TIPO DI INTERVENTO DESTINATARI. formazione e approfondimento. teorico-pratico e concertazione. degli obiettivi comuni con il

TEMATICA TIPO DI INTERVENTO DESTINATARI. formazione e approfondimento. teorico-pratico e concertazione. degli obiettivi comuni con il NOME PROGETTO/INTERVENTO AREA TEMATICA TIPO DI INTERVENTO DESTINATARI formazione e approfondimento teorico-pratico e concertazione docenti classi IV scuola primaria OPERAZIONE ANTIRISCHIO degli obiettivi

Dettagli

Piano Nazionale della Prevenzione 2005-2007 Relazione sullo stato di avanzamento al 31 dicembre 2007

Piano Nazionale della Prevenzione 2005-2007 Relazione sullo stato di avanzamento al 31 dicembre 2007 Piano Nazionale della Prevenzione 2005-2007 Relazione sullo stato di avanzamento al 31 dicembre 2007 Regione: Friuli Venezia Giulia Titolo del progetto: Sorveglianza e prevenzione degli incidenti stradali

Dettagli

Di seguito i programmi proposti con relativo preventivo. Le specifiche tecniche e didattiche sono in allegato.

Di seguito i programmi proposti con relativo preventivo. Le specifiche tecniche e didattiche sono in allegato. Profilo GuidarePilotare S.r.l. Fondata nel 1982 da Siegfried Stohr, pilota di F1 e psicologo. 1 struttura didattica nel settore della Guida Sicura e Sportiva in Italia dal 1982. Oltre 150.000 clienti assistiti

Dettagli

Progetto di Educazione Stradale per la Scuola Primaria. AMICI della STRADA. in collaborazione con. scuola famiglia polizia municipale

Progetto di Educazione Stradale per la Scuola Primaria. AMICI della STRADA. in collaborazione con. scuola famiglia polizia municipale Progetto di Educazione Stradale per la Scuola Primaria AMICI della STRADA in collaborazione con scuola famiglia polizia municipale 1.quadro normativo 2.strategie d intervento 3.modalità operative : il

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ROMA CAPITALE UFFICIO EXTRADIPARTIMENTALE PROTEZIONE CIVILE

PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ROMA CAPITALE UFFICIO EXTRADIPARTIMENTALE PROTEZIONE CIVILE PROTOCOLLO D INTESA TRA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO (di seguito denominato U.S.R. Lazio) E ROMA CAPITALE UFFICIO EXTRADIPARTIMENTALE PROTEZIONE CIVILE (di seguito denominato Protezione Civile)

Dettagli

EDUCAZIONE AL RISPARMIO E AL CONSUMO CONSAPEVOLE

EDUCAZIONE AL RISPARMIO E AL CONSUMO CONSAPEVOLE EDUCAZIONE AL RISPARMIO E AL CONSUMO CONSAPEVOLE (secondo livello) Progetto formativo indirizzato a studenti delle scuole medie superiori elaborato dalla Commissione Scuola composta da iscritti all Associazione

Dettagli

Drink-driving in Italy. Dibattito Safe & Sober 14 dicembre 2009 Roma Palazzo Marini

Drink-driving in Italy. Dibattito Safe & Sober 14 dicembre 2009 Roma Palazzo Marini Drink-driving in Italy Dibattito Safe & Sober 14 dicembre 2009 Roma Palazzo Marini Umberto Guidoni, Segretario Generale Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale Le Compagnie di assicurazione per la sicurezza

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE DEL PROGETTO 1.2 FORMAZIONE DEGLI OPERATORI

MODALITA ATTUATIVE DEL PROGETTO 1.2 FORMAZIONE DEGLI OPERATORI L.R. 10 dicembre 2010, n. 58 Contributo per la prosecuzione del servizio ponte regionale realizzato dall'ente nazionale per la protezione e l'assistenza dei sordi (ENS) per favorire il superamento delle

Dettagli

Incentive di Guida Sportiva

Incentive di Guida Sportiva Incentive di Guida Sportiva Documento elaborato da Corsi di Guida Sicura S.A.R.L. di. Tutte le informazioni contenute nel presente documento sono da considerarsi riservate; pertanto è vietata la cessione

Dettagli

Seminario di formazione

Seminario di formazione L Ora di Musica Seminario di formazione Docente: Giulietta Capriotti Presentazione. Il seminario è indirizzato a musicisti, studenti, docenti di educazione musicale nella scuola dell infanzia e primaria,

Dettagli

Il Piano Regionale di Prevenzione Attiva: Sorveglianza e Prevenzione Incidenti Stradali 2006-2008

Il Piano Regionale di Prevenzione Attiva: Sorveglianza e Prevenzione Incidenti Stradali 2006-2008 LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI INCIDENTE STRADALE NEL SETTORE DELL AUTOTRASPORTO MODENA 7 ottobre 2010 Dott.ssa Santina BRUNO - S.Pre.S.A.L. Il Piano Regionale di Prevenzione Attiva: Sorveglianza e Prevenzione

Dettagli

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011

DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 DESCRIZIONE ATTIVITA ANNO SCOLASTICO 2010-2011 1 INDICE 1. PREMESSA 2. OBIETTIVI 3. INCONTRO FORMATIVO PER GLI INSEGNANTI 4. ATTIVITA SUDDIVISE per CLASSI 5. EVENTI ORGANIZZATI: GIORNATE ECOLOGICHE 6.

Dettagli

Ultimo Aggiornamento Anpas Toscana: Novembre 2010 Ultimo Aggiornamento Pubblica Assistenza Siena: Febbraio 2011 Pubblica Assistenza di Siena

Ultimo Aggiornamento Anpas Toscana: Novembre 2010 Ultimo Aggiornamento Pubblica Assistenza Siena: Febbraio 2011 Pubblica Assistenza di Siena Ultimo Aggiornamento Anpas Toscana: Novembre 2010 Ultimo Aggiornamento Pubblica Assistenza Siena: Febbraio 2011 Pubblica Assistenza di Siena Protocollo Formativo Autisti Volontari Siena 14/11 15/12/2012

Dettagli

L iniziativa 26 aprile p.v.

L iniziativa 26 aprile p.v. INDICE L iniziativa Obiettivi del Girls Day Assicurazione ed esonero scolastico Perché partecipare al Girls Day Quali iniziative possono essere promosse dalle aziende Una proposta di programma Evento finale

Dettagli

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Educazione socio-emotiva

Piano di studio. Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Educazione socio-emotiva Piano di studio Certificato di studi avanzati (CAS) SUPSI Educazione socio-emotiva Stato del documento: Approvato dalla Direzione DFA il 15 giugno 2011 Premessa Il Dipartimento formazione e apprendimento

Dettagli

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI

INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI INDIRIZZI GENERALI E LINEE GUIDA DI ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE NOTA DI SINTESI 1. OBIETTIVI Il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è istituito dalla legge del 17 luglio

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8

ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 1515 del 29 ottobre 2015 pag. 1/8 REQUISITI FORMATIVI E PROFESSIONALI PER IL PERSONALE ADDETTO ALL ATTIVITA DI SOCCORSO E TRASPORTO SANITARIO ALLEGATOB

Dettagli

Al di là della moda lo sport è cultura Rope Skipping ovvero Salto alla Corda

Al di là della moda lo sport è cultura Rope Skipping ovvero Salto alla Corda Al di là della moda lo sport è cultura Rope Skipping ovvero Salto alla Corda Come un semplice gioco della tradizione di tutti i popoli si trasforma pratica sportiva. ROPE SKIPPING ITALIA CSEN Cosè il Rope

Dettagli

Campo prova per la formazione e la sicurezza stradale centro didattico polivalente per il perfezionamento alla guida

Campo prova per la formazione e la sicurezza stradale centro didattico polivalente per il perfezionamento alla guida Con il patrocinio del Comune, della Provincia e dell Osservatorio Provinciale Sicurezza Stradale di Reggio Emilia 0522 33 16 80 Campo prova per la formazione e la sicurezza stradale centro didattico polivalente

Dettagli