VOCABOLARIETTO LITURGICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VOCABOLARIETTO LITURGICO"

Transcript

1 VOCABOLARIETTO LITURGICO Immagine Nome Descrizione CAMICE Veste bianca lunga fino ai piedi, di solito fermata ai fianchi dai cingolo. La si mette per la S. Messa e per le celebrazioni liturgiche più importanti CINGOLO È il cordone che cinge i fianchi del sacerdote dopo che ha indossato il camice AMITTO E' quel rettangolo di tela bianca che il sacerdote pone sulle spalle e lega ai fianchi dopo aver indossato il camice ed il cingolo CASULA La mette il sacerdote per la celebrazione della Messa: bianca, rossa, verde o morello a seconda del tempo liturgico; ricopre le spalle e le braccia fin quasi ai piedi 1

2 DALMATICA É la veste liturgica propria del diacono; di stoffa colorata, come richiesto dal tempo liturgico, è allacciata sulle spalle ed aperta sui fianchi; sopra la dalmatica il diacono porta la stola ed il cappino PIANETA È un paramento sacro come la casula ma più stretta: ricopre solo le spalle CAPPINO É il piccolo rettangolo di stoffa dello stesso colore del paramento che viene messo intorno al collo sulla dalmatica e sulla pianeta STOLA É la lunga striscia di stoffa di colore dei paramenti: la mette il sacerdote intorno al collo; indica il sacerdozio. PIVIALE Ampio mantello che scende fino ai piedi, aperto davanti e fissato con un fermaglio; lo si usa, nei vari colori liturgici, in molte celebrazioni, esclusa la Messa CONTINENZA Detto anche velo omerale, è un rettangolo di stoffa che mette il sacerdote sopra il piviale per prendere il Santissimo Sacramento in occasione della Benedizione Eucaristica VIMPE Dette anche velette, sono dei veli che vengono messi sulle spalle dei chierichetti e scendono fino ai fianchi; con esse si tengono, in segno di rispetto, la mitria ed il pastorale 2

3 MITRIA Cappello usato dal Vescovo durante le celebrazioni liturgiche. le due striscette di stoffa che dalla nuca scendono sulle spalle si chiamano infule. E detta anche Mitra. PASTORALE É il bastone con la punta ricurva che tiene il Vescovo con la mano sinistra durante le celebrazioni ANELLO Il vescovo lo porta all'anulare della mano destra come segno di legame e fedeltà alla Chiesa. ZUCCHETTO Copricapo a forma di piccola calotta portato dal vescovo; è di colore violaceo per i vescovi, rosso per i cardinali. Indica la presenza dello S.Santo. FERULA É il bastone con una palla all estremità superiore, la tiene il Vicario con la mano sinistra durante le celebrazioni AMPOLLINE Sono vasetti di vetro o di altro materiale nei quali si mettono il vino e l'acqua per l'eucaristia PALLA É un quadretto di stoffa inamidato che si usa per coprire il calice durante la celebrazione della Messa. Detta anche Animetta. 3

4 CALICE E' la coppa di metallo (normalmente dorato) nella quale si versa il vino per l'eucaristia. Il calice viene benedetto dal Vescovo o anche da un Sacerdote con un rito particolare CORPORALE É il quadrato di tela fortemente inamidata che si stende al centro dell'altare per deporvi sopra il calice o la patena durante la Messa, o l'ostensorio durante l'esposizione eucaristica PURIFICATOIO É un piccolo fazzoletto di stoffa che si usa all'altare per asciugare il calice e gli altri vasi sacri al termine della Messa PATENA É il piattello dorato che si usa assieme al calice per la celebrazione della Messa e nella quale si mette il pane dell'eucaristia PISSIDE E un vaso sacro che contiene le particole consacrate per la Comunione dei fedeli e per la conservazione nel Tabernacolo. BROCCA E' un'anfora di metallo, che si usa per portare all'altare l'acqua che serve per le abluzioni (lavanda delle mani) del sacerdote MANUTERGIO Normalmente è usato con la brocca e il Sacerdote se ne serve per asciugare le mani al termine della lavanda TRONETTO Rialzo sul quale viene messo l'ostensorio con il Santissimo Sacramento, serve ad elevare l'ostia che viene esposta e le conferisce importanza 4

5 OSTENSORIO É il vaso sacro che si usa per esporre l'ostia consacrata per l'adorazione e la benedizione Eucaristica. in genere ha la forma di un tempietto RELIQUIARIO Urna o piccolo ostensorio con cui si espongono le reliquie dei santi per la venerazione dei fedeli o per dare loro la benedizione; di particolare importanza è la reliquia della Santa Croce che viene sempre conservata in un apposito tabernacolo BALDACCHINO È una specie di "tenda mobile" trasportabile mediante aste, sotto la quale si porta in processione il Santissimo Sacramento o la Reliquia della Croce. CANTARI Sono candele, montate su candelieri, normalmente usate dai chierichetti. CROCE Detta anche astile, viene portata in processione con l'immagine del Crocifisso rivolta al popolo. TURIBOLO Formato da un contenitore sostenuto da catenelle; vi si mette la brace sulla quale si pone l'incenso; viene usato, appunto, nelle incensazioni. 5

6 NAVICELLA Specie di vaso (normalmente in metallo a forma di piccola nave) contente l'incenso che viene usato nella liturgia ASPERSORIO E' lo strumento che si usa per aspergere con l acqua benedetta. SECCHIELLO Il nome ne indica le caratteristiche: vi si mette l'acqua benedetta che serve per le aspersioni liturgiche PIATTELLI Piccolo piattino di metallo usato durante la distribuzione della S.Comunione per non far cadere frammenti di Ostia. CAMPANELLO Lo si può usare per richiamare con discrezione l'attenzione dell'assemblea al momento della elevazione nella Messa e nella Benedizione Eucaristica. Più usato, invece, quello a muro, alla porta della sacrestia, per avvisare il popolo dell'inizio della celebrazione. CERO PASQUALE È una candela di grosse dimensioni che viene utilizzata durante la Veglia Pasquale. La si colloca sull'altare durante il tempo pasquale e la si tiene in evidenza in occasione del conferimento del Battesimo e nelle esequie dei defunti. È simbolo di Cristo e della sua vittoria sulla morte; nella tradizione ambrosiana è simbolo della luce di Cristo risorto. COTTA Veste bianca dalle ampie maniche e lunga fino alle ginocchia che si indossa sopra la veste (per il chierichetto) o sopra l'abito talare (per il sacerdote); 6

7 CREDENZA Tavolo, collocato nel presbiterio, su cui si predispone quanto potrà servire nelle celebrazioni (vasi sacri, ampolline, brocca, campanello ). LEZIONARIO È il libro liturgico che raccoglie tutta la Parola di Dio annunciata nelle celebrazioni liturgiche MESSALE È il libro liturgico che contiene tutti i testi necessari, tranne le letture, alla celebrazione della Messa. LAMPADA È un lume ad olio o a cera che arde perennemente accanto al tabernacolo. Essa indica ai fedeli la presenza dell'eucaristia e ricorda loro il Cristo sempre vivo che è presente e prega per noi. Proprio per questo, quando non è presente l'eucaristia nel tabernacolo, essa rimane spenta. Con questo termine si indica anche una lampada portatile con uno stoppino che viene usata nel rito della luce; MENSA In generale è sinonimo di altare; indica la parte superiore dell'altare sulla quale si pongono le offerte per il sacrificio eucaristico. AMBONE Tradizionalmente il termine indicava il luogo della predicazione (non necessariamente durante la celebrazione eucaristica), abbastanza elevato e collocato in maniera visibile nelle vicinanze dell'assemblea. Detto anche pulpito. 7

8 PRESBITERIO Parte della chiesa dove sono collocati l'altare, la sede, l'ambone; vi prendono posto il sacerdote e il diacono, i ministranti e altri ministri della celebrazione. SEDE È il luogo dove siede il Sacerdote. Da qui il Sacerdote può recitare anche alcune Orazioni (preghiere) della S.Messa. TABERNACOLO È il luogo dove è realmente presente Gesù in Corpo, Sangue, Anima e Divinità. Davanti al tabernacolo arde in continuazione la lampada per indicare la presenza di Gesù. CONOPEO E Il velo di colore liturgico che copre il tabernacolo; è segno di rispetto e insieme alla lampada ricorda la presenza continua di Gesù nell'eucaristia; con questo nome si indica anche il velo rosso che copre la pisside e l'ostensorio. FONTE BATTESIMALE Il luogo dove viene conferito il S. Battesimo 8

ARREDI, OGGETTI E PARAMENTI SACRI

ARREDI, OGGETTI E PARAMENTI SACRI ARREDI, OGGETTI E PARAMENTI SACRI Altare Mensa a forma rettangolare. Ambone Luogo apposito, soprelevato, ai lati del presbiterio, dal quale si proclama la parola di Dio. Non tutte le Chiesa hanno un ambone.

Dettagli

Quarto incontro: Gli oggetti e gli abiti liturgici

Quarto incontro: Gli oggetti e gli abiti liturgici Corso Chierichetti Quarto incontro: Gli oggetti e gli abiti liturgici Abiti liturgici Per le liturgie, i sacerdoti e coloro che prestano servizio all altare indossano abiti speciali perché si sta svolgendo

Dettagli

L ACQUASANTIERA LA PIANETA

L ACQUASANTIERA LA PIANETA L ACQUASANTIERA È un recipiente, di pietra o di marmo, posto all entrata della Chiesa, che contiene acqua benedetta. In esso intingi la mano destra, prima di farti il segno della croce. Segnarsi con l

Dettagli

abside) ricoperto da una semicupola (catino

abside) ricoperto da una semicupola (catino Il termine CHIESA ha due significati: Popolo di Dio: con il Battesimo, infatti, siamo diventati amici di Dio e siamo entrati a far parte di questa grande famiglia. Casa del Signore: tutta la terra appartiene

Dettagli

ORDINAMENTO GENERALE DEL MESSALE ROMANO

ORDINAMENTO GENERALE DEL MESSALE ROMANO ORDINAMENTO GENERALE DEL MESSALE ROMANO Conferenza Episcopale Italiana - 2007 Messa con il diacono 171. Il diacono, quando è presente alla celebrazione eucaristica, rivestito delle sacre vesti, eserciti

Dettagli

come servire durante la Cresima

come servire durante la Cresima Ministranti OK Squinzano (LE) come servire durante la Cresima 2 Introduzione Il ministrante come ormai sappiamo è il ministro che si occupa del servizio liturgico. Per questo incarico molto importante

Dettagli

VOCABOLARIO LITURGICO

VOCABOLARIO LITURGICO VOCABOLARIO LITURGICO Per maggior facilità di ricerca, i termini sono messi in ordine alfabetico. Dei termini più importanti si dà una descrizione più ampia. ABITO LITURGICO Termine generico per indicare

Dettagli

Chi è un chierichetto?

Chi è un chierichetto? Chi è un chierichetto? Il chierichetto è chi aiuta il sacerdote nella santa messa. Egli è un buon cristiano; che per la sua fede e amore a Gesù dà una mano al sacerdote che fa presente Gesù nell Eucaristia.

Dettagli

IL SERVIZIO DEI CHIERICHETTI NELLA SANTA MESSA

IL SERVIZIO DEI CHIERICHETTI NELLA SANTA MESSA IL SERVIZIO DEI CHIERICHETTI NELLA SANTA MESSA Piccolo manuale per il servizio all'altare Il chierichetto, o ministrante, o ministro, svolge il ruolo di assistere il sacerdote nella celebrazione della

Dettagli

Vivere la messa. Parrocchia. Anno. Allegato CELEBRAZIONE DEL MANDATO AI MINISTRANTI

Vivere la messa. Parrocchia. Anno. Allegato CELEBRAZIONE DEL MANDATO AI MINISTRANTI Allegato CELEBRAZIONE DEL MANDATO AI MINISTRANTI All inizio della celebrazione, i futuri nuovi ministranti si dispongono in chiesa. Dopo l omelia, il celebrante si porta davanti all altare e il responsabile

Dettagli

ARREDI E PARAMENTI SACRI

ARREDI E PARAMENTI SACRI ARREDI E PARAMENTI SACRI ARREDI della CHIESA e SACRESTIA Gli Arredi erano generalmente in legno, a seconda delle epoche e delle posizioni si trovano in : castagno, noce e rovere, per quelli più preziosi.

Dettagli

SACRE SUPPELLETTILI SACRI PARAMENTI

SACRE SUPPELLETTILI SACRI PARAMENTI SACRE SUPPELLETTILI SACRI PARAMENTI Calice & purificatoio Patena Palla o animetta Corporale & borsa Velo del Calice Calice coperto dal velo & dalla borsa Pisside & velo della Pisside Teca del Santissimo

Dettagli

ALTARE. Vademecum sulla simbologia degli arredi per la Messa e sui Paramenti Sacerdotali

ALTARE. Vademecum sulla simbologia degli arredi per la Messa e sui Paramenti Sacerdotali Vademecum sulla simbologia degli arredi per la Messa e sui Paramenti Sacerdotali La celebrazione della Messa è un rituale molto complesso. Ogni gesto ha un significato specifico nel compiersi e all'interno

Dettagli

PER LA CELEBRAZIONE DEI VESPRI. 3. L Ufficio che si celebra sia quello del giorno. 4. La celebrazione abbia luogo nelle ore vespertine.

PER LA CELEBRAZIONE DEI VESPRI. 3. L Ufficio che si celebra sia quello del giorno. 4. La celebrazione abbia luogo nelle ore vespertine. SUSSIDIO LITURGICO PER LA CELEBRAZIONE DEI VESPRI Principî generali. 1. La celebrazione comunitaria dei Vespri può avere forma solenne o meno. Nella forma solenne il Celebrante sia parato di amitto, camice,

Dettagli

IL SACRISTA UN PREZIOSO SERVIZIO ALLA COMUNITÀ. a cura di sr. M. Cristina Cruciani pddm

IL SACRISTA UN PREZIOSO SERVIZIO ALLA COMUNITÀ. a cura di sr. M. Cristina Cruciani pddm IL SACRISTA UN PREZIOSO SERVIZIO ALLA COMUNITÀ a cura di sr. M. Cristina Cruciani pddm 1 IL SACRISTA UN PREZIOSO SERVIZIO ALLA COMUNITÀ 1. Il sacrista nello spirito degli Orientamenti Pastorali «Educare

Dettagli

www.ministrantiok.com GUIDA AL SERVIZIO DEI MINISTRANTI NEI GIORNI DI PASQUA

www.ministrantiok.com GUIDA AL SERVIZIO DEI MINISTRANTI NEI GIORNI DI PASQUA Guida al servizio nei giorni di Pasqua La Settimana Santa è la Settimana che precede la Pasqua ed è la più importante dell'anno. In essa seguiamo Gesù dal suo ingresso a Gerusalemme, la domenica delle

Dettagli

PICCOLO DIZIONARIETTO LITURGICO

PICCOLO DIZIONARIETTO LITURGICO PICCOLO DIZIONARIETTO LITURGICO ABLUZIONE Gesto di lavarsi le mani o le dita fatto dal sacerdote o dal diacono prima della celebrazione della messa, durante la messa nel lavabo e, facoltativo, aspergendo

Dettagli

FASCICOLO 3 GLI AMBIENTI LITURGICI

FASCICOLO 3 GLI AMBIENTI LITURGICI ARCHIDIOCESI DI PERUGIA - CITTÀ DELLA PIEVE OGGI DEVO FERMARMI A CASA TUA! VISITA PASTORALE DELL ARCIVESCOVO MONS. GUALTIERO BASSETTI 2013-2017 FASCICOLO 3 GLI AMBIENTI LITURGICI ARCHIDIOCESI DI PERUGIA-CITTÀ

Dettagli

VOCABOLARIO DEL CHIERICHETTO

VOCABOLARIO DEL CHIERICHETTO VOCABOLARIO DEL CHIERICHETTO ACCOLITO. Esercita un ministero liturgico: aiuta il sacerdote e il diacono, prepara l altare e i vasi sacri, e, come ministro straordinario, distribuisce la Comunione ai fedeli.

Dettagli

C A M P O S C U O L A M I N I S T R A N T. Come si chiama quella cosa? Cosa devo fare? Incontri. PARROCCHIA SAN GIOVANNI BATTISTA Formia

C A M P O S C U O L A M I N I S T R A N T. Come si chiama quella cosa? Cosa devo fare? Incontri. PARROCCHIA SAN GIOVANNI BATTISTA Formia PARROCCHIA SAN GIOVANNI BATTISTA Formia 12 Cosa devo fare? Come si chiama quella cosa? 2 Incontri REDENTORE 31 Luglio 4 Agosto 2001 C A M P O S C U O L A M I N I S T R A N T I 1 Secondo Incontro 4 GIORNO

Dettagli

CAERIMONIALE EPISCOPORUM

CAERIMONIALE EPISCOPORUM CAERIMONIALE EPISCOPORUM Riportiamo qui le norme principali del Caerimoniale Episcoporum e che riguardano specificatamente il diacono e la sua funzione nel corso della Liturgia Eucaristica. La Santa Messa

Dettagli

CALICI E PISSIDI ART. 1 CALICE METALLO ART. 2 PISSIDE METALLO ART. 3 CALICE METALLO ART. 4 PISSIDE METALLO ART. 5 CALICE METALLO

CALICI E PISSIDI ART. 1 CALICE METALLO ART. 2 PISSIDE METALLO ART. 3 CALICE METALLO ART. 4 PISSIDE METALLO ART. 5 CALICE METALLO CALICI E PISSIDI ART. 1 CALICE METALLO COPPA CM. 8,5 ALTEZZA CM. 26 1508.00 ART. 2 PISSIDE METALLO COPPA CM. 12 ALTEZZA CM. 26 1786.00 ART. 3 CALICE METALLO 1 M COPPA 8,5 ALTEZZA CM. 13,5 201.00 3 M COPPA

Dettagli

Il ritmo del dono. Dal Vangelo di Luca 1,39-45

Il ritmo del dono. Dal Vangelo di Luca 1,39-45 S. Andrea DI: 16 1 Il ritmo del dono Dal Vangelo di Luca 1,39-45 In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò

Dettagli

MANUALE DEL MINISTRANTE

MANUALE DEL MINISTRANTE Ruggero Dalla Mutta MANUALE DEL MINISTRANTE NORME GENERALI IL SERVIZIO LITURGICO DELLA S. MESSA UFFICIO LITURGICO DIOCESANO Genova 2006 Presentazione Questo Manuale dei ministranti è frutto di ripetute

Dettagli

G r u p p o c h i e r i c h e t t i

G r u p p o c h i e r i c h e t t i CHI E' IL CHIERICHETTO O MINISTRANTE? : : IN BREVE CHI E' IL MINISTRANTE? Il ministrante è quel ragazzo o ragazza che serve all'altare durante le celebrazioni liturgiche. Serve, secondo l'esempio di Gesù

Dettagli

1.3. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.3. L Eucaristia

1.3. Diocesi di Lugano. Direttive per il ministero pastorale. 1.3. L Eucaristia 1.3. Diocesi di Lugano Direttive per il ministero pastorale 1.3. L Eucaristia L Eucaristia 19 1.3.0. Norme generali sull Eucaristia Sommario I. Preparazione alla Prima Comunione II. La celebrazione dell

Dettagli

SABATO SANTO VEGLIA PASQUALE

SABATO SANTO VEGLIA PASQUALE SABATO SANTO VEGLIA PASQUALE In Sagrestia: Messale Cero pasquale Vassoio con grani di incenso, stilo, pinzette, fiammiferi, carboncini, stoppini Candele per Canonici, Coadiutori e Sacerdoti. Sul sagrato:

Dettagli

Regolamentare la sacra Liturgia compete unicamente all autorità della Chiesa, la quale risiede nella Sede Apostolica e, a norma del diritto, nel

Regolamentare la sacra Liturgia compete unicamente all autorità della Chiesa, la quale risiede nella Sede Apostolica e, a norma del diritto, nel Regolamentare la sacra Liturgia compete unicamente all autorità della Chiesa, la quale risiede nella Sede Apostolica e, a norma del diritto, nel Vescovo. Il Vescovo diocesano, primo dispensatore dei misteri

Dettagli

Parrocchia SS. Filippo e Giacomo in S. Agostino Gruppo Ministranti 19 Aprile 2011 I GIORNI DI PASQUA

Parrocchia SS. Filippo e Giacomo in S. Agostino Gruppo Ministranti 19 Aprile 2011 I GIORNI DI PASQUA Parrocchia SS. Filippo e Giacomo in S. Agostino Gruppo Ministranti 19 Aprile 2011 I GIORNI DI PASQUA GIOVEDI SANTO Che cos è? E il giorno in cui si ricorda l'ultima Cena consumata da Gesù con i suoi discepoli,

Dettagli

Il servizio fotografico e le videoriprese nella celebrazione dei Sacramenti

Il servizio fotografico e le videoriprese nella celebrazione dei Sacramenti ARCIDIOCESI di TRENTO Ufficio per le Comunicazioni Sociali ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TRENTO Categoria Fotografi e Cineoperatori Il servizio fotografico e le videoriprese

Dettagli

ARREDI E ARGENTI DI SAN SERVOLO

ARREDI E ARGENTI DI SAN SERVOLO ARREDI E ARGENTI DI SAN SERVOLO Ufficio Studi Regolamenti manualistica per gli operatori e Progetti speciali Bozza del 9 luglio 2008 - Autore: dott.ssa Anna Pietropolli 0001 1 STATUA (SAN GIOVANNI BATTISTA)

Dettagli

Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009

Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009 Canti per la Settimana Santa, Pasqua 2009 Domenica delle Palme Rito della benedizione delle palme (in fondo alla navata) Canto d inizio: Hosanna (Frisina) - n.42-1 semitono Benedizione dei rami e aspersione

Dettagli

La Messa. in rito ambrosiano. spiegata. ai bambini. e non solo

La Messa. in rito ambrosiano. spiegata. ai bambini. e non solo La Messa in rito ambrosiano spiegata ai bambini e non solo 2 3 RITI DI INTRODUZIONE! Le parti più importanti: Riti di introduzione Accoglienza Canto d ingresso Atto penitenziale Liturgia della parola Inno

Dettagli

INDICAZIONI DIOCESANE PER IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE

INDICAZIONI DIOCESANE PER IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE INDICAZIONI DIOCESANE PER IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE Con l Istruzione della Congregazione per i Sacramenti ed il Culto divino Immensae caritatis del 23.01.1972, Paolo VI ha istituito il

Dettagli

PARROCCHIA SS. FILIPPO E GIACOMO IN S. AGOSTINO GRUPPO MINISTRANTI 24 FEBBRAIO 2010 SERVITE IL SIGNORE NELLA GIOIA SACRAMENTI E BATTESIMO

PARROCCHIA SS. FILIPPO E GIACOMO IN S. AGOSTINO GRUPPO MINISTRANTI 24 FEBBRAIO 2010 SERVITE IL SIGNORE NELLA GIOIA SACRAMENTI E BATTESIMO PARROCCHIA SS. FILIPPO E GIACOMO IN S. AGOSTINO GRUPPO MINISTRANTI 24 FEBBRAIO 2010 SERVITE IL SIGNORE NELLA GIOIA SACRAMENTI E BATTESIMO I SACRAMENTI Il termine sacramento è la traduzione del latino sacramentum

Dettagli

www.russiacristiana.org

www.russiacristiana.org NOTE INTRODUTTIVE Il rito bizantino Bizantino si dice il rito che, derivato dalle usanze liturgiche già attestate ad Antiochia nel IV secolo, andò sviluppandosi a Bisanzio (Costantinopoli) sotto il duplice

Dettagli

Prefazione... 11 Abbreviazioni... 13

Prefazione... 11 Abbreviazioni... 13 Prefazione.................................... 11 Abbreviazioni.................................. 13 Introduzione.................................. 15 1. Il contenuto del libro IV del Codice................

Dettagli

- Coro ligneo (primi anni del XX sec.) - Assunzione di Maria (tela del XVIII sec.)

- Coro ligneo (primi anni del XX sec.) - Assunzione di Maria (tela del XVIII sec.) Inventario dei beni mobili e del corredo in dotazione della chiesa parrocchiale S. Pietro Apostolo in Tortora e della chiesa dell Annunziata (convento) al 5.8.2013 La chiesa parrocchiale di San Pietro

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE

PRESENTAZIONE DEL SIGNORE sorgente di acqua pura, con te fra noi il deserto fiorirà. PRESENTAZIONE DEL SIGNORE PARROCCHIA CATTEDRALE SS. PIETRO E PAOLO 2 Febbraio 2008 Ore 16:00 12 1 BENEDIZIONE DELLE CANDELE E PROCESSIONE Il Celebrante

Dettagli

DIOCESI DI TEANO-CALVI

DIOCESI DI TEANO-CALVI DIOCESI DI TEANO-CALVI Complesso Parrocchiale di San Paride l architettura il luogo la riconoscibilità la forma la materia il culto l iconografia la protezione l accoglienza l architettura le scelte formali

Dettagli

MANUALE DEI CHIERICHETTI

MANUALE DEI CHIERICHETTI DIOCESI DI SAN MARCO ARGENTANO - SCALEA MANUALE DEI CHIERICHETTI Lasciate che i Bambini vengano a me Volume 1 Pag. 1 CENTRO DIOCESANO VOCAZIONI Direttore Don Paolo Raimondi Settore ministranti Foto di

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Dal giorno della Prima Comunione potremo ricevere il Corpo di Gesù.

Dal giorno della Prima Comunione potremo ricevere il Corpo di Gesù. c I riti di comunione Con questi riti ci prepariamo a ricevere il Corpo e il Sangue di Gesù. Il sacerdote spezza il Pane per ricordare che noi, pur essendo molti, siamo uniti dallo stesso Gesù. Col Padre

Dettagli

INDICE. Premessa... 7

INDICE. Premessa... 7 INDICE Premessa... 7 GIOVEDÌ SANTO Schema della Celebrazione... 12 I Santi Padri... 13 Agostino: Vi do un comandamento nuovo... 13 Efrem: L agnello figura e l Agnello vero... 16 Cirillona: La gioia di

Dettagli

LODI MATTUTINE E VESPRI Secondo il Rito Ambrosiano della Liturgia delle Ore

LODI MATTUTINE E VESPRI Secondo il Rito Ambrosiano della Liturgia delle Ore LODI MATTUTINE E VESPRI Secondo il Rito Ambrosiano della Liturgia delle Ore TABELLA DELLE PRECEDENZE DEI GIORNI LITURGICI (Revisione 2008) I 1. Triduo Pasquale della Passione e Risurrezione del Signore.

Dettagli

IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI

IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI DIOCESI DI CONCORDIA-PORDENONE UFFICIO LITURGICO ASCOFOTO CONFCOMMERCIO PORDENONE GRUPPO PROVINCIALE FOTOGRAFI IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI Regolamento

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

PARAMENTI SACRI E ARREDI D ALTARE DEL SANTUARIO DELLA MADONNA DELL UVA SECCA (Povegliano Veronese)

PARAMENTI SACRI E ARREDI D ALTARE DEL SANTUARIO DELLA MADONNA DELL UVA SECCA (Povegliano Veronese) PARAMENTI SACRI E ARREDI D ALTARE DEL SANTUARIO DELLA MADONNA DELL UVA SECCA (Povegliano Veronese) Giovanna Serpelloni - Gaetano Zanotto Festa dell Assunta 15 Agosto 2013 A cura del Gruppo Giovani Povegliano

Dettagli

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto.

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto. GIUBILEO DELLA MISERICORDIA RITO DI APERTURA NELLE PARROCCHIE _ PREMESSE 1. L Ufficio Liturgico Diocesano in occasione del Giubileo della Misericordia ha predisposto una celebrazione di apertura per le

Dettagli

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA GIUBILEO DELLA MISERICORDIA INIZIO DELL ANNO GIUBILARE NELLE COMUNITÀ PARROCCHIALI 13 dicembre 2015 Terza Domenica di Avvento 1 Nella terza domenica di Avvento, detta Gaudete, in ogni chiesa cattedrale

Dettagli

I. Celebrazione del battesimo

I. Celebrazione del battesimo I. Celebrazione del battesimo Obiettivi Siamo al momento culminante della prima fase della pastorale pre e post battesimale. Dopo il cammino che ha coinvolto i genitori e ha interessato la comunità cristiana,

Dettagli

Quinto incontro: Tempi e colori liturgici

Quinto incontro: Tempi e colori liturgici Corso Chierichetti Quinto incontro: Tempi e colori liturgici Colori liturgici I paramenti e gli abiti del sacerdote cambiano di colore a seconda delle diverse circostanze, soprattutto in funzione dei diversi

Dettagli

appunti per essere un bravo Chierichetto

appunti per essere un bravo Chierichetto Manoscriptum in uso ai chierichetti di S. Pio X Rovigo. Un grazie ad Enrico per la collaborazione 30 Aprile 2006 www.parrocchiasanpiox.tk 16 appunti per essere un bravo Chierichetto Preghiera del ministrante

Dettagli

LA CELEBRAZIONE DEL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE. Aspetto liturgico

LA CELEBRAZIONE DEL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE. Aspetto liturgico LA CELEBRAZIONE DEL SACRAMENTO DELLA CONFERMAZIONE Premessa Le presenti indicazioni nascono dall esigenza, emersa in questi anni, di assicurare alla celebrazione del sacramento della Confermazione il rispetto

Dettagli

COMPITI DEL LETTORE E DELL ACCOLITO

COMPITI DEL LETTORE E DELL ACCOLITO Chiesa di Bologna COMPITI DEL LETTORE E DELL ACCOLITO NELLE CELEBRAZIONI LITURGICHE Bologna 2003 2 UFFICIO LITURGICO DIOCESANO PRESENTAZIONE I Vescovi Italiani nel consegnare alle nostre Comunità il libro

Dettagli

Chiesa Madre Santa Maria Maggiore Miglionico - (MT)

Chiesa Madre Santa Maria Maggiore Miglionico - (MT) ARCIDIOCESI DI MATERA - IRSINA Chiesa Madre Santa Maria Maggiore Miglionico - (MT) Adeguamento liturgico del presbiterio studi e ricerche Arch. Renato D'Onofrio ARCIDIOCESI DI MATERA IRSINA Chiesa Madre

Dettagli

BREVE CATECHESI SULLA MESSA RITI INTRODUTTIVI

BREVE CATECHESI SULLA MESSA RITI INTRODUTTIVI BREVE CATECHESI SULLA MESSA La Messa è il centro della vita cristiana. Per questo è importante che tutti partecipino alla Messa, in modo attivo e consapevole. Con la Messa Dio santifica il mondo in Cristo

Dettagli

Parrocchia GRUPPO MINISTRANTI Data

Parrocchia GRUPPO MINISTRANTI Data Parrocchia GRUPPO MINISTRANTI Data A. Che cosa Sono le Ampolline? Candele a lunga durata; Bicchieri infrangibili per contenere liquidi; Piccoli vasi che contengono uno il vino l altro acqua. B. Che cos

Dettagli

DECRETO circa le Esequie Religiose

DECRETO circa le Esequie Religiose Diocesi Oppido-Palmi DECRETO circa le Esequie Religiose Prot.n 417/08/DE Vista l opportunità emersa nel Consiglio Presbiterale dell 11 aprile 2008 di dare una nuova Regolamentazione diocesana alle Esequie

Dettagli

Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) sites.google.com/site/ministrantiok

Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) sites.google.com/site/ministrantiok Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano (LE) sites.google.com/site/ministrantiok ABITO LITURGICO Termine generico per indicare ciò che si indossa durante le celebrazioni liturgiche. È tale anche

Dettagli

Parrocchia San Cataldo Chiesa Santa Maria del Popolo

Parrocchia San Cataldo Chiesa Santa Maria del Popolo Parrocchia San Cataldo Chiesa Santa Maria del Popolo Il Rito del Battesimo Il santo Battesimo è il fondamento di tutta la vita cristiana, il vestibolo d'ingresso alla vita nello Spirito e la porta che

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE - MODICA

PARROCCHIA SACRO CUORE - MODICA PARROCCHIA SACRO CUORE - MODICA PROGRAMMA RELIGIOSO LUNEDÌ 1 GIUGNO chiesa piccola chiesa grande Ore 19.00: Solenne apertura del mese del Sacro Cuore con S. Messa. Ore 19.45: Trasferimento dei fedeli nella

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA IN CENA DOMINI) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA IN CENA DOMINI) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA IN CENA DOMINI) ======================================================

Dettagli

LA SANTA MESSA nella Basilica di San Giovanni Bosco a Roma LA CHIESA

LA SANTA MESSA nella Basilica di San Giovanni Bosco a Roma LA CHIESA LA SANTA MESSA nella Basilica di San Giovanni Bosco a Roma LA CHIESA La Chiesa Dio è ovunque e non è legato ad alcun luogo. Tuttavia si può parlare di una particolare dimora in rapporto all'azione divina

Dettagli

ESERCIZIARIO Ministrante

ESERCIZIARIO Ministrante Convento Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano ESERCIZIARIO Ministrante Capitolo 1 Chi è il Ministrante? Data: / / Ministrante Esercizio 1 Crocia la risposta esatta A) Il ministero è: Un servizio

Dettagli

Veglia di Pasqua 2014

Veglia di Pasqua 2014 Daniela Canardi Veglia di Pasqua 2014 «Vi ho sollevato su ali di aquile e vi ho fatto venire fino a me» (Es 19,4) In una sola notte le letture della Veglia ripercorrono tutta la storia della Salvezza.

Dettagli

PICCOLA CATECHESI SULLA MESSA CONSIDERAZIONI GENERALI

PICCOLA CATECHESI SULLA MESSA CONSIDERAZIONI GENERALI PICCOLA CATECHESI SULLA MESSA CONSIDERAZIONI GENERALI La preparazione Se vogliamo mettere Dio al primo posto nella nostra vita dobbiamo mettere la Messa domenicale al primo posto nella nostra settimana

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

I Riti di ingresso LA PROCESSIONE INTROITALE

I Riti di ingresso LA PROCESSIONE INTROITALE I Riti di ingresso La Celebrazione Eucaristica inizia con i Riti di Ingresso. Con essi si celebra l Incarnazione del Verbo Divino, l ingresso del Figlio di Dio, Gesù Salvatore, nella storia dell uomo e,

Dettagli

All'attenzione dei Sacerdoti e dei Catechisti: LA CELEBRAZIONE DELLA S. CRESIMA NELLE PARROCCHIE

All'attenzione dei Sacerdoti e dei Catechisti: LA CELEBRAZIONE DELLA S. CRESIMA NELLE PARROCCHIE All'attenzione dei Sacerdoti e dei Catechisti: LA CELEBRAZIONE DELLA S. CRESIMA NELLE PARROCCHIE Indicazioni e norme per la preparazione e la celebrazione della Confermazione 1. La celebrazione del sacramento

Dettagli

DIOCESI DI ROMA. VEGLIA DI PENTECOSTE Sabato 7 Giugno 2014

DIOCESI DI ROMA. VEGLIA DI PENTECOSTE Sabato 7 Giugno 2014 DIOCESI DI ROMA VEGLIA DI PENTECOSTE Sabato 7 Giugno 2014 Durante il Convegno Diocesano dello scorso giugno, il Cardinale Vicario ha invitato i parroci a valorizzare la celebrazione della Pentecoste. Queste

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Indice. Introduzione... 5

Indice. Introduzione... 5 ECCOCI signore_eccoci signore 26/10/10 12.56 Pagina 199 Indice Introduzione.......................................... 5 Alcuni interrogativi.................................... 7 La lettura della tradizione................................

Dettagli

OMELIA SOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI

OMELIA SOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI OMELIA SOLENNITÀ DEL CORPUS DOMINI 7 GIUGNO 2015 BASILICA CATTEDRALE CASSANO ALLO IONIO Dove vuoi che andiamo a preparare la cena di Pasqua? Andate in città! Dove vuoi che andiamo a preparare perché tu

Dettagli

COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA COMPENDIO «MOTU PROPRIO» Introduzione PARTE PRIMA - LA PROFESSIONE DELLA FEDE Sezione Prima: «Io credo» - «Noi crediamo»

Dettagli

RITO DI APERTURA DEL GIUBILEO. 13 dicembre 2015. Terza domenica di Avvento

RITO DI APERTURA DEL GIUBILEO. 13 dicembre 2015. Terza domenica di Avvento RITO DI APERTURA DEL GIUBILEO 13 dicembre 2015 Terza domenica di Avvento Premesse Di seguito si suggerisce uno schema di celebrazione per l inizio dell anno giubilare. Il presente testo può essere utilizzati

Dettagli

IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI

IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI IL SERVIZIO DEI FOTOGRAFI E VIDEO-OPERATORI NELLE CELEBRAZIONI DEI SACRAMENTI Regolamento della Curia di Vicenza per lo svolgimento dei servizi fotografici e video nelle celebrazioni dei sacramenti IL

Dettagli

IX Giornata Diocesana per Responsabili dei Gruppi Liturgici 6/11/2010. Due comunicazioni. (mons. Claudio Fontana)

IX Giornata Diocesana per Responsabili dei Gruppi Liturgici 6/11/2010. Due comunicazioni. (mons. Claudio Fontana) IX Giornata Diocesana per Responsabili dei Gruppi Liturgici 6/11/2010 Due comunicazioni (mons. Claudio Fontana) 1. Il Rito del Matrimonio per le comunità ambrosiane Oggetto di questa prima comunicazione

Dettagli

VEGLIA MISSIONARIA Spezzare pane per tutti i popoli

VEGLIA MISSIONARIA Spezzare pane per tutti i popoli VEGLIA MISSIONARIA Spezzare pane per tutti i popoli In preparazione alla Giornata Missionaria Mondiale, proponiamo la celebrazione di una Veglia sul tema di quest anno: Spezzare pane per tutti i popoli.

Dettagli

NOTE PER LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA

NOTE PER LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA Chiesa di Bologna NOTE PER LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA Bologna 2003 2 UFFICIO LITURGICO DIOCESANO PRESENTAZIONE Gli Atti degli Apostoli ci dicono che le prime comunità ecclesiali erano assidue nell ascoltare

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

Indice di argomenti notevoli, oggetti liturgici e nomenclatura di edifici religiosi

Indice di argomenti notevoli, oggetti liturgici e nomenclatura di edifici religiosi Indice di argomenti notevoli, oggetti liturgici e nomenclatura di edifici religiosi Pagine in grassetto = testo prevalente A abbazia p.11 p.16 abside p.33 p.55 p.75 p.99 p.126 accenditoio p.64 accoglienza

Dettagli

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE RITI DI INTRODUZIONE DELLA CHIESA STAZIONALE 1. Quando il popolo si è riunito nella Chiesa stazionale il Vescovo saluta la comunità: Nel nome del Padre e del

Dettagli

RITO PER IL BATTESIMO DI PIÙ BAMBINI

RITO PER IL BATTESIMO DI PIÙ BAMBINI RITO PER IL BATTESIMO DI PIÙ BAMBINI 32. Il Battesimo si celebri, per quanto è possibile, in domenica, giorno in cui la Chiesa ricorda il mistero pasquale; conviene che la celebrazione sia comunitaria

Dettagli

1. LA CELEBRAZIONE DELL EUCARISTIA

1. LA CELEBRAZIONE DELL EUCARISTIA 1. LA CELEBRAZIONE DELL EUCARISTIA TESTI DEL MAGISTERO La celebrazione della Messa, in quanto azione di Cristo e del popolo di Dio gerarchicamente ordinato, costituisce il centro di tutta la vita cristiana

Dettagli

CRISTIANI NON SI NASCE, MA SI DIVENTA. Itinerario per il completamento dell iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

CRISTIANI NON SI NASCE, MA SI DIVENTA. Itinerario per il completamento dell iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Parrocchia Immacolata Concezione CRISTIANI NON SI NASCE, MA SI DIVENTA. Itinerario per il completamento dell iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Come già indicato anche nel progetto annuale,

Dettagli

Eucaristia-Ministri Straordinari-Norme-1984

Eucaristia-Ministri Straordinari-Norme-1984 Eucaristia-Ministri Straordinari-Norme-1984 NORME PER I MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE L.V.D. LXXV (1984) pp. 373-380 L Eucaristia è sorgente e vertice di tutta la vita cristiana, ed è fonte dell

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

Interventi per l animazione della S. Messa in Coena Domini

Interventi per l animazione della S. Messa in Coena Domini Interventi per l animazione della S. Messa in Coena Domini Introduzione Ci ritroviamo insieme questa sera per celebrare la Cena del Signore, al termine del cammino quaresimale. Il clima pasquale fa da

Dettagli

La liturgia Eucaristica

La liturgia Eucaristica La liturgia Eucaristica Cristo infatti prese il pane e il calice, rese grazie, spezzò il pane e li diede ai suoi discepoli dicendo: Prendete, mangiate, bevete: questo è il mio Corpo; questo è il calice

Dettagli

Chiediamo il Battesimo di nostro figlio

Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1.a tappa: prepar azione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio scheda di approffondimento 3. i Sacramenti della Fede Cristiana Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego

Dettagli

RITUALE DEL MATRIMONIO CATTOLICO CAPITOLO TERZO

RITUALE DEL MATRIMONIO CATTOLICO CAPITOLO TERZO RITUALE DEL MATRIMONIO CATTOLICO CAPITOLO TERZO RITO DEL MATRIMONIO TRA UNA PARTE CATTOLICA E UNA PARTE CATECUMENO O NON CRISTIANO 147. Quando contraggono Matrimonio una parte cattolica con una parte catecumeno

Dettagli

GIOVEDI SANTO CENA DEL SIGNORE

GIOVEDI SANTO CENA DEL SIGNORE GIOVEDI SANTO CENA DEL SIGNORE Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Con la celebrazione della Cena del Signore diamo inizio al Triduo pasquale della Passione, Morte e della Risurrezione del Signore. Questa

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli

Qual è il giorno di festa per il popolo ebraico.. Cosa ricorda loro questo giorno?......

Qual è il giorno di festa per il popolo ebraico.. Cosa ricorda loro questo giorno?...... LA DOMENICA GIORNO DEL SIGNORE Per il popolo ebraico, al quale apparteneva Gesù, il giorno di festa e di riposo è il sabato che in ebraico (sabbat) significa riposo e di preghiera nel quale gli Ebrei ancora

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

INCONTRO MSC 11.1.2015 SORA

INCONTRO MSC 11.1.2015 SORA INCONTRO MSC 11.1.2015 SORA La data di nascita del Ministero straordinario della Comunione (e non dell Eucaristia!) è segnata dalla pubblicazione dell Istruzione Immensae caritatis da parte della S. Congregazione

Dettagli