GESTIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GESTIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE"

Transcript

1 Executive Master GESTIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE VI Edizione Aprile 2013 Febbraio 2014

2 OBIETTIVI Il mestiere dell imprenditore richiede la capacità e il coraggio di porre sfide ambiziose e di vincerle. Nonostante le difficoltà, gli ostacoli e le incertezze di questi anni. Essere imprenditore significa dedicare la propria vita allo sviluppo di una impresa, alla ricerca di soluzioni, opportunità, risultati. Molte sfide sono già state vinte e molte delle nostre imprese sono diventate leader nei loro mercati. Ciò, molto spesso, grazie all idea di business, alla leadership dell imprenditore e alle sue capacità realizzative. La capacità di intuire le esigenze del mercato e dei clienti, di apprendere dall esperienza, di innovare prodotti e processi, di scegliere e organizzare le persone, di rischiare. Tutti questi saperi sono ancora indispensabili alle imprese piccole e medie. Negli ultimi anni, tuttavia, la complessità della gestione si è fortemente accentuata. La globalizzazione delle dinamiche competitive con l apertura di nuovi mercati e la comparsa di nuovi competitors, la continua innovazione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione, la riduzione del ciclo di vita dei prodotti, la globalizzazione dei mercati anche finanziari, lo sviluppo di fenomeni di esternalizzazione e delocalizzazione, la crescita del livello tecnologico di processo e di prodotto, sono tutti fattori che generano nuove sfide e nuove opportunità per gli imprenditori. L obiettivo di questo Executive Master è quello di fornire ai partecipanti le competenze e gli strumenti per la gestione d impresa in un ambiente più complesso, per affrontare le nuove sfide con maggiore consapevolezza, individuando nuove soluzioni e nuove opportunità. DESTINATARI L Executive Master è pensato per: Imprenditori, amministratori, soci e manager di imprese di piccole e medie dimensioni; Figli di imprenditori ed eredi di famiglie imprenditoriali; Persone che svolgono la propria carriera lavorativa all interno di imprese di piccole e medie dimensioni e desiderano sviluppare competenze a 360 sulla gestione d impresa.

3 STRUTTURA E METODOLOGIE FORMATIVE Il Master è strutturato in 5 Aree e 14 Moduli formativi: Aree Innovazione Gestione Mercato Moduli Formativi L organizzazione per il futuro: flessibilità ed alta velocità di miglioramento Il DNA dell Innovatore: come aumentare la capacità innovativa dell impresa La realizzazione di una nuova idea di business: come avviare una start-up innovativa Il modello economico-finanziario: dal bilancio al controllo di gestione La gestione finanziaria per lo sviluppo dell impresa Elementi di diritto per la gestione d impresa La strategia cluster per l internazionalizzazione Analisi dei mercati e strategia di posizionamento dei prodotti/servizi Organizzazione e metodologia della azione di vendita Processi Lean Manufacturing: produzione snella e gestione evoluta della Supply Chain Logiche e strumenti di analisi del ruolo dei Sistemi Informativi per la competitività aziendale Manageriale Il leader e la squadra manageriale La gestione del rapporto Impresa Famiglia Management Business Game Il percorso prevede l utilizzo integrato di diverse metodologie formative per favorire l apprendimento di contenuti, l interiorizzazione di concetti, lo sviluppo di consapevolezze e di obiettivi personali e aziendali: Lezioni in aula, discussione di casi aziendali, simulazioni e lavori di gruppo con focus su temi di particolare rilievo per chi fa impresa Attività esperienziale di training outdoor, per rafforzare le competenze di leadership e il concetto di squadra Partecipazione a due business games in ambito Toyota Production System e Gestione manageriale Visita di studio presso lo stabilimento italiano del gruppo Toyota Partecipazione a un esclusivo Laboratorio sull Intelligenza Emotiva con attività di autovalutazione, sessioni di coaching e simulazioni Formazione in modalità e-learning, attraverso la fruizione di tre pillole formative Skilla, per focalizzare i concetti appresi in aula, aprire la strada a nuove chiavi di lettura e stimolare l approfondimento

4 DIREZIONE SCIENTIFICA E DIDATTICA La Direzione scientifica e didattica dell Executive Master è affidata al Prof. Stefano Biazzo, docente di Gestione dell Innovazione e di Organizzazione e Misura delle Prestazioni presso la Scuola di Ingegneria dell Università di Padova. MODULO 1 L ORGANIZZAZIONE PER IL FUTURO: FLESSIBILITÀ ED ALTA VELOCITÀ DI MIGLIORAMENTO In questo modulo iniziale, anche attraverso un attività di brainstorming strutturato, verranno discusse le caratteristiche critiche delle organizzazioni che sono in grado di rispondere in modo tempestivo alle continue sfide di un ambiente competitivo sempre più rapido, aggressivo e complesso. La sfida dell iper-competizione: migliorare le performance, velocemente e costantemente Quali sono le caratteristiche di un azienda ad alta velocità di miglioramento? Docente: Stefano Biazzo Durata: 1 giornata Data: giovedì 4 aprile 2013 MODULO 2 IL LEADER E LA SQUADRA MANAGERIALE Vogliamo porre le fondamenta per saper creare e potenziare la giusta squadra manageriale che consenta all imprenditore di raggiungere i propri obiettivi di business a breve, medio e lungo termine. L azienda da costruire: Moby Dick L imbarcazione e la rotta per arrivarci Il sistema di valori La squadra coesa, forte, produttiva Dalla comunicazione alla motivazione Test di leadership nella pratica Docente: Daniela Bassetto Durata: 1 giornata Data: giovedì 11 aprile 2013

5 Formazione esperienziale - Outdoor Nell Outdoor Training i partecipanti si incontrano fuori da ruoli e contesti organizzativi aziendali consolidati, vengono ingaggiati in percorsi formativi all aria aperta e vivono esperienze d apprendimento emotivamente coinvolgenti, affrontando attività e situazioni nuove e spesso impreviste. Il rapporto docente/discente si appiattisce: i partecipanti diventano gli attori principali del percorso formativo. I temi ed i concetti appresi durante l attività d aula saranno metaforicamente vissuti secondo la seguente matrice competenze/esperienze: Dall individuo alla squadra Cooking Trapper Night WalkingOrienteeering Team Building Sviluppo potenzialità e motivazione Miglioramento continuo Comunicazione Docente: Luigi Mengato Durata: 1,5 giornate Data: venerdì 19 e sabato 20 aprile 2013 Sede: Parco Regionale dei Colli Euganei Laboratorio Intelligenza Emotiva Conoscere l Intelligenza Emotiva permette alla persona di essere più consapevole delle emozioni proprie e degli altri. Comprendere le emozioni e danzare con esse, consente alle persone migliori performance nelle scelte quotidiane ed importanti, personali e lavorative. Quanto siamo consapevoli delle nostre emozioni e reazioni? Come utilizziamo le nostre emozioni e l energia che esse producono? Quanto sappiamo essere intenzionali nelle nostre azioni e scelte? Quanto siamo allineati con ciò che per noi è importante? Che ruolo hanno gli altri nella nostra vita e quanto sappiamo entrare in relazione con chi ci circonda? Studi condotti a livello internazionale dimostrano che più della metà della nostra efficacia personale dipende dall Intelligenza Emotiva. Averne consapevolezza è il primo passo verso il miglioramento delle nostre performance emotive, relazionali, sociali e lavorative. Grazie alla compilazione di un questionario di autovalutazione, all inizio e alla fine del Master, i partecipanti avranno l opportunità di ottenere una fotografia puntuale e dettagliata rispetto al loro Quoziente Emotivo, con l indicazione dei punti di forza, delle aree di miglioramento e degli scostamenti occorsi.

6 La restituzione dei risultati (un ora per ciascun partecipante) sarà confidenziale e gestita da un Coach ICF accreditato da Six Seconds, il più importante network internazionale di studi sull Intelligenza Emotiva. Per ciascun partecipante è inoltre prevista un ora di coaching oneto one. Al termine del percorso, nell ambito di una giornata dedicata, verrà fornito un riscontro integrato sulle competenze emotive del Gruppo, per affrontare con maggiore consapevolezza ed efficacia il Management Business Game previsto a chiusura del Master. Docente: Silvio Bartolomei Data: venerdì 14 febbraio 2014 Durata: 1 giornata + attività di autovalutazione e attività di coaching Gestire le emozioni Le tue emozioni sono importanti risorse, impara a riconoscerle e a proteggerle. Ti capita a volte di sentirti sopraffatto dalle emozioni? Di sentirti, ad esempio impaurito, bloccato di fronte ad un compito difficile da affrontare? Di esplodere per la rabbia? Di avere la sensazione che tutto andrà male? Questa pillola ti darà alcuni consigli utili per riconoscere le diverse emozioni e canalizzarle verso il raggiungimento degli obiettivi. E-learning Durata: 2 ore (tempo didattico) MODULO 3 IL MODELLO ECONOMICO-FINANZIARIO: DAL BILANCIO AL CONTROLLO DI GESTIONE Lo sviluppo di un cruscotto di indicatori permette all imprenditore di avviare i processi di delega mantenendo il controllo della gestione, di avviare la crescita dell impresa controllandone la dinamica finanziaria, di valutare i progetti imprenditoriali mantenendo il controllo del rischio. L obiettivo è quello di avere sempre il controllo della dinamica economico-finanziaria per decidere in modo sempre informato. Il monitoraggio dell andamento aziendale L analisi di bilancio per indici e flussi Il controllo di gestione e l analisi dei costi La costruzione di un sistema di indicatori Il budget nella piccola e media impresa Come migliorare la salute finanziaria e valutare adeguatamente il rischio commerciale Docente: Romolo Canciani Durata: 5 giornate Date: martedi 7 e 21 maggio, martedi 4 e giovedi 20 e 27giugno 2013

7 Focus: Balanced Scorecard Ciò che misuri è ciò che ottieni : il sistema di misurazione delle performance dell impresa influisce profondamente sul comportamento organizzativo e sulla capacità di realizzare le intenzioni strategiche. Obiettivo del Focus è quello di evidenziare i limiti dell esclusivo orientamento alle prestazioni economico-finanziarie e di esplorare il modello della Balanced Scorecard (un cruscotto di indicatori bilanciato e focalizzato sui fattori critici di successo). L utilità di un cruscotto direzionale per monitorare i fenomeni critici Il modello della Balanced Scorecard Fattori critici di successo e mappa strategica Un metodo per costruire il cruscotto direzionale Docente: Patrizia Garengo Durata: 1/2 giornata Date: venerdì 12 luglio 2013 Il bilancio Impara a leggerlo per trarne informazioni utili allo sviluppo della tua azienda. Sai interpretare un bilancio di esercizio o è per te un documento misterioso e illeggibile? Pensi che il bilancio sia materia riservata agli addetti ai lavori? Impara a leggerlo e a riconoscerne le principali componenti. E-learning Durata: 1 ora (tempo didattico) LA GESTIONE DEL RAPPORTO IMPRESA - FAMIGLIA Il rapporto impresa-famiglia è da sempre il tema più importante all interno delle piccole e medie imprese. Spesso il legame tra famiglia e impresa è così forte che diventa difficile distinguere tra dinamiche famigliari e imprenditoriali. Capire quali aree sono di competenza esclusiva dell impresa è un passaggio fondamentale per garantire lo sviluppo della stessa e per costruire un rapporto equilibrato con la famiglia proprietaria. Il ruolo dei familiari: manager o azionisti? Il lavoro dei familiari in azienda Il passaggio generazionale e la successione La delega e la trasmissione di conoscenza MODULO 4 Docente: Franco Cesaro Durata: 1 giornata Data: mercoledi 29 maggio 2013

8 MODULO 5 LA GESTIONE FINANZIARIA PER LO SVILUPPO DELL IMPRESA Uno dei maggiori problemi delle piccole e medie imprese è quello delle risorse finanziarie. La sottocapitalizzazione diffusa e la maggiore difficoltà di reperire capitale di prestito dopo Basilea 2, e le evoluzioni attese con Basilea 3, impongono alle PMI di ripensare la strategia di sviluppo prendendo in considerazione nuove forme di finanziamento dell impresa. La leva finanziaria e la struttura finanziaria ottimale Il costo del capitale proprio e di terzi Equilibrio finanziario e forme tecniche di finanziamento Basilea, Rating e accesso al credito bancario Impostare la comunicazione con le banche: il ruolo delle informazioni qualitative Docente: Daniela Cielo Durata: 1 giornata Data: martedì 16 luglio 2013 MODULO 6 ELEMENTI DI DIRITTO PER LA GESTIONE D IMPRESA Il tessuto economico ed i rapporti fra gli operatori sono disciplinati e regolati dalla Legge, da ciò discendono obblighi che è fondamentale conoscere, ma anche e soprattutto opportunità e strumenti di tutela. Nell attuale contesto di crisi economica globale, capita sempre più spesso di dover fronteggiare situazioni di difficoltà altrui che inevitabilmente rischiano di ingenerare effetti negativi sulla propria azienda. Diventa dunque fondamentale anticipare il fenomeno e tutelarsi contro tali rovesci. L impresa/contribuente: un dialogo quasi quotidiano con l Agenzia delle Entrate; anche tale rapporto si rivela cruciale e determinante per un sereno esercizio dell attività economica. Questo modulo cerca di fare chiarezza su tali imprescindibili aspetti della gestione. Cenni di Diritto societario Cenni di Diritto commerciale Cenni di Diritto fallimentare Cenni di Diritto tributario Docente: Emiliano Fabris Durata: 2 giornate Date: martedì 10 e 17 settembre 2013

9 MODULO 7 IL DNA DELL INNOVATORE: COME AUMENTARE LA CAPACITÀ INNOVATIVA DELL IMPRESA L innovazione non è un magico apparire ed è difficile oggi non riconoscere il ruolo centrale dell innovazione e sviluppo dei prodotti nella crescita dell impresa. Malgrado ciò, i processi di innovazione e sviluppo nuovi prodotti sono spesso poco solidi ed efficaci nel garantire quella necessaria capacità di identificare, creare e sfruttare le opportunità di innovazione in modo sistematico. Obiettivo del modulo è di illustrare le attività e le metodologie che possono contribuire ad aumentare la capacità innovativa dell impresa. I percorsi dell innovazione: la centralità delle fasi pre-progettuali Rendere l innovazione sistematica: progettare il proprio imbuto dell innovazione ( innovation funnel ) Perché spesso ci troviamo in un settore dove conta solo il prezzo? Identificare gli sprechi di prestazione dei nostri prodotti e servizi Analizzare i bisogni dei clienti/interlocutori mappando accuratamente le loro esperienze d uso, acquisto, decisione Come ridurre gli sprechi nello sviluppo dei prodotti (Lean Design & Development) Docente: Stefano Biazzo Durata: 2 giornate Data: giovedi 26 settembre e giovedì 10 ottobre 2013 Focus: Il brokeraggio tecnologico Come reperire informazioni sulle tecnologie e attivare collaborazioni tecnologiche per innovare i propri prodotti e servizi? Ai partecipanti sarà fornita la mappa dei servizi di brokeraggio tecnologico disponibili nel territorio Docente: Giovanni Bernardi Durata: 1/2 giornata Date: venerdì 18 ottobre 2013 MODULO 8 LEAN MANUFACTURING: PRODUZIONE SNELLA E GESTIONE EVOLUTA DELLA SUPPLY CHAIN Nuove forme competitive e caratteristiche distintive della Lean Production. Ambiti di intervento e programmi di miglioramento della Lean Production: un quadro unitario relativo alle diverse aree dell impresa. Lean Manufacturing: strumenti e modalità operative Lean Supply: strumenti e modalità operative Docente: Roberto Panizzolo Durata: 1 giornata Data: giovedì 24 ottobre 2013

10 Study Visit: L applicazione eccellente del Toyota Production System Toccare con mano l applicazione più spinta del TPS in Italia perché, a volte, vedere è molto più efficace del sentire. Conoscere gli attori del cambiamento dell unico stabilimento italiano Toyota (TMHIT Toyota Material Handling Italia) per cogliere l animo del Toyota Way attraverso la declinazione e la spiegazione dei suoi 5 principi. Sperimentare con una simulazione pratica le prestazioni che si ottengono passando da una modalità produttiva tradizionale ( lotti e code ) a una logica TPS ( flow e pull ). Mattina Presentazione di Toyota Academy Plant Tour con spiegazione delle principali modalità operative applicate Question Time Pomeriggio TPS Simulation Game Toyota Way Question Time Durata: 1 giornata Data: martedì 29 ottobre 2013 Sede: TOYOTA MATERIAL HANDLING EUROPE via Persicetana Vecchia, 10 - Bologna - TMHIT, via del Lavoro, 93/1 - Casalecchio Di Reno BO MODULO 9 ANALISI DEI MERCATI E STRATEGIA DI POSIZIONAMENTO DEI PRODOTTI/SERVIZI Descrivere tecniche e strumenti che permettono all azienda di orientarsi nella scelta dei mercati in cui operare e di definire i prodotti da lanciare in modo da massimizzare il profitto. Definire lo scenario di mercato futuro in cui l azienda opererà Segmentare il mercato target in modo utile ad ideare prodotti e servizi vincenti Definire le strategie di prodotto per ogni segmento di mercato target Definizione del piano gamma dei prodotti Docente: Maurizio Scabbia Durata: 1 giornata Data: giovedì 14 novembre 2013 Focus: Web Marketing Le differenze tra il marketing tradizionale e il web marketing L importanza della visibilità e della qualità dei contenuti L E-commerce ed E-Business come leve di sviluppo I motori di ricerca: SEO e SEM I social media e la creazione e gestione di relazioni Web Analytics ed analisi del ROI Il mobile web e le prossime tendenze Docente: Victor Vassallo Durata: 1 giornata Data: martedì 10 dicembre 2013 Sede: Talent Garden Padova, centro di co-working per l innovazione, Via della Croce Rossa, 36 Padova

11 Prepararsi alla vendita: la strategia Analizzare il mercato e i clienti per pianificare le nuove attività. Ti ritrovi alla fine di una campagna di vendita ancora lontano dall obiettivo? Non capisci come mai sia successo, eppure hai fatto esattamente le stesse cose della campagna precedente, che hai chiuso brillantemente. Vuoi capire cosa fare per evitare che la stessa situazione si ripeta? Questa pillola fa per te. In pochi passi ti dice come pianificare i risultati e come pianificare le attività per una campagna di vendita di successo. E-learning Durata: 2 ore (tempo didattico) MODULO 10 LA STRATEGIA CLUSTER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE Oggi la battaglia competitiva si combatte in un contesto globale, nel quale le economie emergenti contribuiscono ormai per oltre il 50% del PIL mondiale, e rappresentano mercati potenziali dalle dimensioni paragonabili ai paesi sviluppati. Il Modulo intende rispondere ai seguenti quesiti: Perché andare all estero? Dove entrare? Quando entrare? Come entrare? Si forniranno ai partecipanti tecniche e strumenti per pianificare strategie di sviluppo internazionale, analizzare nuovi mercati potenziali ed elaborare strategie di ingresso e posizionamento nei mercati globali. Analisi e selezione di mercati potenziali Scelta del mercato di riferimento (centri urbani tier 2 e 3). Focus sui mercati con alti tassi di crescita: Non solo Shanghai, Mumbai, San Paolo e New York. Segmentazione del mercato e analisi della concorrenza. Analisi dell azienda e SWOT. Il posizionamento e la differenziazione del brand. Strategie nel lungo periodo. Organizzazione dell azienda per entrare in mercati internazionali Modalità di ingresso. Il compromesso fra volontà di controllo e gestione del rischio di entrata. L evoluzione della strategia di ingresso. Risorse (umane e finanziarie) e ritorno degli investimenti. La strategia cluster applicata in diversi mercati. Esempi di strategie (di successo e fallimentari) applicate in vari settori. Docente: Yadvinder S. Rana Durata: 2 giornate Data: giovedi 28 e venerdi 29 novembre 2013 Data: giovedi 28 e venerdi 29 novembre

12 MODULO 11 LOGICHE E STRUMENTI DI ANALISI DEL RUOLO DEI SISTEMI INFORMATIVI PER LA COMPETITIVITÀ AZIENDALE I sistemi informativi possono essere oramai considerati come risorsa strategica di front office destinata a supportare tutte le attività fondamentali per l azienda, come il marketing e le vendite, fino a diventare fattore determinante per il suo successo nel mercato di riferimento. Il modulo formativo ha come obiettivo quello di trasferire, attraverso l analisi di casi aziendali, il concetto di sistema informativo come leva strategica di business e offre strumenti operativi per l analisi e l implementazione. La strategia aziendale Il rapporto tra sistemi informativi e vantaggio competitivo sostenibile La variabile informazione nella competizione e nel posizionamento strategico Alcuni casi di Sistemi Informativi strategici per il successo Le teorie manageriali e la loro influenza sull identificazione del ruolo strategico dell informatica Il ciclo di vita degli investimenti in Information Technology Le strategie delle imprese nella new economy Docente: Giovanni Vaia Durata: 1 giornata Data: giovedì 5 dicembre 2013 MODULO 12 ORGANIZZAZIONE E METODOLOGIA DELLA AZIONE DI VENDITA Quali sono l organizzazione e la metodologia adeguati a trasferire al mercato il valore dell Azienda, delle sue soluzioni e dei suoi prodotti? La negoziazione va condotta in modo opportuno, creandone correttamente le basi relazionali e motivazionali, sviluppandola in modo da evidenziarne le opportunità e realizzare l incontro d interessi. Il suo successo nasce a monte, dalla opportuna organizzazione delle attività di sensibilizzazione del mercato, organizzazione della rete vendita e delle visite sul territorio. Il modulo svilupperà i temi indicati di seguito attraverso verifiche delle singole realtà e simulazioni filmate: L obiettivo di vendita: motivazione ed indirizzo L attività di prospezione e l organizzazione delle visite alla Clientela Win - Win: come trasferire il piacere dell acquisto nel corso della negoziazione La relazione attiva per la costruzione del rapporto, la conduzione della trattativa e la fidelizzazione del Cliente Individuazione e superamento degli ostacoli alla vendita Docente: Loris Bellio Durata: 2 giornate Data: giovedì 16 e 23 gennaio 2014

13 MODULO 13 LA REALIZZAZIONE DI UNA NUOVA IDEA DI BUSINESS: COME AVVIARE UNA START-UP INNOVATIVA Il Modulo è finalizzato a delineare criticità e opportunità connesse al lancio di una startup. Come disegnare il modello di business? Quali agevolazioni offre il legislatore? Quali istituzioni a supporto? Dove si trova un investitore? Come redigere un business plan che possa vincere bandi di finanziamento o suscitare un concreto interesse da parte di Angel Investors e Venture Capitalists? I partecipanti saranno messi nelle condizioni di affrontare una nuova iniziativa imprenditoriale con consapevolezza e cognizione degli strumenti da utilizzare. Come gestire l avvio di una start-up innovativa: la definizione dell idea, il team, il modello di business Il mercato e la start-up: strumenti di marketing a portata di start-up Le agevolazioni e gli strumenti a supporto dello start-up: Decreto Sviluppo, bandi regionali, Business Angels Network, Venture Capitalists Presentazione di Start Cube Incubatore d Impresa dell Università di Padova Docente: Emiliano Fabris Durata: 1 giornata Data: giovedì 6 febbraio 2014 Sede: Start Cube, Incubatore Universitario d Impresa dell Università di Padova - Via della Croce Rossa, 122 Padova MODULO 14 MANAGEMENT BUSINESS GAME Il Master si conclude con un gioco di simulazione della vita d impresa. Sulla base del contesto e delle problematiche che saranno indicate, i partecipanti - a cui è affidata la conduzione strategica di un azienda virtuale operante in un mercato competitivo - dovranno prendere e adottare tutte le decisioni manageriali del caso, finalizzate all ottenimento dei migliori risultati possibili dal punto di vista economico- gestionale. Strumento per la formazione manageriale, basato su internet e open-source Diversi scenari competitivi Utilizzo di oltre 40 leve decisionali (area manufacturing, marketing, commerciale, pianificazione e produzione) Mix di oltre 20 prestazioni interne/esterne ed economico-finanziarie/operative per valutare le decisioni prese dai partecipanti Docente: Nicola Baldissin Durata: 2 giornate Data: giovedì 27 e 28 febbraio 2014

14 DOCENTI I docenti selezionati provengono dal mondo dell università, dell impresa e delle professioni. Tutti sono accomunati dalla conoscenza delle dinamiche e delle problematiche delle Piccole e Medie Imprese e delle esigenze di quanti hanno la responsabilità di gestirle. Nicola Baldissin Ingegnere Gestionale, esperto in sviluppo e modellazione di simulazioni d impresa. Ha maturato numerose esperienze di docenza nell ambito dei business game. E Technology Development Director presso The Business Game, società spin-off dell Università di Udine, specializzata nella consulenza e formazione manageriale attraverso la simulazione della gestione di impresa. Silvio Bartolomei Laureato in Scienze Forestali all Università di Padova con abilitazione alla libera professione presso l Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Padova. Dopo aver vissuto importanti esperienze formative e lavorative in ambito ambientale (già Direttore del Parco Regionale dei Colli Euganei e del Centro Regionale di Formazione Veneto di Protezione Civile), si è specializzato negli ambiti dello sviluppo delle Risorse Umane, attraverso il Corso di formazione in Programmazione Neuro Linguistica presso l Istituto Italiano PNL e il Master di primo e secondo livello della Coaching School di Marina Osnaghi (MCC) ed è oggi Coach associato ICF e certificato ACC. E EQ Trainer certificato, SEI Assessore VS Consultant e Preferred Partner di Six Seconds. Daniela Bassetto Laurea in Lingue a Ca Foscari, ha maturato una lunga esperienza internazionale come Direttore Marketing, Comunicazione, Risorse Umane in gruppi multinazionali americani. Giornalista, iscritta all Ordine, è consulente aziendale, docente a contratto presso Università e Business School, coach manageriale e formatore. Daniela Cielo Mangarer con pluriennale esperienza in tema di tesoreria, pianificazione, controllo e rischi finanziari. Loris Bellio Laureato in Economia e Commercio, ha lavorato presso una multinazionale di primaria importanza nel settore abbigliamento dal 78 al 89, con funzioni manageriali in Italia ed all estero (Germania e Danimarca). Ha maturato un esperienza decennale come imprenditore nell ambito dell abbigliamento per poi dedicarsi ad attività di consulenza di direzione e formazione aziendale. È socio fondatore di una primaria società di formazione e dal 2006 amministratore delegato e partner di un accademia di formazione in ambito sportivo.

15 Giovanni Bernardi Ingegnere e Professore di Economia ed Organizzazione Aziendale e di Gestione dell Innovazione presso la Scuola di Ingegneria dell Università di Padova. Ricercatore nell area innovazione, strategia ed organizzazione, in particolare nel contesto delle PMI, presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell Ateneo. Ha svolto progettazione e interventi formativi presso le maggiori Scuole di formazione italiane. Già Direttore del Master in Organizzazione Aziendale del Cuoa di Vicenza. Membro di comitati scientifici e gruppi di lavoro in progetti regionali ed europei di ricerca-intervento sui temi del trasferimento delle conoscenze, sviluppo e trasformazione delle PMI, gestione strategica dell innovazione Stefano Biazzo Ingegnere e Professore di Gestione dell Innovazione e di Organizzazione e Misura delle Prestazioni Aziendali presso la Scuola di Ingegneria dell Università di Padova. Esperto di metodologie e strumenti per lo sviluppo della capacità innovativa delle imprese, svolge attività di ricerca, formazione e consulenza direzionale sui temi dell innovazione organizzativa, dell innovazione di prodotto e servizio e della misurazione delle performance aziendali. È autore di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche di rilevanza internazionale (come il Journal of Product Innovation Management e il Total Quality Management & Business Excellence Journal) e nazionale (come Economia & Management, Sviluppo & Organizzazione e Quaderni di Management). Ha recentemente pubblicato un libro - con la presentazione di Robert S. Kaplan, Professore Emerito della Harvard Business School - sulla realizzazione di cruscotti di misurazione delle performance nelle PMI (edito in Italia da McGraw-Hill). Membro del Comitato Tecnico Scientifico del progetto Leandustria Il Cubo Rosso (Fòrema). Romolo Canciani Consulente, Formatore e Revisore Contabile. Ha lavorato in qualità di Controller, Direttore Amministrazione Finanza e Controllo e Direttore Generale. Esperto in sistemi di Programmazione e Controllo di Gestione, in operazioni di Crescita Commerciale e in processi di Passaggio Generazionale.

16 Franco Cesaro È stato ricercatore e professore a contratto presso l Università di Verona. Dal 2009 collabora con l Università di Milano. Dal 1993 l attività si è concentrata nel sostegno allo sviluppo generazionale delle imprese famigliari presso le quali ha lavorato in diverse funzioni e responsabilità fin dal Dal 1986, esercita la libera professione attraverso le attività di consulente, formatore del personale, affiancando le imprese nella soluzione di problematiche legate all organizzazione delle risorse umane interne ed esterne e alla pianificazione del marketing strategico ed operativo. Assiste da anni aziende appartenenti a gruppi di distribuzione in diversi settori merceologici in Italia e all estero. Emiliano Fabris Dottore Commercialista iscritto all albo del circondario del Tribunale di Padova. Consulente in direzione aziendale dal Per cinque anni collaboratore presso uno dei più influenti Studi patavini in materia fallimentare CTU per il tribunale di Padova procedure concorsuali. Master in Marketing & Communication ottenuto nel 2008 a Montreal, Quebec - Canada. Da gennaio 2009 responsabile operativo di Start Cube Incubatore d Impresa dell Università di Padova. Specializzazione in start-up d impresa e consulenza strategica. Patrizia Garengo Docente di Economia e Organizzazione Aziendale presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell Università di Padova e Visiting Scholar presso il Centre for Strategic Manufacturing dell Università di Strathclyde (UK). Nelle attività di consulenza e ricerca si interessa di sviluppo organizzativo e di sistemi di misurazione delle prestazioni per le piccole e medie imprese. Luigi Mengato Socio fondatore di una società di consulenze aziendali, affianca la continua esperienza imprenditoriale all ambito formativo quale docente in materie comportamentali (Sviluppo Individuale, Team Building e TeamWork). Specializzato in modalità formative blended (aula, outdoor, coaching & counseling, Information Technology) riveste il ruolo di Outdoor Training Project Manager al Trentino Outdoor Camp. Membro del Comitato Tecnico Scientifico del Cubo Rosso (Fòrema). Roberto Panizzolo Ingegnere e Professore di Organizzazione della Produzione e dei Sistemi Logistici presso il Dipartimento di Tecniche e Gestione dei Sistemi Industriali dell Università di Padova, dove è anche docente di Economia ed Organizzazione Aziendale. Ha insegnato per numerosi anni Marketing dei Beni Industriali presso la Facoltà di Ingegneria dell Università di Udine. L attività scientifica riguarda l organizzazione e la gestione della produzione industriale e la gestione dell innovazione tecnologica, con particolare riguardo allo sviluppo di nuovi prodotti. È membro di importanti network di ricerca internazionali e partecipa al Consiglio Direttivo di AILOG. E direttore del corso di Perfezionamento in Lean Manufacturing dell Università di Padova. Membro del Comitato Tecnico Scientifico del progetto Leandustria Il Cubo Rosso (Fòrema).

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Governo dei sistemi informativi

Governo dei sistemi informativi Executive Master Governo dei sistemi informativi > II edizione CONFINDUSTRIA VENEZIA CONFINDUSTRIA PADOVA CONFINDUSTRIA VENEZIA gennaio/luglio 2011 Obiettivi Un numero crescente di organizzazioni appartenenti

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA

AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA AGGIORNAMENTO ON LINE LA LIQUIDAZIONE DEI DANNI ALLA PERSONA 24 ottobre 2013 WEB CONFERENCE LEZIONE LIVE IN VIDEOCONFERENZA PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per l aggiornamento professionale

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola

I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola I profili con maggiore potenzialità occupazionale nel non profit in Europa, riscontrati attraverso le vacancy e nel recruitment passaparola Europrogettista Il profilo è ricercato in particolare da ONG,

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Coaching. Corporate. Destinatari. Programma di perfezionamento. Istituto Superiore per l Apprendimento dell Individuo Adulto

Coaching. Corporate. Destinatari. Programma di perfezionamento. Istituto Superiore per l Apprendimento dell Individuo Adulto Istituto Superiore per l Apprendimento dell Individuo Adulto Corporate Coaching Programma di perfezionamento Destinatari Il programma è rivolto a coloro i quali desiderano acquisire o perfezionare le facoltà

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

SILVIO FOSSATO - AMMINISTRATORE DELEGATO

SILVIO FOSSATO - AMMINISTRATORE DELEGATO SILVIO FOSSATO - AMMINISTRATORE DELEGATO Amministratore Delegato di NKW - Net Know Work (Business Network Aggregator). Cultura economico aziendale, per 18 anni ha svolto l attività di Commercialista e

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli