Paola Frati curriculum vitae Pagina 1 18/01/2010 PAOLA FRATI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Paola Frati curriculum vitae Pagina 1 18/01/2010 PAOLA FRATI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM"

Transcript

1 Paola Frati curriculum vitae Pagina 1 18/01/2010 PAOLA FRATI CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Paola Frati nata a Perugia il 2 settembre 1968 residente a Roma, Via A. Serranti 47 coniugata CF FRT PLA 68P42 G478J Lingua inglese scritta e parlata Professore Straordinario di Medicina Legale/Bioetica II^ Fac. Medicina e Chirurgia, Univ. Roma La Sapienza Indice: 1. Studi attività perfezionamento 2. Attività ricerca posizioni ufficiali 3. Attività didattica ufficiale 4. Consulenze scientifiche 5. Pubblicazioni scientifiche 6. Monografie 1. Studi ed attività di perfezionamento 1.1 Studi Diploma di maturità classica, Liceo Cornelio Tacito, Roma Corso di Laurea in Giurisprudenza, Università Roma La Sapienza laurea il (110/110 e lode) 1996 Abilitazione esercizio della professione legale, Corte d Appello, Roma 1997 Conseguimento del titolo di avvocato, Roma 1.2 Attività di perfezionamento Tirocinio legale presso Avvocatura di Stato, Roma, a seguito di bando di selezione ( ) 1992 Corte Cassazione, Roma: Corso di perfezionamento per la ricerca elettronica della documentazione giuridica 1992 CEIDA, Roma: Corso di perfezionamento in diritto civile; Corso di perfezionamento in diritto penale 1993 Roma, Scuola superiore di studi giuridici (direttore dr. Rocco Galli), Corso di perfezionamento in diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo 1997 Chicago University, Mac Lean Center for Medical Ethics, Course on Medical Bioethics applied to Biotechnologies (Chicago, Ill., 9-10 maggio 1997) modulo I 1997 Accademia Nazionale di Medicina, Roma-Chicago University, Mac Lean Center for Medical Ethics, Course on Medical Bioethics applied to Biotechnologies (S.

2 Margherita di Pula, CA, giugno 1997) modulo II 2. Attività di ricerca Posizioni ufficiali in Enti di ricerca/università 2.1 IRCSS Istituto Mediterraneo di Neuroscienze Neuromed, Pozzilli (IS)-Roma Ricercatrice in diritto sanitario e bioetica, unità operativa della Direzione scientifica ( ) Responsabile Unità Operativa diritto sanitario e bioetica 2.2 IRCSS Fondazione Istituto Neurologico C. Mondino, Pavia Borsista presso la Direzione scientifica della Fondazione per la legislazione sanitaria e bioetica dal al Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Macerata Ricercatrice universitaria, settore scientifico-disciplinare F22B Medicina legale 2.4 Idoneità per Professore universitario 2001 Idonea nella procedura valutativa per Professore associato bandita dalla Libera Università Campus Biomedico di Roma (DR 230 del 15 marzo 2000) per il settore scientificodisciplinare F02X Storia della medicina (per la disciplina Bioetica), ora MED/02 (atti approvati con DR n 268/2001) 2001 Idonea nella procedura valutativa per Professore associato bandita dalla Università degli Studi di Firenze (DR 278/2000) per il settore scientifico-disciplinare F22B Medicina legale, ora MED/43 (atti approvati con DR 136/2001) Idonea nella procedura valutativa per Professore ordinario bandita dalla Università degli Studi di Macerata per il settore scientifico-disciplinare MED/43 (atti approvati con DR /2006). 2.5 Posizione universitaria corrente 2009 Professore Straordinario di Medicina legale/bioetica, II^ Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Roma La Sapienza 3. Attività didattica ufficiale 2009 Professore Straordinario di Medicina legale/bioetica, II^ Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Roma La Sapienza 3.1 Università degli Studi di Roma La Sapienza-ASL Pentria (Ospedale Isernia), Corso di Laurea Infermiere, Corso integrato Diritto sanitario, deontologia, etica e bioetica applicata Anno accademico Anno/semestre Insegnamento (affidamento di modulo didattico) 2

3 1996/97 II anno, II semestre Organizzazione infermieristica. Aspetti giuridici e deontologici 1997/98 III anno, II semestre Legislazione sanitaria 1998/2004 III anno, II semestre Diritto sanitario, deontologia e bioetica applicata 3.2 Università degli Studi di Roma La Sapienza- I^ Fac. Medicina e Chirurgia/IRCSS Neuromed a) Corso di Laurea in Tecnico di Laboratorio Biomedico, Corso Integrato di Igiene generale ed applicata, medicina legale, norme di sicurezza e radioprotezione Anno accademico Anno/semestre Insegnamento di.. Da 1998 a 2007 II anno, II semestre Medicina Legale b) Corso di Laurea in Fisioterapista, Corso Integrato di Management sanitario e didattica Anno accademico Anno/semestre Insegnamento di.. Da 1998 a 2007 III anno, II semestre Medicina Legale 3.3 Università degli Studi di Roma La Sapienza- II^ Fac. Medicina e Chirurgia a) Master in Economia sanitaria ed etica medica b) Master in Psiconcologia c) Master in scienze infermieristiche c) Corso Integrato Metodologia medico-scientifica e scienze umane IV, VII e XI Anno/semestre Insegnamento di.. Anno accademico (da - a.) II anno II semestre Bioetica VI anno II semestre Medicina legale e bioetica Anno accademico (da.-a.) Anno/semestre Insegnamento di.. IV anno I semestre Medicina legale Anno accademico (da.-a.) Anno/semestre Insegnamento di.. d) Coordinatrice di Corso Integrato : Metodologia Medico-Scientifica e Scienze Umane IV e) Coordinatrice di Corso Integrato : Metodologia Medico-Scientifica e Scienze Umane VII f) Scuole di Specializzazione [Medicina legale; Neurologia, Medicina nucleare, Anatomia patologica; Patologia generale] Anno accademico (da a.) Insegnamento di Bioetica; Deontologia, Istituzioni di diritto pubblico e privato, Medicina legale, Legislazione sanitaria f) Corsi di Laurea per le professioni sanitarie f1. Corso di Laurea Infermiere, Corso integrato Diritto sanitario, deontologia, etica e bioetica applicata Anno accademico (da - a.) Anno/semestre Insegnamento 3

4 III anno II semestre Medicina Legale f2. Corso di Laurea Ostetricia: Docente del Corso Integrato di Medicina Legale e preventiva; Coordinatrice di Corso Integrato: Diritto sanitario, deontologia e bioetica applicata e medicina legale e preventiva; docente di Medicina legale Anno accademico (da - a.) Anno/semestre Insegnamento III anno II semetsre Medicina legale 3.4 Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Corso di Perfezionamento in Coordinamento delle attività di miglioramento continuo di Qualità nelle Aziende Sanitarie, docente: Anno Sede Modulo didattico su Perugia, Verifica di qualità (aspetti giuridici) 1998 Terni, Idem 1999 Perugia, Idem 3.5 Docenza Corsi di Alta Formazione Docente Bioetica e Medicina Legale, Corso di Alta Formazione Gestione e Informazione in Sanità, Università degli Studi di Roma La Sapienza- I^ Fac. Medicina e Chirurgia - Docente Bioetica e Medicina Legale, Corso di Alta Formazione Sperimentazione farmaci e Bioetica, Università degli Studi di Roma La Sapienza- I^ Fac. Medicina e Chirurgia - Docente Bioetica e Medicina Legale, Corso di Alta Formazione Antropologia e Bioetica applicata, Università degli Studi di Roma La Sapienza- I^ Fac. Medicina e Chirurgia - Docente Bioetica e Medicina Legale, Corso di Alta Formazione, Risk Management, Accademia di Medicina 3.5 Docenza Master Universitari Master in Infermieristica, Università degli Studi di Roma La Sapienza- II^ Fac. Medicina e Chirurgia Master in Psiconcologia, Università degli Studi di Roma La Sapienza-II^ Fac. Medicina e Chirurgia Master in Economia Sanitaria, Università degli Studi di Roma La Sapienza- II^ Fac. Medicina e Chirurgia Master in Odontologia Forense, Università di Firenze 3.6 Attività di ricerca Progetto di Ateneo 2004 Il sangue umano dall antichità ad oggi: aspetti storici, etici, antropologici e psico-sociali Progetto di Ateneo 2006 Dalla terapia medica alla riabilitazione: bambini disabili in Italia nel XX secolo Progetto di Ateneo 2007 Disturbi del corpo e della mente: melanconia, anoressia e tubercolosi tra medicina e letteratura Progetto di Ateneo 2008 Medicina forense, aspetti antropologici e legali della storia dell aborto 4

5 Progetto di Ateneo 2009 Medicina forense, aspetti antropologici e legali della storia dell aborto 3.7 Partecipazione in qualità di relatrice a numerosi Convegni nazionali ed internazionali. In particolare dal 2002 è nel comitato promotore dell organizzazione delle Giornate Medico Legali, dal 2005 Convegno Ufficiale della Società Italiana di Medicina Legale. 4. Consulenze scientifiche 4.1 Esperto di bioetica Consulente del Comitato Etico, Azienda sanitaria ASL 5, Pisa Componente della Commissione di Bioetica, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Roma 4.2 Esperto di deontologia e responsabilità professionale/civile Consulente ed assistente in campo medico-legale dell ENEL (responsabilità professionale, profili civilistici) Componente esperto per la deontologia professionale e per i profili di responsabilità penale e civile nella Commissione istituita dall Ordine degli Psicologi della Regione Lazio 5. Pubblicazioni scientifiche [Articoli: autori, titolo, rivista, anno; vol:pag iniz-pag finale; Volumi collattanei: editori-curatori, autori, titolo, editore, anno] 01. Frati P., Aspetti di bioetica: trapianti d'organo. Il Mondo giudiziario 1995; 21: Frati L., Frati P., Eticità delle scelte in medicina. Il caso farmaci ovvero l'etica del quotidiano, tra sapere scientifico ed economia. Bollettino Accademia Medica di Roma ; 120: Frati P., L'eutanasia. Il Mondo giudiziario 1995; 29: Frati P., Il diritto alla salute: diritto soggettivo assoluto o relativo? (Osservazioni alla sent.416/95 della Corte Costituzionale). Bioetica 1995; 3: Frati P., Trapianti d'organo: il dibattito sul consenso informato. Professione 1996; 4: Frati P., Donazioni d'organo: questioni d'informazione. Teknos 1996; 6: Frati P., Trapianti d'organo: il modello organizzativo. Professione (sanità pubblica e medicina pratica) 1996; 4: Frati P., Del diritto alla salute nell'evoluzione interpretativa della Corte Costituzionale. Ragiusan 1996; 13:6-9. 5

6 09. Frati P., Stato sociale e diritto individuale alla salute. In: Monografie del Consiglio Superiore di Sanità, Sessione straordinaria del 3/7/1996, Monografia 1, 1996; Frati P., Donazioni d'organo e ruolo dei mass-media. Il Medico d'italia 1996; 51: Frati P., Danno biologico ed evoluzione giurisprudenziale. Recenti pronunce della Cassazione: il punto medio d'invalidità. Medicina nei Secoli 1996; 8: Frati P.,La migrazione sanitaria extraregionale, ovvero un caso di etica del quotidiano. Ragiusan 1997; 14: Frati P., La Convenzione di Strasburgo del novembre del Il primo accordo internazionale sulla biomedicina. Il Mondo giudiziario 1997; 15: Frati P., Diritti dell'uomo e Biomedicina. La Convenzione di Strasburgo: il primo accordo internazionale. Res Epydemiologica 1997; 1: Frati P., Un DRG anche per le cure palliative? Zacchia 1997; 15: Frati P., Diritto e Bioetica. Forum 1997; 7: Frati P., Nuove tendenze in tema di responsabilità medica. Medicina nei Secoli 1998; 10: Frati P., Tra Bioetica e managerialità. In: Medico e Manager, Edizioni Medico Scientifiche, Torino, Fineschi V., Frati P., Le linee guida: a double-edged sword. Riflessioni medico-legali sulle esperienze statunitensi. Riv. It. Med.Leg. 1998; 20: Frati P, Diritto alla salute, efficacia terapeutica e libertà di cura: a margine del caso Di Bella. Ragiusan 1998; 15: Frati P., Evidence-based medicine between explicit rationing, medical deontology and rights of patients. Forum 1998; 8: Angeletti L.R., Frati P., Tecniche di procreazione assistita: il possibile e il ragionevole. Lettera end (Torino) 1998; 100: Frati P., L anziano e i problemi di fine vita dal punto di vista del diritto. I^ incontro larigiano di Bioetica -Atti Convegno: L anziano alle soglie del nuovo millennio. Lari (PI), Fineschi V., Frati P., Barni M., La lunga marcia della medicina alternativa verso le categorie della scienza e della responsabilità. Responsabilità civile e Previdenza 1999; 64: Frati P., Frati L., Tutela dei genitori e tutela del nascituro. Nuntium 1999; 8: Frati L., Foa R., Frati P., The patentability of living organism between science, law and ethics. Forum 1999; 9: Frati P., Bioethics, biotechnology products and humans: Europe between the skilled Theseus and the Labyrinth-Minotaur s syndrome. Forum 1999; 9: Fineschi V., Frati P., Fecondazione eterologa ed esercizio della azione di disconoscimento di paternità: una lunga querelle non ancora sopita. Commento alla sentenza 26 febbraio 16 marzo 1999, n della Corte di Cassazione. Medicina nei Secoli 1999; 11: Frati P., Frati L., Quale modello di Azienda Sanitaria per le Facoltà di Medicina, tra le leggi dell economia, i diritti e l etica. Medic 1999; 7:

7 30. Frati P., Fineschi V., Sul valore medico-legale e giuridico delle direttive anticipate, in Le direttive anticipate del malato a cura di Cattorini P., Masson, 1999, 13-27, Milano. 31. Turillazzi E, Frati P., Inseminazione artificiale eterologa Disconoscimento di paternità Consenso prestato dal marito. Fecondazione eterologa e disconoscimento di paternità. Rivista Italiana di Medicina Legale, 1999; 21: Frati P., Quarantine, trade and health policies in Ragusa-Dubrovnik until the age of Julius Armenus- Baglivi. Medicina nei Secoli 2000; 12: Frati P., Direttive anticipate e nuovo codice di deontologia medica. In: Barni M. ed., Bioetica, Deontologia e Diritto. Giuffrè, Milano, 2000, Turillazzi E, Frati P., Fineschi V., Il doping: danno sportivo, danno biologico (Parte I. Evoluzione normativa). Professione 2000; 9: Frati P., La responsabilità civile. In: Guida all esercizio professionale per i medici-chirurghi e gli odontoiatri. Edizioni Medico-Scientifiche, Torino, Frati P., La responsabilità penale. In: Guida all esercizio professionale per i medici-chirurghi e gli odontoiatri. Edizioni Medico-Scientifiche, Torino, Fineschi V., Frati P., Turillazzi E., Fecondazione assistita e codice deontologico: quale convivenza dopo l ordinanza di Palermo? Rivista Italiana di Medicina Legale 1999; 21: Frati P., Celi F., Il nuovo ruolo dell infermiere: tra norme morali, deontologiche e giuridiche. Rivista di diritto delle professioni sanitarie 2000; 2: Celi F., Pecora S., Frati P., Incompatibilità carceraria e tutela della salute: tra norma morale e norma giuridica. Riv. It. Med. Leg. 2000; 22: Fineschi V., Frati P., Turillazzi E., L ordinanza capitolina sul contratto di maternità surrogata: problematiche etico e deontologiche.. Riv. It. Med. Leg. 2000; 22: Fineschi V., Frati P., Fucci S., Il rifiuto alla trasfusione di sangue tra urgenza, necessità ed interventismo medico. Giustizia penale 2000; 41: Cingolani M. Frati P., Froldi R., Qualche ulteriore considerazione giuridica e tecnico-applicativa in tema di accertamenti previsti per alcol e stupefacenti dagli articoli 186 e 187 del codice della strada e tutela della persona. Zacchia 2000; 18: Frati P., Cosmi K., Biotecnologie fra etica e diritto. Atti del Convegno Animali e piante transgeniche. Implicazioni bioetiche. Roma, Aula Convegni CNR, maggio Frati L., Foà R., Frati P., La possibilità di brevettare gli organismo viventi: il confine tra scienza, legge ed etica, Leadership Medica 2000; 1: Frati P., Pasquali A., Celi F., Medico e malato a confronto. Abstract XXXIII Congresso nazionale Soc. It. Med. Leg. Ass. Brescia, ottobre Zampi M., Frati P., Tassoni G., Froldi R., La tipologia del tossicodipendente afferente alla struttura pubblica. Indagine sull attività dei SerT della Provincia di Macerata nell anno Med Leg.Quad. Cam., 2000; 22: Frati G., Frati P., Muzzi L., Oricchio G., Papalia U., Yacoub M.H., Medical and Ethical issues on xenotransplantation. The opinion of the public members, patients and transplant/candidates in Italy. Transplantation Proceedings 2001; 33: Frati P., Pasquali A., Pecora S., Celi F., Una nuova categoria di danno? Il danno edonistico. Riv. It.Med.Leg., 2001; 23:

8 49. Frati P., Pasquali A.., Zampi M., Froldi R., Il veleno e l uomo: aspetti storici, giuridici e tossicologici. Medicina nei Secoli 2001; 13: Cingolani M., Frati P., Froldi R., Rodriguez D., Aspetti medico-legali e tossicologici della legge 14 dicembre 2000 n. 376in tema di doping. Riv.It.Med.Leg. 2001; 23: Fineschi V., Pomara C., Frati P., I principi dell autonomia vincolata, dell autonomia limitata e dell affidamento nella definizione della responsabilità medica. Il ruolo del capo-equipe e dell assistente (anche in formazione) alla luce della recente giurisprudenza. Riv.It.Med.Leg. 2001; 23: Frati P., Cameriere R., Froldi R., La Riforma-ter. In particolare la legge della Regione Marche 20/2000 in materia di attuazione delle procedure di autorizzazione delle strutture sanitarie. Riv. It.Med.Leg. 2001; 23: Frati P., Froldi R. Cingolani M., Il difficile contemperamento fra libertà di cura ed autodeterminazione del paziente. Zacchia 2001; 19: Gazzaniga V., Frati P., In venerem ignavus. Impotenza, medicina e legislazione in età moderna. Medicina nei Secoli, 2001; 13: Arbarello P., Cameriere R., Frati P., Froldi R., Premate A., Over-treatment in parodontologia. Minerva Medicolegale, 2001; 121: Cingolani M., Frati P., Froldi R., Pesaresi M., Le nuove norme in tema di utilizzazione dei farmaci analgesici oppiacei nella terapia del dolore. Zacchia 2001; 19: Pasquali A., Frati P., Pecora S., Celi F., La tromboembolia polmonare nel settorato medico-legale di Macerata (contributo casistico). Riv. It. Med. Leg. 2002; 24: Frati P., Arcangeli M., Premate A., La tutela del concepito. Evoluzione giurisprudenziale in tema di risarcimento del danno biologico. Zacchia, 2002; 20: di Luca N.M., Frati P., Il nesso causale nella responsabilità professionale medica. Zacchia 2002; 20: , 60. Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., Gli effetti del consenso informato nella prospettiva civilistica. Riv.It.Med.Leg., 2002; 24: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., La responsabilità professionale del personale sanitario dipendente e della struttura all attenzione del legislatore. Professione, 2002; 10: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, Eutanasia: valori, forme e responsabilità, Iura Medica 2032; 16: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, Scelte legislative e valori etici nei trapianti da vivente, Med. Leg. Quad. Camerti, 2002; 26: Frati P., Arcangeli M., Premate A., Su un caso di decesso da sinistro stradale durante il trasporto in autoambulanza: aspetti medico.legali e giuridici in tema di definizione del rapporto di causalità.riv. It.Med.Leg,, 2002; 24: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., Il danno morale da reato di pericolo: la svolta delle Sezioni Unite sul caso Seveso. Zacchia, 2003;21: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., Il Mobbing: evoluzione giurisprudenziale e normativa.riv.it.med.leg., 2003; 25:

9 67. Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., Le nuove frontiere risarcitorie dei wrongful birth cases : la Cassazione fa il punto, Riv.It.Med.Leg, 2003; 25: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., I reati connessi al doping nella prospettiva del principio di tassatività e del diritto alla salute, Riv.It.Med.Leg, 2003; 25: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., Eutanasia e dignità della vita umana: il contributo della Corte d Assise d Appello di Milano, Riv.It.Med.Leg, 2003; 25: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., La cartella clinica fra segreto e riservatezza Iura Medica, 2003; 16: Frati P., Montanari Vergallo G., Zaami S., di Luca N.M., Il danno biologico da uccisione. Risarbilità iure succesionis e iure proprio in ipotesi di lesioni mortali Iura Medica, 2003; 16: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, La sperimentazione clinica: profili medico-legali e giuridici. In particolare la figura dello sponsor-sperimentatore, Zacchia, 2004, 22: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, Le mutilazioni genitali femminili: profili medicolegali, bioetici e giuridici, Medicina nei Secoli,2004; 16: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, La riforma del danno alla persona nelle sentenze 8827 e 8828/2003 della Suprema Corte, Riv.It.Med.Leg, 2004; 26: Frati P., Montanari Vergallo G., Zaami S., di Luca N.M., Il danno biologico da uccisione. Contributo della medicina legale alla risarcibilità del danno psichico Iura Medica, 2004; 17: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, Il danno biologico da contagio: evoluzione, vicende giudiziarie, interventi solidaristici, Iura Medica 2004;17: Agostini S., Cicciarello E., Frati P., L interruzione volontaria di gravidanza nella donna affetta da handicap psichico, Zacchia, 2005; 23: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, La trasfusione di sangue: storia, etica e diritto, Medicina nei Secoli, 2005; 17/3: Zampi M., Tassoni G., Frati P., Recenti pronunce della Corte di Cassazione e concreta applicazione delle sanzioni penali previste dalla legge antidoping 376/2000, Minerva medica, 2006;126: Frati P.., Montanari Vergallo L., Zampi M., di Luca N.M., La sofferenza nel percorso evolutivo del rapporto medico-paziente, Quaderni Camerti, 2005;1: Frati P., Montanari Vergallo G.,Zampi M., di Luca N.M., Chirurgia estetica e risarcibilità estetica: il nuovo decisum della Corte di Cassazione, Zacchia, 2005; 2-3: Frati P., Responsabilità professionale medica, presunzione di colpa e onere probatorio, Zacchia, 2005; 23: Frati P., di Luca N.M., Corrado S., Dell Erba A., La diligenza, il medico e la struttura sanitaria, Riv.It.Med.Leg, 2006; 3: Frati P., Dell Erba A., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, L inversione dell onere probatorio e gli ambiti applicativi dell art c.c., Riv.It.Med.Leg, 2006; 4: Frati P., Organ Transplantation from Living Donors, between Bioethics and the law, Transplantation proceeding, 2005;37: Frati P., Frati A., SalvatiM., Marinozzi S., Frati R., Piccirilli M., Angeletti L.R., Gaudio E., Delfini R., Neuroanatomy and cadaver dissection in Italy: history, medicolegal issues and neurosurgical perspectives, J Neurosurg 2006;105:1-8. 9

10 87. Frati P., Montanari Vergallo G., Zampi M., di Luca N.M., Il risarcimento del danno da fumo attivo: riflessioni sulle prime controverse sentenze, Iura Medica, 2005;3: Frati P., Montanari Vergallo G., Zampi M., di Luca N.M. Evoluzione normativa in materia di tutela dei soggetti portatori di Handicap, Medicina nei Secoli, 2006;2: M. Zampi, G. Tassoni, P. Frati, R. Froldi, I farmaci nello sport: Alcune considerazioni in tema di responsabilità, Medicina legale Quaderni Camerti, 2005;3: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M. Il diritto di autodeterminazione del paziente alla luce del recente codice di deontologia medica, Zacchia, 2007; 3: M. Zampi, G. Tassoni, P. Frati, M Cingolani, L amministrazione di sostegno. Riflessioni critiche su una rivisitazione degli istituti posti a tutela dell infermità, Medicina legale Quaderni Camerti, 2005; 1: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., La diagnosi genetica preimpianto tra libertà della coppia e tutela della vita prenatale,., Riv.It.Med.Leg, 2007; 4/5: Frati P., Montanari Vergallo G., Mele A., di Luca N.M., L interazione tra radiologo ed odontoiatra nell ambito della responsabilità professionale, Jura medica, 2007;2: Montanari Vergallo G. Frati P., La disciplina giuridica della consulenza tecnica d ufficio, Zacchia, 2007; 25: Montanari Vergallo G., Zampi M., Frati P., L amministrazione di sostegno: principi normativi ed applicazioni giurisprudenziali. Parte I Presupposti e contenuti per un migliore bilanciamento tra esigenze di protezione dei soggetti privi di autonomia e tutela della loro libertà, Zacchia, 2008;1/2: Montanari Vergallo G., Zampi M., Frati P., L amministrazione di sostegno: principi normativi ed applicazioni giurisprudenziali. Parte II Gli incerti confini dei tre istituti di protezione degli incapaci, Zacchia, 2008;3: Frati P., Zampi M., Montanari Vergallo G., La responsabilità professionale medica: una categoria a parte?, Riv. It. Med. Leg., 2009;31: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M., La tutela risarcitoria dei pazienti danneggiati da emotrasfusioni infette, Riv.It.Med.Leg., 2009; 31: Frati P., Montanari Vergallo G., d i L u c a N. M, I bambini testimoni di violenza sessuale: vittime innocenti o innocenti carnefici?, Zacchia, in corso di stampa Montanari Vergallo G., Frati P., La costituzione della prova nel processo: la consulenza tecnica nell infortunistica stradale, in Cassano G. (a cura di), Trattato di infortunistica stradale, Maggioli, Rimini, Frati P., Froldi R., Tassoni G., Zampi M, Considerazioni medico legali sulle modifiche apportate all articolo 186 C.d.S.,, Diritto penale e processo, 2009; 2: Frati P., Montanari Vergallo G., di Luca N.M, La giurisprudenza delle Sezioni unite sul danno alla persona: et lux fuit?, Riv.It Med Leg, 2009;2: Montanari Vergallo G., Zaami S., Zampi M., Frati P., Il Caso Englaro: una lunga querelle giurisprudenziale, Zacchia, 2009; 2: Zampi M., Montanari Vergallo G., Frati P., La disciplina delle mutilazioni genitali femminili alla luce delle linee guida emanate dal Ministero della Salute, Iura medica, 2008;21: Montanari vergallo G., Frati P., Zampi M., di Luca N.M., La responsabilità penale per tratatemnto medico-chirurgico arbitrario; Riv.It. Med. Leg., in corso di stampa 106. Zaami S., Frati P., Marinelli E., di Luca N.M., L evento avverso nelle aree d emergenza. Gestione del rischio clinico e aspetti medico-legali, Zacchia, in corso di stampa 1 0

11 7. Monografie e libri (M) 01. Frati P., Diritto sanitario, deontologia generale e bioetica applicata. Masson, Milano, Frati P., Arcangeli M., Facoltà di curare e autodeterminazione del paziente.edizioni Minerva Medica, Torino, Arcangeli M., Feola T., Frati P., Interruzione volontaria di gravidanza- Legge 194/78: aspetti applicativi e problematiche medico-legali. Edizioni Minerva Medica, Torino, Canavacci L., Frati P., La responsabilità professionale medica. Edizioni Medico Scientifiche. Torino, Agostini S., Cicciarello E., Frati P., Marsella L.T., La delinquenza giovanile. Giuffrè, Milano, In: Macchiarelli L., Arbarello P., Cave Bondi G., di Luca N.M., Feola T.ed., Compendio di Medicina Legale, Edizioni Minerva Medica, Torino, 2002 : - Frati P., Marasco M., Imputabilità e pericolosità sociale - Frati P., Zaami S., Capacità civile - Aracangeli M., Frati P., Fondamenti della responsabilità professionale del medico - Arcangeli M., Frati P., Referto - Frati P., Zaami S., Trapianti d Organo - Frati P., Spalletta M., Eutanasia, accanimento diagnostico e terapeutico, cure palliative - Frati P., Vaccaro M., Sperimentazione clinica e farmacologia - Frati P., Marinelli E., Aids: doveri etici e legali del medico - Arcangeli M., Frati P., Segreto professionale - Frati P., Vaccaro M., Prescrizione dei farmaci 07. In: Macchiarelli L., Arbarello P., Cave Bondi G., di Luca N.M., Feola T. ed., Trattato di Medicina Legale, Edizioni Minerva Medica, Torino, Frati P., Montanari Vergallo G., Delitti contro la Famiglia - Frati P., Montanari Vergallo G., Il codice civile - Frati P., Vaccaro M., Responsabilità del medico di fronte alla vita che nasce: aspetti etici, deontologici e giuridici - Frati P., Montanari Vergallo G., Eutanasia e accanimento terapeutico - Frati P., Montanari Vergallo G., Cure estetiche e responsabilità professionali - Frati P., Vaccaro M., Deontologia e sperimentazione - Frati P., Montanari Vergallo G., Biotecnologie 08. In: Enrico De Antoni, Il carcinoma differenziato della tiroide, Collana Monografica della Società Italiana di Chirurgia,

12 8. Linee di ricerca L attività scientifica si è sviluppata soprattutto su temi di bioetica, di deontologia professionale e di responsabilità professionale, approfonditi sia sotto il profilo storico che sotto quello di specifiche tematiche giuridiche della tutela dei diritti fondamentali della persona, che su temi classici di medicina legale, analizzati in particolare sul fronte del diritto con una forte impronta intedisciplinare. La documentazione sulle fonti, d archivio e normative anche internazionali, così come l indagine sul comune sentire (opinione di categorie di cittadini, etc.) sono state alla base della ricerca in bioetica tipica di un settore fortemente interdisciplinare, nel quale sono state sviluppate tematiche legate alla valorizzazione della persona nei suoi rapporti familiari e sociali e tematiche originali sullo sviluppo di una medicina e di una sanità che si collochino in modo equilibrato tra la tutela dei diritti (salute, individualità, privacy, etc.) ed un razionale impiego delle risorse (scarce resources), tale da rendere concreto il massimo possibile esercizio di quei diritti in termini di appropriatezza, efficacia,, equità e solidarietà delle prestazioni sanitarie erogabili da parte delle istituzioni pubbliche, approfondendo nel contempo gli aspetti medico-legali che caratterizzano le responsabiltià del medico. Partendo dal diritto alla salute e dai principi per la sua tutela, sanciti negli ordinamenti costituzionali come diritti fondamentali della persona a forte contenuto etico, sono stati analizzati sia i presupposti ordinamentali giuridico-sociali, sia i più rilevanti condizionamenti cui questi diritti soggiacciono, da quelli relativi alle risorse alla insufficienza di strutture per buchi di rete o alla restrizione di libertà personali. L altro versante che è stato analizzato è quello dei presupposti teorici alla base del diritto alla salute e del confronto tra presupposti teorici e casistica offerta dal concretizzarsi o meno del diritto alla salute nei diversi sistemi sanitari. Si è seguita ed approfondita in particolare quella corrente di pensiero che sviluppa il concetto di etica del quotidiano, e che analizza i condizionamenti impropri nell esplicarsi del diritto alla salute, come quelli che derivano dall insufficienza di strutture sanitarie di base (migrazione sanitaria per buchi di rete : o dall uso improprio delle risorse comunque predefinite rispetto ad una generica invocazione alla libertà di cura (caso Di Bella:). Sullo stesso tema l analisi dei tentativi di razionalizzazione dei comportamenti medico-sanitari ed una ricerca d archivio sulle fonti diplomatiche della repubblica dalmata di Ragusa-Dubrovnik hanno consentito di mettere in evidenza come una buona organizzazione sanitaria e la necessità di contemperare gli atti medici con le ragioni dell economia possano consentire un progresso nella acquisizione-mantenimento di salute: così è con le linee-guida nell esperienza USA e soprattutto con la progressiva implementazione della evidence-based medicine, così è stato nel medio-evo quando la necessità di tutelare il buon nome della rete commerciale ragusea dette origine alla prima normazione sull obbligo di quarantena. Com è noto, lo sviluppo delle tecnologie è all origine all inizio degli anni 70 del termine bioetica: le implicazioni individuali e sociali delle biotecnologie sono state analizzate riguardo a temi specifici, 1 2

13 concernenti sia aspetti teorici (biotecnologie, brevettabilità e diritti umani:, sia l esercizio di diritti individuali (sperimentazione, trapianti, eutanasia e consenso informato, rifiuto di cure, cartella clinica) o la loro lesione (danno biologico, mutilazioni genitali femminili, fecondazione eterologa, post-mortem, disconoscimento di paternità, maternità surrogata; opinione dei cittadini o dei pazienti sullo xenotrapianto), così come attenzione è stata posta su norme e su modelli organizzativi che permettono od ostacolano l esercizio di questi diritti (modello organizzativo dei trapianti; assenza di un DRG per le cure palliative: [ finanziamento pubblico introdotto dal Servizio Sanitario Nazionale con L. n. 39/1999 e DM concernenti cure palliative-hospice proprio a seguito di questo contributo scientifico-giuridico]; i modelli organizzativi nelle successive riforme del sistema sanitario in Italia:). Infine nel bilanciamento dei valori alla base del rapporto medico-malato-malattia sono state approfondite da un lato l evoluzione della responsabilità professionale del medico, dall altro l emergere di volontà espresse dal malato rispetto ad eventi futuri, tematica questa che coinvolge anche altre figure professionali che interagiscono con il malato (nuovo ruolo dell infermiere e delle altre professioni sanitarie). In relazione al primo aspetto particolare attenzione è stata rivolta ad alcune delle principali novità giurisprudenziali che hanno interessato la professione sanitaria quali il ruolo dell autonomia vincolata, l evoluzione del nesso di causalità, la responsabilità del personale sanitario dipendente, l inversione dell onere probatorio ed il risarcimento del danno. Il consenso informato e più in generale il difficile contemperamento fra libertà di cura ed autodeterminazione del paziente sono stati, infine, analizzati sia dal punto di vista bioetico che giuridico e medico-legale. 1 3

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Giampaolo Azzoni. Dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT)

Giampaolo Azzoni. Dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT) Giampaolo Azzoni Dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT) Perché si pone il problema delle DAT 1. Straordinari progressi della bio-medicina 2. Emancipazione del paziente nei rapporti con il medico

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

La Responsabilità Professionale dell Infermiere e la sua tutela assicurativa FrequentlyAskedQuestions

La Responsabilità Professionale dell Infermiere e la sua tutela assicurativa FrequentlyAskedQuestions I MANUALI di Responsabilità Sanitaria Umberto Genovese Barbara Chiapusso Sara Del Sordo Giorgio Magon Attilio Steffano Lavinia Vercesi (a cura di) La Responsabilità Professionale dell Infermiere e la sua

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE DI FISIOTERAPIA

STUDIO PROFESSIONALE DI FISIOTERAPIA Studio professionale di fisioterapia: Gli Studi Professionali di Fisioterapia sono strutture dove possono essere erogate prestazioni terapeutiche riconducibili al profilo professionale del fisioterapista

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PROVIDER REGIONALE ECM N.41 PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PROVIDER REGIONALE ECM N.41 PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO NUMERO PARTECIPANTI DESTINATARI (qualifica) Tutela della privacy. Open data e tutela dei dati sanitari 20 Tutti i professionisti della salute ARTICOLAZIONE

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ORDINANZA 3 marzo 2009 Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumita' pubblica dall'aggressione dei cani. (G.U. Serie

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli