CONSERVATIVE TREATMENT AND SURGICAL TIMING OF SEVERE ACUTE PANCREATITIS (SAP) IN A CASISTRY S REVIEW.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSERVATIVE TREATMENT AND SURGICAL TIMING OF SEVERE ACUTE PANCREATITIS (SAP) IN A CASISTRY S REVIEW."

Transcript

1 GARAVOGLIA MARCELLO Nato a : Torino, Residente a : Torino Professione : Professore Ordinario di I fascia Sede lavorativa Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Facoltà di Medicina. Chirurgia e Scienze della Salute Tel.: Fax: CURRICULUM Nel luglio 1970 Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'università di Torino con dissertazione preparata presso l'istituto di Patologia Chirurgica diretto dal Prof. Paletto con punti 110/110 lode e menzione di stampa ( Considerazioni anatomo-cliniche sul mesotelioma della pleura) Specialità in Chirurgia Generale (1975) e Toraco - polmonare (1977). Nel periodo Medico Interno presso l'istituto di Patologia Chirurgica e successivamente di Anatomia Chirurgica diretto dal Prof. Masenti. Nello stesso periodo nomina a sottotenente medico presso la Regione Militare Nord-Ovest fino al 1973 Nel gennaio 1973 Assistente Straordinario Ospedaliero presso l'istituto di Anatomia Chirurgica. Nel novembre 1974 vincitore di pubblico concorso per contratto quadriennale di Ricerca successivamente prorogato sino all'agosto Nomina di Ricercatore Confermato a decorrere dall' 01/08/1980 presso la Cattedra di Anatomia Chirurgica e successivamente trasferito sulla Cattedra di Patologia Chirurgica diretta dal Prof. Masenti sino all'ottobre Nel novembre 1983 conseguita l'idoneità a Primario in Chirurgia Generale. Nel 1991 vincitore di concorso a Professore Associato (II tornata) per la disciplina di Chirurgia Generale presso l'università di Torino con servizio presso l'istituto di Patologia Chirurgica a decorrere dal 09/05/1991 sino al novembre Nell' A.A a tutt ora, dirige il reparto di Clinica Chirurgica della Università del Piemonte Orientale presso l'ospedale Maggiore della Carità di Novara. Dall' A.A è Direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale presso la stessa Università. Nel 1997 è stato nominato Direttore del Dipartimento Oncologico. Nel dicembre 2000 è vincitore di concorso a cattedra per Professore di 1^ fascia e come tale ha preso servizio presso l'università del Piemonte Orientale dal Dal 2000 è Membro della Commissione Paritetica Regionale per i Protocolli d'intesa Università- Regione per il Ministero delle Politiche Sociali Dal Direttore del Dipartimento Chirurgico, Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità-Novara PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE CONSERVATIVE TREATMENT AND SURGICAL TIMING OF SEVERE ACUTE PANCREATITIS (SAP) IN A CASISTRY S REVIEW.

2 IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL CARCINOMA DEL RETTO NELL ANZIANO: LA NOSTRA ESPERIENZA ANO-RECTAL MELANOMA: ONE CASE REPORT AND A REVIEW OF LITERATURE PATOLOGIA DIGESTIVA - Ricerche in corso: 1) trattamento con IORT sul carcinoma esofageo, in collaborazione con il Prof. Krengli (Radioterapia) 2) Follow.up nutrizionale nelle resezioni pancreatiche con lunga sopravvivenza, in collaborazione con il Prof. Bellomo( Patologia Clinica) 3) Trattamento con IORT nel cancro del retto basso CHIRURGIA ENDOCRINA Valutazioenclinica del residuo tiroideo nel gozzo mediastinico operato con sternotomia, in collaborazione con il Prof. Inglese ( Medicina Nucleare) CHIRURGIA SPERIMENTALE Sostituzione esofagea con aorta riepitelizzata con cellule staminali, in collaborazione con il Prof. Vacca (Fisiologia) e del Dott. Caimmi (Cardiochirurgia) 1) - ARGOMENTI DI ANATOMIA CHIRURGICA. Vol.1-Vol. 2 con P. Mioli Edizioni Libreria Cortina ) - CONSIDERAZIONI SUL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL VARICOCELE IDIOPATICO. Con L. Ferrara, C. Fronticelli Minerva Urologica 27,3,1975 3) CONSIDERAZIONI SUL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL ULCERA PEPTICA POST OPERATORIA. Con L. Ferrara, C. Fronticelli, V. Fontana, P. Mioli Minerva Chirurgica 31,11,1976 4) L INNESTO LIBERO DERMO-ADIPOSO AUTOLOGO NEL TRATTAMENTO DEL LAPAROCELE POST-OPERATORIO. Con E. Giachero, G. Bocchiotti Minerva Chirurgica 31,18,1976 5) UTILIZZAZIONE DELLA MAMMELLA CONTROLATERALE NEL TRATTAMENTO DELLE LESIONI DA RAGGI POST MASTECTOMIA. Con E. Giachero Rivista Italiana di Chirurgia Plastica 8,4,1976 6) LA SFINTEROPLASTICA CON IL MUSCOLO GRACILE NEL TRATTAMENTO DELL INCONTINENZA ANALE. Con A. Bargoni, B. Griffa Minerva Chirurgica 32,1977 7) CONSIDERAZIONI ANATOMO CLINICHE SU ALCUNI CASI DI PSEUDOCISTI DEL PANCREAS.

3 Con C. Fronticelli,P. Mioli Minerva Chirurgica, 32,9,1977 8) CONSIDERAZIONI SUL TRATTAMENTO CHIRURGICO DI ALCUNI CASI DI MORBO DI CROHN A LOCALIZZAZIONE RETTO COLICA. Con L. Ferrara, F. Balcet, E. Masenti Atti Società Italiana di Chirurgia, 79 Congresso, ) TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLE FORME ACUTE PERFORATE DEL MORBO DI CROHN. Con L. Ferrara, A. Coda, E. Masenti Atti Società Italiana di Chirurgia, 79 Congresso, ) ANASTOMOSI DUTTO-GIUGULARE NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL ASCITE. Con E. Masenti, C. Fronticelli, A. Borgoni, L. Discalzo Minerva Chirurgica, 33, ) VIA DI AGGRESSIONE E TATTICA OPERATORIA NELLA SPLENOMEGALIA. Con E. Masenti, A. Bargoni, L. Discalzo, C. Fronticelli Minerva Chirurgica, 34,12, ) TRATTAMENTO CHIRURGICO DEI GRANDI LAPAROCELI CON INNESTI DI DERMA AUTOLOGO. Con V. Bergonzelli, E. Masenti, E. Giachero, A. Bargoni, L. Discalzo Bollettino Società Piemontese di Chirurgia ) L ANASTOMOSI DUTTO-GIUGULARE NEL TRATTAMENTO CHIRURGICO DELL ASCITE DA IPERTENSIONE PORTALE. Con E. Masenti, C. Fronticelli, A. Bargoni Bollettino Società Piemontese di Chirurgia, 2, ) CONSIDERAZIONI CHIRURGICHE SUL CARCINOMA GASTRICO. POSSIBILITA DI DIAGNOSI PRECOCE. Con L. Discalzo, C. Fronticelli, A. Bargoni Bollettino Società Piemontese di Chirurgia, 2, ) NOSTRA ESPERIENZA SUL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL TORACE CARENATO CON LA TECNICA DI BEDOUELLE. Con A. Bargoni, L. Discalzo Chirurgia Toracica, Vol. XXXII, N.6 bis, 1979

4 16) TRANSPOSIZIONE DI SEGMENTO DIGIUNALE SUL CIECO DI RATTO: STUDIO DEL COMPORTAMENTO A DISTANZA. Con C. Fronticelli, A. Bargoni, L. Discalzo, A. Pich, E. Masenti Atti della Società Italiana di Chirurgia, 81 Congresso, ) TRATTAMENTO DELLE CISTI E FISTOLE SACRO COCCIGEE CON IL LEMBO CUTANEO DI ROTAZIONE. Con E. Giachero, P. Mioli, C. Fronticelli, L. Discalzo, G. Bocchiotti Bollettino Società Piemontese di Chirurgia Vol. L, 1, ) IL TRATTAMENTO DEI GRANDI LAPAROCELI CON INNESTO DERMO ADIPOSO. Con V. Bergonzelli, E. Masenti, E. Giachero, A. Bargoni, L. Discalzo Atti Società Italiana di Chirurgia, 82 Congresso, ) LE LESIONI IATROGENE DEL PLESSO IPOGASTRICO NEGLI INTERVENTI ALLARGATI DELLA CHIRURGIA DEL RETTO. Con L. Ferrara, C. Fronticelli, L. Discalzo, A. Borgoni Atti Società Italiana di Chirurgia, 82 Congresso, ) LA DIAGNOSI ENDOSCOPICA NELLA PATOLOGIA FUNZIONALE DEL GIUNTO GASTRO-ESOFAGEO. Con P. Mioli, E. D Ambrosio, E. Farina, E. Manzone, M. Pinna Pintor, P. Zara Simposio Nazionale di Endoscopia Digestiva, Napoli ) CREAZIONE DI MODELLO SPERIMENTALE DI TRANSPOSIZIONE ANTRO DIGIUNALE E ANTRO COLICA NEL RATTO. Con A. Bargoni, L. Discalzo, C. Fronticelli, A. Pich, F. Conti, W. Picco Archivio per le Scienze Mediche, 137,4, ) - MODELLO SPERIMENTALE DI TRANSPOSIZIONE DIGIUNO CIECALE NEL RATTO. Con C. Fronticelli, L. Discalzo, A. Bargoni, A. Pich, F. Conti, W. Picco Archivio per le Scienze Mediche, 137,4, ) - ASPETTI ENDOSCOPICI ED ANATOMO PATOLOGICI NELLA CHIRURGIA DELL ULCERA PEPTICA. Con I. Distefano, C. Fronticelli, A. Bargoni, L. Discalzo Minerva Chirurgica, 36, 11, ) LE RECIDIVE PELVI PERINEALI NELLA CHIRURGIA DEL CARCINOMA DEL RETTO. Con A. Bargoni, L. Discalzo, C. Fronticelli, F. Conti Minerva Chirurgica, 36, 11, 1981

5 25) FOLLOW-UP POST OPERATORIO DEL CANCRO DEL GROSSO INTESTINO: NOSTRA ESPERIENZA ED ATTEGGIAMENTI NEI PAZIENTI A RISCHIO. Con E. Farina, L. Discalzo Progress in Colonoscopy, International Meeting, Torino ) LE RECIDIVE PELVI PERINEALI NELLA CHIRURGIA DEL CARCINOMA DEL RETTO. Con C. Fronticelli, A. Bargoni, L. Discalzo Atti Società Italiana di Chirurgia, 83 Congresso, ) FOLLOW-UP DOPO RESEZIONE ANTERIORE DEL RETTO PER CARCINOMA. Con C. Fronticelli, F. Trombetta Tumori del colon retto e fegato metastatico. Genova ) FOLLOW-UP DOPO AMPUTAZIONE ADDOMINO PERINEALE DEL RETTO PER CARCINOMA. Con A. Bargoni, F. Trombetta Tumori del colon retto e fegato metastatico. Genova ) ATTEGGIAMENTO CHIRURGICO NELLA TERAPIA DEI POLIPI DEL GROSSO INTESTINO. Con E. Masenti, F. Trombetta, I. Ricci Tumori del colon retto e fegato metastatico. Genova ) CONSIDERAZIONI SU 12 CASI DI PATOLOGIA MALFORMATIVA POLMONARE IN ETA PEDIATRICA. Con E. Masenti, F. Balcet, T. Bardini Atti XVIII Congresso Nazionale di Chirurgia Toracica, ) SINDROME DI POLAND. TRATTAMENTO ORIGINALE DELLA DEFORMITA TORACICA NEL MASCHIO. Con E. Giachero, A. Casale, P. Bogetti Atti XVIII Congresso Nazionale di Chirurgia Toracica, ) SOSTITUZIONE DELLA VIA BILIARE PRINCIPALE NEL RATTO. IMPIEGO DELL URETERE VASCOLARIZZATO. Con A. Bargoni, C. Fronticelli, F. Trombetta, L. Discalzo, R. Ongaro, F. Conti, M. Ferri Chirurgia e Patologia Sperimentale 30,5, 1982

6 33) ANASTOMOSI TELESCOPICA DEL COLEDOCO NEL RATTO. Con C. Fronticelli, A. Bargoni, R. Ongaro, L. Discalzo, F. Trombetta, F. Conti, M. Ferri Chirurgia e Patologia Sperimentale 30,5, ) EFFECTS ON THE ANTRUM AND DUODENUM OF ANTROCOLIC TRANSPOSITION IN RATS. Con C. Fronticelli, A. Andriulli, A. Bargoni, L. Discalzo, A. Amato, F. Conti The Italian Journal of Gastroenterology, 15, 3, ) RECIDIVE LOCALI DOPO EXERESI DEL RETTO PER CARCINOMA. E POSSIBILE RIDURRE L INCIDENZA? Con E. Masenti, A. Bargoni, C. Fronticelli, P. Mioli, M. Pinna Pintor Simposio Internazionale di Colo-Proctologia. Venezia ) I CARCINOMI DEL MEDIO RETTO: PROBLEMI DIAGNOSTICI E PROGRAMMAZIONE CHIRURGICA. Con E. Masenti, C. Fronticelli, A. Bargoni, F. Trombetta Bollettino della Società Piemontese di Chirurgia, ) LESIONI IATROGENE DEI PLESSI IPOGASTRICI NELLA CHIRURGIA DI EXERESI DEL RETTO. Con E. Masenti, L. Ferrara, C. Fronticelli, L. Discalzo A. Bargoni Minerva Urologica, 35,1, ) RUOLO DELL ANTIBIOTICO PROFILASSI SHORT-TERM NELLA CHIRURGIA ELETTIVA DEL COLON RETTO. Con A. Bargoni, C.M. Fronticelli, E. Masenti, I. Ricci Bollettino Società Piemontese di Chirurgia, Vol.LIV, 1, ) LE SYNDROME DI POLAND: TRAITEMENT DE LA MALFORMATION THORACIQUE CHEZ L HOMME. Con E. Giachero, A. Casale, P. Bogetti Ann. Chir. Plast. Esthèt., 29,2, ) CONSIDERAZIONI ANATOMO CHIRURGICHE SULL APPARATO MUSCOLARE DEL CANALE ANALE. Con A.C. Levi, F. Borghi, A. Bargoni Minerva Chirurgica, 42,12, ) ANATOMIA CHIRURGICA DEL CANALE ANALE. Con E. Masenti. In Proctologia non neoplastica. Corso di aggiornamento. Società Italiana di Chirurgia, 1987

7 42) ANATOMIA CHIRURGICA DEL CANALE ANALE. Con A.C. Levi, F. Borghi, C. M. Fronticelli, A. Bargoni In Le neoplasie dell apparato digerente. Basi conoscitive e strategie terapeutiche Volume edito a cura della Sezione Regionale di Oncologia Piemonte e Valle D Aosta, ) IL CANCRO DEL RETTO. VALUTAZIONE PREOPERATORIA DELLA MODERNA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI. Con G. Gandini, C. Fava, P. Marchesa, S. Gentilli, D. Regge, L. Garretti, T. Avataneo Atti Società Italiana di Chirurgia Oncologica 1987 Monduzzi Ed. 44) SULLO SVILUPPO DEL COMPLESSO MUSCOLARE DEL CANALE ANALE. Con F. Borghi, A.C. Levi Giornale della Accademia di Medicina di Torino, anno CL, ) ANATOMIA CHIRURGICA DELLA MUSCOLATURA DEL CANALE ANALE. Con F. Borghi, A. Bargoni, C.M. Fronticelli, A.C. Levi, E. Masenti Giornale della Accademia di Medicina di Torino, anno CL, ) RECIDIVA LOCALE DEL CANCRO DEL COLON RETTO. Con N. Massaioli, R. Schieroni, M. Comandona, T. Zambon, C. Bima, P. Borasio Atti Società Italiana di Chirurgia, ) L ARTERIOGRAFIA MESENTERICA E IPOGASTRICA NELLA CHIRURGIA DEL CANCRO DEL RETTO. Con C. Fava, M. Grosso, P.E. Marchesa Minerva Chirurgica ) RECIDIVE LOCALI DEL CANCRO DEL RETTO: RISULTATI CON IL TRATTAMENTO COMBINATO CHIRURGICO RADIOTERAPICO. Con. P. E. Marchesa, S. Gentilli, F. Trombetta, C.M. Fronticelli, A.Bargoni, E. Masenti Bollettino della Società Piemontese di Chirurgia, LVIII, 1, ) RICERCHE ANATOMO CHIRURGICHE SULLA PATOGENESI DELLE FISTOLE ANALI. Con F. Borghi, A. Bargoni, P.E. Marchesa, C.M. Fronticelli, E.Masenti Bollettino della Società Piemontese di Chirurgia. LVIII, 1, ) - LA WIRSUNG SETTOPLASTICA IN CORSO DI INTERVENTI SULLA PAPILLA DI VATER. Con C.M. Fronticellli, A. Bargoni, M. Ferri Minerva Chirurgica, 1988

8 51) RUOLO DEL MUSCOLO PUBOCOCCIGEO NEL MECCANISMO DELLA CONTINENZA.STUDIO ANATOMO CHIRURGICO E RADIOLOGICO. Con F. Borghi, G. Gandini, D. Regge, A. Bargoni, C.M. Fronticelli, P.E. Marchesa Chirurgia, Vol. 1,5, ) ELEMENTI DI SOSPENSIONE DEL CANALE ANALE. Con F. Borghi, A. Bargoni, C.M. Fronticelli Minerva Chirurgica, 44, 12, , ) ANASTOMOSI COLO ANALE NELLA CHIRURGIA DEL CARCINOMA DEL RETTO. Con M. Pinna Pintor, E. Masenti Atti Incontro Piemontese di Coloproctologia. Torino ) STUDIO ANATOMO CHIRURGICO SULLE GHIANDOLE ANALI. Con F. Borghi, A.C. Levi, E. Masenti Atti XXVII Congresso Società Italiana di Gastroenterologia, ) RUOLO DELLA TC E DEL PROCTOGRAMMA DEFECATORIO NELLO STUDIO DINAMICO E FUNZIONALE DEL PAVIMENTO PELVICO. Con B. Mecozzi, D. Regge, M. Pinna Pintor, F. Borghi La Radiologia Medica, suppl. n 1 al n 4, Aprile ) DYNAMIC STUDY IN THE PHISIOPATHOLOGY OF THE PELVIC FLOOR. Con F. Borghi, S. Gentilli, D. Regge Second World Week of Professional Updating in Surgery and in Surgical and Oncological Disciplines of the University of Milan ABSTRACT BOOK, Milano, ) THE ANATOMICAL BASES OF THE CONTINENCE. Con E. Masenti, F. Borghi Second World Week of Professional Updating in Surgery and in Surgical and Oncological Disciplines of the University of Milan ABSTRACT BOOK, Milano, ) PROLASSO RETTALE: TRATTAMENTO CHIRURGICO E RISULTATI A DISTANZA IN UNDICI CASI. Con M. Pinna Pintor, C. Daniele, A. Maraschiello, E. Masenti Rivista Italiana di Colon Proctologia, Vol. 9, ) DIGIUNO ILEITI ATTINICHE CRONICHE. NOSTRE ESPERIENZE. Con P.E. Marchesa, L. Petruzzelli, L. Bonatti, N. Massaioli, E. Masenti

9 Atti Soc. Italiana Chirurgia, 92 Congresso. Roma, ) NUOVE ACQUISIZIONI ANATOMO CHIRURGICHE DEL CANALE ANALE. Con F. Borghi, E. Masenti Scritti in onore di A.E. Paletto Ed Minerva Medica ) CHIRURGIA DELLE GHIANDOLE SURRENALI: CONSIDERAZIONI ANATOMO- CLINICHE E RISULTATI. Con C.M. Fronticelli, A. Bargoni, S. Gentilli, F. Borghi, E. Masenti Boll. Soc. Piem. Chirurgia 1990, 60, ) VALUTAZIONE CRITICA DELLA STADIAZIONE STRUMENTALE PRE-OPERATORIA DEI TUMORI DEL RETTO. RICERCA DI UN IMPIEGO ADEGUATO DI US, TC E RM. Con D.Regge, G. Gandini, T. Avataneo, M.C. Cassinis, L. Garretti, P. E. Marchesa Minerva Gastroeneterologica e Dieteologica 37,2, ) LA RESEZIONE ADDOMINO PERINEALE NEL TRATTAMENTO DEL CARCINOMA DEL RETTO. Con E. Masenti, F. Borghi, L. Petruzzelli Atti Giornate Medico Chirurgiche Intern., Torino ) FUNCTIONAL ANATOMY OF CONTINENCE. Con F. Borghi, M. Pinna Pintor Atti Giornate Medico Chirurgiche Intern., Torino ) DEVELOPMENT OF THE ANAL CANAL MUSCLES. Con A.C. Levi, F. Borghi Dis. Colon & Rectum, 1991; 34: ) - QUESTIONS ABOUT THE UNCERTAIN PRESENCE OF MUSCLES SPINDLES IN THE HUMAN EXTERNAL ANAL SPHINCTER. Con F. Borghi, L. Di Molfetta, A.C. Levi Panminerva Med. 1991; 33: ) FATTORI DI RISCHIO NELLA CHIRURGIA DEL CANCRO DEL RETTO NELL ANZIANO. Con F. Borghi, P. Bellora Atti Soc. Ital. Chir. Geriatrica 1991: Mattioli Ed. 68) LA PROGNOSI DEL CANCRO COLO- RETTALE. Con F. Borghi, E. Masenti Atti 93 Congr. Soc. Ital. Chir. 1991; 3: Pozzi Ed.

10 69) RISULTATI A DISTANZA DELLA CHIRURGIA CONSERVATIVA E DEMOLITIVA DEL CANCRO DEL RETTO. Con E. Masenti, F. Borghi, P. Bellora, L. Petruzzelli Atti X Congresso Nazionale Collegium Internazionale Chirurgiae Digestivae - Milano giugno ) FUNCTIONAL ANATOMY OF CONTINENCE. Con F. Borghi, M. Pinna Pintor Relaz. Giorn. Medico-Chirurgiche Int., Torino 1991; 1: Minerva Med. Ed. 71) LA LINFECTOMIA NELLA CHIRURGIA DEL CANCRO DEL RETTO NEL VECCHIO. Con F. Borghi, L. Petruzzelli, P. Bellora Atti VI Cong. Soc. Ital. Chir. Geriatrica 1992: Mattioli Ed. 72) RESEZIONE DEL CARCINOMA DEL RETTO MEDIO-INFERIORE CON ANASTOMOSI COLOANALE. Con F. Borghi, P. Bellora, M. Pinna Pintor 94 Cong. Soc. Ital. Chir. 1992; Vol. Comunicazioni: Minerva Med. Ed. 73) INTERPOSIZIONE DI ANSA ILEALE DIRETTA O CON RESERVOIR TRA COLON E RETTO NEL MAIALE. Con. F. Borghi, P. Bellora, A. Gattolin, J. Fioramonti 94 Cong. Soc. Ital. Chir. 1992; Vol. Comunicazioni: Minerva Med. Ed. 74) L ILEO-COLON-RETTOPLASTICA: STUDIO SPERIMENTALE. Con F. Borghi, S. Gentilli, P. Bellora, J. Fioramonti Atti II Forum Nazionale Chirurgia 2000, Torino ) ANASTOMOSI COLOANALE: INDICAZIONI E RISULTATI. Con P. Bellora, F. Borghi, M. Pinna Pintor Atti II Forum Nazionale Chirurgia 2000, Torino ) LA RESECTION DU PROLAPSUS RECTAL COMME METHODE PERINEALE DE NECESSITE DANS LES SUJETS AGES. Con E. Masenti Atti della La Societe Internationale Francophone de Chirurgie Pelvienne VIII èmes Journées Annuelles - Stresa ) MYOELETRIC ACTIVITY OF AN ILEAL ISO OR ANTIPERISTALTIC LOOP INTERPOSED BETWEEN COLON AND RECTUM: AN EXPERIMENTAL STUDY IN PIGS. Con J. Fioramonti, S. Gentilli, F. Borghi, L. Bueno Eur. Surg. Res. 1993; 25: 46-51

11 78) ARRANGEMENT OF THE ANAL STRIATED MUSCULATURE. Con F. Borghi, A.C. Levi Dis. Colon & Rectum 1993; 36: ) - ILEO-COLON-RECTOPLASTY. AN EXPERIMENTAL MORPHO-FUNCTIONAL STUDY ON THE PIG. Con F. Borghi, S. Bianco, M. Mauthe Degerfeld, S. Gentilli, A. Gattolin, P. Buracco Panminerva Med. 1993; 35: ) IL TRATTAMENTO DEL PROLASSO RETTALE COMPLETO NELL ANZIANO. Con F. Borghi, P. Bellora Atti VII Cong. Soc. Ital Chir. Geriatrica 1993: Mattioli Ed. 81) TECNICA DELLA RETTOSIGMOIDECTOMIA PER VIA PERINELE NEL PROLASSO RETTALE COMPLETO DELL ANZIANO. Con F. Borghi, P. Bellora Atti VII Cong. Soc. Ital Chir. Geriatrica 1993: Sessione Video: 451 Mattioli Ed. 82) IL FEOCROMOCITOMA: OSSERVAZIONI SU 11 CASI. Con C.M. Fronticelli, A. Bargoni, F. Quiriconi, A. Ferrero, P. Bellora, F. Borghi 95 Cong. Soc. Ital. Chir. 1993; Vol. Comunicazioni: Minerva Med. Ed. 83) IPERTIROIDISMO E CARCINOMA: ANALISI RETROSPETTIVA. Con F. Borghi, P. Bellora, A. Ferrero, F. Quiriconi, C.M. Fronticelli, A. Bargoni 95 Cong. Soc. Ital. Chir. 1993; Vol. Comunicazioni: Minerva Med. Ed. 84) L APPROCCIO CHIRURGICO ALL INCIDENTALOMA SURRENALICO. Con F. Borghi, P. Bellora, A. Robecchi Minerva Endocrinologica Ed. Minerva Med. Vol. 20 n 1 marzo ) EMBRIOLOGIA ED ANATOMIA CHIRURGICA DELLA REGIONE CARDIALE. Con F. Borghi, A. Gattolin, A.C. Levi, C. Eandi, E. Masenti Minerva Chirugica 1996; 51 (suppl. al n 6): ) LINFOADENECTOMIA ALLARGATA NELLA CHIRURGIA DEL CANCRO DEL PANCREAS. Con F. Borghi Giornale della Accademia di Medicina di Torino - Estratto Anno CLIX ) ONE DAY SURGERY E RESPONSABILITA MEDICO-LEGALE.

12 Con N. Surico, F. Viglino Stresa, 21 e 22 ottobre ) PREVALENCE OF ADRENAL CARCINOMA AMONG INCIDENTALLY DISCOVERED ADRENAL MASSES. Con M. Terzolo, A. Alì, G. Osella E. Mazza for the Gruppo Piemontese Incidentalomi Surrenalici Archives of Surgery, 1997, Vol ) - MALATTIE CHIRURGICHE IN GRAVIDANZA. Trattato Patologia Medica in Gravidanza Ed. Medico Scientifiche ) EMBRYOLOGIC BASES OF EXTENDED RADICAL RESECTION IN PANCREATIC CANCER. Con F. Borghi, A. Gattolin, D. Garbossa, F. Bogliatto, A.C. Levi Archives of Surgery, marzo 1998 vol ) LAPAROSCOPIC ADRENALECTOMY: HOW TO GRASP THE ADRENAL GLAND WITH AN INNOVATIVE INSTRUMENT. SURGICAL TECHNIQUE. Con S. Gentilli, A. Ferrero, M. Velardocchia 6 th International Congress of European Association for Endoscopic Surgery (EAES) Roma, 3-6 giugno 1998 Monduzzi Ed. 92) LAPAROSCOPIC ADRENALECTOMY: ADVANTAGES OF AN ATRAUMATIC SUCTION GRASPER. Con S. Gentilli, A. Ferrero, M. Velardocchia Surgical Laparoscopy and Endoscopy vol. 8, n 5, pp ) ONE DAY SURGERY LAPAROSCOPIC CHOLECYSTECTOMY. Con F. Olivieri, A. Ricci, P. Bellora, R. Rigoni, G. D Aloisio, A. Ferrero 6 th International Congress of European Association for Endoscopic Surgery (EAES) Roma, 3-6 giugno 1998 Monduzzi Ed. 94) TRATTAMENTO PALLIATIVO DELLE NEOPLASIE PRIMITIVE E SECONDARIE DEL TORACE. Con C. Casadio, Quaderni di Cure Palliative 7, , 1999 Masson Ed. 95) PRIMARY NEUROENDOCRINE CARCINOMA OF THE LIVER: DIFFICULT DIAGNOSIS OF A RARE NEOPLASM. Con Ferrero A., Gallino C., D Aloisio G., Gandini G.

13 Acta Chir. Belg Dec; 99(6): ) HEMORRHOIDECTOMY IN MUCO-HEMORRHOIDAL PROLAPSE USING MECHANICAL STAPLER. Con D Agostino G., Zampogna A., Rognoni M., Ricci A. Min. Chir Jun; 55(6): ) TREATMENT OF COMPLEX ANAL AND RECTOVAGINAL FISTULAS USING THE ENDORECTAL MUCOSAL FLAP TECHNIQUE. Con D Agostino G., D Aloisio G., Ricci A. Minerva Chir Jun;55(6): ) ABDOMINAL FIBROMATOSIS (DESMOID TUMOR). Con. Ricci A., D Agostino G. J. Chir. (Paris) Apr; 138(2): ) RELATIOSHIPS BETWEEN GASTRIC DEVELOPMENT AND ANATOMIC BASES O OF RADICAL SURGERY FOR CANCER. Con Borghi F., Gattolin A., Bogliatto F., Levi A.C. World J. Surg sep;26(9): EVALUTATION OF P27KIP 1 EXPRESSION AS PROGNOSTIC MARKER IN THE DIAGNOSIS AND FOLLOW-UP OF THE COLERECTAL TUMORS. Garavoglia M, Tessitore L, Van De Loo J.W., Bottini C, Ricci A., Leutner M., Monga G._ International Journal of Molecular Medicine 2003, vol. 12 ISSN: ) RESEZIONE EPATICA LAPAROTOMICA CON LA RADIOFREQUENZA: DETTAGLI TECNICI Garavoglia M., Ricci A., D Agostino G., Butera F. Minerva Chirurgica 2003, ISSN: ; 102) SOLITARY PERICARDIAL HYDATIC CYST. Rena O., Garavoglia M, Francini M., Bellora P., Oliaro A, Casadio C. Journal of Cardiovascular Surgery 2004, vol. 45, pp ISSN: ) P27KIP1 A PROGNOSTIC MARKER FOR COLORECTAL CANCER. Garavoglia M., Tessitore L, Van De Loo J.W., Bottini C, Ricci A., Leutner M. Journal of chemotherapy, vol. 13 ISNN: X. 104)- EARLY STOMA CLOSURE IN COLORECTAL RESECTION AFTER ENDOSCOPIC MONITORING OF THE ANASTOMOSIS CLINICAL RESULTS Gentilli S, Pizzorno C, Pessione S, Montinoa F, Bellora P, Garavoglia M. Chir Ital Jul-Aug;59(4): Italian. PMID: PubMed - indexed for MEDLINE

14 105) PROTOTYPE OF A SYSTEM FOR ELECTRIC CONDUCTION AT CONTACT WITH LAPAROSCOPIC Prototype of a system for electric conduction at contact with laparoscopic tools] Gentilli S, Morgando A, Velardocchia M, Pessione S, Pizzorno C, Garavoglia M. Minerva Chir Dec;61(6): Italian. PMID: PubMed - indexed for MEDLINE 106) OPEN RADIOFREQUENCY LIVER RESECTION TECHNICAL DATAILS Garavoglia M, Ricci A, D'Agostino G, Butera F. Open radiofrequency liver resection: technical details Minerva Chir Feb;61(1):63-9. Italian. PMID: PubMed - indexed for MEDLINE Articolo su libro Monografia: Aorto-oesophhageal fistula due to an aortic endovascular prosthesis: case report and state of the atr Tumori endocrini del pancreas Orario di Ricevimento Il Martedì alle ore 8.00 Previa appuntamento tramite la Segreteria di Direzione al numero Oppure tramite mail :

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn Regione del Veneto Azienda Ospedaliera di Padova Chirurgia Generale Direttore : Prof. R. Bardini GUIDA INFORMATIVA SULLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI Rettocolite Ulcerosa Morbo di Crohn

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro Come affrontare il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il tumore del pancreas colpisce ogni anno in Italia circa 12.200 persone. Purtroppo si tratta di una malattia complessa, aggressiva, diagnosticata

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) LO CONTE Maurizio Viale Tigli, 20, I, 83031, Ariano Irpino - (AV) Telefono(i) +390825871118 / +390825824605 Mobile +39335415735

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 A cura di: Intermedia editore Via Malta 12/B 25124 Brescia Tel. 030.226105 fax. 030.2420472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

La radio-chemioterapia neoadiuvante (CRT) è un trattamento largamente diffuso e applicato nel tratta- CLINICAL RESEARCH

La radio-chemioterapia neoadiuvante (CRT) è un trattamento largamente diffuso e applicato nel tratta- CLINICAL RESEARCH CLINICAL RESEARCH Osp Ital Chir CD-ROM 3-2005 La terapia del cancro del retto: analisi dei risultati e dei fattori prognostici di un protocollo neoadiuvante radio-chemioterapico associato alla chirurgia

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 2 A cura di: Via Malta 12/B 25124 Brescia Tel. 030.226105 fax. 030.2420472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it 3 Prefazione

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

L'ADDOME ACUTO. www.mattiolifp.it (Lrctures L Addome Acuto) 1

L'ADDOME ACUTO. www.mattiolifp.it (Lrctures L Addome Acuto) 1 L'ADDOME ACUTO Il cosiddetto "addome acuto" è termine semeiologico, anzi sindromico, che indica un insieme di segni e sintomi derivanti da una grave malattia addominale, che coinvolge comunque il cavo

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale

PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale PROGETTO DI STUDIO: Sistema informativo per lo studio delle patologie di sospetta origine professionale Il territorio dell ASL 18 e 19 appartiene all area del Delta del Po di Polesine, dichiarata nel 1996

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

La Chirurgia Senologica. Istituto Oncologico Veneto. Unità Operativa di Chirurgia Senologica. Regione del Veneto

La Chirurgia Senologica. Istituto Oncologico Veneto. Unità Operativa di Chirurgia Senologica. Regione del Veneto I.O.V. ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico La Chirurgia Senologica Unità Operativa di Chirurgia Senologica

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

Raccomandazioni per l'impostazione di un Curriculum Globale in Oncologia Medica

Raccomandazioni per l'impostazione di un Curriculum Globale in Oncologia Medica Raccomandazioni per l'impostazione di un Curriculum Globale in Oncologia Medica ESMO-ASCO Task Force on Global Curriculum in Medical Oncology (Task Force ESMO-ASCO per il Curriculum Globale in Oncologia

Dettagli

Quaderno n. 3 I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto

Quaderno n. 3 I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO Quaderno n. 3 TOMOGRAFIA AD EMISSIONE DI POSITRONI (PET): VALUTAZIONE DEL FABBISOGNO E PIANO DI INVESTIMENTO PER LA REGIONE

Dettagli

APPROCCIO LAPAROSCOPICO ALL ADDOME ACUTO Consensus Development Conference

APPROCCIO LAPAROSCOPICO ALL ADDOME ACUTO Consensus Development Conference APPROCCIO LAPAROSCOPICO ALL ADDOME ACUTO Consensus Development Conference della Società Italiana Chirurgia Endoscopica e nuove tecnologie (SICE); Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI); Società

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli