LAVORO FIGLI DI UN MINORE LECCE SETTEMBRE 2015 II FORUM INTERNAZIONALE DELL INFANZIA, DELL ADOLESCENZA E DELLA FAMIGLIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAVORO FIGLI DI UN MINORE LECCE 24-26 SETTEMBRE 2015 II FORUM INTERNAZIONALE DELL INFANZIA, DELL ADOLESCENZA E DELLA FAMIGLIA"

Transcript

1 Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di Segreteria Organizzativa

2 Sede del Congresso Via Porta d Europa Lecce T F Segreteria Organizzativa CapriMed srl Via Sella Orta, Capri (NA) Tel Fax Project leader BARBARA ESPOSITO Tel Segreteria Scientifica SIMPe - Società Italiana Medici Pediatri Via San Nicola da Tolentino, 22/B Roma Tel Project leader evento ENRICO PULIMENO Tel Presidente Giuseppe Mele Coordinatore Scientifico Giuseppe Ruggiero Comitato Scientifico Accogli Vito Ballestrazzi Alessandro Ciarelli Giuliana Cioffi Luigi Concas Laura Costa Maurizio De Giovanni Lorenzo Del Gaizo Donatella Della Porta Domenico Fedele Alberto Ferro Concetta Filograna Maria Rosaria Frisenna Daniela Gallo Patrizia Giuliano Maria Gurnari Antonino Indrio Flavia Licastro Maria Grazia Limauro Raffaele Lotito Francesco Marzo Giuseppe Massagli Angelo Massaro Cristina Morcaldi Luigi Napoleone Ettore Napolitano Antonio Occhinegro Aurelio Paparone Sandro Perrone Ornella Rongai Teresa Sassi Roberto Vallefuoco Gianna Maria Venturelli Leo Vitale Antonio FIGLI DI UN Nuove sacche di povertà ci impongono attenzione su problemi che credevamo di avere superato: quello del lavoro minorile è uno di questi. In Italia 800 mila minori vivono al di sotto della soglia di povertà e non possiamo sorprenderci se, tra questi, 280 mila sono a vario titolo coinvolti nel mondo del lavoro. Il moderno lavoro minorile ci pone di fronte al tramonto di una idea: un tempo i lavoratori erano disposti a fare sacrifici per consentire ai propri figli di studiare, oggi questa situazione si è capovolta: esiste un generalizzato clima di sfiducia che porta i ragazzi stessi, interpellati in merito, a pensare che la scuola serva a nulla. E proprio i ragazzi diventano i primi a preferire il mondo del lavoro rispetto a quello scolastico. Stiamo perdendo i nostri ragazzi? È un dubbio che, come pediatri, dobbiamo porci, perché in virtù del tipo di rapporto che siamo in grado di instaurare con le famiglie e con i giovani, rappresentiamo una risorsa che è stata fino ad oggi sottoimpiegata, delle antenna sociali : per questo dobbiamo ampliare la nostra visione non limitandoci alla sola funzione di formulazione di diagnosi, prevenzione e prescrizione di cure perché il concetto di salute va inteso in maniera più ampia. La salute non può essere misurata solo in termini di assenza di malattia. Inoltre il lavoro minorile non è solo un fenomeno sociale ed economico: ha dei risvolti sanitari concreti che possono andare dall infortunistica alle malattie professionali che, su un fisico in via di sviluppo, possono incidere tanto quanto incidono su un corpo adulto. La pediatria non deve avere paura di entrare e confrontarsi con i grandi temi sociali, economici e culturali: per questo motivo, con lo stesso spirito che a Napoli ci ha portati ad investigare sull identità delle nuove generazioni, scopriremo qualcosa di più sui figli del default, ragazzi che non si danno per vinti e si adattano alle nuove condizioni economiche e sociali, anche a costo di crescere come figli di un lavoro minore. Giuseppe Mele Presidente Osservatorio Paidòss

3 GIO24 Le Aree Giovedì 24 settembre Area Dermatologia Area Terapia del Dolore Area Oculistica Area Odontoiatra Area Ortopedia Area Neonatologia SALUTI DELLE AUTORITÀ FARMINDUSTRIA Dr.ssa Nicoletta Luppi, Presidente del Gruppo Vaccini di Farmindustria SESSIONE NUTRIZIONE UNA FAMIGLIA CONSAPEVOLE Conduce: Giuseppe Mele Area Neuropsichiatria Infantile Area Nutrizione/Gastroenterologia Area Otorinolaringoiatria Area Prevenzione Area Respiratorio/BPA Società, Cultura e Attualità A Pranzo Con... BPC - Best Pediatric Choices I grandi temi della pediatria sviluppati e dibattuti dal board scientifico di SIMPe ECM Il presente congresso è accreditato presso il Ministero della Salute per l erogazione di crediti di formazione continua. ID: Crediti assegnati 10,5. IL FORUM ONLINE Le presentazioni, gli abstract e le relazioni del Forum saranno pubblicati online sui siti: SIMPe Osservatorio Paidòss Dott. GIUSEPPE RUOCCO Direttore Generale della D.G. Sicurezza Alimenti e Nutrizione del Dott. MARCO SILANO Primo Ricercatore del Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare del Istituto Superiore di Sanità Sen. DARIO STEFANO Presidente della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari. Membro della 9ª Commissione permanente (Agricoltura e produzione agroalimentare). Membro del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa I bambini hanno esigenze nutrizionali specifiche sia per l immaturità funzionale di organi ed apparati, sia perchè il consumo di alimenti per unità di peso corporeo è in proporzione più elevato. Per la tutela di lattanti e bambini, la legge impone tenori massimi molto bassi per residui di pesticidi, additivi e contaminanti ottenibili mediante una rigorosa selezione delle materie prime impiegate nella produzione. La promozione dell allattamento materno, la qualità degli alimenti assunti, la modulazione della alimentazione in rapporto ai fabbisogni sul piano qualitativo e quantitativo sono ambiti nei quali il pediatra deve svolgere la sua azione di medico specialista dell età evolutiva. È necessario che tutta la famiglia sia informata, motivata e coinvolta in questo intervento di educazione nutrizionale, che deve coinvolgere tutti gli stakeholder (istituzioni, media, industrie) in un lavoro di network.

4 GIO24 COORDINATORE SCIENTIFICO Giuseppe Ruggiero PARTECIPANO AL PROGETTO: Accogli Vito Ballestrazzi Alessandro Ciarelli Giuliana Cioffi Luigi Concas Laura Costa Maurizio De Giovanni Lorenzo Del Gaizo Donatella Fedele Alberto Ferro Concetta Filograna Maria Rosaria Frisenna Daniela Gallo Patrizia Giuliano Maria Gurnari Antonino Indrio Flavia Licastro Maria Grazia Limauro Raffaele Lotito Francesco Marzo Giuseppe Massagli Angelo Massaro Cristina Morcaldi Luigi Napoleone Ettore Napolitano Antonio Occhinegro Aurelio Paparone Sandro Perrone Ornella Rongai Teresa Sassi Roberto Vallefuoco Gianna Maria Venturelli Leo Vitale Antonio BPC - Best Pediatric Choices I grandi temi della pediatria sviluppati e dibattuti dal board scientifico di SIMPe Il percorso che l Osservatorio Nazionale Paidòss e la società scientifica SIMPe hanno scelto per riuscire nella loro mission di costruzione di uno scenario migliore per la salute dell infanzia e dell adolescenza, parte dalla formazione. La sfida di un offerta formativa all avanguardia incentra la propria azione sull efficacia, intesa come buona probabilità di cambiamento in positivo delle performance professionali quotidiane del PLS grazie ad una una corretta impostazione metodologica didattica. Ciò risulta tanto più importante laddove le aree tematiche da affrontare comportano un frequente ricorso al medico e che hanno un forte impatto sulla salute. L obiettivo è di identificare procedure diagnostiche o terapeutiche effettuate comunemente, ma che non apportano benefici significativi secondo prove scientifiche di efficacia e che addirittura possono, al contrario, esporre i pazienti a rischi maggiori. Il sunto di queste scelte di BPC- Best Pediatric Choices : I grandi temi della pediatria sviluppati e dibattuti dal board scientifico di SIMPe verrà consegnato agli iscritti al II forum Paidoss, comunicato ai professionisti della sanità e divulgato ai cittadini e alle famiglie al fine di sensibilizzare la popolazione su tutte le pratiche ad alto rischio di inappropriatezza individuate. Best Pediatric Choices, per amore della pediatria. Giovedì 24 settembre LA TRATTA DEI CALZONI CORTI Conduce: Sen. Camilla Fabbri Presidente della Commissione Parlamentare di Inchiesta per gli infortuni sul Lavoro e le malattie professionali IL DANNO: SCACCIATI DALL INFANZIA. CONSEGUENZE PSICHICHE DEL MINORILE Claudio Mencacci, Giovanni Migliarese L esposizione precoce ad ambienti stressanti è legata a modificazioni importanti dello sviluppo neuro-biologico e conseguentemente dello sviluppo psichico e cognitivo del minore. L effetto di tale esposizione dipende dall età del soggetto coinvolto (soggetti più giovani sono più sensibili) sia dalle caratteristiche dei fattori stressanti (ripetitività, intensità). Il lavoro minorile si caratterizza come un fattore potenzialmente patogeno, sottraendo al minore uno spazio protetto di crescita e di sviluppo. L effetto di tale condizione deve essere comunque correlata alle caratteristiche del minore e alle caratteristiche del lavoro stesso: sono infatti soprattutto i lavori privi di una regolamentazione, caratterizzati da aspetti di sfruttamento che sfociano nella violenza o da regole alternative a quelle della società civile (come ad esempio nei casi di lavori legati alla criminalità) i lavori più potenzialmente traumatici. L esposizione ad ambienti simili si pone come fattore traumatizzante cronico, con effetti sullo sviluppo cognitivo che porteranno a conseguenze long-lasting per i soggetti esposti. Per tale motivo è utile effettuare una riflessione sulle modalità con cui il mondo degli adulti protegge il minore e il suo accesso al lavoro, crocevia importante per lo sviluppo identitario futuro.

5 GIO24 Giovedì 24 settembre ISTRUZIONE, IMPATTO SOCIOECONOMICO E SVILUPPO CEREBRALE Giovanni Biggio Rubare ai bambini, alle bambine ai ragazzi e ragazze ed adolescenti il tempo del gioco è un delitto. Questa affermazione è supportata fortemente dalle più recenti evidenze ottenute dalla ricerche nel campo delle neuroscienze. Infatti, le difficoltà avute nell età infantile e adolescenziale in relazione al disagio economico e all impossibilità di seguire un corso di studi può modificare la funzione di specifici geni che controllano lo sviluppo cerebrale e di conseguenza incrementare la vulnerabilità alla psicopatologia. Queste ricerche delle neuroscienze suggeriscono quanto sia cruciale creare un ambiente sociale incentivante ed efficace affinchè il bambino e l adolescente possano superare indenni le disparità socioeconomiche e culturali e per poter avere uno sviluppo cerebrale ottimale. I FONDAMENTALI DELLA SALUTE E DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI NEGLI ADOLESCENTI Alessandra Graziottin L ORA DI LEZIONE Intervista dibattito a Massimo Recalcati Sullo sfondo lo sfaldamento del patto generazionale tra insegnanti e genitori. I genitori si alleano con i figli e lasciano gli insegnanti nella più completa solitudine, a rappresentare quel che resta della differenza generazionale e del compito educativo, a supplire alla funzione latitante del genitore, cioè a fare il genitore degli allievi. GAME OVER - RISCHIO DI PRECOCE Anna Teselli, Associazione Bruno Trentin e Osservatorio sul Lavoro Minorile Claudio Tesauro, Presidente Save The Children Il fenomeno degli Early School Leavers e l approccio al lavoro nei dati di un indagine realizzata in collaborazione con Save The Children per una proposta sull integrazione tra le politiche di rinnovamento del nostro sistema educativo e politiche di crescita economica dei territori e di sostegno alle famiglie. Metodo, rigore, disciplina e passione per i propri progetti di vita, consentono di fare sbocciare i talenti migliori e realizzare i propri sogni. Gli adulti non come complici di un fallimento, ma attenti all eccellenza maieutica, perché ogni adolescente possa esprimersi al meglio nella scuola, nello sport, nell amore, nel lavoro e nella vita. Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

6 Giovedì 24 settembre A SCUOLA DI SICUREZZA SUL CON L ANMIL Franco Bettoni La sicurezza è anzitutto una questione culturale prima ancora che normativa. Su questa convinzione, per affrontare il tema degli infortuni sul lavoro, da quasi 20 anni l ANMIL, grazie al supporto dei suoi volontari e delle loro testimonianze, va nelle scuole a parlare del lavoro sicuro e tutelato, con progetti dalle metodologie innovative e originali che hanno avuto tra i loro principali destinatari proprio i minori: gli allievi delle scuole elementari e medie di diversi istituti scolastici presenti su tutto il territorio nazionale e che riscuotono straordinari riscontri da docenti e studenti. Questa esperienza, maturata ancor prima che il legislatore lo prevedesse espressamente, ci ha portato all integrazione sperimentale della sicurezza sul lavoro con i programmi di studio ordinari previsti dalle scuole, con un successo incredibile ed un livello di coinvolgimento entusiasmante. Più piccoli sono gli allievi, più è forte la loro capacità di assorbire la cultura della sicurezza e del lavoro legale. Oggi, ancor più alla luce delle previsioni formali del Testo Unico di salute e sicurezza sul lavoro, l ANMIL è convinta che questa sia una delle principali strade da percorrere per formare i minori quali lavoratori sicuri e sani; un pilastro su cui attivarsi, con gli attori interessati del mondo politico, accademico e scientifico, per migliorare il livello di conoscenza e prevenzione del fenomeno del lavoro minorile Premio ANGELINI PER L INFANZIA 2015 Istituito con l intento di valorizzare e promuovere l attenzione ai temi legati alla salute dei bambini e degli adolescenti. Premio Rotary per i giovani A cura di: Rotary Club Lecce, Lecce Sud, Galatina-Maglie e Terre D Otranto, Gallipoli e Nardo Assegnazione di Premi al miglior tema svolto nella Scuola media ed in quella Superiore in ambito salentino in riferimento all abbandono precoce della scuola dell obbligo e sul lavoro minorile. Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di

7 VEN25 Venerdì 25 settembre MAMMA HO LA TESTA COME UN PALLONE! Relatori: Laura Concas, Maria Rosaria Filograna Esperto d aula: Angelo Massagli Responsabile di Sessione: Alessandro Tronci La cefalea può oscillare nei diversi studi tra l 8% e il 60 %. I pediatri saranno in grado di riconoscere e consigliare ai pazienti e alle loro famiglie il percorso diagnostico-terapeutico più efficace da adottare per il bambino affetto da cefalea? NON È BENE VEDERE MEGLIO? UTILITÀ DEL DERMATOSCOPIO NELL AMBULATORIO DEL PEDIATRA Relatore: Giuseppe Ruggiero La dermatoscopia è una tecnica non invasiva che permette la visualizzazione di colori e strutture su superfici della cute non apprezzabili ad occhio nudo. La non invasività, il basso costo e la praticità di utilizzo rendono l esame dermoscopico un valido ausilio di cui anche i pediatri possono usufruire nell attività ambulatoriale quotidiana. L esame rappresenta un valido strumento diagnostico relativo soprattutto a pattern per neoformazioni non pigmentate OLTRE IL PARADIGMA. UNA VISIONE OLISTICA DELLA PEDIATRIA. Relatore: Prof. Gianpaolo Donzelli Presidente Fondazione Meyer, Firenze. Ordinario di Pediatria - Ospedale Pediatrico Meyer, Università degli Studi, Firenze LA COMPRENSIONE DELLO STATO CEFALALGICO DEL BAMBINO ATTRAVERSO LA VISIONE UNITARIA DELLA MEDICINA OMEOPATICA. Relatore: Dott. Francesco Siccardi Medico Omeopata, Savona. Docente presso LUIMO (Associazione per la Libera Università di Medicina Omeopatica), Napoli. NON GIOCHIAMO A MOSCA CIECA! Relatore: Leo Venturelli Esperto d aula: Cristina Massaro Così come il bambino impara a camminare e a parlare, impara anche a vedere e a sviluppare una corretta collaborazione binoculare. Una qualunque interferenza può causare alterazioni nella maturazione visiva o un non perfetto allineamento degli assi visivi dei due occhi e, quindi, una patologia oculare. Il pediatra sa valutare e misurare correttamente le abilità visive anche in epoca pre - verbale? ed effettuare, quando necessario, invio del suo paziente per una valutazione specialistica oculistica? SESSIONE NUTRIZIONE NEONATALE IL BAMBINO SGA: È MEGLIO GRANDE O PICCINO? Relatori: Raffaele Limauro, Patrizia Gallo, Giannamaria Vallefuoco Esperto d aula: Margherita Caroli Responsabile di Sessione: Giuseppe Presta Gli studi epidemiologici dell ultimo decennio indicano che il bambino nato SGA (Piccolo per Età Gestazionale) ha un incrementato rischio di sviluppare, nel corso della vita, patologie cardiovascolari e metaboliche. Infatti la malnutrizione fetale induce alterazioni metaboliche permanenti che predispongono (programming fetale) allo sviluppo di ridotta tolleranza al glucosio e a patologie cardiovascolari in seguito all esposizione a fattori ambientali quali la scarsa attività fisica e/o l elevata introduzione di grandi quantità di calorie nella vita successiva alla nascita. Tra i cambiamenti metabolici che sono programmati durante la vita fetale le alterazioni cardiovascolari e l obesità sono la diretta conseguenza della alterata resistenza al glucosio. Sembra inoltre che il programming fetale venga attivato in alcune finestre critiche della vita, due delle quali sembrano essere il periodo immediatamente dopo la nascita ed il periodo preadolescenziale. PROFILASSI DELLA BRONCHIOLITE DA VRS: UPDATE CLINICO E GESTIONALE Relatori: Giovanni Arturo Rossi Responsabile di Sessione: Lorenzo Quartulli TOSSE: COME LA TRATTA OGGI IL PEDIATRA ITALIANO. E DOMANI? Relatore: Alessandro Zanasi Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

8 VEN25 Venerdì 25 settembre SESSIONE NUTRIZIONE LE INTOLLERANZE ALIMENTARI: EVIDENZE SCIENTIFICHE O BUSINESS? Relatori: Concetta Ferro, Maurizio Costa Uso del PARACETAMOLO nella febbre e nel dolore: RECENTI evidenze sperimentali e cliniche Relatori: Alberto Chiarugi, Maurizio De Martino Responsabile di Sessione: Adele Civino Esperto d aula: Flavia Indrio Responsabile di Sessione: Pietro Caprio Nuovi test tendenti a svelare intolleranze alimentari eseguiti da medici di varie branche specialistiche, forniti e reclamizzati anche in luoghi non deputati a fini diagnostici (vedi farmacie): è possibile rivedere i concetti di allergia e intolleranza, le metodiche diagnostiche più diffuse esplicitando le modalità di esecuzione e il fondamento scientifico invocato dalle ditte produttrici? PREDNISOLONE IN SOLUZIONE ORALE: UNA NUOVA TERAPIA 30 ANNI DOPO Relatore: Luigi Macchia Moderatori: Daniela Frisenna, Pietro Falli VACCINAZIONI OGGI: W LA MAMMA!? Scenari prevedibili e gestione dell offerta vaccinale in un contesto di distorta percezione del rischio. Devo proprio vaccinarlo per tutto? Consenso e dissenso vaccinale: quale bilancio IL CONFRONTO CON IL DISSENSO ORGANIZZATO: STRADA PERCORRIBILE? Relatore: Cinzia Germinario EFFICACIA DELLE STRATEGIE COMUNICATIVE CONTRO LA DISINFORMAZIONE Relatore: Michele Conversano A PRANZO CON......FARE TANTO CON POCHI STRUMENTI Relatori: Luigi Cioffi, Donatella Del Gaizo Esperto d aula: Roberto Sassi, Sandro Paparone Non sempre è possibile discernere, con il solo esame clinico, tra patologie virali o batteriche, tra ciò che richiede antibiotico e ciò che non lo richiede. Ma bastano pochi strumenti in ambulatorio perché ciò sia realizzabile. Ma quanto costano? Quanto tempo impegnano? E, soprattutto, ne vale la pena? A PRANZO CON......HALYKOO. La ricerca che pensa al bambino Relatori: Giuseppe Mele, Giuseppe Ruggiero, Antonio Vitale I DATI DELL OSSERVATORIO PAIDÒSS Relatore: Maria Grazia Licastro, Aurelio Occhinegro I DATI DELL ISS Relatore: Stefania Salmaso GENITORI E VACCINI IN ETÀ PEDIATRICA - I DATI Relatore: Alberto Fedele IL CALENDARIO VACCINALE: PRIMI RISULTATI DELLA SFIDA LANCIATA DALLA REGIONE PUGLIA Relatore: Alberto Fedele IL NUOVO PIANO PER LA PREVENZIONE VACCINALE: QUALI PROSPETTIVE? Relatore: Walter Ricciardi Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

9 VEN25 Venerdì 25 settembre ORTICARIA/ANGIOEDEMA: TUTTO QUELLO CHE IL PEDIATRA DEVE SAPERE Relatore: Giorgio Longo LA CEFALEA IN ETÀ PEDIATRICA Relatore: Bruno Colombo Responsabili di Sessione: Antonio Gurnari, Luigi Morcaldi L orticaria con o senza angioedema, ma anche l angioedema isolato, sono condizioni che interessano frequentemente l età pediatrica. Malgrado questo, trovano spesso il pediatra impreparato ad affondarle nel modo corretto, in particolare per quel che riguarda la definizione diagnostica. Il più delle volte questi bambini vengono sottoposto a visite ed indagini allergologiche inutili per l errata idea che in prima ipotesi l orticaria debba essere sempre una manifestazione di allergia alimentare. Al contrario i test allergologici sono raramente utili, se non per confermare una ipotesi diagnostica altamente probabile per lo stretto rapporto temporale causa/effetto (alimento ingerito/orticaria). Di fatto, sia nell orticaria che nell angioedema, la tempistica (tempi di insorgenza e durata dell edema e/o e dell eruzione orticarioide) rappresenta il criterio clinico fondamentale per orientare correttamente la diagnosi eziologica. ANTIBIOTICI NEI BAMBINI: UNA TASK FORCE PER LA SOLUZIONE DELL ENIGMA Relatori: Ettore Napoleone, Giuliana Ciarelli Responsabile di Sessione: Carmelo Perrone FARMACI VECCHI E NUOVI E RELATIVI DEVICES PER IL TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE DELLE ALTE E BASSE VIE RESPIRATORIE Relatori: Raffaele Limauro, Antonio Napolitano Esperto d aula: Domenico Di Maria Responsabile di Sessione: Raffaele Montinaro Il più usato nella terapia aerosolica ed anche le più costose sono le soluzioni saline. Si può parlare di abuso di tale terapia? Ci sono nuove sostanze? E qual è il loro meccanismo d azione? Sono realmente utili sempre? C è spazio per la terapia termale nelle affezioni ORL? Come realizzare una corretta somministrazione aerosolica e con quale device? Dai dati OsMed 2013 di prescrizione farmaceutica,emerge ancora una volta una over-prescription di antibiotici in età pediatrica, con tassi di prevalenza che arrivano anche all 83% nella fascia di età da 0 a 2 anni. Appare oltremodo evidente un uso non razionale di questi farmaci per indicazioni che non sempre risultano basate su evidenze scientifiche risollevando il problema dell antibiotico-resistenza e della qualità della terapia. Esistono strategie ed opportunità terapeutiche differenti rispetto ad una prassi che si sta consolidando? Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

10 SAB Sabato 26 settembre SE NON DORMO NON SESSIONE Relatori: Alessandro Ballestrazzi, Teresa Rongai Esperto d aula: Oliviero Bruni Da una parte vi è l ampio gruppo delle parasonnie che presenta un inquadramento nosologico (seppure controverso) sufficientemente noto anche al pediatra, anche se difficilmente esiste un approccio condiviso a questi problemi. Dall altra, esiste un ampia zona grigia di disturbi del sonno che riguardano le prime età della vita, scarsamente noti perché poco o insufficientemente studiati e tuttavia fortemente presenti nel quotidiano dell attività professionale dei pediatri. Questo è tanto più vero quanto più i disturbi del sonno hanno un impatto rilevante sulle famiglie. IL DOLORE COME SEGNO DI ALLARME Relatori: Donatella del Gaizo, Maria Giuliano Esperto d aula: Lorenzo Calligaris Responsabile di Sessione: Assunta Tornesello Il dolore è un sintomo frequente e trasversale in corso di malattia. Riguarda il 60% degli accessi in Pronto Soccorso e rappresenta nel 60% il sintomo d esordio dei bambini oncologici ed è costante presenza nelle patologie reumatiche e nelle patologie ricorrenti. Le conoscenze raggiunte, sono, a tutt oggi tali e tante, da poter assicurare un corretto ed efficace approccio antalgico nella maggior parte delle situazioni GASTROENTEROLOGIA Responsabile di Sessione: Giovanni Pepe REFLUSSO GASTROESOFAGEO E LA FORMULA ISPESSITA; TUTTI UGUALI Ruggiero Francavilla MICROBIOTA INTESTINALE, IMMUNITÀ E BACILLUS CLAUSII Matteo Garcovich ASSE CERVELLO - MICROBIOTA - INTESTINO: EFFETTI BIDIREZIONALI Flavia Indrio IPERTRANSAMINASEMIE: CHE, COSA E QUANDO FARE? Valerio Nobili APP GASTROENTEROLOGIA LINEE GUIDA ESPGHAN/NASPGHAN/NICE Domenico Viggiano, Elena Lionetti SOLUZIONE SALINA IPERTONICA: LIMITI E BENEFICI DI UTILIZZO Relatore: Marianna Barra MEDICINA CLINICA TERMALE RUOLO DELLA TERAPIA TERMALE NELLE PATOLOGIE ORL Relatore: Pasquale Cassano Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

11 SAB26 Sabato 26 settembre Sabato 26 settembre DIC E DAC: QUESTE (S)CONOSCIUTE IN ETÀ PEDIATRICA Relatore: Giuseppe Ruggiero ETICA O ESTETICA? Conduttori: Maria Rita Parsi, Annamaria Linetti PRESENTAZIONE DATI DEL QUESTIONARIO DI PAIDÒSS SU ETICA ED ESTETICA IN ETÀ GIOVANILE Maria Rosaria Filograna NON ACCETTO LA MIA IMMAGINE! MEDICINA ESTETICA O CHIRURGIA PLASTICA? A CHE ETÀ? CI SONO CONTROINDICAZIONI? Nadia Fraone PER ESSERE ALL ULTIMA MODA FAREI DI TUTTO! ETICA O ESTETICA? ESSERE O APPARIRE? ALLA RICERCA DEI VALORI NELLE NUOVE GENERAZIONI... Fabio Persano IO E MIA MADRE SEMBRIAMO DUE SORELLE! E IL RUOLO GENITORIALE?... CONFUSIONE DI RUOLI O ABDICAZIONE DELLE RESPONSABILITÀ GENITORIALI Ezio Aceti CORSO A NUMERO CHIUSO ODONTOIATRIA PEDIATRICA Conduttori: Roberto Gatto, Domenico Tripodi Responsabile di Sessione: Raffaella Docimo ANOMALIE DELL ERUZIONE DENTALE: DOMANDE E PREOCCUPAZIONI DEI GENITORI Giuseppe Marzo, Raffaella Docimo CARIE DENTALE E MOLARE INCISOR HYPOMINERALIZATION: IL MANAGEMENT CLINICO Roberto Ferro LE ABITUDINI VIZIATE: IL BAMBINO CON DEGLUTIZIONE ATIPICA, IL BAMBINO RESPIRATORE ORALE, QUALE APPROCCIO? Maria Rita Giuca IL DOLORE ORO-FACCIALE, QUANTO PEDIATRICO E QUANTO ORTODONTICO Maria Alessio Responsabile Centro di Riferimento regionale Malattie Reumatiche Pediatriche Donatella Landino Responsabile U.O. IL BILANCIO DI SALUTE ORALE E ORTOPEDODONTICO: LE SITUAZIONI CHE NON POSSONO ATTENDERE, IL TIMING IDEALE PER L INTERVENTO TERAPEUTICO Vito Accogli Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

12 SAB Sabato 26 settembre CORSO A NUMERO CHIUSO ORTOPEDIA PEDIATRICA Responsabile: Francesco Maria Lotito IL CORRETTO UTILIZZO DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI NELLE PATOLOGIE DI INTERESSE ORTOPEDICO PEDIATRICO Dr. Francesco, M. Lotito LE DEVIAZIONI ASSIALI DEGLI ARTI INFERIORI: PREOCCUPAZIONI PER I GENITORI E PER IL PEDIATRA Dr. Matarazzo IL PEDIATRA DI FAMIGLA E L ORTOPEDICO A CONFRONTO: CONSIGLI PRATICI NELLA SCELTA DELL ATTIVITÀ SPORTIVA - QUANDO E PERCHÈ - E CRITERI DI VALUTAZIONE DELL IDONEITÀ PSICO-FISICA ALLA PRATICA SPORTIVA NEL SOGGETTO IN ACCRESCIMENTO Dr. Leo Venturelli, Dr. Francesco, M. Lotito AL CONFINE FRA TRAUMA E PATOLOGIA: CRITERI DIAGNSOTICI PER NON LASCIARSI INGANNARE! Dr. Francesco, M.Lotito LA GESTIONE DELLE LESIONI TRAUMATICHE DELL APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO DURANTE L ATTIVITÀ GINNICO- SPORTIVA: SUGGERIMENTI PRATICI PER IL PEDIATRA DI FAMIGLIA Dr. Matarazzo Segreteria Scientifica Congresso congiunto Con la partecipazione di Con il patrocinio di

13 Osservatorio Paidòss Via San Nicola da Tolentino, 22/B Roma Tel Fax SEGRETERIA ORGANIZZATIVA CapriMed srl Via Sella Orta, Capri (NA) Tel Fax

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15 Si terrà il 29 e 30 giugno 2015, presso la Sala Magna di Palazzo Chiaramonte Steri, il convegno dal titolo La Rete diabetologica pediatrica in Sicilia. Novità Organizzative e assistenziali: le nuove lineee

Dettagli

Guida 2014 Attività & Progetti

Guida 2014 Attività & Progetti Guida 2014 Attività & Progetti Sommario pag. Premessa... 4 Obiettivo di questa GUIDA... 4 Lista Progetti... 4 Referenti Progetti... 5 I. Progetto UN FIOCCO IN AZIENDA... 6 Benefici del Programma II. Progetto

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi ISIPSÉ Istituto di Specializzazione Scuola di Psicoterapia in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale presenta il convegno internazionale Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli