Periodico di informazione scolastica del liceo scientifico G. B. Vico - Laterza (TA) n 3 anno 2007 BELLA GIOVENTU, CHI SEI, DOVE VAI?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Periodico di informazione scolastica del liceo scientifico G. B. Vico - Laterza (TA) n 3 anno 2007 BELLA GIOVENTU, CHI SEI, DOVE VAI?"

Transcript

1 Periodico di informazione scolastica del liceo scientifico G. B. Vico - Laterza (TA) n 3 anno 2007 BELLA GOVETU, CH SE, DOVE VA?

2 Editoriale Pag. 3 Vico ews Pag. 4 La redazione: prof. ssa A. L. Carrera prof. ssa P. Martino Cosimo Loforese (5^G) - Andrea Lamola (5^G) Annalisa Lomastro (5^G) - Domenico Ricciardi (4^D) Maria Perrone (4^B) - Romeo Loforese (3^D) Flavia Russo (3^D) - Antonello Costantino(3^D) Sara Lamola (3^C) - Antonella Scarati (3^C) Hanno collaborato: Manuela Pastore - Valentina Clemente Mariateresa Matera - Gargiuli Antonella Angelo De Donato - Michele Policarpo Mariangela Vestita - Tabita Costantino Raffaella Miccoli - Raffaella Pinneri Elisabetta Bruno - Stefania Puzzello Michela Rizzo - atalie Matarrese Elisabetta Russo - Elena Spinelli Maria Antonietta icastro Maria Agostina Sabato Gabriella Dell Aquila Don Franco Conte Attualità Pag. 6 Focus Pag. 8 Libri Pag. 9 Sport ews Pag. 9 Babele Pag. 10 Tv, Cinema & Spettacolo Pag. 11 Musica Pag. 12 Curiosità Pag. 13 Angolo della Posta Pag. 13 n punta di matita Pag. 16

3 Ci risiamo! Dopo tanti incontri e duro lavoro, è pronto il secondo numero di Svicolando, come sempre ricco e vario nei contenuti ma rinnovato nella veste grafica. n questo numero abbiamo voluto trattare principalmente temi che interessano l intera società ed in particolar modo il mondo dei giovani: lo sballo del sabato sera e l ossessione della bellezza mmancabilmente la cronaca della domenica mattina sembra un bollettino di guerra e sotto accusa sono i giovani che con i loro comportamenti sfidano il senso di responsabilità. Modo migliore per sapere come veramente stanno le cose è stato intervistare direttamente un campione significativo di studenti frequentanti le scuole superiori su come, dove e con chi trascorrono il sabato sera. Con nostra sorpresa abbiamo rilevato che per alcuni studenti la parola divertimento è sinonimo di sballo. Che questo sia sintomo del malessere giovanile? Di assenza della famiglia? Di sfida? Sicuramente la situazione non è da sottovalutare. Oggi i giovani sembrano forti e sicuri di sé, ma molto spesso dietro la maschera di ferro nascondono solitudine e incertezza che sono le porte d accesso a situazioni e giri da cui è, poi, difficile uscire. L altro tema trattato è la bellezza. Dopo l incontro con il prof. Zecchi, si è deciso di approfondire l argomento esaminandolo sia dal punto di vista concettuale che storico. n questi ultimi anni sembra che la bellezza si stia trasformando da desiderio a malattia. nfatti, se per le nostre antenate era fondamentale il make-up, BELLA GOVETU, CH SE, DOVE VA? oggi questo è affiancato, se non sostituito, dalla chirurgia estetica. Purtroppo siamo condizionati da stereotipi di bellezza inimitabili che i mass media ci propongono, quindi, i giovani, per seguire i modelli dei loro idoli, spesso si ammalano di anoressia o di bulimia. Editoriale Dovremmo, invece, scoprire l autentica bellezza: l interiorità, l intelligenza, la relazione con gli altri, l amarsi per quello che si è e non per come si appare! Certo, i ragazzi del liceo Vico, coltivano anche altri interessi, quali lo studio delle lingue, approfondite dalla partecipazione alle rappresentazioni teatrali, oppure lo sport con il Fuoriclasse Cup e ancora musica, lettura, nternet, cinema La sai l ultima? ncontro con l autore /2 Altro ospite di grande rilievo della scuola sarà lo scrittore americano icholas Sparks, che il prossimo 30 marzo, a partire dalle 15.30, sarà tra di noi per promuovere il libro Ogni giorno della mia vita. ncontro con l autore /1 l prossimo 24 marzo, nell Auditorium Giovanni Paolo, alle ore 15.30, il nostro liceo ospiterà lo scrittore Federico Moccia, che presenterà il suo ultimo libro Scusa ma ti chiamo amore. Concorso Letterario G.A.S. Al Minimo. Elisabetta Palella della classe 5^A con il racconto La tela di Leonardo ed lenia Minei della classe 3^E con il racconto l fantasma di te si sono classificate tra i finalisti del concorso letterario Gas al Minimo, del Fantasio Festival di Perugia. loro racconti saranno pubblicati sul sito e sull istant book della manifestazione. Fuoriclasse Cup umerose le classi della nostra scuola che hanno partecipato al torneo Fuoriclasse Cup. Dopo essersi classificate a livello interprovinciale, aspettano di disputare le gare decisive della fase finale a Taranto. 3

4 Vico ews Consiglio Comunale aperto a tutti, anche alle scuole! Lo scorso 14 gennaio l assise, in occasione dell iniziativa Unicef Un sindaco per i ragazzi, si è svolta all auditorium della scuola Michelangelo, a Laterza. Gli assessori e il sindaco, Giuseppe Cristella, hanno prima fatto il loro appello e poi ascoltato le richieste degli studenti. n rappresentanza del Liceo G.B. Vico c era la classe ^D accompagnata dalla prof.ssa Anna Lisa Carrera. l primo ad intervenire è stato il signor Rocco Gravina che ha parlato del suo viaggio in Sud Africa e dell incontro con la piccola Phaustina, in linea con gli scopi di solidarietà dell Unicef. Phaustina è una bimba che ha perso le gambe in seguito a un incendio; l operazione necessaria per salvarle la vita non sarebbe stata possibile senza il sostegno economico e morale del sign. Gravina e di altri benefattori. Al consiglio era presente la stessa Phaustina insieme alla madre Jenipher. La parola è passata al consigliere comunale Caldaralo che ha 4 L importanza delle nostre origini Al progetto sulle orme di partecipa anche il Vico di Laterza Consiglio comunale l territorio di Laterza è stato coinvolto nel progetto Sulle orme di, ideato dal Ministero della Pubblica struzione, che promuove la cultura, gli usi, i costumi, l artigianato e i sapori tradizionali delle regioni italiane. l Liceo Vico, come scuola capofila, in collaborazione con associazioni, enti e altre scuole del territorio, ha realizzato degli itinerari turistici dei posti più belli e anche più sconosciuti da visitare nella provincia di Taranto. La finalità è quella di valorizzare gli elementi storici, culturali e naturali, ad esempio la Gravina, uno dei più grandi Canyon dell arco ionico, od ancora la Cantina Spagnola, testimonianza del passaggio degli Spagnoli nella nostra terra. Tra questi, anche Antonio Perez, da cui il progetto prende il nome di Sulle orme di Perez, un celebre studioso di origini spagnole che è vissuto molti anni a Bologna, come titolare della cattedra di diritto Clemente degli Spagnoli. Si trasferì successivamente nel regno di apoli e a Laterza nel 1635 dove sposò Donna Popa Alberini D azzia. Perez, giunto qui nella nostra Puglia, è stato capace di apprezzarne le qualità tanto da stabilirsi. E anche noi, grazie allo spac- dichiarato: giovani si interessano troppo poco alla politica, non confidano in essa, ma non sanno che partecipandovi, capirebbero che la politica è necessaria al cittadino!. Successivamente è intervenuto l assessore Pugliese, che ha invitato i ragazzi a denunciare qualsiasi violenza subita e rassicurandoli che la legge è dalla loro parte. Dopo, ragazzi e bambini hanno formulato le loro richieste al sindaco: piscina, cinema, manutenzione delle scuole, proposte di produzione, giardini. Queste richieste sono state presentate troppe volte ma con scarsi risultati, l unico portato a termine è la manutenzione delle scuole. Piscina e cinema vengono promessi da alcuni anni ormai ma, come ha affermato Caldaralo: è inutile fare ai ragazzi promesse che non si possono mantenere, li si scoraggia!. l consiglio è terminato con il proposito di risolvere ogni problema. Sperando che questa sia la volta buona! Valentina Clemente 3^D cato di vita sociale, storico e culturale, emerso dalle nostre ricerche (coordinate dalla tutor prof.ssa Carmen Frigiola) abbiamo approfondito le nostre radici storiche. Perché solo ammirando e conoscendo ciò che siamo, ci rendiamo conto che siamo frutto di un complesso passato. Elena Spinelli 3^ L Odissea in musica Come ogni anno lo spazio dedicato alla cultura non manca nella nostra scuola. Quest anno la compagnia Alfredo Vasco ha proposto per le classi prime l Odissea, poema omerico trasformato in musical. Come sempre si tratta di una progettualità mirata: lo spettacolo e il divertimento sposano la didattica. La rappresentazione si è aperta con un introduzione del narratore. Poi le scene, ricche di luci e colori, abbinati ai costumi e ai canti, hanno riproposto i viaggi e le peripezie di Odisseo, che attraversa tutto il mar Mediterraneo fino ad approdare sull isola dei Feaci. Al re di queste terre, Alcinoo, Ulisse racconta tutte le sue vicende dalla partenza da Troia, spiegandogli la necessità di tornare ad taca per liberare il suo trono dai Proci. l re Alcinoo gli fornisce una nave con la quale l eroe giunge finalmente ad taca. nsomma, tra risate e applausi, i ragazzi sono stati trascinati nel mondo omerico un viaggio fantastico tra vicende fittizie. Per i ragazzi il teatro è una forma di divertimento, e perciò non può mancare nelle scuole deve essere incentivato, dato che le forme di divertimento sane sono rare! Elisabetta Russo, 1^E

5 OVTA PER MATURAD E ufficiale. L esame di Stato cambia volto: introdotta la commissione mista e il giudizio d ammissione. Proprio la Commissione giudicatrice è la novità che quest anno turba fortemente gli animi dei maturandi: infatti, essa sarà composta da tre membri appartenenti al Consiglio di classe e tre membri esterni, ai quali si aggiunge il presidente che presiederà solo due commissioni. L'intento primario che ha ispirato il p r o v v e d i m e n t o legislativo è stato quello di restituire serietà e dignità all'esame di Stato, che costituisce la vicenda culminante del percorso scolastico dello studente e al tempo stesso si configura come la carta d'identità di una scuola seria, impegnata e in grado di garantire ai giovani una preparazione adeguata per affrontare le sfide culturali e tecnologiche del nostro tempo. Così, il ministro della Pubblica struzione, Giuseppe Fioroni, motiva la scelta e il cambiamento sulla procedura dei nuovi esami di Stato. La nuova legge, inoltre, introduce il giudizio di ammissione all'esame e l attribuzione della lode ai candidati che avranno conseguito il punteggio massimo di cento punti senza fruire del bonus integrativo dei 5 punti. Molta incertezza tra gli studenti e tra i docenti. La legge, infatti, sarà parzialmente concretizzata. Solo gli studenti delle classi terze usufruiranno dell intera innovazione: essi dovranno colmare tutti i debiti eventualmente accumulati e saranno giudicati secondo u n a d i v e r s a griglia di fine scrutinio. Per il resto, nulla di nuovo. nvariate le tipologie della prima prova scritta, mentre per la seconda sono state scelte dal Ministero matematica per il liceo scientifico, latino per il classico, lingue per il linguistico e la materia caratterizzante per gli istituti industriali e commerciali. 20 giugno 2007: è in questo giorno che le cinque quinte del Vico affronteranno una delle tappe più importanti della vita di ogni ragazzo. Dunque, le parole d ordine sono: impegno, costanza e tanto tanto, tanto studio! Era ora! Dopo una lunga attesa sono partiti i lavori di ristrutturazione delle pareti esterne che sicuramente cambieranno l aspetto dell intera scuola. E stata una battaglia lunga ed estenuante, intrapresa prima dal preside Mauro Corrado e continuata poi dall attuale dirigente, prof.ssa Maria Alfonso. L edificio scolastico fu costruito agli inizi degli anni 80 nella periferia del comune di Laterza e già da qualche anno tutti i segni del tempo erano visibili soprattutto sulle pareti esterne. nfatti gli intonaci, cadendo a pezzi, oltre a scoprire i ferri della struttura, costituiscono un pericolo per la sicurezza degli alunni. l consigliere provinciale, prof.ssa Carmela Rubino, in un incontro di servizio, ha detto che, seppure con un Annalisa Lomastro 5^G Vico ews STUDET FORUM l mondo del web è divenuto, oltre che un importante mezzo di comunicazione, un luogo d incontro tra noi giovani. Per questo abbiamo voluto creare un forum per gli studenti del nostro liceo, credendo di poter così favorire la loro interazione. nfatti, il forum offre la possibilità di scambiare opinioni ed esperienze su vari argomenti vicini al nostro vissuto quotidiano. l nostro forum si rivolge non tanto a noi studenti come utenza scolastica, ma a noi in quanto ragazzi che possono confrontarsi su numerosi temi riguardanti non solo la scuola ma anche il mondo della musica, del cinema, della lettura Con la collaborazione dei rappresentanti d istituto, ci stiamo impegnando affinché questo forum abbia successo, ma per farlo è indispensabile la collaborazione di voi utenti. Aiutateci a far sì che anche la nostra scuola abbia un forum rispettabile, conosciamoci, scambiamoci opinioni su ciò che vogliamo, lamentiamoci, p r o p o n i a m o C r e i a m o u n a community che ci unisca anche nel web, digitando l indirizzo: Tabita Costantino 2^H Maria Agostina Sabato 2^H FALMETE! AL LCEO G.B.VCO LFTG RSTRUTTURATE po di ritardo, i lavori saranno effettuati perché urge eseguire il programma di manutenzione e messa in sicurezza degli edifici scolastici ed di altri immobili di proprietà della Provincia. Così con un impegno di spesa di 150 mila euro, la ditta Sice Srl di Taranto ha vinto la gara d appalto ed il 19 febbraio sono iniziati i lavori. Le impalcature montate sulla facciata stradale oscurano alcune aule e gli operai distraggono l attenzione degli studenti, ma noi alunni sopportiamo stoicamente il disagio per una la scuola bella quanto degna della sua fama. Angelo De Donato 4^B 5

6 Attualità U SABATO SERA TRA PUBBLCO E PRVATO risultati del nostro sondaggio tra i teen agers DSCOTE CA 1% LOCA L PRV AT 9% SB A LLA RS 15% FA M FLA 45% A LTRO 29% DA SBALLO 6% DVERSO 81% CA SA 6% PAZZA 68% ORMALE 13% SODAGGO Come consideri il sabato sera? B ERE 10% FDA ZATO 24% T B R E E O O Dove? T B R E E LOCAL PRVAT O 19% O Cosa ti fa divertire? PUB 16% B A LLA RE 17% GUA RDA RE FLM 29% A M C 31% Con chi? T B R E E O O Servizio realizzato a cura della classe 4^D B E Una lunga settimana di affanni, duro lavoro, disordine mentale e poi il sabato. Finalmente l attesa pausa dalla scuola e dai compiti. Ma come, dove, con chi e cosa si fa il sabato sera? Lo abbiamo chiesto agli studenti delle scuole superiori. Dal sondaggio si evince che la maggior parte degli studenti considera il sabato sera diverso dalla routine settimanale, mentre minima è la percentuale di coloro che lo intendono un giorno da sballo, anche se questa percentuale cresce passando dal biennio al triennio. on c è sostanziale differenza tra le varie fasce d età per quanto riguarda la preferenza sul dove trascorrerlo: la maggioranza sceglie la piazza del paese, luogo di incontri e di chiacchierate. C è da notare, però, che tra i ragazzi del triennio questa opzione è percentualmente più bassa rispetto ai più piccoli, mentre aumenta il numero di chi opta per i locali privati (9% nel biennio, 19% nel triennio). E questo il dato più interessante che emerge dal nostro sondaggio: molti nostri coetanei a- mano incontrarsi in locali di proprietà privata, piuttosto che in pub o ristoranti, dove possano divertirsi in tranquillità guardando un film, mangiando oppure suonando nella loro band. Dovunque si stia, il sabato sera si preferisce stare in compagnia degli amici, anche se nella fascia tra 14 e 16 anni c è un alta percentuale che rimane in famiglia. E da sottolineare anche l abitudine di molti di trascorrere il sabato sera davanti allo schermo del computer, amico inseparabile di giochi e programmi. Elemento che fa pensare alla difficoltà di alcuni giovani ad inserirsi nei gruppi e a relazionare. La cosa che fa divertire maggiormente si differenzia in base alle fasce d età: ciò dipende sicuramente dal fatto che i ragazzi più grandi possono godere di maggiore libertà e, in molti casi, hanno già preso la patente, quindi possono muoversi anche in automobile. Pertanto, i ragazzi del biennio preferiscono divertirsi in modo più tranquillo, come guardare un film o una partita di calcio; mentre crescendo sono in cerca di qualcosa di diverso e che dia nuove emozioni. Così si comincia a bere e a sballarsi, sicuri che ciò renda più grandi. Ma lo spirito della gioventù si evince anche da questo: sperare sempre in un sabato sera migliore! T R E DA SBALLO 17% DVERSO 44% DSCOTECA 1% A LTRO 50% FDAZA TO 24% B ERE 11% CASA 4% FAM FLA 3% PAZZA 51% B A LLA RE 14% ORMALE 13% PUB 20% GUA RDA RE FLM 9% SB A LLA RS 16% A M C 73% 6

7 giovani del nostro tempo sono come cristalli: sembrano forti e invece sono fragilissimi; duri e maturi, in realtà delicati e difficili; aggressivi e sfrontati e invece deboli e paurosi. nvocare forza, repressione, durezza di punizione non serve: semplicemente perché non sono capaci di recepirle. Sono molti i problemi che coinvolgono i giovani di oggi: abuso di droghe e di sostanze alcoliche, anoressia, bulimia, gangs, suicidio. Queste le manifestazioni più comuni di un disagio giovanile che ormai è diventato un argomento quotidianamente sottoposto alla nostra attenzione. Ma il più delle volte questi comportamenti aggressivi nascondono dialoghi interrotti e incomprensioni tra la generazione dei padri e quella dei figli e così si cerca rifugio nel gruppo. Ci si uniforma ad esso, a volte anche sbagliando a causa della mancanza di punti di riferimento, dati da solidi valori. Tutto questo porta i giovani ad avvicinarsi alla cultura della morte. Esempi evidenti sono le stragi del sabato sera e le morti per overdose. nfatti tutti i giorni leggendo giornali o seguendo notiziari in televisione ci si può accorgere di quanti siano i giovani che perdono la vita nella notte tra il sabato e la domenica sulla strada. L uso di sostanze stupefacenti porta le nuove generazioni ad allontanarsi dai problemi quotidiani provando così un illusoria felicità Sull'idea di evasione, di fuga, di lasciarsi alle spalle qualcosa, si è costruita l'impresa e l'etica dello sballo. E di molto altro. on si tratta di una faccenda banale, se la si guarda in profondità. Sì, l'oblio attrae l'uomo. Lo stato in cui si cancella l avvertire il peso e la pena. Dove nulla ci può più ferire. All'oblio si sono ispirati poeti antichi, e rockettari moderni. Lo hanno invocato come quiete. L'oblio cercato da sempre con droghe ed effetti speciali. O filosofie argute. Dimenticare tutto, come una liberazione dall'inseguimento di quanto di brutto abbiamo intorno. Fuga da quel che ci hanno fatto contro. E anche da ciò che abbiamo compiuto noi stessi. Per tirare una riga. Riazzerare il conto. Dimenticare, in un certo senso, per poter rinascere. Come se la settimana avesse bisogno, arrivata alla scadenza del sabato sera o a certi suoi giorni particolari, di riazzerarsi. È il grande mito della rinascita, del rinnovamento. Ottenuto però, per così dire, meccanicamente. Dal vuoto. Come se la memoria fosse un hard-disc da ripulire. Come se si trattasse di fare spazio nella memoria di un calcolatore. Ma l'uomo, appunto, non è un meccanismo. E ogni volta che si tratta da meccanismo si fa del male. Molti invece sognano una vita dove si accumulano cose, fatti, persone etc, che poi, spingendo un tasto, si possano dimenticare e da cui ci si possa slegare, distaccare. Così che distaccandosi da Attualità DSAGO GOVALE: FORZA O DEBOLEZZA? La mancanza di ideali porta alla morte dello spirito che purtroppo ha una fine. Quindi non è retorico affermare che la mancanza di ideali porta alla morte dello spirito. nfatti, credere in qualcosa vuol dire avere un fine nella vita e lottare per ottenerlo. Soltanto prendendo coscienza di questo si può avere la possibilità di ritrovare una vera dimensione u- mana. Solo in questo modo si può sperare concretamente di arginare il dilagare del fenomeno droga e alcool, logica conseguenza del modello di vita attuale. È importante che ogni ragazzo progetti il suo futuro attraverso le esperienze e non evitando gli ostacoli che sovente siamo chiamati a superare. È difficile, ma, se non vogliamo solo dei semplici palliativi, questa è l unica strada da seguire per poter cambiare la mentalità della EW GEERATO tutto non si abbia più dolore, e che tutto dimenticando non si incappi più Antonella Gargiuli 4^C Mariateresa Matera 4^C LO SBALLO DEL SABATO SERA: RASCTA O VUOTO? Lo sballo inteso come uscire fuori di sè Per potersi cercare nuovamente, ma nel vuoto nello sgradevole inconveniente della durezza del vivere. Dimenticare, distaccarsi Lo sballo inteso come uscire fuori di sè Per potersi cercare nuovamente, ma nel vuoto. Ma si badi: poiché il vuoto non esiste, si finisce per cercarsi, per ritrovarsi nelle immagini che la società impone e propina con le mode. È disumano, cioè brutto. Crea replicanti. 7

8 Focus Quando verrà meno la vostra gioventù, sparirà insieme con essa anche la vostra bellezza e allora vi accorgerete ad un tratto che per voi non ci sono più trionfi. Ogni mese che passa vi avvicina a qualcosa di terribile. l tempo è geloso di voi e ha mosso guerra ai vostri gigli e alle vostre rose. E questa l idea di bellezza di Lord Henry ne l ritratto di Dorian Gray, il romanzo di Oscar Wilde, pilastro dell Estetismo. Ma, se nell Ottocento la bellezza poteva essere vista come una forma di genio, nel nostro secolo essa può varcare il limite della follia! n una società che vive di apparenze, la bellezza gioca un ruolo fondamentale: si cerca di idealizzarla proponendo stereotipi ossessivi. E chi non riesce ad impersonarli, è destinato all esclusione. Ecco, allora, che si può sfociare facilmente nell anoressia e nella bulimia oppure, su un altro fronte, ricorrere alla chirurgia estetica, una vera BACCHETTA MAGCA per risolvere il problema. La bellezza si trasforma, quindi, da desiderio a malattia: ma essa può davvero renderci felici? La bellezza è un dono straordinario che può essere però pericoloso - scrive Stefano Zecchi nel suo libro Le promesse della bellezza - Come si può guarire? l rimedio è antico: con l intelligenza, comprendendo i propri limiti e accettandoli senza confondere una personale insicurezza psicologica con l idea di non piacere. Bella può essere anche una ragazza con qualche chilo in più, ma curata nei suoi atteggiamenti e nel suo stile, una ragazza con la pelle più chiara o più scura del solito e non la classica modella proposta dai mezzi di comunicazione. Così si può passare dalla bellezza soggettiva a quella oggettiva. el nostro secolo dunque si dovrebbe rivalutare la bellezza individuale e interiore, quella che non scompare con l età e che distingue una persona dall altra. nsomma, impariamo a curare più l anima che il corpo 8 OLTRE L VSBLE, ALLE RADC DELLA VERA BELLEZZA L anima e il corpo: amici o nemici? Dagli egiziani ad oggi, come si evolve la bellezza nserendo la parola bellezza in un motore di ricerca, i risultati sono pressoché identici: centri estetici che pubblicizzano creme rigeneranti, acconciature, massaggi snellenti e rassodanti, make up. mass media, inoltre, propongono esempi di bellezza perfetti: donne e uomini alti, brillanti, con un corpo tonico e invidiabile. Dunque è questo il significato della bellezza, l esteriorità? Certo non è quanto percepivano i preistorici, quando il loro intento primario era procacciarsi cibo per sopravvivere. primi a dare importanza al make up e all abbigliamento sono stati gli Egizi. loro costumi si ispiravano a colori e abitudini terrene, mentre il volto era molto truccato in modo tale da allungare lo sguardo e intensificare i lineamenti del volto. A distanza di molti secoli, gli stilnovisti, maestri della lirica amorosa, propongono un modello di bellezza femminile molto etereo: la donna angelo, con lunghi capelli biondi e un viso pallido, incarnava l emblema e, nello stesso tempo, l aspirazione di raggiungere Dio. Percorrendo i secoli, si può notare come il concetto di bellezza sia cambiato in maniera significativa. Tralasciando la bellezza estetica, tanto declamata dal Movimento Estetico alla fine del 1800, la rappresentazione schietta della realtà ha avuto il sopravvento (basta pensare alle opere di Verga); mentre, il desiderio di migliorare e di assomigliare a un mito ha spinto a sottovalutare la bellezza interiore. Fernando Botero è stato l unico pittore a rappresentare donne in carne, proprio per enfatizzarne il fascino. Purtroppo, oggi è impensabile conciliare il pensiero dell artista colombiano con l idea dell uomo: è quasi impossibile volgere la propria attenzione oltre l aspetto fisico, oltre l estetica, oltre l immagine che ognuno di noi propone. La bellezza interiore e l intelligenza differenziano una persona armoniosa nei gesti, nelle parole, nella voce e nell affetto verso chi la circond a, d a u n burattino saturo di botulino. Se prima una donna puntava sul proprio fascino e sull intelligenza, ora, grazie al sopravvento della chirurgia e- stetica, la bellezza assume un v a l o r e d i v e r s o : b a s t a un operazione e qualche giorno di convalescenza, per adattarsi ai canoni imposti dalla società. E questa l idea di bellezza che riflette l uomo del terzo millennio? Annalisa Lomastro 5^G

9 on c è parola in nessun linguaggio umano, capace di consolare le cavie che non sanno il perché della loro morte.. Con questa frase-manifesto inizia il romanzo più letto e discusso di Elsa Morante, La storia. Considerato un romanzo controcorrente, questo è, invece, un romanzo storico-politico nel quale, attraverso la tecnica dell analessi, vengono descritti luoghi e messi in evidenza gli stati d animo dei protagonisti. Un giorno di gennaio del 1917, nel quartiere San Lorenzo a Roma, un soldato tedesco, prima di partire per l Africa, dopo una sbronza va in cerca d amore. È attratto da da Ramundo, una maestra elementare ebrea, vedova e madre di un figlio molto vivace, ino Mancuso. Compiuto lo stupro, il soldato sparisce e la maestra mette al mondo clandestinamente un figlio di nome Useppe. ntanto tra le sirene della guerra e le deportazioni degli ebrei, da conduce una vita molto precaria, afflitta da molte sofferenze. nfatti, mentre il primogenito parte come cintura nera e ritorna cantando Bandiera Rossa. da e Useppe, rimasti soli, sopravvivono al bombardamento di San Lorenzo e vanno a vivere insieme ad altri sfollati, in un bicamere, dove si conclude la tragedia e vengono trovati morti. l modo di narrare lento e sicuro della Morante ci permette di dimenticare ciò che Libri da e Useppe, quando la Storia incontra la vita Sport 2 Febbraio Ancora una volta abbiamo scritto una sconcertante, vergognosa e nera pagina del calcio italiano! o, non doveva succedere. ci circonda e ci guida verso un romanzo polemico, d amore, ma anche di protesta, di dolore, di sapienza, che affascina il lettore perché racconta le bellezze e le disavventure che ogni uomo affronta nella Storia della propria vita. Mariangela Vestita 4^C SPORT: DALLA SAA COMPETZOE ALLA LOTTA ARMATA Doveva essere soltanto una pacifica partita tra due squadre siciliane, il Palermo ed il Catania; purtroppo, l ispettore Filippo Raciti, a soli 38 anni, è morto mentre si opponeva alla violenza scoppiata fuori dello stadio. primi disordini si erano già verificati al 13' del secondo tempo con il lancio di fumogeni e oggetti tra le due tifoserie, costringendo le autorità arbitrali a sospendere la partita per mezz'ora. Ciò non è bastato ad acquietare gli animi e ad impedire altre manifestazioni di violenza. La conseguenza è stata la cieca aggressione e la morte di Filippo Raciti. Un'aggressione brutale eseguita da un gruppo di delinquenti travestiti da tifosi che, armati di corpi contundenti, hanno colpito violentemente chi in quel momento indossava la divisa dello Stato. L ispettore Raciti lascia la moglie e due figli il cui dolore composto dovrebbe essere da monito per tutti, specialmente per quelli che utilizzano le partite di calcio come valvola di sfogo per le loro insoddisfazioni e le loro frustrazioni, pensando così di scaricare la rabbia sui poliziotti, la cui unica colpa è di aver scelto come mestiere la tutela e la sicurezza pubblica. A questa gente i veri tifosi rispondono con un grido unanime di condanna e con la richiesta al Governo di misure di sicurezza più severe per tenere lontano dagli stadi coloro che non meritano di essere chiamati sportivi. Sportivo, infatti, è chi si misura con l'avversario lealmente, secondo regole prestabilite e che accetta serenamente l'eventuale sconfitta Gabriella Dell'Aquila 3^C 9

10 Babele ews AU THÉÂTRE AVEC LE FATÔME Parigi, l Opera è in ebollizione, i preparativi fervono per la prova generale dello spettacolo. Erik, essere sfortunato, è rifugiato nei sotterranei del teatro. Atmosfera perfetta, il lusso profuma l aria e l ansia pervade gli attori. Colpi di scena piombano come fulmini a ciel sereno, scombussolato ogni programma. Tra i camerini ed il palcoscenico una giovane donna deve decidere con chi vivere la sua storia d amore. Taranto, le 23 Janvier Tous ensemble au théâtre avec un billet d entrée spécial :la langue française. Le parterre du théâtre Orfeo, réservé pour nous, les étudiants du Lycée G. B. Vico, nous a préparés au début de la représentation. Le Mystère du Fantôme, joué par cinq acteurs français, divisé en deux actes, a provoqué tout de suite l intérêt de tout le monde. La scène de l Opéra de Paris se prépare, les acteurs vont jouer la première de «Roméo et Juillet», l atmosphère est magique : c est juste pour raconter une histoire d amour. Carlotta est prête, elle joue le rôle de Prima Donna, les autres acteurs sont masqués. La ferveur e l agitation augmentent, quand un son si étrange et sombre envahis la scène. Une musique fu nèbre parvient du souterrain du théâtre, les bruits tourmentent les acteurs : c est Erik, le fantôme. La figurante Christine Daaé à la place de Carlotta, une loge depuis de laquelle il assistera à la représentation et vingt mille francs : ainsi il commence avec ces menaces! Des cris et des symphonies, l effroi et la peur, de mauvaises surprises et des chagrins capturent la jeune Christine en l amenant dans le royaume d Erik. Qui sera son homme? Le riche et jeune vicomte Raul de Chagny ou le mystérieux et maudit fantôme qui l a hypnotisée? Le début a été un succès. Le bisou de Raul à sa belle épouse ferme la dernière scène : le public est satisfait. Et nous, les étudiants, nous avons eu des questions à poser aux acteurs : «Quelles sont les motivations qui vous ont poussés à r e p r é s e n t e r c e t t e œ u v r e s i intéressante?» Et «Selon vous, pourrions-nous l étudier à l école?» afin de devenir nous aussi les metteurs en scène de notre étude. Antonella Scarati 3^C The Picture of Dorian Gray is the only novel published by Oscar Wilde, and was first published as the lead story in Lippincott's Monthly Magazine on 20 June Wilde later revised this edition, making several alterations, and adding new chapters; the amended version was published by Ward, Lock, and Company in April The novel tells of a young man named Dorian Gray, the subject of a painting by artist Basil Hallward. Dorian is selected for his remarkable physical beauty, and Basil becomes strongly infatuated with Dorian, believing that his beauty is responsible for a new mode of art. Talking in Basil's garden, Dorian meets Lord Henry Wotton, a friend of Basil's, and becomes enthralled by Lord Henry's world view. Espousing a new kind of hedonism, Lord Henry suggests that the only thing worth pursuing in life is beauty, and the fulfillment of the senses. Realising that one day his beauty will fade, Dorian cries out, wishing that the portrait Basil has painted of him would age rather than himself. Dorian's wish is fulfilled, 10 DORA GRAY, A DADY S STORY subsequently plunging him into a sequence of debauched acts. The portrait serves as a reminder of the effect each act has upon his soul, with each sin being displayed as well as all the signs of aging. The Picture of Dorian Gray is considered one of the last works of classic gothic horror fiction with a strong Faustian theme. t deals with t h e a r t i s t i c movement of the decadents, and homosexuality, both of which caused some controversy when the book was first published. However, in modern times, the book has been referred to as "one of the modern classics of Western literature." Cosimo Loforese 5^G l famoso pittore londinese Basil Hallward ritrae il giovane ed affascinante Dorian Gray, il quale attraverso il ritratto, e l insistente presenza di Lord Henry scopre la sua bellezza. Ciò spinge Dorian ad esprimere, un desiderio: che ad invecchiare sia il quadro al posto suo. Quello che sembrava impossibile, in realtà, si realizza con tragiche conseguenze: la bellezza si fonde

11 Una grande civiltà viene conquistata dall esterno solo quando si è distrutta da se dall interno. Con questa affermazione di W. Durant, il grande Mel Gibson ha voluto introdurre il suo ultimo capolavoro, Apocalypto. Girato in America Latina, recitato in lingua maya yucateca, Apocalypto è ambientato nel 1500, all inizio della misteriosa decadenza della civiltà Maya, in un momento di delirio del popolo dell insegna del Sole, dove gli alti dignitari, per guadagnarsi il favore degli dei, continuano a pretendere la costruzione di nuovi templi e sacrifici u- mani. E questa la sorte che tocca a Zampa di Giaguaro, catturato insieme ai suoi amici da una tribù più forte. Prima di essere catturato, però, riesce a nascondere sua moglie, incinta, e suo figlio in una grotta sotterranea. prigionieri vengono portati in un villaggio lontano, dove verranno sacrificati al Dio Sole. Zampa di Giaguaro riesce miracolosamente a fuggire, ma è inseguito dai suoi spietati nemici. Durante la lunga fuga viene colpito più volte, ma è disposto a tutto pur di salvare se stesso e la sua famiglia. onostante i numerosi ostacoli che incontra, riesce ad uccidere uno dopo l altro i suoi avversari. Tornato alla grotta vede la moglie e i due La serie tv Raccontami in tredici puntate ci ha ricordato i cambiamenti sociali e i sogni, le conquiste e il nuovo benessere dei favolosi anni Sessanta. Gli anni delle presine all uncinetto, delle prime tv e della Seicento, delle Olimpiadi di Roma e della Lambretta, un epoca di evoluzione che non ha mai smesso di affascinare perché caratterizzata da ingenuità, entusiasmo e freschezza. Protagonista la famiglia Ferrucci: Luciano (Massimo Ghini), Cinema, tv & spettacolo ZAMPA D GUAGUARO E LA CVLTA PERDUTA Elena (Lunetta Savino) e i loro tre figli Titti (Carlotta Tesconi), Andrea (Edoardo atoli) e infine Carlo (Gianluca Grecchi) il più piccolo che fa da filo conduttore e voce narrante della storia. Attraverso la saga familiare, si ricorda un epoca in cui le donne erano vere casalinghe, al massimo scendevano nel cortile del palazzo o andavano a figli che stanno per annegare sopraffatti dalle grandi piogge. Li mette in salvo. Ma sulla spiaggia scorge due galeoni e alcune barche cariche di uomini con armi, insegne e croci. Zampa di Giaguaro, spaventato, si addentra nel cuore delle foresta, per tentare un nuovo inizio. La vicenda si svolge quasi interamente in una foresta dalla vegetazione folta e uggiosa, che impedisce di vedere l arrivo di un pericolo. corpi nudi offrono un opzione di estrema violenza, che oggi definiremmo sovrumana, ma che, forse, in quel tempo e in quei luoghi, era umana. Apocalypto scorre dunque su una scia di sangue, sudore e fango. l cast è composto da attori non professionisti, nativi del continente americano. La scelta di ricorrere al dialetto yucateco non ostacola la visione del film, anche perché i personaggi parlano assai poco. on sono dunque i sottotitoli a catturare lo sguardo del pubblico, ma l intensità dell azione, i duelli corpo a corpo, la fisicità degli indios, la bellezza dei luoghi e la natura lussureggiante. Sara Lamola 3^C VUO CHE T RACCOT UA STORA? fare la spesa. Eppure, proprio in quegli anni le donne cominciavano ad affacciarsi nella società. Elena, ad esempio, da perfetta mamma e impeccabile casalinga che dedica tutto il suo tempo alla cura della propria famiglia e della propria casa, scopre che la realizzazione sta ben oltre la sola famiglia! Per lei inizia l era della rivoluzione, trova lavoro presso una sartoria dove riuscirà ad esprimere le proprie capacità, dando una svolta alla sua vita. ell operazione nostalgia, oltre le conquiste della donna, un ruolo importante ce l ha l elettrodomestico che in quegli anni comincia la sua scalata al successo nelle case degli italiani: la tv. Erano gli anni del varietà del sabato, l unica sera in cui i bambini potevano guardare la tv. L obiettivo di Raccontami è stato, dunque, mostrare lo spirito del tempo, gli oggetti e i colori che rivoluzionarono le vite degli italiani. Una storia che sarà utile a capire chi eravamo e chi siamo, a dare risposta ai troppi giovani che non conoscono quegli anni e ai non più giovani, che non vogliono dimenticarli. Flavia Russo 3^D 11

12 Trasgressione e ironia, rock e romanticismo, rabbia urlata e infinita dolcezza, energia e sudore, suoni e parole che scoppiano liberi e selvaggi sulla pelle...vasco non va spiegato, perchè non si può spiegare ciò che è evidente. Queste sono parole scritte sui muri del RoxyBar di Bologna, tratto dal libro dio Vasco di Valentina Pigmei. Parole che esprimono così semplicemente ciò che ad un intera generazione un uomo ha voluto comunicare e ancora adesso comunica e trasmette a milioni di ragazzi e ragazze. Vasco Rossi è tornato più carico che mai, con un nuovo singolo Basta Poco.Una canzone nuova, sorprendente, provocatoria, che Vasco ha deciso di incidere e far arrivare in tutte le radio, rendendola anche scaricabile da nternet, dal 19 Gennaio. E come sempre, tramite le sue canzoni Vasco vuole urlare la realtà così com è, vomita le parole che provengono direttamente l termine rock viene utilizzato per indicare tutti gli stili di musica derivati dal rock n roll. La linea che separa lo scatenato rock n roll di Elvis dalla forma d arte che è il rock di oggi fu tracciata all inizio degli anni sessanta da Bob Dylan. La sua musica, derivata dal folk inglese funse da base per gruppi come Beatles, Rolling Stones e Led Zeppelin che fecero parte di un fenomeno popolare che attraversò il mondo: la British invasion. ella seconda metà degli anni sessanta naque, dal suono della musica hippy, il rock psichedelico, dove al folk rock si unì il misticismo orientale. maggiori esponenti di questa musica, tra cui Jimmy Hendrix, The Doors, Janis Joplin, Santana e gli Who, si riunirono nel 1969 a Woodstock in tre giorni di concerti, che segnarono l apice di questo genere di musica. Dopo questo alcune star come Janis Joplin e 12 L BLASCO E TORATO dallo stomaco, racconta la vita reale, come nessuno ha mai fatto. Grazie al suo coraggio dice tutto ciò che gli passa per la testa, lui, un timido aggressivo, insicuro, e- motivo, amante della sperimentazione, quasi anticonformista, con la confusione che ogni uomo ha, un uomo a cui tutte queste emozioni piace esprimerle attraverso il Jimmy Hendrix morirono stroncati dalla droga. Con la morte di questi musicisti si chiusero gli anni sessanta e iniziò il fenomeno del rock progressivo che univa lo stile psichedelico con il jazz. protagonisti di questo stile furono i Pink Floyd, i Led Zeppelin che si affermarono con album del calibro di Led Zeppelin e The dark side of the moon che insieme vendettero più di 200 milioni di dischi. Questo stile fu soppiantato nella metà del decennio dai musicisti della new wave: una nuova ondata musicale di artisti che utilizzavano suoni molto forti e distorti. fondatori furono i Sex Pistols, i Ramones, e i Clash. egli anni 80 la spinta che aveva caratterizzato il rock nei decenni precedenti si era esaurita e la musica pop dominava i mercati il rock era completamente cambiato, infatti, dati i suoni molto duri,erano poche le band che eb- Musica rock ed i testi delle sue canzoni. Un uomo che ha rivoluzionato la musica, che non si può con fermezza dire sia musica rock, perchè Vasco ha un genere tutto suo. Lo sapete perchè i giovani seguono me?perchè io canto quello che loro canterebbero se non lo cantassi io!. Questo è ciò che afferma Vasco Rossi per motivare il suo grande successo, tratto sempre dal libro dio Vasco. Vasco Rossi infatti rispecchia perfettamente la personalità dei giovani: aggressivi, timidi, trasgressivi, insicuri, emotivi e confusi. E lui, con il suo sguardo un po perso, con la sua sgranata voce da fumatore, con i suoi occhi azzurri che rivelano la sua celata insicurezza, è diventato l idolo di una moltitudine di giovani, i quali tramite lui hanno trovato una diversità, un farsi i fatti propri, una loro religiosità. M. Antonietta icastro, 3^D Valentina Clemente, 3^D Rock: dalla chitarra di Elvis alla voce di Bono bero successo, tra cui: i Guns n Roses e gli U2 i quali sono ancora adesso sulla cresta dell onda. Gli anni 90 segnarono la nascita di un nuovo fenomeno detto il Grunge che vide protagonisti i irvana, che fecero proseliti tra il pubblico grazie allo stile scatenato e auto distruttivo del loro leader Kurt Cobain. l successo di questo stile ebbe fine con la morte di Kurt Cobain. Ai giorni nostri il rock è solo un termine che viene associato a un tipo di musica che non ha niente a che fare con il fenomeno musicale fin qui descritto.

13 DALLA FATASCEZA ALLA REALTA : L MATELLO DELL VSBLTA! Curiosità Un team di ricerca della Duke University lavora alla realizzazione di tecnologie e materiali che permettono di rendere un oggetto invisibile all occhio umano. L uomo vede perché la luce, riflettendo sugli oggetti, viene restituita alla retina. Riuscendo a deviare la luce mediante una sorta di scudo, facendola scorrere come fosse la corrente d acqua, l oggetto risulterebbe invisibile. È questo il concetto sul quale sta lavorando il team di ricerca anglo-americano che ha tentato di sviluppare, prima in ambito teorico e ora con un esperimento, la teoria proposta da Sir John Pendry dell mperial Col-lege di Londra. L esperimento si è svolto in forma semplificata: lo "scudo" funziona su due dimensioni invece che su tre, l occultamento non è quindi completo e riesce a αngolo della Posta deviare microonde elettromagnetiche collocabili in uno spettro di frequenze non percepibili all occhio umano. n altre parole l oggetto non sparisce alla vista umana, ma solo ad appositi rilevatori. metamateriali guidano le onde e le fanno scivolare attorno all oggetto: «È come se si creasse un vuoto nello spazio, le onde elettromagnetiche sono direzionate attorno all area, e i metamateriali le fanno riemergere dall altra parte dell oggetto: le onde si comportano come se passassero attraverso un volume vuoto di spazio» spiegano i progettisti. l prossimo obiettivo sarà sviluppare un "mantello" tridimensionale invece che una barriera, che sia capace di conferire invisibilità anche al range di frequenze visibili all occhio umano. Rime in Sor minore Entra in classe come un pino, con il suo verde maglioncino. Chi sarà? - vi chiederete State a sentire e presto lo capirete: Con lui le leggi di Mendel studieremo, i piselli incroceremo e un eterozigote otterremo tra un gene dominante e l altro recessivo la lezione diventa un sedativo. La meiosi e la mitosi all interrogazione porteremo con i cromosomi lavoreremo e un bel sonno ci faremo Ho paura Ho paura di pensarti,di guardarti,di desiderarti, ho paura che il tuo volto, il tuo sguardo mi entri dentro, ho paura di una sensazione come questa che non mi dà tregua, ho paura di ciò che sei diventato per Me, ho paura perché il mio cuore batte ancora quando ti vedo, ho paura perché non posso fuggire da questa paura Così rimango qui impassibile, sperando che il tempo porti via questo sentimento... Ma ciò che più mi ferisce è l essere consapevole che sarà difficile, per quanto ora ti sento lontano. BETTA PSE DXT Gesù muore a 36 anni o a 39? Disponete i solidi e cambiate la disponibilità E possibile che ci sia qualche perdita di anidride carbonica! Buon Divertmüller! globuli Bondi Una persona, prima di buttarla da palazzo, prima la faccio morire già morta Cassano, hai fatto la scoperta dell Africa settentrionale! Ho ispirato profondamente...e i miei alveoli si sono rifiutati di respirare! Come Miss talia: per te la biologia finisce qui! Ma cosa avranno voluto dire? 13

14 Dicono che succede Per dare una ma non accettiamo la tua scomparsa! Alma, tu non morirai, Ma con chi, con chi prendersela adesso? ma come, come è successo? Dicono che sei finita nella parte sbagliata di una triste statistica,dicono che capita quanto tempo insieme siamo stati amici pensare a te è pensare alle radici mentre è in corso una mutazione devastante... chi sopravvive sarà un uomo mutante quanto si ama e quanto si muore nella città quando cambia colore chi muore lentamente, chi violentemente chi senza saperlo dentro la sua mente. oi ti dobbiamo dei ringraziamenti collettivi per come eri e insieme a noi ancora vivi ora che brilli come una stella anche se siamo della terra e torniamo alla terra il tuo sorriso, i tuoi splendidi ricci, il tuo sguardo e- nergico, la tua determinazione, il tuo talento e la forza di non fermarti mai......vorrei sapere a che cosa è servito vivere, amare, soffrire, spendere tutti i tuoi giorni passati se così presto sei dovuta partire Voglio però ricordarti com'eri, pensare che ancora vivi, voglio pensare che ancore mi ascolti e che come allora sorridi...e che come allora sorridi (tratto da "Canzone per un'amica" di F. Guccini) Life and Death Life is A gift by God Life is touching Giving, feeling the reality. Life is a smile That can be easily deleted. Life is every breath felt, The last road. Life is a difficult word To understand, Something more Between birth and death. Life is a meeting place For people who learn To walk together. Life is playing a role n Life By everyman. And a mistake The final act, Death. Death is a journey in the sky, o pain, no crying But smile. Death is a mystery, A candle Which stopped shining; A train in front of us: We in a platform o longer listening to its sound. Dark travels with a light at the end. Death is a fall in the darkness. Death is feeling good, o pain. The place Where life doesn t care, Where there s a growing and flowering tree. Death is the end of a dream, The end of a drawing, Death is a new life n a new world The end of all, Maybe a new beginning. Life is Alma, she was full of life. Death is an empty desk n my classroom. 14 Adesso non devi

15 spiegazione dicono che è il destino, perché sei la stella più luminosa della costellazione dei nostri cuori!!! Vita e Morte La Vita è.. Un dono di Dio. Vita è toccare Dare, sentire la realtà La Vita è un sorriso Che può essere facilmente cancellato. La Vita è ogni respiro, l ultima strada. Vita è una parola difficile Da capire Qualcosa di più Del tempo Tra la nascita e la morte. La Vita è un luogo d incontro Tra due che imparano A camminare insieme. È recitare un ruolo ell opera Vita Scritta da ogni uomo; e un errore, l atto finale Morte. La morte è un viaggio nel cielo, senza dolore, senza pianto solo sorriso. La morte è un mistero, una candela che si è spenta; un treno di fronte a noi: noi sul binario che non sentiamo più il suo suono. Sicuri viaggi con una luce alla meta La morte è un salto nel buio. Morte è stare bene, assenza di dolore. È il luogo Dove la Vita non ha importanza, dove c è un albero fiorito che cresce. La morte è la fine di un sogno, la fine di un quadro. La morte è una nuova vita n un nuovo mondo, la fine di tutto, forse, un nuovo inizio. PESER SOLTAR Ti sei elevata ad un passo dal cielo, e ora siedi su una nuvola e aspetti. Vedi dall alto Ciò che prima stringevi con la tua mano Dolcemente E silenziosamente Hai lasciato questo posto nnalzandoti tra l oltre e l infinito. Sii forte con te stessa e sii attenta a ciò che accade a chi ti ha voluto realmente bene. Assicurati del meglio per loro, perché per loro, e in loro, tu, non morirai mai. Sentirai lacrime e dolore sotto il tuo nome perché nessuno avrebbe pensato a tanto. Treni per dove ti porteranno a tempi migliori. Abbi solo pazienza, aspetta solo il tempo in cui verremo a trovarti. HE, DOLYY, ADESSO TE L DFEDAMO O TUO AMALETT U BACO... La Vita è Alma Lei era piena di vita. La morte è un banco vuoto ella mia classe.. E scaviamo nell'io più profondo per trovare un perché la vita, a questo essere pieno di speranze, ma fragile come cristallo...comunicare ottimismo, passione o rassegnazione...come fare? Se non riesco neanche a parlare, a capire, ad accettare... fare altro che aprire le tue ali e cominciare a volare...e volare...e volare ancora! 15

16 n punta di matita Prof.ssa. Maria Scarati disegno realizato da Stefania Puzzello 3^B Mementote: la lingua batte dove l errore duole... ESCLUSVA: l sommo poeta agli studenti nedito fiorentino 16

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta

Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare. È Natale ogni volta che... di Madre Teresa di Calcutta Il Test dei Tre Filtri di Socrate da meditare e applicare Nell antica Grecia, Socrate era stimato avere una somma conoscenza. Un giorno, un conoscente incontrò il grande filosofo e disse: "Socrate, sapete

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli