Iscrizione N: NA00517 II Presidente Della Sezione regionale della Campania dell'albo nazionale Gestori Ambientali. DISPONE Art. I (iscrizíone) Art.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Iscrizione N: NA00517 II Presidente Della Sezione regionale della Campania dell'albo nazionale Gestori Ambientali. DISPONE Art. I (iscrizíone) Art."

Transcript

1 t, I I Albo Nazionale Gestori Ambientali Corso Meridionale c/o Borsa Merci - Dlgs Iscrizione N: NA00517 II Presidente Della Sezione regionale della Campania dell'albo nazionale Gestori Ambientali Visto I'articolo 212, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 ed, in particolare, il conìma 18 che disciplina I'iscrizione delle imprese che effetnrano l'attività di raccolta e trasporto dei rifìuti sottoposti alle procedure semplificate ai sensi dell'art. 216 dello stesso decreto ed effettivamente avviati al riciclaggio e recupero; Visto il decreto 28 aprile 1998, n. 406 del Ministro dell'ambiente di concerto con i Ministri dell'industria. del commercio e dell'artigianato, dei trasporti e della navigazione, e del tesoro, del bilancio e della programmazione economica recante la disciplina dell'albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti, ed in particolare I'articolo 6, comma 2, lettera c) e I'articolo l3; Visto il decreto del Ministro dell'ambiente di concerto con i Ministri della sanità, dell'industria, del commercio e dell'artigianato e per le politiche agricole 5 febbraio 1998 recante I'individuazione dei rifiuti non pericolosi sottoposti alle procedure semplificate di recupero ai sensi degli articoli 3l e 33 del decreto legislativo 5 febbraio 1997,n,22, e successive modificazioni ed integrazioni; Vista la direttiva del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio d'intesa con i Ministri delle attività produttive, della salute e delle politiche agricole e forestali del 9 aprile 2002 recante indicazioni per la corretta e piena applicazione del regolamento comunitario n sulle spedizioni di rifiuti ed in relazione al nuovo elenco dei rifiuti, ed in particolare I'allegato C; Vista la comunicazione di inizio attività presentata in data dail'impresa EUROMETAL SRL, CF , registrat al n. di prorocollo ; Vista I'attestazione di awenuta iscrizione rilasciata dalla Sezione regionale della Campania in data, prot. n. all'impresa EUROMETAL SRL; Verificato, che I'impresa è in possesso dei presupposti e dei requisiti richiesti per I'esercizio dell'attività ai sensi dell'art.? 12, comma 18, del decreto legislativo 3 apriie 2006, n. 152, dell'articolo 13, del decreto 28 aprile 1998, n. 406 e delle deliberazioni del Comitato Nazionale dell'albo; Vista la deliberazione della Sezione regionale della Campania del con cui e stata confermata I'iscrizione all'albo dell'impresa; L'impresa Denominazione: ELIROMETAL SRL Con Sede a: NAPOLI (NA) Indirizzo: VIA CUPA SANT'ANIELLO.42 Località: Napoli CAP: C. F.: DISPONE Art. I (iscrizíone) e' iscritta all'albo Nazionale Gestori Ambientali come segue: Art.2 EIIROMETAL SRL Pagina I di 5

2 SEZIONE REGIONALE DELLA CAMPA}IIA istituita presso la Camera di Commercio Industna Artigranato e Agricoltura di NAPOLI Corso Meridionale, 58 - c/o Borsa Merci - Dles QUARTUCCI ANTONIO codice fiscale: QRTNTNT3 S26F839S carica: amministratore unico Qegale rappresentante /i) (r e sp o nsa b ile/i te c ni c o/i) QUARTUCCI ANTONIO codice fiscale: QRTNTN73S26F839S abilitato per lale categoria/e classe/i: 2-F ffi.s>- /,.q4 Elenco mezzi inerenti I'iscrizione wm :BH786MW oria veicolo: AUTOCARRO rga: BJ881WK ategoria veicolo: AUTOCARRO Targa: CM497SY Categoria veicolo : AUTOCARRO Targa: DC685SH Targa: MI9S6594 Categoria veicolo : AUTOCARRO Art. 3 (categorie, tipologie dí rifiuti e mezzi utilizzabíli) Iscrizione Semplificata Categoria: Raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi individuati ai sensi dell'articolo 33 del D.lgs. 5 febbraio 1997, n.22, awiati al recupero in modo effettivo ed oggettivo Classe: quantità iìnnua complessivamente trattata inferiore a t. 2-F Inizio validità: Fine Validità l4l Elenco mezzi: Targa: BH786MW Targa: MI9S6594 Targa: BJ881WK Targa: CM497SY EUROMETAL SRL pro'f n 8860/2007 der'.0'.'0 Ililffiffiffiffit$ffiffiF$l Pagina 2 di 5

3 SEZIONE REGIONALE DELLA CAMPAI\IA Corso Meridionale, 58 - cio Borsa Merci - Dlss Targa: DC685SH Rifi utr Iltezzt s() aindicati I rifiuti di carta, cartone e cartoncino, inclusi poliaccoppiati anche di imballaeei [ r] Fs.0r.05l u [ ] 0l.02 scarti di pannolini e assorbenti imballaggi, vetro di scarto ed altri rifiuti e [l0.r 1 r2] [150r.07] u6.0i.201 [ ] frammenti di vetro: rottami di vetro f [ vetro di scarto e frammenti di vetro da ricerca ils 0r.071 [ ] medica e veterinaria 03.0 I a rifiuti di ferro, acciaio e ghisa [ ] [ ] F [1s.01.04] [l6.0r.1]l 1r [1e.01.02] ne.0l. 181.rl f '$.02a Rifiuti di metalli non ferrosi o loro leehe [1r.0s.01] l.05.ee] [ ] [ ] ilfi,i [ ] n n ) [r ] Lr [ 1 e. I 0.02] n l parti di autoveicoli, di veicoli a motore, di [ ] [ ] u u rimorchi e simili, risultanti da operazioni di messa 116.0r.22) in sicurezza di cui all'art, 46 del Dlgs , n,22 e succ. modifiche e integrazioni e al decreto legislativo 24 giugno 2003,n.209 privati di pneumatici e delle componenti plastiche recuperabili spezzoni di cavo di rame ricoperto ll6.0l. 181 [16.0r.22] [ ] [ l I spezzoni di cavo di fibra ottica ricoperta di tipo u6.02.r61 [17.04.rr) dielettrico (a), semidielettrico (b) e apparecchi domestici, apparecchiature macchinari post-consumo non contenenti sostanze lesive dell'ozono stratosferico di cui alla legge o HFC rifiuti di plastica; imballaggi usati in plastica compresi i contenitori per liquidi, con esclusione dei contenitori per fitofarmaci e per presidi medico-chirureici sfridi, scarti, polveri e rifiuti di materie plastiche e fibre sintetiche paraurti e plance di autoveicoli in materie plastiche imbottiture sedili in poliuretano espanso r31 [ ] u6.02. l6l [ ] [02.0r.04] n [ ] lte.r2.04l [ e] n2.0r.osl F6.01.lel [ ] t [ ] [ ] [ re] tr2.0r.051 tl6.0r.r9l 06.1 r pannelli sportelli auto t el I i r l el rifiuti costituiti da laterizi, intonaci e ll l 1l [ ] 7.0r.02] n conglomerati di cemento armato e non, comprese n n ) [17.0e.04] [ ] le traverse e traversoni ferroviari e i pali in calcestruzzo armato provenienti da linee ferroviarie, telematiche ed elettriche e frammenti di rivestimenti stradali purché privi di amianto sfridi d laterizio cotto ed areilla espansa r l I scarti di legno e sughero, imballaggi di legno [ ] [ ] [03.01.ee] u l-r t t f scarti di legno e sughero, imballaggi di legno [ ET'ROMETAL SRL Pagina 3 di 5

4 Corso Meridionale, 58 - c/o Borsa Merci - DIgs cascami e scarti di produzione, rifiuti di polvere e eranuli pneumatrci non ricostruibili, camere d'aria non riparabili e altri scarti di gomma eel n [ ] Art. 4 (prescrizioni) L'impresa è tenuta ad osservare le seguenti prescrizioni: l) Durante il trasporto, i rifiuti devono essere accompagnati da copia del presente prowedimento d'iscrizione corredata.'{alla dichiarazione di conformità all'originale resa dal legale rappresentante dell'impresa ai sensi dell'articolo 47, del D*t.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modific azioni ed intègra zioni; di trasporto dei iattività rifiuti deve essere svolta nel rispetto delle disposizioni del decreto legislativo 3 aprile 2006, 2 e delle relative nonne regolamentari e tecniche di attuazione; 'idoneità tecnica dei mezzi, attestata dalla perizia giurata, deve essere garantita con interventi periodici di tenzione ordinaria e straordinaria. In particolare, durante il trasporto dei rifiuti deve essere impedita la àispersione, sgocciolamento dei rifiuti, la fuoriuscita di esalazioni moleste e deve essere garantita la protezione dei rifiuti trasportati da agenti atmosferici; i mezzi devono essere sottoposti a bonifiche, prima di essere adibiti ad altri tipi di trasporto e, comunque, a bonifiche periodiche. Deve essere garantito il corretto funzionamento dei recipienti mobiti destinati a contenere i rifiuti. 4) E' fatto obbligo al trasportatore di sincerarsi dell'accettazione dei rifiuti da parte del destinatario prima di iniziare il trasporto e, comunque, di riportare il rifiuto all'insediamento di provenienza se il destinatario non lo riceve; di accertarsi che il destinatario sia munito delle autorízzazioni o iscrizioni previste ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. t52. 5) I recipienti, frssi e mobili, utllizzati per il trasporto di rifiuti pericolosi devono essere sottoposti a trattamenti di bonifìca ogni volta che siano destinati ad essere reimpiegati per trasportare altri tipi di rifiuti; tale trattamento deve essere appropriato alle nuove utilizzazioni. 6) E' in ogni caso vietato utllizzare mezzi e recipienti che hanno contenuto rifiuti pericolosi per il trasporto di prodotti alimentari. Inoltre, i recipienti mobili destinati a contenere i rifiuti devono possedere adeguati requisiti di resistenza in relazione alle proprietà chimico-fisiche ed alle caratteristiche di pericolosità dei rifiuti contenuti e devono essere prowisti di: A - idonee chiusure per impedire la fuoriuscita del contenuto; B - accessori e dispositivi atti ad effettuare in condizioni di sicurezza Ie operazioni di riempimento e svlrotamento; C - mezzi di presa per rendere sicure ed agevoli le operazioni di movimentazione. 7) Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 187 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, è vietato il trasporto contemporaneo su uno stesso veicolo di rifiuti pericolosi o di rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi che tra loro risultino incompatibili owero suscettibili di reagire dando luogo alla formazione di prodotti esplosivi, infiammabili o comunque pericolosi. 8) L'imballaggio ed il trasporto dei rifiuti devono rispettare le norme previste dalla disciplina sull'autotrasporto nonché, se del caso, quelle previste per il trasporto delle merci pericolose. 9) I veicoli adibiti al trasporto dei rifiuti devono essere dotati di mezzi per prowedere ad una prima sommaria innocuizzazione e/o al contenimento della dispersione dei rifiuti che dovessero accidentalmente fuoriuscire dai contenitori, nonché di mezzi di protezione individuale per il personale addetto al trasporto. l0) In caso di spandimento accidentale dei rifiuti i materialiutllizzati per la loro raccolta, recupero e riassorbimento dovranno essere smaltiti secondo le modalità adottate per i rifiuti e insieme agli stessi. I l) n presente prowedimento è rilasciato esclusivamente ai fini e per gli effetti del decreto legislativo 3 aprile 2006, n Resta fermo I'obbligo dell'impresa di osservare e rispettare tutte le prescnzioni derivanti dalle norme e disposizioni applicabili al caso, con particolare riguardo a quelle in materia di igiene, di ambiente e di autotrasporto, che si intendono qui espressamente richiamate e singolarmente condizionanti la validita e I'efficacia dell'iscrizione. EUROMETAL SRL Prot. n.8860/2007 del rc1ú12007 Pagina 4 di 5 llll

5 Corso Meridionale c/o Borsa Merci - Dlgs Art. 5 (rìcorso) Awerso il presente prowedimento, è ammesso, entro 30 giomi dal ricevimento, ricorso gerarchico improprioal Comitato Nazionale dell'albo Nazionale Gestori Ambientali, Via Cristoforo Colombo, Roma, od in altemativa entro 60 gg. alla competente Sezione del Tribunale Amministrativo Regionale il (Dr. NAPOLI, OITADOOT tg 1 EI'ROMETAL SRL Numero Iscrizione 005 I 7 Pagina 5 di 5

IiltffiffiffiffiffiH,ÉH{tffiffiffi]t. Art,2 (le g ale/i r ap p r es entante /i) 4-C

IiltffiffiffiffiffiH,ÉH{tffiffiffi]t. Art,2 (le g ale/i r ap p r es entante /i) 4-C Dlgs 152/06 Numero d'iscrizione ve00783 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006,n. 152, e successive modificazioni

Dettagli

Albo Nazionale Gestori Ambientali. Iscrizione N: NA10736 Il Presidente della Sezione regionale della Campania dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Albo Nazionale Gestori Ambientali. Iscrizione N: NA10736 Il Presidente della Sezione regionale della Campania dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: NA10736 Il Presidente della Sezione regionale della Campania dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

Numero d'iscrizione FI00075 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Numero d'iscrizione FI00075 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Numero d'iscrizione FI00075 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

S.I.L.C. S.r.l. Via Cascina Secchi, 211-24040 ISSO (BG) TRASPORTO RIFIUTI PERICOLOSI ELENCO AUTORIZZAZIONI (ISCRIZIONI ALBO GESTORI AMBIENTALI)

S.I.L.C. S.r.l. Via Cascina Secchi, 211-24040 ISSO (BG) TRASPORTO RIFIUTI PERICOLOSI ELENCO AUTORIZZAZIONI (ISCRIZIONI ALBO GESTORI AMBIENTALI) S.I.L.C. S.r.l. Via Cascina Secchi, 211-24040 ISSO (BG) TRASPORTO RIFIUTI PERICOLOSI ELENCO AUTORIZZAZIONI (ISCRIZIONI ALBO GESTORI AMBIENTALI) PROVVEDIMENTO DESCRIZIONE RILASCIATO DA SCADENZA Iscrizione

Dettagli

Iscrizione N: FI02041 II Presidente ' della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: FI02041 II Presidente ' della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: FI02041 II Presidente ' della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto l'articolo 212 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152, e successive modifiche

Dettagli

Art.2 (legale/i rappresentante /i)

Art.2 (legale/i rappresentante /i) istituita presso la Camera di Commercio ndustria Artigianale e Agricoltura di MLANO Numero d'iscrizione M02917 Presidente della Sezione regionale della Lombardia dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Dettagli

Art. 2 (legale/i rappresentante /i)

Art. 2 (legale/i rappresentante /i) Numero d iscrizione VE00056 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

Art.2 (leg ale roppresentante /i)

Art.2 (leg ale roppresentante /i) AIbo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: CA02876 II Presidente Della Sezione regionale della Sardegna dell'albo nazionale Gestori Ambientali Visto I'articolo 212, del decreto legislativo 3 aprile

Dettagli

Art. 2 (legale/i rappresentante /i)

Art. 2 (legale/i rappresentante /i) Numero d iscrizione FI00150 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

llllffiffiffiffih$ffitriffiffiffill1 Art.2

llllffiffiffiffih$ffitriffiffiffill1 Art.2 ' Albo Nazionale Gestori Ambientali Via Capitan Bavastro, 116 Numero d'iscrizione RMO1399 Il Presidente della Sezione regionale del Lazio dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo

Dettagli

c. r.. 0043367017\ è iscritta all' Albo Nazionale Gestori Ambientali come segue:

c. r.. 0043367017\ è iscritta all' Albo Nazionale Gestori Ambientali come segue: Albo Nazionale Cestori AmbientaJi SEZIONE REGIONALE DELLA LOMBARDIA Numcro d'iscrizione MJOI052 Il Presidente della Sezione regionale della Lombardia dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto

Dettagli

Iscrizione N: FI20219 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: FI20219 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: FI20219 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

Albo Nazionale Gestori Ambientali.SEZIONE REGIONALE LOMBARDIA. di Commercio Industria Artigianato Via Meravigli,9/B Dlss 152/06

Albo Nazionale Gestori Ambientali.SEZIONE REGIONALE LOMBARDIA. di Commercio Industria Artigianato Via Meravigli,9/B Dlss 152/06 istituita presso la Camera Albo Nazionale Gestori Ambientali.SEZIONE REGIONALE LOMBARDIA. di Commercio Industria Artigianato Dlss 152/06 e Agricoltura di Milano Iscrizione N: MI000701/OS Prot. No l{10340221

Dettagli

ffil$1jffiffiffih#ffiffihtrffii I I di 5 Visto VIA REPETTO, 33 R. lilt

ffil$1jffiffiffih#ffiffihtrffii I I di 5 Visto VIA REPETTO, 33 R. lilt AUTORIZZAZIONE L'INTENDENZA DI FINANZA DI c.f.00796640100 B istituita presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Piazza De Ferrari,2 Dlgs 12106 Numero d'iscrizione G80033 Il Presidente

Dettagli

i ilîúiliftflfifiiîírrfiîîtittt

i ilîúiliftflfifiiîírrfiîîtittt i ilîúiliftflfifiiîírrfiîîtittt Albo Nazione Gestori Ambienti la Camera di Commercio Industria Arlrgianato e Agricoltura di TORINO Via S. Francesco dapaola,24 Iscrizione N: TO02258 Il Presidente della

Dettagli

quantità annua complessivamente trattata superiore o uguale a 15.000 tonnellate e inferiore a 60.000 tonnellate.

quantità annua complessivamente trattata superiore o uguale a 15.000 tonnellate e inferiore a 60.000 tonnellate. CATEGORIA 2 RACCOLTA E TRASPORTO DO RIFIUTI NON PERICOLOSI INDIVIDUATI AI SENSI DELL ARTICOLO 33 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 FEBBRAIO 1997, N. 22, AVVIATI AL RECUPERO IN MODO EFFETTIVO ED OGGETTIVO. IMPRESA:

Dettagli

rffi rl rfl irúfl irîiiu ÍÍfi rflr

rffi rl rfl irúfl irîiiu ÍÍfi rflr '' Albo Nazionale Gestori Ambientali istituita presso la camera di Commercio lndustria Artigianato e Agricoltua di MILANO Numero d'iscrizione Mr03473 Il Presidente della Sezione regionale della Lombardia

Dettagli

Iscrizione N: VE01891 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: VE01891 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: VE01891 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152; Visto, in particolare, l articolo 212,

Dettagli

Iscrizione N: FI17305 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: FI17305 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: FI17305 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152; Visto, in particolare, l articolo 212,

Dettagli

Art.2 ( e g ale/í r ap p r e s e nt ant e/í)

Art.2 ( e g ale/í r ap p r e s e nt ant e/í) Albo Nazionale GestorÍ Ambientali - Albo Gestori Ambientali - Sezíone Campania Corso Meridionale, 58 - c/o Borsa Merci - Dlgs 152106 a Iscrizione N: NA00366 Il Presidente della Sezione regionale della

Dettagli

Politiche Ambientali

Politiche Ambientali Politiche Ambientali Resp. Procemento: Sofia Memoli Tel. 041-2501203 Istruttore: Sara Bassa Tel. 041 2501284 Venezia, 27/06/2013 Prot. n 58805 Classificazione: XII-1 Oggetto: Dati iscrizione al Registro

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 01/ALBO/CN 16 GEN. 2012 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 16 gennaio 2102 Iscrizione all Albo per il solo esercizio

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 15 DEL 07.02.2013

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 15 DEL 07.02.2013 top. Gen.le N. Provincia Regionale di Messina UFFICIO DIRIGENZIALE - AMBIENTE E POLITICHE ENERGETICHE U.O, Autorizzazioni Amministrative Via Lucania n. 20-9812 Messina Tel.090776155- fai 0907761958 E-mail:

Dettagli

Provincia di Forlì-Cesena Servizio Ambiente e Sicurezza del Territorio Ufficio Pianificazione e Gestione Rifiuti

Provincia di Forlì-Cesena Servizio Ambiente e Sicurezza del Territorio Ufficio Pianificazione e Gestione Rifiuti Provincia di Forlì-Cesena Servizio Ambiente e Sicurezza del Territorio Forti, 27 ottobre 20 11 Fase. n. 2011/09.09.01/12 fi/fi Oggetto: D.Lgs. 152/06, art. 216 e DM 05.02.98. Ditta ZOFFOLI METALLI S.r.l.,

Dettagli

Città Metropolitana di Genova

Città Metropolitana di Genova Città Metropolitana di Genova Direzione AmDirezione Ambiente Servizio Acqua e Rifiuti Ufficio Suolo Prot. n. 101190 Allegati Genova, 31 dicembre 2015 F.lli Adriano e Giuseppe Bonavita & figli S.n.c. bonavitasnc@pec.it

Dettagli

'Bari, lì. Spett.le Demolizioni Industriali S.r.l. Via per Oria, Km.0+700 72021 F r ancav illa F ontana lbr) IL SEGRT,TARIO (Dr.

'Bari, lì. Spett.le Demolizioni Industriali S.r.l. Via per Oria, Km.0+700 72021 F r ancav illa F ontana lbr) IL SEGRT,TARIO (Dr. @,/r/ ".;t-./rrnle. n r.1,/1o ALBO NAZIONALE GÉSTOBI AMAIENTALI SEZIONE FEGIONAIE DELLA PUGLIA RACCOMANDATAA.R. Rif. Prot.n.14101/2010 LS l?dí H 145) B4139 'Bari, lì 0.,* FEB t0ll Spett.le Demolizioni

Dettagli

RIPRODUZIONE VIETATA

RIPRODUZIONE VIETATA DL/dl PROVINCIA DI BOLOGNA ASSESSORATO AMBIENTE Fax051.6598883.>... Alla Ditta x: \ ECOFELSINEA s.r.l. ""'-.?>. Via Dei Poeti, 1/2 40125 BOLOGNA (BO) AH' Ufficio Ambiente e Verde Urbano del Comune di 40129

Dettagli

Art. 2 (lega/eli rappresentante

Art. 2 (lega/eli rappresentante ~ Genova ~ IMPOSTADI BOLLO ASSOL- TA IN MOOO VIRTUALE - AUTORIZZAZIONE DELL'IN- TENDENZA DI FINANZA 01 C.F. 00796640100 \ istituita presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA ISCRITTO AL REGISTRO DELLE IMPRESE DI CUI ALL'ART. 216 DEL D.LGS. 152/2006 e s.m.i. AL N 57 DEL 01/02/2011 IL RESPONSABILE F.to TOSCANO PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net LE PRESCRIZIONI CHE CONDIZIONANO L EFFICACIA DELL ISCRIZIONE ALL ALBO PER LE IMPRESE DI TRASPORTO RIFIUTI: MEZZI CHE TRASPORTANO RIFIUTI PERICOLOSI E MEZZI CHE TRASPORTANO RIFIUTI E PRODOTTI ALIMENTARI

Dettagli

Art.2 (l eg al di r appr esentante/i)

Art.2 (l eg al di r appr esentante/i) Albo NazionaleGestoriAmbientali CAMERA DI COMMERCIO IND USTRI-AARTIGIANATO E SEZIONE REGIONALE EMILIA ROMAGNA i3tituitapiessola Cameradi CommercioIndustriaArtigianatoe AgricolturaAfiB@ÀflURA DI BOLOGNA

Dettagli

Iscrizione N: FI00572 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: FI00572 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: FI00572 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

Protocollo n. 39536/LB7/SA/PC Tit. 10 Cl. 5 Posizione n. 005421 Il n. di protocollo e il n. di posizione devono essere citati nella risposta

Protocollo n. 39536/LB7/SA/PC Tit. 10 Cl. 5 Posizione n. 005421 Il n. di protocollo e il n. di posizione devono essere citati nella risposta Protocollo n. 3936/LB7/SA/PC Tit. 10 Cl. Posizione n. 00421 Il n. di protocollo e il n. di posizione devono essere citati nella risposta Torino, 16 Marzo 201 Spett.le CSV Srl Via Don Balbiano Luigi, 34

Dettagli

Protocollo n. 164864/LB7/SA/PC Tit. 10 Cl. 5 Posizione n. 019648 Il n. di protocollo e il n. di posizione devono essere citati nella risposta

Protocollo n. 164864/LB7/SA/PC Tit. 10 Cl. 5 Posizione n. 019648 Il n. di protocollo e il n. di posizione devono essere citati nella risposta Protocollo n. 164864/LB7/SA/PC Tit. 10 Cl. 5 Posizione n. 019648 Il n. di protocollo e il n. di posizione devono essere citati nella risposta Torino, 18 Novembre 2015 Spett.le BALFER TRADE Srl Largo Luigi

Dettagli

'o/ \n. i:è(@es. ca\rtra,ffi'dr*aiìr Via Emanuele Mola, 1 I - 70121 Bari - Tel. +39 0802174571. , ftrrlré"ir-',//,'./rrl"zr/,' r',/./à.

'o/ \n. i:è(@es. ca\rtra,ffi'dr*aiìr Via Emanuele Mola, 1 I - 70121 Bari - Tel. +39 0802174571. , ftrrlréir-',//,'./rrlzr/,' r',/./à. , ftrrlré"ir-',//,'./rrl"zr/,' r',/./à. ALBO NAZIONALE GESTOFI AMBIENTALI RACCOMANDAT A.R. Bari, lì 03 Dlc 2009 Rif. Prot.n. 1004112009 LS îwr',n bzq ( BAI52 OGGETTO: Trasmissione prorwedimento. Yo- W\

Dettagli

Iscrizione N: FI01273 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: FI01273 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: FI01273 Il Presidente della Sezione regionale della Toscana dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA SEZIONE REGIONALE SICILIA DELL'ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

IL PRESIDENTE DELLA SEZIONE REGIONALE SICILIA DELL'ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI -SEZIONE REGIONALE SICILIAistituita presso 1a Camera di Commercio Industria Arligianato e Agricolrura di Palermo Via E. Amari, 11 Iscrizione N: PA000251/O Prot. N" PA00026512005 del l8/0212005 IL PRESIDENTE

Dettagli

D E T E R M I N A Z I O N E D E L D I R I G E N T E

D E T E R M I N A Z I O N E D E L D I R I G E N T E D E T E R M I N A Z I O N E D E L D I R I G E N T E del 20/09/2012 n. 570 D I P A R T I M E N T O I I I G o v e r n o d e l T e r r i t o r i o SETTORE I - TUTELA E VALORIZZA ZIONE DELL AMBIENTE A r e

Dettagli

Iscrizione N: VE00342 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: VE00342 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Iscrizione N: VE00342 Il Presidente della Sezione regionale del Veneto dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni e integrazioni

Dettagli

Registro Provinciale delle Imprese che effettuano Operazioni di Recupero di rifiuti

Registro Provinciale delle Imprese che effettuano Operazioni di Recupero di rifiuti Registro Provinciale le Imprese che effettuano Operazioni di Recupero di rifiuti (ex-art. 33 D.Lgs. 05/02/1997 n 22) Elenco di dettaglio con indicazione le operazioni e dei codici rifiuti Data di stampa:

Dettagli

25/11/2015 IL DEPOSITO TEMPORANEO

25/11/2015 IL DEPOSITO TEMPORANEO IL DEPOSITO TEMPORANEO 1 1 IL DEPOSITO TEMPORANEO È: (ART. 183, CO. 1, LETT. BB) bb) deposito temporaneo : il raggruppamento dei rifiuti effettuato, "e il deposito preliminare alla raccolta ai fini del

Dettagli

]ffiffiffiffih$t#ffiffi[#ffilll. Il Presidente della Sezione regionale della Campania dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

]ffiffiffiffih$t#ffiffi[#ffilll. Il Presidente della Sezione regionale della Campania dell'albo Nazionale Gestori Ambientali istituita presso Ia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di NAPOLI Corso Meridionale" 58 - c/o Borsa Merci - Otgs t SZIOO Numero d'iscrizione NAl4089 Il Presidente della Sezione regionale

Dettagli

Decreto ministeriale 05/02/2004 Gazzetta Ufficiale del 14 aprile 2004, n. 87

Decreto ministeriale 05/02/2004 Gazzetta Ufficiale del 14 aprile 2004, n. 87 Legge Decreto ministeriale 05/02/2004 Gazzetta Ufficiale del 14 aprile 2004, n. 87 Modalità ed importi delle garanzie finanziarie che devono essere prestate a favore dello Stato dalle imprese che effettuano

Dettagli

AUTORIZZAZIONI TRASPORTO RIFIUTI FI 10335. 1o F 3 bis 4 E 5 F

AUTORIZZAZIONI TRASPORTO RIFIUTI FI 10335. 1o F 3 bis 4 E 5 F AUTORIZZAZIONI TRASPORTO RIFIUTI FI 10335 Categorie 1o F 3 bis 4 E 5 F Aggiornato al 6 marzo 2015 Selin S.r.l. Via Antonino Caponnetto, 1/Int 50041 Calenzano (FI) Tel. 055.318071 Fax. 055.3436770 Codice

Dettagli

Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti

Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti Il formulario svolge la funzione di anello di congiunzione rispetto

Dettagli

Isel"izione N: AN/15. Il Presidente della Sezione regionale delle Mllrehe dell' Albo Nllzionale Gestori Ambientali

Iselizione N: AN/15. Il Presidente della Sezione regionale delle Mllrehe dell' Albo Nllzionale Gestori Ambientali SO.GE.NU.S. S.p.A. Isel"izione N: AN/15 Il Presidente della Sezione regionale delle Mllrehe dell' Albo Nllzionale Gestori Ambientali Prot.N' 29 MAR, 2313 E3A!A Col._a._fosc._ Visto il decreto legislativo

Dettagli

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI PROT. N. 003/CN/ALBO Deliberazione del 16 luglio 1999, n. 3 - Criteri e modalità di svolgimento dei corsi di formazione per responsabili

Dettagli

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio Delibera del 30 marzo 2004, n. 1

Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio Delibera del 30 marzo 2004, n. 1 Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio Delibera del 30 marzo 2004, n. 1 Gazzetta Ufficiale 15 aprile 2004, n. 88 Criteri e requisiti per l'iscrizione all'albo nella categoria 10 - Bonifica

Dettagli

Terre, rocce e materiali di scavo: riutilizzo, abbandono e il problema del recupero del territorio

Terre, rocce e materiali di scavo: riutilizzo, abbandono e il problema del recupero del territorio Terre, rocce e materiali di scavo: riutilizzo, abbandono e il problema del recupero del territorio Raffaella Quitadamo Milano, Sala Congressi via Corridoni, 16 16 dicembre 2013 1.Introduzione Sommario

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 38.32.20 RECUPERO E PREPARAZIONE PER

Dettagli

ALLEGATO 3 LIMITI E PRESCRIZIONI RIFIUTI

ALLEGATO 3 LIMITI E PRESCRIZIONI RIFIUTI LIMITI E PRESCRIZIONI ALLEGATO 3 L autorizzazione integrata ambientale ai sensi del D.lgs 152/2006, è rilasciata alla Società ECO-WORKS S.r.l. per l esercizio dell impianto di raccolta, stoccaggio e trattamento

Dettagli

LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE

LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE PERCHÉ UTILIZZARE IL MATERIALE DI RICICLO? Perché è buono : ha caratteristiche prestazionali paragonabili a quelle degli agli

Dettagli

IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA COMPETENTE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA COMPETENTE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Settore T Ambiente/PianificazioneTerritoriale Servizio UR Urbanistica/Pianif.Territ/SITI U.O. 0036 Urbanistica Ufficio UURB Uff Urbanistica e V.I.A. C.d.R. 0020 Pianificaz Territoriale/Urbanistica Valutazione

Dettagli

TABELLA 1 Codice CER Descrizione R13 R12 SC R12 EI/A/DR/RV R3 02.01.04 rifiuti plastici (ad esclusione degli imballaggi) 03.01.01 scarti di corteccia e sughero 03.01.05 04.01.08 segatura, trucioli, residui

Dettagli

La gestione dei rifiuti nei cantieri edili tra imprese e professionisti EDIL 2008 5 aprile 2008

La gestione dei rifiuti nei cantieri edili tra imprese e professionisti EDIL 2008 5 aprile 2008 La gestione dei rifiuti nei cantieri edili tra imprese e professionisti EDIL 2008 5 aprile 2008 Rifiuti potenzialmente prodotti presso i cantieri i rifiuti delle operazioni di costruzione e demolizione,

Dettagli

IL COMITATO NAZIONALE DELL'ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

IL COMITATO NAZIONALE DELL'ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Tipo: Deliberazione Numero: PROT. N. 003/CN/ALBO Data: 16.07.99 Oggetto: "criteri e modalità di svolgimento dei corsi di formazione per responsabili tecnici" e "integrazione della tabella di cui all'allegato

Dettagli

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Deliberazione 16 luglio 1999, n. 3 Criteri e modalità di svolgimento dei corsi di formazione per responsabili tecnici. Integrazione della

Dettagli

Master Gestione Rifiuti Modulo 6 Albo Gestori Ambientali. A cura di ing. Francesco Sicilia

Master Gestione Rifiuti Modulo 6 Albo Gestori Ambientali. A cura di ing. Francesco Sicilia Master Gestione Rifiuti Modulo 6 Albo Gestori Ambientali A cura di ing. Francesco Sicilia Organizzazione e struttura Per poter effettuare l attività di trasporto rifiuti occorre iscriversi all Albo Gestori

Dettagli

AUTORIZZAZIONI TRASPORTO RIFIUTI FI 10335. 1o F 3 bis 4 E 5 F

AUTORIZZAZIONI TRASPORTO RIFIUTI FI 10335. 1o F 3 bis 4 E 5 F AUTORIZZAZIONI TRASPORTO RIFIUTI FI 10335 Categorie 1o F 3 bis 4 E 5 F Aggiornato al 6 marzo 2015 Selin S.r.l. Via Antonino Caponnetto, 1/Int 50041 Calenzano (FI) Tel. 055.318071 Fax. 055.3436770 Codice

Dettagli

Iscrizione N: MIOl052 Il Presidente della Sezione regionale della Lombardia dell'albo Nazionale Gestori Ambientali

Iscrizione N: MIOl052 Il Presidente della Sezione regionale della Lombardia dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Albo Nazionale Gestori Ambientali Via Meravigli, 9/B Dlgs 152/06 scrizione N: MOl052 l Presidente della Sezione regionale della Lombardia dell'albo Nazionale Gestori Ambientali Visto l'articolo 212 del

Dettagli

AUTORIZZAZIONI BONIFICA BENI CONTENENTI AMIANTO FI 10335 10 - A

AUTORIZZAZIONI BONIFICA BENI CONTENENTI AMIANTO FI 10335 10 - A AUTORIZZAZIONI BONIFICA BENI CONTENENTI AMIANTO FI 10335 Categoria 10 - A Aggiornato al 4 maggio 2016 Selin S.r.l. Via Antonino Caponnetto, 1/Int 50041 Calenzano (FI) Tel. 055.318071 Fax. 055.3436770 Codice

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 38.32.20 RECUPERO E PREPARAZIONE PER

Dettagli

Deliberazione (naz.) n 02/CN/Albo del 30/03/2004 Modulistica per l'iscrizione all'albo nella categoria 10 - Bonifica dei beni contenenti amianto.

Deliberazione (naz.) n 02/CN/Albo del 30/03/2004 Modulistica per l'iscrizione all'albo nella categoria 10 - Bonifica dei beni contenenti amianto. Deliberazione (naz.) n 02/CN/Albo del 30/03/2004 Modulistica per l'iscrizione all'albo nella categoria 10 - Bonifica dei beni contenenti amianto. Doc. 604G0002.000 di Origine Nazionale emanato/a da: Comitato

Dettagli

L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003

L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003 L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI Marco Buzzichelli A.R.R.R. Spa Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003 Delibera del Consiglio Regionale della Toscana n. 385 del 21 dicembre

Dettagli

I Rifiuti dei Centri di Autodemolizione. Ancona 24 Febbraio 2005 Sala Raffaello - Regione Marche

I Rifiuti dei Centri di Autodemolizione. Ancona 24 Febbraio 2005 Sala Raffaello - Regione Marche I Rifiuti dei Centri di Autodemolizione Ancona 24 Febbraio 2005 Sala Raffaello - Regione Marche Dott. Massimo Mariani Chimico Dirigente UU.OO. Discariche e Cave/Siti Inquinati Dipartimento Provinciale

Dettagli

Garanzie finanziarie da prestare da parte di commercianti e intermediari dei rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi

Garanzie finanziarie da prestare da parte di commercianti e intermediari dei rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi Garanzie finanziarie da prestare da parte di commercianti e intermediari dei rifiuti senza detenzione dei rifiuti stessi MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 20 giugno

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. l art. 184, comma 3 del D.Lgs. 152/2006 stabilisce la catalogazione dei rifiuti speciali;

LA GIUNTA COMUNALE. l art. 184, comma 3 del D.Lgs. 152/2006 stabilisce la catalogazione dei rifiuti speciali; P.D. 160 del 14.3.2011 Delibera n. 119 seduta del 31.3.2011 Oggetto: Definizione dei criteri di assimilazione ai rifiuti urbani dei rifiuti speciali come previsto dall art. 9 del Regolamento per la gestione

Dettagli

ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE

ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE Servizio tutela delle acque dall inquinamento e gestione dei rifiuti MANUALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI PRODOTTI DALLE ATTIVITA AGRICOLE Marzo 2014 Il 29 aprile 2006

Dettagli

Albo Nazionale Gestori Ambiertali SEZIONE PROVINCTALf, DI TRENTO istituita presso ìa Camera di Commercio lndustria Artigianato e Agricolrura di TRENTO Via Calepina, l3 Dìgs lj2106 --+ a9 Iscrizione N:

Dettagli

La gestione dei rifiuti prodotti in siti potenzialmente contaminati

La gestione dei rifiuti prodotti in siti potenzialmente contaminati La gestione dei rifiuti prodotti in siti potenzialmente contaminati Pordenone, martedì 26 maggio 2009 Paolo Verardo Settore Tutela Ambientale della Provincia di Pordenone Normativa di riferimento D.Lgs.

Dettagli

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA RSU ED ASSIMILATI ED ANNESSO IMPIANTO DI TRASPORTO PNEUMATICO RIFIUTI. Progetto Preliminare INDICE

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA RSU ED ASSIMILATI ED ANNESSO IMPIANTO DI TRASPORTO PNEUMATICO RIFIUTI. Progetto Preliminare INDICE INDICE raccolta fisso area presidiata ed allestita, senza ulteriori oneri a carico della finanza pubblica, per l'attività di raccolta mediante raggruppamento differenziato dei rifiuti per frazioni omogenee

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Visti:

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Visti: Delibera di giunta Numero: 1895 del: 07.11.2000 (Prot.: SSF/00/33292 del: 18/10/2000) Oggetto: DIRETTIVE CONCERNENTI I CRITERI E LE MODALITA' DI SVOLGIMEN TO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO

Dettagli

Area Ambiente e Agricoltura

Area Ambiente e Agricoltura Trasmissione via PEC Parma, 24/12/2014 Prot. n. 82125 Spett.le S.U.A.P. del Comune di Parma PEC p.c. Spett.le Cigno Verde Soc. coop. Soc. ONLUS PEC OGGETTO: D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., parte quarta, art.

Dettagli

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE OGGETTO: DPR N. 59/2013 - AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DELLA DITTA ROTT-FERR SRL IMPIANTO

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 16 SETTEMBRE 2015 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 16 settembre 2015. Criteri per l applicazione dell

Dettagli

Unione Industriali Pordenone

Unione Industriali Pordenone Unione Industriali Pordenone Decreto Legislativo n 152 del 3 aprile 2006 D.Lgs 152/2006 noto come Testo unico ambientale : è stato pubblicato nel Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale 14 aprile

Dettagli

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI. Deliberazione 16 luglio 1999, n. 3 estratto

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI. Deliberazione 16 luglio 1999, n. 3 estratto ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Deliberazione 16 luglio 1999, n. 3 estratto Criteri e modalità di svolgimento dei corsi di formazione per responsabili tecnici. Integrazione

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 3 SETTEMBRE 2014 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 3 settembre 2014. Modulistica per l iscrizione all

Dettagli

Prot. n. 01/CN/ALBO 30 MARZO 2004 ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Prot. n. 01/CN/ALBO 30 MARZO 2004 ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Prot. n. 01/CN/ALBO 30 MARZO 2004 ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Deliberazione 30 marzo 2004. Criteri e requisiti per l iscrizione all Albo nella categoria 10 - Bonifica

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 8 aprile 2008: Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato, come previsto dall'articolo 183, comma 1, lettera cc) del decreto legislativo 3 aprile 2006,

Dettagli

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività noleggio veicolo senza conducente

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività noleggio veicolo senza conducente ISTRUZIONI Denuncia di inizio attività noleggio veicolo senza conducente Si utilizza questo stampato come D.I.A. per il noleggio dei veicoli senza conducente ai sensi del D.P.R. 481/2001 Si presenta al

Dettagli

Tipologia (Allegato 1) Scadenza comunicazione. Attività D.M. 5/2/98 ZONA IND. S. POLO MATESE 11/05/2013 R3 - R13 06.01 13.20 R13 01/10/2013 05.

Tipologia (Allegato 1) Scadenza comunicazione. Attività D.M. 5/2/98 ZONA IND. S. POLO MATESE 11/05/2013 R3 - R13 06.01 13.20 R13 01/10/2013 05. Elenco Imprese che svolgono attività di recupero di rifiuti non pericolosi con le procedure semplificate di cui agli artt. 214 e 216 del D. Lgs. n. 152/2006 Numero progres sivo Numero di Iscrizione Registro

Dettagli

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche, ed in particolare la parte quarta relativa alla gestione dei rifiuti;

Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche, ed in particolare la parte quarta relativa alla gestione dei rifiuti; Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Decreto 8 aprile 2008 (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 99 del 28 aprile 2008) Disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti urbani

Dettagli

Città Metropolitana di Genova DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE

Città Metropolitana di Genova DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE Città Metropolitana di Genova DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE Prot. Generale N. 0100090 / 2015 Atto N. 4715 OGGETTO: BENFANTE S.P.A. MODIFICA NON SOSTANZIALE DELL AUTORIZZAZIONE UNICA, RILASCIATA,

Dettagli

GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI.

GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI. COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 53 del 23/12/2015

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL

STUDIO DI SETTORE UD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL STUDIO DI SETTORE UD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 38.32.20 RECUPERO E PREPARAZIONE PER

Dettagli

Spett.le Dipartimento Ambiente. Il sottoscritto..., nato a..., il..., nella sua qualità di legale rappresentante di..., con sede legale in.

Spett.le Dipartimento Ambiente. Il sottoscritto..., nato a..., il..., nella sua qualità di legale rappresentante di..., con sede legale in. Approvazione del progetto e autorizzazione alla realizzazione dell'impianto di smaltimento e contestuale autorizzazione all'esercizio delle attivita' di deposito preliminare per chi non rispetta le condizioni

Dettagli

L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia.

L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia. L'Azienda Vescovo Romano & C. è attiva dal 1960, svolgendo quindi da oltre 40 anni un ruolo importante nel settore dell'ecologia. Al fine di ridurre l'impatto ambientale,si occupa del riciclaggio dei materiali

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Allegati - ALLEGATI -

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Allegati - ALLEGATI - SERVIZIO DI GESTIONE RIFIUTI E ATTIVITÀ CONNESSE (PULIZIA AREE E SERVIZI IGIENICI AD USO PUBBLICO), DA ESEGUIRSI PRESSO IL CENTRO AGRO ALIMENTARE DI TORINO (CAAT). CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO - ALLEGATI

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TD30U ATTIVITÀ 37.10.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI

STUDIO DI SETTORE TD30U ATTIVITÀ 37.10.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI STUDIO DI SETTORE TD30U ATTIVITÀ 37.10.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI MATERIALE PLASTICO PER

Dettagli

CONVENZIONE ASIA-COMUNE DI ALBIANO

CONVENZIONE ASIA-COMUNE DI ALBIANO CONVENZIONE ASIA-COMUNE DI ALBIANO OGGETTO: GESTIONE DI UN CENTRO DI RACCOLTA MATERIALI DI RIFIUTI PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA NELL AREA RECINTATA DELLE PP.FF. 2864/1 IN C.C. ALBIANO SUL COMUNE

Dettagli

COMUNE DI SCANDOLARA RAVARA Provincia di Cremona

COMUNE DI SCANDOLARA RAVARA Provincia di Cremona Prot. 952 Scandolara Ravara, 12/04/2016 Ordinanza Sindacale n. 5/2016 del 12/04/2016 OGGETTO: Disposizioni per il conferimento dei rifiuti presso il Centro di Raccolta Comunale. IL SINDACO VISTO il Regolamento

Dettagli

Albo Nazionale Gestori Ambientali. Prot. No 21512/2012 d,et 28/1212012 DALLA VISURA DELL'ARCHIVIO DELLA SEZIONE RISULTA CHE L'IMPRESA: 8-n.

Albo Nazionale Gestori Ambientali. Prot. No 21512/2012 d,et 28/1212012 DALLA VISURA DELL'ARCHIVIO DELLA SEZIONE RISULTA CHE L'IMPRESA: 8-n. - Albo cestori Ambientali _ Sezione Campania istituita presso la Camera di Commercio Industria Afligianato ó Agricoltura di NAPOLI Corso Meridionale, 5g _ c/o Borsa Merci - Dlgs 152/06 Prot. No 21512/2012

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA SETTORE ECOLOGIA Servizio Gestione Rifiuti U.O. Rifiuti Speciali

PROVINCIA DI VERONA SETTORE ECOLOGIA Servizio Gestione Rifiuti U.O. Rifiuti Speciali Oggetto: Rinnovo dell autorizzazione all esercizio dell impianto di recupero di proprietà della Ditta Benassuti Rottami S.a.s., sito in Località Pigno del Comune di Sommacampagna (Vr) e contestuale presa

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA -------------- AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (AUA) AI SENSI DEL DPR 13/03/2013 n.59 - Ditta BALASINI ROTTAMI SNC Luzzara.

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA -------------- AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (AUA) AI SENSI DEL DPR 13/03/2013 n.59 - Ditta BALASINI ROTTAMI SNC Luzzara. PROVINCIA DI REGGIO EMILIA -------------- AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (AUA) AI SENSI DEL DPR 13/03/2013 n.59 - Ditta BALASINI ROTTAMI SNC Luzzara. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Vista la domanda

Dettagli

Tipologia (Allegato 1) Scadenza comunicazione. Attività D.M. 5/2/98 ZONA IND. S. POLO MATESE 11/05/2013 R3 - R13 06.01 13.20 R13 01/10/2013 05.

Tipologia (Allegato 1) Scadenza comunicazione. Attività D.M. 5/2/98 ZONA IND. S. POLO MATESE 11/05/2013 R3 - R13 06.01 13.20 R13 01/10/2013 05. Elenco Imprese che svolgono attività di recupero di rifiuti non pericolosi con le procedure semplificate di cui agli artt. 214 e 216 del D. Lgs. n. 152/2006 Numero progres sivo Numero di Iscrizione Registro

Dettagli

A) Costo per la raccolta/trasporto : 45,00 per impegno fino ad un ora. utilizzando Fiat Daily o simili, oltre l ora si conteggiano frazioni a 45,00 /

A) Costo per la raccolta/trasporto : 45,00 per impegno fino ad un ora. utilizzando Fiat Daily o simili, oltre l ora si conteggiano frazioni a 45,00 / TARIFFARIO GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI E URBANI ASSIMILATI E ALTRE PRESTAZIONI DEL SERVIZIO IGIENE URBANA ( delibera CdA n. 68 del 27/06/2013) ALLEGATO 1. : TARIFFARIO PER RACCOLTA/TRASPORTO/ SMALTIMENTO/RECUPERO

Dettagli

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI

ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI ALBO NAZIONALE DELLE IMPRESE CHE EFFETTUANO LA GESTIONE DEI RIFIUTI Deliberazione 27 settembre 2000, n. 4 Contenuti dell attestazione, a mezzo di perizia giurata, dell idoneità dei mezzi di trasporto di

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA FORMOSI

STUDIO ASSOCIATO DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA FORMOSI Procedura gestione rifiuti L impianto è ubicato appena fuori dal centro abitato di Francavilla Fontana, sulla strada per Grottaglie, prossima alla grossa arteria stradale SS. 7. L impianto è totalmente

Dettagli