Detto tra noi. Alimentazione casalinga o alimento industriale? Questo è il dilemma!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Detto tra noi. Alimentazione casalinga o alimento industriale? Questo è il dilemma!"

Transcript

1 PERIODICO DELLA ZOOTECNIA PRODUTTIVA NUMERO 7 ANNO IV (n 1) FEBBRAIO 2009 In caso di mancato recapito, inviare al CPO di CHIETI - via Pescara, CHIETI SCALO - per la restituzione al mittente (Dell Aventino Srl Società Unipersonale) previo pagamento resi. Detto tra noi Gentili Lettrici e Gentili Lettori, il primo numero del 2009 di ZooZoom è incentrato prevalentemente sul pet food e abbiamo il piacere di ospitare nell articolo d entrata, il prof. A. Ciorba, annoverato tra i maggiori esperti italiani del settore. E questa, inoltre, l occasione per proporre in anteprima al mercato, soprattutto agli stimati Clienti, la nostra nuova linea di prodotti destinati ai cani e ai gatti. All interno della rivista troverete tutti i dettagli di Vostro interesse oltre ad alcuni articoli che hanno, tra l altro, l intento di sfatare alcuni luoghi comuni. L Azienda Dell Aventino vuole proporsi al mercato, anche in questo caso, come un operatore innovativo che coniuga dinamismo e rispetto per la tradizione. Abbiamo cercato di unire la voglia di rilanciarci in un comparto della rivendita colpevolmente trascurato negli ultimi anni con la forza di un brand (Delly) e di una concezione della nuova linea di prodotti pet-food assolutamente coerente con tutti gli altri prodotti in portafoglio. I prodotti per animali da compagnia, ormai, rappresentano una quota importante nel fatturato e nella redditività delle rivendite agrarie e Dell Aventino vuole essere presente in quest area di business per essere sempre più al fianco dei rivenditori e rafforzare la partnership con gli oltre 500 punti vendita ai quali consegna i suoi prodotti. Lo studio dell andamento di mercato e la capacità aziendale di riuscire a comprenderne le tendenze sono la garanzia che l Azienda, attraverso il suo continuo modellarsi sulle preferenze e le esigenze dei clienti, continui ad avere successo. Segnalo, nella sezione A rigor di legge, un breve sunto di quanto sta accadendo a livello italiano circa l incremento delle quote latte ottenuto. Si potrà discutere se la ripartizione delle nuove quote sia corretta o meno ma è certo che l intero settore ne trarrà beneficio in termini di trasparenza e rispetto delle regole. Per concludere, voglio porgere un doveroso ringraziamento al signor Carmine Sellitto, storico Capoarea Dell Aventino per la regione Campania, che dopo vent anni di onorato servizio e proficua attività è andato in pensione. Grazie Carmine per la lealtà e l efficienza che hanno sempre contraddistinto il tuo operato e per aver fatto conoscere e apprezzare l Azienda in una regione nella quale era praticamente sconosciuta. Personalmente, ti ringrazio per gli insegnamenti e i suggerimenti che mi hai dato, specialmente nei miei primi anni di lavoro. Ti auguro tanta serenità per gli anni a venire. Un cordiale saluto a tutti i lettori. Nereo Dell Aventino Amministratore Unico - Dell Aventino Srl S.U. Alimentazione casalinga o alimento industriale? Questo è il dilemma! Come soddisfare i fabbisogni nutrizionali degli amici a quattro zampe Prof. Alessandro Ciorba Docente Universitario Facoltà di Veterinaria - Perugia questo un interrogativo comune che si affaccia alla mente È di tutti noi quando acquistiamo o riceviamo in regalo un cane o un gatto. Ciò deriva da una scarsa conoscenza, tutt ora diffusa, sui reali fabbisogni nutrizionali di questi animali. Relativamente giovane è la scienza dell alimentazione in questo settore. Il primo tentativo di dar vita ad un cibo industriale è attribuito a James Pratt, un elettricista americano, il quale si era recato a Londra nel 1860 per vendere parafulmini e, dopo che al suo cane furono offerte vecchie gallette, si mise a produrre delle crocchette realizzate con carne, barbabietole, verdura, farinaccio di frumento. Agli inizi del 900, inoltre, M.P. Chappel iniziò a produrre continua a pag 2

2 carne di cavallo in scatola per cani e gatti. Oggi il panorama è decisamente cambiato e se una macchina del tempo potesse portare questi signori ai giorni nostri è probabile che non crederebbero ai loro occhi. E sufficiente entrare in un supermercato per trovarsi di fronte ad un offerta assai variegata di prodotti ed attualmente non è affatto inusuale sentir parlare di superpremium, alimenti dietetici, snacks, prodotti secchi, umidi, semiumidi, salamotti, pasta precotta, ecc. Ma cerchiamo di entrare un po più nel dettaglio dell argomento. Cani e gatti hanno particolari abitudini alimentari. Il cane, se adulto e di taglia grande, andrà abituato, preferibilmente, a mangiare ad orari regolari suddividendo la quantità giornaliera in due somministrazioni, cercando di evitare di effettuare un pasto a tarda sera, dal momento che l animale potrebbe avere bisogno di eliminare feci ed urine entro poche ore dall assunzione del cibo. I cuccioli durante lo PERIODICO DELLA ZOOTECNIA PRODUTTIVA Editore La parola al tecnico...pag 3 Sano il cane, sano chi lo accudisce L esperienza positiva...pag 4 La Casa del Pulcino s.n.c. (San Giorgio a Liri - FR) In linea con il mercato... Pag 6 Un futuro tutto da decifrare Noi&Voi... Pag 7 A domanda rispondiamo Vita d azienda... Pag 8 Filo diretto tra Dell Aventino e i suoi collaboratori Buone nuove... Pag 9 Le ultime novità in casa Dell Aventino Sotto i riflettori... Pag 12 Senatore... nell agro nocerino sarnese Area marketing... Pag 14 L impatto di Delly e il ruolo chiave del merchandising A rigor di legge... Pag 15 Norme e regolamenti Nota bene...pag 15 Appuntamenti da non perdere Progetto grafico Stampa Tiratura NUMERO 7 ANNO IV (n 1) FEBBRAIO 2009 Dell Aventino S.r.l. - Società Unipersonale Fossacesia (CH) - S.P. Pedemontana, 8 Tel r.a. - Fax Sinergia Advertising - Pescara Litografia Botolini - Rocca S. Giovanni (Ch) copie 2 svezzamento vanno nutriti quattro/cinque volte al giorno. Allorché il cucciolo abbia raggiunto la metà del suo peso da adulto, il numero dei pasti può essere diminuito a due al giorno. I cani da lavoro e le femmine che allattano abbisognano di un assunzione energetica da due a quattro volte superiore rispetto ad un normale cane adulto, in funzione della loro taglia, in modo da trarre beneficio da pasti più frequenti. Diverso è il comportamento dei gatti: essi preferiscono mangiare più volte al dì dal momento che sono in grado di autoregolare la propria assunzione energetica. Per essi un ruolo primario nella scelta di un alimento è determinato dal gusto, dall odore e dalla struttura dello stesso. I gatti prediligono cibi solidi di consistenza simile alla carne degli animaletti da loro cacciati, che non siano ad una temperatura troppo bassa o alta. Cane e gatto hanno dei fabbisogni nutrizionali che possono essere soddisfatti sia con un alimentazione di tipo casalingo che con una di tipo industriale. E importante, comunque, che essi siano nutriti in funzione dei vari momenti fisiologici della vita. Da ciò praticamente ne deriva che l alimentazione deve essere modulata a seconda che si tratti di un cucciolo, di un animale adulto, anziano, in gravidanza, in allattamento, sterilizzato o che svolga attività di lavoro (agility, guardia, sport, caccia, ecc). Non si deve dimenticare che il cane - ed ancor più il gatto - sono dei carnivori. Digeriscono meglio le proteine di origine animale, possono tollerare percentuali di grassi nella razione ben superiori a quelle accettate nella dietetica umana. Il cane utilizza l amido quale fonte energetica solo se perfettamente cotto, il gatto ne impiega una quantità relativamente modesta. Numerosi sono inoltre gli esempi di errori nella nutrizione di cani e gatti: tra essi l integrazione con vitamine e sali minerali di un mangime, il ricorso ad un alimentazione casalinga senza supporto minerale e vitaminico, la sovralimentazione di un cucciolo che induce la comparsa di alterazioni osteoarticolari per eccessivo peso dell animale e l utilizzo di alimenti di scarsa qualità. Questi ultimi, specialmente se eccessivamente ricchi di carboidrati, possono indurre fermentazioni intestinali anomale con gravi ripercussioni di ordine sanitario (dilatazione gastrica, torsione dello stomaco, sindrome da supercrescita batterica intestinale, ecc.). In ogni caso, viene sempre suggerito di scegliere alimenti realizzati con materie prime selezionate e controllate durante tutto il ciclo produttivo. Notevoli, inoltre, i servizi garantiti da un mangime rispetto a prodotti casalinghi: praticità, semplicità di uso e facilità di conservazione. Generalmente vengono sempre indicati i quantitativi da somministrare in funzione del peso dell animale e delle sue condizioni generali e tali indicazioni fornite dal produttore scaturiscono generalmente dai consigli del veterinario. Alcuni mangimi sono pensati anche per il particolare impiego in diete speciali per supportare nutrizionalmente determinati stati patologici (obesità, allergia, patologie epatiche, renali, tumore, ecc.). Da non trascurare la riduzione dei rischi di natura sanitaria per effetto benefico delle alte temperature raggiunte durante i processi di lavorazione degli alimenti industriali. Il messaggio è chiaro; per nutrire i nostri piccoli amici in maniera ideale, basta seguire queste dritte ed affidarsi a prodotti sicuri e di qualità. Prof. Alessandro Ciorba

3 La parola al tecnico Il punto di vista dei professionisti del settore su un tema di interesse generale. Clotilde Villeri Laureata in Medicina Veterinaria presso l Università di Parma. Vanta importanti esperienze professionali con prestigiose aziende mangimistiche italiane. Dal 1 settembre 2008 è Direttore Area Tecnica Dell Aventino. Sano il cane, sano chi lo accudisce Prevenire resta sempre la cura più efficace Molto spesso viene posta al veterinario la domanda se il cane è veicolo di malattie per l uomo, soprattutto quando entra in casa un cucciolo e vi sono bambini piccoli in famiglia. Ad un tale quesito possiamo semplicemente rispondere che tutto dipende dallo stesso uomo e di come questi tratta il proprio animale, da quanto lo espone al rischio di infezioni e ne cura l igiene. Oggi la parola d ordine è prevenire più che curare: è necessario, cioè, impedire che un infezione provocata da germi, virus o un infestione da parassiti entri in casa. Per questa considerazione una corretta e costante igiene dell ambiente domestico ed una puntuale profilassi vaccinale giocano un ruolo fondamentale nella prevenzione di pericolosi problemi per la salute umana. Per il cane, di primaria importanza sono le visite dal veterinario a scadenze fisse, le regolari vaccinazioni, le vermifugazioni consigliate ed i trattamenti contro i parassiti esterni (zecche, pulci). La profilassi anti-infettiva ed antiparassitaria deve essere supportata dall adozione di una serie di misure igieniche concernenti l ambiente in cui vive l animale e l animale stesso. Alcuni esempi: l igiene della cute di un cane è profondamente diversa da quella dell uomo; si consideri che il cane è ricoperto di peli e la sua pelle è popolata da una gamma di microrganismi particolari (acari, batteri, funghi, ecc.). Per il cane esistono oggi molte varietà di shampoo adatte alle caratteristiche fisiologiche della sua cute; molti di questi 3 hanno anche una valenza terapeutica e possono essere utilizzati su prescrizione veterinaria molto spesso a supporto di altri trattamenti consigliati. Di non minore importanza è, inoltre, la gestione degli escrementi; attraverso essi, il cane può eliminare nell ambiente germi e parassiti nocivi. Se l eliminazione delle feci avviene in aperta campagna, il normale microbismo ambientale può contribuire a distruggere gran parte dei germi patogeni. Quando invece gli escrementi sono eliminati su superfici tipo asfalto o in ambienti supercontaminati (ad es. i giardini pubblici), è essenziale rimuoverli. Ove possibile è necessario procedere ad una disinfezione periodica delle aree. Ciò è consigliato soprattutto in giardini di casa, terrazze, abitazioni nelle quali gli animali risiedono normalmente. Si deve sempre tenere presente, poi, nel rispetto massimo dell animale, che questi potrebbe anche veicolare dei miceti, presenti sulla cute. Se il cane appartiene a razze di piccola taglia che vivono sempre in casa, il pericolo è assai limitato, ma se si tratta di soggetti che hanno ripetuti contatti con altri cani vi può essere la possibilità di contrarre delle micosi, anche a seguito di stress od infezioni intercorrenti. Queste certamente comportano un trattamento protratto nel tempo ed implicazioni igienico-sanitarie. Pertanto basta adottare semplici misure di prevenzione: evitare che il cane dorma sul nostro cuscino o se desideriamo che possa riposare sul nostro divano, almeno si abbia l accortezza di coprirlo con una coperta a lui riservata. Da non dimenticare o sottovalutare sono gli aspetti igienico sanitari relativi all alimentazione dell animale. Oggi la tendenza è quella di consumare prodotti industriali, mangimi in grado di far fronte completamente alle esigenze nutrizionali del cane nei vari momenti fisiologici della vita. Questi prodotti, nella loro preparazione, sia che si tratti di umidi (scatolette) sia secchi (crocchette) sono sottoposti a procedimenti termici che assicurano l assenza di microrganismi patogeni o parassiti. Certamente, una volta messi nella ciotola, non andranno lasciati per lungo tempo, specialmente nella stagione calda, all aria, in quanto potrebbero subire pericolose contaminazioni batteriche o l irrancidimento dei grassi in essi contenuti. Diverso è il discorso qualora l animale venga alimentato con prodotti freschi, comprati cioè dal proprietario e somministrati tal quali o previa cottura. In questo caso le derrate dovranno essere conservate in maniera idonea, se necessario in frigo, per impedire che vadano incontro a fenomeni putrefattivi. Per finire, evitare sempre di lasciare all aria aperta per lungo tempo l alimento non consumato dal cane. Clotilde Villeri

4 L esperienza positiva La Casa del Pulcino s.n.c. (San Giorgio a Liri - FR) Quando passione e spiritod innovazione fanno la differenza In questo numero la rubrica è dedicata all azienda dei fratelli Di Norcia, realtà che della passione ha fatto una delle sue armi vincenti: un esperienza positiva che approfondiamo con piacere. Una famiglia, quella dei Di Norcia, che vanta un rapporto davvero speciale con Dell Aventino. Domenico, Michele e Antonio sono figli di uno dei primissimi agenti Dell Aventino, il secondo per l esattezza, che per uno strano caso incrociò i suoi destini con quelli dell Azienda. Negli anni sessanta, infatti, papà Isidoro vide i mangimi Dell Aventino da un piccolo allevatore di polli di Sora ed essendo lui stesso allevatore, si accorse che quelli del collega, nutriti con quei prodotti, crescevano meglio. Incuriosito, mise alla prova questi nuovi mangimi che un Michele Di Norcia, Pasquale Marinotti (Capoarea Dell Aventino per il Lazio) e Domenico Di Norcia (Agente di zona Dell Aventino). 4 Domenico e Antonio Di Norcia all interno della loro rivendita di San Giorgio a Liri. amico camionista provvedeva a ritirare dalla sede in Abruzzo. In quel periodo il Sig. Isidoro vendeva i pulcini nei mercati dei paesi limitrofi (Cassino, Ausonia, Esperia, Pontecorvo) e vantava una certa esperienza commerciale che spinse il Sig. Paride Dell Aventino a fargli visita per domandare se conoscesse qualcuno in grado di fare l agente per loro. Fu così che il sig. Isidoro, proposta la sua candidatura e abbandonati pian piano i mercati, cominciò la sua avventura come agente di commercio per Dell Aventino. Dopo una lunga carriera, nel 1989 decise di cedere il testimone al figlio Domenico che fin da subito si calò perfettamente nel ruolo di agente Dell Aventino e contemporaneamente di co-titolare della rivendita di famiglia. Nel 1988, infatti, sorse La Casa del Pulcino s.n.c., evoluzione di un negozio gestito alle origini dalla mamma di Domenico, in attività dal La trasformazione e il cambio di denominazione hanno profondamente modificato il negozio: dalle sole tre categorie merceologiche (pulcini, mangime e attrezzature avicunicole) proposte al minuto e all ingrosso, si è passati ad una serie innumerevole di referenze. L attività all ingrosso è servita maggiormente per propagandare il mangime Dell Aventino specie nel periodo di introduzione sul mercato locale. Oggi per una corretta gestione dell azienda di famiglia, i compiti sono

5 così divisi: Michele è il responsabile acquisto-vendita degli animali e dell impianto di svezzamento, Antonio segue tutta la parte commerciale e Domenico dà una mano nella contabilità. Quest ultimo cura soprattutto l attività di rappresentanza Dell Aventino per la provincia di Frosinone e per la zona a sud di Latina ed è impegnato in prevalenza nello sviluppo delle rivendite agrarie dell area. Non sono mancate soddisfazioni anche nella gestione di importanti allevamenti. Nello specifico, è la passione per lo svezzamento dei pulcini a coinvolgere i fratelli Di Norcia più da vicino, passione ereditata dal padre, a suo modo un antesignano se solo si pensa ai suoi viaggi alla Facoltà di Veterinaria dell Università di Perugia per carpire qualche segreto utile a ottimizzare il funzionamento del particolare allevamento. La Casa del Pulcino dispone di un interessante impianto di svezzamento, spesso utilizzato anche per testare i nuovi prodotti realizzati da Dell Aventino. Ciò denota non solo un rapporto strettissimo con l Azienda ma anche l orgoglio di partecipare alla messa a punto di alcuni prodotti e conoscerne in anticipo i punti di forza da riversare positivamente sul mercato. E quello che si dice un circolo virtuoso! Un buon esempio, ultimo in ordine di tempo, è costituito dal test sul nuovo prodotto nato, il P 508, per la cui creazione Domenico è stato direttamente coinvolto. Si tratta di un prodotto completamente vegetale con effetti positivi sulla salute dei pulcini, sul loro sistema immunitario e sugli incrementi di peso, con un livello nutrizionale specifico per lo svezzamento. Domenico è conscio del suo grado di esperienza e competenza nel ramo e questo lo porta ad un raffronto con prodotti e metodi che caratterizzavano l attività paterna. La ricerca ha fatto passi da gigante: oggi si parla di un prodotto arricchito con tannini, con estratti di castagno, con enzimi e con vitamine del gruppo B... Davvero un altro pianeta rispetto al passato. Anche la zona in cui operano i fratelli Di Norcia è cambiata: sono presenti grandi allevamenti a macchia di leopardo, con vacche da latte nell area di Pontecorvo ed Anagni, vitelloni ad Aquino e bufale ad Amaseno. L interesse dell Azienda per l area è elevato. Lo dimostra il fatto che nuove figure di esperienza stanno contribuendo ad uno sviluppo dell area e ad una maggiore copertura della stessa. Domenico fa un analisi della situazione attuale e azzarda una previsione per il futuro. A suo dire, le grosse stalle cercheranno di venir fuori presto da questo periodo non proprio roseo. Le piccole e medie strutture dovranno calibrare meglio i costi di gestione; il rischio di abbandono è reale ma per essi un maggior senso imprenditoriale nell organizzazione del lavoro potrebbe essere l ancora di salvezza. Rimane sempre in piedi un discreto allevamento rurale. Di conseguenza, in questa zona, sul terreno delle rivendite si continuerà a giocare un avvincente partita, nella quale l Azienda Dell Aventino riveste con piena autorevolezza il ruolo di centravanti. E con essa La Casa del Pulcino, una casa dove la passione è sempre presente! Pasquale Marinotti (Capoarea Dell Aventino per il Lazio) e Domenico Di Norcia all interno del magazzino della Casa del Pulcino. 5

6 In linea con il mercato Rubrica dedicata al mercato delle materie prime, con un breve accenno alla situazione dei prezzi dei principali prodotti della trasformazione zootecnica. Dott. Andrea Garzilli Dipartimento Acquisti, Produzione e Logistica Dell Aventino. Un futuro tutto da decifrare Il 2008 è stato caratterizzato inizialmente da un rialzo senza precedenti delle principali materie prime. E seguito, poi, nella seconda fase, un rapido ripiegamento delle quotazioni che, nel giro di pochi mesi, ha prima azzerato i guadagni realizzati a cavallo tra il 2007 e il 2008 per poi scendere anche al di sotto dei livelli pre-bolla speculativa. Oggi ci troviamo di fronte ad uno scenario diametralmente opposto a quello di inizio anno: i raccolti della campagna 2008/2009 sono stati superiori alle aspettative con scorte mondiali che sono migliorate di circa il 7%; il dollaro ha invertito la sua tendenza rafforzandosi sull euro di circa il 20%; il petrolio è sceso sotto i 50 dollari dopo un lungo periodo di livelli record con punte di 150 dollari; i noli sono crollati a seguito di scambi molto limitati; i mercati finanziari mondiali stanno attraversando una pesantissima crisi; l economia occidentale è in una fase recessiva che dovrebbe proseguire anche nel corso del 2009; le economie dei paesi emergenti (Cina e India) stanno attraversando una fase di rallentamento. L impatto sui prezzi delle materie prime non si è fatto attendere e le quotazioni del comparto hanno innescato una discesa progressiva toccando i valori più bassi a fine anno. Il tutto a seguito anche della pressione dell offerta e di una domanda in crisi di liquidità orientata agli acquisti del solo fabbisogno di trasformazione. Con l inizio dell anno, però, lo scenario si è modificato a causa di condizioni climatiche sfavorevoli. In Europa il gelo e le piogge hanno creato problemi sulle operazioni di semina e sulla logistica; in Sudamerica, invece, la siccità sta rischiando di compromettere l imminente raccolto di soia (soprattutto in Argentina e Brasile). Come conseguenza, i prezzi dei cereali sul nostro mercato hanno registrato segnali di ripresa anche sull onda dei rimbalzi messi a segno sulle borse internazionali. Ma le speranze (degli agricoltori) di un proseguimento della risalita dei prezzi in questo comparto appaiono piuttosto flebili, soprattutto in considerazione delle attese sulla dinamica dei consumi, in un quadro recessivo che rischia di peggiorare nella prima metà del Per quanto riguarda il comparto dei proteici, i prezzi si erano portati a valori interessanti nell ultimo trimestre del 2008 in coincidenza con un buon raccolto di soia negli USA ma nel giro di poche settimane il mercato è aumentato di oltre il 30%. Sul breve persiste l incertezza: saranno determinanti il clima e la speculazione. Sul medio periodo, confidando su buone semine in America del nord (marzo 2009) e considerando la fase recessiva internazionale probabilmente il mercato invertirà la sua tendenza. Per quanto riguarda quello che potrà accadere sui listini della campagna 2009/2010, non potendo fare previsioni sugli eventi climatici determinanti ai fini dei raccolti, è difficile formulare ipotesi attendibili. Si ritiene, comunque, che i recenti record dei prezzi dei cereali siano stati frutto di una congiuntura irripetibile anche se il livello delle scorte mondiali non è ancora sufficiente ad evitare nuovi aumenti dei prezzi in caso di raccolti futuri deludenti. Dott. Andrea Garzilli Il borsino MEDIE MENSILI QUOTAZIONI PRODOTTI ZOOTECNICI* POLLI A TERRA (Fino a 1,85 Kg) Euro/Kg GALLINE BATT. LEGG. Euro/Kg TACCHINI PES. MASCHI Euro/Kg POLLASTRE ROSSE 112 GG Euro/Cad TIPOLOGIA PRODOTTO CONIGLI (fino a 2,5 Kg) Euro/Kg UOVA Euro/100 pz SUINI (Da 90 a 115 Kg) Euro/Kg SUINI (Da 156 a 176 Kg) Euro/Kg SUINI (oltre 185 Kg) Euro/Kg Settembre 2008 (media mensile) 1,01 0,25 1,19 3,52 1,69 10,30 1,60 1,56 1,46 Ottobre 2008 (media mensile) 1,07 0,58 1,24 3,64 2,08 10,38 1,60 1,59 1,49 Novembre 2008 (media mensile) 1,04 0,56 1,18 3,65 2,07 10,10 1,40 1,39 1,30 Dicembre 2008 (media mensile) 1,14 0,51 1,23 3,57 2,09 10,26 1,26 1,26 1,17 Gennaio 2009 (media mensile) 1,11 0,41 1,16 3,40 2,04 9,80 1,23 1,24 1,17 * Riferimenti: Mercato Avicunicolo di Forlì per avicunicoli e uova, Borsa Merci di Reggio Emilia per suini. 6

7 Noi&Voi A domanda rispondiamo Volete saperne di più su un argomento che vi sta a cuore? Intendete soddisfare una curiosità? Inviateci i vostri quesiti per all indirizzo oppure per posta a Redazione Zoo-Zoom c/o Dell Aventino Srl - Soc. Unipersonale, S.P. Pedemontana 8, Fossacesia (CH). Esperti e studiosi del settore saranno lieti di rispondervi dalle colonne di questa rubrica. Cosa consigliano i vostri tecnici per avere un omogeneità di crescita dei pulcini nella fase di svezzamento? Antonio C. (San Severino Marche - MC) Risponde il Dott. Fabrizio Di Fonzo Medico Veterinario Area Tecnica Dell Aventino La domanda ci permette di spiegare in termini generali l argomento svezzamento e ci offre la possibilità di presentare il nuovo prodotto denominato P 508, ultimo nato nella categoria avicoli nell Azienda Dell Aventino. Il sistema con il quale sono attualmente allevati i polli da carne (broilers) è di fondamentale importanza per lo sviluppo, la velocità di accrescimento e per la resistenza di questi ultimi verso eventuali patologie. Negli ultimi anni, in Italia, è sensibilmente aumentata l attenzione del consumatore nei confronti della salubrità e qualità degli alimenti, del benessere animale e dell ambiente in generale. Per tale motivo le diete per animali devono tener conto di questa accresciuta sensibilità dei consumatori. Con la messa al bando dell utilizzo sistemico degli antibiotici negli allevamenti zootecnici si è reso, infatti, ancor più necessario migliorare le tecniche di allevamento e l ambiente nel quale vivono gli animali. Di notevole importanza è la gestione del pulcino fin dalle prime ore di vita. I pulcini dovranno essere allocati in spazi o aree illuminate, ventilate e riscaldate, almeno per il periodo iniziale di crescita. Durante i primi giorni di vita possono essere tenute le luci accese anche per ore al giorno al fine di aumentare l alimento ingerito dai pulcini, nei giorni successivi la durata dell illuminazione viene ridotta fino a lasciare il normale andamento diurno. La temperatura è mantenuta oltre i 30 C nella prima settimana, dopo può essere gradualmente diminuita, senza scendere mai sotto i 20 C, per almeno le prime settimane di vita dell animale. Un ottima soluzione è quella di utilizzare le cosiddette madri artificiali o cappe calde. Le madri artificiali sono lampade a infrarossi o stufe a gas, sospese al soffitto, che irradiano calore in un area circolare sottostante. I pulcini sono tenuti su lettiera che deve essere rinnovata ad ogni ciclo, lettiera che ha la funzione di assorbire le feci degli animali con lo scopo di ridurre le emissioni di ammoniaca e di altre sostanze che possono limitare le performance produttive dei soggetti allevati. E necessario, quindi, ventilare per mantenere temperatura e umidità corrette e per evitare l accumulo di gas nocivi (monossido di carbonio, anidride carbonica e ammoniaca). Pulcini che ricevono acqua e mangime al più presto dopo 7 la schiusa, sono quelli che avranno un migliore sviluppo. Un alimentazione immediata aiuta il pulcino a passare dai nutrienti del tuorlo a quelli del mangime somministrato. L intestino si sviluppa meglio e sarà meno suscettibile alle infezioni enteriche. I mangimi devono essere formulati in modo tale da dare un apporto bilanciato di energia, proteine e aminoacidi, minerali e acidi grassi essenziali per consentire delle crescite e delle prestazioni ottimali. I tecnici Dell Aventino consigliano per questa fase delicata proprio il nuovo nato P 508. È un mangime starter che si presenta finemente sbriciolato, con il frantino di mais in evidenza proprio per promuovere la precoce assunzione di alimento. E completamente vegetale e grazie alla sua particolare e specifica integrazione ha effetti positivi sulla crescita e sulla salute dei pulcini: le partite di svezzati risultano uniformi. L integrazione prevede lieviti naturali fosforilati e tannini (estratto di castagno) che integrandosi agiscono come modulatori della flora intestinale. Gli enzimi, inoltre, ne aumentano il valore nutrizionale. Gli estratti naturali presenti (oli essenziali) sono in grado di prevenire in modo significativo la problematica della coccidiosi impedendo la riproduzione del coccidio stesso. La particolare integrazione vitaminica - soprattutto del gruppo B - stimola lo sviluppo immunitario. Il P 508 nelle nostre area test ha dato risultati brillanti in termini di accrescimento e sanità della partita svezzata. Proprio per questo lo consigliamo come mangime specifico per lo svezzamento del pulcino sia rurale sia industriale.

8 Vita d azienda Filo diretto tra Dell Aventino ed i suoi collaboratori. Ho accettato di buon grado l invito della redazione di Zoo-Zoom ad occupare lo spazio di tale rubrica. Appaio ormai da ex capoarea Dell aventino poiché si è appena conclusa una carriera lavorativa iniziata precocemente. Gia nel 1952 ad appena 13 anni facevo la classica gavetta presso uno dei più stimati operatori della borsa merci di Napoli, il sig. Giovanni Merola, inizialmente nel periodo delle vacanze scolastiche e successivamente a tempo pieno fino al 1960, anno in cui è cominciata la mia carriera di Agente di Commercio. Coronavo il mio sogno di essere assunto quale rappresentante dalla Molini Meridionali Marzoli, azienda che da pochi anni aveva cominciato (forse la prima nel Sud Italia) a produrre mangimi composti integrati. Il mio desiderio era, infatti, quello di far parte della società nella quale lavorava fin da giovane mio padre. All epoca ho svolto con impegno questo compito raggiun- gendo risultati di vendita tali da portarmi al vertice della graduatoria per zone. Quando nel 1985 l azienda cessò l attività, ho avuto esperienze con altri mangimifici fino al 1989, anno in cui il compianto sig. Paride Dell Aventino, in occasione dell apertura del nuovo stabilimento di Fossacesia, mi affidò la gestione delle vendite in Campania. Accettai con piacere e - nel tempo - ritengo di aver svolto al meglio il mio ruolo nella doppia veste di Agente e di Capoarea. Già da diversi anni mio figlio Francesco ha ereditato il ruolo di agente Dell Aventino e sono davvero orgoglioso di avergli trasmesso la mia passione. Nel mio tragitto professionale ho percorso tutte le tappe dell industria mangimistica fin dall inizio, da quando bisognava spiegare agli increduli allevatori le innovative tecniche di alimentazione del bestiame. E se da un lato sono soddisfatto della mia carriera, dall altro mi accorgo che le mutate condizioni di mercato richiedono nuovi metodi e nuovi approcci. Difficilmente mi adeguerei! E allora cedo volentieri il testimone al Dott. Nicolino Beatrice sul quale Dell Aventino punta per continuare l ascesa in un area assai rilevante per la zootecnia. A fine carriera un doveroso ringraziamento va ai miei cari Clienti che nel tempo mi hanno dimostrato grande stima ed affetto, ma anche al Dott. Nereo Dell Aventino il quale mi ha sempre dato fiducia facilitando il mio compito. Un grazie anche agli agenti i quali hanno recepito molte delle mie indicazioni circa l atteggiamento da adottare nei confronti dei clienti e dell Azienda. Un grazie di cuore, infine, a tutti i dipendenti con i quali credo di aver sempre collaborato al meglio. Auguro a tutti di proseguire l attività con soddisfazione e - quando accadrà - di andare in pensione come è capitato a me: con serenità e in buona salute. Adesso voglio dedicare tutto il mio tempo alla famiglia e... a me stesso. Carmine Sellitto Nereo Dell Aventino premia Carmine Sellitto per la sua fedeltà all azienda. L Azienda Dell Aventino ringrazia Carmine Sellitto per la cordialità e la disponibilità sempre mostrate. A lui va tutta la nostra gratitudine e una vigorosa stretta di mano per i bellisssimi vent anni di lavoro trascorsi insieme. 8

9 Buone nuove Antonello Ceccarani Direttore Marketing e Vendite Dell Aventino Uno sguardo attento alle ultime novità firmate Dell Aventino. Sarà facile affezionarsi a Delly... Abbiamo dedicato una parte importante di questo numero di ZooZoom al comparto dei cibi per cani e gatti, settore che ha registrato una crescita inarrestabile negli ultimi vent anni e che ancora mostra tutti gli indicatori orientati verso lo sviluppo. I numeri sono impressionanti (oltre 15 milioni di cani e gatti in Italia), come è impressionante la corsa verso l annullamento di quel gap relativo all utilizzo di cibi industriali, che ci ha sempre separato dal resto d Europa e che si è via via assottigliato fino a stimarne la congiunzione entro i prossimi 5-7 anni. Dobbiamo riconoscere che la grande industria mangimistica nazionale è stata, per così dire... distratta, lasciando coltivare il mercato da aziende estere con forti esperienze dal punto di vista produttivo e nutrizionale. Le esperienze italiane si sono concentrate su aziende che avevano un basso profilo nel campo mangimistico e che hanno letto nel pet una strada per diversificare e uscire dall empasse generato dalla produzione di mangimi per le altre specie animali. Alcune di queste aziende, nel tempo, hanno raggiunto un vero livello di eccellenza e su queste ci siamo concentrati per elaborare insieme i contenuti tecnici della nostra nuova linea. Pur in crescita, il mercato è particolarmente sollecitato tanto da rappresentare un ambiente competitivo molto attivo, ricco di azioni promozionali e fortemente ricettivo alle novità. Noi abbiamo voluto rispondere alle tante sollecitazioni della clientela più affezionata che ci chiedeva qualcosa di esclusivo, qualcosa targato Dell Aventino vendibile solo nei punti vendita Dell Aventino e riconoscibile dal mercato per qualità, essenzialità e forte impatto comunicativo. Non so se abbiamo colto nel segno; di sicuro c è stato molto impegno, molta dedizione, molta volontà di fare le cose per bene, abbinando le nostre conoscenze nutrizionali con partners industriali dediti alla produzione di assoluta affidabilità. Ho parlato di qualità, di essenzialità e forte impatto comunicativo. Su quest ultimo punto, il giudizio può essere immediato. Già da queste pagine potete vedere la cura messa nella realizzazione del packaging di ogni referenza, in particolare della linea Professional, la quale ha il difficile compito di trainare l affermazione in chiave tecnica di tutto il gruppo di prodotti. L essenzialità sta nel numero delle referenze. Abbiamo pensato alle esigenze logistiche vere delle nostre agrarie. Molti esercenti hanno difficoltà già oggi ad orientarsi nella grande offerta di prodotti di questo comparto. Chi è strutturato per la vendita a libero servizio, ha concepito spazi e modalità di proposta che lasciano ampio spazio alla libertà di scelta del consumatore. Un numero rilevante di gestori delle agrarie, ha esigenze diverse; ha bisogno di prodotti facili, di agevole individuazione e di altrettanto agevole comunicazione al consumatore finale. Pensiamo di aver soddisfatto questo bisogno. La qualità diventa così diretta conseguenza della forte sintesi delle linee. Ogni prodotto è concepito per avere successo sull utilizzatore e, quindi, garantire il riordino. Una scommessa preparata, frutto - se ci consentite - di una discreta esperienza nel settore e di una fiducia, quasi fuori misura, sulla forte affezione della clientela verso tutto quello che esce targato Dell Aventino. In questi giorni, i nostri agenti stanno staccando i preordini per le consegne future. Non deluderemo le attese di chi ci ha voluto dedicare il loro spazio nello scaffale. Antonello Ceccarani 9

10 LINEA PROFESSIONAL CANE Premium Puppy & Junior con Pollo e Riso (3Kg/15Kg) Adult Complete Premium Mantenimento con Pollo e Riso (4Kg/15Kg) Adult Complete Premium Sensitive con Pesce e Patate (4Kg/15Kg) Adult Complete Premium Super Energy con Pollo e Riso (15Kg) LINEA CLASSIC CANE Adult Mantenimento Carni Rosse e Cereali (10Kg/20Kg) Adult Energy Carni Rosse e Cereali (20Kg) Adult Mantenimento Zuppa Multicrocchetta (15Kg) Pasta Precotta alle verdure (7,5Kg) 10

11 LE PER IL BENESSERE DI CANI E GATTI LINEA CLASSIC GATTO Crocchette Gusto Mare (3Kg/20Kg) Crocchette con Manzo, Pollo e Verdure (3Kg/20Kg) UMIDI Cane Bocconcini con Manzo (405g/1250g) Bocconcini con Manzo&Verdure (405g/1250g) Bocconcini con Pollo&Tacchino (405g/1250g) Gatto Bocconcini con Coniglio (405g) Bocconcini con Manzo (405g) Bocconcini con Pollo&Tacchino (405g) Bocconcini con Salmone (405g) 11

12 Sotto i riflettori Allevatori, rivenditori e personaggi di successo alla ribalta. Senatore... nell agronocerino sarnese A Nocera Superiore e Cava de Tirreni (SA) la famiglia Senatore avanza con passo sicuro e con la giusta politica di differenziazione nelle proprie rivendite AgriZoo A sinistra Aniello Senatore con Francesco Sellitto (Agente di zona Dell Aventino) e il team AgriZoo; a destra Raffaele Senatore. 12 Raffaele Senatore e Francesco Sellitto (Agente Dell Aventino). Il feeling tra la famiglia Senatore e Dell Aventino è di vecchia data; ad oggi, per l Azienda si tratta non solo di un cliente storico ma anche di uno tra i più importanti. La chiacchierata con il sig. Aniello Senatore, interlocutore dell intervista, è perciò doppiamente piacevole. Dall incontro emerge subito l abilità della famiglia nell intercettare i nuovi trend di mercato e quindi diversificare l attività ampliandone il raggio di azione. Il sig. Aniello comincia raccontandoci qualcosa dei tempi passati, non senza un filo di rimpianto considerando gli attuali scenari di mercato. Mio padre già negli anni Cinquanta gestiva il negozio di concimi e fitofarmaci a Nocera Superiore. L area all epoca era a forte vocazione zootecnica ma le cose sono oggi cambiate, l allevamento rurale rimane fiorente ma quello dei grossi animali sta attenuandosi. Parte degli allevamenti zootecnici è andata persa per via di leggi e regolamenti locali troppo restrittivi. Aniello e il fratello Raffaele non si sono persi d animo ed hanno messo a frutto tutto il loro imprinting imprenditoriale per allargare il business, specie negli ultimi anni, fino ad abbracciare il settore del pet food. A Nocera Superiore una delle attuali rivendite ha preso il posto di quella gestita dal papà dal 1951 e i fratelli Senatore hanno preso la palla al balzo imprimendole una sterzata importante con lo sviluppo dell attività nell ambito dei mangimi e, come già detto, con una forte attenzione al mondo del pet. I risultati ottenuti con la vendita nell area

13 mangimi - precisa Aniello - sono stati integrati con lo sviluppo del comparto degli animali da compagnia. Naturalmente, il successo di AgriZoo è spiegato da ragioni precise. Fattori come il servizio, la competenza, la cortesia sono da sempre le carte vincenti del team nei confronti della clientela. Sottolinea Aniello: Dire che questi sono i nostri punti di forza, è dire poco! A questi elementi abbiamo sempre affiancato una gestione oculata dell attività che si è tradotta per la clientela in un eccellente rapporto qualità-prezzo dei prodotti commercializzati. L intervistato ribadisce i mutamenti emersi nell ultimo ventennio: Il lavoro iniziato 23 anni fa - da quando cioè abbiamo rimpiazzato l attività di papà - è cambiato. Sono diverse le esigenze della clientela perché il mercato fisiologicamente è diverso. In passato i clienti erano molto orientati all allevamento dei grandi animali, vacche da latte e bovini da carne in primis. La nostra area rappresentava una grossa zona di transito del bestiame da macello e in quegli anni c erano tanti commercianti di grandi animali... Si pensi che a Nocera c era uno dei principali fori boari del meridione. Decisioni politiche - forse oggi opinabili - hanno favorito la chiusura del mercato e il lavoro su queste categorie di prodotti è andato scemando. Di conseguenza ci siamo mossi per riorganizzare l offerta all interno della rivendita. La differenziazione nell area Pet è stata determinante con un servizio completo alla clientela proprietaria di animali d affezione. Oggi non è raro trovare persone disposte a spendere anche qualche centinaio di Euro per far assistere una cagnolina da un veterinario.... In ogni caso, in casa Senatore si guarda al futuro con L interno della nuova rivendita a Cava dei Tirreni. 13 La rivendita AgriZoo sempre collegata con l Azienda Dell Aventino. rinnovato entusiasmo. Continua Aniello: Per certi aspetti il lavoro potrebbe essere ancor più sviluppato. La ricerca di un modo sano e naturale di alimentarsi, con un attenzione particolare alla ricerca dei sapori tradizionali, sono aspetti che potrebbero favorire un sostanziale rilancio del settore zootecnico. In quest ottica l intervento pubblico potrebbe fare la differenza con una legislazione che supporti maggiormente la gestione diretta del ciclo animale. E ancora una volta dalle sue parole emerge una punta di amarezza verso vincoli legislativi troppo rigidi, anche nel comparto suinicolo. Per concludere: Dalle nostre parti era molto in voga l allevamento dei suini per l autoconsumo; un certo quantitativo di capi veniva acquistato e successivamente gli animali venivano cresciuti per essere poi venduti anche ad amici e parenti. Oggi invece, in questa zona, le norme consentono solo l allevamento di un numero limitatissimo di maiali, con le immaginabili conseguenze. Tante persone, anche appassionate, sarebbero disposte a lavorare nel settore ma queste barriere all ingresso hanno l effetto di scoraggiarle. Nel percorso di crescita continua dell impresa targata AgriZoo, un altro traguardo importante è stato raggiunto 3 anni fa: l apertura del secondo punto vendita a Cava de Tirreni. Esso sta dando buone soddisfazioni al gruppo e in questo senso il futuro si presenta indubbiamente roseo. Sul piano strettamente organizzativo, se sul ponte di comando troviamo Aniello coadiuvato da Raffaele, assolutamente non trascurabile è la figura della sig.ra Meralda, moglie di Aniello, che cura la parte contabile/ amministrativa dell intera attività. Con una politica oculata e attenta ai segnali del mercato, la famiglia Senatore si è costruita una solida reputazione e la stretta collaborazione con Dell Aventino si riempie sempre di nuovi significati. I presupposti per tagliare altri importanti traguardi ci sono tutti.

14 Area marketing Studi, analisi, ricerche e consigli per puntare sempre più in alto. L impatto di Delly e il ruolo chiave del merchandising In questo numero è stato già abbondantemente presentato il progetto Linea Pet Food Dell Aventino a marchio Delly. Il Packaging (termine inglese generalmente usato per descrivere il sistema di confezionamento sotto tutti gli aspetti e non solo per la protezione fisica delle merci) riveste un ruolo importante nell affermazione di un brand. In Delly, il restyling condotto a cominciare proprio dal logo ha portato ad una soluzione morbida ma nello stesso tempo dinamica, come si deduce dalle sagome del cane e del gatto; l utilizzo del colore oro è teso a conferire prestigio e serietà ai prodotti. Non casuale è la scelta dei vari colori utilizzati per le confezioni. La nuova linea, in definitiva, può certamente contribuire a qualificare l immagine della rivendita e già dai primi test effettuati con confezioni di prova si è visto che l impatto visivo sarà notevole. Ovviamente il ruolo della Rete Vendita Dell Aventino e dei nostri stimati Clienti sarà determinante nella spinta all apprezzamento di tale gamma da parte di chi acquista. In questa pagina vogliamo porre l accento su quello che può sembrare un dettaglio mentre invece fa la differenza tra vendere di più o di meno; sono determinanti le modalità con le quali tutte le attività inglobate sotto il nome di merchandising verranno attuate nei punti vendita. Suggeriamo ai rivenditori di controllare sempre l ubicazione (lay-out) e la sistemazione (display) delle referenze all interno del punto vendita, tenendo costantemente sotto controllo il comportamento dei clienti in merito agli spazi e al posizionamento assegnati alla linea Delly. In altre parole, se dopo un ragionevole periodo il cliente non chiede informazioni sulla nostra nuova linea o il prodotto non viene venduto, è possibile che l area assegnata sia sbagliata: va quindi ricercato un luogo migliore all interno della rivendita. Un esposizione dei prodotti logica e comprensibile con l eventuale corretto impiego della cartellonistica, renderanno un servizio migliore ai clienti e valorizzeranno l immagine del negozio. Soprattutto ai gestori di rivendite a libero servizio, ricordiamo di non trascurare i seguenti concetti legati alla costruzione dei display: - mettere bene in vista le confezioni, preferibilmente in verticale; - concentrare l esposizione di tutta la gamma senza disperderla in più punti (principio dell unità di luogo espositivo) fermo restando che alcuni sacchi all ingresso aiutano a far conoscere la novità; Gianluca Ricciuti Laureato in Architettura. Si occupa di marketing e ha collaborato con importanti aziende italiane. In Dell Aventino è Responsabile della Comunicazione e del Marketing Operativo. - suddividere chiaramente le famiglie merceologiche (linee di prodotti); - migliorare l illuminazione delle aree d esposizione; - favorire il giusto equilibrio espositivo fra referenze in funzione della dimensione, del peso e del formato della confezione e in funzione delle fasi dell animale per le quali il prodotto è stato pensato; - adottare una disposizione sequenziale delle referenze (cuccioli, mantenimento, lavoro, ecc.). E possibile affermare con certezza che un giusto ed equilibrato display stimola e favorisce gli acquisti soprattutto quelli d impulso (cioè non pianificati prima di entrare in negozio). Non bisogna trascurare la QUALITA degli spazi espositivi e la differenza tra zone calde e zone fredde, tra posizioni avanzate, medie o arretrate. Uno spazio di maggiore qualità ha una produttività per unità di misura superiore, a causa della maggiore esposizione al flusso della clientela e conseguentemente agli acquisti d impulso. Generalmente, in base al parametro ALTEZZA, lo spazio di uno scaffale si divide in 4 aree: livello superiore (più in alto di m. 1.70); livello occhi (rispetto alla media umana); livello mani (sempre rispetto alla media umana); livello suolo. La zona tra il livello occhi e il livello mani è considerata un acceleratore delle vendite: i prodotti che vengono esposti in quest area godono di una vendibilità (rispetto a quelli disposti più in alto o più in basso) superiore anche del 50%. In questo spazio andranno disposti prodotti di piccolo-medio taglio e a più alta marginalità; in esso, soprattutto per una ragione di praticità, andranno collocati anche i prodotti umidi. Per tali referenze, occorre fare attenzione a non realizzare più di 2-3 file (al massimo) di barattoli per ripiano per evitare cadute accidentali delle confezioni. Nelle altre zone andranno disposti articoli per acquisti occasionali e prodotti per i quali la scelta potrebbe maggiormente essere pre-determinata prima di entrare nel punto vendita. Suggeriamo, pertanto: - un buon caricamento dello scaffale; - il rimpiazzo delle confezioni vendute (non si vende quello che non c è!) con un buon riempimento; occorre fare attenzione a non riempire troppo per non dar l idea di una merce che non si vende. Un display pensato e ordinato favorisce sempre la vendita del prodotto e - quindi - la redditività del reparto pet-food; reparto che è diventato, in molti casi, il motore trainante di molte rivendite agrarie. E un affermazione categorica: chi espone bene, vende certamente di più. Gianluca Ricciuti 14

15 A rigor di legge Nota bene Come essere informati e districarsi tra norme e regolamenti. Decreto Legge sulle quote latte Presentato dal ministro delle Politiche agricole Luca Zaia e approvato dal Consiglio dei ministri il 30 gennaio u.s., il decreto fissa i criteri per la distribuzione delle quote e per la rateizzazione delle multe dovute allo splafonamento delle quote di produzione avvenuto negli anni scorsi. Le basi del decreto erano di fatto state gettate nell accordo di revisione della Politica Agricola Comune In ogni numero i principali appuntamenti del periodo per essere sempre aggiornati e al passo con i tempi. FEBBRAIO 2009 AgroSud Fiera dell Agricoltura e Salone dell industria lattiero/ casearia Napoli - Mostra d Oltremare - 20/22 febbraio Esposizione Internazionale Canina Gonzaga (MN) - Fiera Millenaria 28 febbraio/1 marzo MARZO 2009 Agroenergia (e 1 a Assise del Biogas) Mostra - Convegno / Tecnologie e Soluzioni Convegni c/o Centro Conferenze Parco Scientifico e Tecnologico Valle Scrivia Tortona (AL) - Museo Orsi - 5/7 marzo Orto Giardino 30 Salone floricoltura, vivaistica, orticoltura, attrezzature per giardini, parchi. Pordenone - Quartiere fieristico - 7/15 marzo 72 a Mostra dell Agricoltura Regionale Faenza (RA) - Quartiere fieristico - 13/15 marzo 63 a Mostra dell Agricoltura Trento - Quartiere fieristico - 21/22 marzo siglato il 18 novembre scorso a Bruxelles dal Consiglio dei Ministri Ue dell Agricoltura, nel quale l Italia aveva ottenuto un aumento della quota di produzione di latte del 5%. Nel complesso il comparto beneficerà di un incremento di oltre tonnellate di latte, per un valore di mercato di circa 300 milioni di uro l anno. Per l Italia, poi, è possibile attribuire ai produttori l intero aumento già a partire dal 1 aprile 2009, aumento che consentirà alle aziende di assorbire le eccedenze produttive evitando il pagamento del prelievo per le prossime campagne. Con il decreto verrà confermata la priorità alla quota B tagliata, agli splafonatori e agli affittuari. Tali quote verranno distribuite per regolarizzare le produzioni di latte che erano già sul mercato. Il provvedimento, inoltre, punta a chiudere definitivamente i contenziosi senza sanatorie. In questo senso il ministro prevede un incasso con rateizzazione della multa (calcolata in base a scaglioni prestabiliti), con interessi al tasso del 6,5% circa. Si tratta - quindi - di una misura totalmente onerosa, non una sanatoria - puntualizza Zaia in un intervista - e chi non paga anche solo una rata perde la titolarità delle quote. Al momento della stampa di questo numero di ZooZoom, il D.L. è in via di pubblicazione e prima di entrare definitivamente in vigore, dovrà superare l iter parlamentare previsto. Agriumbria Bastia Umbra (PG) - Quartiere fieristico 27/29 marzo APRILE 2009 Fieravicola Mostra internazionale avicola e cunicola Fiera di Forlì - 2/4 aprile Vinitaly e Agrifood Club/Sol/Enolitech Verona - Quartiere fieristico - 2/6 aprile 50 a Rassegna Suinicola Internazionale Reggio Emilia - Quartiere fieristico - 16/18 aprile 24 a Mostra Agricola Campoverde Campoverde di Aprilia (LT) - Area Aprilia Fiere 23/26 aprile Fiera Nazionale dell Agricoltura Coltivare, omnia verde, agricoltura biologica, allevare, servizi all impresa. Lanciano (Ch) - Quartiere Fieristico - 24/27 aprile 60 a Fiera Internazionale dell Agricoltura e della Zootecnia con i saloni specializzati Cunavisud e Enolsud Foggia - Quartiere Fieristico - 29 aprile/4 maggio MAGGIO 2009 Zoomark 09 International 13 Salone internazionale dei prodotti e delle attrezzature per gli animali da compagnia. BolognaFiere - 7/10 maggio R.A.C.I. Rassegna Agricola del Centro Italia Villa Potenza (MC) - 30 maggio/2 giugno Manifestazioni e date sono desunte da materiale diffuso daile singole Organizzazioni consultato prima della stampa di questo numero di Zoo-Zoom. 15

16 È FACILE AFFEZIONARSI. Dall esperienza e dalla ricerca nutrizionale Dell Aventino, nascono le nuove linee Delly e Delly Professional. Ricette razionali, accurata selezione degli ingredienti e innovazione nei processi, assicurano a cani e gatti un alimentazione di qualità, sempre completa e bilanciata. Con Delly gli animali da compagnia sono sempre in buona compagnia. Garantisce Dell Aventino. PERIODICO DELLA ZOOTECNIA PRODUTTIVA Dell Aventino S.r.l. - Società Unipersonale Fossacesia (CH) S.P. Pedemontana, 8 Tel r.a. Fax C/1076/2008

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business

Organizzazione e filiera corta per far crescere il business Latte di ottima qualità prodotto, imbottigliato e venduto sempre all interno della stessa filiera. Un esempio felice di come una adeguata nutrizione degli animali, insieme a un oculata gestione della stalla

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare

Alimentazione Così si può migliorare l efficienza alimentare Ancora dal convegno di Copenaghen. Questo parametro, nell allevamento delle bovine da latte, può crescere. E non solo perfezionando il razionamento. Ma anche intervenendo su diversi altri fattori, come

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Luce di prim ordine e massima flessibilità

Luce di prim ordine e massima flessibilità Comunicato stampa Dornbirn, settembre 2010 Luce di prim ordine e massima flessibilità I magazzini Globus puntano sull illuminazione Zumtobel e risparmiano il 30% di energia B1 I La prima impressione è

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile

Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della Sardegna e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Obiettivi Europa 2020 e Indicatori di Posizione della e dell'italia Valori degli indicatori aggiornati all'ultimo anno disponibile Fonti: Eurostat - Regional statistic; Istat - Politiche di Sviluppo e

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT

S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT S.A.T.A. PROGETTO TOSSMONIT MONITORAGGIO DELLE MICOTOSSINE NEI PRINCIPALI ALIMENTI ZOOTECNICI PRESENTI SUL MERCATO LOMBARDO PER GARANTIRE PRODUZIONI ZOOTECNICHE DI QUALITA Siamo giunti alla 3 pubblicazione

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO Si prega di prestare particolare attenzione ai "PUNTI ESSENZIALI" Nota bene: la presente guida ha lo scopo di aiutare i richiedenti

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete?

Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete? Fabbisogni vitaminici: ci sono le basi per ri-valutare le specifiche delle diete? Tratto da Vitamin requirements: is there basis for re-evaluating dietary specifications? S. LEESON 1 Tradotto, adattato

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio?

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio? Controlla che I tuoi pulcini siano a proprio agio Perché è importante che i pulcini? Quando I pulcini nascono non sono in grado di controllare la loro temperatura corporea. La corretta temperatura di stoccaggio

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

CARNE BOVINA Analisi della filiera

CARNE BOVINA Analisi della filiera CARNE BOVINA Analisi della filiera Gennaio 2006 STRUTTURA DELLA FILIERA CARNE Flussi, attività e nodi critici La zootecnia è un settore chiave per l agricoltura italiana VALORE DELLA PRODUZIONE AGRICOLA

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli