CollegamenT di linea Sardegna ConTnente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CollegamenT di linea Sardegna ConTnente"

Transcript

1 CollegamenT di linea Sardegna ConTnente di Marco Bertuccelli Premessa La mobilità è uno degli strumenv fondamentali per il conseguimento della crescita economica e dell occupazione in quanto oltre a soddisfare l'esigenza di spostamento delle persone (lavoro, turismo, studio, salute, eccetera) rappresenta l ossatura dell economia perché crea un collegamento tra le varie fasi delle catene produxve e permewe al terziario di arrivare alla clientela. 1 Le isole, sowo questo aspewo, presentano condizioni di difficoltà permanente 2, anche per dimensioni ridowe del mercato interno, per cui deve essergli rivolta, nei fax, quella awenzione parvcolare prevista nella CosVtuzione per l Europa (2004), ex art. III- 220, ai fini di una reale integrazione, a pari condizioni, con gli altri territori. RiferimenV all'insularità, come condizione di difficoltà, erano già presenv nell'art. 130A del TraWato di Maastrich (1992), art. 158 del TraWato di Amsterdam (oggi art. 174 TFUE) e nella Dichiarazione n. 30 allegata al TraWato di Nizza (2001). Una mobilità in grado cioè di agevolare il conseguimento dell obiexvo strategico, fissato a livello europeo dai Consigli di Lisbona e Goteborg, di uno sviluppo sostenibile con nuovi e migliori posv di lavoro (professionalità adeguate ed aggiornamento convnuo) ed una maggiore coesione economica, sociale e territoriale in quanto awenta alle esigenze dei passeggeri, dell industria e del commercio. TuWavia, nonostante le indicazioni di cui sopra, le azioni finora assunte non hanno comportato risultav apprezzabili per cui appare urgente provvedere ad introdurre specifiche e durature misure, modulate in funzione dei reali svantaggi. Misure alle quali il recente Libro Bianco della Commissione Europea COM(2011)144, Tabella di marcia verso uno spazio unico europeo dei traspors. Per una polisca dei traspors compessva e sostenibile, purtroppo non dedica neppure un rigo. L analisi dello stato dell arte del cabotaggio marixmo, soprawuwo per ragioni di spazio, sarà mirata al lato mare anche se un ruolo fondamentale viene esercitato anche dalle infrastruwure portuali (disponibilità banchine awrezzate e spazi adeguav), dalle rev (viaria e ferroviaria) indispensabili per assicurare una efficace penetrazione territoriale, dalle piawaforme logisvche retroportuali, dalle tariffe applicate per i servizi/operazioni portuali e dalle procedure amministravve connesse alla fase portuale. Il porto è infax un centro economico che per esplicare i suoi effex, soprawuwo posivvi ma anche negavvi (congesvonamento traffico con incremento incidentalità; inquinamento marino legato sia al rilascio accidentale che di Vpo operavvo 3; inquinamento atmosferico ed acusvco, eccetera), deve essere messo in rete, ossia collegato da un lato, via mare, con altri porv e dall altro, via terra, col suo hinterland. Rappresenta quindi un nodo del sistema integrato nel quale i vari modi (gomma- ferro- mare- aria) debbono interconnewersi con fluidità, riducendo al minimo i cosiddex cosv di frizione, per poter puntare verso modalità economicamente, socialmente ed ambientalmente più efficienv (co- mobilità) e quindi più compevvve. Cfr.: Commissione Europea, COM(2008) 433 dell Cfr.: M.Bertuccelli, Insularità: uno svantaggio strutturale permanente, Civiltà del Mare, n. 1/2006, ICIMAR San Teodoro. 3 Cfr.: M. Bertuccelli,, Porti Salute e Ambiente. Rifiuti prodotti dalle navi e residui del carico, Civiltà del Mare, n. 3/ ICIMAR San Teodoro. 1 2

2 L integrazione modale costtuisce perciò un aspeuo fondamentale della qualità dei servizi di trasporto; una qualità che per ciascun segmento (strada- porto, ferrovia- porto aeroporto- porto, autobus linea- porto, ecc.) può essere valutata awraverso apposiv indicatori quanvtavvi (parcheggi, Vpo di collegamento, frequenza di collegamento, tempi di collegamento, ecc.), qualitavvi (condizioni di awesa, informazioni disponibili, ecc.) ed economici (integrazioni tariffarie ed altro), necessari per costruire la carta dei servizi di mobilità. Stazione marittima Olbia (Fonte: rete) I collegamenv tra la Sardegna e il ConVnente, la convnuità territoriale esterna, sono garanvv esclusivamente da porv e aeroporv. Si evidenzia che, mentre la quasi totalità delle merci viene trasportata via mare (oltre il 99%), per i passeggeri l aereo rappresenta invece la modalità di trasporto oggi più usata grazie anche all entrata sul mercato di vewori low cost e l isvtuzione di rowe onerate, con tariffe parvcolarmente vantaggiose (TAVV.1-2). Tavola 1 Sardegna - Movimento passeggeri della navigazione aerea dal 2002 al 2010 Aeroporto Cagliari Alghero Olbia Totali Tavola 2 Sardegna - Trasporto merci nella navigazione aerea dal 2002 al 2010 (quanstà espressa in tonnellate) Aeroporto Cagliari Alghero Olbia Totali Premesso quanto sopra, evidenziamo che lo stato dell'arte che andremo a descrivere potrebbe subire a breve significavve variazioni come conseguenza della: cessione della compagnia Tirrenia di Navigazione Spa alla Compagnia Italiana di Navigazione, avvenuta il 25 luglio 2011: revisione ReV TEN- T da parte della Commissione Europea che dovrebbe concludersi a breve. La proposta prevede lo sviluppo di una ampia rete infrastruwurale globale ed una rete principale della massima importanza strategica sulla quale concentrare le risorse 4. Le ulvme novzie, COM (2011) 500, non prevedono che le regioni insulari italiane siano incluse nei corridoi centrali il che contrasta col principio di coesione territoriale 5 e l'esigenza di connewere tuwe le regioni (ex art. 170 TFUE); l'esclusione, inoltre, è di pregiudizio allo sviluppo dei collegamenv con la sponda sud- est del Mediterraneo con la quale, mediante autostrade del mare, è previsto che le rev di trasporto europee debbano collegarsi6 Per le infrastrutture prioritarie saranno resi disponibili circa 22 miliardi di euro ai quali vanno aggiunti i 10 miliardi del Fondo di Coesione. 5 Cfr.: Commissione Europea COM(2010)642, 3.1, Introdurre una terza dimensione: coesione territoriale 6 Cfr.: Commissione Europea COM (2009)301 del e COM(2009) 536 del TEN-T Policy Review Expert Group 4 Methodology for Ten-T Planning Ten-T extension outside the EU (2011) 4

3 applicazione della L.R. 21/2005, integrata dalla L.R. 9/2006 per quanto riguarda funzioni e compiv trasferiv agli EnV locali, quale cornice di riferimento per la riforma del trasporto pubblico locale il cui rilancio rappresenta un area di azione strategica per una migliore penetrazione territoriale. Ai fini dell'adeguamento della disciplina alla normavva comunitaria, società municipalizzate e società miste si veda arvcoli 4 e 5 DL. 138/2011 in cui, tra le altre, è ribadito che le società cosiddewe "in house" e quelle miste pubblico- privato, affidatarie di servizi pubblici, debbono applicare il Codice dei ContraX pubblici (D.Lgs.163/2006) per acquisto di beni e servizi; ristruwurazione del servizio ferroviario marixmo, ormai soppresso dal Nel frawempo, poiché gli studi sul trasporto combinato non hanno trovato pravca applicazione, la Sardegna risulta priva di un servizio ferroviario merci e quindi difficilmente potrà uvlizzare gli incenvvi previsv a sostegno del trasporto combinato e trasbordato su ferro 7. inclusione della Sardegna negli intervenv previsv per le c. d. Autostrade del Mare che, nei nodi portuali ove il traffico merci sia interessante, prevedono anche azioni di riqualificazione delle infrastruwure ferroviarie per consenvre la realizzazione del trasporto trimodale (strada- ferrovia- nave); realizzazione di intervenv importanv al fine di potenziare le infrastruwure aeroportuali e portuali, prevedendo quali azioni prioritarie, parvcolarmente per gli scali con servizi regolari Ro- Ro, sia la separazione dei flussi di traffico portuali da quelli ciwadini, sia il potenziamento delle connessioni stradali e ferroviarie dell ulvmo miglio; la realizzazione di interporv 8 e la diffusione di sistemi di trasporto intelligenv 9. Quanto precede definendo anche un quadro di intervenv per eliminare carenze e ritardi esistenv nel sistema interno. Al riguardo si evidenzia che awraverso il miglioramento della rete, parvcolarmente del c. d. "ulvmo miglio", qualora ciò comportasse un risparmio di cinque minuv per i soli veicoli imbarcav e sbarcav, complessivamente si risparmierebbero oltre 200 mila ore di moto, cioè oltre 24 anni di tempo da dedicare ad altre axvità (TAV. 3). L'effeWo più evidente, considerando un costo orario del veicolo industriale di 40 /ora ed un consumo di 7 litri di carburante per ora per le autovewure, è un risparmio di oltre 3,510milioni di euro, cui deve aggiungersi il miglioramento della circolazione, la riduzione della incidentalità e delle emissioni di sostanze inquinanv, con effex posivvi esponenziali rispewo a quelli dianzi illustrav. Nell'Allegato 1 si riporta il programma delle infrastruwure strategiche, riferito alla Piastra LogisVca Euromediterranea della Sardegna aggiornato ad agosto Tav. 3 - EffeV del miglioramento della viabilità interna che consenta un risparmio di 5 minut per veicolo sbarcato/imbarcato nei port Anno 2010 Auto seguito Veicoli Minor tempo di Giornate di tempo industriali moto (espresso in ore) risparmiate Cagliari ,58 581,94 Arbatax ,37 Porto Torres , ,43 Golfo Aranci , ,63 Olbia , ,77 Totali , ,14 opportunità che la globalizzazione dei mercav offrirà soprawuwo al Mediterraneo (centralità mediterranea11) ed alla Sardegna se riuscirà a diventare una piawaforma distribuvva per altri Paesi. Ovviamente appare necessario mantenere sicura la rowa awraverso Suez affrontando la crescente pirateria; Cfr.: Ministero Infrastrutture e Trasporti, DD.MM e Per interporto si intende un complesso organico di strutture e servizi integrati e finalizzati allo scambio di merci tra le diverse modalità di trasporto. 9 Cfr.: Commissione Europea, Direttiva 2010/40/UE del Per veicoli industriali ( x 5) : 60 = ore x 40 = ; per autovetture ( x 5) : 60 = x 7 litri = x 1,5 = Cfr.: Commissione Europea COM(2008)319 del , Processo di Barcellona: Unione per il Mediterraneo 7 8

4 riforma della legislazione in materia portuale awraverso la revisione di un impianto (L.84/1994) ormai superato per effewo della riforma cosvtuzionale intervenuta ed inadeguato a fronteggiare la nuove sfide, connesse alla globalizzazione, interessanv i porv. La riforma è ormai ferma al Senato da circa un anno. Le Autorità Portuali sono tra gli env pubblici non economici esclusi dall'applicazione dell'art. 1 c. 31 DL.n. 138/2011 che prevede la soppressione di env con una dotazione organica inferiore a sewanta unità; influenza del costo del combusvbile (TAV. 4) che rappresenta una componente fondamentale dei cosv di gesvone nave, traghex in modo parvcolare. Ad agosto 2011, il giorno 10, nonostante due ribassi e una domanda in calo, il greggio ha chiuso a 106,68 $ il barile per il Brent e 82,89 $ per il WTI. Un costo del combusvbile navale che difficilmente potrà subire sensibili flessioni rispewo ai valori awuali anche a causa dei nuovi limiv del contenuto di zolfo previsv dalla MARPOL Annesso VI12 e rafforzav dalla DireXva 2005/33/CE, awuata con D.Lgs n. 205, che vietano nelle acque territoriali e nelle zone di protezione ecologica13 l uvlizzo di gasoli marini con tenori di zolfo superiori alla 0,10 % in massa. Tavola 4 - Andamento costo bunker in /tonnellata (CosS riferis Genova Livorno non comprensivi servizio betolinaggio14) CombusTbile 380 ATZ 380 BTZ 180 ATZ 180 BTZ Gasolio Estate == 156 == 308 Estate == 291 == 484 Estate Estate Estate Gennaio Giugno Luglio isvtuzione di una tariffazione che internalizzi i cosv esterni del trasporto, le cosiddewe esternalità negavve che rappresentano un costo per la società e per l'economia, in modo che gli utenv percepiscano il segnale e siano incenvvav a modificare il loro comportamento scegliendo, ad esempio, le modalità più sostenibili 16. Una scelta che in Sardegna, per quanto axene il trasporto merci, non è faxbile in quanto non esistendo un servizio di trasporto merci su ferrovia non esiste alternavva al gommato. axvazione delle zone franche 17 ed in parvcolare quella di Cagliari, per la quale è già stato emanato il DPCM 7 giugno 2001; situazione di stagnazione economica che ha frenato sia la domanda del turismo e delle merci, sia i finanziamenV per i porv, che potrebbero essere costrex a rallentare i piani di ampliamento e di ammodernamento. Al fine di finanziare le infrastruwure nei porv di rilevanza nazionale è stato isvtuito presso il Ministero delle InfrastruWure e TrasporV il "Fondo per le infrastruwure portuali" (DL convervto L n. 73, art. 4, c. 6). Si precisa che per il presente lavoro, chiuso nel mese di luglio 2011, si sono uslizzas das stasssci aggiornas al 2010; in ogni caso, prima di andare in stampa, si è cercato di inserire i possibili aggiornamens anche relasvi alla prima seumana di agosto L Annesso VI è stato oggetto di revisione - MEPC 176(58) del per introdurre norme più restrittive sia sul tenore di zolfo dei combustibili che sull emissione di particolato ed ossido di azoto. 13 Si ricorda che la Sardegna non solo è interessata dal Santuario dei Cetacei ma le Bocche di Bonifacio, risoluzione MEPC 62 (2011), sono state classificate come area sensibile, la prima del Mediterraneo. 14 I costi risultano più elevati per Civitavecchia, il servizio di bettolinaggio in porto varia tra 7/8 a tonnellata. 15 L'aumento impressionante verificatosi nel 2008 fu determinato da un rialzo "speculativo" del costo del barile (42 galloni pari a 158,987 litri). Il crude oil WTI, uno degli OIL marker della borsa petrolifera, nel 2008 passò dai 95,34$ al barile del 5 febbraio ai 125,46$ del 5 maggio per raggiungere i 145$ il 5 luglio e scendere poi a 43,32 il 5 dicembre. 16 La normativa europea che introduce l'eurovignette, ovvero la tassazione di autoveicoli pesanti adibiti al trasporto merci su strada per l'uso di alcune infrastrutture, è stata recepita nell'ordinamento italiano con D.Lgs. 25 gennaio 2010 n. 7. I limiti di emissione dei veicoli pesanti (EURO VI) sono stati approvati con Regolamento UE n. 595/2009 come attuato e modificato da Regolamento n. 582/2011. I livelli di prestazione in materia di emissioni dei veicoli leggeri nuovi sono stati fissati con Regolamento (UE) n. 510/ Cfr.: Art. 12 Statuto Speciale Regione Autonoma Sardegna e D.Lgs. n. 75 del

5 Servizi di cabotaggio Il Regolamento (CEE) n. 3577/92 concernente l applicazione del principio della libera prestazione dei servizi ai trasporv marixmi tra StaV membri definisce cabotaggio con le isole il trasporto via mare di passeggeri o merci fra porv situav sul convnente e su una o più isole di un solo e medesimo Stato membro ; dewato che è stato recepito dall art. 224 del Codice della Navigazione. Il servizio di linea deve essere inteso come una serie di traversate effewuate da un traghewo in modo da assicurare il collegamento fra i medesimi due o più porv, effewuato in base ad un orario pubblicato o con traversate tanto regolari e frequent da costtuire una serie sistematca evidente.18 I collegamenv marixmi di linea col convnente sono assicurav da cinque porv: Cagliari, Arbatax, Golfo Aranci, Olbia e Porto Torres. I servizi essenziali (ex arw L.146/1990) sono garanvv esclusivamente da Cagliari ed Olbia con Civitavecchia e da Porto Torres con Genova. Si riportano nella Tav. 5 i collegamenv di linea annuali esistenv, con indicato, per ciascuno, il vewore marixmo, le partenze sexmanali, il Vpo di nave, la distanza in miglia della trawa e la durata della navigazione; non sono state indicate le corse supplevve per il rafforzamento delle linee effewuate nel periodo esvvo e in occasione delle fesvvità natalizie e pasquali e le linee stagionali. Tavola 5 - Elenco linee di cabotaggio annuali con la Sardegna Linea Compagnia Frequenza Tipo nave Distanza mg. Durata viaggio CA/LI Tirrenia EsaseXmanale Merci CA/GE Grendi PentaseXmanale Merci (*) CA/CV Tirrenia Giornaliera Mista ,5/16,5 ** CA/NA Tirrenia SeXmanale Mista CA/SA Grimaldi TriseXmanale Merci ,5 CA/NA Tirrenia BiseXmanale Merci CA/PA Tirrenia SeXmanale Mista ,5 AX/CV Tirrenia BiseXmanale Mista AX/GE Tirrenia BiseXmanale Mista 278 Scala Olbia OL/GE Tirrenia TriseXmanale Mista OL/LI Moby Giornaliera Mista OL/MC A.S. PentaseXmanale Merci OL/PB Moby Giornaliera Merci OL/LI S.Ferries TriseXmanale Merci G.A./LI S.Ferries Giornaliera Mista P.T./GE Tirrenia Giornaliera Mista P.T./GE G.N. V. TriseXmanale Mista P.T./CV Grimaldi BiseXmanale Mista CA/TP Tirrenia SeXmanale Mista ,5 OL/CV Tirrenia Giornaliera Mista (*) Le navi sono awrezzate anche per imbarcare e sbarcare containers (RO- RO e Lo- Lo) con una capienza di circa 500 Teu - (**) La durata varia a seconda che la linea sia direwa o faccia scalo ad Arbatax. Legenda: AX (Arbatax); CA (Cagliari); G.A. (Golfo Aranci); OL (Olbia); P.T.(Porto Torres); GE (Genova), CV (Civitavecchia); LI (Livorno); PB (Piombino); MC (Marina Carrara); NA (Napoli); SA (Salerno); PA (Palermo) ; TP (Trapani) - 18 Cfr.: D.Lgs n. 65 e s.m.i.

6 Si riportano inoltre (TAV. 6) le altezze significavve d onda19, riferite ai bacini interessav dalle trawe di cabotaggio con la Sardegna, di cui, assieme alla distanza in miglia (1 miglio= 1852 metri) dei porv interessav da traffico di linea, è opportuno sempre tenere conto nelle scelte delle trawe. Al riguardo il servizio di weatherrousng permewe di valutare gli scenari di rischio per i trasporv via mare. 20 Altezza d'onda TAV. 6 - Altezze significatve d'onda nel Mediterraneo Mar Ligure Mar Tirreno Mar di Corsica 2,2 mt 2,5 mt 3,7 mt Canale Sardegna 3,5 mt Nelle seguenv TAVV. 7 e 8 sono stav indicav i dav del movimento della navigazione di cabotaggio negli anni 2009 e 2010, riferiv ai passeggeri ed alle merci. Tav. 7 - Anni 2009/2010*. Movimento passeggeri della navigazione marivma di linea. Cabotaggio esterno Porto Cagliari Arbatax (1) Porto Torres Golfo Aranci Olbia Totali Passeggeri A/P A/P Passeggeri A/P A/P Δ% +1,07-1,57-4,94 +1,02 Auto seguito A/P Auto seguito A/P Δ% - 2,2-1,79-2,41 +5,25-2,66-2, ,79-2,04 Note: (*) Valori ssmas per il 2010 Tav. 8 - Anni 2009/2010. Movimento merci su rotabili nella navigazione marivma di linea. Cabotaggio esterno Porto Veicoli comm. I/S 2009 Veicoli comm. I/S 2010 Δ% Cagliari Arbatax* Porto Torres Golfo Aranci** Olbia Totali ,48-5,89-4,90-5,90-3,87-6,69 Tonnellate Merci S/I Tonnellate Merci I/S Δ% - 1,63-3,67-3,25-38,31 +12,38 +6,07 Note: (*) Valori ssmas; (**) si ricorda che a Golfo Aranci nel 2009 sono sbarcas/imbarcas n. 414 carri ferroviari, solo 181 nel 2010 L analisi delle suddewe tavole e di altre che saranno di seguito citate evidenzia che: esiste una leggera flessione nel trasporto passeggeri (- 2,05%) mentre crescono le merci (+6,07%) ma solo grazie alla consistente crescita di Olbia; fa capo ai porv del nord Sardegna, principalmente Olbia, Porto Torres e Golfo Aranci 21, la maggioranza dei passeggeri ed autovewure al seguito, rispexvamente il 93% e 97%. Olbia, con circa il 62% del totale movimento, si conferma la "porta" della Sardegna; le merci varie sbarcate e imbarcate da navi traghewo, pur evidenziando la newa prevalenza dei tre porv sopra indicav, confermano Cagliari al secondo posto per merci movimentate, con circa 2,6 milioni di tonnellate. La colonna di Vr sbarcav ed imbarcav in un anno nei quawro scali principali, uno awaccato all altro, equivale ad un serpente di acciaio lungo oltre chilometri; supera i se si considerano le auto al seguito. Cfr.: D.M E l altezza media corrispondente ad un terzo delle altezze d onda più elevate osservate in un dato periodo. 20 Il progetto Wermed (Weather routing nel Mediterraneo), previsto dal Programma INTERREG IIIB MEDOCC, è coordinato dal Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Fisica delle Atmosfere e delle Idrosfere in collaborazione con APAT, ARPAL, Regione Sardegna ed altri partner, italiani, maltesi e greci. 21 I porti di Olbia,Golfo Aranci e Porto Torres sono compresi nella giurisdizione della Autorità Portuale di OlbiaGolfo Aranci.(D.M ) 19

7 la riduzione a servizio a domanda, ovvero la sostanziale scomparsa del trasporto ferroviario marixmo tra Golfo Aranci e Civitavecchia, che aveva raggiunto il culmine nel 1997 con carri e tonnellate di merci movimentate; la maggiore capacità sexmanale di svva e di posv passegger i è riferita principalmente agli scali del nord Sardegna che sono anche quelli che registrano l incremento delle linee o comunque il rafforzamento di quelle esistenv nei periodi di punta, parvcolarmente esvvi. i porv di Golfo Aranci, Porto Torres ed Olbia sono i più vicini sui collegamenv con Genova; Golfo Aranci ed Olbia sono invece i più vicini agli scali situav nell arco cosvero compreso tra La Spezia e Napoli fawa eccezione, per questo ulvmo scalo, per il porto di Arbatax. Olbia e Golfo Aranci sono in ogni caso gli unici scali sardi in grado di consenvre ai traghex tradizionali di effewuare due corse nell arco di 24 ore con Piombino e Civitavecchia. la maggiore altezza d'onda del Mare di Corsica ha conseguenze sui collegamenv sia con Genova che Savona; infax sulla linea Genova Porto Torres, con tempo avverso, si propende a passare a levante della Corsica e fare le Bocche di Bonifacio allungando la traversata dalle previste 214 miglia alle 243. Altri elemenv interessanv possono essere evidenziav dall analisi dei dav giornalieri e mensili di traffico che permewono di rilevare l O/D dei passeggeri e delle merci nonché le compagnie che li hanno trasportav. L analisi dei dav disaggregav, assai laboriosa per la difficoltà di reperimento di dav stavsvci comparabili, affidabili ed aggiornav 22, permewe di affermare, con Porto Canale Cagliari (Fonte: rete) sufficiente awendibilità, che: si registra una tenuta, nel 2010 rispewo al 2009, della quanvtà media trasportata da ciascun automezzo mentre aumenta di circa due punv la cosiddewa percentuale di copertura, rappresentata dal rapporto tra le tonnellate di merci imbarcate e sbarcate. Condizioni che hanno effex favorevoli sul prezzo di trasporto in quanto tendono a ridurre le corse a vuoto che restano comunque elevate; l origine e la desvnazione dei passeggeri negli scali del convnente vede come preferiv, nell ordine, gli scali di Genova, Civitavecchia e Livorno; l origine e desvnazione delle merci vede al primo posto Livorno, che supera newamente Genova, seguita da Civitavecchia, Piombino e Marina di Carrara; per quanto riguarda i passeggeri, Olbia e Golfo Aranci, eccewuata la desvnazione Genova sulla quale è Porto Torres a detenere il primato con oltre il 50% del trasportato, primeggiano in tuwe le altre desvnazioni (Livorno e Piombino, con percentuali aworno al 100%, e Civitavecchia, dove si sfiora il 90%); relavvamente alle merci, Porto Torres conferma il suo primato sulla trawa con Genova, seguita da Cagliari e da Olbia. Sulla trawa con Livorno Olbia e Golfo Aranci superano l 80%, distanziando Cagliari awestata aworno al 20%. Olbia devene il 100% del movimento sulle trawe con Piombino e Marina di Carrara, mentre su Civitavecchia, Olbia e Golfo Aranci si awestano aworno al 70% del traffico, Imbarco mezzi su nave Ro/Ro (Fonte: rete) seguite da Cagliari con il 30%. I poli di concentrazione dei traffici per il combinato marivmo (Ro- Ro) sono, in ordine di importanza, Olbia/GolfoAranci, Cagliari, Porto Torres; la Moby risulta il vewore leader sia come passeggeri e, dopo l acquisizione di Lloyd Sardegna, anche come merci e veicoli industriali; il traffico passeggeri è per larghissima parte tuwora concentrato nei quawro mesi esvvi (>75% ) il che conferma la difficoltà di destagionalizzare il flusso turisvco nonostante le possibili proposte alternavve al turismo marino- balneare che tuwavia rimane l awrazione primaria. La rilevazione statistica dei trasporti di merci e di passeggeri via mare è disciplinata dalla Direttiva 95/64/CE dell 8 dicembre 1995 e successive modifiche, da ultimo la Decisione della Commissione 2008/861/CE. 22

8 Accade quindi che la combinazione passeggeri e trailer, oltre ad abbassare il costo medio di produzione per unità trasportata, consente di neutralizzare la stagionalità del traffico passeggeri permeuendo la realizzazione di servizi regolari tuuo l anno; un modo efficiente di trasporto che la Commissione Europea auspica possa affermarsi 23. Per rendere immediato il concewo abbiamo riportato nella TAV. 9 i dav riferiv alla offerta di posv passeggeri ed auto al seguito di una compagnia leader sui collegamenv ConVnente- Sardegna ed il reale trasportato in alcuni mesi del 2007, anno prima della crisi ; emerge con chiarezza l insufficienza della quota di uvlizzazione della capacità offerta (load factor) nei mesi invernali ed il fawo che il totale trasportato trailer (metri lineari ) non sia stato indifferente, come nolo aggiunvvo, ai fini del mantenimento della linea; Tav. 9 - Anno 2007, Cabotaggio di linea Sardegna- ConTnente. CoefficienT riempimento nave Mese Offerta Passeggeri Coeff. Offerta AutoveUure Coeff. M.L. veicoli PosT TrasportaT Riemp/to PosT Trasportate Riemp/to industriali passeggeri auto trasportat Feb % % Apr % % Lug % % Abbiamo infine acquisiv i dav del traffico passeggeri (aereo e nave) avvenuto negli anni 1987 e 2007 per confrontarli con quelli del 2010 (Tav. 10) rilevando una maggiore crescita del trasporto aereo rispewo a quello marixmo; rispewo al movimento complessivo infax, la percentuale del trasportato via aerea evidenzia una crescita di oltre tredici punv percentuale passando dal 37,91% del 1987 al 48,68% del 2007al 51,31% del La tavola evidenzia inoltre che l'aeroporto di Olbia è quello che cresce meno; per i porv crescono Olbia e Golfo Aranci mentre perde sensibilmente Cagliari, Vene Porto Torres. Tav. 10 Sardegna - PorT e aeroport - Movimento passeggeri anni InfrastruUura Passeggeri A/P 1987 Passeggeri A/P 2007 Passeggeri A/P 2010 Δ% 2010/1987 Cagliari Alghero Olbia Totale aeroport Cagliari Golfo Aranci Olbia Porto Torres ,6 Arbatax Totale port Totale Generale Quanto sopra conferma sia la tendenza dei passeggeri ad utlizzare maggiormente il veuore aereo sia quella di privilegiare i collegament marivmi a percorso più breve. InfaX, nel 2010, nell area di Cagliari dei 3,8 milioni di passeggeri arrivav e parvv il 91% ha uvlizzato l aereo; percentuale che scende al 58% nell area di Alghero- Porto Torres- Sassari per arrivare ad appena il 26% in Gallura, dove il trasporto marixmo è preponderante anche per le difficoltà del vewore aereo di riferimento. Cfr.:E. Grimaldi (Presidente Grimaldi Group Napoli), Ferry, un evoluzione obbligata, Porto&Diporto, nov.2007; B. Musso (Confitarma) in Atti Convegno. Portualità e Mediterraneo, Cagliari ; Commissione Europea, Libro Bianco dei Trasporti, COM(2011) 144, punto

9 Il trasporto aereo comunque, per quanto axene i passeggeri, appare la carta vincente sia per incrementare il movimento turisvco che, e parvcolarmente, per allungare la durata della stagione ad almeno sei/owo mesi. Si ricorda che il secondo aeroporto più importante della Spagna è quello di Son Sant Joan di Maiorca24 che nel 2010 ha superato i 26 milioni di passeggeri transitav. Si riportano nella Tav. 11 i dav dei passeggeri arrivav e parvv nei dodici mesi del 2010 nei tre aeroporv della Sardegna e delle Baleari. TAV Passeggeri: arrivi e partenze aeroport della Sardegna e delle Baleari Anno 2010 Mese AeroporT Baleari AeroporT Sardegna Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto SeUembre Uobre Novembre Dicembre Totale anno Si indicano infine i dav relavvi al movimento passeggeri registrato nei tre aeroporv della Sardegna nei primi sei mesi del 2011 e quelli, riferiv allo stesso periodo, registrav nei porv di Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres che evidenziano, relavvamente a quesv ulvmi, un calo preoccupante, superiore al 20%, solo in parte movvato dal forte aumento delle tariffe operato dai vewori marixmi, peraltro oggewo di revisioni verso il basso a movvo Atterraggio in aeroporto (Fonte: rete) del crollo delle prenotazioni (Tav. 12). Un andamento negavvo, quello del traffico marixmo, confermato anche nel mese luglio almeno per Olbia che perde oltre passeggeri; Golfo Aranci, sempre a luglio, guadagna oltre passeggeri rispewo al Non si dispone di dav relavvi agli altri porv. Tav AeroporT e PorT - Movimento passeggeri periodo Gennaio- Giugno. Anni 2010 e 2011 InfrastruUura Periodo Gen/Giu 2010 Gen/Giu 2011 Δ% Aeroporto Cagliari Aeroporto Alghero Aeroporto Olbia Porto Olbia Porto P. Torres (Gen- Giu) Porto Golfo Aranci , ,70-27,25-14,97-1,93 Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera sono le isole maggiori dell Arcipelago delle Baleari (kq e abitanti, Pil pro capite ) 25 Rispetto al Paese di provenienza i passeggeri sono: 28% spagnoli; 29% tedeschi; 19% inglesi; 3% italiani; 2,5% svizzeri; 1,5% francesi; 1% danesi;1% olandesi;1% portoghesi,1% svedesi; 1% belgi, 12% altri Paesi 24

10

11 Cenni sulle tariffe e prezzi del trasporto marivmo26 Le tariffe ed i prezzi del trasporto passeggeri, applicav dai vewori marixmi che operano sulle varie trawe, solitamente tengono conto del Vpo di utenza (residente e non), della sistemazione richiesta (passaggio ponte; poltrona; cabina singola e a più lex, esterna o interna; eccetera) e risultano arvcolate in vari scaglioni a seconda della stagione (alta, media, bassa) oppure della data e orario di partenza e riempimento nave. Le auto al seguito dei passeggeri risultano normalmente divise in due fasce di lunghezza (inferiori a 4 metri o superiori) e per ciascuna fascia operano gli scaglioni tariffari visv in precedenza per i passeggeri. Le tariffe ed i prezzi per i veicoli industriali sono applicav per metro lineare di lunghezza del veicolo ed il costo è di norma parametrato alla lunghezza della trawa marixma considerata; sono previste agevolazioni per i veicoli scarichi, per quelli imbarcav nei porv sardi e per la sistemazione degli auvsv. Su tuwe le tariffe e prezzi sono poi da aggiungere i cosìddex dirix di porto 27, relavvi a servizi di interesse generale28 indivisibili forniv agli utenv, che impropriamente alcune compagnie indicano come tasse29 (bunker surcharge, supplemento ISPS30, la movimentazione per i semirimorchi, stampav, CHC, dirix di terminal, ecc.) e che, come è noto, fanno lievitare il costo della traversata, per i quali la Commissione Europea ha ribadito la necessità di una maggiore chiarezza delle diverse componenv dei dirix portuali, così come una maggiore trasparenza del loro rapporto con i cosv corrispondenv 31. L analisi dei prezzi applicav dalle compagnie nel corrente anno evidenzia aumenv, rispewo al 2010, la cui envtà (mediamente oltre il 60%) è apparsa immovvata e poco trasparente ed in nessun modo giusvficata dall'aumento del costo del carburante, tanto che l'agcm, nell'adunanza dell 11 maggio 2011, ha deliberato l'avvio di una istruworia ex art. 14 L.287/1990 per accertare violazioni dell'art. 101 del TFUE. Il procedimento dovrà concludersi entro il 28 owobre La Giunta Regionale della Sardegna, oltre a deliberare il ricorso all'agcm 32 come innanzi accennato, ha deciso di intervenire anche con ulteriori ed urgenv misure che consentano un ritorno alla normalità nella libera circolazione delle persone e delle merci a tariffe adeguate ; misure che sono state assunte con le seguenv delibere: Delibera del 26 aprile 2011 n. 20/58: è riferita all'approvazione del progewo Bonus "Sardo Vacanze" cui sono stav desvnav 2 milioni di euro, mentre 3 milioni di euro sono stanziav per l'axvità promozionale del progewo. I due milioni sono messi a disposizione dall'assessorato al Turismo e dall'agenzia Sardegna Promozione, che parteciperanno con un milione ciascuno; l'agenzia Sardegna Promozione contribuisce, inoltre, con ulteriori tre milioni, all'axvità promozionale del progewo. Il bonus è riconosciuto a tux i ciwadini comunitari che usufruiscano del trasporto via mare (30 euro a persona con minimo due e massimo tre persone viaggianv assieme) per visitare la Sardegna nel periodo 2 maggio - 3 luglio 2011 e che soggiornino per almeno tre nox presso struwure ricexve classificate (L.R. n. 22/1984 e L.R.18/1998). La differenza tra tariffa e prezzo generalmente sta nel fatto che il secondo è fissato liberamente, mentre le prime sono controllate o addirittura imposte. 27 Cfr.: M. Bertuccelli, I servizi di interesse generale delle Autorità Portuali e la disciplina comunitaria. Un tema per la riforma, Porti & Logistica, novembre I servizi di interesse generale (ex art. 6 L.84/1994) sono espressamente individuati dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti con i decreti e La dizione "tasse" crea nel consumatore la percezione che tali somme siano dovute per il solo fatto di essere transitato in un porto; una percezione errata in quanto detti costi debbono far riferimenti ai costi del servizio reso, escludendo quindi qualsiasi parametro diverso dalla corrispettività. 30 Cfr.: Codice ISPS Capitolo XI Allegato Solas e Regolamento (CE) n. 725/2004 e D.Lgs n. 61 relativo alla individuazione delle infrastrutture critiche europee (ICE) ed alla necessità di migliorarne la protezione. 31 Cfr.: Commissione Europea COM(2007)616 e COM(2007) Cfr.: Deliberazione n. 18/24 del 5 aprile

12 Per la riuscita del progewo si coinvolgono le Associazioni di categoria delle imprese maggiormente rappresentavve nel sewore turisvco nonché le Associazioni dei Consumatori, alle quali è affidato, nei porv di reimbarco (Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Cagliari, Arbatax), il servizio di ricezione dei visitatori in partenza che, per owenere il bonus, devono presentare originale del bigliewo di viaggio, ricevuta originale della struwura ricexva awestante le persone abilitate al rimborso (minimo due passeggeri e massimo 3) ed il numero minimo di tre nox trascorse nonché il numero di c/c su cui ricevere il bonifico. Passeggeri imbarcati (Fonte: rete) Delibera del 26 aprile 2011 n. 20/57: al fine di fornire ai residenv, ai turisv, ai vewori merci e a tuwe le imprese operanv nel territorio della Sardegna, una alternavva compevvva alle tariffe awualmente applicate dalle compagnie di navigazione, la Giunta ha dato direxve alla Saremar Spa, società awualmente controllata al 100% dalla Regione, affinché in condizioni di libero mercato e tenendo contabilità separata tesa a garanvre l'equilibrio economico finanziario in regime di concorrenza, intraprenda le necessarie azioni per verificare la faxbilità di axvare dal 15 giugno al 15 seuembre 2011 almeno due delle seguenv linee, soddisfacendo sia il traffico passeggeri che merci: 1 - Sardegna Nord- Orientale (Olbia o Golfo Aranci) / Italia centro meridionale (Civitavecchia o Napoli) e viceversa; 2 - Sardegna Nord- Orientale (Olbia o Golfo Aranci) / Italia Centro sewentrionale (La Spezia, Carrara o Livorno) e viceversa; 3 - Sardegna Nord- Occidentale (Porto Torres) / Italia SeWentrionale (Genova o Savona) e viceversa La SAREMAR potrà altresì incenvvare, con le stesse modalità, e in via sperimentale i collegamenv internazionali per passeggeri e merci; nessuna indicazione è riportata nella delibera circa l'età massima delle navi, le carawerisvche di costruzione (lunghezza, larghezza, pescaggio, potenza e numero apparav motore, velocità massima e di crociera e relavvi consumi) la capacità di trasporto ( passeggeri, autoveicoli, metri lineari garage per veicoli industriali) e le carawerisvche delle sistemazioni a bordo (cabine, poltrone, eccetera). Delibera del 5 maggio 2011 n. 22/1: la delibera, avente come oggewo PrivaSzzazione della Società Tirrenia di Navigazione Spa. Azioni giurisdizionali a tutela dell'interesse della Regione Sardegna in materia di consnuità territoriale mariuma, risulta al 10 agosto ancora secretata. Delibera del 19 maggio 2011 n. 25/53: la Giunta ha dato mandato a SAREMAR, quale soggewo awuatore, affinché dia esecuzione all'axvità promozionale sulla generale offerta ricexva, enogastronomica, agroalimentare ed arvgianale della Sardegna da realizzare durante la traversata sulle linee di collegamento marixmo con la penisola. Per il progewo di SAREMAR la Agenzia Sardegna Promozione desvnerà la somma di tre milioni di euro di cui alla delibera 20/58 del 2011; Delibera del 19 maggio 2011 n. 25/69: la Giunta ha individuato il collegamento marixmo Golfo Aranci- Civitavecchia come più rispondente a soddisfare la domanda di trasporto con la penisola N/T Saremar (Fonte: rete) con la sostenibilità economica e finanziaria della axvità. Ha adowato inoltre i criteri per la definizione del sistema tariffario da parte di SAREMAR Spa per il trasporto di passeggeri e merci ed approvato il tariffario (TAV. 13) che SAREMAR potrà variare allo scopo di raggiungere il pareggio di bilancio e la massima

13 soddisfazione dell'utenza dandone prevenvva comunicazione all'assessorato TrasporV ed alla medesima utenza. TAV SAREMAR : tariffe Golfo Aranci Civitavecchia (passeggeri e veicoli al seguito: tasse incluse) Sistemazione Dal 15/6 al 15/7 e dal 1/9 al Dal 16/7 al 31/8/ /9/2011 Prezzi in euro Prezzi in euro Ponte Poltrona I^ classe Quadrupla esterna Quadrupla interna Auto I gruppo Auto 2 gruppo RouloUe/Camper (costo Mtl) Bus (costo Mtl) 16,5 16,5 Moto fino a 200 cc Moto oltre 200 cc Veicoli merci al metro lineare (Mtl) al neuo dell'iva e tasse e diriv portuali esclusi Delibera del 24 maggio 2011 n. 26/11. La Giunta ha dato mandato alla Direzione Generale della Presidenza ed alla Direzione Generale dei TrasporV di svpulare una convenzione col Prof. Massimo Deiana ed il Prof. Raffaele Racugno, entrambi dell'università di Cagliari, con l'incarico di supportare la Presidenza e l'assessorato dei TrasporV nella definizione di un percorso volto a verificare la sussistenza di eventuali effex lesivi della procedura di vendita in awo della Società Tirrenia di Navigazione Spa individuando le iniziavve e le azioni più appropriate per la salvaguardia degli interessi della Regione, incluse eventualmente modalità di acquisizione della società medesima ; Delibera del 1 giugno 2011 n. 27/4. La Giunta ha individuato il collegamento marixmo Porto Torres - Vado Ligure rispondente a soddisfare la domanda di trasporto con la penisola in condizioni di sostenibilità economica e finanziaria dell'axvità. Ha adowato inoltre i criteri per la definizione del sistema tariffario da parte di SAREMAR Spa per il trasporto di passeggeri e merci ed approvato il tariffario (TAV. 14) che SAREMAR potrà variare allo scopo di raggiungere il pareggio di bilancio e la massima soddisfazione dell'utenza, dandone prevenvva comunicazione all'assessorato TrasporV ed alla medesima utenza. TAV SAREMAR: tariffe Porto Torres Vado Ligure (passeggeri e veicoli al seguito: tasse incluse) Tra parentesi indicate le "Tariffe ResidenT" Sistemazione Ponte Poltrona I^ classe Quadrupla esterna Quadrupla interna Auto I gruppo Auto 2 gruppo Roul/Camper (costo Mtl) Bus (costo Mtl) Moto fino a 200 cc Moto oltre 200 cc Veicoli merci al metro lineare (Mtl), IVA e tasse e diriv portuali esclusi Dal 22/6 al 15/7 e dal 1/9 al 15/9/2011 Prezzi in euro 35 (29) 46 (39) 63 (53) 58 (49) Dal 16/7 al 31/8/2011 Prezzi in euro 40 (34) 58 (49) 81 (68) 75 (63)

14 La Giunta, tenuto conto della lunghezza della trawa e del fawo che su di essa gravita il flusso degli emigrav sardi, residenv in gran parte nell'italia sewentrionale o nei Paesi stranieri confinanv, ha dato indicazione di adoware una tariffa scontata di non meno del 15% per residenv e navvi. Sul sistema tariffario abbiamo qualche perplessità in quanto sulla base dei prevedibili cosv (TAV. 15), a prescindere dalle spese portuali (pilov, ormeggiatori, rimorchiatori, agenv marixmi, imprese imbarchi e sbarchi, eccetera), sembra che il sistema tariffario previsto sulla trawa Porto Torres- Vado Ligure, la sola sulla quale è inoltre previsto lo sconto per residenv e navvi, sia più appevbile rispewo a quello indicato sulla trawa Golfo Aranci Civitavecchia. TAV ProspeUo esplicatvo del costo stmato per viaggio di A/R delle navi noleggiate SAREMAR Indicazione voci Costo cost per nave sevmanale Nave impiegata G.Aranci/C. Vecchia Nolo ( giorno) Bunker IFO BTZ 551 /Tonn. 33 Personale aggiuntvo (camera cucina) 25 u. Totale Costo Viaggio G.Aranci C/Vecchia (giornaliero) Costo sevmanale Nave impiegata P.Torres/Vado Costo Viaggio P.Torres/Vado (quadriseumanale) Delibera del 20 luglio 2011 n. 31/11 : Sardegna Regionale MariXma (SAREMAR Spa). Approvato lo schema di "LeWera di patronage" inviata al Banco di Sardegna ai fini della concessione del fido temporaneo con scadenza novembre 2011 autorizzato con Delibera 23/2 dell'11 maggio Si osserva anzituwo che la iniziatva di gestre per tre mesi, tramite SAREMAR, i collegament di cabotaggio, prescindendo dalle buone intenzioni, non solo non è adeguata, sia per la durata che i mezzi impiegav, a risolvere il trasporto di persone e di merci, ai fini di una reale integrazione, a pari condizioni, con gli altri territori, ma presenta inoltre altre problemavche che meriterebbero un ulteriore approfondimento. Appare inoltre insufficiente a risollevare la stagione turisvca in corso e, in ogni caso, non è finalizzata ad allungare la stagione stessa. RelaVvamente alla insufficienza di cui sopra, l'analisi delle tavole TAVV. 16 e 17, in cui abbiamo riportato le carawerisvche delle navi noleggiate da SAREMAR e la distanza in miglia tra i vari porv con indicata la velocità di crociera in nodi (tra parentesi) necessaria per effewuare il viaggio di andata e ritorno nelle 24 ore inclusive delle operazioni di ormeggio e disormeggio, sbarco e imbarco passeggeri e veicoli,34forniscono alcune indicazioni. Le navi, desideriamo chiarirlo, sono nuove ma costruite per le autostrade del mare, cioè prevedendo un trasporto prevalente di mezzi industriali accompagnav, e non di passeggeri che sicuramente, è correwo evidenziarlo, non potranno disporre di superfici, servizi e sistemazioni di un traghewo costruito prevalentemente per il servizio passeggeri 35. Per il calcolo del bunker abbiamo considerato un consumo di 3,2 tonnellate/ora e 98 ore di moto settimanali (6,5x 2=13 +1 ora banchina) per G.Aranci/Civitavecchia e 92 ore di moto (11x2= ora banchina) per Porto Torres/Vado. Nella realtà l'incidenza per la corsa da Porto Torres è ancora più elevata in quanto la nave che sosta più in banchina deve comunque tenere accesi i generatori) 34 Abbiamo considerato una nave con capacità di 850 passeggeri, 300 auto al seguito o 2250 ml di garage ed ipotizzato in 03 ore e 30 minuti il tempo necessario per operazioni di ormeggio, disormeggio, sbarco ed imbarco passeggeri e veicoli in ciascuno dei porti capolinea 35 Cfr.: Proteste e tensioni sulla linea Golfo Aranci-Ciitavecchia. Troppi in piedi sulla Scintu, La Nuova Sardegna, 7 agosto

15 Nave Lungh. Mt Borja Dos Akeman Syreet TAV SAREMAR: caraueristche della navi noleggiate Larg. TSL Pass. Garage Cabine Velocità mt Max. Ml36 N Max nodi 25, , Porto C/vecchia Olbia 125 mg (14,7) 120 (14,11) 171 (20,11) G.Aranci Porto Torres TAV Distanza in miglia tra alcuni port italiani Napoli La Massa Livorno Genova Spezia Carrara (25,64) (23,05) (22,58) (19,41) (25,52) (25,05) (22,47) (22) (18,82) (24,94) (33,05) (25,05) (24,94) (22,47) (25,17) Potenza Motori Kw Anno varo Savona Piombino 221 (26,00) 216 (25,41) 207 (24,35) 130 (15,29) 125 (14,70) 162 (19,05) InfaX, anche tenute presenv le altezze significavve d'onda del Mediterraneo e gli scali marixmi della penisola preferiv (Genova, Civitavecchia e Livorno), si evidenzia che, considerando una velocità di esercizio entro i 20/21 nodi al fine di contenere i consumi e le emissioni, le navi impiegate sulle possibili trawe potrebbero avere le seguenv frequenze sexmanali oxmali: giornaliera sulla Olbia- Golfo Aranci con Civitavecchia, in quanto esiste un largo margine di tempo per effewuare il viaggio di andata e ritorno nelle 24 ore; giornaliera sulla Olbia - Golfo Aranci con Piombino o Livorno, in questo caso sulla trawa con Livorno deve però essere mantenuta una velocità già superiore ai 20 nodi; trisevmanale ad orario fisso sulla Porto Torres Genova o Savona (Vado Ligure) o quadrisevmanale con un giorno variabile. Ne consegue che, avendo individuate quali trawe oxmali quelle di Golfo Aranci Civitavecchia e Porto Torres Vado Ligure, nei 92 giorni di axvazione del servizio, pur considerando un load factor pari al 100% sia in arrivo che in partenza, le navi noleggiate potrebbero trasportare al massimo passeggeri (TAV. 18 e 19). Un traffico svmato di fawo irraggiungibile tenuto conto che il load factor nei mesi esvvi in quesv ulvmi anni, nel mese di punta, non ha comunque superato il 70%. Un movimento ovmale può quindi realisvcamente essere ipovzzato aworno ai 150 mila passeggeri, cioè circa il 5% del movimento complessivo degli scali del nord Sardegna (Porto Torres, Golfo Aranci, Olbia) con i porv di Genova e Civitavecchia ed appena il 3,3% di quello globale, incluso cioè anche quello realizzato, sempre nei mesi esvvi, sulle trawe Golfo Aranci- Olbia Livorno e Olbia Piombino. Attracchi all'isola Bianca (Fonte: rete) 36 Posti auto n. 350.

16 Tav SAREMAR: orario previsto sulle corse G.Aranci/C. Vecchia e Porto Torres/Vado Periodo G.Aranci Arrivo G.Aranci Partenza C/Vecchia arrivo 15/6-14/8 Giornaliera 15/8-15/9 Giornaliera C/vecchia partenza P.Torres arrivo Mar/Gio/Sab Domenica Mar/Gio/Sab Domenica P.Torres partenza Mar/Gio/Dom Sabato Mar/Gio/Sab Domenica Vado arrivo Lun/Mer/Ven Domenica Mer/Ven/Dom Lunedì Vado partenza Lun/Mer/Ven sabato Lun/Mer/Ven domenica 22/6-15/8 22/6-15/8 16/8-15/9 16/8-15/9 Tav. 19 Numero massimo di passeggeri trasportabili dal 15 giugno al 5 seuembre Nome nave Borja Dos (DIMONIUS) Akeman Street (SCINTU) Totali Passeggeri trasportabili 878x2 Numero corse 92 Totale passeggeri x Sarebbe comunque una percentuale significavva che tuwavia, ragionevolmente, riteniamo sia difficile da conseguire per i tempi troppo ristrev nella programmazione, per la limitata durata del progewo che non consente di chiudere accordi con importanv tour operator, per la mancanza di una adeguata e capillare struwura commerciale ed infine perché non è comunque facile organizzare ed offrire un servizio di qualità in tempi così limitav, anche perché avrebbe richiesto la disponibilità di risorse 37 per mewere in linea navi più capaci per i passeggeri e merci. Gli altri aspex da approfondire e chiarire, cui abbiamo fawo cenno in precedenza, sono: quali influenze potrà avere l'iniziavva di gesvone in house dei collegamenv di cui trawasi nel processo di privatzzazione di Saremar anche in riferimento ai tempi di conclusione del processo stesso, riavviato con Delibera della Giunta Regionale n. 6/8 dell'8 febbraio 2011, in adempimento dell'accordo di Programma svpulato tra il Governo e la Regione Sardegna il 3 novembre 2009 e dei tempi previsv dalla L. n. 163/2010 all'art. 1 comma 5bis lewera c 38. Si precisa che per garanvre il livello dei servizi erogav previsv nel ContraWo di Servizio lo Stato erogherà per ciascuno dei dodici anni di prevista durata del contrawo stesso. le misure da assumere sia nel caso l'iniziavva mostrasse difficoltà per garantre alla chiusura lo equilibrio finanziario indicato nella Delibera n. 20/57 sia conseguisse un risultato ovmale. E' infax evidente che il pareggio, tenuv presenv i cosv (a quelli indicav nella TAV. 15 vanno Cfr.: Delibera Giunta Regionale 23/2 del 12 maggio 2011, avente come oggetto SAREMAR Spa. Ricorso ad anticipazioni finanziarie, nella quale si autorizza Saremar a chiedere un fido temporaneo per un importo non superiore ai 3 milioni di euro. 38 Si riporta la lettera c) Le Regioni Sardegna, Toscana, Lazio e Campania completano le rispettive procedure di privatizzazione nel più breve tempo ed in ogni caso non oltre la conclusione della procedura competitiva di cui alla lettera b). La procedura si riferisce chiariamo - alla privatizzazione di Tirrenia di Navigazione Spa e della Siremar - Sicilia regionale marittima Spa. 37

17 aggiunv quelli amministravvi, di bigliewazione, e di scalo) non è impresa facile; nella ipotesi comunque di un risultato posivvo, l'awuale mercato ne risulterebbe influenzato ed i mancav introiv potrebbero far optare i vewori privav per una sospensione delle linee, nel periodo invernale, per evitare o limitare le perdite di esercizio 39 con pesanv effex sulla qualità della vita e del mercato. Al riguardo l'andamento negavvo del traffico passeggeri di quesv primi mesi negli scali del nord Sardegna è un segnale preoccupante mentre per le merci, nonostante il minor numero di automezzi commerciali, non si registrano uguali segnali; un fawo posivvo quest'ulvmo in quanto significa un miglioramento della logisvca anche se si traduce in minori metri lineari da imbarcare e conseguentemente minori entrate per i vewori; Cargo in navigazione (Fonte: rete) il trasporto merci a cui è stata data una risposta del tuwo insufficiente; inoltre è stato inspiegabilmente penalizzato in quanto, pur avendo noleggiato navi costruite per il trasporto merci con oltre metri lineari di garage, è stato scelto lo scalo di Golfo Aranci dove non è consenvto lo sbarco e l'imbarco di mezzi non guidav. Una scelta che, nel caso l'operavvità si protragga anche nei mesi invernali 40, deve essere necessariamente rivista in quanto il traffico gommato (veicoli industriali) risulterà determinante per tentare di far quadrare i cosv. i rapport Stato- Regione i materia di contnuità territoriale marivma dei passeggeri e merci41. Accade infax che SAREMAR, che è previsto operi solo nel mesi più reddivzi, effewuando il c.d. market skimming, non solo è entrata in concorrenza con i privav, come innanzi indicato, ma anche con la stessa Tirrenia che anche nei prossimi owo anni dovrebbe godere di contribuv pubblici di ben 72,6 milioni di euro annui, soprawuwo per svolgere collegamenv con la Sardegna. La situazione rischia inoltre di complicarsi ulteriormente qualora, come è venvlato da molv e peraltro esplicitamente indicato come possibile obiexvo dalla Giunta42, la Regione Sardegna acquisisse il 10/25% di CIN 43. Infine, CIN non solo contesta la concorrenza SAREMAR ma rivene che questa concorrenza renda necessaria una revisione, in diminuzione del prezzo convenuto44. Appare comunque evidente che l'azione intrapresa dalla Regione, cui si deve comunque riconoscere in concorso col crollo delle prenotazioni un effewo di calmierazione delle tariffe, è desvnata ad ampliarsi fino ad un possibile ricorso della Regione contro la privavzzazione stessa se la Sardegna non avrà parte axva nella vendita e acquisizione Tirrenia 45. Cfr.: La Nuova 5 maggio 2011 Onorato attacca la Regione: "Traghetti flop". In chiusura dell'articolo viene riportata la seguente dichiarazione dell'armatore Vincenzo Onorato ai politici ripeto vergogna e non lamentatevi se poi il 30 settembre chiuderemo le linee per l'inverno. 40 A Videolina, durante la trasmissione Monitor del 23 giugno 2011, il Presidente Cappellacci ha affermato: Oggi, ad esperimento avviato, credo di poter dire che ci sono le condizioni per poterlo fare tutto l'anno 41 Cfr.: Intesa istituzionale di Programma Stato-Regione Sardegna firmata il e successiva del Tra i settori di intervento è indicato quello dei trasporti esterni e continuità territoriale. 42 Cfr.: Delibera Giunta n. 26/11 del , pag. 2, terzultima riga [...]individuando le iniziative e le azioni più appropriate per la salvaguardia degli interessi della Regione, incluse eventualmente modalità di acquisizione della Società medesima. La flotta non basta, ora si punta alla Tirrenia, Sardegna 24, 16 luglio Cfr.: Tirrenia, prove di accordo tra CIN e la Regione Sardegna, Il Messaggero, pag. 19, 3 giugno Cfr.: R.del Forcade, Privatizzazioni. Procedura a un passo dal fallimento. L'acquirente contesta la concorrenza di Saremar. A rischio la cessione di Tirrenia. Verso un rinvio della firma del contratto da parte della cordata CIN, Il Sole 24 ORE, pag. 27, Cfr.: Tirrenia. Regione pronta a impugnare privatizzazione. Solinas: noi in forza dello Statuto abbiamo diritto all'acquisizione, Ansa Cagliari, 25 giugno 2011; Vendita Tirrenia, l'italia rischia di finire nel mirino della UE, La Nuova Sardegna, 23 luglio

18 L'alternaVva possibile potrebbe essere quella della acquisizione da parte della Regione di una quota del capitale di CIN (15/25%) ma con un ruolo axvo e di indirizzo riconosciuto per quanto riguarda linee, navi impiegate, prezzi e sistemi di collegamento che riguardano la Sardegna 46; un potere di veto sulle scelte industriali che gli armatori, almeno fino ad oggi, non hanno accewato 47. Ipotesi quelle sopra indicate tuwe ormai superate dalla vendita, avvenuta il pomeriggio del 25 luglio 2011, che ha ignorato completamente la Regione 48per cui il Presidente Cappellacci ha annunciato ricorsi dinanzi alla Corte CosVtuzionale e Commissione Europea 49. Specificatamente per le tariffe, che saranno previste dalla nuova Convenzione, è opportuno chiarire che qualsivoglia agevolazione non potrà comunque eliminare alcuni inconvenienv legav alla insularità (impossibilità di uvlizzare mezzi propri in caso di soppressione dei servizi - necessità di programmare il viaggio parvcolarmente nei periodi di punta esvvi e/o ricorrenze fesvve natalizie e pasquali - minore frequenza dei servizi, minore velocità di trasporto 50 che si abbassa ulteriormente per effewo dei tempi morv di preimbarco e sbarco - non coincidenza dell inizio o fine viaggio col porto - maggiori disagi connessi alla traversata marixma e non solo per le avverse condimeteo 51- difficoltà di accesso alla mobilità per persone con disabilità o con mobilità ridowa - problemi di imbarco e sbarco dei passeggeri con bagagli - controllo dei movimenv 52, eccetera) e tanto meno garanvre in tempi brevi una penetrabilità territoriale generalizzata da e verso la desvnazione finale. In ogni caso, per rafforzare i dirix dei passeggeri e degli utenv del trasporto più in generale, sembra opportuno ricordare che i provvedimenv assunv da una Autorità individuale in materia tariffaria, parvcolarmente se riferiv a servizi gravav da oneri di servizio pubblico o comunque svolv in condizione di monopolio di fawo, acquisiscano il prevenvvo parere della Regione ai sensi del combinato disposto degli arvcoli del DPR n. 348, norma che appare rafforzata alla luce delle nuove competenze assegnate alle Regioni dall art. 117 della CosVtuzione e dalla L.296/ Si ricorda infine che in materia tariffaria e di regolamentazione economica dei sewori di pubblica uvlità e degli obblighi di servizio pubblico il CIPE, i Ministri ed i PresidenV delle Regioni possono richiedere che il Nucleo di consulenza per l awuazione delle linee guida per la regolazione dei servizi di pubblica uvlità (NARS) esprima il proprio parere in merito.54 Un obiexvo, quello della tutela dei passeggeri che viaggiano via mare, fortemente condiviso a livello europeo ed oggewo anche per il sewore marixmo della adozione del Regolamento n. 1177/2010 per disciplinare i seguenv aspex: accessibilità, non discriminazione ed assistenza alle persone con disabilità55 o mobilità ridowa, obblighi dei vewori in caso di interruzione del viaggio per cancellazione o ritardo, obbligo di informare i passeggeri dei loro dirix, trawamento dei reclami. Recentemente l'unione Europea ha deciso l'adesione alla Convenzione di Atene 56 relavva al trasporto passeggeri e dei loro bagagli; convenzione non applicabile al cabotaggio. Con l'occasione, a livello nazionale, sarebbe opportuno adeguare l'irrisorio limite risarcitorio previsto dall'art. 423 del Codice della Navigazione. 57 Cfr.: Vado Ligure. Caro traghetti. Inaugurato il collegamento Liguria Sardegna, Ansa, 22 giugno Cfr.: Tirrenia, la battaglia per i "pieni poteri": Cappellacci rassicura il PSD'AZ: non cediamo. Ma il PD accusa: Confusione forza 9, La Nuova Sardegna, 24 luglio Cfr.: Tirrenia passa alla Cordata CIN, Il Sole 24 Ore, ; Tirrenia, schiaffo all'isola. Compagnia venduta a Onorato e soci, regione ignorata, La Nuova Sardegna, Cfr.: Regione Autonoma della Sardegna, Comunicato del 26 luglio 2011: Tirrenia, Cappellacci: mobilitazione comune contro sopruso a danno dei sardi. 50 Le navi impiegate sui collegamenti di cabotaggio esterno mantengono mediamente la velocità di circa 18 nodi pari a 33,336 chilometri. 51 Si cita ad esempio la necessità di condivisione di una cabina quadrupla sia per risparmiare che per mancanza di posti cabina. 52 La Direttiva 98/41/CE del prevede la registrazione dei passeggeri per ogni nave da passeggeri che effettua viaggi di distanza superiore alle venti miglia. 53 Cfr.: L n. 296 art. 1 comma 837 che ha trasferito alla Regione le funzioni relative alla continuità territoriale 54 Cfr.: DPCM 25 novembre L Italia con L. 3 marzo 2009 n. 18 ha ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a New York il La Convenzione di Atene del 1974, non ratificata dall'italia, è stata modificata dal Protocollo , Protocollo e più recentemente Protocollo Cfr.: Sentenza Corte Costituzionale n

19 PrivaTzzazione Tirrenia di Navigazione Spa Si ricorda che Tirrenia S.p.a svolge axvità di servizio pubblico, collegamenv con le isole, in conformità alla convenzione svpulata con lo Stato il 30 luglio 1991, della durata di venv anni decorrenv dal 1 gennaio 1989, oggi in regime di prorogaso, ex art. 1 comma 5- bis lewera d) D.L. n. 125/2010 convervto L.163/201058, per garanvre la convnuità del servizio pubblico nel rispewo del limite delle risorse finanziarie fissate in 72,6 milioni di euro. A fronte dei servizi resi in regime di servizio pubblico lo Stato ha corrisposto, ex post, alla Società una sovvenzione annua di equilibrio formulata e determinata secondo i criteri indicav negli arvcoli 5 e 6 della Convenzione stessa.59 Al fine di pervenire alla completa liberalizzazione del cabotaggio è stata esperita la procedura di privavzzazione60 del soggewo pubblico esercente questa axvità, la Tirrenia (ex art. 1 comma 998 L. n. 296/2006 Finanziaria 2007 e s.m.i), con affidamento ai soggex aggiudicatari, per un periodo di owo anni, anche del compito di svolgere i collegamenv in regime di servizio pubblico con garanzia della relavva sovvenzione che però non potrà superare i 72,686 milioni di euro 61. L'importo della sovvenzione sarebbe stato determinato tenendo conto dell'analisi dei dav storici con riferimento alla scenario futuro di axvità e cosv ammessi, che dunque includono già valutazioni di efficienza e di economicità.62 Una "dote pesante" che riteniamo dovrebbe essere invece assegnata tramite gara internazionale, una volta preventvamente definit gli obblighi di servizio pubblico, su ciascuna traua considerata, nel rispeuo della normatva comunitaria63. Brevemente, la liberalizzazione del cabotaggio marixmo agli armatori comunitari che impieghino navi comunitarie, seppure realizzata in modo progressivo da alcuni StaV, è avvenuta con l'adozione da parte del Consiglio Europeo (ex art comma TFUE) del Regolamento (CEE) n. 3577/92 del che disciplina la libera prestazione dei servizi ai trasporv marixmi (cfr.: art. 58 TFUE), ed in parvcolare il cabotaggio con le isole 64. Sono soggex all'operavvità del suddewo Regolamento i servizi prestav dietro compenso che hanno per oggewo il trasporto via mare di passeggeri e merci tra due luoghi situav nel territorio di uno Stato membro. Gli aiuv di Stato concessi al cabotaggio sono misure che possono incidere sugli scambi tra gli StaV membri e la Commissione deve stabilire se queste compensazioni possano o meno concedere un vantaggio ai beneficiari e ricadere quindi nell'ambito di applicazione dall'art. 107 del TFUE 65 Il Regolamento n. 3577/92, entrato in vigore il 1 gennaio 1993, concernente l'applicazione del principio della libera prestazione dei servizi ai trasporti marittimi fra Stati membri, all'art. 4 comma 3 ha previsto I contratti di servizio pubblico esistenti rimangono in vigore fino alle rispettive date di scadenza. La convenzione Tirrenia scadeva il per cui la Commissione Europea in data ha formalmente inviato all'italia una lettera di messa in mora per violazione dell'art. 4 del Regolamento in ragione delle proroghe accordate. 59 Le risorse necessarie a garantire il livello dei servizi erogati sulla base della convenzione in vigore sono state individuate in ,00 (art. 19 ter comma 16 D.L. n. 135/2010 convertito L. n. 166/2010). 60 Ai fini dell'osservanza delle norme comunitarie è irrilevante che l'operatore del servizio pubblico sia pubblico o privato. 61 D.L n. 135 convertito L n. 166 art. 19 ter. 62 Cfr.: Corte dei Conti, Sezione del controllo sugli Enti, Determinazione n. 63/ Cfr.: AGCM, Segnalazione n. 31 del , Segnalazioni: obblighi di servizio pubblico e concorrenza nei golfi di Napoli e Salerno ; G. Pica, L'Alitalia dei Mari. La lunga privatizzazione di Tirrenia, Istituto Bruno Leoni Torino, U.Aime, Tirrenia non può vendere le rotte. Massimo Deiana, preside di giurisprudenza, svela i retroscena del bando, La Nuova Sardegna, ; IX Commissione permanente della Camera dei Deputati. Seduta del , Audizione informale Commissario straordinario per la gestione di Tirrenia di Navigazione Spa sugli ulteriori sviluppi del processo di privatizzazione del Gruppo. 64 Cfr.: R.D n. 327(Codice Navigazione) articolo 224, come sostituito dall'art. 7 DL n. 457/1997 convertito L.30/

20 Il Regolamento prevede, tra l altro, che la libera prestazione dei servizi di cabotaggio con le isole possa essere limitata dalla imposizione di norme sull'equipaggio (art. 3) e di obblighi di servizio pubblico (OSP, art. 4). Il Regolamento offre cioè agli StaV membri la possibilità di organizzare, in modo compavbile, intervenv sul mercato mediante restrizioni all'accesso al mercato stesso o finanziamenV legav all'imposizione di obblighi di servizio pubblico agli armatori. Gli obblighi di servizio pubblico, che debbono essere tassavvamente precisav in anvcipo 66 e riferirsi ai porv che debbono essere serviv, regolarità e frequenza 67, convnuità, capacità di fornitura del servizio, tariffe richieste ed equipaggi della nave, sono imposv dagli StaV membri, comprese dove opportuno le Autorità regionali e locali, per garanvre adeguav servizi di trasporto marixmo per una data isola, in Navi traghetto in servizio (Fonte: rete) modo da soddisfare le esigenze di sviluppo economico e sociale della stessa; servizi che gli armatori diversamente non fornirebbero o non assumerebbero nella stessa misura né alle stesse condizioni. Si evidenzia che: qualsiasi compenso dovuto per OSP, se previsto, deve essere reso disponibile a tux gli armatori comunitari; qualsiasi intervento relavvo ad un OSP deve essere finalizzato a garanvre adeguav servizi di trasporto ma non deve spingersi oltre il necessario per evitare distorsioni della concorrenza. E' necessario infax chiarire il perimetro degli OSP, disvnguendo la convnuità territoriale (passeggeri e merci) da altri obiexvi perseguiv dal decisore polivco. Qualora gli OSP, che si applicano a tux gli armatori che intendono servire una rowa, non siano sufficienv a soddisfare le esigenze essenziali di trasporto, il Regolamento prevede la possibilità di svpula di un "ContraWo di servizio pubblico" (CSP, art. 2 punto 3) per fornire alla collexvità un servizio di trasporto adeguato. L'art. 4 comma 1 del Regolamento consente inoltre allo Stato membro, per una stessa linea, di imporre OSP ad imprese di navigazione e svpulare in maniera concomitante con altre imprese contrax di servizio pubblico68. Si osserva che, mentre per quanto concerne gli OSP il Regolamento fornisce un elenco esausvvo dei requisiv che possono essere introdox, nel caso di CSP fornisce una indicazione lasciando agli StaV membri la possibilità di prevedere altri requisiv69; in ogni caso i parametri per il calcolo della compensazione debbono essere fissaV nel momento del lancio della gara di appalto 70. Il Regolamento non indica alcuna durata massima del contrawo, tuwavia, secondo la Commissione 71, un contrawo di durata superiore ai 6 anni potrebbe non soddisfare il requisito della proporzionalità in quanto potrebbe rischiarsi un monopolio; altro aspewo non contrario al diriwo comunitario è il raggruppamento delle linee purché non dia adito a discriminazioni. Nel caso di raggruppamento gli esercenv sono tenuv però ad adoware un sistema di contabilità analivca che indichi anche i centri di costo e di ricavo relavvi a ciascuno dei collegamenv.72 Infine il Regolamento dispone (ex art. 9) che prima di adoware disposizioni legislavve, regolamentari ed amministravve gli StaV membri consulvno la Commissione e comunichino a questa ulvma le disposizioni adowate.73 In ogni caso la Finanziaria ha previsto che le Convenzioni siano novficate alla Commissione per la verifica della compavbilità col regime comunitario Cfr.: Commissione Europea COM(2011)146; M.Bertuccelli, Libera prestazione dei servizi ai trasporti marittimi. Cabotaggio marittimo e continuità territoriale. Normativa comunitaria, Istituto delle Civiltà del Mare, n Sentenza della Corte di Giustizia , causa C-205/99 Cabotaggio marittimo spagnolo. 67 I requisiti riguardanti regolarità e frequenza del servizio possono essere soddisfatti collettivamente da tutti gli armatori che servono la rotta. 68 Cfr.: Commissione Europea COM(2003) CIPE, Deliberazione n. 111/2007 con la quale ha approvato il documento Criteri per la determinazione degli oneri di servizio pubblico e delle dinamiche tariffarie nel settore dei servizi di cabotaggio marittimo di pubblico interesse 70 Cfr.: Commissione Europea C(2007)1675 del , comma Commissione Europea COM(2003)595 del punto CIPE deliberazione n. 111/2007- Commissione Europea Decisione (2001/851/CE) del , articolo 4. 65

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

www.grimaldi-lines.com

www.grimaldi-lines.com www.grimaldi-lines.com GRIMALDI LINES / LE NAVI 2 www.grimaldi-lines.com GRIMALDI LINES / LE NAVI CRUISE ROMA CRUISE BARCELONA Cruise Ferry costruiti nel 2008 55.000 tonnellate di stazza lorda Lunghezza

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 A cura dell Avv. Laura Lunghi *** Nel corso del 2009, il Governo italiano ha continuato ad agire nell ambito di un azione concertata

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 Oggetto: Aiuto di Stato N 540/2009 - Francia Proroga dell aiuto NN 155/2003 Realizzazione di un servizio sperimentale di autostrada ferroviaria e Aiuto

Dettagli

Autostrade del Mare 2.0. Risultati, criticità, proposte per il rilancio

Autostrade del Mare 2.0. Risultati, criticità, proposte per il rilancio Autostrade del Mare 2.0 Risultati, criticità, proposte per il rilancio 2 APRILE 2014 Il presente rapporto è stato redatto da Andrea Appetecchia (Isfort) al termine di un itinerario di approfondimento sul

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 24 gennaio 2011, n. 20: Regolamento recante l'individuazione della misura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti di cui devono dotarsi gli impianti destinati allo stoccaggio, ricarica, manutenzione,

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura

Irepa Informa. Anno 2 Numero 2 2 Trimestre 2009. Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Irepa Informa Anno 2 Numero 2 2 Trimestre Analisi trimestrale per il settore della pesca e acquacoltura Le dinamiche congiunturali del secondo trimestre Nel secondo trimestre, i principali indicatori congiunturali

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE Per "costo di esercizio del veicolo", è inteso l'insieme delle spese che l'automobilista sostiene per l'uso del veicolo, più le quote di ammortamento (quota capitale e quota

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

costo carburante per km incidenza = ------------------------------------------------------------- x 100 altri costi + costo carburante per km

costo carburante per km incidenza = ------------------------------------------------------------- x 100 altri costi + costo carburante per km Costi di esercizio dell impresa di autotrasporto per conto di terzi costi minimi di esercizio che garantiscano il rispetto dei parametri di sicurezza (Articolo 83 bis, commi 1 e 2, commi 4 e 4-bis della

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DECRETO n. 429 del 15 dicembre 2011 Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2012 IL MINISTRO

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

1 di 5 14/04/2011 19.22

1 di 5 14/04/2011 19.22 1 di 5 14/04/2011 19.22 testata Direttiva nâ 6/2011 Il presente questionario à finalizzato a rilevare le modalitã di gestione finanziaria e logistica della flotta di rappresentanza e del parco macchine

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale

Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale Se spengo, non spreco e non spendo! Relazione finale La Settimana dell Educazione all Energia Sostenibile Dal 6 al 12 novembre si è celebrata la Settimana Nazionale dell Educazione all Energia Sostenibile,

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN **

** NOT FOR RELEASE OR DISTRIBUTION OR PUBLICATION IN WHOLE OR IN PART INTO THE UNITED STATES, AUSTRALIA, CANADA OR JAPAN ** Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. approva il Bilancio Consolidato Intermedio al 31 marzo 2015: Traffico passeggeri in crescita del 4,5% nel primo trimestre

Dettagli

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA

PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Indice generale Indice generale... II Introduzione...- 5 - Perché un Piano Strategico Nazionale

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli