COMUNICATO STAMPA. Informativa mensile ai sensi dell art. 114, comma 5, D.Lgs n.58/98

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICATO STAMPA. Informativa mensile ai sensi dell art. 114, comma 5, D.Lgs n.58/98"

Transcript

1 COMUNICATO STAMPA Informativa mensile ai sensi dell art. 114, comma 5, D.Lgs n.58/98 Milano, 31 ottobre Pierrel S.p.A., con sede in Milano alla Via Palestro n. 6, in ottemperanza alla richiesta di diffusione mensile di informazioni al mercato ai sensi dell art. 114 del D.Lgs. N. 58/98 inviata da Consob il 27 giugno 2012, protocollo n COMUNICA LE INFORMAZIONI RIFERITE ALLA DATA DEL 30 SETTEMBRE 2013 POSIZIONE FINANZIARIA NETTA DEL GRUPPO PIERREL E DI PIERREL S.P.A., CON EVIDENZIAZIONE DELLE COMPONENTI A BREVE SEPARATAMENTE DA QUELLE A MEDIO-LUNGO TERMINE GRUPPO PIERREL PIERREL S.P.A. (Euro migliaia) 30-set ago set ago-13 A. Cassa B. Altre disponibilità liquide C. Titoli detenuti per la negoziazione D. Liquidità (A) + (B) + (C) E. Crediti finanziari correnti F. Debiti bancari correnti (11.399) (11.831) (4.766) (5.185) G. Parte corrente dell'indebitamento non corrente (6.788) (6.789) (4.513) (4.513) Passività direttamente associate alle attività non correnti G bis possedute per la vendita (1.202) (1.237) H. Altri debiti finanziari correnti (4.488) (7.046) (3.924) (5.872) I. Indebitamento finanziario corrente (F) + (G) + (H) (23.877) (26.903) (13.203) (15.570) J. Indebitamento finanziario corrente netto (I) - (E) - (D) (19.599) (20.650) (9.384) (11.350) K. Debiti bancari non correnti (2.350) (2.350) (2.350) (2.350) L. Obbligazioni emesse - M. Altri debiti non correnti (8.933) (8.899) (6.328) (6.304) N. Indebitamento Finanziario non corrente (K) + (L) + (M) (11.283) (11.249) (8.678) (8.654) O. Indebitamento Finanziario Netto (N) + (J) (30.882) (31.899) (18.062) (20.004) Di seguito si fornisce un commento alle principali componenti della posizione finanziaria, sia per la Capogruppo che a livello consolidato.

2 Pierrel S.p.A. La posizione finanziaria netta di Pierrel S.p.A. al 30 settembre 2013 è negativa per Euro migliaia. L indebitamento finanziario corrente netto, al 30 settembre 2013 ammonta ad Euro migliaia, in miglioramento di circa Euro migliaia rispetto al 31 agosto La liquidità passa da Euro migliaia al 31 agosto 2013 ad Euro migliaia al 30 settembre Il decremento pari ad Euro migliaia è dovuto principalmente al pagamento nel corso del mese di settembre delle ritenute operate su redditi di lavoro dipendente ed assimilati relative all anno 2012 pari ad Euro 943 migliaia, comprensivi di sanzioni e interessi, e ritenute operate su redditi di lavoro autonomo per i mesi da gennaio ad agosto 2013 pari ad Euro 70 migliaia, comprensivi di sanzioni e interessi. I crediti finanziari correnti, pari ad Euro 985 migliaia aumentano di Euro 927 migliaia e si riferiscono per Euro 885 migliaia alla Pierrel Research International AG e per Euro 42 migliaia alla controllata Pierrel Pharma S.r.l.. I debiti bancari correnti si decrementano di circa Euro 419 migliaia rispetto al 31 agosto Tale variazione è riconducibile principalmente agli incassi riferiti alle fatture cedute ad Unicredit Factoring S.p.A.. La parte corrente dell indebitamento non corrente, complessivamente pari a Euro migliaia, è invariata rispetto al mese precedente. Il dato include le quote dei finanziamenti concessi da Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. e Banca delle Marche S.p.A. che verranno a scadere nei prossimi 12 mesi, e l intero debito finanziario residuo nei confronti di Unicredit S.p.A., pari ad Euro migliaia, classificato a breve a seguito del mancato rispetto dei covenant finanziari. Si evidenzia che la voce include anche n. 17 rate scadute, per complessivi Euro 450 migliaia (totale quota a breve Euro 642 migliaia), del mutuo chirografario concesso da Banca delle Marche S.p.A. ed Euro 261 migliaia relativi alla rata del mutuo concesso da Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. scaduta il 7 aprile 2013 (totale quota a breve Euro 783 migliaia). Gli altri debiti finanziari correnti sono pari ad Euro migliaia, in diminuzione di circa Euro migliaia rispetto al 31 agosto Il decremento è riconducibile alla diminuzione dei debiti verso soci (circa Euro 274 migliaia) e dei debiti verso terzi (circa Euro migliaia), per effetto delle compensazioni effettuate in esecuzione degli impegni di sottoscrizione precedentemente assunti nei confronti della Società delle azioni rivenienti nell ambito del periodo di offerta in Borsa dell aumento di capitale per massimi Euro 24 milioni deliberato dall Assemblea straordinaria degli azionisti del 15 aprile 2013 e attualmente in fase di esecuzione (l Aumento di Capitale ). L importo complessivo residuo è composto principalmente dal debito per finanziamenti ricevuti dall azionista Fin Posillipo S.p.A. pari ad Euro migliaia, comprensivi di interessi maturati e non pagati alla data di riferimento, dal valore dei contratti derivati intrattenuti con Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. (il cui fair value è pari ad Euro 336 migliaia alla data di chiusura del periodo) e dalla quota a breve del debito verso Dentsply pari ad Euro migliaia, che include le rata di rebate pari a circa USD 335 migliaia scaduta il 15 febbraio

3 2013, la rata pari a circa USD 192 migliaia scaduta il 15 maggio 2013 e la rata di circa USD 107 migliaia scaduta il 15 agosto 2013, non ancora saldate alla data del presente comunicato. L indebitamento finanziario non corrente al 30 settembre 2013 è pari ad Euro e si incrementa di circa Euro 24 migliaia rispetto al dato del 31 agosto La variazione è interamente riconducibile all effetto dell attualizzazione della quota del debito verso Dentsply, con scadenza nel medio-lungo termine. La voce è composta dai debiti bancari non correnti che ammontano ad Euro migliaia, invariati rispetto allo stesso dato al 31 agosto 2013, e si riferisce esclusivamente alle quote a medio-lungo termine del mutuo ipotecario concesso da Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.. La voce altri debiti non correnti si riferisce esclusivamente all attualizzazione del debito finanziario, di originari USD 16,5 milioni, assunto da Pierrel S.p.A. in data 31 agosto 2006 nei confronti di Dentsply per finanziare l acquisto del sito produttivo di Elk Groove, successivamente dismesso nel Come da previsione contrattuale, il rimborso di tale debito avviene in rapporto alle forniture di merce da parte di Pierrel S.p.A. in favore di Dentsply. La durata residua del citato debito è prevista in circa 8 anni e la relativa quota a breve, calcolata in funzione degli ordini di produzione attesi per il 2013, al 30 settembre 2013 è stimata in Euro migliaia ed è classificata tra gli altri debiti finanziari correnti. Gruppo Pierrel In data 13 settembre 2013 Pierrel S.p.A. ha concluso positivamente l operazione di integrazione tra THERAMetrics holding AG ( THERAMetrics ) e la divisione Ricerca del Gruppo Pierrel, partecipando all aumento di capitale di THERAMetrics società svizzera attiva nel settore della ricerca farmaceutica, specializzata in nuove applicazioni di farmaci esistenti per la cura di malattie rare e le cui azioni sono quotate alla SIX Swiss Exchange,, mediante il conferimento, unitamente a Fin Posillipo S.p.A. (azionista di riferimento della Società, nonché alla data azionista di Pierrel Research International AG con una quota del 23,77% del relativo capitale sociale) del 100% del capitale sociale di Pierrel Research International AG, holding della Divisione Research del Gruppo Pierrel. La posizione finanziaria netta del Gruppo risente pertanto al 30 settembre 2013 della citata operazione di integrazione. La posizione finanziaria netta consolidata del Gruppo Pierrel al 30 settembre 2013 è negativa per Euro migliaia, in miglioramento di circa Euro migliaia rispetto al 31 agosto La differenza tra l indebitamento finanziario netto consolidato e quello della Capogruppo Pierrel S.p.A. si riferisce principalmente ai finanziamenti in capo alle società controllate Pierrel Pharma S.r.l. per Euro migliaia, Pierrel Research Italy S.p.A. per Euro migliaia, Pierrel Research Europe GmbH per Euro migliaia e Pierrel Research International AG per circa Euro migliaia. L indebitamento finanziario corrente netto consolidato è passato da Euro migliaia del 31 agosto 2013 ad Euro migliaia al 30 settembre 2013, con un decremento di circa Euro migliaia. La variazione è riconducibile alla Capogruppo per Euro migliaia come descritto in precedenza, ed alla Divisione Pharma per Euro 277 migliaia (per effetto di una maggiore liquidità dovuta agli incassi effettuati nel periodo), parzialmente compensata dall incremento registrato dalla Divisione

4 Ricerca per circa Euro 380 migliaia. A tale variazione contribuisce, inoltre, il gruppo THERAMetrics per circa Euro 115 migliaia positivi. La variazione della Divisione Ricerca deriva principalmente da una minore liquidità (Euro 873 migliaia rispetto allo stesso dato al 31 agosto 2013), da un aumento dei debiti bancari correnti per circa Euro 118 migliaia e da una riduzione degli altri debiti finanziari correnti per circa Euro 610 migliaia, per effetto dell accollo effettuato in data 9 settembre 2013 da parte della Capogruppo Pierrel S.p.A. con conseguente diritto di regresso nei confronti del debitore accollato di debiti finanziari contratti da Pierrel Research Italy S.p.A. nei confronti del dott. Luigi Visani per il medesimo importo di Euro 610 migliaia. Tale debito, unitamente ad ulteriori debiti contratti da alcune società del Gruppo nei confronti di Twiga Europe S.p.A. società controllata dal dott. Visani per un ammontare complessivo di Euro 310 migliaia, anch essi accollati dalla Capogruppo Pierrel S.p.A. in data 9 settembre 2013 (anche in questo caso con conseguente diritto di regresso nei confronti dei debitori accollati), sono stati successivamente estinti per compensazione con il prezzo di sottoscrizione delle azioni Pierrel sottoscritte dal dott. Visani e da Twiga Europe S.p.A. nell ambito dell Aumento di Capitale in esecuzione degli impegni irrevocabili di sottoscrizione precedentemente assunti La liquidità al 30 settembre 2013 è pari ad Euro migliaia. I debiti bancari correnti, oltre a quanto indicato alla medesima voce riferita alla Capogruppo Pierrel S.p.A., sono principalmente riconducibili: (a) al finanziamento concesso da Banca Popolare di Milano S.c.a.r.l. alla controllata Pierrel Pharma S.r.l., il cui importo residuo ammonta ad Euro migliaia, interamente classificato tra le passività a breve, trattandosi di linea di credito a revoca, ma il cui rimborso è previsto nel medio termine, (b) all esposizione della stessa Divisione Pharma verso Unicredit Factoring S.p.A. per Euro 45 migliaia, e (c) alla Divisione Research per Euro 938 migliaia, di cui Euro 823 migliaia riferiti alla controllata Pierrel Research Italy S.p.A.. La parte corrente dell indebitamento non corrente, pari ad Euro migliaia, è sostanzialmente invariata rispetto al mese precedente ed include Euro migliaia riferiti a Pierrel S.p.A., come sopra descritto in dettaglio; i residui Euro migliaia sono invece riferiti alla Divisione Research e, in particolare, alle quote in scadenza nei prossimi 12 mesi del finanziamento a medio-lungo termine sottoscritto da Pierrel Research Italy S.p.A. con Banca Popolare di Milano S.c.a.r.l.. Si segnala che l intero debito finanziario residuo nei confronti di Banca Popolare di Milano S.c.a.r.l. risulta essere classificato a breve a seguito del mancato rispetto dei relativi covenant finanziari. Si segnala che la posizione finanziaria netta del Gruppo al 30 settembre 2013 include il debito finanziario di Euro migliaia dovuto a Sparkasse, classificato come "Passività direttamente associabili alle attività non correnti possedute per la vendita". Tale finanziamento è assistito da ipoteca gravante sull immobile sito in Essen (Germania), per il quale nel mese di maggio 2013 la Pierrel Research Europe GmbH ha conferito ad una agenzia di real estate specifico mandato per la vendita; il rimborso del finanziamento è dovuto in caso di alienazione dell immobile. Il dato rispetto al 31 agosto 2013 si decrementa di Euro 35 migliaia. Gli altri debiti finanziari correnti, pari ad Euro migliaia, si decrementano di circa Euro migliaia rispetto al 31 agosto Tale variazione è riconducibile alla Capogruppo per Euro migliaia, come precedentemente descritto, ed alla Divisione Ricerca per circa Euro 610 migliaia per effetto principalmente dell accollo, sopra descritto, da parte della Capogruppo del debito finanziario maturato da Pierrel Research Italy S.p.A. nei confronti del dott. Luigi Visani.

5 L indebitamento finanziario non corrente a livello consolidato al 30 settembre 2013 è pari ad Euro migliaia, in diminuzione di circa Euro 34 migliaia rispetto al dato del 31 agosto Il decremento è riconducibile alla Capogruppo per Euro 24 migliaia e alla Divisione Ricerca per Euro 10 migliaia, dovuto principalmente alla contabilizzazione di alcuni interessi passivi maturati su finanziamenti in essere. Tale voce include i debiti bancari non correnti e si riferisce unicamente alle quote del mutuo ipotecario concesso da Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. alla Capogruppo (Euro migliaia). La voce altri debiti non correnti si riferisce per Euro migliaia al debito finanziario relativo al contratto Dentsply, già descritto in dettaglio nella parte del presente comunicato riferita a Pierrel S.p.A., e per Euro migliaia ai debiti finanziari della controllata svizzera Pierrel Research International AG nei confronti di Fin Posillipo S.p.A. e per Euro 31 migliaia al debito verso BCC Lease S.p.A.. POSIZIONI DEBITORIE SCADUTE DI PIERREL S.P.A. E DEL GRUPPO PIERREL, RIPARTITE PER NATURA (FINANZIARIA, COMMERCIALE, TRIBUTARIA, PREVIDENZIALE E VERSO DIPENDENTI) E LE CONNESSE EVENTUALI INIZIATIVE DI REAZIONE DEI CREDITORI (SOLLECITI, INGIUNZIONI, SOSPENSIONI NELLA FORNITURA, ETC.) NATURA DEL DEBITO SCADUTO GRUPPO PIERREL PIERREL S.P.A. (Euro migliaia) 30-set ago set ago-13 Debiti finanziari Debiti commerciali Debiti tributari Debiti previdenziali Debiti verso dipendenti TOTALE POSIZIONI DEBITORIE SCADUTE I debiti finanziari scaduti al 30 settembre 2013 relativi a Pierrel S.p.A. ammontano ad Euro migliaia e si riferiscono sostanzialmente a: n. 17 rate scadute del mutuo chirografario con Banca delle Marche S.p.A. per Euro 450 migliaia; n. 1 rata scaduta il 7 aprile 2013 del mutuo concesso da Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. pari a Euro 261 migliaia; n. 3 rate scadute riferite al rebate dovuto a Dentsply, di cui la prima scaduta il 15 febbraio 2013 pari a USD 335 migliaia, la seconda scaduta il 15 maggio 2013 pari a USD 192 migliaia e la terza scaduta il 15 agosto 2013 pari a USD 107 migliaia; n. 2 rate del finanziamento Unicredit pari ad Euro 162 migliaia cadauna e scadute rispettivamente in data 30 aprile 2013 e 31 luglio 2013; n. 2 rate della linea di credito a breve concessa da Unicredit Banca, pari ad Euro 250 migliaia cadauna, e scadute rispettivamente il 30 aprile 2013 ed il 31 luglio L importo residuo si riferisce a scoperti di conto corrente e a debiti originati da anticipi su fatture.

6 La medesima voce al 30 settembre 2013 riferita al Gruppo Pierrel si incrementa di circa Euro 772 migliaia. Tale voce, oltre a quanto sopra evidenziato con riferimento alla Capogruppo, comprende: Euro migliaia relativi a n. 3 rate del finanziamento erogato da Banca Popolare di Milano in favore della controllata Pierrel Pharma S.r.l., scadute il 31 marzo 2013, il 30 giugno 2013 ed il 30 settembre 2013; Euro 887 migliaia riferiti a n. 3 rate del finanziamento concesso da Banca Popolare di Milano S.c.a.r.l. in favore della controllata Pierrel Research Italy S.p.A., scadute il 31 marzo 2013, il 30 giugno 2013 ed il 30 settembre Nel corso del mese di marzo 2013 la Società ha richiesto a tutte le banche finanziatrici del Gruppo Pierrel la concessione di una moratoria sul rimborso dei debiti in essere per favorire la più efficiente esecuzione del Piano Industriale In particolare, Pierrel S.p.A. ha richiesto alle banche finanziatrici del Gruppo di aderire ad una moratoria per la sola quota capitale, scaduta e/o a scadere, fino al prossimo 30 aprile 2015, fermo restando la corresponsione degli interessi medio tempore maturandi, con previsione di rimodulare il rimborso a decorrere dal secondo trimestre 2015 e fino a tutto il secondo trimestre 2020, lasso temporale ritenuto più coerente con le previsioni reddituali e finanziarie del Gruppo. Tale richiesta dovrebbe permettere un ri-scadenziamento del debito bancario al 2015, comprensivo delle quote a lungo termine riclassificate a breve per effetto del mancato rispetto dei covenant finanziari previsti nei relativi contratti di finanziamento. Alla data del presente comunicato la Società non ha ancora ricevuto un riscontro formale dalle banche in quanto tale richiesta è ancora all esame dei massimi organi deliberanti delle stesse banche finanziatrici. Ciò non di meno si evidenzia che la Società sta beneficiando di uno stato di moratoria di fatto in quanto, sulla base di accordi verbali raggiunti da tempo con le banche finanziatrici, attualmente corrisponde al ceto bancario la sola sorta interessi dei finanziamenti, e non anche la sorta capitale. I debiti commerciali scaduti di Pierrel S.p.A. e del Gruppo Pierrel sono stati esposti al netto dei piani di rientro concordati con i fornitori e dei crediti vantati dalle società del Gruppo Pierrel nei confronti dei propri fornitori, mentre includono i debiti oggetto di contestazione con i fornitori e mostrano complessivamente un incremento di Euro 526 migliaia, derivante da un effetto combinato di un incremento di circa Euro 475 migliaia riconducibile alla Capogruppo, di un decremento di Euro 112 migliaia riferito alla Divisione Ricerca, da un decremento di Euro 31migliaia per la Divisione Pharma si e da un incremento pari a circa Euro 194 migliaia riferito al gruppo THERAMetrics. Relativamente alla Divisione Research, l importo dei debiti commerciali scaduti è sostanzialmente attribuibile alle controllate Pierrel Research International AG (Euro 789 migliaia), Pierrel Research Italy S.p.A. (Euro 885 migliaia) e Pierrel Research Europe GmbH (Euro migliaia). I debiti tributari del Gruppo Pierrel includono ritenute IRPEF operate a dipendenti sugli emolumenti corrisposti nel periodo intercorrente da gennaio 2013 ad agosto 2013, per un importo pari ad Euro 364 migliaia di competenza di Pierrel S.p.A., ed Euro 476 migliaia riferiti alla Divisione Ricerca, in diminuzione di circa Euro 698 migliaia rispetto al 31 agosto Tale riduzione è il risultato di un

7 effetto combinato tra la riduzione dei debiti in capo alla Pierrel S.p.A. per circa Euro 896 migliaia e l incremento della medesima voce riferito alla Divisione Ricerca e pari a circa Euro 198 migliaia. Nel corso del mese di settembre 2013, la Capogruppo Pierrel S.p.A. ha provveduto, entro il termine ultimo per avvalersi dell istituto del ravvedimento operoso, a versare le ritenute IRPEF riferite ad emolumenti dell anno 2012, per complessivi Euro 887 migliaia, e tutte le ritenute IRPEF operate su reddito di lavoro autonomo nell anno 2013, per Euro 66 migliaia, entrambi maggiorati di interessi e sanzioni. Gli importi più significativi al 30 settembre 2013 della Divisione Research si riferiscono principalmente a (i) Pierrel Research Italy S.p.A. per Euro 85 migliaia, di cui Euro 57 migliaia relativi al secondo acconto di imposta non versato ed Euro 28 migliaia relativi all IVA non versata da parte della medesima società, (ii) Pierrel Research International AG per Euro 82,30 migliaia relativi principalmente alla tassa sul capitale relativa all anno fiscale 2011 e 2012, e (iii) Pierrel Research Europe GmbH per Euro 308 migliaia (in aumento di circa Euro 219 migliaia, di cui Euro 111 migliaia relative ad imposte sulle retribuzioni ed Euro 118 migliaia relative ad IVA da versare). I debiti previdenziali scaduti del Gruppo Pierrel alla data del 30 settembre 2013 sono pari a Euro migliaia e si riferiscono a Pierrel S.p.A. per Euro migliaia, di cui Euro 999 migliaia relativi a contributi INPS non versati per il periodo da agosto 2012 ad agosto 2013 ed Euro 778 migliaia a contributi da versare a fondi di categoria (FONCHIM, PREVINDAI). Con riferimento ai citati contributi INPS a carico azienda ed in particolare a quelli dovuti per il periodo da agosto 2012 ad agosto 2013, si segnala che in data 11 ottobre 2013, Pierrel S.p.A. ha ricevuto dall agente per la riscossione Equitalia Nord S.p.A., la comunicazione di accoglimento dell istanza di rateizzazione, presentata lo scorso 20 giugno 2013, riferita a contributi INPS a carico azienda dovuti per il periodo da agosto ad ottobre 2012, pari ad Euro 224 migliaia. La rateizzazione è stata concessa in n. 72 rate mensili, di cui la prima con scadenza in data 8 novembre Nel corso del mese di settembre 2013, Pierrel S.p.A. ha provveduto ad estinguere integralmente le proprie posizioni debitorie verso l INAIL, con un versamento di circa Euro 20 migliaia, e verso il FASI, per circa Euro 7 migliaia. La differenza tra lo scaduto attribuibile a Pierrel S.p.A. e l importo riferito al Gruppo Pierrel è riconducibile alla Divisione Ricerca per Euro 103 migliaia, in aumento di circa Euro 36 migliaia rispetto al 31 agosto I debiti verso dipendenti sono pari ad Euro 25 migliaia, di cui Euro 8 migliaia in capo alla Pierrel S.p.A. ed Euro 17 migliaia relativi alla Divisione Ricerca. Il dato si incrementa di Euro 2 migliaia rispetto allo stesso valore al 31 agosto 2013 (la voce in capo alla Pierrel S.p.A. si riduce di Euro 3 migliaia mentre si incrementa di Euro 5 migliaia quella riferita alla Divisione Ricerca). Alla data del 30 settembre 2013 le società del Gruppo Pierrel hanno ricevuto solleciti di pagamento relativi a debiti sorti nell ambito dell ordinaria gestione amministrativa. A tale data, le principali iniziative di reazione dei creditori sono evidenziate nella tabella che segue, che ne riporta l ammontare e la natura:

8 TIPOLOGIA DELLE INZIATIVE DI REAZIONE DEI CREDITORI GRUPPO PIERREL PIERREL S.P.A. (Euro migliaia) 30-set ago set ago-13 Solleciti con messa in mora Decreti ingiuntivi di cui Opposti Assistiti da piano di rientro concordato Pignoramenti presso terzi AMMONTARE COMPLESSIVO Alla data del 30 settembre 2013 Pierrel S.p.A. ha ricevuto richieste per decreti ingiuntivi per complessivi Euro 440 migliaia, tutti oggetto di opposizione e/o trattativa. Non si segnalano sospensioni dei rapporti di fornitura tali da pregiudicare l ordinario svolgimento dell attività aziendale. Alla data del presente comunicato, oltre quanto indicato per la Capogruppo, non sono stati notificati decreti ingiuntivi alla Divisione Ricerca. Alla data del presente comunicato, così come al 30 settembre 2013, le Società del Gruppo non sono state oggetto di alcun pignoramento. I RAPPORTI VERSO PARTI CORRELATE DI PIERREL S.P.A. E DEL GRUPPO PIERREL Il Gruppo Pierrel intrattiene rapporti con parti correlate, avvenute a normali condizioni di mercato, tenuto conto delle caratteristiche dei beni e dei servizi prestati. Nella tabella che segue vengono riepilogati i valori economici e patrimoniali di Pierrel S.p.A. e del Gruppo Pierrel al 30 settembre 2013 derivanti da operazioni intercorse con parti correlate.

9 VALORI ECONOMICI GRUPPO PIERREL al 30 settembre 2013 PIERREL S.P.A. al 30 settembre 2013 (Euro migliaia) COSTI RICAVI COSTI RICAVI Bootes S.r.l Fin Posillipo S.p.A Berger Trust S.r.l. 8 8 International Bar Holding S.p.A Bioera S.p.A Mediolanum Farmaceutici S.p.A Luigi Visani Twiga Europe S.p.A. 2 3 Pierrel Research International AG - Pierrel Pharma S.r.l AMMONTARE COMPLESSIVO VALORI PATRIMONIALI GRUPPO PIERREL al 30 settembre 2013 PIERREL S.P.A. al 30 settembre 2013 (Euro migliaia) CREDITI DEBITI CREDITI DEBITI Ing. Canio Mazzaro M Consulting di Rosa Polosa & C Mazzaro Michele Bootes S.r.l. 6 Fin Posillipo S.p.A Berger Trust S.r.l. 1 1 International Bar Holding S.p.A. Bioera S.p.A Mediolanum Farmaceutici S.p.A. 2 2 Luigi Visani Twiga Europe S.p.A. 12 Pierrel Pharma S.r.l. 760 Pierrel Research International AG 886 Pierrel Research Europe GmbH Pierrel Manufacturing S.r.l. 4 AMMONTARE COMPLESSIVO Nel corso dell esercizio 2012 la società M Consulting S.a.s. di Rosa Polosa & C. e l ing. Canio Giovanni Mazzaro Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società, hanno sottoscritto un accordo di reversibilità per effetto del quale i compensi maturati per la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Pierrel S.p.A., devono essere corrisposti alla società M Consulting S.a.s. di Rosa Polosa & C. In data 30 settembre 2013 la M Consulting S.a.s. di Rosa Polosa & C. ha comunicato a Pierrel S.p.A. il subentro in alcune posizioni a debito dell ing. Canio Giovanni Mazzaro e del dott. Michele Mario Mazzaro complessivamente pari ad Euro 28 migliaia, nei cui confronti la Società risultava ancora

10 creditrice. In pari data, Pierrel S.p.A. e M. Consulting S.a.s di Rosa Polosa & C. hanno concordato la compensazione di tutti i crediti e debiti in essere tra le parti al 30 settembre 2013 e di estinguere il residuo debito a carico della Società, per complessivi Euro 46 migliaia, mediante compensazione del relativo ammontare con il prezzo di sottoscrizione (pari ad Euro 0,54 per azione) delle n azioni Pierrel sottoscritte da M. Consulting S.a.s. di Rosa Polosa & C. nell ambito dell Aumento di Capitale. Nel corso dell offerta in opzione dell Aumento di Capitale (iniziata il 22 luglio 2013 e conclusa il 9 agosto 2013) (l Offerta in Opzione), nel corso del quale l azionista Bootes S.r.l., società controllata dal Consigliere ing. Bifulco, ha esercitato n diritti di opzione e, per l effetto, sottoscritto n azioni ordinarie Pierrel di nuova emissione, per un controvalore complessivo di Euro Tale prezzo di sottoscrizione è stato pagato da Bootes S.r.l. (a) quanto ad Euro mediante compensazione automatica con il versamento in conto futuro aumento di capitale già effettuato dall azionista in data 4 marzo 2013 e imputazione automatica a capitale del relativo importo, (b) quanto ad Euro mediante compensazione, per un ammontare corrispondente, con i crediti vantati nei confronti della Società per il finanziamento precedentemente erogato dall azionista a fronte del contratto sottoscritto in data 24 maggio 2013, comprensivi di interessi sugli stessi maturati alla data, per gli emolumenti maturati sino al 30 giugno 2013 dall ing. Bifulco in qualità di consigliere di amministrazione della Società (importi da corrispondersi a Bootes S.r.l. in virtù di un accordo di reversibilità sottoscritto tra l ing. Bifulco e la stessa Bootes S.r.l.) e per alcune attività di consulenza prestate dall azionista in favore della Società nell ambito delle negoziazioni con THERAMetrics, e (c) quanto alla residua parte di Euro , mediante pagamento in denaro. Successivamente, nell ambito dell offerta in Borsa dei diritti di opzione non esercitati dagli azionisti, iniziata il 2 settembre 2013 e conclusasi il 6 settembre 2013, l azionista Bootes S.r.l. ha sottoscritto ulteriori n azioni Pierrel mediante l acquisto di diritti sul mercato e con pagamento in denaro del relativo prezzo di sottoscrizione. Infine, facendo seguito a quanto deliberato in data 27 settembre 2013 dal Consiglio di Amministrazione di Pierrel S.p.A., in data 3 ottobre 2013, durante il periodo di private placement dell Aumento di Capitale, l azionista Bootes S.r.l. ha sottoscritto ulteriori n azioni Pierrel e il relativo prezzo di sottoscrizione è stato pagato mediante compensazione, per un ammontare corrispondente, con i crediti vantati nei confronti della Società per gli emolumenti maturati dall ing. Bifulco nel corso dell esercizio 2009 e nel periodo dal 1 luglio 2013 al 30 settembre 2013 in qualità di consigliere di amministrazione della Società e di membro del Comitato per le Parti Correlate (importi da corrispondersi a Bootes S.r.l. in virtù del predetto accordo di reversibilità sottoscritto tra l ing. Bifulco e la stessa Bootes S.r.l.). Per effetto di quanto indicato in precedenza, l azionista Bootes S.r.l. non vanta più alcun credito nei confronti della Capogruppo alla data del 30 settembre In aggiunta ai rapporti sopra indicati, in data 31 gennaio 2013 il Consiglio di Amministrazione di Pierrel S.p.A. ha approvato un operazione di finanziamento da parte del socio Bootes S.r.l. a favore di Pierrel Research International AG per importo pari ad Euro 250 migliaia erogati, in data 4 febbraio 2013, in anticipo rispetto al perfezionamento del relativo contratto avvenuto in data 10 giugno 2013.

11 In data 31 luglio 2013 Fin Posillipo S.p.A. si è integralmente surrogata nel diritto di credito vantato da Bootes S.r.l. nei confronti di Pierrel Research International AG ai sensi del contratto di finanziamento per Euro 250 migliaia sottoscritto con quest ultima in data 10 giugno Nel corso del periodo di offerta in opzione agli azionisti dell Aumento di Capitale l azionista Società di Partecipazioni Industriali S.r.l., società controllata dal Presidente del Consiglio di Amministrazione ing. Mazzaro, ha esercitato n diritti di opzione e, per l effetto, sottoscritto n azioni ordinarie Pierrel di nuova emissione, per un controvalore complessivo di Euro Il prezzo di sottoscrizione di tali azioni è stato pagato mediante compensazione, per un ammontare corrispondente, con alcuni crediti vantati dall azionista nei confronti della Società. I rapporti al 30 settembre 2013 di Pierrel S.p.A. con l azionista Fin Posillipo S.p.A., società di cui l Amministratore Delegato della Società dott. Raffaele Petrone è socio e amministratore delegato, si riferiscono unicamente al finanziamento soci erogato in più tranche nel corso dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2012 sulla base del contratto sottoscritto con la Capogruppo in data 26 ottobre 2012, per un importo complessivo di Euro migliaia, comprensivi di interessi maturati al 30 settembre Nel corso dell offerta in opzione dell Aumento di Capitale Fin Posillipo S.p.A. ha esercitato n diritti di opzione e, per l effetto, sottoscritto n azioni ordinarie Pierrel di nuova emissione, per un controvalore complessivo di Euro Il prezzo di sottoscrizione di tali azioni è stato pagato dall azionista (a) quanto ad Euro mediante compensazione automatica con il versamento in conto futuro aumento di capitale già effettuato dall azionista in data 5 marzo 2013 e imputazione automatica a capitale del relativo importo, (b) quanto ad Euro mediante compensazione, per un ammontare corrispondente, con alcuni crediti vantati nei confronti della Società per finanziamenti, comprensivi di interessi sugli stessi maturati, precedentemente erogati dall azionista in data 18 settembre 2012, 26 marzo 2013 e 2 maggio 2013, a fronte dei contratti di finanziamento sottoscritti in data 4 ottobre 2012 e 27 maggio 2013 e (c) quanto alla residua parte di Euro , mediante pagamento in denaro, coerentemente all impegno precedentemente comunicato dall azionista a Pierrel S.p.A. in data 1 agosto Si precisa, inoltre, che parte dei compensi spettanti al dott. Petrone per la carica di Amministratore Delegato di Pierrel S.p.A. sono versati in favore della società Petrone Group S.r.l. in virtù di un accordo di reversibilità sottoscritto tra lo stesso dott. Petrone e tale ultima società. In aggiunta ai rapporti sopra descritti, in data 31 gennaio 2013 il Consiglio di Amministrazione della Capogruppo ha approvato, ai sensi della procedura per le operazioni con parti correlate, la sottoscrizione da parte di Pierrel Research International AG di alcuni contratti di finanziamento con azionisti e parti correlate della Società, nonché la concessione di talune garanzie in favore della propria controllata Pierrel Research International AG. Nelle more della definizione dei relativi contratti, avvenuta in data 10 giugno 2013, e in considerazione delle improrogabili esigenze finanziarie di Pierrel Research International AG connesse ad alcuni impegni relativi a spese correnti, Fin Posillipo S.p.A. e Bootes S.r.l. hanno provveduto a versare anticipatamente l intero ammontare dei finanziamenti in favore di Pierrel Research International AG per un ammontare complessivo di Euro migliaia, di cui Euro migliaia concessi da Fin

12 Posillipo ed Euro 250 migliaia concessi da Bootes S.r.l. In particolare (i) Fin Posillipo S.p.A. ha versato Euro migliaia in quattro tranches in data 28 gennaio 2013, 20 febbraio 2013, 5 marzo 2013 e 17 marzo 2013 e (ii) Bootes S.r.l. ha versato Euro 250 migliaia in data 4 febbraio In data 31 luglio 2013 Fin Posillipo S.p.A. si è surrogata nel diritto di credito vantato da Bootes S.r.l. nei confronti di Pierrel Research International AG, come sopra descritto. In data 1 luglio 2013 Fin Posillipo S.p.A. ha integralmente sottoscritto l aumento di capitale di Pierrel Research International AG per complessivi Euro 5,25 milioni, di cui CHF quale valore nominale (corrispondente a circa Euro 190 mila) e la restante parte a titolo di sovrapprezzo azioni. Alla fine dello scorso agosto 2013, l aumento di capitale della controllata svizzera risultava interamente versato da Fin Posillipo che, pertanto, deteneva n azioni del valore nominale di CHF 1,00 cadauna, corrispondenti al 23,77% del capitale sociale della stessa società controllata. In data 13 settembre 2013 è stato eseguito l aumento di capitale di THERAMetrics, deliberato dall assemblea straordinaria degli azionisti di quest ultima lo scorso 20 giugno 2013, mediante conferimento del 100% del capitale sociale di Pierrel Research International AG detenuto da Pierrel S.p.A., per il 76,23%, e da Fin Posillipo S.p.A. per il restante 23,77%, a seguito del predetto aumento di capitale di complessivi Euro 5,25 milioni. A partire dal 16 settembre 2013 le nuove azioni ordinarie THERAMetrics rivenienti da tale ultimo aumento di capitale sono quotate e negoziate sulla SIX Swiss Exchange. I rapporti con l azionista Berger Trust S.r.l. con socio unico al 30 settembre 2013 si riferiscono unicamente agli interessi maturati sul finanziamento soci, a titolo oneroso, concesso in favore di Pierrel S.p.A. in data 30 maggio 2012 per far fronte ad alcuni impegni di spesa di natura corrente. Come già riferito nei precedenti comunicati mensili, i termini e le condizioni di tale contratto di finanziamento sono stati oggetto di una parziale modifica, già comunicata al mercato, in data 12 dicembre 2012 per effetto della quale, tra l altro, nel corso del mese di gennaio 2013 International Bar Holding S.p.A. (società controllata dall ing. Mazzaro) si è surrogata (per un importo di Euro ,09( in parte del diritto di credito vantato da Berger Trust S.r.l. con socio unico nei confronti della Società ai sensi di tale contratto di finanziamento. Con riferimento ai crediti vantati nei confronti di Pierrel S.p.A. da parte di Berger Trust S.r.l. con socio unico e di International Bar Holding S.p.A. per effetto del contratto di finanziamento e della surrogazione parziale sopra descritti, si segnala inoltre che (a) con comunicazione del 4 marzo 2013, il socio Berger Trust S.r.l. con socio unico ha unilateralmente modificato la destinazione del proprio credito di circa Euro 0,56 milioni, trasformandolo in versamento conto futuro aumento di capitale, e (b) con comunicazione del 21 marzo 2013, International Bar Holding S.p.A. si è impegnata per l intero importo del proprio credito vantato verso la Società (alla data pari a circa Euro 0,50 milioni ), a sottoscrivere le azioni rivenienti dall Aumento di Capitale eventualmente rimaste inoptate a seguito del periodo di sottoscrizione riservato agli azionisti. In esecuzione dell impegno di sottoscrizione precedentemente assunto nei confronti della Società, Berger Trust S.r.l. nel corso dell offerta in opzione dell Aumento di Capitale ha esercitato n diritti di opzione e, per l effetto, sottoscritto n azioni ordinarie Pierrel di nuova emissione,

13 per un controvalore complessivo di Euro Tale prezzo di sottoscrizione è stato integralmente pagato dal socio mediante compensazione automatica con il versamento in conto futuro aumento di capitale già effettuato dall azionista in data 4 marzo 2013 e imputazione automatica a capitale del relativo importo. Nel corso dell offerta in Borsa dei diritti inoptati rivenienti dall Aumento d Capitale, International Bar Holding S.p.A. ha sottoscritto n azioni Pierrel di nuova emissione e il relativo prezzo di sottoscrizione è stato pagato mediante la diretta e contestuale compensazione del credito vantato da tale società nei confronti di Pierrel S.p.A. Alla data del presente comunicato, per quanto a conoscenza della Società International Bar Holding S.p.A. detiene n azioni Pierrel. Nell ambito dell offerta in opzione dell Aumento di Capitale e della successiva offerta in Borsa dei diritti rimasti inoptati, in esecuzione del proprio impegno irrevocabile di sottoscrizione dell Aumento di Capitale del 3 giugno 2013, l azionista Mediolanum Farmaceutici S.p.A. ha sottoscritto complessivamente n azioni ordinarie Pierrel di nuova emissione, il cui prezzo di sottoscrizione pari ad Euro 313 migliaia è stato pagato mediante compensazione con il credito vantato nei confronti della Società ai sensi del finanziamento precedentemente erogato in data 23 gennaio 2013, maggiorato degli interessi sullo stesso maturati. Si segnala altresì che nel periodo di offerta in Borsa dei diritti di opzione non esercitati dagli azionisti, il dott. Luigi Visani e Twiga Europe S.p.A., società controllata dallo stesso dott. Visani, hanno sottoscritto complessivamente n azioni Pierrel. Il relativo prezzo di sottoscrizione è stato pagato mediante integrale compensazione dei crediti vantati da tali soggetti nei confronti della Società e/o delle società del Gruppo Pierrel. Alla data del presente comunicato, sulla base delle informazioni in possesso della Società, il dott. Visani detiene, direttamente e per il tramite di Twiga Europe S.r.l., n azioni Pierrel, pari al 4,88% del relativo capitale sociale. I rapporti intercorsi con le società incluse nell area di consolidamento, Pierrel Pharma S.r.l. e Pierrel Research International AG, sono relativi all erogazione di (a) servizi amministrativi e tecnici, (b) finanziamenti e (c) servizi e forniture di beni e merci di natura commerciale. Tali rapporti vengono elisi in sede di predisposizione del bilancio consolidato annuale, del bilancio abbreviato semestrale e dei resoconti intermedi di gestione. In data 27 settembre 2013 il Consiglio di Amministrazione della Società ha deliberato, tra l altro, la messa in liquidazione della controllata Pierrel Manufacturing S.r.l., dopo aver preso atto che tale società è oramai da lungo tempo inattiva e che non si prevede una ripresa della sue attività. Nella medesima seduta del 27 settembre 2013, oltre quanto già indicato in precedenza nel presente comunicato con riferimento al pagamento dei compensi maturati dall ing. Bifulco per la carica di consigliere di amministrazione della Società e di membro del Comitato per le Parti Correlate, previa verifica della disponibilità dei consiglieri interessati, il Consiglio di Amministrazione della Società ha altresì deliberato di compensare tutti o parte dei compensi maturati dai Consiglieri ing. Mazzaro, dott. Berger e avv. Fierro per lo svolgimento della carica con il prezzo di sottoscrizione di azioni Pierrel sottoscritte da tali soggetti nell ambito dell Aumento di Capitale. In particolare, in esecuzione di tale delibera (a) la società M. Consulting S.a.s di Rosa Polosa & C. ha sottoscritto n azioni Pierrel e il relativo prezzo di sottoscrizione (pari ad Euro 0,54 per azione) è stato pagato mediante integrale compensazione, in virtù dell accordo di reversibilità in essere con l ing. Mazzaro, dei crediti maturati

14 dall ing. Mazzaro, (b) il consigliere dott. Berger ha sottoscritto n nuove azioni Pierrel e il relativo prezzo di sottoscrizione (pari ad Euro 0,54 per azione) è stato pagato mediante integrale compensazione dei crediti maturati dal dott. Berger, e (c) il consigliere avv. Fierro ha sottoscritto n azioni Pierrel e il relativo prezzo di sottoscrizione (pari ad Euro 0,54 per azione) è stato pagato mediante parziale compensazione dei crediti maturati dall avv. Fierro. *** Il Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Dr Fulvio Citaredo, dichiara ai sensi dell articolo 154-bis, comma 2 del D.Lgs. n. 58/1998, che l informativa sui dati patrimoniali, economici e finanziari contenuta nel presente comunicato risponde alle risultanze contabili, ai libri ed alle scritture contabili. *** Pierrel S.p.A. Pierrel S.p.A., provider globale nell industria farmaceutica, biofarmaceutica e nel life science, è specializzata nella scoperta di MPCs ( Medicinal Product Candidates ) e nel repositioning di farmaci pre-esistenti in nuove indicazioni terapeutiche (Discovery), nella ricerca clinica (Contract Research), nella produzione farmaceutica (Contract Manufacturing), e nello sviluppo, registrazione e licensing di nuovi farmaci e dispositivi medici (Pierrel Pharma). Pierrel S.p.A. è quotata al mercato MTA organizzato e gestito da Borsa Italiana. La sub-holding svizzera THERAMetrics holding AG è quotata sulla SIX Swiss Exchange. Il Gruppo Pierrel vanta un esperienza di oltre 60 anni nel settore farmaceutico ed è uno dei principali produttori europei di anestetici locali e dentali. La Divisione Discovery effettua ricerche per la scoperta di medicinali destinati alla cura di pazienti affetti da malattie rare, tramite un innovativo modello bio-matematico sviluppato internamente, con il quale gli scienziati della controllata THERAMetrics uniscono la loro specifica conoscenza di talune molecole con soluzioni tecnologiche avanzate per fornire possibili prodotti farmaceutici per la cura di malattie rare ai partner titolari delle relative licenze. La Divisione Ricerca - controllata da Pierrel Research International AG - opera con oltre 20 società controllate sia in Europa sia negli Stati Uniti, fornendo consulenza e servizi integrati per la ricerca e sviluppo di nuove molecole e medicinali. Lo stabilimento produttivo di Capua, nei pressi di Napoli (Italia), ha ricevuto l autorizzazione da parte dell EMA ( European Medicines Agency ) e della FDA ( Food and Drug Administration ) per la produzione in asepsi di farmaci ad uso iniettabile. La controllata Pierrel Pharma S.r.l. ha registrato l anestetico dentale Orabloc in Canada, USA, Russia ed Europa. La sede legale di Pierrel S.p.A. è a Milano, Italia. Per ulteriori informazioni: Pierrel S.p.A. Investor Relator Dott. Raffaele Petrone tel fax Global Consult s.r.l. Media Relations Rossana Del Forno tel

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A.

COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. COMUNICATO STAMPA PROROGATE LE OFFERTE VINCOLANTI DI GALA HOLDING S.R.L. AD EEMS ITALIA S.P.A. E DI GALA S.P.A. A SOLSONICA S.P.A. Le offerte sono parte del più ampio progetto d integrazione tra il Gruppo

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 Decreto n. 85708 del 24 ottobre 2014 del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze per il prolungamento

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri. La società tra professionisti

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri. La società tra professionisti Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri La società tra professionisti (c.r.385) Roma, maggio 2013 Ing. Armando Zambrano Ing. Fabio Bonfà Ing. Gianni Massa Ing. Riccardo Pellegatta Ing. Michele Lapenna

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli