I l C a s t e l l o P E R C H E' U N G I O R N A L E?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I l C a s t e l l o P E R C H E' U N G I O R N A L E?"

Transcript

1 I l C a s t e l l o Dicembre 1996 Anno I numero 0 IL CASTELLO - Giornale dell A.C.A.P. Associazione Culturale Amici di Panni. Redazione: Foggia, p.zza Mons. Luisi, 1/B. Stampa: L'Aquilone Services - Napoli Sped. Abb. Post. Comma 27 art. 2 L. 549/95 - Filiale di Foggia - c/c postale n int.: Associazione Culturale Amici di Panni - p.zza Mons. Luisi, 1/B Foggia P E R C H E' U N G I O R N A L E? Caro Compaesano finalmente è stato possibile realizzare questo giornale grazie alla volontà ed all impegno del gruppo direttivo dell A.C.A.P. di Foggia e mio personale. Consentimi di rivolgere un vivo ringraziamento a tutti i collaboratori, in particolare al socio Renato De Michele, senza il quale non sarebbe stata possibile l uscita di questo numero. Infatti, egli cura a Napoli per conto della cooperativa sociale L Aquilone, la messa a punto e la stampa del giornale, riducendone le spese al minimo indispensabile. Perché questo giornale? Perché da tempo se ne avvertiva il bisogno. Tutti noi, finito l agosto pannese, rientriamo alla vita di tutti i giorni, al nostro lavoro, nelle città di residenza, portando nel cuore i giorni trascorsi a Panni, con la curiosa ed affettuosa bramosia di sapere di Panni, di ciò che accade in paese. Ecco, questo giornale può contribuire a soddisfare ciò. Per coloro, invece, che non possono andare a Panni neanche in estate, può rappresentare il punto di contatto, il collegamento sentimentale con il paesello natio. Certo, al momento, sono appena poche pagine messe su alla buona, ma, con il tuo aiuto e quello di tutti i compaesani come te, il giornale può crescere, in quantità e qualità. Noi abbiamo lanciato l idea, sta a te la risposta. Come? Non si sono fissate quote di abbonamento annuale, perché contiamo sulla solidarietà dei compaesani sparsi ovunque nel mondo. In sostanza, ognuno è libero di dare il proprio contributo al giornale, con l offerta che riterrà opportuna sul c/c postale intestato all Associazione di Foggia; non solo, contiamo anche e soprattutto sul contributo di idee, esperienze, consigli per la crescita del giornale, scrivendo alla redazione le personali opinioni: te ne saremo grati. Perché lo abbiamo intitolato Il Il Castello? Quale titolo poteva essere dato altrimenti, che simboleggiasse più efficacemente il nostro paesello? In più intendiamo dare continuità al giornale, dallo stesso titolo, che il compianto compaesano Michele Rainone da Prato ci inviava negli anni 80, diverso certo nella forma e nei contenuti, ma uniti da un comune sentimento: l amore per Panni. Ecco, questa è un occasione per dimostrare il proprio affetto alla terra natale. Se vuoi contribuire alla vita e allo sviluppo del giornale, manda la tua adesione, anche minima, sarai partecipe della nascita di qualcosa che, chissà, potrebbe portare beneficio a Panni, che tanto ne è bisognevole. Che ne dici? Vale la pena tentare? L ACAP di Foggia si è costituita proprio per dare un contributo, un aiuto a Panni per i tanti problemi che l affliggono e che, lentamente, ma inesorabilmente lo porteranno alla sua fine. Di questo saremo un po tutti responsabili. Allora diamoci da fare perché questo non avvenga. Se vi è nella tua città qualche altro compaesano, informalo del giornale e invitalo all iniziativa segnalandoci il suo indirizzo, in modo tale che lo riceverà anche lui. Personalmente sono convinto che tu e tutti i compaesani che leggeranno questo giornale darete la vostra risposta appropriata acché questa proposta possa essere tramutata in una felice realtà, e nel contempo colgo l occasione per inviare a tutti i pannesi e alle loro famiglie gli auguri più affettuosi per un Santo Natale ed un felice Anno Nuovo che porti a tutti serenità, pace, lavoro e benessere. AUGURI A.C.A.P. Associazione Culturale Amici di Panni Il Presidente: Pietro De Michele In questo numero: L'ACAP anche a Foggia... pag. 2 Il Sindaco, il Parroco... pag. 2 Fede e folklore... pag. 3 Una grande lezione di civiltŕ e di amore... pag. 3 Recensioni... pag. 3 Il Castello di Panni, rudere amato dai pannesi... pag. 4 La Pro Loco e le feste patronali in Panni... pag. 4 Da Prato: intervista al Presidente ACAP... pag. 5 Michele Rainone: un ricordo... pag. 6 Prato, 30 giugno 96: festa della Madonna del Bosco.. pag. 6 Montreal, Canada: le nostre tradizioni oltre oceano.. pag. 7 Da, su, per Panni... pag. 8 Cumme jé stu cunt?... pag. 8 Panni: quale sviluppo possibile... pag. 9 Varie... pag. 10 Invia un contributo a: Associazione Culturale Amici di Panni p.zza Mons. Luisi, 1/B Foggia - c/c postale n

2 Non tutti i compaesani sanno che anche a Foggia è nata l ACAP (Associazione Culturale Amici di Panni), come, ormai da un ventennio, a Prato e a Montreal in Canada. A Foggia vive una numerosa comunità pannese e, quindi, si è avvertito fortemente il bisogno di creare un associazione che riunisse quei pannesi affezionati a Panni e che intendono dare il proprio contributo alla vita del paesello. Così nel mese di ottobre del 94 è nata l ACAP Foggia. Certo, siamo ancora agli inizi del cammino associativo; molto è ancora da fare per affinare i programmi e le prospettive. Qualcosa è stato già fatto. Alcuni interventi hanno dato piccole soddisfazioni. Come la festa del 24 giugno del 95, in occasione della venuta a Panni della Madonna del Bosco. Come i contributi offerti, anche in termini di lavoro manuale, da alcuni soci per il ripristino della Casa canonica e la dipintura della Chiesa Madre di Panni. In questo caso i compaesani Giuseppe Lapolla, Michele Lapolla, Alfonso Mansolillo, la famiglia Liscio (Gianni, Lino, Michele) ed altri che, volontariamente, hanno lavorato anche di notte, portando a termine un'opera veramente notevole. Bravi! Nel mese di agosto 96 l Associazione ha pubblicato un libro con una raccolta di poesie dal titolo Poesie pannesi [vedi Recensioni], scritte da gente di Panni. Il 19 agosto si è svolta la manifestazione di presentazione del libro, riscuotendo ampi ed incoraggianti consensi. Alcune copie del libro sono a disposizione anche presso l ACAP di Prato. Oggi lanciamo questo giornalino con l auspicio di trovare un adeguato riscontro, almeno affettivo, da parte dei compaesani. A quelli residenti a Foggia l Associazione lancia un vivo appello affinché si iscrivano come soci: il tesseramento è di L a famiglia annue, con il diritto di ricevere il giornalino. Diversi compaesani non residenti a Foggia hanno dato la loro adesione a sostegno dell iniziativa, come Costanzo Rucci da Forlì, Tonino Cagliuli da Vicenza, Giuseppe Ladogana e Diego Gesualdi da Brescia, Vittorio De Michele da Lugo di Romagna, Grazia De Michele da Lecco, Maria Luisa Valesio da Arezzo, Antonio Bianco da Roma, Luigi e Renato...è ancora prima pagina L'A.C.A.P. anche a Foggia 2 De Michele da Napoli, Giuseppina De Michele da Trezzo d Adda (MI) e Addolorata Procaccini da Cagnano Varano (FG), ai quali va un grande ringraziamento da parte dell Associazione. Con questo giornalino l Associazione si prefigge l intento di riunire, in una sola voce, i pensieri e gli intendimenti di tutti i pannesi, specialmente di quelli associati nelle ACAP di Prato e ASCAP di Montreal in Canada, ma anche dei singoli dalle svariate parti del mondo. Certo, il progetto è ambizioso, ma con la collaborazione di tutti è un risultato che si può conseguire nel prossimo futuro. I buoni intendimenti dei singoli sono lodevoli, solo l unione di molti possono realizzarli. Attualmente il Consiglio di Amministrazione è composto dai compaesani: 1) De Michele Pietro Presidente 2) Labate Laura Vicepresidente 3) Allamprese Massimo Segretario 4) Mansella Lorenzo Membro 5) Valesio Caterina Membro Il Collegio Sindacale: 1) De Michele Luigi Presidente 2) Capobianco Michele Membro 3) Rucci Francesco Membro Il Collegio dei Probiviri: 1) Rucci Luigi Presidente 2) Croce Grazia Membro 3) Procaccini Vito Membro Il Direttivo A.C.A.P. Foggia Il nostro timbro: Pietro De Michele Presidente Invia un contributo a: Associazione Culturale Amici di Panni p.zza Mons. Luisi, 1/B Foggia C/c postale n IL SINDACO Mi è gradito cogliere l occasione offertami dall A.C.A.P. Foggia, per inviare a tutte le comunità pannesi, il saluto affettuoso, mio personale e quello della Civica Amministrazione di Panni. Plaudo all iniziativa dell Associazione di Foggia, di cui mi pregio esserne Socio Onorario, per il proponimento, lodevole e coraggioso, di portare a voi tutti, sparsi nel mondo, la voce della terra natia: Panni. Ben conoscendo i sentimenti di affetto che animano i vostri cuori per il paesello natio, sono sicuro che questo giornale sarà accolto da tutti voi con entusiasmo e che saprete dare la risposta adeguata al vostro affetto. Nel ringraziare, pertanto, l ACAP di Foggia per quanto si accinge a fare, con l augurio che il giornale possa crescere sempre più, coagulando tutte le voci pannesi all unisono, al fine di contribuire, insieme, alla rinascita del nostro paese, porgo a tutti voi gli auguri più affettuosi per un Santo Natale e un felice Anno Nuovo. Arrivederci a Panni. dr. Antonio Ciruolo, Sindaco di Panni IL PARROCO La pace che gli Angeli cantarono sulla grotta di Betlemme raggiunga il cuore di ognuno di voi e rimanga nelle vostre case. Colgo l occasione di questo primo numero de Il Castello per augurare un Santo Natale a tutti e presentarmi a coloro che per motivi di lontananza non ho avuto la gioia di conoscere: sono Padre Antonio Saraceno, dal 27 agosto 1995 per grazia di Dio, parroco di Panni. Sono un povero prete di 50 anni e 23 di sacerdozio. Anche se sono cosciente della mia inadeguatezza, desidero ardentemente spendere tutto me stesso per il bene delle anime che il Signore, nella Sua benevolenza, mi ha affidato. Abbiamo cercato di rendere più accogliente la Chiesa Madre e stiamo cercando di valorizzare i locali annessi, tutto con il contributo dei fedeli. Ma ciò che più mi importa è aiutare la gente a decidersi per Cristo, a abbattere tante divisioni e inimicizie per formare una vera famiglia di fratelli e sorelle che sentono di avere un unico Padre: Dio. So che non è impresa facile, anzi, vista con occhio umano, è impossibile. Ma a Dio nulla è impossibile! Con la sua grazia, con la intercessione della Beata Vergine Maria, tanto cara al Popolo di Panni sotto il titolo di Madonna del Bosco, riusciremo a fare qualcosa di buono. Assicurandovi la mia povera preghiera, vi benedico tutti nel cuore di Maria. Padre Antonio Saraceno

3 3 terzapagina: cultura e varie FEDE E FOLKLORE La reminiscenza di quel presepe ci porta alcune note folkloristiche, annesse all atmosfera natalizia: il Ciocco di Natale. Il ciocco è una parte del tronco d albero destinato al fuoco. La sera della vigilia di Natale, decine di anni fa, nel mondo contadino era in uso quanto segue. Il fidanzato, per rendere ufficiale il suo fidanzamento, la sera della vigilia di Natale, insieme ai suoi familiari, si recava dalla fidanzata, ma era costretto a portar sulla spalla un ciocco, segno di amore e di fedeltà alla nuova famiglia. Giunto in casa della futura sposa lo si accendeva e, intorno al focolaio si ufficializzava il fidanzamento prima, quindi si stabiliva la data delle nozze. Intanto si consumava quanto di dolciume casareccio era stato preparato: pettole, crispelle, soffritto di maiale, noci e taralli. Il tutto veniva irrorato di vino nuovo, genuino e frizzante che il subappenino dauno meridionale produce. Quindi, verso la mezzanotte, tutti in chiesa per assistere alla nascita di Gesù Bambino. E quando ancora la luce pubblica non c era, i fedeli si recavano in chiesa con i tizzoni roventi, anche per fugare eventuali lupi mannari, secondo la convinzione del tempo. A questa immagine rievocata fa seguito la solenne e stupenda cerimonia della nascita di Gesù Bambino. Rivedo così, nella mia immaginazione, la folla che gremiva l immensa Chiesa madre e il Parroco che mostrava il Bambino, deposto in un cesto. I fedeli esplodevano di gioia e di commozione, meditando il grande mistero di amore e di pace. Gli zampognari, con la loro zampogna, eccezionale ed unica al mondo, facevano corona al Bambino eseguendo il canto: Alla fredda tua capanna, noi veniamo in ginocchio. E con gli angeli la nanna noi vogliamo a te cantar. Notte di stelle, notte d amore. Rivedo ancora, con nostalgia, la scena del mattino di Natale, quando gli zampognari, calcando una coltre spessa di neve, portavano l augurio del Natale a bimbi, ragazzi, giovani ed adulti i quali, con piacere, si distaccavano dalle braccia di Morfeo per ascoltare quel loro fantastico suono. Mi balza alla mente l ansia dei bambini che, impazienti, attendevano il momento opportuno per mettere sotto il piatto del babbo la lettera per ottenere la desiderata strenna natalizia, dopo la recita della poesia del Natale. Angelo Mauriello UNA GRANDE LEZIONE DI CIVILTÀ E DI AMORE E novembre. Il placido e leggero sopore dell autunno avvolge Panni; vividi i colori della natura nei suoi cicli di vita e di germogli, tra zolle di terra arata; un aria frizzante, dove sono mescolati gli odori di chi, incessantemente, si conduce tra gli ultimi tini e i primi fuochi di camini e di stufe accese. Nella limpida atmosfera idilliaca si stagliano figure femminili avvolte nei loro scialli di lana nera, in un incedere ritmato, quasi militaresco, reso tale dallo scarpone maschile. Ecco le donne di Panni, intabarrate nella loro fermezza di carattere, che procedono verso il cimitero ad offrire la propria testimonianza fatta di teneri ricordi e di pietà familiare, di devozione domestica, di cronaca dei tempi correnti e di rimembranza dei tempi trascorsi. Fasci di margherite e di piccoli crisantemi emergono da quel mare nero di tradizioni e di ossequio, nel loro movimento ondeggiante, quasi a scandire il tempo di una marcia, quasi danza espiatoria e propiziatoria. Attraverso loro la morte diventa condizione umana ineliminabile da affrontare con sereno coraggio e raccolta meditazione: una continuità di ideali e di intenti che si tramanda nel tempo e per la quale si erge a simbolo lo scialle, trasferito da madre a figlia. Le seguo nel ritmo grandioso di questa danza della vita e della morte, in una sequela di azioni rapide che si succedono con il movimento dell onda che tiene dietro all onda. Le seguo nei loro dialoghi silenziosi con chi non è più al loro fianco, tra respiri di riposo e mormorii consolatori del ci rivedremo in cielo, tra le note del gruppo bandistico Città di Panni che intona l Inno di Mameli e Il Piave mormorava a testimoniare la dignità e il coraggio dei propri uomini, immersi nel valore sacro della patria. Ne traggo una grande lezione di civiltà e amore. Massimo Allamprese Recensioni a cura di Renato De Michele Autori vari Poesie Pannesi ACAP - Foggia [edito in proprio] E uscito, edito in proprio e curato dall ACAP di Foggia, il volume Poesie Pannesi. Presentato da Pietro De Michele e introdotto da Geppe Inserra, è disponibile, in poche altre copie, presso la sede dell ACAP di Foggia e in quella di Prato. E un immersione totale nella dimensione pannese in chiave poetica e non solo, senza fronzoli, senza barriere temporali, in cui le immagini che viaggiano nella mente del lettore si fermano solo sulla sorpresa di conoscere come questa terra, forse - ma non è detto - destinata al declino, abbia generato tante ricche energie, forse meritevoli di maggiore ri-conoscenza. Contiene poesie di: V. Tolli, G. Ciarciello, L. De Luca, F. Rucci, L. De Michele, G. Moscatelli, P. De Santis, A. Spremulli Mastrangelo, M. C. Cagliuli, F. Liscio, N. Longo, G. Bocchicchio, M. Rainone Giovanna Procaccini Vocabolario Italiano-Pannese [in dirittura d arrivo per la stampa] Siamo in attesa di poterci godere l uscita di questo che sarà un sicuro piatto prelibato della cultura pannese. L uscita dovrebbe essere a momenti: forse prima dell estate. Io sono uno dei pochi ad aver pregustato alcune delle pagine di questo vocabolario che, tra l altro, ospiterà anche proverbi e detti popolari, oltre ad un elenco dei soprannomi pannesi. E stato, è e sarà un lavoro superbo durato almeno 15 anni, appena cominciato dal compianto padre di Giovanna, Antonio, e poi ripreso, ampliato e portato a termine dalla figlia. Su di esso già si sta progettando l uscita di un vocabolario comparato dei dialetti dauni per una ricerca etno-linguistica che possa dare contributi più ampi alla conoscenza della diffusione dei dialetti nel Sud Italia nella storia. Come si vede,...niente male! Su, Giovanna, non farci attendere altro tempo!...e, naturalmente, buon lavoro! Invia un contributo a: Associazione Culturale Amici di Panni p.zza Mons. Luisi, 1/B FOGGIA C/c postale n

4 tradizione e folklore 4 IL CASTELLO DI PANNI, RUDERE AMATO DAI PANNESI Immagini soggettive varie - di Angelo Mauriello Definizioni varie intorno al Castello di Panni La visione dell atavico "rudere" ha risvegliato anche in me un ondata nostalgica di ricordi e di affetti. Dr. Pasquale Ciruolo E veramente un peccato lasciare abbandonato il nostro paese e di vedere il "Castello"...decapitato. Alfonso Rucci Le avversità atmosferiche e i secoli non avevano inciso sulle mura del Castello, nè il sisma del 1962 aveva perturbato la sua staticità. Egli aveva sfidato le calamità dei tempi, dei secoli. Nel 1970, fu orribilmentre profanato e martoriato, ma non fu vinto. Un giorno del mese di luglio, il Castello fu cinto di alcune corde robuste legate ad un camion, disposto sul lato sinistro della passeggiata. Si pensava che appena il camion fosse mosso il muro del gigante sarebbe repentinamente crollato. Ma ciò non avvenne. Il gigante non vacillò. Anzi. Mostrò la sua forza anche quando la insistenza aumentò, finchè il grido di un undicenne, a nome del Castello tormentato, disse: Lasciate il Castello, non vedete che è più forte di voi? L autista più non si mosse ed il Castello, pur decapitato, restò fermo a dimostrare la sua immagine cara sempre ai Pannesi. Dopo alcuni anni fu ripristinato per continuare la sua funzione affettiva per il popolo di Panni, legato a quel Rudere. I pannesi, per antonomasia lo chiamano Castello. Esso è parte di un antica torre-vedetta che fa parte della troica: Madonna del Bosco, Castello, passeggiata panoramica, l emblema di Panni. Centro Dauno Lenti a Contatto gruppo Green Vision Piazza San Francesco - Foggia Tel. 0881/ ) Il Castello, nella sua ciclopica possanza, esprime note di reminiscenza millenaria di adolescenza, giovinezza e senilità, in perenne divenire. Esso è come uno scrigno di eterni segreti, costellati da miriadi ed intense tenerezze, affidatigli con estrema fiducia da tutti. 2) Il Castello, gigantesco indice proteso verso il cielo, è come fedele guardia alla piccola Grotta di Lourdes, dove la candida e marmorea Vergine invoca pace e amore per i Pannesi, vicini e lontani. 3) Il Castello tace e canta, guarda ed ascolta, ed ognuno lo sente nel proprio cuore. Pertanto, lo ama come qualcosa di sé stesso che, dall infanzia nasce e resta scolpita perennemente nel cuore, per tutta la vita. 4) Lode al Castello Tu, che gli Etinati ed i Romani vedessi, Tu, che la bellica voce dei Cartaginesi, forse, udisti, Tu, che incontrastato Signore, i secoli dominasti, Tu, che gli elementi sismici ridimensionasti, Tu, che, quando l uomo osò piegarti, qual possente e dignitoso Nume, non cedesti, né ti spezzasti. E i Pannesi, orgogliosi di Te, signore del tempo, ti rendesti, e, sogno di quelli che lontani da Te ti invocano, Tu ritornerai, o atavico simbolo di Panni, e depositario di mille e mille segreti, illusioni e amarezze, speranze e silenziosi tormenti... 5) Il Castello di Panni è come una sfida al tempo. Esso sembra l immagine di un fantastico, pacifico signore plurimillenario, intorno al quale, dalla lontana notte dei tempi, al suon del flauto di Pan e degli zeffiri che lo sfiorano, meravigliose Ninfe danzano e, intanto, gli alberi, spogli o rivestiti di policromi e profumati fiori, festa gli fanno, nel tempo senza fine, tra l immensità del macrocosmo e l esiguità del microcosmo. Del Castello, tutti i pannesi sentono fortemente una nostalgia, specie se son lontani da Panni. Tutti ricordano quel rudere alla cui ombra ogni pannese è vissuto, con tante speranze nel cuore. Egli conosce momenti di gioia e di dolore; di spensieratezza, di brio; momenti di intima tenerezza di cuori amanti che, in giorni di primavera o nelle giornate in cui lentamente scende, a larghe falde, la neve. Il Castello è un simbolo caro ai pannesi tutti. La sua immagine è sognata dai pannesi lontani da Panni. LA PRO LOCO E LE FESTE PATRONALI IN PANNI Particolare attenzione è stata messa dalla Pro Loco per ciò che riguarda tradizione e folklore del popolo di Panni verso la sua Protettrice, la Madonna del Bosco, cui è legata la nostra storia. La famosa Cavalcata, che il 24 giugno di ogni anno partecipava alla processione dei fedeli per riportare la Madonna del Bosco a Panni, per restarvi fino al 28 agosto, da più di un decennio era quasi scomparsa. Quel segno di fede e folklore di Panni verso la sua Patrona era quasi svanito nel tempo. La Pro Loco e, in particolare, la sensibilità del suo Presidente, ins. Antonio Mauriello, in collaborazione con alcuni dirigenti, ha voluto far rivivere tale omaggio, ma ha ritenuto farla coincidere, quest anno, con la festa delle spighe, per un più ampio festeggiamento, il giorno 15 agosto, quando la cosiddetta festa delle salme segna l offerta dei Pannesi alla loro Patrona con abbondanti covoni di spighe, intrecciate estrosamente su cavalli, muli, asini e carri artistici. Così, quest anno, il Ferragosto è stato più solenne e folkloristico con l offerta delle spighe (quasi scomparsa da diversi anni) e, in più, la presenza della Cavalcata. Tutto ciò ha comportato alcune difficoltà, in quanto la campagna della trebbiatura, con mezzi moderni, si chiude alla metà di luglio. Tale iniziativa della Pro Loco ha dato gioia all ambiente, onore alla Madonna del Bosco e tanto piacere agli emigrati di Prato ed agli altri, sparsi in Italia e all estero. Pertanto, le feste patronali si sono svolte con tanta soddisfazione. Non così per quanto concerne le modalità della Lotteria che, in futuro, potrebbero essere applicate in maniera più soddisfacente ad evitare possibili dissapori, anche se questi finora non sono stati tanto gravi. E così si possono evitare le lamentele per l orchestra in piazza e giù alla Taverna: con calma ed un po di buon senso, per il bene di tutti. Angelo Mauriello

5 5 dall'acap di Prato Intervista al Presidente ACAP di Prato Prato, 25 novembre 1996 In occasione del rinnovo delle cariche sociali all interno dell Associazione Culturale Amici di Panni, che hanno visto la riconferma del Direttivo uscente, abbiamo intervistato il rieletto Presidente dell ACAP di Prato Marco Ciarciello. D. Presidente, che significato ha un'associazione come l'acap in una realtà come quella pratese? R. L Associazione Amici di Panni nasce e si sviluppa in una provincia che vede una massiccia presenza di pannesi sul territorio - Prato, in particolare, conta migliaia di pannesi che nell ACAP trovano un importante punto di riferimento e di aggregazione. D. Questo significa che uno degli scopi principali dell Associazione è evitare la perdita della identità culturale e delle tradizioni pannesi? R. Certo il mantenimento delle tradizioni consente di non disperdere o di conoscere questo per i giovani nati a Prato. Quali sono le radici e la cultura del paese d origine. La nostra cultura, quella di Panni, intendo, è contadina, con ritmi legati alla terra, al susseguirsi delle stagioni. La frenetica vita cittadina, con i suoi ritmi legati alla produzione ed al consumo è quanto di più lontano si possa immaginare. Questa dissonanza comporta la dispersione dei valori propri della cultura agreste. Quindi, la presenza di un Associazione come l ACAP consente di recuperare un patrimonio di cultura e tradizioni che, altrimenti, sarebbe, con il succedersi delle generazioni, dimenticato. D. Non a caso, quindi, nel mese di luglio a Prato la comunità Pannese celebra la festività della Madonna del Bosco? R. Vede, per i pannesi la Madonna del Bosco non è solo una patrona. E per noi tutti una bandiera, un amica. Il simbolo della nostra appartenenza alla comunità stessa, la madre a cui tutti noi ci rivolgiamo nei momenti di difficoltà. Non è solo un fenomeno di fede: è qualcosa di più. Lei dovrebbe poter assistere alla celebrazione che ogni anno, ad agosto, si tiene al paese. Sui volti dei partecipanti leggerebbe commozione, amore, gioia per essere, ancora una volta, lì con la madonnina, a manifestare l'amore per lei. E lo stesso fenomeno si ripete ogni anno a luglio a Prato. L ACAP ha voluto riproporre anche qui, in Toscana, questa festa per creare un ulteriore momento di coesione e di aggregazione per la comunità. D. Altre iniziative dell ACAP contribuiscono a rinsaldare questo legame? Il nuovo Consiglio Direttivo è così composto: 01. Ciarciello Marco Presidente 02. Longo Michele Vicepresidente 03. Rainone Gianni Vicepresidente 04. Marseglia Pietro Segretario 05. Roberto Luisa Cassiera 06. Mazzella Giuseppe Cassiere 07. Zuccaro Gabriele Provveditore 08. Lapolla Vincenzo Consigliere 09. De Simone Angelo Consigliere 10. Rainone Claudio Consigliere Consigliere Consigliere Incarichi esterni: Longo Nicola ASSOCIAZIONE CULTURALE AMICI DI PANNI Via Volturno, 29 - PRATO Tel. (0574) Fondata nel 1979 Pubbliche Relazioni Sindaci Revisori 01. Biagini Roberto Presidente Collegio 02. Longo Carlo Sindaco effettivo 03. De Rosa Giovanni Sindaco effettivo Sindaco Supplente Sindaco supplente Il Consiglio Direttivo rimarrà in carica per due anni ('96/'98) con l augurio di un buon lavoro. L Associazione Culturale Amici di Panni, effettua su prenotazione e richiesta i seguenti servizi: 1. Cenone di fine anno. 2. Gite turistiche. 3. Rinfreschi vari per comunioni, cresime, matrimoni, ecc. 4. Cene sociali. 5. Pizzeria il sabato e la domenica. 6. Sabato e domenica: partite di calcio. Tutti gli interessati possono avere notizie più dettagliate circa i servizi elencati presso la nostra sede. R. Si. ad esempio, in occasione della commemorazione dei defunti, il 2 novembre. Come accade da anni, pullmans hanno riportato i pannesi di Prato a Panni, per consentire loro, di onorare i propri defunti. L ACAP, inoltre, organizza gite, tornei di calcio, attività sportive e culturali che coinvolgono i soci, giovani e non. Tra le iniziative più interessanti in programma sono, ad esempio, un convegno sull immigrazione e un concorso - con borsa di studio - per i figli dei pannesi fino a 25 anni. Infine, non è da dimenticare che l ACAP accoglie, ogni giorno, nella propria sede, i soci, che si ritrovano rinsaldando le proprie amicizie. Trascorrono insieme il tempo libero parlando del nostro bel paese in dialetto e ritrovando anche in questo modo le proprie radici. continua a pag. 6

6 dall'acap di Prato 6 continua da pag. 5 D. Signor Ciarciello, lei crede che i pannesi di Prato possano contribuire, in qualche modo, allo sviluppo economico di Panni? R. Lo credo fermamente. E' un fenomeno studiato attentamente dalle scienze sociali. E' noto che l immigrato, con le sue rimesse, contribuisce a sostenere economicamente il paese d origine. Inoltre, la presenza a Prato di numerosi piccoli e medi imprenditori di origine pannese può costituire, a mio avviso, un importante input. Da loro potrebbe nascere un piano di investimenti economici tesi a sostenere lo sviluppo di Panni. Infine l ACAP come associazione culturale, può fornire una fucina di idee utili a raggiungere questo scopo. Devo però anche aggiungere, mio malgrado, che le maestranze pannesi sono sorde; anzi, da loro non arriva mai un incoraggiamento o un programma circa questo, è un peccato. D. Ad esempio, attraverso la promozione turistica di Panni? R. Certamente. L ACAP può farsi promotrice di campagne pubblicitarie e di informazione in Toscana. Anzi, credo che nel turismo e, soprattutto, nell agriturismo sia il futuro di Panni. D. Quali sono i beni maggiormente visibili che Panni possiede? R. Sono le bellezze naturali, l aria salubre, l ospitalità della sua gente. Queste sono le carte vincenti, e l ACAP, gli imprenditori, l amministrazione comunale di Panni potrebbero avviare un discorso in questo senso. Non dimentichiamo che il governo centrale pensa di istituire nel subappennino un Parco Naturale, di cui Panni sarebbe parte integrante. Con l istituzione del Parco, inoltre, potrebbe essere avviato anche un percorso legato all istituzione di cooperative di lavoro in loco, rivolte soprattutto ai giovani, con creazione e produzione dei servizi finalizzati al mantenimento del Parco ed all industria turistico-ambientale. Michele Rainone...un ricordo E doveroso, oltre che un piacere, da parte della redazione dedicare alla memoria di Michele Rainone, prematuramente scomparso a Prato, un ricordo. Arduo sarebbe elencare il suo impegno nelle attività da lui svolte nel sociale, nel culturale e nel musicale, sempre encomiabile. Noi vogliamo ricordarlo pubblicando una sua poesia di qualche anno fa, da cui traspare preponderante il suo amore per PANNI C era tanta gente, c era una bella chiesa, c era un santuario, c erano i resti di un castello, c erano tanti artigiani, c erano tanti contadini, c erano i compagni di scuola, la strada carrozzabile era sterrata, le nostre tradizioni erano vissute, i giorni erano pieni di allegria... ed eravamo poveri... Ora che le strade sono asfaltate, Ora che sono stati costruiti nuovi palazzi, Ora che abbiamo un bellissimo municipio, Ora che abbiamo l edificio scolastico, Ora che abbiamo palestra e campo sportivo, Ora che il benessere è presente nelle nostre case,... ciò che avevamo parte è stato già distrutto e parte sta svanendo piano piano... C è un bellissimo panorama, c è un aria stupenda ed invidiabile, c è tanta pace in questo paese. Michele Rainone PRATO, 30 GIUGNO '96: FESTA DELLA MADONNA DEL BOSCO L ACAP di Prato ha celebrato, il 30 giugno di quest anno, i festeggiamenti in onore della Madonna del Bosco di Panni, con una partecipazione notevole di compaesani, oltre 3.000, partecipanti alla processione per le strade della Chiesa Nova. Da Panni si sono organizzati due pullmans con circa 80 persone, tra cui il parroco di Panni, la banda e il coro della chiesa di Panni. In rappresentanza dell ACAP di Foggia, il presidente Pietro De Michele. Oltre alle manifestazioni religiose, sono state organizzate egregiamente manifestazioni di carattere culturale, sportivo e musicale, con lotteria e fuochi pirotecnici a chiusura delle giornate. E doveroso dare atto all ACAP di Prato dell ottima riuscita delle manifestazioni, in particolare al presidente Marco Ciarciello e all instancabile Nicola Longo, che da anni operano a Prato nella comunità dei pannesi per mantenere vive le tradizioni e la cultura pannesi. Auguriamoci che tutto ciò sia di stimolo a fare di più e meglio nel futuro, al fine di non dimenticare mai le nostre origini.

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Parrocchia S. Maria Nuova

Parrocchia S. Maria Nuova Parrocchia S. Maria Nuova Piazza Santa Maria Nuova, 4 01100 Viterbo Tel/Fax 0761.340700 - c/c postale n. 79886701 www.santamarianuova-viterbo.it - info@santamarianuova-viterbo.it Recapiti telefonici dei

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il

L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il NATALE E LITURGIA L angelo disse: Non temete! Io vi porto una bella notizia che procurerà una grande gioia a tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato il vostro Salvatore, il Cristo, il Signore.

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008

Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 Formazione montuosa Sierra peruviana Dagli Appennini alle Ande Newsletter n 11 Aprile 2008 In questo numero: Seconda domenica di maggio: Festa della Mamma Volontari in azione! Alcune poesie dedicate alla

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO

IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO IL PRESEPE DEL TRENTINO IN PIAZZA SAN PIETRO La gioia del dono ono emozioni di grande intensità e gioia quelle rimaste nel cuore dei Trentini all indomani della sciata memorabile di Papa Giovanni Paolo

Dettagli

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B

Oleggio, 21/12/2014. IV Domenica di Avvento - Anno B 1 Letture: 2 Samuele 7, 1-5.8.12.14.16 Salmo 89 (88) Romani 16, 25-27 Vangelo: Luca 1, 26-38 Oleggio, 21/12/2014 IV Domenica di Avvento - Anno B NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. AMEN!

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo!

Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Oh che meraviglia... Tu scendi come la neve per stare con noi e portarci in Cielo! Inserto N. 4 2009 Carissimi bambini, ogni anno vi divertite un mondo a fare il vostro presepe e non vedete l ora di aggiungere

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI Diocesi San Marco Argentano-Scalea Parrocchia Santa Maria del Piano VERBICARO Solenni Festeggiamenti in onore di MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE - PATRONA DI VERBICARO 23 giugno-3 luglio 2013 Cari Verbicaresi,

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical

Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016. ..il musical Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno VI, mese di maggio 2016 Ci vuole tutta una città per.....il musical Cari tutti, piccoli e grandi. Questa lettura e questo invito sono per ciascuno

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

I. Celebrazione del battesimo

I. Celebrazione del battesimo I. Celebrazione del battesimo Obiettivi Siamo al momento culminante della prima fase della pastorale pre e post battesimale. Dopo il cammino che ha coinvolto i genitori e ha interessato la comunità cristiana,

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

Voci dall infinito. richiami per l Anima

Voci dall infinito. richiami per l Anima Voci dall infinito richiami per l Anima Copertina di Rocco Vassallo. Disegni di Mario G. Galleano. Mario Giovanni Galleano VOCI DALL INFINITO richiami per l Anima www.booksprintedizioni.it Copyright 2013

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono"

Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012. Domenica 19 febbraio 2012. ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA del perdono IL RICHIAMO Settimanale Parrocchia OGNISSANTI Milano Anno pastorale 2011-2012 Domenica 19 febbraio 2012 ULTIMA DOMENICA DOPO L'EPIFANIA "del perdono" Vangelo del giorno: Luca 18,9-14 In quel tempo. Il

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali Parrocchia Sacro Cuore Capua Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali 29 Settembre 2013 Monizione In questa Eucaristia, il nostro parroco consegnerà il mandato a svolgere il servizio nella pastorale

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI Giornata di preghiera per il Bicentenario della Diocesi 1816-2016 Giubileo della Misericordia Domenica 25 ottobre 2015 PREMESSA In vista dell apertura del Bicentenario della

Dettagli