Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110"

Transcript

1 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 18/07/2013 Circolare n. 110 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale e Dirigenti Medici e, per conoscenza, Al Presidente Al Presidente e ai Componenti del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza Al Presidente e ai Componenti del Collegio dei Sindaci Al Magistrato della Corte dei Conti delegato all'esercizio del controllo Ai Presidenti dei Comitati amministratori di fondi, gestioni e casse Al Presidente della Commissione centrale per l'accertamento e la riscossione dei contributi agricoli unificati Ai Presidenti dei Comitati regionali Ai Presidenti dei Comitati provinciali Allegati n.5 OGGETTO: SOMMARIO: Sperimentazione del modello organizzativo di Direzione regionale INPS integrata con le funzioni del soppresso Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica INPDAP Premessa 1. Nuovi assetti per le Direzioni regionali INPS - fase sperimentale; 1.1. Il modello organizzativo di Direzione regionale integrata; Le funzioni manageriali;

2 Integrazione delle funzioni di Direzione regionale della Gestione dipendenti pubblici; 2. I nuovi organigrammi sperimentali delle Direzioni regionali INPS; 3. Modalità di conferimento degli incarichi; 4. Le attività centrali di supporto e monitoraggio; 5. Osservatori sulla attuazione dell integrazione. Premessa Con la Determinazione presidenziale n.25 del 4 febbraio 2013 si è dato avvio al processo di sperimentazione del modello di Direzione provinciale INPS integrata con le funzioni del soppresso Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica e, in tale ambito, si è dato mandato al Direttore generale di predisporre un progetto di integrazione che coinvolgesse anche le Direzioni regionali. In questo contesto la Determinazione presidenziale n. 138 del 28/6/2013 ha definito un modello di Direzione regionale INPS integrata delle funzioni del soppresso Istituto. Il modello definito e determinato muove dalla necessità di: Assicurare la governance dei processi istituzionali del soppresso INPDAP; Integrare e razionalizzare i processi di supporto del soppresso Istituto in INPS, eliminando le duplicazioni e adottando uniche policy nella gestione delle risorse; Rafforzare la compliance interna ed esterna. Al fine di poter pienamente valutare le ricadute operative e gestionali del nuovo assetto organizzativo di Direzione regionale INPS integrata, così come definito dalla determinazione sopra indicata, il modello individuato sarà adottato sperimentalmente nelle Direzioni regionali INPS e Gestione dipendenti pubblici, così come individuate nell Allegato n.1, per la successiva, progressiva estensione, apportati gli eventuali aggiustamenti, a tutte le Strutture regionali. Con la presente Circolare si forniscono, quindi, le linee organizzative conformi ai principi contenuti nella Determinazione Commissariale n.140/2008 ed alla Determinazione presidenziale n. 138 del 28/6/2013 per la sperimentazione in questione. Del modello di Direzione regionale integrata è stata data informativa alle OOSS. 1. Nuovi assetti per le Direzioni regionali INPS- fase sperimentale Con decorrenza 1 Agosto 2013 prende avvio la sopra accennata fase di sperimentazione del modello di Direzione regionale INPS integrata. Tale sperimentazione, che avrà durata fino al 31 dicembre 2013, interesserà, in questa prima fase, le sole Direzioni regionali INPS e le strutture regionali Gestione dipendenti pubblici indicate nell Allegato n Il modello organizzativo di Direzione regionale integrata Nel confermare gli articoli nn.18 e 19 del vigente Regolamento di Organizzazione dell Istituto, il modello individuato di Direzione regionale integrata rafforza, per le stesse, il ruolo sia di garante della governance regionale di tutti i processi istituzionali dell Istituto, integrando pienamente quelli inerenti alla missione istituzione del soppresso INPDAP, sia di governo delle risorse assegnate, con una responsabilità complessiva della gestione e dei risultati conseguiti, assicurando, quindi, anche la gestione diretta dei processi di supporto. Alle Direzioni regionali compete la funzione di verifica dei livelli di qualità dei servizi e dei processi nelle strutture della regione, anche con riferimento all attuazione di efficaci procedure di prevenzione e diminuzione dei rischi aziendali. Per la piena realizzazione degli obiettivi assegnati, il modello previsto conferma l articolazione delle Direzioni regionali (determinazione commissariale n.140/2008) in: Funzioni manageriali, governate da dirigenti, responsabili dei risultati di gestione; Team, coordinati da funzionari di area C, responsabili del provvedimento e del procedimento, a presidio di macroattività o di singole attività; Aree di Coordinamento professionale affidate ai professionisti.

3 Viene inoltre, in questa fase, confermata la ripartizione delle regioni nei cluster di cui alla determinazione commissariale n. 140/2008. Tabella 1 Cluster Complessità A Complessità B Complessità C Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia Abruzzo, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Calabria e Sardegna Trentino Alto Adige, Umbria, Molise, Basilicata e Valle d Aosta Le funzioni manageriali Il modello di Direzione regionale integrata, nel confermare le funzioni manageriali esistenti, già affidate, in maniera singola o aggregata, alla responsabilità di aree manageriali, prevede una implementazione delle stesse al fine di presidiare funzioni proprie del soppresso INPDAP. In questi termini, le funzioni manageriali delle Direzioni regionali in sperimentazione a far data 1 Agosto 2013 sono: Entrate contributive ; Pensioni ; Prestazioni a sostegno del reddito, credito e welfare già Prestazioni a sostegno del reddito ; Prevenzione e Contrasto economia sommersa e lavoro irregolare ; Gestione Risorse,già Risorse e attività di Staff. A queste si aggiungono: La funzione manageriale Gestione Patrimonio, nella quale confluiscono tutte le attività della Gestione dipendenti pubblici inerenti Patrimonio e lavori, da attivarsi nelle Direzioni regionaliindividuate in ragione del consistente patrimonio immobiliare gestito; La funzione manageriale Strutture Sociali,nella quale confluiscono tutte le relative attività della Gestione dipendenti pubblici, da attivarsi nelle Direzioni regionali individuate in ragione della necessità di garantire la corretta e puntuale gestione delle attività proprie delle Strutture Sociali presenti sullo specifico territorio regionale. Tali funzioni sono governate, nelle aggregazioni predefinite rappresentate negli organigrammi sperimentali di cui all Allegato n. 2, da aree manageriali affidate a dirigenti o al direttore della struttura. Ai dirigenti responsabili di area manageriale è affidata la responsabilità dei connessi obiettivi di budget e la gestione delle relative risorse. ************ In considerazione del carattere sperimentale dell assetto individuato, gli incarichi di area manageriale, rappresentati negli organigrammi di cui all Allegato n. 2, saranno attribuiti dal Direttore generale, su proposta formulata dal Direttore regionale INPS. Il Direttore della Sede regionale nella formulazione della proposta si avvarrà anche delle necessarie indicazioni del Direttore regionale della Gestione Dipendenti Pubblici L aggregazione di funzioni eventualmente non attribuita sarà posta sotto il governo del Direttore della struttura regionale interessata Integrazione delle funzioni di Direzione regionale della Gestione dipendenti

4 pubblici. Nelle funzioni manageriali sopra indicate, nonché in Staff al Direttore regionale, trovano piena integrazione e razionalizzazione, a far data 1 Agosto 2013 e nelle sole Direzioni regionali di cui all Allegato n. 1, gli ambiti di responsabilità di seguito riportati e governati nelle Direzioni regionali Gestione dipendenti pubblici, nonché i processi inerenti alla missione istituzionale dello stesso: - Staff del Direttore regionale; - Personale; - Organizzazione, Qualità e sistemi informativi; - Programmazione e controllo di gestione; - Comunicazione e relazioni esterne; - Welfare; - Contenzioso; - Approvvigionamenti di beni e servizi; - Patrimonio e lavori; - Contabilità e fisco. Tali ambiti di responsabilità sono integrati, organizzativamente e funzionalmente, secondo il modello di seguito descritto. Nella funzione manageriale Gestione risorse (ex Risorse e attività di staff) sono integrati gli ambiti di responsabilità: Personale ; Approvvigionamenti di beni e servizi ; Patrimonio e lavori - quest ultimo ambito di responsabilità può essere presidiato da apposita funzione manageriale. Al fine di rafforzare la compliance interna e dare maggiore forza operativa alla responsabilità che l articolo n. 19 del vigente Regolamento di Organizzazione dell Istituto attribuisce alla Direzione regionale in merito al dovere assicurare la funzione di controllo di regolarità amministrativa e contabile, sono poste in posizione di Staff diretto al Direttore regionale le seguenti macro-attività: Flussi contabili : vi confluisce l ambito di responsabilità Contabilità e Fisco Gestione dipendenti pubblici; Controllo di gestione, che integra le attività governate dal soppresso Istituto nell ambito di responsabilità Pianificazione e controllo di gestione ; Audit : vi confluiscono le attività di Audit proprie dell ambito di responsabilità Organizzazione, Qualità e sistemi Informativi Gestione dipendenti pubblici; Monitoraggio contenzioso : vi confluisce l ambito di responsabilità Contenzioso Gestione dipendenti pubblici relativamente alle attività di coordinamento e monitoraggio. Viene, inoltre, posta in Staff al Direttore regionale la macro-attività Organizzazione e Customer care, già Organizzazione, nella quale confluiscono le attività di Organizzazione e qualità della Gestione dipendenti pubblici. Nella macro-attività Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico, già in staff al Direttore regionale, confluiscono le attività di comunicazione relative all ambito di responsabilità Comunicazione e relazioni esterne della Gestione dipendenti pubblici. Riguardo alle restanti attività proprie dell ambito di responsabilità relativo alle prestazioni istituzionali della Gestione dipendenti pubblici si opereranno le seguenti integrazioni: Funzione manageriale Prevenzione e contrasto all economia sommersa e lavoro irregolare ovvero, nelle direzioni regionali di complessità C, nella funzione manageriale

5 Funzioni Istituzionali : vi confluiscono le attività di Vigilanza ispettiva Gestione dipendenti pubblici (coordinamento regionale e rapporto con gli enti). Funzione manageriale Entrate contributive : vi confluiscono le attività di Aggiornamento posizione assicurativa della Gestione dipendenti pubblici. Funzione manageriale Prestazioni a sostegno del reddito, Credito e Welfare, già Prestazioni a sostegno del reddito : vi confluiscono le attività proprie dell ambito di responsabilità Welfare. Nelle Direzioni regionali di volta in volta individuate, le attività di Welfare inerenti alla gestione complessiva delle Strutture sociali rientreranno nell ambito della funzione manageriale Strutture sociali. Relativamente alla necessità di garantire una governance completa sui processi istituzionali dell Istituto, includendovi quelli relativi alla missione istituzionale del soppresso INPDAP, si prevede il seguente sviluppo: Funzione manageriale Entrate Contributive: vi confluiscono le attività inerenti il controllo delle entrate contributive delle amministrazioni pubbliche; Funzione manageriale Pensioni: vi confluiscono le attività inerenti al controllo dei processi relativi alle prestazioni pensionistiche, di fine servizio e la previdenza complementare dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche; Funzione manageriale Prestazioni a sostegno del reddito, Credito e Welfare : vi confluiscono le attività di credito ai dipendenti delle amministrazioni pubbliche. Oltre a quanto sopra riportato, al fine di garantire anche a livello regionale un integrazione funzionale tra il governo dell attività di verifica amministrativa e il coordinamento dell attività di vigilanza ispettiva, viene attivata nell ambito della funzione manageriale Entrate contributive, la macro-attività inerente al Governo e monitoraggio della verifica amministrativa. Tutte le nuove attività indicate sono affidate alla responsabilità dei Team già esistenti ovvero, nei limiti dei numeri predefiniti a livello centrale e di cui all Allegato n. 3, alla responsabilità di appositi nuovi Team. I funzionari cui è attribuita la responsabilità di Team sono, ai sensi della legge n. 241/1990 e successive modificazioni e integrazioni, responsabili del provvedimento e del procedimento. Sono confermate, per il periodo della sperimentazione, tutte le indennità di posizione al momento percepite dal personale della Gestione dipendenti pubblici delle Direzioni regionali coinvolte nella sperimentazione. In Allegato n. 2 alla presente Circolare sono disponibili gli organigrammi sperimentali di ciascuna Direzione regionale INPS coinvolta nel processo di integrazione; in calce agli organigrammi sono riportate le nuove macroattività/attività che possono essere affidate alla responsabilità dei Team già esistenti ovvero alla responsabilità di appositi nuovi team, nei numeri definiti in Allegato n. 3. In tabella 2 si riporta, per le tre diverse complessità di Direzione regionale, il modello di integrazione previsto. Tabella 2 Direzioni Funzioni manageriali e macro-attività (in corsivo le nuove macro attività) Regionali Complessità A e B Entrate contributive Controllo Entrate contributive Controllo Entrate contributive e sviluppo Posizioni assicurative PP.AA

6 Pensioni Controllo e monitoraggio Verifica Amministrativa Controllo processo pensioni Controllo processo prestazioni pensionistiche, di fine servizio e previdenza complementare dei dipendenti delle PP.AA. Prestazioni a sostegno del reddito, Credito e Welfare Controllo Prestazioni a sostegno del reddito Controllo attività di credito ai dipendenti delle PP.AA. Welfare/Strutture sociali Prevenzione e Contrasto all economia sommersa e lavoro irregolare Governo delle attività di vigilanza Gestione Risorse Risorse umane e formazione Risorse strumentali Patrimonio Lavori Sviluppo professionale Gruppo assistenza Informatica Gestione Patrimonio (solo in specifiche Direzioni regionali) Patrimonio Lavori Strutture Sociali (solo in specifiche Direzioni regionali Gestione servizi e Strutture sociali Staff al Direttore regionale Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico Flussi contabili Controllo di gestione Monitoraggio contenzioso Audit Organizzazione e Customer care Complessità C Funzioni Istituzionali Controllo Entrate contributive Controllo Entrate contributive e sviluppo Posizioni assicurative PP.AA. Controllo e monitoraggio Verifica Amministrativa Controllo processo pensioni Controllo processi prestazioni pensionistiche, di fine servizio e previdenza complementare dei dipendenti delle PP.AA Controllo Prestazioni a sostegno del reddito Controllo attività di credito ai dipendenti delle PP.AA. Welfare/Strutture sociali

7 Governo delle attività di vigilanza Staff al Direttore regionale Risorse umane Risorse strumentali Patrimonio Lavori Sviluppo professionale Gruppo assistenza Informatica Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico Monitoraggio contenzioso Controllo di gestione Flussi contabili Audit Organizzazione e Customer Care Le risorse oggi impiegate nell ambito di responsabilità ex INPDAP denominato Staff del direttore regionale sono riallocate, dal Direttore regionale titolare della regione in fase di integrazione, secondo le specifiche esigenze funzionali 2. I nuovi organigrammi sperimentali delle Direzioni regionali INPS I Direttori regionali avranno cura, sulla base dei rispettivi organigrammi sperimentali di cui all Allegato n. 2, di individuare quali delle nuove macroattività/attività siano da affidare alla responsabilità dei Team già esistenti ovvero alla responsabilità di appositi nuovi Team nei limiti dei contingenti definiti in Allegato n. 3. I Direttori regionali provvederanno, quindi, entro il 26/7/2013, all invio dei nuovi organigrammi, così come modificati ed implementati, alla Direzione centrale Organizzazione per la necessaria e definitiva approvazione. Sulla base dell avvenuta approvazione, le Direzioni regionali attiveranno l iter per la selezione e il conferimento delle posizioni organizzative di Responsabile di Team. Con specifico Ordine di servizio i Direttori regionali interessati provvederanno, quindi, alla necessaria allocazione delle risorse provenienti dal soppresso Istituto. Le Direzioni regionali INPS cureranno, secondo le vigenti disposizioni e modalità, l allocazione del personale di cui all Ordine di Servizio nel modulo OM INPS di SAP, con decorrenza Modalità di conferimento degli incarichi. Il Nucleo di Valutazione regionale INPS, integrato dal direttore regionale ex INPDAP ove presente, individuerà tra il personale della Gestione dipendenti pubblici già titolare di posizione indennizzata, i funzionari cui attribuire, per il solo periodo della sperimentazione e, al momento, ad indennità invariata, la responsabilità degli eventuali nuovi Team istituiti e relativi al governo, in maniera singola o aggregata, delle funzioni del soppresso INPDAP di seguito indicate: Controllo Entrate contributive e sviluppo Posizioni assicurative PP.AA Controllo processo prestazioni pensionistiche, di fine servizio e previdenza complementare dei dipendenti delle PP.AA. Controllo attività di credito ai dipendenti delle PP.AA.

8 Welfare/Strutture sociali Patrimonio Lavori In Allegato n. 4 e n. 5 sono disponibili i relativi Bandi e Schemi di domanda. Si ribadisce che l individuazione dei Responsabili degli eventuali specifici nuovi Team a governo delle attività sopra indicate, sarà operata esclusivamente tra il personale della Gestione dipendenti pubblici già titolare di indennità di cui si dovrà raccogliere, comunque, la disponibilità. Quanto sopra riportato comporta che, qualora i Direttori regionali ritenessero di assicurare il governo delle attività indicate aggregandole a Team già esistenti e di cui agli organigrammi formalizzati a seguito della Circolare INPS n. 37/2009, non si provvederà ad alcuna nuova selezione e conferimento incarico. Con riferimento alle attività di: Monitoraggio contenzioso Controllo e monitoraggio verifica amministrativa i Direttori regionali valuteranno l opportunità di un loro governo aggregando le attività a team già esistenti ovvero istituendone, sempre nei limiti di cui all Allegato n. 3, di nuovi, da attribuire procedendo a nuove selezioni secondo le modalità e i criteri di cui ai vigenti CCNI e Verbali di Intesa dell Istituto. È di tutta evidenza che la presente Circolare nulla innova nelle Direzioni regionali nelle quali già siano attivi uno o più Team ad esclusivo presidio del Contenzioso. Nelle Direzioni regionali in sperimentazione che attualmente governano in maniera aggregata, in un unico team, il Controllo di gestione e i Flussi Contabili, si è già provveduto, negli organigrammi sperimentali, a collocare d ufficio le due funzioni in due diversi team. Sarà cura dei Direttori regionali procedere alla riallocazione dell attuale Responsabile in uno dei due team e ad attivare nuove selezioni per l attribuzione del team istituito ex novo, secondo le modalità e i criteri di cui ai vigenti CCNI e Verbali di Intesa dell Istituto. La Direzione regionale INPS curerà gli adempimenti connessi alla corretta implementazione del modulo OM INPS di SAP, provvedendo inoltre all invio del sopra indicato provvedimento alla specifica casella di posta elettronica Sono confermate, per il periodo della sperimentazione, tutte le indennità di posizione al momento percepite dal personale della Gestione dipendenti pubblici nell ambito delle funzioni governate dalla Direzione regionale. 4.. Le attività centrali di supporto e monitoraggio Per garantire una completa, corretta ed omogenea implementazione degli assetti definiti, la Direzione generale effettuerà attività di monitoraggio e verifica delle azioni svolte, garantendo supporto e affiancamento alle Direzioni regionali e provinciali coinvolte. Le sedi potranno inviare comunicazioni, richieste di informazioni, chiarimenti ed interventi all indirizzo 5. Osservatori sulla riorganizzazione I costituiti Osservatori regionali per la sperimentazione del modello integrato di Direzione

9 provinciale saranno finalizzati anche all analisi degli stati di avanzamento della sperimentazione inerente al modello integrato di Direzione regionale. Nell ambito dell Osservatorio Nazionale saranno esaminate le eventuali problematiche di carattere generale rilevate. Il Direttore Generale Nori

10 Sono presenti i seguenti allegati: Allegato N.1 Allegato N.2 Allegato N.3 Allegato N.4 Allegato N.5 Cliccare sull'icona "ALLEGATI" per visualizzarli.

Direzione Generale. Roma, 20/10/2014

Direzione Generale. Roma, 20/10/2014 Direzione Generale Roma, 20/10/2014 Circolare n. 127 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione regionale Piemonte

Direzione regionale Piemonte Direzione regionale Piemonte MEDICO LEGALE LEGALE PENSIONI PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO RISORSE E ATTIVITA DI STAFF processo pensioni e conto assicurativo a sostegno del reddito Governo attività

Dettagli

Direzione regionale (complessità B)

Direzione regionale (complessità B) Direzione regionale (complessità B) Coordinamento regionale Tecnico Edilizio Informazioni istituzionali e relazioni con il pubblico Organizzazione e customer care 2 team di sviluppo professionale (area

Dettagli

Direzione Generale. Roma, 25/02/2013

Direzione Generale. Roma, 25/02/2013 Direzione Generale Roma, 25/02/2013 Circolare n. 31 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 28/06/2013 Circolare n. 103 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/02/2015 Circolare n. 28 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione.

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Roma, 09/05/2012 Circolare n. 66 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione.

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Roma, 11/11/2011 Circolare n. 146 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

e, per conoscenza, Premessa Inabilità assoluta e permanente a svolgere qualsiasi attività lavorativa.

e, per conoscenza, Premessa Inabilità assoluta e permanente a svolgere qualsiasi attività lavorativa. Direzione Centrale Risorse Umane Roma, 14/12/2011 Circolare n. 153 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Risorse Umane.

Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Risorse Umane. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Risorse Umane Roma, 14/09/2011 Circolare n. 119 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori

Dettagli

Roma, 16/10/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 171

Roma, 16/10/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 171 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Formazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione

Dettagli

Roma, 07/02/2012. e, per conoscenza, Circolare n. 19

Roma, 07/02/2012. e, per conoscenza, Circolare n. 19 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 07/02/2012 Circolare n. 19 Ai Dirigenti

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca 201407171150 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca D.D:G. n. 314 28 luglio 2014 VISTA la Legge 31 dicembre 2009, n. 196 "Legge di contabilità e finanza pubblica" VISTO il decreto legislativo

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Posizioni dirigenziali di prima fascia.

Posizioni dirigenziali di prima fascia. Nota informativa alle Organizzazioni Sindacali sulla proposta di ristrutturazione degli assetti organizzativi dell Agenzia delle Dogane (posizioni dirigenziali di vertice e posizioni dirigenziali di seconda

Dettagli

MODULO DI ADESIONE AL DISCIPLINARE PER LA GESTIONE OPERATIVA DEGLI PNEUMATICI FUORI USO (PFU) RELATIVO ALL ANNO 2015.

MODULO DI ADESIONE AL DISCIPLINARE PER LA GESTIONE OPERATIVA DEGLI PNEUMATICI FUORI USO (PFU) RELATIVO ALL ANNO 2015. MODULO DI ADESIONE AL DISCIPLINARE PER LA GESTIONE OPERATIVA DEGLI PNEUMATICI FUORI USO (PFU) RELATIVO ALL ANNO 2015 Al Fondo per la gestione degli Pneumatici Fuori Uso (PFU) A: contratti@pec.pneumaticifuoriuso.it

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 23/12/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 23/12/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 23/12/2014 Circolare n. 179 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 21/03/2013

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 21/03/2013 Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 21/03/2013 Circolare n. 43 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Coordinamento Generale Statistico Attuariale Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 27/05/2015

Coordinamento Generale Statistico Attuariale Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 27/05/2015 Coordinamento Generale Statistico Attuariale Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 27/05/2015 Circolare n. 109 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai

Dettagli

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro Finanziamenti alle imprese ISI INAIL 2011 - INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO in attuazione dell'art. 11, comma 5, D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

Oggetto: Mittente: Data:

Oggetto: Mittente: Data: Oggetto: inarcassa - gestione separata Mittente: "Nicola Busin" Data: 11.51 A: indirizzata a un centinaio di delegati Vicenza 28 luglio 2011 Cari colleghi sono un architetto /docente

Dettagli

1. Premessa. Roma, 29/04/2016

1. Premessa. Roma, 29/04/2016 Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Credito e Welfare Direzione Centrale Entrate Roma, 29/04/2016 Circolare n. 71 Ai Dirigenti

Dettagli

Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Risorse Strumentali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Risorse Strumentali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Risorse Strumentali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/05/2014 Circolare n. 66 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Circolare numero 123 del 18-10-2012. e, per conoscenza,

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Circolare numero 123 del 18-10-2012. e, per conoscenza, Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Circolare numero 123 del 18-10-2012 Direzione Generale Roma, 18/10/2012 Circolare n. 123 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai

Dettagli

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali.

Estratto Conto Dipendenti Pubblici Invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali. Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 24/06/2015 Circolare n. 124 Ai Dirigenti

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Gestione ex Inpdap. Roma, 13/09/2012

Direzione Centrale Previdenza Gestione ex Inpdap. Roma, 13/09/2012 Direzione Centrale Previdenza Gestione ex Inpdap Roma, 13/09/2012 Circolare n. 109 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

Riorganizzazione Trenitalia. 14 luglio 2005

Riorganizzazione Trenitalia. 14 luglio 2005 Riorganizzazione Trenitalia 14 luglio 2005 2 Riorganizzazione processi di manutenzione Strutture centrali Pianificazione industriale (Nuova) Ingegneria degli impianti e della manutenzione (riorganizz.

Dettagli

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali Roma, 7 maggio 2013 Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali E la naturale prosecuzione degli interventi previsti da

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Roma, 28/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 110

Roma, 28/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 110 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pianificazione e Controllo

Dettagli

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua.

È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. È consentito, in sostituzione della marcatura, riportare tali informazioni su di una etichetta adesiva resistente all acqua. Art. 3. Su ciascun contenitore delle zattere di cui al precedente articolo dovranno

Dettagli

Roma, 25/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 113

Roma, 25/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 113 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Coordinamento Generale Medico Legale Roma, 25/07/2013 Circolare

Dettagli

Roma, 29/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 112

Roma, 29/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 112 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Assistenza e Invalidita' Civile Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 05/08/2011

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 05/08/2011 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 05/08/2011 Circolare n. 105 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Roma, 29/12/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 191

Roma, 29/12/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 191 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 29/12/2014 Circolare n. 191 Ai Dirigenti

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Roma, 03/09/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 101

Roma, 03/09/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 101 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 03/09/2014 Circolare

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Roma, 03-09-2014. Messaggio n. 6789

Roma, 03-09-2014. Messaggio n. 6789 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 03-09-2014 Messaggio n. 6789 Allegati n.2 OGGETTO:

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 02/07/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 02/07/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 02/07/2015 Circolare n. 132 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18/04/2012 Circolare n. 56 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Roma, 30/04/2013

Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Roma, 30/04/2013 Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Roma, 30/04/2013 Circolare n. 69 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Cod. ISTAT INT 00009 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Titolare: Dipartimento

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 22/11/2011 Circolare n. 149 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi. Roma, 30/04/2013

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi. Roma, 30/04/2013 Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi Roma, 30/04/2013 Circolare n. 70 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali

Dettagli

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Ufficio Centrale di monitoraggio e coordinamento in materia di protezione dei dati personali e accesso alle banche

Dettagli

Loro Sedi. f.to - Dott.ssa Bianca Cracco

Loro Sedi. f.to - Dott.ssa Bianca Cracco Vicenza, 1 Marzo 2013 Prot. N. 435/2013 VIA E-MAIL A tutti gli iscritti all Albo professionale dell Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Vicenza Loro Sedi OGGETTO: INPS VICENZA

Dettagli

Oggetto: criteri generali per l articolazione organizzativa interna delle Direzione regionali del lavoro e delle Direzioni territoriali del lavoro.

Oggetto: criteri generali per l articolazione organizzativa interna delle Direzione regionali del lavoro e delle Direzioni territoriali del lavoro. DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DEL PERSONALE L INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA, IL BILANCIO UPD Div.II Ai Direttori interregionali del lavoro Ai Direttori territoriali del lavoro LORO SEDI E, p.c. Al Capo

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali PRIMA INDAGINE NAZIONALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLE RETI ONCOLOGICHE REGIONALI (Dicembre 2014 - Febbraio 2015) Programma Azioni Centrali: DEFINIRE

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 4 febbraio 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA

IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA IL SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI INCIDENTI STRADALI IN TOSCANA Fabio Voller Dirigente Settore Servizi Sociali Integrati Osservatorio di Epidemiologia Agenzia Regionale di Sanità Toscana Incidenti stradali

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013

REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS. Giugno 2013 REGOLAMENTO DI CONCILIAZIONE BUSINESS Giugno 2013 1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Poste Italiane S.p.A. (d ora innanzi indicata come POSTE ITALIANE) definisce la procedura di Conciliazione Business secondo

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/02/2015

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/02/2015 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/02/2015 Circolare n. 29 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Progetto Nazionale di Formazione per i Dirigenti Scolastici nominati

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 14/10/2013 Circolare n. 147 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

OGGETTO: Contributi volontari dei lavoratori dipendenti non agricoli per l anno 2011.

OGGETTO: Contributi volontari dei lavoratori dipendenti non agricoli per l anno 2011. Direzione Centrale Entrate Roma, 16/03/2011 Circolare n. 52 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il decreto-legge 18 giugno 1986, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 1986, n. 462, che all articolo 10 ha previsto l istituzione dell Ispettorato Centrale Repressione Frodi

Dettagli

Sezione 1 Enti rispondenti e auto registrate

Sezione 1 Enti rispondenti e auto registrate Censimento Auto PA Rapporto Febbraio 2014 Aggiornamento dati al 01 marzo 2014 Copertura totale 95.1% degli enti, 97.0% delle autovetture Saldo rispetto all 1/1/2013-4 663 autovetture (-8.0 % della disponibilità

Dettagli

Progetto Tessera Sanitaria

Progetto Tessera Sanitaria Articolo 50 del D.L. 30 settembre 2003 n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326 e successive modificazioni DM 2 Novembre 2011 Dematerializzazione della ricetta medica

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

RIFERIMENTI STORICI E NORMATIVI

RIFERIMENTI STORICI E NORMATIVI FONDO VOLO (VL) E un fondo sostitutivo dell assicurazione generale obbligatoria ed ha la finalità di provvedere alla liquidazione delle pensioni del personale di volo: piloti, assistenti di volo e tecnici

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

Foglio Informativo AnSe

Foglio Informativo AnSe Foglio Informativo AnSe Anno 2013 - Numero 2 27 febbraio 2013 Anno13 - Numero 2013 ANSE Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125-00198 ROMA Tel. 0683057390-0683057422 Fax 0683057440

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 13 marzo 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 04/02/2015 Circolare n. 26 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 26 febbraio 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 30/12/2011 Circolare n. 172 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Manuale Utente (Presentazione Progetti 15 maggio - 30 giugno 2015) Versione 1.0.0

Manuale Utente (Presentazione Progetti 15 maggio - 30 giugno 2015) Versione 1.0.0 Manuale Utente (Presentazione Progetti 15 maggio - 30 giugno 2015) Versione 1.0.0 SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE... 7 3 PROGETTI GARANZIA GIOVANI... 7 4 PROGETTI BANDO

Dettagli

Art 24, comma 24, Decreto SALVA ITALIA

Art 24, comma 24, Decreto SALVA ITALIA Art 24, comma 24, Decreto SALVA ITALIA Obbligo per le Casse dei Professionisti di dimostrare la propria sostenibilità a 50 anni previa adozione di misure dirette ad assicurare l equilibrio tra entrate

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/03/2012

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/03/2012 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/03/2012 Circolare n. 38 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 26/07/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 26/07/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 26/07/2013 Circolare n. 114 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dell Economia e delle Finanze la legge 31 dicembre 2009, n. 196 Legge di contabilità e finanza pubblica ; il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni, con particolare riguardo all articolo 3-septies

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA)

ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LO SVILUPPO DELLA RETE PER LA VALUTAZIONE SISTEMATICA DELLE TECNOLOGIE SANITARIE - HTA (RIHTA) 10/022/CR6d/C7 Accordo di collaborazione (ex art. 15 Legge 7 agosto 1990, n

Dettagli

L utilizzo degli strumenti di e-procurement in sanità nell esperienza dell Agenzia Regionale Centrale Acquisti della Lombardia

L utilizzo degli strumenti di e-procurement in sanità nell esperienza dell Agenzia Regionale Centrale Acquisti della Lombardia L utilizzo degli strumenti di e-procurement in sanità nell esperienza dell Agenzia Regionale Centrale Acquisti della Lombardia A cura di: Andrea Martino, Direttore Generale ARCA Massimiliano Inzerillo,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico IL DIRETTORE GENERALE Roma, 7 settembre 2011 Visto il Decreto Legislativo

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca DDG 12 del 6 novembre 2014 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, nella legge 8 novembre 2013, n. 128, recante Misure urgenti in materia

Dettagli

DOCUMENTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DI PREVENZIONE IN EDILIZIA 2008-2010 29 novembre 2007

DOCUMENTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DI PREVENZIONE IN EDILIZIA 2008-2010 29 novembre 2007 DOCUMENTO OPERATIVO PER LA REALIZZAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DI PREVENZIONE IN EDILIZIA 2008-2010 29 novembre 2007 1. Premessa: a) la Commissione Salute delle Regioni e Province Autonome ha approvato il

Dettagli

CGIL CISL UIL. Roma, 25 novembre 2015. A tutte le strutture CGIL CISL UIL

CGIL CISL UIL. Roma, 25 novembre 2015. A tutte le strutture CGIL CISL UIL CGIL CISL UIL Roma, 25 novembre 2015 A tutte le strutture Cari amici e compagni, come sapete le Segreterie nazionali hanno deciso, per il prossimo giovedì 17 dicembre, la convocazione di tre attivi interregionali

Dettagli

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio

Fisica Sanitaria. Roma, 17 Febbraio 2012. Michele Belluscio Fisica Sanitaria Roma, 17 Febbraio 2012 Michele Belluscio Fisica Sanitaria: Attività La Fisica Sanitaria svolge attività connesse, in modi e misure diverse, con: -Radioterapia oncologica -Medicina nucleare

Dettagli

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61 Roma, 31/03/2011 Circolare n. 61 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale

Dettagli

INPS (attualmente in comando presso l Ente Roma Capitale) Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane dell Ente Roma Capitale

INPS (attualmente in comando presso l Ente Roma Capitale) Direttore del Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane dell Ente Roma Capitale C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data e luogo di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Laura Benente 15 luglio 1966 - Torino Dirigente Telefono 0667104831 E-mail INPS

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2013 Circolare n. 56 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Bando per la concessione di borse di studio a.s. 2009-2010 Agli studenti frequentanti le Scuole Secondarie di primo grado

Bando per la concessione di borse di studio a.s. 2009-2010 Agli studenti frequentanti le Scuole Secondarie di primo grado Assessorato Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro COMUNE DI FRASSINORO Provincia di Modena P.zza Miani, 16 41044 Frassinoro Mo Bando per la concessione di borse di studio a.s. 2009-2010

Dettagli

NUOVI MODELLI DI SERVIZIO: evoluzione dei progetti

NUOVI MODELLI DI SERVIZIO: evoluzione dei progetti NUOVI MODELLI DI SERVIZIO: evoluzione dei progetti Nella giornata di ieri l Azienda ha fornito ulteriori aggiornamenti sulle sperimentazioni in corso del Nuovo Modello di Servizio delle Imprese e del Retail.

Dettagli

Direzione Generale. Roma, 18/10/2012

Direzione Generale. Roma, 18/10/2012 Direzione Generale Roma, 18/10/2012 Circolare n. 124 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova a cura della DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Outline I punti di forza I

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Generale signor Franco Migliorini, il giorno 27 giugno 2001, in Napoli presso la

PROTOCOLLO D INTESA. Generale signor Franco Migliorini, il giorno 27 giugno 2001, in Napoli presso la PROTOCOLLO D INTESA D intesa con la Compagnia Assicuratrice Unipol S.p.A., rappresentata dal Direttore Generale signor Franco Migliorini, il giorno 27 giugno 2001, in Napoli presso la Sede di Aurora Assicurazioni

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli