Scrivere con altri. Scuole dell Infanzia del Comune di Torino 30 marzo 2010

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scrivere con altri. Scuole dell Infanzia del Comune di Torino 30 marzo 2010"

Transcript

1 Scrivere con altri Scuole dell Infanzia del Comune di Torino 30 marzo 2010

2 È tipo un avviso bambini di 4 e 5 anni

3 È tipo un avviso bambini di 4 e 5 anni Claudio : E mio l ho fatto quando sei andata via per dire ai genitori della festa, è tipo un avviso! Bravo che bello, hai voglia di farlo vedere ai tuoi amici e di spiegare cosa hai fatto? Claudio accetta e l insegnante raduna i bambini in una saletta.. Claudio: A me mi piace fare questi lavori! Marco M : Non si dice a me mi perché mi non esiste! Alberto : Sì che esiste perché vuol dire noia! Marco M e Claudio: Non vuol dire noia, non vuol dire niente! Alberto: Sì che vuol dire noia perché mio papà a volte lo dice! Marco M : Noi stiamo parlando di a me mi e non di MI! E che differenza c è fra <a me mi> e <mi>? Marco M : Perché noi stiamo dicendo A ME MI PIACE e no MI CHE NOIA!

4 È tipo un avviso bambini di 4 e 5 anni Alberto: A me mi non vuol dire niente ma MI vuol dire noia! Marco M: Non è così il MI è sbagliato, se dici a me mi non va bene, devi dire solo mi piace! Perché dici che bisogna solo dire mi piace? Alberto: Perché sono due modi diversi! Marco M: Perché se dico a me mi piace ci sono delle lettere davanti a MI! Marco D: Scriviamo! Tutti: Sì! Perché volete scrivere? Marco D: Perché così vediamo se è vero! Ok va bene chi scrive? Claudio: Io! Marco M: Noi lo aiutiamo!

5 È tipo un avviso bambini di 4 e 5 anni Claudio: Beh io ho fatto questo che non era proprio un lavoro ma serviva per mia mamma. E vuoi dire ai amici come si chiama questo che hai fatto? Claudio: Una specie di avviso, ma non proprio bene. Allora Claudio ha detto che voleva scrivere un avviso voi sapete che cos è un avviso? Marco C: Un avviso dice agli altri le cose che non sanno! Carola: E una cosa scritta che serve per qualcuno! Sara: Un avviso è una cosa scritta di una cosa che la mamma e i papà non sanno. Serve Marco D: Per avvisare i genitori! Marco M : Un avviso devi scrivere delle cose e poi devi appenderlo alla porta e gli altri lo leggono Ho capito ed è così per tutti, siete d accordo? Tutti: Sì!

6 È tipo un avviso bambini di 4 e 5 anni Ma sull avviso si può scrivere qualsiasi cosa? Tutti: No! Marco M: Si deve scrivere le cose giuste E qual è la cosa giusta? Carola: E sulla festa di Carnevale! Claudio: Adesso vi spiego questo avviso: c è una maschera di carnevale Marco C: Dei coriandoli! Claudio: Sì, le stelle filanti, ma ci sono anche le scritte. Bravi è tutto vero quello che avete detto, ma vuoi leggerci le scritte? Claudio: Veramente ho scritto a caso Cosa vuol dire che hai scritto a caso? Claudio: Che ho scritto senza pensare perché l ho fatto per me, non era proprio come un lavoro e quindi c è scritto genitori e poi delle altre cose che non si capisce... Marco M: Bella l idea però meglio rifarlo se non si capisce!

7 Alberto (4 anni) Alberto: Io sto leggendo ma non ci capisco, ho scritto tutto sbagliato, solo 11 è giusto forse va meglio quello di Claudio! Perché dici così? Alberto aveva precedentemente letto.. pronunciando le lettere da lui scritte Alberto: Perché ho scritto C A R GI NO R non mi dice niente! Mi fai vedere come leggi col dito per favore? Alberto: - Q A N no non è giusto 11 si! ( sorride divertito)

8 Marco D (5 anni) Marco D: Leggo io ma mi sa che non è proprio giusto (legge) C A I E I Mi fa un po ridere! Alberto: E già come il mio.. Marco M: Anche io ho provato a leggere, ti faccio vedere -( legge anche lui indicando col dito) CARI GENITORI.. Claudio : Forse ci sono delle parole che non vanno anzi delle lettere- Marco M e Marco D: Possiamo leggere quello tuo! Claudio: - Va bene

9 Marco M (5 anni) Marco M: -Anche io ho provato a leggere, ti faccio vedere ( legge anche lui indicando col dito) CARI GENITORI Claudio : Forse ci sono delle parole che non vanno anzi delle lettere Marco M e Marco D: Possiamo leggere quello tuo!

10 Claudio (6 anni) Claudio: Va bene (inizia e leggere. e gli altri sono attenti) Marco D: E giusto! Claudio: Adesso finisco il mio Claudio legge ma gli altri bambini ripetono con lui le lettere, è molto bello vederli lavorare così insieme Tutti: Ok dai va bene teniamo il tuo!

11 Carola (4; 11) Carola: Sì va bene io non ho scritto giusto però so leggere cosa ho scritto! Alberto: Sì lo inventi Sara: Anche io lo invento Va benissimo e avete voglia di leggerlo allora?

12 Sara (4 anni)

13 Dencel Claudio: C è anche quello di Dencel,! Marco M: Io l ho guardato ma non mi sembra giusto! Forse l ha scritto in filippino, l hai scritto in filippino? Dencel: - Non so! Claudio: - Certo così lo può leggere anche sua mamma, mi sembra logico! Tutti: - Sì è vero! Dencel: - Anche mio papà Bravissimi sono molto soddisfatta davvero bravi! Marco M: - E stato bello fare questo protocollo insieme!

14 Abbiamo fatto i biscotti 5 anni

15 Scrivere in piccolo gruppo 5 anni Marco: Scrivo io? Alessandro: Ma tu non sai scrivere! Marco: Non è vero! Posso scrivere come sono capace, l'ha detto la maestra! Claudio: Allora scrivi così: "Genitori abbiamo fatto i biscotti". Marco: Ci vuole la "gi", come si fa? Alessandro: La faccio io, ci vuole quella così ( scrive G ). Claudio: Ci vuole la "a". Marco: No! Ci vuole la "i", senti? "Ge-ni-tori" (rinforzando il suono della "i" della seconda sillaba). Ci vuole la "i", così (scrive I, poi aggiunge U e O ). Alessandro: (Legge sillabando) "Ge, ni, to"... questa (indica la O ) non è giusta, ci vuole la "T", "ge ni - to..." Marco: È la "ti" quella... Alessandro: È la "o" questa (la indica) è sbagliata, la "ti" si fa così (segna con il dito la forma della lettera senza scriverla). Claudio: Si fa così guarda! (Scrive una T sopra la O ). (Piccola disputa tra Alessandro e Claudio perché la "ti" non andava sopra la "o" ma al posto della "u") Marco: (Legge) "Ge" (indica G ), "ni" (indica I ), "to" (indica U T )...ecco ora ci vuole la "o", senti? "Ge - ni - tooo"... (scrive O ) Alessandro: "Ge - ni - to - ri"...e ora ci vuole la "erre" e la "i"...vero maestra? Così: "ge - ni - to - ri" (scrive R e I, resta G I U T O R I ). Simone: (Legge piano e poi dice) Non è giusto! Marco: Una cosa non è giusto? Se non sai nemmeno leggere la "ge", cos'è la "ge"? Simone: "A, bi, ci, di, e, gi"... vedi che c'è la "gi"? Marco: E allora? Qui c'è la "gi" vedi? "Gi - i"... genitori... Va, va non sai leggere!

16

17 Scrivere in piccolo gruppo 5 anni Walter: (Leggendo) "A-bbia..." ci vuole la "emme", è come Michelangelo (scrive M ). Marco: "Abbia - mo fat - to"...ci vuole la "fa" di Federica e la "ti" (scrive F T ). Alessandro: (Rilegge) "ab-bia-mo fat-to"..."i bi"... adesso ci vuole la "i" e la "bi"...la faccio io (scrive I B poi rilegge) "fatto i bis - co..." Walter: Adesso ci vuole la "qu", è un rotondo con la riga così (indica con dito sul tavolo e poi scrive Q, poi rilegge tutto dall'inizio e aggiunge la I ) Ecco adesso è scritto tutto bene! (Simone scrive B A S ) Claudio: (Scrive D R ) Ecco fatto! "Abbiamo fatto i biscotti". Agostino: (Per tutto il tempo ha osservato i compagni senza intervenire. Legge il testo ma c'è qualcosa che non gli quadra perché non riesce a capire le ultime lettere). Cosa è scritto qui? Marco: È fatta all'incontrario...si deve leggere biscotti... Agostino: Ma qua (indica B A S ) cosa c'è scritto? Marco: È la "b", e la "a"...e questa (indica la R) è crostata...

18 Abbiamo fatto i biscotti e la crostata

19 Il bosco degli animali 4 anni

20 Scrivere in piccolo gruppo 4 anni Alberto e Sara: Il bosco degli animali!! Laura: (Rivolgendosi a Stefania) Dai! Scrivilo! Stefania: Eh, lo scrivo come sono capace (scrive un po di lettere - prima riga). Sara: Che lettera è questa? (Indica la prima grafia della riga, dopo cancellata). Alberto: Cosa ci hai fatto? Laura: La e stai facendo?. La e non è così. Gianluca: Non si deve fare la e, devi fare solo una gamba. Laura: Dai! Scrivi! Stefania: Allora come faccio? Alberto: Però la prima lettera è fatta male, però le altre van bene. Sara: Dai! Dai! Andrea: Stefi, scrivi su! Sara: Eh, ci credo, come fai queste lettere? (Ride)

21 Il bosco degli animali Gianluca: Ci sarà scritto lali lali. Stefania: Ma dai! Laura: Non so se si scrive così... Alberto: Eh! Anche sui disegni normali lei scrive così. Inizia a scrivere Andrea Luca: Che a, Andrea! (Tutti ridono) Andrea: Non ridete! Alberto: Anche con la Stefi abbiamo riso, non solo con te. Andrea: Ne devo fare ancora due, dopo abbiamo finito.

22 Scrivere in piccolo gruppo 4 anni Laura: Mamma mia, che a!! Luca: Delia (insegnante), vieni, guarda cosa abbiamo scritto. Insegnante: Allora cosa avete scritto? Tutti: Il bosco degli animali. Insegnante: Allora come comincia? Sara: Con la bo. Tutti: Bo - sco, bo - sco. Andrea: La bo è rotonda, si è rotonda. Alberto: La bo è rotonda, vero? (Si accavalcano molte voci) Laura: (Rivolta ad Andrea) Hai scritto troppe a. Stefania: Lui deve scrivere come vuole. Andrea: Come riesco. Alberto: Noi abbiamo fatto un bosco, e un bosco resterà, non cambieremo idea. Mi sembra che le cose vanno per il meglio.

23 Il bosco degli animali 4 anni

24 Scrittura e interazione 3 anni Scrittura del titolo I TRE PROCELINI Luca: questa è la i (la scrive) Loris: sì la i Luca: la t Loris: cos è quella? Luca: è la erre Daniele: non e così la erre Luca: è la erre Daniele: allora la erre una riga così, poi fai così e così è la erre (fa i segni sul tavolo), ma questa qua non è la erre perché c è una riga fatta così. È vero che non è la erre? Loris: eh no, non è la erre Daniele: gli hai fatto vedere come si fa? Mirco: allora una riga così e poi sì è la erre Luca: (che continua a scrivere) la pi Daniele: ma è vero che non si fa cos la erre, il Mirco dice che si fa così Luca: è la pi Loris: che cos è la pe? Marco: cos è la pe? Luca: ma cos è la pe, scusa non lo so.

25

26 Scrittura e interazione Scrittura del titolo PINOCCHIO Loris: adesso scrivo io, io mi piace Pinocchio Daniele: guarda come si fa, una riga così e così Luca: pi pe, è cos è la pe, scusa non lo so Marco: è cos è la pe? Luca: poi una righetta così Daniele: poi la elle, ma non così, così è Loris: quella lì è una pi, dopo c è la ci Daniele: che cos è la ci, e così? Loris: dopo c è la a Luca: come Alberto non è finito così Daniele: manca la erre Loris: questa qui è la o stretta e anche la elle, ho finito! Marco: (legge) pi.nocchio 3 anni

27 Scrittura e interazione Scrittura del titolo PINOCCHIO Loris: adesso scrivo io, io mi piace Pinocchio Daniele: guarda come si fa, una riga così e così Luca: pi pe, è cos è la pe, scusa non lo so Marco: è cos è la pe? Luca: poi una righetta così Daniele: poi la elle, ma non così, così è Loris: quella lì è una pi, dopo c è la ci Daniele: che cos è la ci, e così? Loris: dopo c è la a Luca: come Alberto non è finito così Daniele: manca la erre Loris: questa qui è la o stretta e anche la elle, ho finito! Marco: (legge) pi.nocchio 3 anni

28 Luca: no, manca ancora tre pezzi, qui in fondo c è la ci Loris: (scrivendo) ma questa è la ci! Luca: ma pi-no-c-c un altra ci! Loris: eh! Allora così! Luca: e poi acca Loris: lo sai che l acca è difficile Marco: l acca di hotel? Daniele: ma cos è l acca di hotel? Loris: vedi che sono tre parole e basta! Luca: pi-no-cchi-. o, ci manca la o Loris: ci manca la o? Luca: fai un cerchio rotondo, bravo! Adesso è finito!

SECONDO ME È SCRITTO IN UN ALTRA LINGUA. Lilia Andrea Teruggi

SECONDO ME È SCRITTO IN UN ALTRA LINGUA. Lilia Andrea Teruggi SECONDO ME È SCRITTO IN UN ALTRA LINGUA Lilia Andrea Teruggi Dispiaceri Denis (4 anni) : a me non mi piace il mio nome Ma perché non ti piace? Denis: non so lo vedi che non si capisce Ma cosa non si capisce

Dettagli

S C U O L E D E L L ' I N F A N Z I A E S T E D O V E S T

S C U O L E D E L L ' I N F A N Z I A E S T E D O V E S T ISTITUTO COMPRENSIVO DI BAGNOLO MELL A S C U O L E D E L L ' I N F A N Z I A E S T E D O V E S T 2014-2015 PROGETTO UGUAGLIANZA-DIVERSITÀ Leggendo le diverse conversazioni che abbiamo tenuto con i bambini

Dettagli

Ci sono momenti in cui i bambini osservano un modello per sapere come fare qualcosa Si può anche utilizzare un modello per dipingere

Ci sono momenti in cui i bambini osservano un modello per sapere come fare qualcosa Si può anche utilizzare un modello per dipingere Unità Confronti metodo Bright Start Scuola dell Infanzia Villastellone Insegnante Emanuela Tosco Lezione N 1 Funzioni cognitive: Utilizzare un modello Confrontare Esplorare sistematicamente Etichettare

Dettagli

Metàloghi e Minotauri

Metàloghi e Minotauri Metàloghi e Minotauri Metalogo di Giuseppe O. Longo Padre - Ah, stai disegnando... Figlia - Sì... ma non è finito, non dovresti guardare ancora. P - Ormai ho guardato... Un Minotauro!... Be, sei proprio

Dettagli

Errore e Revisione. Lilia Andrea Teruggi

Errore e Revisione. Lilia Andrea Teruggi Errore e Revisione Lilia Andrea Teruggi Definizione Il deviare da una regola o norma di comportamento Violazione della legge Violazione di una norma giuridica o morale Il risultato della mancata applicazione

Dettagli

SECONDO INCONTRO: REGISTRATI IL 25 FEBBRAIO DALLE ORE 7 ALLE ORE 8 SU RACCOLTA IPOTESI INSEGNANTE RACCOLTA IPOTESI BAMBINI

SECONDO INCONTRO: REGISTRATI IL 25 FEBBRAIO DALLE ORE 7 ALLE ORE 8 SU RACCOLTA IPOTESI INSEGNANTE RACCOLTA IPOTESI BAMBINI SCUOLA DELL INFANZIA DI CISTERNA D ASTI GRUPPO BAMBINI DELL ULTIMO ANNO N. 15 BAMBINI COMPITO PER IL SECONDO INCONTRO: VISIONE DEI CARTONI ANIMATI REGISTRATI IL 25 FEBBRAIO DALLE ORE 7 ALLE ORE 8 SU ITALIA

Dettagli

Cosa c è scritto secondo te? Lilia Andrea Teruggi

Cosa c è scritto secondo te? Lilia Andrea Teruggi Cosa c è scritto secondo te? Lilia Andrea Teruggi Cosa ci sarà scritto su questo? Umberto Pulito splendente. Ilaria Rebecca Serve per pulire i piatti. Detersivo per lavare i piatti. Lorenzo Amine Lorenzo

Dettagli

Morfologia e sintassi

Morfologia e sintassi Morfologia e sintassi Organizzando la biblioteca in seconda Agli alunni sono stati consegnati piccoli gruppi di libri affinché ne leggano il titolo e individuino la prima lettera del titolo, per poter

Dettagli

La partita. La vita è quella cosa che accade mentre tu stai facendo altri progetti. John Lennon. Capitolo 1

La partita. La vita è quella cosa che accade mentre tu stai facendo altri progetti. John Lennon. Capitolo 1 4 La vita è quella cosa che accade mentre tu stai facendo altri progetti. John Lennon Capitolo 1 Napoli. Ore 18.00. Una strana telefonata fra due amici. - Pronto, Margherita? - Ciao, Ciro. Dimmi. - Allora

Dettagli

PROCEDIMENTO NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI AMANDA KNOX TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF.

PROCEDIMENTO NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI AMANDA KNOX TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. PROCEDIMENTO NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI AMANDA KNOX TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 27 Data. 05.11.2007 Ora inizio 18:00:12 Ora fine 18:06:49 Intercettazioni

Dettagli

RUOLO DEL PROPRIO NOME NELLA SCOPERTA DELLA CULTURA SCRITTA. Torino 28 maggio 2008 Lilia Andrea Teruggi

RUOLO DEL PROPRIO NOME NELLA SCOPERTA DELLA CULTURA SCRITTA. Torino 28 maggio 2008 Lilia Andrea Teruggi RUOLO DEL PROPRIO NOME NELLA SCOPERTA DELLA CULTURA SCRITTA Torino 28 maggio 2008 Lilia Andrea Teruggi Funzione del nome proprio Ma perché abbiamo un nome? Maria: perché tutti c è l hanno Matteo: è vero

Dettagli

Scuola Beata Giuliana, Classi quarte Progetto BAFF

Scuola Beata Giuliana, Classi quarte Progetto BAFF Scuola Beata Giuliana, Classi quarte Progetto BAFF Nel mese di ottobre abbiamo aderito al progetto BAFF Junior lab, un laboratorio cinematografico di otto ore. Con Roberto Gagnor, che scrive storie per

Dettagli

Lingue e scritture altre. Torino 25 maggio 2010 Lilia Andrea Teruggi

Lingue e scritture altre. Torino 25 maggio 2010 Lilia Andrea Teruggi Lingue e scritture altre Torino 25 maggio 2010 Lilia Andrea Teruggi I bambini stanno lavorando nella preparazione di un libricino della storia del Soldatino di stagno. Dopo avere disegnato le diverse sequenze

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R.

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DEL PM TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. R.I.T. 483/08 Nr. 697 Data. 25.05.2008 Ora 10.25 Intercettazioni telefoniche Proc.

Dettagli

19 NOVEMBRE 2010 COME FARE UNA MAPPA?

19 NOVEMBRE 2010 COME FARE UNA MAPPA? 19 NOVEMBRE 2010 COME FARE UNA MAPPA? Quando ci siamo incontrati con tutti gli altri bambini, ci siamo presi l incarico di costruire la mappa del futuro BOSCO DELLA COSTITUZIONE. Ma come si costruisce

Dettagli

Prima della lettura. Non si dimentica il primo amore, dice Ginevra. Sei d accordo con questa affermazione?

Prima della lettura. Non si dimentica il primo amore, dice Ginevra. Sei d accordo con questa affermazione? Prima della lettura Non si dimentica il primo amore, dice Ginevra. Sei d accordo con questa affermazione? Episodio 3 È arrivato il primo piatto: un classico di Milano, il risotto con lo zafferano e come

Dettagli

La Santa Sede INIZIATIVA "IL TRENO DEI BAMBINI" PROMOSSA DAL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO

La Santa Sede INIZIATIVA IL TRENO DEI BAMBINI PROMOSSA DAL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO La Santa Sede INIZIATIVA "IL TRENO DEI BAMBINI" PROMOSSA DAL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA PAROLE DEL SANTO PADRE FRANCESCO Atrio dell'aula Paolo VI Sabato, 3 giugno 2017 [Multimedia] Ragazzi e ragazze,

Dettagli

Guarda scrivo anch io

Guarda scrivo anch io Guarda scrivo anch io Leggere e scrivere dalla scuola dell infanzia alla primaria Il percorso laboratoriale Asti 13 gennaio 2017 Ilaria Ryolo Angelica Zedda Il percorso laboratoriale Obiettivi Fornire

Dettagli

Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore. Bob Marley

Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore. Bob Marley Il ritmo La lezione inizia senza che il Maestro dica nulla. Solo una musica accompagna i suoi movimenti e i ragazzi, dopo un primo momento di esitazione, lo seguono. Il bello della musica è che quando

Dettagli

La maschera del cuore

La maschera del cuore La maschera del cuore Francesco De Filippi LA MASCHERA DEL CUORE romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Francesco De Filippi Tutti i diritti riservati Al mio prof Renato Lo Schiavo che ha permesso

Dettagli

Fasi e livelli della comprensione di come funziona la lingua scritta

Fasi e livelli della comprensione di come funziona la lingua scritta Fasi e livelli della comprensione di come funziona la lingua scritta Esemplificazioni tratte da lavori fatti con i bambini da insegnanti delle scuole dell infanzia di P.zza Guala 140 e C.so Croce 21 Circolo

Dettagli

Prima della lettura. Forse avete capito chi sarà la vittima, ma l assassino? Abbiamo comunque un primo indiziato: Giulia. Vi ricordate perché?

Prima della lettura. Forse avete capito chi sarà la vittima, ma l assassino? Abbiamo comunque un primo indiziato: Giulia. Vi ricordate perché? Prima della lettura Forse avete capito chi sarà la vittima, ma l assassino? Abbiamo comunque un primo indiziato: Giulia. Vi ricordate perché? E cosa dite della storia d amore tra Ginevra e Christian? Secondo

Dettagli

Ecco qui le ultime trovate della mia Angelica... RETINI PER FARFALLE. Angelica ha voluto un retino fucsia per farfalle.

Ecco qui le ultime trovate della mia Angelica... RETINI PER FARFALLE. Angelica ha voluto un retino fucsia per farfalle. Ecco qui le ultime trovate della mia Angelica... RETINI PER FARFALLE Angelica ha voluto un retino fucsia per farfalle. "Mamma, con questo retino prenderò i pesci d acqua dolce che sono finiti in acqua

Dettagli

FRASI A. Prof, mi sono appena storto la caviglia sui gradini. Posso rimanere in classe durante la ricreazione?

FRASI A. Prof, mi sono appena storto la caviglia sui gradini. Posso rimanere in classe durante la ricreazione? LEGGIMO INSIEME. Schede di lavoro per la lettura attiva Piccole bugie, mezze verità, grossi pasticci, di nnette Neubauer, Il attello a Vapore, serie zzurra OTT E RISPOST Nel libro le dinamiche tra i personaggi

Dettagli

Pronomi. Giulia Sarullo

Pronomi. Giulia Sarullo Pronomi I pronomi personali persone soggetto toniche complemento 1 a singolare io me mi 2 a singolare tu te ti atone 3 a singolare m egli, esso, lui lui, sé lo, gli, ne, si 3 a singolare f ella, essa,

Dettagli

Le regole che aiutano a diventare grandi egrizzolo esarina N onolato ott.ssa C aterina Saccon ott. Bruno D ott.ssa C

Le regole che aiutano a diventare grandi egrizzolo esarina N onolato ott.ssa C aterina Saccon ott. Bruno D ott.ssa C 26 GENNAIO 2017 L IMPEGNO DI CRESCERE PER I BAMBINI E I GENITORI Le regole che aiutano a diventare grandi Dott.ssa Caterina Saccon ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE ASSESSORATO ALLA CULTURA E ALLE POLITICHE GIOVANILI

Dettagli

CONTATTO CON I FORNITORI SUDAMERICANI CIVALE Vincenzo Napoli 19/03/1977 CONTATTO CON I FORNITORI SUDAMERICANI SOGGETTO DI ORIGINI SPAGNOLE

CONTATTO CON I FORNITORI SUDAMERICANI CIVALE Vincenzo Napoli 19/03/1977 CONTATTO CON I FORNITORI SUDAMERICANI SOGGETTO DI ORIGINI SPAGNOLE CONTATTO CON I FORNITORI SUDAMERICANI CIVALE Vincenzo Napoli 19/03/1977 CONTATTO CON I FORNITORI SUDAMERICANI SOGGETTO DI ORIGINI SPAGNOLE PRINCIPALE COMMITTENTE LUPO Antonino Palermo 30/08/1963 COMMITTENT

Dettagli

CONVERSAZIONI CON BAMBINI DI 4 ANNI. L insegnante ha fatto ritagliare e colorare alcuni grossi numeri di gommapiuma. I GRUPPO

CONVERSAZIONI CON BAMBINI DI 4 ANNI. L insegnante ha fatto ritagliare e colorare alcuni grossi numeri di gommapiuma. I GRUPPO CONVERSAZIONI CON BAMBINI DI 4 ANNI L insegnante ha fatto ritagliare e colorare alcuni grossi numeri di gommapiuma. I GRUPPO Guardiamo un po cosa avete colorato questa mattina Che cosa sono questi? Indica

Dettagli

VERIFICA DI ITALIANO L2 LIVELLO A2

VERIFICA DI ITALIANO L2 LIVELLO A2 VERIFICA DI ITALIANO L2 LIVELLO A2 L obiettivo della seguente verifica è testare il consolidamento di argomenti ed espressioni legati all ambiente, al vissuto personale, alle attività consuete dello studente.

Dettagli

Scrivere con altri e per altri. Torino 27 aprile 2010

Scrivere con altri e per altri. Torino 27 aprile 2010 Scrivere con altri e per altri Torino 27 aprile 2010 Scrittura collaborativa 1 Matteo(3 anni) piange perché la mamma si è dimenticata di salutarlo dalla finestra,quando è andata via. Chi vuole aiutare

Dettagli

Ieri i vostri compagni della terza A hanno festeggiato il compleanno di Jessica. Le maestre hanno raccolto in questo sacchetto le bottiglie vuote.

Ieri i vostri compagni della terza A hanno festeggiato il compleanno di Jessica. Le maestre hanno raccolto in questo sacchetto le bottiglie vuote. 1 1. Ins. Ieri i vostri compagni della terza A hanno festeggiato il compleanno di Jessica. Le maestre hanno raccolto in questo sacchetto le bottiglie vuote. Quanti litri hanno bevuto? 1 [Materiale: una

Dettagli

Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Farsene una ragione

Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Farsene una ragione http://italianosemplicemente.com/ Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Farsene una ragione Buonasera e benvenuti a tutti su Italiano Semplicemente, il sito per imparare l italiano con divertimento.

Dettagli

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: CARO PAPA. di G. Van Genechten

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: CARO PAPA. di G. Van Genechten CARO PAPA di G. Van Genechten Con te è sempre un divertimento fare il ponte sul pavimento. Appeso al tuo braccio giro veloce e rido da matti finchè non ho voce. Prendimi in spalla che da quassù io vedo

Dettagli

IMPARIAMO A DIFENDERE LA PELLE

IMPARIAMO A DIFENDERE LA PELLE In collaborazione con Con il patrocinio di IMPARIAMO A DIFENDERE LA PELLE È UNA BELLA MATTINA DI SOLE E GEO E GEA SONO IN SPIAGGIA CON I GENITORI......QUANDO AD UN TRATTO LE LORO PALETTE URTANO QUALCOSA

Dettagli

Vasco Rossi - Brava. La Canzone. 2. I seguenti titoli di giornale si riferiscono ad un cantante. Sapete dire di chi si tratta?

Vasco Rossi - Brava. La Canzone. 2. I seguenti titoli di giornale si riferiscono ad un cantante. Sapete dire di chi si tratta? Vasco Rossi - Brava La Canzone 1. Quali cantanti italiani conoscete? 2. I seguenti titoli di giornale si riferiscono ad un cantante. Sapete dire di chi si tratta? Grande talento, ironico, con i suoi contrasti

Dettagli

QUEL TAPPO DI BRØNSTED

QUEL TAPPO DI BRØNSTED QUEL TAPPO DI BRØNSTED Fotoromanzo chimico di Sergio ed Alice Realizzato da Sergio Palazzi per www.kemia.it, 01.09.2009 1 Mi meraviglia sempre che certi studenti non riescano a mandar giù le reazioni acido-base.

Dettagli

IO PER TE... TU PER NOI. Daniela Maria Tortorici

IO PER TE... TU PER NOI. Daniela Maria Tortorici 2 IO PER TE... TU PER NOI Daniela Maria Tortorici 3 A mio marito che ha creduto in me e mi ha convinta a scrivere questo libro. A mia figlia che è la ragione della mia vita. Ai miei genitori che sono dei

Dettagli

Diario di un Minicreattivo

Diario di un Minicreattivo Diario di un Minicreattivo 4ª settimana / 24-28 luglio Simone è ancora nella galleria e sta percorrendo un corridoio pieno di quadrati e rettangoli colorati... Questo pittore lo conosco pensò Simone e

Dettagli

Genesi di un libro parole belle sono le belle perché le parole brutte fanno sognare gli incubi, quelle belle fanno felici e quelle brutte tristi

Genesi di un libro parole belle sono le belle perché le parole brutte fanno sognare gli incubi, quelle belle fanno felici e quelle brutte tristi Scuola comunale dell infanzia Il frassino Sezione 5 anni A Genesi di un libro abbiamo ascoltato i libri nella nostra biblioteca poi abbiamo pensato alle parole belle delle storie e tenerle in bocca chiuse

Dettagli

IL METODO DI STUDIO COME SI STUDIA (VERAMENTE)?

IL METODO DI STUDIO COME SI STUDIA (VERAMENTE)? IL METODO DI STUDIO COME SI STUDIA (VERAMENTE)? PREMESSA: SAPERE PERCHÉ Sempre è fondamentale una domanda: perché si studia? È una bella domanda con la quale iniziare insieme l anno di scuola! Avremo tempo

Dettagli

Prima della lettura. Che cosa farà secondo te Ginevra? Formula delle ipotesi.

Prima della lettura. Che cosa farà secondo te Ginevra? Formula delle ipotesi. Prima della lettura Che cosa farà secondo te Ginevra? Formula delle ipotesi. Episodio 9 Quando siamo scese Christian era in cucina. Dove eravate? ha chiesto. In solaio ha risposto la nonna. Christian è

Dettagli

Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Capirai

Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Capirai http://italianosemplicemente.com/ Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Capirai Trascrizione Ben trovati a tutti e grazie di essere qui con noi di Italiano Semplicemente, io sono Gianni e sono

Dettagli

Passaggi rappresentativi

Passaggi rappresentativi Passaggi rappresentativi Dipende da te, ma più che altro dipende dagli altri Marta Perché entrando nella band accetti il fatto che sì dipende anche da te, ma più che altro dipende da tutti gli altri. Tutti

Dettagli

Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all iniziativa Il Treno dei Bambini promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura

Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all iniziativa Il Treno dei Bambini promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura N. 0385 Sabato 03.06.2017 Parole del Santo Padre ai bambini che partecipano all iniziativa Il Treno dei Bambini promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura Alle ore 12 di oggi, nell Atrio dell Aula

Dettagli

2 Ascolta tutta la conversazione e verifica le risposte al punto 1.

2 Ascolta tutta la conversazione e verifica le risposte al punto 1. 1 Ascolta e rispondi alle domande. 12 1. Chi sono le persone che parlano? a. Madre e figlio. b. Fratello e sorella. c. Marito e moglie. 2. Qual è l argomento della conversazione? a. Lasciare la vecchia

Dettagli

5 modi per non rimandare a domani quello che potresti fare oggi

5 modi per non rimandare a domani quello che potresti fare oggi Ciao 5 modi per non rimandare a domani quello che potresti fare oggi E ti do il benvenuto in questo video articolo dal titolo 5 modi per non rimandare a domani quello che potresti fare oggi Quante volte

Dettagli

La composizione di testi scritti. Lilia Andrea Teruggi

La composizione di testi scritti. Lilia Andrea Teruggi La composizione di testi scritti Lilia Andrea Teruggi Modello del processo di scrittura di Hayes e Flower 1980 Contesto del compito Memoria a lungo termine Processo di scrittura pianificazione trascrizione

Dettagli

Io so scrivere: le teorie spontanee dei bambini. 16 marzo 2016

Io so scrivere: le teorie spontanee dei bambini. 16 marzo 2016 Io so scrivere: le teorie spontanee dei bambini 16 marzo 2016 Tante occasioni per apprendere dentro e fuori la scuola: l esempio della scrittura martedì 15 marzo 2016 Affinchè insegnare a scrivere non

Dettagli

Borsa di studio/classe III Immagina la pagina

Borsa di studio/classe III Immagina la pagina 1 Borsa di studio/classe III Immagina la pagina 1. Rileggi la storia di Clara dagli occhi grandi una parte per volta. 2. La storia è un po diversa, ma in questo modo sarà più facile fissare i dettagli.

Dettagli

Sensazioni Cinematografiche

Sensazioni Cinematografiche Sensazioni Cinematografiche Mi hanno colpita molto i piani di ripresa perché mi affascina scoprire come funzionano le cose ed è stato bello e divertente. Mi è piaciuto assistere a queste lezioni di cinema

Dettagli

TESTI > FORTE FORTE FORTE > 01 - MALE

TESTI > FORTE FORTE FORTE > 01 - MALE TESTI > FORTE FORTE FORTE > 01 - MALE MALE Shapiro - Lo Vecchio - Boncompagni M'ama m'ama Ma che follia M' ama m'ama La colpa è mia Non so che cosa sia Sarà una malattia male Che male c'è male Se sta con

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva La

Dettagli

Palindromi e dintorni

Palindromi e dintorni DOCUMENTAZIONE DI UN ESPERIENZA DIDATTICA EFFETTUATA NELLE CLASSI TERZA E QUARTA DI CANIGA Palindromi e dintorni dalla classe terza di Caniga Eh, sì! Anche nel mondo dei numeri naturali ci sono i vanitosi,

Dettagli

Il piccolo principe. Progetto sperimentale di sensibilizzazione alla diversità alfine di prevenire il bullismo e il disagio giovanile Classe III D

Il piccolo principe. Progetto sperimentale di sensibilizzazione alla diversità alfine di prevenire il bullismo e il disagio giovanile Classe III D Il piccolo principe Progetto sperimentale di sensibilizzazione alla diversità alfine di prevenire il bullismo e il disagio giovanile Classe III D Docenti : Perruno Carmela, Tropiano Teresa, Francesca Franchi.

Dettagli

COME FACCIAMO A PARLARE?

COME FACCIAMO A PARLARE? COME FACCIAMO A PARLARE? Caterina Caterina Burcin Vanessa Burcin Vanessa Proviamo tutti a pensare a cosa succede dentro di noi quando parliamo Secondo voi, come facciamo a parlare? Parliamo perché ci sono

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... Nome e Cognome... Classe... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Cancella la parola sbagliata; poi riscrivi la frase in forma corretta. Io sono Stefano, sorella/fratello di Federica. Io... sono

Dettagli

Cosa scrivere su un blog aperto da tempo

Cosa scrivere su un blog aperto da tempo Cosa scrivere su un blog aperto da tempo Questo articolo non sarà su come aprire e pianificare un blog (sono post già presenti, gli ultimi sono di Michele Papaleo e Alessandro Scuratti, ma ognuno di noi

Dettagli

a Storiella del Fiume dei sogni e dei Desideri

a Storiella del Fiume dei sogni e dei Desideri la Storiella del Fiume dei sogni e dei Desideri e la marmotta della Pace Un Mondo dentro un sogno di Un sogno Ecco inizia proprio cosi : sarà un lungo scritto...e in Facebook..no no.. "scrivi e vai"...io

Dettagli

Vorrei tanto imparare a cantare! di Franci Lupi

Vorrei tanto imparare a cantare! di Franci Lupi Vorrei tanto imparare a cantare! di Franci Lupi Prefazione Da alcuni mesi abbiamo cominciato con Franci il gioco dell inventa storie: con il metodo della scansione uditiva Franci sceglie il protagonista,

Dettagli

SONO DISCALCULICA? NO! Mi piace la matematica.

SONO DISCALCULICA? NO! Mi piace la matematica. SONO DISCALCULICA? Mi piace la matematica. Mi chiamo Emma, ho sei anni e frequento da pochi giorni la classe prima. Sono felice di essere finalmente a scuola per imparare la matematica perché i numeri

Dettagli

cmc 18/03/1997 L officina del racconto: Carola Susani

cmc 18/03/1997 L officina del racconto: Carola Susani cmc 18/03/1997 L officina del racconto: Carola Susani Doninelli: Ma tu, scusami, quando arrivi al momento della scrittura, ci arrivi quando puoi permetterti di non dire delle cose su quel personaggio?

Dettagli

L ApproccioCapacitante 10 maggio 2016

L ApproccioCapacitante 10 maggio 2016 279. Sulla competenza emotiva, a contrattare e a decidere. Sui verbi al modo condizionale e al tempo futuro Testo inviato da Paola Pazzi (animatrice, ASP della Romagna faentina, Faenza RA) durante gli

Dettagli

9 motivi per diventare Professionista Libero

9 motivi per diventare Professionista Libero 9 motivi per diventare Professionista Libero Ciao E ti do il benvenuto in questo Video Articolo dal titolo 9 motivi per diventare Professionista Libero. Parto con una affermazione forte: essere un Professionista

Dettagli

Il signor Rigoni DAL MEDICO

Il signor Rigoni DAL MEDICO 5 DAL MEDICO Per i giornali, Aristide Rigoni è l uomo più strano degli ultimi cinquant anni, dal giorno della sua nascita. È un uomo alto, forte, con due gambe lunghe e con una grossa bocca. Un uomo strano,

Dettagli

Un avventura straordinaria

Un avventura straordinaria IL VOLO Un avventura straordinaria La nostra storia Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08348-5 Prima edizione: ottobre 2015 Un avventura straordinaria Parte I Prima

Dettagli

Uomo: - Intendevo naturale acqua minerale, non le sembra naturale che io beva acqua minerale?

Uomo: - Intendevo naturale acqua minerale, non le sembra naturale che io beva acqua minerale? ACQUA MINERALE BREVE ATTO UNICO DI ACHILLE CAMPANILE: LA SCENA RAPPRESENTA UN BAR ALL APERTO, UN TAVOLO AL QUALE SONO SEDUTI L UOMO E LA DONNA, DI FIANCO IL CAMERIERE PRENDE LE ORDINAZIONI. CAMERIERE:

Dettagli

I vignaioli. Riferimento biblico: Matteo 20, 1-16

I vignaioli. Riferimento biblico: Matteo 20, 1-16 I vignaioli Riferimento biblico: Matteo 20, 1-16 Introduzione: Così infatti è il regno di Dio - comincia a spiegare Gesù, circondato da tanta gente che lo sta ascoltando attentamente Un signore era padrone

Dettagli

LA DONNA CONTURBANTE

LA DONNA CONTURBANTE LA DONNA CONTURBANTE di Elli Maurizio LEGGE VOCE FUORICAMPO: [TRAMA]: Incontro tra due amici, Giovanni e Toni. Toni è un po' tonto, ricco di famiglia, ma non riesce a trovare una donna. E Giovanni, che

Dettagli

Reference 1-5,52% Coverage

Reference 1-5,52% Coverage - 1 reference coded [5,52% Coverage] Reference 1-5,52% Coverage qua sono dei free styler che ballano, qua ce n è uno anche qua vicino al mercato delle Erbe, ed è una.boh.è danza associata

Dettagli

============================================================================

============================================================================ Usiamo la chat? Scritto da Stefano - 26/01/2011 09:43 Sicuramente è stato trattato più volte questo argomento, c'è anche un sondaggio nella home del sito... Allora vogliamo stabilire una serata della settimana

Dettagli

Per cominciare cosa scrivo?

Per cominciare cosa scrivo? Per cominciare cosa scrivo? Scuole dell Infanzia del Comune di Torino Torino, 30 marzo 2010 Uscita al Museo di Scienze Naturali 8 Prepariamo insieme un avviso per informare i genitori della visita al museo

Dettagli

Scuola dell Infanzia DE GASPERI & Scuola Primaria DANTE

Scuola dell Infanzia DE GASPERI & Scuola Primaria DANTE PROGETTO CONTINUITÀ I.C. PACINOTTI - Pontedera incontro del 28 aprile 2017 Scuola dell Infanzia DE GASPERI & Scuola Primaria DANTE Soggetti coinvolti: Bambini di 5 anni della 1ª e 2ª sezione Alunni del

Dettagli

Osservare l interlingua

Osservare l interlingua Osservare l interlingua Protocollo per osservare strutture linguistiche diagnostiche dai 10 ai 15 anni a cura di Stefania Ferrari www.glottonaute.it Protocollo per osservare strutture linguistiche diagnostiche

Dettagli

Scongiurare un pericolo

Scongiurare un pericolo http://italianosemplicemente.com/ Impara a comunicare in Italiano. Semplicemente Scongiurare un pericolo Buongiorno amici. Buona giornata a tutti gli amici di Italiano Semplicemente. Oggi per la sezione

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... Nome e Cognome... Classe... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Cancella la parola sbagliata; poi riscrivi la frase in forma corretta. Io sono Stefano, sorella/fratello di Federica. I banchi

Dettagli

NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE - Caterina Caselli

NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE - Caterina Caselli NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE - Caterina Caselli - 1966 1) Ascolta la canzone e completa con i pronomi/aggettivi indefiniti che mancano. La verità mi fa male, lo so... La verità mi fa male, lo sai! mi può giudicare,

Dettagli

Canestri a merenda e spinaci per cena

Canestri a merenda e spinaci per cena Canestri a merenda e spinaci per cena - Pagina 1 Canestri a merenda e spinaci per cena TEMA LA DETERMINAZIONE PALLACANESTRO TRACCIA Non ce la fai (invece sì) Non ce la fai (invece sì) Non ce la fai Invece

Dettagli

FATTI IN CANNA. Cioè, ti chiamo R, Robert, Bob o cosa? Come ti chiama di solito la gente? Può chiamarmi Mr. Crumb teniamoci sul formale.

FATTI IN CANNA. Cioè, ti chiamo R, Robert, Bob o cosa? Come ti chiama di solito la gente? Può chiamarmi Mr. Crumb teniamoci sul formale. 479 FATTI IN CANNA intervista R. CRUMB di R. Crumb Cioè, ti chiamo R, Robert, Bob o cosa? Come ti chiama di solito la gente? Può chiamarmi Mr. Crumb teniamoci sul formale. 1977 di R. Crumb Tutti i diritti

Dettagli

PAROLE CHE DICONO LA STORIA

PAROLE CHE DICONO LA STORIA PAROLE CHE DICONO LA STORIA Avete voglia di fare un gioco nuovo? Leggiamo sul tabellone le parole veloci, poi le scriviamo sui cartoncini e iniziamo il gioco. Ci devi scrivere anche il segno l accento.

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico Questionario alunno. Scuola Primaria Classe Quarta

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico Questionario alunno. Scuola Primaria Classe Quarta AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Italienisches Bildungsressort PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Dipartimento Istruzione e Formazione italiana Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico

Dettagli

Reference 1-1,38% Coverage

Reference 1-1,38% Coverage - 1 reference coded [1,38% Coverage] Reference 1-1,38% Coverage pasta tipica bolognese, deriva si dice che rappresenti l ombelico della dea Venere, qua c è una altra pasta che non

Dettagli

PRIMA, ADESSO, DOPO. Tutti seduti in semicerchio di fronte al tabellone i bambini ascoltano nuovamente la lettura della storia.

PRIMA, ADESSO, DOPO. Tutti seduti in semicerchio di fronte al tabellone i bambini ascoltano nuovamente la lettura della storia. PRIMA, ADESSO, DOPO Tutti seduti in semicerchio di fronte al tabellone i bambini ascoltano nuovamente la lettura della storia. Insegnante È molto bella questa fiaba ARRIVÒ, SPARÌ, NACQUE, VIVEVA (leggo

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 15 In giro per la città A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 IN GIRO PER LA CITTA DIALOGO PRINCIPALE A- Carmen! Sono qui. B- Danilo! Ciao

Dettagli

Una semplice visita in officina con intervista

Una semplice visita in officina con intervista Una semplice visita in officina con intervista Non serve più chiedere chiarimenti: è un grande vantaggio. Il carpentiere metallico Orhan Bingöl ci parla degli ordini online. Una semplice visita in officina

Dettagli

Decido io! L altra faccia dell essere

Decido io! L altra faccia dell essere Decido io! L altra faccia dell essere Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Ilaria Beria DECIDO IO! L altra faccia dell

Dettagli

I termini attivi dei Commenti rimandano a termini dei Glossari o a costrutti teorici presenti nel blog del Progetto ArAl.

I termini attivi dei Commenti rimandano a termini dei Glossari o a costrutti teorici presenti nel blog del Progetto ArAl. PDTR Project Italy 1 Successioni 27 marzo 2007 Verbale 4 (uso del registratore) Commenti del mentore coordinatore (Giancarlo Navarra) I termini attivi dei Commenti rimandano a termini dei Glossari o a

Dettagli

SOPRI TE DE ZA SPECIALE PER IL PATRIMO IO STORICO, ARTISTICO ED ET OA TROPOLOGICO E PER IL POLO MUSEALE DELLA CITTA DI FIRE ZE SEZIO E DIDATTICA

SOPRI TE DE ZA SPECIALE PER IL PATRIMO IO STORICO, ARTISTICO ED ET OA TROPOLOGICO E PER IL POLO MUSEALE DELLA CITTA DI FIRE ZE SEZIO E DIDATTICA SOPRI TE DE ZA SPECIALE PER IL PATRIMO IO STORICO, ARTISTICO ED ET OA TROPOLOGICO E PER IL POLO MUSEALE DELLA CITTA DI FIRE ZE SEZIO E DIDATTICA Ciao ragazzi! Per favore, leggete attentamente le domande

Dettagli

Spero che Babbo Natale possa portarci dei doni. Tua Sara

Spero che Babbo Natale possa portarci dei doni. Tua Sara O mio Gesù, quando sarai grande e farai i miracoli vorrei che tu facessi del bene a tutto il mondo. So che lo farai perché non vuoi il male, ma solo il bene. Signore, mia luce, con te sto bene per questo

Dettagli

Le emozioni in un diario

Le emozioni in un diario Le emozioni in un diario Questo diario è nato con lo scopo di poter meglio comprendere e supportare i bambini nella gestione delle emozioni. Il diario è suddiviso in 2 parti, una per le emozioni positive

Dettagli

Consorzio Astrea - Lutech Numero verde: Mail:

Consorzio Astrea - Lutech Numero verde: Mail: dodici minuti. DOMANDA Nel senso che il treno poteva fare anche eventualmente ulteriore ritardo, cioè è stato accertato? RISPOSTA Non risulta alla stazione di Erba, non risulta alla stazione madre questo.

Dettagli

PONTI DI PAROLE - LIVELLO ALFA

PONTI DI PAROLE - LIVELLO ALFA 1 Premessa Si propongono di seguito cinque tipi di attività aggiuntive che possono essere utilizzate in modo autonomo dallo studente per esercitare e rinforzare l abilità di lettoscrittura e ripassare

Dettagli

I.C VANVITELLI CASERTA PROGETTO ORIENTAMENTO 2015/16

I.C VANVITELLI CASERTA PROGETTO ORIENTAMENTO 2015/16 I.C VANVITELLI CASERTA PROGETTO ORIENTAMENTO 2015/16 ORIENTIAMO..CI FASI DEL PROGETTO Somministrazione questionario on line in ingresso Riunione genitori-alunni delle classi terze Presentazione del progetto

Dettagli

A.1 Osserva l'immagine: a cosa ti fa pensare? Parlane con un compagno.

A.1 Osserva l'immagine: a cosa ti fa pensare? Parlane con un compagno. A.1 Osserva l'immagine: a cosa ti fa pensare? Parlane con un compagno. A.2 Ora ascolterai una canzone che si intitola Io sono Francesco. Secondo te di cosa parla? Parlane con un compagno. B.1 Ora ascolta

Dettagli

DALL' OSSERVAZIONE DELLA COPERTINA PROVIAMO A IPOTIZZARE QUAL E' IL TITOLO E L'ARGOMENTO DEL LIBRO CHE ANDREMO A LEGGERE...

DALL' OSSERVAZIONE DELLA COPERTINA PROVIAMO A IPOTIZZARE QUAL E' IL TITOLO E L'ARGOMENTO DEL LIBRO CHE ANDREMO A LEGGERE... OSSERVIAMO IL LIBRO! DALL' OSSERVAZIONE DELLA COPERTINA PROVIAMO A IPOTIZZARE QUAL E' IL TITOLO E L'ARGOMENTO DEL LIBRO CHE ANDREMO A LEGGERE... (IL LIBRO IN QUESTIONE E' L' ALBERO VANITOSO...MOSTRIAMO

Dettagli

TELEPROMOZIONI VALLEVERDE FORMULA MARZO 1998. Soggetto 3

TELEPROMOZIONI VALLEVERDE FORMULA MARZO 1998. Soggetto 3 MARZO 1998 Soggetto 3 Simona: Ivan, si vede che sei un pilota, quando guidi, tu dai una sicurezza! Ivan: Come la sicurezza che le Valleverde Formula danno a me? Simona: Ehi, ma anche tu le indossi! Ivan:

Dettagli

Skruigners - Grazie Di Tutto. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto :19

Skruigners - Grazie Di Tutto. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto :19 01 - Dietro Quella Porta Quante cose strane dietro quella porta sembra sempre chiusa ma a nessuno gliene importa un cazzo cerca di capire prima di parlare se non apri quella porta non mi puoi vedere ci

Dettagli

scaricato da

scaricato da IL FREDDO ERA ATROCE E L H SENZA VOCE, RIFUGIO DOMANDO AL CA CO CU: RISPOSERO DI NO! ALLORA UNA VOCINA LA CHIAMO : OH POVERINA, VIENI IN MEZZO A NOI, VIENI IN MEZZO AL E AL COSI DIVENTEREMO e VERIFICA

Dettagli

Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari. Alice

Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari. Alice Argomentazione A braccia aperte S. Ferrari Alice Stefano Ferrari ha preparato un documentario che s intitola A braccia aperte pubblicato nel 2009 che parla di un ragazzo, Christian che è alla ricerca di

Dettagli

LABORATORIO DI GLOTTODIDATTICA

LABORATORIO DI GLOTTODIDATTICA GAIA PIERACCIONI LABORATORIO DI GLOTTODIDATTICA Cognome e nome Data Classe LA FAVOLA 1 Qui sotto trovi personaggi e ambienti di una favola europea e di una favola africana: segna con una E gli elementi

Dettagli

Istituto Comprensivo Valle Stura SCUOLA Primaria di Masone Classe i. (Insegnante Zunino Lia)

Istituto Comprensivo Valle Stura SCUOLA Primaria di Masone Classe i. (Insegnante Zunino Lia) Istituto Comprensivo Valle Stura SCUOLA Primaria di Masone Classe i. (Insegnante Zunino Lia) TEMA: Il problema chiede di scoprire quanti giorni di assenza ha fatto G. confrontando la sua barra delle presenze

Dettagli