I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014"

Transcript

1 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 10/2014 pubblicato il 28 novembre 2014

2

3 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006 del 14 luglio 2006 Direzione e Redazione presso l Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni Direttore responsabile Roberto NOVELLI Indirizzo via del Quirinale ROMA Telefono Sito internet Tutti i diritti riservati. È consentita la riproduzione a fini didattici e non commerciali, a condizione che venga citata la fonte ISSN X (online)

4

5 Indice 1. PROVVEDIMENTI IVASS PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE... 7 Provvedimento n del 7 ottobre Autorizzazione, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 all assunzione del controllo di Nationale Suisse, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A. e di Nationale Suisse Vita, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A., per il tramite di Schweizerische National Versicherungs Gesellschaft AG con sede in Basilea Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Aviva Life S.p.A. e Aviva Previdenza S.p.A. Autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, alla fusione per incorporazione di Aviva Previdenza S.p.A. in Aviva Life S.p.A..Provvedimento Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Assicurazioni Generali S.p.A. Inclusione di passività subordinate a scadenza indeterminata nel margine di solvibilità disponibile e autorizzazione al rimborso di alcuni prestiti subordinati a scadenza indeterminata. Provvedimento Provvedimento n del 21 ottobre 2014 Generali Italia S.p.A. e Generali Business Solutions S.c.p.A. Autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, alla scissione parziale non proporzionale di un ramo d azienda di Generali Business Solutions S.c.p.A. in Generali Italia S.p.A.. Provvedimento MODIFICHE STATUTARIE Provvedimento n dell 1 ottobre 2014 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento n del 2 ottobre 2014 Carige Assicurazioni S.p.A.- Modifica statutaria. Provvedimento Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Skandia Vita S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento n del 15 ottobre 2014 Direct Line Insurance S.p.A.- Approvazione delle modifiche statutarie. Provvedimento PROVVEDIMENTI SANZIONATORI SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZE ANNULLATE/RIDETERMINATE IN SEDE DI AUTOTUTELA NEL MESE DI OTTOBRE SANZIONI DISCIPLINARI: RADIAZIONI - INTERMEDIARI Provvedimento n del 22 gennaio 2014 sig.ra CAPELLO Erika Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 6 febbraio 2014 sig.ra MOLINARI Tina Antonella - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 28 febbraio 2014 sig. LORETI Massimo Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento I

6 Provvedimento n del 12 marzo 2014 sig. SGARRA Lorenzo Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 12 marzo 2014 sig. GASPARRI Luigi Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 19 marzo 2014 sig. ARENA Francesco Paolo. Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 19 marzo 2014 sig.ra MUOLLO Maria Teresa. Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 19 marzo 2014 sig. SQUEGLIA Domenico. Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 20 marzo 2014 sig. DE FEO Fabrizio Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 25 marzo 2014 sig.ra VOLPE Ileana Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n dell 1 aprile 2014 sig. FADINI Simone - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 4 aprile 2014 sig. TIGNINO Tommaso Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 17 aprile 2014 sig. TOSON Michele - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 17 aprile 2014 sig.ra TAGINI Paola Rosangela - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 6 maggio 2014 sig. MACERI Biagio - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 13 maggio 2014 sig. GIANCOLA Gerardo - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 20 maggio 2014 sig. FIORITO Domenico - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 10 giugno 2014 sig. GOBBO Maurizio Procedimento disciplinare ai sensi degli artt. 330 e 331 del D.Lgs. 7 settembre 2005 n. 209 (Codice delle assicurazioni private). Provvedimento Provvedimento n del 12 giugno 2014 sig.ra GUIDUCCI Sabrina Procedimento disciplinare ai sensi degli artt. 330 e 331 del D.Lgs. 7 settembre 2005 n. 209 (Codice delle assicurazioni private). Provvedimento II

7 Provvedimento n del 12 giugno 2014 sig. CAVALLARO Rosario Procedimento disciplinare ai sensi degli artt. 330 e 331 del D.Lgs. 7 settembre 2005 n. 209 (Codice delle assicurazioni private). Provvedimento Provvedimento n del 24 giugno 2014 sig.ra COLOSIMO Carmen Procedimento disciplinare ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 30 giugno 2014 sig.ra NOTARO Mariangela - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n dell 1 luglio 2014 sig.ra CALÒ Floriana - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento n del 10 luglio 2014 sig.ra CANGIALOSI Maria - Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento IMPRESE IN LCA INFORMATIVA SEMESTRALE AI CREDITORI AULL ANDAMENTO DELLE LIQUIDAZIONI GRUPPO A) LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE DI IMPRESE AUTORIZZATE ALL ESERCIZIO DELL ATTIVITA ASSICURATIVA GRUPPO B) LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE DI SOCIETA NON ASSICURATIVE DEL GRUPPO PREVIDENZA ATTI COMUNITARI DI INTERESSE PER IL SETTORE ASSICURATIVO SELEZIONE DALLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA ALTRE NOTIZIE TRASFERIMENTI DI PORTAFOGLIO DI IMPRESE DELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO Comunicazione del trasferimento del portafoglio assicurativo danni, assunto in regime di stabilimento e in regime di libera prestazione di servizi dalle sedi secondarie in Regno Unito e in Lettonia, della Gan Eurocourtage SA alla Groupama SA, entrambe con sede in Francia Comunicazione del trasferimento del portafoglio assicurativo danni, ivi inclusi contratti per assicurati residenti in Italia, da RiMaXX International N.V. (Paesi Bassi) alla Rheinland Versicherung AG (Germania) Comunicazione del trasferimento del portafoglio vita, ivi inclusi i contratti per assicurati residenti in Italia, da Prudential Annuities Limited a The Prudential Assurances Company Limited, entrambe con sede nel Regno Unito Comunicazione del trasferimento parziale del portafoglio assicurativo vita, ivi inclusi contratti per assicurati residenti in Italia, da Marine and General Mutual Life Assurance Society a MGM Advantage Life Limited, società aventi entrambe sede in Regno Unito TASSO DI INTERESSE GARANTIBILE NEI CONTRATTI RELATIVI AI RAMI VITA Determinazione dei tassi massimi di interesse da applicare ai contratti dei rami vita espressi in euro che prevedono una garanzia di tasso di interesse III

8

9 1. PROVVEDIMENTI IVASS

10

11 Provvedimenti IVASS 1.1 PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Autorizzazione, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 all assunzione del controllo di Nationale Suisse, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A. e di Nationale Suisse Vita, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A., per il tramite di Schweizerische National Versicherungs Gesellschaft AG con sede in Basilea. Con istanza presentata in data 28 agosto 2014 ed integrata con comunicazione del 18 settembre 2014, Helvetia Holding AG, con sede in San Gallo, ha chiesto l autorizzazione, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, ad assumere la partecipazione di controllo nel capitale sociale di Nationale Suisse, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A. e di Nationale Suisse Vita, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A. per il tramite di Schweizerische National Versicherungs Gesellschaft AG. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria e tenuto conto del parere fornito dall Autorità di vigilanza svizzera FINMA (Swiss Financial Market Supervisory Authority) in data 15 settembre 2014, si accerta, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, la sussistenza dei requisiti per l autorizzazione all assunzione del controllo in oggetto. In relazione a ciò, questo Istituto autorizza, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, Helvetia Holding AG ad assumere la partecipazione di controllo nel capitale sociale di Nationale Suisse, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A. e di Nationale Suisse Vita, Compagnia Italiana di Assicurazioni S.p.A. per il tramite di Schweizerische National Versicherungs Gesellschaft AG, con sede in Basilea. Per il Direttorio integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 137 del 7 ottobre

12 Bollettino IVASS n. 10/2014 Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Aviva Life S.p.A. e Aviva Previdenza S.p.A. Autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, alla fusione per incorporazione di Aviva Previdenza S.p.A. in Aviva Life S.p.A..Provvedimento. Con comunicazione pervenuta il 30 giugno 2014, da ultimo integrata in data 23 settembre 2014, Aviva Life S.p.A. e Aviva Previdenza S.p.A. hanno presentato istanza congiunta di autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 24 del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, alla fusione per incorporazione di Aviva Previdenza S.p.A. in Aviva Life S.p.A.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, la sussistenza dei requisiti per l autorizzazione alla fusione in oggetto. In relazione a ciò questo Istituto autorizza, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, la fusione per incorporazione di Aviva Previdenza S.p.A. in Aviva Life S.p.A.. Per il Direttorio Integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 138 del 7 ottobre

13 Provvedimenti IVASS Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Assicurazioni Generali S.p.A. Inclusione di passività subordinate a scadenza indeterminata nel margine di solvibilità disponibile e autorizzazione al rimborso di alcuni prestiti subordinati a scadenza indeterminata. Provvedimento. Con lettera del 3 settembre 2014, successivamente integrata in data 2 ottobre 2014, Assicurazioni Generali S.p.A. ha comunicato l intenzione di voler procedere al rimborso di alcuni strumenti finanziari subordinati emessi dalla controllata Generali Finance B.V., per un ammontare massimo di milioni, computati nel margine di solvibilità disponibile corretto del Gruppo Generali, contestualmente all emissione, da parte della stessa controllata, di nuovi strumenti subordinati di pari importo da includere tra gli elementi costitutivi del margine disponibile corretto. Ad esito dell istruttoria svolta si rileva, ai sensi dell art. 22 del Regolamento ISVAP del 14 marzo 2008 n. 19 e dell art. 16 del Regolamento ISVAP n. 18 del 12 marzo 2008, la sussistenza dei requisiti per l inserimento dei prestiti subordinati di nuova emissione tra gli elementi del margine di solvibilità disponibile corretto del Gruppo Generali, nel limite massimo del 50% come previsto dagli articoli 44 e 45 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n Si autorizza inoltre il rimborso anticipato di preesistenti prestiti subordinati a scadenza indeterminata, come prospettato da Assicurazioni Generali S.p.A., per un importo complessivo fino a milioni e nel limite massimo della quota di prestiti di nuova emissione che verrà effettivamente sottoscritta. Per il Direttorio Integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 139 del 7 ottobre

14 Bollettino IVASS n. 10/2014 Provvedimento n del 21 ottobre 2014 Generali Italia S.p.A. e Generali Business Solutions S.c.p.A. Autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, alla scissione parziale non proporzionale di un ramo d azienda di Generali Business Solutions S.c.p.A. in Generali Italia S.p.A.. Provvedimento. Con lettera pervenuta il 29 agosto 2014, Generali Italia S.p.A. e Generali Business Solutions S.c.p.A. hanno presentato istanza congiunta di autorizzazione, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 26 del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, alla scissione parziale non proporzionale di un ramo d azienda di Generali Business Solutions S.c.p.A. in Generali Italia S.p.A.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, la sussistenza dei requisiti per l autorizzazione alla scissione in oggetto. In relazione a ciò questo Istituto autorizza, ai sensi dell art. 201 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, la scissione parziale non proporzionale di un ramo d azienda di Generali Business Solutions S.c.p.A. in Generali Italia S.p.A.. Per il Direttorio Integrato Il Governatore della Banca d Italia Delibera n. 141 del 21 ottobre

15 Provvedimenti IVASS 1.2 MODIFICHE STATUTARIE Provvedimento n dell 1 ottobre 2014 Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 19 settembre 2014, pervenuta il 22 settembre u.s., Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa ha trasmesso copia del verbale del Consiglio di amministrazione del 18 settembre 2014 ed ha chiesto l approvazione della modifica dell art. 6 dello statuto sociale. La predetta modifica statutaria consegue alla suindicata decisione consiliare, adottata in forza della delega attribuita dall Assemblea straordinaria del 30 aprile 2011, che ha deliberato l aumento del capitale sociale a pagamento, per un importo massimo di 500 milioni da effettuarsi entro il 30 giugno 2015, rimandando ad una successiva riunione del Consiglio le determinazioni riguardanti l importo, i termini e le condizioni dell aumento stesso. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, che la modifica statutaria proposta non risulta in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione dello stesso notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 11

16 Bollettino IVASS n. 10/2014 Provvedimento n del 2 ottobre 2014 Carige Assicurazioni S.p.A.- Modifica statutaria. Provvedimento Con comunicazione pervenuta il 18 settembre 2014 Carige Assicurazioni S.p.A. ha trasmesso copia della delibera del Consiglio di amministrazione del 15 settembre 2014, assunta in esecuzione della delega ricevuta dall Assemblea straordinaria del 17 aprile 2014, ed ha chiesto l approvazione della modifica dell art. 5 dello statuto sociale. La modifica statutaria deliberata riguarda l aumento del capitale sociale da a , mediante emissione di n azioni ordinarie del valore nominale di 320, per complessivi Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 4 del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che la modifica statutaria proposta non risulta in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge della modifica statutaria in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 12

17 Provvedimenti IVASS Provvedimento n del 7 ottobre 2014 Skandia Vita S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento L Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni IVASS con comunicazione all impresa dell 8 ottobre 2014, ha approvato, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, la modifica statutaria deliberata in data 22 settembre 2014 dall Assemblea straordinaria degli azionisti di Skandia Vita S.p.A. La modifica deliberata riguarda l art. 1 dello statuto ed in particolare il cambio di denominazione sociale da Skandia Vita S.p.A. a Old Mutual Wealth Italy S.p.A.. 13

18 Bollettino IVASS n. 10/2014 Provvedimento n del 15 ottobre 2014 Direct Line Insurance S.p.A.- Approvazione delle modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 23 settembre 2014, Direct Line Insurance S.p.A. ha trasmesso copia del verbale dell Assemblea straordinaria dei soci del 3 settembre 2014 ed ha chiesto l approvazione della modifica dell art. 2 dello statuto sociale. La modifica consegue al trasferimento della sede sociale da Milano, Piazza Monte Titano n.10, a Cologno Monzese, Via Volta n. 16. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria ed accertato che la modifica statutaria proposta e la delibera assunta dall Assemblea non risulta in contrasto con il principio di sana e prudente gestione, si approva ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 e dell art. 4 del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, la suindicata modifica dello statuto sociale. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 14

19 2. PROVVEDIMENTI SANZIONATORI

20

21 Provvedimenti Sanzionatori 2.1 SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 2310/14 DEL 7 OTTOBRE 2014 BCC Vita s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 191, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005 e 15 del regolamento ISVAP 36/2011 e degli artt. 90, comma 1, del d.lgs. 209/2005 e 7, comma 2, del regolamento ISVAP 22/2008, in relazione alle seguenti fattispecie: - alienazione di un titolo assegnato al comparto durevole in difetto di circostanze che rivestono carattere di eccezionalità e straordinarietà; - erronea compilazione dell allegato 9 alla nota integrativa al bilancio art. 310, commi 1 e 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (dodicimila/00). ORDINANZA N. 2311/14 DEL 7 OTTOBRE 2014 Lombarda Vita s.p.a., con sede in Brescia. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, e 191, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005 e art. 17 del regolamento ISVAP 36/ errata classificazione di due fondi inseriti negli attivi a copertura delle riserve tecniche del III trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimila/00). ORDINANZA N. 2312/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 34, comma 4, e 31, comma 6, del d.lgs. 209/ mancato rispetto del termine di quarantacinque giorni dalla data di cessazione del mandato dell attuario incaricato per il ramo r.c. auto e natanti entro il quale nominare e ratificare l incarico ad un nuovo attuario e a darne comunicazione all IVASS. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2313/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 CF Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. combinato disposto degli artt. 42 del d.lgs. 209/2005 e 22 del regolamento ISVAP 36/ carenza di attività a copertura delle riserve tecniche al IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 17

22 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2314/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva Previdenza s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2315/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Crédit Agricole Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 191 del d.lgs. 209/2005 e 7, comma 3, del regolamento ISVAP 14/ tardiva trasmissione della prima e della seconda relazione semestrale sull esecuzione del programma di attività presentato in sede di autorizzazione all estensione dell attività assicurativa nel ramo Tutela legale rilasciata con provvedimento ISVAP 2958/2012. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2316/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a., con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimila/00). ORDINANZA N. 2317/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quattordicimila/00). 18

23 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2318/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (sessantamila/00). ORDINANZA N. 2319/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (già Alleanza Toro s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00). ORDINANZA N. 2320/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 4.050,00 (quattromilacinquanta/00). ORDINANZA N. 2321/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 19

24 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2322/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (a seguito di conferimento di ramo d azienda di Assicurazioni Generali s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 2323/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quattordicimiladuecentottanta/00). ORDINANZA N. 2324/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Axa MPS Danni s.p.a., con sede in Roma. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,33 (cinquantatremilatrecentotrentatre/33). ORDINANZA N. 2325/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 6 del d.m. 191/ mancanza di valida comunicazione scritta di rifiuto, entro il termine di 15 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di un sinistro r.c. auto. art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 7.500,00 (settemilacinquecento/00). 20

25 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2326/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2327/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2328/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva Life s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2329/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva Assicurazioni Vita s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 21

26 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2330/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva Italia s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2331/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Aviva Vita s.p.a., con sede in Milano. combinato disposto degli artt. 38, comma 2, del d.lgs. 209/2005 e 35, comma 5, del regolamento ISVAP 36/ tardivo invio della situazione analitica delle posizioni aperte su contratti derivati alla fine del IV trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2332/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,33 (cinquantatremilatrecentotrentatre/33). ORDINANZA N. 2333/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro 7.560,00 (settemilacinquecentosessanta/00). 22

27 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2334/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (trentamila/00). ORDINANZA N. 2335/14 DEL 9 OTTOBRE 2014 AIG Europe Ltd - Rappresentanza Generale per l Italia, con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilaottocento/00). ORDINANZA N. 2336/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Business Solutions s.c.p.a., con sede in Trieste; Fata Assicurazioni Danni s.p.a., con sede in Roma (in solido). artt. 148, 149, 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/2006 (accertamenti ispettivi presso il Centro Liquidazioni Danni di Roma) - mancato rispetto, per sinistri del ramo r.c. auto con n. 7 posizioni di danno, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettere a), b) e d), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilasettecentodieci/00). ORDINANZA N. 2337/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (sessantamila/00). 23

28 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2338/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 CF Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. combinato disposto degli artt. 42 del d.lgs. 209/2005 e 22 del regolamento ISVAP 36/ carenza di attività a copertura delle riserve tecniche al I trimestre art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2339/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 9.450,00 (novemilaquattrocentocinquanta/00). ORDINANZA N. 2340/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventisettemiladuecento/00). ORDINANZA N. 2341/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Axa Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventisettemiladuecento/00). 24

29 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2342/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Admiral Insurance Company Ltd, in persona del rappresentante per la gestione dei sinistri per l Italia EUI Ltd, presso il domicilio in Roma. combinato disposto degli artt. 134 del d.lgs. 209/2005 e 4 del regolamento ISVAP 4/ rilascio al contraente di errata attestazione sullo stato del rischio. art. 317, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.750,00 (tremilasettecentocinquanta/00). ORDINANZA N. 2343/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Assicuratrice Milanese s.p.a. - Compagnia di Assicurazioni, con sede in San Cesario sul Panaro (MO). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 2.700,00 (duemilasettecento/00). ORDINANZA N. 2344/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Fondiaria-Sai s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilaottocento/00). ORDINANZA N. 2345/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 146 del d.lgs. 209/2005 e 6 del d.m. 191/ mancanza di valida comunicazione scritta di rifiuto, entro il termine di 15 giorni, della richiesta di accesso agli atti di un fascicolo di un sinistro r.c. auto. art. 317, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 7.500,00 (settemilacinquecento/00). 25

30 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2346/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (già Alleanza Toro s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 1.260,00 (milleduecentosessanta/00). ORDINANZA N. 2347/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a., con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 420,00 (quattrocentoventi/00). ORDINANZA N. 2348/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Fondiaria-Sai s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2349/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (a seguito di conferimento di ramo d azienda di Assicurazioni Generali s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). 26

31 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2350/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (a seguito di conferimento di ramo d azienda di Assicurazioni Generali s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00). ORDINANZA N. 2351/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (a seguito di conferimento di ramo d azienda di Assicurazioni Generali s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2352/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (già Alleanza Toro s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 4 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 2.000,00 (duemila/00). ORDINANZA N. 2353/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Axa Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 7 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (dodicimila/00). 27

32 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2354/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva Previdenza s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2355/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva Life s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2356/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva Italia s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2357/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva Vita s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 28

33 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2358/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2359/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva Assicurazioni Vita s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2360/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Avipop Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2361/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Avipop Vita s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). 29

34 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2362/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Aviva s.p.a., con sede in Milano. artt. 190, comma 1, e 191, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005 e art. 33, comma 2, del regolamento ISVAP 20/ mancata adozione, relativamente alle attività esternalizzate, di idonei presidi organizzativi e contrattuali. art. 310, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro 5.000,00 (cinquemila/00). ORDINANZA N. 2363/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Generali Italia s.p.a. (a seguito di conferimento di ramo d azienda di Assicurazioni Generali s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 8 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (trentottomilaseicentosessantasette/00). ORDINANZA N. 2364/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Genertel s.p.a., con sede in Trieste. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 6 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diciannovemilaseicentosessantasette/00). ORDINANZA N. 2365/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Società Reale Mutua di Assicurazioni, con sede in Torino. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 6 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (undicimilacinquecento/00). 30

35 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2366/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Sara Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 8 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (tredicimilamilaquattrocentodiciassette/00). ORDINANZA N. 2367/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Società Reale Mutua di Assicurazioni, con sede in Torino. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 6 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 marzo- 30 aprile art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 2368/14 DEL 10 OTTOBRE 2014 Direct Line Insurance s.p.a., con sede in Milano. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 9 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 marzo- 30 aprile art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro 9.500,00 (novemilacinquecento/00). ORDINANZA N. 2369/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Direct Line Insurance s.p.a., con sede in Milano. artt. 135 del d.lgs. 209/2005, 6 e 7, comma 1, del regolamento ISVAP 31/2009 e provvedimento ISVAP 2826/ incompletezza e/o erroneità di n. 8 comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo 1 gennaio- 28 febbraio art. 316, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quattordicimilacinquecento/00). 31

36 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2370/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quarantamila/00). ORDINANZA N. 2371/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,33 (cinquantatremilatrecentotrentatre/33). ORDINANZA N. 2372/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimila/00). ORDINANZA N. 2373/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Groupama Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventottomila/00). 32

37 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 2374/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Allianz s.p.a., con sede in Trieste. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (sessantamila/00). ORDINANZA N. 2375/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Allianz s.p.a., con sede in Trieste. artt. 141 e 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (sessantamila/00). ORDINANZA N. 2376/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Allianz s.p.a., con sede in Trieste. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro 7.560,00 (settemilacinquecentosessanta/00). ORDINANZA N. 2377/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Vittoria Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). 33

38 Bollettino IVASS n. 10/2014 ORDINANZA N. 2378/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Direct&Quixa Seguros y Reaseguros S.A.U. - Rappresentanza Generale per l Italia (già Quixa s.p.a.), con sede in Milano. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005. euro 600,00 (seicento/00). ORDINANZA N. 2379/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 UnipolSai s.p.a. (già Fondiaria-Sai s.p.a.), con sede in Bologna. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,33 (cinquantatremilatrecentotrentatre/33). ORDINANZA N. 2380/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Fata Assicurazioni Danni s.p.a., con sede in Roma. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 2381/14 DEL 13 OTTOBRE 2014 Groupama Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quattordicimiladuecentottanta/00). 34

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 9/2015 pubblicato il 30 ottobre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 10/2015 pubblicato il 30 novembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 2/2015 pubblicato il 31 marzo 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno II n. 11/2014 pubblicato il 31 dicembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 8/2015 pubblicato il 30 settembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO 40848 05/01/2011 Uniqa Protezione 40850 05/01/2011 Duomo Uni One Assicurazioni 40852 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40853 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40854 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 1/14 DELL'8 GENNAIO 2014 (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. combinato disposto degli artt. 5, comma 2, 7 e 183, comma 2,

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 11/2015 pubblicato il 31 dicembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009 Bollettino Anno IV - n. 11 Novembre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 9/2014 pubblicato il 31 ottobre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n.

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009 Bollettino Anno IV - n. 10 Ottobre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009 Bollettino Anno IV - n. 5 Maggio 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 6/2015 pubblicato il 31 luglio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008

Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008 Bollettino Anno III - n. 6 Giugno 2008 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 1/2015 pubblicato il 27 febbraio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 5/2015 pubblicato il 30 giugno 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 4/2015 pubblicato il 29 maggio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

PROVVEDIMENTO 2322 DEL 6 DICEMBRE 2004

PROVVEDIMENTO 2322 DEL 6 DICEMBRE 2004 PROVVEDIMENTO 2322 DEL 6 DICEMBRE 2004 Decreto legislativo 3 novembre 2003 n. 307, di attuazione delle direttive 2002/12 CE e 2002/13 CE, che modifica i decreti legislativi 17 marzo 1995 nn. 174 e 175

Dettagli

Compagnie assicurative partner

Compagnie assicurative partner Compagnie assicurative partner Compagnie e intermediari presso le quali Agenzia Amica è accreditata. Ben Assicura Ben Assicura è il marchio di assicurazioni auto 100% online di Direct Line Insurance S.p.A.

Dettagli

Allegato A - Determinazione n.

Allegato A - Determinazione n. ASSICURATRICE VAL PIAVE - S.P.A. 3356 00075940254 30/04/2014 103,72 PO 2014 3 09/05/2014 1 08/05/2014 BL ASSICURATRICE VAL PIAVE - S.P.A. 3356 00075940254 29/05/2014 0,03 PO 2013 1 07/06/2014 1 06/06/2014

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno II n. 12/2014 pubblicato il 30 gennaio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI DAINA FINANCE LTD 130 Shaftesbury Avenue, 2nd Floor London W1D5EU United Kingdom Branch italiana: Viale Filippo Tommaso Marinetti 221, 00143 Roma Regolamento ISVAP N. 5/2006 Modello Unico - Edizione 11/2013

Dettagli

REGOLAMENTO N. 37 DEL 15 MARZO 2011. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 37 DEL 15 MARZO 2011. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 37 DEL 15 MARZO 2011 REGOLAMENTO CONCERNENTE L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI VERIFICA DI SOLVIBILITA CORRETTA INTRODOTTE DALLA LEGGE 26 FEBBRAIO 2011, N.10 DI CONVERSIONE DEL

Dettagli

1. ABC ASSICURA mediazione@pec.gruppocattolica.it. 2. ALA mediazione@ala-assicurazioni.telecompost.it

1. ABC ASSICURA mediazione@pec.gruppocattolica.it. 2. ALA mediazione@ala-assicurazioni.telecompost.it Elenco delle Imprese assicuratrici aderenti alle Linee Guida ANIA per la gestione della mediazione a fini conciliativi in materia assicurativa Aggiornato al 6 giugno 2012 N. IMPRESA CASELLA PEC A CUI INVIARE

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2008

RISOLUZIONE N. 42/E. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2008 RISOLUZIONE N. 42/E f Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2008 Oggetto: Operazione di aggregazione aziendale tra due società inglesi e secondo le disposizioni del Regno Unito.

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa sugli obblighi di comportamento cui gli Intermediari

Dettagli

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO

RISULTATO DI COMPETENZA DEGLI AZIONISTI DEL GRUPPO RISULTATO TECNICO DI INVESTIMENTI =^ ASSICURAZIONI GENERALI....................................... 1 ) 2010 68.435.400 1 62.865.500 47.295.500 3.692.500 1.701.900 364.243.300 372.585.200 52.430.800 323.851.000 72.758.600

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

R.C. AUTO. http://www.allianzras.it http://www.allianzsubalpina.it http://www.allianzlloydadriatico.it. http://www.assimoco.com/

R.C. AUTO. http://www.allianzras.it http://www.allianzsubalpina.it http://www.allianzlloydadriatico.it. http://www.assimoco.com/ A273S 1.00054 ABC ASSICURA SOCIETA' PER AZIONI VIA CARLO EDERLE, 45-37126 VERONA http://www.abcassicura.it/ A392S 1.00110 ALA ASSICURAZIONI SOCIETA' PER AZIONI VIA PORRO LAMBERTENGHI, 7-20159 MILANO http://www.ala-assicurazioni.it/

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11

INDICE SOMMARIO. Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 INDICE SOMMARIO Presentazione... pag. 7 Note sull Autore...» 8 Avvertenza...» 9 Abbreviazioni...» 11 Il nuovo «codice delle assicurazioni» 1. D.L.vo 7 settembre 2005, n. 209. Codice delle assicurazioni

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno IV n. 2/2016 pubblicato il 31 marzo 2016 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Roma, 06 luglio 2009. Quesito

Roma, 06 luglio 2009. Quesito RISOLUZIONE N. 175/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 luglio 2009 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Fusione tra società residenti in altri Stati

Dettagli

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI Determinazione nr. 1061 Trieste 07/04/2014 Proposta nr. 762 Del 03/04/2014 Oggetto: Regolamento Regionale n.116/pres. dd. 28/05/2010 - Fondo Sociale Europeo Obiettivo 2

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

STATUS BROKER S.R.L. Via E.Masi, 21-40137 Bologna Telefono (051) 344776 (r.a.) - Fax (051) 301013 E-mail: statusbroker@statusgruppo.

STATUS BROKER S.R.L. Via E.Masi, 21-40137 Bologna Telefono (051) 344776 (r.a.) - Fax (051) 301013 E-mail: statusbroker@statusgruppo. MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A (modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI

ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA DEGLI AZIONISTI A.S. Roma S.p.A. P.le Dino Viola, 1 00128 Roma C.F. 03294210582 P.I. 01180281006 Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di AS Roma SPV LLC ASSEMBLEA ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

Disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati

Disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati Delibera n. 17297 Disposizioni concernenti gli obblighi di comunicazione di dati e notizie e la trasmissione di atti e documenti da parte dei soggetti vigilati LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA'

Dettagli

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it Regolamento ISVAP n 5/2006 ALLEGATO 7B Ai sensi della vigente normativa, l intermediario

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 3/2015 pubblicato il 30 aprile 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino di Vigilanza. Anno V n. 1/2017

Bollettino di Vigilanza. Anno V n. 1/2017 Bollettino di Vigilanza Anno V n. 1/2017 pubblicato il 28 febbraio 2017 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006

Dettagli

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente Ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo ha l obbligo di consegnare al contraente il presente documento che contiene notizie sull intermediario stesso, su potenziali situazioni di

Dettagli

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DELLE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E DEGLI ADEMPIMENTI NEI RAPPORTI CONTRATTUALI TRA IMPRESE DI ASSICURAZIONI, INTERMEDIARI

Dettagli

DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015

DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015 DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015 OGGETTO: Decreto Legislativo 27 maggio 1999 n. 165 - Decreto Ministeriale 27 marzo 2008 e D.G.R. 17 ottobre 2008 n. 725. Autorizzazione all attività di Centro

Dettagli

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Anagrafe Economica registro.imprese@an.camcom.it IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it Versione 1 - ottobre 2010 RIFERIMENTI

Dettagli

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS

ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS ARISCOM COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE Resp. Civile Professionale Patrocinatore Stragiudiziale Accordo ANEIS Il presente Fascicolo Informativo contenente la Nota Informativa,

Dettagli

DENOMINAZIONE SOCIALE PEC INDIRIZZO SEDE LEGALE

DENOMINAZIONE SOCIALE PEC INDIRIZZO SEDE LEGALE CODICE ISVAP DENOMINAZIONE SOCIALE PEC INDIRIZZO SEDE LEGALE A273S ABC ASSICURA SOCIETA' PER AZIONI ABC.ASSICURA@PEC.GRUPPOCATTOLICA.IT VIA CARLO EDERLE, 45-37126 VERONA A392S ALA ASSICURAZIONI SOCIETA'

Dettagli

Alessandro Pierantoni Broker di assicurazioni

Alessandro Pierantoni Broker di assicurazioni MODELLO 7/A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del d.lgs n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA

ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA Unipol Gruppo Finanziario Relazioni degli Amministratori sulle proposte di deliberazione all Assemblea Ordinaria degli Azionisti del 18 giugno 2015 ORDINE DEL GIORNO ASSEMBLEA ORDINARIA 1. Bilancio d esercizio

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0265-19-2015

Informazione Regolamentata n. 0265-19-2015 Informazione Regolamentata n. 0265-19-2015 Data/Ora Ricezione 02 Aprile 2015 17:27:17 MTA Societa' : UNIPOL Identificativo Informazione Regolamentata : 55797 Nome utilizzatore : UNIPOLN05 - Giay Tipologia

Dettagli

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n 64 del 31/07/2013 Il Funzionario Responsabile

AREA POLIZIA LOCALE. Determinazione n 64 del 31/07/2013 Il Funzionario Responsabile Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Lajatico, Lari, Palaia,Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola Zona Valdera Provincia di Pisa AREA POLIZIA

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) Il/la sottoscritto/a.

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) Il/la sottoscritto/a. ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) ALLEGATO 6 OGGETTO: Procedura aperta per l affidamento dei servizi assicurativi Il/la sottoscritto/a

Dettagli

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI

1) ILLUSTRAZIONE DELLA DELEGA ALL EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI Società Cooperativa - Sede in Modena, Via San Carlo 8/20 Registro delle imprese di Modena e cod. fisc. n. 01153230360 Cap. soc. al 31 dicembre 2010 Euro 761.130.807 Relazione illustrativa del Consiglio

Dettagli

PROPOSTA DI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE

PROPOSTA DI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE CAP. SOC. EURO 87.720.000 I. V. - R.E.A. (MI) 842196 - COD. FISC./PART. IVA/NUMERO DI REGI- STRO DELLE IMPRESE DI MILANO 01749470157 - SOCIETÀ CON UNICO SOCIO - SOCIETÀ SOGGETTA ALL ATTIVITÀ DI DIREzIONE

Dettagli

Delega per l intervento in Assemblea

Delega per l intervento in Assemblea Delega per l intervento in Assemblea Il/La sottoscritto/a 1 Telefono *Indirizzo di residenza o sede legale Avente diritto al voto su numero azioni di Space S.p.A. delega con facoltà di essere sostituito

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici

ANIA. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici E D I Z I O N E 2 0 1 0 P r e m i d e l l a v o r o d i r e t t o i t a l i a n o 2 0 0 9 ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici EDIZIONE 2010 Premi del lavoro diretto italiano 2009 SEZIONE

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 201 del 19/06/2014. Proposta n. 201

CITTÀ di AVIGLIANA. Provincia di TORINO. DETERMINAZIONE N. 201 del 19/06/2014. Proposta n. 201 Estratto DETERMINAZIONE N. 201 del 19/06/2014 Proposta n. 201 Oggetto: POLIZZA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE AUTO E GARANZIE AUTO RISCHI DIVERSI (POLIZZA LIBRO MATRICOLA). AFFIDAMENTO PERIODO 30/6/2014-30/6/2015.

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Soggetta all'attività di direzione e coordinamento della Sella Holding Banca SpA (timbro dell intermediario) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

1. CONTESTO NORMATIVO

1. CONTESTO NORMATIVO PARITÀ DI TRATTAMENTO TRA UOMINI E DONNE NEI SERVIZI ASSICURATIVI: INFORMATIVA PER L UTENZA E PER LE IMPRESE DI ASSICURAZIONE, AI SENSI DEL REGOLAMENTO ISVAP N. 30. 1. CONTESTO NORMATIVO La Direttiva 2004/113/CE,

Dettagli

IL DIRIGENTE. VISTO il D. Lgs. 1 agosto 2003, n. 259, Codice delle comunicazioni elettroniche, in particolare l art. 84;

IL DIRIGENTE. VISTO il D. Lgs. 1 agosto 2003, n. 259, Codice delle comunicazioni elettroniche, in particolare l art. 84; Determinazione 18/2014 Definizione della controversia XXX/Optima Italia XXX IL DIRIGENTE VISTA la L. 31 luglio 1997, n. 249, Istituzione dell Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA L Associazione Nazionale tra le Imprese Assicuratrici (di seguito ANIA), in considerazione della peculiarità della

Dettagli

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009

REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO N. 32 DELL 11 GIUGNO 2009 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLE POLIZZE CON PRESTAZIONI DIRETTAMENTE COLLEGATE AD UN INDICE AZIONARIO O ALTRO VALORE DI RIFERIMENTO DI CUI ALL ARTICOLO 41,

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA LA SEGUENTE CONVENZIONE. Art.1 Premesse e Allegati

SI CONVIENE E SI STIPULA LA SEGUENTE CONVENZIONE. Art.1 Premesse e Allegati CONVENZIONE ASSICURATIVA TRA AUSER Associazione per l autogestione dei servizi e la solidarietà ONLUS - C.F. 97067460580 con sede in Via Nizza, 154-00198 ROMA rappresentata dal Presidente nazionale, Sig.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 18/06/2013 18/06/2018 T.F. SUBORDINATE LOWER TIER II"

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 18/06/2013 18/06/2018 T.F. SUBORDINATE LOWER TIER II REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 18/06/2013 18/06/2018 T.F. SUBORDINATE LOWER TIER II" Istituto Bancario del Lavoro S.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale:

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO. "IBL BANCA S.p.A. 27/11/2014 27/11/2019 T.F. Subordinate Tier II"" Istituto Bancario del Lavoro S.p.A.

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO. IBL BANCA S.p.A. 27/11/2014 27/11/2019 T.F. Subordinate Tier II Istituto Bancario del Lavoro S.p.A. REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL BANCA S.p.A. 27/11/2014 27/11/2019 T.F. Subordinate Tier II"" Istituto Bancario del Lavoro S.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale: Via di Campo Marzio, 46-00186

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50.

CATEGORIE DI OPERAZIONI CLASSI DI IMPORTO TASSI MEDI TASSI SOGLIA in unità di euro (su base annua) (su base annua) oltre 50. Allegato A RILEVAZIONE DEI TASSI DI INTERESSE EFFETTIVI GLOBALI MEDI AI FINI DELLA LEGGE SULL'USURA (*) MEDIE ARITMETICHE DEI TASSI SULLE SINGOLE OPERAZIONI DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 21 dicembre 2015. Rilevazione dei tassi effettivi globali medi, ai sensi della legge sull usura. Periodo di rilevazione

Dettagli

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293)

Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Legge 12 dicembre 2002, n. 273 (S.O. n. 230/L alla G.U. 14 dicembre 2002, n. 293) Misure per favorire l iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza Capo III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RC AUTO 1

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CONTRATTO ATTO DI

Dettagli

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO EDIZIONE 2013

PREMI DEL LAVORO DIRETTO ITALIANO EDIZIONE 2013 EDIZIONE 2013 ANIA 2013 EDIZIONE 2013 INDICE 1 - Premi IAS/IFRS lavoro diretto italiano e lavoro complessivo delle imprese quotate Premi del lavoro COMPLESSIVO DIRETTO, INDI- RETTO ITALIANO ED ESTERO consolidati

Dettagli

Fondo di Garanzia dei portatori di titoli obbligazionari emessi da banche appartenenti al Credito Cooperativo. Regolamento

Fondo di Garanzia dei portatori di titoli obbligazionari emessi da banche appartenenti al Credito Cooperativo. Regolamento Regolamento Approvato il 27 gennaio 2011 1 2 Fondo di Garanzia dei portatori di titoli obbligazionari emessi da banche appartenenti al Credito Cooperativo Regolamento Articolo 1: Ambito della garanzia

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF );

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ); Delibera n. 19283 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti di esponenti aziendali di Poste Italiane s.p.a. e, a titolo di responsabile in solido, della medesima società per violazioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 20/12/2012 20/12/2017 T.V. SUBORDINATE LOWER TIER 2"

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 20/12/2012 20/12/2017 T.V. SUBORDINATE LOWER TIER 2 REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO "IBL ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO SPA 20/12/2012 20/12/2017 T.V. SUBORDINATE LOWER TIER 2" Istituto Bancario del Lavoro S.p.A. Sede Sociale e Direzione Generale:

Dettagli

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

PARTE I Informazioni generali sull intermediario che entra in contatto con il Contraente

PARTE I Informazioni generali sull intermediario che entra in contatto con il Contraente Allegato 7B Collaboratore Iscritto (Agenzia Società) INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO, NONCHE IN CASO DI MODIFICHE

Dettagli

concernente la proposta di autorizzazione all acquisto e all alienazione di azioni Signori Azionisti,

concernente la proposta di autorizzazione all acquisto e all alienazione di azioni Signori Azionisti, Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 29 aprile 2013 in merito al punto n. 4) dell ordine del giorno, concernente la proposta di autorizzazione

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 4/2016

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 4/2016 DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE N. 4/2016 SCHEMA DI REGOLAMENTO IVASS N. DEL CONCERNENTE LE INFORMAZIONI QUANTITATIVE PERIODICHE DA TRASMETTERE ALL IVASS AI FINI DI STABILITÀ FINANZIARIA E DI VIGILANZA MACROPRUDENZIALE

Dettagli

Bollettino di Vigilanza. Anno V n. 4/2017

Bollettino di Vigilanza. Anno V n. 4/2017 Bollettino di Vigilanza Anno V n. 4/2017 pubblicato il 31 maggio 2017 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007 PROVINCIA DI FOGGIA Piazz a XX Set t embr e, 20-71100 FOGGIA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Via Paolo Telesforo, 25 - _ 0881/7911 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO N. 292

Dettagli