Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Decima parte: il linguaggio Css, introduzione. `**********` Il linguaggio Css, introduzione.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Decima parte: il linguaggio Css, introduzione. `**********` Il linguaggio Css, introduzione."

Transcript

1 Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Decima parte: il linguaggio Css, introduzione. `**********` Il linguaggio Css, introduzione. Col passare del tempo e l'evoluzione del linguaggio html, ma soprattutto con l'ampliamento delle funzionalità dei siti web, si è percepita la necessità di separare la gestione degli elementi html dalla loro formattazione. In origine ogni elemento veniva formattato direttamente nel file html, quindi, oltre al codice html, nella pagina erano inseriti anche i codici di formattazione del singolo elemento. Per questo motivo, ne risultavano pagine lunghissime, con un codice molto complesso per la gestione e la comprensione, soprattutto in fase di modifica. Da qui l'idea di creare un altro file, con un linguaggio diverso, collegato al file originale, con l'incarico di assegnare la formattazione agli elementi. Tale file ha un suo nome e come estensione CSS. Cosa significa CSS? CSS è un acronimo e significa: "Cascading Style Sheets". La traduzione italiana potrebbe essere "fogli di stile a cascata". Però, in genere, Si dice " foglio di stile", senza aggiungere altro. Per capire l'utilità di questi file particolari, tanto per fare un esempio molto semplice, se io desiderassi avere tutte le intestazioni di livello 1 (h1) con un colore verde, lo scriverei una volta sola nel file css, e tutte le intestazioni h1 del sito sarebbero verdi. Lo stesso vale per il font del carattere, lo stile e le sue dimensioni. Ovviamente, utilizzando degli identificativi, posso comunque creare colori e stili diversi per gli stessi elementi. Posso quindi avere tre intestazioni h1, una verde, una rossa, una nera, e tutte con font diversi. Il linguaggio Css non crea nessuna limitazione all'elemento e alla sua formattazione, anzi, ci consente di stabilire quello che vogliamo e per gli elementi che vogliamo, una sola volta. In pratica, tutto quello che sarà stabilito sarà applicato in tutte le pagine del sito. In rete è possibile reperire diverse nozioni sulla storia e sullo sviluppo di questo linguaggio, quindi, c'è solo l'imbarazzo della scelta per il tanto materiale reperibile. L'argomento è molto vasto e molto interessante, ma rimando alla ricerca in rete tutti i curiosi e gli esigenti.

2 In questo corso, si parte immediatamente nello studio del linguaggio che, pur non essendo complesso, è diverso come codice dal linguaggio html. Naturalmente i codici che andremo a inserire nei nostri file css saranno collegati e funzioneranno col nostro sito, procedendo parallelamente allo studio del linguaggio html 5. Cosa sono i file css. Per creare i nostri file css sarà sufficiente aprire e salvare con nome due file di testo creati con il blocco note di Windows. Appena creati, cambiamo l'estensione da txt a css ed il gioco è fatto. I file css sono semplicemente dei file di testo e vengono aperti da blocconote. Nella creazione del nostro sito, se vi ricordate, avevamo creato nella cartella principale una sottocartella chiamata css. Al suo interno avevamo creato due file: style.css e template.css. Questi nomi non sono obbligatori, ma sarà bene assegnare a questi file dei nomi significativi. La ragione è presto detta: serve per avere sotto controllo, in fase di modifica del layout del sito, la possibilità di capire subito su quale file agire per correggere o modificare. Questi sono i nomi che io preferisco assegnare, ma è comunque una cosa soggettiva. Niente vieta al programmatore di assegnare nomi differenti, l'importante è poi riportare correttamente i parametri giusti in esso dichiarati in modo corretto nel codice del file html. Per mia abitudine, utilizzo questi due nomi, assegnando al file style tutta la formattazione dei caratteri, mentre al template rimando l'impaginazione delle pagine del sito. Qualora dovessi assegnare qualche formattazione specifica, quindi ad un solo determinato elemento, creerò un altro file, pcss.css e ne inserisco all'interno il codice. Si lascia a ognuno la libertà di decidere sia quanti file css utilizzare e i nomi da assegnare loro. Mi limito solo a consigliarvi di evitare di creare pochi file troppo lunghi, difficili poi da gestire, soprattutto quando bisogna apportare modifiche, e di assegnare nomi ai file che possiate raggiungere subito senza doverli cercare. Inoltre, se una pagina del mio sito necessita di una formattazione particolare e unica, è buona norma assegnare lo stesso nome css della pagina html. Per esempio, se si trattasse della pagina Turismo.html, è bene creare il file CSS con il nome Turismo.css. Nei file css, è possibile inserire lo stile dei caratteri, il loro colore, il font con le rispettive dimensioni. Possiamo assegnare la formattazione alle intestazioni, ai link, ai pulsanti e a tutti gli elementi. Inoltre, con i file css è possibile posizionare un elemento in un determinato punto della pagina, come è possibile dare le dimensioni alle immagini, oltre che specificarne la corretta collocazione nella pagina. Le possibilità sono infinite e man mano che il corso procede, le affronteremo. Siccome questo corso nasce fondamentalmente per persone disabili della vista, esattamente come il sottoscritto che è non vedente

3 totale da venti anni, si fa questa precisazione perché è importante comprendere e accettare che, per formattare una pagina web, l'aiuto di una persona vedente può essere fondamentale. Non intendo dire che serve un vedente per inserire un'immagine o per dare il colore a un link, ma di certo qualcuno dovrà vedere per noi se il risultato è gradevole per chi vede, perché poi alla fine saranno proprio i vedenti i maggiori utilizzatori del nostro sito. Per esempio, potrei dover inserire un'immagine, ma qualcuno dovrà pur dirmi se va ridimensionata o spostata, e soprattutto se quell'immagine realmente abbellisce il sito. Quello che voglio dire è che questa è la normalità per chi non vede e bisogna accettarla. E' mio interesse fare in modo che anche i non vedenti possano scrivere pagine web, ma costruendole sempre senza sminuirne la bellezza e costruendo dei siti che rispettino le giuste proporzioni. Quindi mi sento in dovere di specificare anche i limiti che abbiamo noi disabili della vista e come farsi aiutare. Tanto per capirci, anch'io chiedo a mia moglie l'abbinamento dei colori e chiedo di scegliermi le immagini più adatte. L'importante è che noi si sia in grado poi di inserire il codice corretto. Fatta la premessa, la prima cosa da fare, dopo aver creato i nostri file css, è inserire i link nelle pagine html affinché questi possano richiamare la formattazione che noi andremo a scrivere nei file css. Inizieremo aprendo con il blocco note il nostro file index.html e andremo ad incollare queste stringhe che sono i link che richiamano i file css. Queste stringhe, abbastanza complesse, le spiegheremo successivamente. Scrivo tenendo conto che avete creato una cartella css e che avete inserito al suo interno i file: style.css e template.css. Qualora avete deciso di utilizzare altri nomi per questi file, analizzate le stringhe e sostituite i nomi dei file, anche se per il momento vi consiglio di mantenere i nomi indicati nel corso, in modo che non ci saranno incomprensioni o errori. Queste sono le stringhe da incollare nel file index.html: ``<link rel="stylesheet" type="text/css" href="css/style.css" media="screen" />`` ``<link rel="stylesheet" type="text/css" href="css/template.css" media="screen" />`` Queste stringhe, vanno incollate all'interno della tag: Head. Vi ricordo che all'interno della Head vengono inserite quelle informazioni che non sono visualizzate all'utente finale ma che comunque servono al buon funzionamento del sito. Siccome nella head andranno inserite parecchie stringhe, bisogna stare attenti a non inserire delle tag all'interno di altre tag, quindi, è importante accertarsi di inserire del nuovo codice dopo la chiusura di tag precedenti. Io vi consiglio di fare come segue:

4 - Aperto i file index.html, scendiamo fino a trovare la chiusura della tag head: ``</head>``. - Premiamo il tasto home per portarci ad inizio riga. - Creiamo un paio di righe vuote sopra a questa tag di chiusura, premendo ripetutamente il tasto invio. - Con freccia su, troviamo le righe vuote appena create ed incolliamo il codice sopra riportato. - Chiudiamo la nostra index salvando le modifiche eseguite. Questa modifica, quindi le operazioni sopra descritte, dobbiamo eseguirle per tutti i nostri file html che abbiamo nella nostra cartella del sito. Così facendo, ogni file html richiamerà i due file di stile: style.css e template.css per la formattazione degli elementi come sarà da noi prevista. Una volta indicato a tutte le pagine dove cercare i codici di formattazione degli oggetti in esse contenuti, iniziamo a compilare i file css spiegandone il codice, anche se prima dobbiamo vedere un po' di teoria, in modo da semplificare la comprensione pratica degli elementi di un CSS. Le varie indicazioni di stile che noi scriveremo nei file css, seguono una struttura ben precisa: Selettore ``{proprietà:valore; }`` Semplificando al massimo questa struttura, possiamo affermare che il selettore è: - L'elemento con il quale possiamo modificare lo stile. - La sua proprietà è il tipo di modifica allo stile che vogliamo apportare. - Il valore è la misura che assegneremo alla proprietà. Ciò precisato, facciamo alcune considerazioni: - Tra la proprietà e il valore va inserito il segno di due punti e si consiglia uno spazio non obbligatorio. - Ogni coppia Proprietà:valore (vedi segno di punteggiatura), viene chiusa col punto e virgola. - Tutte le proprietà:valore di un selettore vanno all'interno delle parentesi graffe. - E' possibile indicare più coppie di proprietà:valore, chiudendo ogni proprietà:valore con il punto e virgola. - Ogni coppia Proprietà:valore può essere scritta anche in righe consecutive. Esistono vari tipi di selettori e man mano ne vedremo l'utilizzo. Il più semplice è quello che indica come formattare una tag html. Eccolo: ``h1 {proprietà: valore; }`` Iniziamo con il notare che i selettori non hanno i segni di maggiore o

5 minore. E' possibile assegnare una coppia di Proprietà:valore a più selettori. Un esempio: ``h1, h2, h3, h4 {proprietà:valore; }`` Notare che tra ogni intestazione ho inserito una virgola e uno spazio. Questa proprietà e il suo valore verranno applicati agli elementi: h1, h2, h3 ed h4. Volendo assegnare uno stile per ogni intestazione sarà sufficiente scriverle singolarmente: ``h1 {proprietà:valore; }`` ``h2 {proprietà:valore; }`` ``h3 {proprietà:valore; }`` ``h4 {proprietà:valore; }`` Gli esempi sopra riportati possono servire anche quando si vogliono aggiungere delle altre coppie di proprietà:valore agli elementi. Per esempio, alle intestazioni h1, h2, h3 ed h4 posso prima assegnare una stessa coppia proprietà:valore come il font, e poi, però, riscrivendole separate posso dare ad ognuna di esse un colore diverso. Esistono altri selettori molto specifici. Per esempio: - I selettori contestuali. Si intende per questi selettori la possibilità di dare delle regole particolari. Significa dare delle regole specifiche per un determinato contesto, cioè, un selettore che si trovi in un determinato punto della pagina, magari all'interno di una determinata tag, o che sia figlio di un determinato elemento, applicherà le proprietà:valore che gli abbiamo dato. - I selettori adiacenti che, quindi, devono essere consecutivi per attribuirgli una regola. I selettori, comunque, essendo tanti, saranno spiegati nel dettaglio successivamente, nella pratica, cosa che renderà tutto più semplice. Portiamoci nella cartella del nostro sito, entriamo nella cartella css e premiamo invio sul file template.css. Il file è vuoto. Ognuno, quando fa queste cose adotta dei metodi personali per tante cose, come per esempio, inserire un titolo, una nota, il proprio nome piuttosto che una sigla, oppure altro. L'accorgimento che uso sempre io quando faccio programmazione, è quello di inserire in ogni file che modifico, quindi, anche nei file css, la data dell'ultima modifica eseguita. Questo ci aiuta

6 quando dovremo apportare modifiche o aggiunte nel file che stiamo modificando. Inseriamo per ora la data, quindi, digitiamo: ``/* 01 Agosto 2013 */`` Per il browser che legge il file css, questo risulta essere un commento e, non solo non influenzerà il funzionamento del file css, ma sarà ignorato anche dal browser. Come avete potuto notare, i commenti nei file css vengono identificati, nella loro apertura e nella loro chiusura, inserendo dei caratteri particolari: - apertura del commento: una barra (shift più 7), e un asterisco (shift più il tasto più). - Chiusura del commento: un asterisco (shift più il tasto più), e una barra (shift più 7). Tra queste due coppie di caratteri sopra indicati, inseriremo tutto quello che vogliamo indicare come note per leggere meglio il file css. Verificate con cura l'apertura e la chiusura dei commenti, visto che, a causa di un commento errato, il file css potrebbe anche non funzionare. Per prima cosa, inseriremo il colore dello sfondo del sito, spiegando successivamente la suddivisione e la codifica dei colori, con le loro assegnazioni. Ecco la stringa da inserire: ``body {background-color: #F0FFFF; }`` Per chi non ne fosse a conoscenza, riporto le combinazioni di tasti per scrivere le parentesi graffe: - Aperta parentesi graffa ``({)``, = control più alt più Shift più e accentata. - Chiusa parentesi graffa ``(})``, = control più alt più shift più il tasto più. In sostituzione delle combinazioni di tasti control più Alt, è possibile utilizzare l'alt di destra, alt grafico. Se si può usare il tastierino numerico, con i numeri inseriti, queste due parentesi si ottengono anche con alt più 123 e con alt più 125, rispettivamente per parentesi graffa aperta e parentesi graffa chiusa. Un altro simbolo che incontreremo nei file css è il simbolo cancelletto ``(#)``. Questo simbolo si ottiene premendo Alt grafico più la a accentata. Analizziamo la stringa inserita, in modo da capire meglio con che cosa abbiamo a che fare.

7 La prima parola che incontriamo è: body, un elemento html. Scritto in minuscolo, ma fate attenzione sempre a come l'avete scritto nel file html, perché quello che scriviamo in questo tipo di file è sensibile al maiuscolo e al minuscolo. La parola body ci indica che tutte le modifiche che apporteremo all'interno delle parentesi graffe, verranno apportate alla parte di pagina delimitata da questa tag, dalla sua apertura alla sua chiusura, parte che poi sarebbe tutta la nostra pagina visibile. Riassumendo, body è la tag, quindi il selettore, tutto quello dentro le parentesi sono le sue proprietà e i rispettivi valori. Dopo la parola body, digitiamo uno spazio, digitiamo la parentesi graffa aperta e digitiamo un altro spazio. Digitiamo ancora: ``background-color: #F0FFFF;`` Questa è la proprietà che indica il colore da assegnare allo sfondo. background-color: Attenzione che è presente un trattino tra le due parole. A tale scopo, ricordo a chi utilizza il solo Screen-reader, di impostare la punteggiatura su "tutto" quando si lavora con il codice. Dopo la proprietà, inseriamo i due punti e uno spazio. Scriviamo il valore dell'attributo che nel nostro caso specifico è: ``#F0FFFF`` Abbiamo un cancelletto e successivamente sei caratteri che, a seconda del colore scelto, possono essere lettere o numeri. (Codice Esadecimale come vedremo più avanti). In pratica, questo è un modo di inserire i colori, utilizzando il codice esadecimale di ogni singolo colore. Esistono in rete vari programmi e siti per trovare le corrispondenze tra i colori e i codici esadecimali. E' possibile poi utilizzare il nome del colore, scrivendolo in Inglese, se compreso nei sedici colori primari, oppure, utilizzare delle percentuali. Per ora noi vedremo e utilizzeremo solo questo sistema e nella prossima lezione darò una spiegazione approssimativa dei colori esadecimali. Attenzione! Preciso che questo cancelletto è una caratteristica dei colori, non è un simbolo da inserire prima del valore di una proprietà. In pratica, i sei caratteri che identificano un colore sono preceduti dal cancelletto. Subito dopo il valore, senza spazi, inseriamo un punto e virgola, chiudendo la coppia proprietà:valore. Se non bisogna inserire altre proprietà, inseriamo uno spazio e chiudiamo la

8 parentesi graffa. Nota bene: - E' importante rispettare le spaziature, il maiuscolo e minuscolo, soprattutto nei nomi delle tag. Per non sbagliare, quando si scrive codice è buona abitudine scrivere sempre in minuscolo. - Ogni coppia, proprietà:valore, viene chiusa con il punto e virgola e uno spazio. - E' possibile inserire svariate coppie. - Inserita l'ultima coppia, inserire uno spazio e la parentesi graffa chiusa. Salvate le modifiche apportate al file Template.css. Aprite il file index.html con Internet Explorer. Se avete fatto tutto correttamente, dovreste avere uno sfondo celestino. Per chi utilizza lo screen reader Jaws, utilizzando la combinazione di tasti: insert + 5 (tastiera estesa) vi viene vocalizzato il colore del carattere e dello sfondo. Salvo modifiche apportate alla grafica del computer o del browser, dovrebbe dirvi: nero su azzurro. Il primo colore è il carattere, il secondo lo sfondo. Nella prossima lezione faremo un po' di esercizi per entrare in confidenza con i colori del nostro sito. Solitamente, i colori nei vari manuali per apprendere l'uso dei fogli di stile, vengono spiegati a corso inoltrato, dopo altre nozioni. Io preferisco darne una leggera infarinatura all'inizio, perché ritengo che può dare più soddisfazioni e più incentivi a chi inizia, per il proseguimento del corso. Se proprio vogliamo essere certi del risultato ottenuto, per non fidarsi troppo di Jaws che tratta i colori a modo suo, sicuramente chiederemo a qualche vedente di verificare il risultato del nostro lavoro. Generalmente, se si mostra ad un vedente una pagina in bianco e nero, di solito, non permette al vedente di apprezzarne il valore, mostrandogliela a colori, anche se è un primo approccio, è sempre una cosa più professionale. Anche se basta inserire un colore sgargiante per ottenere più soddisfazioni, bisogna fare attenzione a non usare colori troppo spinti che causano generalmente inaccessibilità per i soggetti Ipovedenti. Per avere qualche indicazione su quali colori non usare, basta leggersi qualche intervista di Massimiliano Martines, componente della Commissione OSI, sul sito Oltre ai colori sconsigliati, è anche buona norma avere un contrasto sufficiente tra testo e sfondo, per evitare che differenze minime, creano problemi anche ai vedenti, oltre che agli anziani e agli ipovedenti. Di questo ne parleremo in modo più approfondito più avanti. Per quanto vi posso sembrare cinico, ricordate che la rete è prevalentemente costituita da immagini e colori. Vedenti o no, noi se vogliamo realizzare dei bei siti, dobbiamo obbligatoriamente attenerci alle regole del web. Se queste cose le impareremo bene, costruiremo sicuramente dei bei siti, oltre

9 a programmarli accessibili. Vi rimando alla prossima lezione, per trattare i colori dei css, ricordandovi che sono fogli di stile a cascata. `***********` Per ulteriori spiegazioni, scrivere a: `Roberto Abutzu

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Quarta parte: Body ed elementi strutturali. ********** Cos'è il Body e gli elementi strutturali?

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Quarta parte: Body ed elementi strutturali. ********** Cos'è il Body e gli elementi strutturali? Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Quarta parte: Body ed elementi strutturali. ********** Cos'è il Body e gli elementi strutturali? Riprendiamo il discorso, introducendo la tag Body e iniziando

Dettagli

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Ottava parte: I link, seconda parte. `**********` I link, seconda parte.

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Ottava parte: I link, seconda parte. `**********` I link, seconda parte. Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Ottava parte: I link, seconda parte. `**********` I link, seconda parte. Continuiamo la parte che completerà la trattazione dei link, andando ad operare direttamente

Dettagli

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Terza parte: Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. **********

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Terza parte: Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. ********** Corso html 5. Di Roberto Abutzu. *********** Terza parte: Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. ********** Prime nozioni: Tag e prima pagina, continuazione. Nota bene, al fine di avere anche

Dettagli

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Sedicesima parte: Evidenziare il testo e le date. `**********`

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Sedicesima parte: Evidenziare il testo e le date. `**********` Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Sedicesima parte: Evidenziare il testo e le date. `**********` Nota importante: Questa lezione e la successiva vanno considerate come un'unica lezione. Affronteremo

Dettagli

Educazione didattica per la E-Navigation

Educazione didattica per la E-Navigation Educazione didattica per la E-Navigation Guida utente per l utilizzo della piattaforma WIKI Rev. 3.0 23 febbraio 2012 Guida EDEN rev. 3.0 P. 1 di 24 23/02/2012 Indice Come registrarsi... 3 Utilizzo della

Dettagli

Fogli di stile CSS. 1 Istituto Italiano Edizioni Atlas

Fogli di stile CSS. 1 Istituto Italiano Edizioni Atlas Fogli di stile CSS Il foglio CSS (Cascading Style Sheet, foglio di stile a cascata) è un documento in formato testuale che definisce il controllo sulla visualizzazione della pagina HTML e sul suo layout,

Dettagli

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Tredicesima parte: Le immagini. `**********`

Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Tredicesima parte: Le immagini. `**********` Corso html 5. Di Roberto Abutzu. `***********` Tredicesima parte: Le immagini. `**********` Dopo l'introduzione al linguaggio Css, riprendiamo l'apprendimento del linguaggio Html 5 introducendo le immagini.

Dettagli

COME ELIMINARE PARTI DEL TEMPLATE IN PAGINE SINGOLE

COME ELIMINARE PARTI DEL TEMPLATE IN PAGINE SINGOLE COME ELIMINARE PARTI DEL TEMPLATE IN PAGINE SINGOLE Con questa guida impareremo come eliminare delle singole zone del template che utilizziamo all'interno di una pagina specifica. Questo metodo torna utile

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014

LUdeS Informatica 2 EXCEL. Prima parte AA 2013/2014 LUdeS Informatica 2 EXCEL Prima parte AA 2013/2014 COS E EXCEL? Microsoft Excel è uno dei fogli elettronici più potenti e completi operanti nell'ambiente Windows. Un foglio elettronico è un programma che

Dettagli

UTILIZZO DEL TEMPLATE Parte 1 - struttura

UTILIZZO DEL TEMPLATE Parte 1 - struttura UTILIZZO DEL TEMPLATE Parte 1 - struttura PROGRAMMI UTILIZZATI: gestione del codice HTML - HTML-Kit è un Editor Web non di tipo visuale, che consente la costruzione ex-novo di pagine web o la loro modifica,

Dettagli

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica.

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. Il lavoro si presenta piuttosto lungo, ma per brevità noi indicheremo come creare la pagina iniziale,

Dettagli

Come creare pagine WEB

Come creare pagine WEB Come creare pagine WEB E' possibile creare pagine WEB secondo diverse modalità: in modo classico, per cui sara' necessario agire su ogni singola marcatura di ognuna delle x pagine; questa soluzione poco

Dettagli

Registrazione. Scelta del nome

Registrazione. Scelta del nome Introduzione Altervista (www.altervista.org) mette a disposizione le più moderne tecnologie web 2.0 per creare un proprio sito web. In questo tutorial vogliamo guidarvi nella registrazione al sito e nella

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Corso dreamweaver lezione 1 Sommario 1. Creare un sito in locale 2. creare la prima pagina Creare un sito in locale Un sito va creato tutto all'interno di un'unica cartella.

Dettagli

Realizzare testi in modo semplice

Realizzare testi in modo semplice Realizzare testi in modo semplice Oggi vogliamo realizzare un semplice DOCUMENTO utilizzando il programma WRITER di OpenOffice. Da Internet andremo a cercare dei TESTI e delle IMMAGINI e con questi andremo

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione. Studio Elfra sas Via F.lli Ruffini 9 17031 Albenga SV 0182596058 by Studio Elfra sas Concetti di base della Tecnologia dell'informazione e della Comunicazione Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi I word processor, o programmi per l'elaborazione

Dettagli

Pratica 3 Creare e salvare un documento. Creare e salvare un file di testo

Pratica 3 Creare e salvare un documento. Creare e salvare un file di testo Pratica 3 Creare e salvare un documento Creare e salvare un file di testo Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi Luglio 2015 Realizzato da RTI Ismo

Dettagli

MODULO 02. Iniziamo a usare il computer

MODULO 02. Iniziamo a usare il computer MODULO 02 Iniziamo a usare il computer MODULO 02 Unità didattica 06 Usiamo Windows: Impariamo a operare sui file In questa lezione impareremo: quali sono le modalità di visualizzazione di Windows come

Dettagli

E' sempre valido il comando che si usa anche con Outlook Express e con Windows Mail: shift più control più V.

E' sempre valido il comando che si usa anche con Outlook Express e con Windows Mail: shift più control più V. Microsoft Outlook 2007. Di Nunziante Esposito. `*************` Decima ed ultima parte: Varie. `***********` Dopo aver impostato al meglio le opzioni ed il layout di questo browser, e dopo le indicazioni

Dettagli

[Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina

[Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina [Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina Creare cartelle per salvare il lavoro] Per iniziare dobbiamo imparare a gestire quello spazio bianco che diverrà la

Dettagli

Word. Cos è Le funzioni base Gli strumenti. www.vincenzocalabro.it 1

Word. Cos è Le funzioni base Gli strumenti. www.vincenzocalabro.it 1 Word Cos è Le funzioni base Gli strumenti www.vincenzocalabro.it 1 Cos è e come si avvia Word è un programma per scrivere documenti semplici e multimediali Non è presente automaticamente in Windows, occorre

Dettagli

Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0

Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0 www.comune.piario.bg.it created by zeramico.com Guida all utilizzo del sito web 4 apr. 2013 v. 1.0 1 COSA È CAMBIATO Le modifiche più grosse sono state apportate alla struttura del sito web, a ciò che

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

Guida alla composizione di modelli OpenOffice

Guida alla composizione di modelli OpenOffice Tekne Informatica & Comunicazione Guida alla composizione di modelli OpenOffice guida rapida per creare e modificare modelli OpenOffice per XDent 01 aprile 2011 Sommario Premessa... 2 Ottenere ed Installare

Dettagli

SCRIVERE CON WORD. Per iniziare. Scrivere un testo

SCRIVERE CON WORD. Per iniziare. Scrivere un testo SCRIVERE CON WORD Per iniziare Dopo aver acceso il computer, attiviamo il programma con un doppio clic sull icona di Word o utilizzando l opzione Programmi del menu Avvio. Compare l iniziale finestra di

Dettagli

Il desktop: scrivania informatica

Il desktop: scrivania informatica Il desktop: scrivania informatica Il desktop è la metafora della scrivania e gli elementi che vi troviamo ci sono familiari: la foto nella cornice il cestino lo scaffale contenente le cartelle dei nostri

Dettagli

Corso di HTML. Prerequisiti. Modulo L3. 1-Concetti generali. Browser Rete Internet Client e server. M. Malatesta 1-Concetti generali-12 28/07/2013

Corso di HTML. Prerequisiti. Modulo L3. 1-Concetti generali. Browser Rete Internet Client e server. M. Malatesta 1-Concetti generali-12 28/07/2013 Corso di HTML Modulo L3 1-Concetti generali 1 Prerequisiti Browser Rete Internet Client e server 2 1 Introduzione In questa Unità introduciamo alcuni semplici elementi del linguaggio HTML, con il quale

Dettagli

Login. Gestione contenuto. www.sitofaidate.it

Login. Gestione contenuto. www.sitofaidate.it www.sitofaidate.it Questa guida è stata scritta per utenti di basso/medio livello, guida pratica per chi vede per la prima volta l editor di testo jce i cui riferimenti delle icone sono visibili cliccando

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Webaccessibile.org La risorsa italiana di IWA dedicata all'accessibilita' del Web http://www.webaccessibile.org

Webaccessibile.org La risorsa italiana di IWA dedicata all'accessibilita' del Web http://www.webaccessibile.org Jaws: come personalizzarlo - Parte 2 Pubblicato da Roberto Castaldo il giorno 20 settembre 2006 Articolo di Nunziante Esposito Il menu successivo a quelli visti la volta scorsa, e quello delle utility.

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale La posta elettronica ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Posta elettronica E mail Elettronica Posta In questo argomento del nostro corso impareremo

Dettagli

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat

Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat Laboratorio di Tecnologie Web HTML: Introduzione Dott. Stefano Burigat www.dimi.uniud.it/burigat File HTML e tag Un file HTML non è nient'altro che un puro file di testo al cui interno sono presenti delle

Dettagli

Centro Iniziative Sociali Municipio III

Centro Iniziative Sociali Municipio III Centro Iniziative Sociali Municipio III C.I.S Municipio III Corso di informatca Roberto Borgheresi C ORSO BASE DI I NFORMATICA Centro Iniziative Sociali Municipio III Coordinatore: Roberto Borgheresi Insegnanti:

Dettagli

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle

Foglio di calcolo. Il foglio di calcolo: Excel. Selezione delle celle Foglio di calcolo Il foglio di calcolo: Excel I dati inseriti in Excel sono organizzati in Cartelle di lavoro a loro volta suddivise in Fogli elettronici. I fogli sono formati da celle disposte per righe

Dettagli

WEB MARKETING CODE by scamurra.it

WEB MARKETING CODE by scamurra.it WEB MARKETING CODE by scamurra.it www.scamurra.it info@scamurra.it Livello: principiante CAPITOLO 1 INTRODUZIONE CAPITOLO 2 L IMPORTANZA DEI CONTENUTI CAPITOLO 3 UN PO DI CAPITOLO 4 PULIZIA DEL

Dettagli

Le tavole di progetto

Le tavole di progetto Le tavole di progetto Una volta completato il modello ed organizzate le viste di progetto, predisporre le tavole esecutive per la costruzione è un gioco da ragazzi! La possibilità di estrarre le viste

Dettagli

GB informazioni e freeware

GB informazioni e freeware GB informazioni e freeware Informazioni per PC, internet, software, freeware e tutorial Home Programmi Informazioni Passatempo Siti utili Aggiornamenti sito News Posizione nel sito : Home >> Informazioni

Dettagli

MANUALE IMMEDIATO DI HTML

MANUALE IMMEDIATO DI HTML MANUALE IMMEDIATO DI HTML Realizzato da NiktorTheNat Iniziato il giorno 9 aprile 2010 - terminato il giorno 22 aprile 2010 email autore: niktorthenat@tiscali.it canale youtube: http://www.youtube.com/user/niktorthenat

Dettagli

Guida all utilizzo del sito web v. 2.0

Guida all utilizzo del sito web v. 2.0 www.comune.pontenossa.bg.it created by zeramico.com Guida all utilizzo del sito web v. 2.0 WebMasterS info@zeramico.com 1 COSA E CAMBIATO Le modifiche più grosse sono state apportate alla struttura del

Dettagli

La tastiera: 105 tasti per fare (quasi) tutto

La tastiera: 105 tasti per fare (quasi) tutto di Pier Francesco Piccolomini 1 Nella scorsa puntata della nostra guida abbiamo imparato ad accendere e spegnere il PC. Adesso è il momento di passare al livello successivo: dobbiamo riuscire a dargli

Dettagli

Figura 54. Visualizza anteprima nel browser

Figura 54. Visualizza anteprima nel browser Per vedere come apparirà il nostro lavoro sul browser, è possibile visualizzarne l anteprima facendo clic sulla scheda Anteprima accanto alla scheda HTML, in basso al foglio. Se la scheda Anteprima non

Dettagli

Utilizzare QuizFaber. liberamente tratto dal sito di Luca Galli, ideatore di QuizFaber. Vincenzo Storace

Utilizzare QuizFaber. liberamente tratto dal sito di Luca Galli, ideatore di QuizFaber. Vincenzo Storace Utilizzare QuizFaber liberamente tratto dal sito di Luca Galli, ideatore di QuizFaber Vincenzo Storace Anno 2011 Sommario Prima di iniziare (Installazione)... 3 La finestra principale del programma...

Dettagli

Il desktop: scrivania informatica

Il desktop: scrivania informatica Il desktop: scrivania informatica Il desktop è la metafora della scrivania e gli elementi che vi troviamo ci sono familiari: la foto nella cornice il cestino lo scaffale contenente le cartelle dei nostri

Dettagli

Guida OpenOffice.org Impress

Guida OpenOffice.org Impress Guida OpenOffice.org Impress Introduzione ad Impress IMPRESS è un programma nato per creare presentazioni e lezioni di aspetto professionale. È un programma inserito nella versione standard del pacchetto

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL

GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL GUIDA RAPIDA ALL USO DI EXCEL I fogli elettronici vengono utilizzati in moltissimi settori, per applicazioni di tipo economico, finanziario, scientifico, ingegneristico e sono chiamati in vari modi : fogli

Dettagli

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera Pratica guidata 2 Usare mouse e tastiera Mouse: Clic sinistro, doppio clic, clic destro, Drag and drop, Forme del puntatore Tastiera: tasti principali e combinazioni Centro Servizi Regionale Pane e Internet

Dettagli

Per accedere clicca su START o AVVIO (in basso a sinistra sul tuo schermo), poi su PROGRAMMI, ACCESSORI e infine su BLOCCO NOTE.

Per accedere clicca su START o AVVIO (in basso a sinistra sul tuo schermo), poi su PROGRAMMI, ACCESSORI e infine su BLOCCO NOTE. Cos'è l'html HTML è una sigla che viene da una frase inglese che vuol dire: " Linguaggio di contrassegno di ipertesti" (Hyper Text Markup Language) L'Html non è un vero e proprio linguaggio di programmazione,

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Word è un elaboratore di testi in grado di combinare il testo con immagini, fogli di lavoro e

Word è un elaboratore di testi in grado di combinare il testo con immagini, fogli di lavoro e Word è un elaboratore di testi in grado di combinare il testo con immagini, fogli di lavoro e grafici, tutto nello stesso file di documento. Durante il lavoro testo e illustrazioni appaiono sullo schermo

Dettagli

5.3 TABELLE 5.3.1 RECORD 5.3.1.1 Inserire, eliminare record in una tabella Aggiungere record Eliminare record

5.3 TABELLE 5.3.1 RECORD 5.3.1.1 Inserire, eliminare record in una tabella Aggiungere record Eliminare record 5.3 TABELLE In un sistema di database relazionali le tabelle rappresentano la struttura di partenza, che resta poi fondamentale per tutte le fasi del lavoro di creazione e di gestione del database. 5.3.1

Dettagli

Realizzare un film con Windows Movie Maker

Realizzare un film con Windows Movie Maker Realizzare un film con Windows Movie Maker La Teca Didattica Movie Maker è un applicazione di Windows poco sfruttata a scuola, ma molto carina e facile da usare per realizzare piccoli film con i compagni

Dettagli

Piccola guida a Microsoft Word 2003

Piccola guida a Microsoft Word 2003 Pagina 1 di 8 Indice Piccola guida a Microsoft Word 2003 ELEMENTI DI CARATTERE GENERALE I. Per visualizzare le barre degli strumenti II. Per inserire un intestazione o un piè di pagina III. Per modificare

Dettagli

GUIDA INSERIMENTO ARTICOLI SUL BLOG PCFACTORY.IT

GUIDA INSERIMENTO ARTICOLI SUL BLOG PCFACTORY.IT GUIDA INSERIMENTO ARTICOLI SUL BLOG PCFACTORY.IT Con questa guida non voglio insegnarvi a inserire degli articoli su un blog, ma solo mostrarvi come faccio io, quindi iniziamo: Fate il Login inserendo

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel

Esercitazione. Fig. B.1 L ambiente di lavoro Exel Esercitazione Exel: il foglio di lavoro B.1 Introduzione Exel è un applicazione che serve per la gestione dei fogli di calcolo. Questo programma fa parte del pacchetto OFFICE. Le applicazioni di Office

Dettagli

Stampa unione in Word 2010 Stampe multiple personalizzate

Stampa unione in Word 2010 Stampe multiple personalizzate Stampa unione in Word 2010 Stampe multiple personalizzate Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2010 Quando bisogna inviare documenti personalizzato a molte persone una funzione

Dettagli

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa.

A destra è delimitata dalla barra di scorrimento verticale, mentre in basso troviamo una riga complessa. La finestra di Excel è molto complessa e al primo posto avvio potrebbe disorientare l utente. Analizziamone i componenti dall alto verso il basso. La prima barra è la barra del titolo, dove troviamo indicato

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

MANUALE PER LA PRODUZIONE DI TESTI PER IL WEB

MANUALE PER LA PRODUZIONE DI TESTI PER IL WEB MANUALE PER LA PRODUZIONE DI TESTI PER IL WEB Questo manuale fornisce una guida tecnica per scrivere testi da copiare all interno di siti web minimizzando il lavoro necessario per adattare tali testi affinché

Dettagli

Creare tabelle con Word

Creare tabelle con Word Creare tabelle con Word Premessa In questa breve guida userò spesso il termine "selezionare". "Selezionare", riferito ad un documento informatico, vuol dire evidenziare con il mouse, o con altre combinazioni

Dettagli

Una volta installato avviamo il programma KompoZer, quindi clicchiamo su questo pulsante per nascondere la funzione Gestione siti

Una volta installato avviamo il programma KompoZer, quindi clicchiamo su questo pulsante per nascondere la funzione Gestione siti Prima di tutto installiamo il programma KompoZer Una volta installato avviamo il programma KompoZer, quindi clicchiamo su questo pulsante per nascondere la funzione Gestione siti il programma appena aperto

Dettagli

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERONELLA E ZIMELLA Commissione Informatica a.s. 2010-2011 Coordinatore di commissione Maddalena Dal Degan GUIDA a cura di Maddalena Dal Degan - Iniziare il progetto pag 3 - I segnalibri

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

01. Conoscere l area di lavoro

01. Conoscere l area di lavoro 01. Conoscere l area di lavoro Caratteristiche dell interfaccia Cambiare vista e dividere le viste Gestire i pannelli Scegliere un area di lavoro Sistemare le barre degli strumenti Personalizzare le preferenze

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Lo schermo di Word, modalità di visualizzazione. SECONDA LEZIONE: Tecniche di selezione e modifica dei testi. TERZA LEZIONE: Formato carattere (tipo, stile, grandezza,

Dettagli

Introduzione a Word. Prima di iniziare. Competenze che saranno acquisite. Requisiti. Tempo stimato per il completamento:

Introduzione a Word. Prima di iniziare. Competenze che saranno acquisite. Requisiti. Tempo stimato per il completamento: Introduzione a Word Word è una potente applicazione di elaborazione testi e layout, ma per utilizzarla nel modo più efficace è necessario comprenderne gli elementi di base. Questa esercitazione illustra

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Creazione degli utenti in FreeNASchool

Creazione degli utenti in FreeNASchool Creazione degli utenti in FreeNASchool di Come creare nuovi utenti nel server scolastico di archiviazione dati FreeNASchool? Questo tutorial descrive passo a passo le operazioni da compiere, dalla creazione

Dettagli

Word Elaborazione testi

Word Elaborazione testi I seguenti appunti sono tratti da : Consiglio Nazionale delle ricerche ECDL Test Center modulo 3 Syllabus 5.0 Roberto Albiero Dispense di MS Word 2003 a cura di Paolo PAVAN - pavan@netlink.it Word Elaborazione

Dettagli

Il linguaggio HTML - Nozioni di base

Il linguaggio HTML - Nozioni di base Corso IFTS Informatica, Modulo 3 Progettazione pagine web statiche (50 ore) Il linguaggio HTML - Nozioni di base Dott. Chiara Braghin braghin@dti.unimi.it What is HTML? HTML (HyperText Markup Language)

Dettagli

HTML HyperText Markup Language:

HTML HyperText Markup Language: HTML HyperText Markup Language: Linguaggio utilizzato per creare pagine Web 421 Introduzione HTML è l'acronimo di HyperText Markup Language HTML e il linguaggio standard per descrivere e definire il contenuto

Dettagli

In questa lezione, vedremo come modificare alcune proprietà-valore, utilizzando le spiegazioni del codice direttamente sul progetto del nostro sito.

In questa lezione, vedremo come modificare alcune proprietà-valore, utilizzando le spiegazioni del codice direttamente sul progetto del nostro sito. Corso html 5. Di Roberto Abutzu. Lezione 18 "CSS - Formattazione testo ed elementi". Formattazione css base degli elementi. In questa lezione, vedremo come modificare alcune proprietà-valore, utilizzando

Dettagli

Maria Grazia Ottaviani. informatica, comunicazione e multimedialità

Maria Grazia Ottaviani. informatica, comunicazione e multimedialità Maria Grazia Ottaviani informatica, comunicazione e multimedialità Unità digitale 1 Ambiente HTML Introduzione Oltre ai linguaggi di programmazione esistono anche linguaggi detti markup. Sono linguaggi

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

Come creare un manifesto con openoffice draw

Come creare un manifesto con openoffice draw Come creare un manifesto con openoffice draw Questo tutorial è stato realizzato usando lo stesso programma che useremo per realizzare il nostro manifesto. Il programma si chiama Draw, e fa parte della

Dettagli

Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3

Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3 Patente Europea del Computer ECDL - MODULO 3 Lezione 1 di 3 Introduzione a Word 2007 e all elaborazione testi Menù Office Scheda Home Impostazioni di Stampa e stampa Righello Intestazione e piè di pagina

Dettagli

Clicca sul link Gmail in alto nella pagina. Arriverai ad una pagina simile alla seguente: G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 68

Clicca sul link Gmail in alto nella pagina. Arriverai ad una pagina simile alla seguente: G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 68 G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 68 Usiamo Gmail In questo capitolo vedremo come creare un proprio accesso alla posta elettronica (account) ad uno dei servizi di mail on line più diffusi: Gmail, la

Dettagli

CANTINA FACILE MANUALE UTENTE. @caloisoft CANTINA FACILE 01.00 1. Registri di Imbottigliamento e Commercializzazione. Fatturazione

CANTINA FACILE MANUALE UTENTE. @caloisoft CANTINA FACILE 01.00 1. Registri di Imbottigliamento e Commercializzazione. Fatturazione CANTINA FACILE Registri di Imbottigliamento e Commercializzazione Fatturazione MANUALE UTENTE @caloisoft CANTINA FACILE 01.00 1 Introduzione Il programma gestisce i registri di imbottigliamento e di commercializzazione

Dettagli

Corso di Informatica di Base

Corso di Informatica di Base Corso di Informatica di Base LEZIONE N 3 Cortina d Ampezzo, 4 dicembre 2008 ELABORAZIONE TESTI Grazie all impiego di programmi per l elaborazione dei testi, oggi è possibile creare documenti dall aspetto

Dettagli

Il mago delle presentazioni: PowerPoint

Il mago delle presentazioni: PowerPoint Informatica 2 livello/2ªb 21-02-2006 10:46 Pagina 48 Il mago delle presentazioni: è un programma di Microsoft che ti permette di creare presentazioni multimediali per mostrare, a chi vuoi, un tuo lavoro,

Dettagli

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD SCRIVERE TESTO Per scrivere del semplice testo con il computer, si può tranquillamente usare i programmi che vengono installati insieme al sistema operativo. Su Windows troviamo BLOCCO NOTE e WORDPAD.

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it)

Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA. Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Bisanzio Software Srl AMICA IMPORTA Come importare dati nella famiglia di prodotti AMICA GESTIONALE (www.amicagestionale.it) Nicola Iarocci 10/05/2010 AMICA IMPORTA Stato del documento: BOZZA Stato del

Dettagli

ARGOMENTI E PAGINE. Presentazione di Leo pag. 1. La TASTIERA pag. 2. Le LETTERE sulla tastiera pag. 3. I NUMERI sulla tastiera pag.

ARGOMENTI E PAGINE. Presentazione di Leo pag. 1. La TASTIERA pag. 2. Le LETTERE sulla tastiera pag. 3. I NUMERI sulla tastiera pag. ARGOMENTI E PAGINE Presentazione di Leo pag. 1 La TASTIERA pag. 2 Le LETTERE sulla tastiera pag. 3 I NUMERI sulla tastiera pag. 4 Il TASTIERINO NUMERICO pag. 5 La BARRA SPAZIATRICE pag. 6 I tasti che cancellano

Dettagli

Formattazione. ü Introduzione

Formattazione. ü Introduzione Formattazione ü Introduzione Abbiamo fatto un bel po' di lavoro con Mathematica, vero? Abbiamo visto come creare, valutare, semplificare, disegnare, programmare, cucinare, pescare, ed anche come sfilare

Dettagli

Alla scoperta della nuova interfaccia di Office 2010

Alla scoperta della nuova interfaccia di Office 2010 Alla scoperta della nuova interfaccia di Office 2010 Una delle novità più eclatanti della versione 2007 era la nuova interfaccia con la barra multifunzione. Office 2010 mantiene questa filosofia di interfaccia

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

GUIDA SISTEMA OPERATIVO WINDOWS

GUIDA SISTEMA OPERATIVO WINDOWS GUIDA SISTEMA OPERATIVO WINDOWS Windows 1 Il sistema operativo Windows Il sistema operativo Windows...1 Nota introduttiva...3 Il mouse...3 Lo schermo come scrivania...3 Barra delle applicazioni...4 Icone

Dettagli

Appunti di Excel Macro Convalida Filtri Cerca.vert ---------------------------- Giuseppe Quaggiotto. Macro con Excel

Appunti di Excel Macro Convalida Filtri Cerca.vert ---------------------------- Giuseppe Quaggiotto. Macro con Excel Macro con Excel Le macro sono un insieme di comandi (istruzioni) per eseguire semplici e ripetitivie sequenze di operazioni. Le macro sono costruite con un linguaggio di programmazione detto Visual Basic

Dettagli

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12};

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; ESERCIZI 2 LABORATORIO Problema 1 Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; Chiede all'utente un numero e, tramite ricerca

Dettagli

L interfaccia di P.P.07

L interfaccia di P.P.07 1 L interfaccia di P.P.07 Barra Multifunzione Anteprima delle slide Corpo della Slide Qui sotto vediamo la barra multifunzione della scheda Home. Ogni barra è divisa in sezioni: la barra Home ha le sezioni

Dettagli

IL MIO PRIMO SITO: NEWS

IL MIO PRIMO SITO: NEWS Pagina 1 IL MIO PRIMO SITO: NEWS Sommario IL MIO PRIMO SITO: NEWS...1 Introduzione...2 I Contenitori...2 Creo un Contenitore...3 I Tracciati...4 Creo le Notizie...6 Inserisco il Testo...6 Inserisco un

Dettagli