BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia Potenza tel/fax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO PROMOZIONE. Delegazione di Potenza: via Sicilia - 85100 Potenza tel/fax 0971 273152"

Transcript

1 BANDO PROMOZIONE Programma operativo p. 1 di 18

2 INDICE Art. 1 Finalità del Bando... 3 Art. 2 Oggetto delle proposte progettuali... 3 Art. 3 Destinatari e termini di presentazione delle proposte... 3 Art. 4 Risorse finanziarie... 3 Art. 5 Co-finanziamento... 3 Art. 6 Ruolo del CSV Basilicata... 4 Art. 7 Modalità di partecipazione... 4 Art. 8 - Criteri di valutazione dei progetti... 5 Art. 9 Motivi di esclusione... 6 Art. 10 Spese rimborsabili... 6 Art. 11 Spese non rimborsabili... 7 Art Procedure di valutazione, approvazione e successivi adempimenti... 7 Art Modalità di erogazione del finanziamento... 8 Art Monitoraggio in itinere... 8 Art Modalità e tempi di attuazione... 8 Art. 16 Obblighi di riconoscibilità... 9 Allegato A - Domanda per il finanziamento dei progetti Alleg. A1 - Autocertificazione adesione partner 11 Allegato B - Formulario per i progetti candidati Allegato C - Dichiarazione di accettazione dell obbligo di co-finanziamento Allegato D - Piano economico (art. 6 del bando) p. 2 di 18

3 ART. 1 FINALITÀ DEL BANDO Al fine di sostenere la promozione e la crescita del Volontariato lucano, il Centro di Servizio al Volontariato di Basilicata, nell ambito delle sue funzioni istituzionali e del proprio Programma Operativo 2014, pubblica il presente Bando Promozione, col quale intende divulgare e promuovere l attività delle Organizzazioni di Volontariato (OdV) aventi sede legale in Basilicata, favorendo lo sviluppo di sinergie tra le OdV medesime e gli altri attori sociali e istituzionali del territorio. L edizione 2014 del Bando Promozione (di seguito Bando) sarà dedicata alle seguenti linee tematiche: a) Vulnerabilità sociale e prevenzione del disagio in tempo di crisi b) La valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico della Basilicata ART. 2 OGGETTO DELLE PROPOSTE PROGETTUALI I progetti candidati dovranno prevedere la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione (mostre/convegni/eventi/rassegne, ecc.) e la produzione di eventuali materiali promozionali (brochure, opuscoli, sito web, ecc.) strettamente inerenti ai temi di cui all art. 1 del presente Bando. ART. 3 DESTINATARI Potranno presentare proposte progettuali le OdV iscritte nel Registro Regionale del Volontariato di Basilicata (di seguito RR) alla data di pubblicazione del presente Bando. I progetti candidati potranno prevedere partenariati con: a) altre organizzazioni di volontariato iscritte e non iscritte al RR; b) enti istituzionali; c) altre organizzazioni del Terzo Settore le cui finalità siano compatibili con le azioni progettate. In caso di partenariato la metà più uno dei partner, compreso il soggetto capofila,dovrà essere costituita da OdV iscritte nel RR. ART. 4 RISORSE FINANZIARIE Le risorse destinate al presente Bando sono pari a ,00. Per ogni progetto candidato il sostegno da parte del CSV Basilicata non potrà superare l importo di ,00 al netto del co-finanziamento di cui al successivo art. 5. ART. 5 CO-FINANZIAMENTO Le OdV proponenti e gli eventuali partner dovranno concorrere alla copertura dei costi previsti per p. 3 di 18

4 la realizzazione del progetto candidato con una quota di co-finanziamento, nella misura non inferiore al 10% del costo complessivo del progetto. E ammesso il co-finanziamento monetario oltre che in forma di beni e servizi necessari allo svolgimento delle azioni progettuali. Nel caso di co-finanziamento in beni e servizi, lo stesso sarà dimostrabile, in sede di rendicontazione, da apposita autocertificazione, corredata di tutti i documenti comprovanti la realizzazione dell attività. La natura, l importo e la provenienza del co-finanziamento, dovranno, pena l esclusione del progetto, essere accuratamente riportati nell Allegato D, nonché comprovati nella dichiarazione del Legale rappresentante della OdV proponente/capofila di cui all Allegato C. In caso di approvazione del progetto per importo inferiore a quello proposto, la quota di cofinanziamento verrà ridotta in misura proporzionale. ART. 6 RUOLO DEL CSV BASILICATA Oltre al finanziamento delle azioni previste nelle proposte progettuali approvate, il CSV Basilicata assicura alle OdV una funzione di supporto attraverso: consulenza alla lettura del Bando; predisposizione di documenti e modulistica necessari per la gestione e la rendicontazione dei progetti; supporto consulenziale durante la realizzazione dei progetti; Il CSV Basilicata si occuperà inoltre della: divulgazione e pubblicizzazione delle proposte approvate, tramite i propri strumenti informativi (il sito web, la newsletter settimanale ed eventuali altri strumenti che il CSV riterrà opportuno attivare); diffusione dei risultati e/o di produzioni di particolare interesse. ART.7 MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE Le proposte progettuali dovranno essere spedite/presentate, entro il 29 Ottobre 2014, a mezzo Raccomandata A.R. e/o protocollo generale, a: CSV Basilicata Via Sicilia, Casa del Volontariato Potenza Per le istanze presentate tramite servizio postale farà fede il timbro di spedizione se i plichi perverranno entro e non oltre il quindicesimo giorno dalla scadenza del Bando. Sulla busta contenente il progetto dovrà essere riportata, pena l esclusione, la dicitura Bando Promozione Per poter partecipare al presente Bando, l OdV proponente/capofila, iscritta nel Registro Regionale, dovrà inoltrare, la seguente documentazione: 1. domanda di partecipazione (Allegato A), redatta su carta intestata dell OdV p. 4 di 18

5 proponente/capofila; 2. autocertificazione di adesione al partenariato (una per ogni eventuale partner) - Allegato A1 - con annessa fotocopia del documento di riconoscimento del rispettivo Legale Rappresentante; 3. formulario (Allegato B), sia in formato cartaceo che informatico, redatto secondo lo schema predisposto; 4. dichiarazione di accettazione dell obbligo di co-finanziamento (Allegato C) redatta su carta intestata dell OdV proponente/capofila; 5. curricula relativi alle eventuali risorse umane coinvolte nella realizzazione del progetto; 6. piano economico (Allegato D). Per i progetti in partenariato, le autocertificazioni di adesione dei partner dovranno, pena l esclusione, essere redatte su carta intestata dei partner e riportare timbro e firma leggibile del rispettivo Legale Rappresentante. ART. 8 - CRITERI DI VALUTAZIONE DEI PROGETTI I punteggi per la valutazione dei progetti saranno attribuiti in base ai seguenti criteri: 1. rispondenza alle finalità e alle tematiche del Bando (max punti 15); 2. coerenza interna del progetto tra obiettivi, azioni e metodologie (max punti 15); 3. tipologia e modalità di partecipazione dei partner (max punti 10); 4. innovatività, di prodotti e/o di metodologie (max punti 15); 5. predisposizione, nel progetto, di un sistema di monitoraggio delle attività e valutazione dei risultati (max punti 5); 6. dettaglio del piano dei costi e presenza di preventivi di spesa (max punti 5). Gli elementi progettuali afferenti ai criteri sopra riportati dovranno essere adeguatamente argomentati nel formulario (Allegato B) di cui al punto 2 del precedente art. 7. Per l inserimento nella graduatoria dei progetti ammissibili al finanziamento occorre che alla valutazione di merito, effettuata sulla base dei precedenti criteri, il progetto raggiunga un punteggio minimo di 32,50 su 65. La Commissione di valutazione di cui al successivo art.12, dopo aver valutato e attribuito ai progetti pervenuti i relativi punteggi sulla base dei criteri di cui al presente articolo, procederà all eventuale assegnazione della premialità di seguito prevista: a) per i progetti di cui alla tematica 1. Vulnerabilità sociale e prevenzione del disagio in tempi di crisi che nell articolazione progettuale prevedranno azioni volte a promuovere i valori del Volontariato presso le istituzioni preposte all aiuto delle persone in difficoltà è prevista l attribuzione di un ulteriore punteggio (max 10 punti); p. 5 di 18

6 b) per i progetti di cui alla tematica 2. La valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e paesaggistico della Basilicata che nell articolazione progettuale prevedranno azioni volte a promuovere la cura condivisa dei beni comuni di cui una comunità dispone presso le istituzioni che amministrano le tipologie di beni afferenti alla proposta progettuale è prevista l attribuzione di un ulteriore punteggio (max 10 punti). ART. 9 MOTIVI DI ESCLUSIONE Non verranno prese in considerazione le proposte progettuali: 1. candidate da OdV non iscritte nel RR; 2. spedite/presentate oltre il termine di scadenza e/o recapitate da Poste Italiane o altro Servizio Postale oltre il 15 giorno dalla scadenza dei termini; 3. che non riportino sulla busta la dicitura Bando Promozione 2014 ; 4. prive della documentazione di cui all art. 7 del presente Bando; 5. prive della firma del Legale rappresentante dell Organizzazione proponente/capofila; 6. che in caso di partenariato non siano costituite per la metà più uno dei partner, compreso il soggetto capofila, da OdV iscritte nel RR; 7. aventi ad oggetto azioni già finanziate dal CSV Basilicata con i precedenti Bandi; 8. riguardanti azioni che hanno già goduto di finanziamenti da parte di enti pubblici/privati; 9. aventi ad oggetto azioni prevalentemente formative. ART. 10 SPESE RIMBORSABILI Nella misura massima del preventivo approvato, per ogni progetto saranno ammesse a rendicontazione solo le voci di spesa previste nello schema del Piano economico contenuto nell Allegato D del presente Bando. L importo per le risorse umane da impiegare nella realizzazione dei progetti non potrà superare il limite massimo del 50% del costo complessivo, quindi, al lordo del co-finanziamento. Le risorse umane retribuite non possono essere volontari né dell OdV proponente/capofila, né delle eventuali OdV partner. Sono ammissibili a rendicontazione le eventuali spese di viaggio, vitto, alloggio, effettivamente sostenute dai volontari delle organizzazioni di volontariato proponenti/partner per motivi strettamente legati alla realizzazione delle azioni progettuali, entro limiti preventivamente stabiliti dalle organizzazioni stesse. Nel caso di previsione di spese di viaggio, vitto e alloggio, sarà richiesto in sede di stipula della convenzione apposita deliberazione dell organismo competente per statuto che fissa i limiti e le procedure per il rimborso ai volontari. Non saranno ritenute ammissibili le spese per attività progettuali svolte dalle seguenti figure professionali, coinvolte a vario titolo: progettista, coordinatore, tutor, personale amministrativo e di p. 6 di 18

7 segreteria. ART. 11 SPESE NON RIMBORSABILI Non verranno ammesse a rendicontazione le seguenti tipologie di spese: a) spese relative all ordinario funzionamento e/o alla gestione dell organizzazione; b) spese per l acquisto di beni strumentali (fax, stampanti, computer, ecc.); c) ogni altra spesa non strettamente finalizzata alla realizzazione del progetto; d) ogni altra spesa non dichiarata nel piano economico del progetto; e) singole spese superiori a 300,00 Euro per le quali non sia stata garantita la tracciabilità; f) spese per i volontari prive delle delibere degli organi sociali competenti in materia di rimborsi; g) spese documentate con scontrini fiscali non imputabili direttamente all OdV proponente/capofila (senza codice fiscale dell Organizzazione). ART PROCEDURE DI VALUTAZIONE, APPROVAZIONE E SUCCESSIVI ADEMPIMENTI Un apposita Commissione, nominata dal CSV Basilicata, valuterà i progetti candidati sul presente Bando. La valutazione consterà delle seguenti fasi: verifica di ammissibilità delle candidature secondo quanto previsto dal punto 1 al punto 9 dell art. 9 del Bando (motivi di esclusione); valutazione delle proposte progettuali secondo i criteri predeterminati all art. 8 del Bando; attribuzione dell eventuale premialità; redazione della graduatoria dei progetti approvati. Il Consiglio Direttivo del CSV Basilicata approverà, in via definitiva, la graduatoria formulata dalla Commissione di valutazione. Successivamente alla pubblicazione della graduatoria, per ogni progetto ammesso a finanziamento, il/la Rappresentante Legale dell Organizzazione proponente/capofila sarà convocato/a, con apposita comunicazione, presso la Sede del CSV Basilicata per la firma della Convenzione. Il/la Rappresentante Legale potrà indicare con apposito documento, da lui/lei sottoscritto, controfirmato e accompagnato da fotocopia della propria carta d identità, un/una Delegato/a. Il/la Delegato/a, dovrà comunque essere componente del Consiglio Direttivo dell Organizzazione. All atto della firma, il/la Rappresentante legale, o il/la suo/a Delegato/a, dovrà presentare la seguente documentazione: a. composizione attuale del Consiglio Direttivo; b. codice fiscale dell Organizzazione; p. 7 di 18

8 c. estremi del conto corrente bancario/postale (codice IBAN) dell Organizzazione per l accreditamento della somma ammessa a finanziamento. La mancata presenza del/della Legale Rappresentante, o del/della suo/sua Delegato/a, in sede di stipula della Convenzione, comporterà la perdita del finanziamento medesimo e il subingresso dell Organizzazione proponente il progetto collocato al posto immediatamente successivo nella graduatoria. ART MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO Il finanziamento, che non potrà in nessun caso eccedere il 90% del costo complessivo del progetto comprensivo di co-finanziamento, verrà erogato secondo le procedure previste nel documento procedure per la gestione delle attività (allegato alla Convenzione) e ripartito in 2 quote: a) la prima quota a titolo di anticipazione, nella misura massima del 40% del contributo complessivo, alla sottoscrizione della Convenzione; b) la seconda quota, del 60%, a saldo del progetto, entro sessanta giorni dalla presentazione del rendiconto con relativi giustificativi di spesa e relazione finale, che dovrà pervenire al CSV Basilicata, secondo le modalità riportate all art.7, entro e non oltre 30 giorni dalla data di chiusura della attività. Verificata la regolarità della documentazione trasmessa, il CSV erogherà la quota di finanziamento a saldo, salve le decurtazioni eventualmente necessarie per difformità tra i contenuti del progetto approvato e le attività concretamente espletate. ART MONITORAGGIO IN ITINERE Il CSV Basilicata potrà sottoporre a verifica, in corso d opera, tutte le attività finanziate dei progetti approvati. Ove esso accerti in tale sede la sussistenza di fondati motivi che escludano, allo stato, la concreta realizzabilità del progetto, o di situazioni che rivelino un uso non corretto dei fondi erogati, disporrà l interruzione del finanziamento ed esigerà, tranne che non ricorrano giuste ragioni in contrario, la restituzione delle somme fino al momento erogate. ART MODALITÀ E TEMPI DI ATTUAZIONE L attuazione del progetto approvato dovrà rispettare la tempistica prevista nel documento Procedure per la gestione delle attività (allegato alla Convenzione) e comunque avere inizio a partire dalla data di stipula della Convenzione. Il progetto dovrà concludersi entro 12 mesi dalla data di stipula della Convenzione. p. 8 di 18

9 ART. 16 OBBLIGHI DI RICONOSCIBILITÀ Sul materiale prodotto da ogni progetto approvato dovrà essere riportato in maniera visibile il logo del CSV Basilicata, avendo cura di indicare espressamente la seguente dicitura: CSV Basilicata Bando Promozione Analoga visibilità dovrà essere assicurata durante l espletamento di qualsivoglia attività di rilevanza ed esternazione pubblica prevista in progetto. Il mancato rispetto di tali obblighi darà titolo al CSV Basilicata di non riconoscere le spese relative a dette attività. p. 9 di 18

10 Allegato A BANDO PROMOZIONE 2014 DOMANDA PER IL FINANZIAMENTO DEI PROGETTI (N.B. : DA RIPRODURRE SU CARTA INTESTATA DELL ORGANIZZAZIONE PROPONENTE/CAPOFILA) Spett. le CSV Basilicata Via Sicilia, Casa del Volontariato POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a il residente a C.A.P. via n. in qualità di Rappresentante Legale dell Organizzazione di Volontariato proponente con sede a via n. telefono fax con la presente inoltra formale richiesta di finanziamento per il progetto denominato per la cui realizzazione si richiede al CSV Basilicata un finanziamento totale corrispondente a (riportare il totale in cifre e in lettere). A tale scopo, consapevole delle responsabilità e delle sanzioni penali stabilite dalla legge per le false attestazioni e le dichiarazioni mendaci, sotto la propria responsabilità DICHIARA 1. di aver preso visione e di accettare senza riserve tutti i criteri di accesso al finanziamento del CSV Basilicata riportati nel Bando Progetti Promozione 2014; 2. che la richiesta di finanziamento di cui alla presente domanda non è stata avanzata ad altri enti; 3. che l OdV proponente, risulta iscritta nel R.R. del Volontariato con delibera del ; 4. che le risorse umane retribuite durante la realizzazione del progetto non sono volontari della OdV proponente, né delle OdV partner; 6. di impegnarsi ad adottare un sistema di valutazione per una corretta verifica della qualità dell intervento realizzato; 7. di impegnarsi a collaborare in modo trasparente ai fini di una corretta gestione economico-amministrativa delle attività poste in essere; 8. di impegnarsi a realizzare le attività così come sono state previste nel progetto candidato al finanziamento e secondo le indicazioni riportate nel Documento Procedure per la gestione delle attività. Ai sensi dell art. 7 del Bando, si trasmette in allegato, pena l esclusione, la documentazione di seguito elencata: a. Allegato A - Domanda di partecipazione al Bando; p. 10 di 18

11 b. Allegato A1 (uno per ogni partner) Autocertificazione di adesione al partenariato - con annessa fotocopia del documento di riconoscimento del Legale Rappresentante; c. Allegato B formulario, sia in formato cartaceo che informatico, redatto secondo lo schema previsto; d. Allegato C dichiarazione di accettazione dell obbligo di co-finanziamento; e. Allegato D - Piano economico; f. N. curricula delle risorse umane retribuite coinvolte nella realizzazione del progetto; Altro (specificare). Timbro OdV e Firma (leggibile) Legale Rappresentante CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Il/la sottoscritto/a, nato/a a, il e residente in alla via C.F., Legale Rappresentante dell Organizzazione di Volontariato, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento dei dati ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003, presta il proprio consenso al trattamento dei dati personali per i fini indicati nella suddetta informativa., li Timbro OdV e Firma (leggibile) Legale Rappresentante p. 11 di 18

12 Allegato A1 BANDO PROMOZIONE 2014 AUTOCERTIFICAZIONE ADESIONE PARTNER (N.B. : DA RIPRODURRE SU CARTA INTESTATA DEL PARTNER) Spett. le CSV Basilicata Via Sicilia, Casa del Volontariato POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a il residente a C.A.P. via n. in qualità di Rappresentante Legale con sede a via n. telefono fax . consapevole delle responsabilità e delle sanzioni penali stabilite dalla legge per le false attestazioni e le dichiarazioni mendaci, sotto la propria responsabilità DICHIARA 1. di voler partecipare, quale partner, al progetto denominato.., che vede come proponente l OdV, per la cui realizzazione è stato richiesto al CSV Basilicata un finanziamento complessivo di euro.; 2. di voler cofinanziare il progetto per un importo di euro., nei seguenti modi:.; 3. di impegnarsi a collaborare in modo trasparente ai fini di una corretta gestione economicoamministrativa delle attività poste in essere; 4. di impegnarsi a realizzare le attività così come sono state previste nel progetto candidato e secondo le indicazioni riportate nel Documento Procedure per la gestione delle attività. Si allega fotocopia documento di riconoscimento Timbro e Firma (leggibile) Legale Rappresentante CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Il/la sottoscritto/a, nato/a a, il e residente in alla via C.F., Legale Rappresentante dell Organizzazione di Volontariato, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento dei dati ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003, presta il proprio consenso al trattamento dei dati personali per i fini indicati nella suddetta informativa., li Timbro e Firma (leggibile) Legale Rappresentante p. 12 di 18

13 1 Titolo del progetto: BANDO PROMOZIONE 2014 FORMULARIO PER I PROGETTI CANDIDATI Allegato B Tempi previsti per la realizzazione del progetto (Max 12 mesi): 2 DATA DI AVVIO / / TERMINE / / DURATA IN MESI: 3 Descrizione del contesto territoriale entro il quale si realizza il progetto (max 30 righe) 4 Motivazioni del progetto (max 30 righe) 5 Obiettivi del progetto (max 30 righe) 6 Descrizione del progetto: attività, fasi, iniziative. 7 Descrizione dell innovatività del progetto (max 20 righe) p. 13 di 18

14 8 Destinatari del progetto (cittadini, studenti ecc.) 9 Eventuali partners del progetto con la specificazione del ruolo concreto rivestito dagli stessi all interno del progetto. Indicare i dati identificativi e i riferimenti principali di ogni partner. Risorse umane, tecniche e strumentali necessarie per l attuazione del progetto. a) Volontari impegnati nel progetto 10 b) Collaboratori non volontari impegnati nel progetto c) Attrezzature e risorse strumentali necessarie alla realizzazione del progetto 11 Strumenti di monitoraggio delle attività da realizzare e modalità di valutazione dei risultati (max 20 righe) p. 14 di 18

15 lì, Timbro OdV e Firma (leggibile) Legale Rappresentante AUTOCERTIFICAZIONE Il/La sottoscritto/a..., quale Presidente e/o Legale Rappresentante dell OdV riportata nel presente Allegato B del Bando Promozione 2014, DICHIARA sotto la propria responsabilità che tutte le informazioni e i dati riportati nel medesimo sono rispondenti al vero e che le attività ivi indicate, relative al progetto candidato, saranno realizzate integralmente come da progetto e finanziate con il contributo di codesto Centro di Servizio e la quota di co-finanziamento indicata nell Allegato C e nel Piano Economico (Allegato D). Si allega fotocopia del documento di identità. lì Timbro OdV e Firma (leggibile) Legale Rappresentante p. 15 di 18

16 Allegato C BANDO PROMOZIONE 2014 DICHIARAZIONE DI ACCETTAZIONE DELL OBBLIGO DI CO-FINANZIAMENTO (N.B. : DA RIPRODURRE SU CARTA INTESTATA DELL ODV PROPONENTE/CAPOFILA) Spett. le CSV Basilicata Via Sicilia, Casa del Volontariato POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il, residente a C.A.P. via n., in qualità di Rappresentante legale dell Organizzazione di Volontariato proponente/capofila: c on sede a via n. telefono fax DICHIARA di accettare, ai sensi dell art. 5 del Bando Promozione 2014, l obbligo di co-finanziare, per l ammontare di (quota già indicata nel Piano economico di cui all Allegato D), il progetto denominato: e che la provenienza, la natura e la fonte del suddetto importo sono quelle indicate nel Piano economico (Allegato D). Data Timbro OdV e Firma (leggibile) Legale Rappresentante p. 16 di 18

17 Allegato D BANDO PROMOZIONE 2014 PIANO ECONOMICO (ART. 6 DEL BANDO) Voce di costo Criterio di calcolo (es. : quantità per costo unitario, numero ore per costo orario, ecc..) Ammontare complessivo A carico del CSV Cofinanziamento Risorse umane Relatori Allestitori Personale di servizio (hostess ecc.) Altro Totale Risorse umane Promozione e comunicazione Progetto grafico Stampa materiali Produzione altri materiali (gadget, ecc.) Distribuzione/spedizione materiali Altro Totale Promozione e comunicazione Logistica Fitto sale Fitto apparecchiature Vitto e alloggio Rimborsi spese viaggi Altro Totale Logistica Totale costo progetto (100%) p. 17 di 18

18 Cofinanziamento Natura Fonte Importo parziale. Natura Fonte Importo parziale. Natura Fonte Importo parziale. Ammontare finanziamento richiesto al CSV (pari alla differenza tra totale progetto e cofinanziamento) Totale cofinanziamento. ESTREMI CONTO CORRENTE BANCARIO/POSTALE DELL ASSOCIAZIONE PROPONENTE/CAPOFILA Conto corrente numero Intestato a Banca/Banco posta Agenzia CODICE IBAN / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / / AUTOCERTIFICAZIONE Il/La sottoscritto/a in qualità di Presidente e/o Legale Rappresentante dell Organizzazione di Volontariato proponente il progetto denominato DICHIARA sotto la propria responsabilità che tutte le informazioni e i dati riportati nel presente Allegato D del Bando Promozione 2014 sono rispondenti al vero e che le attività del progetto sopra denominato saranno realizzate integralmente come da progetto e finanziate con il contributo di codesto Centro di Servizio e i cofinanziamenti evidenziati nel presente Piano economico (Allegato D). Si allega fotocopia del documento di identità. lì Timbro OdV e Firma (leggibile) Legale Rappresentante p. 18 di 18

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO BANDO SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO ANNO 2009 42 1. I progetti 1. L idea nasce dalla consapevolezza che il Servizio Civile Nazionale rappresenta per molti giovani una significativa opportunità di crescita

Dettagli

BANDO 2 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015

BANDO 2 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 BANDO 2 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 1. Premessa 1.1. Il CSV della provincia di Treviso, a valere sulle disponibilità finanziarie riconosciutegli dal Fondo Speciale Regionale per il

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio per il Volontariato Asti e Alessandria, nel perseguire l obiettivo di sostenere e

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI REALIZZATO NELL'AMBITO DEL PIANO LOCALE DELL IMMIGRAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI RIVOLTI AI SETTORI SOCIO-OCCUPAZIONALE, INFORMATIVO E INTERCULTURALE

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio Centro Solidarietà e Sussidiarietà

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ ASSOCIAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI PER IL CENTRO DI SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ VIALE MELLUSI, 68 82100 BENEVENTO TEL.: 0824 310092 FAX.0824.359795 EMAIL:

Dettagli

Bando per la erogazione di contributi

Bando per la erogazione di contributi Fondazione Wanda Di Ferdinando Bando per la erogazione di contributi Anno 2015 La Fondazione Wanda Di Ferdinando è un Ente Privato che si propone l attuazione di iniziative del più alto interesse sociale

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO Che è indetto un bando con il quale la Provincia di Grosseto intende finanziare, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi

Dettagli

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 BANDO per le associazioni socie del Cesvot per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 volontariato ANNO 2015 Pagina 1 1. Chi può presentare Hanno diritto a presentare

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Amministrativo. D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Amministrativo. D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI Servizio Amministrativo D. Lgs. 33/2013 Art. 35 - Schema di procedure amministrative per l ammissione ai contributi di cui alla L.R. 7/2003 Oggetto

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo Art.1 Oggetto del bando Il Bando 2013 del CSV Napoli Programm Azioni Sociali è volto al sostegno della progettazione sociale delle Organizzazioni di Volontariato, di seguito OdV, della provincia di Napoli.

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Al Sindaco del Comune di:

Al Sindaco del Comune di: Prot. n.1225 del 16/01/13 Al Sindaco del Comune di: 1. Caivano (NA) 2. Cesa (CE) 3. Ottaviano (NA) 4. Calvizzano (NA) Oggetto: LETTERA DI INVITO PER EROGAZIONE DI FINANZIAMENTI AI COMUNI CONSORZIATIPER

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO

TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO 1. PREMESSA Con il presente avviso il CESV Centro Servizi per il Volontariato -, di seguito Centro,

Dettagli

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario)

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale relativa al 2008, promuove un Bando a tema per il finanziamento

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

BANDO 1 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015

BANDO 1 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 BANDO 1 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 1. Premessa 1.1. Il CSV della provincia di Treviso, a valere sulle disponibilità finanziarie riconosciutegli dal Fondo Speciale Regionale per il

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI

CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI 54 13.8.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 32 CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica

Dettagli

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015

BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 BANDO DI EROGAZIONE ESERCIZIO 2015 2 Ricerca applicata in campo medico 2015/2016 Istruzione Universitaria e Ricerca 1 Indice 1 Premessa... 3 1.1 Le risorse a disposizione... 3 2 Enti ammissibili... 3 2.1

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente

PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente PROVINCIA DI BERGAMO Assessorato all Ambiente e alla Tutela risorse naturali Settore Ambiente BANDO PER IL SOSTEGNO DI PROGETTI PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE 1. Oggetto e finalità L Assessorato all Ambiente

Dettagli

AVVISO SERVIZIO PROGETTI

AVVISO SERVIZIO PROGETTI Settore Assistenza e Segreteria Organi Istituzionali, Affari Generali, Politiche Sociali e per la Famiglia, Politiche per la Casa, Politiche del Lavoro, Volontariato, Pari Opportunità, Risorse Umane, Euro

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione

Pianeta Galileo. Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione Pianeta Galileo Avviso pubblico per il finanziamento di progetti di educazione scientifica presentati da Istituti di istruzione secondaria di secondo grado, statali e paritari, della Toscana 1. Finalità

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

Bandi per il finanziamento di progetti a rilevanza territoriale locale 2010

Bandi per il finanziamento di progetti a rilevanza territoriale locale 2010 Bandi per il finanziamento di progetti a rilevanza territoriale locale 2010 Premessa Nel rispetto delle direttive del Comitato di Gestione del Fondo Speciale per il Volontariato e della normativa vigente,

Dettagli

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato BANDO Progetti di formazione per il volontariato Anno 2016 1. Chi può presentare I progetti possono essere presentati da tutte le associazioni di volontariato con sede legale nel territorio della regione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI (emanato con decreto rettorale n. 688 del 16 luglio 1997; modificato con delibere del Consiglio di Amministrazione nelle sedute

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI LR 37/98 ART. 19 INIZIATIVE PER LO SVILUPPO E L OCCUPAZIONE ANNUALITA 2006 OGGETTO CONCESSIONE CONTRIBUTI, NELLA FORMA DEL DE MINIMIS, PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE IMPRESE.

Dettagli

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31.

Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012. Misure di sostegno dei piccoli comuni. L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Prot. n. 4721 Osini, li 31/12/2012 Misure di sostegno dei piccoli comuni L.R. 1/2011 Art. 3 bis L.R. 12/2011 - Art. 18 - Comma 31. Delibera della G.R. n. 48/38 del 01.12.2011 Misure attuative BANDO Assegnazione

Dettagli

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO GRAZIE AL COFINANZIAMENTO DEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ORA PUOI SMALTIRE L AMIANTO! Leggi il bando per sapere come fare Per informazioni: Comune di Castelfranco Veneto

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007-

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. In applicazione dell

Dettagli

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015

BANDO RASSEGNE TEATRALI - ANNO 2015 PREMESSA Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, data la presenza attiva sul territorio di Associazioni impegnate nell organizzazione e gestione di Rassegne teatrali, intende sollecitare i soggetti interessati

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA CONSULTA DEL DECENTRAMENTO

BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA CONSULTA DEL DECENTRAMENTO BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA CONSULTA DEL DECENTRAMENTO Premessa L Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia al fine di promuovere

Dettagli

Linee guida per la rendicontazione dei finanziamenti dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata

Linee guida per la rendicontazione dei finanziamenti dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata Linee guida per la rendicontazione dei finanziamenti dei progetti di ricerca sanitaria finalizzata La Regione, in coerenza con quanto previsto dalla programmazione sanitaria nazionale e regionale, allo

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. finanziamento di idee progettuali

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014. finanziamento di idee progettuali FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PUGLIA AVVISO ANNO 2014 finanziamento di idee progettuali nel settore rilevante c) salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa * * * ART.1 PREMESSE La Fondazione

Dettagli

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Art. 1 FINALITÀ E OGGETTO La Provincia di Milano intende

Dettagli

MISURE SPECIALI DI TUTELA E FRUIZIONE DEI SITI ITALIANI DI INTERESSE CULTURALE, PAESAGGISTICO E AMBIENTALE, INSERITI NELLA LISTA DEL

MISURE SPECIALI DI TUTELA E FRUIZIONE DEI SITI ITALIANI DI INTERESSE CULTURALE, PAESAGGISTICO E AMBIENTALE, INSERITI NELLA LISTA DEL MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale Servizio I Allegato 1 MODELLO per la presentazione delle domande di finanziamento a valere

Dettagli

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso Regione Puglia Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva Settore Politiche Giovanili e Sport PRINCIPI ATTIVI Giovani idee per una Puglia migliore Bando di concorso Art. 1 - Descrizione dell iniziativa

Dettagli

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO PROMOZIONE PREMESSO CHE

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO PROMOZIONE PREMESSO CHE AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE PER L'AFFIDAMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE PER L'ORGANIZZAZIONE DEL PREMIO AL MIGLIOR CHEF EMERGENTE DEL CENTRO ITALIA. IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO

Dettagli

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico)

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico) ALLEGATO A REGIONE LAZIO Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico per la presentazione

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI SOLIDARIETA LOCALE ANNO 2015

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI SOLIDARIETA LOCALE ANNO 2015 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI SOLIDARIETA LOCALE ANNO 2015 Venezia - Mestre, 23 dicembre 2015 Bando per il finanziamento di progetti di Solidarietà Locale anno 2015 1 A. PREMESSA 1. Il Centro

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Da inviare (su carta intestata dell ente) a: Dichiarazione di Spesa FINALE numero del / / Oggetto: La concessione del contributo/finanziamento è avvenuto

Dettagli

INVITO A PRESENTARE PROGETTI IN MATERIA DI CULTURA DEL DIRITTO D AUTORE IN AMBITO UNIVERSITARIO

INVITO A PRESENTARE PROGETTI IN MATERIA DI CULTURA DEL DIRITTO D AUTORE IN AMBITO UNIVERSITARIO INVITO A PRESENTARE PROGETTI IN MATERIA DI CULTURA DEL DIRITTO D AUTORE IN AMBITO UNIVERSITARIO Premessa Nel rinnovare l accordo (19 luglio 2007) per il pagamento dei diritti d autore sulle fotocopie effettuate

Dettagli

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale

ANNO 2011. Legge regionale n. 12 del 23 maggio 2008 Art. 20 Cooperazione sanitaria internazionale Gabinetto della Presidenza della Giunta regionale Settore Affari Internazionali e Comunitari Direzione Sanità Settore Programmazione Sanitaria BANDO Per il personale sanitario dipendente delle strutture

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

Progetto n. 2007.IT.051.PO.003/III/G/F/6.2.1/0156 PROGETTO: "A PICCOLI PASSI' BANDO DI SELEZIONE AVVISO PUBBLICO

Progetto n. 2007.IT.051.PO.003/III/G/F/6.2.1/0156 PROGETTO: A PICCOLI PASSI' BANDO DI SELEZIONE AVVISO PUBBLICO Progetto n. 2007.IT.051.PO.003/III/G/F/6.2.1/0156 PROGETTO: "A PICCOLI PASSI' BANDO DI SELEZIONE AVVISO PUBBLICO PROGETTO: "A PICCOLI PASSI' C I P : 2007.IT.051.PO.003/III/G/F/6.2.1/0156 Ai sensi dell'avviso

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche della famiglia BANDO DI PARTECIPAZIONE Premi per iniziative di promozione dell invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni

Dettagli

PIANO PERSONALIZZATO AI SENSI DELLA LEGGE 162/98 PROGRAMMA 2013

PIANO PERSONALIZZATO AI SENSI DELLA LEGGE 162/98 PROGRAMMA 2013 Allegato 1 DD DOMANDA DI PRESENTAZIONE PIANO PERSONALIZZATO AI SENSI DELLA LEGGE 162/98 PROGRAMMA 2013 Al Signor Sindaco del Comune di CAGLIARI Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente a Via n Tel. Cell.

Dettagli

Il Comitato Esecutivo della Comunità

Il Comitato Esecutivo della Comunità Bando concessione di provvidenze ad associazioni, comitati, enti privati, società con finalità socialmente utili senza scopo di lucro - Anno 2016 Settore: Sport Il Comitato Esecutivo della Comunità - visto

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità

Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità 25313 ALLEGATO A R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITA Servizio Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità Legge regionale

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO CONVENZIONE CSV/ODV ex art. 6 del Bando di Assistenza 2016 Il giorno alle ore in, presso

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

CON L EUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

CON L EUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO CON L EUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - ETTORE IACCARINO - Via Doglie, n 20 80056 Ercolano (NA) Tel. 081/739.02.22 Fax 081/732.25.04 e-mail namm27100t@istruzione.it Pec:

Dettagli

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE

BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE BANDO PROGETTI DI FORMAZIONE 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Centro di Servizio al Volontariato San Nicola (d ora in poi denominato CSVSN) nell ambito delle proprie attività intende completare il proprio piano

Dettagli

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi

Art. 1. Beneficiari. Art. 2. Tipologia degli interventi BANDO PER LA SELEZIONE DI SOGGETTI A CUI CONCEDERE DEI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA COMMERCIALI E ARTIGIANALI DI CAREGGINE Art. 1 Beneficiari Nell ambito delle iniziative promosse dall Amministrazione

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Avviso pubblico relativo all inserimento lavorativo di persone disabili all interno di cooperative sociali di tipo B e loro Consorzi ed interventi di accompagnamento

Dettagli

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura

Provincia di Latina. Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Provincia di Latina Settore Politiche Sociali e Cultura Servizio Cultura Bando per gli interventi a sostegno delle attività culturali nella Provincia di Latina per gli anni 2014 e 2015, finanziati ai sensi

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N 5

AMBITO TERRITORIALE N 5 COMUNE DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto CITTA' DI CRISPIANO Provincia di Taranto AMBITO TERRITORIALE N 5 AVVISO PUBBLICO PROGRAMMA LOCALE FAMIGLIE NUMEROSE Assegnazione di bonus in favore delle famiglie

Dettagli

CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA SFOGLIATELLA DI LAMA DEI PELIGNI

CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA SFOGLIATELLA DI LAMA DEI PELIGNI Pagina 1 di 7 CONCORSO DI IDEE PER LA CREAZIONE DEL LOGO DELLA SFOGLIATELLA DI LAMA DEI PELIGNI (Delibera G.C. n. 22 del 14/03/2013 Determina I Settore A.G. n. 23 del 18/04/2013) Articolo 1: Oggetto del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GALATINA POLO 1

ISTITUTO COMPRENSIVO GALATINA POLO 1 Prot. n. 6732 /C9 Galatina, 18/12/2014 All Albo dell Istituto SEDE Al sito web dell Istituto Con richiesta di cortese diffusione -Alla provincia di Lecce urp@provincia.le.it - Ai centri per l Impiego della

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO (in carta semplice)

DOMANDA DI CONTRIBUTO (in carta semplice) Carta intestata dell Ente MODULO A Alla Regione Piemonte Direzione Sanità Settore Assistenza Sanitaria Territoriale Corso Regina 153/bis 10122 Torino Alla Direzione Generale Azienda. BANDO per il personale

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande concernenti progetti di valorizzazione e promozione turistica destinati a migliorare l accoglienza

Dettagli

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti

Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori. stranieri non accompagnati e di giovani migranti Avviso per il finanziamento di interventi finalizzati all inserimento socio lavorativo di minori stranieri non accompagnati e di giovani migranti MODALITA DI ATTUAZIONE Art. 1 NORME REGOLATRICI La partecipazione

Dettagli

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile

Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile Bando per progetti di ricerca scientifica nell ambito della gestione e salvaguardia dell ambiente, territorio e sviluppo sostenibile budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

IL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA

IL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA C O M U N E D I T A R A N T O DIREZIONE PROGRAMMAZIONE FINANZIARIA ED ECONOMICO PATRIMONIALE Gestione Servizi Entrate Tributarie Servizio Tarsu Via Plinio, 16-1 piano AVVISO PUBBLICO PER INDAGINE DI MERCATO

Dettagli

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres.

L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. L.R. 5/2012, artt. 18 e 33 B.U.R. 8/10/2014, n. 41 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 24 settembre 2014, n. 0183/Pres. Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di contributi per

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 6 DEL 30 GENNAIO 2006 APPALTI

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 6 DEL 30 GENNAIO 2006 APPALTI BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 6 DEL 30 GENNAIO 2006 APPALTI REGIONE CAMPANIA - Assessorato alla Sanità - Area Generale di Coordinamento Assistenza Sanitaria - Settore Farmaceutico -

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE N. 19/DIP. ECONOMIA PER N. 1 BORSA DI STUDIO A PROGETTO. presso. Dipartimento di Economia ANNO 2010

BANDO DI SELEZIONE N. 19/DIP. ECONOMIA PER N. 1 BORSA DI STUDIO A PROGETTO. presso. Dipartimento di Economia ANNO 2010 ID 2004949 DD. 18.11.2010 BANDO DI SELEZIONE N. 19/DIP. ECONOMIA PER N. 1 BORSA DI STUDIO A PROGETTO presso Dipartimento di Economia ANNO 2010 Il termine ultimo di presentazione della domanda è: 16 dicembre

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

2. Enti interessati Possono accedere ai contributi di cui alla legge regionale n. 20/2007 i comuni, singoli o associati, nonché i municipi.

2. Enti interessati Possono accedere ai contributi di cui alla legge regionale n. 20/2007 i comuni, singoli o associati, nonché i municipi. ALLEGATO B Criteri e modalità per l erogazione dei contributi ai comuni, singoli o associati nonché ai municipi per le spese necessarie ai fini dell istituzione e gestione dei consigli comunali, municipali

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

1) SOGGETTI AMMISSIBILI

1) SOGGETTI AMMISSIBILI BANDO PER L EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI UN EVENTO DI PROMOZIONE DEL VOLONTARIATO GIOVANILE DA PARTE DI ASSOCIAZIONI O GRUPPI INFORMALI GIOVANILI. Ciessevi, Centro

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI SPECIALISTA TECNICO La Società Trasporti Provinciale S.p.A. Bari (STP Bari SpA), in applicazione del proprio regolamento del 22/10/2008 per le

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELL ACCORDO 23.06.2010: MODALITA DI UTILIZZO DELLE RISORSE ASSEGNATE PER LA PROGETTAZIONE SOCIALE Le linee guida di seguito illustrate rappresentano un primo risultato dell

Dettagli

NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013 Data scadenza: 31-12-2013

NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013 Data scadenza: 31-12-2013 PAG. 1 Contributi a favore delle associazioni di volontariato ed onlus per l'acquisto di ambulanze, beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche NAZIONALE Data pubblicazione: 20-11-2013

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA PROGETTAZIONE DI UNO SPAZIO INCONTRI

BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA PROGETTAZIONE DI UNO SPAZIO INCONTRI BANDO DI CONCORSO DI IDEE PER LA PROGETTAZIONE DI UNO SPAZIO INCONTRI Premessa L Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia, al fine di promuovere forme di partecipazione

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004 Sezione A) - Tipologie di intervento previste - Presentazione

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE DI 530 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità)

BANDO PER LA SELEZIONE DI 530 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) ALLEGATO H) BANDO PER LA SELEZIONE DI 530 GIOVANI DA IMPIEGARE IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ART. 1 (Generalità) È indetto un bando per la selezione di 530 giovani, da avviare al servizio civile

Dettagli