Via Concordia, Renate (MB) Tel Fax Sito: e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Via Concordia, 6 20838 Renate (MB) Tel. 0362 923811 Fax 0362 9238205 E-mail: marketing@texim.it Sito: www.midasconsoles.it e www.texim."

Transcript

1 Manuale d uso 1

2 Sommario Precauzioni... 2 Introduzione... 3 Utilizzo... 7 L interfaccia grafica... 7 Navigazione... 8 Patching Modi operativi Controllo del gain Controllo dei filtri Equalizzazione degli ingressi Controlli di dinamica Gruppi VCA Preparazione del mix Copia e incolla Il rack effetti Automazione di scene e show Salvataggio di uno show su USB User Library Panning Surround Uso a doppio operatore Setup e connessioni Collegamenti Accensione Spegnimento Configurazione degli ID delle unità DL251/DL351/DL451/DL Troubleshooting Mancanza di audio Diagnostica Precauzioni Prima di installare o utilizzare l apparecchio leggere attentamente le note seguenti. Non rimuovere mai il coperchio della superficie di controllo. Gli alimentatori interni operano in modalità switch, senza discontinuità tra 100VAC e 240VAC. Un minimo di due alimentatori su tre deve essere collegato per la normale operatività. Verificare che la corrente di alimentazione corrisponda ai requisiti. Prima di accendere la superficie di controllo, assicurarsi che ogni amplificatore o diffusore attivo ad essa collegati siano spenti o in mute. Considerare sempre il peso e le dimensioni dell apparecchio prima di movimentarlo. E preferibile installare la superficie di controllo lontano da quadri di distribuzione elettrica e ogni altra possibile fonte di interferenza, in aree prive di polvere, vibrazioni meccaniche e non soggette a temperature elevate. Controllare sempre che le ventole non siano ostruite. Si raccomanda di utilizzare solo cablaggi audio bilanciati, schermati e di alta qualità. 2

3 Introduzione La superficie di controllo di un sistema Pro3/Pro6/Pro9 è una console digitale allo stato dell arte, semplice e dalle alte prestazioni, ideata per l utilizzo live come parte integrante di un Pro Series Live Performance System, che offre qualità sonora e funzionalità senza compromessi. Rappresenta il meglio dell ingegneria inglese combinata con tecnologie produttive all avanguardia. Questo sistema potente e flessibile fornisce una soluzione completa per ogni applicazione di mixaggio. Nonostante le dimensioni compatte, i pacchetti standard Pro Serie offrono una considerevole quantità di connessioni I/O e capacità di digital processing: - PRO3: 48 canali di input, 8 ritorni, 16 aux, 8 matrici, 3 master (24 bus di mix in modalità Monitor), 6 effetti, fino a 28 equalizzatori grafici 31 bande. - PRO6: 56 canali di input, 8 ritorni, 16 aux, 16 matrici, 3 master (35 bus di mix in modalità Monitor), 8 effetti, fino a 36 equalizzatori grafici 31 bande. - PRO9: 80 canali di input, 8 ritorni, 16 aux, 16 matrici, 3 master (35 bus di mix in modalità Monitor), 8 effetti, fino a 36 equalizzatori grafici 31 bande. Tutte le versioni sono dotate equalizzatori parametrici a 4 bande su ogni ingresso e a 6 bande su ogni uscita, configurazione a doppio utente (Area B), 6 POPulation Group e 10 VCA, panning surround 5.1, e funzioni avanzate di automazione che consentono fino a 1000 scene con funzioni save/recall e backup dei file. Oltre alla superficie di controllo, un sistema Pro Serie (3/6/9) include un unità di DSP engine DL371 (con un numero variabile di schede DSP in funzione del tipo di superficie), oltre ad un unità rack di I/O che è diversa a seconda dei modelli: - PRO3: I/O box a configurazione fissa DL251 (48in/16out) - PRO6/9: I/O box a configurazione modulare DL351 (64 I/O in blocchi in/out da 8 canali) Il DSP engine e l I/O box sono interconnessi in un sistema di rete. La rete trasmette sia i dati di controllo che l audio digitale in formato standard AES50. A livello di gestione interna, il Pro3/6/9 utilizza un sistema operativo Linux. L utilizzo della superficie di controllo è intuitivo, unico e semplice, con un layout basato sui channel strip delle console analogiche. Per gestire il numero di canali, un sistema Pro utilizza gruppi POP, VCA e colori piuttosto che pagine e layer, oltre a controlli di navigazione dedicati, caratteristica che la rende differente dalla maggior parte di console digitali sul mercato. I controlli e i meter sono distribuiti in maniera logica e intuitiva. L interfaccia grafica fornisce funzionalità aggiuntive ed è utilizzabile anche con la luce solare. Il sistema è in grado di sopportare diversi generi di guasti hardware o software grazie a una doppia ridondanza, in cui ogni componente importante dispone di un backup identico, pronto ad intervenire. Altri tipi di guasti sono prevenibili attraverso il principio N+1. Il registratore Klark Teknik DN9696 può essere utilizzato con il sistema Pro per una registrazione multi-traccia o per sound check virtuali. Moduli opzionali per il sistema comprendono il DL451, il DL431 (dal sistema XL8), il controller grafico a fader motorizzati DN9331 Rapide ed il network bridge (convertitore di formato digitale) DN9650. Il sistema Pro è modulare e permette diverse varianti di posizionamento e complessità. I pacchetti standard comprendono: 3

4 PRO3: PRO6: PRO9: Superficie di controllo Pro3 con flight case il retro della console è fornito con: o Una card DL443 8 ingressi e 8 uscite jack o Due slot liberi (per ampliamento degli I/O fisici) Rack 14U in flight case contenente: o DL251 modulo I/O a configurazione fissa 48 ingressi e 16 uscite. o DL371 modulo DSP con 4 schede DSP e tre slot liberi (di cui uno di ridondanza N+1). 3 cavi Cat5E di interconnessione tra i rack; 2 cavi 100m Cat5E; 8 cavi di alimentazione. Superficie di controllo Pro6 con flight case il retro della console è configurato con: o DL443 8 ingressi e 8 uscite jack o DL441 8 ingressi mic/line XLR o DL452 4 ingressi e 4 uscite stereo AES/EBU Rack 14U in flight case contenente: o DL351 modulo i/o con 7 schede DL441 (56 ingressi totali) e 1 DL442 (8 uscite). o DL371 modulo DSP con 5 schede DSP e due slot liberi (di cui uno di ridondanza N+1). 4 cavi Cat5E di interconnessione tra i rack; 2 cavi 100m Cat5E; 8 cavi di alimentazione. Superficie di controllo Pro9 con flight case il retro della console è configurato con: o DL443 8 ingressi e 8 uscite jack o DL441 8 ingressi mic/line XLR o DL452 4 ingressi e 4 uscite stereo AES/EBU Rack 14U in flight case contenente: o DL351 modulo i/o con 7 schede DL441 (56 ingressi totali) e 1 DL442 (8 uscite). o DL371 modulo DSP con 6 schede DSP ed uno slot libero (ridondanza N+1). 4 cavi Cat5E di interconnessione tra i rack; 2 cavi 100m Cat5E; 8 cavi di alimentazione. La superficie di controllo è costruita con lo stesso robusto chassis degli storici prodotti Midas. Memoria, scheda grafica e scheda madre del computer sono tutte contenute nella console, la cui ventilazione è garantita da larghe ventole interne a basso rumore, ideali per ambienti teatrali. E divisa in aree di lavoro le cui funzioni sono supportate dall interfaccia grafica. Entrambi gli schermi possono essere utilizzati per accedere a qualsiasi funzione e possono essere collegati a dispositivi esterni sia in uscita che in ingresso (KVM). 4

5 Le figure che seguono mostrano le parti principali della superficie di controllo e la suddivisione delle aree di lavoro. 1. Vasca (bay) Ingressi 12 canali accesso ai canali di ingresso. 2. Bay Mix accesso alle uscite, ai gruppi e ai controlli di navigazione. 3. Bay Master accesso ai master output, monitor A e B, automazioni ed effetti. 4. Bay Ingressi 4 canali accesso ai canali di ingresso. 5. Schermo LCD 6. Schermo LCD 7. Microfono talkback e connessioni USB A. Accesso rapido Ingressi 12+4 strip di canale B. Strip di canale D-zone (controlli dinamica), E-zone (controlli EQ), controlli di mix C. Navigazione e selezione bus e canali D. Accesso rapido alle Uscite 16 strip per aux, return, matrix o master E. VCA e POPulation Group F. Gruppi mute, monitoraggio surround ecc. G. Trackball per puntatore schermi e tasti di accesso rapido ai menù H. Controlli di automazione 5

6 Il pannello posteriore della console si divide in tre sezioni principali: alimentazione e ventole (sinistra); connessioni di rete, comunicazione, sync (centro); ingressi e uscite modulari (destra) per un massimo di 24 ingressi e 24 uscite. Il modello PRO3, a differenza delle versioni PRO6 e PRO9, non è dotato di connessioni di rete HyperMac di tipo ottico, presenta solo le connessioni HyperMac standard per tratte in rame, disponibili su tutti e tre i modelli. 6

7 Utilizzo L interfaccia grafica Ogni trackball controlla il movimento del puntatore sul rispettivo schermo e dispone di due tasti. Il tasto sinistro è utilizzato per selezioni o click (es. on/off pulsanti) e spostamenti o drag (es. fader); il tasto destro è utilizzato per controlli aggiuntivi. E possibile accedere ai menù dell interfaccia grafica cliccando il pulsante home (in alto a sinistra, su entrambi gli schermi). Le voci di menù con una freccia a destra contengono sottovoci. In alternativa è possibile accedere alle schermate utilizzando i tasti di accesso rapido posizionati a lato del trackball principale, come indicato nella figura che segue. Ogni tasto fornisce l accesso a due schermate, i cui titoli sono riportati al suo fianco. 7

8 Navigazione Come in ogni console digitale, solo un certo numero di canali può essere controllato contemporaneamente sulla superficie di controllo. I canali da gestire sono raggruppati in banchi da 4 canali ciascuno; durante il normale utilizzo, 4 banchi di canali di ingresso occupano le rispettive vasche (bay), disposti in ordine ascendente da sinistra a destra. I controlli di navigazione hanno quindi la funzione di selezionare quali canali sono al momento disponibili, oltre a permettere un accesso rapido a bus, gruppi e quanto altro può servire durante il mixaggio. Alcune impostazioni avanzate della console Pro possono influenzare il funzionamento dei controlli di navigazione. Si veda in seguito la spiegazione dei modi operativi. Tasti di accesso rapido: selezionano il canale, il bus o i controlli di dinamica/eq; si illuminano quando attivi. Tasti di selezione LCD: selezionano il canale o il gruppo VCA/POP; il display fornisce informazioni come il nome o numero del canale, e identifica il gruppo di appartenenza attraverso il colore. Tasti scroll: selezionano i canali (frecce destra e sinistra) o i mix di canale (frecce su e giù) al momento disponibili sulla superficie di controllo. Tasti di selezione output: richiamano i controlli per aux send, aux return o matrix; si illuminano quando attivi. Tasto ALIGN: richiama il canale selezionato sulla bay degli ingressi. Tasto B: richiama il banco selezionato sulla bay degli ingressi destra come area B. Le aree di selezione nelle bay di mix e di master sono utilizzate per la navigazione di canali e gruppi, e mostrano quali sono al momento selezionati: Sezione channel select (parte sopra): sfoglia i canali di ingresso o uscita (a seconda del tipo di canale selezionato) uno ad uno. Sezione input select: sfoglia i banchi di ingressi (a gruppi di quattro) e mostra quali banchi di ingressi sono al momento disponibili sulla superficie di controllo; utilizzando gruppi VCA/POP, lampeggiano i led dei banchi che contengono canali appartenenti al gruppo ma non disponibili sulla superficie. Sezione mix: sfoglia i bus singolarmente o a gruppi di otto e mostra il numero e il tipo (aux/matrix) del bus al momento selezionato; il tasto di accesso rapido assegna il bus selezionato al channel strip. Sezioni channel select (parte sotto) e channel type: sono utilizzate in combinazione per posizionare un singolo canale sulla superficie di controllo. Nella pagina che segue sono illustrati nel dettaglio i principali tipi di controlli. 8

9 1. Tasti di accesso diretto 2. Tasti di selezione LCD 3. Tasti scroll 4. Tasto ALIGN 5. Tasti di selezione output 6. Tasto freccia destra 7. Tasto FLIP A. Strip degli ingressi B. Strip di canale C. Sezione channel select D. Sezione input select E. Sezione channel select (parte sotto) F. Sezione channel type G. Sezione mix H. Strip VCA I. Strip delle uscite J. POPulation Group K. Strip master 9

10 Patching Tramite la schermata Patching dell interfaccia grafica è possibile gestire tutte le variabili di routing del sistema Pro, selezionando con semplicità sorgenti e destinazioni, e controllandone i parametri (es. gain e alimentazione phantom dei moduli di ingresso). 1. Pannello pulsanti funzione 2. Area di patching 3. Sorgenti 4. Destinazioni 5. Pagine di patching I pulsanti funzione abilitano le seguenti funzionalità: Single permette il collegamento di una singola sorgente a una o più destinazioni. Seq. permette il collegamento di n sorgenti a n destinazioni. Auto permette la selezione di un blocco di sorgenti che saranno collegate automaticamente a partire dalla prima destinazione selezionata. None esce da una selezione attiva. List mostra una lista (sfondo arancione) di sorgenti selezionate in modalità Seq. che devono ancora essere collegate. Checkpoint crea un punto di ripristino della situazione attuale della patch per un eventuale successivo richiamo; solo un punto di checkpoint può essere salvato. Restore richiama l ultimo checkpoint salvato. Undo annulla l ultimo singolo collegamento effettuato. Redo ripete l ultima operazione annullata. Clear sel. cancella tutte i collegamenti selezionati al momento. Clear cancella tutti i collegamenti. Setup apre la finestra di input / output setup in cui è possibile impostare le pagine I/O nella schermata di patching. Le funzionalità di patching comprendono, oltre al routing, la configurazione dei dispositivi, del trasporto o snake utilizzato e dei rack I/O. 10

11 Configurazione dei dispositivi: controlla i parametri dei dispositivi (es. gain e phantom) anche qualora non collegati a un canale della console (es. per trasferire audio da un dispositivo all altro senza passare attraverso i DSP); anche questi parametri possono essere automatizzati e salvati. o Aprire la finestra di configurazione del dispositivo interessato (pulsante chiave inglese). o o o Selezionare il dispositivo dal menù a tendina in alto a sinistra. Selezionare la scheda e il canale dal menù a tendina in altro a destra (es. Analogue In Card ). Configurare i parametri. o Se necessario ripetere le operazioni per altri canali, altre schede o altri dispositivi, quindi premere OK. (Solo PRO6/9) Configurazione del trasporto o snake : l unità DSP DL371 può essere collegata alla superficie di controllo attraverso rame o fibra ottica; è necessario selezionare che tipo di collegamento si utilizza per entrambi i trasporti X e Y dalla sottovoce di menù General nel menù Preferences. Configurazione dei rack I/O: attraverso la finestra input / output setup è possibile aggiungere e rimuovere vari dispositivi di I/O (es. splitter microfonici, DN9696, network bridge DN9650, ecc.) collegati ai rack Stage e FOH, configurandone l ID e il tipo di schede inserite; ad esempio, un modulo DL351 è rappresentato come 4 diversi dispositivi, con la possibilità di indicare il tipo di schede I/O installate, essendo un dispositivo di tipo modulare: o DL351A: schede A, B e C o DL351B: schede D, E e F o DL351C: schede G e H o DL351D: porta AES50 ridondante 1. Lista delle porte Stage e FOH attualmente assegnate 2. Tipo di dispositivo 3. ID del dispositivo (con indicazione In Use) 4. Opzioni (schede inserite) 5. Pulsante OK 11

12 Modi operativi E possibile variare alcune funzionalità del sistema cambiandone i modi operativi o operating modes: Normal mode la bay di 12 ingressi è controllata dalla bay di mix e dal relativo schermo, mentre la bay di 4 ingressi è controllata dalla bay master e dal relativo schermo; entrambe le bay lavorano all unisono come area A. Area B la bay di 4 ingressi destra diventa indipendente dalle altre, permettendo ad es. l utilizzo simultaneo della console da parte di più persone. Controllo degli strip di output dalla bay master durante l utilizzo normale le due file di strip di output sono controllate dalla bay di mix; si può invece controllare la fila più alta della bay master attraverso il pulsante to right channel. Controllo dei mix in modalità flip permette il controllo dei livelli di mix (normalmente assegnati ai controlli rotativi sugli strip di canale) con i controlli di pan o i fader sugli strip di ingresso. Controllo del gain La superficie di controllo di una console Pro Serie dispone di due gain per ingresso: il gain remoto del preamplificatore microfonico o stage box gain e il trim digitale o console gain. Normalmente lo stage box gain è controllato dagli strip di canale e il console gain dagli strip di ingresso. E possibile invertire i controlli premendo il tasto gain swap. 1. Premere il tasto di accesso rapido nella sezione gain trim per mostrare il pulsante gain swap nell interfaccia grafica. 2. Premere il tasto gain swap (o cliccare il relativo pulsante) per invertire i controlli di gain. 3. Regolare il controllo rotativo gain trim per il livello desiderato di preamplificazione. 4. E possibile saturare il circuito per ottenere la tipica colorazione Midas. 5. Premere il tasto gain swap per invertire nuovamente i controlli. 6. Regolare il controllo rotativo digital trim per il livello desiderato di ingresso nella console. 12

13 Controllo dei filtri 1. Premere il tasto di accesso rapido nella sezione gain trim. 2. Attivare o disattivare il filtro passa alto attraverso il relativo tasto. 3. Premere slope per cambiare la pendenza del filtro a 24dB (tasto illuminato) o 12dB. 4. Regolare il controllo rotativo per il valore desiderato tra 10Hz e 400Hz. 5. Attivare o disattivare il filtro passa basso attraverso il relativo tasto. 6. Premere slope per cambiare la pendenza del filtro a 12dB (tasto illuminato) o 6dB. 7. Regolare il controllo rotativo per il valore desiderato tra 2kHz e 40kHz. 13

14 Equalizzazione degli ingressi I controlli di equalizzazione sono posizionati nella zona E degli strip di canale e i relativi parametri sono riportati sull interfaccia grafica. 1. Premere il tasto di accesso rapido del filtro EQ interessato (treble, hi-mid, lo-mid, bass) per aprire l area di equalizzazione sull interfaccia grafica; in alternativa utilizzare i tasti su e giù della zona E nello strip di canale (vd. 1b). 2. Premere EQ per attivare l equalizzazione (tasto illuminato). 3. Regolare frequenza, campanatura e guadagno attraverso la zona E. 4. Selezionare e ascoltare la differenza tra i diversi tipi di filtro (es. bright, classic, soft, warm ecc.) utilizzando il tasto SHAPE / MODE. 14

15 Controlli di dinamica I controlli di compressori e gate sono posizionati nella zona D degli strip di canale. Esistono quattro tipi di compressore disponibili (corrective, adaptive, creative e vintage), ciascuno con hard, medium o soft knee. 1. Premere il tasto di accesso rapido nella sezione comp. 2. Premere il tasto ON per attivare il compressore. 3. Regolare i controlli nella zona D dello strip di canale per i valori desiderati di attacco, rilascio, soglia ecc. 4. Premere KNEE per ascoltare i diversi algoritmi di curva disponibili. 5. Premere MODE per selezionare e ascoltare i diversi tipi di compressore. 15

16 1. Premere il tasto di accesso rapido nella sezione gate. 2. Premere ON per attivare il gate. 3. Regolare i controlli nella zona D per i valori desiderati di attacco, rilascio, soglia, ratio ecc. 16

17 Gruppi VCA I gruppi VCA/POP permettono il controllo simultaneo di un certo numero di canali, richiamandoli all esigenza sulla superficie di controllo senza doverne ricordare nomi o numeri. Il tasto selezione LCD di ogni gruppo è utilizzato sia per l assegnazione dei canali nel gruppo che per il richiamo. I gruppi VCA comprendono fader, controlli di solo e mute, mentre i gruppi POP (POPulation Group) effettuano solo il richiamo dei rispettivi canali sulla superficie. Nell esempio che segue, quattro canali vengono assegnati a un gruppo VCA (la stessa procedura vale per i gruppi POP): 1. Tenere premuto il tasto selezione LCD del gruppo VCA interessato (es. Kit ); il tasto inizierà a lampeggiare e i canali appartenenti al gruppo saranno richiamati sulla superficie di controllo. 2. Tenendo premuto il tasto selezione LCD del gruppo, premere il tasto selezione LCD dei canali da assegnare al gruppo VCA. 3. Rilasciare il tasto selezione LCD del gruppo. 4. Premere il tasto selezione LCD del gruppo per uscire dal gruppo. Per assegnare canali di uscita a un gruppo POP/VCA, utilizzare i tasti di accesso rapido del canale invece del tasto selezione LCD. 17

18 E possibile impostare a piacimento il nome e il colore di ciascun gruppo attraverso la schermata Group Sheet dell interfaccia grafica. Pulsante matita permette di scegliere da una lista di nomi; in alternativa è possibile digitare un nome a scelta nella casella di testo attraverso la tastiera (massimo 6 caratteri). Pulsante colori sceglie il colore per il relativo gruppo. Pulsante secchiello applica il colore del gruppo a tutti i canali ad esso appartenenti. Pulsante controllo apre la schermata VCA Groups attraverso la quale gestire ulteriormente i gruppi. Preparazione del mix Il Pro6/Pro9 dispone di 32 bus discreti configurabili, ovvero 16 aux e 16 matrix (24 bus 16 aux ed 8 matrix nel Pro3), oltre a left, right e mono. Ciascun bus può essere utilizzato come aux mix, sottogruppo o mix minus, sia come coppia stereo che mono. Inoltre i canali di ingresso possono essere assegnati alle uscite matrix anche direttamente (postfader). Il controllo e la navigazione dei bus è effettuato dalle sezioni mix in ciascun strip di ingresso, e dalle bay mix e master. Come per gli ingressi e i gruppi, l identificazione dei bus avviene tramite colori. Una coppia di bus a scelta può essere controllata direttamente dalle bay degli ingressi della superficie di controllo. Questa scelta è indipendente canale per canale, in modo da avere i due mix più importanti di ogni canale sempre a portata di mano. Ciò nonostante l interfaccia grafica mostra sempre una visione globale dello stato delle mandate, con barre colorate per i segnali prefader e rampe colorate per i segnali post-fader (entrambe sono illuminate se la mandata è attiva). Per impostare il tipo di bus: Selezionare il bus interessato. Premere il tasto di accesso rapido di supervisione del mix (a fianco della sezione filtri). 18

19 Cliccare una delle sezioni (ad es. dir in) per aprire il channel strip del bus. Cliccare MODE ripetutamente per impostare il bus come mix, gruppo o mix minus. La modalità group lavora esclusivamente in post-fader. La modalità mix minus permette il solo mute (con tutti i bus inizialmente in mute). In modalità mix il tasto LINK (solo sui bus con numero pari) imposta la mandata come stereo: il controllo rotativo superiore diventa un controllo di PAN mentre quello inferiore controlla il livello; le coppie stereo possono essere create solamente da bus adiacenti e dello stesso colore. LINK OPT. permette di impostare la modalità stereo. Una volta impostato un bus (ad es. come mix mono), è possibile selezionare un canale di ingresso e regolarne la mandata al bus tramite la sezione mix degli strip di canale. Premere PRE per pre-fader (post-fader con tasto spento). Premere ON per attivare la mandata. Regolare il livello della mandata. Ogni bus (aux, matrix o master) può essere inviato a un effetto o un uscita fisica tramite il channel strip del bus nell interfaccia grafica, selezionando la destinazione dal menù a tendina o cliccando il pulsante dest per accedere alla schermata Patching. 19

20 Per assegnare velocemente un canale alle uscite master, premere il tasto ST dalla strip di canale o dalla strip di ingresso sulla superficie di controllo. Come per i gruppi VCA/POP, è possibile cambiare il nome e il colore di ogni ingresso o uscita tramite le schermate Input Sheet (voce del menù Input Channels ) o Output Sheet (voce del menù Mix & Outputs ) dell interfaccia grafica. Copia e incolla I pulsanti copy e paste in alto a destra nell interfaccia grafica permettono di copiare in parte o del tutto i parametri di un canale (es. EQ, compressore, gate ecc.) e incollarli a uno o più canali dello stesso tipo. Cliccando gli stessi pulsanti con il tasto destro si aprono i rispettivi menù di opzioni. 1. Selezionare il canale o l area (EQ o compressore ecc.) da copiare. 2. Cliccare copy per copiare la singola area o cliccare col tasto destro e scegliere Copy All per copiare l intero canale. 3. Selezionare il canale interessato e premere paste. I parametri copiati restano in memoria e possono essere incollati ad altri canali. Per copiare gli stessi parametri su tutti i canali cliccare col tasto destro e scegliere Paste to All. Sono elencate di seguito alcune regole e restrizioni inerenti ai processi di copia e incolla: E possibile copiare e incollare solo parametri simili. E possibile copiare e incollare solo tra canali dello stesso tipo (ad esempio non è possibile copiare da un aux a una matrice). Il nome dei canali non viene copiato. Il side chain listen dei compressori e dei gate non viene copiato. L attivazione degli insert nei vari bus non viene copiata. 20

21 Il rack effetti E possibile impostare il rack effetti tramite la schermata Effects dell interfaccia grafica, inserendo fino a otto tra gli effetti elencati nella finestra Change Device Type. Gli assignable controls, comuni per tutti gli effetti, possono essere impostati dal relativo pannello e quindi regolati dagli appositi controlli rotativi nella bay master della superficie di controllo. Delay fornisce tre algoritmi di delay con impostazione del tempo manuale o con tap: one delay tap (mono o stereo); dual (due linee di ritardo, solo stereo); ping-pong (due linee di ritardo). DN780 emulazione del noto riverbero Klark Teknik, per qualsiasi modello di ambiente. Flanger una o due linee di ritardo modulate per ottenere un effetto flanger. Phaser uno o due phaser collegati in seriale o in parallelo. Pitch Shifter due canali indipendenti di shift o generazione di armoniche. SQ1 Dynamics emulazione del processore dinamico analogico Klark Teknik, con 8 canali linkabili di compressore o gate. 3 Band Compressor compressore multibanda a minimo ritardo di fase che garantisce una somma coerente delle bande di spettro acustico. 21

22 1. Aprire la schermata Effects dall interfaccia grafica (nel menù Rack Units ) o tramite il tasto di accesso rapido. 2. Cliccare la posizione desiderata nel rack. 3. Nella finestra aperta, cliccare CHANGE DEVICE TYPE. 4. Cliccare l effetto desiderato, es. DN Cliccare OK. 6. Regolare i parametri dell effetto come necessario; è possibile modificarne il nome editando la casella di testo. 7. Cliccare OK. L effetto apparirà nel rack e sarà disponibile nelle sezioni From e To della schermata Patching. 22

23 Automazione di scene e show L automazione permette la gestione dei file di show e delle scene all interno di ciascuno show, tramite la schermata Automation nell interfaccia grafica. La figura che segue mostra una tipica schermata prima e dopo l apertura di un file di show. NEW crea un nuovo show. LOAD apre uno show esistente. SAVE aggiorna lo show corrente (lo sfondo è rosso ogni qualvolta venga editato un parametro nello show corrente). SAVE AS crea un nuovo show con le impostazioni correnti. E quindi possibile creare nuove scene, copiare delle scene esistenti e scegliere cosa deve essere salvato in ogni scena. La sezione automazione nella bay master della superficie di controllo supporta la schermata Automation con dei controlli per la navigazione e la gestione delle scene. I quattro tasti retroilluminati sono accesi solo quando disponibili. Normalmente tre scene nella schermata Automation sono evidenziate con il colore del tasto rispettivo. Premere last per richiamare la scena evidenziata in rosso nella schermata; Premere now per richiamare la scena evidenziata in giallo; Premere next per richiamare la scena evidenziata in verde (selezionabile dalla rotella o jogwheel); Premere store per salvare una scena con i parametri correnti; occorre digitare il nome della scena se richiesto e scegliere una modalità tra le seguenti: 23

24 o o o o Insert before scene per inserire la nuova scena tra quella evidenziata in giallo e la scena precedente; Store to empty scene per inserire la nuova scena in quella evidenziata in giallo (se vuota). Store to next scene per inserire la nuova scena in quella successive (se vuota). Overwrite scene per sovrascrivere la scena evidenziata in giallo. E possibile utilizzare le funzionalità MIDI o GPIO per controllare i parametri di un dispositivo esterno o viceversa. Può essere creato un numero illimitato di eventi in ogni scena, editandone i parametri dalla finestra Edit Event. Un apposito menù appare cliccando col tasto destro una scena, permettendo di creare, editare o copiare gli eventi. Tutti gli eventi sono contraddistinti da un simbolo che ne specifica la tipologia: = evento selezionato = evento MIDI = evento GPIO = evento interno = evento in ingresso = evento in uscita Attraverso la schermata Show editor (voce del menù Automation ) è possibile copiare e incollare parametri da una scena all altra. Il pannello a sinistra mostra le sorgenti (canali, GEQ ed effetti) da cui copiare i parametri. Il pannello Sections al centro mostra le sezioni disponibili. Il pannello Scenelist a destra mostra la lista di scene dello show corrente. 1. Selezionare le sorgenti e le sezioni da copiare. 2. Selezionare la scena o le scene in cui incollare i parametri. 3. Cliccare Paste to scenes. 24

25 Salvataggio di uno show su USB E consigliabile salvare i file di show su un dispositivo di memoria esterno USB per un backup della memoria interna o per la portabilità dei file ad altri sistemi Pro. 1. Inserire il dispositivo USB nella porta attiva (led lampeggiante). 2. Aprire la schermata Files dell interfaccia grafica. 3. Selezionare il file di show da copiare dall area Control Surface, cliccare EXPORT e quindi OK. In alternativa, per caricare un file di show presente nel dispositivo USB, selezionarlo dall area Removable Storage e cliccare IMPORT. User Library Un sistema Pro dispone di una libreria utente in cui è possibile salvare determinati preset di parametri (es. di un EQ o di un intero canale) che possono essere successivamente richiamati su un canale. 1. Assicurarsi che i parametri interessati siano nel channel strip dell interfaccia grafica (se è visualizzato l intero canale ne saranno copiati tutti i parametri). 2. Cliccare il pulsante store preset in alto a destra nell interfaccia grafica. 3. Digitare un nome per il preset e se necessario autore e commenti, quindi cliccare OK. Per caricare un preset selezionare il canale desiderato, cliccare il pulsante load preset, cliccare il preset desiderato e quindi OK. Attraverso la schermata Preset Manager nell interfaccia grafica è possibile creare nuove librerie, caricare librerie esistenti o salvare la libreria corrente. 25

26 Panning Surround In aggiunta al panning stereo o LCR, il sistema Pro permette tre diverse modalità surround (quad, LCRS e 5.1) con relativo monitoraggio sui primi sei canali matrix. I canali sono mutati da sei tasti MUTE nella bay master come indicato in figura. Sul pannello posteriore della superficie di controllo sono presenti le uscite XLR per surround LR, sub, canale centrale e canali frontali LR. La modalità 5.1 sfrutta tutti i sei canali separatamente, la modalità quad non utilizza il canale centrale e il sub, mentre la modalità LCRS non utilizza il sub e ha un unico segnale su entrambe le uscite surround. La modalità surround è configurabile nella schermata Preferences (sottovoce del menù General ) dell interfaccia grafica. La figura che segue mostra la configurazione standard-itu 5.1 con indicazione dei tasti mute per i vari canali. 26

27 Uso a doppio operatore La superficie di controllo può essere utilizzata da due persone contemporaneamente, utilizzando la bay di 4 ingressi come area B, indipendente dalle altre bay (ad es. lo stesso canale può essere presente in entrambe le aree). Questa funzionalità può essere scelta anche da un singolo operatore, ad esempio per avere sempre sotto controllo i canali più importanti. La figura che segue mostra le aree A e B durante questo tipo di utilizzo, e la posizione del tasto area B. Le parti non evidenziate della superficie di controllo sono in comune per entrambe le aree. 27

28 Setup e connessioni Il manuale elenca le procedure per la configurazione standard di un sistema Pro. In caso si voglia configurare diversamente il sistema è consigliabile contattare il supporto tecnico Midas Consoles Italy. Dopo aver attentamente tolto gli apparecchi dall imballo, assicurarsi che sia presente tutto quanto elencato all inizio del manuale. Si consiglia di non buttare l imballo per eventuali esigenze future. Nella fornitura standard, il rack è già configurato con i moduli DL351 e DL371. Collegamenti Collegare il trasporto (Pro3 - solo rame; Pro6/9 - rame o fibra) dal modulo DSP DL371 alla superficie di controllo, come indicato in figura. Controllare che i moduli DL351/DL251 (Pro3 DL251; Pro6/9 DL351) e DL371 siano già collegati tra loro. Es. Pro3: 28

29 Es. Pro6/9: Accensione 1. Assicurarsi che le connessioni siano state effettuate correttamente, che l alimentazione sia stata collegata a tutti i componenti del sistema e che non ci siano diffusori attivi o amplificatori accesi collegati al sistema Pro. 2. Accendere la superficie di controllo attraverso l interruttore DC POWER e attendere circa 30 secondi affinché la procedura di boot sia terminata (schermate di default dell interfaccia grafica). Durante la prima accensione, la procedura di boot rileva la configurazione del sistema e imposta gli indirizzi IP delle unità collegate. 3. Abbassare i fader della master bay e attivare i MUTE delle uscite master. 4. Accendere i moduli DL251/DL351 ed il modulo DL371, l ordine è ininfluente. 5. Quando entrambi i led di status (in alto ai due schermi dell interfaccia grafica) si illuminano di verde, è possibile accendere i diffusori o amplificatori collegati. 6. Controllare che le sorgenti audio siano collegate in patche alle uscite desiderate, quindi togliere il MUTE dalle uscite master e alzarne progressivamente il livello. Spegnimento 1. Prima di spegnere il sistema Pro assicurarsi che siano spenti tutti i diffusori attivi o amplificatori ad esso collegati. 2. Inserire il MUTE sulle uscite master. 3. Spegnere il modulo DL251/DL351 e quindi il modulo DL

30 4. Salvare show, scene o parametri se necessario, quindi cliccare Shutdown System dal menù home dell interfaccia grafica e scegliere OK. 5. Al termine della procedura di spegnimento, spegnere l interruttore DC POWER sul pannello posteriore della superficie di controllo. 6. Scollegare tutti i cavi di alimentazione dal sistema. Configurazione degli ID delle unità DL251/DL351/DL451/DL431 Una volta collegato tutti i dispositivi del sistema Pro, potrebbe essere necessario impostare gli ID di ciascuna unità del rack, come ad es. un I/O box modulare DL351. Ogni unità in rete deve possedere un ID univoco, diverso da ogni altro apparato (ciò è leggermente diverso nel caso dell I/O box DL251). Sebbene i menu d accesso alla modifica dell ID siano diversi a seconda del tipo d unità, la procedura è sostanzialmente simile; nel caso, riferirsi al manuale operativo di ciascun dispositivo. Ad esempio, in caso di utilizzo di due unità I/O DL351 contemporaneamente, è necessario impostarne gli ID (1 o 2) attraverso il pannello di controllo indicato in figura, prima di accendere la superficie di controllo. 1. Accendere l unità e tenere premuto il tasto MENU per circa due secondi per accedere al menù principale. 2. Utilizzare i tasti freccia SU e GIU per scorrere le voci di menù fino a Set ID, quindi premere il tasto SELECT. 3. Utilizzare i tasti freccia SU e GIU per scegliere l ID, quindi premere SELECT e MENU per uscire. 30

Manuale d Uso M32 MANUALE D USO. Via Concordia, 6 20838 Renate (MB) Tel. 0362/923811 Fax 0362/9238206 E-mail: texim@texim.it www.texim.

Manuale d Uso M32 MANUALE D USO. Via Concordia, 6 20838 Renate (MB) Tel. 0362/923811 Fax 0362/9238206 E-mail: texim@texim.it www.texim. MANUALE D USO 1 1. Superficie di controllo 1. CONFIG/PREAMP - regolare il gain del preamplificatore per il canale selezionato mediante il controllo rotativo GAIN. Premere il tasto 48V per attivare la phantom

Dettagli

by HARMAN Guida rapida v1.0

by HARMAN Guida rapida v1.0 by HARMAN Guida rapida v1.0 Si EXPRESSION FUNZIONI PRINCIPALI La serie SI Expression ha qualità tecnologiche e operative uniche che includono: Pre amplificatori microfonici della serie Vi Soundcraft EQ

Dettagli

01V96V2 Guida Rapida. 1 01V96V2 Quick Start Guide

01V96V2 Guida Rapida. 1 01V96V2 Quick Start Guide 01V96V2 Guida Rapida 1 01V96V2 Quick Start Guide Partire con un desk azzerato Per cancellare tutte le memorie contenute nella console e riportarla alle impostazioni di fabbrica, tenete premuto il pulsante

Dettagli

Guida alla configurazione rapida di SB168-ES e M7CL

Guida alla configurazione rapida di SB168-ES e M7CL Guida alla configurazione rapida di SB168-ES e M7CL Febbraio 2009 Guida alla configurazione rapida di SB168-ES e M7CL Informazioni su questa guida Questa guida descrive come configurare in maniera facile

Dettagli

DLC 1 SYNQ AUDIO MANUALE ITALIANO

DLC 1 SYNQ AUDIO MANUALE ITALIANO DLC 1 SYNQ AUDIO MANUALE ITALIANO CONNESSIONI Le connessioni possono essere effettuate con cavi bilanciati o sblilanciati jack o XLR. Usate connettori e cavi di buona qualità per minimizzare rumori e interferenze.

Dettagli

PV 10 PV 14 PV 20USB Mixer audio

PV 10 PV 14 PV 20USB Mixer audio PV 10 PV 14 PV 20USB Mixer audio Manuale Utente www.peavey.com Atto ad avvisare l utente in merito alla presenza voltaggio pericoloso non isolato all interno della scatola del prodotto che potrebbe avere

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

LS9-16 LS9-32 FAQ. Qualità audio

LS9-16 LS9-32 FAQ. Qualità audio LS9-16 LS9-32 FAQ Qualità audio...1 Caratteristiche...2 Dispositivi di memorizzazione USB...6 Funzioni di sicurezza...8 Editor LS9; il software per computer esterno...9 Extra... 11 Qualità audio 1. Quali

Dettagli

Crane Song. Catalogo GENNAIO 2011

Crane Song. Catalogo GENNAIO 2011 Crane Song Catalogo GENNAIO 2011 144 www.leadingtech.it Crane Song Crane Song propone una gamma di apparecchiature audio di alta qualità: preamplificatori microfonici, compressori, processori di segnale.

Dettagli

PROMIX1212E MIXER 12 CANALI - PROCESSORE MULTIEFFETTO DIGITALE

PROMIX1212E MIXER 12 CANALI - PROCESSORE MULTIEFFETTO DIGITALE PROMIX1212E MIXER 12 CANALI - PROCESSORE MULTIEFFETTO DIGITALE MANUALE UTENTE PROMIX1212E MIXER 12 CANALI - PROCESSORE MULTIEFFETTO DIGITALE 1. Introduzione A tutti i residenti nell Unione Europea Importanti

Dettagli

PROGRAMMA! CORSO DI CUBASE 8!!!

PROGRAMMA! CORSO DI CUBASE 8!!! PROGRAMMA CORSO DI CUBASE 8 1-VIDEO ANTEPRIMA Durata: 3 11 2-VIDEO n.1 Durata: 10 02 - NUOVA SESSIONE : - Creare un nuovo progetto - Aprire una sessione precedente - Aggiungere una nuova traccia - Importare

Dettagli

ALLEN & HEATH SVELA IL NUOVO SISTEMA DI MIXAGGIO DIGITALE LIVE

ALLEN & HEATH SVELA IL NUOVO SISTEMA DI MIXAGGIO DIGITALE LIVE ALLEN & HEATH SVELA IL NUOVO SISTEMA DI MIXAGGIO DIGITALE LIVE Allen & Heath svela GLD, un nuovo sistema di mixaggio live user friendly', economico e scalabile, basato sul grande successo della serie digitale

Dettagli

SSL MATRIX. IL nuovo COnCETTO SSL MATRIX TEST

SSL MATRIX. IL nuovo COnCETTO SSL MATRIX TEST TEST di Luca Pilla Il mondo della registrazione è profondamente mutato. Ci saranno sempre studi dotati di prestigiose console e registratori a nastro, ma la maggior parte oggi sono orientati su una DAW,

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

NOVATION LAUNCHPAD. Controller per Ableton Live. Non solo Live. Hardware setup. Installazione. Test: NOVATION LAUNCHPAD

NOVATION LAUNCHPAD. Controller per Ableton Live. Non solo Live. Hardware setup. Installazione. Test: NOVATION LAUNCHPAD NOVATION LAUNCHPAD di Pier Calderan Controller per Ableton Live Più che di Launchpad, sarebbe il caso di parlare di Ableton Live, visto e considerato che il controller in oggetto è uno dei più semplici

Dettagli

Mixer stereo Professionale

Mixer stereo Professionale NOIZ MX 600 USB/DSP Mixer stereo Professionale Manuale d'uso WORLDWIDE DISTRIBUTION AUDIO4 & C srl - Via Polidoro da Caravaggio 33-20156 MILANO - ITALY Tel. +39-0233402760 - Fax +39-0233402221 - Web: www.audio4.it

Dettagli

Guida rapida per l installazione

Guida rapida per l installazione Guida rapida per l installazione Modem Router wireless ADSL2+ EUSSO Guida Installazione e Configurazione Premessa La presente guida riporta le istruzioni per installare e configurare rapidamente il router

Dettagli

AmpliDigitalPreset 6x2 8x4 DSP manuale utente

AmpliDigitalPreset 6x2 8x4 DSP manuale utente AmpliDigitalPreset 6x2 8x4 DSP manuale utente 1 di 11 Manuale Utente ADP 2 di 11 INDICE Contenuto del sistema Messa in funzione Verifica dell alimentazione Accensione del Sistema Regolazione del Volume

Dettagli

Ciabatta Audio Digitale AVIOM Pro64

Ciabatta Audio Digitale AVIOM Pro64 Ciabatta Audio Digitale AVIOM Pro64 Il sistema di collegamento dell audio digitale Pro64 fornisce prestazioni elevate, flessibilità e semplicità per progetto ed installazione. Senza necessità di setup

Dettagli

ENGL E 645-2 POWERBALL II

ENGL E 645-2 POWERBALL II E645 POWERBALL I I ENGL E 645-2 POWERBALL II PANNELLO FRONTALE 1 Input: Ingresso sbilanciato con jack da ¼. In caso di rumori o interferenze, verifi care di non essere vicini a sorgenti responsabili di

Dettagli

AMPLIFICAZIONI LCOMP2. manuale

AMPLIFICAZIONI LCOMP2. manuale LCOMP2 manuale LCOMP2 ATTENZIONE! riferimenti del manuale Possono essere provocate situazioni potenzialmente pericolose che possono arrecare lesioni personali. Possono essere provocate situazioni potenzialmente

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

Accessori processori DSP... 131. SerS BLU 16... 127 Processori DSP...127. SerS BLU 32... 125 Processori DSP...125

Accessori processori DSP... 131. SerS BLU 16... 127 Processori DSP...127. SerS BLU 32... 125 Processori DSP...125 Matrici e processori audio digitali SerS BLU 16... 127...127 SerS BLU 32... 125...125 SerS BLU 50... 129...129 SerS BLU 100... 128...128 SerS BLU 120... 128...128 SerS BLU 160... 126...126 SerS BLU 320...

Dettagli

Accessori codec... 386 Accessori processori broadcast... 386 Codec... 382 Processori broadcast... 382 Upgrade... 386

Accessori codec... 386 Accessori processori broadcast... 386 Codec... 382 Processori broadcast... 382 Upgrade... 386 Processori digitali per il broadcast radiofonico, televisivo e il mastering Accessori codec... 386 Accessori processori broadcast... 386 Codec... 382 Processori broadcast... 382 Upgrade... 386 Leading

Dettagli

Pagina web dedicata con guide.pdf scaricabili. Guida setup globale

Pagina web dedicata con guide.pdf scaricabili. Guida setup globale Pagina web dedicata con guide.pdf scaricabili Guida setup globale PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO FIRMWARE Pag. 2 PROCEDURA DI MONTAGGIO SCHEDA MADI e STAGEBOX Pag. 3 PROCEDURA DI MONTAGGIO MULTI DIGITAL CARD

Dettagli

SCHEDA TECNICA PA8506-V

SCHEDA TECNICA PA8506-V Sezione Evacuazione vocale Categoria Sistema Codice Certificato EN 54-16: 2008 n. 0068-CPD-081/2011 Descrizione Sistema d evacuazione compatto Il è un sistema d evacuazione vocale compatto che consente

Dettagli

HS-P82. Indice dei contenuti. Nuove funzioni del firmware V1.20. Indice dei contenuti...1 Nuove funzioni del firmware V1.20...1

HS-P82. Indice dei contenuti. Nuove funzioni del firmware V1.20. Indice dei contenuti...1 Nuove funzioni del firmware V1.20...1 Indice dei contenuti Indice dei contenuti...1 Nuove funzioni del firmware V1.20...1 Funzione Line Input Trim...2 Funzione Take Rename...2 Funzione TC SYNC REC...2 Nuovo messaggio pop-up aggiunto al firmare

Dettagli

MANUALE INTERFACCIA AUDIO. ZOOM Corporation. E vietata la riproduzione di questo manuale, per intero o in parte, con qualsiasi mezzo.

MANUALE INTERFACCIA AUDIO. ZOOM Corporation. E vietata la riproduzione di questo manuale, per intero o in parte, con qualsiasi mezzo. MANUALE INTERFACCIA AUDIO ZOOM Corporation E vietata la riproduzione di questo manuale, per intero o in parte, con qualsiasi mezzo. Indice Indice.....................................2 Interfaccia audio

Dettagli

INFORMAZIONI DI BASE

INFORMAZIONI DI BASE INFORMAZIONI DI BASE RESET Tasto Home serve per accendere MK. Tenendolo premuto per almeno 2 secondi si spegne l apparato o si bloccano i tasti per evitare contatti accidentali Connessione PC USB Principali

Dettagli

TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI

TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI toccare prodotti o connessioni durante lo svolgimento di

Dettagli

SmartyManager Manuale utente

SmartyManager Manuale utente INDICE Capitolo 1 Installazione... 2 1.1 Installazione del software... 2 1.2 Installazione del driver... 2 Capitolo 2 Nozioni base... 4 2.1 Diverse modalità di utilizzo... 4 2.2 Configurare SmartyCam e

Dettagli

LEC. Procedura di avviamento LEC. Termoregolatore. Funzionamento di base/configurazione avanzata/ Interventi di ripristino C K. Versione 1.

LEC. Procedura di avviamento LEC. Termoregolatore. Funzionamento di base/configurazione avanzata/ Interventi di ripristino C K. Versione 1. Procedura di avviamento LEC Ciclo a secco stampo, applicare la massima forza di chiusura, ripetere - volte (chiudere tutti i conduttori prima di iniziare). Accendere l interruttore principale (posizione

Dettagli

Sonimus Satson 1.3.1 Manuale utente

Sonimus Satson 1.3.1 Manuale utente Sonimus Satson 1.3.1 Manuale utente Grazie Grazie per aver acquistato Satson. Satson è il risultato di ore di duro lavoro, di ricerca e di sviluppo. Noi di Sonimus continuiamo orgogliosamente a perseguire

Dettagli

marzo 2008 Manuale Operativo DGV-CP7 4 Canali video - porta USB per backup PROTEXitalia

marzo 2008 Manuale Operativo DGV-CP7 4 Canali video - porta USB per backup PROTEXitalia marzo 2008 Manuale Operativo DGV-CP7 4 Canali video - porta USB per backup PROTEXitalia 1. PRIMA DI ACCENDERE IL DVR Prima di accendere l apparecchio, installare l Hard Disk all interno (questo dvr accetta

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file 2.1 L AMBIENTE DEL COMPUTER 1 2 Primi passi col computer Avviare il computer Spegnere correttamente il computer Riavviare il computer Uso del mouse Caratteristiche

Dettagli

2000-3000 VA MANUALE D'USO

2000-3000 VA MANUALE D'USO Gruppi di continuità UPS Line Interactive EA SIN 2000-3000 VA MANUALE D'USO Rev. 01-130111 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza...1 Principi di funzionamento...2 Caratteristiche principali...3 Funzione

Dettagli

Manuale utente imagic e imagic Plus. Manuale Utente. imagic. imagic Plus

Manuale utente imagic e imagic Plus. Manuale Utente. imagic. imagic Plus Manuale Utente imagic imagic Plus 0 INDICE Introduzione... 2 Contenuto della scatola... 3 Capitolo 1 Procedura di accensione... 4 Capitolo 2 Procedura di configurazione... 5 2.1 Individuazione IP... 5

Dettagli

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 GESTIONE DEL SISTEMA EASYMIX CONNECT E RELATIVO AGGIORNAMENTO MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 Sommario LAUNCH MANAGEMENT TOOL...3 APPLICATION UPDATE...4 MODULO SYSTEM MANAGEMENT...5 LINGUA... 6 DATE

Dettagli

Guida rapida Cisco SPA 303

Guida rapida Cisco SPA 303 Giugno 2011 Guida rapida Cisco SPA 303 www.vodafone.it numero breve 42323, gratuito da cellulare Vodafone numero verde 800-227755, dalle 8.00 alle 24.00 Questo materiale è stato realizzato con carta riciclata

Dettagli

0. Manuale di installazione rapida del server SGI 1450

0. Manuale di installazione rapida del server SGI 1450 0. Manuale di installazione rapida del server SGI 1450 Questa guida fornisce le informazioni di base per la configurazione del sistema, dall'apertura della confezione all'avvio del Server SGI 1450, nel

Dettagli

Manuale sala video. 1 Impostazioni e funzioni principali delle apparecchiature. 2 Come procedere per: 3 Procedure comuni:

Manuale sala video. 1 Impostazioni e funzioni principali delle apparecchiature. 2 Come procedere per: 3 Procedure comuni: Manuale sala video Vers. 1,3 del 24 02 2006 1 Impostazioni e funzioni principali delle apparecchiature. 1.1 Monitor 1, monitor 2 e monitor 3 1.2 Registratore mini DV1 1.3 Masterizzatore DVD 1 DVD2 1.4

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

CPLX 200. >> Manuale di istruzioni

CPLX 200. >> Manuale di istruzioni CPLX 200 >> Manuale di istruzioni I Avvertenze Generali AVVERTENZE GENERALI Vi consigliamo di leggere attentamente le istruzioni contenute nel presente manuale in quanto forniscono infor mazioni importanti

Dettagli

Guida rapida Cisco SPA 504G

Guida rapida Cisco SPA 504G Guida rapida Cisco SPA 504G Indice Indice Introduzione 3 Panoramica del telefono 4 Gestione delle chiamate 6 Effettuare una chiamata 6 Rispondere a una chiamata 6 Concludere una chiamata 7 Mettere una

Dettagli

Guida all installazione di Cubase LE / Guida alla modalità control surface

Guida all installazione di Cubase LE / Guida alla modalità control surface Guida all installazione di Cubase LE / Guida alla modalità control surface Questo documento spiega cone installare il software Cubase LE sul computer e come utilizzare la modalità control surface di HD8/

Dettagli

/ Quick Start Guide Una guida per chi deve usare il PM5D in modo efficiente

/ Quick Start Guide Una guida per chi deve usare il PM5D in modo efficiente / Quick Start Guide Una guida per chi deve usare il PM5D in modo efficiente Parte 2 Store, edit e save È una guida rapida realizzata per chi si accinge ad usare il PM5D Yamaha per la prima volta. Non è

Dettagli

PROGRAMMA CORSO DI CUBASE

PROGRAMMA CORSO DI CUBASE PROGRAMMA CORSO DI CUBASE 1-VIDEO ANTEPRIMA Durata: 3 11 2-VIDEO n.1 Durata: 6 46 - Aprire una nuova Song - Aggiungere una nuova Traccia - Importare un file audio - Differenza tra regione e traccia - Funzioni

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

Manuale per l Utente. Scritto per HAND-ON versione 1.00

Manuale per l Utente. Scritto per HAND-ON versione 1.00 Manuale per l Utente Scritto per HAND-ON versione 1.00 2009 Visual Productions per Clay Paky Tutti i diritti riservati. La riproduzione delle parti del presente manuale non è consentita in alcun modo e

Dettagli

Key Pro TPX Generator Manuale Utente

Key Pro TPX Generator Manuale Utente Key Pro TPX Generator Manuale Utente 1 Sommario 1. Key Pro... 3 1.1 Caratteristiche... 3 1.2 Composizione del prodotto... 3 1.3 Scheda tecnica... 3 1.4 Memoria interna... 5 1.4.1 Funzione PC Mode... 6

Dettagli

Nuova versione del software idr System Manager V. 3.60

Nuova versione del software idr System Manager V. 3.60 2008 Nuova versione del software idr System Manager V. 3.60 1. Versione 3.60 di idr System Manager (Luglio 2008) 2. Versione antecedente 3.50 di idr System Manager (Novembre 2004) 3. Nuovo sito sulla serie

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DIPARTIMENTO DI LETTERE E FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DIPARTIMENTO DI LETTERE E FILOSOFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DIPARTIMENTO DI LETTERE E FILOSOFIA MANUALE D USO IMPIANTO MULTIMEDIALE AULE TIPOLOGIA B [001-003-004-005-006-007-108-110-111-112-114-117-118-224 SALA INFORMATICA 2-LABORATORIO

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Sono 61. Italiano Manuale dell utente

Sono 61. Italiano Manuale dell utente Sono 61 Italiano Manuale dell utente 1 Introduzione. 3 Caratteristiche di ProKeys Sono. 4 Tastiera:. 4 Interfaccia audio integrata:. 4 Requisiti minimi del sistema. 5 Funzionamento autonomo. 5 Funzionamento

Dettagli

PROGRAMMA CORSO DI PRO TOOLS

PROGRAMMA CORSO DI PRO TOOLS PROGRAMMA CORSO DI PRO TOOLS 1-VIDEO ANTEPRIMA Durata: 2 59 2-VIDEO n.1 Durata: 0 54 - INTRODUZIONE 3-VIDEO n.2 Durata: 5 34 - EDIT WINDOW : - Registrare una o più tracce contemporaneamente - Le tracce

Dettagli

MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link

MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link Pannello frontale del Vigor2800i Installazione hardware del Vigor2800i Questa sezione illustrerà come installare

Dettagli

MANUALE D USO. Mixer professionali ATM22RX - ATM42RX. Distribuito in Italia da: 11/2013

MANUALE D USO. Mixer professionali ATM22RX - ATM42RX. Distribuito in Italia da: 11/2013 11/2013 MANUALE D USO Mixer professionali ATM22RX - ATM42RX Distribuito in Italia da: SISME spa - Via Adriatica, 11-60027 Osimo Stazione (AN) - Italy Tel 071.7819666 - Fax 071.781494 www.sisme.com - e-mail

Dettagli

Sommario PRECAUZIONI...2 INTRODUZIONE...3 CARATTERISTICHE...3 PER INIZIARE...4 PANNELLO FRONTALE...5 SOSTITUZIONE DEL CROSSFADER...

Sommario PRECAUZIONI...2 INTRODUZIONE...3 CARATTERISTICHE...3 PER INIZIARE...4 PANNELLO FRONTALE...5 SOSTITUZIONE DEL CROSSFADER... Sommario PRECAUZIONI...2 INTRODUZIONE...3 CARATTERISTICHE...3 PER INIZIARE...4 PANNELLO FRONTALE...5 SOSTITUZIONE DEL CROSSFADER...7 SPECIFICHE TECNICHE...8 PRECAUZIONI ATTENZIONE - PER RIDURRE I RISCHI

Dettagli

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA

Gruppi di continuità UPS Line Interactive. PC Star EA Gruppi di continuità UPS Line Interactive PC Star EA Modelli: 650VA ~ 1500VA MANUALE D USO Rev. 01-121009 Pagina 1 di 8 SOMMARIO Note sulla sicurezza... 1 Principi di funzionamento... 2 In modalità presenza

Dettagli

SISTEMA DIGITALE PER IL MONITORAGGIO CONTINUO GZ-1800

SISTEMA DIGITALE PER IL MONITORAGGIO CONTINUO GZ-1800 GZ-1800 Proactive SISTEMA DIGITALE PER IL MONITORAGGIO CONTINUO GZ-1800 Sistema Digitale Per il Monitoraggio Continuo MANUALE OPERATIVO MANUALE OPERATIVO Pagina 1 di 7 rev. 1.1 - NOTE PRELIMINARI E DI

Dettagli

Ozone Manuale dell utente

Ozone Manuale dell utente Ozone Manuale dell utente Radium Ozone Manuale dell utente Ozone-Mnl-052103 Sommario Introduzione................................................3 Caratteristiche.............................................3

Dettagli

Fiery proserver Guida per l utente

Fiery proserver Guida per l utente Fiery proserver Guida per l utente Congratulazioni per l acquisto di EFI Fiery proserver, una potente soluzione di produzione per la stampante. Prima di iniziare Verificare che: Siano installati i componenti

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Configurazione router VoIP TeleTu P.RG A4101N

Configurazione router VoIP TeleTu P.RG A4101N Questo documento ti guiderà nella configurazione e nei collegamenti da effettuare, per iniziare da subito a navigare, telefonare e risparmiare con il nuovo router VoIP TeleTu! Contenuto della confezione

Dettagli

Multiprocessori digitali e plugin per riverberazione ed effettistica. Plug-In... 280 Processori effetti... 281 Schede audio... 282

Multiprocessori digitali e plugin per riverberazione ed effettistica. Plug-In... 280 Processori effetti... 281 Schede audio... 282 Multiprocessori digitali e plugin per riverberazione ed effettistica Plug-In... 280 Processori effetti... 281 Schede audio... 282 Leading Technologies - 2014 279 Plug-In LXP Plug-in Native Reverb Plug-in

Dettagli

JD-3 HD. Manuale d Uso

JD-3 HD. Manuale d Uso JEPSSEN JD-3 HD Manuale d Uso jepssen.com 2012 Jepssen. All rights reserved. Indice Introduzione 04 1.1 Installazione 05 Guida Rapida 07 2.1 Pulsanti Funzione 08 2.2 Avvio e Spegnimento 08 2.3 Telecomando

Dettagli

Come utilizzare il modulo VoIP con Skype

Come utilizzare il modulo VoIP con Skype Come utilizzare il modulo VoIP con Skype 1. Effettuate il collegamento a Internet 2. Lanciate SKYPE facendo doppio click sull icona Skype presente in C:\Programmi\Skype\Phone oppure sul collegamento a

Dettagli

Supplemento Macintosh

Supplemento Macintosh Supplemento Macintosh Prima di utilizzare il prodotto, leggere attentamente il presente manuale e conservarlo in un posto sicuro in caso di riferimenti futuri. Per un uso corretto e sicuro, leggere le

Dettagli

Salvataggio e ripristino configurazione utente dei ricevitori SAT+ S 3.1 e X 9.1.

Salvataggio e ripristino configurazione utente dei ricevitori SAT+ S 3.1 e X 9.1. Salvataggio e ripristino configurazione utente dei ricevitori SAT+ S 3.1 e X 9.1. ATTENZIONE!!! Il SerialTran35 non è un editor per la lista canali. Le impostazioni vanno fatte manualmente sul ricevitore,

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

Manuale Utente all uso dell Interfaccia WEB del Cocktail Audio X10 (ver0.9)

Manuale Utente all uso dell Interfaccia WEB del Cocktail Audio X10 (ver0.9) Manuale Utente all uso dell Interfaccia WEB del Cocktail Audio X10 (ver0.9) ATTENZIONE : Assicurarsi che la versione del firmware installata nell X10 sia la R1644 o superiore al fine di poter far funzionare

Dettagli

Italiano. Manuale dell utente

Italiano. Manuale dell utente Italiano Introduzione. 3 Cosa c è dentro la scatola?. 3 Informazioni sull interfaccia audio FireWire ProFire 2626. 4 Caratteristiche di ProFire 2626. 5 Requisiti di sistema. 6 Requisiti minimi di sistema/specifiche.

Dettagli

P-660H-D Series. Guida Rapida. Gateway ADSL 2 + 4 porte. Versione 3.40 Edizione 2 3/2006

P-660H-D Series. Guida Rapida. Gateway ADSL 2 + 4 porte. Versione 3.40 Edizione 2 3/2006 P-660H-D Series Gateway ADSL 2 + 4 porte Guida Rapida Versione 3.40 Edizione 2 3/2006 Panoramica P-660H-D è un router ADSL che integra uno switch 4 porte. Per maggiori informazioni su tutte le caratteristiche

Dettagli

M70 LCD Color Monitor

M70 LCD Color Monitor M70 LCD Color Monitor MANUALE D USO Indice: 1- Avvertenze 2- Accessori 3- Istruzioni 4- Uso del telecomando 5- Modo d installazione di base 6- Menu a. Immagini (picture) b. Sistema (system) c. Opzioni

Dettagli

www.karmaitaliana.it CLUB SD Mixer stereo professionale >> Manuale di istruzioni

www.karmaitaliana.it CLUB SD Mixer stereo professionale >> Manuale di istruzioni www.karmaitaliana.it CLUB SD Mixer stereo professionale >> Manuale di istruzioni Presentazione del prodotto Complimenti per la sua ottima scelta. Ci complimentiamo vivamente per la Sua scelta, il prodotto

Dettagli

Winschool Magic Card Professional

Winschool Magic Card Professional Indice Winschool Magic Card Professional Manuale d uso Requisiti di sistema minimi... 2 1. Installazione... 3 2. Settaggi della Magic Card... 5 2.1 Settaggi della Protezione...6 2.2 Settaggio dei Parametri...8

Dettagli

Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena

Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena Avvertenze Leggere attentamente il manuale prima dell uso. Scollegare l alimentazione prima di pulire il dispositivo. Utilizzare un panno appena inumidito con acqua o con una soluzione adatta alla pulizia

Dettagli

SAFFIRE 6 USB. Tel. 0717211340 - Fax 0717211349 - info@grisby.it - www.grisbymusic.it

SAFFIRE 6 USB. Tel. 0717211340 - Fax 0717211349 - info@grisby.it - www.grisbymusic.it SAFFIRE 6 USB La Focusrite Saffire 6 USB è l ultima delle interfacce audio Focusrite di nuova generazione, ad oggi la meno costosa e con un suono che risulta il migliore nella sua categoria. Venticinque

Dettagli

Manuale di riferimento addendum del firmware 1.2. VoiceLive 3

Manuale di riferimento addendum del firmware 1.2. VoiceLive 3 Manuale di riferimento addendum del firmware 1.2 VoiceLive 3 Nota riguardante il presente documento 2 Note di release panoramica 2 Modifiche di base all interfaccia-utente/ struttura dei menu 3 MIDI Sync

Dettagli

MANUALE UTENTE ILON. vers. 0.2 del 02 Settembre 2009. Pagina 1

MANUALE UTENTE ILON. vers. 0.2 del 02 Settembre 2009. Pagina 1 MANUALE UTENTE ILON vers. 0.2 del 02 Settembre 2009 Pagina 1 Collegarsi a ILON Pagina 2 Collegarsi a ILON Aprire Internet Explorer e digitare indirizzo IP di ILON. IP di fabbrica : 192.168.1.222 Pagina

Dettagli

Servizio Fonia Cloud PBX

Servizio Fonia Cloud PBX Servizio Fonia Cloud PBX Manuale utente Telefono VoIP Polycom VVX 400 e servizi offerti dalla piattaforma Cloud PBX Acantho Revisioni del documento Revisione Autore Data Descrizione 1.0 P. Pianigiani 11/12/2014

Dettagli

Modem Router VoIP RAD

Modem Router VoIP RAD Guida rapida per l installazione Modem Router VoIP RAD Guida Installazione e Configurazione Premessa Installare ed utilizzare il nostro Box è semplicissimo e veloce. Ti basterà disporre di uno o più apparecchi

Dettagli

Videoproiettore Sanyo XU305 della sala consiglio - Brevi istruzioni d uso _ Versione 0 _2013-01-15. Brevi istruzioni. Dipartimento di Ingegneria

Videoproiettore Sanyo XU305 della sala consiglio - Brevi istruzioni d uso _ Versione 0 _2013-01-15. Brevi istruzioni. Dipartimento di Ingegneria Brevi istruzioni Dipartimento di Ingegneria Videoproiettore Sanyo XU305 della sala consiglio Il videoproiettore è configurato per funzionare in modalità Rete Semplice - Wireless, cioè pronto al collegamento

Dettagli

Manuale utente Magic Home e Magic Home Plus. Magic Home. Magic Home Plus. Edizione 1.0

Manuale utente Magic Home e Magic Home Plus. Magic Home. Magic Home Plus. Edizione 1.0 Manuale Utente Magic Home Magic Home Plus Edizione 1.0 0 INDICE Introduzione... 2 Contenuto della scatola... 3 Capitolo 1 Procedura di accensione... 4 Capitolo 2 Procedura di configurazione... 5 2.1 Individuazione

Dettagli

Finali di Potenza ad Alta Tecnologia, con DSP ed interfaccia Ethernet integrati

Finali di Potenza ad Alta Tecnologia, con DSP ed interfaccia Ethernet integrati Dati Tecnici Serie NPA Serie NPA Finali di Potenza ad Alta Tecnologia, con DSP ed interfaccia Ethernet integrati Caratteristiche: Due modelli disponibili: NPA2500T e NPA4000T SPM TECHNOLOGY (Switching

Dettagli

Esclusivamente Summing

Esclusivamente Summing Esclusivamente Summing Dopo l amplificazione, il summing ed il missaggio sono 2 dei processi più antichi e basilari dell audio tornando indietro nel tempo, ricordiamo gli albori delle trasmissioni radio,

Dettagli

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 INDICE 1. PRESENTAZIONE SOFTWARE VMS... 3 2. PRIMO COLLEGAMENTO AL VMS... 3 3. LAYOUT DEL PROGRAMMA... 5 3.1 Tabs... 5 3.2 Toolbar... 6 3.3 Status bar...

Dettagli

U P S. Gruppi statici di continuità Line Interactive UPS 700VA / 1000VA / 1500VA / 2000VA MANUALE D USO

U P S. Gruppi statici di continuità Line Interactive UPS 700VA / 1000VA / 1500VA / 2000VA MANUALE D USO U P S Gruppi statici di continuità Line Interactive UPS 700VA / 1000VA / 1500VA / 2000VA MANUALE D USO ISTRUZIONI di SICUREZZA Leggere e conservare questo manuale!! Grazie per aver scelto questo UPS. Questa

Dettagli

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE PORTATILE Modello FDR108USB

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE PORTATILE Modello FDR108USB VIDEOREGISTRATORE DIGITALE PORTATILE Modello FDR108USB MANUALE D ISTRUZIONI Consigliamo di leggere attentamente il presente manuale d istruzioni prima di procedere nell utilizzo dell apparecchio e di conservare

Dettagli

Dispositivi Welch Allyn Connex Spot Monitor Scheda di riferimento rapido

Dispositivi Welch Allyn Connex Spot Monitor Scheda di riferimento rapido Dispositivi Welch Allyn Connex Spot Monitor Scheda di riferimento rapido Sommario Pulsante di accensione...2 Spegnimento...2 Accesso e selezione di un profilo...2 Stato della batteria...2 Modifica del

Dettagli

1. Introduzione... 4 2. Descrizione del dispositivo... 5. Informazioni account... 6. 3. Utilizzo di RCloud... 7

1. Introduzione... 4 2. Descrizione del dispositivo... 5. Informazioni account... 6. 3. Utilizzo di RCloud... 7 TM Guida Avanzata I Sommario 1. Introduzione... 4 2. Descrizione del dispositivo... 5 Informazioni account... 6 3. Utilizzo di RCloud... 7 Posizionamento di RCloud... 7 Collegamento di RCloud... 7 Accensione

Dettagli

MW DOCKING STATION USB

MW DOCKING STATION USB Attenzione Le seguenti istruzioni si applicano in genere ad ogni modello delle nostre docking, ma alcune funzioni possono non essere attive in base al modello acquistato. -Nei modelli sprovvisti di Tasto

Dettagli

Sommario. Davide Casella 1 FMSMEETING 2

Sommario. Davide Casella 1 FMSMEETING 2 Guida all utilizzo di FMSmeeting Sommario FMSMEETING 2 BARRA DELLA IMPOSTAZIONI 3 WHITEBOARD / PRESENTATION BOARD 4 AREE VIDEO 7 CHAT BOARD 7 PEOPLE LIST 8 AREA ZOOM 8 F.A.Q.: PROBLEMI ALL UTILIZZO DI

Dettagli

Manuale InOut DA Console Versione 1.0

Manuale InOut DA Console Versione 1.0 Manuale InOut DA Console Versione 1.0 INOUT AUDIO COMUNICATION SYSTEMS Via nobel, 10 30020 Noventa di Piave Venezia ITALY Tel. +39 0421 571411 Fax +39 0421 571480 web:www.inout-digital.com email:info@inout-digital.com

Dettagli

P-661H-D Series. Guida Rapida. Security Gateway ADSL 2 + 4 porte. Versione 3.40 Edizione 1 5/2006

P-661H-D Series. Guida Rapida. Security Gateway ADSL 2 + 4 porte. Versione 3.40 Edizione 1 5/2006 P-661H-D Series Security Gateway ADSL 2 + 4 porte Guida Rapida Versione 3.40 Edizione 1 5/2006 Panoramica Per maggiori informazioni su tutte le caratteristiche consultate la User's Guide. Come utilizzare

Dettagli

2.0. Installare Fender FUSE. Per installare Fender FUSE. Per cominciare Introduzione. Aggiornamento del firmware... 3

2.0. Installare Fender FUSE. Per installare Fender FUSE. Per cominciare Introduzione. Aggiornamento del firmware... 3 Sommario Per cominciare............... 2 Aggiornamento del firmware....... 3 Ripristino impostazioni originali..... 3 Preset Editor Canale 1.......... 4 Preset Editor Canale 2.......... 5 Manopola Voice..............

Dettagli

Presentazione del notebook

Presentazione del notebook Presentazione del notebook Numero di parte del documento: 410770-061 Aprile 2006 Questa guida descrive le funzionalità hardware del computer. Sommario 1 Componenti Componenti del lato superiore....................

Dettagli

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it SLDLP GALAXY GOLD - PROGRAMMA DI TELE-ASSISTENZA

Dettagli

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 USER GUIDE Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 SOMMARIO Introduzione... 3 Sensore BioHarness... 3 OVERVIEW BIOHARNESS 3.0 BT/ECHO... 4 OVERVIEW

Dettagli