Dosi e modalità di somministrazione nel caso di insufficienza renale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dosi e modalità di somministrazione nel caso di insufficienza renale"

Transcript

1 Dosi e modalità di somministrazione nel caso di insufficienza renale Classe farmaci Formulazioni, ricostituzione per infusione ev, tempo infusione e stabilità Oxacillina Fiale im/ev 250 mg, 500 mg, 1 gr. soluzione NaCl 0,9%, soluzione glucosata 5% o ringer lattato (100 cc da infondere in 2-3 o 500 cc a 21 ml/h se in infusione continua). La preparazione per fleboclisi è stabile nelle 24. Ampicillina Fiale ev/im 250 mg, 500 mg, 1 gr. soluzione NaCl 0,9% o ringer lattato (100 cc da infondere in almeno 30 minuti, ideale in 2-3 ). La preparazione per fleboclisi non è stabile nelle 24 (al massimo 6 ). Amoxicillina Compresse 500 mg e 1 gr, sospensione orale 250 mg/5 Clcr>50 ml/min 2 gr ogni 4-6 (o infusione continua) Clcr ml/min 2 gr ogni 4-6 (o infusione continua) Clcr ml/min 2 gr ogni 4-6 (o infusione continua) 2 gr ogni gr ogni gr ogni 6 ml/min: 1 gr ogni 8 1 gr ogni gr ogni mg ogni 12

2 Ampicillina/ sulbactam Amoxicillina/ acido clavulanico ml, gocce orali 100 mg/ml. Fiale ev 1/0,5 gr (1,5 gr) o 2/1 gr (3 gr) (rapporto ampicillina:sulbactam pari a 2:1). soluzione NaCl 0,9% o ringer lattato (100 cc da infondere in almeno 30 minuti, ideale in 2-3 ). La preparazione per fleboclisi non è stabile nelle 24 (al massimo 6 ). Compresse 875/125 mg (1 gr), sospensione orale 400 mg/57 mg/5 ml. Fiale ev 1 gr/200 mg o 2 gr/200 mg (rapporto amoxicillina:acido clavulanico pari a 7:1). Usualmente somministrato per via orale. Se ricostituito, utilizzare 1,5-3 gr ogni 6 Per Acynetobacter spp. multiresistente 3 gr ogni 4 1 gr per os ogni 6-8 1,2-2,2 gr ev ogni 6-8 1,5-3 gr ogni gr per os ogni 6-8 1,2-2,2 gr ev ogni 6-8 ml/min: mg ogni gr ogni 8-12 ml/min: gr ogni mg ogni 12 ml/min: mg ogni 24

3 Piperacillina/ tazobactam Cefazolina (I generazione) soluzione NaCl 0,9% (100 cc da infondere in 30 minuti). La preparazione per fleboclisi non è stabile nelle 24. Fiale ev/im 4/0.5 gr o 2/0.25 gr (rapporto piperacillina:tazobactam pari a 8:1). soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata 5%. Preferibile lasomministrazione in infusione continua (ricostituire in soluzione NaCl 0,9% 500 cc da infondere a 21 ml/h) o quella prolungata (ricostituire in soluzione NaCl 0,9% 100 cc da infondere a 25 ml/h). La preparazione per fleboclisi è stabile nelle 24. Fiale ev 1 gr. soluzione NaCl 0,9% (100 cc da infondere in 30 minuti). stabile nelle 24. 4,5 gr ogni 6-8 4,5 gr ogni 8 h 4,5 gr ogni 8 h Se Cl cr<10 ml/min: 2,25 gr ogni 6 1 gr ogni 8 1 gr ogni 8 1g ogni 12 ml/min: 1 g ogni 24

4 Cefalexina (I generazione) Evitare di somministrare nello stesso defluss una cefalosporina e un aminoglicoside (rischio di inattivazione diretta). Compresse 500 mg e 1 gr 1 gr ogni mg ogni mg ogni 12 Cefoxitina (II generazione) Fiale ev/im 1-2 gr. Ricostituire con acqua per preparazione iniettabile: 1 g è solubile in 2 ml. Per l`impiego endovenoso è preferibile aggiungere 10 ml di acqua per preparazione iniettabile al flacone da 1 g e 20 ml di acqua per preparazione iniettabile al flacone da 2 g. Può essere somministrato anche per infusione. stabile nelle gr ogni g ogni 8-12 ml/min: 1 g ogni g ogni ml/min: 1 g ogni 24 Cefuroxime Compresse 125, 250 e 500 mg mg ogni mg ogni mg ogni

5 (II generazione) Sospensione orale 125 mg/ml, 125 mg/100 ml, 250 mg/5 ml Bustine 250 mg ml/min: mg ogni 48 Cefpodoxime (III generazione) Ceftazidime (III generazione) Cefotaxime (III generazione) Compresse 100 e 200 mg Fiale ev/im 1 gr. Si ricostituisce usando soluzione NaCl 0,9% 100 cc da infondere possibilmente in 3 (minimo 30 minuti). Possibile infusione continua (ricostituire in soluzione NaCl 0,9% 500 cc ed infondere a 21 ml/h). stabile nelle 24. Fiale ev 1 e 2 gr mg ogni 12 2 gr infusi in più di 30 minuti poi 6 gr in infusione continua, oppure 2 gr ogni 8. Se meningite: 6-12 gr/die suddivisi in tre somministrazioni mg ogni 24 se Clcr< 40 ml/min mg ogni 24 ml/min: mg ogni 48 2 gr ogni 12 1 gr ogni 12 ml/min: 500 mg ogni 12 2 gr ogni gr ogni 8 2 g ogni 8

6 Ceftriaxone (III generazione) soluzione NaCl 0,9% (100 cc da infondere possibilmente in 3, minimo 30 minuti). Indicata l infusione continua (ricostituire in soluzione NaCl 0,9% 500 cc ed infondere a 21 ml/h). stabile nelle 24. Non miscelare con soluzioni di sodio bicarbonato. Fiale im 250 mg, 500 mg, 1 gr. Fiale ev 1 e 2 gr. soluzione NaCl 0,9%; assolutamente da evitare la ricostituzione con soluzioni contenenti calcio per il rischio di precipitazione; può essere ricostituito in soluzione glucosata 5 o 10%. stabile per 6 a temperatura ambiente o per 24 in frigorifero (+5 C). La formulazione da 1 gr può essere diluita in 10 cc ed 2 gr ogni 24 2 gr ogni 12 solo nelle meningiti a liquor torbido 2 gr ogni 24 2 gr ogni 12 solo nelle meningiti a liquor torbido ml/min: 1 gr ogni 8 2 gr ogni 24 2 gr ogni 12 solo nelle meningiti a liquor torbido

7 Cefepime (IV generazione) iniettata direttamente in vena in 2-4 minuti. La formulazione da 2 gr va diluita in almeno 40 cc ed infusa in un tempo minimo di 30 minuti. Fiale ev 500 mg, 1 e 2 gr. soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata (5 o 10%); in alternativa si può utilizzare la soluzione ringer o sodio lattato 6M. Somministrato per infusione, diluire in cc ed iniettare possibilmente in 3 (minimo 30 minuti). Può inoltre essere somministrato in infusione continua diluendo il farmaco in 500 cc e infondendolo a 21 ml/h. stabile per 24 a temperatura ambiente (non superi a 25 C) o sino a 7 giorni in frigorifero (tra +2 C e +8 C). 2 gr ogni 8 oppure in infusione continua 2 gr ogni 12 1 gr ogni 12 Se Clcr< 10 ml/min: 1 gr ogni 24

8 Imipenem Fiale im/ev 500 mg. Deve essere diluito in 100 cc di soluzione NaCl 0,9%. Questo farmaco è chimicamente incompatibile con il lattato e non deve essere ricostituito con diluenti contenenti lattato. In circostanze eccezionali (in cui non può essere usato per motivi clinici soluzione NaCl 0,9%) deve essere usata soluzione glucosata 5%. Prima della somministrazione la soluzione ricostituita deve essere ispezionata visivamente per la presenza di particolato e decolorazione. Le soluzioni diluite devono essere usate immediatamente. Una volta ricostituito, il farmaco è stabile per un massimo di 8. Si consiglia la somministrazione in infusione prolungata (ciascuna dose ricostituita in soluzione NaCl 500 mg ogni 6 1 gr ogni 6 nelle infezioni molto gravi (es. neutropenici) o nelle infezioni da specie batteriche meno sensibili (non superare 4 gr/die) 500 mg ogni mg ogni mg ogni mg ogni 6 SeClcr<20mL/mi n: 500 mg ogni 12

9 Meropenem Ertapenem 0,9% 100 cc da infondere alla velocità di 12.5/25 ml/h). Fiale ev 500 mg e 1 gr. Si ricostituisce con soluzione NaCl 0,9% fino ad un volume finale di cc. La soluzione deve essere agitata prima dell uso. Dopo la ricostituzione le soluzioni devono essere usate immediatamente (solitamente nell arco di minuti). Una volta ricostituito, il farmaco è stabile per un massimo di 3. Si consiglia la somministrazione in infusione prolungata (ciascuna dose ricostituita in soluzione NaCl 0,9% 100 cc da infondere alla velocità di 35 ml/h). Fiale ev 1 gr. soluzione NaCl 0,9% (100 cc 1 gr ogni 8 Se infezioni da batteri MDR, nelle infezioni nosocomiali da Pseudomonas aeruginosa o Acinetobacter spp., nella terapia di associazione dei batteri produttori di carbapenemasi, nella meningite: 2 gr ogni 8. 1 gr ogni 12 2 gr ogni mg ogni 12 Se Clcr<10mL/min: 500 mg ogni 24 1 gr ogni 12 Se Clcr<10mL/min: 1 gr ogni 24 1 gr ogni 24 1 gr ogni mg ogni 24

10 Aztreonam da infondere in almeno 30 minuti). Le soluzioni ricostituite devono essere controllate visivamente prima della somministrazione per verificare la presenza di particelle. Non usare soluzione glucosata per ricostituire o somministrare ertapenem. Le soluzioni diluite devono essere usate immediatamente, sono stabili per 6 a temperatura ambiente o per 24 a 4 C, devono essere usate entro 4 dopo essere state rimosse dal frigorifero. Fiale da 500 mg e 1 gr. Ricostituire con 6-10 ml di un idoneo solvente (soluzione NaCl 0,9% o di soluzione glucosata al 5 o al 10%) per ogni grammo di aztreonam.. La soluzione va iniettata lentamente direttamente in vena in 3-5 minuti o infusa in minuti. 1-2 gr ogni 6-8 (al massimo 8 gr/die) 1-2 gr ogni 6-8 (al massimo 8 gr/die) 50% della dose ml/min: 25% della dose normale

11 La soluzione preparata è stabile per 24 se conservata a temperatura ambiente, per tre giorni se conservata in frigorifero. Azitromicina Claritromicina Compresse da 250 e 500 mg, sospensione orale 200 mg/5 ml (lontano dai pasti). Fiale ev 500 mg. Usualmente somministrato per os (biodisponibilità 37%). Si ricostruisce utilizzando soluzione NaCl 0,9% ( cc da infondere in min, rispettivamente). Compresse 250, 500 mg, sospensione orale 250 mg/5ml. Fiale ev 500 mg. Usualmente somministrato per os (biodisponibilità: 50%). soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata 5% ( cc da infondere in 60 e 120 minuti, rispettivamente). 500 mg ogni mg ogni mg ogni mg ogni mg ogni 24 ml/min si raccomanda cautela poiché l esposizione sistemica può aumentare (fino al 33%). 250 mg ogni 12

12 Ciprofloxacina Compresse 250 mg, 500 mg, 750 mg, 1 gr (a rilascio modificato), fiale ev 100 mg, 200 mg, 400 mg. Il farmaco è già ricostituito, deve essere infuso in 60 minuti. Stabile sette giorni al buio e tre giorni a luce e temperatura ambiente. 400 mg ev ogni 12, nelle forme gravi ogni 8 Per os: 500 mg ogni 12, nelle forme gravi ogni 8 Prulifloxacina Compresse 600 mg 600 mg ogni 24 Levofloxacina Compresse 250 e 500 mg, fiale Ev/per os: 750 ev 250 e 500 mg. mg ogni 24 Il farmaco è già ricostituito, deve essere infuso in almeno 30 minuti. 500 mg ogni 12 Il prodotto deve essere utilizzato entro 3. Norfloxacina Compresse 400 mg 400 mg ogni 12 Moxifloxacina Fiale e compresse 400 mg. 400 mg ogni 24 Il farmaco è già ricostituito, infusione della durata di 60 minuti. 200 mg ogni 12 Per os: 500 mg ogni 12 Mancano dati 750 mg prima dose, poi 750 mg ogni 48 h 500 mg, poi, dopo 12, 250 mg ogni 12 h 400 mg ogni mg ogni mg ogni 12 Per os: 250 mg ogni 12 Mancano dati 750 mg prima dose, poi 500 mg ogni 48 h 500 mg, poi, dopo 12, 125 mg ogni 12 h (ogni 24 se ClCr<10mL/min) 400 mg ogni mg ogni 24

13 Il prodotto deve essere utilizzato immediatamente dopo l apertura. Gentamicina Fiale ev/im 10 mg, 40 mg, 80 mg. soluzione NaCl 0,9% ( cc da infondere in 30 minuti). stabile per Amikacina Vancomicina Fiale ev/im 100 mg, 250 mg, 350 mg, 500 mg, 1 gr. soluzione NaCl 0,9% ( cc da infondere in 30 minuti). stabile per Compresse 125 mg, fiale ev 500 mg. Clcr>60 ml/min: 5-7 mg/kg in monodose (dose massima 500 mg) Clcr >60 ml/min: mg/kg in monodose (dose massima 2 g) Ev: dose carico in base al Clcr ml/min: 3.5 mg/kg in monodose Clcr ml/min: 2.5 mg/kg in monodose Clcr ml/min: 7.5 mg/kg in monodose Clcr ml/min: 4 mg/kg in monodose Mantenere la dose da carico poi Clcr ml/min: 4 mg/kg ogni 48 h Clcr ml/min: 3 mg/kg ogni 48 h Clcr<10 ml/min: 2 mg/kg ogni 72 Clcr ml/min: 7.5 mg/kg ogni 48 h Clcr ml/min: 4 mg/kg ogni 48 h Clcr < 10 ml/min: 3 mg/kg ogni 72 h Mantenere la dose carico poi

14 soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata 5% (100 cc per 500 mg, da infondere in almeno 60 minuti). stabile per 48. Se infusione continua ricostituire 2 gr in 500 cc di soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata ed infondere a 21 ml/h peso: kg 1 gr in 1 ora kg 1,250 mg in 1, kg 1,500 mg in 1, kg 1,750 mg in 2 e 76 kg 2,000 mg in 2 quindi 500 mg ogni 6 o 1 gr ogni 12 o in infusione continua 2 g/die mg/kg ogni mg/kg ogni 24 (ogni se Clcr<15 ml/min) Teicoplanina Fiale ev/im 200 mg e 400 mg. soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata al 5% (100 cc da infondere in 60 minuti). stabile per a 2-8 C: Per os: 125 mg ogni 6 Dose da carico di 6 mg/kg ogni 12 per 3 somministrazioni, quindi 6 mg/kg/die. Dose da carico, quindi 6 mg/kg ogni 48 Dose da carico, quindi quindi 6 mg/kg ogni 48 (ogni 72 se Clcr<10mL/min)

15 non si consiglia la somministrazione in infusione continua. La teicoplanina può essere somministrata per via intramuscolare. Nb: nelle sepsi/endocarditi/ infezioni addominali gravi dose da carico di 12 mg/kg ogni 12 per 3 somministrazioni, quindi 12 mg/kg/die. Doxiciclina Compresse 100 mg. 100 mg ogni 12 Lunga emivita, possibile monosomministr azione: 200 mg il primo giorno, poi 100 mg 100 mg ogni 12 oppure 200 mg il primo giorno, poi 100 mg. 100 mg ogni 12 oppure 200 mg il primo giorno, poi 100 mg. Cautela per possibili danni epatici conseguenti all accumulo del farmaco (le concentrazioni plasmatiche non devono superare 15 mcg/ml). Cautela per possibili danni epatici conseguenti all accumulo del farmaco (le concentrazioni plasmatiche non devono superare 15 mcg/ml). Daptomicina Fiale ev 350 mg e 500 mg. 4 mg/kg (6-8 4 mg/kg (6-8 4 mg/kg (6-8

16 Tigeciclina Ricostituire in soluzione NaCl 0,9% 50 cc da infondere in 30 minuti. La stabilità chimico-fisica durante l uso della soluzione ricostituita nel flaconcino è stata dimostrata per 12 a 25 C e fino a 48 a 2 C 8 C. Fiale ev 50 mg. soluzione NaCl 0,9% (100 cc da infondere in almeno 30 minuti). La concentrazione massima della soluzione da infondere deve essere 1 mg /ml. Una volta ricostituita può essere conservata al massimo 24 al di sotto dei 25 C; tra 2 e 8 C al massimo 48. Il farmaco non deve essere somministrato nella stessa via di amiodarone, amfotericina B, ceftriaxone, diazepam, esomeprazolo, omeprazolo, nicardipina, fenitoina. mg/kg se sepsi ed endocarditi) ogni 24 h 100 mg in monodose il primo giorno, quindi 50 mg ogni 12 h mg/kg se sepsi ed endocarditi) ogni 24 h 100 mg in monodose il primo giorno, quindi 50 mg ogni 12 h mg/kg se sepsi ed endocarditi) ogni 48 h 100 mg in monodose il primo giorno, quindi 50 mg ogni 12 h

17 Linezolid Soluzione per infusione da 2 mg/ml in sacche da 300 ml (=600 mg). Compresse 600 mg. Granulato per sospensione orale 100 mg/5 ml. Il farmaco deve essere infuso da 30 a 120 min. Le sacche sono già ricostituite. Dopo l apertura, il prodotto deve essere usato immediatamente. Rifampicina Capsule mg, compresse mg, fiale ev 600 mg, sciroppo 20 mg/ml. soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata 5% (500 cc da infondere in 2-3 ). stabile per 4. La somministrazione è incompatibile con diltiazem. 600 mg ogni 12 h 600 mg ogni 12 h 600 mg ogni 12 h (cautela per maggior rischio di pancitopenia e neuropatia) 600 mg in monosomministr azione Da assumere a stomaco vuoto (1 ora prima o 2 dopo i pasti o l assunzione di antiacidi). Le capsule possono essere mischiate a succo di mela o gelatina. 600 mg in monosomministra zione 600 mg in monosomministr azione

18 Trimetoprimsulfametoxazolo (cotrimoxazolo) Compresse: 80 mg (T) mg (S) o 160 mg (T)+ 800 mg (S). Sospensione orale: 80 mg/5 ml mg/5 ml. Fiale ev: 80 mg (T) mg (S) in 5 ml. Da 1 a 3 fiale possono essere diluite in 250 cc di soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata, 4 fiale vanno diluite in 500 cc di soluzione NaCl 0,9% o soluzione glucosata. La soluzione deve essere somministrata entro 6 dalla sua preparazione. La durata della perfusione, determinata in funzione della quantità di liquido da perfondere, non deve superare un ora e mezza. La combinazione ha un rapparto fisso di 1 (T: trimetoprim) :5 (S:sulfametossaz olo), e il dosaggio viene espresso sulla base del trimetoprim. E.V.: 5-20 mg T/kg ogni 6-12 Orale : 1-2 compresse (T 160 mg, S 800 mg;) ogni E.V.: mg T/kg ogni 8-12 Orale : 1-2 compresse (T 160 mg, S 800 mg;) ogni E.V.: 5-10 mg T/kg ogni 12 Se Clcr <15 ml/min: non raccomandato l utilizzo, se necessario 5-10 mg T/kg ogni 24 Orale : 1-2 compresse (T 160 mg, S 800 mg;) ogni 24 Clindamicina Fiale ev 600 mg, compresse 150 mg. soluzione soluzione NaCl 0,9% o glucosata 5%. 600 mg ogni mg ogni mg ogni 6-8 Se Cl cr<10 ml/min:

19 Metronidazolo Fosfomicina stabile a temperatura ambiente. La concentrazione di clindamicina nel diluente per infusione non deve superare 12 mg/ml e la velocità di infusione non deve superare 30 mg al minuto. Il farmaco non deve essere somministrato nella stessa via di azitromicina, caspofungina, filgrastim, allopurinolo, pantoprazolo. Fiale ev 500 mg, compresse 250 mg. Le fiale sono già ricostituite. Il farmaco deve essere infuso in minuti. Non deve essere somministrato nella stessa via di amfotericina B, aztreonam, filgrastim, meropenem. Fiale da 1 gr da diluire in 50 cc di soluzione glucosata da infondere lentamente (4 gr in 4 ). 500 mg ogni 6-8 h (dopo dose di carico di 1 gr) (7,5 mg/kg, mai più di 4 gr/die) 200 mg/kg (ovvero 8-12 gr in 24 ) da dividere in mg ogni 6-8 h 200 mg/kg (ovvero 8-12 gr in 24 ) da dividere in mg ogni mg ogni 6-8 h Se Cl cr<10 ml/min: 250 mg ogni mg/kg (ovvero 8-12 gr in 24 ) da dividere in 2-3

20 Buste (granulato per sospensione orale) da 3 gr per somministrazione orale. somministrazioni Per via orale una busta da 3 gr da assumere la sera prima di coricarsi somministrazioni Per via orale una busta da 3 gr da assumere la sera prima di coricarsi somministrazioni Per via orale una busta da 3 gr da assumere la sera prima di coricarsi Nitrofurantoina Compresse 50 e 100 mg 50 mg ogni mg ogni 6 se peso >80 Kg Il prodotto non raggiunge concentrazioni urinarie efficaci se Clcr<40 ml/min. Non utilizzare

Ripassiamo insieme.la matematica a servizio della sicurezza dell assistito. Dott. Mattia Luciano

Ripassiamo insieme.la matematica a servizio della sicurezza dell assistito. Dott. Mattia Luciano Ripassiamo insieme.la matematica a servizio della sicurezza dell assistito Dott. Mattia Luciano CALCOLO PER I DOSAGGI FARMACOLOGICI I calcoli per la somministrazione possono riguardare: Ricostituzione

Dettagli

Istruzione Operativa Terapia antibiotica empirica

Istruzione Operativa Terapia antibiotica empirica UOC. DIREZIONE MEDICA Azienda U.L.S.S. 20 di Verona Ospedale "G.Fracastoro" San Bonifacio Istruzione operativa Terapia antibiotica empirica Reparti internistici Rev. 00 del Cod. Pag.1 di 14 Istruzione

Dettagli

Le principali sindromi infettive Terapia empirica. Dr. Piergiorgio Bertucci- maggio 2016

Le principali sindromi infettive Terapia empirica. Dr. Piergiorgio Bertucci- maggio 2016 Le principali sindromi infettive Terapia empirica Dr. Piergiorgio Bertucci- maggio 2016 USO RAZIONALE DEGLI La terapia antimicrobica empirica dovrebbe: essere selezionata. ANTIBIOTICI avere come bersaglio

Dettagli

LA PROFILASSI ANTIBIOTICA PERI-OPERATORIA

LA PROFILASSI ANTIBIOTICA PERI-OPERATORIA LA PROFILASSI ANTIBIOTICA PERI-OPERATORIA Dott.ssa A. Passariello Coordinamento Farmaceutico Ospedaliero ex Ce1 PROFILASSI PERI-OPERATORIA La somministrazione di chemioterapici secondo modalità ben definite,

Dettagli

TIMECEF 1 G/4 ML POLVERE E SOLVENTE PER SOLUZIONE INIETTABILE PER USO INTRAMUSCOLARE

TIMECEF 1 G/4 ML POLVERE E SOLVENTE PER SOLUZIONE INIETTABILE PER USO INTRAMUSCOLARE FARMACOVIGILANZA TIMECEF 1 G/4 ML POLVERE E SOLVENTE PER SOLUZIONE INIETTABILE PER USO INTRAMUSCOLARE Variazioni degli stampati relativamente agli aspetti della sicurezza Le modifiche agli stampati sono

Dettagli

FARMACOCINETICA E FARMACODINAMICA DEGLI ANTIBIOTICI

FARMACOCINETICA E FARMACODINAMICA DEGLI ANTIBIOTICI Progetto Formativo Aziendale Ottimizzazione dell uso degli antibiotici e dei chemioterapici antinfettivi FARMACOCINETICA E FARMACODINAMICA DEGLI ANTIBIOTICI 16 Novembre 2012 dott.ssa Laura Rocatti Direttore

Dettagli

CENNI SULLA INTERAZIONE TRA FARMACI. Dr. Pg Bertucci Tropicalista

CENNI SULLA INTERAZIONE TRA FARMACI. Dr. Pg Bertucci Tropicalista CENNI SULLA INTERAZIONE TRA FARMACI Dr. Pg Bertucci Tropicalista FARMACI ABITUALMENTE SOMMINISTRATI - DIGITALICI - ANTICOAGULANTI - ANTIIPERTENSIVI - DIURETICI - IPOGLICEMIZZANTI - RESPIRATORII - SOLUZIONI

Dettagli

Il punto di vista dell infettivologo : quando e quale terapia antibiotica

Il punto di vista dell infettivologo : quando e quale terapia antibiotica L TRATTAMENTO E PREVENZIONE DELLE FERITE DIFFICILI DEGLI ARTI INFERIORI Livorno 20 giugno 2015 Il punto di vista dell infettivologo : quando e quale terapia antibiotica Dr. Spartaco Sani Direttore U.O.

Dettagli

Le infezioni nosocomiali nella realtà degli ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali. Savona 24 febbraio 2007

Le infezioni nosocomiali nella realtà degli ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali. Savona 24 febbraio 2007 Le infezioni nosocomiali nella realtà degli ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali Savona 24 febbraio 2007 INDICAZIONI AD UN CORRETTO USO DEI FARMACI ANTIBIOTICI: IL CALMIERE

Dettagli

Antibiogramma Nuovi criteri interpretativi e istruzioni per l uso

Antibiogramma Nuovi criteri interpretativi e istruzioni per l uso Agenzia sanitaria e sociale regionale Antibiogramma 2011 Nuovi criteri interpretativi e istruzioni per l uso Cosa cambia con l adozione dello standard europeo EUCAST Come utilizzare nella pratica clinica

Dettagli

PROTOCOLLI DI TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA TERAPIA INTENSIVA OMV

PROTOCOLLI DI TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA TERAPIA INTENSIVA OMV PROTOCOLLI DI TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA TERAPIA INTENSIVA OMV 1. Valutazione dati di Microbiologia anni 2007-2008 1.1 Numero isolamenti Frequenza principali isolamenti anni 2007-2008 in Terapia Intensiva

Dettagli

27 Gennaio 2017 Dr.ssa Chiara Sturaro XVIII CONGRESSO REGIONALE FADOI EMILIA ROMAGNA

27 Gennaio 2017 Dr.ssa Chiara Sturaro XVIII CONGRESSO REGIONALE FADOI EMILIA ROMAGNA 27 Gennaio 2017 Dr.ssa Chiara Sturaro XVIII CONGRESSO REGIONALE FADOI EMILIA ROMAGNA L infusione endovenosa è l immissione diretta di liquidi, farmaci, nutrienti, sangue o emoderivati nel torrente ematico

Dettagli

Dose: 2-5 mg/kg a bolo in 20/30 minuti; successivamente 0,7-1 mg/kg in infusione continua

Dose: 2-5 mg/kg a bolo in 20/30 minuti; successivamente 0,7-1 mg/kg in infusione continua CASO 1 Un bambino di 3 anni (14 kg) giunge in Pronto Soccorso, accompagnato dai genitori per difficoltà respiratoria. In Triage vengono rilevati i seguenti parametri vitali: Spo2 in aria ambiente 89%,

Dettagli

Silvani Maria Chiara

Silvani Maria Chiara Silvani Maria Chiara .. DGR 318/2013 LINEE DI INDIRIZZO ALLE AZIENDE PER LA GESTIONE DEL RISCHIO INFETTIVO: INFEZIONI CORRELATE ALL ASSISTENZA E USO RESPONSABILE DI ANTIBIOTICI ALLEGATO 5: FUNZIONI DEL

Dettagli

La spesa sanitaria correlata alla mancata prevenzione

La spesa sanitaria correlata alla mancata prevenzione Dott.ssa Daniela Cestino La spesa sanitaria correlata alla mancata prevenzione A.O.U. CITTA DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA Torino 14 Ottobre 2016 Dott.ssa Daniela Cestino Dott.ssa Daniela Cestino In Europa

Dettagli

LE INFEZIONI IN UTIC. Dott. Diego BRUSTIA - S.C.D.O. di Malattie Infettive Azienda Ospedale Maggiore della Carità di Novara

LE INFEZIONI IN UTIC. Dott. Diego BRUSTIA - S.C.D.O. di Malattie Infettive Azienda Ospedale Maggiore della Carità di Novara Azienda Osped.Universitaria Maggiore della Carità Novara UNIVERSITA DEL PIEMONTE ORIENTALE LE INFEZIONI IN UTIC Dott. Diego BRUSTIA - S.C.D.O. di Malattie Infettive Azienda Ospedale Maggiore della Carità

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Facoltà di Medicina e Chirurgia SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Facoltà di Medicina e Chirurgia SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Facoltà di Medicina e Chirurgia SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA Analisi delle antibiotico-resistenze in patogeni isolati da campioni di urina del

Dettagli

FARMACI VASOATTIVI per via infusiva continua. MODALITA di DILUIZIONE e SOMMINISTRAZIONE

FARMACI VASOATTIVI per via infusiva continua. MODALITA di DILUIZIONE e SOMMINISTRAZIONE OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMO AZIENDA OSPEDALIERA di rilievo nazionale e di alta specializzazione FARMACI VASOATTIVI per via infusiva continua MODALITA di DILUIZIONE e SOMMINISTRAZIONE a cura di Daniela

Dettagli

Gestione infermieristica dei nuovi farmaci biologici nelle pazienti con carcinoma mammario: modalità di somministrazione

Gestione infermieristica dei nuovi farmaci biologici nelle pazienti con carcinoma mammario: modalità di somministrazione Gestione infermieristica dei nuovi farmaci biologici nelle pazienti con carcinoma mammario: modalità di somministrazione Beniamino Micheloni U.O.C. Oncologia Medica Ospedale Sacro Cuore Don Calabria Negrar

Dettagli

Pag. 1 ANTIBATTERICI PER USO SISTEMICO (SOMMINISTRAZIONE ORALE)

Pag. 1 ANTIBATTERICI PER USO SISTEMICO (SOMMINISTRAZIONE ORALE) 25124 Brescia J01AA - TETRACICLINE J01AA04 Tetraciclina: Capsule Rigide 300 Mg 0.24 si J01AA02 Doxiciclina: Cpr 100 Mg 0.24 si J01AA08 Minociclina: Capsule Rigide 100 Mg 0.62 J01BA - AMFENICOLI J01CA -

Dettagli

ANTIBIOGRAMMA KIRBY-BAUER BAUER BIORAD. arintha biotech

ANTIBIOGRAMMA KIRBY-BAUER BAUER BIORAD. arintha biotech ANTIBIOGRAMMA KIRBY-BAUER BAUER BIORAD I prodotti descritti in questa presentazione sono della BIORAD Dischi per il test di sensibilità Dischi bianchi Dispensatore automatico di dischetti OSIRIS Dischi

Dettagli

IL FLUSSO REGIONALE DELLA SPESA FARMACEUTICA OSPEDALIERA

IL FLUSSO REGIONALE DELLA SPESA FARMACEUTICA OSPEDALIERA IL FLUSSO REGIONALE DELLA SPESA FARMACEUTICA OSPEDALIERA Castelfranco, 18 Novembre 2005 Centro di riferimento regionale dati di spesa farmaceutica ospedaliera Regione Veneto Referente regionale: Dr. Giovanni

Dettagli

ANTIBIOTICI uso abuso autoprescrizione

ANTIBIOTICI uso abuso autoprescrizione Istituto Clinico Città di Brescia, 22 Maggio 2008 ANTIBIOTICI uso abuso autoprescrizione IL PUNTO DI VISTA DELL INFETTIVOLOGO G. Carosi Istituto di Malattie Infettive e Tropicali Università degli Studi

Dettagli

SCELTA DEGLI ANTIBIOTICI

SCELTA DEGLI ANTIBIOTICI 3 DICEMBRE 2012 SCELTA DEGLI ANTIBIOTICI Dr. Matteo Curti Medico Medicina Generale Azienda Sanitaria Locale di Parma CATEGORIE DEGLI ANTIBIOTICI BATTERIOSTATICI BATTERICIDI MECCANISMO D AZIONE SULLA PARETE

Dettagli

Società Medico Chirurgica Ferrara. La Terapia antibioticadelle angiocolitinell era delle resistenze: risvolti nella pratica clinica

Società Medico Chirurgica Ferrara. La Terapia antibioticadelle angiocolitinell era delle resistenze: risvolti nella pratica clinica Società Medico Chirurgica Ferrara La Terapia antibioticadelle angiocolitinell era delle resistenze: risvolti nella pratica clinica Cona (Fe) 1 Dicembre 2012 Marco Libanore Unità Operativa Complessa Malattie

Dettagli

Gli errori di terapia: approccio alla problematica e studi internazionali

Gli errori di terapia: approccio alla problematica e studi internazionali Gli errori di terapia: approccio alla problematica e studi internazionali SICUREZZA DEL PAZIENTE E GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Ancona 15.03.2010 I.N.R.C.A. Ancona RACCOMANDAZIONI USO POTASSIO CONCENTRATO

Dettagli

ASL 2 SAVONESE REVISIONE PRONTUARIO TERAPEUTICO ANTIBIOTICOTERAPIA - ANTIMICOTICOTERAPIA TERAPIA ANTIPARASSITARIA TERAPIA ANTIVIRALE edizione 2006

ASL 2 SAVONESE REVISIONE PRONTUARIO TERAPEUTICO ANTIBIOTICOTERAPIA - ANTIMICOTICOTERAPIA TERAPIA ANTIPARASSITARIA TERAPIA ANTIVIRALE edizione 2006 ASL 2 SAVONESE REVISIONE PRONTUARIO TERAPEUTICO ANTIBIOTICOTERAPIA - ANTIMICOTICOTERAPIA TERAPIA ANTIPARASSITARIA TERAPIA ANTIVIRALE edizione 2006 Dott.ssa Lorenza Repetto UO Farmacia Dott. Marco Anselmo

Dettagli

J01CA - PENICILLINE AD AMPIO SPETTRO

J01CA - PENICILLINE AD AMPIO SPETTRO 25128 Brescia J01AA - TETRACICLINE J01AA02 Doxiciclina: Cpr 100 Mg 0.24 si J01AA05 Metaciclina: Cps 300 Mg 0.34 J01AA04 Tetraciclina: Cps 300 Mg 0.43 J01AA08 Minociclina: Cps 100 Mg 0.62 J01BA - AMFENICOLI

Dettagli

Penicilline: visione generale

Penicilline: visione generale Gram+ Gram- Penicilline: visione generale Sono antibiotici che inibiscono la transpeptidasi responsabile del processo di reticolazione del peptidoglicano(ultima tappa) Penicillina Parete batterica risulta

Dettagli

Chemioterapici antibatterici e antibiotici

Chemioterapici antibatterici e antibiotici Chemioterapici antibatterici e antibiotici Farmacologia Speciale Paziente infetto Strategia terapeutica campione per identificazione e sensibilità Risposta laboratorio con le sensibilità Terapia empirica

Dettagli

Sepsi addominale da KPC in paziente con AIDS

Sepsi addominale da KPC in paziente con AIDS Casi difficili in Patologia Infettiva Sepsi addominale da KPC in paziente con AIDS Laura Sighinolfi U.O.Malattie Infettive Azienda Ospedaliero Universitaria -Ferrara Paziente G.F. Donna, trasmissione sessuale

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Ampicillina e Sulbactam IBI 500 mg + 250 mg / 1,6 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile Ampicillina/Sulbactam Legga attentamente questo foglio

Dettagli

Penicilline Cefalosporine Inibitori β-lattamasi Monobactami Carbapenemi

Penicilline Cefalosporine Inibitori β-lattamasi Monobactami Carbapenemi β-lattamine Penicilline Cefalosporine Inibitori β-lattamasi Monobactami Carbapenemi MECCANISMO D AZIONE MECCANISMO D AZIONE β-lattamine Anello β-lattamico Meccanismo d azione Farmacocinetica T/mic a parità

Dettagli

Impiego e consumi di antibiotici nell A-USL 2 di Olbia

Impiego e consumi di antibiotici nell A-USL 2 di Olbia L INFORMAZIONE INDIPENDENTE SUL FARMACO: IL CORRETTO USO DEGLI ANTIBIOTICI OLBIA 11/10/08 Impiego e consumi di antibiotici nell A-USL 2 di Olbia Dr. Giuseppe Staico farmacista dirigente ospedaliero D.G.R.

Dettagli

J01CA - PENICILLINE AD AMPIO SPETTRO

J01CA - PENICILLINE AD AMPIO SPETTRO J01AA - TETRACICLINE J01AA02 Doxiciclina Iclato/Doxiciclina: Cpr 100 Mg/100 Mg 0.24 si J01AA04 Tetraciclina: 300 Mg 0.24 si J01AA02 Doxiciclina: Cpr 100 Mg 0.24 si J01AA05 Metaciclina: Cps 300 Mg 0.34

Dettagli

terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna

terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna terapia antibiotica empirica delle affezioni respiratorie in medicina interna terapia antibiotica empirica protocollo terapeutico elaborato ed adottato protocollo terapeutico in Medicina ERI - Medicina

Dettagli

FONDAMENTI DI TERAPIA ANTINFETTIVA: GLI ANTIBIOTICI, QUESTI SCONOSCIUTI MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI ANTINFETTIVI

FONDAMENTI DI TERAPIA ANTINFETTIVA: GLI ANTIBIOTICI, QUESTI SCONOSCIUTI MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI ANTINFETTIVI FONDAMENTI DI TERAPIA ANTINFETTIVA: GLI ANTIBIOTICI, QUESTI SCONOSCIUTI MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI ANTINFETTIVI 30 31 MAGGIO 2016 CPSI ADELAIDE EPIFANI ASL TO4 VIE DI SOMMINISTRAZIONE ENTERALE

Dettagli

FARMACI PER IL TRATTAMENTO DELL'ULCERA PEPTICA E DELLA MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO

FARMACI PER IL TRATTAMENTO DELL'ULCERA PEPTICA E DELLA MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO ATC A02B FARMACI PER IL TRATTAMENTO DELL'ULCERA PEPTICA E DELLA MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO A02BA ANTAGONISTI DEI RECETTORI H2 A02BA02 Ranitidina 150 mg (cpr / buste /cpr efferv) 300 mg os A SI

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore DALACIN C FOSFATO 300 mg/2 ml soluzione iniettabile DALACIN C FOSFATO 600 mg/4 ml soluzione iniettabile Clindamicina Legga attentamente questo foglio

Dettagli

BOLLETTINO EPIDEMIOGICO ANNO SC MICROBIOLOGIA Dr Andrea Rocchetti TSLB Monica Canepari

BOLLETTINO EPIDEMIOGICO ANNO SC MICROBIOLOGIA Dr Andrea Rocchetti TSLB Monica Canepari BOLLETTINO EPIDEMIOGICO ANNO 2015 SC MICROBIOLOGIA Dr Andrea Rocchetti TSLB Monica Canepari Prima di scegliere un antibiotico occorre valutare il rischio infettivo relativo ad un determinato patogeno e

Dettagli

Corso ECM Uso Responsabile dell Antibioticoterapia Ferrara 19 Marzo 2014

Corso ECM Uso Responsabile dell Antibioticoterapia Ferrara 19 Marzo 2014 Corso ECM Uso Responsabile dell Antibioticoterapia Ferrara 19 Marzo 2014 La prevenzione delle ICA ed il corretto uso degli antibiotici: una combinazione necessaria per limitare l espansione delle resistenze

Dettagli

Terapia antibiotica RICONOSCERE E GESTIRE LA SEPSI. a brand of SPEDALI CIVILI DI BRESCIA AZIENDA OSPEDALIERA

Terapia antibiotica RICONOSCERE E GESTIRE LA SEPSI. a brand of SPEDALI CIVILI DI BRESCIA AZIENDA OSPEDALIERA Terapia antibiotica RICONOSCERE E GESTIRE LA SEPSI a brand of SPEDALI CIVILI DI BRESCIA AZIENDA OSPEDALIERA Sommario Introduzione... 1 La terapia empirica ad ampio spettro... 2 Terapia mirata... 2 Principi

Dettagli

Gli antibiotici e gli orientamenti prescrittivi: come ci comportiamo

Gli antibiotici e gli orientamenti prescrittivi: come ci comportiamo Corso Aziendale ECM «Uso responsabile degli antibiotici» Gli antibiotici e gli orientamenti prescrittivi: come ci comportiamo Dott.ssa Rossella Carletti Ferrara, 19 marzo 2014 Dipartimento Farmaceutico

Dettagli

PRONTUARIO TERAPEUTICO OSPEDALIERO. forma farmaceutica

PRONTUARIO TERAPEUTICO OSPEDALIERO. forma farmaceutica principio attivo nome commerciale forma farmaceutica dosaggio costo (euro) indicativo per unità note Genericato FB SANGUE ED ORGANI EMOPOIETICI 03 FARMACI ANTIANEMICI acido folico folina 20 cps mg 5 0,04

Dettagli

Indice degli argomenti

Indice degli argomenti Indice degli argomenti Cenni di farmacologia Applicazioni di matematica alla farmacologia Somministrazione dei farmaci Preparazione agli esami endoscopici Preparazione agli esami radiologici ed ecografici

Dettagli

RACCOMANDAZIONI AZIENDALI SULLA PROFILASSI ANTIMICROBICA IN CHIRURGIA

RACCOMANDAZIONI AZIENDALI SULLA PROFILASSI ANTIMICROBICA IN CHIRURGIA Presidio Ospedaliero Nord Servizio di Farmacia Tel.: 0773/6553077-6553076- Fax.: 0773/6553074. Latina, 20/11/2006 RACCOMANDAZIONI AZIENDALI SULLA PROFILASSI ANTIMICROBICA IN CHIRURGIA La profilassi chirurgica

Dettagli

I CARDINI DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA

I CARDINI DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA I CARDINI DELLA TERAPIA ANTIBIOTICA Quali sono le regole fondamentali che tutti i medici dovrebbero sapere sugli antibiotici? Il limite della maggior parte dei testi di antibioticoterapia è quello di perdersi

Dettagli

Prevalenza di Escherichia coli uropatogeni multiresistenti isolati da cane e uomo

Prevalenza di Escherichia coli uropatogeni multiresistenti isolati da cane e uomo Prevalenza di Escherichia coli uropatogeni multiresistenti isolati da cane e uomo Un problema emergente riguardo al trattamento delle infezioni urinarie sostenute da E. coli è rappresentato dalla diffusione

Dettagli

DATA 25- giu PROT. N. 4949/DF. Alle Associazioni Sindacali di Categoria FIMMG SMI SNAMI FIMP. e.p.c

DATA 25- giu PROT. N. 4949/DF. Alle Associazioni Sindacali di Categoria FIMMG SMI SNAMI FIMP. e.p.c Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Farmaceutico Via Pindemonte 88 90129 PALERMO Telefono 091 7033267 / 091 7033269 FAX 091 7033019 WEB www.dipartimentofarmaco.asppalermo.org

Dettagli

CEFODIE Cefonicid. Categoria farmacoterapeutica Antibiotico iniettabile.

CEFODIE Cefonicid. Categoria farmacoterapeutica Antibiotico iniettabile. Foglio illustrativo CEFODIE Cefonicid Denominazione del medicinale CEFODIE 500 mg/2 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare. CEFODIE 1 g/2,5 ml polvere e solvente per soluzione

Dettagli

Sindromi urologiche (ivu)

Sindromi urologiche (ivu) Terapia empirica ragionata Delle Sindromi urologiche (ivu) Dr. Pg Bertucci Tropicalista NON CONFONDETE LA TERAPIA URINARIA CON LA URINOTERAPIA Gli Agenti Eziologici Oltre il 95% delle IVU sono monomicrobiche

Dettagli

Pagina 1 di 5. Lotto 1 CIG 6738957B3B. S.C. Medicina di Laboratorio. Lotto Unico: Microbiologia Sistemi per Generazione Atmosfera Controllata

Pagina 1 di 5. Lotto 1 CIG 6738957B3B. S.C. Medicina di Laboratorio. Lotto Unico: Microbiologia Sistemi per Generazione Atmosfera Controllata MICROBIOLOGIA LOTTI DA 1 A 7 N.B.: Le Ditte, pena l'esclusione, dovranno produrre: - Conformità alle norme di prevenzione e sicurezza del lavoro (L.81/2008 e leggi correlate) - Marchio CE IVD per Reagenti

Dettagli

La terapia antibiotica empirica nel paziente con sepsi severa. Tiziana Quirino U.O. Malattie Infettive Ospedale di Busto Arsizio

La terapia antibiotica empirica nel paziente con sepsi severa. Tiziana Quirino U.O. Malattie Infettive Ospedale di Busto Arsizio La terapia antibiotica empirica nel paziente con sepsi severa Tiziana Quirino U.O. Malattie Infettive Ospedale di Busto Arsizio Incontri SIMIT Lombardia Lecco, 22 aprile 2013 Consumo di antibiotici in

Dettagli

La scelta razionale di una corretta antibioticoterapia

La scelta razionale di una corretta antibioticoterapia Le Infezioni in Medicina, Suppl. 4, 37-57, Farmacologia degli antibiotici nelle infezioni della cute e dei tessuti molli Pharmacodynamic and pharmacokinetic of antibiotics for treatment of skin and soft

Dettagli

Germi multiresistenti Profilo microbiologico

Germi multiresistenti Profilo microbiologico Germi multiresistenti Profilo microbiologico Valeria Gaia Servizio di microbiologia EOLAB Bellinzona Gli antibiotici Farmaci antibatterici - Battericidi (uccidono) - Batteriostatici (impediscono la crescita)

Dettagli

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA Dati microbiologici I semestre 2015 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it Come interpretare i dati TIPI DI TABELLE 1.

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile. Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile. Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore ACIDO CLODRONICO EG 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché

Dettagli

VAP: Ventilator associated pneumonia. Guido GUBERTINI I Divisione Mal. Infettive Claudio SAVI Cardioanestesia Ospedale «Luigi Sacco» - Milano

VAP: Ventilator associated pneumonia. Guido GUBERTINI I Divisione Mal. Infettive Claudio SAVI Cardioanestesia Ospedale «Luigi Sacco» - Milano VAP: Ventilator associated pneumonia Guido GUBERTINI I Divisione Mal. Infettive Claudio SAVI Cardioanestesia Ospedale «Luigi Sacco» - Milano Definizione Polmonite che si sviluppa in pazienti in VAM da

Dettagli

AIFA Agenzia Italiana Del Farmaco Nota Informnativa Importante su Tachipirina e Medicinali Contenenti Paracetamolo da Solo e/o in Associazione

AIFA Agenzia Italiana Del Farmaco Nota Informnativa Importante su Tachipirina e Medicinali Contenenti Paracetamolo da Solo e/o in Associazione AIFA - Tachipirina e Paracetamolo 20/01/2010 (Livello 2) AIFA Agenzia Italiana Del Farmaco Nota Informnativa Importante su Tachipirina e Medicinali Contenenti Paracetamolo da Solo e/o in Associazione Nota

Dettagli

FARMACI EQUIVALENTI ratiopharm

FARMACI EQUIVALENTI ratiopharm SISTEMA NERVOSO ACIDO VALPROICO e SODIO VALPROATO ratiopharm 30 cpr ril. prol. 300 mg A 5,04 037839026 30 cpr ril. prol. 500 mg A 8,17 037839115 ALPRAZOLAM ratiopharm 20 cpr 0,25 mg C 2,70 033820010 20

Dettagli

L uso degli antibiotici in Lombardia: analisi di farmacoutilizzazione e di farmacovigilanza

L uso degli antibiotici in Lombardia: analisi di farmacoutilizzazione e di farmacovigilanza L uso degli antibiotici in Lombardia: analisi di farmacoutilizzazione e di farmacovigilanza Olivia Leoni, Valentino Conti, Stefania Scotto Centro Regionale di FarmacoVigilanza Regione Lombardia Il presente

Dettagli

U.O. FARMACIA. SCHEDE INFORMATIVE SULL IMPIEGO DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Linee Guida

U.O. FARMACIA. SCHEDE INFORMATIVE SULL IMPIEGO DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Linee Guida U.O. FARMACIA SCHEDE INFORMATIVE SULL IMPIEGO DI SACCHE PER NUTRIZIONE PARENTERALE Linee Guida LFA.P27 Rev.2 del 14.05.2015 La nutrizione parenterale (NP) consiste nell introduzione direttamente nel torrente

Dettagli

VIA ORALE MODULO DI TECNICHE E FORME FARMACEUTICHE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE ANNO ACCADEMICO 2004-2005

VIA ORALE MODULO DI TECNICHE E FORME FARMACEUTICHE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE ANNO ACCADEMICO 2004-2005 VIA ORALE MODULO DI TECNICHE E FORME FARMACEUTICHE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE ANNO ACCADEMICO 2004-2005 2005 VANTAGGI DELLA VIA ORALE! Le forme farmaceutiche orali sono facili e convenienti da usare

Dettagli

Come calcolare i parametri farmacocinetici

Come calcolare i parametri farmacocinetici Come calcolare i parametri farmacocinetici La conoscenza dei parametri farmacocinetici fondamentali di un farmaco è essenziale per comprendere in che modo esso venga trattato dall organismo e come sia

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE TEICOMID 200 mg/3 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile TEICOMID 400 mg/3 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile

Dettagli

Antibioticoterapia: razionale d uso. Elio Castagnola U.O. Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini Genova

Antibioticoterapia: razionale d uso. Elio Castagnola U.O. Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini Genova Antibioticoterapia: razionale d uso Elio Castagnola U.O. Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini Genova 2 1. necessità di conoscenze sull epidemiologia 125 eziologia delle sepsi nei neonati 1 75 5

Dettagli

Principi di terapia antibiotica

Principi di terapia antibiotica Principi di terapia antibiotica Dr Ermanno Gabbi Arcispedale Santa Maria Nuova U.O. Malattie Infettive Comitato Infezioni Ospedaliere La terapia empirica Non tutti i pazienti con febbre hanno un infezione

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE CLODRONATO ABC 100 mg/3,3 ml soluzione iniettabile CLODRONATO ABC 300 mg/10 ml soluzione per infusione endovenosa

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L AGENZIA EUROPEA DEI MEDICINALI (EMA) E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA)

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L AGENZIA EUROPEA DEI MEDICINALI (EMA) E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L AGENZIA EUROPEA DEI MEDICINALI (EMA) E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) Agosto 2012 Comunicazione diretta agli operatori sanitari sull associazione tra

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Ampicillina e Sulbactam IBI 1 g mg polvere per soluzione iniettabile

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Ampicillina e Sulbactam IBI 1 g mg polvere per soluzione iniettabile Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Ampicillina e Sulbactam IBI 1 g + 500 mg polvere per soluzione iniettabile Ampicillina/Sulbactam Legga attentamente questo foglio illustrativo prima

Dettagli

Minaccia di parto pretermine e/o rottura pretermine delle membrane: Protocollo di Trasporto

Minaccia di parto pretermine e/o rottura pretermine delle membrane: Protocollo di Trasporto Protocollo V11 - Procedure di Trasporto PATOLOGIE Minaccia di parto pretermine e/o rottura pretermine delle membrane: Protocollo di Trasporto Diagnosi di minaccia di parto pretermine (MPP): 1. attività

Dettagli

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. I trimestre Azienda Ospedaliera S.

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. I trimestre Azienda Ospedaliera S. Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze I trimestre 2012 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA INTERNISTICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it

Dettagli

Polmoniti correlate. Paolo Viganò Malattie Infettive. alle cure

Polmoniti correlate. Paolo Viganò Malattie Infettive. alle cure Polmoniti correlate Paolo Viganò Malattie Infettive alle cure 14 aprile 2014 inquadriamo l argomento HAP-VAP il quadro HAP-VAP HAP: si sviluppa 48 h dopo l ammissione in struttura sanitaria precoce/tardiva:

Dettagli

Sorveglianza batterica e monitoraggio dell attivita degli antibiotici nel 2013 nella ASL BT

Sorveglianza batterica e monitoraggio dell attivita degli antibiotici nel 2013 nella ASL BT Epidemiologia Sorveglianza batterica e monitoraggio dell attivita degli antibiotici nel 2013 nella ASL BT Silvia Venitucci * Data la crescente diffusione del fenomeno dell antibiotico resistenza,la valutazione

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA ANTIMICROBICA, ANTIVIRALE E ANTIFUNGINA NELL ADULTO E NEL BAMBINO IN OSPEDALE GUIDA

SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA ANTIMICROBICA, ANTIVIRALE E ANTIFUNGINA NELL ADULTO E NEL BAMBINO IN OSPEDALE GUIDA Malattie Infettive Viale In collaborazione con Centro Studi EBN Farmacia Clinica SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA ANTIMICROBICA, ANTIVIRALE E ANTIFUNGINA NELL ADULTO E NEL BAMBINO IN OSPEDALE GUIDA Bologna,

Dettagli

Il processo della logistica farmaceutica, prospettive e sfide per il farmacista SSN LA DOSE UNITARIA Teresa Cocquio Farmacia Ospedale di Forlì

Il processo della logistica farmaceutica, prospettive e sfide per il farmacista SSN LA DOSE UNITARIA Teresa Cocquio Farmacia Ospedale di Forlì Il processo della logistica farmaceutica, prospettive e sfide per il farmacista SSN LA DOSE UNITARIA Teresa Cocquio Farmacia Ospedale di Forlì Contenuti della Presentazione o Premessa sul sistema Dose

Dettagli

AMPICILLINA SODICA PREPARAZIONE INIETTABILE. Ampicillina sodica polvere sterile per preparazioni iniettabili

AMPICILLINA SODICA PREPARAZIONE INIETTABILE. Ampicillina sodica polvere sterile per preparazioni iniettabili 1 0 1 0 1 0 1 0 1 001/FU Aprile 00 Commenti entro il Settembre 00 NOTA: Armonizzata con la versione revisionata della B.P. La monografia è stata completamente revisionata per armonizzarla con le corrispondenti

Dettagli

Patogeni emergenti: impatto epidemiologico

Patogeni emergenti: impatto epidemiologico La gestione multidisciplinare della complessità delle infezioni endo-addominali: esperienze a confronto Aula Congressuale - Ospedale di Cona venerdì 27 Novembre 2015 Patogeni emergenti: impatto epidemiologico

Dettagli

Prontuario delle dimissioni a cura della commisione terapeutica interna dell'ospedale

Prontuario delle dimissioni a cura della commisione terapeutica interna dell'ospedale Prontuario delle dimissioni a cura della commisione terapeutica interna dell'ospedale ATC Principio attivo: Formulazione economicamente più conveniente (sono in commercio altri dosaggi contenenti il medesimo

Dettagli

Atosiban Ibisqus 37,5 mg/5 ml concentrato per soluzione per infusione Medicinale equivalente

Atosiban Ibisqus 37,5 mg/5 ml concentrato per soluzione per infusione Medicinale equivalente Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Atosiban Ibisqus 37,5 mg/5 ml concentrato per soluzione per infusione Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo

Dettagli

FARMACI EQUIVALENTI ratiopharm

FARMACI EQUIVALENTI ratiopharm SISTEMA NERVOSO ACIDO VALPROICO e SODIO VALPROATO ratiopharm 30 cpr ril. prol. 300 mg A 5,04 037839026 30 cpr ril. prol. 500 mg A 8,17 037839115 ALPRAZOLAM ratiopharm 20 cpr 0,25 mg C 2,70 033820010 20

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE CEFOMIT 1 g/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare o endovenoso CEFOMIT 1 g/4 ml polvere e

Dettagli

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. II trimestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA

Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze. II trimestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA Epidemiologia isolamenti batteri e miceti e sorveglianza antibiotico-resistenze II trimestre 2012 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CRITICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it

Dettagli

Farmaci di interesse Odontoiatrico, usati in età pediatrica

Farmaci di interesse Odontoiatrico, usati in età pediatrica Farmaci di interesse Odontoiatrico, usati in età pediatrica Molti farmaci somministrati ai bambini vengono utilizzati secondo dosi e formulazioni che non sono quelle per le quali il farmaco è stato creato;

Dettagli

Tabella 1 NUMERO DI CAMPIONI AMBULATORIALI INVIATI PER ESAME COLTURALE E RELATIVA PERCENTUALE DI POSITIVITÀ/NEGATIVITÀ

Tabella 1 NUMERO DI CAMPIONI AMBULATORIALI INVIATI PER ESAME COLTURALE E RELATIVA PERCENTUALE DI POSITIVITÀ/NEGATIVITÀ anno 2006 (utenti AMBULATORIALI di Ravenna Faenza - Lugo) Il materiale presentato costituisce l aggiornamento rispetto al documento precedentemente elaborato relativo alla epidemiologia batterica locale

Dettagli

Percorso Diagnostico Assistenziale delle infezioni da Clostridium difficile (ICD): esperienze a confronto

Percorso Diagnostico Assistenziale delle infezioni da Clostridium difficile (ICD): esperienze a confronto Percorso Diagnostico Assistenziale delle infezioni da Clostridium difficile (ICD): esperienze a confronto Reggio Emilia 9 Ottobre 2009 La Prevenzione mediante l uso razionale degli antibiotici Marco Libanore

Dettagli

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi

Dati microbiologici I semestre Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi Dati microbiologici I semestre 2016 Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi AREA CHIRURGICA Dott. Simone Ambretti U.O.Microbiologia simone.ambretti@aosp.bo.it Come interpretare i dati TIPI DI TABELLE 1.

Dettagli

Laboratorio Dosaggio farmaci CPS I Lia Ecchia Ospedale Bellaria

Laboratorio Dosaggio farmaci CPS I Lia Ecchia Ospedale Bellaria Laboratorio Dosaggio farmaci 2015 CPS I Lia Ecchia Ospedale Bellaria Responsabilità infermieristiche relative alla somministrazione dei farmaci La responsabilità infermieristica è delineata: - nel DM 739/94,

Dettagli

Paziente con batteriemia da ceppo multi resistente, considerazioni su che fare

Paziente con batteriemia da ceppo multi resistente, considerazioni su che fare Paziente con batteriemia da ceppo multi resistente, considerazioni su che fare Elio Castagnola Unità di Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini - Genova diagnosi LLA-B in altro centro, esegue chemioterapia

Dettagli

1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE CEFOTAXIMA GERMED 1 g/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare e endovenoso

1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE CEFOTAXIMA GERMED 1 g/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare e endovenoso RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE e endovenoso 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA e endovenoso Un flacone contiene: Principio attivo: Cefotaxime sodico

Dettagli

OSSERVATORIO MICROBIOLOGICO

OSSERVATORIO MICROBIOLOGICO Presidio Ospedaliero di Ravenna Dipartimento di Patologia e di Medicina Trasfusionale Servizio di Laboratorio Analisi Responsabile: Dott.ssa Franca Benini OSSERVATORIO MICROBIOLOGICO Campioni esterni Triennio

Dettagli

MEDICINALI LA CUI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO NON RISULTA RINNOVATA

MEDICINALI LA CUI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO NON RISULTA RINNOVATA MEDICINALI LA CUI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO NON RISULTA RINNOVATA AIC MEDICINALE CONFEZIONE DITTA 033860014 REMOTIVE 250 MG COMPRESSE RIVESTITE 30 COMPRESSE ABOCA S.P.A. SOCIETA AGRICOLA

Dettagli

Terapia delle infezioni respiratorie. Dr Lorenzo Veronese Osp. Ciriè

Terapia delle infezioni respiratorie. Dr Lorenzo Veronese Osp. Ciriè Terapia delle infezioni respiratorie Dr Lorenzo Veronese Osp. Ciriè FARINGITE FARINGITE NON COMPLICATA INFEZIONE DELLO SPAZIO SOTTOMANDIBOL ARE (Angina di Ludwig) Cellulite dura a rapida diffusione, bilaterale,

Dettagli

FARMACOCINETICA 1. Farmacologia generale FARMACOCINETICA FARMACOLOGIA FARMACODINAMICA

FARMACOCINETICA 1. Farmacologia generale FARMACOCINETICA FARMACOLOGIA FARMACODINAMICA FARMACOCINETICA 1 Farmacologia generale FARMACOCINETICA FARMACOLOGIA FARMACODINAMICA 1 ASSORBIMENTO DEI FARMACI cioè il processo per mezzo del quale un farmaco passa dal sito di somministrazione al plasma

Dettagli

INCLUSIONE FARMACI TERAPIA ORALE NEL MANGIME E/O ACQUA DI BEVANDA

INCLUSIONE FARMACI TERAPIA ORALE NEL MANGIME E/O ACQUA DI BEVANDA INCLUSIONE FARMACI TERAPIA ORALE NEL MANGIME E/O ACQUA DI BEVANDA SUPERAMENTO DI INCLUSIONE STANDARD PER XX GRAMMI / Q.le MANGIME COME DAI VECCHI PREMIX MEDICATI CALCOLI PER UN CORRETTO DOSAGGIO DEI MEDICINALI

Dettagli

PROTOCOLLO SULLA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA NEL PAZIENTE ADULTO

PROTOCOLLO SULLA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA NEL PAZIENTE ADULTO PROTOCOLLO SULLA TERAPIA ANTIBIOTICA EMPIRICA NEL PAZIENTE ADULTO Rev. n Descrizione modifica Firma Data Rev. n 0 Marzo 2014 Preparato: GAD sepsi Controllato: RISK MANAGER Verificato e approvato: CIO GRUPPO

Dettagli

Cefalosporine metossimiche attive verso Pseudomonas aeruginosa Scheda di valutazione

Cefalosporine metossimiche attive verso Pseudomonas aeruginosa Scheda di valutazione Cefalosporine metossimiche attive verso Pseudomonas aeruginosa Scheda di valutazione Individuazione della sovrapponibilità clinica negli usi prevalenti e delle eventuali indicazioni esclusive Rapporto

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l'utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l'utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l'utilizzatore Tazocin 2 g/0,25 g polvere per soluzione per infusione Tazocin 4 g/0,5 g polvere per soluzione per infusione piperacillina/tazobactam Legga attentamente

Dettagli

U.O. FARMACIA DIREZIONE MEDICA UTILIZZO DI SOLUZIONI INIETTABILI CONCENTRATE DI POTASSIO PROTOCOLLO OPERATIVO AD USO DELLE UU.OO.

U.O. FARMACIA DIREZIONE MEDICA UTILIZZO DI SOLUZIONI INIETTABILI CONCENTRATE DI POTASSIO PROTOCOLLO OPERATIVO AD USO DELLE UU.OO. Pag. 1 / 7 1.OGGETTO E SCOPO 1.1. Oggetto Oggetto del presente protocollo è la necessità di garantire la sicurezza della terapia con potassio, data la possibilità di effetti dannosi e potenzialmente letali

Dettagli