ANALISTA PROGRAMMATRICE e PROGRAMMATORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ANALISTA PROGRAMMATRICE e PROGRAMMATORE"

Transcript

1 Aggiornato il 9 luglio 2009 ANALISTA PROGRAMMATRICE e PROGRAMMATORE 1. CARTA D IDENTITÀ CHE COSA FA DOVE LAVORA CONDIZIONI DI LAVORO COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Abilità... 9 Comportamenti lavorativi Percorso professionale INFO Programma FIxO 1/12

2 1. CARTA D IDENTITÀ ANALISTA PROGRAMMATRICE e ANALISTA PROGRAMMATORE Altre denominazioni: Software Developer Figure professionali di prossimità: Software Architect, Progettista Informatico, Analista e Programmatore Chi è? L ANALISTA PROGRAMMATORE sviluppa l analisi di un problema in termini informatici. A tal fine raccoglie richieste, necessità e indicazioni del Cliente, analizza i processi aziendali nei quali si inserisce l intervento e ne valuta la fattibilità economica e tecnologica. Collabora alla definizione di architetture e modelli e al disegno di processi di controllo dell infrastruttura informatica garantendo coerenza e completezza del sistema rispetto ai vincoli tecnologici e progettuali. Definisce il diagramma di flusso degli applicativi del sistema informativo e ne realizza le varie fasi trascrivendole in codice di programmazione. Analizza e interpreta i dati ottenuti dal monitoraggio/test apportando eventuali modifiche o migliorie. Partecipa alla stesura del manuale d uso del Sistema Informativo. Quali norme regolano la professione? Non vi sono norme specifiche che regolano la professione. Non vi sono albi professionali per accedere alla professione. Livello EQF: VI livello del Quadro Europeo delle Qualifiche, corrispondente al primo ciclo dei titoli accademici Programma FIxO 2/12

3 2. CHE COSA FA L ANALISTA PROGRAMMATORE: ATTIVITÀ Analizza e interpreta la domanda del cliente Progetta gli Applicativi del Sistema Informativo Sviluppa e programma gli Applicativi del Sistema Informativo Definisce le procedure per la gestione e la manutenzione degli Applicativi del sistema Convalida gli Applicativi del Sistema Informativo Collauda gli applicativi del Sistema Informativo e predispone il manuale d uso DESCRIZIONE raccoglie le indicazioni e le necessità esplicite e fa emergere quelle latenti. Valuta la fattibilità economica e tecnologica, elabora e formalizza proposte alternative disegna i processi di esecuzione e controllo dell infrastruttura informatica, garantendo coerenza e completezza e formalizza i dettagli dei moduli software traducendo e scrivendo in codice di programmazione quanto riportato nel progetto (predisposizione della relativa documentazione tecnica) analizza e interpreta i dati ottenuti dal monitoraggio/test al fine di evidenziare eventuali problematicità e valuta la necessità di apportare delle modifiche controlla l integrazione dei vari componenti garantendo il corretto funzionamento del sistema complessivo Programma FIxO 3/12

4 3. DOVE LAVORA Dove lavora? Ambienti e organizzazione L ANALISTA PROGRAMMATORE può lavorare in: - Software House e aziende di servizi informatici - Aziende private e pubbliche aziende specializzate principalmente nella produzione di software (come i programmi per personal computer). Alcuni prodotti delle Software House sono: sottosistemi per la gestione aziendale (quali contabilità, gestione magazzino, produzione, logistica) anche in un quadro di riferimento ERP, sistemi per la progettazione (Computer Aided Design - CAD) e videogiochi. organizzazioni, in genere di grandi dimensioni, dotate di centri di elaborazione dati interni. - Domicilio/studio privato SOFTWARE HOUSE, AZIENDE PRIVATE e PUBBLICHE Le Software House svolgono le attività di sviluppo e personalizzazione di software applicativi, consulenza per la progettazione/riprogettazione del sistema informativo, progettazione e realizzazione di sistemi informatici chiavi in mano. Il software prodotto è solitamente destinato ad altre imprese e società che operano nei servizi, nell industria e nel commercio. Generalmente l ANALISTA PROGRAMMATORE inizia a lavorare come JUNIOR, in affiancamento ad un Senior con maggiore esperienza. In Software House di grandi dimensioni è possibile individuare due distinti profili: - quella dell'analista che si occupa dell'analisi delle esigenze del cliente e della traduzione di queste ultime in un progetto funzionante e che coordina un team di programmatori; - quella del PROGRAMMATORE che si occupa dello sviluppo del software nei vari linguaggi a partire dal progetto. In aziende di più piccola dimensione è l ANALISTA PROGRAMMATORE ad occuparsi sia dell attività di progettazione che della programmazione (in stretta collaborazione con il Project Manager). Più raramente l ANALISTA PROGRAMMATORE opera all interno di Aziende Programma FIxO 4/12

5 Pubbliche, le quali spesso ricorrono a servizi di consulenza informatica erogati da soggetti esterni. 4. CONDIZIONI DI LAVORO Quali sono le condizioni di lavoro? Contratti, relazioni, tempi L ANALISTA PROGRAMMATORE opera come lavoratore dipendente nelle Software House e nelle aziende che offrono servizi informatici. Negli ultimi anni, però, si sta affermando come professionista che lavora autonomamente. Indipendentemente dal contesto di lavoro, opera all'interno di un team di sviluppo in collaborazione con altri professionisti quali il Project Manager, il Software Architect, e il Programmatore. Il lavoro all interno del gruppo è suddiviso in modo da permettere a ciascuna figura professionale di procedere in parallelo nelle varie fasi, ottimizzando così i tempi di sviluppo. È importante che all'interno del gruppo ci sia affiatamento per garantire un alto grado di cooperazione e comunicazione. All ANALISTA PROGRAMMATORE può spesso esser richiesto di raggiungere il cliente nelle sue sedi allo scopo di fornirgli formazione ed assistenza e può dover lavorare nella sede del cliente per tutto il tempo di sviluppo del progetto. I tempi medi di un progetto cui un ANALISTA PROGRAMMATORE prende parte sono di sei mesi, ma, in casi particolarmente complessi o di grandi dimensioni, il suo lavoro può protrarsi per periodi di tempo più lunghi. Il lavoro si svolge con ritmi intensi e orari flessibili, in relazione alle esigenze del progetto e alle scadenza di consegna pattuite col cliente. L accesso al pubblico impiego avviene con il superamento di un concorso. Programma FIxO 5/12

6 5. COMPETENZE Quali competenze sono necessarie ATTIVITÀ OCCORRE SAPERE RISULTATO DELL ATTIVITÀ Analizza e interpreta la domanda del cliente Progetta gli applicativi del Sistema Informativo Sviluppa e programma gli applicativi del Sistema Informativo - Raccogliere, Comprendere e Interpretare le indicazioni e le richieste segnalate dal Cliente - Analizzare un modello dei processi aziendali e dei flussi informativi - Documentare le specifiche funzionali e le caratteristiche richieste al sistema - Individuare l ambiente di sviluppo e i supporti tecnologici da utilizzare - Verificare le modalità di integrazione tra componenti software - Definire le metodologie di riferimento per lo sviluppo - Realizzare i singoli componenti software in conformità alle specifiche ricevute - Impostare lo sviluppo di programmi software e funzioni (data base, applicazioni web, internet, ecc.) - Comporre e verificare il codice sorgente - Collaudare e Integrare i componenti per il corretto funzionamento del sistema Preventivo di tempi e costi e documentazione riportante le scelte architetturali Progetto degli applicativi del sistema informativo (diagramma di flusso e dettagli dei contenuti) Applicativi del Sistema Informativo sviluppati. Programma FIxO 6/12

7 Definisce le procedure per la gestione e la manutenzione del sistema Convalida gli applicativi del Sistema Informativo Collauda gli applicativi del Sistema Informativo e predispone il manuale d uso - Redigere una documentazione dettagliata del processo e delle funzioni da adottare nello sviluppo del sistema - Contribuire alla condivisione di regole, convenzioni in uno spirito di squadra - Analizzare e interpretare i dati ottenuti dal test ed Evidenziare eventuali rischi o ritardi - Valutare la necessità di apportare azioni correttive in funzione dell efficacia dell applicativo sviluppato - Proporre soluzioni migliorative - Organizzare le attività di collaudo - Verificare le caratteristiche di sistemi e sottosistemi software e Assicurare che eventuali necessità di modifica del software vengano gestite in conformità con i principi di ingegneria del software - Collaudare e integrare i componenti garantendo il corretto funzionamento del sistema complessivo - Raccogliere e Organizzare il materiale per la redazione del manuale d uso Documentazione tecnica elaborata Applicativi del Sistema informativo Verificati Sistema degli applicativi e delle relative componenti approvato, collaudato e consegnato al Cliente insieme al manuale d uso Programma FIxO 7/12

8 Conoscenze Quali conoscenze è necessario avere? Conoscenze specialistiche principali - Ambienti di sviluppo e strumenti (CASE e IDE) - Applicazioni critiche e distribuite - Basi di Dati - Linguaggi e metodi di programmazione - Componenti hardware e software - Elementi di networking e comunicazioni - Disegno dei sistemi e implementazione - Ingegneria dei requisiti - Principi di programmazione sicura - Elementi di sicurezza informatica - Progettazione, sviluppo e utilizzo di applicazioni web - Strategie organizzative e sistemi ITC correlati - Regole per il collaudo di sistema; - Principi di testing; Conoscenze generali principali - Elementi di economia aziendale - Analisi dei processi aziendali - Tecniche di coordinamento e gestione di team - Lingua inglese Programma FIxO 8/12

9 Abilità Che cosa deve saper fare? Abilità specialistiche principali - Applicare i principi di progettazione software - Applicare i principi di programmazione sicura - Applicare metodologie di ottimizzazione dei processi - Applicare tecniche di storyboarding - Applicare metodologie di selezione dei sistemi IT e di sviluppo di servizi on-line - Applicare metodologie strutturate per l ideazione di un sistema informativo (es.: UML) - Applicare tecniche di progettazione del sistema informativo - Applicare tecniche di rilevazione e specificazione dei requisiti di un sistema informativo - Applicare tecniche di software testing - Utilizzare linguaggi e strumenti di programmazione e ambienti di sviluppo web (es.: Oracle Designer, ERWin, Java,.Net) - Utilizzare strumenti CASE e IDE - Utilizzare strumenti di collaborazione (es.: messaggi, forum) e di controllo delle versioni - Utilizzare strumenti di costruzione di interfacce utente per internet - Utilizzare strumenti di misurazione delle prestazioni Abilità generali principali - Applicare tecniche di gestione delle dinamiche di gruppo; - Applicare tecniche di interazione col cliente; Programma FIxO 9/12

10 Comportamenti lavorativi Quali comportamenti lavorativi deve sviluppare? Accuratezza, ossia operare con precisione, minimizzando gli errori e ponendo una costante attenzione alla qualità ed al controllo degli output realizzati Orientamento al cliente/utente, anticipare, riconoscere e soddisfare le esigenze del cliente interno/esterno e predisporre soluzioni personalizzate, efficaci e soddisfacenti dal punto di vista della qualità del servizio reso Orientamento all innovazione e al cambiamento, essere aperti a idee e approcci nuovi, saper individuare e cogliere le opportunità, non temere l errore ma piuttosto viverlo come un occasione di apprendimento e miglioramento Logica-Pensiero analitico, comprendere le situazioni, scomponendole nei loro elementi costitutivi, individuando relazioni e sequenze cronologiche e valutare le conseguenze in una catena di cause ed effetti Collaborazione-Cooperazione, lavorare in modo costruttivo e in sinergia per il raggiungimento degli obiettivi comuni, condividere progetti, informazioni e risorse Programma FIxO 10/12

11 Percorso professionale C è un percorso formale? È richiesta una Laurea, almeno Triennale, in Informatica o Matematica della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali o in Ingegneria Informatica del Politecnico. C è un percorso consigliato? La preparazione potrà essere approfondita con corsi e master specialistici e con il conseguimento della Laurea Magistrale in Informatica o Matematica. L esperienza maturata sul campo, permetterà di acquisire ulteriori competenze e conoscenze interdisciplinari, indispensabili per affermarsi nella professione. Per potersi qualificare come ANALISTA PROGRAMMATORE si consiglia il possesso della certificazione EUCIP 1 livello Core, ottenibile superando i test EUCIP1 previsti per questa figura. All ANALISTA PROGRAMMATORE laureato in Ingegneria (presso il Politecnico) o in Informatica (presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali) si consiglia l iscrizione all Albo degli Ingegneri Informatici al quale non possono, però accedere i laureati presso altri corsi di Laurea. NOTA: 1 - EUCIP è lo standard europeo del CEPIS per le competenze dei professionisti ICT. E' un sistema completo di servizi e certificazioni, indipendente dai fornitori, di riferimento nel mondo delle professioni informatiche, dell'impresa e della formazione. Come si sviluppa la carriera? Per chi ha ambizione e capacità, lo sviluppo di questa professione può condurre in direzione del lavoro in proprio (svolto da solo o in società). È inoltre possibile che l ANALISTA PROGRAMMATORE maturando esperienza e professionalità, si proponga all'interno della propria azienda per ruoli via via di maggior responsabilità nello stesso ambito tecnico (ad esempio come Project Manager), oppure in area commerciale, sfruttando la sua elevata competenza tecnica. Programma FIxO 11/12

12 6. INFO Per saperne di più Volumi Siti - E. Del Prete, A. Russo, G. Anzellotti - a cura di (2008), Matematici al Lavoro, Sironi Editore, Milano - M. Bertolani a cura di (2005), Professione Matematico. Una vita tra numeri ed equazioni, SciBooks, Pisa - AIP - Associazione Informatici Professionisti - Associazione Italiana per l Information Technology - Università degli Studi di Torino, Facoltà di scienze Matematiche fisiche e Naturali, Corso di Laurea in Informatica e in Matematica - European Cetification of Informatics Professionals - Sito del progetto I Mestieri del Matematico (azione del Progetto Lauree Scientifiche, che è promosso dalla Conferenza Nazionale dei Presidi delle Facoltà di Scienze e Tecnologie, dal Ministero dell'università e della Ricerca e dalla Confindustria) - - Albo Nazionale Informatici Professionisti Non si può non sapere che ogni anno si presentano due appuntamenti imperdibili per tutti gli ANALISTI PROGRAMMATORI e in generale per chi si occupa di ICT: - Smau (Milano): Esposizione Internazionale di Information & Communications Technology - - FuturShow (Bologna): Esposizione Internazionale di Information & Communications Technology. Programma FIxO 12/12

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

MATEMATICA e MATEMATICO FINANZIARIO

MATEMATICA e MATEMATICO FINANZIARIO Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 Aggiornato il 9 luglio 2009 MATEMATICA e MATEMATICO FINANZIARIO 1. CARTA D IDENTITA... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE

Dettagli

STATISTICA e STATISTICO

STATISTICA e STATISTICO STATISTICA e STATISTICO Aggiornato il 17 dicembre 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Che cosa deve essere in grado di

Dettagli

CONSERVATRICE e VALORIZZATRICE di MUSEI NATURALISTICI e CONSERVATORE E VALORIZZATORE di MUSEI NATURALISTICI

CONSERVATRICE e VALORIZZATRICE di MUSEI NATURALISTICI e CONSERVATORE E VALORIZZATORE di MUSEI NATURALISTICI CONSERVATRICE e VALORIZZATRICE di MUSEI NATURALISTICI e CONSERVATORE E VALORIZZATORE di MUSEI NATURALISTICI 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...5 5.

Dettagli

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE Aggiornato il 12 Marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

TECNOLOGA e TECNOLOGO ALIMENTARE

TECNOLOGA e TECNOLOGO ALIMENTARE Aggiornato il 9 luglio 2009 TECNOLOGA e TECNOLOGO ALIMENTARE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

SCIENZIATA E SCIENZIATO DELL ARTE

SCIENZIATA E SCIENZIATO DELL ARTE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 SCIENZIATA E SCIENZIATO DELL ARTE Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA...

Dettagli

LA/IL AMMINISTRATIVO CONTABILE IN AZIENDE PUBBLICHE

LA/IL AMMINISTRATIVO CONTABILE IN AZIENDE PUBBLICHE LA/IL AMMINISTRATIVO CONTABILE IN AZIENDE PUBBLICHE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 7 Abilità...

Dettagli

NUTRIZIONISTA. Aggiornato il 20 marzo 2009

NUTRIZIONISTA. Aggiornato il 20 marzo 2009 NUTRIZIONISTA Aggiornato il 20 marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze...

Dettagli

ADDETTA E ADDETTO AL CONTROLLO DI GESTIONE

ADDETTA E ADDETTO AL CONTROLLO DI GESTIONE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 ADDETTA E ADDETTO AL CONTROLLO DI GESTIONE Aggiornato il 6 marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE

Dettagli

ADDETTA E ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA

ADDETTA E ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA ADDETTA E ADDETTO ALLA COMUNICAZIONE INTERNA D IMPRESA 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...5 5. COMPETENZE...6 Quali competenze sono necessarie...6 Conoscenze...8

Dettagli

COME SI REALIZZANO GLI APPLICATIVI DI UN SISTEMA INFORMATIVO?

COME SI REALIZZANO GLI APPLICATIVI DI UN SISTEMA INFORMATIVO? COME SI REALIZZANO GLI APPLICATIVI DI UN SISTEMA INFORMATIVO? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE RICHIESTA DEL CLIENTE L input del processo

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?... 6 Conoscenze... 9

Dettagli

CHIMICA e CHIMICO CLINICO, FORENSE E DELLO SPORT

CHIMICA e CHIMICO CLINICO, FORENSE E DELLO SPORT Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 CHIMICA e CHIMICO CLINICO, FORENSE E DELLO SPORT Aggiornato il 7 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA...

Dettagli

ASSISTENTE SOCIALE. Aggiornato il 9 luglio 2009

ASSISTENTE SOCIALE. Aggiornato il 9 luglio 2009 ASSISTENTE SOCIALE Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?... 6 Conoscenze...

Dettagli

BIOLOGA e BIOLOGO SPECIALISTA IN BIOMONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL RISCHIO

BIOLOGA e BIOLOGO SPECIALISTA IN BIOMONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL RISCHIO BIOLOGA e BIOLOGO SPECIALISTA IN BIOMONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL RISCHIO Aggiornato il 17 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 BIOLOGA E BIOLOGO SPECIALISTA IN BIOMONITORAGGIO E VALUTAZIONE DEL RISCHIO...

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 7 5. COMPETENZE... 8 Quali competenze sono necessarie... 8 Conoscenze... 12

Dettagli

REDATTRICE E REDATTORE EDITORIALE

REDATTRICE E REDATTORE EDITORIALE Aggiornato il 9 luglio 2009 REDATTRICE E REDATTORE EDITORIALE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

PROMOTRICE E PROMOTORE TURISTICO

PROMOTRICE E PROMOTORE TURISTICO Aggiornato il 9 luglio PROMOTRICE E PROMOTORE TURISTICO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

SUBAGENTE ASSICURATIVA e SUBAGENTE ASSICURATIVO

SUBAGENTE ASSICURATIVA e SUBAGENTE ASSICURATIVO SUBAGENTE ASSICURATIVA e SUBAGENTE ASSICURATIVO Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze

Dettagli

COMMESSA e COMMESSO LIBRAIO

COMMESSA e COMMESSO LIBRAIO Aggiornato il 5 agosto 2009 COMMESSA e COMMESSO LIBRAIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER UN SERVIZIO DI MANUTENZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE DELLA COMPONENTE AUTOGOVERNO DEL SISTEMA INFORMATIVO

Dettagli

CARTA D IDENTITÀ... 2 CHE COSA FA... 4 DOVE LAVORA... 5 CONDIZIONI DI LAVORO... 6 COMPETENZE...

CARTA D IDENTITÀ... 2 CHE COSA FA... 4 DOVE LAVORA... 5 CONDIZIONI DI LAVORO... 6 COMPETENZE... GIURISTA D IMPRESA 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Che cosa deve essere in grado di fare... 7 Conoscenze... 8 Abilità...

Dettagli

METEOROLOGA METEOROLOGO

METEOROLOGA METEOROLOGO Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 METEOROLOGA METEOROLOGO Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4

Dettagli

LA/IL GIORNALISTA PUBBLICISTA - LA/IL GIORNALISTA PROFESSIONISTA

LA/IL GIORNALISTA PUBBLICISTA - LA/IL GIORNALISTA PROFESSIONISTA LA/IL GIORNALISTA PUBBLICISTA - LA/IL GIORNALISTA PROFESSIONISTA 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 Occorre sapere...7 Conoscenze...8

Dettagli

ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO

ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO Aggiornato il 18 febbraio 2009 ALLENATRICE e ALLENATORE SPORTIVO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie...

Dettagli

TRADUTTRICE E TRADUTTORE

TRADUTTRICE E TRADUTTORE Aggiornato il 9 luglio 2009 TRADUTTRICE E TRADUTTORE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 8 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

ADDETTA E ADDETTO AL FRONT OFFICE BANCARIO

ADDETTA E ADDETTO AL FRONT OFFICE BANCARIO Aggiornato il 31 gennaio 2009 ADDETTA E ADDETTO AL FRONT OFFICE BANCARIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze

Dettagli

AGENTE ASSICURATIVA e AGENTE ASSICURATIVO

AGENTE ASSICURATIVA e AGENTE ASSICURATIVO AGENTE ASSICURATIVA e AGENTE ASSICURATIVO Aggiornato il 10 marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono

Dettagli

Ruolo ricercato timing Profilo del candidato

Ruolo ricercato timing Profilo del candidato Ruolo ricercato timing Profilo del candidato 1 Addetto contabilità fornitori Milano aprile/maggio 2015 la risorsa all'interno dell'unità organizzativa ciclo passivo si occuperà di contabilità fornitori,

Dettagli

ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE ADDETTA E ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Aggiornato il 10 novembre 2009 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...5 5. COMPETENZE...6 Che cosa deve

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Informatica Titolo I - Istituzione ed attivazione Art. 1 - Informazioni generali 1. Il presente Regolamento didattico si riferisce al Corso di Laurea in Informatica,

Dettagli

LA/IL TECNICO FAUNISTICO

LA/IL TECNICO FAUNISTICO LA/IL TECNICO FAUNISTICO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?... 7 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti lavorativi...

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica

Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica Prodotti Progetto e prototipo di scultura dinamica 1 A - Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle

Dettagli

FUNZIONARIO GIUDIZIARIO

FUNZIONARIO GIUDIZIARIO FUNZIONARIO GIUDIZIARIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 3 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 4 5. COMPETENZE... 5 Quali competenze sono necessarie... 5 Conoscenze... 6 Abilità...

Dettagli

CONDIZIONI DI LAVORO...

CONDIZIONI DI LAVORO... NOTAIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti lavorativi... 10 Percorso professionale...

Dettagli

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE

BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 BIOLOGA e BIOLOGO MOLECOLARE Aggiornato il 6 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA...

Dettagli

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale

Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale Profilo Ragioniere con diploma di Perito Commerciale il corso di studi mira a formare diplomati in grado di ricoprire figure professionali polivalenti in cui si possano coniugare in modo equilibrato una

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

ESPERTO/A IN PRODUZIONI ANIMALI

ESPERTO/A IN PRODUZIONI ANIMALI Aggiornato il 9 luglio 2009 ESPERTO/A IN PRODUZIONI ANIMALI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 4 3. DOVE LAVORA... 5 5. COMPETENZE... 8 Quali competenze è necessario avere?... 8 Conoscenze... 10

Dettagli

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici

MIUR. I nuovi. Istituti Tecnici I nuovi Istituti Tecnici NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI SETTORE ECONOMICO SETTORE TECNOLOGICO 1. Amministrazione, Finanza e Marketing; 2. Turismo 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato 9 - Profili Professionali

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato 9 - Profili Professionali Allegato 9 - Profili Professionali Indice dei contenuti 1. PROFILI PROFESSIONALI...3 Allegato_09_Profili Professionali_0302 Pag. 2 di 7 1. PROFILI PROFESSIONALI Nella Tabella 1 si riporta l'elenco riassuntivo

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

Ricerca di personale interno

Ricerca di personale interno Ricerca di personale interno Diplomati e laureati in Real Estate (RIF RE1) Cerchiamo risorse da inserire presso le Aree Immobiliari nell ambito della funzione Real Estate. Realizzazione e implementazione

Dettagli

I N F O R M A T I C A E T E L E C O M U N I C A Z I O N I. Corso di INFORMATICA

I N F O R M A T I C A E T E L E C O M U N I C A Z I O N I. Corso di INFORMATICA I N F O R M A T I C A E T E L E C O M U N I C A Z I O N I Corso di INFORMATICA Un tecnico di moderne tecnologie con ottime opportunità di lavoro e eccellenti capacità nella prosecuzione degli studi universitari

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio FACOLTÀ DI SCIENZE MM.FF.NN. COMO Scienze e Tecnologie dell Informazione Corso di laurea triennale - Classe n. 26 Scienze e tecnologie informatiche Caratteristiche e obiettivi del corso Il corso di Laurea

Dettagli

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior, di Esperto di servizi e tecnologie per l egovernment

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri

Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri Allegato A al CCNL 2006/2009 comparto Ministeri AREA FUNZIONALE PRIMA ( ex A1 e A1S ) Appartengono a questa Area funzionale i lavoratori che svolgono attività ausiliarie, ovvero lavoratori che svolgono

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 ASSISTENTE DI SCAVO

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 ASSISTENTE DI SCAVO ASSISTENTE DI SCAVO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA SETTORE ORIENTAMENTO - Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio FACOLTÀ DI SCIENZE MM.FF.NN. COMO Matematica Corsi di laurea in: MATEMATICA - triennale (Classe n. 32 Scienze Matematiche) MATEMATICA - specialistica (Classe n. 45/S Matematica) Caratteristiche e obiettivi

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

ESPERTA ED ESPERTO DI COMUNICAZIONE IN LINGUE DELL ASIA E DELL AFRICA

ESPERTA ED ESPERTO DI COMUNICAZIONE IN LINGUE DELL ASIA E DELL AFRICA ESPERTA ED ESPERTO DI COMUNICAZIONE IN LINGUE DELL ASIA E DELL AFRICA 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 7 5. COMPETENZE... 9 Quali competenze sono

Dettagli

Danais s.r.l. Profilo Aziendale

Danais s.r.l. Profilo Aziendale Danais s.r.l. Profilo Aziendale Danais s.r.l. Marzo 2013 Indice Caratteri identificativi della società... 3 Gli ambiti di competenza... 3 Edilizia... 3 Mercati di riferimento... 4 Caratteristiche distintive...

Dettagli

OTTICA e OTTICO OPTOMETRISTA

OTTICA e OTTICO OPTOMETRISTA Aggiornato il 25 Novembre 2008 OTTICA e OTTICO OPTOMETRISTA 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...3 3. DOVE LAVORA...4 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 Quali competenze sono necessarie...7

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Manifesto degli studi A.A. 2012-2013

FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Manifesto degli studi A.A. 2012-2013 FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Manifesto degli studi A.A. 2012-2013 Classe delle Lauree n. L-31 Scienze e tecnologie informatiche LAUREA IN: INFORMATICA

Dettagli

e.toscana Compliance visione d insieme

e.toscana Compliance visione d insieme Direzione Generale Organizzazione e Sistema Informativo Area di Coordinamento Ingegneria dei Sistemi Informativi e della Comunicazione I.T.S.A.E. e.toscana Compliance visione d insieme Gennaio 2007 Versione

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA VI

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA VI STATO MAGGIORE DELLA DIFESA VI Reparto Sistemi C4I e Trasformazione EUROPEAN COMMISSION Directorate-General for Communications Networks, Content and Technology Going Local Italia L esperienza formativa

Dettagli

QQUALITÀ&IMPEGNO COLTIVA IL TUO TALENTO AL POLITECNICO DI TORINO!

QQUALITÀ&IMPEGNO COLTIVA IL TUO TALENTO AL POLITECNICO DI TORINO! icon il Progetto Giovani Talenti ti garantiamo: La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l opportunità LUCIO ANNEO SENECA COLTIVA IL TUO TALENTO AL POLITECNICO DI TORINO! QQUALITÀ&IMPEGNO

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA

Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Corso di Laurea Specialistica in INFORMATICA Finalità Formare laureati specialistici in grado di effettuare la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la direzione dei lavori, la stima, il collaudo

Dettagli

Le attività di Placement del Nostro Ateneo

Le attività di Placement del Nostro Ateneo Le attività di Placement del Nostro Ateneo Sommario Le nostre iniziative. 2 Stage e Jobplacement: il bilancio del 2014. 2 Offerte di lavoro/stage. 3 News e opportunità di altri enti.. 4 Trendence Graduate

Dettagli

Esperto Controlli Non Distruttivi

Esperto Controlli Non Distruttivi Esperto Controlli Non Distruttivi Il profilo professionale individuato deve assicurare l esecuzione dei Controlli Non Distruttivi, deliberando le parti e documentandone i risultati e garantire il rispetto

Dettagli

Linee guida Secondo ciclo di istruzione

Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Grafica e comunicazione Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Teoria della comunicazione 60 89 Progettazione multimediale 119

Dettagli

REFERENZIAZIONI 2001) NUP

REFERENZIAZIONI 2001) NUP Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO INFORMATICO PROGRAMMATORE SOFTWARE E APPLICAZIONI

Dettagli

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Art. 1 Istituzione. Presso la Facoltà di Ingegneria sede di

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - PROGETTISTA DISEGNATORE

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

I nuovi Istituti Tecnici

I nuovi Istituti Tecnici La riforma del Sistema di Istruzione Secondaria Superiore I nuovi Istituti Tecnici Riorganizzazione ordinamenti scolastici Principali riferimenti normativi: Legge 6 agosto 2008 n. 133 Conversione in legge,

Dettagli

Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni

Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni Redatto dalla Commissione per l elettronica, l informatica e la telematica

Dettagli

Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT)

Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT) Programma Liguria - Competenze per l Innovazione Digitale Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT) Roberto Bellini - Presidente

Dettagli

Informatica e Telecomunicazioni

Informatica e Telecomunicazioni Informatica e Telecomunicazioni IL PROFILO DEL DIPLOMATO Il Diplomato in Informatica e Telecomunicazioni : 1. Ha competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell elaborazione dell informazione,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO S.I.A. UdA n. 1 Titolo: conoscenze di base Conoscenza delle caratteristiche dell informatica e degli strumenti utilizzati Informatica e sistemi di elaborazione Conoscenza delle caratteristiche

Dettagli

Progetto formativo "Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia"

Progetto formativo Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia Progetto formativo "Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia" Titolo: Energy Manager - Esperto in gestione dell'energia Soggetto proponente : Unione Professionisti è un azienda che opera nel campo

Dettagli

IPSIA A. Pacinotti Pistoia Piano dell'offerta formativa a.s. 2015-2016 ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI

IPSIA A. Pacinotti Pistoia Piano dell'offerta formativa a.s. 2015-2016 ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI ISTRUZIONE PROFESSIONALE: ORDINAMENTO E CURRICOLI 1 Finalità I percorsi degli Istituti Professionali sono parte integrante del sistema dell istruzione secondaria superiore in cui si articola il secondo

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO SERVIZI MARKETING E COMUNICAZIONE - DESCRIZIONE

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 COPYWRITER

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 COPYWRITER COPYWRITER 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

SOMMARIO 1. IL MODELLO, GLI STRUMENTI, LE FASI DELLA RICERCA 2 2. L ANALISI DEI DATI 6 GLOSSARIO 31

SOMMARIO 1. IL MODELLO, GLI STRUMENTI, LE FASI DELLA RICERCA 2 2. L ANALISI DEI DATI 6 GLOSSARIO 31 Analisi delle competenze e dei fabbisogni formativi ICT Unione Europea Fondo Sociale Europeo Regione Autonoma della Sardegna Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale 2006 EBAS

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE VII APPENDICE I CASI DI STUDIO Servizi pubblici territoriali online

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 INFORMATICA Processo Sviluppo e gestione di prodotti e servizi informatici Sequenza di processo Analisi

Dettagli

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni ISTRUZIONE TECNICA INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni L indirizzo Informatica e Telecomunicazioni ha lo scopo di far acquisire allo studente, al termine del percorso quinquennale, specifiche competenze

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

SETTORE PER SETTORE, I PROFILI PIU RICHIESTI (E PIU PAGATI) DALLE AZIENDE

SETTORE PER SETTORE, I PROFILI PIU RICHIESTI (E PIU PAGATI) DALLE AZIENDE SETTORE PER SETTORE, I PROFILI PIU RICHIESTI (E PIU PAGATI) DALLE AZIENDE SALUTE FINANZA LUSSO & MODA DIGITALE RISTORAZIONE VENDITA ENERGIA DIGITALE 1) Web marketing manager Ruolo: responsabile dello sviluppo

Dettagli

PROMOTRICE e PROMOTORE FINANZIARIO

PROMOTRICE e PROMOTORE FINANZIARIO Aggiornato il 9 luglio 2009 PROMOTRICE e PROMOTORE FINANZIARIO 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 12.06.2012 Capitolato tecnico

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 12.06.2012 Capitolato tecnico CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LA PROGETTAZIONE E LO SVILUPPO SOFTWARE DI COMPONENTI DELLA BASE DI CONOSCENZA PUBBLICITÀ LEGALE ONLINE DEL PROGETTO PORTALE DELLA PUBBLICITÀ

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ E CERTIFICAZIONE ISO 9001 ed. 2000 PER L'UNIVERSITÀ DI CAMERINO PROGETTO DI MASSIMA

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ E CERTIFICAZIONE ISO 9001 ed. 2000 PER L'UNIVERSITÀ DI CAMERINO PROGETTO DI MASSIMA Allegato 1 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ E CERTIFICAZIONE ISO 9001 ed. 2000 PER L'UNIVERSITÀ DI CAMERINO PROGETTO DI MASSIMA Torino, 29 maggio 2001 Progetto Università Camerino 25_05_01.ppt 1 ESIGENZE

Dettagli

-business partner COMPANY PROFILE

-business partner COMPANY PROFILE your -business partner COMPANY PROFILE CHI SIAMO Pc Planet nasce nel 1997 per volontà di un gruppo di professionisti provenienti ognuno da esperienze specifiche nel mondo dell Information Technology. Avvia

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni

quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni COSTRUIRE IL FUTURO: PROFESSIONI E INNOVAZIONE quarto ciclo di incontri per conoscere le professioni Il mondo della STATISTICA: 30 novembre 2007 A cura di Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia

Dettagli

IL VALORE DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE: dalla scuola della riforma, all Università, al mondo del lavoro

IL VALORE DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE: dalla scuola della riforma, all Università, al mondo del lavoro Ufficio scolastico Regionale per la Toscana Direzione Regionale ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE e per GEOMETRI E. FERMI PONTEDERA (PI) PROVINCIA DI PISA IL VALORE DELLE CERTIFICAZIONI INFORMATICHE: dalla

Dettagli

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni:

IDENTITÀ GIOVANE. Nata nel 2006 con l intento di diventare leader nel settore IT, Easytech cresce con una solida competenza in tre divisioni: copertina pg. 1 immagine pg. 2 Easytech è un gruppo di giovani professionisti uniti da un obiettivo comune: proporre le migliori soluzioni per rendere le imprese leggere e pronte a sostenere la competizione

Dettagli

Bachelor of Science in Ingegneria informatica

Bachelor of Science in Ingegneria informatica Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Bachelor of Science in Ingegneria informatica www.supsi.ch/dti Obiettivi e competenze La formazione apre le

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli