Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile"

Transcript

1 Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Il Comitato d Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno ha ottenuto dalla Regione del Veneto l approvazione del progetto di Servizio Civile Regionale Quinta edizione Promotori di solidarietà nella provincia di Belluno, presentato per l accoglienza di 10 civilini (operatori di servizio civile), che verranno impiegati nei settori dell assistenza e servizio sociale, nonché nella promozione ed organizzazione di attività educative e culturali dell'economia solidale sul territorio della provincia di Belluno. Il Servizio Civile Regionale (SCR) è rivolto a giovani di cittadinanza italiana, maschi o femmine, dai 18 anni ai 28 compiuti. Cos è il Servizio Civile Regionale? Il Servizio Civile è un'esperienza finalizzata a "costruire insieme comunità", è un momento di crescita e di passaggio verso una partecipazione attiva alla vita sociale e civile. Per comprendere bene di cosa si tratti, si può pensare al fatto che presenta elementi di affinità e di contiguità con il volontariato, con il lavoro e con l obiezione di coscienza, ma non è nessuna di queste tre cose! Con il volontariato condivide lo spirito di solidarietà e anche uno stile di attenzione agli altri e all'interesse collettivo; con il lavoro condivide alcuni aspetti di retribuzione dell'attività che viene svolta e di formazione professionale garantita ai ai giovani civilini; all'obiezione di coscienza il Servizio Civile è debitore per la sua origine, e ad esso deve anche l'impianto organizzativo e gestionale. Proprio per queste caratteristiche, il Servizio Civile Regionale si propone come opportunità interessante per tutti quei giovani che vogliano rendersi utili alla loro comunità e al contempo vivere un esperienza formativa, che non solo consenta loro di arricchire il Curriculum personale, ma garantisca anche l acquisizione di competenze da spendere poi in campo professionale. Oltre all apprendimento progressivo maturabile lavorando a stretto contatto con chi già opera in un determinato settore, il civilino si vedrà garantita anche una formazione teorica generale (sull'educazione civica, i diritti umani, la pace, il dialogo interculturale, ) e una formazione specifica, relativa alle tematiche proprie dell'ente e del progetto che sarà chiamato a svolgere. I progetti del Comitato d Intesa Azione 1 SERVIZIO DI TRASPORTO SOLIDALE, ACCOMPAGNAMENTO E PROMOZIONE DELLA DOMICILIARITA, AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Settore di impiego Assistenza e servizio sociale provincia di Belluno 02 operatori in servizio civile (civilini) Retribuzione 270 euro al mese + trattamento fine rapporto 1.200,00

2 Inizio servizio Lunedì 05/05/14 Partner del progetto Provincia di Belluno, Conferenza dei Sindaci Ulss n. 1 di Belluno, Conferenza dei Sindaci Ulss n. 2 di Feltre Azione 1/A Consolidare il progetto più ampio di Servizio di Trasporto a Chiamata per persone con disabilità e anziani con problemi motori realizzato nell'intero territorio provinciale; lettura dei bisogni del territorio cercandone le concrete azioni di risposta; conduzione dei mezzi di trasporto speciali, conoscenza di attrezzature e ausili di cui essi sono dotati con formazione specifica e introduzione degli elementi di innovatività; trasferimento degli utenti dall abitazione ai veicoli attrezzati, con formazione specifica; accompagnamento e trasporto di anziani e disabili; confronto, dialogo e sostegno alla persona, mediante un attività motivazionale; affrontare con nuove idee e studi le indicazioni riguardanti la domiciliarità. Azione 1/B Rivolto ai candidati in possesso della laurea in giurisprudenza o studenti universitari del corso di giurisprudenza. Rafforzare e consolidare grazie ad una continuità di servizio, la rete provinciale tra i soggetti del pubblico, del privato sociale e del volontariato che a vario titolo sono coinvolti nell attuazione della legge, consentendo di mantenere un raccordo più efficace tra i diversi soggetti coinvolti nell'applicazione dell'amministratore di Sostegno (A.D.S.); promuovere azioni di valorizzazione del ruolo degli amministratori di sostegno innanzi agli enti istituzionali; attuare una sistematizzazione dei dati, rilevabili del progetto stesso, e di una attività di studio e ricerca sui bisogni e opinioni degli amministratori di sostegno, al fine di pubblicare un libro-documento che riguardi la realtà provinciale bellunese; mettere a sistema, anche nell ambito della rete regionale PAS promozione, assistenza, sostegno delle realtà impegnate nell ambito dell amministrazione di sostegno, le esperienze già attive a livello locale. Azione 2 VISIBILITA' DEL VOLONTARIATO E PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA Settore di impiego Assistenza e servizio sociale Belluno 02 operatori in servizio civile (civilini)

3 Retribuzione 270 euro al mese + trattamento fine rapporto 1.200,00 Inizio servizio Lunedì 05/05/14 Partner del progetto Provincia di Belluno, Conferenza dei Sindaci Ulss n. 1 di Belluno e n. 2 di Feltre, ABM Associazione Bellunesi nel Mondo Azione 2/A Dare visibilità ai valori della cittadinanza attiva e della solidarietà, con un attenzione specifica alle esperienze concrete delle singole organizzazioni di volontariato ed in particolare quelle effettuate all interno del mondo della scuola e dell impegno giovanile. Favorire il consolidamento delle iniziative di promozione dell impegno già esistenti, interagendo maggiormente con i mezzi di comunicazione e con le stesse organizzazioni di volontariato, nonché favorire nelle organizzazioni di volontariato la consapevolezza della necessità di dare visibilità costante al proprio operato quale esempio concreto per l impegno delle persone. A seguito di percorsi di formazione specifici operare con il laboratorio Inquadrati (attraverso video, spot, videoclip, corti, reportage), e l'ufficio stampa (mediante comunicati stampa, articoli, ecc.) del Comitato d'intesa Csv di Belluno per dare visibilità alle diverse realtà che nel territorio bellunese sono impegnate per il bene comune. Azione 2/B Rete-emigrazione con l Associazione Bellunesi nel mondo in collaborazione con la rete-immigrazione nel senso della promozione e dell interscambio del volontariato tra gli immigrati e gli emigrati nell ambito della solidarietà migranti e la popolazione delle vallate bellunesi. In questo ambito sono importanti il sostegno e la visibilità che si desiderano dare alle iniziative nel campo dell immigrazione e dell emigrazione della provincia di Belluno. Alcuni tra gli elementi qualificanti del progetto è la valorizzazione della rete di associazioni di immigrati e quella dei Bellunesi nel mondo, che si rivela un importante strumento di analisi e confronto nelle buone pratiche. Attività di segreteria generale dell Associazione Bellunesi nel mondo e promozione delle svariate attività di volontariato e iniziative correlate. Azione 3 AGGREGAZIONE INTERGENERAZIONALE ANZIANI E GIOVANI

4 Settore di impiego Promozione, organizzazione, implementazione delle attività educative e culturali, nel territorio della provincia di Belluno. Feltre, Belluno, Agordo e Cencenighe. 03 operatori in servizio civile (civilini) Retribuzione 270 euro al mese + trattamento fine rapporto 1.200,00 Inizio servizio Lunedì 05/05/14 Partner del progetto Azione 3/A Provincia di Belluno, Conferenza dei Sindaci dell'ulss n. 1 di Belluno e n. 2 di Feltre, Comunità Montana Feltrina, Comune di Feltre e Consulta Giovani Diciamo la Nostra di Feltre, Consorzio proloco Agordine. Negli spazi operativi della Consulta Giovani Diciamo la Nostra a Feltre, le azioni che si andranno a sviluppare sono molteplici e riguarderanno le svariate attività della Consulta feltrina giovanile, a stretto contatto con il mondo giovanile attraverso interventi mirati alla promozione della cittadinanza attiva e partecipata; strutturazione di tavoli di confronto intergenerazionali costituiti da rappresentanti di gruppi giovanili (formali e informali), realtà associative e di volontariato e adulti significativi, aventi funzione di gruppi regia ; la costruzione di percorsi di partecipazione giovanile condivisi con le amministrazioni locali; la realizzazione di progettualità legate ai bisogni e alle aspettative che emergeranno ed alle risorse offerte dalla realtà locale. Azione 3/B Negli spazi del servizio cultura del Comune di Feltre, si andranno a svolgere le seguenti azioni: la promozione e il potenziamento delle attività della biblioteca con particolare riguardo alla fascia dei bambini e degli adolescenti;progetto di coinvolgimento della cittadinanza nelle diverse fasce delle iniziative culturali organizzate dal servizio; interventi nelle scuole e incontri con i gruppi giovanili presenti nelle aree interessate dal progetto;la costruzione di percorsi di partecipazione giovanile condivisi con le amministrazioni locali; la realizzazione di progettualità legate ai bisogni e alle aspettative che emergeranno ed alle risorse offerte dalla realtà locale dove i giovani saranno i protagonisti, nei settori culturali e promozionali. Azione 3/C Negli spazi dell ufficio Consorzio Pro Loco Agordine a Cencenighe, si svilupperanno le seguenti iniziative: studiare delle opportunità che si possono costruire sul territorio per promuovere una cittadinanza attiva e collaborativa; supporto alla gestione della segreteria; animazione nei

5 laboratori per giovani e anziani, accompagnatori dei visitatori; elaborazione di mini-progetti di integrazione con il territorio e la gestione dei contatti con il territorio per la realizzazione di occasioni di integrazione con il territorio; possibilità di esperienze di accompagnamento degli ospiti delle case di riposo, anche mediante la guida di mezzi di trasporto delle associazioni, per delle passeggiate e giornate ricreative, nei nostri paesi di montagna, sia con gli anziani altrettanto con i giovani; collaborazione alle attività dei volontari dell Associazioni delle proloco con una particolare attenzione al territorio provinciale, (momenti animativi, di studio-formazione, etc ). Azione 4 SUPPORTO AL VOLONTARIATO E ALLE INIZIATIVE RIVOLTE A VALORIZZARE I RAPPORTI UMANI E SOCIALI Settore di impiego Promozione, organizzazione, sostegno alle attività educative e culturali nel territorio della provincia di Belluno Belluno, Castion, Longarone, Centro Cadore e Valle di Cadore 03 operatore in servizio civile (civilino) Retribuzione 270 euro al mese + trattamento fine rapporto 1.200,00 Inizio servizio Lunedì 05/05/14 Partner del progetto Azione 4/A Provincia di Belluno,Conferenze dei Sindaci dell'ulss n. 1 di Belluno e Ulss n. 2 di Feltre, Associazione Pro Loco Longarone, Pro Loco Castionese e Pro Loco Centro Cadore. Nelle strutture della Pro Loco Castionese a Castion nel Bellunese, si svilupperanno delle azioni nei seguenti ambiti: supporto alla gestione della segreteria, dei laboratori preposti all animazione di nuove iniziative rivolte alla cittadinanza con particolare attenzione alle fasce deboli; animatori e facilitatori nei gruppi giovanili attivando nuove sinergie nelle manifestazioni culturali locali; guide al nuovo museo fotografico sull ambiente; esperienze di accompagnamento degli ospiti delle case di riposo, anche mediante la guida di mezzi di trasporto delle associazioni, per delle passeggiate e giornate ricreative, nei nostri paesi di montagna, sia con gli anziani altrettanto con i giovani; collaborazione alle attività dei volontari dell Associazioni delle proloco con una particolare attenzione al territorio provinciale; utilizzo dei new media (internet, etc ) ed elaborazione contenuti di promozione/comunicazione a scopo socio-culturale.

6 Azione 4/B Azione 4/C Nelle strutture della Pro Loco Longarone a Longarone, le azioni si svilupperanno nei seguenti ambiti: supporto alla gestione dell ufficio; servizio di gestione del museo del Vajont denominato Attimi di storia e dell ufficio turistico; partecipazione ai centri estivi e ai doposcuola; supporto alle iniziative territoriali; animatori e facilitatori nei gruppi giovanili attivando nuove sinergie nelle manifestazioni culturali locali; collaborazione alle manifestazioni organizzate nel territorio, sensibilizzando fasce di cittadini alla partecipazione attiva nel territorio con i volontari di altre associazioni volontaristiche; utilizzo dei new media (internet, etc ) ed elaborazione contenuti di promozione/comunicazione a scopo socio-culturale. Nelle strutture della Pro Loco Centro Cadore a Valle di Cadore, le azioni si svilupperanno nei seguenti ambiti: supporto alla gestione dell ufficio a Valle di Cadore nella promozione delle molteplici iniziative turistiche e promozionali del Centro Cadore; servizio di consultazione e di accompagnamento informativo ai percorsi turistici solidali, nell ambiente naturale locale delle Dolomiti; animazione ai centri estivi; supporto alle iniziative territoriali; animatori e facilitatori nei gruppi giovanili attivando nuove sinergie nelle manifestazioni culturali locali; collaborazione alle manifestazioni organizzate nel territorio, sensibilizzando fasce di cittadini alla partecipazione attiva nel territorio con i volontari di altre associazioni volontaristiche; utilizzo dei new media (internet, etc ) ed elaborazione contenuti di promozione/comunicazione a scopo socio-culturale Requisiti preferenziali: Buona volontà e desiderio di mettersi in gioco; capacità di relazione e desiderio di intraprendere percorsi innovativi ed autonomi; conoscenza dell uso del computer; patente di guida B; possesso di laurea attinente ai settori di impiego (studi sociali, scienze politiche, scienze dell educazione, sociologia, psicologia; management, scienza della comunicazione, ecc.) La domanda di partecipazione, firmata in originale, va redatta esclusivamente compilando entrambi i moduli (domanda di ammissione 1, allegato C Dgr. N. 865/2008 Regione del Veneto e domanda di ammissione 2, allegato D Dgr. N. 865/2008 Regione del Veneto), scaricabili da Internet o ritirabili ai diversi sportelli o presso la sede centrale del Csv di Belluno, via del Piave 5 e dovrà essere corredata di Curriculum Vitae. Occorre inoltre presentare: fotocopia documento di identità; fotocopia Codice Fiscale; curriculum vitae firmato (con attestati di esperienze lavorative, titoli di studio o altri titoli che si ritengono utili, esperienze eventuali di volontariato attivo). N.B.: sono motivi di annullamento della domanda presentata e di conseguente esclusione dalla successiva selezione i seguenti casi: presentare più per il medesimo bando, anche ad enti diversi e in regioni diverse; non sottoscrivere la domanda con firma autografa; presentare la domanda fuori dai tempi indicati; non allegare fotocopia dei documenti richiesti (carta di identità e codice fiscale); aver già svolto il servizio civile regionale; avere in corso con l ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo.

7 Le dovranno pervenire entro le ore 14 di LUNEDì 17 MARZO 2014 esclusivamente al seguente indirizzo: Comitato d Intesa Via del Piave, Belluno Il Comitato d Intesa convocherà i candidati per un colloquio e per la valutazione del curriculum presentato, redigendo apposita graduatoria che dovrà essere inviata in Regione entro il giorno di lunedì 7 APRILE L avvio al servizio dei candidati risultati idonei avverrà il giorno di lunedì 5 MAGGIO Per maggiori informazioni sul Servizio Civile Regionale presso il Comitato d Intesa o presso altri Enti della Regione del Veneto, basterà rivolgersi alla sede centrale del Csv di Belluno (telefono: , oppure Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 o dalle 15 alle 18).

Servizio Civile Regionale, una opportunità di impegno civile per i nostri giovani.

Servizio Civile Regionale, una opportunità di impegno civile per i nostri giovani. Prot. 70/2015 Alla Provincia di Belluno All'Ufficio Scolastico Provinciale Alla Conferenza dei Sindaci dell'ulss n. 1 di Belluno Alla Conferenza dei Sindaci dell'ulss n. 2 di Feltre Ai Comuni Alle Comunità

Dettagli

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Il Comitato d Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno ha ottenuto dalla Regione del Veneto l approvazione del progetto

Dettagli

Carta Servizi CARTA SERVIZI SOCIALI. Pag. 1/10

Carta Servizi CARTA SERVIZI SOCIALI. Pag. 1/10 CARTA SERVIZI SOCIALI Pag. 1/10 ELENCO SERVIZI SOCIALI infanzia - adolescenza - giovani Spazio per bambini e famiglie Informagiovani Soggiorni marini e centri estivi per minori Servizio Civile Volontario

Dettagli

Progetto formativo: Agenti dell Emigrazione Campana Approvato e finanziato dalla Regione Campania Settore Emigrazione

Progetto formativo: Agenti dell Emigrazione Campana Approvato e finanziato dalla Regione Campania Settore Emigrazione Regione Campania FILEF CAMPANIA Progetto formativo: Agenti dell Emigrazione Campana Approvato e finanziato dalla Regione Campania Settore Emigrazione SELEZIONE DEI PARTECIPANTI Premessa : il progetto sopra

Dettagli

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi XI edizione Nota illustrativa

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi XI edizione Nota illustrativa PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi XI edizione 2017 - Nota illustrativa Gentilissimo Dirigente, Cittadinanzattiva è lieta di invitare la sua scuola a partecipare

Dettagli

Una Rete di solidarietà Alzheimer. a sostegno del paziente con Alzheimer e della sua Famiglia nelle Gestione di Cura OBIETTIVO GENERALE

Una Rete di solidarietà Alzheimer. a sostegno del paziente con Alzheimer e della sua Famiglia nelle Gestione di Cura OBIETTIVO GENERALE Una Rete di solidarietà Alzheimer a sostegno del paziente con Alzheimer e della sua Famiglia nelle Gestione di Cura OBIETTIVO GENERALE Attivazione di UNA RETE DI SOLIDARIETA ALZHEIMER per il miglioramento

Dettagli

OBIETTIVI. accrescere la qualità di vita e l integrazione sociale dei giovani

OBIETTIVI. accrescere la qualità di vita e l integrazione sociale dei giovani OBIETTIVI accrescere la qualità di vita e l integrazione sociale dei giovani favorire la loro crescita personale e professionale e le opportunità di inserimento nel mercato del lavoro incoraggiare un modello

Dettagli

GENNAIO 2014 PATRONATO ACLI - MESSINA DICEMBRE 2013 A.S. DI PROMOZIONE SOCIALE PAIDEIA - PATRONATO ACLI

GENNAIO 2014 PATRONATO ACLI - MESSINA DICEMBRE 2013 A.S. DI PROMOZIONE SOCIALE PAIDEIA - PATRONATO ACLI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA SANTA CROCE,14-98055 LIPARI ( ME ) Telefono 338/4648458 Fax / E-mail fabiola.centurrino@hotmail.it Nazionalità ITALIANA

Dettagli

Progetto Gi.A.S. (Giovani Attivi e Solidali)

Progetto Gi.A.S. (Giovani Attivi e Solidali) Associazione di Volontariato Il Noce Casarsa della Delizia Progetto Gi.A.S. (Giovani Attivi e Solidali) Bando Giovani e Volontariato - Legge Regionale 5/2012 art.22 Regione Friuli Venezia Giulia Anno 2012

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: CYBERBULLYNG E NON SOLO SETTORE e Area di Intervento: E-Educazione e promozione culturale 01.Centri di aggregazione 02. Animazione culturale

Dettagli

PRO LOCO DI RONCOFERRARO PRO LOCO DI BAGNOLO SAN VITO

PRO LOCO DI RONCOFERRARO PRO LOCO DI BAGNOLO SAN VITO PRO LOCO DI RONCOFERRARO PRO LOCO DI BAGNOLO SAN VITO BANDO PER L AMMISSIONE ALLA FORMAZIONE DI OPERATORE DIDATTICO DEL MUSEO DIFFUSO DEL FIUME E aperto il bando per la formazione di operatori didattico-culturali

Dettagli

SCHEDA di presentazione progetto

SCHEDA di presentazione progetto Mod. A2 PGZ SCHEDA di presentazione progetto 1 Codice Progetto 1 2 Titolo del Progetto 3 Riferimenti del compilatore 2 Nome Cognome Recapito telefonico Recapito e-mail Funzione 4 Soggetto proponente 3

Dettagli

ALLEGATO 6. ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: UN MONDO DI LIBRI voce 4

ALLEGATO 6. ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: UN MONDO DI LIBRI voce 4 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: UN MONDO DI LIBRI voce 4 SETTORE e Area di Intervento: D01 Patrimonio artistico e culturale cura e conservazione biblioteche voce 5 OBIETTIVI

Dettagli

L iniziativa consiste in un esperienza di servizio volontario rivolta a giovani dai 16 ai 23 anni, in realtà sociali, culturali ed ambientali nei

L iniziativa consiste in un esperienza di servizio volontario rivolta a giovani dai 16 ai 23 anni, in realtà sociali, culturali ed ambientali nei L iniziativa consiste in un esperienza di servizio volontario rivolta a giovani dai 16 ai 23 anni, in realtà sociali, culturali ed ambientali nei Comuni di Monte di Malo e Torrebelvicino. Il periodo di

Dettagli

Relazione Tecnica e abstract di progetto. Presentata da nella sua qualità di legale rappresentante di partecipante alla procedura di selezione

Relazione Tecnica e abstract di progetto. Presentata da nella sua qualità di legale rappresentante di partecipante alla procedura di selezione Modello 4 relazione tecnica e abstract Procedura di selezione ad evidenza pubblica per l individuazione di un soggetto collaboratore per la co-progettazione, organizzazione e gestione dei servizi di accoglienza,

Dettagli

1440 ore annue, con un minimo di 12 ore settimanali obbligatorie

1440 ore annue, con un minimo di 12 ore settimanali obbligatorie Ente: ASSOCIAZIONE MANI TESE ONG ONLUS SEDE NAZIONALE: PIAZZA V.GAMBARA 7/9 MILANO serviziocivile@manitese.it www.manitese.it tel. 02 4075165 Titolo del Progetto: CAPACI DI CAMBIARE PROSPETTIVA: RIDURRE,

Dettagli

ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI SETTORE CULTURA E SERVIZI DEMOGRAFICI

ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI SETTORE CULTURA E SERVIZI DEMOGRAFICI ASSESSORATO ALLE POLITICHE GIOVANILI SETTORE CULTURA E SERVIZI DEMOGRAFICI Prot. n. AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N. 10 GIOVANI VOLONTARI (DGRV n. 2404/2013) Bando Giovani, Cittadinanza attiva e

Dettagli

COMUNE DI PUTIFIGARI Servizio Civile Giovani e Anziani insieme Vademecum Anziani

COMUNE DI PUTIFIGARI Servizio Civile Giovani e Anziani insieme Vademecum Anziani COMUNE DI PUTIFIGARI SERVIZI SOCIALI Servizio Civile Giovani e Anziani insieme Vademecum Anziani Breve guida ******* Ci sono quattro tipi di persone nel mondo: quelli che si sono presi cura di qualcuno,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio V

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio V INTERVENTI PER LA VALORIZZAZIONE E IL POTENZIAMENTO DELL'EDUCAZIONE

Dettagli

i punti comunità A cura di Dott.ssa Francesca Megni

i punti comunità A cura di Dott.ssa Francesca Megni i punti comunità A cura di Dott.ssa Francesca Megni Al fine di valorizzare le risorse comunitarie e favorire la messa in rete l AC ha proposto una nuova forma: i Punti Comunità. Punto Comunità è una organizzazione

Dettagli

COMUNE DI PAVIA P.zza Municipio,3(Cap.27100)

COMUNE DI PAVIA P.zza Municipio,3(Cap.27100) COMUNE DI PAVIA P.zza Municipio,3(Cap.27100) Settore Servizi Sociali ed Abitativi Riapertura dei termini per la presentazione delle domande da parte dei soli cittadini stranieri per la partecipazione ai

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER BANDO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

BANDO PUBBLICO PER BANDO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI BANDO PUBBLICO PER BANDO PER L INSERIMENTO DI ANZIANI IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Visto il Regolamento per l'accesso al Servizio per l'inserimento di persone anziane in attività socialmente utili del

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE MANI TESE ONLUS

COOPERATIVA SOCIALE MANI TESE ONLUS Ente: ASSOCIAZIONE MANI TESE ONG ONLUS SEDE NAZIONALE: PIAZZA V.GAMBARA 7/9 MILANO serviziocivile@manitese.it www.manitese.it tel. 02 4075165 Titolo del Progetto: RIDURRE, RIPARARE, RIUSARE: RESTITUIRE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: I colori dell arcobaleno 2017 SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Minori ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO Gli obiettivi generali del progetto

Dettagli

ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI LAUREANA DI BORRELLO

ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI LAUREANA DI BORRELLO 952 31/01/2017 Comune di Laureana di Borrello (RC) REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DEL COMUNE DI LAUREANA DI BORRELLO Approvato con delibera del Commissario Straordinario n. 6

Dettagli

Bando per la progettazione sociale denominato Emergenza Abruzzo. Progetti finanziati in provincia dell Aquila: 18

Bando per la progettazione sociale denominato Emergenza Abruzzo. Progetti finanziati in provincia dell Aquila: 18 Bando per la progettazione sociale denominato Emergenza Abruzzo 2,3 milioni di euro provenienti dalle Fondazioni di origine bancarie e destinati alle organizzazioni di Volontariato per progetti di carattere

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2016/17 FUNZIONE STRUMENTALE AREA SOSTEGNO

ANNO SCOLASTICO 2016/17 FUNZIONE STRUMENTALE AREA SOSTEGNO ANNO SCOLASTICO 2016/17 FUNZIONE STRUMENTALE AREA SOSTEGNO : DOCENTE: ORLANDI DONATELLA DATA: 29/09/2016 FIRMA DESCRIZIONE SINTETICA DEL L integrazione degli alunni portatori di handicap come di quelli

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: PERSONE SPECIALI SETTORE e Area di Intervento: SETTORE A - 03GIOVANI- 06 DISABILI - 12 DISAGIO ADULTI 11 DONNE CON MINORI A CARICO DONNE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: E11 PROMOZIONE CULTURALE, SPORTELLI INFORMATIVI

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: E11 PROMOZIONE CULTURALE, SPORTELLI INFORMATIVI ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: IL CAMMINO DI SAN BENEDETTO SETTORE e Area di Intervento: E11 PROMOZIONE CULTURALE, SPORTELLI INFORMATIVI OBIETTIVI DEL PROGETTO " FACILITARE

Dettagli

Gli obiettivi e le strategie di EQUAL TRENO

Gli obiettivi e le strategie di EQUAL TRENO Iniziativa Comunitaria EQUAL PROGETTO T.R.E.N.O. Tradurre le Risorse Endogene delle aree rurali in Nuova Occupazione Il Piano di lavoro locale 1 Dr. Piero Garavelli (C.I.O.F.S. F.P. TOSCANA) Gli obiettivi

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI N. 187/S05 DEL 05/08/2008

DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI N. 187/S05 DEL 05/08/2008 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI N. 187/S05 DEL 05/08/2008 Oggetto: DGR n. 843/08: istituzione premio in denaro per il finanziamento di un progetto rivolto agli anziani come risorsa

Dettagli

Graziella Manzato Sindaco di Sommacampagna

Graziella Manzato Sindaco di Sommacampagna carta dei servizi Saluto con grande piacere e soddisfazione la pubblicazione di questo strumento indispensabile per il cittadino, veicolo di informazione e comunicazione valido per godere di una visuale

Dettagli

SPINA PATRIZIA Corso Vercelli 55/E Novara (ufficio) (ufficio)

SPINA PATRIZIA Corso Vercelli 55/E Novara (ufficio) (ufficio) F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Corso Vercelli 55/E - 28100 Novara 0321-3703582 (ufficio) 0321-3703557 (ufficio)

Dettagli

PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE DI ARCI CREMONA (ANNO 2017/2018) TITOLO

PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE DI ARCI CREMONA (ANNO 2017/2018) TITOLO PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE DI ARCI CREMONA (ANNO 2017/2018) TITOLO OFFICINA RAPPRESENTANZA. Arci per il protagonismo studentesco e la cittadinanza attiva. SOGGETTI ATTUATORI Arci Cremona - Comitato

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO RISERVA NATURALE REGIONALE MONTI NAVEGNA E CERVIA NZ04126

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO RISERVA NATURALE REGIONALE MONTI NAVEGNA E CERVIA NZ04126 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO RISERVA NAVEGNA E CERVIA NZ04126 IN COPROGETTAZIONE PARCO DEI LUCRETILI NZ06828 TITOLO DEL PROGETTO: ATTRAVERSO L'APPENNINO: DA MARCETELLI A MONTEFLAVIO UNA

Dettagli

Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 1 del Parte prima. Bando delle idee-

Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 1 del Parte prima. Bando delle idee- Municipio Roma XIII U.O.S.E.C.S. Servizio Sociale Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 1 del 06.02.07 Parte prima Denominazione Servizio Bando delle idee- SERVIZIO GIOVANI ADOLESCENTI Ambito di intervento

Dettagli

COMUNE DI BASILIANO PERCORSO COMUNALE DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI PROGRAMMAZIONE ANNO 2006

COMUNE DI BASILIANO PERCORSO COMUNALE DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI PROGRAMMAZIONE ANNO 2006 PROGRAMMAZIONE ANNO Punto Giovani Obiettivi Promozione di una comunità solidale e consapevole Dare un servizio ai giovani per renderli cittadinanza attiva e dare loro risposte concrete. Collegamento tra

Dettagli

PERCORSI DI PROMOZIONE DELLA RAPPRESENTENZA DEI CITTADINI STRANIERI E SVILUPPO PARTECIPATO DELLE POLITICHE DELL IMMIGRAZIONE

PERCORSI DI PROMOZIONE DELLA RAPPRESENTENZA DEI CITTADINI STRANIERI E SVILUPPO PARTECIPATO DELLE POLITICHE DELL IMMIGRAZIONE PERCORSI DI PROMOZIONE DELLA RAPPRESENTENZA DEI CITTADINI STRANIERI E SVILUPPO PARTECIPATO DELLE POLITICHE DELL IMMIGRAZIONE Nell ambito del percorso di attuazione della legge regionale sull immigrazione

Dettagli

PROGETTO DI PROSSIMITÀ. Percorsi di domiciliarità leggera nella Valle del But

PROGETTO DI PROSSIMITÀ. Percorsi di domiciliarità leggera nella Valle del But PROGETTO DI PROSSIMITÀ Percorsi di domiciliarità leggera nella Valle del But Panificio Cooperativo Alto But, Paluzza 03/02/2016 PROGETTO DI PROSSIMITÀ Percorsi di domiciliarità leggera nella Valle del

Dettagli

BENESSERE GIOVANI - ORGANIZZIAMOCI AVVISO PUBBLICO

BENESSERE GIOVANI - ORGANIZZIAMOCI AVVISO PUBBLICO BENESSERE GIOVANI - ORGANIZZIAMOCI AVVISO PUBBLICO Per la selezione del partenariato di cui il Comune di Marigliano sarà capofila nella presentazione della proposta progettuale PREMESSO CHE: la Regione

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE. INVITO A PRESENTARE PROPOSTE EAC/01/10 Programma «Gioventù in azione» (2009/C 315/03)

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE. INVITO A PRESENTARE PROPOSTE EAC/01/10 Programma «Gioventù in azione» (2009/C 315/03) 23.12.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 315/3 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE INVITO A PRESENTARE PROPOSTE EAC/01/10 Programma «Gioventù in azione» 2007-2013 (2009/C 315/03)

Dettagli

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi VIII edizione Nota illustrativa

PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi VIII edizione Nota illustrativa PREMIO DELLE BUONE PRATICHE DI EDUCAZIONE ALLA SICUREZZA E ALLA SALUTE Vito Scafidi VIII edizione 2014 - Nota illustrativa Gentilissimo Dirigente, Cittadinanzattiva è lieta di invitare la sua scuola a

Dettagli

CASA DELLA CULTURA W. A. MOZART IL CENTRO INTERCULTURALE DI TORINO

CASA DELLA CULTURA W. A. MOZART IL CENTRO INTERCULTURALE DI TORINO IL CENTRO INTERCULTURALE DI TORINO Aperto nel 1996 all interno del Settore Spettacolo, Manifestazioni e Formazione Culturale della Città di Torino, è un luogo di confronto, conoscenza, formazione e scambio

Dettagli

Novara.IN INclusiva e INnovativa

Novara.IN INclusiva e INnovativa Novara.IN INclusiva e INnovativa Borgo Medievale di Torino, 3 Dicembre 2014 I Partner del progetto Agenzia Turistica Locale della Provincia di Novara Camera di Commercio di Novara Consulta per le Persone

Dettagli

Facoltà di Scienze della Formazione MASTER UNIVERSITARIO di primo livello in FORMAZIONE INTERCULTURALE Quinta edizione, a.a.

Facoltà di Scienze della Formazione MASTER UNIVERSITARIO di primo livello in FORMAZIONE INTERCULTURALE Quinta edizione, a.a. Facoltà di Scienze della Formazione MASTER UNIVERSITARIO di primo livello in FORMAZIONE INTERCULTURALE Quinta edizione, a.a. 2007/2008 CICLO DI SEMINARI i seminari Il Master in Formazione interculturale,

Dettagli

PROGRAMMA N. 14: PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE

PROGRAMMA N. 14: PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE PROGRAMMA N. 14: PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE 193 194 PROGETTO 14.1: INTEGRAZIONE CITTADINI DI ALTRI PAESI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2015-2017 Titolo obiettivo 1: Misure di accoglienza e di emergenza

Dettagli

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo:

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: Roma Capitale - Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici,

Dettagli

Milano, 10/11/2010 Prot. n. 189/10/SCAL/EL

Milano, 10/11/2010 Prot. n. 189/10/SCAL/EL Milano, 10/11/2010 Prot. n. 189/10/SCAL/EL Alla cortese attenzione di Sindaco Segretario Comunale Dirigenti e Responsabili dei servizi Operatori Locali di Progetto del Servizio Civile Oggetto: Adesione

Dettagli

Da oltre trent anni al servizio dei cittadini.

Da oltre trent anni al servizio dei cittadini. CARTA DEI SERVIZI Da oltre trent anni al servizio dei cittadini. [.] il servizio è costituito dal coordinatore, dagli operatori e, ove previsto, dalla struttura. Per servizio si intende un organizzazione

Dettagli

A SCUOLA DI VOLONTARIATO

A SCUOLA DI VOLONTARIATO A SCUOLA DI VOLONTARIATO SI IMPARA A Ad incontrarsi e a rigenerarsi reciprocamente A stabilire nuove relazioni A creare nuovi legami di solidarietà A pensare e ad agire in termini di gratuità A scoprire

Dettagli

SCHEDA DI MONITORAGGIO DEL PROGETTO N 4

SCHEDA DI MONITORAGGIO DEL PROGETTO N 4 SCHEDA DI MONITORAGGIO DEL PROGETTO N 4 PERIODO IN ESAME: Gennaio 2006 DICEMBRE 2006 DATA COMPILAZIONE SCHEDA: APRILE 2007 Nome Progetto BAMBINI E NUOVE CULTURE Mission (finalità del Progetto) Il progetto

Dettagli

ERASMUS+ - CALL 2018 GIOVENTÙ

ERASMUS+ - CALL 2018 GIOVENTÙ ERASMUS+ - CALL 2018 GIOVENTÙ DESCRIZIONE La call Erasmus+ 2018 è dedicata a tutti i settori coperti dal programma europeo (gioventù, istruzione scolastica, superiore e professionale) e si rivolge ai soggetti

Dettagli

PROGRAMMA GIOVENTÙ IN AZIONE - AZIONE 1.1 PROGETTO AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE DI N. 4 PARTECIPANTI SCAMBIO INTERNAZIONALE. Action VS Discrimination

PROGRAMMA GIOVENTÙ IN AZIONE - AZIONE 1.1 PROGETTO AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE DI N. 4 PARTECIPANTI SCAMBIO INTERNAZIONALE. Action VS Discrimination PROGRAMMA GIOVENTÙ IN AZIONE - AZIONE 1.1 PROGETTO AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE DI N. 4 PARTECIPANTI SCAMBIO INTERNAZIONALE Action VS Discrimination 11-18 APRILE 2011 1. OGGETTO DELL AVVISO Il comune di

Dettagli

Unione Comuni del Sorbara Scuola Media A. Volta Bomporto

Unione Comuni del Sorbara Scuola Media A. Volta Bomporto Unione Comuni del Sorbara Scuola Media A. Volta Bomporto Educare in L2: progetto per l accoglienza e l integrazione a.s. 2001/2002 a.s. 2003/2004 Stefania Ferrari www.glottonaute.it Le risorse Scuola Unione

Dettagli

PROGETTO Edizione

PROGETTO Edizione PROGETTO Edizione 2016-2017 Introduzione La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (di seguito abbreviata in Fondazione), persona giuridica privata senza fini di lucro con piena autonomia statutaria e

Dettagli

Allegato 1.1) FAC SIMILE DI SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA ENTI LOCALI (PUNTO 2.1, LETTERE A., B. e C.

Allegato 1.1) FAC SIMILE DI SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA ENTI LOCALI (PUNTO 2.1, LETTERE A., B. e C. Allegato 1.1) FAC SIMILE DI SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA ENTI LOCALI (PUNTO 2.1, LETTERE A., B. e C. DELL ALLEGATO A) 1 SOGGETTO RICHIEDENTE (ente capofila) PROVINCIA DI

Dettagli

2 dicembre 2015, Parma Assemblea Provinciale del Servizio Civile

2 dicembre 2015, Parma Assemblea Provinciale del Servizio Civile Primo gruppo: Luis Cesar Cesari Composto da 10 ragazzi Argomento di discussione: organizzazione e formazione. Non coincidenza dei progetti, discrepanza nelle responsabilità affidate ai volontari, scarso

Dettagli

NETINEUROPE PER LA SCUOLA

NETINEUROPE PER LA SCUOLA NETINEUROPE PER LA SCUOLA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE PER LO SVILUPPO DEI PROGRAMMI EUROPEI Siamo un organizzazione senza scopo di lucro nata per operare nel territorio europeo con lo scopo di promuovere

Dettagli

FORMAZIONE FORMATORI SCUOLA DI IMPRESA SOCIALE. Informazioni e Iscrizioni. Marzo Luglio 2016

FORMAZIONE FORMATORI SCUOLA DI IMPRESA SOCIALE. Informazioni e Iscrizioni. Marzo Luglio 2016 SCUOLA DI IMPRESA SOCIALE 2016 FORMAZIONE FORMATORI Marzo 2016 - Luglio 2016 Informazioni e Iscrizioni La formazione d aula si svolgerà presso Consorzio SIS via Ciriè n. 9 a Milano (MM5). Il seminario

Dettagli

cooperativa sociale comunità del giambellino CARTA DEI SERVIZI Ver ottobre 2010

cooperativa sociale comunità del giambellino CARTA DEI SERVIZI Ver ottobre 2010 cooperativa sociale comunità del giambellino CARTA DEI SERVIZI housing sociale Ver. 1 19 ottobre 2010 housing@giambellino.org Cooperativa sociale Comunità del Giambellino via Gentile Bellini 6-20146 Milano

Dettagli

Il ruolo delle Fondazioni tra primo e secondo welfare

Il ruolo delle Fondazioni tra primo e secondo welfare Convegno promosso da Cooperativa Operatori sociali C.O.S. La cooperazione sociale tra primo e secondo welfare Il ruolo delle Fondazioni tra primo e secondo welfare Alba, 11 maggio 2013 Elena Bottasso Centro

Dettagli

Corso: Tecnico del risparmio energetico e delle energie rinnovabili ID CORSO N 3632

Corso: Tecnico del risparmio energetico e delle energie rinnovabili ID CORSO N 3632 Messina, 28/01/2013 Prot. N. 16/13/REC AVVISO N. 20/2011 PERCORSI FORMATIVI PER IL RAFFORZAMENTO DELL OCCUPABILITÀ DELLA FORZA LAVORO SICILIANA PERIODO 2012/2014 INTERVENTO FINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: INSIEME PER CRESCERE SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale Prevalente: E01 Centri di aggregazione (bambini,

Dettagli

SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE VICEPRESIDENZA DI FORLI

SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE VICEPRESIDENZA DI FORLI Bando per la selezione di 35 studenti per partecipare ad una Simulazione di gestione di una crisi internazionale (NATO Model Event), organizzata in collaborazione con la NATO Allied Commander Transformation

Dettagli

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI INTEGRIAMOCI: "IMPRONTE SOCIALI" Settore Assistenza Disabili SEDE Congregazione delle Suore Ancelle dell

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAVALLARO DANIELA Indirizzo VIA XXIV MAGGIO, 3E/1 LENDINARA (RO) Telefono 0425.600361 Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

Animatore socio-educativo

Animatore socio-educativo Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Professioni NUP/ISTAT correlate Animatore socio-educativo 3.4.5.2.0 - Tecnici del reinserimento e dell integrazione Attività economiche di riferimento: ATECO

Dettagli

Protocollo d intesa. Tra

Protocollo d intesa. Tra Protocollo d intesa Tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA (di seguito denominato MIUR) E IL VOLONTARIATO INTERNAZIONALE PER LO SVILUPPO (di seguito denominata VIS) VISTA la

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BOITO ARRIGO Amministrazione Comune di Longarone Incarico attuale Posizione Organizzativa Servizio Socio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI E VANTAGGI ECONOMICI AD ENTI, ASSOCIAZIONI, ISTITUZIONI ARTICOLO 1 Finalità 1. L Amministrazione comunale, in attuazione dei principi generali

Dettagli

Direzione Generale per le Politiche per l Orientamento e la Formazione - Divisione VII LABEL EUROPEO

Direzione Generale per le Politiche per l Orientamento e la Formazione - Divisione VII LABEL EUROPEO - Divisione VII - 06.36754286-4188 06.36754977 LABEL EUROPEO Riconoscimento europeo per progetti innovativi nel campo dell insegnamento e dell apprendimento delle lingue Anno 2007 Il Programma Lifelong

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO Operatore accreditato per i Servizi al Lavoro della Regione Piemonte con n. La carta dei Servizi intende descrivere le attività destinate ai cittadini e al mondo delle imprese

Dettagli

DOCUMENTO D INTESA SULLA SALUTE DEGLI IMMIGRATI E PERSONE IN SITUAZIONE DI EMARGINAZIONE SOCIALE IN TRENTINO

DOCUMENTO D INTESA SULLA SALUTE DEGLI IMMIGRATI E PERSONE IN SITUAZIONE DI EMARGINAZIONE SOCIALE IN TRENTINO Società Italiana di Medicina delle Migrazioni DOCUMENTO D INTESA SULLA SALUTE DEGLI IMMIGRATI E PERSONE IN SITUAZIONE DI EMARGINAZIONE SOCIALE IN TRENTINO Gruppo Immigrazione Salute GR.I.S. Trentino 1

Dettagli

PROGETTI DI COLLABORAZIONE TRA FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA E UNIVERSITÀ CA FOSCARI IN FAVORE DEGLI STUDENTI DI CA' FOSCARI anno

PROGETTI DI COLLABORAZIONE TRA FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA E UNIVERSITÀ CA FOSCARI IN FAVORE DEGLI STUDENTI DI CA' FOSCARI anno PROGETTI DI COLLABORAZIONE TRA FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA E UNIVERSITÀ CA FOSCARI IN FAVORE DEGLI STUDENTI DI CA' FOSCARI anno 2015-2016 Premessa L'esperienza del tirocinio 2014-2015 è stata molto positiva

Dettagli

Attività 3 Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità

Attività 3 Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità Attività 3 Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità II annualità Obiettivi. costruire capacità di comunicazione e dialogo interculturale tra gli studenti delle scuole di primo e secondo

Dettagli

CITTA DI BONDENO Provincia di Ferrara Settore Socioscolastico

CITTA DI BONDENO Provincia di Ferrara Settore Socioscolastico INFORMATIVA SULLA PROPOSTA DI SERVIZIO CIVILE Per Daniele: straordinario come voi A FAVORE DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAGLI EVENTI SISMICI INIZIATI NEL MAGGIO 2012 (per completezza d informazione fare riferimento

Dettagli

BANDO PER LA SELEZIONE N 1 (UNO) AUTISTA SOCCORRITORE

BANDO PER LA SELEZIONE N 1 (UNO) AUTISTA SOCCORRITORE BANDO PER LA SELEZIONE N 1 (UNO) AUTISTA SOCCORRITORE In ottemperanza alla delibera del Consiglio Direttivo del 27/07/2016 è indetta una selezione per la formazione di una graduatoria per l assunzione

Dettagli

CO-Mantova

CO-Mantova 1 Presentazione candidature: a sportello, sino ad esaurimento dei posti disponibili PREMESSO CHE: Nell attuale contingenza economica, è necessario che le istituzioni di governo e presidio dei territori,

Dettagli

dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE PROTOCOLLO D INTESA TRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E ASSOCIAZIONE GUIDE E SCOUT

Dettagli

giovani comune di campi bisenzio Questionario

giovani comune di campi bisenzio Questionario comune di campi bisenzio Questionario giovani Lo scopo principale del seguente questionario è quello di volgere la nostra attenzione al mondo giovanile per liberarne e investirne le risorse, ascoltandone

Dettagli

Date Da febbraio 2009 al 31 dicembre 2013

Date Da febbraio 2009 al 31 dicembre 2013 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Nationalità Elda Lucia Soccol Italiana Data di nascita 9 Novembre 1964 Esperienza professionale

Dettagli

Visioni per Vercelli 2020

Visioni per Vercelli 2020 Visioni per Vercelli 2020 Premessa. Presentazione e metodologia Le Visioni per Vercelli2020 derivano da un elaborazione di dati e risultanze a partire da: - analisi dei lavori dei 5 tavoli tematici e del

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANNA GUERINONI Indirizzo VIA BELTRAMINO,20-24028 PONTE NOSSA - BERGAMO Telefono 035 471 327 E-mail anna.guerinoni@nembro.net Nazionalità

Dettagli

La Cittadinanza europea e i gemellaggi di Città

La Cittadinanza europea e i gemellaggi di Città La Cittadinanza europea e i gemellaggi di Città Bruxelles, 28 novembre 2012 Emilio Verrengia Segretario Generale Aggiunto A.I.C.C.R.E. Vice Presidente del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio

Dettagli

D.D. n.5158 Anno 2016 (prot ) BANDO BORSE DI STUDIO Master II livello denominato Progettazione e Sicurezza dei luoghi di lavoro a.a.

D.D. n.5158 Anno 2016 (prot ) BANDO BORSE DI STUDIO Master II livello denominato Progettazione e Sicurezza dei luoghi di lavoro a.a. D.D. n.5158 Anno 2016 (prot. 111243) BANDO BORSE DI STUDIO Master II livello denominato Progettazione e Sicurezza dei luoghi di lavoro a.a. 2016-17 Il Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e

Dettagli

Sviluppo servizi di sostegno alla creazione ed allo start-up di nuove imprese. Servizi integrati reali per la nuova imprenditorialità

Sviluppo servizi di sostegno alla creazione ed allo start-up di nuove imprese. Servizi integrati reali per la nuova imprenditorialità Sviluppo servizi di sostegno alla creazione ed allo start-up di nuove imprese Progetto S.I.R.N.I. Servizi integrati reali per la nuova imprenditorialità III annualità La Camera di Commercio di Viterbo,

Dettagli

ASAI descrizione e obiettivi

ASAI descrizione e obiettivi ASAI descrizione e obiettivi L ASAI (Associazione di Animazione Interculturale) ha sviluppato una lunga esperienza nella creazione, strutturazione e conduzione di luoghi di aggregazione e di coinvolgimento

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Direzione Scuola, Sport e Politiche Giovanili. - Luglio 1978 :Diploma Istituto Magistrale;

CURRICULUM VITAE. Direzione Scuola, Sport e Politiche Giovanili. - Luglio 1978 :Diploma Istituto Magistrale; CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tiziana Pellizzari matricola. 528710 Struttura di appartenenza Direzione Scuola, Sport e Politiche Giovanili Telefono 010 / 5578359 Fax 010/5578360 E-mail tpellizzari@comune.genova.it

Dettagli

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI e SECTOR SKILLS ALLIANCES (Erasmus for All)

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI e SECTOR SKILLS ALLIANCES (Erasmus for All) FORUM DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2012 Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI e SECTOR SKILLS ALLIANCES (Erasmus for All) Relatore: Rossano Arenare Obiettivi del programma Oltre agli obiettivi del

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO Provincia di Padova

COMUNE DI SACCOLONGO Provincia di Padova COMUNE DI SACCOLONGO Provincia di Padova REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO E DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI Approvato con delibera di C.C. n. 56 del 29.11.2006 INDICE Articolo 1 FINALITA Articolo

Dettagli

BENESSERE GIOVANI ORGANIZZIAMOCI AVVISO PUBBLICO. la Regione Campania, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 114 del 22/3/2016,

BENESSERE GIOVANI ORGANIZZIAMOCI AVVISO PUBBLICO. la Regione Campania, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 114 del 22/3/2016, BENESSERE GIOVANI ORGANIZZIAMOCI AVVISO PUBBLICO PREMESSO CHE: la Regione Campania, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 114 del 22/3/2016, pubblicata sul BURC n. 27 del 2/5/2016, in considerazione

Dettagli

IL WELFARE E I SERVIZI AI CITTADINI

IL WELFARE E I SERVIZI AI CITTADINI IL WELFARE E I SERVIZI AI CITTADINI 92 IL SISTEMA EDUCATIVO 93 94 Linee programmatiche o Mantenere l'eccellenza nei servizi per l'infanzia aumentandone la quantità. Potenziare i servizi esistenti riducendo

Dettagli

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI PROGETTI DI CONTINUITA SCUOLA-LAVORO - Studenti in obbligo formativo con disabilità accertata dalla Commissione medica integrata ai sensi della Legge n. 104/1992 o con certificazione scolastica rilasciata

Dettagli

Comune di Pavia Ufficio Servizio Civile

Comune di Pavia Ufficio Servizio Civile Comune di Pavia Ufficio Servizio Civile BANDO PER LA SELEZIONE DI N 18 VOLONTARI DA IMP IEGARE NELL AMBITO DEL SETTORE SERVIZI SOCIALI E SETTORE CULTURA DEL COMUNE DI PAVIA IN PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE

Dettagli

COMUNE DI SELARGIUS. Prov. di Cagliari AREA CULTURALE E DEL PROVVEDITORATO BIBLIOTECA COMUNALE

COMUNE DI SELARGIUS. Prov. di Cagliari AREA CULTURALE E DEL PROVVEDITORATO BIBLIOTECA COMUNALE 1 COMUNE DI SELARGIUS Prov. di Cagliari AREA CULTURALE E DEL PROVVEDITORATO BIBLIOTECA COMUNALE Via Gallus Piazza Si e Boi Tel. 070 842643 Fax 070 8488140 ANNO 2008 Avviso di Selezione per la formazione

Dettagli

Quando lo sport mette in gioco la famiglia

Quando lo sport mette in gioco la famiglia Allegato n 4 Quando lo sport mette in gioco la famiglia Bando progetti di impresa, promozione e sviluppo a sostegno della genitorialita IL BANDO Nell ambito del progetto denominato Quando lo sport mette

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 Comune di Martano Servizio Civile Nazionale TITOLO DEL PROGETTO: Phronesis 2016 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore A - ASSISTENZA Area di intervento 01) Anziani

Dettagli

BANDO DI IDEE PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE

BANDO DI IDEE PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE BANDO DI IDEE PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE ANNO 2007 Art. 1 Obiettivi e oggetto del bando All interno delle azioni comuni dei cinque CSV della Campania, al fine di favorire il protagonismo delle esperienze

Dettagli