Amundi SGR. A company of Crédit Agricole / Société Générale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Amundi SGR. A company of Crédit Agricole / Société Générale"

Transcript

1 Amundi SGR FONDI AMUNDI multimanager Offerta al pubblico di quote di fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano non armonizzati alla Direttiva 85/611/CEE appartenenti al sistema Fondi Amundi Multimanager Si raccomanda la lettura del Prospetto Completo - costituito dalla Parte I (Caratteristiche del fondo e modalità di partecipazione), dalla Parte II (Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi del fondo) e dalla Parte III (Altre informazioni sull investimento) - messo gratuitamente a disposizione dell investitore su richiesta del medesimo per le informazioni di dettaglio. Il Regolamento di gestione del fondo forma parte integrante del Prospetto Completo, al quale è allegato. Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all investitore le principali caratteristiche dell investimento proposto. Data di deposito in Consob della Copertina: 23 febbraio 2010 Data di validità della Copertina: dall 1 marzo 2010 La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Avvertenza: Il Prospetto d offerta non costituisce un offerta o un invito in alcuna giurisdizione nella quale detti offerta o invito non siano legali o nella quale la persona che venga in possesso del Prospetto d offerta non abbia i requisiti necessari per aderirvi. In nessuna circostanza il Modulo di sottoscrizione potrà essere utilizzato se non nelle giurisdizioni in cui detti offerta o invito possano essere presentati e tale Modulo possa essere legittimamente utilizzato. A company of Crédit Agricole / Société Générale

2 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni generali sull offerta. INFORMAZIONI GENERALI SOCIETÀ DI GESTIONE PROPOSTE D INVESTIMENTO FINANZIARIO INFORMAZIONI AGGIUNTIVE INFORMAZIONI SULLE MODALITÀ DI SOTTOSCRIZIONE E RIMBORSO Amundi SGR S.p.A., appartenente al Gruppo Crédit Agricole, di nazionalità italiana, con sede legale in Milano, Piazza Missori 2, tel , sito Internet indirizzo di posta elettronica Fondi Amundi Multimanager: - Amundi Europe Equity - Amundi USA Equity - Amundi Pacific Equity - Amundi Global Equity - Amundi Global Emerging Equity Per ognuno dei Fondi appartenenti al sistema, sono previste le seguenti proposte di investimento finanziario di cui al Prospetto d offerta, ciascuna illustrata nella parte Informazioni Specifiche : - versamento in un unica soluzione (PIC) - investimento mediante piano di accumulo (PAC) La sottoscrizione delle quote dei Fondi può essere effettuata direttamente presso la SGR o presso uno dei soggetti incaricati del collocamento. L acquisto delle quote avviene esclusivamente mediante la sottoscrizione dell apposito modulo e il versamento del relativo importo. La sottoscrizione delle quote può avvenire con le seguenti modalità: versando subito per intero il controvalore delle quote che si è deciso di acquistare (versamento in unica soluzione o PIC), oppure ripartendo nel tempo l investimento attraverso la sottoscrizione di un piano di accumulo (PAC). Oltre al versamento PIC o PAC la sottoscrizione delle quote può avvenire mediante l adesione al Servizio Clessidra (si rinvia all art. 4.5 del Regolamento di gestione dei Fondi per maggiori dettagli). Nel caso di versamento in unica soluzione, l importo minimo è pari a Euro 500,00 sia per la prima sottoscrizione che per le successive. Nel caso di sottoscrizione di un piano di accumulo, l importo minimo di ciascuna rata è pari almeno a Euro 100,00. È possibile sottoscrivere quote del Fondo anche mediante tecniche di comunicazione a distanza (Internet) nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti. Per la descrizione delle modalità di sottoscrizione delle quote si rinvia al Regolamento di gestione dei Fondi. E possibile richiedere il rimborso delle quote in qualsiasi giorno lavorativo senza dover fornire alcun preavviso. Il rimborso delle quote può avvenire in un unica soluzione parziale o totale oppure tramite piani programmati di disinvestimento Servizio di Rendita Finanziaria secondo le modalità indicate agli artt. 4.6 e 4.7 del Regolamento di gestione dei Fondi. Per la descrizione delle modalità di richiesta del rimborso delle quote nonché dei termini di valorizzazione e di effettuazione del rimborso si rinvia al Regolamento di gestione dei Fondi. Il partecipante ad uno dei Fondi illustrati nel presente Prospetto semplificato e disciplinati nel medesimo Regolamento di Gestione può effettuare versamenti successivi. 1/4

3 SWITCH E VERSAMENTI SUCCESSIVI DIRITTO DI RECESSO ULTERIORE INFORMATIVA DISPONIBILE Per la descrizione delle modalità e dei termini di esecuzione di tali operazioni si rinvia al par. 4, Sez. B del Regolamento di Gestione dei Fondi. Si rinvia alla Sez. D) della Parte I del prospetto Completo per le informazioni di dettaglio circa le modalità di sottoscrizione e rimborso. È facoltà dell investitore effettuare disinvestimenti delle quote sottoscritte al fine del contestuale reinvestimento in altro Fondo. È inoltre previsto il Servizio Clessidra (Clessidra Pac e Clessidra Performance) che consente al partecipante di sottoscrivere quote di un Fondo tramite rimborso di quote di altro Fondo gestito dalla SGR che contempli il medesimo Servizio secondo le modalità indicate nel Regolamento di gestione del Fondo. Il partecipante ad uno dei Fondi illustrati nel presente Prospetto e disciplinati nel medesimo Regolamento di Gestione può effettuare versamenti successivi, previa consegna della relativa informativa tratta dal Prospetto d offerta aggiornato. Ai versamenti successivi non si applica la sospensiva di sette giorni prevista per un eventuale ripensamento da parte dell investitore. Se la sottoscrizione viene effettuata fuori sede, si applica una sospensiva di sette giorni per un eventuale ripensamento da parte dell investitore. In tal caso, l esecuzione della sottoscrizione ed il regolamento dei corrispettivi avverranno una volta trascorso il periodo di sospensiva di sette giorni. Entro tale termine l investitore può comunicare il proprio recesso senza spese né corrispettivo alla SGR o ai soggetti incaricati del collocamento. Detta facoltà di recesso non si applica alle sottoscrizioni effettuate presso la sede legale o le dipendenze dell emittente, del proponente l investimento o del soggetto incaricato della promozione e del collocamento, nonché ai versamenti successivi e alle operazioni di passaggio tra fondi (switch). La sospensiva non riguarda altresì le successive sottoscrizioni delle quote dei Fondi appartenenti al medesimo sistema e riportati nel Prospetto Completo (o ivi successivamente inseriti), a condizione che al partecipante sia stata preventivamente fornita la parte Informazioni Specifiche aggiornata o il Prospetto Completo aggiornato con l informativa relativa al Fondo oggetto della sottoscrizione. La SGR mette a disposizione, sul proprio sito internet i seguenti documenti ed i relativi aggiornamenti: a) Prospetti Semplificati di tutti i Fondi del sistema ovvero della famiglia disciplinati nell ambito di un medesimo Prospetto Completo; b) Parti I, II e III del Prospetto Completo; c) Regolamento di gestione dei Fondi; d) ultimi documenti contabili redatti (rendiconto annuale e relazione semestrale, se successiva), nel caso di più Fondi illustrati nel medesimo Prospetto d offerta i partecipanti a ciascun Fondo hanno diritto di richiedere anche i documenti relativi agli altri Fondi di cui al medesimo Prospetto; e) documenti di illustrazione dei servizi/prodotti abbinati alla sottoscrizione dei Fondi. L investitore ha la facoltà di richiedere alla SGR l invio, anche a domicilio, dei suddetti documenti. La sopra indicata documentazione dovrà essere richiesta per iscritto a Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A., Piazza Missori 2, Milano, indirizzo di posta elettronica che ne curerà l inoltro a stretto giro di posta all indirizzo indicato dal richiedente. L invio ai partecipanti dei predetti documenti è gratuito. I documenti contabili del Fondo sono altresì disponibili presso la SGR e la Banca depositaria. La documentazione di cui sopra potrà essere inviata, ove richiesto dall investitore, anche in formato elettronico mediante tecniche di comunicazione a distanza, purché le caratteristiche di queste ultime siano con ciò compatibili e consentano al destinatario dei documenti di acquisirne la disponibilità su supporto duraturo. 2/4

4 La SGR è tenuta a comunicare tempestivamente agli investitori le variazioni delle informazioni del Prospetto d offerta concernenti le caratteristiche essenziali del prodotto, tra le quali la tipologia di gestione, il regime dei costi ed il profilo di rischio. STRATEGIA PER L ESERCIZIO DEI DIRITTI INERENTI AGLI STRUMENTI FINANZIARI BEST EXECUTION Incentivi Ove richiesto dalle caratteristiche del servizio di gestione prestato in relazione al Fondo, la SGR applica e mantiene una strategia efficace e adeguata per l esercizio dei diritti di intervento e di voto inerenti agli strumenti finanziari di pertinenza degli OICR gestiti, al fine di assicurare che tali diritti siano esercitati nell esclusivo interesse dei partecipanti agli OICR. La SGR rende disponibile ai partecipanti una descrizione della strategia sopra indicata ed i relativi aggiornamenti sul proprio sito Internet. Per l esecuzione delle operazioni disposte per conto del Fondo, la SGR si avvale dei principali operatori del mercato nazionale ed internazionale. La SGR, nell ambito del servizio di gestione collettiva, adotta tutte le misure ragionevoli e mette in atto meccanismi efficaci per ottenere il miglior risultato possibile sia quando esegue le decisioni di negoziare (gli Ordini), sia quando trasmette ordini a terze parti selezionate per la loro esecuzione. La SGR ha quindi definito rispettivamente una strategia di esecuzione e una strategia di trasmissione degli ordini, allo scopo di ottenere il miglior risultato possibile per gli investitori cui presta il servizio di gestione collettiva del risparmio. La SGR, pur riservandosi la facoltà di trasmettere ed eseguire direttamente, in ogni momento, gli ordini per conto dei portafogli gestiti nonché il diritto di impartire istruzioni per ciascuno degli ordini e/o delle decisioni di investimento, al fine di conseguire maggiore efficienza nei processi produttivi e di avvalersi di specifiche competenze professionali di terzi, esternalizza a Segespar Intermédiation SA, appartenente al Gruppo Crédit Agricole SA, le attività riguardanti la trasmissione e/o l esecuzione di ordini aventi ad oggetto gli strumenti finanziari (esclusi gli OICR) di taluni portafogli gestiti (come di volta in volta specificato dalle procedure aziendali vigenti). La SGR sottopone periodicamente a monitoraggio l efficacia delle misure di esecuzione e delle strategie di trasmissione degli Ordini e, se del caso, corregge eventuali carenze; inoltre, riesamina le misure e le strategie adottate con periodicità almeno annuale e, comunque, quando si verificano circostanze rilevanti tali da influire sulla capacità di ottenere in modo duraturo il miglior risultato possibile per i portafogli gestiti. La SGR mette a disposizione sul proprio sito internet informazioni più dettagliate, tra cui l elenco degli intermediari negoziatori ed il documento informativo sulle strategie di esecuzione e di trasmissione degli ordini nel servizio di gestione collettiva del risparmio. In conformità della normativa applicabile, la SGR ha concluso con soggetti terzi accordi aventi ad oggetto compensi, commissioni o prestazioni non monetarie. Precisamente la SGR: - versa ai distributori delle quote dei Fondi, a fronte del collocamento di tali quote e dell attività di assistenza post-vendita agli investitori e/o della consulenza in materia di investimenti agli investitori, la totalità degli importi percepiti a titolo di commissione di sottoscrizione e una percentuale degli importi percepiti a titolo di commissione di gestione; - può percepire dai gestori degli OICR oggetto di investimento dei Fondi gestiti retrocessioni commissionali, di importo variabile, integralmente riconosciute al patrimonio dei Fondi stessi; - può percepire dai negoziatori prestazioni non monetarie, sotto forma di ricerca in materia di investimenti, in aggiunta e a sostegno di quella prodotta internamente. La SGR non remunera separatamente la ricerca ricevuta; il corrispettivo della ricerca è inglobato nelle commissioni di negoziazione corrisposte dalla SGR ai negoziatori. Si rinvia alla Parte I del Prospetto Completo per ulteriori dettagli. 3/4

5 RECLAMI Per eventuali reclami l investitore può rivolgersi alla SGR inoltrando comunicazione in forma scritta all indirizzo della sede della medesima Società. I reclami sono trattati dall ufficio Client Administration con il supporto della funzione di controllo di conformità (Compliance). Il processo di gestione dei reclami attinenti alla prestazione dei servizi di gestione collettiva si conclude indicativamente in 90 giorni dal ricevimento del reclamo. La SGR ha definito un processo al quale partecipano una pluralità di strutture, in modo da garantire un esame articolato della problematica emergente dal reclamo. La lettera di risposta al reclamo viene inviata tempestivamente, al fine di comporre il reclamo nei termini sopra indicati, a mezzo raccomandata A/R al domicilio indicato dall investitore. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del Fondo. Avvertenza: Il Prospetto d offerta non costituisce un offerta o un invito in alcuna giurisdizione nella quale detti offerta o invito non siano legali o nella quale la persona che venga in possesso del Prospetto d offerta non abbia i requisiti necessari per aderirvi. In nessuna circostanza il Modulo di sottoscrizione potrà essere utilizzato se non nelle giurisdizioni in cui detti offerta o invito possano essere presentati e tale Modulo possa essere legittimamente utilizzato. La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Generali : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Generali : dall 1 marzo /4

6 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE ALTRE INFORMAZIONI OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Amundi Europe Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Europe Equity PIC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento in un unica soluzione PIC. - importo in Euro: l importo minimo previsto per ciascuna sottoscrizione è di Euro 500,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un investimento, dell importo esemplificativo di Euro ,00. Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari europei attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% FTSE Eurotop 100 in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro 8 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

7 politica di investimento Categoria: Azionario Europa. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro e la Sterlina Inglese. Area geografica di riferimento: Europa. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. 2/7

8 VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO Commissioni di A sottoscrizione Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) 1,00% 0,13% B Commissioni di gestione 1,70% C D E Costi delle garanzie e/o immunizzazione Altri costi contestuali all investimento Altri costi successivi all investimento 0% 0% 0% 0% 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% Componenti dell investimento finanziario H Importo Versato 100% I=H-G Capitale Nominale 99,95% L=I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

9 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Per ogni versamento in unica soluzione nonché sulle operazioni di passaggio tra Fondi Su ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse Importo in Euro 5,00 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra-performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extra-performance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extra-performance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extra-performance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

10 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari, per ciascun fondo, alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

11 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del Fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,841% 2,610% 3,732% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,9% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Europe Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

12 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

13 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE ALTRE INFORMAZIONI OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Amundi Europe Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Europe Equity PAC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento mediante adesione ad un piano di accumulo (PAC), che può essere costituito da un numero di rate variabile da un minimo di 12 ad un massimo di 240 rate con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale. - importo in Euro: l importo minimo di ciascuna rata è pari a Euro 100,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un PAC di importo esemplificativo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato). Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari europei attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% FTSE Eurotop 100 in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro 5 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

14 politica di investimento Categoria: Azionario Europa. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro e la Sterlina Inglese. Area geografica di riferimento: Europa. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte di investimeno consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. 2/7

15 Versamento iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% SUCCESSIVI AL VERSAMENTO F Commissioni di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% Componenti dell investimento finanziario L Importo Versato 100% 100% M=L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N=M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

16 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Importo in Euro Per ogni versamento dei Piani di accumulo 2,00 Per ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extraperformance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

17 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari, per ciascun fondo, alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

18 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,841% 2,610% 3,732% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,9% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Europe Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

19 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

20 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE ALTRE INFORMAZIONI OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Amundi USA Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi USA Equity PIC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento in un unica soluzione PIC. - importo in Euro: l importo minimo previsto per ciascuna sottoscrizione è di Euro 500,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un investimento,dell importo esemplificativo di Euro ,00. Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: IInvestimento nel mercato azionario USA attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (cd. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% Standard & Poor s 100 local currency 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro 8 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

21 politica di investimento Categoria: Azionario America. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica ed alle previsione relative all evoluzione dei tassi di interesse, del ciclo economico e alle politiche fiscali. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro e il Dollaro USA. Area geografica di riferimento: USA. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. 2/7

22 VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO Commissioni di A sottoscrizione Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) 1,00% 0,13% B Commissioni di gestione 1,70% C D E Costi delle garanzie e/o immunizzazione Altri costi contestuali all investimento Altri costi successivi all investimento 0% 0% 0% 0% 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% Componenti dell investimento finanziario H Importo Versato 100% I=H-G Capitale Nominale 99,95% L=I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

23 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Per ogni versamento in unica soluzione nonché sulle operazioni di passaggio tra Fondi Su ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse Importo in Euro 5,00 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra-performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extra-performance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extra-performance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extra-performance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

24 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

25 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,047% 3,102% 4,257% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,0% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi USA Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

26 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

27 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE Amundi USA Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. ALTRE INFORMAZIONI - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi USA Equity PAC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento mediante adesione ad un piano di accumulo (PAC), che può essere costituito da un numero di rate variabile da un minimo di 12 ad un massimo di 240 rate con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale. - importo in Euro: l importo minimo di ciascuna rata è pari a Euro 100,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un PAC di importo esemplificativo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato). OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nel mercato azionario USA attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% Standard & Poor s 100 local currency 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro 5 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

28 politica di investimento Categoria: Azionario America. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro e il Dollaro USA. Area geografica di riferimento: USA. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte di investimeno consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. 2/7

29 Versamento iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% SUCCESSIVI AL VERSAMENTO F Commissioni di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% Componenti dell investimento finanziario L Importo Versato 100% 100% M=L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N=M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

30 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Importo in Euro Per ogni versamento dei Piani di accumulo 2,00 Per ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra-performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extra-performance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

31 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri. - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

32 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,047% 3,102% 4,257% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,0% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi USA Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

33 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

34 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE ALTRE INFORMAZIONI OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Amundi Pacific Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Pacific Equity PIC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento in un unica soluzione PIC. - importo in Euro: l importo minimo previsto per ciascuna sottoscrizione è di Euro 500,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un investimento, dell importo esemplificativo di Euro ,00. Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari dell area Pacifico attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. li parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 45% MSCI All Country Asia ex Japan in Euro 45% MSCI Japan in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. 9 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

35 politica di investimento Categoria: Azionario Pacifico. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA, la Sterlina inglese e lo Yen. Area geografica di riferimento: Area Pacifico. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. 2/7

36 VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO Commissioni di A sottoscrizione Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) 1,00% 0,11% B Commissioni di gestione 1,70% C D E Costi delle garanzie e/o immunizzazione Altri costi contestuali all investimento Altri costi successivi all investimento 0% 0% 0% 0% 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% Componenti dell investimento finanziario H Importo Versato 100% I=H-G Capitale Nominale 99,95% L=I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

37 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Per ogni versamento in unica soluzione nonché sulle operazioni di passaggio tra Fondi Su ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse Importo in Euro 5,00 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra-performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extra-performance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extra-performance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extra-performance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

38 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

39 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,717% 2,790% 3,479% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,5% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Pacific Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

40 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

41 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE Amundi Pacific Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. ALTRE INFORMAZIONI - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Pacific Equity PAC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento mediante adesione ad un piano di accumulo (PAC), che può essere costituito da un numero di rate variabile da un minimo di 12 ad un massimo di 240 rate con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale. - importo in Euro: l importo minimo di ciascuna rata è pari a Euro 100,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un PAC di importo esemplificativo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato). OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari dell area Pacifico attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 45% MSCI All Country Asia ex Japan in Euro 45% MSCI Japan in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO PROFILO DI RISCHIO 5 anni. Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

42 politica di investimento Categoria: Azionario Pacifico. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA, la Sterlina inglese e lo Yen. Area geografica di riferimento: Area Pacifico. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte di investimeno consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. 2/7

43 Versamento iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% SUCCESSIVI AL VERSAMENTO F Commissioni di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% Componenti dell investimento finanziario L Importo Versato 100% 100% M=L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N=M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

44 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Importo in Euro Per ogni versamento dei Piani di accumulo 2,00 Per ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extraperformance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

45 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri. - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

46 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,717% 2,790% 3,479% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,5% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Pacific Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA 6/7

47 Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

48 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE ALTRE INFORMAZIONI OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Amundi Global Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Global Equity PIC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento in un unica soluzione PIC. - importo in Euro: l importo minimo previsto per ciascuna sottoscrizione è di Euro 500,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un investimento, dell importo esemplificativo di Euro ,00. Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari internazionali attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% MSCI All Country World Free in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. 8 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

49 politica di investimento Categoria: Azionario Internazionale. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le valute principali di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA, la Sterlina inglese e lo Yen. Area geografica di riferimento: Europa, Nord America e Area del Pacifico. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. 2/7

50 VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO Commissioni di A sottoscrizione Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) 1,00% 0,13% B Commissioni di gestione 1,70% C D E Costi delle garanzie e/o immunizzazione Altri costi contestuali all investimento Altri costi successivi all investimento 0% 0% 0% 0% 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% Componenti dell investimento finanziario H Importo Versato 100% I=H-G Capitale Nominale 99,95% L=I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

51 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Per ogni versamento in unica soluzione nonché sulle operazioni di passaggio tra Fondi Su ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse Importo in Euro 5,00 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extraperformance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

52 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari, per ciascun fondo, alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

53 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del Fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,714% 2,698% 3,279% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,2% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Global Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

54 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

55 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE Amundi Global Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. ALTRE INFORMAZIONI - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Global Equity PAC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento mediante adesione ad un piano di accumulo (PAC), che può essere costituito da un numero di rate variabile da un minimo di 12 ad un massimo di 240 rate con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale. - importo in Euro: l importo minimo di ciascuna rata è pari a Euro 100,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un PAC di importo esemplificativo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato). OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari internazionali attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% MSCI All Country World Free in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. 5 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

56 politica di investimento Categoria: Azionario Internazionale. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le valute principali di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA, la Sterlina inglese e lo Yen. Area geografica di riferimento: Europa, Nord America e Area del Pacifico. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte di investimeno consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. 2/7

57 Versamento iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% SUCCESSIVI AL VERSAMENTO F Commissioni di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% Componenti dell investimento finanziario L Importo Versato 100% 100% M=L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N=M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

58 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Importo in Euro Per ogni versamento dei Piani di accumulo 2,00 Per ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extraperformance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

59 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

60 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del Fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,714% 2,698% 3,279% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,2% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Global Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

61 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

62 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE ALTRE INFORMAZIONI OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Amundi Global Emerging Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Global Emerging Equity PIC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento in un unica soluzione PIC. - importo in Euro: l importo minimo previsto per ciascuna sottoscrizione è di Euro 500,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un investimento, dell importo esemplificativo di Euro ,00. Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari di paesi emergenti attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% MSCI Emerging Markets in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. 9 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

63 politica di investimento Categoria: Azionario Paesi Emergenti. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA e la Sterlina inglese. Area geografica di riferimento: Paesi Emergenti. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. 2/7

64 VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO Commissioni di A sottoscrizione Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) 1,00% 0,11% B Commissioni di gestione 1,70% C D E Costi delle garanzie e/o immunizzazione Altri costi contestuali all investimento Altri costi successivi all investimento 0% 0% 0% 0% 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% Componenti dell investimento finanziario H Importo Versato 100% I=H-G Capitale Nominale 99,95% L=I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

65 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Per ogni versamento in unica soluzione nonché sulle operazioni di passaggio tra Fondi Su ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse Importo in Euro 5,00 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra-performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extra-performance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extra-performance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extra-performance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

66 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari, per ciascun fondo, alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

67 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del Fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,833% 2,734% 3,146% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,4% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Global Emerging Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA 6/7

68 Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

69 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del Fondo. INFORMAZIONI GENERALI SUL FONDO NOME GESTORE Amundi Global Emerging Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A. ALTRE INFORMAZIONI - ISIN portatore: IT Valuta di denominazione: Euro - Data di istituzione: 19 aprile Fondo ad accumulazione dei proventi La presente parte Informazioni Specifiche si riferisce alla proposta di investimento finanziario Fondo Amundi Global Emerging Equity PAC contraddistinta dalle seguenti caratteristiche: - modalità di versamento: versamento mediante adesione ad un piano di accumulo (PAC), che può essere costituito da un numero di rate variabile da un minimo di 12 ad un massimo di 240 rate con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale. - importo in Euro: l importo minimo di ciascuna rata è pari a Euro 100,00. - finalità: crescita significativa del valore del capitale investito. La presente proposta di investimento è stata predisposta considerando un PAC di importo esemplificativo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato). OBIETTIVI E POLITICA DI INVESTIMENTO TIPOLOGIA DI GESTIONE ORIZZONTE TEMPORALE DI INVESTIMENTO CONSIGLIATO Tipologia di gestione: A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Obiettivo della gestione: Investimento nei mercati azionari di paesi emergenti attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% MSCI Emerging Markets in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. 5 anni. PROFILO DI RISCHIO Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo: Alto. Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Scostamento dal benchmark: Rilevante. Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 1/7

70 politica di investimento Categoria: Azionario Paesi Emergenti. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA e la Sterlina inglese. Area geografica di riferimento: Paesi Emergenti. Categorie di emittenti: diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Si rinvia alla Sez. B), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sugli obiettivi e la politica di investimento del Fondo. COSTI TABELLA DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte di investimeno consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. 2/7

71 Versamento iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO CONTESTUALI AL VERSAMENTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% SUCCESSIVI AL VERSAMENTO F Commissioni di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% Componenti dell investimento finanziario L Importo Versato 100% 100% M=L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N=M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% Avvertenza: La tabella dell investimento finanziario rappresenta un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. Per un illustrazione completa di tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo. DESCRIZIONE DEI COSTI Oneri a carico del sottoscrittore: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. 3/7

72 b) Diritti fissi Diritti fissi a carico del sottoscrittore Importo in Euro Per ogni versamento dei Piani di accumulo 2,00 Per ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. Oneri addebitati al Fondo: a) Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. Il Fondo investe più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extraperformance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. 4/7

73 Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del fondo, la SGR accredita al fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. b) Altri oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto del Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del fondo) purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i fondi; - Gli oneri fiscali di pertinenza del Fondo. Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle agevolazioni e sul regime fiscale del Fondo. 5/7

74 DATI PERIODICI RENDIMENTO STORICO Rendimento annuo del Fondo e del benchmark: TOTAL EXPENSE RATIO (TER) I dati di rendimento del fondo non includono i costi di sottoscrizione (ed eventuali costi di rimborso) a carico dell investitore. La performance del Fondo riflette oneri gravanti sullo stesso e non contabilizzati nell andamento del benchmark. La performance del benchmark è al netto degli oneri fiscali gravanti sul Fondo. Avvertenza: I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Nella tabella seguente è riportato il rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio su base giornaliera dello stesso (c.d. TER). Rapporto tra costi complessivi e patrimonio medio ,833% 2,734% 3,146% RETROCESSIONI AI DISTRIBUTORI Quota-parte retrocessa ai distributori ,4% Si rinvia alla Parte II del Prospetto Completo per le informazioni di dettaglio sui dati periodici. INFORMAZIONI ULTERIORI VALORIZZAZIONE DELL INVESTIMENTO Il valore unitario della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore unitario della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR. Il Prospetto Semplificato deve essere consegnato all investitore prima della sottoscrizione delle quote del fondo unitamente al Modulo di sottoscrizione. Avvertenza: La partecipazione al fondo comune di investimento è disciplinata dal Regolamento di gestione del fondo. Data di deposito in Consob della parte Informazioni Specifiche : 23 febbraio 2010 Data di validità della parte Informazioni Specifiche : dall 1 marzo 2010 Il Fondo comune di investimento Amundi Global Emerging Equity è offerto dall 1 agosto La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della Consob sull opportunità dell investimento proposto. 6/7

75 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto Semplificato, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 7/7

76 APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA Data di deposito in Consob del Glossario: 23 febbraio 2010 Data di validità del Glossario: dall 1 marzo 2010 Aree geografiche: - Area Euro: Austria, Belgio, Francia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Slovenia, Cipro, Malta, Slovacchia; - Unione Europea: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria, Bulgaria e Romania; - Nord America: Canada e Stati Uniti d America; - Pacifico: Australia, Giappone, Hong Kong, Nuova Zelanda, Singapore; - Paesi Emergenti: Paesi caratterizzati da una situazione politica, sociale ed economica instabile e che presentano un debito pubblico con rating basso (di norma inferiore all investment grade) e sono, quindi contraddistinti da un significativo rischio di insolvenza. Per un elenco completo si rimanda al sito Banca depositaria: Soggetto preposto alla custodia del patrimonio di un fondo/comparto e al controllo della gestione al fine di garantire il criteri di separatezza contabile e i principi di correttezza e di trasparenza amministrativa. Benchmark: Portafoglio di strumenti finanziari tipicamente determinato da soggetti terzi e valorizzato a valore di mercato, adottato come parametro di riferimento oggettivo per la definizione delle linee guida della politica di investimento di alcune tipologie di fondi. Capitale investito: Parte dell importo versato che viene effettivamente investita dalla SGR in quote di fondi. Esso è determinato come differenza tra il Capitale Nominale e le commissioni di sottoscrizione, nonché, ove presenti, gli altri costi applicati al momento del versamento. Capitale nominale: Importo versato per la sottoscrizione di quote/azioni di fondi/comparti al netto dei diritti fissi d ingresso. Capitalizzazione: Prodotto tra il valore di mercato degli strumenti finanziari e il numero degli stessi in circolazione. Categoria: La categoria del fondo è un attributo dello stesso volto a fornire un indicazione sintetica della sua politica di investimento. Classe: Articolazione di un fondo in relazione alla politica commissionale adottata e ad ulteriori caratteristiche distintive. Commissioni di gestione: Compensi pagati alla SGR mediante addebito diretto sul patrimonio del fondo per remunerare l attività di gestione in senso stretto. Sono calcolati quotidianamente sul patrimonio netto del fondo/ comparto e prelevati ad intervalli più ampi (mensili, trimestrali, ecc.). In genere, sono espressi su base annua. Commissioni di incentivo (o di performance): Commissioni riconosciute al gestore del fondo per aver raggiunto determinati obiettivi di rendimento in un certo periodo di tempo. In alternativa possono essere calcolate sull incremento di valore della quota del fondo in un determinato intervallo temporale. Nei fondi con gestione a benchmark sono tipicamente calcolate in termini percentuali sulla differenza tra il rendimento del fondo e quello del benchmark. Commissioni di sottoscrizione: Commissioni pagate dall investitore a fronte dell acquisto di quote di un fondo. Comparto: Strutturazione di un fondo ovvero di una Sicav in una pluralità di patrimoni autonomi caratterizzati da una diversa politica di investimento e da un differente profilo di rischio. Conversione (c.d. Switch): Operazione con cui il sottoscrittore effettua il disinvestimento di quote dei fondi sottoscritti e il contestuale reinvestimento del controvalore ricevuto in quote di altri fondi. 1/4

77 Destinazione dei proventi: Politica di destinazione dei proventi in relazione alla loro redistribuzione agli investitori ovvero alla loro accumulazione mediante reinvestimento nella gestione medesima. Duration: Scadenza media dei pagamenti di un titolo obbligazionario. Essa è generalmente espressa in anni e corrisponde alla media ponderata delle date di corresponsione dei flussi di cassa (c.d. cash flows) da parte del titolo, ove i pesi assegnati a ciascuna data sono pari al valore attuale dei flussi di cassa ad essa corrispondenti (le varie cedole e, per la data di scadenza, anche il capitale). È una misura approssimativa della sensibilità del prezzo di un titolo obbligazionario a variazioni nei tassi di interesse. Fondo comune di investimento: Patrimonio autonomo suddiviso in quote di pertinenza di una pluralità di sottoscrittori e gestito in monte. Fondo aperto: Fondo comune di investimento caratterizzato dalla variabilità del patrimonio gestito connessa al flusso delle domande di nuove sottoscrizioni e di rimborsi rispetto al numero di quote in circolazione. Fondo indicizzato: Fondo comune di investimento con gestione a benchmark di tipo passivo, cioè volto a replicare l andamento del parametro di riferimento prescelto. Gestione a benchmark di tipo attivo: Gestione legata alla presenza di un parametro di riferimento, rispetto a cui la politica di investimento del fondo/comparto è finalizzata a creare valore aggiunto. Tale gestione presenta tipicamente un certo grado di scostamento rispetto al benchmark che può variare, in termini descrittivi, tra: contenuto, significativo, e rilevante. Gestione a benchmark di tipo passivo: Gestione legata alla presenza di un parametro di riferimento e finalizzata alla replica dello stesso. Gestore delegato: Intermediario abilitato a prestare servizi di gestione di patrimoni, il quale gestisce, anche parzialmente, il patrimonio di un OICR sulla base di una specifica delega ricevuta dalla Società di gestione del risparmio in ottemperanza ai criteri definiti nella delega stessa. Grado di rischio: Indicatore sintetico qualitativo del profilo di rischio del fondo/comparto in termini di grado di variabilità dei rendimenti degli strumenti finanziari in cui è allocato il capitale investito. Il grado di rischio varia in una scala qualitativa tra: basso, medio-basso, medio, medio-alto, alto e molto alto. Leva finanziaria: Effetto in base al quale risulta amplificato l impatto sul valore del portafoglio delle variazioni dei prezzi degli strumenti finanziari in cui il fondo è investito. La presenza di tale effetto è connessa all utilizzo di strumenti derivati. Mercati regolamentati: Per mercati regolamentati si intendono quelli iscritti dalla Consob nell elenco previsto dall art. 63, comma 2, ovvero nell apposita sezione prevista dall art. 67, comma 1, del D.Lgs. n. 58/98. Oltre a questi sono da considerarsi mercati regolamentati anche quelli indicati nella lista approvata dal Consiglio Direttivo della Assogestioni pubblicata sul sito internet Modulo di sottoscrizione: Modulo sottoscritto dall investitore con il quale egli aderisce al fondo/comparto acquistando un certo numero delle sue quote/azioni in base alle caratteristiche e alle condizioni indicate nel Modulo stesso. OICR: fondi comuni di investimento e società di investimento a capitale variabile (SICAV). OICR collegati: OICR istituiti o gestiti dalla SGR o da Società di gestione del gruppo di appartenenza della SGR. Orizzonte temporale d investimento consigliato: Orizzonte temporale consigliato espresso termini di anni e determinato in relazione al grado di rischio, alla tipologia di gestione e alla struttura dei costi dell investimento finanziario, nel rispetto del principio della neutralità al rischio. Piano di accumulo (PAC): Modalità di sottoscrizione delle quote di un fondo/comparto mediante adesione ai piani di risparmio che consentono al sottoscrittore di ripartire nel tempo l investimento nel fondo/comparto effettuando più versamenti successivi. Piano di Investimento di Capitale (PIC): Modalità di investimento in fondi realizzata mediante un unico versamento. 2/4

78 Proposta d investimento finanziario: Espressione riferita ad ogni possibile fondo sottoscrivibile dall investitorecontraente con specifiche caratteristiche in termini di modalità di versamento e/o regime dei costi tali da qualificare univocamente il profilo di rischio-rendimento e l orizzonte temporale consigliato dell investimento finanziario. Laddove un fondo sia abbinato ad appositi servizi/prodotti che comportino una sostanziale modifica del profilo di rischiorendimento dell investimento, ciò qualifica una differente proposta d investimento finanziario. Qualifica: La qualifica del fondo rappresenta un attributo eventuale che integra l informativa inerente alla politica gestionale adottata. Quota: Unità di misura di un fondo comune di investimento. Rappresenta la quota parte in cui è suddiviso il patrimonio del fondo. Quando si sottoscrive un fondo si acquista un certo numero di quote (tutte aventi uguale valore unitario) ad un determinato prezzo. Rating o merito creditizio: In relazione al rating dell emittente (Issuer Rating), è un indicatore sintetico del grado di solvibilità di un soggetto (Stato o impresa) che emette strumenti finanziari di natura obbligazionaria ed esprime una valutazione circa le prospettive di assolvere i propri obblighi relativamente a rimborsi del capitale e del pagamento degli interessi dovuti secondo le modalità ed i tempi previsti delle obbligazioni emesse. In relazione al singolo strumento finanziario, il rating è un indicatore della qualità e del rischio dello strumento ed esprime la capacità dell emittente, tenuto conto delle caratteristiche dello stesso titolo (garanzie, grado di subordinazione, ecc.), di assolvere agli obblighi relativi. Le due principali agenzie internazionali indipendenti che assegnano il rating sono Moody s e Standard & Poor s. Entrambe prevedono diversi livelli di rischio a seconda dell emittente o dell emissione considerati: Rating alto: da Aaa a Aa3 Moody s / da AAA a AA- S&P. Valutazione attribuita agli emittenti o alle emissioni che offrono altissime garanzie di solvibilità. Rating medio: da A1 a Baa3 Moody s / da A+ a BBB- S&P. Valutazione attribuita agli emittenti o alle emissioni che offrono una buona capacità di fronteggiare i propri impegni finanziari. Rating basso: C per entrambe le agenzie (al di sotto del cosiddetto investment grade pari a Baa3 Moody s o BBB- S&P). Valutazione attribuita agli emittenti o alle emissioni caratterizzate da scarse capacità di fronteggiare i propri impegni finanziari. Il livello base di rating affinché l emittente o l emissione sia caratterizzato da adeguate capacità di assolvere ai propri impegni finanziari è rappresentato dal cosiddetto investment grade (pari a Baa3 di Moody s o BBB- di Standard & Poor s). Regolamento di gestione del fondo (o Regolamento del fondo): Documento che completa le informazioni contenute nel Prospetto d offerta di un fondo. Il Regolamento di un fondo deve essere approvato dalla Banca d Italia e contiene l insieme di norme che definiscono le modalità di funzionamento di un fondo ed i compiti dei vari soggetti coinvolti, e regolano i rapporti con i sottoscrittori. Rendimento: Risultato finanziario ad una data di riferimento dell investimento finanziario, espresso in termini percentuali, calcolato dividendo la differenza tra il valore del capitale investito alla data di riferimento e il valore del capitale nominale al momento dell investimento per il valore del capitale nominale al momento dell investimento. Rilevanza degli investimenti: Definizione: Controvalore dell investimento rispetto al totale dell attivo: Principale > 70% Prevalente Compreso tra il 50% e il 70% Significativo Compreso tra il 30% e il 50% Contenuto Compreso tra il 10% e il 30% Residuale < 10% I suddetti termini di rilevanza sono da intendersi come indicativi delle strategie gestionali del fondo, posti i limiti definiti nel relativo regolamento. Scenari probabilistici dell investimento finanziario: Trattasi degli scenari probabilistici di rendimento dell investimento finanziario al termine dell orizzonte temporale d investimento consigliato, determinati attraverso il confronto con i possibili esiti dell investimento in attività finanziarie prive di rischio al termine del medesimo orizzonte. Società di gestione del risparmio (in breve SGR): Società autorizzata alla gestione collettiva del risparmio nonché ad altre attività disciplinate dalla normativa vigente ed iscritta ad apposito albo tenuto dalla Banca d Italia. 3/4

79 Società di investimento a capitale variabile (in breve Sicav): Società per azioni la cui costituzione è subordinata alla preventiva autorizzazione della Banca d Italia e il cui statuto prevede quale oggetto sociale esclusivo l investimento collettivo del patrimonio raccolto tramite offerta al pubblico delle proprie azioni. Può svolgere altre attività in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente. Le azioni rappresentano pertanto la quota-parte in cui è suddiviso il patrimonio. Società di revisione: Società, iscritta ad apposito albo tenuto dalla Consob, che svolge l attività di controllo sulla regolarità nella tenuta della contabilità del fondo e sulla corretta rilevazione dei fatti di gestione nelle scritture contabili del medesimo. A seguito dell analisi, la società rilascia un apposita relazione di certificazione, tipicamente allegata al/la rendiconto annuale/relazione semestrale del fondo. Statuto della Sicav: Documento che completa le informazioni contenute nel Prospetto d offerta. Lo Statuto della Sicav deve essere approvato dalla Banca d Italia e contiene tra l altro l insieme di norme che definiscono le modalità di funzionamento della Sicav ed i compiti dei vari soggetti coinvolti, e regolano i rapporti con i sottoscrittori. Tipologia di gestione di fondo/comparto: La tipologia di gestione del fondo/comparto dipende dalla politica di investimento che lo/la caratterizza (c.d. di ingegnerizzazione finanziaria del prodotto). Esistono tre diverse tipologie di gestione tra loro alternative: flessibile, a benchmark e a obiettivo di rendimento/protetta. La tipologia di gestione flessibile deve essere utilizzata per fondi/comparti la cui politica di investimento presenta un ampia libertà di selezione degli strumenti finanziari e/o dei mercati, subordinatamente ad un obiettivo in termini di controllo del rischio; la tipologia di gestione a benchmark per i fondi/comparti la cui politica di investimento è legata ad un parametro di riferimento (c.d. benchmark) ed è caratterizzata da uno specifico stile di gestione; la tipologia di gestione a obiettivo di rendimento/protetta per i fondi/comparti la cui politica di investimento e/o il cui meccanismo di protezione sono orientati a conseguire, anche implicitamente, un obiettivo in termini di rendimento minimo dell investimento finanziario. Total Expense Ratio (TER): Rapporto percentuale, riferito a ciascun anno solare dell ultimo triennio, fra il totale degli oneri posti a carico del fondo ed il patrimonio medio, su base giornaliera, dello stesso. In caso di esistenza di più classi di OICR, il TER dovrà essere calcolato per ciascuna di esse. Valore del patrimonio netto (c.d. NAV): Il valore del patrimonio netto, anche definito NAV (Net Asset Value), rappresenta la valorizzazione di tutte le attività finanziarie oggetto di investimento da parte del fondo, al netto degli oneri fiscali gravanti sullo stesso, ad una certa data di riferimento. Valore della quota/azione (c.d. unav): Il valore unitario della quota di un fondo, anche definito unit Net Asset Value (unav), è determinato dividendo il valore del patrimonio netto del fondo/comparto (NAV) per il numero delle quote/azioni in circolazione alla data di riferimento della valorizzazione. Value At Risk (VaR): è una misura di rischio che quantifica la massima perdita potenziale, su un determinato orizzonte temporale, e all interno di un dato livello di probabilità (c.d. intervallo di confidenza). Volatilità: È l indicatore della rischiosità di mercato di un dato investimento. Quanto più uno strumento finanziario è volatile, tanto maggiore è l aspettativa di guadagni elevati, ma anche il rischio di perdite. 4/4

80 Amundi SGR Fondi AMUNDI MULTIMANAGER Offerta al pubblico di quote di fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano non armonizzati alla Direttiva 85/611/CEE appartenenti al sistema Fondi Amundi Multimanager Parte I del Prospetto Completo Caratteristiche dei fondi e modalità di partecipazione La Parte I del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio dell investimento finanziario. Data di deposito in Consob della Parte I: 23 febbraio 2010 Data di validità della Parte I: dall 1 marzo 2010 A company of Crédit Agricole / Société Générale

81

82 INDICE A) INFORMAZIONI GENERALI pag La SGR pag La Banca Depositaria pag La Società di revisione pag Rischi generali connessi alla partecipazione al Fondo pag Conflitti di interesse pag Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli Strumenti Finanziari pag Best Execution pag Incentivi pag Reclami pag. 8 B) INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO pag Tipologia di gestione del Fondo pag Orizzonte temporale di investimento consigliato pag Profilo di rischio del Fondo pag Finalità del Fondo pag Politica di investimento e rischi specifici del Fondo pag bis. Tipologia di gestione del Fondo pag bis. Orizzonte temporale di investimento consigliato pag bis. Profilo di rischio del Fondo pag bis. Finalità del Fondo pag bis. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo pag ter. Tipologia di gestione del Fondo pag ter. Orizzonte temporale di investimento consigliato pag ter. Profilo di rischio del Fondo pag ter. Finalità del Fondo pag ter. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo pag quater. Tipologia di gestione del Fondo pag quater. Orizzonte temporale di investimento consigliato pag quater. Profilo di rischio del Fondo pag quater. Finalità del Fondo pag quater. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo pag quinquies. Tipologia di gestione del Fondo pag quinquies. Orizzonte temporale di investimento consigliato pag quinquies. Profilo di rischio del Fondo pag quinquies. Finalità del Fondo pag quinquies. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo pag Parametro di riferimento (c.d. Benchmark) pag Rappresentazione sintetica dei costi pag. 17 C) INFORMAZIONI ECONOMICHE (COSTI, AGEVOLAZIONI, REGIME FISCALE) pag Oneri a carico del sottoscrittore e oneri a carico del Fondo pag Oneri a carico del Fondo pag Oneri addebitati al Fondo pag Agevolazioni finanziarie pag Servizi/Prodotti abbinati alla sottoscrizione del Fondo pag Regime fiscale pag. 25 D) INFORMAZIONI SULLE MODALITÀ DI SOTTOSCRIZIONE/RIMBORSO pag Modalità di sottoscrizione delle quote pag Modalità di rimborso delle quote pag Modalità di effettuazione delle operazioni successive alla prima sottoscrizione pag. 27 E) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE pag Valorizzazione dell investimento pag Informativa ai partecipanti pag Ulteriore informativa disponibile pag. 28 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ pag. 29

83

84 A) INFORMAZIONI GENERALI 1. La SGR Amundi SGR S.p.A., appartenente al Gruppo Crédit Agricole, di nazionalità italiana, con sede legale in Milano, Piazza Missori 2, tel , sito Internet indirizzo di posta elettronica è la Società di Gestione del Risparmio dei Fondi (di seguito anche la SGR ). Per ulteriori informazioni si rinvia alla Parte III del Prospetto d offerta. 2. La Banca Depositaria Intesa Sanpaolo S.p.A., con sede legale in Torino, P.zza San Carlo 156 e sede secondaria in Milano, via Monte di Pietà 8, è la banca depositaria dei Fondi (di seguito anche la Banca Depositaria ). La Banca Depositaria è, altresì, incaricata di procedere alla determinazione del valore unitario della quota dei Fondi. 3. La Società di revisione Reconta Ernst & Young S.p.A. con sede in Via della Chiusa, 2, Milano è la società di revisione della SGR e del Fondo. 4. Rischi generali connessi alla partecipazione al Fondo La partecipazione ad un Fondo comporta dei rischi connessi alle possibili variazioni del valore delle quote, che a loro volta risentono delle oscillazioni del valore degli strumenti finanziari in cui vengono investite le risorse del Fondo. La presenza di tali rischi può determinare la possibilità di non ottenere, al momento del rimborso, la restituzione del capitale. In particolare, per apprezzare il rischio derivante dall investimento del patrimonio del Fondo in strumenti finanziari occorre considerare i seguenti elementi: a) rischio connesso alla variazione del prezzo: il prezzo di ciascun strumento finanziario dipende dalle caratteristiche peculiari della società emittente, dall andamento dei mercati di riferimento e dei settori di investimento, e può variare in modo più o meno accentuato a seconda della sua natura. In linea generale, la variazione del prezzo delle azioni è connessa alle prospettive reddituali delle società emittenti e può essere tale da comportare la riduzione o addirittura la perdita del capitale investito, mentre il valore delle obbligazioni è influenzato dall andamento dei tassi di interesse di mercato e dalle valutazioni della capacità del soggetto emittente di far fronte al pagamento degli interessi dovuti e al rimborso del capitale di debito a scadenza; b) rischio connesso alla liquidità: la liquidità degli strumenti finanziari, ossia la loro attitudine a trasformarsi prontamente in moneta senza perdita di valore, dipende dalle caratteristiche del mercato in cui gli stessi sono trattati. In generale i titoli trattati su mercati regolamentati sono più liquidi e, quindi, meno rischiosi, in quanto più facilmente smobilizzabili dei titoli non trattati su detti mercati. L assenza di una quotazione ufficiale rende inoltre complesso l apprezzamento del valore effettivo del titolo, la cui determinazione può essere rimessa a valutazioni discrezionali; c) rischio connesso alla valuta di denominazione: per l investimento in strumenti finanziari denominati in una valuta diversa da quella in cui è denominato il Fondo, occorre tenere presente la variabilità del rapporto di cambio tra la valuta di riferimento del Fondo e la valuta estera in cui sono denominati gli investimenti; d) rischio connesso all utilizzo di strumenti derivati: l utilizzo di strumenti derivati consente di assumere posizioni di rischio su strumenti finanziari superiori agli esborsi inizialmente sostenuti per aprire tali posizioni (effetto leva). Di conseguenza una variazione dei prezzi di mercato relativamente piccola ha un impatto amplificato in termini di guadagno o di perdita sul portafoglio gestito rispetto al caso in cui non si faccia uso della leva; e) rischio di credito e di controparte: il fallimento di un emittente e di una controparte potrebbe avere un effetto negativo sul valore del Fondo; f) altri fattori di rischio: le operazioni sui mercati emergenti potrebbero esporre l investitore a rischi aggiuntivi connessi al fatto che tali mercati potrebbero essere regolati in modo da offrire ridotti livelli di garanzia e protezione agli investitori. Sono poi da considerarsi i rischi connessi alla situazione politicofinanziaria del paese di appartenenza degli enti emittenti. L esame della politica di investimento propria di ciascun Fondo consente l individuazione specifica dei rischi connessi alla partecipazione al Fondo stesso. 5/29

85 5. Conflitti di interesse La SGR, nell ambito del servizio di gestione collettiva del risparmio, formula per iscritto, applica e mantiene una politica di gestione dei conflitti di interesse che tiene conto delle circostanze connesse con la struttura e con le attività dei soggetti appartenenti al proprio Gruppo. La SGR, nella prestazione del servizio di gestione collettiva del risparmio, si ispira ai seguenti principi: - equo trattamento degli investitori finali al fine di evitare di avvantaggiare uno o più portafogli gestiti a danno (ancorché potenziale) di altri; - autonomia ed indipendenza nelle decisioni di investimento; - nell ambito del principio di cui all alinea immediatamente precedente, tutela e salvaguardia degli interessi degli investitori al fine di evitare di escludere uno o più portafogli dalla percezione di utilità ad essi spettanti in virtù di accordi presi dalla Società; - confidenzialità e riservatezza delle informazioni riguardanti i portafogli gestiti cui sono tenuti i dipendenti e/o collaboratori della Società. La SGR ha inoltre individuato le seguenti categorie di potenziali situazioni di conflitto di interesse a fronte delle quali ha adottato specifici presidi organizzativo-procedurali e di controllo. 1. Conflitto di interesse tra la SGR (e gli esponenti aziendali) o il Gruppo di appartenenza della SGR e gli interessi degli investitori. Ricadono all interno di questa categoria le seguenti fattispecie: a) Investimento per conto degli OICR gestiti in strumenti finanziari in conflitto di interesse. Le decisioni di investimento in tali strumenti finanziari vengono assunte in funzione delle caratteristiche del portafoglio (politica di investimento, profilo di rischio, orizzonte temporale) nell ambito dei limiti di investimento definiti dal vigente quadro normativo-regolamentare nonché di ulteriori limiti interni stabiliti dal Consiglio di Amministrazione il cui rispetto è regolarmente monitorato dalle strutture interne della Società. b) Esercizio del diritto di voto per conto degli OICR gestiti. La Società ha adottato la Strategia per l esercizio dei diritti di intervento e di voto inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti in base alla quale la Società si astiene dall esercitare detto diritto nelle assemblee (ordinarie e straordinarie) di Crédit Agricole SA e delle Società controllate o facenti parte del medesimo Gruppo. c) Conflitti di interesse in capo ai componenti gli organi aziendali, i dipendenti, i collaboratori a tempo determinato ed in stage (incluse le operazioni di investimento a carattere personale). La Società ha adottato il Codice interno di comportamento e regolamento delle operazioni personali dei Soggetti Rilevanti in cui sono previsti, tra gli altri, specifici obblighi in merito alle operazioni di investimento a carattere personale, alle situazioni in cui un interesse proprio di detti soggetti possa (ancorché in via potenziale) essere in conflitto con gli interessi dei portafogli gestiti, alla confidenzialità e riservatezza delle informazioni cui si ha accesso. d) Operatività con Asset Manager terzi La SGR non percepisce alcuna utilità da Asset Manager terzi a seguito di investimento, per conto degli OICR gestiti, in OICR target. e) Operatività con broker e controparti del Gruppo di appartenenza La SGR ha adottato la politica di best execution definendo una strategia di trasmissione ed una strategia di esecuzione degli ordini in modo da assicurare che la decisione di operare con broker e con controparti del Gruppo di appartenenza venga presa, date le circostanze del momento, nell interesse dei portafogli gestiti. f) Percezione di utilità da broker e controparti La ricerca in materia di investimenti non è considerata tra i fattori di best execution. La SGR inoltre non ha attivato accordi cosiddetti di commission sharing agreement. 2. Conflitto di interesse tra gli investitori della SGR. Ricadono all interno di questa categoria le seguenti fattispecie: a) Operazioni di compravendita di strumenti finanziari tra i portafogli gestiti. Dette operazioni sono ammesse a condizione che siano motivate da ribilanciamenti dei portafogli o da ingenti flussi di richieste di rimborso e/o sottoscrizione, ferma restando la compatibilità di dette operazioni con le politiche di investimento ed i relativi profili di rischio dei portafogli interessati. Le procedure interne della SGR prevedono che tali fattispecie siano soggette a preventiva autorizzazione da parte delle strutture interne incaricate. 6/29

86 b) Rimborso e/o switch di quote di OICR da parte di uno o più sottoscrittori tale da consentire loro di avvantaggiarsi a danno del Fondo e/o di altri partecipanti. Nel rispetto di quanto previsto dal regolamento dei Fondi istituiti dalla SGR, si monitora con cadenza regolare tale fattispecie al fine di assicurare l equo trattamento degli investitori. c) Allocazione delle decisioni di investimento. Sempre nell ambito dell equo trattamento degli investitori, la SGR si è dotata di procedure interne volte ad assicurare che le decisioni di investimento siano (e le relative operazioni) siano correttamente e proporzionalmente allocate ai portafogli di pertinenza. In merito alle operazioni con parti correlate, fermi restando i limiti e i divieti previsti dalla normativa vigente, si rimanda alla Parte B del Regolamento di gestione del Fondo per gli ulteriori limiti che la SGR intende rispettare al fine di assicurare la tutela dei partecipanti da possibili situazioni di conflitto di interessi. 6. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli Strumenti Finanziari Ove richiesto dalle caratteristiche del servizio di gestione prestato in relazione al Fondo, la SGR applica e mantiene una strategia efficace e adeguata per l esercizio dei diritti di intervento e di voto inerenti agli strumenti finanziari di pertinenza degli OICR gestiti, al fine di assicurare che tali diritti siano esercitati nell esclusivo interesse dei partecipanti agli OICR. La SGR rende disponibile ai partecipanti una descrizione della strategia sopra indicata ed i relativi aggiornamenti sul proprio sito Internet. 7. Best Execution Per l esecuzione delle operazioni disposte per conto del Fondo, la SGR si avvale dei principali operatori del mercato nazionale ed internazionale. La SGR, nell ambito del servizio di gestione collettiva, adotta tutte le misure ragionevoli e mette in atto meccanismi efficaci per ottenere il miglior risultato possibile sia quando esegue le decisioni di negoziare (gli Ordini), sia quando trasmette ordini a terze parti selezionate per la loro esecuzione. La SGR ha quindi definito rispettivamente una strategia di esecuzione e una strategia di trasmissione degli ordini, allo scopo di ottenere il miglior risultato possibile per gli investitori cui presta il servizio di gestione collettiva del risparmio. La SGR, pur riservandosi la facoltà di trasmettere ed eseguire direttamente, in ogni momento, gli ordini per conto dei portafogli gestiti nonché il diritto di impartire istruzioni per ciascuno degli ordini e/o delle decisioni di investimento, al fine di conseguire maggiore efficienza nei processi produttivi e di avvalersi di specifiche competenze professionali di terzi, esternalizza a Segespar Intermédiation SA, appartenente al Gruppo Crédit Agricole SA, le attività riguardanti la trasmissione e/o l esecuzione di ordini aventi ad oggetto gli strumenti finanziari (esclusi gli OICR) di taluni portafogli gestiti (come di volta in volta specificato dalle procedure aziendali vigenti). La SGR sottopone periodicamente a monitoraggio l efficacia delle misure di esecuzione e delle strategie di trasmissione degli Ordini e, se del caso, corregge eventuali carenze; inoltre, riesamina le misure e le strategie adottate con periodicità almeno annuale e, comunque, quando si verificano circostanze rilevanti tali da influire sulla capacità di ottenere in modo duraturo il miglior risultato possibile per i portafogli gestiti. La SGR mette a disposizione sul proprio sito internet informazioni più dettagliate, tra cui l elenco degli intermediari negoziatori ed il documento informativo sulle strategie di esecuzione e di trasmissione degli ordini nel servizio di gestione collettiva del risparmio. 8. Incentivi In conformità alla normativa applicabile, la SGR ha concluso con soggetti terzi accordi aventi ad oggetto compensi, commissioni o prestazioni non monetarie. Incentivi corrisposti a terzi La SGR retrocede commissioni agli intermediari distributori di cui si avvale per il collocamento delle quote dei Fondi. Tali pagamenti trovano giustificazione nel fatto che il distributore è in grado di aumentare la qualità del servizio fornito all investitore attraverso una o più delle seguenti prestazioni: abbinamento al servizio di collocamento del servizio di consulenza in materia di investimenti; messa a disposizione di una più ampia gamma di prodotti, con una conseguente prospettiva di architettura aperta ; 7/29

87 assistenza nelle fasi di collocamento e, soprattutto, di post vendita nel corso della durata del rapporto contrattuale, secondo le modalità definite dallo stesso distributore. La SGR, in base alla convenzione di collocamento con il distributore, riconosce allo stesso una parte della propria remunerazione per il servizio di gestione in relazione alle masse collocate, prevedendo generalmente a favore dello stesso, quale commissione di distribuzione, la retrocessione della commissione di sottoscrizione a carico dell investitore, ove prevista, ovvero il pagamento di commissioni una tantum per l attività di vendita, nonché, quale commissione di mantenimento, la retrocessione di una quota parte della commissione di gestione sulla base delle attività svolte dal distributore a favore dell investitore, in presenza di una o più delle attività poste in essere dal distributore per aumentare la qualità del servizio fornito all investitore. La misura della quota parte del riconoscimento economico al distributore è direttamente proporzionale all insieme dei servizi che lo stesso si attiva per rendere nell interesse dell investitore. Non sono previsti riconoscimenti che seguano la variabilità del risultato della gestione (eventuale commissione di performance ) e, comunque, il riconoscimento non è collegato al raggiungimento di dati volumi distributivi ( bonus ). Con particolare riferimento ai Fondi di cui al presente Prospetto d offerta la SGR, in relazione all attività di collocamento del Fondo e al servizio di assistenza offerti all investitore successivamente alla fase di sottoscrizione e per tutta la durata dell investimento, riconosce al distributore: - a titolo di commissione di distribuzione: la retrocessione totale degli importi percepiti a titolo di commissione di sottoscrizione; - a titolo di commissione di mantenimento: la retrocessione di una percentuale degli importi percepiti a titolo di commissione di gestione. Tale quota parte è comunicata all investitore dallo stesso soggetto distributore nell ambito delle operazioni di sottoscrizione. La misura media della quota parte della commissione di gestione è indicata nella Parte II del presente Prospetto d offerta. Incentivi ricevuti da terzi Nell attività di gestione collettiva, la SGR ha attivato procedure di selezione degli OICR da inserire nei portafogli gestiti che, in generale, prescindono dal riconoscimento di eventuali incentivi e si basano sulla qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione, nonché sulla solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi, comunque nell esclusivo interesse dei partecipanti e al fine di una più efficiente composizione dei portafogli. La SGR, qualora dall investimento in parti dell OICR terzo ottenga incentivi nella forma di retrocessioni commissionali, provvede ad attribuire il vantaggio economico al patrimonio degli OICR gestiti. La SGR non percepisce benefici monetari da parte degli intermediari negoziatori, di cui si avvale per la compravendita degli strumenti finanziari per conto degli OICR gestiti, né di incentivi, che possano assumere la forma di retrocessioni delle commissioni di negoziazione/intermediazione corrisposte dalla SGR. Quanto alla percezione di utilità non monetarie sotto forma di ricerche, studi, analisi dei mercati o di singoli strumenti finanziari da parte di qualificati uffici studi (aventi ad oggetto, ad esempio, l individuazione di nuove opportunità di investimento mediante analisi specifiche riguardanti singole imprese; la formulazione di previsioni relative ad un settore di riferimento, ad una industria ovvero ad una determinata area geografica), la SGR valuta, coerentemente con le strategie di esecuzione/trasmissione degli ordini dalla stessa poste in essere e comunicate all investitore, i casi in cui la prestazione di tali servizi si traduca in un effettivo accrescimento della qualità del servizio fornito all investitore, senza che ciò ostacoli, ma anzi agevoli, l obbligo di servire al meglio gli interessi degli OICR e, quindi, dell investitore stesso. 9. Reclami Per eventuali reclami l investitore può rivolgersi alla SGR inoltrando comunicazione in forma scritta all indirizzo della sede della medesima. I reclami sono trattati dall ufficio Client Administration con il supporto della funzione di controllo di conformità (Compliance). Il processo di gestione dei reclami attinenti alla prestazione dei servizi di gestione collettiva si conclude indicativamente in 90 giorni dal ricevimento del reclamo. La SGR ha definito un processo al quale partecipano una pluralità di strutture, in modo da garantire un esame articolato della problematica emergente dal reclamo. La lettera di risposta al reclamo viene inviata tempestivamente, al fine di comporre il reclamo nei termini sopra indicati, a mezzo raccomandata A/R al domicilio indicato dall investitore. 8/29

88 B) INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO Denominazione del Fondo Data di istituzione 19 aprile 2007 Isin portatore 10. Tipologia di gestione del Fondo Amundi Europe Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE IT Tipologia di gestione del Fondo Obiettivo della gestione Valuta di denominazione A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Investimento nei mercati azionari europei attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% FTSE Eurotop 100 in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro Euro 11. Orizzonte temporale di investimento consigliato 8 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PIC 5 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PAC 12. Profilo di rischio del Fondo Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di scostamento dal benchmark Alto Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Rilevante Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 13. Finalità del Fondo Crescita significativa del valore del capitale investito. 14. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo Categoria del Fondo Principali tipologie di strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche/mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Azionario Europa. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di Fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro e la Sterlina Inglese. La scala qualitativa della rilevanza degli investimenti (principale, prevalente, significativo, contenuto, residuale) è illustrata nel Glossario. Europa. Diversificazione degli investimenti nei vari settori industriali. 9/29

89 Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di gestione Destinazione dei proventi Duration: non sono previsti limiti di duration. Rating: non sono previsti limiti di rating. Bassa capitalizzazione: per la componente azionaria, non sono previsti limiti di capitalizzazione delle società. Paesi Emergenti: l investimento in parti di OICR specializzati in paesi emergenti potrà essere residuale. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Il Fondo utilizza tecniche di gestione dei rischi. Per la loro illustrazione si rimanda alla Parte III del Prospetto Informativo. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi. Pertanto i proventi che derivano dalla gestione del Fondo sono reinvestiti nello stesso. Denominazione del Fondo Data di istituzione 19 aprile 2007 Isin portatore 10 bis. Tipologia di gestione del Fondo Amundi USA Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE IT Tipologia di gestione del Fondo Obiettivo della gestione Valuta di denominazione A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Investimento nel mercato azionario USA attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% Standard & Poor s 100 local currency 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro Euro 11 bis. Orizzonte temporale di investimento consigliato 8 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PIC 5 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PAC 10/29

90 12 bis. Profilo di rischio del Fondo Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di scostamento dal benchmark Alto Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Rilevante Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 13 bis. Finalità del Fondo Crescita significativa del valore del capitale investito. 14 bis. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo Categoria del Fondo Principali tipologie di strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche/mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di gestione Azionario America. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di Fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro e il Dollaro USA. La scala qualitativa della rilevanza degli investimenti (principale, prevalente, significativo, contenuto, residuale) è illustrata nel Glossario. USA. Diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. Duration: non sono previsti limiti di duration. Rating: non sono previsti limiti di rating. Paesi Emergenti: l investimento in parti di OICR specializzati in paesi emergenti potrà essere residuale. Bassa capitalizzazione: per la componente azionaria, non sono previsti limiti di capitalizzazione delle società. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. 11/29

91 Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Il Fondo utilizza tecniche di gestione dei rischi. Per la loro illustrazione si rimanda alla Parte III del Prospetto Informativo. Destinazione dei proventi Il Fondo è ad accumulazione dei proventi. Pertanto i proventi che derivano dalla gestione del Fondo sono reinvestiti nello stesso. Denominazione del Fondo Data di istituzione 19 aprile 2007 Isin portatore 10 ter. Tipologia di gestione del Fondo Amundi Pacific Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE IT Tipologia di gestione del Fondo Obiettivo della gestione Valuta di denominazione A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Investimento nei mercati azionari dell area Pacifico attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 45% MSCI All Country Asia ex Japan in Euro 45% MSCI Japan in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. Euro 11 ter. Orizzonte temporale di investimento consigliato 9 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PIC 5 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PAC 12 ter. Profilo di rischio del Fondo Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di scostamento dal benchmark Alto Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Rilevante Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 13 ter. Finalità del Fondo Crescita significativa del valore del capitale investito. 14 ter. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo Categoria del Fondo Azionario Pacifico. Principali tipologie di strumenti finanziari e valuta di denominazione Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. 12/29

92 Aree geografiche/mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di gestione Destinazione dei proventi Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di Fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA, la Sterlina inglese e lo Yen. La scala qualitativa della rilevanza degli investimenti (principale, prevalente, significativo, contenuto, residuale) è illustrata nel Glossario. Area Pacifico. Diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. Duration: non sono previsti limiti di duration. Rating: non sono previsti limiti di rating. Paesi Emergenti: l investimento in parti di OICR specializzati in Paesi Emergenti potrà essere al più prevalente. Bassa capitalizzazione: per la componente azionaria, non sono previsti limiti di capitalizzazione delle società. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Il Fondo utilizza tecniche di gestione dei rischi. Per la loro illustrazione si rimanda alla Parte III del Prospetto Informativo. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi. Pertanto i proventi che derivano dalla gestione del Fondo sono reinvestiti nello stesso. 13/29

93 Denominazione del Fondo Data di istituzione 19 aprile 2007 Isin portatore 10 quater. Tipologia di gestione del Fondo Amundi Global Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE IT Tipologia di gestione del Fondo Obiettivo della gestione Valuta di denominazione A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Investimento nei mercati azionari internazionali attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (c.d. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% MSCI All Country World Free in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro Euro 11 quater. Orizzonte temporale di investimento consigliato 8 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PIC 5 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PAC 12 quater. Profilo di rischio del Fondo Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di scostamento dal benchmark Alto Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Rilevante Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 13 quater. Finalità del Fondo Crescita significativa del valore del capitale investito. 14 quater. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo Categoria del Fondo Principali tipologie di strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche/mercati di riferimento Azionario Internazionale. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di Fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le valute principali di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA, la Sterlina inglese e lo Yen. La scala qualitativa della rilevanza degli investimenti (principale, prevalente, significativo, contenuto, residuale) è illustrata nel Glossario. Europa, Nord America e Area del Pacifico. 14/29

94 Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Tecnica di gestione Destinazione dei proventi Diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. Duration: non sono previsti limiti di duration. Rating: non sono previsti limiti di rating. Paesi Emergenti: l investimento in parti di OICR specializzati in paesi emergenti potrà essere al più contenuto. Bassa capitalizzazione: per la componente azionaria, non sono previsti limiti di capitalizzazione delle società. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Il Fondo utilizza tecniche di gestione dei rischi. Per la loro illustrazione si rimanda alla Parte III del Prospetto Informativo. Il Fondo è ad accumulazione dei proventi. Pertanto i proventi che derivano dalla gestione del Fondo sono reinvestiti nello stesso. Denominazione del Fondo Data di istituzione 19 aprile 2007 Isin portatore Amundi Global Emerging Equity Fondo comune di investimento mobiliare di diritto italiano non armonizzato alla Direttiva 85/611/CEE IT quinquies. Tipologia di gestione del Fondo Tipologia di gestione del Fondo Obiettivo della gestione Valuta di denominazione A benchmark Lo stile di gestione è attivo. Investimento nei mercati azionari di paesi emergenti attraverso la selezione di OICR principalmente gestiti da primarie società di asset management terze. Il parametro di riferimento (cd. benchmark) cui è legata la politica di investimento è: 90% MSCI Emerging Markets in Euro 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro. Euro 15/29

95 11 quinquies. Orizzonte temporale di investimento consigliato 9 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PIC 5 anni nell ipotesi di sottoscrizione mediante PAC 12 quinquies. Profilo di rischio del Fondo Grado di rischio connesso all investimento nel Fondo Grado di scostamento dal benchmark Alto Questo grado di rischio indica che i rendimenti del Fondo possono presentare variazioni rilevanti, di segno sia negativo, sia positivo. Rilevante Indica che l attività di gestione può determinare uno scostamento rilevante in termini di rendimento e di rischiosità del Fondo rispetto al benchmark. 13 quinquies. Finalità del Fondo Crescita significativa del valore del capitale investito. 14 quinquies. Politica di investimento e rischi specifici del Fondo Categoria del Fondo Principali tipologie di strumenti finanziari e valuta di denominazione Aree geografiche/mercati di riferimento Categorie di emittenti e/o settori industriali Specifici fattori di rischio Operazioni in strumenti derivati Azionario Paesi Emergenti. Investimento principale in strumenti finanziari di natura azionaria. Investimento al più contenuto in strumenti finanziari di natura monetaria e obbligazionaria. Il Fondo investe in misura principale in OICR armonizzati e non armonizzati la cui politica di investimento risulti compatibile con quella del Fondo stesso. Il Fondo può utilizzare, in misura residuale, quote di Fondi speculativi. Investimento residuale in depositi bancari. Il Fondo può investire, inoltre, in strumenti finanziari derivati sia quotati sia OTC. Le principali valute di denominazione degli strumenti finanziari sono l Euro, il Dollaro USA e la Sterlina inglese. La scala qualitativa della rilevanza degli investimenti (principale, prevalente, significativo, contenuto, residuale) è illustrata nel Glossario. Paesi emergenti. Diversificazione degli investimenti in vari settori industriali. Duration: non sono previsti limiti di duration. Rating: non sono previsti limiti di rating. Paesi Emergenti: investimento principale in strumenti finanziari di emittenti di paesi emergenti. Bassa capitalizzazione: per la componente azionaria, non sono previsti limiti di capitalizzazione delle società. L utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato: - alla copertura dei rischi; - ad una più efficiente gestione del portafoglio; - all investimento. L esposizione complessiva in strumenti finanziari derivati con finalità d investimento non può essere superiore al 50% del valore complessivo netto del Fondo. 16/29

96 Tecnica di gestione Criteri di selezione degli strumenti finanziari: l asset allocation del portafoglio è determinata sulla base dell analisi macroeconomica e delle previsioni relative all evoluzione dei tassi di interesse e del ciclo economico. La scelta degli OICR è effettuata attraverso processi di valutazione di natura quantitativa e qualitativa, tenuto conto della specializzazione dell asset manager e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR sono selezionati fra quelli gestiti da primarie società, sulla base della qualità e consistenza dei risultati e della trasparenza nella comunicazione anche in relazione al monitoraggio periodico della composizione del portafoglio, nonché della solidità del processo d investimento valutato da un apposito team di analisi. Relazione con il benchmark: la SGR non si propone di replicare la composizione del benchmark e può investire, perciò, in strumenti finanziari anche non presenti nell indice o, se presenti, in proporzioni diverse. Il Fondo utilizza tecniche di gestione dei rischi. Per la loro illustrazione si rimanda alla Parte III del Prospetto Informativo. Destinazione dei proventi Il Fondo è ad accumulazione dei proventi. Pertanto i proventi che derivano dalla gestione del Fondo sono reinvestiti nello stesso. Le informazioni sulla politica gestionale concretamente posta in essere sono contenute nella relazione degli amministratori all interno del rendiconto annuale. 15. Parametro di riferimento (c.d. Benchmark) L investimento in un Fondo può essere valutato attraverso il confronto con i cosiddetti benchmark, ossia dei parametri di riferimento elaborati da soggetti terzi e di comune utilizzo, che individuano il profilo di rischio dell investimento e le opportunità del mercato in cui tipicamente il Fondo investe. Fondo Benchmark Amundi Europe Equity 90% FTSE Eurotop 100 in Euro (1) 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro (2) Amundi Usa Equity 90% Standard & Poor s 100 local currency (3) 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro (2) Amundi Pacific Equity 45% MSCI All Country Asia ex Japan in Euro (4) 45% MSCI Japan in Euro (5) 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro (2) Amundi Global Equity 90% MSCI All Country World Free in Euro (6) 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro (2) Amundi Global Emerging Equity 90% MSCI Emerging Markets in Euro (7) 10% JPM EMU 1 mese Cash in Euro (2) Per i benchmark composti da più indici, i pesi di ciascun indice sono mantenuti costanti tramite ribilanciamento su base mensile. (1) Indice rappresentativo dei primi 100 titoli per capitalizzazione dell Europa. (2) Indice rappresentativo delle performance degli Euro-depositi a 1 mese denominati in Euro. (3) Indice rappresentativo dei primi 100 titoli per capitalizzazione degli USA. (4) Indice che misura la performance di titoli azionari appartenenti ai seguenti paesi: Cina, Hong Kong, India, Indonesia, Korea, Malesia, Pakistan, Filippine, Singapore Free, Taiwan e Tailandia. (5) Indice che misura le performance del mercato azionario giapponese. (6) Indice dei mercati azionari mondiali. (7) Indice dei mercati azionari dei principali Paesi emergenti. I rendimenti di tali indici sono calcolati ipotizzando il reinvestimento dei dividendi (indici total return). 17/29

97 16. Rappresentazione sintetica dei costi Per la rappresentazione sintetica dei costi vengono prese a riferimento due ipotesi di investimento per ciascun Fondo: Fondo Amundi Europe Equity - ipotesi di versamento in un unica soluzione (PIC) dell importo di Euro ,00 La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 0,13% B Commissioni di gestione 1,70% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% D Altri costi contestuali all investimento 0% 0% E Altri costi successivi all investimento 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO H Importo Versato 100% I = H-G Capitale Nominale 99,95% L = I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% - ipotesi di versamento mediante piani di accumulo (PAC) dell importo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato): La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte d investimento consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. Versamento Iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% Successivi al versamento F Commissione di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO L Importo Versato 100% 100% M = L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N = M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% 18/29

98 Fondo Amundi Usa Equity - ipotesi di versamento in un unica soluzione (PIC) dell importo di Euro ,00 La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 0,13% B Commissioni di gestione 1,70% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% D Altri costi contestuali all investimento 0% 0% E Altri costi successivi all investimento 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO H Importo Versato 100% I = H-G Capitale Nominale 99,95% L = I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% - ipotesi di versamento mediante piani di accumulo (PAC) dell importo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato): La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte d investimento consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. Versamento Iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% Successivi al versamento F Commissione di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO L Importo Versato 100% 100% M = L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N = M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% 19/29

99 Fondo Amundi Pacific Equity - ipotesi di versamento in un unica soluzione (PIC) dell importo di Euro ,00 La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 0,11% B Commissioni di gestione 1,70% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% D Altri costi contestuali all investimento 0% 0% E Altri costi successivi all investimento 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO H Importo Versato 100% I = H-G Capitale Nominale 99,95% L = I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% - ipotesi di versamento mediante piani di accumulo (PAC) dell importo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato): La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte d investimento consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. Versamento Iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% Successivi al versamento F Commissione di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO L Importo Versato 100% 100% M = L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N = M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% 20/29

100 Fondo Amundi Global Equity - ipotesi di versamento in un unica soluzione (PIC) dell importo di Euro ,00 La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 0,13% B Commissioni di gestione 1,70% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% D Altri costi contestuali all investimento 0% 0% E Altri costi successivi all investimento 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO H Importo Versato 100% I = H-G Capitale Nominale 99,95% L = I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% - ipotesi di versamento mediante piani di accumulo (PAC) dell importo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato): La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte d investimento consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. Versamento Iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% Successivi al versamento F Commissione di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO L Importo Versato 100% 100% M = L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N = M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% 21/29

101 Fondo Amundi Global Emerging Equity - ipotesi di versamento in un unica soluzione (PIC) dell importo di Euro ,00 La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al momento della sottoscrizione sia all orizzonte temporale d investimento consigliato. Con riferimento al momento della sottoscrizione, l importo versato al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi iniziali rappresenta il capitale investito. Momento della sottoscrizione Orizzonte temporale d investimento consigliato (valori su base annua) VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 0,11% B Commissioni di gestione 1,70% C Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% D Altri costi contestuali all investimento 0% 0% E Altri costi successivi all investimento 0,07% F Bonus e premi 0% 0% G Diritti fissi d ingresso 0,05% 0,01% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO H Importo Versato 100% I = H-G Capitale Nominale 99,95% L = I-(A+C+D-F) Capitale Investito 98,95% - ipotesi di versamento mediante piani di accumulo (PAC) dell importo di Euro 500,00 per ogni versamento mensile (importo complessivo di Euro ,00 nell orizzonte temporale di investimento consigliato): La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell investimento finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati sull orizzonte d investimento consigliato. L importo versato in occasione di ogni versamento al netto dei diritti fissi d ingresso rappresenta il capitale nominale; quest ultima grandezza al netto delle commissioni di sottoscrizione e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento rappresenta il capitale investito. Versamento Iniziale Versamenti Successivi VOCI DI COSTO A Commissioni di sottoscrizione 1,00% 1,00% B Altri costi contestuali al versamento 0% 0% C Bonus e premi 0% 0% D Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% E Diritti fissi d ingresso 0,40% 0,40% Successivi al versamento F Commissione di gestione 1,70% 1,70% G Altri costi successivi al versamento 0,07% 0,07% H Bonus e premi 0% 0% I Costi delle garanzie e/o immunizzazione 0% 0% COMPONENTI DELL INVESTIMENTO FINANZIARIO L Importo Versato 100% 100% M = L-E Capitale Nominale 99,60% 99,60% N = M-(A+B+D-C) Capitale Investito 98,60% 98,60% Avvertenza: Le tabelle dell investimento finanziario rappresentano un esemplificazione effettuata con riferimento ai soli costi la cui applicazione non è subordinata ad alcuna condizione. 22/29

102 C) INFORMAZIONI ECONOMICHE (COSTI, AGEVOLAZIONI, REGIME FISCALE) 17. Oneri a carico del sottoscrittore e oneri a carico del Fondo 17.1 Oneri a carico del sottoscrittore Gli oneri direttamente a carico del sottoscrittore del Fondo sono indicati nelle seguenti tabelle: a) Commissioni di sottoscrizione A fronte di ogni sottoscrizione la SGR trattiene commissioni di sottoscrizione prelevate in percentuale sull ammontare lordo delle somme investite nella misura dell 1%. Nell ambito di un progetto a valenza etica, rivolto in particolare alle tematiche dell infanzia, le Banche del Gruppo Cariparma Crédit Agricole, in qualità di collocatori dei Fondi Amundi, dei Fondi Amundi Equipe e dei Fondi Amundi Multimanager, si impegnano a devolvere annualmente una somma pari al 10% della commissione di sottoscrizione ad esse spettanti, pari allo 0,10% dell importo sottoscritto, a favore di una o più associazioni scelte dai competenti organi del Gruppo indipendentemente dallo sconto applicato. Nel caso particolare in cui venga applicato lo sconto massimo (100% delle commissioni di sottoscrizione) non si farà seguito alla devoluzione finalizzata al progetto etico. Sono inoltre escluse, dal progetto di devoluzione etica, le commissioni applicate alle sottoscrizioni derivanti da contestuale disinvestimento da altri Fondi partecipanti al progetto etico. Qualora l importo da devolvere dovesse risultare inferiore a Euro ,00, le Banche del Gruppo si impegnano ad integrare annualmente il predetto ammontare, al fine di garantire un livello minimo di finanziamento. La destinazione dell importo raccolto sarà decisa di volta in volta e ne sarà data comunicazione ai partecipanti mediante informativa periodica resa dalle Banche del Gruppo alla propria clientela. La SGR da parte sua si impegna a devolvere annualmente una somma pari a Euro ,00 prelevate dalle commissioni percepite per l attività di gestione dei medesimi Fondi. b) Diritti fissi Diritti Fissi a carico del sottoscrittore Importo in Euro Per ogni versamento in unica soluzione, nonché sulle operazioni di passaggio tra Fondi 5,00 Per ogni versamento dei Piani di accumulo 2,00 Per ciascuna operazione effettuata nell ambito del Servizio di Rendita Finanziaria e del Servizio Clessidra Per l emissione del certificato al portatore o nominativo (prevista esclusivamente per un controvalore minimo di 100 quote), per la conversione dei certificati da nominativi al portatore e viceversa, nonché per il loro frazionamento o raggruppamento Per il rimborso di spese di spedizione dei certificati, emissione degli stessi e delle spese postali e amministrative connesse 1,00 25,00 a favore della Banca Depositaria Esborsi effettivamente sostenuti In caso di utilizzo della procedura RID al sottoscrittore sono applicati gli oneri conseguenti alle operazioni effettuate mediante i conti correnti di corrispondenza. c) Commissioni di rimborso applicate ad operazioni riconducibili al market timing Al fine di penalizzare eventuali reiterati comportamenti riconducibili alla pratica del market timing, come definita dall art. 4.4, comma 4, lett. b), Parte B) del Regolamento di gestione, la Società di Gestione ha la facoltà di prelevare una commissione di rimborso pari al 2% dell importo richiesto. La predetta commissione si propone di reintegrare i partecipanti al Fondo danneggiati dalle frequenti operazioni di acquisto e vendita, nonché dai relativi costi amministrativi che producono una riduzione del valore del patrimonio del Fondo e, pertanto, sarà interamente accreditata al Fondo delle cui quote è stato richiesto il rimborso. L esercizio di tale facoltà viene comunicato tempestivamente ai partecipanti interessati. 23/29

103 17.2 Oneri addebitati al Fondo Oneri di gestione - Una provvigione di gestione calcolata e imputata quotidianamente sul valore complessivo netto del Fondo e prelevata mensilmente dalle disponibilità di quest ultimo nel primo giorno lavorativo di ogni mese successivo a quello di calcolo nella misura annua dell 1,70%. I Fondi investono più del 10% in quote di altri OICR. Gli OICR oggetto di investimento sono gravati dalle commissioni di gestione previste nei rispettivi regolamenti. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti è pari a 3,00%. Le retrocessioni da parte dei gestori terzi saranno accreditate al Fondo. La misura massima delle provvigioni di gestione applicabili dagli OICR sottostanti, è relativa solamente alla componente azionaria; il Fondo, inoltre, diversificando i suoi investimenti potrebbe non investire affatto negli OICR aventi la massima provvigione di gestione su indicata. La provvigione di gestione applicata agli OICR collegati è dedotta dal compenso riconosciuto alla SGR. - Una provvigione di incentivo, prevista per tutti i Fondi, calcolata e corrisposta a favore della SGR qualora si verifichi una extra performance. La provvigione di incentivo, pari al 20% dell extraperformance maturata nell anno solare, è calcolata sul minore ammontare tra il valore complessivo netto medio del Fondo nello stesso periodo e il valore complessivo netto del Fondo nel giorno di calcolo. Si definisce extraperformance la differenza tra l incremento percentuale del valore della quota e l incremento percentuale del valore del parametro di riferimento relativi al medesimo periodo. Il calcolo della commissione è eseguito quotidianamente, accantonando un rateo che fa riferimento all extraperformance maturata rispetto all ultimo giorno dell anno solare precedente. Ogni giorno, ai fini del calcolo del valore complessivo del Fondo, la SGR accredita al Fondo l accantonamento del giorno precedente e addebita quello del giorno cui si riferisce il calcolo. La commissione viene prelevata il 5 giorno lavorativo successivo alla chiusura dell anno solare. Il parametro di riferimento, indicato per ciascun Fondo nella tabella riportata al paragrafo 8, è utilizzato nella versione price index, ovvero calcolata senza ipotizzare il reinvestimento dei dividendi e viene confrontato al netto degli oneri fiscali vigenti applicabili sui proventi conseguiti dal Fondo (si rettifica la performance del parametro di riferimento in base all aliquota fiscale in vigore per la tassazione dei proventi). L utilizzo dell indice nella modalità price index aumenta per la SGR la possibilità di ottenere una differenza di rendimento positiva. È previsto un fee cap al compenso della SGR pari, per ciascun Fondo, alla provvigione di gestione fissa a cui si aggiunge il 75% della stessa; quest ultima percentuale costituisce il massimo prelevabile a titolo di provvigione di gestione variabile. ESEMPIO (L esempio di seguito riportato, considera quale periodo di riferimento per il calcolo delle performance l anno solare. Le simulazioni hanno ad oggetto un Fondo, quale Amundi Europe Equity, al quale si applica una provvigione fissa di gestione pari al 1,70%.) Performance Fondo Performance Benchmark Extra performance Provvigione variabile di gestione Provvigione variabile di gestione max. prelevabile ( ) Importo prelevato 3% 2% 1% 20%X 1% = 0,20% 1,70%X75% = 1,275 0,20% 2% 3% 0 20%X 0 = 0 1,70%X75% = 1, % -3% 0 20%X 0 = 0 1,70%X75% = 1, % -2% 0 20%X 0 = 0 1,70%X75% = 1, % -2% 3% 20%X 3% = 0,60% 1,70%X75% = 1,275 0,60% ( ) L importo massimo prelevabile è pari al 75% della provvigione fissa di gestione. 24/29

104 Altri Oneri - Il compenso riconosciuto alla Banca Depositaria per l incarico svolto, comprensivo anche del compito di provvedere al calcolo del valore unitario della quota, è calcolato giornalmente sul valore complessivo netto di ciascun Fondo e liquidato mensilmente, nella misura massima dello 0,050% su base annua cui si aggiungono i relativi oneri fiscali. Tale compenso potrebbe essere maggiorato in misura compresa tra 0,01% e 0,02% e pertanto raggiungere la misura massima dello 0,070% qualora la Banca Depositaria si avvalesse dell attività di sub depositari, esclusivamente con riferimento all investimento in OICR esteri, per lo svolgimento del proprio incarico. L esatta incidenza di tale onere sarà riportata nei documenti contabili periodici; - I costi connessi con l acquisizione e la dismissione delle attività del Fondo (es. costi di intermediazione inerenti alla compravendita degli strumenti finanziari); - Le spese di pubblicazione del valore unitario delle quote e dei prospetti periodici del Fondo; i costi della stampa dei documenti destinati al pubblico e quelli derivanti dagli obblighi di comunicazione alla generalità dei partecipanti (es. gli avvisi inerenti la liquidazione del Fondo), purché tali oneri non attengano a propaganda o a pubblicità o comunque al collocamento delle quote; - Le spese degli avvisi relativi alle modifiche regolamentari richieste da mutamenti della legge o delle disposizioni di vigilanza; - Le spese di revisione della contabilità e dei rendiconti del Fondo, ivi compreso quello finale di liquidazione; - Gli oneri finanziari per i debiti assunti dal Fondo e per le spese connesse (es. le spese di istruttoria); - Le spese legali e giudiziarie sostenute nell esclusivo interesse del Fondo; - Il contributo di vigilanza, che la SGR è tenuta a versare annualmente alla Consob per i Fondi. Fermi restando gli oneri di gestione indicati al punto , sono a carico del Fondo gli oneri fiscali di pertinenza del medesimo. Le commissioni di negoziazione non sono quantificabili a priori in quanto variabili. Le spese e i costi annuali effettivi sostenuti dal Fondo nell ultimo triennio sono indicati nella Parte II del Prospetto d offerta. 18. Agevolazioni finanziarie La SGR si riserva la possibilità, di concedere agevolazioni in forma di riduzione dei diritti fissi e della commissione di sottoscrizione fino al 100%. Servizio Ombrello Investimenti : Nessuna commissione è dovuta nel caso di sottoscrizione derivante da contestuale disinvestimento da altro Fondo che preveda commissioni d ingresso e contempli, al pari del presente, il Servizio Ombrello Investimenti. Nessuna commissione è altresì dovuta nel caso di sottoscrizione derivante da contestuale disinvestimento da altro Fondo che non preveda commissioni d ingresso purché: contempli il Servizio Ombrello Investimenti, il trasferimento avvenga relativamente a quote immesse nel certificato cumulativo, sul controvalore delle quote trasferite siano già state applicate in precedenza le commissioni dovute. L adesione al Servizio Ombrello Investimenti è automatica. 19. Servizi/Prodotti abbinati alla sottoscrizione del Fondo I sottoscrittori che aderiscono ad un Piano di accumulo ed immettono le quote nel certificato cumulativo, hanno facoltà di richiedere una copertura assicurativa collettiva gratuita. Per informazioni più dettagliate si rinvia all apposito documento disponibile su richiesta dell investitore. 20. Regime fiscale Il risultato della gestione maturato in ciascun anno solare è soggetto a un imposta sostitutiva del 12,50%. L imposta viene prelevata dal Fondo e versata dalla SGR. Ulteriori informazioni circa il regime fiscale vigente, sia con riguardo alle partecipazioni al Fondo sia con riguardo al trattamento fiscale delle quote di partecipazione al Fondo in caso di donazione e successione, sono disponibili nella Parte III del Prospetto d offerta. 25/29

105 D) INFORMAZIONI SULLE MODALITA DI SOTTOSCRIZIONE/RIMBORSO 21. Modalità di sottoscrizione delle quote La sottoscrizione dei Fondi può essere effettuata direttamente presso la SGR o presso uno dei soggetti incaricati del collocamento. L acquisto delle quote avviene esclusivamente mediante la sottoscrizione dell apposito modulo e il versamento del relativo importo. La sottoscrizione delle quote può avvenire con le seguenti modalità: versando subito per intero il controvalore delle quote che si è deciso di acquistare (versamento in unica soluzione o PIC), oppure ripartendo nel tempo l investimento attraverso la sottoscrizione di un piano di accumulo (PAC). Oltre al versamento PIC o PAC la sottoscrizione delle quote può avvenire mediante l adesione al Servizio Clessidra (la cui descrizione è contenuta nell art. 4.5 Parte B del Regolamento di gestione dei Fondi). Nel caso di versamento in unica soluzione, l importo minimo è pari a Euro 500,00 sia per la prima sottoscrizione che per le successive. La sottoscrizione mediante Piano di accumulo (di seguito PAC ) prevede versamenti di uguale importo con cadenza mensile, bimestrale, trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale di durata, a scelta del sottoscrittore, da un minimo di 12 ad un massimo di 240 rate (compatibilmente con la durata del Fondo). L importo minimo di ciascuna rata è almeno pari a Euro 100,00. Il partecipante può effettuare in ogni momento nell ambito dei versamenti all interno del servizio versamenti anticipati purché multipli della rata unitaria prescelta. Il PAC consente al sottoscrittore di variare nel tempo il Fondo in favore del quale sono effettuati i versamenti periodici. Il sottoscrittore ha inoltre la facoltà di indicare, all atto dell apertura del piano, un numero di versamenti da effettuare in via anticipata ed in modo automatico, nel caso in cui l ultimo valore delle quote del Fondo, disponibile alla data del versamento della rata, risulti inferiore al valore unitario delle quote del medesimo Fondo relativo al 180 giorno antecedente. Ove quest ultimo giorno non sia un giorno di calcolo, sarà preso a riferimento il valore determinato il primo giorno di calcolo immediatamente successivo. La sottoscrizione delle quote può essere effettuata direttamente dal sottoscrittore anche mediante tecniche di comunicazione a distanza (Internet), nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti. Ulteriori informazioni circa questa modalità di sottoscrizione sono contenute nel paragrafo 7 della Parte III del presente Prospetto d offerta. Il numero delle quote di partecipazione, e delle eventuali frazioni millesimali di esse arrotondate per difetto, da attribuire ad ogni partecipante si determina dividendo l importo del versamento, al netto degli oneri e dei rimborsi spese, per il valore della quota relativo al giorno di riferimento. Il giorno di riferimento è il giorno in cui la SGR ha ricevuto notizia certa della sottoscrizione o, se successivo, il giorno di decorrenza dei giorni di valuta riconosciuti al mezzo di pagamento indicati nel modulo di sottoscrizione. Convenzionalmente si considera ricevuta in giornata la domanda di sottoscrizione pervenuta entro le ore Se la sottoscrizione viene effettuata fuori sede, si applica una sospensiva di sette giorni per un eventuale ripensamento da parte dell investitore. In tal caso, l esecuzione della sottoscrizione ed il regolamento dei corrispettivi avverranno una volta trascorso il periodo di sospensiva di sette giorni. Entro tale termine l investitore può comunicare il proprio recesso senza spese né corrispettivo alla SGR o ai soggetti incaricati del collocamento. Detta facoltà di recesso non si applica alle sottoscrizioni effettuate presso la sede legale o le dipendenze dell emittente, del proponente l investimento o del soggetto incaricato della promozione e del collocamento, nonché ai versamenti successivi e alle operazioni di passaggio tra Fondi (switch). A fronte di ogni versamento la SGR, entro un giorno lavorativo dalla data di regolamento dei corrispettivi, invia al sottoscrittore una lettera di conferma dell avvenuto investimento, il contenuto della quale è specificato nella Parte III del Prospetto d offerta. In caso di sottoscrizione attuata tramite adesione ad un PAC è inviata una nota riassuntiva con cadenza trimestrale. Tutte le comunicazioni, comprese quelle di cui ai successivi paragrafi 22, 23 e 25, vengono effettuate al sottoscrittore o al recapito da questi indicato, intendendosi così assolto ogni onere informativo nei confronti di tutti gli eventuali cointestatari. Per la descrizione delle modalità di sottoscrizione delle quote si rinvia al Regolamento di gestione dei Fondi. 26/29

106 22. Modalità di rimborso delle quote È possibile richiedere il rimborso delle quote in qualsiasi giorno lavorativo senza dover fornire alcun preavviso. Il rimborso delle quote può avvenire in un unica soluzione parziale o totale oppure tramite piani programmati di disinvestimento Servizio di Rendita Finanziaria secondo le modalità indicate agli artt. 4.6 e 4.7 del Regolamento di gestione dei Fondi. A fronte di ogni richiesta di rimborso, la SGR invia all avente diritto, entro un giorno lavorativo dalla data di regolamento, una lettera di conferma dell avvenuto rimborso, il contenuto della quale è specificato nella Parte III del Prospetto d offerta. In caso di rimborso tramite piani programmati è inviata una nota riassuntiva con cadenza trimestrale. Nell ambito della predetta comunicazione vengono inoltre riportate le disposizioni non eseguite nel caso in cui il controvalore delle quote non abbia raggiunto l ammontare dell importo programmato. Per la descrizione delle modalità di richiesta del rimborso delle quote nonché dei termini di valorizzazione e di effettuazione del rimborso si rinvia al Regolamento di gestione dei Fondi. Il rimborso delle quote può essere effettuato anche mediante tecniche di comunicazione a distanza (Internet), nel rispetto delle disposizioni di legge e regolamentari vigenti. Gli oneri eventualmente applicabili alle operazioni di rimborso sono indicati alla precedente Sez. C, par Modalità di effettuazione delle operazioni successive alla prima sottoscrizione Il partecipante ad uno dei Fondi illustrati nel presente Prospetto d offerta e disciplinati nel medesimo Regolamento di gestione può effettuare versamenti successivi e operazioni di passaggio tra Fondi di cui al presente Prospetto. Tale facoltà vale anche nei confronti di Fondi successivamente inseriti nel Prospetto purché sia stata preventivamente consegnata al partecipante la relativa informativa tratta dal Prospetto d offerta aggiornato. Ai versamenti successivi e alle operazioni di passaggio tra Fondi inseriti nel Prospetto non si applica la sospensiva di sette giorni prevista per un eventuale ripensamento da parte dell investitore. Per la descrizione delle modalità e dei termini di esecuzione di tali operazioni si rinvia alla Parte III, Sez. C, par. 9. È inoltre previsto il Servizio Clessidra (Clessidra Pac e Clessidra Performance) che consente al partecipante di sottoscrivere quote di un Fondo tramite rimborso di quote di altro Fondo gestito dalla SGR che contempli il medesimo Servizio secondo le modalità indicate nel Regolamento del Fondo. A fronte di ogni operazione vengono applicati i diritti fissi previsti alla precedente Sez. C, par /29

107 E) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE 24. Valorizzazione dell investimento Il valore della quota è pubblicato giornalmente sul quotidiano Il Sole 24 Ore, con indicazione della relativa data di riferimento. Il valore della quota può essere altresì rilevato sul sito Internet della SGR indicato alla precedente Sez. A, par. 1. Per ulteriori informazioni si rinvia alla Parte A e all art. V, Parte C del Regolamento di gestione. 25. Informativa ai partecipanti La SGR o i soggetti collocatori inviano annualmente ai partecipanti le informazioni relative ai dati periodici di rischio/rendimento dei Fondi e al Total Expense Ratio riportate nella Parte II del Prospetto d offerta. In caso di modifiche essenziali intervenute con riguardo ai Fondi, la SGR provvede altresì ad inviare tempestivamente ai partecipanti la relativa informativa, redatta secondo criteri volti ad assicurare una agevole comparazione delle informazioni modificate con quelle preesistenti. Con periodicità semestrale, nel caso in cui il partecipante non abbia ritirato i certificati, la SGR invia, su richiesta del partecipante, al domicilio dello stesso un prospetto riassuntivo indicante il numero delle quote e il loro valore all inizio ed al termine del periodo di riferimento, nonché le eventuali sottoscrizioni e/o gli eventuali rimborsi effettuati nel medesimo periodo. La SGR è tenuta a comunicare tempestivamente agli investitori le variazioni delle informazioni del Prospetto d offerta concernenti le caratteristiche essenziali del prodotto, tra le quali la tipologia di gestione, il regime dei costi, il profilo di rischio del prodotto. Il partecipante può anche richiedere la situazione riassuntiva delle quote detenute, nei casi previsti dalla normativa vigente. 26. Ulteriore informativa disponibile L investitore può richiedere alla SGR l invio, anche a domicilio, dei seguenti ulteriori documenti: a) Prospetti Semplificati di tutti i Fondi del sistema ovvero della famiglia disciplinati dall unico Regolamento di gestione a cui si riferisce il presente Prospetto Completo e per i quali non è prevista la consegna obbligatoria all investitore; b) Parti II e III del Prospetto Completo; c) Regolamento di gestione dei Fondi; d) ultimi documenti contabili redatti (rendiconto e relazione semestrale, se successiva); e) documento di illustrazione dei servizi/prodotti abbinati alla sottoscrizione dei Fondi. La sopra indicata documentazione dovrà essere richiesta per iscritto a Amundi Società di Gestione del Risparmio S.p.A., Piazza Missori 2, Milano, indirizzo di posta elettronica che ne curerà l inoltro a stretto giro di posta all indirizzo indicato dal richiedente. L invio ai partecipanti dei predetti documenti è gratuito. I documenti contabili del Fondo sono altresì disponibili presso la SGR e la Banca depositaria. La documentazione indicata ai par. 25 e 26, potrà essere inviata, ove richiesto dall investitore, anche in formato elettronico mediante tecniche di comunicazione a distanza, purché le caratteristiche di queste ultime siano con ciò compatibili e consentano al destinatario dei documenti di acquisirne la disponibilità su supporto duraturo. Le Parti I, II e III del Prospetto d offerta, il Regolamento di gestione, i documenti contabili dei Fondi, il Documento Informativo sulle strategie di esecuzione e di trasmissione degli ordini nel servizio di gestione collettiva del risparmio, il Documento Informativo sulla politica di gestione delle situazioni di conflitto di interesse e il Documento di sintesi della strategia per l esercizio dei diritti di intervento e di voto inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti sono pubblicati sul sito Internet della SGR 28/29

108 DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITà Amundi SGR S.p.A. si assume la responsabilità della veridicità e della completezza delle informazioni contenute nel presente Prospetto d offerta, nonché della loro coerenza e comprensibilità. Il Rappresentante legale L Amministratore Delegato (Michel Pelosoff) 29/29

109

110

111

112 Amundi SGR FONDI AMUNDI MULTIMANAGER Offerta al pubblico di quote di fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano non armonizzati alla Direttiva 85/611/CEE appartenenti al sistema Fondi Amundi Multimanager Parte II del Prospetto Completo Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi del Fondo La Parte II del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. Data di deposito in Consob della Parte II: 23 febbraio 2010 Data di validità della Parte II: dall 1 marzo 2010 A company of Crédit Agricole / Société Générale

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La Parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Rendimento Assoluto versamento in unica soluzione

Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Rendimento Assoluto versamento in unica soluzione Prospetto Semplificato relativo all offerta di quote del fondo Aureo Rendimento Assoluto versamento in unica soluzione Informazioni specifiche La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato,

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE Pagina 1 di 8 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del fondo. Informazioni generali sul fondo NOME GESTORE ALTRE

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE. Profilo Best Funds

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE. Profilo Best Funds PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE Profilo Best Funds La parte "Informazioni Specifiche" del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all'investitore prima della sottoscrizione,

Dettagli

Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche

Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Offerta al pubblico di TRIPLO ASSIMOCO. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Triplo Fondo Prudente a premio unico

Offerta al pubblico di TRIPLO ASSIMOCO. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Triplo Fondo Prudente a premio unico Offerta al pubblico di TRIPLO ASSIMOCO Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Triplo Fondo Prudente a premio unico (Mod. VU4SSISFP137A-0716) SCHEDA

Dettagli

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

Fondi comuni aperti armonizzati Arca Arca Rendimento Assoluto t5 (PIC)

Fondi comuni aperti armonizzati Arca Arca Rendimento Assoluto t5 (PIC) Fondi comuni aperti armonizzati Arca Arca Rendimento Assoluto t5 (PIC) PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico

Offerta al pubblico di RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Aggressiva a premio unico Offerta al pubblico di RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Raiffplanet Aggressiva a premio unico (Mod. V70SSISRA137-0414 ed. 04/2014)

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali

Sistema Pioneer Fondi Italia. Prospetto Semplificato. Informazioni Generali. Informazioni Generali Sistema Pioneer Fondi Italia Informazioni Generali Prospetto Semplificato Informazioni Generali La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

Offerta al pubblico di: RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Equilibrata a premio periodico limitato

Offerta al pubblico di: RAIFFPLANET. Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked. Raiffplanet Equilibrata a premio periodico limitato Offerta al pubblico di: RAIFFPLANET Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Raiffplanet Equilibrata a premio periodico limitato (Mod. V70SSISRE138-0415)

Dettagli

FULL OPTION Ed. 2009

FULL OPTION Ed. 2009 Offerta al pubblico di FULL OPTION Ed. 2009 Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE Euroquota Aggressiva a premio unico (Mod. VM2SSISEA137-0311 ed.

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

STAR SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE PROPOSTA DI INVESTIMENTO FINANZIARIO RELATIVA AL FONDO INTERNO STAR MONEY MARKET

STAR SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE PROPOSTA DI INVESTIMENTO FINANZIARIO RELATIVA AL FONDO INTERNO STAR MONEY MARKET STAR SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE PROPOSTA DI FINANZIARIO RELATIVA AL FONDO INTERNO STAR MONEY MARKET La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore-contraente

Dettagli

Supplemento di Aggiornamento

Supplemento di Aggiornamento Supplemento di Aggiornamento Al Prospetto relativo all Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano rientranti nell ambito di applicazione della Direttiva

Dettagli

ETICA OBBLIGAZIONARIO BREVE TERMINE SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA OBBLIGAZIONARIO BREVE TERMINE SISTEMA VALORI RESPONSABILI Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

SISTEMA FONDI CARIGE

SISTEMA FONDI CARIGE SISTEMA FONDI CARIGE PARTE II ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO RENDIMENTO, COSTI E TURNOVER DI PORTAFOGLIO DEI FONDI FONDI APPARTENENTI AL SISTEMA FONDI CARIGE CARIGE AZIONARIO ITALIA CARIGE AZIONARIO

Dettagli

Obiettivi e politica d investimento. Profilo di rischio e di rendimento

Obiettivi e politica d investimento. Profilo di rischio e di rendimento INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento

Dettagli

Fondi Amundi Obiettivo

Fondi Amundi Obiettivo Fondi Amundi Obiettivo REGOLAMENTO Il presente Regolamento è stato approvato dall organo amministrativo della SGR che, dopo averne verificato la conformità rispetto alle disposizioni vigenti, ha accertato

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID)

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID) RMJ SOCIETA di GESTIONE del RISPARMIO per azioni Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli Investitori devono disporre in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento

Dettagli

Private Insurance Management IT - PIC/PAC. Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche

Private Insurance Management IT - PIC/PAC. Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche Private Insurance Management IT - PIC/PAC Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche Data di deposito in CONSOB del Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche - Brickstone ProKapital: 01/05/2017 Data di

Dettagli

Linea. Si rinvia ai successivi paragrafi per i dati relativi al patrimonio netto e al valore della quota dei Fondi Interni abbinati.

Linea. Si rinvia ai successivi paragrafi per i dati relativi al patrimonio netto e al valore della quota dei Fondi Interni abbinati. PARTE II DEL PROSPETTO D OFFERTA - ILLUSTRAZIONE DEI DATI PERIODICI DI RISCHIO - RENDIMENTO E COSTI EFFETTIVI DELL INVESTIMENTO La Parte II del Prospetto d offerta, da consegnare su richiesta all Investitore-Contraente,

Dettagli

Discovery OFFERTA AL PUBBLICO DI PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED

Discovery OFFERTA AL PUBBLICO DI PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED ED. febbraio 2011 OFFERTA AL PUBBLICO DI Discovery PRODOTTO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT LINKED Scheda Sintetica: - Informazioni Generali - Informazioni Specifiche Cod. Tariffa 0306-0307 Mod.

Dettagli

ANTELAO PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE B CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ANTELAO PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE A - SCHEDA IDENTIFICATIVA PARTE B CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Modifiche al Regolamento Unico degli OICVM non riservati gestiti da SOFIA SGR S.p.A. (ex ADVAM) Le parti oggetto di modifica sono evidenziate in giallo. TESTO PRECEDENTE NUOVA FORMULAZIONE PARTE A - SCHEDA

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta a illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

SISTEMA MEDIOLANUM FONDI ITALIA

SISTEMA MEDIOLANUM FONDI ITALIA SISTEMA MEDIOLANUM FONDI ITALIA Prospetto Semplificato 1/5 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore

Dettagli

Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche

Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche Scheda Sintetica - Informazioni Specifiche La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Obiettivi e politica d investimento. Profilo di rischio e di rendimento

Obiettivi e politica d investimento. Profilo di rischio e di rendimento INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo fondo. Non si tratta di un documento

Dettagli

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto.

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Offerta al pubblico di CREDEMVITA GLOBAL VIEW prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Assicurazione a vita intera ed a premi liberi - Codice Tariffa 60064) Si raccomanda la lettura della

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Parte II del Prospetto Completo. Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi

Parte II del Prospetto Completo. Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi Fondi fondi di diritto italiano armonizzati Cash Obbligazioni Euro BT Obbligazioni Euro M/LT Obbligazioni Dollaro M/LT Obbligazioni Emergenti Azioni Europa Dividendo Azioni Italia Azioni Italia PMI Azioni

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI GENERALI

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI GENERALI SCHEDA SINTETICA 1 di 4 INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni

Dettagli

SISTEMA FONDI CARIGE

SISTEMA FONDI CARIGE SISTEMA FONDI CARIGE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI GENERALI La parte Informazioni Generali del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione,

Dettagli

SAI MULTI FUND Comparti: LINEA PRUDENTE LINEA DINAMICA LINEA AGGRESSIVA

SAI MULTI FUND Comparti: LINEA PRUDENTE LINEA DINAMICA LINEA AGGRESSIVA SAI A.M. SGR S.p.A. appartenente al gruppo FONDIARIA SAI PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO Illustrazione dei dati storici di rischio/rendimento, costi e Turnover di portafoglio dei Fondi/Comparti SAI

Dettagli

Condizioni Economiche del servizio di gestione individuale di portafogli prestato da Banca Mediolanum S.p.A. Mediolanum

Condizioni Economiche del servizio di gestione individuale di portafogli prestato da Banca Mediolanum S.p.A. Mediolanum Condizioni Economiche del servizio di gestione individuale di portafogli prestato da Banca Mediolanum S.p.A. Mediolanum My Style 1 COMMISSIONI DI INVESTIMENTO INIZIALI Le commissioni di investimento iniziali

Dettagli

APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA

APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA APPENDICE GLOSSARIO DEI TERMINI TECNICI UTILIZZATI NEL PROSPETTO D OFFERTA Banca depositaria: Soggetto preposto alla custodia del patrimonio di un fondo/comparto e al controllo della gestione al fine di

Dettagli

AZIMUT SGR SpA FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO

AZIMUT SGR SpA FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO AZIMUT SGR SpA SISTEMA FORMULA 1 FORMULA 1 LOW RISK FORMULA 1 CONSERVATIVE FORMULA 1 BALANCED FORMULA 1 RISK FORMULA 1 HIGH RISK PARTE II DEL PROSPETTO INFORMATIVO ILLUSTRAZIONE DEI DATI STORICI DI RISCHIO/RENDIMENTO,

Dettagli

Uniplan 5 Bonus Gruppo Aviva. Aviva S.p.A. Offerta al pubblico di UNIPLAN 5 BONUS 2012 prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked.

Uniplan 5 Bonus Gruppo Aviva. Aviva S.p.A. Offerta al pubblico di UNIPLAN 5 BONUS 2012 prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked. Uniplan 5 Bonus 2012 Offerta al pubblico di UNIPLAN 5 BONUS 2012 prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked. Scheda Sintetica Informazioni Generali Informazioni Specifiche Proposta-Certificato

Dettagli

Fondi CAAM. Crédit Agricole Asset Management SGR S.p.A. è una società appartenente al Gruppo Crédit Agricole

Fondi CAAM. Crédit Agricole Asset Management SGR S.p.A. è una società appartenente al Gruppo Crédit Agricole Crédit Agricole Asset Management SGR S.p.A. è una società appartenente al Gruppo Crédit Agricole Fondi CAAM Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano

Dettagli

Vittoria In Azione. Per investire in modo flessibile sui mercati finanziari

Vittoria In Azione. Per investire in modo flessibile sui mercati finanziari OFFERTA AL PUBBLICO DI Prodotto finanziario-assicurativo di tipo Unit Linked Codice prodotto 640U Vittoria In Azione Per investire in modo flessibile sui mercati finanziari Il presente documento contiene:

Dettagli

Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Anima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Anima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A. COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Anima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Gentile Cliente, La informiamo che,

Dettagli

POPOLARE VITA PREVIDENZA

POPOLARE VITA PREVIDENZA POPOLARE VITA S.p.A. Gruppo Assicurativo Unipol POPOLARE VITA PREVIDENZA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO (PIP) DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE (Tariffa n 537) Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con

Dettagli

UniCredit Soluzione Fondi

UniCredit Soluzione Fondi UniCredit Soluzione Fondi Parte II del Prospetto Completo - Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi La Parte II del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore,

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO - REALE LINEA OBBLIGAZIONARIA

REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO - REALE LINEA OBBLIGAZIONARIA REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO - REALE LINEA OBBLIGAZIONARIA Aspetti generali Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti, separata e autonoma dalle altre attività della Società Reale

Dettagli

ETICA RENDITA BILANCIATA SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA RENDITA BILANCIATA SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI

ETICA AZIONARIO SISTEMA VALORI RESPONSABILI Società di Gestione del Risparmio appartenente al Gruppo Banca Popolare Etica Informazioni chiave per gli Investitori (KIID) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Parte II del Prospetto

Parte II del Prospetto Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio/rendimento e costi dei Fondi Data di deposito in Consob della Parte II: 16 febbraio 2016 Data di validità della Parte II: dal 17 febbraio

Dettagli

Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Prima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Prima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A. COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI Modifiche al Regolamento di gestione dei Fondi comuni di investimento mobiliare appartenenti al Sistema Prima, gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Gentile Cliente, La informiamo che,

Dettagli

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE B.P.Vi FONDI SGR S.p.A. Gruppo Bancario Banca Popolare di Vicenza S.c.p.a. PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

Il Sole 24 Ore 7 gennaio 2010 pag. 27

Il Sole 24 Ore 7 gennaio 2010 pag. 27 Il Sole 24 Ore 7 gennaio 2010 pag. 27 Il Sole 24 Ore 22 gennaio 2010 pag. 42 Crédit Agricole Asset Management SGR S.p.A. Si rende noto che la Società dal 1 marzo 2010 adotterà la nuova denominazione di

Dettagli

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all investitore le principali caratteristiche dell investimento proposto.

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all investitore le principali caratteristiche dell investimento proposto. EURIZON CAPITAL SGR S.p.A. Eurizon Capital SGR S.p.A. è una società appartenente al Gruppo Bancario Intesa Sanpaolo Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto

Dettagli

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto.

Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all Investitore-Contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Offerta al pubblico di CREDEMVITA GLOBAL VIEW PRO prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Assicurazione a vita intera ed a premio unico - Codice Tariffa 60067) Si raccomanda la lettura della

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIBONUS BUSINESS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RI)

Offerta al pubblico di UNIBONUS BUSINESS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RI) Offerta al pubblico di UNIBONUS BUSINESS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RI) Scheda Sintetica - Informazioni Generali - Informazioni Specifiche Condizioni di

Dettagli

PreviNext Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione

PreviNext Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Lombarda Vita S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni PreviNext Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione (ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre

Dettagli

PARTE II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi

PARTE II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi FONDI AMUNDI PARTE II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi Data di deposito in Consob della Parte II: 8 luglio 2014 Data di validità della Parte II: dal

Dettagli

INFORMAZIONI SU COSTI, SCONTI, REGIME FISCALE

INFORMAZIONI SU COSTI, SCONTI, REGIME FISCALE INA ASSITALIA S.p.A. Impresa autorizzata all esercizio delle Assicurazioni e della Riassicurazione nei rami Vita, Capitalizzazione e Danni con decreto del Ministero dell Industria del Commercio e dell

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

COMETA - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA, DELLA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DEI SETTORI AFFINI

COMETA - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA, DELLA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DEI SETTORI AFFINI COMETA - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA, DELLA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DEI SETTORI AFFINI INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE dati aggiornati

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO

PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO Sistema Gestioni Anima PARTE I DEL PROSPETTO COMPLETO Caratteristiche dei Fondi e modalità di partecipazione La Parte I del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP)

Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Offerta al pubblico di UNIBONUS STRATEGY prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL15RP) Scheda Sintetica - Informazioni Generali - Informazioni Specifiche Condizioni di

Dettagli

INVESTIMENTI PIR AZIONARI ITALIA BILANCIATI ITALIA

INVESTIMENTI PIR AZIONARI ITALIA BILANCIATI ITALIA Cos è un Piano Individuale di Risparmio(PIR) Il PIR realizzato da Sella Gestioni SGR è un Fondo Comune di Investimento che consente di beneficiare di agevolazioni fiscali qualora vengano rispettati determinati

Dettagli

Offerta al pubblico di. ING ClearFuture. prodotto finanziario assicurativo di tipo unit linked

Offerta al pubblico di. ING ClearFuture. prodotto finanziario assicurativo di tipo unit linked Offerta al pubblico di ING ClearFuture prodotto finanziario assicurativo di tipo unit linked Parte II Illustrazione dei dati periodici di rischio rendimento e costi dell investimento finanziario La Parte

Dettagli

Offerta al pubblico di PORTFOLIO LIFE prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL7UL)

Offerta al pubblico di PORTFOLIO LIFE prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL7UL) Società del gruppo ALLIANZ S.p.A. Offerta al pubblico di PORTFOLIO LIFE prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL7UL) Scheda Sintetica - Informazioni Generali - Informazioni

Dettagli

Banca Popolare di Milano 19 Aprile 2013/2016 Tasso Misto,

Banca Popolare di Milano 19 Aprile 2013/2016 Tasso Misto, CONDIZIONI DEFINITIVE al PROSPETTO DI BASE SUL PROGRAMMA BANCA POPOLARE DI MILANO S.C.r.l. OBBLIGAZIONI PLAIN VANILLA Banca Popolare di Milano 19 Aprile 2013/2016 Tasso Misto, ISIN IT000490637 3 Obbligazioni

Dettagli

Scheda Sintetica - Informazioni Generali

Scheda Sintetica - Informazioni Generali Scheda Sintetica - Informazioni Generali La parte Informazioni Generali, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni generali

Dettagli

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE. Offerta al pubblico di Sistema Risparmio Flessibile L investimento che ti dà spazio

Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE. Offerta al pubblico di Sistema Risparmio Flessibile L investimento che ti dà spazio Allianz S.p.A. Società appartenente al Gruppo Allianz SE Offerta al pubblico di Sistema Risparmio Flessibile L investimento che ti dà spazio Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked La Scheda

Dettagli

Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi.

Parte II del Prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi. Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE appartenenti al Sistema Mediolanum Fondi Italia gestiti da Mediolanum

Dettagli

Scheda Sintetica - Informazioni Generali

Scheda Sintetica - Informazioni Generali Scheda Sintetica - Informazioni Generali La parte Informazioni Generali, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le informazioni generali

Dettagli

Sistema Mediolanum Fondi Italia gestiti da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a.

Sistema Mediolanum Fondi Italia gestiti da Mediolanum Gestione Fondi SGR p.a. Parte seconda del prospetto Illustrazione dei dati periodici di rischio-rendimento e costi dei Fondi Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI

LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI Modulo di Formazione per Neo Intermediari Assicurativi LE LINEE DI INVESTIMENTO: GESTIONI SEPARATE E FONDI INTERNI VERSIONE Giugno 2010 Le linee di investimento Nelle forme di assicurazione rivalutabili

Dettagli

Open Fund Nuova Tirrena Fondo pensione aperto a contribuzione definita

Open Fund Nuova Tirrena Fondo pensione aperto a contribuzione definita Open Fund Nuova Tirrena Fondo pensione aperto a contribuzione definita INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE I dati storici sono aggiornati al 31/12/2006 Ramo 65 (senza rivalutazione annua ) Ramo

Dettagli

SMART REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Il presente Regolamento costituisce parte integrante delle condizioni di assicurazione

SMART REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Il presente Regolamento costituisce parte integrante delle condizioni di assicurazione SMART REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA Il presente Regolamento costituisce parte integrante delle condizioni di assicurazione 1. Denominazione Viene attuata una speciale forma di gestione degli investimenti,

Dettagli

DENOMINAZIONE, TIPOLOGIA E DURATA DEL FONDO

DENOMINAZIONE, TIPOLOGIA E DURATA DEL FONDO Modifiche al Regolamento Unico degli OICVM non riservati gestiti da SOFIA SGR S.p.A. Le parti oggetto di modifica sono evidenziate in giallo. TESTO PRECEDENTE A) SCHEDA IDENTIFICATIVA NUOVA FORMULAZIONE

Dettagli

BancoPosta STEP. Dati al 30 Aprile 2016

BancoPosta STEP. Dati al 30 Aprile 2016 Info generali Definizione: Categoria Assogestioni: Obiettivi del fondo: Tipologia di gestione del Fondo: Profilo di rischio e di rendimento: Valuta di denominazione del fondo: Parametro di riferimento

Dettagli

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazione Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all Investitore-Contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche

Dettagli

Fondo UBI Pramerica Active Duration appartenente al sistema UBI Pramerica (Codice ISIN portatore: IT )

Fondo UBI Pramerica Active Duration appartenente al sistema UBI Pramerica (Codice ISIN portatore: IT ) Informazioni chiave per gli investitori (KIID Key investor information document) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE relative all OFFERTA di

CONDIZIONI DEFINITIVE relative all OFFERTA di Cassa di Risparmio di Cesena S.p.A. CONDIZIONI DEFINITIVE relative all OFFERTA di "CASSA DI RISPARMIO DI CESENA S.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" Cassa di Risparmio di Cesena S.p.A. 24/01/2007-24/07/2010

Dettagli

POLITICA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI 1 di 5 Politica di Trasmissione degli Ordini Vegagest Immobiliare Sgr S.p.A. 07/04/2009 INDICE POLITICA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI... 3 1. INTRODUZIONE... 3 2. OGGETTO

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

OFFERTA AL PUBBLICO DI GHIBLI. (Tariffa 428A) PRODOTTOO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT-LINKED CONDIZIONI DI CONTRATTO

OFFERTA AL PUBBLICO DI GHIBLI. (Tariffa 428A) PRODOTTOO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT-LINKED CONDIZIONI DI CONTRATTO OFFERTA AL PUBBLICO DI GHIBLI (Tariffa 428A) PRODOTTOO FINANZIARIO-ASSICURATIVO DI TIPO UNIT-LINKED SCHEDA SINTETICA CONDIZIONI DI CONTRATTO La Scheda Sintetica unitamente alle Condizioni di Contratto,

Dettagli

Fondi BNL. PARTE II del prospetto informativo. Illustrazione dei dati storici di rischio/rendimento, costi e turnover di portafoglio dei Fondi

Fondi BNL. PARTE II del prospetto informativo. Illustrazione dei dati storici di rischio/rendimento, costi e turnover di portafoglio dei Fondi BNP Paribas Asset Management SGR S.p.A. appartenente al Gruppo BNP Paribas e soggetta all attività di direzione e di coordinamento di BNP Paribas SA - Parigi. Offerta pubblica di quote dei fondi comuni

Dettagli

Fondi BNL. PARTE II del prospetto informativo. Illustrazione dei dati storici di rischio/rendimento, costi e turnover di portafoglio dei Fondi

Fondi BNL. PARTE II del prospetto informativo. Illustrazione dei dati storici di rischio/rendimento, costi e turnover di portafoglio dei Fondi BNP Paribas Asset Management SGR S.p.A. appartenente al Gruppo BNP Paribas e soggetta all attività di direzione e di coordinamento di BNP Paribas SA - Parigi. Offerta pubblica di quote dei fondi comuni

Dettagli

ACCUMULATOR RENDIMENTO TOP

ACCUMULATOR RENDIMENTO TOP ACCUMULATOR RENDIMENTO TOP Codice Prodotto UG19S Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all investitore-contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Data di deposito della

Dettagli

ACCUMULATOR RENDIMENTO TOP

ACCUMULATOR RENDIMENTO TOP ACCUMULATOR RENDIMENTO TOP Codice Prodotto UG19S Il Prospetto d offerta è volto ad illustrare all investitore-contraente le principali caratteristiche dell investimento proposto. Data di deposito della

Dettagli

Arca Formula II EuroStoxx 2015

Arca Formula II EuroStoxx 2015 Arca Formula II EuroStoxx 2015 PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente

Dettagli

Sistema Mediolanum Fondi Italia

Sistema Mediolanum Fondi Italia Sistema Mediolanum Fondi Italia Informazioni chiave per gli investitori (KIID) Società di Gestione del Risparmio Collocatore Unico retro di copertina Informazioni chiave per gli investitori (KIID) Il presente

Dettagli

Fondo UBI Pramerica Active Duration appartenente al sistema UBI Pramerica (Codice ISIN portatore: IT )

Fondo UBI Pramerica Active Duration appartenente al sistema UBI Pramerica (Codice ISIN portatore: IT ) Informazioni chiave per gli investitori (KIID Key investor information document) Il presente documento contiene le informazioni chiave di cui tutti gli investitori devono disporre in relazione a questo

Dettagli

BCC VitA S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni

BCC VitA S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni BCC VitA S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 5047 (art. 13 del decreto legislativo

Dettagli