- SIRSS II - IDEE E SPUNTI PER IL NUOVO PROGETTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- SIRSS II - IDEE E SPUNTI PER IL NUOVO PROGETTO"

Transcript

1 Provincia di Arezzo Servizio Trasporti Osservatorio della Mobilità Ing. Paolo Vadi Osservatorio della Mobilità - SIRSS II - IDEE E SPUNTI PER IL NUOVO PROGETTO Workshop Progetto SIRSS: attuazione e prospettive Arezzo, 26 febbraio 2009 SIRSS SECONDO Temi affrontati 0. PREMESSA A. EVOLUZIONE DEL PROGETTO SIRSS B. RIUSO DEL SIRSS C. IDEE E SPUNTI PER IL SIRSS II D. VALUTAZIONE ECONOMICA PER IL SIRSS II E. RIFLESSIONI FINALI 1

2 SIRSS for dummies Aspetti gestionali Creazione Centri di Monitoraggio Riuso soluzioni esistenti presso RT Convenzione con ISTAT Premessa SIRSS for. Scopo del progetto: Creare una struttura di monitoraggio dell incidentalità stradale in grado di fornire i dati relativi all incidentalità al previsto Sistema Informativo Stradale e divenire strumento a disposizione delle Amministrazioni per la programmazione degli interventi di manutenzione ed investimento sulla rete stradale. Soggetto proponente: REGIONE TOSCANA, ANCI, TUTTE LE 10 PROVINCE TOSCANE Attività previste: A. Analisi delle esigenze B. Produzione di un software C. Creazione dei nuclei di monitoraggio presso le province D. Esempi di analisi statistiche ed ingegneristiche Durata: 3 anni Costo: ,00 Costo per ogni Provincia in 3 anni: ,00 0. Premessa / SIRSS II 2

3 0. Premessa / SIRSS II Creazione Centri di Monitoraggio Prov. REGIONE TOSCANA PROVINCIA CAPOFILA 0 A B C D E F 0. Premessa / SIRSS II Riuso soluzioni esistenti in RT (S S 3 e CA) 0 A B C D E F 3

4 0. Premessa / SIRSS II Convenzione con ISTAT AUTORIZZAZIONE ISTAT CIRCOLARE UFF. STAT. REGIONE TOSCANA A TUTTE LE PM TOSCANE 0. Premessa / SIRSS II Dal modello CTT.INC 4

5 0. Premessa / SIRSS II a SIRSS-Rilevazione 0. Premessa / SIRSS II sino al dato georeferenziato 5

6 0. Premessa / SIRSS II Soggetti coinvolti Uffici Viabilità/Trasporti delle Province (finanziamento) Uffici Viabilità della Regione (finanziamento) Piano Nazionale Sicurezza Stradale (finanziamento) ANCI Toscana (firma convenzione) Polizie Municipali / Uffici Statistica di Comuni Uffici Statistica di Province (Validazione) Uffici Statistica di Regione (Titolarità / Privacy) Servizio Cartografico Regione Toscana (SIGMATER) Servizio informatica Regione Toscana (COOP. APPL.) Centro di Monitoraggio Regionale Sic. Stradale Arma dei Carabinieri Comando Regionale Comando Regionale Polizia Stradale ISTAT Ministero Interno - Polizia Stradale Roma SIRSS 1.0 (Progetto di gara) SIRSS 1.1 (Offerta della RTI) SIRSS 1.2 (Progetto ISTAT) SIRSS 1.3 (SIRSS-Carabinieri / SIRSS-Mobile) SIRSS 1.4 (Validazione) SIRSS-RIUSO SIRSS 2.0 Evoluzione del progetto SIRSS 6

7 1. Evoluzione SIRSS / SIRSS II Progetto SIRSS 1.0 A. ANALISI DELLE ESIGENZE L attività è svolta dalla Provincia Capofila con il Consulente Esterno e termina con la redazione da parte di questo di un Progetto Operativo contenente tutte le procedure che gli operatori dovranno seguire B. PRODUZIONE DEL SOFTWARE Realizzazione e fornitura del software per la gestione degli incidenti C. CENTRI DI MONITORAGGIO PROVINCIALI Apprestamenti (attrezzature hardware - 1PC -, e software) e risorse umane (1 operatore) per Centri di Monitoraggio presso le Province Formazione per referenti e forze di polizia D. ESEMPI DI ANALISI STATISTICHE ED INGEGNERISTICHE Studi di incidentistica e messa in sicurezza infrastrutture stradali 1. Evoluzione SIRSS / SIRSS II Offerta SIRSS 1.1 Realizzazione dei seguenti applicativi: SIRSS-RILEVAZIONE DATI (caricamento dati presso Forze di Polizia) PROXY/PDD-SIRSS (trasmissione dati in CA) SIRSS-MONITORAGGIO (gestione dati presso Centri di Monitoraggio) ISTAT-ENGINE (caricamento DB storico ISTAT) SIRSS-BI (realizzazione di report periodici) SIRSS-GEO (realizzazione di mappe periodiche) Riuso di preesistenti infrastrutture regionali SIGMATER (georeferenziazione e creazione mappa incidente) COOPERAZIONE APPLICATIVA RT (trasmissione/condivisione datii) 7

8 1. Evoluzione SIRSS / SIRSS II SIRSS 1.3 e 1.4 Perizia - Settembre 2008 FASE D ATTRAVERSO METODO DEI ROAD SAFETY REVIEW CARICAMENTO DB ISTAT SPERIMENTAZIONE MATTINALE SIRSS-CARABINIERI (soluzione con server-web per richieste specifiche Arma dei carabinieri) SIRSS-MOBILE (soluzione per PC portatile) Implem. Servizio Statistica Reg. Toscana - Febbraio 2009 FORMAZIONE SOGGETTI RILEVATORI ASSISTENZA PRESSO STAZIONE DEI SOGGETTI RILEVATORI SIRSS-VALIDAZIONE (verifica dei dati pervenuti) SIRSS-MATTINALE (rilevazione rapida) SIRSS-WEB (lettura dati attraverso web) 1. Evoluzione SIRSS / SIRSS II SIRSS al termine del contratto 1 POSTAZIONE INFORMATICA (1 PC + stampante) DB FORMAZIONE STUDI MESSA IN SICUREZZA DB SIRSS-ISTAT (georeferenziazione del DB ISTAT) DB SIRSS-ISTAT (parte) (raccolta dati) FORMAZIONE OPERATORI E REFERENTI FORMAZIONE FORZE DI POLIZIA ASSISTENZA ON SITE SITUAZIONI PARTICOLARI FORMAZIONE OPERATORI E REFERENTI FORMAZIONE PER REFERENTI CORSO DI RICOSTRUZIONE INCIDENTI (Prof. Vangi università di Firenze) FORMAZIONE PER REFERENTI CORSO SAFETY REVIEWER (Prof. Domenichini Università di Firenze) 1 SAFETY REVIEW PER PROVINCIA REALIZZATO DA TEAM COMPOSTO DA REFERENTI FORMATI (A ROTAZIONE) + CONSULENTE 8

9 1. Evoluzione SIRSS / SIRSS II SIRSS al termine del contratto APPLICATIVI INFORMATICI A DISPOSIZIONE SIRSS-RILEVAZIONE (caricamento dati presso Forze di Polizia) SIRSS-RILEVAZIONE CARABINIERI (caricamento dati su web-server) SIRSS-RILEVAZIONE MOBILE (caricamento dati in sito con portatile) SIRSS-MATTINALE (progetto Mattinale) PROXY/PDD-SIRSS (trasmissione dati in CA) SIRSS-MONITORAGGIO (gestione dati presso Centri di Monitoraggio) ISTAT-ENGINE (caricamento DB storico ISTAT) SIRSS-BI (realizzazione di report periodici) SIRSS-GEO (realizzazione di mappe periodiche) SIRSS-VALIDAZIONE (validazione statistica del dato) SIRSS-WEB (lettura dati di utenti accreditati) Fondamentali del SIRSS 1-2 Problematiche SIRSS 1 Prosecuzione attività dei Centri di Monitoraggio Miglioramento del sistema di Rilevazione (FP) Miglioramento del sistema di Monitoraggio (CMP e CMR) Studi di incidentalità / Formazione Progetti pilota Idee e spunti per il SIRSS II 9

10 1. DIGITALIZZAZIONE DEL DATO CARTACEO (Cod. Amm. Digit.) 2. SICUREZZA DEL DATO SENSIBILE (Codice Privacy) 3. GEOREFERENZIAZIONE DEL DATO (database geografico) 4. DIFFUSIONE DATO AI SOGGETTI ACCREDITATI C. Idee e Spunti / SIRSS II Problematiche SIRSS 1 Alcuni aspetti del primo SIRSS sono migliorabili: ATTIVITA DEGLI OPERATORI PRESSO LE PROVINCE ANALISI DEI DATI MIGLIORABILE COMPATIBILITÀ CON CATASTO STRADE ASSENZA DI FORMAZIONE ON-SITE PER FORZE DI POLIZIA TEMPESTIVITÀ MAGGIORE RICHIESTA PER ALCUNI DATI DISPONIBILITÀ DATI PER LE FORZE DI POLIZIA NUOVO FLUSSO DA/PER POLIZIA STRADALE 10

11 C. Idee e Spunti / SIRSS II Prosecuzione attività CMP Articolo 9 della Convenzione SIRSS Continuità del progetto Al fine di assicurare continuità al progetto oltre la sua durata triennale, data l importanza delle finalità proposte, ciascuna Provincia e la Regione Toscana si impegnano ad affiancare proprio personale agli operatori messi a disposizione dal progetto, in modo da garantire la sovrapposizione delle funzioni almeno per un anno e il trasferimento delle competenze allo scadere del terzo anno. Si propone per il SIRSS II la prosecuzione delle attività dei Centri di Monitoraggio Provinciali e Regionali Prestazioni richieste: 1. Ricezione, raccolta, validazione, invio del DB SIRSS-ISTAT 2. Ricezione, raccolta, validazione, invio del DB SIRSS-RassegnaStampa 3. Call-Center per forze di polizia per almeno 20 ore settimanali 4. Assistenza on-site nei confronti dei soggetti rilevatori aderenti al SIRSS 5. Realizzazione di documenti periodici e loro diffusione NB: incentivo per database completamente georeferenziato Miglioramento Rilevazione Richieste dei corpi di polizia: Collegamento con DB sanitari per verifica della storia sanitaria del soggetto ricoverato (decesso entro 30gg ISTAT ma anche informazioni su decorso ospedaliero per indagine) Procedura automezzi sequestrati Migliore integrazione con SigmaTer (grafo ufficiale RT con toponomastica e numeri civici certificati) ma anche posizionamento dell incidente con altri servizi geografici più efficienti disponibili in rete Disponibilità per tutti i soggetti rilevatori della soluzione client o serverweb di SIRSS-Rilevazione GPS portatile per acquisizione punto Implementazioni C. Idee e Spunti / SIRSS II Applicativo CAD per il disegno della pianta dell incidente Applicativo per rilievo fotogrammetrico per la ricostruzione della scena dell incidente Applicativo per ricostruzione incidente da posizione e deformazione dei veicoli (comprensivo di montaggio video 3D) 11

12 C. Idee e Spunti / SIRSS II Miglioramento Monitoraggio SIRSS-RassegnaStampa (applicativo per inserimento, gestione della Rassegna Stampa relativa ad incidenti stradali della Provincia) Potenziamento SIRSS-BI e SIRSS-Geo (personalizzazione della piattaforma di Business Intelligence Spago-BI per la creazione di report e di mappe statiche in formato svg) Potenziamento (personalizzazione della piattaforma di Business Intelligence Spago-BI Completamento SIRSS- MATTINALE) Potenziamento interazione con SigmaTER (Segnalazione&modifica errori/mancanze riscontrati su SigmaTER regionale Compatibilità con Catasto Strade della Regione Toscana C. Idee e Spunti / SIRSS II Diffusione del dato Completamento del portale tematico del progetto SIRSS : Accesso con credenziali Documentazione progetto SIRSS Inserimento/visualizzazione dati progetto Mattinale Applicativo web-gis per visualizzare/scaricare dati a cui si ha accesso (proposta) L applicativo web-gis (SIRSS-WEBGIS) dovrà permette query sulla banca dati aggiornata e la rappresentazione: puntuale degli incidenti selezionali dei parametri Densità e Tasso per ogni entità geografica con stampa del risultato grafico e download dei dati per successiva elaborazione 12

13 C. Idee e Spunti / SIRSS II Diffusione del dato Completamento del portale tematico del progetto SIRSS : Accesso con credenziali Documentazione progetto SIRSS Inserimento/visualizzazione dati progetto Mattinale Applicativo web-gis per visualizzare/scaricare dati a cui si ha accesso (proposta) L applicativo web-gis (SIRSS-WEBGIS) dovrà permette query sulla banca dati aggiornata e la rappresentazione: puntuale degli incidenti selezionali dei parametri Densità e Tasso per ogni entità geografica con stampa del risultato grafico e download dei dati per successiva elaborazione C. Idee e Spunti / SIRSS II Studi / Formazione Realizzazione di Linee Guida Regionali sulla Sicurezza Stradale (omogeneità tra province) Opportunità mai verificatasi a livello nazionale sino ad oggi di un DB incidenti stradali completamente georeferenziato, relativo ad un territorio di dimensione regionale: Studio di incidentalità before-after con metodo bayesiano empirico (procedura HSM statunitense) e individuazione di AMF italiani Calibrazione per la realtà italiana del modello previsionale degli incidenti stradali Indagini in-depth (previa verifica collaborazione con Forze di Polizia) Aggiornamento / formazione dei referenti dei CMP sui temi sopra citati (con lo scopo di creare una rete di soggetti altamente qualificati sui temi della sicurezza stradale all interno della Pubblica Amministrazione) Possibile prosecuzione esperienza dei Safety-Review 13

14 Progetti pilota Opportunità di inserire progetti pilota da realizzarsi ad una scala territoriale limitata (Provincia o Comune Capoluogo) ma di alto rendimento per future applicazioni generali: Progetto pilota LINK Collegamento di banche dati di incidenti stradali: DB Sanitari - DB Verbali di polizia DB Incidenti sul lavoro INAIL DB SIRSS-ISTAT DB Rassegna Stampa - altri Progetto pilota MOTHER C. Idee e Spunti / SIRSS II Creazione di una banca dati generale dell incidentalità stradale alla quale i vari soggetti contribuiscono e accedono secondo competenze DB Pretura DB Prefettura DB MTC Rassegna Stampa DB SIRSS- ISTAT DB ASL DB Forze di Polizia Collegamento tra tutte le Banche Dati SIRSS- LINK DB Danni alle Cose DB Fauna Selvatica DB RCAuto PROGETTO PILOTA LINK DB in- depth 14

15 Tutti gli INCIDENTI STRADALI della Provincia di Arezzo LIVELLO 1 Informazioni di identificazione dell evento (database ISVAP) eventi, 300 campi 1600 eventi, 400 campi eventi, 450 campi eventi 15 campi LIVELLO 2 Informazioni contenute nella scheda ISTAT (CTT.INC ISTAT) 1000 campi 150 eventi LIVELLO 5 Rilevazioni in depth (dtb. CDS, dtb SafetyNET) LIVELLO 3 Informazioni connesse agli usi delle forze di polizia (mod. I.360.PS) LIVELLO 4 Informazioni recepite con post processo (dtb SIRSS) INCIDENTE RILIEVO ADEMPIM MONITORA ACCESSIBIL STRADALE DATI DI LEGGE GGIO ITA Livello locale - intermedio Forze di Polizia Prefettura DTT (ex MTC) Enti Gestori di Strade Autorità Sanitarie Archivio FORZE DI POLIZIA Archivio PREFETTURA Archivio DIPART. TRASP. TERR. Catasto Strade - SIT Uff. Statistica Archivi AUTORITA SANITARIE Banca Dati Generale degli Incidenti Stradali del territorio Osservatorio Incidenti Stradali ANAGRAFE Archivio ABILITATI GUIDA Archivio VEICOLI IMMATRIC. Archivio INFRAZIONI Casellario Giudiziario ISTAT Livello centrale 15

16 Valutazione economica Problematiche Valutazione economica per il SIRSS II D. Costi / SIRSS II Valutazione economica Costo per un nuovo progetto regionale triennale completo di tutte le attività descritte per Regione e le 10 province toscane: ,00 16

17 D. Costi / SIRSS II Problematiche COFINAZIAMENTO PNSS Il progetto SIRSS è stato cofinaziato al 50% attraverso il Primo Programma di Attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (2002) Ad oggi non si intravede la possibilità di ulteriori finanziamenti PRESENZA DELLA PROVINCIA CAPOFILA Il Primo Programma di Attuazione non prevedeva la richiesta di finanziamento da parte di soggetti diversi da enti locali per cui fu scelta Arezzo come provincia capofila per la realizzazione della gara e gestione del contratto Il compito della Provincia di Arezzo si esaurisce il 9 maggio 2010 salvo ulteriori incarichi da parte di Regione Toscana e Province Problematiche PROSECUZIONE INDIPENDENTE DI CIASCUNA PROVINCIA? COFINANZIAMENTI PNSS POSSIBILI? QUALE PERCENTUALE DI FINANZIAMENTO PROVINCIA / REGIONE? NUOVA GARA? MANUTENZIONE DEL SISTEMA A PARTE? SUDDIVISIONE IN PIÙ APPALTI? RIUSO DEL SIRSS 1? D. Costi / SIRSS II 17

18 Ing. Riccardo Buffoni Dirigente del Servizio Trasporti Tel / Fax 0575 / Ing. Paolo Vadi Responsabile Ufficio Mobilità Sostenibile Tel / Fax 0575 / Dott. Massimo Tavanti (Consulente Ar-Tel SpA) Tel / Fax 0575 / c/o Osservatorio della Mobilità Servizio Trasporti Via San Lorentino, Arezzo 18

RIUSO DEL PROGETTO SIRSS

RIUSO DEL PROGETTO SIRSS Provincia di Arezzo Servizio Trasporti Osservatorio della Mobilità Ing. Paolo Vadi Osservatorio della Mobilità RIUSO DEL PROGETTO SIRSS Convegno Causalità e Casualità nell incidentalità stradale: come

Dettagli

NASAR No Accident Sites in ARezzo

NASAR No Accident Sites in ARezzo Provincia di Arezzo Servizio Trasporti Ufficio Mobilità Sostenibile Ing. Paolo Vadi Provincia di Arezzo - Osservatorio della Mobilità di AREZZO Dott. Massimo Tavanti - Dott. Vincenzo Lisi - Dott.ssa Valentina

Dettagli

inquadrare ing. elena grossi

inquadrare ing. elena grossi ing. elena grossi Assessorato Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti, D. G. Reti infrastrutturali, logistica e sistemi

Dettagli

Software per il rilievo e la gestione degli incidenti stradali. Software per le Forze di Polizia

Software per il rilievo e la gestione degli incidenti stradali. Software per le Forze di Polizia Software per il rilievo e la gestione degli incidenti stradali GestInc La procedura Gestinc, nasce dall esigenza di rendere agevole il rilievo e la gestione degli incidenti stradali da parte delle Polizie

Dettagli

Il CENTRO DI MONITORAGGIO REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE (CMRSS) della Regione Toscana (RT) Progetto Preliminare ( aggiornamento 2011)

Il CENTRO DI MONITORAGGIO REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE (CMRSS) della Regione Toscana (RT) Progetto Preliminare ( aggiornamento 2011) Il CENTRO DI MONITORAGGIO REGIONALE DELLA SICUREZZA STRADALE (CMRSS) della Regione Toscana (RT) Progetto Preliminare ( aggiornamento 2011) 1.1 Premessa 3 1.2 Strutturazione del CMRSS 4 1.3 Descrizione

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A.

INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A. INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A. La gestione associata di corbetta e gaggiano: l esperienza del progetto s.i.g.i.t.

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali

Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: TWIST - Trasmissione Web Incidenti Stradali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio

Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio Alessandro Corrias Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale

Dettagli

Il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Siena

Il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Siena Il Sistema Informativo Territoriale del Comune di Siena Osservatorio della mobilità: registrazione e statistica incidenti 1 IL SIT DEL COMUNE DI SIENA assolve alle seguenti funzioni: 1. gestisce, nell

Dettagli

Presentazione e curriculum professionale.

Presentazione e curriculum professionale. Presentazione e curriculum professionale. Paolo Gatti è un libero professionista che dal 1997 opera al servizio di Enti, public utilities e società private fornendo consulenza e servizi per l informatizzazione

Dettagli

SUAP. Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive. www.sardegnasuap.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

SUAP. Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive. www.sardegnasuap.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA SUAP Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive Premesse Oggi la competizione ampliata a scala globale genera i seguenti effetti: alta pressione sui costi di produzione riduzione

Dettagli

Programmazione e qualità della produzione statistica

Programmazione e qualità della produzione statistica Martedì 9 Novembre 2004, ore 16,45 Sala nord-ovest Sessione parallela Programmazione e qualità della produzione statistica coordinatore Giorgio Alleva Paola Baldi Il ruolo delle Regioni e degli Enti locali

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA Allegato B) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comunità Montana della Val di Bisenzio 2) Codice regionale: RT 2S00114

Dettagli

Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Rifiuti

Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Rifiuti Monitoraggio Pianificazione Territoriale e Programmazione Provinciale nella Gestione dei Cosa è OPR? L OSSERVATORIO PROVINCIALE DEI RIFIUTI L Osservatorio Provinciale (OPR) è una struttura operativa con

Dettagli

La prevenzione degli incidenti stradali: prima, durante, dopo e dopo ancora

La prevenzione degli incidenti stradali: prima, durante, dopo e dopo ancora 2 Workshop Nazionale - Osservatori per gli incidenti stradali: dai dati alle azioni Strumenti per le politiche di sicurezza Settore Mobilità e Sicurezza della Circolazione Stradale La prevenzione degli

Dettagli

Linee Guida Modalità di assolvimento dell obbligo statistico tramite il SIRED

Linee Guida Modalità di assolvimento dell obbligo statistico tramite il SIRED Allegato alla Delib.G.R. n. 10/20 del 17.3.2015 Linee Guida Modalità di assolvimento dell obbligo statistico tramite il SIRED PREMESSA Le strutture ricettive devono adempiere all obbligo statistico verso

Dettagli

Allegato 4 Capitolato Tecnico. ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA

Allegato 4 Capitolato Tecnico. ARTI Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione S.P. per Casamassima, Km 3 70010 Valenzano BA REGIONE PUGLIA ASSESSORATO AL DIRITTO ALLO STUDIO Progetto Osservatorio Regionale dei Sistemi di Istruzione e Formazione in Puglia - Attività cofinanziata dall Unione Europea a valere sul P.O. Puglia FSE

Dettagli

Sistema Gestionale FIPRO2 Fase II

Sistema Gestionale FIPRO2 Fase II Sistema Gestionale FIPRO2 Fase II Domanda di finanziamento: documenti obbligatori, spese ammissibili, supporto alla compilazione Dott. Fabio CHERCHI Venturina, 14 Ottobre 2011 Sommario della presentazione

Dettagli

Allegato alla Determinazione del Direttore Generale n..17/2011 del 23 febbraio 2011

Allegato alla Determinazione del Direttore Generale n..17/2011 del 23 febbraio 2011 Allegato alla Determinazione del Direttore Generale n..17/2011 del 23 febbraio 2011 Dipartimento per gli Affari Generali e della Contabilità : Svolge le attività di autoamministrazione dell Agenzia, funzionali

Dettagli

Dalle esigenze e l esperienza dell ARPAT una proposta per un catasto acustico nazionale

Dalle esigenze e l esperienza dell ARPAT una proposta per un catasto acustico nazionale Dalle esigenze e l esperienza dell una proposta per un catasto acustico nazionale Andrea Poggi Perché oggi i catasti Solo oggi cominciamo ad avere reti di monitoraggio acustico Che fa una rete? Descrizione

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE ANAGRAFE E SVILUPPO SISTEMA INTEGRATO DI GESTIONE E CONTROLLO Decreto n. 26 del 24 febbraio 2014 Oggetto: Servizio

Dettagli

La georeferenziazione e le analisi spaziali dei dati dell incindentalità

La georeferenziazione e le analisi spaziali dei dati dell incindentalità Dipartimento II Lavori Pubblici Direzione viabilità La georeferenziazione e le analisi spaziali dei dati dell incindentalità LA GEOREFERENZIAZIONE La redazione della reportistica cartografica risulta imprescindibile

Dettagli

SISTEMA INFORMATIZZATO CERTIFICAZIONE ANTIMAFIA SI.CE.ANT. Prefettura di Roma. Presentazione del 10 dicembre 2008 alle Stazioni Appaltanti

SISTEMA INFORMATIZZATO CERTIFICAZIONE ANTIMAFIA SI.CE.ANT. Prefettura di Roma. Presentazione del 10 dicembre 2008 alle Stazioni Appaltanti SISTEMA INFORMATIZZATO CERTIFICAZIONE ANTIMAFIA SI.CE.ANT. Prefettura di Roma Presentazione del 10 dicembre 2008 alle Stazioni Appaltanti 1 Indice della presentazione Obiettivi del progetto Soggetti coinvolti

Dettagli

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Intervento Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I PROGETTI PER LA COSTRUZIONE DELLA CITY LOGISTICS

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA

SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA SISTEMA INFORMATIVO SULLA SICUREZZA STRADALE IN PROVINCIA DI MANTOVA Arezzo, 31 gennaio 2003 Dott. Angelo Cortellazzi Responsabile Servizio Statistica e Innovazione Provincia di Mantova statistica@provincia.mantova.it

Dettagli

****** DIREZIONE POLIZIA LOCALE SEGRETERIA DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 878 / 2014

****** DIREZIONE POLIZIA LOCALE SEGRETERIA DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 878 / 2014 ****** DIREZIONE POLIZIA LOCALE SEGRETERIA DIREZIONE POLIZIA MUNICIPALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 878 / 2014 Proposta n.: 1812 OGGETTO: Acquisto fornitura di applicativi informatici per implementazione

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO ISTITUTO PER LA VIGILANZA Dipartimento della Pubblica Sicurezza CONVENZIONE

MINISTERO DELL INTERNO ISTITUTO PER LA VIGILANZA Dipartimento della Pubblica Sicurezza CONVENZIONE CONVENZIONE RELATIVA ALLA DISCIPLINA DELLE MODALITA DI ACCESSO ALLA BANCA DATI SINISTRI R.C.AUTO DA PARTE DEL MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Il del Ministero dell Interno

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Applicazioni per il mobile banking. Dario Formenti Direttore Tecnico Cim-Italia

Applicazioni per il mobile banking. Dario Formenti Direttore Tecnico Cim-Italia Applicazioni per il mobile banking Dario Formenti Direttore Tecnico Cim-Italia 2003 Cilme-Multitel: : E-voluzione E non Ri-voluzione 1990 1995 2000 2002 2003 Remote Banking Gestione ATM Internet Banking

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Analisi strutturata del problema

Analisi strutturata del problema TITOLO: Realizzazione di modalità e strumenti per integrare le informazioni correnti del sistema salute e del sistema lavoro ai fini delle attività di prevenzione e vigilanza sul territorio degli infortuni

Dettagli

Servizi e Tecnologie sul Territorio

Servizi e Tecnologie sul Territorio CARTOGRAFIA & TEMATICHE Elaborazione Banche Dati GIS Rilievo Dati Territoriali Rilievo Reti Tecnologiche Censimento delle Utenze Rilievi Gps & Georadar Supporto Gis/Cliente ARCHITETTURA & ingegneria Progettazione

Dettagli

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate SUPPORTO DI SARDEGNA ENTRATE PER IL DECENTRAMENTO CATASTALE

Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate SUPPORTO DI SARDEGNA ENTRATE PER IL DECENTRAMENTO CATASTALE Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate SUPPORTO DI SARDEGNA ENTRATE PER IL DECENTRAMENTO CATASTALE AZIONI PREVISTE Saranno serviti i comuni aventi caratteristiche di polo catastale,

Dettagli

Sistema Integrato Sicurezza Stradale On Line Progetto O@SIS 2

Sistema Integrato Sicurezza Stradale On Line Progetto O@SIS 2 Settore Mobilità e Sicurezza della Circolazione Stradale Servizio Sistema Integrato Sicurezza Stradale (SISS) Progetti Strategici del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti Sistema Integrato Sicurezza

Dettagli

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO

SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO SOGEI E L AGENZIA DEL TERRITORIO CHI SIAMO Sogei è la società di ICT, a capitale interamente pubblico, partner tecnologico del Ministero dell Economia e delle Finanze italiano. Progettiamo, realizziamo,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA VALLE D AOSTA, 44 85010 PIGNOLA (PZ) Telefono 0971 42.05.75 - Cell. 328 26.12.935 Fax 0971 66.89.54 E-mail alessandro.pino@regione.basilicata.it

Dettagli

BANDO ACQUISIZIONI Sistema infotelematico. ALLEGATO 3 Offerta Economica. Allegato 3: Offerta economica Pag. 1

BANDO ACQUISIZIONI Sistema infotelematico. ALLEGATO 3 Offerta Economica. Allegato 3: Offerta economica Pag. 1 BANDO ACQUISIZIONI Sistema infotelematico ALLEGATO 3 Offerta Economica Allegato 3: Offerta economica Pag. ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA La busta C Gara per l affidamento di servizi informatici Piano Emersione

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LA REGISTRAZIONE AL CET

PROCEDURA OPERATIVA PER LA REGISTRAZIONE AL CET PROCEDURA OPERATIVA PER LA REGISTRAZIONE AL CET Revisioni Redatto Rev 01 del 28/02/2013 Gruppo di Lavoro Catasto Emissioni Territoriali Approvato 1/6 1. Premessa e obiettivi La Regione Puglia ha realizzato

Dettagli

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 0 del 04.10.06 Parte prima Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Premessa: Un sistema integrato

Dettagli

I ~;::';;~~4::~~:~n0l21n

I ~;::';;~~4::~~:~n0l21n I ~;::';;~~4::~~:~n0l21n I::'I'EI

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA L AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE

PROTOCOLLO D INTESA TRA L AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE PROTOCOLLO D INTESA TRA L AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI - DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE E IL COORDINAMENTO DELLA POLITICA ECONOMICA L Autorità Nazionale

Dettagli

Pianificazione sanitaria territoriale per l attuazione di procedure ed interventi in occasione di eventi di protezione civile e/o pandemici

Pianificazione sanitaria territoriale per l attuazione di procedure ed interventi in occasione di eventi di protezione civile e/o pandemici Pianificazione sanitaria territoriale per l attuazione di procedure ed interventi in occasione di eventi di protezione civile e/o pandemici G. Barreca Genova 09/06/2010 Provincia di Firenze Servizio Protezione

Dettagli

PROVINCIA DI PESCARA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE.

PROVINCIA DI PESCARA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE. CITTA' DI SPOLTORE PROVINCIA DI PESCARA SEGRETERIA GENERALE Registro Generale delle Determinazioni N. 995 del 10/10/2013 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE SETTORE SETTORE VI - CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO

COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO Energia Elettrica Traffico Telefonico Carburanti Gas COSTI E CONSUMI SOTTO CONTROLLO COME NASCE ELETTRAWEB è un programma interamente progettato e implementato da Uno Informatica in grado di acquisire

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 93 del 27.6.2006 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ROGETTO ITER-NET SISTEMA REGIONALE DELLE STRADE E INDIRIZZI. ROGETTO ER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011 La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech Torino 16/11/2011 Agenda Presentazione Autostrade // Tech Autostrade // Tech: Il ruolo nella mobilità I Bus turistici e la mobilità urbana Prospettive a livello nazionale

Dettagli

RILEVAZIONE SULLO STATO DELL'INFORMATIZZAZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE CONSUNTIVO ANNO 2010

RILEVAZIONE SULLO STATO DELL'INFORMATIZZAZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE CONSUNTIVO ANNO 2010 Telefono Email Id Dati Generali Valore A.1.1 dei dipendenti A.1.3 dipendenti informatizzabili A.1.5 Sedi Id Formazione dei dipendenti Valore A.1.6 dipendenti con formazione certificata A.1.7 dipendenti

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 dicembre 2011, n. 2805

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 dicembre 2011, n. 2805 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 dicembre 2011, n. 2805 Progetto per la realizzazione del Centro Regionale di Monitoraggio e Governo della Sicurezza Stradale - C.Re.M.S.S.. Approvazione proposta

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. Codice identificativo 932005. PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp.

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD. Codice identificativo 932005. PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. COMUNE DI PISA TIPO ATTO DETERMINA CON IMPEGNO con FD N. atto DN-2 / 963 del 9/09/203 Codice identificativo 93200 PROPONENTE Comunicazione - Serv. Informativi - Sp. Cittadino ACQUISTO PERSONAL COMPUTER

Dettagli

FORMAZIONE DI AGGIORNAMENTO PER DIRIGENTI ex. art. 37, comma 7 - D.Lgs. 81/08

FORMAZIONE DI AGGIORNAMENTO PER DIRIGENTI ex. art. 37, comma 7 - D.Lgs. 81/08 FORMAZIONE DI AGGIORNAMENTO PER DIRIGENTI ex. art. 37, comma 7 - D.Lgs. 81/08 conforme all All. 1 dell Accordo Stato-Regioni del 21/12/11 e alla Circolare Regione Lombardia n. 17 del 29/07/13 Regole di

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Assistenza tecnica alle Regioni dell obiettivo convergenza per il Assistenza tecnica alle rafforzamento delle capacità

Dettagli

LA RESTITUZIONE DEI DATI AMBIENTALI: DALLA VERSIONE INTEGRALE ALLA CONSULTAZIONE TELEMATICA

LA RESTITUZIONE DEI DATI AMBIENTALI: DALLA VERSIONE INTEGRALE ALLA CONSULTAZIONE TELEMATICA LA RESTITUZIONE DEI DATI AMBIENTALI: DALLA VERSIONE INTEGRALE ALLA CONSULTAZIONE TELEMATICA Ing. Sergio Marino Direttore Generale ARPA Sicilia Ogni Ente Pubblico deve garantire il diritto d accesso, la

Dettagli

Polo federato di Corbetta e Gaggiano (MI) Il Progetto SIGIT

Polo federato di Corbetta e Gaggiano (MI) Il Progetto SIGIT CM Valli del Verbano 11 novembre 2010 Stefano Manini Polo federato di Corbetta e Gaggiano (MI) Il Progetto Servizi Intercomunali per la Gestione Integrata del Territorio Milano Palazzo Stelline 13 dicembre

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi

SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI. Carta dei Servizi SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI Carta dei Servizi Sommario 1. Introduzione... 3 2. Obiettivi... 4 3. Attività e destinatari... 4 Le competenze specifiche dell Ufficio Toponomastica sono:... 4 Denominazione

Dettagli

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE SIT Comunali e Open Source IL CASO CONCRETO DEL COMUNE DI SOLARO

CORSI E SEMINARI DI FORMAZIONE SIT Comunali e Open Source IL CASO CONCRETO DEL COMUNE DI SOLARO mercoledì 8 ottobre 2014 // Centro Studi PIM - Villa Scheibler a cura di Angelo Armentano L integrazione dei dati nella LR 12/2005 d Informatizzazione degli strumenti urbanistici, e delle procedure ad

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2016 2018)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2016 2018) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2016 2018) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità 2016-2018 è redatto in ottemperanza alle seguenti fonti normative: D.Lgs

Dettagli

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE MANUTENZIONI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE MANUTENZIONI COMUNE DI TERNI DIREZIONE MANUTENZIONI DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 671 del 24/03/2011 OGGETTO: costituzione dell unità Team Energy Management ESERCIZIO 2011 Comune di Terni Direzione Manutenzioni

Dettagli

Liceo Scientifico G. Marconi di Carrara Laurea in Scienze dell'informazione conseguita all'università di Pisa il 18 luglio 1986 con votazione 99/110

Liceo Scientifico G. Marconi di Carrara Laurea in Scienze dell'informazione conseguita all'università di Pisa il 18 luglio 1986 con votazione 99/110 C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DALLE MURA FRANCO Indirizzo VIA BERTOLONI, 60-54036 - CARRARA (MS) Data di nascita 27 GIUGNO 1959 Amministrazione Comune di Massa Incarico Attuale

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

0 Modulo Base. 3.4.1 Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie

0 Modulo Base. 3.4.1 Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie .. Tabelle riepilogative sulle operazioni necessarie 0 Modulo Base Cod. Livello informativo Fonte Formato Operazioni Necessarie Stima dei tempi 0C Carta Tecnica Regionale Numerica Regione Veneto Digitale:

Dettagli

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO

COMUNE DI TRECASE MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO COMUNE DI TRECASE Provincia di Napoli MISURE FINALIZZATE ALLA DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2014/2016 La legge 24 dicembre 2007, n. 244 avente

Dettagli

Sportello Unico Rischio Industriale

Sportello Unico Rischio Industriale Sportello Unico Rischio Industriale Il sistema informativo per le ARIR Alberto Farinelli 16 aprile 2009 Milano Requisiti del sistema informativo implementare i criteri e le procedure attinenti ai procedimenti

Dettagli

LABORATORIO di CARTOGRAFIA. Referente Alberto Turci Settore Ambiente Comune di Modena

LABORATORIO di CARTOGRAFIA. Referente Alberto Turci Settore Ambiente Comune di Modena LABORATORIO di CARTOGRAFIA Referente Alberto Turci Settore Ambiente Comune di Modena LABORATORIO di CARTOGRAFIA Le finalità Lo studio, la conoscenza e l elaborazione di mappe e tematismi territoriali per

Dettagli

VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano

VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano Luigi De Rosa. ENEA, luigi.derosa@enea.it Parole chiave: VGI; Emergenze urbane; smart city; sicurezza ABSTRACT Obiettivo di

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017)

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017) Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità (2015 2017) Premessa Il Programma Triennale per la Trasparenza e l integrità 2015-2017 integra e aggiorna il precedente Programma Triennale 2014-2016

Dettagli

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS

BtoWeb QS Caratteristiche e funzionalità: BtoWeb QS www.btoweb.it L unione tra il know-how gestionale e organizzativo maturato in oltre 12 anni di consulenza e l esperienza nell ambito dell informatizzazione dei processi ha consentito a Sinergest lo sviluppo

Dettagli

ECOfinder LA SOLUZIONE SOFTWARE PER I SERVIZI DI IGIENE URBANA

ECOfinder LA SOLUZIONE SOFTWARE PER I SERVIZI DI IGIENE URBANA ECOfinder LA SOLUZIONE SOFTWARE PER I SERVIZI DI IGIENE URBANA TELLUS opera dal 1997 nel settore dei Sistemi Informativi Territoriali (Geographic Information Systems) attraverso la progettazione e lo sviluppo

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. -APQ in Materia di e-government e Società dell Informazione nella Regione Puglia- Progetto Pilota Procura di Lecce

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. -APQ in Materia di e-government e Società dell Informazione nella Regione Puglia- Progetto Pilota Procura di Lecce BANDO ACQUISIZIONI Strumentazione informatica ALLEGATO 3 Offerta Economica Allegato 3: Offerta economica Pag. ALLEGATO 3 OFFERTA ECONOMICA La busta C Gara per l acquisizione di prodotti software -APQ in

Dettagli

Realizzazione Sistemi Informativi Territoriali

Realizzazione Sistemi Informativi Territoriali La nostra società si avvale di professionisti e collaboratori con pluriennale esperienza e competenze diversificate nel campo della cartografia territoriale e della gestione ambien_ tale. La passione per

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

Progetto per l attivazione di progetti di attività socialmente utili. ANNO 2015

Progetto per l attivazione di progetti di attività socialmente utili. ANNO 2015 Progetto per l attivazione di progetti di attività socialmente utili. ANNO 2015 Punti del progetto 1) SOGGETTO PROPONENTE COMUNE DI TAVAGNACCO 2) TITOLO Supporto operativo ai Servizi del Comune per attività:

Dettagli

La gestione dei protocolli di legalità con la soluzione NFC - ACTION

La gestione dei protocolli di legalità con la soluzione NFC - ACTION La gestione dei protocolli di legalità con la soluzione NFC - ACTION CONSTRUCTION AND BUILDINGS SOLUTIONS is a product 1 Protocollo di legalità - Definizione Il Protocollo di Legalità è un atto sottoscritto

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V

Regione Umbria. Sessione tematica V Regione Umbria DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale

Dettagli

Libero Professionista Analista GIS e di dati di incidentalità stradale

Libero Professionista Analista GIS e di dati di incidentalità stradale Date (da a) Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Giugno 2008 Attuale Libero Professionista Analista GIS e di dati di incidentalità stradale Contratto di Consulenza con Ar-Tel AREZZO TELEMATICA

Dettagli

COMUNE DI VILLABATE. Corpo di Polizia Municipale Via Municipio, 90039 VILLABATE (PA) Tel. 0916141590 Fax 091492036 pm.villabate@tiscali.

COMUNE DI VILLABATE. Corpo di Polizia Municipale Via Municipio, 90039 VILLABATE (PA) Tel. 0916141590 Fax 091492036 pm.villabate@tiscali. COMUNE DI VILLABATE Corpo di Polizia Municipale Via Municipio, 90039 VILLABATE (PA) Tel. 0916141590 Fax 091492036 pm.villabate@tiscali.it Allegato A Elaborato Tecnico relativo alla gara di appalto per

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

SI-GTS Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di Spesa. Istruzioni tecniche per l avvio all Esercizio Sperimentale

SI-GTS Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di Spesa. Istruzioni tecniche per l avvio all Esercizio Sperimentale SI-GTS Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di Spesa Istruzioni tecniche per l avvio all Esercizio Sperimentale 1 Contesto di riferimento Il Sistema Informativo per la Gestione dei Titoli di

Dettagli

Realizzazione e controllo di qualità in corso d'opera del Database Topografico della Provincia di Milano. Ing. Daniele Passoni

Realizzazione e controllo di qualità in corso d'opera del Database Topografico della Provincia di Milano. Ing. Daniele Passoni Realizzazione e controllo di qualità in corso d'opera del Database Topografico della Provincia di Milano Prof.Livio Pinto Ing. Daniele Passoni Milano, 28.1.2010 INTRODUZIONE (1/2) Un DataBase Topografico

Dettagli

SISTEMA CODICE UNICO DI PROGETTO, CUP (codice: G17H03000130001), E SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI, MIP (codice: G17H03000130011)

SISTEMA CODICE UNICO DI PROGETTO, CUP (codice: G17H03000130001), E SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI, MIP (codice: G17H03000130011) SERVIZIO CENTRALE DI SEGRETERIA DEL CIPE UFFICIO VIII SISTEMA CODICE UNICO DI PROGETTO, CUP (codice: G17H03000130001), E SISTEMA MONITORAGGIO INVESTIMENTI PUBBLICI, MIP (codice: G17H03000130011) RAPPORTO

Dettagli

Speedy Support. ACS Service. Sviluppiamo insieme il futuro digitale della Giustizia

Speedy Support. ACS Service. Sviluppiamo insieme il futuro digitale della Giustizia Speedy Support Tecnologia integrata per un servizio di assistenza e manutenzione tecnica a valore aggiunto Viale Erminio Spalla, 41 00142 Roma info@consorzio-novalex.it www.consorzio-novalex.it Maggio

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELLA REGIONE VENETO INERENTE LA RILEVAZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELLA REGIONE VENETO INERENTE LA RILEVAZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI PROGEO PER LA REALIZZAZIONE DEL SISEMA INFORMAIVO DELLA REGIONE VENEO INERENE LA RILEVAZIONE DEGLI INCIDENI SRADALI Progetto di cui all Art. 2 del Protocollo d Intesa per il coordinamento delle attività

Dettagli

Le priorità di intervento dell unità organizzativa quali eccesso

Le priorità di intervento dell unità organizzativa quali eccesso Sicurezza stradale Le priorità di intervento dell unità organizzativa quali eccesso velocità, semaforo rosso, uso del casco, uso telefono cellulare e cinture di sicurezza, sono sviluppate attraverso azioni

Dettagli

STONE. Caratteristiche. Versione 2.1

STONE. Caratteristiche. Versione 2.1 STONE Caratteristiche Versione 2.1 Datex s.r.l. Viale Certosa, 32 21055 Milano - Italy Tel : +39.02.39263771 Fax : +39.02.33005728 info@datexit.com - www.datexit.com D A T E X S O F T W A R E S O L U T

Dettagli

COMUNE DI FERRANDINA PROVINCIA DI MATERA

COMUNE DI FERRANDINA PROVINCIA DI MATERA ALLEGATO A) ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 5 DEL 29.01.2014 COMUNE DI FERRANDINA PROVINCIA DI MATERA PIANO DELL INTEGRITA E DELLA TRASPARENZA PROGRAMMA TRIENNALE ANNO 2014 2016 INTRODUZIONE Il presente

Dettagli

Il collegamento con i dati sanitari degli incidenti stradali: l esperienza di Arezzo. A cura di Alessandra Pedone AUsl 8 Arezzo e Centro F.

Il collegamento con i dati sanitari degli incidenti stradali: l esperienza di Arezzo. A cura di Alessandra Pedone AUsl 8 Arezzo e Centro F. Il collegamento con i dati sanitari degli incidenti stradali: l esperienza di Arezzo A cura di Alessandra Pedone AUsl 8 Arezzo e Centro F. Redi 2001: Costituzione dell Osservatorio Provinciale degli Incidenti

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007 SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Il team di progetto Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale

Dettagli

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Caratteristiche tecniche Box in acciaio inox adatto alle intemperie Panel PC industrial all in one con schermo da 11 Touch screen equipaggiato con S.O. windows

Dettagli

La formazione a distanza della Statistica comunale

La formazione a distanza della Statistica comunale La formazione a distanza della Statistica comunale Convegno nazionale USCI I numeri che non ti aspetti. La funzione statistica dei Comuni tra riforma e qualità dei servizi La statistica comunale tra rinnovamento

Dettagli