NATALE 2008: BILANCI E PROGETTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NATALE 2008: BILANCI E PROGETTI"

Transcript

1 TASSA PAGATA/TAXE PERÇUE/ORDINARIO PERIODICO SEMESTRALE DI INFORMAZIONE SULL ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA registrazione tribunale DI PORDENONE N DEL 21/01/03 - tariffa regime libero poste italiane spa - SPEDIZIONE IN A.P. 70% D.C.B. PN - Anno 6 - n 11 NATALE 2008: BILANCI E PROGETTI Un altro Natale è alle porte ed è tempo di auguri ma anche di bilanci e nuovi progetti che saranno di nuovo impulso alla crescita della comunità. Sono stati ultimati lavori importanti, quali la riqualificazione della La classe 1990 in Sala Consiliare piazza del capoluogo, altri prenderanno l avvio a breve, come la rotatoria e la ciclabile di Mussons o la ristrutturazione del vecchio asilo e della fornace di San Paolo e sarà avviato il progetto di ristrutturazione dell ex latteria turnaria. Opere pubbliche di grande importanza che vanno a sommarsi al copioso lavoro portato avanti nel settore sociale, culturale, sportivo ed economico e che fanno di Morsano un bel paese di cui andare fieri. E questo, soprattutto all approssimarsi delle sfide che ci vedranno protagonisti, il prossimo anno, della necessità di superare un importante crisi economica che, ci auguriamo, resti sempre fuori dalla porta delle nostre case. E un Civitas, questo, che ripercorre alcuni degli appuntamenti importanti che hanno caratterizzato il 2008 nel nostro Comune ma che non può certamente, in poche pagine, riassumere tutte le iniziative e le attività che sono state portate avanti e che sarebbe bello ricordare insieme. Abbiamo voluto lasciare spazio ad alcune informazioni di utilità pratica relative ad iniziative dello Stato, della Regione e dello stesso Comune per le quali potrete avere maggiori informazioni rivolgendovi agli uffici del servizio sociale o della segreteria anche in considerazione di possibili modifiche legislative. Infine, sperando di farvi cosa gradita vi indichiamo, in ultima pagina,l indirizzo di posta elettronica del Comune a cui potete rivolgervi per comunicare direttamente con l amministrazione. Questo vi consentirà di chiarire in tempo reale, ammesso che riteniate ne valga la pena, la portata dei comunicati e delle informazioni che vi vengono inoltrate da fonti esterne all amministrazione e che, oltre ad esprimersi per sentito dire,non conoscendo direttamente i fatti, danno agli stessi l interpretazione che meglio si adatta ai loro scopi di propaganda politica. A tutti i lettori del Civitas, morsanesi e non, in Italia e all estero mando i miei più sinceri auguri per un Natale sereno e un 2009 di felicità e pace. Il Sindaco Roberta Zanet Monumento in Piazza D. Moro a ricordo della stele funeraria romana recuperata nella campagna paludi SOMMARIO 2 > tagliamento, il più bel fiume alpino d europa 3 > fornace di san paolo 4 > 33 a adunata sezionale > festa dell unità d italia e delle forze armate 5 > protezione civile > cartellonistica in friulano > il miglior amico dell uomo cerca casa 6 > unicef > rumore bianco 7 > interventi sociali 8 > corsi di lingua straniera

2 TAGLIAMENTO IL PIù BEL FIUME ALPINO D EUROPA Il nostro fiume Tagliamento continua a far parlare di sé, e che parole! Il 14 Novembre 2008 a San Daniele del Friuli si è tenuto un importante Convegno dal titolo Gestioni Fluviali a confronto: Proposte per il Tagliamento, organizzato dall Associazione Assieme per il Tagliamento con il patrocinio del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Regione Veneto, delle Province di Udine e di Pordenone, delle Comunità Montane e dei Comuni rivieraschi tra i quali anche il Comune Morsano al Tagliamento. Veduta aerea Autorevoli studiosi ed esperti proventi anche da altri Paesi Europei, fra tutti il Dott. Klement Tockner Direttore del Lebniz Institute of Freschwater Ecology and Inland Fischeries (GB), Berlino (Germania), attraverso le loro esperienze nazionali ed internazionali, hanno formulato innovative ipotesi di forme di gestione degli ambiti fluviali, anche in riferimento ai rischi alluvionali, che mantengano però contemporaneamente le peculiari caratteristiche ambientali. Il Tagliamento è considerato una realtà unica nel suo genere nel panorama Europeo, di valore inestimabile dal punto di vista ecologico-ambientale, ulteriormente testimoniato dalla presenza lungo il suo corso di ben cinque siti catalogati di importanza comunitaria. Ciò sia in virtù della ricchezza e diversità delle specie ospitate che alle peculiarità degli habitat presenti lungo il suo corso, tanto da meritarsi l appellativo di Re dei fiumi alpini. Il Comune, consapevole di tanta preziosità, da tempo ha iniziato una politica di tutela e valorizzazione del Tagliamento con azioni concrete quali ad esempio la realizzazione della pista ciclopedonale sulla sommità arginale, la promozione di un filmato sulla fauna e sulla flora realizzato dai signori Martinis e Della Bianca - attingendo a contributi comunitari ed anche sostenendo una articolata e complessa azione giuridica per lo smantellamento dell ex cava Zamburlini in località San Paolo. La scommessa per il futuro è di creare sul territorio importanti sinergie al fine sviluppare, ad esempio, percorsi pedonali e ciclabili lungo il corso del fiume; l idea progettuale è di realizzare un Circuito Permanente per i tanti appassionati degli sport all aria aperta ma anche per far vivere il fiume ai tanti amanti della natura. La cava in fase di smantellamento Marcia del Tagliamento

3 FORNACE DI SAN PAOLO: FUTURO CENTRO DIVULGATIVO DELL AMBITO FLUVIALE DEL TAGLIAMENTO. Prosegue l opera di valorizzazione dell ambito fluviale del Tagliamento. L amministrazione Comunale, che ha vinto la causa intentata dalla società proprietaria dell ex impianto che voleva riprendere l esercizio dell attività di lavorazione inerti in Borgo di Sopra, ha invece individuato l area come luogo di sosta e collegamento con le piste ciclabili recentemente realizzate. Non solo, ma c è l intento di valorizzare ulteriormente l area che potrebbe diventare di grande attrattiva turistica. Grazie ad un contributo ventennale concesso dalla Regione Friuli Venezia Giulia di Euro ,00 si sta programmando l acquisto e l esecuzione dei lavori di restauro dell immobile ex fornace da adibire a Centro Divulgativo dell Ambito Fluviale del Fiume Tagliamento con il fine di promuovere l attività di conoscenza e valorizzazione dell aspetto paesaggistico/ambientale dell ecosistema fluviale nonché punto di noleggio delle montain bike per chi arriva a San Paolo in macchina. Il recupero della fornace ha anche un significato storico importante. Nel corso dei secoli,infatti, nel territorio di Morsano al Tagliamento ed in particolare nella frazione di San Paolo, le fornaci hanno avuto, un ruolo fondamentale nell economia del luogo. Alcuni documenti del locale archivio parrocchiale attestano che dal Settecento alla fine dell Ottocento numerose erano le fornaci esistenti a San Paolo. Da alcune ricerche si rileva che nel Catasto Napoleonico (1810) ben otto erano le fornaci censite e funzionanti nel nostro comune, tutte ubicate in appezzamenti di terreno denominati Borgo e costruite tutte in territorio di San Paolo. Nel 1904 viene registrata una nuova fornace a calce, in San Paolo rimasta attiva sino al Fornace di San Paolo Tutte queste fornaci fecero scrivere molte pagine collegate al lavoro dei fornaciai, alla loro emigrazione durante i periodi di miseria. L Austria, la Germania e l Ungheria erano i paesi in cui la maggior parte dei fornaciai Sanpaolesi andarono a prestare la loro manodopera di mattonai d estate. Durante il periodo invernale essi rientravano nelle loro famiglie e forti delle loro esperienze acquisite in terra straniera prestarono saltuariamente la loro opera nelle fornaci Sanpaolesi in qualità di mattonai e fornaciai specializzati. I fornaciai furono dei veri maestri nell arte della cottura sia dei mattoni, delle tegole e sia per la cottura della calce. Dopo la metà del secolo XIX nuove tecnologie industriali, come le fornaci a fuoco continuo ebbero il sopravvento e così i proprietari delle vecchie fornaci per la cottura dei laterizi, che non seppero o non poterono adeguarsi ai tempi, dovettero cessare la loro attività. Delle tante fornaci presenti nel territorio Sanpaolese solo una, quella costruita per ultima nel tempo, è rimasta a testimoniare le vicende storiche ed economiche annesse alla produttività ed alla cottura del materiale calcareo. L amministrazione comunale di Morsano al Tagliamento intende procedere all acquisizione ed al restauro del fabbricato denominato ex Fornace di San Paolo ed ubicato nell omonima località di questo Comune per il fine di promuovere l attività di conoscenza e valorizzazione dell aspetto paesaggistico/ambientale dell ecosistema fluviale del fiume Tagliamento, attraverso l esclusivo utilizzo delle tecnologie edilizie a rilevante carattere di ecocompatibilità ambientale e con l impiego esclusivo di fonti di energia rinnovabili, al fine di dare totale sostenibilità di carattere ambientale all intervento progettato. Il restauro e l adeguamento strutturale sarà realizzato in due fasi, procedendo prima all esecuzione delle opere indispensabili di conservazione e consolidamento statico e successivamente ripristinando le caratteristiche originali, ricostruendo gli elementi di dettaglio ed inserendo i particolari necessari all utilizzo della struttura. 3

4 33 a ADUNATA SEZIONALE 2008 Si è tenuta a Morsano la trentatreesima adunata sezionale della Provincia di Pordenone. La manifestazione si è aperta sabato 7 giugno con l inaugurazione delle mostre Storia delle truppe alpine a cura di Guido Aviani e Ilario Merlin e la Rassegna d arte a cura degli Artisti Alpini del gruppo Pordenone Centro. Sabato 14 giugno dopo aver deposto le corone d alloro presso i monumenti ai Caduti di Bando, San Paolo e Mussons si è tenuto in Piazza Daniele Moro il concerto alpino durante il quale sono stati premiati gli alunni e le classi che hanno partecipato al concorso artistico indetto dal locale gruppo Ana. Grande la partecipazione dei cittadini e delle autorità alle solenni cerimonie di domenica 15 giugno, iniziate con il ricevimento delle autorità in Municipio a cui è seguito l alzabandiera e onore ai Caduti presso il Monumento del Capoluogo. Prima della Santa Messa ufficiata da don Andrea Della Bianca, parroco di Morsano, si sono tenuti nel parco del municipio i discorsi ufficiali delle autorità che hanno ricordato il grande spirito di abnegazione nello svolgimento del servizio che ha sempre caratterizzato le truppe alpine e il grande valore dell opera prestata in tempo di pace soprattutto in attività di protezione civile. A conclusione, allietati dalla banda di Orzano, che ha presenziato a tutte le cerimonie, è stato servito dalle associazioni locali il rancio alpino nella palestra polifunzionale. In chiesa Corteo delle autorità festa dell unità d italia e delle forze armate Programma rinnovato quest anno per le celebrazioni del 4 novembre in concomitanza con il novantesimo anniversario della conclusione della prima guerra mondiale. In una domenica pomeriggio allietata da uno splendido sole, si sono infatti tenute le cerimonie commemorative che hanno visto la deposizione delle corone d alloro nelle frazioni e a seguire nel capoluogo. A Bando è stata depositata un urna che conteneva la terra raccolta la scorsa estate, sul fronte greco/albanese dagli alpini Guido Aviani, Ilario Merlin e Adriano Nadalin, i quali si sono recati nei luoghi da cui non sono più tornati alcuni patrioti morsanesi seguendo la loro passione che li porta a ricercare informazioni sulla storia delle nostre truppe alpine. In precedenza era stato donato ai ragazzi della scuola primaria (ex scuola media) un opuscolo che ripercorreva la storia delle truppe alpine dalla loro origine fino ai giorni nostri. Il libricino, di sicuro interesse contiene diverse foto che ritraggono i militari nelle varie epoche storiche ed è stato gradito dagli studenti. A conclusione della giornata i gruppi alpini di Morsano e Mussons hanno offerto una castagnata nella piazza rinnovata mentre la banda di Orzano allietava la popolazione con le sue più belle musiche. Onore ai Caduti a Mussons e a San Paolo La banda di Orzano 4

5 protezione civile In Regione F.V.G. la Protezione Civile nasce con la L.R. 64/86 che, all art. 7, prevede la competenza del Sindaco quale prima Autorità di Protezione Civile a livello locale. Il Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile del Comune di Morsano al Tagliamento al 31 è costituito da oltre 40 volontari di cui 20 effettivi e 20 di complemento. E dotato dei d.p.i. ( dispositivi di protezione individuale) oltre che di mezzi e attrezzature tra i quali: 1 fuoristrada, 1 autocarro, 3 carrelli appendice, generatori, motopompe, aspiraliquidi, motoseghe, apparati radio, materiali contro l inquinamento da idrocarburi, sacchi di juta, pale, picconi ecc. Le attività principali sino ad ora svolte sono state: interventi per calamità naturali sia in Regione che fuori, ricerca persone disperse, monitoraggio degli argini e di altri ambiti a rischio idraulico, manutenzione di aree boschive, interventi sulla rete idraulica del territorio comunale, simulazioni periodiche dei vari rischi potenziali, partecipazione a corsi di formazione, attività di sensibilizzazione nelle scuole e attività legate allo sviluppo di una nuova e moderna coscienza di protezione civile, assistenza alle manifestazioni più importanti del Comune e manutenzione ai mezzi e alle attrezzature. Dal mese di Gennaio 2009, su invito della Protezione Civile della Regione FVG, alcuni volontari del Gruppo Comunale parteciperanno altresì al Progetto Cordone Ombelicale ovvero garantiranno un servizio di trasporto continuato del sangue placentare dagli ospedali regionali alla Banca del Sangue di Cordone Ombelicale di Padova. L Ufficio amministrativo del Servizio di Protezione Civile si trova in Municipio presso l Ufficio Polizia Municipale in Piazza Daniele Moro 33 ( ) (fax ) La sede del Gruppo Comunale Volontari di P.C. è in Via Roma presso il centro Polifunzionale dove i volontari si incontrano ogni primo lunedì del mese. Il numero verde per l attivazione del sistema di P.C. è il nuova cartellonistica in lingua friulana Volontari a Bramberg IL MIGLIOR AMICO DELL UOMO CERCA CASA è stata posizionata la nuova cartellonistica stradale e istituzionale in lingua italiana e friulana che sostituisce quella precedente. La spesa di euro ,00 è stata interamente sostenuta dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Il Comune di Morsano ha in essere una convenzione con il canile di Villotta di Chions per il ricovero e mantenimento dei cani senza famiglia.qualsiasi cittadino che volesse adottare un cane può, quindi, rivolgersi al canile e richiedere un cane tra i tanti (purtroppo) rinchiusi perchè abbandonati o comunque privi di padrone. Adottare un cane è un segno di grande sensibilità, amore e intelligenza e di aiuto per le casse comunali nell ipotesi in cui si scelga un cane affidato al comune di Morsano. Si raccomanda vivamente di mettere il microchip ai cani al fine di ritrovarli in caso di scomparsa. Per informazioni l ufficio di polizia municipale è a disposizione. 5

6 unicef La quattordicesima edizione delle cerimonie che Morsano dedica all infanzia si è aperta venerdi 28 novembre con la proiezione ai ragazzi delle scuole di un cartone animato ed un film che avevano lo scopo di sensibilizzare gli studenti sulle condizioni di vita dei loro coetanei che vivono in luoghi meno fortunati. Le manifestazioni dedicate all Unicef sono proseguite con il concerto tenutosi nella magnifica cornice della villa messa generosamente a disposizione dai Conti della Torre, sabato 29 novembre e dal titolo Sacro e profano che ha visto protagonisti Consort Quondam e i loro fagotti rinascimentali. Il pubblico presente è stato trasportato dalla magica voce del soprano Elena Bertuzzi e dai suoni d altri tempi di Paolo Tognon, Claudio Verh, Vincenzo Onida, Stefano Somalvico Berquier e Pietro Pasquini, nella magica dimensione del 500 rinascimentale. In apertura di serata il Maestro Tognon ha illustrato agli intervenuti l origine storica degli strumenti e il repertorio che sarebbe stato eseguito. Come di consueto, la domenica mattina è stata dedicata ai mercatini equo-solidale, del libro, delle scuole, del centro anziani e del progetto giovani, dell oggettistica Unicef, dell Associazione italiana leucemia, del progetto Tamandarè di padre Enzo Rizzo, della Nostra Famiglia, tante associazioni che perseguono scopi comuni :aiutare i bambini in difficoltà in ogni parte del mondo. La presenza dei volontari dell associazione culturale Tailandese del triveneto ha permesso poi, di conoscere attraverso alcune danze tipiche e la degustazione della cucina tradizionale una cultura diversa dalla nostra. Il Sindaco, alla presenza della presidente provinciale dell Unicef Emiliana Moro, della presidente regionale e del rappresentante nel consiglio nazionale Dario Bigattin ha consegnato ai 25 nati nel 2008 una pigotta realizzata dal gruppo unicef di Morsano coordinato da Annamaria Pellarin. L Amministrazione Comunale, ha voluto così dare il benvenuto ai nuovi piccoli cittadini morsanesi offrendo il corrispettivo economico della Pigotta all Unicef per l acquisto di un kit completo di vaccinazioni per i bambini del terzo mondo. Nel pomeriggio, dopo la pastasciutta offerta dalle associazioni locali, i numerosi bambini presenti hanno partecipato ai laboratori e ai giochi organizzati dal Ludobus di Conegliano. rumore bianco Tutti i comuni rivieraschi dell asta del Tagliamento, hanno aderito al progetto Rumore Bianco cofinanziando l omonimo film del regista Alberto Fasulo. Per la proiezione della Prima del film, è stata organizzata il 6 settembre, una manifestazione con la proiezione in simultanea della pellicola negli stessi comuni. Il Comune di Morsano ha organizzato la notte bianca durante la quale vi è stata una rassegna cinematografica sul Tagliamento resa possibile grazie alla collaborazione con la cineteca del Friuli. Durante la notte è passata la fioccola che dalle sorgenti del Tagliamento è giunta fino al mare. 6

7 interventi sociali CARTA FAMIGLIA La Carta Famiglia (art.10, L.R. n. 11/2006) costituisce lo strumento per accedere ad un insieme di benefici legati alla fruizione di servizi significativi nella vita familiare. Esistono benefici di tipo regionale, attivati in modo diretto dalla Regione e benefici di tipo locale, attivati dal Comune. Chi può accedere al beneficio? Possono accedere ai benefici della Carta Famiglia: a. i genitori o il genitore con almeno un figlio a carico; b. il genitore separato o divorziato che ha cura dell ordinaria gestione del figlio a carico e che con esso convive; c. i genitori adottivi o affidatari, fin dall avvio dell affidamento preadottivo; d. le persone singole o i coniugi delle famiglie affidatario di minori. Per la graduazione dei benefici è prevista la suddivisione degli aventi titolo in 3 fasce sulla base del numero dei figli. La domanda per l ottenimento della Carta Famiglia può essere presentata dal cittadino ( genitore con figli a carico) durante tutto l anno presso il proprio Comune di residenza, portando con sé l attestazione ISEE complessivo del nucleo familiare (in corso di validità 12 mesi). Per ottenere il certificato ISEE bisogna rivolgersi ad un CAAF (Centro Autorizzato Assistenza Fiscale) eventuali recapiti sono disponibili anche presso il Comune di Morsano nelle seguenti giornate ed orari: COLDIRETTI il martedì dalle ore alle 10.00; CGIL il mercoledì dalle ore alle ore 10.00; CISL il giovedì dalle ore alle 12.00; BENEFICIO REGIONALE CONTRIBUTO FORNITURA ENERGIA ELETTRICA Il primo beneficio regionale che verrà attivato per i possessori della Carta Famiglia consiste in un contributo a riduzione dei costi relativi alla fornitura di energia elettrica, che si riferirà alla spesa sostenuta dai beneficiari nel periodo che va dal al La richiesta di accesso al primo beneficio regionale (sconto fornitura energia elettrica) può essere formulata entro il presso il proprio Comune di residenza. Il beneficio è attivato per le famiglie nelle quali sono presenti almeno 2 figli a carico. Il contratto di fornitura deve essere di tipo domestico e l intestatario del contratto deve essere uno dei genitori Quale documentazione serve portare? Il richiedente può recarsi presso il proprio Comune di Residenza, portando con sé: a. una dichiarazione sostitutiva di certificazione sul numero di figli a carico; b. l attestazione ISEE complessivo del nucleo familiare che deve essere inferiore ad ,00.= ad eccezione dei nuclei familiari con quattro o più figli a carico ( in corso di validità rilasciato da almeno 12 mesi). c. una bolletta relativa alla fornitura di energia elettrica dove sono indicati: il numero del contratto; l ente fornitore; il codice POD ( Ovvero il codice che individua il punto di erogazione di energia elettrica composto da 14 caratteri alfanumerici e preceduto da IT ); Inoltre dovrà essere indicato: l importo totale delle fatture emesse dal fornitore nel periodo compreso tra il al ; la modalità di pagamento scelta. BENEFICI LOCALI SERVIZI COMUNALI MENSA E TRASPORTO SCOLASTICO I possessori della Carta Famiglia potranno avere benefici relativamente alle spese per i servizi di mensa e di trasporto scolastico relativamente alle Scuole dell Infanzia, Primaria e Secondario di 1 grado. Il beneficio è attivato per le famiglie nelle quali sono presenti almeno 2 figli a carico. Quale documentazione serve portare? Il richiedente può recarsi presso il proprio Comune di Residenza, portando con sé: a. una dichiarazione sostitutiva di certificazione sul numero di figli a carico; b. l attestazione ISEE complessivo del nucleo familiare che deve essere infe- riore ad ,00.= ad eccezione dei nuclei familiari con quattro o più figli a carico ( in corso di validità rilasciato da almeno 12 mesi); c. il calcolo della spesa complessiva sostenuta per i servizi di mensa e di trasporto scolastico durante l anno. CARTA ACQUISTI SOCIAL CARD Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge (D.L. n. 112 del 2008) è disponibile una Carta Acquisti utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare e dell onere per le bollette della luce e del gas. La Carta Acquisti (o Social Card ) è una normale carta di pagamento elettronico, uguale a quelle che sono già in circolazione e ampiamente diffuse nel nostro Paese. Principale differenza è che con la Carta Acquisti le spese, invece che essere addebitate al titolare della Carta, sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato. La Carta Acquisti vale 40 euro al mese. Per le domande fatte prima del 31 dicembre, la Carta sarà inizialmente caricata dal Ministero dell Economia e delle Finanze con 120 euro, relativi ai mesi di ottobre, novembre e. Successivamente, nel corso del 2009, la Carta sarà caricata ogni due mesi con 80 euro (40 euro x 2 = 80 euro) sulla base degli stanziamenti via via disponibili. Con la Carta si potranno anche 7

8 avere sconti nei negozi convenzionati che sostengono il programma Carta Acquisti, si potrà accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata e si potranno ottenere altri benefici e agevolazioni che sono in corso di studio. Può aver diritto ad ottenere una Carta Acquisti se: è cittadino/a italiano e residente in Italia; ha un età inferiore ai 3 anni (in questo caso il titolare della Carta è il genitore); ha un età tra i 65 e i 69 anni e ha redditi e trattamenti pensionistici fino ai euro all anno; ha un età pari o superiore a 70 anni e residenti e trattamenti pensionistici fino a euro all anno; ha redditi personali tali da non comportare il pagamento di alcuna imposta; è proprietario di una sola casa di abitazione (da solo o insieme al suo coniuge); è titolare di una sola utenza elettrica e del gas (da solo o insieme al suo coniuge); è proprietario di un solo autoveicolo (da solo o insieme al suo coniuge); ha meno di euro di risparmi di Banca, alle Poste, ecc. (da solo o insieme al suo coniuge); la famiglia ha un indicatore ISEE della situazione economica complessiva fino a euro. La Carta Acquisti si potrà richiedere negli Uffici Postali, portando con sé: - il Modulo di richiesta compilato in ogni sua parte. - l originale e una fotocopia del documento di identità; un attestazione ISEE in corso di validità, anche in fotocopia, relativa al beneficiario. CORSI DI LINGUA STRANIERA BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE A BASSO REDDITO Si è concluso con la consegna degli attestati di partecipazione il corso di lingua inglese dell anno 2008 tenuto da insegnanti dello IAL. Il successo dell iniziativa che ha visto circa 30 partecipanti è di stimolo per l Amministrazione Comunale a riproporre il corso con possibilità di ampliarlo ad altre lingue straniere. Le lezioni avranno inizio presumibilmente a partire dal mese di febbraio 2009 e solo se sarà raggiunto un numero minimo di iscritti. Al fine di comprendere il grado di interesse per l iniziativa e di organizzare al meglio le attività didattiche in base alle esigenze della cittadinanza si ritiene opportuno effettuare un indagine conoscitiva. Pertanto, si chiede gentilmente a chi fosse interessato di contattare l UFFICIO SEGRETERIA DEL COMUNE ( int.1) dove potranno essere fornite ulteriori informazioni. Si ricorda che gli orari di apertura dell Ufficio sono i seguenti: Lunedì, mercoledì dalle ore alle e dalle alle Martedì, giovedì, venerdì dalle alle Il Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la formazione degli Adulti, C.T.P., anche per il corrente anno scolastico organizza per tutti i Comuni interessati, corsi di prima alfabetizzazione di lingua italiana per stranieri. Il Comune di Morsano si rende disponibile a fornire informazioni e raccogliere le eventuali iscrizioni. I beneficiari dell una tantum devono innanzitutto essere residenti in Italia e aver conseguito nel 2008 redditi appartenenti alle seguenti categorie: lavoro dipendente, pensione, assimilati a lavoro dipendente, lavoro autonomo occasionale svolto da soggetti a carico di chi richiede il bonus o del coniuge non a carico fondiari ma solo se percepiti insieme agli altri redditi ammessi e, comunque, di importo non superiore a euro. Il contributo straordinario varierà da un minimo di 200 euro ad un massimo di euro, a seconda della fascia di reddito e a seconda del numero dei componenti il nucleo familiare. L aiuto del bonus è rivolto ai redditi bassi fino a euro per le famiglie numerose e fino a euro solo se c è un disabile. Per informazioni relative agli interventi sociali di cui sopra, che potrebbero subire variazioni, ci si potrà rivolgere all ufficio segreteria dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore tel Int. 1. Gli anziani del Centro diurno augurano buone feste Sito internet del Comune: mail: Direttore responsabile: Celeste Piccolo Anno 6 / n 11 Registrazione tribunale di Pordenone n 494 del in a. p. 70% Filiale di Pordenone Proprietario editore: Comune di Morsano al Tagliamento Grafica e stampa: Grafiche Sedran San Vito al Tagl.to (PN) 8

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI ASSEGNI PER IL MIGLIORAMENTO DELLECONDIZIONI DI CURA ED EDUCAZIONE DI MINORI DI ETA DA 0 A 36 MESI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI ASSEGNI PER IL MIGLIORAMENTO DELLECONDIZIONI DI CURA ED EDUCAZIONE DI MINORI DI ETA DA 0 A 36 MESI. COMUNE DI COLLOREDO DI MONTE ALBANO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI ASSEGNI PER IL MIGLIORAMENTO DELLECONDIZIONI DI CURA ED EDUCAZIONE DI MINORI DI ETA DA 0 A 36 MESI. Approvato con deliberazione

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

CITTA DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine SETTORE TECNICO E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni

CITTA DI CERVIGNANO DEL FRIULI Provincia di Udine SETTORE TECNICO E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni LAVORO N. 01 CODICE C.U.P. F46D14000080002 OGGETTO INTERVENTO LAVORI DI COMPLETAMENTO EX SCUOLA ELEMENTARE DI VIA ROMA AD USO EDIFICIO PER SERVIZI SOCIO-SANITARI TIPOLOGIA INTERVENTO 07 Manutenzione Straordinaria

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande

Attività e tempi Individuazione dei parametri di accesso SI Pubblicazione bando Acquisizione /verifica /accettazione domande NARDÒ SOCIALE Nel 2012 si sono dettate le linee guida per l attivazione della social card da attuarsi nel 2013 con lo scopo di andare incontro alle famiglie meno abbienti fornendo generi di prima necessità

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

CATASTO EDILIZIO URBANO

CATASTO EDILIZIO URBANO CATASTO, CARTOGRAFIA ED EDILIZIA collana a cura di Antonio Iovine catasto edilizio urbano AI5 MARIO IOVINE NICOLA CINO CATASTO EDILIZIO URBANO GUIDA PRATICA N.3 ESEMPI DI DICHIARAZIONI DI VARIAZIONI DI

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE

Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE Concorso per gli studenti delle scuole dell infanzia e della primaria LE COSE CAMBIANO SE Art. 1 Finalità Il Ministero dell Istruzione, e il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Scheda sintetica del progetto arvore da vida

Scheda sintetica del progetto arvore da vida Scheda sintetica del progetto arvore da vida Contesto AVSI collabora con FIAT Brasile dal 2004, con il progetto di responsabilità sociale Arvore da Vida, nelle aree prossime allo stabilimento di Belo Horizonte,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli